You are on page 1of 1

22 SPORT martedì 3 novembre 2009

ECCELLENZA L’EX TECNICO DEI BIANCONERI, ORA AL FONDI, NON HA PERSO DI VISTA IL MASSIMO CAMPIONATO CAMPANO

Liquidato: «La favorita resta il Nola»


di Gennaro Iorio Quali i meriti principali del club
stabiese?
to ha pochi rivali».
Qualcuno dei “suoi cavalli”, però, PROMOSSI E BOCCIATI
NAPOLI. Per fortuna a Nola, da «Hanno avuto il coraggio di non ri- Liquidato se l’è portato a Fondi.
qualche settimana a questa parte,
hanno ripreso a divertirsi; ma sono
voluzionare la squadra dopo la pro-
mozione. Inoltre hanno un diretto-
«Vaccaro, Tufano, Ambruoso e Bal-
zano stanno facendo molto bene Carotenuto fa il fenomeno
ancora tanti i tifosi bianconeri che
ricordano con nostalgia la squadra
re sportivo eccezionale, un grande
allenatore ed un’ottima organizza-
anche quest’anno, si stanno rita-
gliando un posto importante e so- Arzanese e Quarto, così non va

 
di un anno fa, che con Stefano Li- zione». no stati utilissimi per far capire agli
quidato in panchina conquistava Altre squadra, invece, hanno de- altri il mio modo di interpretare il CAROTENUTO. QUARTO. I
consensi a piene mani. luso le attese; a chi la “palma” del calcio». Difficile flegrei sono
Lui, Stefano Liquidato, da qualche più deludente? Ma com’è cambiata, al di là del scegliere un reduci da due
mese è l’allenatore del Fondi, squa- «Direi all’Alba Sannio: il confronto calcio, la vita di Liquidato, ora uomo-copertina sconfitte
dra laziale che in serie D sta facen- con il campionato scorso parla chia- che è al Fondi? in casa Nola: i consecutive. A
do faville; ma il contatto con l’Ec- ro. Va però aggiunto che ora hanno «Un bel po’: la mia famiglia è in bianconeri da bruciare è
cellenza campana non l’ha perso af- rinforzato la squadra, credo sia giu- Campania, per cui appeno ho un cinque settimane a questa soprattutto il ko nel derby di
fatto, continuando a fare il tifo, da sto dare tempo anche a loro». po’ di tempo libero ci torno, ma so- parte sono infallibili. Ma l’ex domenica con il Monte di
lontano, per il “suo” Nola. E l’Arzanese? Dove va collocata? no anche molto concentrato su que- bomber della Casertana ha Procida, arrivato dopo una
«Certo che la sto seguendo l’Eccel- «Lì il discorso è più delicato: hanno sta nuova sfida legata al Fondi, so- risolto la gara di Arzano con gara condotta fino all’87’
lenza - dice infatti Liquidato - E so- un buon organico e un ottimo alle- cietà alla quale ovviamente sono le- una prodezza personale, minuto e poi scivolata via.


Stefano Liquidato, da questʼanno al Fondi
no contento per quello che sta fa- natore (il mio amico Ciccio Troise); gato». portando a cinque il conto
cendo il Nola nelle ultime partite». stanno facendo benino, ma sono Ma fare calcio in Campania è più dei suoi gol nelle ultime tre SAVOIA. Più
Ad essere pignoli, però, la posi- convinto che possano fare anche con un progetto serio alle spalle, ma difficile? partite: numeri che parlano che di
zione non è ancora quella che meglio». senza fondi per realizzarlo. In prati- «Secondo me sì, forse per una que- da soli. bocciatura, per


tanti pronosticavano quest’esta- Il Savoia è decisamente un caso ca ci è venuto a mancare un padre, stione di mentalità: da noi si è me- il Savoia
te: a parte: perché tale era per noi Visone. Per no legati alla progettualità. Ma per ARZANESE. bisognerebbe
«Anch’io pensavo che, con la squa- «Fa male vedere che un club come fortuna alla fine la situazione si è ri- fortuna con la crisi economica an- Dispiace parlare di
dra costruita in estate, i biancone- il Savoia non vada a giocare una solta». che dalle nostre parti si inizia a fa- mettere Troise autosospensione. La
ri potessero volare sin dalle prime partita. Mi auguro che tutta Torre Tornando al Nola attuale, poter re progetti, piuttosto che buttar via e i suoi ragazzi situazione era già grave, ma
giornate; ma credo che ormai ab- Annunziata si stringa attorno alla contare su una coppia d’attacco soldi». sul banco degli negli ultimi giorni sta
biano risolto i loro problemi. Per me società, perché una piazza così non formata da Carotenuto e Guarda- È impossibile rivedere Liquidato imputati, ma diventando insostenibile,
restano i favoriti». può scomparire; ne perderemmo bascio fa la differenza. sulla panchina del Nola? tre ko nelle ultime quattro come la rinuncia a giocare
Individuata la favorita, tocca tro- tutti». «Indubbiamente: Guardabascio, «Al momento voglio portare avanti gare sono un fardello contro l’Alba Sannio ha
vare anche la sorpresa di questo Impossibile un parallelo con la cri- che l’anno scorso era proprio al questo progetto con il Fondi, che pesante per chi nelle prime testimoniato.


avvio di stagione. si del Nola di quest’estate? Fondi, è capocannoniere consecu- mi sta dando tante soddisfazioni. In giornate aveva mostrato
«Nessun dubbio, la Libertas Stabia. «Per certi versi ci può stare: forse tivamente da tre anni; Carotenuto futuro, però, mi piacerebbe molto potenzialità notevoli. Il ASTONE. Appena
Ero convinto che potessero far be- per qualche giorno la nostra situa- è un lusso per questo campionato. tornare: a Nola ho lasciato un pez- tempo per recuperare c’è dieci giorni fa
ne, ma stanno andando oltre qual- zione è stata anche peggiore; ci sia- Ma io non dimenticherei i “miei ca- zetto di cuore». ancora, ma altri passi falsi c’erano nubi
siasi previsione». mo ritrovati da un giorno all’altro valli”: gente come Zurolo e Impara- non sono ammissibili. nerissime sul


capo del tecnico
PANDOLFI E del Monte di

DIAMO I NUMERI RECORD NEGATIVO DI GOL NELL’ULTIMA GIORNATA


SANNINO. Le
loro squadre
domenica
Procida (reduce da tre ko
consecutivi). Nubi spazzate
via nelle ultime due partite,

Stasia e Campania, le trasferte fanno paura centrocampista


hanno perso,
ma il
che hanno fruttato sei punti
ai flegrei, che ora veleggiano
comodamente verso
se nei primi otto turni del torneo: ci tano dal “De Cicco” diventa un co- nelle ultime 4 giornate, contro i dell’Arzanese ed il portiere centroclassifica.
13 I gol messi a segno ieri nel


voleva la sfida contro la squadra ab- labrodo. sette subiti nelle precedenti quat- dell’Ercolanese hanno
girone A di Eccellenza, nuovo mi- bonata ai pareggi (il Parete) per eli- tro partite: la capolista sta met- dimostrato ancora una volta VOLLA E
nimo stagionale. Il record nega- minare lo zero dalla casella delle “x” 4 Le gare consecutive nelle qua- tendo giudizio anche in difesa. il proprio valore. GIUGLIANO.


tivo resta tale anche se si consi- della squadra vesuviana. li Carotenuto è andato sempre a se- Proprio come una
dera la media-gol (ieri si è gioca- gno (la serie è ancora aperta). Con 2 I punti conquistati in quattro NOLA, settimana fa i
ta una gara in meno): 1.85 reti a 5 Le vittorie consecutive del Nola, lui e Guardabascio Tudisco può dor- trasferte dal Campania (0.5 a par- LIBERTAS complimenti
partita contro le 2 reti a partita che con il successo sul campo del- mire sonni tranquilli. tita) contro i dieci ottenuti in al- STABIA E accomunano
della sesta giornata. l’Arzanese ha ribadito di essere la trettante sfide al “Dietro la Vigna” INTERNAPOLI. virtussini e tigrotti: allora
squadra più in forma del campiona- 7 I punti conquistati dalla Virtus (2.5 a match): la squadra di Cam- La classifica erano dovuti ad un bel
7 I pareggi del Parete nelle pri- to: la caccia a Libertas Stabia ed In- Volla nelle ultime tre partite contro pana è sempre più a trazione ca- parla chiaro, il pareggio conquistato in
me otto giornate di campionato. ternapoli è aperta. il solo punto raggranellato nelle pri- salinga. gioco espresso altrettanto: il campo avverso; stavolta è
I casertani finora hanno lasciato me cinque gare di campionato: i girone A di Eccellenza è una vittoria casalinga a far
via libera solo al Nola, ma sono 12 I gol subiti in trasferta dallo giovani biancazzurri stanno cre- 6 I punti messi in cassaforte dal dominato da bruniani, esultare biancazzurri e
ancora in cerca della prima vitto- Stasia (per una media di tre reti a scendo rapidamente; il ritorno al Monte di Procida nelle ultime due stabiesi e collinari, che gialloblù: il cammino è
ria stagionale. partita) contro le sole due reti subi- “Borsellino” sta facendo il resto. partite: dopo i tre ko consecutivi giornata dopo giornata si ancora lungo, ma è su queste
te nelle sfide casalinghe (0.5 a ga- la squadra di Astone si è decisa- stanno staccando dal resto basi che si costruisce una
1 I pareggi della Real Bosche- ra): la retroguardia anastasiana lon- 2 I gol subiti dalla Libertas Stabia mente rilanciata. del gruppo. salvezza.

IL CASO DEL GIORNO L’EX PRESIDENTE NON ENTRA NEL MERITO, MA AVVERTE CHE IN TANTI ANNASPANO

Moxedano: «Il Savoia è solo la punta dell’iceberg»


TORRE ANNUNZIATA. Guardi sta, l’allora presidente Mario Mo- Del caso specifico preferisce non a parlare in termini più generali, l’iceberg. Ed in Campania la si-
il Savoia attuale, immerso nei suoi xedano, se riesce a spiegarsi in parlare, Moxedano; però qualche Moxedano sottolinea: «Da alcuni tuazione è ancora più complica-
problemi a tal punto da non sape- qualche modo la deriva di oggi. considerazione a più ampio respi- anni a questa parte sono ormai al- ta, probabilmente perché di ma-
re se riuscirà a portare avanti l’at- Moxedano, però, non ha molta vo- ro la fa volentieri: «Per come la ve- l’ordine del giorno casi di squadre gnate alla Moratti non se ne tro-
tuale stagione, e ti viene in men- glia di introdursi n un campo che do io i problemi del Savoia rispec- che non riescono ad iscriversi ai vano e quando si affronta il discor-
te quel Savoia che, non più di die- non sente più suo, preso com’è dal chiano una crisi generalizzata. Fa- campionati, dalla serie C (se non so della progettualità in pochi ne
ci anni fa, aveva toccato addirit- suo Neapolis, che sta facendo re calcio è diventato sempre più addirittura la B) fino alle categorie sono affascinati». A riprova di tut-
tura la serie B. molto bene in serie D. «Per me il complicato, specie nei piccoli cen- minori. Questo vorrà pur dire qual- to ciò un’ultima considerazione:
È vero, da allora ne è passata di capitolo Savoia è chiuso da tempo tri; ed infatti il mio distacco dal cosa». Insomma, la vicenda del Sa- «Una volta la nostra Regione po-
acqua sotto i ponti, con tanto di - dice infatti Moxedano - Le con- Savoia è avvenuto proprio quan- voia andrebbe vista in un quadro teva vantare numerose formazio-
fallimento e successiva rinascita siderazioni che posso fare io ora do dal “San Paolo” si passò a gio- molto più ampio. ni in C1, ormai invece trovare
dall’Eccellenza; però viene natu- sono quelle di chi guarda dal- care al “Giraud”. Questo passag- «Purtroppo la verità - riprende l’ex squadre campane in Prima Divi-
rale provare a chiedere a chi quel l’esterno, per cui lasciano il tem- gio segnò la fine della mia avven- patron dei torresi - è che il Savo- sione è sempre più complicato».
Mario Moxedano, ex presidente del Savoia
Savoia l’ha vissuto da protagoni- po che trovano». tura con i bianchi». Tornando poi ia rappresenta solo la punta del- genio

ERCOLANESE ALLA “PRIMA” SULLA PANCHINA GRANATA È ARRIVATA UNA SCONFITTA, MA LA FIDUCIA RESTA

Agovino non si scoraggia: «Ci riprenderemo presto»


ERCOLANO. Il pubblico del Raf- Ascione, che mai come in questo di un’occasione hanno lasciato dei sa. Domenica si va a Durazzano, per non solo per il fatto che ha un grup-
faele Solaro di Ercolano non ritrova momento sta facendo salti mortali dubbi. affrontare un’Alba Sannio non al top. po omogeneo ben addestrato, ma
la sua Ercolanese e diserta puntual- per far quadrare cifre e realtà socia- Crediamo, al momento, che la crisi Contro la squadra beneventana l’Er- anche e soprattutto per il valore ago-
mente le gradinate dello storico im- li. Occorre la comprensione di tutti, dell’Ercolanese sia riconducibile ad colanese di Mauro Agovino potrà nistico dei singoli. Sono ad Ercola-
pianto legato al nome di uno tra i il ritorno di tutti sugli spalti del So- una questione meramente menta- contare anche e soprattutto sul- no da pochi giorni, i prossimi alle-
più eroici presidente della storia laro per promuovere la ripresa del- le e comportamentale. Dovrà esse- l’esperto centravanti Castellano. namenti mi consentiranno di capi-
granata. Questa volta, in Ercolane- l’Ercolanese. re il nuovo tecnico, Mauro Agovi- Merita fiducia il nuovo arrivo, il cen- re meglio la psicologia dei miei ra-
se-Libertas Stabia, è arrivato pro- La prima analisi dei comportamen- no, che ad Ercolano conosce sog- travanti Riccardi: troppo presto per gazzi verso i quali ho una stima pro-
prio ad un numero irrisorio, appe- ti, in campo e fuori, alla luce dei tre getti e realtà, a fare in modo di pro- emettere sentenze ed anche troppo fonda, incondizionata e assoluta. Mi
na sessanta “anime”. risultati negativi consecutivi, tutti muovere la ripresa dell’Ercolanese. presto per pretendere da lui un più aspetto da loro una ripresa pimpan-
Dinanzi a questi scenari, molto one- arrivati con il minimo scarto, dopo Le vittorie si costruiscono prima ne- incisivo comportamento in campo. te in campionato a partire dalla pros-
stamente, nulla si può e si deve im- tante occasioni mancate dagli avan- gli allenamenti e, poi, attraverso una «Questa Ercolanese risorgerà - sta- sima trasferta di Durazzano contro
putare alla dirigenza granata, in te- ti della formazione degli Scavi e del veste tattica appropriata, decisa dal- bilisce, senza remore, Mauro Ago- l’Alba Sannio».
Mauro Agovino, allenatore dellʼErcolanese
sta il suo presidente Francesco Vesuvio e dopo arbitraggi che in più l’allenatore in base alla propria ro- vino, allenatore del club vesuviano - Giuseppe Imperato