You are on page 1of 109

AFFERMAZIONI

Come espandere il proprio potere e


riprendere il dominio sulla propria vita
( di Stuart Wilde )
Dipinto ironico: Il povero poeta di C. Spitzweg 1835
Capitolo 1
UN FACILE INIZIO
S
ono nato a Farnham, Inghilterra, quando ero molto giovane. Alla nascita le
condizioni erano molto affollate. Mia sorella gemella comparve nel piano
sico circa venti minuti prima di me. Mi piace pensare che le concessi la
pole position, da vero signorino quale ero, ma a dire la verit` a dormivo dietro le
quinte e perdetti la chiamata alla ribalta.
Mio padre era un ufciale della marina inglese. Nel 1946, lanno in cui nac-
qui, egli fu distaccato presso il Ministero degli Esteri come diplomatico. Mia
madre era siciliana. Si conobbero durante lo sbarco degli alleati in Sicilia e si
sposarono nel giro di tre settimane. Mia madre era molto intelligente, insegnava
lingue ed era lunica persona che io abbia mai conosciuto in grado di parlare latino
correntemente.
Come molti siciliani, era venuta sulla terra per sperimentare il cibo e le emo-
zioni. Essendo furba, come lo sono molti siciliani, risparmi` o tempo combinando i
suoi scopi evolutivi in un unico evento, pungolandoci emotivamente a cena quasi
tutte le sere.
Tuttavia, nonostante i suoi squilibri, lei aveva una capacit` a innit` a di amare
e pertanto io incominciai bene. Durante il mio primo decennio sulla terra, i miei
genitori mi trascinarono nei luoghi pi` u oscuri dellimpero britannico, mentre mio
padre amministrava lappannaggio della regina, cosa che per quelli del Ministero
degli Esteri sembrava comportare soprattutto ore interminabili in giro per club
coloniali poco illuminati, a bere gin. Siccome ero un ragazzino, non posso dire
di aver veramente capito in che modo ci` o aiutasse la regina, ma la conversazione
degli uomini andava cos` oltre la mia comprensione e sembrava cos` importante
che presumevo si trattasse di segretissimi affari ufciali. In ogni caso, le espe-
rienze fatte in quei club coloniali furono inestimabili, poich e capii in fretta come
andava il mondo. Il fatto di essere esposto a molte culture diverse mi aiut` o a
sviluppare una visione aperta del mondo e dei suoi abitanti.
A dieci anni, accadde un disastro. Fui trasportato via mare da unesistenza
1
spensierata sulle spiagge dellAfrica a un collegio inglese, un mausoleo di un
posto che fu fondato nellanno zero. Le sue dottrine erano a dir poco arcaiche e
bizzarre. Per lo pi` u, le si poteva attribuire a un oscuro omino che, nella preistoria,
si sedette su una duna di sabbia a sviluppare dei modi per manipolare e molestare
la gente.
Ricordo chiaramente mio padre sulla pista dellaeroporto di Accra prima della
mia partenza per lInghilterra, e di come egli fu cerimonioso nel regalarmi una
banconota da cinque sterline (sette dollari e cinquanta al cambio attuale). Alla
tenera et` a di dieci anni, mi parve una fortuna immensa. Tuttavia, una volta a
scuola scoprii il negozio di caramelle grazie al quale, insieme ai danni dellin-
azione, sperimentai la mia prima crisi di liquidit` a dopo circa una settimana e
mezzo dallinizio della mia carriera scolastica.
Senza un centesimo e a seimila miglia dalla salvezza, affermai che avrei risolto
il mio dilemma. Nel frattempo, a scuola i professori mi insegnavano ogni genere
di cose che secondo loro mi sarebbero tornate utili un domani, per esempio dove
scorre il Limpopo. In qualche modo, intuii che il percorso del ume non avrebbe
risolto il mio dilemma, cos` mi misi a ricercare i bisogni emotivi primari dei miei
compagni di collegio.
Sembrava che le sigarette fossero unapprezzata forma di contrabbando. Dal
momento che avevamo dieci anni, non ci era concesso uscire da scuola, quindi
cerano periodi in cui scarseggiavano. Dal momento che si era creata la domanda,
a quel punto mi interessai del problema dellofferta. Un giorno fui baciato dagli
dei e incontrai uno studente pi` u vecchio il cui compito era quello di andare in
bicicletta al villaggio, tutti i giorni, per prendere i giornali del preside. Lo attaccai
al muro e con il mio miglior accento siciliano gli chiesi se avesse desiderato darsi
al commercio. Lui disse:

No

. Allora gli tirai un pugno sul naso e diventammo


amici e soci per tutta la vita.
Il nostro commercio import/export or`, e allincirca a tredici anni ebbi il mio
primo assaggio della mia attuale carriera di editore. Beh, non esattamente. La-
sciate che mi spieghi. Per quattrocento ragazzi che raggiungevano let` a della pu-
bert` a nello stesso periodo, il gioved` pomeriggio, per essere precisi alle due e un
quarto, le riviste con donne nude furoreggiavano. Per fortuna, la nostra capitaliz-
zazione era in grado di adempiere al compito e noi continuammo a fare progressi.
I soldi provenivano dalle vendite e dagli aftti e presto ci allargammo nel campo
delle assicurazioni. Per alcuni penny la settimana uno studente poteva assicurar-
si contro le bastonate. Sebbene non potessimo impedire al preside di picchiare i
ragazzi che infrangevano le regole del collegio, la banconota da cinque sterline
che sborsavamo quando le buscavano serviva molto ad alleviare il dolore.
Ricordo listruttore di tennis venire da me lultimo giorno che trascorsi in
quella scuola e chiedermi perch e avevo laria cos` avvilita. Con le lacrime agli
2
occhi mormorai:

Gli affari, gli affari

. Diplomarmi fu per me un primo assaggio


di disoccupazione.
Oziai per qualche anno e nii col lavorare come macchinista per la prestigiosa
English Stage Company (N.d.T.: Compagnia di teatro inglese) a Sloane Square,
Londra. Avevo intenzione di occuparmi della gestione di teatri. Ormai, mia sorel-
la gemella si stava facendo strada nellindustria dello spettacolo e appariva ogni
settimana sulle reti britanniche. A ogni modo, quando venni a sapere che il di-
rettore tecnico di scena guadagnava solo quaranta sterline lavorando settanta ore
la settimana, il rimescolio della vernice grassa e lodore della folla persero il loro
fascino.
Mentendo riguardo alla mia et` a, ottenni lavoro come camionista per viaggi
a lunga distanza e trascorsi un anno felice a scoprire i luoghi meno memorabili
delle isole Britanniche, come Barnsley e Accrington. Gli orari di lavoro erano
estenuanti, ma la paga era giusta e per la prima volta in circa dieci anni stavo
affermando il mio senso di libert` a. I meravigliosi anni Sessanta erano molto sentiti
e i gruppi rock inglesi facevano furore. Durante uno dei miei viaggi nella regione
del Lancashire, scoprii un laboratorio di tessitura che fabbricava un tipo di maglia
intima indossata dai minatori. Ne comprai alcune e le tinsi di vari colori nella mia
vasca da bagno. Con mio stupore, il primo negozio al quale offrii le magliette non
se le lasci` o sfuggire. Il mio problema era di tipo logistico. Potevo tingere centinaia
di magliette al giorno, ma il problema era asciugarle. Fortunatamente erano molto
richieste, e i miei clienti, a caccia di splendore sartoriale, non notavano che le
magliette penzolavano mollemente dalle grucce, ancora bagnate.
Lautomazione prese piede. Assunsi un socio il cui titolo principale era che
poteva prendere in prestito la macchina di suo padre. Afttammo una lavande-
ria e facemmo ventisei macchinate alla volta. Tingevamo migliaia di magliette al
giorno e la sera ce la svignavamo al pub a contare le nostre vincite. Questa spe-
culazione si svilupp` o in un commercio di abbigliamento che prese subito il volo,
producendo magliette, jeans, pantaloni strani e ogni genere di cose incredibili e
meravigliose di cui nessun hippy con un po di amor proprio poteva fare a meno.
A ventanni guadagnavo un po pi` u dellequivalente in sterline di ventimila
dollari la settimana. Nessuno mi aveva ancora chiesto dove scorreva il Limpopo
e, per quel che me ne importava, lo stupido ume poteva anche essere evaporato!
Dopodich e, mi iscrissi a un corso di sette anni allUniversit` a di Burn-out (N.d.T:
Universit` a dei bruciati), girando per Londra con un gruppo di personaggi esotici
i cui nomi sembravano presi dal mondo delle celebrit` a londinesi. I miei autisti si
chiamavano Billy the Kid e Slick Vic e assunsi un tipo di nome Richard the
Minder afnch e di notte mi portasse sano e salvo a casa. Inoltre, nel libro paga
gurava un personaggio il cui unico ruolo era quello di mantenere il nostro circo
profumato costantemente fuori di testa. Giustamente, lo chiamavamo Hill the
Pill.
3
Alla matura et` a di ventotto anni ero esausto. Non mi restava quasi nessuna
esperienza umana da vivere. Avevo provato tutto quello che cera da provare.
Una mattina, mentre mi curavo un terribile mal di testa, decisi di scoprire il si-
gnicato della vita. Mi iscrissi al College of Psychic Studies (N.d.T.: Universit` a di
Studi Psichici) per far pratica come medium. Sembravo essere abbastanza portato
e dopo un po iniziai a prendere contatto regolarmente con gli spiriti dei defunti,
nella speranza che essi potessero rispondere alle mie domande sui meravigliosi
misteri della vita.
Ci sedevamo al buio formando un circolo e, mediante la meditazione e lin-
trospezione, aprivamo il nostro terzo occhio. Di sicuro ci apparivano in mente
simboli o persone. Solitamente, la defunta zia Maud o lo zio Fred della situazione
si facevano vedere a vantaggio di uno dei partecipanti alla seduta. Il trucco stava
nel riportare con precisione qualunque messaggio, senza giudicarlo o qualicarlo
in alcun modo. Siccome non sapevo nulla dei particolari della vita in terra del-
lo spirito defunto, per me questo fu la prova che comunicavo con i morti. Ci` o
era confermato il pi` u delle volte da qualcuno nel cerchio, il quale riconosceva i
particolari che lenergia dello spirito aveva fornito. Al termine della seduta, era la
prassi chiedere allo spirito defunto se aveva qualche parola dincoraggiamento per
i parenti che erano ancora nel mondo dei vivi. Generalmente, lo spirito defunto
diceva qualcosa come:

Piccino mio, so che hai avuto dei momenti difcili, ma
fra tre mesi tutto andr` a bene, e non dimenticare, Dio ti ama

.
Poi, quando lo zio Fred della situazione faceva la sua comparsa, io chiedevo se
vi fossero messaggi, e lo spirito diceva qualcosa come:

Amico, lo so che la vita
` e dura, ma le cose andranno bene tra un paio di mesi o poco pi` u e non dimenticare,
Dio ti ama

. Avendo fornito un ume costante di messaggi relativamente futili


per un periodo di circa sei mesi, ero giunto alla conclusione che, se si ` e duri come
il legno quando si ` e vivi, lo si ` e anche da morti.
Lidea che la morte conceda la sapienza divina mi sembra un mucchio di
sciocchezze, poich e ho parlato con centinaia di spiriti defunti che a mala pena
riuscirebbero a dirvi dov` e la fermata dellautobus! Lasciai perdere lo spiritismo
e decisi di girare il mondo alla ricerca di qualcuno che conosceva le risposte. Nel
mio tentativo, viaggiai lequivalente di settanta giri del mondo, ricercando ogni
possibile fenomeno conosciuto. Trascorsi una settimana nella camera del re della
Grande Piramide dEgitto facendo esperimenti elettroencefalograci per capire la
risposta delle onde cerebrali. Feci delle indagini sullo spiritismo e lavorai a diversi
casi di possessioni. Indagai sulle percezioni extrasensoriali, lalchimia, i tarocchi,
gli stati alterati di coscienza, la preveggenza, la levitazione, la psico-cinesi, la
magia, la cabala e ogni cosa incredibile e meravigliosa che riuscivo a scovare.
Per tre anni, mi esercitai con un maestro di misticismo orientale che mi spieg` o il
Tao e la necessit` a di imporsi una disciplina personale e, per caso, mi imbattei in
un gruppo di validi occultisti europei che mi fecero conoscere gli aspetti esoterici
4
della loro antica tradizione.
Durante quegli anni di ricerca, lottai sia spiritualmente sia in senso tempo-
rale. Se solo allora avessi saputo quello che so oggi, mi sarei risparmiato molti
dolori e angosce. Era come se il mio s e interiore lottasse con il mio ego o per-
sonalit` a per una questione di vita o di morte. Pi` u cercavo di elevarmi, pi` u il mio
ego si ribellava riutandosi fermamente di abbandonare la sua posizione privile-
giata. Nellintraprendere la mia ricerca, mi ero staccato da tutte le cose alle quali
ero abituato. Cos` facendo, iniziai a perdere di vista i miei amici e conoscenti e
attraversai lunghi periodi di intensa solitudi-ne e paura. Inoltre, non essendo pi` u
in grado di far fruttare le mie fonti usuali, mi ritrovai spesso in grosse difcolt` a.
Tuttavia, in quegli anni di confusione e frustrazione, rimasi fermo nel sogno di
raggiungere una percezione pi` u alta e sapevo che prima o poi avrei fatto progressi.
Continuai a viaggiare e a studiare senza sosta. Molte delle fonti di conoscenza
che investigai si rivelarono dei vicoli ciechi, nel senso che scoprii che gli esperti
non ne sapevano proprio un co quando si trattava di vera conoscenza.
Poco a poco, riuscii a discernere il grano dalla pula e mentre lavoravo su me
stesso le mie percezioni iniziarono a schiudersi. Sviluppai la capacit` a di entrare
in un profondo stato mentale senza addormentarmi. Dopo cinque anni di allena-
mento, capii che potevo portare la mia concentrazione al livello cerebrale di onde
theta (ovvero 4-6 cicli di ritmo cerebrale al secondo) quasi allinnito. Alla ne
mi esercitai a mantenere un ritmo theta tenendo gli occhi aperti. Ci vollero altri
due anni per perfezionarmi.
Fu un punto di svolta decisivo per la mia ricerca, poich e una volta che riuscii a
farlo potei vedere il campo di forza elettromagnetico che attornia gli esseri umani.
Normalmente non ` e visibile ad occhio nudo, per` o ` e dato dai sentimenti che gli
uomini provano per se stessi. Non ` e laura cui si riferiscono i sici o i teoso,
quanto piuttosto limpronta di quello che prova una persona.
Sedevo negli aeroporti per ore e ore a guardare i dettagli pi` u intimi dei pas-
santi. Gli aeroporti sono particolarmente indicati per questo tipo di esperimento
theta, poich e qui le persone provano sentimenti pi` u forti. La paura di volare e la
pressione dovuta al viaggio fanno s` che la gente provi sensazioni amplicate o
esagerate, il che vi permette di interpretarle pi` u chiaramente.
Questa capacit` a ritrovata suscit` o in me un tremendo senso di commozione per
le condizioni in cui vive la gente. I loro sentimenti comprendono tutte le lotte e
le restrizioni insieme ai limiti che si portano appresso. Potete vedere abbastanza
chiaramente che moltissime persone vivono come automi, passando la vita a -
ticchettare in base ai ritmi di qualcun altro e provando diversi stati di tremendo
terrore e insicurezza. Questo mi colp` profondamente. Dieci minuti in qualunque
aeroporto sono sufcienti a farvi capire che la maggior parte della gente non ha
la bench e minima idea di come funzioni la vita o di come essi creino il proprio
destino o fato.
5
In cuor mio volevo essere daiuto, ma allo stesso tempo non ero ancora ab-
bastanza forte da essere efcace e non avevo il coraggio delle mie idee. Poi, un
giorno si veric` o un avvenimento che cambi` o la mia vita.
Per un anno, prima dellavvenimento, fui attorniato da molti fenomeni strani.
Avevo una naturale chiaroveggenza, in casa mia le cose si spostavano misteriosa-
mente e mi accorgevo dellesistenza di altri mondi. Il giorno in questione, stavo
camminando in Kings Road, nel quartiere londinese di Chelsea, quando udii una
voce misteriosa nellorecchio sinistro che mi sugger` di prendere una traversa in
fondo alla via. Obbedii e mi ritrovai di fronte a una biblioteca. La voce mi sugger`
di entrare.
Una volta dentro, feci una pausa e fui indirizzato verso una serie di ripiani.
Tutti i libri erano disposti in linea verticale, tranne uno che giaceva orizzontal-
mente. Mi sentii in obbligo di scegliere quel libro.
Allinterno del libro cera una cartolina della Cina Antica, il che mi sembr` o
signicativo dal momento che mi ero occupato di losoa cinese per un certo
numero di anni. Il libro era quello delle profezie di Nostradamus e, sulla pagina
indicata dalla cartolina, lessi in francese la quartina 1-76. Tradotta grandi linee
essa diceva cos`:

Ci sar` a un uomo con un nome selvaggio che avr` a il compito di
raccontare al mondo il proprio destino e ci riuscir` a bene

.
Rimasi l` nella biblioteca, esterrefatto. Non penso minimamente che Nostra-
damus sapesse della mia vita o che si riferisse a me, ma quel che mi stup` tanto fu
la sincronia con cui io mi trovai nel posto giusto al momento giusto per ricevere
un messaggio circa la mia vita in un modo cos` drammatico. Da quel giorno in
avanti, decisi di imparare tutto ci` o che potevo sulla natura della consapevolezza e
sul campo elettromagnetico che attornia gli esseri umani, che ` e cos` intimamente
legato al modo in cui si svela il nostro destino.
Pochi mesi dopo lincidente, mi trasferii negli Stati Uniti. LInghilterra aveva
risentito di un graduale declino economico dai tempi di Harold Wilson, il quale
aveva sviluppato la losoa che attualmente caratterizza la politica britannica e
cio` e povert` a uguale per tutti. Non mi interessava pi` u far soldi e pensai che la
relativa libert` a degli Stati Uniti sarebbe stata un cambiamento gradito rispetto alle
restrizioni che avevo provato in Inghilterra.
Mi tuffai in America come un clandestino, arrivando allaeroporto OHare
di Chicago come turista. Per un paio danni rimasi nascosto evitando quelli del-
limmigrazione. Tutta via, il mio amore per il paese e per gli americani era tale
che affermai dentro di me che sarei sopravvissuto, e alla ne mi misi in regola.
Nel frattempo, mi ritrovai in California. Alla ne degli anni Settanta sembrava
che qui ci fossero solo due strade alternative: o si diventava un guru o si vendevano
immobili. Dal momento che non sapevo che cosa volesse dire essere un guru,
optai per i beni immobili. Formai una compagnia a Newport Beach insieme a un
avvocato veramente abile di nome Savage. La denominammo Savage, Wilde and
6
Company
1
e, in qualche modo, il nome rest` o impresso nella mente delle persone.
Facemmo soldi quasi immediatamente, nonostante, che n e io n e Savage sapessimo
alcunch e di beni immobili. Ad ogni modo, imparammo col passare del tempo e,
nove mesi dopo, vendetti le mie azioni al signor Savage.
Con il gruzzolo ricavato, mi unii a una casa editrice inglese che si occupava di
metasica e aprii una sede negli Stati Uniti. Allinizio la situazione era difcile e
per un po limpresa fu sul punto di chiudere, ma gli affari migliorarono gradual-
mente e, dopo tre anni, iniziai a guadagnare. Oggigiorno ` e una delle case editrici
di promozione e di catalogo metasico pi` u diffuse nel mondo, con ufci in sei
paesi e un pubblico che conta circa dieci milioni di persone.
Mentre gli affari incrementavano, proseguii con la mia disciplina di una me-
ditazione theta al giorno. Mi svegliavo alle quattro del mattino e andavo in trance
per circa unora.
Per i primi tre anni, vidi che la mia psiche interiore rilasciava dei simboli.
Poi attraversai un periodo buio. Impiegai il tempo a sviluppare le mie capacit` a
in modo da concentrarmi ancor di pi` u, poi un giorno ebbi una visione spontanea
della luce eterna.
La bellezza di quella luce ` e cos` squisita che uno non trova le parole per de-
scriverla. In essa vi ` e tutta la compassione che potete immaginare e anche pi` u;
inoltre, ` e assolutamente priva di giudizi o critiche. Essa ci arriva da una percezione
innita del tempo e dello spazio, e non ha altra aspirazione o desiderio se non quel-
lo che impariamo ad amarci e a capire che anche noi siamo la luce e siamo capaci
di esprimere la stessa visione innita.
Poco dopo aver visto la luce per la prima volta, durante le mie meditazioni in
trance, scoprii unenergia che nii col chiamare custode. Il custode mi mostr` o la
visione di un luogo negli Stati Uniti che, secondo lui, aveva un potere magico gi` a
prima che Cristo nascesse. Avevo una vaga idea di come ci si poteva sentire in quel
posto, ma non sapevo dove si trovava. Il custode mi disse che lo avrei riconosciuto
quando lavessi trovato, grazie a unenergia che egli chiamava lo Stimolante.
Lidea mi fece completamente impazzire! Mi misi a visitare centinaia di localit` a
degli Stati Uniti in cerca di quel posto.
Il custode disse che il potere dello Stimolante sarebbe durato solo pochi anni
e mi diede un simbolo per riconoscerlo. Quando lavessi trovato non avrei dovuto
dirlo a nessuno, nemmeno alle persone care, nch e un certo evento mondiale si
fosse vericato.
Non capivo che cosa fosse lo Stimolante, ma ero certo che lo avrei riconosciu-
to una volta incontrato. Un giorno, mentre facevo visita a degli amici nel Nuovo
Messico settentrionale, girai langolo e mi ritrovai di fronte a una montagna ri-
coperta di neve. Quel posto aveva qualcosa di magico, ma in un primo momento
1
In Inglese, savage e wild sono sinonimi di selvaggio.
7
non mi resi conto che la mia ricerca era giunta al termine. Guidai oziosamente
lungo un altopiano elevato; alla mia sinistra il sole stava tramontando dietro una
gola profonda. Decisi di fermare la macchina e di scendere per osservare la ne
di un altro giorno. Mentre il sole scompariva lentamente dietro un gruppo di mon-
tagne ad Ovest, proferii una breve preghiera taoista rendendo grazie alla bellezza
di tutte le cose. La luce crepuscolare si rietteva drammaticamente sulle nuvole,
le quali erano strisce surreali colore terra di Siena bruciata che abbracciavano le
montagne lontane con innita gentilezza. Mi meravigliai per la drammaticit` a delle
forme delle nuvole e, quando guardai dallaltra parte dellaltopiano roccioso, notai
che si stavano ordinando in uno strano disegno geometrico. Dopo qualche minu-
to, in bilico tra due cime, vidi il simbolo che mi era stato annunciato. Finalmente,
ecco l` a lo Stimolante.
Dopo qualche settimana trasferii i miei affari a Taos, Nuovo Messico, comprai
casa e mi sistemai. Nel frattempo il custode, nellarco di due anni, mi spieg` o
gradualmente cosa signicasse veramente lenergia dello Stimolante.
Se appena un individuo si guarda nellintimo e inizia a trasformare la propria
vita dalla mondanit` a al celestiale, presto raggiunge un livello di comodit` a, il che
signica che usa il suo nuovo potere per materializzare tutto ci` o di cui ha bisogno.
Per lui ` e estremamente difcile salire oltre quel livello; si trova bene dov` e. Lo
Stimolante ` e unenergia che gli permette di fare quellultima scalata.
`
E unenergia
interiore che concede alluomo il coraggio per cercare la quintessenza della sua
evoluzione.
Di notte, facevo esperimenti nei mondi interiori attirando verso di me maestri
che capivano la natura della consapevolezza e il destino delluomo e che, inoltre,
conoscevano la simbologia per spiegarmi le cose in modo che io potessi capire.
Nel frattempo, continuai a zigzagare avanti e indietro dal piano sico, acquisendo
una solida esperienza.
Non molto tempo dopo che giunsi a Taos, durante le mie meditazioni, scoprii
un tunnel o tubo. Il tunnel, secondo me, unisce il piano sico ad altre dimensioni
interne di consapevolezza. Mi ci vollero parecchi mesi prima di trovare un modo
per risalire il tubo, ma alla ne mi adattai e mi accorsi che potevo entrare in altri
mondi quasi a piacere. Credo che questo tubo sia lo stesso descritto da coloro che
hanno vissuto le esperienze di pre-morte; ne saprete di pi` u circa le mie avventure
nel tunnel leggendo pi` u avanti in questo libro.
Anni prima, durante i miei studi esoterici, mi ero imbattuto nelle opere del
grande mistico svedese Emanuel Swedenborg
2
. Nellarco di diciassette anni,
aveva sviluppato la capacit` a di penetrare lo schermo elettromagnetico che lega le-
sistenza umana e di accorgersi di altri mondi. Descriveva le dimensioni angeliche,
insieme al paradiso e allinferno, in termini oreali, ma nei limiti della comples-
2
ha scritto Cielo e Inferno Edizioni Mediterranee
8
sit` a del modo in cui si esprimeva capii che questo era un uomo che conosceva
davvero i segreti della vita. Rilessi le sue opere e, durante i miei esperimenti
notturni, tentai di ripercorrere il cammino che egli aveva seguito.
A volte ci riuscivo, a volte no, ma nel complesso mi sembrava relativamente
facile e, occasionalmente, scoprii aree di cui egli non aveva mai parlato. Man
mano che sviluppai la mia capacit` a, ebbi delle visioni spontanee della luce e
questo mi fu sempre dispirazione. Alla ne, superai la barriera completamente
e riuscii a vedere la luce quasi a piacimento. Per me, il lavoro di Swedenborg
fu inestimabile. Ci` o che mi piace di lui ` e che fu un uomo molto pratico. Fu il
ministro delle attivit` a minerarie del suo paese e scrisse centinaia di libri scolastici
di geologia e mineralogia. Non era dedito alla fantasia sfrenata. Anchio credo
che se una losoa deve avere successo bisogna essere in grado di portarla in
banca il venerd` e depositarla.
Nel corso degli anni ho sviluppato una losoa alternativa che chiamo SWAP
(Filosoa Alternativa di Stuart Wilde). Essa si basa sulle mie esperienze ed ` e
puntellata dalla mia conoscenza del mondo in cui viviamo.
Fondamentalmente, la vita non ` e nata per essere una lotta. Eppure, tutto ` e
inteso a controllarci e a limitarci. Non siamo in grado di vedere la luce (che ` e
verit` a), perci` o escogitiamo regole e regolamenti, in parte nel tentativo di trasfor-
mare la paura e in parte nella speranza che, in qualche modo, ammalieremo la luce
nella nostra vita. Cos` facendo ci limitiamo terribilmente, poich e la luce non ` e il
risultato di regole comportamentali; la sua moneta ` e il perdono assoluto, la com-
passione smisurata, la pazienza innita e lamore. La luce esprime il suo amore
per noi onorandoci nel lasciarci in pace e nel permetterci di essere sciocchi nch e
vogliamo esserlo.
La vita allinterno del Cerchio ` e fatta di restrizioni e manipolazioni, ed ` e grazie
a queste esperienze che impariamo ad andare oltre la lotta. Una volta scoperto il
potere della luce, e ammesso che non lavvolgiamo in un mare di sciocchezze, ci
creiamo unevoluzione alternativa, una che porta le emozioni fuori del piano sico
no al punto che possiamo controllare il nostro destino.
Usando quel potere siamo in grado di ricavare energia dalla Mente Univer-
sale che, in cambio, ci dona una visione trascendentale che possiamo usare per
qualunque sforzo scegliamo di compiere. Credo che, di tanto in tanto, uomi-
ni e donne come Thomas Jefferson, Albert Einstein, Francesco Bacone e Ayn
Rand (autore di Atlas Shrugged) hanno compreso la semplicit` a di questo potere e
lhanno usato per manifestare la loro genialit` a.
La metasica di questo potere e di questi mondi interiori ` e lultimo conne
noto per il genere umano. Quando una persona ha scoperto la vera natura della
realt` a, lui o lei pu` o giustamente affermare:

Le mie prospettive sono davvero
illimitate

.
Lo scopo di questo libro, Affermazioni, non ` e quello di fornirvi delle belle
9
parole da dire tra s e; piuttosto, si tratta di indicarvi una pista rapida oltre la lot-
ta, facendovi capire il signicato pi` u ampio della consapevolezza e della realt` a,
portandovi cos` alla luce.
Sono eterno, immortale, universale e innito.
Le mie prospettive sono veramente illimitate.
10
Capitolo 2
ANTICHE SAGGEZZE
L
a maggior parte delle organizzazioni e delle strutture del mondo che vi
circonda ` e concepita per portarvi via il vostro potere ersonale. Questo
libro serve da magnico e impressionante piano di battaglia, per mezzo
del quale imparerete ad aumentare il vostro potere e a riacquistare il controllo
assoluto della vostra vita.
Le strutture politiche, sociali e nanziarie che oggigiorno ci sono imposte,
furono concepite centinaia, se non migliaia di anni fa. La funzione di tali strutture
` e quella di inuenzare e controllare la gente, in modo da poterla manovrare per
sostenere il sistema. Ora avete raggiunto un punto nella vostra vita in cui avete
abbastanza coraggio, forza interiore e carisma per opporvi a questa manipolazione
e riacquistare il controllo.
Spogliandovi del peso delle credenze altrui, diventate liberi. Dovete far conto
solo sulle vostre forze. Questo ` e lunico vostro vero cammino spirituale. Tutto
il resto ` e solo una stazione secondaria che vi serve mentre acquistate abbastanza
ducia da cavarvela da soli. Dovete riprendere il vostro potere e dovete farlo in
fretta. Tuttavia, non potete ottenere uno slancio di forza per mezzo dello scon-
tro. Non si ottiene mai nulla facendo esplodere il municipio. La via del saggio
` e quella di disciplinarsi e di riprendere il proprio potere, poi attendere mentre il
sistema si esaurisce, il che succeder` a. I commissari di potere del mondo hanno
creato un sistema che sta sbandando allimpazzata. Nel tentativo di schiavizzare il
mondo con i debiti, queste persone hanno stampato cos` tanta carta moneta ttizia
che il sistema ` e sullorlo del fallimento. Quando ci` o succeder` a, le cose cambie-
ranno in meglio: luomo avr` a il suo momento e le persone intuitive, affettuose e
premurose erediteranno la terra. Tutto quello che dovete fare ` e aspettare e, nel
frattempo, lavorare su voi stessi.
Questo libro descrive a grandi linee il vostro piano di battaglia mediante unac-
cresciuta percezione, la disciplina, il coraggio e la determinazione. Mediante
11
questo piano, creerete quellessere imponente e trascendente che vi chiama cos`
amorevolmente a gran voce dal profondo. Incominciamo.
Esistono quattro tipi principali di affermazioni: affermazioni di parole, affer-
mazioni di pensieri, affermazioni di sentimenti e affermazioni di azioni. In pratica,
unaffermazione ` e la dichiarazione di una parola, pensiero, sentimento o azione
che sottolinea o conferma un vostro schema di credenze. Ci sono affermazioni
negative e affermazioni positive.
Questo libro ` e per coloro che vogliono evolversi e imparare a usare le affer-
mazioni per modellare la realt` a afnch e soddis i loro ni positivi.
Prima di dire nei dettagli cosa sono le affermazioni e a cosa servono, dobbia-
mo dare un breve sguardo alle antiche saggezze e a come la Legge Universale si
manifesta. A coloro che hanno letto Miracoli e La forza dico di portare pazienza
per un momento, poich e vale sempre la pena di ripetere i principi fondamentali.
La vostra realt` a, le situazioni intorno a voi e gli avvenimenti della vostra vita
sono creati dallenergia del vostro essere interiore. Quellessere interiore ` e dato
da diversi fattori, incluso ogni pensiero, sentimento e azione di cui avete sempre
fatto parte. Il vostro essere interiore ` e forte o debole a seconda di quel che provate
per voi stessi e di come vi rendete conto della natura dellenergia e della realt` a
metasica.
Ogni pensiero o sensazione che provate riguardo alla vita, indipendentemente
da quanto piccolo sia, va a creare gli eventi che vengono verso di voi. Notate
che dico

verso di voi

. Nel piano sico, accettiamo lillusione che noi andiamo


incontro agli eventi. Parliamo in termini di quello che succeder` a la settimana
prossima, oppure pensiamo a un regalo che riceveremo tra qualche giorno e, cos`
facendo, abbiamo la sensazione che il futuro sia davanti a noi e che gli stiamo
andando incontro. In effetti, il futuro, metasicamente, ` e tuttintorno a noi e gli
eventi ci vengono incontro. Mediante le leggi dellattrazione attirate situazioni
che riettono esattamente il vostro essere interiore.
Qualunque cosa voi pensiate o proviate riguardo alla vostra vita ` e il ponteggio
che costruisce gli avvenimenti che sperimenterete la settimana prossima o il mese
venturo. Quando sar` a il momento inserirete i dettagli minori, ma le caratteristiche
principali degli avvenimenti saranno gi` a state create.
Questo ` e il mio giorno. Controllo tutto quel che mi succede.
Accetto la piena responsabilit ` a della mia vita.
Io sono potere. E cos` sia.
I vostri pensieri e i vostri sentimenti si mischiano alla Legge Universale e la
Legge vi riette una copia esatta della parte spirituale di voi. Se volete sapere
come ve la state cavando, fatevi questa domanda:

Ho sempre bellezza e abbon-
danza intorno a me?

. Se la risposta ` e s`, il vostro essere interiore ` e bellissimo e


la sua magnicenza pu` o essere ben usata.
12
Se, al contrario, siete circondati da carenze o se vi ` e negativit` a nella vostra vita,
il vostro essere interiore ` e deprivato e si traduce in una certa quantit` a di negativit` a.
Allora sarebbe il caso di rimboccarvi le maniche e di incominciare a lavorare
sulla qualit` a della vostra vita. Laffermazione ` e uno degli strumenti che userete.
Non vi ` e situazione che voi non possiate cambiare. Non vi ` e nulla che sia oltre
la vostra capacit` a. Per` o, dovete prima assumervi la piena responsabilit` a della
vostra vita. Ogni avvenimento, bello o brutto che sia, ` e una parte di quel che siete.
Lavvenimento si verica solo grazie a voi e non vi ` e nessun altro, sia che si tratti
di Dio o di qualche forza esterna, che possa crearlo per voi. Voi e solo voi ne siete
responsabili.
Non appena lo avete accettato inequivocabilmente, raggiungete una maturit` a
metasica che vi consente di ottenere il controllo assoluto della vostra vita. Capite
che non esistono incidenti, capricci della sorte e sventure. Esiste solo energia: alta
energia ed energia non cos` alta. Se un autobus gira langolo e investe il vostro
piede, ci` o accade per una vostra mancanza di equilibrio.
`
E una lezione della Legge
Universale.
Per lo stesso motivo, se uno sconosciuto vi si avvicina e vi offre diecimila
dollari, questo ` e ancora una volta il risultato dellenergia metasica che siete.
Ora, voi potreste dire:

Una cosa simile ` e cos` improbabile, perch e mai dovrei
preoccuparmi di pensarci?

.
Tuttavia, il fatto stesso che ci stiate pensando fa s` che questo accada. Tre anni
fa, stavo proprio pensando a ci` o. Ero stato invitato a cena a casa di una persona che
non avevo mai incontrato. Mentre aspettavamo che il cibo fosse servito, parlai un
po della mia vita e di alcuni progetti ai quali stavo lavorando. Pi` u tardi, il padrone
di casa mi prese in disparte e mi offr` diecimila dollari. Accettai.
Potreste incominciare con la seguente affermazione:

Sono pronto, credo in
ci` o che sono e credo nella mia individualit` a. Legge Universale, dammi il necessa-
rio

. Qualsiasi cosa voi imma niate, qualsiasi cosa possiate veramente accettare
come parte della vostra vita, esiste in quanto realt` a nei mondi interiori. Pu` o pas-
sare del tempo prima che la realt` a che scegliete si manifesti, ma se voi la immagi-
nate (se nella vostra mente potete davvero toccarla, gustarla, sentirla e accettarla
per certa) diventa parte della vostra vita.
La Legge Universale ` e imparziale. Vi dar` a qualsiasi cosa cui voi prestate fede.
Vi lancer` a riuti o rose secondo lenergia che impiegate. Siete voi ad avere il
comando, dovete accettarlo e dovete farcela da soli. Se pensate che Dio verr` a in
terra per sistemare le cose per voi, scordatevelo. Dio ` e fuori che gioca a golf.
Ora, se questo concetto ` e inammissibile, gettate via questo libro e raddoppiate le
vostre polizze assicurative poich e cos` facendo, in effetti, quello che state dicendo
o affermando ` e:

La mia vita ` e un gioco dazzardo e tutto pu` o succedere. Se
supero questo giorno ` e pura fortuna

. Pu` o sembrare divertente, ma le persone


vivono davvero cos`. Barcollano da una crisi allaltra e quando si cacciano nei
13
guai pregano. Molto spesso, le preghiere non le fanno approdare a nulla, ma a
volte le cose cambiano in meglio e quando ci` o avviene dicono:

Dio mi ama, Dio
mi ha salvato

.
Se pregate per uscire dai pasticci, traete energia dal vostro sentimento emotivo
o desiderio per trascendere la vostra difcolt` a. Sapete quel che volete, probabil-
mente avete unidea di come risolvere i vostri problemi, vi pensate e vi visualiz-
zate liberi. Cos`, la Legge Universale consegna, ammesso che voi ci crediate.
Tuttavia, la preghiera non ` e il mezzo pi` u efcace per volgere lenergia ai vostri
ni. Quando pregate una forza esterna, manifestate energia lontano dal vostro
s e. Cos` facendo, affermate di non avere il controllo e che qualcosa che non
dipende da voi sistemer` a i vostri problemi.
`
E pi` u efcace volgere la vostra energia
interiormente dicendo:

Io sono il potere. Traggo dal mio intimo lenergia di cui
ho bisogno per superare le mie sde

.
Vedete, Dio ` e sempre stato energia, non una persona. Allinizio dellattuale
periodo di cataclismi, circa settemila anni fa, ci fu un grupoo di iniziati o saggi
che percorse la terra a piedi. Queste persone avevano molto potere. Capirono la
natura della realt` a metasica e la insegnarono alle loro trib` u e ai loro seguaci. Ad
ogni modo, per i non iniziati ` e difcile afferrare la vera realt` a dei mondi interiori.
Finch e vissero i saggi, ci` o non importava. Le persone sperimentavano lenergia
mediante i maestri e avevano una visione fugace degli altri mondi, anche se la loro
energia non era sufcientemente sviluppata afnch e potessero percepirli da soli.
Con landare delle generazioni, gli iniziati si estinsero; le trib` u aumentarono e
si moltiplicarono e alcuni membri incominciarono ad allontanarsi. Cos` facendo,
essi persero o diluirono il retaggio insegnato dai saggi iniziati i quali, allinizio,
avevano guidato le trib` u. Incapaci di percepire da sole lenergia, le trib` u crearono
gli dei e si spinsero oltre creando simboli e statue. Le missioni sacerdotali si dif-
fusero afnch e il culto e il rituale fossero praticati nel modo giusto, come dettato
dai costumi tribali. I preti sostenevano di conoscere la volont` a di Dio, e cos` pote-
vano guidare spiritualmente le trib` u e tenere le cose sotto controllo. Dal momento
che i popoli tribali credevano che una forza esterna controllasse il loro destino,
essi osservavano accuratamente i riti, le cerimonie e i rituali per paura che gli dei
si arrabbiassero. Era il loro modo di trattare la paura. Non appena furono stabiliti
i rituali, il concetto di peccato cominci` o a svilupparsi: se si sdava la volont` a dei
preti o se si mancava di appoggiare i costumi tribali, ne conseguiva che si stava
agendo contro la volont` a di Dio.
Non appena il peccato si insinu` o nella mente delle persone, il concetto di colpa
si svilupp` o. La colpa, negando il vostro amor proprio, vi fa sentire inutili. Le
persone sentirono di aver sempre meno la capacit` a di controllare la propria vita
e si indebolirono. Cos`, man mano che le persone diventarono metasicamente
pi` u deboli, i preti e le gerarchie assunsero sempre pi` u potere. Il loro non era
un vero potere, ma solo il potere dellego alimentato dallorgoglio di essere gli
14
unici nella trib` u a poter comunicare con gli dei. Alla ne, i capi trib` u e la gente
comune si allontanarono cos` tanto metasicamente che i preti e le famiglie che
comandavano furono identicati con gli dei. Cos`, si svilupp` o lidea delluomo
divino o del re solare, un essere umano cos` dotato di religiosit` a da essere Dio o
quantomeno il suo profeta. Ci` o accadde non tanto perch e i capi fossero forti o
metasicamente evoluti, ma perch e gli altri erano incappati in una vile debolezza.
Oggigiorno, questa debolezza pervade la nostra societ` a. I rituali, il peccato,
la paura e la colpa sono ancora usati per inuenzare la gente. Questo controllo ` e
leggermente nascosto ma esiste, non soltanto in alcune delle principali religioni,
ma anche nei vari culti e nei gruppi scissionisti che oriscono oggigiorno. Gene-
ralmente, ogni gruppo ha un re o un capo. I suoi seguaci gli conferiscono qualit` a
divine o semidivine. Questi gruppi hanno leggi, schemi e rituali che vanno segui-
ti. Alcuni culti e religioni hanno i loro modi di dire e il loro linguaggio specico.
Ciascuno ` e concepito per riunire e indottrinare i membri secondo le usanze tribali
e poi usare la colpa, la paura e lobbligo per mantenerli coinvolti.
A scuola, imparai il latino e studiai la storia italiana dai tempi di Cristo. Dopo
sette anni, ero teoricamente plasmato secondo le usanze tribali. Potevo addurre
esempi di rituali tribali in diverse lingue. Sapevo quali erano gli abiti da ceri-
monia da indossare per le feste religiose tribali. Sapevo esattamente quale era la
volont` a di Dio e sapevo quello che voleva che io facessi. Certo che lo sapevo.
Il sommo Sacerdote mi aveva chiamato nella sua camera interna e mi aveva det-
to esattamente ci` o che Dio voleva da me. Presi tutto molto seriamente, poich e
credevo che fosse vero.
A quanto pare, Dio voleva che io andassi in giro per il mondo e trovassi altre
persone disposte a unirsi alla trib` u e a far parte dei rituali. Dio voleva una buona
percentuale di nuovi membri lanno e non si sarebbe dato pace nch e tutte le
persone al mondo non si fossero unite alla trib` u, che lo volessero o no!
Ebbene, giovane e diligente comero, partii per la missione che il sommo Sa-
cerdote mi aveva afdato. Pensai che Londra sarebbe stata un posto ideale per
incominciare. Otto milioni di persone erano un sacco di membri tribali. Le prime
persone con cui parlai usavano parole che non mi erano molto familiari, ma dal
tono delle loro voci capii che non erano particolarmente interessate a unirsi alla
mia missione.
Imperterrito, proseguii nel mio intento. Un giorno, a mezzod`, fui preso dalla
sete e cos` entrai in un pub. Sapevo che quel pub era un covo diniquit` a, ma in certo
qual modo sentii che era importante avere un contatto con le persone. Dovevo
scoprire cosa motivava la plebaglia, in modo da indurla a credere allappello del
sommo Sacerdote.
Nel bar, conobbi una giovane donna irlandese. Era fresca e semplice e la sua
voce aveva una cadenza che mi riportava ai tempi in cui, da bambino, mia madre
cantava per me. Spiegai alla ragazza la mia missione e le chiesi se voleva unirsi
15
alla trib` u e seguire le usanze tribali. Le parlai dei miei sette anni in istituto con i
preti e la impressionai con la mia conoscenza di storia italiana.
Era venuta a Londra da Cork due anni prima per trovare lavoro e allontanarsi
dalla sua famiglia. Pare che suo padre fosse un orco. Lui beveva e lei, la pi` u
giovane di sette bambini, doveva sopportare lurto della sua ira. Mentre eravamo
l` seduti e ci gustavamo una birra, lei ascolt` o diligentemente la mia storia, sorri-
dendomi e incoraggiandomi. Di tanto in tanto, mi prendeva la mano. Una volta,
la sorpresi a osservarmi con uno di quegli sguardi di cui, no ad allora, avevo solo
letto nei libri. Alle due del pomeriggio il bar chiuse e noi andammo via insieme.
Andammo in campagna con un vecchio furgone guasto e risalimmo una collina
che i Druidi consideravano sacra.
Seduto sul prato che dava sulla scacchiera dei campi inglesi, iniziai a chieder-
mi se lei avrebbe mai acconsentito a unirsi alla mia trib` u, poich e parlava di tutto
tranne che di quello. Eppure, ero accattivato dal suo fascino e in certo qual modo
le istruzioni del sommo Sacerdote sembravano molto lontane.
La ragazza inizi` o a cantare una canzone nella sua lingua dorigine. Era di una
bellezza commovente e, quando ebbe nito, le domandai che cosa signicasse.
Disse che era una canzone cantata da un uccello in gabbia. Luccello stava bene ed
era amato dal suo padrone, per` o era infelice perch e aveva tutte le cose materiali di
cui aveva bisogno ma non era libero. Desiderava ardentemente lincertezza della
vita selvaggia.
Per un attimo, restammo seduti in silenzio e poi la ragazza mi fece una doman-
da che mi cambi` o la vita. Mi chiese se ero veramente libero.

Certamente, risposi
sulla difensiva io sono padrone della mia vita

. Tuttavia, in cuor mio sapevo di


non essere libero poich e, anzich e gustare la spontaneit` a del momento, la bellez-
za della ragazza e il mistero della collina dei Druidi, ero preoccupato perch e non
stavo seguendo le istruzioni del sommo Sacerdote. Temevo che la schiettezza e il
calore dei modi gentili della ragazza mi avrebbero indubbiamente portato su un
cammino cos` vizioso che la trib` u non poteva nemmeno immaginarlo.
Appena prima del tramonto, inizi` o a piovere. Essendo alquanto lontani dal
furgone, ci rifugiammo in una boscaglia. Camminammo per un po e giungemmo
a un ponte che portava nel cortile di un vecchio castello in rovina. Rimaneva ben
poco della struttura originale, tranne un piccolo vano che una volta era usato dagli
abitanti per alzare e abbassare il ponte levatoio. Entrammo da una vecchia porta,
salimmo su per una scala di pietra e ci ritrovammo in una piccola stanza sopra a
quel che doveva essere stato il ponte levatoio originale.
Il posto mi opprimeva. Potevo quasi sentire i cortigiani e le signore parlare
e ridere mentre giravano per il castello. Il tempo si era fermato. Mi sentivo ner-
voso e impacciato, eppure non tutto era perduto. La ragazza mi prese per mano e
mi baci` o e, poco a poco, con la velocit` a che il mio coraggio permetteva, mi con-
16
dusse gi` u per il sentiero che seguono tutti gli innamorati: senza inibizioni, oltre
lincertezza, no alla porta della camera della mia signora.
Non ebbi mai notizie del sommo Sacerdote e sono sicuro che la trib` u mi ostra-
cizz` o. Tuttavia, avevo conosciuto la libert` a. Mi ci erano voluti solo pochi giorni,
ma alcuni ci impiegano una vita.
Volevo condividere con voi questa storia, poich e noi tutti risentiamo del con-
trollo che gli altri esercitano su di noi. Quello in cui credete ` e il bagaglio che vi
portate appresso nella vita. Il vero saggio non crede a nulla, se non alla sacralit` a
di tutte le cose. Vive della spontaneit` a dellenergia. Non difende n e giudica nulla.
Il suo mondo ` e eterno e innito; vede la bellezza in tutte le cose e accetta le vie
delluomo, comprese la restrizione e la lotta. Egli sa che senza costrizioni non ci
sarebbe nessuna sda.
Se non state attenti, le credenze possono soffocarvi. Lasciate che mi spieghi
meglio. Gli abitanti della terra vivono a allinterno di un recinto o Cerchio. Quel
Cerchio ` e un campo di forza elettromagnetica creato dalle oscillazioni dei neuroni
del cervello. Il campo magnetico domina e altera la percezione della vita e delle
circostanze siche di ciascun uomo. Quel campo energetico impedisce alluomo
di percepire la Forza di Dio presente in tutte le cose. Egli vede solo la realt` a sica
e crede che questa sia vera. Inoltre, si vede separato dalla Forza di Dio e questo
lo priva del suo potere.
Poich e le persone nel Cerchio non hanno la bench e minima idea di quale sia
la verit` a dietro la realt` a, nel corso dei secoli hanno congetturato interpretazioni
infantili per spiegarsi le cose.
Molte religioni furono formulate in un periodo in cui le persone erano dure
come il legno! Pensate in termini di uno di quei fanatici religiosi che oggi vivono
in Medio Oriente, il tipo allegro che fa saltare in aria la gente negli aeroporti.
Ora, a partire da come quel fanatico ` e oggi, togliete la conoscenza, lelettricit` a, la
lettura e la scrittura. Poi, privatelo del benecio delle moderne comunicazioni, dei
viaggi e della medicina e questa persona sar` a ancora pi` u tarda dingegno. Se poi
riuscite a portarlo indietro di duemila anni, negandogli il progresso che il mondo
ha ottenuto in quel periodo, avrete tra le mani quello che in termini attuali si
chiama un deciente. Questo ` e il livello intellettuale e spirituale delle persone che
svilupparono molte delle vecchie losoe. Le loro percezioni, perno allinterno
del Cerchio, erano altamente limitate e la loro percezione della realt` a di l` a dal
Cerchio era fanatica, tribale e limitata da una mancanza dintuito.
Alcune di quelle aride losoe prevalgono oggigiorno. Esse creano unulte-
riore prigione per luomo, stabilendo una moralit` a dello status quo che lo lega a un
sistema di strane credenze che egli considera erroneamente vere. Il potere neces-
sario per penetrare il Cerchio e scappare dalla prigione creata da quelle credenze
` e cos` grande che pochi provano a farlo e meno ancora ci riescono.
Le persone possono spostarsi dal centro del Cerchio, che ` e altamente restrit-
17
tivo, a una posizione pi` u vicina al margine esterno, che, in una certa misura, le
libera. Ad ogni modo, generalmente esse ricadono nelle stesse vecchie abitudini,
sostituendo una debole losoa con unaltra, oppure non hanno proprio alcuna
losoa.
`
E per questo che dico con certezza che le credenze soffocano le persone,
poich e ben poco di ci` o che credono rappresenta la vera realt` a spirituale (si tratta
solo di una rappresentazione semplicata di quella realt` a).
Pochissime credenze della Gente del Cerchio sono originali. Solitamente,
le persone sono imprigionate in una serie di vari pezzettini della mentalit` a del
Cerchio che esse accumulano negli anni.
Poi, nel credere a ci` o che fanno per molto tempo, la mente si ossica e sin-
durisce intorno a loro ed esse incominciano a crederci come se la loro vita dipen-
desse da questo. Cos` facendo, sono imprigionate per sempre.
Sono veramente una parte di tutte le cose.
La Forza di Dio scorre attraverso di me e io mi sento al sicuro.
Credo che la restrizione del Cerchio sia presagita dal vostro io interiore o S e
Superiore e che voi labbiate accettata amorevolmente, man mano che avete sta-
bilito le condizioni generali della vostra vita iniziale. Credo che il S e Superiore sia
cos` potente da avere la capacit` a di scegliere il tipo di vita che vuole sperimentare
nel piano sico. La vita in terra ` e cos` eroica ed ` e un passo dellevoluzione cos`
importante che non siamo venuti qui per caso. Lantica idea secondo cui Dio ci ha
in qualche modo scaricato e ha detto:

Tormentateli

, sembra infantile.
Quando due essere umani si uniscono in un rapporto sessuale, rilasciano une-
nergia che ` e interpretata dal S e Superiore. Esso sceglie lo schema genetico del
bambino in cui sta per nascere, accettando qualsiasi forza e debolezza che si
riscontrer` a in quel piccolo corpo. Cos`, se siete nati con una gamba pi` u corta
dellaltra, il vostro S e Superiore ne era a conoscenza e ha detto:

Va bene, lo
prendo. Anche se devo camminare a semicerchio per il resto della mia vita, non
mi interessa. Portami laggi` u, ne ho bisogno

.
Il S e Superiore ha anche la capacit` a di scegliere il sesso e, generalmente, se-
leziona il genere che gli consentir` a la massima evoluzione sul piano terreno. Per
cui, se siete una donna ` e perch e potevate fare luomo stando a testa in gi` u. Avete
scelto di essere donna perch e non necessariamente vi ` e naturale esserlo. Se siete
un uomo avete scelto lo strano compito di cercare di esprimere forza senza ledere
agli altri e, nei limiti di quella forza, dovete sviluppare la sottile spiritualit` a della
delicatezza.
Prima che il S e Superiore si incarni sulla terra, esso pu` o vedere i futuri geni-
tori cos` come la mentalit` a alla quale aderiscono. Scruta il padre, vede che ` e un
perfetto buffone e dice:

Perfetto,se ottengo unimmagine di mascolinit` a da quel
18
balordo, mi ci vorranno ventanni per superarla

. Poi guarda la madre. Eccola col


suo cuore amorevole, ma il S e Superiore pu` o vedere che lei ` e una perfetta cadetta
spaziale.

`
E difcile inchiodarla a qualcosa dice il S e Superiore. Fantastico, mi
ci vorranno altri ventanni per superare i suoi limiti

.
Poi, il S e Superiore considera ci` o in cui queste brave persone credono. In
un primo momento si avvilisce, poich e pu` o vedere che quel che credono ` e com-
pletamente insulso; poi, gradualmente, incomincia a sorridere mentre si rende
conto che gli ci vorr` a almeno unaltra ventina danni per trascendere quel destino.

Perfetto, dice ventanni per oltrepassare lui, venti per oltrepassare lei, venti per
superare quello in cui credono questi balordi, in tutto sono sessantanni. A quel
punto ne avr` o dieci per me per il tardo autunno. Includimi

.
E cos`, siete arrivati. Sapevate che sarebbe stato il periodo pi` u importante
della storia delluomo e potevate vedere che, se non altro per un po, li altri vi
avrebbero dominato e controllato. Potevate vedere la restrizione del Cerchio e
sapevate che quella restrizione vi avrebbe aiutato. Poich e dalla restrizione nasce
la libert` a denitiva. Diamo uno sguardo alla natura del Cerchio e vediamo a quale
tipo di divertimento vi siete iscritti.
II Cerchio ` e dominato e controllato da circa duemila famiglie in tutto il mon-
do. Le famiglie fanno parte del Cerchio quanto il resto della gente. A maggior
ragione, infatti, poich e le famiglie hanno un interesse acquisito nel controllo del-
lumanit` a e ci` o le intrappola emotivamente nel Cerchio. In una sottostruttura,
sotto di loro ci sono circa altre ventimila famiglie e associazioni deboli che fanno
da supporto o che sono i rappresentanti dei leader. Secoli fa, duemila famiglie
andarono al potere con la forza e tuttora mantengono quel potere. Non frainten-
detemi, queste famiglie e le associazioni che esse hanno formato non fanno parte
degli illuminati, n e sono necessariamente malvagie; sono gruppi sociali serrati
la cui unica funzione ` e mantenere il controllo. Nelle societ` a dellEuropa occi-
dentale e del Nord America, il dominio che esercitano sulla gente ` e una forma di
manipolazione sosticaatta con la quale controllano ogni aspetto della vita di un
uomo.
Essi stampano la carta moneta e decidono quanta ne pu` o avere un uomo. Sta-
biliscono i prezzi e controllano le paghe orarie che essi ssano a un livello appena
superiore a quel che io chiamo livello di rivoluzione, sotto il quale la gente
andrebbe in strada e distruggerebbe la struttura stessa che le famiglie sperano si
sostenere. Non importa se siete un lavoratore manuale o un dirigente in una grossa
societ` a, i soldi che vi ` e concesso tenere per i vostri sforzi bastano a mala pena.
Questo ` e perch e il sistema non ` e fatto per concedervi labbondanza. Quando ` e
stata lultima volta che avete avuto un bel gruzzoletto da spendere?
Le famiglie controllano il sistema bancario mondiale e usano i governi, sostan-
zialmente nanziati e sponsorizzati da loro, per passare leggi che regolano ogni
aspetto dei mercati nanziari a loro favore. Di base, la costituzione degli Stati
19
Uniti vieta la formazione di una banca centrale. Ovviamente, i padri fondatori
ricchi di buon senso non volevano che qualcuno manipolasse la situazione. Cos`,
le famiglie aggirarono lostacolo formando il Federal Reserve System (N.d.T: Si-
stema di Riserva Federale) che, naturalmente, ` e in tutto e per tutto una banca
centrale, tranne per il nome. II Federal Reserve System stampa e controlla il us-
so di denaro e stabilisce il prezzo che un americano paga per ottenere un prestito.
Cos` facendo, regola ogni aspetto della sua vita. Esso ` e istituito in modo tale che
non risponde al governo o alla gente, e cos` gode del monopolio sugli affari della
nazione economicamente pi` u potente del mondo. Inoltre, a causa dellimmenso
potere degli Stati Uniti, esso impone la propria inuenza sui mercati nanziari in
tutto il mondo. Non sarebbe bello se anche voi poteste averne una parte? Per` o
non lavete e, sfortunatamente, non lavrete mai.
Le famiglie e i loro surrogati hanno il monopolio del commercio mondiale
e del trasporto marittimo; inoltre, controllano meticolosamente il usso di ma-
terie prime basilari per la vita umana. Possedendo la maggior parte delle miniere
mondiali, in passato hanno deliberatamente creato una carenza di beni vitali per
sostenere i mercati inazionati.
Per quanto riguarda listruzione, il loro dominio ` e lo stesso. Secoli fa, in
Europa, la chiesa cristiana aveva il monopolio dellinformazione e dellistruzione,
tenuto stretto in una morsa mediante organizzazioni come i Gesuiti. Leducazione
era concessa solo ai preti, al clero e allalta borghesia. La gente comune era
deliberatamente tenuta nellignoranza, cos` da non essere in grado di prendere il
controllo. Oggigiorno, listruzione ` e ancora controllata o dalle religioni o dallo
status quo e si approvano leggi per forzarvi ad educare i vostri gli nel sistema.
Ecco perch e lidea della educazione dei gli a casa negli ultimi anni ha preso
una tale batosta. I poteri vigenti non vogliono che allontaniate i vostri gli dalla
loro inuenza.
Per di pi` u, i mass media sono usati per bombardare la gente con la mentalit` a
nazionale, plasmando le sue posizioni riguardo a qualunque cosa, dalla guerra,
al sesso, al matrimonio no alle tasse, per non parlare del rapporto personale
con Dio e il paese. Poich e i giornalisti e gli editori passano attraverso lo stesso
sistema educativo e raccolgono le stesse credenze, essi non sono molto favorevoli
a un cambiamento. Perci` o, dobbiamo essere pazienti. Le cose cambieranno, ma
ci vorr` a del tempo. Il risultato ` e che alluomo o alla donna media viene fatto il
lavaggio del cervello per fargli credere che, in quanto individuo, lui o lei devono
supportare lo status quo e pagare per il privilegio di essere vivi. Questa ` e una
parte vitale della manipolazione, poich e i conti delle famiglie dominanti vengono
passati alla gente, a cui non ` e concesso, a norma di legge penale, revocare il
proprio supporto nanziario. Provate a non pagare le tasse!
Nelle guerre le famiglie combattono fra di loro e luomo comune funge da
carne da cannone. Egli non ha alcun controllo sugli eventi, n e gli si chiede qual ` e
20
la sua opinione. Qualcuno vi ha forse mai chiesto se volevate nanziare unaltra
bomba? La situazione non ` e cambiata per cinquemila anni e va bene cos`; fa
parte della nostra evoluzione. In quanto Gente del Cerchio, siamo tutti passati
per linfanzia. Durante quegli anni formativi fummo indottrinati nel sistema, e
quando ci rendevamo conto che ci avevano rubato il nostro potere, generalmente
era troppo tardi.
Per noi ` e pi` u facile essere acquiescenti piuttosto che andare contro londata
di credenze ereditate. Cos`, in quanto Gente del Cerchio, nella vita ticchettiamo
obbedendo agli ordini come automi. Paghiamo i governi che approvano leggi per
limitare le nostre attivit` a. Sosteniamo e paghiamo i tribunali e le forze di sicurez-
za che impongono quelle leggi. Lavoriamo sodo per dei compensi ridicoli per
sostenere lintero sistema, e poi una gran fetta di quello che otteniamo ` e trattenuta
in tasse. Negli Stati Uniti, luomo daffari medio che ` e proprietario delledicio
dove ha sede la sua societ` a paga una dozzina di tasse diverse. Per di pi` u, deve
pagare per raccogliere queste e altre tasse per il governo, senza che sia rimborsato
per il suo lavoro o per le spese. Le leggi sulla schiavit` u che furono approvate il se-
colo scorso furono concepite per proteggere i cittadini dal dover lavorare gratis. Il
governo trascura questo fatto. Poi, con quel che resta dopo le tasse, noi dobbiamo
mantenere e nutrire le nostre famiglie, cercando di assicurare loro un cero tipo di
futuro. Chi ci sostiene? Nessuno.
In America, le cose non sarebbero dovute andare cos`. Thomas Jefferson era
un metasico che, con i Padri Fondatori, scrisse la Costituzione degli Stati Uni-
ti in base ai principi spirituali. Quelle persone si rivolterebbero nella tomba se
vedessero come la gente ` e trattata oggigiorno. E poich e gli Stati Uniti si sono
allontanati cos` tanto dalle idee libertarie su cui si fondavano, hanno iniziato a
perdere dinuenza. La loro fetta di mercato mondiale sta precipitando e la loro
capacit` a di appoggiare la bont` a e lamore nel mondo sta svanendo di ora in ora.
Lo stesso ` e accaduto in Inghilterra. In seguito allamministrazione di Harold Wil-
son, che fu una delle pi` u manipolatrici della storia moderna, il paese mor`. Ora
assistiamo al frenetico aggrapparsi delle istituzioni tradizionali a qualsiasi ombra
di potere sia loro rimasta. Nel frattempo, milioni di inglesi sono disoccupati.
Non appena vi renderete conto di quello che sta succedendo, del fatto che,
sfortunatamente, nessuno mai vi appogger` a e che tutto ` e ideato per spodestarvi,
allora potrete iniziare a riacquistare il vostro potere. Vi divertirete molto a farlo.
Tuttavia, quando inizierete ad affermare il vostro potere, fate attenzione, perch e
cercando di badare a voi stessi sarete manipolati a credere che ci` o sia sbagliato.
Non lasciatevi attrarre. Il sistema gioca un tiro sottile alla gente, dicendo loro
che il tutto ` e pi` u importante delle singole parti. Ci` o naturalmente ` e ridicolo,
perch e il tutto ` e formato dalle singole parti. Da che cosa ` e costituito un paese?
Dai suoi conni geograci, dalle sue istituzioni, dai proprietari terrieri o dalla
squadra nazionale di calcio? No, sono i milioni di meravigliose e singole persone
21
che costituiscono la sua cittadinanza. Niente di pi` u.
Nel perpetuare lidea che lindividuo ` e privo di valore, il sistema cerca di con-
trollare. Coloro che sono al potere usano il vecchio trucco tribale di collegare le
loro motivazioni egocentriche alla volont` a di Dio. Cos` le persone sono manovrate
a pensare che la volont` a delle gerarchie ` e la volont` a di Dio. E poich e luomo non
pu` o vedere Dio tramite la sua cortina elettromagnetica, egli accetta per vera quel-
la falsit` a. Ci vendono lidea che se non sosteniamo lo status quo o le nazioni
che le famiglie hanno scolpito per s e, allora, in qualche modo, stiamo andando
contro la volont` a di Dio. Le famiglie esercitano inuenza e controllo sui gover-
ni e collegano la volont` a di quei governi a quello che essi chiamano linteresse
nazionale che non ` e altro che il loro stesso interesse. Poi, manovrano la Gente
del Cerchio a pensare di dover appoggiare linteresse nazionale anche se le azioni
dei governi non sempre sono giuste. Paura e colpa sono gli strumenti che i ma-
nipolatori usano in primo luogo, seguiti da leggi e regolamenti. Le leggi entrano
a far parte dei codici civili al ritmo di migliaia lanno.
Incapace di protestare, lindividuo segue questa via nch e la manipolazione ` e
cos` usuale che egli laccetta come una cosa naturale. Di fatto, egli ` e a malapena
consapevole di qualunque altra possibilit` a. Ve ne siete innamorati; io stesso me ne
innamorai, lo abbiamo fatto tutti e va bene cos`. Non potete superare il ticchettio
senza prima esservici immersi. Nelle societ` a meno democratiche, che compren-
dono oltre lottanta percento del mondo, la manipolazione manipolazione ` e meno
sottile, poich e i capi di quelle societ` a sono pi` u rudi. In supercie, i loro metodi di
forza brutale e torture sembrano essere pi` u bizzarri, ma non sono meno invasivi di
quel che accade nelle societ` a che dovrebbero essere democratiche.
Con unincredibile sfacciataggine, il sistema fa s` che la Gente del Cerchio
sostenga, popoli e appoggi proprio le organizzazioni che ci privano del nostro
potere, inducendoci cos` ad essere i nostri stessi carcerieri! E poi ci chiediamo
perch e le cose non cambiano davvero in meglio.
Questo mondo meraviglioso, che Dio ci ha dato per imparare a conoscerci, ` e
incredibilmente abbondante. C` e abbastanza ricchezza, se divisa equamente fra
noi, da rendere ogni uomo, donna o bambino di questa terra un multimilionario.
Ciononostante, abbiamo fame e carestie. Per quale motivo? Perch e il sistema bada
a se stesso, non alla gente. I poteri attuali hanno a cuore i loro interessi acquisiti,
mentre si lascia che la popolazione faccia di testa sua. La gente fa tutto il possibile
per aiutarsi a vicenda, spedendo dei sacchi di riso e cos` via, ma ci` o non risolver` a
mai il problema.
Sembra quasi impossibile che le cose siano sul punto di crollare, ma lo sono.
Tutto quello che dovete fare ` e riprendervi gentilmente e premurosamente il potere
e aspettare il giorno in cui le persone intuitive, quelle che hanno un cuore pieno
damore e attenzioni, coloro che hanno una vera spiritualit` a, erediteranno la terra.
Tuttavia, per riavere il vostro potere, dovete cavarvela da soli. Dovete accettare
22
Dio come una fonte denergia. Gradualmente, concentrandovi sulla religiosit` a che
` e in voi e accettandovi come perfetti (anche se non lo siete), divenite sempre pi` u
lenergia divina che ` e in voi. Quellenergia ` e fuori del Cerchio, pertanto alla ne
il vostro dominio sar` a talmente grande che controllerete ogni aspetto della vostra
vita.
Questo ` e il primo passo, poich e se vi vedete separati da Dio o dalla Forza
divina ritornate alle vecchie usanze tribali. State dicendo:

Sono privo di valore,
la vita mi sfugge dalle mani, lascia che siano le gerarchie, i preti o unaltra forza
esterna a controllare

. E la Legge Universale, nella sua imparzialit` a, risponde


creando per voi una realt` a spastica e piena dincertezze. La minoranza controlla
la maggioranza e la vita controlla voi, non voi la vita.
Con questo atteggiamento, le affermazioni diventano solo dei borbottii, in-
cantesimi per il dio ippopotamo. Ma se riuscite veramente a credere di essere
una parte della Forza divina, se potete considerare la vostra vita e quella degli
altri imparzialmente, se concedete a tutti la loro realt` a senza giudicarli, allora la
vostra energia diventa sempre pi` u innita. Non appena lo fate, entrate in unal-
tra dimensione di potere, oltre il Cerchio, e imparate che potete piegare la realt` a
per adattarla ai vostri scopi. Scoprirete che man mano che otterrete dei risultati,
crescerete spiritualmente cento volte tanto.
LUniverso ` e abbondante.
Pertanto, io mi sento naturalmente abbondante.
Tutti i miei bisogni sono soddisfatti.
Alla nascita, il vostro subcosciente incominci` o a registrare ogni sentimento,
ogni pensiero, ogni parola che dicevate o che vi veniva detta. Accettavate qualsia-
si cosa vi dicessero i vostri genitori o insegnanti. Coloro che vi educarono proba-
bilmente vi amavano e fecero del loro meglio. Per` o, avevano dentro debolezze e
negativit` a che pure vi sono state insegnate. Vi insegnarono le usanze tribali e la
limitatezza del Cerchio. Vi insegnarono la paura e il peccato. Insinuarono, me-
diante le loro debolezze, che voi non sareste stati in grado di controllare la vostra
vita. E cos` faceste del controllo la vostra lotta, non perch e non avete dentro la ca-
pacit` a, ma perch e la vostra trisnonna si sentiva debole e priva di valore, lo insegn` o
alla sua famiglia e alla ne i vostri genitori lo impararono e lo tramandarono a voi.
Da bambino, mia madre mi insegnava delle lastrocche. Una che mi ` e sempre
piaciuta era Ring-a-ring of roses (N.A.T.: in versione italiana ` e girotondo). Era
divertente e a noi piaceva buttarci per terra allultima battuta. 11 mio subcosciente
accett` o per buona quella lastrocca. La eseguivo perch e faceva felice mia madre.
Ma consideriamola per un momento. La versione inglese fa cos`:
Ring-a-ring of roses,
23
A pocket full of posies,
Atishoo, atishoo,
We all fall down.
Questa vecchia lastrocca inglese fu scritta al tempo della peste bubbonica.
Il ring of roses (N.A.T.: anello di rose, bubboni) era una macchia della pelle che
appariva sotto lascella di coloro che contraevano la malattia. La gente credeva
che la malattia circolasse nellaria cattiva delle citt` a, cos` si portavano appresso un
mazzo di ori dal profumo dolce, o posies, per proteggersi dallinfezione. Atishoo,
atishoo (N.d.T: et-ci` u, starnuto) era il segno che la febbre aveva fatto unaltra
vittima mentre, certamente, we all fall down (N d. T: tutti gi` u per terra) signicava
che nessuno era sopravvissuto.
Una roba allegra. La lastrocca mi fu insegnata alla tenera et` a di tre anni e,
probabilmente, ` e stato lo stesso per voi. E abbiamo tutti ballato alle gioie della
peste e al divertimento di una morte spaventosa. Non ne conoscevamo di migliori,
e neppure le persone che ci educarono e ci amarono. I nostri subcoscienti ac-
cettarono per vero atishoo, atishoo, we all fall down. Ora, ` e abbastanza improba-
bile che voi contrarrete la peste bubbonica. Tuttavia, ogni volta che starnutite la
vostra mente d` a vita a fall down, fall down e la vostra energia cala. Deve farlo.
`
E quello che il subcosciente crede vero, a meno che voi non gli diciate qualcosa
di diverso. Voi siete fatti di milioni e milioni di credenze. Credenze riguardo
al vostro corpo, credenze circa il vostro valore intellettivo, credenze circa quanto
siete attraenti. Credenze riguardo a Dio, al peccato, alla vita dopo la morte, al-
la moralit` a, credenze circa la trib` u o societ` a in cui vivete, credenze riguardo alla
vostra famiglia e a ci` o che dovrebbe o non dovrebbe essere fatto e cos` via.
Tutte queste credenze derivano da qualcosa, oppure le avete sviluppate sco-
prendo ci` o che gli altri credevano e accettando ci` o che pi` u vi si addiceva. Queste
credenze sono la vostra realt` a. Per voi sono verit` a e la vostra mente le sostiene
con ferma determinazione. Eppure, se considerate ci` o in cui credete, scoprirete
che per la maggior parte non ha alcun fondamento. Invece di fare al caso vostro,
le credenze vi frenano. Per la maggior parte, si tratta di sciacquatura tribale, e-
nergia che ` e stata trapassata da una generazione inadeguata allaltra; e voi lavete
accettata.
Spiritualmente, queste credenze sono una parte della nostra evoluzione e in
qualche modo sono utili perch e vi permettono di andare oltre. Occupandovi poco
a poco delle debolezze, incominciate a credere in voi stessi. Cos`, quando la trib` u
vi dice:

Getta due arance nel ume per soddisfare il dio ippopotamo, altrimenti
il raccolto non crescer` a

dovete avere il coraggio di dire



Sciocchezze

. Invece,
uscite per comprare un sacco di fertilizzante.
Crescita spirituale vuol dire essenzialmente oltrepassare il pensiero di massa
no al punto in cui avete cos` tanta ducia nella vostra realt` a che sapete di poter-
24
vela cavare da soli. Con landar del tempo scoprite di essere lo Spirito Vivente
che ` e dentro di voi (eterno, immortale e innito) e che, di fatto, non avete limiti.
Di recente, una signora mi chiam` o da Abilene, Texas. Aveva un sacco di
preoccupazioni, problemi sici, problemi emotivi, problemi interpersonali. Era
senza lavoro e viveva dei buoni pasto del governo. Le chiesi perch e credeva di
avere cosi tanti problemi. Rispose che stava attraversando i suoi anni difcili. Le
chiesi perch e credeva di dover attraversare degli anni cattivi. Rispose che il suo
astrologo le aveva detto che la sua congurazione planetaria era ostile e che questi
sarebbero stati dei tempi tribolati. Ero curioso di sapere chi era il suo astrologo.
Lei spieg` o che era una signora che aveva incontrato casualmente sullautobus.
Cos`, considerammo un attimo la situazione. Ecco una signora di Abilene, Texas,
che sembrava abbastanza semplice ma aveva dei problemi. Il motivo per il quale
aveva dei problemi era che un giorno, essendo abbastanza gi` u di tono, simbatt` e
in una signora su un autobus che, sperando di aiutarla, le disse che le cose si
sarebbero messe male. La sua mente ci credette e, poco a poco, la realt` a che
sperimentava rese a riettere le sue credenze. Le cose andarono letteralmente a
pezzi.
Dissi alla signora:

E se ti dicessi che ti sbagli completamente, che in realt` a
questo sar` a un anno molto bello per te, che le cose avranno una svolta e che il tuo
corpo sar` a completamente guarito entro trenta giorni?

. Non volle accettarlo. Mi


disse che ero pazzo e riattacc` o! Qualsiasi cosa in cui credete pu` o essere brutta
o bellissima, utile o dimpaccio. La indossate come un cappotto. Inuenza ci` o
che voi siete. Nella vita, le vostre credenze emergono come fallimento o succes-
so. Da bambini, impariamo che la vita ` e dura e che dobbiamo lottare; cos`, da
adulti ci mettiamo a dire alla Legge Universale:

Dammi di che lottare

. Es-
sa risponde:

Che tipo di lotta vuoi?

.

Vediamo... che ne diresti di una lotta
perenne?

rispondiamo. La mensola si stacca dal muro della cucina e spacca la


testa al gatto, la macchina non parte, e una voce astrale dalla compagnia dei tele-
foni ci informa che la linea sta per essere tagliata e noi pensiamo:

Perfetto, sto
lottando come un pazzo e sono solo le nove e un quarto del mattino

. La difcolt` a
diventa una parte naturale di ci` o che proiettiamo.
Forse non ne siete consapevoli, ma le persone notano dei particolari minuziosi
di voi perno al primo incontro. Se andate a fare un colloquio di lavoro e vi ` e
appena stato detto che state attraversando anni di tribolazioni, questo ` e ci` o che
proiettate e lintervistatore potrebbe cogliere in voi una mancanza di ducia. Se,
ad esempio, avete appena litigato con il vostro vicino di casa, quellenergia nega-
tiva potrebbe apparire come frammentazione e lintervistatore potrebbe interpre-
tarla come una mancanza di coesione.
`
E importante, quindi, essere consapevoli di
quello che state proiettando ed essere certi di non proiettare negativit` a.
Forse non siete consapevoli del fatto che la maggior parte dellenergia che
riettete nella Legge Universale nasce dentro di voi. Generalmente non siete con-
25
sapevoli del fatto che state proiettando energia in questo modo, poich e fa parte
della vasta miniera dinformazioni nel nostro inconscio. Potete consapevolmente
sentire di essere una persona molto positiva, ma in cuor vostro non proiettate la
stessa forza e quindi trovate sempre che la vita non vada come voi volete. Per
risolvere questo problema, dovete considerare con attenzione quello che il vostro
io interiore crede veramente. Questo ` e raggiungibile mediante lintrospezione, la
dedizione e il santuario. Queste tecniche sono spiegate nei capitoli successivi.
Per raggiungere una vita piena di potere, dovete gradualmente rimuovere le
vostre debolezze interiori concentrandovi sulle vostre forze positive. Le affer-
mazioni sono un modo per farvi intraprendere quel cambiamento. Lasciate che
vi faccia un esempio. Uno dei miei soci in Europa trovava estremamente irritante
una certa trib` u di persone. Non amava le loro usanze tribali, n e il modo in cui
gestivano gli affari. Riteneva che i loro ristoranti fossero disgustosi, e pensava che
le persone fossero limitate e negative. Per di pi` u, gli scocciava che il suo impiego
lo obbligasse a lavorare con loro. Ogni volta che incontrava una di queste per-
sone, o ne vedeva una per la strada, il mio socio tirava fuori tutta la negativit` a che
provava. Questo gli era dostacolo.
Gli suggerii di riprogrammare la sua mente affermando dieci cose buone di
queste persone. Pens` o che si trattasse di una sda, ma alla ne la sua lista si
presentava pi` u o meno cos`:

La trib` u ` e molto creativa, molti musicisti di fama
mondiale provengono dalla trib` u, la trib` u ` e molto orientata verso la famiglia, la
trib` u ha uno spiccato senso dellumorismo (anche se aveva difcolt` a a capirlo), la
trib` u ` e spesso molto lantropica

e cos` via. Nellarco di un anno, egli modic` o


completamente ci` o che il suo subcosciente provava nei riguardi di queste persone.
Divent` o pi` u rilassato e si accorse che attirava a s e i membri migliori della trib` u,
perch e il suo io interiore rietteva le loro forze positive, non le loro debolezze.
Usando questo esercizio potete superare quasi ogni schema energetico negativo,
ammesso che vi siano determinazione e tempo. La mente ` e forte ed ` e pi` u che
probabile che abbia avuto una posizione dominante per molti anni. Man mano
che incomincerete a fare affermazioni e a lavorare per controllare la vostra vita,
la mente reagir` a di certo. Quando le persone si ammalano e incominciano a la-
vorare allautoguarigione, spesso si ammalano di pi` u prima di migliorare. Questo
` e perch e la mente sa che, quando i1 vostro corpo ` e sbilanciato, essa ` e in gra-
do di controllarvi e di dominarvi, quindi ha un interesse acquisito a tenervi in
disequilibrio.
La strada del potere ` e fondamentalmente una lotta tra obiettivi interiori: la
mente che vi riporta indietro e voi che, con determinazione e coraggio, vi dirigete
costantemente verso lesterno. Man mano che viaggiate dentro di voi, affrontan-
do la programmazione che si ` e accumulata, il compito sembrer` a interminabile.
Tuttavia, non appena porterete via i detriti, sarete circondati da pi` u energia. Pi` u
diventate liberi e pi` u la Forza diventa una parte della vostra vita. Alla ne, avrete
26
una chiarezza mediante la quale qualsiasi cosa su cui vi concentrerete, dandola
per scontata, si avverer` a.
Man mano che lavorate con la mente, continuate a ripetere le vostre affer-
mazioni; alla ne, la mente accetta quelle affermazioni per vere e una nuova e-
nergia sostituisce le vecchie debolezze. In quanto studente sul Cammino, imparai
che ogni volta che una persona vi guarda negli occhi o vi tocca avviene un trasfe-
rimento di energia. Questo fa si che voi siate aperti a ricevere energia. A volte,
ci` o che ricevete non ` e molto divertente. Il mondo ` e spesso negativo e spaventato.
Non avete bisogno di ci` o. Sapendo che le cose stavano cos`, allenai la mia mente
a dire silenziosamente la parola pace ogni qual volta entravo in contatto con estra-
nei in luoghi pubblici. In un primo momento, dovetti ricordarmi di dire sempre
la parola e, ovviamente, me ne dimenticai spesso. Tuttavia, col passare degli anni
questa abitudine ` e diventata parte della mia vita cos` tanto che ora la mia mente si
fa automaticamente avanti con la parola pace. La mente ha per cos` dire le proprie
ragioni.
Augurando pace a un milione di persone e poi a un altro milione, create dentro
di voi quellenergia e, gradualmente, quel che create intorno a voi ` e un mondo
pacico. Laffermazione si avvera grazie alla ripetizione costante e grazie al fatto
che ne siete convinti. Se dite:

Sono forza

dieci volte al giorno per, dieci anni,


lo diventate.
Non vi ` e nulla che non possiate superare, ma a volte lo sforzo ` e grande e le
debolezze sono cos` predominanti che la negativit` a vi travolge. Dovete darvi al
Cammino come se la vostra vita dipendesse da questo, poich e in un certo senso
` e cos`. Ogni qual volta sorge una situazione spiacevole, spesso ` e la mente che
reagisce. Questo ` e proprio il momento in cui dovete farvi strada. Quindi, se
` e un peso occuparvi del vostro corpo, probabilmente questo ` e proprio ci` o che
avete sempre evitato. Affrontando le aree spiacevoli della vostra vita crescete
spiritualmente, imparando a conoscervi.
Le persone inconsapevoli annegano i bocconi amari dei loro sentimenti nella
droga e nellalcol. Alla ne, le aree interiori tumultuose ltrano in supercie e
si manifestano come malattie gravi o avvenimenti traumatici. Avendo il coraggio
di affrontarvi, trascendete quello che vi ` e accaduto ed entrate in uno schieramen-
to diverso. Pensatela cos`: entrate in questo piano e vi insegnano le basi della
losoa del Cerchio. Accettate la negativit` a e le debolezze cos` come la forza e il
know how. Quando sarete adolescenti, la maggior parte dei primi rudimenti sar` a
stata stabilita. La vostra sda spirituale consiste quindi nellesercitarvi a control-
lare lenergia che avete e nello scartare gradualmente i pezzi che non vi piacciono.
Vi sembra un compito semplice? Lo ` e, e voi avete il resto della vita per portare a
termine il progetto. Vedete, attraversare semplicemente la vita non ` e abbastanza.
Se avete una vera meta, avrete voglia di mettervi alla prova. Le persone trovano
una stradina da seguire e non labbandonano.
27
Questo avviene perch e alla mente non piacciono la spontaneit` a o i cambia-
menti. Le persone tendono a creare degli schemi con i quali si sentono a proprio
agio e proseguono per quel sentiero senza tregua. Tutto va bene per ventisette an-
ni, e poi un giorno sul sentiero incontrano un orso che se li mangia. Non soltanto
non hanno vissuto, ma non hanno nemmeno ascoltato i loro sentimenti interiori
che dicevano:

Ehi, aspetta un attimo, lo schema di oggi ha qualcosa di sbaglia-
to

. Il punto non ` e quanto vivete, si tratta della qualit` a e della variet` a della vita
che fate. Lo scopo di essere al mondo ` e sperimentarlo . Se passate tutta la vostra
vita facendo esattamente la stessa cosa ogni santo giorno, il tempo voler` a e presto
la vecchiaia si far` a sentire e vi morder` a il didietro, prima che abbiate avuto una
possibilit` a di sperimentare veramente le cose.
E energia dellaffermazione sta nel dire:

Sto andando avanti. Non ci sono
limiti a ci` o che posso sperimentare. Vivr` o la vita. Coglier` o ogni opportunit` a di
sperimentare qualcosa di nuovo, ammesso che abbia i mezzi per farlo. Percorrer` o
il Rio delle Amazzoni in canoa. Mi butter` o col paracadute da un aereo. Visite-
r` o tutte le principali gallerie darte del mondo. Scriver` o tre libri (e li vender` o).
Canter` o alla Carnegie Hall (N.d.T: una grande sala da concerto a New York, con-
siderata dagli artisti come la pi` u prestigiosa degli Stati Uniti). Visiter` o cinquanta
paesi. Guarir` o il mio corpo. Questo mi baster` a no, a marted`. Poi visiter` o le
piramidi, mi innamorer` o di una persona fantastica, far` o un mucchio di soldi, vo-
ler` o sul Grand Canyon, visiter` o il Tibet e imparer` o a levitare. Domenica far` o un
pisolino e laver` o i vestiti perch e luned` parto per un safari in Kenya

. Ogni cosa
` e l` fuori che vi aspetta. Tutto quello che dovete fare ` e farvi avanti e dichiararvi
partecipi. Nessun bisogno di un permesso. Dovete solo avere il coraggio di dire:

Includimi

. Ammesso che abbiate lenergia per vincere questa cosa, potete fare
quel che vi pare. A quel punto la Legge Universale, essendo imparziale, sar` a
semplicemente troppo felice di assistervi.
Man mano che lavorate col vostro potere,vi stupirete del modo in cui le porte
si apriranno per voi. La gente sentir` a la vostra accresciuta energia e vorr` a stare
con voi: vi verranno proprio a cercare. Vi ritroverete sempre pi` u partecipi. Man
mano che le cose si schiuderanno per voi, vi appariranno davanti dei cammini che
mai avevate pensato esistessero. Sarete in grado di affermare da una posizione
di forza:

Io sono potere

. Direte:

Opportunit` a, trovami

, e la vostra mente
ci creder` a perch e sperimenter` a questi avvenimenti magicamente spontanei. Non
sar` a pi` u una nta. Voi sarete l`, in cima alla Grande Piramide, allalba, a guardare
la valle del Nilo. Davanti a voi giacer` a un eterno futuro.
Il coraggio ` e una parte naturale del mio essere.
Affrontando la vita, la trascendo.
28
Capitolo 3
COSA VOLETE VERAMENTE?
D
ovete aver sentito parlare di quel prigioniero che nalmente scont` o la sua
lunga condanna in prigione. Non appena fu scarcerato, si sent` perdu-
to. Non poteva sopportare di essere fuori; cos`, commise un crimine
insignicante per essere rispedito in prigione, dove si sentiva al sicuro e dove la
sua vita era organizzata per lui. La mente si comporta come il prigioniero. Essa
gradisce restrizioni e limitazioni perch e quello ` e ci` o cui ` e abituata. La limitazione
consente di non dover affrontare se stessi. Vi permette di rimanere fermi.
Una volta, durante un viaggio interiore, fui raggiunto da un essere celeste.
Non riuscivo a vederlo ma potevo sentire la sua presenza. Era un insegnante e mi
disse che voleva mostrarmi la natura illimitata dellinnito. In qualche modo, mi
port` o molto lontano. In un lampo, mi ritrovai in piedi in mezzo al nulla. Linnit` a
si stendeva intorno a me. Lesperienza fu molto insolita. Non mi ero mai reso
conto che linnit` a avesse una sensazione particolare. Tuttavia laveva.
Linnita distanza davanti a me era agevole; molto simile a quando pensiamo
al futuro. Linnito dietro di me era pi` u difcile da gestire. Noi siamo abituati a
un passato strutturato, solido e invariabile. Tuttavia, nella dimensione in cui mi
ritrovai con quellessere interiore, il passato cambiava gradualmente. Era un tipo
di emozione che aumentava o diminuiva secondo quello che le persone provavano
riguardo a esso. Linnita distanza sopra di me non era altro che appena interes-
sante. Mi ricordava il cielo notturno e i molti torcicolli che mi ero procurato a
meditare su un luccichio distante, domandandomi che cosa diavolo ci fosse lass` u.
Poi guardai gi` u e andai fuori di testa! Linnita distanza sotto di me era molto
sconcertante.
Da umani, siamo abituati ad abbassare gli occhi su un rassicurante strato di
roccia. Terra ferma: pi` u ` e solida e meno ` e il terrore! Immaginate di guardare
in basso, oltre i vostri piedi, linnita distanza sottostante. Non potete evitare di
sentire che state per cadere. Eppure, sospeso nellaria comero e con lessere in-
visibile al mio anco, in qualche modo restai su. Ebbi una visione fugace della
29
libert` a totale. Era come se un mantello pesante mi fosse scivolato momentanea-
mente dalle spalle e mi fossi reso conto che siamo tutti liberi, se solo ce ne accor-
giamo. Lessere mi disse che potevo spostarmi in qualsiasi direzione desiderassi.
Fui pervaso da molta paura. Ero incapace di muovermi. Ero come il prigioniero
incapace di trarre vantaggio dalla sua libert` a. Forse era unopportunit` a manca-
ta, eppure avevo imparato qualcosa. Mi resi conto che qualsiasi restrizione che
proviamo in quanto umani ` e solo unillusione. Non esistono non posso. Non
ci sono limiti. Le parole sono inadeguate a descrivere le immense possibilit` a che
giacciono davanti a noi. II mondo, perno luniverso, ` e ai vostri piedi. Ma voi
dovete incalzarlo come se la vostra vita dipendesse da questo. Dovete aver chiaro
ci` o che volete.
Immaginate che un essere spirituale superiore vi appaia davanti e vi dica:

Puoi avere qualsiasi cosa tu voglia. Qualsiasi cosa

. Che cosa chiedereste?


Sareste disponibili e pronti a ricevere? Sapreste scegliere cose spiritualmente
vantaggiose oppure scegliereste cose che alimenterebbero lego e forse vi osta-
colerebbero?
La maggior parte delle persone nel mondo non ha idea di dove stia andan-
do. Non sa quello che vuole. Non ha alcuna idea concreta di come esprimersi
o di come sviluppare la propria creativit` a e cos` si lascia trasportare allinnito.
Perch e? Poich e se voi dite alla Legge Universale:

Non so quello che voglio

,
essa risponde:

Amico, se tu non lo sai, come facciamo a saperlo noi?

. Quindi,
se non avete alcun piano per la vostra vita, voi siete nella barca e il timone ` e al
molo.
Durante uno dei miei primi viaggi nella luce, mi meravigliai di scoprire che
essa non ` e coinvolta emotivamente nelle nostre vite. Questo fu uno shock, poich e
ero stato cresciuto nella convinzione che a Dio, in qualche modo, importasse quel-
lo che facevo giornalmente e che quelle decisioni si prendevano da qualche parte,
in qualche posto. Ora so che le cose non stanno cos`. La luce non ha una volont` a
nei vostri confronti. In un senso, questo va bene poich e vi concede libert` a as-
soluta. Tuttavia, ` e di vitale importanza che voi sappiate quel che volete. Non ` e
sufciente dire:

Voglio qualcosa di meglio di questo. La mia vita ` e un inferno.
Dio, buttami gi` u dei soldi e tirami fuori di qui

. Questo non funzioner` a.


`
E troppo
vago e lenergia avrebbe difcolt` a a trovarvi. Pensate a quello che volete. Pren-
dete nota delle dieci cose che desiderate di pi` u. Immaginate di averle. Create un
piano di battaglia che delinei il vostro cammino per giungere alla meta. Evitate
tutte le rotte secondarie irrilevanti.
Ecco un esempio. Diciamo che volete essere un grande musicista e volete
che la vostra musica crei per voi unimmensa ricchezza. Per` o, vi sentite frustrati
nel tentativo di far funzionare le cose e cos` vi ubriacate di quando in quando.
Non potete comunicare con unenergia interna se non mantenete lequilibrio, se vi
ubriacate sempre. Bere diventa un inutile sentiero secondario, perci` o smettetela.
30
Sbarazzatevi di tutto quello che vi trattiene.

Ma io devo portare questo
orologio a pendolo di due metri e mezzo legato al polso perch e appartiene alla
mia famiglia da trecento anni. La gente penser` a male di me se non conservo il
patrimonio

. E chi se ne frega!
La difcolt` a principale delle persone sta nel chiarire quello che vogliono e nel
rendersi conto che sono liberi di prenderselo. Se esaminate minuziosamente la
vostra giornata e osservate i vostri risultati, scoprirete che la maggior parte degli
sforzi che fate non vi fornisce alcun guadagno n e soddisfazione. Spesso, ` e solo
il venti o venticinque per cento dei vostri sforzi che porta davvero a dei risultati.
Noi sprechiamo il tempo, usciamo con lepersone sbagliate, viaggiamo nei posti
sbagliati. Esitiamo e indugiamo, aspettando chi qualcuno ci autorizzi ad aver
successo.
Nessuno vi dar` a mai il permesso e nessuno vi ringrazier` a. Nella societ` a mo-
derna, esiste ancora la paura del successo. Il successo vi porta lontano dalle per-
sone con le quali siete cresciuti. Diventa un modo per smascherarle. Quindi, noi
tendiamo a non voler avere successo in caso turbassimo un nostro caro.
Mentre viaggiavo in Canada, incontrai una giovane avvocatessa. Parlando con
lei, scoprii che quando lavorava faceva di continuo degli stupidi errori. Era molto
intelligente e capace: la sua inaccuratezza era incompatibile con le sue capacit` a.
Era sposata con un altro avvocato.
`
E possibile che abbiate gi` a capito il motivo del
suo pessimo rendimento: suo marito era mediocre. Una volta lo incontrai; era un
pallone gonato e senza talento. Ma lei era preoccupata che il suo matrimonio
sarebbe andato a pezzi. Il suo io interiore creava situazioni in cui lei faceva brutta
gura, afnch e non diventasse pi` u brava del marito. Le dissi di dire a suo marito
come si sentiva e le suggerii di aprire un suo studio legale. Mi sono spesso chiesto
che cosa accadde. Aveva continuato a dare meno del meglio di s e oppure aveva
intrapreso il Cammino del Potere?
Mi sento bene, perci` o la mia vita va bene.
Esser certi di quel che volete ` e il primo passo verso la materializzazione delle
vostre mete. Non appena saprete cos` e che desiderate, farete dei progressi, come
se lUniverso avesse gi` a acconsentito al vostro desiderio. Man mano che lo fate,
lenergia incomincia a crescere. Essa inizia a modellarsi in base ai vostri senti-
menti e pensieri e, alla ne, il potere ` e cos` forte che lenergia passa da una forte
fantasia alla realt` a.
31
Capitolo 4
DEDIZIONE
LA PREGHIERA INTIMA DEL
GUERRIERO
`
E
raro che incontriate una persona veramente devota. Quando ` e cos`, trovate
che ` e quasi sempre una persona di grande successo. La dedizione ` e la
preghiera intima del guerriero o della guerriera.
`
E un modo per avere
una concentrazione ferrea. Si diventa cos` attaccati e devoti alla causa che alla
ne i desideri si materializzano. Il mondo ` e pieno di ostacoli. Se rivedete le
vite dei grandi uomini e delle grandi donne che hanno attraversato il piano sico,
scoprirete che era la dedizione a renderli speciali. Essi perseverarono nonostante
le avversit` a. Raggiunsero i loro scopi grazie al loro accanimento. Superarono le
difcolt` a sociali, siche e nanziarie e crearono il successo.
La dedizione ` e vitale. Voi dovete vivere la vostra vita come un guerriero e
respirare le vostre ambizioni. Se siete apatici la Legge Universale risponder` a spa-
sticamente. Se mancate di coraggio, lenergia intorno a voi mancher` a di coraggio.
Se siete titubanti, la Legge Universale tituber` a con voi. Se, ad esempio, volete
fare lattrice, dovete entrare nel giro. Dovete allenarvi, fare audizioni, far parte
dellindustria. Non vi ` e scopo nel vivere in un campo in mezzo al nulla e dire:

Sono una grande attrice e lunica ragione per cui non sono a Broadway ` e perch e
preferisco questo campo fangoso

.
La Legge Universale vi dar` a tutto ci` o che volete, ma non pu` o consegnarvelo
come un pacco postale. Voi dovete trovarvi nel luogo del mercato e dovete essere
pronti a sfruttare la situazione nel momento in cui si crea. La perseveranza vi
permette di tenere duro mentre la Legge Universale consegna. Molti si concedono
di essere intralciati dai contrattempi. Se per diventare unattrice devi lavare i piatti
per cinque anni, allora preparati a lavare i piatti per sei anni, nel caso in cui diventi
32
necessario. Questa ` e dedizione!
Quando ero adolescente, avevo un amico che giocava a hockey su prato. Non
era molto veloce e neppure molto agile, eppure in qualche modo era diventato
ala destra, una posizione che richiede molta velocit` a nello sfrecciare su e gi` u per
il limite esterno del campo. Ci` o che questo ragazzo aveva di speciale era che,
sebbene non avesse proprio il sico giusto, aveva molta tenacia. Ogni volta che lui
attaccava per avere la palla, non mollava mai. Tormentava gli avversari senza piet` a
e, perno quando era battuto in velocit` a, lui tornava sui suoi passi e tormentava
il prossimo uomo. La piccola ala aveva una dedizione quasi perversa. Era anche
incredibilmente abile. Quando aveva il possesso di palla, aveva un modo di correre
che faceva perdere lequilibrio agli altri. La palla restava attaccata al bastone
come se fosse resina epossidica. Giocava facendo dei movimenti che nessuno
mai aveva visto prima. Questa ala correva e correva e spesso batteva gli altri che
erano pi` u veloci di lui perch e non si arrendeva mai. Era il capo cannoniere e
unispirazione per la sua squadra. Fu scelto per un campo daddestramento dalla
squadra nazionale inglese e alla ne divenne una delle ale migliori del paese. Lo
fece trascendendo la sua mancanza di velocit` a grazie alla dedizione, alla tenacia e
allabilit` a.
Quanto siete abili voi? Potete superare i limiti? Ci siete ancora quando gli
altri hanno abbandonato? Se potete farlo, il vostro successo ` e assicurato, poich e
la legge Universale risponder` a.
Avere dedizione ` e dire:

lo sono il potere che ` e dentro. Non c` e nulla che
io non possa fare. Non c` e nessuno che mi sia dintralcio. Io sono libero e non
moller` o mai. Se mi ci vorranno quarantanni, io ci sar` o. Carnegie Hall, la Royal
Opera House, non ha importanza. Il fatto che io non sappia cantare una nota e che
sembri una rana in un sacco ` e solo unillusione. Prender` o delle lezioni. Sar` o il
pi` u bravo cantante lirico novantaquattrenne al mondo, anche se devo vivere no a
centanni per riuscirci!

.
Il modo per sviluppare la dedizione ` e incominciare a dedicarsi strenuamente a
se stessi. Questo signica concentrarvi sui vostri bisogni, concentrarvi sui progetti
che vi danno piacere e prendere tempo per constatare che voi siete qui sul piano
terreno per sviluppare la vostra evoluzione e non per sviluppare qualcosaltro.
Non appena vi concederete quel livello di attenzione ai vostri bisogni, allora la
vita assumer` a gradualmente un nuovo signicato e voi sarete in grado di creare
dedizione per voi, la vostra famiglia o per quelle cause che vi stanno molto a
cuore.
Una volta raggiunta la dedizione, avrete in tasca un ottimo strumento. Sar` a
proprio la costanza a farvi spiccare tra la folla. Non ` e un fuoco di paglia, ma
unenergia graduale che si ` e formata poco a poco, un anno dopo laltro. Finch e un
giorno sarete in cima che guardate gi` u. Di recente, vidi lintervista di un cantante
in televisione. Il cantante aveva avuto tre brani di successo in meno di un anno
33
e gli chiesero cosa provasse riguardo alla fama che aveva raggiunto. Scherzando
rispose:

Scriver` o un libro intitolato Come diventare improvvisamente famoso in
diciassette anni

poich e gli ci era voluto cos` tanto per comporre il suo primo
grande successo.
Molti abbandonano poco prima di vincere il primo premio. Poi si lamentano
che la Legge Universale non li assiste, il che ` e un mucchio di idiozie. Se non avete
ancora quel che volete, signica che siete ancora in viaggio. Potete essere vicini
alla meta, ma essere vicini al miglior ristorante della citt` a non vuol dire cenare.
Voi dovete proseguire verso quellultima gloriosa conclusione.
Otto anni fa, ero con un gruppo di circa quaranta ragazzi che avevano scommes-
so che in due giorni avrebbero scavato una buca grande come una casa, senza u-
sare apparecchiature meccaniche. La buca doveva essere profonda circa un metro
e venti, larga un metro e ottanta. Era un sacco di terra da spostare. Con picchi
e pale, iniziammo a scavare. Una carriola dopo laltra fu trascinata in supercie
dal fondo della buca. Dopo circa dieci ore cadde la notte, cos` sistemammo alla
meglio alcune luci improvvisate e continuammo a scavare per tutta la notte. Cir-
ca alle quattro del mattino, incominci` o a piovere. La buca divenne una pozza di
fango. Lo sforzo di portare una carriola in supercie era atroce. Avevamo le ossa
gelate e il nostro lavoro fu rallentato al minimo. Pareva che fossimo scontti.
Avremmo potuto lasciar perdere e la gente ci avrebbe comunque elogiato per
averci provato, ma cos` avremmo perso e noi lo sapevamo. Poi, uno di noi trov` o
una corda e ci dividemmo in squadre di due uomini. Uno aveva la corda in vi-
ta a mo di mulo, laltro spingeva la carriola. Usando questo metodo, potevamo
portare in cima le carriole cariche di fango. Lavorammo no allalba e, sebbene il
sole lattiginoso del nuovo giorno in qualche modo riscaldasse gli spiriti, il compi-
to sembrava ancora impossibile. Affrettandoci, lavorammo senza sosta. Trascen-
demmo il dolore e la fatica e scoprimmo di aver dentro nuovo ato. A ne gior-
nata, la pioggia si arrest` o e noi scavammo la terra umida no a giungere alla pi` u
maneggevole terra asciutta sottostante. Continuammo a usare il sistema del mulo,
poich e ci accorgemmo che si faceva prima ad avere uno che scavava e uno che
trasportava, luno incoraggiando laltro.
La coordinazione era sinfonica: quaranta uomini che andavano e venivano, a-
gitando i picconi in uno spazio connato, ciascuno estremamente consapevole del-
laltro, ciascuno che sosteneva laltro e tutti spinti da una dedizione a completare
il lavoro.
Dopo quarantaquattro ore di scavi senza sosta eravamo ancora lontani dalla
meta. Cos`, incominciammo a correre. Trascinavamo le carriole a trotto, cor-
revamo da un lato della buca allaltro, senza fare pause, scavando sempre pi` u
velocemente. Man mano che acceleravamo i ritmi, leccitazione ci diede forza
per superare la soglia del dolore e scavare ancora pi` u velocemente. La buca fu
terminata, della giusta dimensione, dopo quarantasette ore e quarantatr e minuti.
34
Finimmo limpossibile con diciassette minuti di anticipo! Nessuno fu pagato: fu
fatto per onore. Un mese dopo una escavatrice meccanica riemp` di nuovo la buca.
La dedizione: la sostanza di cui ` e fatta la vita!
Dedico la mia vita al potere che ` e dentro di me.
Mediante la dedizione mi svelo naturalmente
al potenziale massimo del mio essere.
35
Capitolo 5
AFFERMAZIONI DI PAROLA
C
ome ` e stato detto prima, esistono quattro tipi di affermazioni: affermazioni
di parola, pensiero, sentimento e di essenza o azione. Esaminiamo cia-
scuno di questi tipi e vediamo come includerli in un piano di battaglia
per la vita.
Le affermazioni di parola sono ci` o che pi` u si avvicina a una preghiera. Per` o,
invece di pregare un Dio al di fuori di voi, pregate voi stessi, che siete Dio. Dite:

Io sono il potere, io sono la luce, io controllo la mia vita

. Unaffermazione
di parola ` e quasi come un mantra. Non importa se quello che state affermando
per ora non ` e del tutto vero. Ripetendo unaffermazione pi` u volte, questa resta
impressa nel subcosciente e alla ne diventa la vostra realt` a.
Unaffermazione di parola andr` a bene quasi per qualunque cosa (salute, ric-
chezza, felicit` a) su cui vi stiate concentrando in quel momento. Le affermazioni
che componete personalmente sono le pi` u forti, poich e riettono ci` o che la vostra
mente sente veramente. Posso farvi degli esempi di affermazioni, per` o dovreste
modicarle afnch e si addicano ai vostri sentimenti. La cultura in cui sono cre-
sciuto ha parole di potere, ma esse non saranno necessariamente le vostre parole.
Quando avevo circa otto anni, contrassi la malaria in Africa il che, per un
po, minacci` o la mia vita. La febbre raggiunse i 40

C. Per un ragazzino ` e una


temperatura estremamente alta! Al mio terzo giorno di febbre mia madre mi disse
che avrebbe raccolto una speciale energia guaritrice per aiutarmi. Quella sera,
venne in camera mia e, tenendomi la mano, incominci` o a recitare in latino la
seguente invocazione:
Mira la croce di Dio
Inuenze negative, sparite
Il leone della trib` u di Giuda ` e vittorioso
Davide governa, Davide governa
Alleluia, Alleluia.
36
Ripet e questa invocazione per ore di la. Io mi addormentai e la mattina
seguente la febbre era calata. Le parole in latino erano solo bazzecole, ma per lei
avevano potere. Usando quel potere, lei cre` o dentro di s e uninuenza guaritrice
che proiett` o su di me. Il suo messaggio funzion` o.
`
E importante che unaffermazione abbia alle spalle una forza emotiva e che
signichi qualcosa per voi. Lemozione imbriglia lenergia e vi mette in moto. Se
vi limitate a biascicare le preghiere, non otterrete lo stesso potere che otterreste
recitandole con un forte sentimento. Le parole non importano: sono i sentimenti
che contano.
Alla mia scuola dovevamo pregare molto e spesso ci annoiavamo. Cos`, per
divertirci, dicevamo le preghiere con parole nostre, borbottandole silenziosamente
sotto voce. Nel Padre Nostro, sostituimmo i nomi di quartieri londinesi alle parole
chiave. La preghiera faceva cos`:

Farnham nostro, che sei a Hendon, sia lodato
Harrow, venga Kingston, sia fatto Wimbledon, come in Esher cos` in Harringay
. . .

Capite lidea.
In breve, non riuscii pi` u a dire il Padre Nostro nel modo giusto. Perno oggi,
per me, le parole Farnham nostro, che sei a Hendon, sia lodato Harrow . . . sono
parole di forza. A dieci anni, esse rappresentavano la mia ribellione. Dicevo:

Sono quel che sono; sono un individuo. Se Dio non ha il senso del1 lumorismo,
peccato!

.
Perci` o, nel momento in cui stabilite quali saranno le vostre affermazioni del
giorno, assicuratevi che le vostre parole signichino davvero qualcosa, invece di
usare altre parole che potrebbero non avere lo stesso effetto. Esse potrebbero
avere connotazioni che non sostengono la vostra posizione dindividuo che ha il
controllo del proprio destino.
`
E importante che, nella vostra vita, creiate un qualche tipo di santuario che vi
permetta di tirarvi fuori dallo schema mentale del Cerchio e di aver pace e tran-
quillit` a per lavorare sulle affermazioni del vostro s e. Il vostro santuario potrebbe
essere una stanza della casa o forse una passeggiata allalba. Stabilendo dei
momenti per stare da soli con voi stessi, lasciate uire un potere aggiuntivo.
Se potete, cercate di dedicare o ogni giorno lo stesso lasso di tempo alla vostra
crescita interiore, cosicch e sinstauri un ritmo. Linspirazione e lespirazione della
Mente Universale scorrono insieme alle vostre intenzioni. Vi stupirete per lespan-
dersi delle vostre percezioni. Consiglio ventiquattro minuti per la procedura, uno
per ogni ora del giorno.
Durante questo momento sacro deciderete la vostra affermazione per il giorno.
Ecco alcune di quelle che mi piacciono:
Affermazioni da fare allalba
- SONO ETERNO, IMMORTALE, UNIVERSALE E INFINITO.
- LE MIE PROSPETTIVE SONO VERAMENTE ILLIMITATE.
37
- SONO QUEL CHE SONO, E QUEL CHE SONO HA BELLEZZA
E FORZA.
- POSSA LA FRESCHEZZA DI QUESTO NUOVO GIORNO
VITALIZZARE E GUARIRE IL MIO CORPO.
- POSSA IN QUESTO GIORNO ESSERVI EQUILIBRIO E POTERE.
LA BELLEZZA CHE IO VEDO
`
E UNA PARTE DI TUTTE LE COSE,
POICH

E IO SONO VERAMENTE UNA PARTE DI TUTTE LE COSE.


- IN QUESTO GIORNO VOGLIO ESPRIMERE AMORE
A TUTTE LE PERSONE CHE INCONTRO,
POICH

E SO DI ESSERE VERAMENTE AMABILE.


- LUNIVERSO
`
E ABBONDANTE,
QUINDI IO MI SENTO ABBONDANTE.
- TUTTI I MIEI BISOGNI SONO SODDISFATTI.
- POSSA LA BELLEZZA DI QUESTO GIORNO SVELARSI
VIVAMENTE. POSSA LA CREATIVITA CHE
`
E IN ME
MANIFESTARSI AL MASSIMO DELLE SUE POSSIBILITA.
Lalba ` e lora migliore per fare affermazioni. Non appena vi svegliate rinfre-
scati dalla notte, potete infondere alla vostra consapevolezza pensieri e sentimenti
che modelleranno la vostra giornata per soddisfare la vostra massima evoluzione.
Avete una lavagnetta bianca su cui scrivere, relativamente liberi dalle emozioni
negative. Inoltre, se vi svegliate allalba o persino prima dellalba, il resto del
mondo non ha ancora iniziato ad inuenzare la Legge Universale, cos` le vostre
affermazioni sono pi` u efcaci.
Prendetevi qualche istante per considerare la vostra giornata. Visualizzate lo
scorrere degli eventi, pensate che la gente accetter` a le vostre idee e la vostra ener-
gia, sentitevi controllori di ci` o che sta muovendo verso di voi. Sentite la magia
che ` e una parte naturale della vita. Se dovete affrontare una situazione difcile,
concedetevi un momento per inspirare, visualizzando la situazione e, mentre e-
spirate, proiettate luce e amore a quella persona o situazione e immaginatevi che
reagiscano positivamente alla vostra energia. In questo modo, sviluppate una linea
di forza e potere che riversate nella Legge Universale.
Questa semplice procedura funge da guida per impedire lintrusione di sen-
timenti avversi negli schemi che si stanno svelando. Certamente, esiste sempre
la possibilit` a che le vostre difese crollino, o che qualcosa di negativo penetri le
parabole di energia che avete stabilito, per` o ` e raro che succeda. Se mantenete
lequilibrio per tutto il giorno, scoprirete che c` e sempre luce sul cammino, che
38
il vostro fascino pervade la giornata e che la vostra massima evoluzione ` e assicu-
rata. Concedendovi pochi istanti prima dellalba o quando vi alzate, affermate di
essere un essere consapevole e creativo. La vostra energia ` e aumentata in modo
da manipolare meglio il vostro destino, materializzare i desideri e controllare gli
eventi. Se mettete da parte ventiquattro minuti, uno per ogni ora del giorno, per
permettere alla vostra guida interiore di proiettarsi nella vostra vita, affermate che
la sede del vostro potere si trova dentro di voi. Cos`, man mano che affrontate
la giornata con quellintenzione o allineamento, dite:

So di esistere nel mondo
terreno, per` o controllo da dentro

.
I ventiquattro minuti possono corrispondere a una meditazione oppure sem-
plicemente a un momento di introspezione silenziosa. Forse potete camminare
allaperto, ascoltare della musica speciale o mettervi in riva al mare o a qualche
distesa dacqua. Il punto principale ` e che meditiate tutti i giorni e che stabi-
liate un ritmo, in modo da prendere vostri ventiquattro minuti ogni giorno alla
stessa ora. Questo permette ai mondi interiori di comunicare con voi. Gradual-
mente, svilupperete un potere che va oltre lo sbattere contro le emozioni e le
preoccupazioni.
Una volta incominciata la vostra giornata, ` e importante mantenere lenergia.
Qualsiasi emozione negativa o conitto negativo distrugger` a la vostra energia e
la forza delle vostre affermazioni andr` a sprecata. Pertanto, scegliete alcune affer-
mazioni e ogni tanto ripetetele tra voi. Pu` o trattarsi di una parola: forza, amore
o qualunque cosa vogliate. Poi, man mano che il giorno avanza, lenergia che vi
portate appresso vi protegger` a e vi terr` a lontano dai guai.
Verso met` a giornata, prendetevi qualche istante per stare con voi stessi.
`
E
difcile, poich e ci sono sempre cose da fare. Eppure, un momento speso per len-
ergia vi risparmier` a interminabili momenti che altrimenti saranno spesi in affanno
cercando qualcosa, forzando le cose e lottando. La vita non deve essere una lot-
ta, ma soltanto una facile progressione da un punto allaltro, molto simile a una
passeggiata per una valle in un giorno di sole. Non appena incomincerete a vedere
la vostra vita come una manifestazione di energia, capirete che il vostro miglior
lavoro sta nella consapevolezza. Ci` o signica che, nel momento in cui pensate,
provate ed esprimete sotto forma di pensiero ci` o che volete, la realt` a intorno a voi
si trasforma. Alla ne, vi accorgerete soltanto delle dimensioni di vostra creazione
e queste forme di pensiero avranno bellezza.
Un energizzante a met` a giornata ` e importante, per` o non lasciate che diventi
un compito gravoso. Se nite a gambe incrociate sullo schedario dei dattilogra a
cantare i vostri OM, questo ` e eccessivo. Semplicemente, trovate un posto nella vo-
stra consapevolezza per stare con voi stessi. Guardate il giorno e sentite con quale
forza ` e trascorso, sentite come siete stati trattati dalla spontaneit` a degli eventi,
collegate o ancorate gli avvenimenti positivi ai vostri sentimenti interiori, notate
come voi avete creato il benessere del giorno. Questo si fa rivivendo col pensiero
39
gli avvenimenti e dicendo:

Lho creato io, lho fatto bene, ho i mezzi per farlo,
so quello che sto facendo, mi sento di avere il controllo

. Riguardando i successi,
per quanto piccoli possano essere, e rendendoli parte della vostra coscienza, voi
stabilite e affermate che il resto della giornata andr` a bene. Mettete, per cos` dire,
pi` u brace al fuoco e ancorate o collegate il positivo alleternit` a che ` e dentro di voi.
I vostri successi possono essere piccoli, ma ` e importante considerarli. Cos`
facendo, sviluppate dei trion personali. Pu` o trattarsi di arrivare in tempo al la-
voro, completare un progetto, interagire in modo amorevole con i vostri gli, in-
contrare un amico e cos` via. Spesso, in quanto umani, tendiamo a considerare le
nostre vite insignicanti, per` o non lo sono. Tutto ha un signicato. Ogni compito
` e una parte della vostra eroica ricerca della trascendenza. Se prenderete tempo per
onorare i vostri successi, sperimenterete il potere in un mondo in cui la maggior
parte della gente non lo fa.
Quando vi concederete questa piccola pausa a met` a giornata, voglio che pro-
viate a ricollegarvi con la natura e vi ricordiate del santuario che avete creato al-
lalba. Se non potete proprio camminare in mezzo alla natura, prendetevi almeno
un momento per guardare dalla nestra gli alberi e il cielo e per sentire leternit` a
che ` e dentro di voi. Man mano che lo fate, il piano sico diventa pi` u piccolo e
linnit` a dentro di voi si espande. Dite nuovamente:

Sono una parte di tutte le
cose, eterno, immortale, universale e innito. Le mie prospettive sono veramente
illimitate

.
Se potete andare in un bosco o al parco, prendetevi un momento per toccare
davvero la natura con i sentimenti, col pensiero e con il corpo. Mettetevi vicino a
un albero, toccatelo, attingete al suo potere e sentite la forza vitale non giudicante
che scorre attraverso lalbero e uisce verso di voi. Visualizzatela uire per il
vostro corpo, lavando via la stanchezza, la negativit` a e rinfrescandovi. Prendetevi
un momento per guardare nei dettagli una parte della natura. Fate una pausa per
guardare dentro un ore. Fissatelo per dieci secondi e vedete se riuscite a sentire
le dimensioni di vita che si sviluppano al suo interno. Provate a sentire il vostro
legame con quelluniverso. Vi aiuter` a a tirarvi fuori dalle emozioni e dalla men-
talit` a del Cerchio, portandovi in una dimensione di pura Forza divina. Se non
riuscite a trovare un ore, cercate qualcosaltro. Pu` o trattarsi anche solo di una
pietra. Entrate nella pietra e, con i vostri sentimenti, sperimentate il silenzio, sen-
tite come la pietra esprima eternit` a e sentitevi allineati ad essa. Toccando linnit` a
per mezzo della natura, permettete al vostro io interiore e spirituale di rinvigorirsi.
Quando esso ` e ravvivato, voi dominate la realt` a che vi sta intorno.
Questo giorno continua bene. Mi sento vittorioso.
Mi sento forte. Vi ` e bellezza in tutte le cose.
Cogliete questo momento per aumentare lenergia del vostro corpo. La vostra
abilit` a nellesprimervi durante il giorno sar` a strettamente legata alla vostra forza
40
sica. Vi sar` a difcile essere positivi e forti se il vostro corpo non risponder` a di
conseguenza. Dal momento che esistete nel piano sico, ` e fondamentale tenerlo
in considerazione.
Se la vostra affermazione di mezzod` comprende un momento di riposo e rin-
vigorimento, le parole che pronunciate saranno valorizzate da un reale slancio di
vitalit` a sica. Immaginate ogni parte del vostro corpo rispondere con forza, notate
la luce che si fonde a tutte le molecole del vostro essere, immaginatevi di diventare
pi` u forti, osservate come avete il controllo sul tempo in cui lavorate. Assicuratevi
che il vostro apporto di cibo a mezzod` non sia cos` pesante da eliminare la vostra
energia, specialmente se dovete completare dei progetti. Rendetevi conto che non
appena assumete dellalcool o grosse quantit` a di carboidrati o proteine il vostro
corpo in pratica si ferma. Deve farlo per digerire, il che riduce immediatamente
la vostra energia. Se avete un appuntamento importante e avete bisogno di tutte le
vostre forze, non ssatelo appena dopo un pasto. La vostra capacit` a di inuenzare
la realt` a ` e ridotta.
Ci sono certi momenti della settimana che sono molto pi` u intensi di altri. Ad
esempio, il venerd` non ssereste mai un appuntamento con una banca per discu-
tere il nanzia mento di un nuovo progetto, e mai e poi mai il venerd` dopo pranzo.
Non importa quanto sia buono il vostro piano, luomo al quale parlerete nella sua
coscienza sar` a andato a pescare anche se di tanto in tanto assentir` a gentilmente
col capo. I vostri piani non possono inuenzarlo.
Le prime ore di luned` mattina sono una scelta altrettanto pessima. Le persone
trascorrono il ne settimana a pensare a tutte le cose che luned` devono fare in
ufcio. Quando arrivano, hanno bisogno delle prime ore per ambientarsi e sta-
bilire il controllo sui loro affari. Se arrivate troppo presto violate i loro tempi e
non saranno cos` disponibili. In effetti, la vostra presenza potrebbe irritarle.
Ovviamente, ogni situazione ` e diversa per` o, generalmente, marted`, mercoled`
e gioved` mattina sono i momenti migliori per introdurre nuove idee o per presen-
tarvi a un colloquio. I pomeriggi a met` a settimana sono validi per quelle occasioni
in cui avete un piano da spiegare e sapete che ci saranno delle resistenze. Dovreste
entrare nel loro ufcio a stomaco vuoto e cercare di assicurarvi che le persone con
cui state trattando abbiano avuto un pasto sostanzioso. Un modo per farlo ` e che
voi stessi le portiate fuori a mangiare. Rimpinzateli per benino o. Voi sgranocchia-
te un cracker. Il miglior negoziatore che io abbia mai incontrato beveva soltanto
dellacqua. Mai una volta lo vidi mangiare durante il giorno. Portava gli altri a
mangiare, ordinava loro tutto ci` o che desideravano e beveva soltanto dellacqua.
Notai che otteneva quel che voleva dalla vita.
Se riuscirete ad essere disciplinati e a controllare la vostra energia durante la
giornata, scoprirete che avrete pi` u tempo per voi stessi. Superare il giorno non dis-
siper` a la vostra energia e quando, alla ne, avrete pi` u tempo da dedicare a voi, quel
tempo si potr` a spendere in modo pi` u creativo e voi avrete le riserve di cui avete
41
bisogno. Il prendervi quei pochi momenti per le affermazioni e lintrospezione vi
permetter` a di avere del tempo per rigenerare la vostra energia interiore cos` come
la vostra forza sica.
Ecco alcune affermazioni di mezzogiorno:
- QUESTO GIORNO CONTINUA BENE; MI SENTO VITTORIOSO, MI
SENTO FORTE. VI
`
E BELLEZZA IN TUTTE LE COSE.
- LAMIACAPACITADI RESISTENZA
`
E FORTE; LAGENTERISPONDE
ALLA MIA ENERGIA. MI SENTO CREATIVO, SENTO AMORE PER-
CH

E AMO E RISPETTO ME STESSO.


- ESERCITO IL CONTROLLO ASSOLUTO SUL MIO TEMPO. MI SEN-
TO GUIDATO, MI SENTO ORGANIZZATO E COS` ATTIRO SEMPRE
VERSO DI ME EQUILIBRIO E ORDINE.
- LA MIA CREATIVITA SGORGA DA DENTRO DI ME. ATTIRO VERSO
DI ME TUTTO CI
`
O DI CUI HO BISOGNO.
42
Capitolo 6
LA VOSTRA PAROLA
`
E LEGGE
L
idea che la vostra parola ` e legge ` e trattata in breve nel mio libro La
Forza, ma rivediamo il concetto nei dettagli dal momento che si applica
alle affermazioni. Per prima cosa, dovete capire come si forma lim-
magine di s e. Alla nascita la mente incomincia a registrare tutti gli avvenimenti
della vostra vita. Nulla di quella registrazione va perso. A volte gli avvenimen-
ti diventano meno intensi con il passare del tempo, per` o essi sono ancora l` nel
vostro subconscio come una parte della vostra realt` a e possono essere rievocati
mediante lipnosi. Durante i primi diciotto mesi della vostra vita, avete trascorso
molto tempo nel sonno o a livelli profondi di attivit` a di onde cerebrali e mentali.
In quei momenti, assimilaste latmosfera e, sebbene la vostra mente non capisse
quel che si stava dicendo, il sentimento dietro alle parole pronunciate da quelli
intorno a voi entr` o nella vostra mente e si stabil` nel vostro subconscio.
Questo cre` o una base per il vostro comportamento e la vostra esperienza e vi
introdusse allenergia del Cerchio. Man mano che iniziaste a parlare, incomincia-
ste a capire come controllare il vostro ambiente. Potevate dire:

Mamma, dammi
un gelato

, e avere quel che volevate, soprattutto se la vostra richiesta era fatta


con sufciente emozione, oppure al momento e nel posto giusto. La vostra mente
impar` o un programma per materializzare i suoi desideri. Il programma compren-
deva il calcolo del tempo e le emozioni. La mente sapeva che una richiesta di
gelato sussurrata alle tre del mattino non era tanto efcace quanto, diciamo, la
stessa richiesta strillata a centoventi decibel nel centro di un supermercato, uni-
ta al fatto di rovesciare tutte le lattine dallo scaffale, con relativo fracasso e con
grande imbarazzo della poveraccia di vostra madre.
Crescendo, avete imparato un maggior numero di tecniche di autorealizzazione.
A tre o quattro anni, incominciaste a sviluppare i principi fondamentali dellin-
telletto, il che vi ha dato ancora pi` u forza. Potevate concettualizzare il futuro.
Potevate dire:

Pap` a, domani andiamo in spiaggia?

e cos` facendo, potevate


assicurarvi che i vostri bisogni fossero attualizzati.
43
Ad ogni modo, man mano che diventavate pi` u grandi e il vostro fascino di
bambino svaniva, scopriste che la vostra capacit` a di inuenzare la realt` a intorno a
voi era limitata. Chiedevate una cosa ai vostri genitori e ve la negavano. Provavate
ad espandere il vostro ambiente sico, ad esempio camminando per la strada, ma
vostra madre vi tirava indietro. Cos` incominciaste a programmare la mente con
limiti e restrizioni. Vi erano cose che potevate o non potevate fare. Spesso non vi
era nessun motivo che spiegava il vostro successo o la vostra scontta. Dipendeva
dai capricci di quelli che si prendevano cura di voi. Per questo motivo, nella vostra
vita si ` e sviluppato un elemento di incertezza.
La vostra capacit` a di materializzare gli eventi era altamente ristretta. Per com-
battere questa situazione un bambino vive delle sue fantasie. Questo gli o le per-
mette di essere forte e sviluppare limmagine di s e. Ricordatevi che il bambino
non ` e proprio un bambino, ma un innito S e Superiore in un corpo piccolo. Poich e
una donna non pu` o portare in grembo un essere umano adulto, linfanzia ` e una
parte necessaria della nostra dimensione. Per quanto sia piena di complicazioni e
difcolt` a, permette al S e Superiore di avere un inizio protetto. Vi d` a tempo per
riconciliarvi e accettare la vostra presenza nel piano sico. Pu` o volerci del tempo
per farlo. Molte persone raccontano di aver provato un senso di estremo timore e
tristezza durante linfanzia man mano che si rendevano conto di essere bloccate
nel mondo sico. Spesso, un bambino parla di altri esseri in altre dimensioni e
credo che questo sia una parte della sua rievocazione iniziale, una parte del suo
sapere interiore. Arrivate ad accettare il fatto che vi trovate nel piano sico, per` o
vi ` e anche un senso di tristezza, la sensazione di aver lasciato la vostra dimora di
luce per essere qui.
La fantasia, quindi, ` e il modo in cui la mente riconcilia la sua incapacit` a di
sperimentare completamente o controllare il suo ambiente. I vostri genitori con-
tribuirono a questo sentimento di incapacit` a permettendovi di avere solo un cer-
to campo dazione. Non appena cercavate di allargarvi, o quando provavate a
sviluppare limmagine di s e o lautorealizzazione, i vostri tentativi erano spesso
ostacolati, in parte perch e la vostra tenera et` a era un pericolo per voi e in parte
perch e (e questo pu` o sembrare strano) i vostri genitori sapevano distinto che, in
quanto bambino, avevate un potere che loro avevano perso e che la vostra forza
era metasicamente maggiore rispetto alla loro. A livello interiore, tutti i genitori
lo sanno e per combattere quello che in pratica ` e una minaccia per la loro imma-
gine di s e, limitano il bambino pi` u di quanto sia veramente necessario per la sua
sicurezza.
Quando una persona ` e pronta per diventare genitore, lui o lei ha sviluppato
uno schema mentale che scaturisce dallesperienza. Per una madre ` e molto dif-
cile accettare che il bambino tra le sue braccia, in realt` a, sia pi` u in armonia e pi` u
protetto di lei. Cosi, quel che accade ` e che la sua esperienza di vita e lo schema
mentale che ha creato mediante lesperienza vengono imposti al bambino, strin-
44
gendo in una morsa il suo sviluppo. Questa morsa ` e una parte integrante dello
stare nel mondo sico e credo che sia prevista dal S e Superiore. Limposizione
degli schemi sperimentali, delle credenze e dei comportamenti dei vostri genitori,
vi blocca in una dimensione di consapevolezza con tutto larmamentario di limiti
e restrizioni che ne consegue.
Nella mente si creano delle linee di comunicazione, dei vincoli che formano
rigidi schemi. Il bambino ha unidea e, invece di essere uido e libero di gestirla,
segue la linea o il vincolo tracciato nel suo profondo. L aspetto fantastico delle-
sistenza di un bambino ` e un tentativo frenetico di attraversare o circumnavigare
quei vincoli, e di mantenere uno schema di consapevolezza individuale. Tuttavia,
questa battaglia ha breve durata e spesso i genitori appoggiano il periodo fantasti-
co solo per un po. Prima o poi, loro vorranno che diventiate seri, che vi sistemia-
te e che studiate i blocchi mentali e i principi fondamentali che essi ritengono
opportuni.
Da bambino mettevate un sacchetto di carta in testa e dicevate:

Sono il
grande capo della trib` u degli Uli-Guli

, e vostro padre vi diceva



Smettila di
gingillarti ed entra in macchina

. Cos`, la mente incominci` o a sperimentare una


debolezza inutile. Quando dicevate qualcosa, il pi` u delle volte vi sminuivano o vi
ignoravano. Non sperimentavate la vostra parola come legge. In effetti, chiunque
sembrava avere il controllo della vostra vita, perno gli sconosciuti. Man mano
che la vostra psiche o s e interiore affrontava questi capovolgimenti dei suoi sche-
mi di fantasia, doveva ricomporre la propria confusione. Giunse gradualmente
ad accettare che essa non aveva la capacit` a di creare la sua realt` a assoluta, cos`
incominci` o a degradare le prorie aspirazioni, parole e forme di pensiero in quanto
non importanti e irreali.
Forse potreste fare unaffermazione quale:

Posso essere un grande violini-
sta

, ma quando siete messi alla prova vi tirate indietro e sostenete che stavate
solo scherzando; ma certamente non stavate scherzando. Dentro di voi, avete s`
quella sensazione, solo che la forma di pensiero ha difcolt` a ad essere integra o
degna di s e. Limpressione ` e che quel che pensano gli altri sia pi` u importante di
quello che pensate voi.
`
E interessante, non ` e vero, che la mente creda a un perfetto
sconosciuto che magari ` e venti volte pi` u squilibrato di voi, piuttosto che credere a
se stessa?
Linefcienza della mente ` e costantemente confermata dalla societ` a. Quante
volte la gente vi ha detto:

Non essere sciocco. Non ` e logico. Non ` e permesso.
Non ` e possibile. Non ` e giusto. Non ` e questo e non ` e quello

. Per compensare
la vostra mancata capacit` a di creare la realt` a per mezzo della consapevolezza, la
mente fa nta che i suoi desideri non siano importanti. Poi, se le cose non si
materializzano, la mente o ego dice:

Tanto non me laspettavo

. Adattiamo
costantemente le nostre speranze per accomodare le delusioni.
45
La mia parola ` e legge dentro di me. Credendo nella
forza nella mia realt ` a, materializzo tutto
quel che voglio dalla vita
Per sperimentare la vostra parola in quanto legge, dovete iniziare a compor-
tarvi e a parlare in modo misurato. Cos`, spesso tendiamo a lasciarci sfuggire
di bocca una promessa o unidea e spesso abbiamo poca o nessuna intenzione di
mantenerla. Non appena incomincerete a vedervi come una centrale elettrica del-
la consapevolezza, inizierete davvero a rendervi conto che avete potere, il potere
di cambiare non soltanto la vostra vita ma anche quella degli altri e del mondo
intorno a voi.
Man mano che questo potere si sviluppa dentro di voi, le parole che proferite
diventano simboli di quel potere.
`
E come se ora voi foste un rappresentante della
Forza e foste in grado di prestare fede a ci` o che dite.
`
E unabitudine dellego fare
promesse affrettate per essere accettato o per rimandare o alleviare una situazione
difcile. Dal momento che lego implora amore e accettazione, esso tender` a ad
accontentare chiunque.
La funzione dellego ` e proteggere la sopravvivenza dellidentit` a. Per ridurre
la possibilit` a di un conitto fatale o di un pericolo per se stesso, lego implora
riconoscimento e accettazione da quante pi` u persone possibili. Lo fa in molti
modi nascosti. Mostra al mondo una falsa immagine di s e, nella speranza che il
mondo laccetti per buona e amorevole e non minacciosa. Ci` o accade poich e lego
sa che, se si trova in una condizione di manifestata debolezza sar` a pi` u probabile
che gli altri lo accettino, perch e si sentiranno pi` u a loro agio e meno minacciati.
Questo aiuta lego a stabilire e ad assecondare la propria sopravvivenza.
Man mano che diventerete pi` u potenti, incomincerete a staccarvi dal mondo,
poich e esso ` e sostanzialmente debole. Parte di questo distacco sta nella vostra
abilit` a nel ritirarvi dallo schema mentale e dai sentimenti della societ` a intorno
a voi. Ricordate, la societ` a vi controlla insinuando che in qualche modo voi ne
siete responsabili o che quantomeno avete un dovere nei suoi confronti. Questo
non ` e affatto vero e la Forza divina non vi chiede di sostenere, o di non sostenere
qualcosa. Di nuovo, questa ` e una vostra decisione. Per assecondare questo senti-
mento, noi cerchiamo di fare quello che la gente si aspetta da noi e speriamo cos`
di piacere agli altri. Una volta che smetterete di preoccuparvi di piacere alla gente,
allora potrete liberarvi dalla loro manipolazione nei vostri confronti e stabilire un
sentimento di totale indipendenza. Questo non ` e un processo facile, perch e ricor-
datevi che da bambino vi hanno programmato per cercare approvazione facendo
costantemente quello che la gente voleva. Una volta che sarete in grado di andare
oltre la cosa, il limite sar` a il cielo.
Man mano che osservate le manipolazioni della societ` a, potete capirle in ma-
niera amorevole. Le persone hanno bisogni, hanno paure e patiscono le loro lotte
46
emotive. Di solito, quando lenergia di una persona crolla, gli altri incominciano
a imporsi in qualche modo. Il trucco sta nel reggerli senza lasciare che vi fac-
ciano perdere il controllo. Ci` o signica essere impassibili nei loro confronti, farsi
piuttosto indietro e aiutarli ad aumentare la loro energia ancora una volta. II pro-
blema ` e che ci insegnano a usare le emozioni per ottenere quello che vogliamo,
cos` tendiamo a imporlo agli altri, anche se la nostra richiesta non sempre ` e gius-
ta. Questo ` e particolarmente vero per quanto riguarda le famiglie e gli amici. In
quelle relazioni abbiamo una capacit` a maggiore di manipolare o di essere manipo-
lati a nostra volta. Credo sia possibile comportarsi equamente con i propri cari,
senza essere trascinati in un ristagno di obblighi e doveri che potrebbe non fare al
caso vostro.
Lanno scorso chiesi a un amico di venire con me a un seminario. Lidea
gli piacque molto e voleva davvero venire. La cosa lo avrebbe aiutato. Tuttavia,
dovette riutare la mia offerta poich e il seminario si svolgeva nel giorno di una sua
festa religiosa. Abitualmente, quel giorno la sua famiglia si riuniva per qualche
specie di culto o pranzo cerimoniale. Gli chiesi che cosa avesse di tanto speciale
quel giorno. Lui rispose che era considerato sacro perch e era il giorno in cui Dio
concesse alla sua trib` u unimportante vittoria in battaglia. Ero curioso di sapere
quando cera stata la battaglia. Il mio amico non era sicuro, ma accadde almeno
duemila anni fa.
Durante unindagine, risult` o che la trib` u del mio amico aveva ridotto in pol-
tiglia unaltra trib` u, uccidendo migliaia di persone. Inoltre, la sua trib` u, grata di
aver massacrato i nemici, decise che Dio aveva concesso loro la vittoria e che
quindi quel giorno dellanno avrebbe dovuto essere destinato ai ringraziamenti, ai
rituali e alle cerimonie. Se io fossi Dio, in quel giorno mi farei un dovere dessere
occupato altrove! Ad ogni modo, consideriamo la situazione del mio amico. Ecco
un uomo adulto estremamente intelligente e creativo, alla ne del ventesimo seco-
lo, incapace di cogliere unopportunit` a perch e si preoccupava di quello che i suoi
parenti avrebbero pensato di lui se non si fosse presentato alla cena cerimoniale
per celebrare un massacro. Perch e sentiva di doverlo celebrare? Perch e la vittoria
fu utile alla trib` u e cos` divenne la volont` a di Dio. Quindi, non celebrare la vitto-
ria era contro la volont` a di Dio. Sua madre, glielo disse quando era bambino e lui
credette ingenuamente che la storia fosse vera. Come se alla Forza divina, in tutta
la sua magnicenza, importasse un co secco di un massacro tribale e di una cena
in famiglia!
Il punto ` e che se voi vi divertite a seguire i rituali della famiglia, allora fatelo,
ma concedetevi anche la libert` a di rinunciare alle occasioni quando non fanno al
caso vostro. Provate a fare cos`: il prossimo Natale, al posto di andare a casa
dei vostri genitori a mangiare del lurido tacchino rimpinzato di tossine, dite loro
che, invece, voi andate al take-away cinese. Aspettate pi` u o meno le otto di sera
della vigilia di Natale per informarli della vostra assenza. Poi tiratevi indietro e
47
guardate le scintille sfavillare!
Non appena riuscite a slegarvi e a staccarvi dalla brama di accettazione, di-
ventate liberi. Capite che quello che la gente pensa di voi ` e una parte della loro
evoluzione, ma non della vostra. La vostra identit` a e la vostra evoluzione sono
distinte. Man mano che vi sentirete a vostro agio con questa sensazione, allora
smetterete di essere accomodanti. Non dovete essere carini, caritatevoli, gentili,
indulgenti o rabboniti in alcun modo. Ricordate, la Forza divina ` e imparziale:
non vi chiede di sacricarvi per gli altri o di rinunciare a qualcosa. Se decidete
di farlo, allora questa ` e la vostra volont` a, non quella della Forza divina. Il pro-
blema ` e che ci hanno educato in base alle manipolazioni emotive di altre persone.
Usano varie forme di dovere, onore, bisogno, paura, obblighi tribali ed emozioni
negative per farci fare cose che vogliono che noi facciamo. Non appena vi ren-
dete conto di quello che vi stanno facendo, allora potete allontanarvi e prendere
decisioni da soli, anche se quelle decisioni a volte sono impopolari. E lo saranno
spesso: la gente reagisce con veemenza quando voi mancate di rispondere alle
loro manipolazioni.
Man mano che divenite un essere potente, indipendente e che si evolve, capite
che non dovete accontentare chiunque, se non ` e vostra intenzione farlo. Quindi,
non dovete promettere qualcosa alle persone per ricevere la loro approvazione,
poich e a voi non importa se vi accettano o no. La verit` a ` e che se esprimete ef-
cacemente la Forza divina e se sviluppate dentro di voi un intenso senso di libert` a,
allora la gente risponde automaticamente. Le persone percepiscono la vostra forza
e capiscono che potete farcela da soli. Questo li rilassa: signica che non devono
sostenervi in alcun modo. Ricordate, esse avranno anche una naturale tendenza a
cercare di rabbonirvi e assecondarvi. La vostra forza signica che loro possono
rilassarsi e, se tutto va bene, possono ottenere da voi dellenergia.
Una volta che non dovete pi` u assecondare la gente, potete incominciare ad
agire in maniera, misurata. Ci` o signica soppesare gli eventi e le decisioni alla
luce dei vostri bisogni della vostra educazione e della vostra crescita individuale.
A quel punto, se volete aiutare qualcuno, lo fate di vostra volont` a, non perch e
sentite di doverlo fare o a causa della loro manipolazione. Essendo schietti e com-
portandovi in maniera misurata, procederete dolcemente per mezzo della consa-
pevolezza del giorno. Non correte, non abbiate fretta e stabilite schemi orari che
facciano al caso vostro.
Sono quel che sono e questa ` e la mia evoluzione.
Quello che gli altri percepiscono di me
` e una parte della loro evoluzione.
Non appena vi abituate a questo potere distaccato, allora incominciate a pon-
derare le parole che proferite. Nascono dalla forza, o sono concepite per rendere
48
felici gli altri? Dite sul serio, oppure vi state soltanto abbandonando a mezze
verit` a e banalit` a per evitare di occuparvi di qualsiasi cosa vi si presenti davan-
ti? Non appena considerate la cosa, incominciate a vedere che spesso le parole
sono soltanto bazzecole: promesse che non saranno mai mantenute, idee che non
si materializzeranno mai, sogni che non si avvereranno mai e cos` via . Vi siete
mai chiesti perch e le persone parlano in quel modo? Lo fanno perch e non speri-
mentano la loro parola come legge. Non si aspettano che i loro pensieri consci si
manifestino nella realt` a; pertanto, continuano a fare giochi di fantasia che rievo-
cano lirrealt` a dellinfanzia e il disagio che provano per non aver la forza di dare
o di ottenere nel piano sico le cose che vogliono. Questo li indebolisce.
Quando sarete dellidea che la vostra parola ` e legge, considerate queste cose.
In primo luogo, non darete mai e poi mai la vostra parola a chiunque per assecon-
darlo. Lo farete soltanto se appoggerete le promesse che fate. Se la gente vuole
che voi facciate qualcosa contro la vostra volont` a, spiegherete loro, amorevol-
mente ed educatamente, che voi non desiderate essere coinvolto in quel modo.
Poi, darete la vostra parola solo raramente e mai quando non dovete farlo.
`
E cos`
semplice dire a qualcuno:

Mi dispiace, ma al momento non posso prendermi
quellimpegno

. Ricordate, la mente umana ` e abituata ad essere dissuasa. Es-


sa fa di continuo delle richieste che sa non saranno soddisfatte immediatamente;
inoltre, accetta il dopo in quanto parte naturale della realt` a. Scegliere di non
impegnarvi riduce la vostra probabilit` a di non prestare fede allimpegno. Poi, se
mai darete la vostra parola, porterete assolutamente a termine limpegno. Se le
circostanze non vi permetteranno di farlo, allora userete quelle circostanze per
imparare qualcosa sul modo in cui la consapevolezza scorre e la prossima volta
eviterete una situazione simile.
Non appena imporrete questo tipo di disciplina ai vostri rapporti con gli altri,
potrete incominciare a usarlo in relazione a voi stessi. Se promettete a voi stessi
di levarvi allalba e correre per tre miglia, non permettete allego di intrappolarvi
con le sue scuse. Di nuovo, non fate a voi stessi delle promesse se non avete
intenzione di mantenerle. Non appena diventate determinati in questo tipo dat-
teggiamento, allora, gradualmente, i vostri pensieri si trasformeranno da fantasia
e chiacchiere in una manifestazione assoluta della Forza divina. La vostra parola
diventa legge perch e le date signicato e importanza. Essa ha del vero. Se dite che
sar` a cos`, lo sar` a qualunque cosa succeda. Gradualmente, proverete a dare la vo-
stra parola agli altri o a voi stessi e assisterete al compimento dellimpegno preso.
Questa esperienza si addice allaffermazione. Vedrete voi stessi come un essere
potente e indirizzato a qualcosa. Ogni volta che portate a termine un impegno, vi
spostate sempre pi` u lontano dalle debilitazioni dellinfanzia. Il centro della vostra
consapevolezza o intento si trasformer` a da fantasia in realt` a.
La vita non ` e pi` u una supposizione o un sogno; ` e qualcosa che effettivamente
sperimentate. Man mano che le vostre forme di pensiero e le parole acquistano
49
potere, la parabola denergia sulla quale viaggiano attraverso la Legge Universale
diventa pi` u corta e pi` u densa. Potete percepire le vostre parole e i pensieri pas-
sare pi` u velocemente dalla consapevolezza alla realt` a. Non appena affermate:

Io
sono forza

, la forma di pensiero passa da semplice borbottio a una manifestazio-


ne assoluta della vostra parola in quanto legge. Fate una pausa per un momento e
dite a voi stessi quelle parole a voce alta. Le dite con sentimento o con un po de-
sitazione? Da questo potete individuare la misura della forza della vostra parola
in quanto legge. La domanda ` e, potete esprimervi a un certo livello denergia? Se
la risposta ` e no, lavoriamo sul modo in cui voi usate le parole e su quello che ne
consegue. Presto, la vostra consapevolezza prover` a una densit` a pi` u sonora che si
materializzer` a in beneci.
Affermazioni di Individualit` a
- COMUNICO I MIEI BISOGNI. COS
`
I FACENDO, OTTENGO CI
`
O CHE
VOGLIO DALLA VITA.
- PARLO E MI COMPORTO IN MANIERA MISURATA. CONTROLLO
SEMPRE LA MIA VITA.
AFFRONTO QUESTO GIORNO CON POTERE E FORZA IN QUANTO
INDIVIDUO E PER MIA CONVENIENZA.
- SONO QUEL CHE SONO E QUESTA
`
E LA MIA EVOLUZIONE. QUEL-
LO CHE GLI ALTRI PERCEPISCONO DI ME
`
E UNA PARTE DELLA
LORO EVOLUZIONE.
- AMOLUMANIT
`
ALASCIANDOCHE SIA QUALSIASI COSA VOGLIA
ESSERE. AMO ME STESSO DIVENTANDO QUEL CHE DESIDERO
ESSERE.
50
Capitolo 7
AFFERMAZIONI DI PENSIERO
IL VOSTRO PIANO DI BATTAGLIA
U
naffermazione di pensiero ` e essenzialmente unaffermazione della con-
sapevolezza.
`
E il punto cruciale del vostro piano di battaglia per lautole-
gittimazione. Per mezzo di essa, lio interiore afferma una parte dellim-
magine di s e. I pensieri che vanno a creare quellimmagine di s e dovrebbero es-
sere controllati attentamente, per assicurarsi che qualunque cosa esprimiate nella
consapevolezza vi conferisca potere.
Il pensiero aiuta a creare ed ` e parte integrante della vostra realt` a. Il pensiero
accompagnato dallazione, crea il vostro destino. Qualche anno fa, mi trovai al-
laeroporto di Kano nella Nigeria settentrionale. Il mio aereo era in ritardo di
quarantottore a causa di problemi meccanici. Quando nalmente fummo pronti
a decollare di nuovo, fummo portati sulla pista e ci fu detto di aspettare. Poi, un
uomo molto distinto usc` da un hangar a cavallo di un cammello. Indossava le pi` u
belle insegne cerimoniali rivestite da nastri doro. Pareva fosse una persona molto
importante, quantomeno agli occhi della gente del luogo.
Trotterellava sulla pista portando con s e una lunga tromba di ottone che rag-
giungeva i tre metri e mezzo di lunghezza. Sostando accanto al nostro aereo,
suon` o una scoreggia cerimoniale con il suo strumento e trotterell` o via di nuovo.
Disorientato, chiesi cosa signicasse tutto ci` o. Pare che negli anni 50 un aereo
si fosse schiantato al decollo e sette persone rimasero uccise. Il tipo che ammi-
nistrava laeroporto si consult` o con un medico locale, il quale dichiar` o che spiriti
malvagi avevano causato lincidente. Cos`, si decise di ingaggiare un trombettiere
per scacciare qualsiasi inuenza negativa prima del decollo. Egli agiva come una
specie di affermazione rudimentale che in futuro tutto sarebbe andato bene. In
effetti, la cosa funzion` o. Da quando avevano assunto il tipo, allaeroporto non si
erano pi` u vericati incidenti.
Ciononostante, vi era un lato negativo. Lintera performance durava circa dieci
51
minuti. Nel frattempo, tutti i passeggeri sopportavano un caldo di 40

C, con i
bagagli in mano, su una pista di decollo calda come una piastra. Man mano che
ci avvicinavamo al velivolo, notai che alcune persone sembravano decisamente
barcollanti. Ricordo che pensai che in quel modo qualcuno ci avrebbe lasciato le
penne, specialmente i pi` u anziani.
Come per le affermazioni di parola, la chiave dei vostri pensieri ` e quello che
credete, e se sentite o no di avere la capacit` a di controllare il vostro destino. Luo-
mo inconsapevole vive una vita fortuita: non capisce come si svela il suo destino
e presume che gli avvenimenti pi` u importanti della sua vita siano il frutto della
fortuna; di conseguenza, egli lotta. Gradualmente, mediante gli acciacchi del-
la vita quotidiana, il sonnambulo ottiene una modica conoscenza, ma ci vuole
uneternit` a.
L uomo consapevole, colui che ` e conscio del suo sviluppo, capisce che la
vita si svela in quanto manifestazione esterna di pensieri intimi, sentimenti e re-
alt` a. Cos`, questuomo vive la sua vita in sacra dedizione a capire se stesso. Egli
considera la sua vita come un simbolo del s e interiore e usa questo simbolo per
consolidare e perfezionare ci` o che egli ` e. Durante i primi anni di vita, la mente
` e fresca e libera dalle sventure e tutto ` e positivo e leggero. Tuttavia, col passare
del tempo i dolori della vita creano nella psiche dei umi profondi o dei tracciati
che non si possono cancellare facilmente. Ad esempio, se una notte, a dodici an-
ni, una ragazzina ` e spaventata da qualcuno in strada, per lei sar` a molto difcile
trascendere quella paura anche se le stesse circostanze potrebbero non ripetersi
pi` u nella sua vita. Anche quando sar` a cresciuta e capace di badare a se stessa,
la negativit` a le rimarr` a fortemente e drammaticamente impressa nella memoria,
poich e vi ` e penetrata non solo come forma di pensiero, ma come una forma di
pensiero accompagnata da unestrema emozione negativa di paura.
Se lei affermasse:

Non ho paura di camminare da sola al buio

, dovrebbe
ricordarsi del fatto che ha paura e ci` o servirebbe soltanto a far penetrare pi` u in
profondit` a quello schema. Perci` o, man mano che consideriamo le affermazioni
di pensiero, dobbiamo essere sicuri di esprimere quelle affermazioni in modo tale
che abbiano effetto su di noi.
Da adolescente, un individuo deve conciliare tutto ci` o che ha appreso e crearsi
una propria identit` a. Questa operazione ` e generalmente molto spiacevole poich e ` e
difcile immaginare di non sapere chi si ` e. Durante questi anni e no ai trentanni
circa, il carattere e la personalit` a dellindividuo si svelano gradualmente. In questo
periodo cruciale lindividuo si allena, per via sperimentale, a creare una realt` a per
se stesso. Mette in moto un usso di consapevolezza e vede se funziona come
intende lui. Spesso, vi saranno molti cambiamenti nella sua vita, molte persone
diverse e molti tentativi per padroneggiare i processi della vita. Questo ` e normale.
Ogni volta che lindividuo affronta unavversit` a, egli la confronta con la sua ca-
pacit` a di trascendere. La sua capacit` a di essere creativo e di adattarsi ` e dominata
52
dalle esperienze di vita che egli ha fatto nora, quali che esse siano. Questi con-
fronti, o sperimentazioni nella consapevolezza, determinano pi` u o meno la qualit` a
degli avvenimenti che lindividuo vivr` a per il resto della sua vita.
Quando ha circa trentatr e anni, il senso generale del suo destino ` e stabilito.
Potrebbe cambiare, ma per farlo ci vuole molta fatica. Ci vuole un completo
rischieramento che, di solito, non ` e scelto volontariamente dallindividuo. Spesso
avviene per mezzo di un grosso disastro in cui la vita dellindividuo in qualche
modo va a rotoli. Potrebbe essere un incidente o una malattia mortale o in alcuni
casi una bancarotta, un divorzio o labuso di alcool o droghe.
Affrontando il crollo dellimmagine che lego ha di s e, lindividuo ha loppor-
tunit` a di riallinearsi e di crearsi un nuovo destino. A volte, questa opportunit` a va
persa e lindividuo precipiter` a in basso per un po. Se questa parabola verso il
basso diventa costante, alla ne il conitto personale si risolve con la morte. Ci` o
accade perch e il s e interiore dellindividuo, non avendo un posto dove andare e
ritenendo che il suo progresso spirituale ` e messo in difcolt` a, attira gradualmente
verso di s e una via duscita. La transizione dal piano sico permette alleterno
s e di riconquistare il controllo e a volte esso ricorre a quella scelta per districarsi
da una situazione insostenibile.
Man mano che la negativit` a conquista una posizione sicura nel cuore di un
individuo, essa diventa sempre pi` u potente in virt` u dellemozione creatasi come
reazione al bisogno di sopravvivenza dellego. Lemozione ` e proprio la forza che
conferisce alla negativit` a il suo potere.
Quando avete paura di una cosa la rendete reale. Ironicamente, il desiderio
estremo dellindividuo di sopravvivere crea la sua distruzione, poich e ` e il timore
dellego per la sua integrit` a che attira la sua distruzione. In realt` a non vi ` e alcuna
morte, ma ditelo allego!
La storia delluomo ` e pervasa da racconti di grandi iniziati che morivano
e risuscitavano. Talmud, Mitra, Adone, il Nazareno, Hu il Dio dei Druidi, si
diceva che tutti avessero attraversato lo stesso processo di trascendenza dellego.
Lego dovette lasciare andare il suo controllo sulla vita e il suo terrore della morte
afnch e luomo si aprisse alla forza del bene.
Rifuggire dalla negativit` a vuol solo dire darle credito. Se riuscite ad accettare
le vostre paure in quanto parte di ci` o che siete e a considerarle in maniera distac-
cata e affettuosa, esse incominciano a dissiparsi. Man mano che lo fanno, la vostra
proiezione nella Legge Universale diventa pi` u forte e pi` u gradevole. La vostra vi-
ta migliora e lego arriva a capire che il disastro non ` e necessariamente una realt` a
della vita.
Noi possiamo considerare il mondo da una prospettiva denita ed egocentri-
ca, pensare a disordini e calamit` a e dire:

Sono cose terribili

; oppure possiamo
considerarle da una prospettiva innita e vedere la bellezza che c` e nel proces-
so dapprendimento. Analogamente, nella vostra vita la negativit` a vi assiste nel
53
diventare pi` u simili a Dio, ma solo se voi non lottate contro di essa. Il modo
per affermare il vostro potere positivo ` e ridere delle vostre debolezze e innalzare
statue ai vostri meriti.
La vostra capacit` a di volgere la consapevolezza alla Legge Universale e fare in
modo che essa risponda ` e emozionante soltanto se funziona! Tutto il resto porta
alla frustrazione e a una maggiore conferma della negativit` a. Ogni momento della
vostra vita ` e unaggiunta programmata ai contenuti gi` a stabiliti. State affermando
un tipo di pensiero negativo o uno positivo. Non vi ` e una via di mezzo. Ora,
quando capite che distruzione pu` o creare il potere della mente dovreste essere
contenti, poich e grandi manifestazioni di disordine vi permettono di capire che,
dallaltro lato della parabola, c` e anche la possibilit` a di conseguire dei grandi
risultati positivi.
Il male nel mondo ha permesso che ci fossero dei santi, cos` come i fallimenti
della vostra vita (che in realt` a non esistono) vi permettono di creare la base per
il successo. Ad ogni modo, se rievocate il fallimento e dite:

Questo ` e il tipo
di energia che ho sperimentato lultima volta, perci` o stavolta farei meglio a stare
attento

- limitate le vostre aree di sviluppo personale. Il pensiero negativo si


auto-alimenta: pi` u cadete nella negativit` a, pi` u ` e difcile uscire dalla palude. La
profezia della negativit` a diventa sempre pi` u forte e ogni avvenimento della vostra
vita serve a confermare la sua veridicit` a. Per fare in modo che le affermazioni
di pensiero funzionino, dovete creare dentro di voi una parabola di speranza e di
aspettativa positiva. L` a forma di pensiero deve diventare unabitudine naturale
che dice:

Esiste un modo e io lo scoprir` o sicuramente

. In un primo momento,
questo pensiero ` e cos` debole che non cambia molto le vostre circostanze, ma se
voi perseverate e siete pazienti con voi stessi, alla ne il potere dellaspettativa
positiva prevale. Pensate a questo: se voi create mille pensieri al giorno e li molti-
plicate per i giorni della vostra vita, potete vedere la rilevanza del sentimento di
base che avete creato. Esso cambier` a solo col tempo. Ci vuole tenacia di spirito
per creare trion. Eppure, se considerate le vite di grandi uomini e donne, dei
grandi trionfatori, vedrete che ciascuno, senza eccezione, affront` o e trascese tri-
bolazioni, malattie, bancarotta o fallimenti, prima di raggiungere lapogeo dello
sforzo umano.
Prima di analizzare la natura del pensiero, potrebbe esservi utile prendere un
pezzo di carta e annotare i vostri pi` u grandi disastri. Intitolateli come se fossero dei
fantastici lm. Date al disastro un nome che attira lattenzione tipo Il giorno in cui
mangiai il canarino del mio vicino. Fate tre colonne. Mettete il titolo nella prima
colonna, le conseguenze o i risultati delle vostre azioni nella seconda colonna.
Ad esempio, Fui citato dal mio vicino e Ebbi unindigestione per una settimana.
Poi, scrivete nella terza colonna ci` o che avete imparato dallesperienza, poich e
ciascuno dei disastri era una lezione. Vi siete iscritti a un corso di vita quotidiana.
Lunica cosa brutta che potrebbe mai succedervi ` e che voi frequentiate il corso,
54
paghiate liscrizione ma non ne capiate il messaggio. Lincapacit` a di afferrarlo
fa s` che le lezioni continuino a riproporsi in forme diverse. Questo accade perch e
esse giacciono nel vostro io interiore come conitti o debolezze e alla ne escono
come miasma da un acquitrino e attirano verso di voi avvenimenti che riettono
le loro caratteristiche.
A volte, la Legge Universale ha un modo di prendervi estremamente alla let-
tera e crea per voi avvenimenti che sono gli esatti riessi di quel che state pen-
sando, ma non necessariamente di ci` o che avevate in mente. Stavo facendo una
conferenza in una chiesa sulla costa orientale degli Stati Uniti e, mentre ero nella
stanza sul retro dove aspettavo di incominciare la conferenza, il telefono squill` o.
Una donna dalla voce risonante mi disse che era una maestra spirituale di quelle
parti e che sarebbe venuta in citt` a appositamente per concedermi unudienza.
Normalmente mi piace incontrare altri conferenzieri. Mi diverte scoprire a
che punto sono e come la pensano. Tuttavia, in questa occasione sarei stato
perfettamente contento di dar buca allincontro proposto.
Quando la conferenza inizi` o, lei non era ancora arrivata e io vivevo nella spe-
ranza che avesse cambiato idea. Stavo parlando da circa quaranta minuti quando
ci fu un tremendo vocio in fondo alla chiesa e la donna entr` o. Era enorme, almeno
centotrenta chili, forse centottanta. Vasti acri di carne penzolavano incoerente-
mente dal suo corpo.
Nella sua mente, lei aveva deciso di destare impressione. Invece di raggiun-
gere silenziosamente la la posteriore, incominci` o una lenta e tetra avanzata lungo
il corridoio principale. Non avevo nessun commento o giudizio da fare circa le sue
misure, ma se avete mai parlato in pubblico saprete quanto si viene distratti da chi
arriva in ritardo. Tendete a perdere il lo del discorso.
Ogni passo che faceva risuonava per tutta la chiesa, echeggiando sui travetti.
Tutti gli spettatori si voltarono per vedere chi era e a quel punto il mio discorso si
era pi` u o meno interrotto. Lintera performance della sua entrata aveva lo scopo di
attirare lattenzione, e cos` fu. Man mano che camminava, affondava cautamente
le sue enormi gambe in avanti, ruotando simultaneamente la relativa anca. Nel
frattempo, il resto del corpo faceva del proprio meglio per seguirla.
Tutto procedette abbastanza bene nch e arriv` o a cinque le dalla prima. A
quel punto, era un po imbarazzata di aver fatto arrestare lintero discorso, cos`
affrett` o il passo. Fu fatale. Uno dei parrocchiani aveva lasciato un grosso cestino
in vimini nel corridoio, ma la donna non lo vide. Fece un clunk infernale con il
piede e poi, barcollando in avanti, ruot` o invano le braccia in unaffannata ricerca
di stabilit` a.
Come sapete, quando un disastro si abbatte, le cose tendono ad andare al ral-
lentatore. Rimasi sul podio, sospeso nel tempo, a guardare inerme la donna che
barcollava verso un centro di gravit` a inesistente e inne cadde piatta di schiena.
Giaceva l` come Moby Dick.
55
Rapidamente, sei dei membri pi` u robusti della congregazione corsero in suo
aiuto. Il problema era che il suo corpo aveva nalmente trovato il suo vero luogo
di riposo, raso terra, e si riutava fermamente di essere rialzato nella normale
posizione verticale.
Bene, per farla breve, alla ne riuscirono a rimetterla in piedi e a farle prendere
posto, e la conferenza continu` o. Tuttavia, limbarazzo della povera donna fu cos`
forte che tutti si sentirono estremamente a disagio. Ebbi un tracollo cos` intenso
che dovetti chiedere una pausa di dieci minuti. In modo molto interessante, la
donna us` o quel momento come scusa per battere in ritirata e non mi capit` o mai
pi` u di fare la sua conoscenza.
La sua affermazione di voler destare impressione non deve essere stata molto
chiara alla Legge Universale, perci` o la Legge ha fatto del proprio meglio per as-
secondarla. Sono sicuro che lei non dimenticher` a mai quel giorno e probabilmente
lavvenimento la perseguiter` a in eterno, riposando in cima alla lista dei suoi pi` u
grandi disastri. Eppure, sono sicuro che se lei avesse il senso dellumorismo,
minimizzerebbe la cosa come un esercizio di vita quotidiana.
Considerando le lezioni di vita in questo modo, le vedete in piena luce. Se,
ammettiamo, voi foste un gran piantagrane, potreste vedere la debolezza di quello
schema e imparare da esso. Inoltre, provereste piacere nel rendervi conto che gli
altri personaggi del lm sui vostri pi` u grandi disastri, in realt` a erano in un lm
tutto loro. Se tutti noi creiamo la nostra realt` a, allora anche loro hanno creato la
propria, attirandovi nella loro vita. Essi dicono alla Legge Universale:

Dammi
scompiglio

e molto gentilmente voi vi siete presentati al momento giusto, cre-


ando per loro il tipo di disastro che stavano cercando. Voi avete agito come un
aftta problema cosmico e loro hanno imparato qualcosa su di s e. Nella co-
scienza tutto ` e relativo, il che signica che la responsabilit` a dellavvenimento ` e
tanto loro quanto vostra. Per quanto allapparenza sembrino vittime innocenti, di
vittime non ce ne sono.
Mi concedo il perdono e la completa assoluzione.
Giacch e ora la mia energia ` e superiore e va oltre
ogni errore io possa aver commesso in passato.
Se vi prenderete qualche momento per ripulire un po delle vecchie macerie
e vi amerete per le vostre debolezze, imparerete a mostrare la stessa benevolenza
che la Forza divina ha nei vostri confronti. Il fatto che non siate perfetti ` e sem-
plicemente fantastico, poich e se foste perfetti non sareste qui sul piano terreno.
Non vi prendereste la briga di venire qui.
Le lezioni del piano terreno sono importanti. Vi siete mai chiesti perch e la
Forza divina permette che accadano tante disgrazie? La Forza divina pu` o consi-
derarle utili e bellissime, oppure no. Se non le trova utili, perch e non sistema le
56
cose? Ovviamente, la risposta ` e che non pu` o. Una volta che levoluzione delluo-
mo fu messa in corso, la Forza divina dovette tirarsi indietro e lasciare che noi
ce ne occupassimo. Sono convinto che la debolezza intrinseca dellego sia stata
prevista. Ciononostante, la specie deve sopravvivere e, perci` o, tutte le difcolt` a
che dobbiamo trascendere sono soltanto una parte naturale del corso.
Non appena riuscite ad avere questa visione benigna del mondo e della vostra
vita, la negativit` a che si ` e costituita negli anni incomincia a diminuire e voi vi
allontanate dal destino delluomo. Questo vi aiuta a sua volta a trascendere e, non
appena avete fatto questo passo, le affermazioni di pensiero hanno la possibilit` a
di funzionare.
Il pensiero si rafforza principalmente in tre modi. Primo, ` e rafforzato dalla
qualit` a della Forza Vitale che mantenete.
`
E come se le forme di pensiero che cre-
ate abbiano un valore intrinseco o integrit` a, e quellintegrit` a ` e in parte sostenuta
dalla Forza Vitale allinterno del pensiero. La forma di pensiero si crea per mezzo
della consapevolezza, ma ` e energizzata dalla Forza Vitale. Voi potete fare unaf-
fermazione di grande bellezza, ma se ha poca Forza Vitale non riuscir` a ad essere
promossa. Potete affermare:

Questo ` e il mio giorno e mi sento bene

, ma se non
vi ` e nessuna luce nel pensiero, esso si dissiper` a velocemente e il vostro umore
cambier` a. E la Forza Vitale nel pensiero che lo rende dinamico.
Considerate che il pensiero sia come una freccia. Non appena un pensiero
parte dallarco della vostra mente, la sua forza intrinseca si dissipa, in proporzione
alla quantit` a di Forza Vitale che esso racchiude. La Forza Vitale ` e creata da voi. Se
la vostra energia ` e debole, anche il quantum di potere che voi create nel pensiero
` e debole. Non vi ` e nulla di pi` u potente della vostra Forza Vitale interiore. Essa
` e la vera essenza del vostro essere ed ` e quella parte di voi che vi porta fuori e
oltre la quotidianit` a.
`
E la parte che ci unisce a tutte le cose, la voce che ci chiama
dallinnito e che solo a volte udiamo.
La Forza Vitale nei vostri pensieri ` e una misura del vostro potere personale.
Senza potere, non potete essere efcienti nella dimensione del piano sico. Se il
potere vi d` a fastidio, se sentite che il potere non ` e sacro o ` e contro la volont` a di
Dio, oppure che in qualche modo non sarete salvati se diventate potenti, allora non
capite la Legge Universale. Solo perch e nel mondo si fa cattivo uso del potere,
non signica che esso vi corromper` a.
`
E abbastanza probabile, ammesso che vi
sia comprensione e amore, diventare potenti e non fare cattivo uso del potere.
Ma se non vi concentrerete o non lavorerete ai vostri poteri, allora sarete come
il sonnambulo, incapace di controllare la sua vita con le proprie convinzioni e il
proprio impegno.
Il potere della vostra Forza Vitale si esprime in diversi modi. Si esprime prima
attraverso il vostro corpo. Comunque siate, qualunque cosa creerete in questa vita
avr` a limpronta o il segno dellenergia del vostro corpo. Non vi ` e modo di evitarlo.
Dentro di voi, non potete raggiungere una cima se non avete lavorato sul vostro
57
corpo e non lo avete portato al suo livello massimo. Le lezioni pi` u importanti del
piano sico sono naturalmente apprese per mezzo del corpo. Se non badate al
vostro corpo se lo trovate noioso, se vi spaventa, o se vi sentite cos` elevati da
ritenere che gestire il corpo sico non sia importante allora non avete capito la
lezione di questo piano. Immaginate di riandare con la mente alla vostra vita e a
tutti gli sforzi che ha implicato dicendo:

Se solo non fossi stato cos` stupido. Se
solo non fossi stato cos` ottuso nella mia spiritualit` a,se solo non avessi evitato il
piano sico. Se solo...

.
Per essere completo nel mondo sico dovete realizzarvi secondo le vie del pi-
ano terreno. Questo include capire il mondo, sviluppare lintelletto e la creativit` a,
andare oltre le emozioni, avere il controllo delle vostre nanze e avere il controllo
del vostro corpo sico. Controllo signica lavorare costantemente al vostro cor-
po. Non signica che non ci saranno squilibri; vuol solo dire che vi assumete la
responsabilit` a di quegli squilibri. Dovete lavorarci sopra e farlo in modo disci-
plinato, accettando le conseguenze quando non lo fate. La Forza Vitale del corpo
d` a risonanza alla vostra forma di pensiero e le d` a potere intrinseco. Permette
al pensiero di unirsi alla Legge Universale e di attirare a voi le opportunit` a che
cercate.
In secondo luogo, la vostra Forza Vitale ` e inuenzata dallemozione e si mani-
festa mediante essa. Non appena manifestate unemozione, il sentimento intorno
a voi cambia e diventa turbolento. Pertanto, la realt` a che attirate verso di voi entra
in quella turbolenza ed ` e riordinata o deessa dal vostro squilibrio. Nel giro di
qualche istante il vostro corpo incomincia a reagire in maniera avversa e le vostre
proiezioni di forme pensiero diventano instabili. La vostra capacit` a di control-
lare gli avvenimenti intorno a voi ` e andata persa, giacch e il potere della vostra
consapevolezza ` e diminuito enormemente.
Se siete esposti ad emozioni negative per un tempo abbastanza lungo, perdete
la vostra capacit` a di controllare e siete in preda alla sorte. La vostra esperienza
fortuita sar` a conseguente allenergia fuori controllo che esprimete.
Calmando le vostre emozioni e considerando la vita bellissima, create unincu-
batrice nella quale cresceranno le vostre affermazioni di pensiero. La dimensione
dei sentimenti intorno a voi inizia a calmarsi e a riguadagnare la sua naturale riso-
nanza. Non appena diventate pi` u calmi lego si tira indietro, e voi potete vedere
le cose come sono veramente, piuttosto che attraverso lenergia dellego che ha
innumerevoli opinioni circa la vostra vita, molte delle quali imprecise.
Sono aperto nei confronti di questo giorno.
La mia vita sta uendo. Risuono nella bellezza
della mia calma interiore.
Le emozioni che esprimete sono solo risposte allincertezza dellego sulla vi-
ta. Dal momento che lego cerca sempre il cammino pi` u sicuro, esso tenta dispe-
58
ratamente di vedere dietro langolo. Lego fa un gioco chiamato e se. Dalle
esperienze passate, costruisce schemi di probabilit` a che hanno come risultato pi` u
preoccupazione ed emozione negativa. Prendetevi un momento per accettare ve-
ramente la vostra morte. Sentite la sua qualit` a trascendente. Considerate come il
cambiamento sia una parte dellordine naturale e sappiate in fondo al cuore che
effettivamente voi non morite. Non sarete mai vivi come dopo che il vostro corpo
ha cessato la sua attivit` a. A quel punto, proseguirete per qualunque evoluzione
abbiate scelto di seguire tramite il potere in questo mondo. Questo ` e lunico fat-
tore importante, quello sul quale lavorerete costantemente a partire da oggi no al
vostro ultimo giorno di vita.
Vivendo la vostra vita in maniera originale create una losoa di vita che
per voi sia efcace, non una losoa che ` e solo una cosa usata dalle credenze
della gente del Cerchio.
`
E molto importante che il terzo fattore che da potere alla
Forza Vitale dentro di voi sia ci ` o che io chiamo la losoa alternativa La Legge
Universale vi risponde spontaneamente e in modi che altri non sperimentano.
In sintesi: il terzo fattore che d` a potere alla Forza Vitale dentro di voi ` e lo
sviluppo di una losoa di vita personale. Per fare questo, credo sia meglio ab-
bandonare le parti restrittive di alcune delle religioni create dalluomo. Questo
non signica che dovete gettare via tutto quello che ` e scritto nei libri sacri, ma
che dovete prendere soltanto le parti che fanno al caso vostro, quelle che vi danno
forza e vi sbarazzate di tutto quel che non ha a cuore il vostro interesse. Creando
una losoa che ` e davvero vostra, acquistate la libert` a di pensare alla vostra vita
e di svilupparla nella direzione che vi pare.
Il trucco sta nello sviluppare una solitudine spirituale, vivere la vostra vita,
vivere le vostre credenze e semplicemente non dire ad altri quel che fate. Non
appena avrete sviluppato dentro di voi quel tipo di originalit` a e ducia, quello che
gli altri pensano e fanno non vi seccher` a pi` u. Sarete contenti se andranno per la
loro strada. Inoltre, proverete il vostro amore lasciandoli in pace, non ` e vero?
Alla Legge Universale, non importa ci` o che credete: le importa soltanto che
per voi sia efcace. Un tempo, le religioni cercavano di catturare la verit` a con-
trollando laccesso alla conoscenza delluomo comune. Le chiese monopoliz-
zavano la verit` a per convenire ai loro ni. Dicevano alla gente che cera una verit` a
che piaceva a Dio (qualunque insegnamento si fosse inventato la chiesa) e una che
non Gli piaceva (qualsiasi insegnamento che la contraddiceva). Ma in realt` a non
vi ` e nessuna verit` a assoluta, soltanto milioni e milioni di varie opinioni, ciascuna
vera per lindividuo, e la Forza divina non ` e coinvolta emotivamente in quello che
credete.
Nelle dimensioni incorporee oltre i conni della terra, qualsiasi cosa crediate
vi si riette contro e lambiente, o le condizioni del luogo in cui si trova uno spi-
rito, sono semplicemente il risultato dei sentimenti collettivi degli spiriti riuniti l`.
Se una dimensione ` e restrittiva sembrer` a grigia e monotona, ma gli spiriti presenti
59
non ne vedranno la bruttezza. Per loro, la loro dimensione ` e verit` a. Oltre le zone
grigiastre vi sono cieli celestiali nei quali tutto ` e bellezza e luce.
`
E cos` perch e
gli spiriti presenti appoggiano la libert` a e si attengono a una losoa che libera
piuttosto che limitare. Poich e i loro sentimenti sono espansivi e si accettano lun
laltro, la luce lo riette nella bellezza dei loro ambienti. Esistono poche regole,
salvo che ciascuno spirito appoggi il bene espresso come amore incondizionato.
Gli spiriti celestiali si sono evoluti lontano dalle credenze delluomo e cos` la
loro capacit` a di esprimere amore incondizionato ` e immensa. Quando intravidi per
la prima volta una di queste dimensioni, mi resi conto di comera vitale che la
gente si allontanasse dagli stereotipi che scambia per verit` a, e sindirizzasse verso
una losoa che prima appoggi noi stessi e poi, quando ci sentiamo a nostro agio,
appoggi tutti gli altri. Pi` u riuscite a passare dalla mentalit` a del Cerchio alla vostra
losoa, pi` u diventate celestiali. Nel farlo, dovete avere il coraggio delle vostre
convinzioni.
Se, ad esempio, vi alzate alle tre del mattino e mangiate un pezzo di pane
francese con una barra di cioccolato, germogli derba medica, un lo di mostarda
e una cucchiaiata di ketchup, allora ` e quella la vostra losoa. Altri potrebbero
pensare che siete pazzi, ma per voi quel pasto vi aiuta a sentirvi potenti durante il
giorno. Pertanto, fatelo!
Sviluppando la vostra losoa, vi liberate dalle convenzioni e da mille anni
di tradizione puerile. Non ` e forse vero che quando incontrate una persona un
po pazza, generalmente la trovate molto divertente? Queste persone sembrano
prendere la vita con facilit` a. La loro pazzia li sostiene. Questa ` e losoa.
La mia losoa per me ` e verit ` a.
Esprimendo la mia individualit ` a divento libero.
Le societ` a, i governi e le associazioni delluomo si rivolgono a voi afnch e
li appoggiate e abbandoniate il vostro sogno per lavorare ai loro. Se vi lasciate
attrarre da questa situazione, la vostra Forza Vitale si ridurr` a e il vostro potere nel
piano terreno sar` a vincolato. Non state vivendo e seguendo la vostra volont` a; state
vivendo la volont` a di altri.
Consideriamo alcuni degli equivoci comuni circa la societ` a e, soprattutto, i
governi. Poi, consideriamo come sviluppare una losoa che sia libera eppure
non leda gli altri.
Innanzitutto, se pensate che i governi agiscano nel vostro interesse, scordate-
velo! Tutti i governi sono una parte del tictac e agiscono nel proprio interesse,
anche se ngono altri menti. Il livello di manipolazione che impongono ai loro
popoli ` e sufciente a dominarli senza causare una disubbidienza di massa. E
ci` o che d` a potere a un governo sono i soldi (quelli che ottiene da voi). Non ha
nessun diritto divino su quel denaro, n e voi avete alcun dazio spirituale da pagare.
60
Tuttavia, una volta che il governo ha i vostri soldi li usa per creare istituzioni (la
polizia, lufcio delle tasse, la CIA, lesercito) che vi forzano a dargli ancora pi` u
soldi.
Il governo degli Stati Uniti, ad esempio, ` e dominato da maschi caucasici
bianchi che politicamente propendono per la destra (anche se sono Democrati-
ci) e imitano pappagallescamente la volont` a delle famiglie. Le leggi e le corti
riettono le idee di questi uomini. Se non siete n e bianco, n e maschio, se siete un
individuo, se vi capita di far parte di una minoranza, o se siete di sinistra, il go-
verno passa poche leggi che hanno a cuore il vostro interesse. Inoltre, non svolge
nessuna funzione che la gente non potrebbe svolgere da sola.
II governo crea leggi e regolamenti che gli si confanno. Negli Stati Uniti ci
sono oltre un milione di codici. Le leggi scaturiscono dallinteresse acquisito
del governo. Probabilmente avrete notato che non importa quale sia il partito
al potere, le cose non cambiano un granch e. Questo ` e perch e tutti i principali
partiti politici sono inuenzati dalla mentalit` a del Cerchio e le leggi che approvano
riettono quellinuenza. Se non vi conformate, il governo ricorre alle minacce
per soggiogarvi. Vi fa pagare ogni genere di cosa che non desiderate, o di cui non
avete bisogno. Inoltre, il governo permette agli Stati di creare regolamenti, leggi
e tasse concedendo anche a questi corpi il potere di controllarvi.
Nella citt` a in cui vivo, di domenica non si pu` o comprare una bottiglia di bir-
ra in un negozio. Questa legge riette lopinione fondamentalista che la birra di
domenica faccia male e occorra controllarla. La citt` a ha poco meno di quattromila
abitanti, di cui meno del cinquanta per cento sono fondamentalisti praticanti. Ogni
domenica la citt` a riceve altri cinquemila visitatori, alcuni dei quali sono probabil-
mente fondamentalisti, ma la maggior parte viene qui per sciare e per divertirsi.
Pertanto, la volont` a di poche centinaia di persone ` e imposta su qualcosa come
mezzo milione di persone lanno. Non vi ` e assolutamente nulla che la maggio-
ranza possa fare a riguardo. Questo tipo di violazione ` e continuamente reiterato
dai governi.
`
E ingenuo credere che il governo sia buono e che abbia a cuore il
vostro interesse. La storia ci mostra che tutti i governi vi deluderanno sempre. Ad
esempio, negli Stati Uniti, negli anni 30, il Presidente Franklin D. Roosvelt, che
era considerato un leader onesto, presiedette a un furto di tre miliardi di dollari
a danno degli americani. La Grande Depressione imperversava e Roosvelt fece
approvare dal governo una legge che obbligava gli americani a restituire al go-
verno loro che avevano, a un prezzo stracciato di $20.67 loncia. Non appena
Roosvelt ebbe tutto loro alz` o il prezzo a $35 loncia e trasse un utile cospicuo di
tre miliardi di dollari.
Se foste vissuti in quel periodo e aveste avuto la vostra losoa, non vi sareste
lasciati attrarre. Prima che il disegno di legge fosse approvato, avreste spedito
via mare il vostro oro e lo avreste depositato da qualche altra parte come fecero
molti altri. Per via della vostra losoa, sareste stati molto pi` u ricchi e pi` u liberi
61
di coloro che furono derubati.
La societ` a promuove lidea che esista una specie di dovere spirituale di obbe-
dirle. Eppure, quando considerate quello che vi si chiede di condonare, potete
vedere che molto di tutto ci` o ` e ingiusto, un furto bello e buono. Ora, dovreste
protestare, organizzarvi o sdare la legge? Diavolo, no! Commettete un errore se
lo fate. Il governo conta sul fatto che la gente non sappia quello che sta succeden-
do, assicurandosi che quelli che lo sanno non avranno il coraggio di protestare. Se
protestate, il governo vi cadr` a addosso come una tonnellata di mattoni. Deve farlo:
punendo lindividuo, atterrisce la maggioranza costringendola a conformarsi.
Il trucco sta nellassumere la visione taoista e mantenere un prolo il pi` u basso
possibile. Ad esempio,se non votate, non siete chiamati a fare il giurato. Io non
ho mai votato per qualcosa, proprio mai. Questa ` e la mia losoa. Ritengo che
votare li incoraggi soltanto.
`
E contro la legge? No. Se non volete votare, non
dovete farlo. A proposito, un altro modo per evitare di fare il giurato ` e dir loro
che siete taoista. I taoisti non credono nel peccato. Pertanto, dite alla corte che vi
piacerebbe tanto fare il giurato, ma in quanto taoista dovreste ritenere limputato
non colpevole poich e quella ` e la vostra losoa. Il pubblico ministero, che ha
bisogno di una condanna per mantenere il suo posto, vi liberer` a dallincarico di
giurato senza perdere tempo.
Esiste sempre un modo. Durante la guerra in Vietnam, ero amico di un ameri-
cano che viveva a Londra. Alla ne, lufcio di leva lo trov` o e lo chiamarono per
un colloquio allambasciata in Grosvenor Square. Chiaramente, il mio amico non
era dellidea di farsi ammazzare e non appoggiava le azioni del governo contro
i vietnamiti. II giorno prima del colloquio si tinse i capelli di viola chiaro. Poi,
trascorse unora in un negozio di costumi teatrali e aftt` o una cappa di velluto
e un paio di pantaloni alla zuava sgualciti. Coron` o il suo abbigliamento con un
affascinante paio di pantofole in seta con fermagli dargento. La mattina del col-
loquio, fece un trattamento facciale al salone di bellezza e si fece truccare. Poi,
trov` o un bel papillon rosa e lo mise al collo del suo cagnolino.
Il mio amico, un macho che pesava centotredici chili, si present` o al colloquio
camminando a passettini e dicendo quanto gli sarebbe piaciuto unirsi ai ragazzi
nellAsia sudo rientale. Fu subito dichiarato invalido in considerazione del fatto
che lesercito statunitense non recluta omosessuali. Stava infrangendo la legge?
No. Non fu colpa sua se lufciale di reclutamento pens` o che fosse gay. In effetti,
quando lufciale di reclutamento gli chiese se era gay, il mio amico rispose:

Lei
cosa pensa?

. Questa s` che ` e losoa!


Il problema ` e che pensiamo sempre che il governo sia una superpotenza che
pu` o polverizzarci e acconsentiamo mansuetamente alle sue richieste. Non appe-
na avrete una losoa, capirete che fondamentalmente non c` e nessun governo,
soltanto un gruppo di burocrati, la maggior parte dei quali ticchettano per le
loro pensioni causando meno onde possibili; questa consapevolezza ` e il vostro
62
asso nella manica. Il governo deve farsi in quattro per apparire giusto, spenden-
do milioni del vostro denaro in pubbliche relazioni. Il governo sa di manipolare
la gente, ma fa afdamento sul fatto che nch e fa nta di essere giusto, nessuno
noter` a che, di fatto, la sta defraudando.
Dovete ubbidire alle leggi del governo, poich e lessere un fuorilegge vi pro-
vocher` a uno squilibrio che alla ne attirer` a lattenzione delle forze dellordine, le
quali provano piacere a contrastarvi. Un precetto taoista afferma che sistemandovi
al di sotto, in realt` a siete in cima. Mostrando di essere piccolo e insignicante vi
liberate. Si abbatte lalbero pi` u alto ma il ceppo nodoso ` e lasciato in pace.
Ma, voi direte, come potremo mai cambiare le cose per il meglio? Il fatto ` e
che nel complesso le cose non cambiano in meglio, soltanto gli individui lo fan-
no. Nulla vi impedisce di cambiare completamente la vostra vita in unincredibile
sinfonia di successo. Tuttavia, fare appello al governo non vi servir` a a nulla. Se
provate a cambiare una legge, cento persone salteranno su e proveranno a ricam-
biarla di nuovo. Lenergia che dissipate non vale lo sforzo. Ecco perch e i saggi
taoisti sono niti a vivere nella foresta: luomo consapevole deve essere distaccato
e contare solo sulle proprie forze per raggiungere un maggior livello denergia.
Accetto veramente il mondo per quello che ` e. Diventando distaccato raggiun-
go dentro di me un maggior livello di energia.
Muovetevi silenziosamente nella vita. Tenete per voi la maggior parte dei
vostri pensieri e delle azioni. Non dite mai alla gente quello che sapete. Mante-
nendo il silenzio, evitate i tentacoli che la gente mette su di voi. Sviluppate un
mistero intrinseco. Non appena diventate misterioso, guadagnate potere. Per
prima cosa, non vi dissipate in chiacchiere oziose e, in seguito, la gente vi ac-
corder` a un potere che spesso ` e maggiore di quello che effettivamente avete. Con-
siderate i guerrieri leggendari del passato, che erano preceduti dalla fama delle
loro prodezze in una battaglia. Dovevano combattere raramente. La gente rispet-
tava la loro reputazione e, poich e i guerrieri avevano una losoa, nessuno osava
sdarli.
Per le donne ` e particolarmente importante generare mistero. Le cose ignote di
una donna la rendono affascinante ed entusiasmante. Una donna dovrebbe avere
i suoi metodi dautoguarigione, sostentamento e manifestazione di potere, ma
questi dovrebbero essere il suo segreto. Dovrebbero rappresentare il suo mon-
do e alluomo nella sua vita, se ce n` e uno, non dovrebbe mai essere concesso
daccedere a quei segreti. Se una donna diventa troppo accessibile perde quella
magia o mistero e si accorge che la sua capacit` a di ottenere quello che vuole ` e
fortemente ridotta.
Inne, prima di chiudere questa sezione sullo sviluppare una losoa alternati-
va, lasciatemi chiarire due questioni. Per prima cosa, credo sia di vitale importan-
za che la vostra losoa non leda gli altri. Essa dovrebbe esprimere loriginalit` a
63
e lesperienza che avete maturato negli anni, ma dovete stare attenti a non creare
onde. Ubbidite alla legge quando dovete farlo.
Ricordate che soltanto un pazzo sopporta e combatte, la persona saggia va via.
Il confronto ` e una trappola e dovrebbe essere evitato a tutti i costi. Quando non
sentite il bisogno di cambiare le cose, diventate liberi. La smettete di essere nel
risultato e invece vi concentrate sul essere. In questo modo, vi allontanate dalla
pressione della lotta ed entrate nel usso, il che ` e la vostra meta nale.
In secondo luogo, dovete prendervi in considerazione spiritualmente. Se vi
vedete come una parte della Forza divina, allora il suo potere ` e con voi. Se vi
vedete staccati dalla Forza divina o in qualche modo immeritevoli, allora i vostri
pensieri avranno meno forza (nel prossimo capitolo tratteremo questo soggetto pi` u
approfonditamente sotto il titolo IDENTIT
`
A).
`
E importante considerare la vostra
vita come unespressione innita della bellezza che ` e in tutte le cose.
Per farlo, dovete staccarvi da tutti i movimenti emotivi sulla pace nel mondo,
la povert` a e le bombe nucleari. Questi movimenti derivano da una debolezza spiri-
tuale. Riettono il disagio che la gente prova e, nch e le gerarchie che controllano
la situazione non decidono di chiamarsi in causa, sono una perdita di tempo. Ec-
co perch e questi movimenti hanno poco o nessun effetto. Se volete la pace nel
mondo, come faccio io, diventate potenti. Sentite lillimitatezza dentro di voi e
piombate nellufcio di colui che fa la guerra, prendetelo per la collottola e dite:

Smettila o saranno guai!

.
Lalternativa ` e di rispettare il piano sico e considerarlo come la lezione in-
nita che effettivamente ` e. Rendetevi conto che la pace arriver` a col tempo, ma
prima dobbiamo evolvere mediante i nostri disagi. Lasciate che mi spieghi. Og-
gigiorno, nel mondo ci sono milioni di anime che stanno completando la loro
evoluzione. Esse sono qui per essere nello spettacolo metasico chiamato in-
carta e impacchetta. Accanto a queste anime ci sono miliardi di altre anime che
stanno appena iniziando la loro evoluzione nel piano sico e si evolveranno nel
millennio a venire mediante la reincarnazione. Queste anime sono qui per osser-
vare il potenziale che effettivamente possono raggiungere. Questo ` e tutto. Non ci
si aspetta che raggiungano grandi altezze. La loro evoluzione si occupa di com-
prendere le cose basilari della vita: le usanze tribali, il corpo sico, la sessualit` a,
la povert` a e i conitti di vario genere.
La seconda guerra mondiale sgombr` o il passaggio afnch e levoluzione del-
luomo progredisse rapidamente. Non appena le anime evolute incominciarono a
sentire la loro libert` a, la loro creativit` a non conobbe limiti. Si misero sul cammi-
no che porta alla totale libert` a e allilluminazione, oltre le restrizioni abituali che
sono le lezioni del piano sico.
Inventarono la televisione e nel giro di una generazione la loro invenzione fu
concessa a tutti. La televisione permise agli altri di avere una certa conoscenza di
quel che poteva essere. Ha anche mostrato al mondo che siamo un tuttuno unito
64
dalla stessa Energia Universale e ci ha dimostrato che le nostre evoluzioni sono
distinte.
Luomo tribale, guardando una tremolante tv in bianco e nero, attravers` o un
rapido cambiamento di consapevolezza. Divenne consapevole di una visione oltre
la sua situazione terrena, e a sua volta aspir` o a cose pi` u alte. Tuttavia, non aveva
lenergia per riuscirci, il che provoc` o in lui uno struggimento negativo. Nel mondo
vi ` e cos` tanto conitto poich e queste anime stanno lottando per raggiungere una
dimensione di coscienza che supera le loro capacit` a. Le hanno ingannate con
lincanto e la pietra losofale ma nessuno ha spiegato loro come conquistarla.
Mentre le anime evolute diventavano sempre pi` u illuminate, incominciarono
a cambiare il destino del mondo su un piano interiore. A partire dagli anni 70,
levoluzione del mondo ` e andata sempre pi` u accelerando. Lo avrete notato. Sta
diventando sempre pi` u difcile mantenere le usanze. La differenza di energia
fra le anime evolute e luomo tribale sta aumentando. Man mano che questo ac-
cade, i conitti nel mondo aumentano poich e questa differenza accentua il disagio
delluomo. Il destino delluomo ` e come un vento che sofa sempre pi` u veloce-
mente. Soltanto quelli molto forti ce la faranno, il resto dovr` a recedere. Quando
lo faranno, ci saranno altre guerre, pi u povert` a una maggiore frammentazione
politica.
Vi siete mai chiesti perch e lAmerica e lOccidente non piacciono ai paesi del
Terzo Mondo e ad altre piccole nazioni?
`
E perch e vedono il tipo di vita e labbon-
danza che nasce dalla creativit` a e dagli sforzi e temono che loro non saranno mai
in grado di ottenerli. Mentre gli occidentali evolvevano, divisero la propria ab-
bondanza con il resto del mondo, nel pi` u gran trasferimento di ricchezze della sto-
ria delluomo. Molti soldi furono semplicemente regalati e molti furono prestati
con facilitazioni. Quelle anime che erano pi` u evolute delle altre, e lAmeri-
ca insieme ad altri paesi ricchi, tentarono di comprare la stessa evoluzione per
le nazioni pi` u povere, in parte per un senso di colpa e in parte perch e era po-
liticamente vantaggioso schiavizzare il mondo nei debiti. LAlbania fu uno dei
pochissimi paesi che non accett` o lelemosina delle societ` a occidentali, e lunico
motivo per il quale non ricevette denaro fu perch e nessuno sapeva dove fosse.
Coloro che ricevettero il denaro lo spesero in unorgia frivola di autoesaltazione.
Il denaro deve essere ancora restituito. Ora, i cittadini di quei paesi del Terzo
Mondo sono costretti a pagare il conto per i compiacimenti giovanili dellego dei
loro leader. Quei cittadini se la prendono con lAmerica e lOccidente per i doni,
di cui hanno fatto cattivo uso, affermando spesso che preferirebbero accettare la
manipolazione estrema del comunismo piuttosto che il fatto che i loro leader li
abbiano delusi.
Tutti vogliono la pace nel mondo e labolizione della povert` a, ma lenergia del
mondo non lo permetter` a ancora. Dobbiamo essere pazienti.
`
E futile agognare
un concetto che in questo momento non fa parte dellevoluzione della gente.
65
Sarebbe come insistere afnch e i terroristi diventassero vegetariani e meditassero.
Scordatevelo!
Se siete risucchiati nellemozione di questi movimenti sociali, questo ostaco-
ler` a la vostra evoluzione. La mente ha la tendenza a rimandare lazione personale
e scegliere il concetto, poich e ci` o non include nessun rischio personale e nessuno
sforzo. Abbracciando queste cause vedrete il mondo in una luce negativa e gra-
dualmente, il vostro atteggiamento nella vita rietter` a la stessa debolezza. Questo
potrebbe portarvi gi` u in una spirale di disperazione. Non vorrei che vi accadesse.
Immaginiamo che una mattina la Forza divina decida di dichiarare la pace nel
mondo e che poi, in qualche modo, manipoli tutti ad essere pacici. La vostra vita
cambierebbe davvero cos` tanto? Ora la situazione ` e pacica, non ` e vero?
Vi trovereste a casa vostra, con i vostri cari, magari stareste facendo colazione,
discutendo sulla vita, guardando la televisione o facendo chi s` a cosa. Non sarebbe
diverso. Quindi perch e farsi prender emotivamente da qualcosa che gi` a avete?
Per diventare potenti dovete concentrarvi su di voi e permettere al mondo la
sua evoluzione. Concentrandovi su di voi diventate forti; allora s` che potrete vera-
mente aiutare gli altri. Metasicamente, non esiste proprio altro modo e voi avete
soltanto poco tempo per riuscirvi. Qualsiasi struggimento negativo o sforzo vano
e siete bloccati. La vostra evoluzione ` e creare in voi quel crescendo di energia ed
evolvere fuori del piano sico per diventare una parte del Sommo Potere. Questo
` e il vostro destino nale! Accettatelo amorevolmente, accettatelo come la vostra
affermazione di pensiero e rendetevi conto che nel mondo tutto ` e come dovrebbe
essere. In questo modo, affermate la vostra vera innit` a.
Mi muovo silenziosamente nella vita. Questo mi
permette di cambiare in quel che sto diventando.
Mediante il silenzio sviluppo una losoa alternativa.
66
Capitolo 8
DIVENTARE POTENTI
MEDIANTE LA COMPRENSIONE DELLA
VARIAZIONE E DELLA CONCENTRAZIONE
L
aspetto successivo che inuisce sul potere della forma di pensiero che
si crea dentro di voi si chiama variazione. La variazione ` e la differenza
tra ci` o che effettivamente siete e ci` o che lego o personalit` a pensa che
siate. Ciascuno di noi ha opinioni su di s e, ma il S e Superiore o Io interiore vive
nel presente.
`
E reale e vive nella verit` a. Se ci` o che pensate di voi stessi ` e molto
diverso dalla realt` a, sorge in voi una sottile tensione che non consente alla vostra
coscienza di avere tutto il potere che le spetta.
La tensione tra i desideri del vostro ego e la vostra capacit` a di manifestare quei
desideri crea in voi una variazione o carenza. Quella carenza ` e accentuata dalla
differenza tra la qualit` a della vita che effettivamente vivete (ci` o che ` e reale) e le
vostre forme di pensiero, le quali possono includere una larga parte di fantasia.
Vivendo nella fantasia, quanto esprimete sindebolisce poich e lio interiore sa che
non ci credete per niente e che non ` e vero. Cos`, piuttosto che concentrarvi su ci` o
che d` a potere, disperdete energia in chiacchiere e fantasie che non avete alcuna
intenzione di materializzare.
A volte create variazione estendendo il vostro stile di vita oltre quello che
potete gestire. Anche questo provocher` a uno squilibrio, giacch e vi troverete ad
inciampare nel tentativo di mettervi in pari. Cercherete di materializzare lim-
magine mentale che avete di voi stessi e le vostre forme di pensiero perderanno
intensit` a. Questo tipo di variazione ` e molto comune nellambito delle nanze.
Creiamo unimmagine dello stile di vita che vogliamo e spesso ci coinvolgiamo in
spese senza effettivamente avere il denaro per pagare i nostri desideri. Dopodich e
sdiamo la sorte con la generosit` a della Legge Universale sperando che tutto vada
per il meglio, senza renderci conto che lesser fuori controllo, di fatto, distrugge
67
la nostra capacit` a di far soldi e di attirare a noi le opportunit` a. Il risultato ` e che ci
troviamo ad affannarci ancor di pi` u.
Il fatto stesso che volete disperatamente concludere un affare cos` da poter pa-
gare laftto, lo respinge. Metasicamente, fa ballare la strada davanti a voi. Il
motivo ` e che afnch e le persone vi diano i loro soldi, devono sentirsi al sicuro.
Quando siete fuori controllo, sono sensibili alle vostre emozioni e indietreggiano.
Lo stesso accade quando si negozia: quando volete qualcosa le altre persone in-
cluse nellaffare lo sanno, perci` o o vi costa di pi` u, oppure accade qualcosa che
rovina laccordo. Il modo per negoziare ` e abbandonare qualunque emozione circa
laccordo ed essere pronti ad andarsene. A quel punto avete il controllo e il potere
` e con voi.
Immaginatevi accanto a una fontana. Quella fontana ` e il vostro S e Superio-
re, la vostra fonte di potere. Se vivete nel presente e vi accettate davvero, vi
trovate nel centro della fontana e avete il massimo potere. Se vivete nella fanta-
sia dellimmagine che lego ha di voi, vi allontanate dalla fontana e pertanto la
vostra coscienza diventa obliqua e perde forza.
`
E come se chiedeste alla Legge
Universale di appoggiare una bugia o unimmagine falsa di voi stessi. Ricordate,
la Legge Universale vi dar` a qualsiasi cosa nella quale credete. Tuttavia, quando
viviamo della montatura dellego, giochiamo un gioco che crea una carenza o una
debolezza nellenergia delle nostre forme di pensiero.
`
E forticante sviluppare una consapevolezza che somiglia di pi` u a chi siete
veramente. Questo non vuol dire che non dovete visualizzare o creare con gli
occhi della mente quel che vorreste diventare. Ciononostante, spesso gli individui
vivono solo delle loro fantasie. Non che alla ne la fantasia non possa realizzarsi;
il problema ` e che di solito lindividuo non crede veramente alla sua fantasia. Non
crederci garantisce che la fantasia non si realizzer` a mai. Inoltre, essendo cos`
lontano dalla realt` a della vita quotidiana, per lui ` e difcile diventare forte. La
Forza Vitale attorno a voi (in natura, in casa vostra, nelle relazioni, nella sessualit` a
e nella creativit` a) vi assiste come individuo. Se la vostra vita ` e in disaccordo
con la vostra fantasia, non soltanto dissipate il potere delle vostre visioni, ma
non riuscite nemmeno ad ottenere energia dallambiente che vi circonda poich e
fondamentalmente non vi vivete. La vostra mente ` e in qualche altro posto.
Per le persone ` e difcile vivere nel mondo reale, poich e cos` facendo devono
vedersela a quattrocchi con i fatti. Bisogna chiedersi:

Dove sono in questo mo-
mento? Che cosa ho ottenuto nora? Cosa sono veramente?

. Ebbene, se avete
il coraggio di far fronte a voi stessi e di essere contenti di tutto quel che non avete
ancora conseguito, allora afferrate il potere del momento, oltre i giochi dellego
e le pressioni sociali che vi chiedono di ngere di essere qualcosa che non siete.
Accetto chi sono e la realt` a in cui vivo. Con la pazienza ottengo tutto ci` o che
desidero.
La consapevolezza del divismo, la sensazione che un giorno qualcuno vi sco-
68
prir` a, ` e un buon esempio di variazione. Lego si adatta al fallimento vivendo nella
fantasia.
`
E come se lego sapesse che non pu` o darsi da fare per avere successo e,
poich e non gli piace affrontare la cosa, mente a se stesso. Lego dice:

Un giorno
mi scopriranno, avr` o successo e sar` o una grande stella

. Pertanto, non deve fare


nulla di concreto. Essere scoperti non comporta lavorare o fare uno sforzo concen-
trato. Molte persone hanno lo stesso atteggiamento nei confronti della spiritualit` a.
Credono che lilluminazione venga accordata misericordiosamente, con parteci-
pazione minima da parte loro. Questo ` e il motivo per il quale i guru sono cos`
famosi. Lo studente pu` o sedersi ai piedi del guru e farsi trasferire la religiosit` a del
saggio senza alcuno sforzo. Illuminazione istantanea, aggiungere soltanto acqua!
Man mano che lavorerete con le affermazioni, dovrete considerare cosa ` e fan-
tasia e cosa ` e realt` a. In quanto gli dellUniverso, non dovreste mai aver paura di
ammettere dove vi trovate, poich e in questo vi ` e unenergia molto speciale. Nel-
levoluzione cosmica ci afdiamo a schemi di energia che sono leggermente pi` u
avanti di noi. Cos` abbiamo modo di crescere. La difcolt` a ` e che ci giudichiamo
alla luce dellenergia che ci circonda e questo ci fa sentire inadeguati. In tali cir-
costanze, ` e difcile considerarci bellissimi. Eppure, ci` o che siete ` e ci` o che siete.
Accettando di poter proseguire verso cose migliori, acquisterete la forza di affer-
mare che state diventando un qualcosa di pi` u: una parte di unaltra dimensione,
un pi` u alto livello di vita. Ad ogni modo, se la dimensione verso la quale pensate
di dirigervi ` e molto lontana da dove ora vi trovate, la vostra mente intellettualiz-
zer` a la vostra presenza, ma lio interiore non lo creder` a possibile. Pertanto, con
le vostre affermazioni di pensiero dovreste creare forme di pensiero che vanno
leggermente oltre, ma che siano ancora vicine a dove ora vi trovate.
Immaginate che per gli ultimi dieci anni abbiate guidato un vecchio catenaccio
arrugginito. Lo avete fatto perch e non avevate abbastanza soldi, oppure quando
li avevate non ritenevate importante comprare una macchina nuova. Quei dieci
anni hanno stabilito uno schema dentro di voi. Le innumerevoli volte che avete
dovuto spingere la macchina o che avete armeggiato con il carburatore nella neve
gelata, il modo in cui il vento sofa attraverso il fondo dellauto, i crepitii sin-
fonici, gli scossoni e i colpi mentre scoppietta lungo le strade: queste cose fanno
parte della vostra vita. Affermare:

Guider` o una Cadillac

, ` e cos` lontano dalla


vostra attuale esperienza che ` e quasi impossibile che il desiderio si materializzi.
Il solco nella vostra consapevolezza, dopo dieci anni di scossoni e cigolii, non
si pu` o trascendere con un solo pensiero di scarsa intensit` a. E se la forma di pen-
siero ` e veramente:

Sto guidando una Cadillac

, la vostra fantasia non concede


spazio alla trasformazione e resterete nel vostro catenaccio arrugginito per altri
dieci anni.
Le affermazioni di pensiero devono essere forti per farsi strada attraverso la
resistenza creata da precedenti programmazioni. Laffermazione deve avvicinarsi
alla realt` a. Avrebbe senso affermare:

Entro trenta giorni mi liberer` o di questo
69
vecchio catenaccio arrugginito e attirer` o a me, o manifester` o, una macchina mo-
derna, pulita e afdabile

. Questaffermazione ha delle possibilit` a, giacch e non


richiede un notevole balzo in avanti, ma un cambiamento graduale.
La storia delluomo e lo sviluppo della spiritualit` a e della coscienza mostrano
che la crescita ` e stata progressiva. Quando luomo ha incominciato ad essere pi` u
consapevole di s e, costruendo sulle imprese passate, il passo ha iniziato a farsi pi` u
veloce. Ciononostante, ogni progresso rimane accanto al limite precedente. Nel-
la vita dovreste cercare un cambiamento graduale e prendere il tempo necessario
per rendervi conto di quel progresso, passo dopo passo. Assicuratevi che quando
create affermazioni di pensiero, quel che affermate si avvicini a ci` o che effettiva-
mente avete, cosicch e la Legge Universale possa materializzare i vostri desideri.
La Forza Vitale o la forza delle vostre forme di pensiero ` e in denitiva collegata
allidentit` a, o alla forza del legame che avete con la vita e con la Forza divina. Se
considerate la Forza divina o Forza Vitale come al di fuori di voi, le vostre forme
di pensiero si esprimono obliquamente. Quellobliquit` a vi terr` a al vostro posto e
coinvolti nelle vostre attuali circostanze.
`
E come se la forma di pensiero, per via della sua stessa natura, dovesse at-
traversare la strada di fronte a voi e, nel passaggio, fermasse il vostro progresso
in avanti. II fattore identit` a diventa pi` u forte quando diventate pi` u vecchi e siete
pronti a riconciliarvi con il successo. La questione non ` e tanto importante prima
dei trentatr e anni o per coloro la cui vita segue unevoluzione diversa.
Lobliquit` a creata da una mancanza didentit` a con la Forza divina va bene per
i primi anni, poich e vi impedisce di andare troppo velocemente e vi obbliga a
fare i conti con la vita di tutti i giorni. Ad ogni modo, quando il sonnambulo si
sveglia e si rende conto che la Forza divina non ` e al di fuori di lui e che non ha
autorit` a (poich e, di fatto, ` e un potere interiore), allora le sue forme di pensiero
cambiano drammaticamente.
`
E come se, allimprovviso, il sonnambulo si con-
cedesse il permesso di essere libero, di esistere in quanto parte di tutte le cose, in
quanto individuo e non in quanto parte del programma di qualcun altro. La storia
delluomo rivela che gli inizi della conoscenza e della metasica risalgono circa
al 500 a.C. In questo periodo, circa una dozzina di maestri, compreso Buddha,
Zoroastro e Lao Tzu, comparvero tutti contemporaneamente. Questo velocizz` o
levoluzione e permise al concetto di santit` a delluomo di svilupparsi. Tuttavia, la
schiavit` u non scomparve nch e luomo svilupp` o limmagine di s e e la consapevo-
lezza che egli ` e una parte della Forza divina, non soltanto un bene a disposizione
di qualcuno.
A quel punto, in genere, la difcolt` a sta nel fatto che quando il sonnambulo si
rende conto della realt` a della sua forza interiore, deve lasciare qualsiasi cosa alla
quale prestava fede in passato. Le vecchie credenze ci fanno sentire al sicuro e a
nostro agio. In un primo momento, i nuovi pensieri saranno inesplorati e strani e
il sonnambulo tender` a ad allontanarsi dalle persone alle quali ` e abituato, provando
70
quindi paura e solitudine.
Il fattore identit` a permette alla Forza Vitale nei vostri pensieri di essere espres-
sa con unintegrit` a che non la limita o controlla eccessivamente. Una volta che il
vostro pensiero si identica con la forza interiore, acquista potere. Potrebbe fare
ci` o che vuole. Voi state quindi affermando: Io sono Dio

. Ci` o pu` o essere dif-


cile, poich e da bambini ci insegnano spesso che siamo quasi indegni e che Dio ` e
un grande padre seduto da qualche parte che signoreggia su di noi. Non ` e cos`.
Identicandovi con la Forza divina riconoscete la vostra eredit` a spirituale. Vi
concedete di esistere senza dover chiedere il permesso. Siete ci` o che siete e, in
quanto parte di tutte le cose, avete dei diritti intrinseci. Una volta stabilita liden-
tit` a, una volta che sapete assolutamente di essere la Forza divina che ` e dentro di
voi, allora potrete concedervi il permesso di aver successo e di diventare qualsiasi
cosa vogliate, lontano dai desideri, dai pensieri e dalle manipolazioni altrui. Ci` o
che dovete diventare ` e personale e soltanto voi sapete veramente che strada pren-
der` a la vostra vita, il destino e la vostra crescita spirituale. Siete soli, diversi dagli
altri, al di l` a di ci` o che gli altri pensano di voi, al di l` a di quello che vogliono da
voi, al di l` a di quello che dicono che dovreste fare, e molto al di l` a dei dogmi e
delle manipolazioni spirituali altrui. Voi avete integrit` a. Non necessariamente sie-
te in buona salute o perfetti, eppure vi ` e una parte di voi che ` e bellissima. Quella
parte crea il ponte che vi porta da unesperienza illuminante allaltra, in posti nel
cuore cos` lontani dalle preoccupazioni di tutti i giorni che per voi le credenze
del sonnambulo non signicano niente, n e hanno alcun effetto emotivo avverso.
Questo processo di identicazione pu` o durare molti anni o pu` o compiersi veloce-
mente, dal momento che ognuno ` e diverso. Per` o ci vuole coraggio, poich e una
volta completato siete soli.
Il modo per accrescere la vostra identicazione con la Forza divina, ` e quello di
incominciare a liberare lego e sciogliervi nellinnit` a di tutte le cose. Ci` o signi-
ca abituarsi a restare soli con voi stessi. La solitudine ha un gran potere, poich e
vi permette di riconoscere Dio. Prendete tempo per stare in mezzo alla natura e
mentre camminate notate come, ad esempio, un uccellino esprime identit` a. Lo fa
liberamente perch e non ha alcuna opinione di s e. Non ha nulla dellautocoscienza
che noi umani abbiamo. Non avendo opinioni, agisce naturalmente. Anche voi
potete raggiungere la stessa euforia di vita.
Per sviluppare lidentit` a dovete autorizzarvi a creare assoluta libert` a nella vo-
stra vita e a coltivare uno stile di vita che vi separa dallevoluzione degli altri.
Non potete cambiare la natura del Cerchio e la losoa delle persone che ne fan-
no parte; tutto ci` o che potete fare ` e ritirarvi nel vostro potere. Ricordate: nessuno
vi sta mettendo alla prova. La Forza divina non ci testa, n e ci chiede di arrenderci,
lottare o sacricarci. Solo luomo crea per s e la lotta e, invece di assumere la
responsabilit` a dei propri problemi, incolpa la Forza divina o la sorte.
La Forza Vitale ` e intensicata anche dalla vostra congruenza ad essa. Identi-
71
care ` e dire:

So che ` e l` dentro di me

. Congruenza ` e vivere e respirare la Forza


divina che ` e dentro di voi. Ci` o signica sviluppare uno stile di vita o losoa
che comprende lonorare la Forza Vitale che ` e in voi, il che dimostra coraggio.
Dovrete mettere a rischio la vostra vita, contando metasicamente al cento per
cento sulla Forza divina afnch e provveda ai vostri bisogni e vi tenga al sicuro.
Ma, adottando questo stile di vita create un potere abbastanza forte e magnanimo
da sostenervi. Inoltre, la vostra percezione e la capacit` a di capire quel che accade
attorno a voi aumenteranno moltissimo.
Con la vostra originalit` a e la vostra personale losoa di vita, create una con-
gruenza con linnito in tutte le cose, incuranti delle circostanze intorno a voi. La
Forza divina ` e spontanea, originale e oltre i conni delle opinioni e della mente.
Vivendo la vostra vita senza esprimere giudizi in modo distaccato, momento per
momento create una simile spontaneit` a e la vostra congruenza con questa forza si
fa gradualmente pi` u completa.
Provate questo semplice esercizio. Sedetevi di fronte a uno specchio a grandez-
za naturale, mettete della musica rilassante, chiudete gli occhi ed entrate in me-
ditazione. Una volta rilassati, aprite di nuovo gli occhi e aspettate un momento.
Poi, guardatevi nello specchio senza muovervi e, se possibile, senza battere le
palpebre.
Vedrete allo specchio che i vostri lineamenti cambiano non appena la vostra
personalit` a si rilassa mediante la meditazione. Avrete la strana sensazione di non
sapere chi state guardando. Non appena vi perdete, linnit` a dentro di voi diventa
evidente. Molte persone provano un senso di eternit` a o addirittura estasi.
Non appena vi rendete conto di essere un eterno immortale dentro un corpo,
provate questo esercizio. Per trenta giorni, cambiate completamente il vostro tipo
di vita. Alzatevi a unora diversa. Andate a dormire pi` u tardi o prima del solito.
Non fate nulla di ci` o che fate normalmente. Non parlate ad alcuno dei vostri amici.
Evitate giornali, radio e televisione. Vestitevi diversamente e cambiate le vostre
abitudini alimentari. Passate del tempo da soli in silenziosa meditazione. Cercate
di stare molto allaperto in mezzo alla natura e lontano dagli altri. Fate almeno un
digiuno di tre giorni se il vostro stato di salute ve lo permette.
Non appena vi staccherete da ci` o che vi ` e caro, la vostra personalit` a cambier` a.
Sarete in grado di dedicarvi di nuovo alla vostra vita e di creare una maggiore
congruenza con linnita Forza Vitale dentro di voi. La vostra missione o ricerca
di vita sar` a chiara e molte delle vostre amate credenze scompariranno. Diventerete
una persona pi` u libera e gioirete per la vostra nuova libert` a.
Nel semplicare la mia vita, vado oltre la confusione. Nella chiarezza, espri-
mo potere.
Cambiando consapevolmente il vostro stile di vita e scegliendo la semplicit` a,
sarete liberi dalla confusione. Le affermazioni di pensiero che create incomin-
ceranno ad aver potere. Non saranno messe sotto sopra dalle vostre vecchie de-
72
vozioni; scaturiranno invece dalla vostra chiarezza e dalla vostra risolutezza. Le
vostre affermazioni vi daranno coraggio. Sarete in grado di trasformarvi, di creare
e ispirare consapevolezza tuttintorno a voi.
Un altro modo per conferire potere alle forme di pensiero sta nella concen-
trazione, divisa nei due sottogruppi di coerenza e densit` a.
Consideriamo in via generale la concentrazione. Questa ` e la capacit` a che avete
di diventare ci` o che volete diventare. Come ho spiegato in precedenza, la Forza
divina non ha opinioni circa la vostra vita. Serve soltanto a darvi potere. Per
ottenere quel che volete, dovete essere chiari al riguardo e dovete mantenere quella
forma di pensiero nch e il vostro desiderio sar` a esaudito.
Questa ` e concentrazione!
Cos` spesso lasciamo che la vita ci butti fuori strada. Iniziamo un cammino e
quasi immediatamente le nostre emozioni ci distraggono, oppure accade qualcosa
e ci lasciamo trascinare fuori strada.
Se volete ottenere qualcosa dalla vita, dovrete concentrarvi su queste cose e
dovrete tentare di ottenerle nonostante la vostra situazione attuale. Se vi con-
centrate sulle vostre mete e non vi fate distrarre, mettete una forza aggiuntiva
a vostra disposizione, poich e il potere della volont` a vi permetter` a di essere nel
posto giusto al momento giusto. Se non sapete ci` o che volete dalla vita, esprimete
quellincertezza nella Legge Universale ed essa, essendo imparziale, vi esprime di
riesso lo stesso sentimento. Il risultato ` e che nulla scorre e tutti i vostri tentativi
di materializzare i sogni svaniscono o falliscono.
Se non sapete ci` o che volete veramente, allora la cosa migliore da fare ` e
incominciare a sbarazzarvi di tutte quelle cose che sapete con certezza di non
desiderare pi` u (relazioni debilitanti, abitudini inutili, mancanza di azione, squili-
bri di varia natura). Prima o poi, quel che volete diventer` a chiaro e a quel punto
potrete andargli incontro. La Via del Potere richiede una certa aggressivit` a, come
fa la natura. Lanimale nella foresta si prende quello che vuole e, cos` facendo,
consuma energia nel soddisfare i propri bisogni. Voi dovreste assumere lo stesso
comportamento. Chiarite bene ci` o che volete e provate ad ottenerlo senza badare
al tempo che ci impiegherete; cos`, avrete aggiunto concentrazione alla vostra
batteria di tecniche per lautolegittimazione.
Un elemento della concentrazione ` e la coerenza. Si tratta semplicemente di
straticare la vostra intenzione, un pensiero sopra laltro, di giorno in giorno
nch e il vostro bisogno ` e soddisfatto. Lunico trucco per acquistare coerenza
sta nel non correggerla con brame negative. Questo respinge la vostra intenzione.
Prima decidete ci` o che volete, poi pensateci di tanto in tanto, ritenendolo conces-
so, ma state attenti. Se vi struggete per qualcosa, non la otterrete mai, e anche se
doveste ottenerla, per voi sar` a sgradevole. Tenendo lemozione fuori della vostra
intenzione, staccandovi dal risultato, permettete allenergia di scorrere liberamen-
73
te e le cose si manifesteranno nella vostra vita. Lequilibrio ` e sottile, ma daltra
parte anche la vita lo ` e, non ` e vero?
La difcolt` a sta nel fatto che la mente non ama concentrarsi. Non lo fa natu-
ralmente. Se avete fatto meditazione, saprete come ` e difcile impedire ai pensieri
di passare rapidamente nella vostra mente. Tuttavia, ogni pensiero che fate con-
tribuisce alla Legge Universale e, se voi non controllate il vostro tipo di pensiero,
perdete energia. Sviluppando una specie di turbo concentrazione, permettete alla
piena forza del vostro essere di conferire potere alla vostra vita. Inoltre, se siete
interessati ad accedere ai mondi al di l` a del tunnel di cui ho parlato, dovrete far
pratica con la concentrazione, giacch e senza di essa il vostro viaggio non ` e pos-
sibile. Sedetevi fermi di fronte a una candela e vedete per quanto tempo riuscite
a concentrarvi su di essa senza farvi distrarre da pensieri estranei. Non appena
riuscite a farlo per un minuto, passate a due minuti e cos` via. Questo esercizio
aumenta la vostra capacit` a di concentrazione.
Coerenza signica decidere ci` o che volete e mantenere la vostra intenzione
nch e il sogno sar` a esaudito. Dovete aver fede nella vostra meta, anche se sembra
molto lontana. Immaginate per un momento di voler essere un architetto, ma di
non avere abbastanza soldi per pagare la vostra istruzione universitaria. Concen-
tratevi! Convalidereste la vostra intenzione comprando libri, visitando importanti
edici architettonici e studiando per conto vostro in biblioteca. Andreste incon-
tro alla vostra meta anche se al momento non avete i soldi per materializzare il
vostro sogno. Concentrandovi su quel che vi sta di fronte, piuttosto che sul quadro
complessivo, alla ne otterrete ci` o che volete.
Per giungere allo spazio successivo, cio` e alla vostra meta, dovete viaggiare
attraverso quello in cui vi trovate.
`
E quasi come se i pensieri che normalmente
avete dovessero consumarsi o logorarsi prima che possiate fare dei cambiamenti.
Quante volte avete affermato una nuova intenzione e vi siete ritrovati impantanati
in vecchi schemi? Questo ` e perch e ` e difcile scartare le vecchie usanze. Ci vuole
pazienza. Ecco perch e i grandi drammi della vita sono utili. Gli avvenimenti
drammatici sono un modo per liberare la strada dalle macerie. Dopo una tale
esperienza, potrete sentirvi persi, esausti e abbattuti, giacch e lego ha preso un
colpo micidiale ed ` e stato costretto a ritirarsi. Tuttavia, nella scia del dramma
si viene a creare uno spazio che permette a una nuova comprensione di ltrare
dentro e alla crescita di vericarsi.
I vostri pensieri sono ammassati intorno a voi. Alcuni sono molto intensi, altri
sono pi` u stravaganti. Non appena consideriamo la densit` a o validit` a dei pensieri,
possiamo ve dere che alcuni hanno una densit` a maggiore di altri. La densit` a ` e
essenzialmente fomentata dalla volont` a e dallemozione manifestate dal potere
personale. Pi` u grande ` e lintensit` a, pi` u il pensiero ` e forte. 11 desiderio o bisogno
` e il fattore principale che contribuisce allintensit` a dei vostri pensieri. Di solito,
avete pensieri che esprimono bisogni.
74
Quando avete un bisogno genuino, la Legge Universale conosce un modo per
soddisfarlo. Non ` e perch e la Legge vuole aiutarvi, ma perch e il vostro pensiero
` e rafforzato dalla vostra volont` a. Quante volte nella vita vi siete trovati in una
situazione disastrosa e qualcosa o qualcuno ` e arrivato allimprovviso per salvarvi
al momento giusto? Perch e?
`
E il modo in cui Dio aiuta gli sbandati? No, la spiegazione ` e pi` u complessa.
Ad esempio, se non mangiate da tre giorni, la mente, e soprattutto lego, si agi-
ta. La vostra personalit` a crede che forse morirete. La fame diventa un bisogno
intenso. Lintensit` a di quel bisogno pervade tutta la vostra consapevolezza. Non
state pensando ai lm che danno al cinema della zona, state pensando alla soprav-
vivenza. Quel bisogno ` e cos` forte che la sua densit` a funziona come una calamita:
attira molto intensamente nel piano sico una soluzione al proprio bisogno.
Se state camminando per una grossa citt` a, la possibilit` a che otterrete del cibo
o che vi sar` a dato ` e molto alta. Daltro canto, se siete un astronauta sulla Luna e la
gente a casa si ` e dimenticata di prepararvi il pranzo, allora siete in una dimensione
dove non vi ` e alcuna congruenza con la vostra forma di pensiero e quindi il vostro
bisogno non pu` o essere soddisfatto (diventerete molto magri!).
Nello sviluppare le vostre affermazioni sar` a importante collocare voi stessi, e
non solo la vosta consapevolezza, nel luogo appropriato, afnch e il bisogno sia
soddisfatto. Se siete un agente immobiliare e per mangiare dovete vendere case,
dovete stare vicino al luogo del mercato. Se vi nascondete in una grotta in mon-
tagna, pronunciando buone affermazioni di pensiero, non arriverete da nessuna
parte. La chiave ` e unazione concertata nel luogo del mercato. Se vi limitate a
gettare al vento il vostro destino, sarete sballottati molto qua e l` a.
Le vostre affermazioni di pensiero vi permetteranno di trovare vere soluzioni
alle vostre esigenze, tuttavia, la cosa pi` u facile da soddisfare ` e un bisogno. Spes-
so, lego confonder` a i bisogni con i desideri. Materializzare un desiderio non ` e
impossibile, tuttavia ` e pi` u facile con i bisogni. Una volta che tutti i vostri bisogni
sono soddisfatti, allora potete allargarvi ai desideri. Ricordate che la Forza divina
non quantica ci` o che potete avere, n e discrimina tra bisogni e desideri. Soltanto
luomo lo fa. Soltanto luomo ha una consapevolezza di povert` a. La Forza di-
vina non riconosce la povert` a, perch e se lo facesse dovrebbe essere la povert` a, ma
non lo ` e. La Forza divina ` e abbondanza.
Vi siete mai chiesti perch e cos` tanta gente crede che la povert` a sia spirituale o
divina? Perch e lappoggiano e la onorano? Perch e la tollerano? Lo fanno perch e
una parte della loro consapevolezza non ` e andata oltre la cosa. La mente appoggia
la povert` a come un male necessario e poi cerca di trarre protto dalla situazione.
L accettare la povert` a consente alla mente di giocare al povero me. Lessere
poveri ci consente di raccogliere compassione usando lemozione per manipolare
gli altri. Il povero riceve cos` tanta attenzione e servizi di cronaca perch e lenergia
trascina gli altri nelle ben note emozioni negative associate alla miseria.
75
Una persona povera riduce le proprie aspettative e gli sforzi e razionalizza
laccettare meno per s e. Questa persona dice:

Vivo nello squallore perch e sono
povero

. La verit` a ` e:

Sono povero perch e vivo nello squallore

.
A quel punto la povert` a diventa una sventura, qualcosa che potete contrarre
come una malattia, non il risultato di una mancanza di azione concertata. Di fat-
to, la povert` a ` e spesso una risposta acquisita. La maggior parte dei poveri crea
da s e la propria situazione, poich e non si pu` o essere poveri a lungo senza ap-
poggiare lidea e senza effettivamente sentirsi a proprio agio. Se a una persona
piace la propria povert` a, perch e un altro dovrebbe intromettersi e cercare di cam-
biare la situazione? Eppure lo facciamo e, al contrario, inventiamo dei sistemi che
procurano povert` a alla gente.
Lasciate che mi spieghi. Questi concetti si riferiscono alla povert` a delle so-
ciet` a occidentali, non al tipo di povert` a in Africa che ha unevoluzione spirituale
diversa. Nella nostra societ` a, se non esistessero i sussidi di disoccupazione, las-
sistenza sociale o i buoni pasto, la povert` a si ridurrebbe quasi a nulla. Nutrire
gli affamati elimina lo stimolo dei poveri a risolvere il proprio dilemma. Quando
una persona povera dice:

Ho bisogno di mangiare

, la sua risoluzione, quindi


la sua affermazione, ` e debole dal momento che sa di poter sempre andare alla
mensa gratuita come ultima risorsa. Non sente una vera urgenza. Potrebbe cadere
ulteriormente nellapatia e dire:

Questo ` e il mio destino, non vi ` e alcuna via di
scampo

, e quindi non ne troverebbe. Cos` si innesca la spirale dellaccontentarsi


di poco e ricevere poco!
I poveri insegnano ai propri gli lezioni che scaturiscono dallesperienza. Per-
tanto, si sviluppa una societ` a nella quale una parte della popolazione vive di con-
tinuo dellelemosina degli altri. E poich e ` e il governo ad offrire lelemosina, vi
` e poca emozione o gratitudine nellaccettare il dono. Alla ne, si crea una classe
che vive permanentemente dellassistenza sociale. La pretendono come fosse un
diritto e questa diventa una pensione che ricevono dalla societ` a per integrare i
redditi che spesso percepiscono lavorando di nascosto.
Quando leggete il giornale e notate tutti gli annunci che dicono cercasi aiuto,
potreste chiedervi come mai vi ` e cos` tanta disoccupazione. Ma se un uomo non
deve lavorare per sopravvivere, perch e dovrebbe farlo?
Il concetto di addossare a qualcun altro la responsabilit` a di badare a s e ` e
tramandata di generazione in generazione e le famiglie continuano a benecia-
re dellassistenza sociale per anni. Tuttavia, il vero ghetto ` e mentale. La de-
bolezza diventa una malattia accettabile che ` e difcile sconggere. La malattia
` e endemica per le societ` a occidentali che hanno dei sistemi di previdenza sociale
sproporzionati.
LOlanda ` e un buon esempio. Il paese ha unesagerata struttura di previdenza
sociale, pagata dai lavoratori mediante uno dei pi` u alti tassi dimposta personale
del mondo. Nellarco di una generazione, gli olandesi sono passati dallessere
76
unorgogliosa nazione di agricoltori, mercanti e commercianti a una nazione fal-
lita con un enorme problema di droga e la pi` u vasta popolazione di hippy del
mondo.
In queste societ` a ` e come se il popolo vivesse in fondo a un pozzo, le cui mu-
ra sono create da unapatia cosi profonda che per un individuo ` e quasi impossi-
bile scappare. Ciascuno di noi si trova in varie forme dello stesso dilemma. La
nostra situazione potrebbe non essere tanto triste, tuttavia si applicano gli stessi
principi. Nellinfanzia, ciascuno di noi accett` o le credenze altrui; incuranti del
fatto che quelle credenze fossero forti o deboli, viviamo di esse. Ci vuole molto
coraggio per superare la cosa e a volte rischiamo la solitudine man mano che ci
allontaniamo dai nostri vecchi amici e dalle vecchie credenze.
La crescita spirituale fornisce lesperienza del cambiamento continuo. Ci` o
signica abbandonare il vecchio e prepararsi ad accettare il nuovo. Man mano
che svilupperete il coraggio di diventare veramente indipendenti, scoprirete che la
Legge Universale vi appoggia. Siete come il marinaio solitario che attraversa il
mare aperto e che ` e energizzato dal mero coraggio del suo tentativo.
Nessuno necessariamente vi ringrazier` a o dir` a:

Gran bel tentativo, Har-
ry

ma il vostro coraggio favorir` a il vostro sentimento di aspettativa, della Forza


Vitale e di sforzo onesto.
Man mano che la vostra vita diventer` a pi` u intensa, otterrete cose che giammai
avreste creduto possibili. Tuttavia, se dovete aspettare che le circostanze intorno a
voi siano quelle giuste, metterete i vostri ni al tempo futuro e la Legge Univer-
sale che ` e nel costante presente non risponder` a. Dovete incominciare da dove
siete con qualsiasi cosa abbiate e avvicinarvi poco a poco alla vostra meta. Lec-
citazione di essere sul sentiero e di costruire la vostra indipendenza vi rende pi` u
forti. Le cose in qualche modo funzionano e voi, alla ne, giungerete dovunque
stiate andando.
Vivendo nel presente riconosco la verit ` a nella mia vita
e ci ` o mi rende forte.
Alcuni diranno che sicuramente non tutti possono essere indipendenti. Bisogna
avere movimenti sociali, governi, unioni, eserciti, cos` come regole, leggi e divieti.
Altrimenti come potrebbero funzionare i treni? Queste persone non hanno torto.
Oggigiorno, nel mondo vi sono miliardi di persone che si trovano a diversi
stadi di evoluzione personale e spirituale. Tutti hanno bisogni differenti e diverse
lezioni da imparare. Ciascuno di noi ha una meta spirituale sul piano terreno,
anche se per gli altri quella meta spirituale ` e spiacevole o tetra. Per il S e Superiore
tutto ha un qualche valore e alcuni eventi hanno molta importanza.
Considerate la cosa in questo modo: alcune persone riescono ad assistere al
Super Bowl (N.d.T.: nale del campionato di football americano che si disputa
77
in ununica partita a ne gennaio), ad avere i posti migliori e a godersi la partita
nellagiatezza e nel lusso, mentre altri vi assistono da posti pi` u economici e al-
tri ancora vendono noccioline o puliscono i bagni; ciononostante, tutti hanno la
possibilit` a di assistere alla partita. Il piano sico ` e un luogo dove collezioniamo
esperienze, niente di pi` u.
Alcune persone non sono qui per esser libere. Non ` e ci` o di cui hanno bisogno
e si sentirebbero insicuri in totale libert` a. Ad esempio, pensate alla Russia dopo la
Rivoluzione Comunista. Nei primi anni, milioni di persone scapparono ma molti
di pi` u non lo fecero. Di fatto, molti ritornarono in Russia ritenendo che la relativa
libert` a dellOccidente fosse estremamente gravosa.
Non tutti hanno bisogno di libert` a. Piuttosto, la maggior parte della gente
ha bisogno di restrizioni almeno per una parte della propria vita. Quando gli
individui sono limitati, imparano qualcosa su di s e. Una volta che in qualche
modo si sono forticati, a quel punto sono pronti ad andare oltre le loro restrizioni
e ad assaporare la libert` a.
Tuttavia, per tutti coloro che se ne vanno verso la vera libert` a, ve ne sono
molti di pi` u che abbracciano la restrizione. Queste sono le persone che servono
il sistema. Ciononostante, non vi ` e nessun alto o basso, soltanto uno svelamento
graduale.
Una persona pu` o essere leggermente pi` u aperta di unaltra, ma entrambe hanno
dentro di s e la Forza divina, entrambe hanno il potenziale per liberarsi. I bisogni
di un S e Superiore non sono pi` u importanti di quelli di un altro.
Luomo, non appena accetta Dio, ha la tendenza a credere che in qualche mo-
do quellaccettazione lo renda migliore dei suoi simili. Pertanto, a volte gli ebrei
credono di essere migliori dei musulmani, i musulmani si credono migliori degli
ebrei o dei cattolici, i quali a loro volta si sentono pi` u benedetti dei protestanti.
Inoltre, se considerate la New Age o il movimento di Autorealizzazione, sco-
prirete persone che credono di essere parte di unaristocrazia metasica e che tutti
i battisti del Sud, i metodisti o i cattolici siano degli inconsapevoli zoticoni. Per
loro, lunico modo per sperimentare la Forza divina ` e mediante gli insegnamen-
ti illuminati dello Swami Rami il Toccato (N.d.T: Il termine Swami indica un
maestro religioso ind` u).
`
E difcile evitare questa ipocrisia, giacch e arriviamo a Dio mediante lego
e lego ` e attaccato ai suoi comportamenti da bigotto. Crediamo di essere leg-
germente superiori agli altri e che la gente dovrebbe trattarci in qualche mo-
do speciale semplicemente perch e siamo cos` illuminati, cos` consapevoli, cos`
avanti.
`
E possibile andare oltre la meschinit` a dellego. Per prima cosa, si deve con-
sentire alle persone di essere dove sono e, in secondo luogo, non si deve giudicar-
le. La persona veramente spirituale ha sviluppato dentro di s e il potere di essere
magnanimo, il potere di dire:

Sono responsabile per me stesso e faccio del mio
78
meglio. Amo me stesso e amo gli altri, ma non posso essere responsabile per loro.
Il modo in cui vivono la vita ` e una parte della loro evoluzione. Non posso sapere
quali sono i loro bisogni e quindi non li giudico, n e faccio commenti. Se mi chiedi
cosa penso dir` o che non penso, poich e davvero non lo so. Soltanto ora sto diven-
tando consapevole dei miei bisogni spirituali; come potrei essere consapevole dei
bisogni altrui?

. Non appena raggiungerete quella consapevolezza, vi libererete


dagli altri e diverrete un vero individuo. Se gli altri sono attratti da voi e da quel
che avete da dire, va bene. Se non lo sono, va bene lo stesso. Tutti sono nel posto
giusto al momento giusto.
Nello sviluppare le vostre affermazioni, userete energia, Forza Vitale, concen-
trazione e intensit` a. Quando il potere giunge a voi, lego potrebbe farsi sedurre
dallimprovvisa attenzione e voi potreste diventare vittima di un sentimento di
giustizia. Non vi ` e nulla di pi` u spiacevole di una persona che ha sempre ragione.
Queste persone sono spesso determinate a imporre agli altri quella giustizia e
niscono con limprigionare coloro che vorrebbero salvare. Quando scoprirete il
vero signicato della vita, ve ne andrete e lascerete che gli altri lo scoprano al
momento opportuno.
Ora prenderemo in considerazione aspetti di spazio e tempo in relazione alla
consapevolezza. Le nostre menti vivono nello spazio e nel tempo, ma il nostro s e
interiore no. Quel che per la mente pu` o sembrare urgente, non necessariamente lo
` e per il S e Superiore. La consapevolezza ` e una parte di tutto quel che ` e attorno a
voi. I vostri pensieri, il vostro corpo, lambiente sico, la dimensione nella quale
vi trovate, la vostra casa e le cose che fate, sono tutte imbevute di consapevolezza.
Quando pensate qualcosa, ` e reale: esiste in una dimensione di spazio e tempo che
differisce da quella in cui vi trovate (quella in cui si trova la vostra mente).
Il rapporto tra i vostri pensieri e il continuum di spazio e tempo nel quale vi
trovate inuisce su tutto ci` o che fate. Per prima cosa, tutti i vostri pensieri esistono
nelleterno presente. Potete pensare a un evento futuro, ma non si tratterebbe
dellevento.
Ecco un esempio: fate un sogno ad occhi aperti in cui, dopo una giornata
di lavoro, incontrate un amico e vi vedete seduti in un ristorante a bere un caff` e
con quella persona. Potreste sentirvi bene, ma non ` e questa la realt` a: ` e soltanto un
dipinto nella consapevolezza che rafgura la realt` a. Di fatto, il giorno in questione
forse il vostro amico arriv` o tardi, il ristorante era pieno e quindi, invece, ve ne
andaste al cinema.
Questo rapporto tra i vostri pensieri e il mondo materiale ` e vitale. Ad esempio,
afnch e vi sia tempo, deve esserci una mente che possa percepirlo. Al di fuori
della mente, il tempo pu` o essere diverso o inesistente. In altre parole la realt` a per
essere deve avere una consapevolezza che la percepisce reale. Un albero verde in
una foresta non ` e un albero verde a meno che vi sia una mente che lo percepisca.
Se l` non vi ` e nessuno, esso cessa di essere un albero e diventa una massa di
79
molecole che si evolvono in una dimensione naturale distinta dalla nostra. Come
` e possibile? Perch e per un cane lalbero non sarebbe un albero verde, ma una
forma incolore (poich e i cani non vedono i colori). Come disse Einstein:

Tutto
` e relativo

. Perci` o, vi sono tanti alberi quante sono le persone che contemplano


lalbero.
C` e un famoso koan
1
Zen che domanda:

Fa rumore un albero che cade nella
foresta quando nessuno ` e presente?

. La risposta ` e un chiaro no.


Lo stesso vale per il tempo. Non vi ` e alcun tempo oltre la consapevolezza
della mente. Un giorno ` e una misura di coscienza. Se non vi fossero persone, non
avreste alcun giorno.
Il tempo ` e creato dalla mente, per la mente. Pertanto, i vostri pensieri e special-
mente le vostre affermazioni esistono nel contesto illusorio del tempo. Il vostro
pensiero ` e un evento eterno, anche se esso si dissipa e diventa qualcosaltro.
La vostra posizione nello spazio e nel tempo, in relazione al vostro pensiero,
` e vitale. Le vostre affermazioni dovranno materializzarsi nel futuro, anche se il
futuro ` e solo fra cinque minuti. I pensieri che create riguardano il passato, il
presente o il futuro. Ad ogni modo, anche se pensate al futuro, non si tratta del
futuro, ma del presente che inventa un possibile futuro. Lunica realt` a ` e ora.
Se la vostra forma di pensiero ` e legata al futuro, allora ha debolezza poich e
dentro al futuro deve esserci un elemento di fantasia. Anche se non ha fantasia,
quantomeno avr` a alcuni punti indeniti. Voi siete dove la vostra consapevolezza ` e.
Se la vostra consapevolezza ` e centrata sul futuro, la vostra capacit` a di modicare
la realt` a, che riposa nel presente, si riduce.
Per mantenere la vostra affermazione nelleterno presente dovete credere alla
sua verit` a, anche se il vostro bisogno non ` e stato ancora soddisfatto. Concentran-
dovi sul momento, eliminando ogni distrazione inutile, sentirete la forza piena
del vostro potere e la Legge Universale vi motiver` a e vi rianimer` a. La mente ` e
impantanata dalle proprie aspettative. Decide quando o dove qualcosa deve suc-
cedere e poi diventa frustrata se le cose non funzionano. Eppure, la vita ` e tutta
una supposizione. La mente estrapola dalle esperienze passate e presume che gli
eventi futuri si conformeranno a quello schema. Tuttavia, spesso la vita ci pre-
senta circostanze diverse. Quando accade qualcosa di imprevisto, non punitevi.
`
E impossibile azzeccarci sempre. Gli animali nella foresta non si preoccupano di
ci` o che accadr` a e vivono semplicemente la vita. Non appena accetterete le cose
cos` come sono e la smetterete di far pressione su di voi, la vostra vita diventer` a
calma. Il vostro potere crescer` a in quella calma.
Inne, mentre create affermazioni lasciatele libere di dominare, concedete loro
uidit` a. Se cercate di collocare unaffermazione in un quadro temporale troppo
1
(N.d.T.: Nel Buddismo Zen giapponese, la parola indica unaffermazione paradossale o una
domanda usata dagli apprendisti come disciplina meditativa)
80
rigido, lurgenza che create distrugge la vostra intenzione.
`
E meglio creare unin-
tenzione ben denita e collocarla in un quadro temporale il pi` u ampio e indenito
possibile. Questo funzioner` a. Inoltre, osservate come denite i vostri bisogni
quando esprimete affermazioni. Se non siete precisi e la vostra affermazione ` e
mal denita, questa perde forza. Ad esempio:

Entro tre mesi sar` o pi` u ricco

` e
unaffermazione che ha un quadro temporale adeguato; ma cosa intendete con
pi` u ricco? Potreste raccogliere un penny per strada e il vostro desiderio sarebbe
esaudito. Ma era questo quel che intendevate?
Denendo il vostro pensiero senza renderlo troppo rigido, guadagnate densit` a
e potere. Pertanto, affermerete:

Entro tre mesi incrementer` o il mio reddito al-
meno del venti per cento

. Questa affermazione ha buona denizione, un quadro


temporale adeguato ed ` e abbastanza approssimativa da permettere che il denaro
provenga da qualunque parte. Avete aflato la vostra forma di pensiero in un
raggio concentrato di consapevolezza. Il vostro desiderio ` e esaudito.
Stando focalizzato e concentrandomi sulla mia vita,
accelero la mia evoluzione.
81
Capitolo 9
AFFERMAZIONI NOTTURNE
ATTRAVERSO IL TUNNEL DI LUCE
P
rima di concludere la sezione sulle affermazioni di pensiero, vorrei discu-
tere brevemente alcuni dei miei esperimenti con le affermazioni notturne.
Posso offrirvi tecniche che per me sono state inestimabili, idee che ritengo
funzionino.
Per prima cosa, rivediamo lo scenario metasico di questi concetti. Luomo
` e essenzialmente una raccolta di consapevolezza, una molecola individuale della
Forza divina. Egli si trova in un mare di consapevolezza o piano sico. Questo
piano ha lillusione di solidit` a ma effettivamente ` e unaltra forma della stessa con-
sapevolezza incarnata dalluomo. Appare solida soltanto per la velocit` a con cui
gli atomi si muovono.
Di fatto, il piano sico non ` e solido: gli atomi e le molecole che appaiono
come oggetti solidi sono in pratica movimenti ondulatori.
Anche il vostro corpo ` e un movimento ondulatorio, ma allo stesso tempo, una
parte della vostra consapevolezza si trova a un livello pi` u elevato ed ` e una parte del
S e Superiore. Il S e Superiore ` e una molecola individualizzata della Forza divina
che ha identit` a e vi unisce a tutte le cose. Ma questo non vi d` a la conoscenza
completa.
Il cervello funge da inibitore, isolandoci dalle dimensioni interiori di consape-
volezza oltre il piano sico. Senza questa funzione, noi non saremmo in grado di
concentrarci sulla nostra sopravvivenza. Il S e Superiore ` e costantemente con noi,
tuttavia non regola i nostri pensieri o gli avvenimenti della vita. La sua energia ci
sostiene e noi, a nostra volta, raccogliamo esperienze per esso. In qualche modo
ci` o lo aiuta ad espandersi.
Quando siamo svegli, lego domina. Ci concentriamo sulla nostra esistenza
sica,mettendo da parte il nostro io metasico. Nel sonno la mente si riorganizza,
rivedendo e raccogliendo, vagliando gli avvenimenti della giornata. Non appena
82
questo processo ` e compiuto, lio interiore pu` o trascinarsi fuori del piano sico in
unaltra dimensione di esistenza. Siccome lenergia di questi altri piani ` e molto
pi` u rarefatta della nostra, i simboli l` usati ci sembrano estranei. Qualsiasi trasfe-
rimento di informazione si verichi trascende lintelletto e, pertanto, al risveglio
abbiamo soltanto un vago ricordo, forse la sensazione di essere stati altrove per
alcune ore, una sensazione di mistero, di essere connessi ad altri mondi.
A volte facciamo dei sogni strani che sembrano commentare la nostra vita. Io
credo che i sogni siano il modo in cui la mente traduce simboli che provengono
da mondi superiori in un linguaggio comprensibile.
Non si pu` o provare che di notte si comunichi con questi mondi superiori. Tut-
tavia, molti vivono tali esperienze e credono che siano vere.
`
E mia conclusione
che non potreste sogna re quei mondi se una parte di voi non vi esistesse gi` a in
qualche forma.
Un giorno, durante la mia meditazione theta, apparve una mano che porgeva
una strana forma geometrica. Non assomigliava a nulla che avessi visto in pas-
sato. Era una forma allo stesso tempo bislunga, quadrata e triangolare. Sembrava
contenere sia lo spazio sia il tempo e, trasversalmente, era percorso da linee dia-
gonali. La forma e la mano brulicavano di energia. Le linee erano una parte del
simbolo ed esso, a sua volta, apparteneva in qualche modo alle linee.
Pi` u tardi, scoprii che era un tipo di codice di accesso a un altro mondo, molto
simile al tasto del computer che premiamo per accedere a un le o a una lista di
informazioni. Il simbolo apparteneva allessere o energia che giunsi a chiamare
il custode. Non so se la forma misteriosa sia il custode, oppure semplicemente
un simbolo che lo rappresenta. Poco dopo lesperienza, il simbolo cambi` o e si
semplic` o in forma di ruota.
Ogni giorno entravo in trance e, non appena mi rilassavo, la ruota appariva.
Mai una volta, in oltre duemila meditazioni, mi ` e sembrata la stessa. Cambia di
continuo. La forma e la grandezza della ruota, e specialmente langolazione da
cui la considero, varia sempre. Occasionalmente ci sono pi` u ruote. Una volta
dato il codice di accesso, linformazione appare sotto forma di simboli o, a
volte, di parole. Di tanto in tanto appare il tubo, che mi consente di entrare in
altre evoluzioni. Ho notato che il tubo sembra curvare a destra, come una canna
ricurva, e gira in senso orario. In un primo momento pensai che ci` o era dovuto
al fatto che mi trovavo nellemisfero boreale; tuttavia, durante un mio recente
viaggio in Australia scoprii che anche l` gira in senso orario.
Vi ` e unonda di energia che scende dal tubo e unaltra energia che sale. Le
due energie si avvolgono lun laltra come bastoncini di liquirizia. La loro forma
ad elica ` e esatta mente come il diagramma di una molecola di DNA. In un primo
momento pensai che il tubo fosse indipendente dalle due energie, ma poi mi resi
conto che il tubo o tunnel ` e creato dalla forma che le energie assumono man mano
83
che si avvolgono lun laltra, e mi sembra che il tubo sia la zona al centro delle
due onde energetiche.
Se mai avete letto dei racconti di persone che hanno vissuto esperienze di
premorte vi rammenterete che molti ricordano di aver risalito un tunnel o tubo.
Credo che il tubo che vedo sia lo stesso e che si colleghi ad altri mondi, proprio
come unautostrada. Durante una delle prime escursioni su per il tubo, ad esem-
pio, trovai per caso un grigio mondo crepuscolare. Le persone erano confuse
e la mia presenza le terricava. La loro situazione era tanto penosa e io volevo
aiutarle, tuttavia non sapevo come. I miei sforzi non fecero altro che spaventarle
di pi` u. Ogni notte, per una settimana, mi ritrovai nel loro mondo. La mia presenza
era uningerenza nella loro vita e la loro reazione mi infastid` profondamente. Per
quel mese, rinunciai alle mie meditazioni trance quotidiane e, quando ripresi il
mio esercizio, il mondo crepuscolare era scomparso.
Una volta mi ritrovai sulla soglia di un mondo bellissimo. Era illuminato dal-
la luce di Dio, con unintensit` a che non avevo mai visto prima. Volevo entrare,
eppure la mia energia non poteva sopportarlo. Pertanto, chiesi aiuto. Una pal-
la di luce bianca comparve dietro la mia spalla sinistra, si libr` o nellaria per un
attimo e poi sfrecci` o avanti in quel mondo, come se fosse una palla da baseball
che si dirige verso il piatto. Poi scomparve. Sembrava che una parte di me fos-
se nella palla e che quando questa era entrata in quel mondo, se la fosse portata
appresso. In qualche modo quellazione mi dimostr` o che potevo entrarvi in un
periodo successivo. Ci` o che imparai da quella esperienza ` e che spesso ci dimen-
tichiamo di chiedere aiuto. Ci sentiamo soli e abbandonati, eppure dentro di noi vi
sono forze che amministriamo, o che magari il S e Superiore amministra per noi,
proprio dietro la mente.
In quanto umani, ci avvolgiamo nelle nostre stesse vite e pensieri. La no-
stra mente crea un continuo chiacchierio. I mondi interiori che potrebbero ispi-
rarci non possono comunicare attraverso quel chiacchierio; ma se ci giriamo e
guardiamo la luce, il potere che ` e dentro di noi fuoriesce a otti per incontrarci.
Di notte ho preso labitudine di fare laffermazione di dedizione che ` e scritta sot-
to. Poi riesamino la giornata, incominciando dagli avvenimenti pi` u recenti giac-
ch e sono pi` u vicini e pi` u intensi di quelli vericatisi allalba, ore prima. Faccio
particolarmente attenzione a rilasciare qualsiasi sentimento riguardo alla giornata,
buono o cattivo. Riesamino anche tutte le interazioni avute con la gente, le quali
sembrano inuenzare la psiche pi` u intensamente degli avvenimenti quotidiani.
Credo che il riesaminare la giornata nella vostra mente allevi parte del bisogno
di sognare, consentendovi pi` u tempo per sperimentare mondi superiori durante
il sonno. Poi, considero ci` o che ho appreso durante il giorno e rendo grazie per
lallegria che ho provato. Dopodich e, mi protendo oltre la mente, estendendo il
pensiero il pi` u a lungo possibile. Per qualche motivo, ci` o ` e molto difcile, ma lo
faccio come meglio posso.
84
Per completare gli esercizi notturni, uso unaffermazione con la quale dedico
la notte al servizio, se ` e opportuno farlo, e mi rivolgo al S e Superiore afnch e mi
assista nella mia evoluzione.
Dedico questa notte al servizio, se ` e opportuno farlo.
Mi rivolgo al mio S e Superiore afnch e
mi assista nella comprensione e nellevoluzione.
Di tanto in tanto, la mattina mi sveglio con la chiara sensazione che in qualche
modo mi siano state date istruzioni. Circa una volta ogni tre mesi, mi sveglio in
uno stato di estasi celestiale. Tutto il mio essere ` e calmo e comprende il signicato
delle cose. Cerco di sostenere quella sensazione il pi` u a lungo possibile entrando
in leggera meditazione. Sono convinto che negli anni lusare il tempo dei sogni
mi abbia aiutato, quindi vi suggerisco di provarci, poich e se ci pensate, cosaltro
vi ` e da fare nel cuore della notte?
Al tempo in cui scrissi questo libro, avevo risalito il tubo circa duecento volte.
`
E un luogo che sembra unire molti mondi diversi. Quando vedo il tubo rivolgo
un pensiero al custode afnch e mi mostri qualcosa di nuovo. Sembra che io non
abbia molto controllo su quel che accade in seguito. A volte il tubo scompare;
altre volte mi sono ritrovato in nuove dimensioni dai linguaggi cos` sconosciuti
che me ne sono dovuto andare per la paura.
Sembra che vi siano tanti mondi quanti sono gli umori umani e altri mondi
che non sono per niente umani. Alcuni sono spaventosi. Ad esempio, esiste una
dimensione che permea il sico e che ` e costituita da esseri che in parte si trovano
nel piano sico, ma che per lo pi` u non lo sono. Questi esseri hanno desideri umani
molto grossolani. Ne ho visti alcuni che sembrano pi` u o meno umani e ne ho visti
altri che sembrano in parte umani, in parte animali. Guardarli fa rivoltare i sensi.
Mi fa pensare come noi dobbiamo assomigliare agli angeli. Un essere umano,
in genere, ` e protetto da questi mondi pi` u grossolani da uno scudo che scaturisce
dagli atomi e dalle molecole del corpo e dalla Forza Vitale della mente. I teoso
chiamano questo scudo la rete eterica. A volte quella protezione si guasta. A
volte sono le droghe e lalcool a guastarlo, a volte si tratta di una malattia o di un
gravissimo squilibrio emotivo.
Un uomo mi chiam` o da NewYork lamentandosi di aver subito un abuso omoses-
suale da uno di questi esseri. Luomo disse che, mentre ci` o accadeva, sent` la
presenza di un male profondo e che in seguito lappartamento fu invaso da un
odore ripugnante. Luomo, alcuni anni prima, aveva avuto un incidente sul lavoro.
Prendeva la pensione di invalidit` a e viveva da solo. Non sapendo cosa farsene
della vita, aveva permesso alla sua provvista di Forza Vitale di diminuire. Credo
si fosse dato al bere, sebbene lui lo negasse. Negli anni la sua forza si era ridotta,
cosicch e lessere quasi sico poteva fare di lui quel che voleva. Suggerii alluomo
85
un regime ferreo di esercizi e una dieta. Inoltre, gli diedi un programma per ri-
costruire la sua Forza Vitale e rafforzare il suo allineamento alla luce. La sua vita
miglior` o e alla ne smise di chiamare.
Nei miei viaggi su per il tubo ho scoperto frammenti di conoscenza che
mettono in evidenza i principi basilari della vita. Tuttavia, ogni volta che visito
quei mondi, scopro di poter dare soltanto unocchiata a quel che sta accadendo.
`
E come guardare un lm di cui ci ` e concesso solo uno spezzone di, dieci secondi
ogni mezzora, e da questi tagli ad alta velocit` a bisogna estrapolare la storia.
Per quel che posso dire, le dimensioni oltre il piano sico sono divise da
barriere di consapevolezza. Gli abitanti di un mondo generalmente sono incon-
sapevoli degli abitanti degli altri mondi. Le dimensioni pi` u rarefatte sono perme-
ate dalla luce della Forza divina e sembrano positive e piacevoli. Altri mondi sono
grigi o molto oscuri e paiono esistere soltanto nellinteresse delle repressioni o del
male. A me pare che la qualit` a dei mondi sia determinata dagli abitanti.
Quando gli abitanti dei luoghi oscuri allineano le loro opinioni, lenergia che
creano sembra fungere da trappola. La loro abilit` a nellintrappolare e nellim-
pegnare se stessi e gli altri, ` e spaventosa. Non ho mai scoperto un modo per
perforare la consapevolezza delle persone tenebrose. Vivono per s e e si dilettano
del male della loro dimensione. Oggi il mondo ` e simile. Nessuno giudica il
proprio ambiente brutto. Tutti noi pensiamo che le nostre vite meritino di essere
vissute e che le nostre azioni siano buone o signicative.
Avvolti come siamo nei nostri stessi pensieri, ci ` e difcile uscire da noi stessi
ed esaminare davvero le nostre vite. In questo caso, lesercizio di trenta giorni ac-
cennato in precedenza pu` o aiutare: ci consente di vedere quel che siamo diventati.
La bellezza risalta e le parti grigie, se ve ne sono, si evidenziano per contrasto.
Emmanuel Swedenborg riport` o che esseri provenienti da una dimensione non
potevano comunicare con quelli di unaltra, se non mediante la mente del ricevente.
Ci` o mi infastidiva, poich e credevo nello spiritismo e nella possibilit` a di ricevere
informazioni estranee alla propria consapevolezza da esseri superiori. La risposta
risult` o essere innitamente pi` u complessa di quel che avevo immaginato.
Quelle entit` a che si trovano nei piani superiori comunicano direttamente me-
diante i pensieri o i sentimenti. Prendono la Forza Vitale, plasmano quella luce
in base alla loro identit` a e la proiettano. Questo trasferimento di informazioni ` e
quasi istantaneo e sembra riettere lintensit` a o potere dellessere. Io credo che
quei quantum di comunicazione si muovano pi` u velocemente della luce. Se vi
chiedo di pensare al sole, vi ci vorr` a circa mezzo secondo per richiamare lim-
magine dal vostro subcosciente. Malgrado ci` o, la luce del sole impiega parecchi
minuti per raggiungerci. Il che mi porta a speculare che la nostra consapevolezza
sia pi` u agile della luce.
Allaltro capo del tubo mi accorsi che se osservavo uno dei simboli nel modo
in cui normalmente adopero gli occhi nel piano sico, lo perdevo di vista. Se
86
ne andava prima che potessi imprimermelo nella mente. Imparai a consentire
al simbolo di inuenzare la mia mente senza osservarlo direttamente. Sembra
un compito oscuro, ma non ` e cosi difcile. ` a principalmente un esercizio che
consiste nel togliere di mezzo la vostra personalit` a cosi da poter ricevere energia
direttamente, in un modo insolito ma controllabile. C` e bisogno di una mente
passiva e accettante; non avete tempo per giudicare o analizzare ci` o che state
ricevendo.
Suppongo che le informazioni ottenute dal tubo siano comprensibili a chi-
unque raggiunga il livello vibrazionale nel quale sono create.
Molte delle dimensioni sono oltre le nostre capacit` a e, quindi, lenergia che vi
giunge da un mondo superiore deve trasformarsi in termini che vi siano familiari,
servendo a illuminarvi nei limiti della capacit` a della vostra consapevolezza, il che
` e lunico modo in cui potete davvero usarla.
Se avete dimestichezza con il channelling e lo spiritismo, saprete che spesso
le parole usate sono altisonanti e cosmiche, ma il signicato ` e alla portata di
chiunque. So che alcune persone potrebbero entrare in discussione con me su
questo punto, ma ` e perch e esse amano pensare che qualche tipo di confraterni-
ta bianca stia consegnando messaggi cosmici per la salvezza dellumanit` a. Ci` o
aiuta le persone a sentirsi speciali e va benissimo. Giacch e se il medium dice:

Questo insegnamento arriva direttamente dal grande spirito maestro BongoDon-


go che mor` diecimila anni fa

` e pi` u dimpatto che se il medium avesse detto

Questi sono i miei insegnamenti e sebbene forse siano ispirati da BongoDongo,


in realt` a nascono dalla mia stessa mente

.
Il canale o medium generalmente non ha accesso diretto ai mondi spiritici
con i quali lui o lei sta comunicando. Cos`, quando vi dico che le energie che ar-
rivano per mezzo degli spiriti guida sono quanti di luce che generano informazioni
nella mente del medium e che egli non esprime nulla che non abbia gi` a in s e, per
chiunque non avesse avuto unesperienza diretta di quei due mondi sarebbe dif-
cile obiettare. Inoltre, se fossero stati in quei mondi interiori saprebbero che quel
che dico ` e esatto.
Tuttavia, alla ne, quel che conta ` e se gli insegnamenti aiutano o no la gente.
Se il vecchio BongoDongo libera le persone, allora ` e favoloso. Inoltre, se per far
s` che la gente ascolti dovete avvolgere linsegnamento in un mucchio di formule
magiche, che importa? Quel che importa ` e il risultato nale. Uno degli aspetti
della comunicazione di Ges` u con i poteri superiori (simboleggiati nella Bibbia
come dal Padre) mi diede di che pensare. Com` e che, se Ges` u era lessere pi` u
cosmico che fosse mai vissuto sulla terra, non sapeva cos` tante cose semplici,
quali come funziona lelettricit` a, come andare in bici o cosa farsene di un elastico?
Ai suoi tempi il vaiolo era una maledizione. Perch e non pot e curarlo? Con questo
non ho intenzione di disprezzare gli insegnamenti di Ges` u, tuttavia ` e un valido
punto. Chiesi a un amico, che ` e prete, che cosa ne pensasse. Lui rispose che il
87
punto di vista cristiano ` e che Ges` u aveva familiarit` a con la tecnologia moderna
ma scelse di non dire nulla a riguardo.
Forse o forse no, ma credo che Swedenborg avesse ragione. Ges` u dovette
tradurre le informazioni che entravano nella sua consapevolezza dai poteri supe-
riori in termini comprensibili per la sua mente. Pertanto parl` o di amore, della
legge e del rispettare tutte le cose. Questo era ci` o che era importante ai suoi tem-
pi, cos` come lo ` e oggigiorno. Linvenzione della lampadina e la cura per il vaiolo
sarebbero giunte dopo circa duemila anni di evoluzione umana. Ci` o invalida i
suoi insegnamenti? Niente affatto. Conferma semplicemente lopinione di Swe-
denborg che noi riceviamo soltanto le informazioni che rientrano nella capacit` a
della nostra mente.
Credo che quando Ges` u fu battezzato da Giovanni sulle rive del Giordano,
egli anneg` o: lego nella sua mente fu liberato da quellevento, simboleggiato
nella Bibbia dalla colomba che si allontana da lui. Non appena lego fu messo da
parte, il potere della proiezione cosmica che lo assisteva emerse. Tuttavia, questa
proiezione fu trasmessa mediante la sua mente nel contesto del mondo al quale
era abituato.
La vostra mente racchiude vaste miniere di informazioni di cui, per la mag-
gior parte, siete alloscuro. Energia proveniente da mondi superiori pu` o presen-
tarvi quelle informazioni in maniera brillante e nuova, per` o non vi dar` a la cura per
lAIDS a meno che la vostra consapevolezza racchiuda gi` a i principi fondamentali
della formula. Edison fece migliaia di esperimenti prima di inventare la lampadi-
na, ma i semi di quella scoperta decisiva esistevano nella sua mente molto prima
che ne fosse cosciente.
Nelle affermazioni notturne, ritengo sia importante che vi protendiate per
ricevere energia che pu` o sembrare inuenzarvi in modi non familiari. Circa il
dieci per cento del tempo che ho trascorso su per il tubo, ` e stato in aree a me
sconosciute. Poich e i simboli non erano una parte della mia consapevolezza, non
potevo capire ci` o che l` mi comunicavano, ma quelle esperienze furono preziose
perch e mi insegnarono ad ampliare la mia visione dei mondi interiori. Ogni si-
tuazione ` e data da quel che pensate stia accadendo il che ` e limitato dalle vostre
percezioni e da quel che sta accadendo oltre le vostre percezioni. Il signicato
nascosto della vita sveler` a i propri segreti gradualmente. Con la pratica, svilup-
perete un sesto senso nellafferrare il signicato dietro a quel che sembra ovvio e
vi delizierete man mano che sempre pi` u risorse si sveleranno a voi.
Il graduale processo di apertura si riette nello scudo di energia eterica attorno
al vostro corpo. Gli ind` u chiamano chakra i vortici di energia che si formano in
quello scudo. Mediante questi vortici lenergia scorre dentro e fuori dello scudo.
In maniera interessante, lenergia che scorre dentro e fuori dai chakra assomiglia
al processo che si verica nel tubo, su scala pi` u piccola. Ritengo che alla morte
88
lenergia esca dalla vita attraverso i chakra o a causa loro, il che vi d` a accesso al
tubo.
Molte persone che sono su un cammino spirituale mi hanno parlato di una
sensazione di solletico sulla sommit` a del capo, nella zona del chakra della corona.
In parte pu` o essere dovuto alla forfora, eppure le storie sono cos` simili che mi
inducono a concludere che il solletico, a volte, sia causato dallespansione e dalla
contrazione di quel vortice. Ho avuto la stessa esperienza, soprattutto nella zona
della gola: di tanto in tanto ho sentito come se ci fosse dellenergia che spingeva
in su il mento.
Il processo di espansione dei chakra deve essere graduale. Se il processo di
apertura ` e troppo rapido o ` e forzato, pu` o esservi un danno e addirittura dolore
sico. Una volta, mentre ero in trance, tentai una manovra che era ben oltre la
mia capacit` a. Mi elevai al di sopra del corpo di circa cinquanta centimetri in
orizzontale. Il mio corpo astrale guardava il softto. A quel punto, feci fare una
giravolta completa al corpo astrale cos` da essere faccia a faccia con il mio corpo
sico, dopodich e provai a sollevarlo. Molto complicato! Nel farlo, sentii una
tta di dolore acuto nella gola. II dolore mi riport` o in fretta alla realt` a e il mio
corpo sico fu sotto intenso stress per circa venti minuti. Apparentemente, questa
esperienza non era cos` inconsueta. Ho sentito parlare di medium in trance che
comunicano tramite il chakra della gola, e che soffrono di emorragie quando sono
fuori controllo. Inoltre, un medium inglese di cui ero a conoscenza, ebbe il chakra
del cuore bloccato in trance e part` su due piedi per i mondi degli spiriti, con
grande sgomento dei presenti.
Il sistema dei chakra ` e vitale per la Forza divina e non si pu` o forzarlo ad
aprirsi. So per esperienza che si apre gradualmente negli anni, man mano che vi
sviluppate come essere umano. La chiave sta nello sviluppare la magnanimit` a, che
vi consente di essere una parte di tutte le cose senza provare emozioni. Quando
siete emozionati, il chakra del cuore si chiude per difendersi, come uno di quegli
anemoni acquatici che si chiudono nellistante in cui li toccate. Fa cos` per evitare
danni alla rete eterica che potrebbero essere causati da un massiccio impeto in-
controllato di energia attraverso il chakra, scaturito dal vostro squilibrio. Quando
il chakra del cuore si chiude, vi isola dalla Forza Vitale e la vostra capacit` a di di-
sintossicare i vostri sentimenti e i pensieri si riduce. Questo ` e il motivo per cui le
persone negative rimangono tali e quali per anni: la tossicit` a dei loro sentimenti le
isola, cos` vivono e respirano la propria realt` a, la quale rafforza la loro decisione
di essere negativi.
La chiave per espandere il chakra del cuore sta nellessere aperto. Pi` u investite
nella delicatezza e nella premurosit` a e pi` u vi rilassate riguardo alla vostra vita, pi` u
la vostra energia scorre. Le tecniche per conferire potere al pensiero di cui si ` e
parlato nelle sezioni precedenti vi saranno di aiuto. Rivediamole: Variazione, o la
capacit` a di accettare la vostra vita in termini reali, non in termini di fantasia; Iden-
89
tit ` a, o il credersi identici alla Forza divina che ` e dentro di voi; Congruenza, o il
vivere la vostra vita senza limitazioni e sviluppare la vostra Forza Vitale mediante
un corpo sico forte, il controllo emotivo, il controllo mentale e la comprensione
losoca. Ci` o implica lavere una losoa che vi concede la libert` a di essere un
individuo, libero da quelle regole insensate che imponiamo a noi stessi.
Inne, ritengo che la pratica della meditazione e del rilassamento sia vitale,
giacch e vi consente di riesaminare la vostra vita e di staccarvi dalle esigenze della
vita quotidiana. Lo yoga sembra avere grande utilit` a, cos` come il massaggio shi-
atsu, lagopuntura e altre forme di autoguarigione. Qualunque metodo scegliate,
va bene nch e fa al caso vostro e nch e lo praticate in base a un sistema di san-
tuario organizzato che vi consenta di stare in silenzio, di stare soli e di rivedere i
vostri progressi.
Laffermazione della forma di pensiero ` e di gran lunga una questione di pratica
e di costanza. Con la pratica giornaliera, le vecchie abitudini si dissolveranno
gradualmente e la forza del nuovo vi condurr` a ad altezze maggiori. Di certo ci
vuole pazienza. Alla ne, raggiungerete comunque limmortalit` a, non soltanto
nei vostri pensieri ma, cosa pi` u importante, nei vostri sentimenti. Tutte le vostre
speranze e i sogni vi verranno incontro a braccia aperte e voi potrete veramente
dire:

Io sono potere

. Con la vostra parola come legge, quella forma di pensiero


risuona attraverso mille dimensioni celestiali e qualcosa, da qualche parte, oltre
leternit` a, celebra la gioia del vostro ritorno.
Oggi esprimo amore e franchezza ad ogni persona che incontro
poich e so di essere veramente amabile.
90
Capitolo 10
AFFERMAZIONI DEL CUORE O
DEL SENTIMENTO
U
na parola ` e soltanto un simbolo: fa poco per descrivere loggetto al quale
si riferisce. Ad esempio, a colui che lascolta, la parola porta dice poco
circa la natura delloggetto. La parola non ` e forte quanto un pensiero
che, a sua volta, non ` e forte quanto un sentimento. Durante il corso di formazione
professionale sulla Saggezza del Guerriero che tengo a Taos, Nuovo Messico, mi
concentro sullo sviluppare nei presenti la percezione periferica ed eterica, usando
esercizi che il CUSTODE mi insegn` o come parte dello Stimolante. Per espandere
con successo la vostra energia, dovete prima sviluppare una profonda sensibilit` a.
Questo perch e le dimensioni di consapevolezza, in pratica, sono conni di con-
sapevolezza e sono formate da sentimenti. Ci` o che differenzia una dimensione
infernale da una, diciamo cos`, paradisiaca, ` e quel che gli abitanti di quella di-
mensione provano per se stessi.
`
E una mancanza di percezione o sentimento che
crea linferno ed ` e lo Stimolante che crea la vostra capacit` a di entrare in una sfera
celeste.
Ci` o che pensate contribuisce a creare ci` o che provate, ma sono i vostri senti-
menti che colorano la vostra realt` a. Quelle losoe che dicono:

Ci` o che pensi ` e
ci` o che sei

sono esatte solo in parte. I pensieri che esprimete cambiano la nuvola


di sentimenti attorno a voi e quel sentimento, che ` e soltanto vostro, ricava dalla
Forza Vitale unenergia analoga. Una parola descrive una forma di pensiero e una
forma di pensiero crea un sentimento, per` o soltanto i sentimenti sono reali dal
punto di vista metasico.
Considerate una relazione che avete con qualcuno. Ci` o che ` e reale in quella
relazione ` e il sentimento, negativo o positivo, che avete a riguardo. Se pensate a
un amico che non vedete da alcuni mesi, potrebbe esservi difcile ricordare la sua
faccia, per` o sarete in grado di ricordarvi ci` o che provate nei suoi confronti.
Il sentimento ` e un modo di descrivere nei limiti della vostra consapevolezza
91
la qualit` a dellambiente in cui vi trovate. Se vi dico la parola abbondanza, per
voi potrebbe signicare mille cose. Ad esempio, la parola potrebbe suscitare in
voi la sensazione che qualcuno si stia prendendo cura di voi, che siate al sicuro o
abbiate abbastanza soldi. Oppure potrebbe essere la sensazione di sedersi a una
tavola colma di ottimo cibo o di rilassarsi sul sedile posteriore di una limousine.
Man mano che diventerete pi` u consapevoli dei sentimenti che le cose suscitano
in voi, noterete che tutto attorno a voi ha una impronta energetica che descrive
la sua qualit` a intrinseca. Gli abiti che indossate, la musica che ascoltate, le per-
sone che conoscete, la casa in cui vivete, il lavoro che fate, sono tutte cose che
contribuiscono a creare la dimensione energetica nella quale vivete. Tuttavia, pri-
ma di poter considerare la creazione di unaffermazione di sentimento, dobbiamo
comprendere come il pensiero inibisca la sensibilit` a e come, in quanto umani in
unepoca moderna, non ci insegnino a sviluppare i nostri sentimenti.
Se, ammettiamo, vi state concentrando su un problema difcile,tutti i vostri
pensieri e sentimenti saranno coinvolti in quel problema. Voi diventate il problema
e, identicandovi con esso, solidicate gradualmente la sua realt` a attorno a voi,
isolandovi dalle altre energie. Non appena vi identicate con il problema, i vostri
sentimenti si offuscano e non riuscite pi` u a distinguere la foresta dai singoli alberi.
La nuova energia non trova alcuna apertura per rinfrescarvi. La realt` a attorno a voi
riette soltanto i contorni del problema nel quale siete immersi. La soluzione deve
nascere da ci` o che credete, dal momento che ` e lunica realt` a che potete percepire
in quel momento. La stessa logica si applica alla vita. Ogni evento ratica la
vostra esperienza, e quellesperienza si stabilisce nella vostra consapevolezza con
la concretezza di un blocco di cemento.
I sentimenti che generate vi portano in zone del piano sico che corrispon-
dono a quei sentimenti, ed essi detteranno quello che sceglierete di fare giorno
per giorno. Ad esempio, se entrate in un night-club, i vostri sentimenti devono
accettare lambiente di quel locale, giacch e vi impegnate a fare un bagno in quel-
lenergia. Il locale potrebbe essere rumoroso e affollato, le persone potrebbero
bere bevande alcoliche,potrebbero esservi luci intermittenti e unatmosfera molto
carica sessualmente.
Mentre entrate nel locale, prendete centinaia di decisioni nellarco di tempo
che impiegate per scendere i primi tre gradini. I vostri sentimenti, come un radar,
guizzano immediatamente verso tutti gli angoli della stanza, dandovi una lettura
dellenergia. I cinque sensi riferiscono ci` o che sta accadendo a livello sico e i
sentimenti vi conferiscono una comprensione pi` u sottile. Circa lottanta per cento
delle informazioni rimane al di sotto della vostra soglia cosciente e, mentre vi pre-
occupate di trovare un tavolo, la vostra mente non recepisce quelle in formazioni.
Tuttavia, esse sono l` nel vostro subcosciente e voi potete allenarvi ad esserne
consapevoli e a usarle a vostro favore.
Nel frattempo, avete i cinque sensi, che sono comunque molto istruttivi. Mal-
92
grado ci` o, anche se sarete ben svegli e attenti, sarete consapevoli solo di una parte
dei vostri input sensoriali.
Ci` o accade perch e noi tutti ci concentriamo su quel che ci interessa e, in questo
modo, escludiamo una grossa percentuale di quel che vediamo, udiamo e toc-
chiamo. Questo processo di escludere certe informazioni subliminali fornite dai
sentimenti e certe informazioni consapevoli che scaturiscono dai cinque sensi ` e
comune a tutti. Non siamo abituati a raccogliere informazioni periferiche. Siamo
cos` spesso immersi nelle nostre vite che non vediamo il quadro completo.
Man mano che svilupperete affermazioni di sentimenti, vorrete imparare ad
aumentare la vostra capacit` a di ricevere consapevolmente e di aver ducia nelle
informazioni sensoriali che nascono da quei sentimenti. I sentimenti non mentono
mai. Una persona non pu` o nascondere ci` o che prova; pu` o nascondere ci` o che
pensa (dicendo una cosa e intendendone unaltra), ma i suoi sentimenti sono
chiaramente riconoscibili allocchio allenato.
Ora che vi siete seduti al tavolo del night-club, vi domandate:

Questatmo-
sfera serve di complemento ai miei sentimenti?

e rispondete pi` u o meno



S`

.
Infatti, se la risposta fosse no ve ne andreste. Non appena confermate la vostra
presenza in quella dimensione di sentimenti chiamata night-club, vi esponete
a tutte le possibilit` a che scaturiscono da quella scelta, in quello spazio e in quel
tempo.
Lenergia della Forza Vitale scorre uidamente per il piano sico perch e si
trova in tutte le cose. Tuttavia, nelle strutture delluomo, la Forza Vitale ` e in-
trappolata da parametri prestabiliti.
`
E come nebbia in una scatola: ` e uida ma
soltanto entro i limiti stabiliti dalluomo. Per cui, nel night-club vi sono probabil-
mente un migliaio di cose che potete sperimentare e dieci miliardi che non potete
sperimentare. Potete incontrare qualcheduno che per sbaglio versa del succo di
pomodoro sulla vostra migliore maglietta, ma non potete sperimentare il suono
che fa una tigre che pesca in un ume.
Pertanto, non appena vi sedete nel night-club, incominciate ad assorbire le-
nergia di quel posto e questo modicher` a le vostre sensazioni. Come la musica
pulsa, cos` pulseranno anche i neuroni nel vostro cervello, oscillando allo stesso
ritmo. Quando una persona vi sora passando, la sua energia e la vostra si me-
scoleranno e vi sar` a un trasferimento energetico. Se laltro ` e stanco e voi siete
freschi, costui sacchegger` a una porzione della vostra Forza Vitale.
Se state facendo pensieri sessuali sulla cameriera e lei sta pensando di andare
in chiesa domenica, potrebbe ereditare una parte dei vostri sentimenti e fantasti-
care di andare a letto con organisti di chiesa. Non appena cambiate e diventate
parte della dimensione del night-club, anche questa cambia. Allenergia di quel
posto, si aggiunge o si sottrae la vostra.
Nei limiti di quel blocco di energia vi sono molti sentimenti che contribuiscono
a creare il quadro completo. I vostri sentimenti cercheranno sentimenti simili. Se,
93
ad esempio, al tavolo accanto siedono tre boss maosi pieni di rabbia, qualunque
vostro sentimento di rabbia si unir` a al loro e diventer` a pi` u acuto. Potreste trovare
una ragione per arrabbiarvi; potreste rivolgervi a loro, insultarli e, a sua volta, uno
di loro potrebbe rispondervi assestandovi un pugno in faccia. La seconda scena vi
vede per terra con un labbro che sanguina, a guardare le luci stroboscopiche che
tremolano sul coltello a molla che il bandito vi tiene sotto il naso.

Sono solo le
dieci e un quarto

dite

e da qui allalba possono accadere un milione di cose

.
E in questo modo si possono vericare.
Man mano che ci spostiamo nel piano sico, ci impegnamo in ogni dimen-
sione di sentimenti e nelle possibilit` a che contengono. Prendiamo qualsiasi cosa
vogliamo e andiamo avanti. Gran parte di quel che provate per la vita ` e energia
che avete ereditato da altri. Non appena vi rendete conto di come ci` o vi inuenzi,
potete incominciare ad evitare situazioni che non affermano la vostra visione della
vita. Il trucco sta nellidenticare ci` o che volete e ci` o che non volete.
Spesso prendiamo decisioni senza accorgerci dei fatti pi` u importanti. Pertanto
entriamo nel night-club, vediamo una cameriera carina e pensiamo:

Sar` a diver-
tente

. E invece, magari i nostri sentimenti ci avevano lanciato questo messaggio:

Questo posto ` e molto pericoloso. Il tipo nellangolo ` e un maoso e presto tutti


abbandoneranno il piano sico, perch e un autobus carico di corsi incazzati sta per
spiaccicarli sulla carta da parati della parete settentrionale del locale

.
Il saggio osserva tutto. Il saggio ` e disposto a ricevere. Pertanto, mentre en-
tra nel club, non fa caso alle avance della cameriera e fa una pausa in silenzio,
liberandosi dalle opinioni e dai giudizi. In meno di tre secondi assimila lintero
quadro. Lascia che i suoi sensi si diffondano per il locale ed ` e consapevole delle
informazioni periferiche ed effettive disponibili.
Non appena le ha immagazzinate, il saggio esprime una domanda dal suo
chakra del cuore. La Legge Universale gli d` a lo stampato. Il saggio vede il tipo e
nota lenergia irregolare che emana. Lo stampato dice:

Droghe

. Pu` o vedere a
nove metri di distanza che ha le pupille dilatate. Poi guarda i boss maosi e per-
cepisce restrizione e malvagit` a. Con la coda dellocchio, si accorge di una mossa
impercettibile sotto il tavolo e si rende immediatamente conto che le tre signore
truccate e i cinesi sorridenti l` seduti stanno operando una concessione di amore
in aftto. Il saggio osserva senza giudicare.
Lintero locale vibra di unaria di attesa. Diciassette S e Superiori, intrappolati
nei loro corpi umani, sono venuti in quel locale a morire. Il saggio osserva il cam-
biamento che si ` e vericato nei chakra della corona dei boss maosi e di quelli
seduti al tavolo accanto, e vede che, a un certo punto, nelle prossime settantadue
ore, quelle persone lasceranno il piano sico. Analizzando quellinformazione e
ogni altra cosa che percepisce, il saggio lascia il locale per comprare un gelato
sullaltro lato della strada. E infatti i corsi incazzati arrivano, parcheggiano il loro
autobus sul ciglio del marciapiede e fanno una strage nel locale. Il conducente del-
94
lautobus, un gentiluomo di Cleveland che odia gli spari, si unisce al saggio per
un doppia coppa di cioccolato alla moca. Il potere del saggio ` e tale che luomo si
converte immediatamente allenergia superiore, e se ne va con lautobus, determi-
nato a vivere una vita pi` u signorile. Nel frattempo, i suoi compagni si riversano
sul marciapiede, stupiti di scoprire che il mezzo di trasporto se ne ` e andato senza
di loro, e ancora pi` u stupiti per il modo in cui le luci rosse delle nove macchine
della polizia parcheggiate nella strada riettono la pubblicit` a della birra allango-
lo. Il saggio sorride e dice tra s e:

Sono solo le dieci e tre quarti, e prima dellalba
possono succedere novecentomila cose

.
Con le affermazioni di sentimenti o di affetto sarebbe bello poter dire soltanto:

Cambia i tuoi sentimenti

. Ma la cosa ` e un po pi` u complicata, perch e prima


di poter correggere i vostri atteggiamenti dovete essere pienamente consapevoli
di quel che sta accadendo attorno a voi. Man mano che percorrete la vita, eserci-
tatevi a diventare pi` u consapevoli di ci` o che sta accadendo per mezzo dei cinque
sensi. Provate ad entrare in un ristorante, a soffermarvi sulla porta e a vericare la
situazione con una rapida occhiata. Provate a raccogliere e a trattenere pi` u infor-
mazioni possibile. Poi uscite. Fatevi fare da un amico delle domande dettagliate
circa ci` o che avete osservato. Di che colore era labito che indossava la signora
africana sul balcone? Quante sedie cerano? Che tipo di tappeto? E cos` via. Poi
ritornate nel ristorante e vedete quante cose avete indovinato. Quando imparate a
concentrarvi e riuscite a escludere i vostri stessi interessi, la vita intorno diventa
pi` u elettrizzante, poich e ne cogliete pi` u aspetti.
Ogni giorno divento sempre pi ` u sensibile
al mio ambiente. Sono sempre nel posto giusto al momento giusto.
Se avete vissuto quarantanni e avete osservato il cinquanta per cento di quel
che vi stava intorno, tanto valeva vivere ventanni. Diventando pi` u consapevole,
guadagnate una seconda vita. Ora ne avete due: quella che vivete e quella che
eravate abituati a lasciarvi sfuggire.
`
E una questione di pratica. Nellosservare
la vita sviluppate capacit` a extrasensoriali, poich e state dicendo alla vostra mente
che volete che essa raccolga informazioni sottili. Vi sono molti esercizi e tecniche
che potete usare per sviluppare la vostra abilit` a. Ad esempio, camminate per la
strada e trovate due persone che stanno parlando fra di loro. Camminate due o
tre metri davanti a loro. Acquietate il chiacchierio nella vostra mente e concen-
tratevi sullascoltare la loro conversazione. Esercitatevi ad ascoltare in fondo
alla mente. Se potete cogliere chiaramente la loro conversazione, aumentate il
passo no a portarvi a cinque o sei metri di distanza, poi accrescete la vostra con-
sapevolezza per conformarla al tono pi` u basso delle loro voci. Volgete tutta la
vostra attenzione a quello che dicono e cercate di ricordare ogni dettaglio. Men-
tre ascoltate, osservate quelli che passano e ricordate anche i particolari che li
95
riguardano. Dopodich e, concentratevi sugli odori nella strada e, senza muovere
la testa, localizzatene la fonte. Il profumo indossato da una donna, il chiosco
degli hamburger, i gas di scarico e cos` via. Ora avete unacuta consapevolezza
del vostro ambiente in termini di vista, udito e olfatto. Aggiungete il tatto. Per
questo, usate gli abiti che indossate. Accorgetevi delle sensazioni che vi danno
mentre camminate. Poi, comprate qualcosa da mangiare e fate lavorare il vostro
gusto. Non appena avrete dominato la concentrazione su tutti i vostri sensi allo
stesso tempo, avrete padroneggiato il primo passo. Per quanto riguarda il secondo
passo, dovete incominciare a raccogliere le informazioni periferiche della strada
e a vedere anche con la coda dellocchio. Le cellule dei vostri occhi sono fatte
di bastoncelli e coni. 1 coni si trovano al centro dellocchio e i bastoncelli, che
sono pi` u sensibili, si trovano a lato. Pertanto, anche se la vostra consapevolezza
periferica non ` e dettagliata come la visione diretta, i bastoncelli sono in grado di
raccogliere energia eterica o sottile che non arriva ai coni. Se volete imparare a
vedere pi` u cose, dovrete divenire pi` u consapevoli della latente capacit` a visiva
di cui disponete. Per sviluppare la vostra visione periferica, concentratevi abi-
tualmente su di essa nch e vi verr` a naturale. Ho notato che la consapevolezza
periferica aumenta quando si ` e stanchi. Si tratta di una combinazione dallaffati-
camento del muscolo oculare e del processo rallentato del cervello. Pertanto, il
momento migliore per sviluppare la visione periferica sar` a la notte, o qualunque
momento in cui vi sentiate stanchi.
Ora siete pronti ad aggiungere il terzo passo, che comprende laprirvi a tutte
le informazioni subliminali attorno a voi. Incominciate con laprirvi alla gente.
Quando qualcuno cammina nella vostra direzione, chiudete leggermente gli occhi
e guardate oltre la sua spalla sinistra. Man mano che si avvicina, concentrate-
vi sulla zona centrale del petto (chakra del cuore) e, senza giudicare, cercate di
percepire informazioni sulla sua vita che nascono dai vostri sentimenti. La vo-
stra prima impressione sar` a esatta. Non pensate alla persona; la vostra mente vi
fuorvierebbe. Poi osservatela direttamente, intendo dire osservare davvero. Con-
siderate il peso e laltezza, il modo in cui cammina, che portamento ha, come sono
le sue unghie, la qualit` a dei suoi abiti. La persona ` e pulita o sporca, vestita con
capi costosi o a buon mercato? A questo punto vericate se linformazione visiva
conferma i vostri sentimenti.
La faccia e il corpo di una persona riettono il suo atteggiamento complessi-
vo nei confronti della vita. Quando una persona parla, ascoltate ogni parola che
dice e rendetevi conto degli spazi e delle pause fra le parole. In genere, vi sono
informazioni pi` u attendibili nel silenzio che nella conversazione. Mentre parla,
osservate i movimenti degli occhi, i muscoli della mascella e il movimento delle
mani. Ricordate che ci vuole circa mezzo secondo afnch e un sentimento allin-
terno del subcosciente permei il corpo cosciente, perci` o le reazioni del volto si
manifesteranno sempre leggermente in ritardo rispetto a ci` o che la persona sta
96
dicendo.
I suoi sentimenti vi si riveleranno. Ogni suo minimo cambiamento despres-
sione, anche se sta cercando di nascondervi qualcosa, sar` a evidente. Osservate
i suoi occhi e notate le pupille. Sono dilatate? Se con voi si trova bene o se ` e
drogata, le sue pupille si dilateranno. Se ` e preoccupata o spaventata, le pupille si
restringeranno. Se non si sente a proprio agio, guarder` a lontano. Potrebbe trattarsi
di un leggero movimento dellocchio, ma non sfuggir` a alla vostra attenzione.
Osservate come il suo corpo si sposta mentre parla. Ha le braccia o le gambe
incrociate? Vi sta di fronte o si siede in un angolo? Vi tocca quando parla? E
come reagisce se la toccate? Fatelo e scopritelo.
Ognuno comunicher` a in base alla propria personalit` a, oppure in base allim-
magine che ha di s e e a quella che vuole farvi accettare. Il suo intelletto vi riler` a
la storia ufciale, ma i suoi sentimenti vi offriranno la verit` a.
Espandere lautocoscienza del vostro cuore ` e la chiave per capire la vostra
intima personalit` a. Tutti provano qualcosa, ma la maggior parte di quei sentimenti
rimane nascosta. Diventando pi` u sensibile ai sottili messaggi che provengono
dagli altri, apprenderete qualcosa sulle vostre energie sottili. Cos` facendo, sarete
in grado di identicare che cos` e che trasmettete alla Legge Universale e questo ` e
il primo passo per cambiare: conoscere se stessi.
Le tecniche per cercare il sentimento delle cose sono unabitudine acquisita.
Alla ne, ci riuscirete naturalmente. Ecco un altro esercizio che potete provare.
Gran parte delle riviste a quattro colori mostrano complesse pubblicit` a di bevande
alcoliche. Le inserzioni costano una fortuna, no a quaranta o cinquantamila
dollari a pagina. Linserzionista sa di avere soltanto un secondo e mezzo per
richiamare la vostra attenzione. Per farlo, include nella foto corpi nudi ritratti in
varie pose erotiche subliminalie disegnati con laerografo.
Creare una risposta emotiva ha pi` u effetto che offrire al lettore informazioni o
slogan. Uninserzione che dice:

Bevi questo whisky

` e assolutamente inefca-
ce, mentre una risposta sessuale o di paura crea immediatamente leffetto deside-
rato. Di fatto beviamo pi` u frequentemente quando siamo nervosi, e associamo il
bere alla mancanza di inibizione sessuale.
Per usare questi messaggi subliminali come esercizio per intensicare il senti-
mento, per prima cosa mettetevi a riposo. Girate lentamente le pagine della rivista
nch e incontrate uno degli annunci a quattro colori per bevande alcoliche. Guar-
date lannuncio e osservate dove i vostri sentimenti sono maggiormente sollecitati.
Potremmo notare pi` u di un punto dellimmagine pubblicitaria, giacch e gli annunci
contengono spesso venti o pi` u sollecitazioni subliminali.
Scrutando attentamente le parti dellannuncio che attraggono i sentimenti,
diventerete pi` u consapevoli dellimbroglio nascosto.
Lesercizio potrebbe prendervi un po di tempo, ma imparerete presto. Vi
saranno corpi o sue parti nei cubetti di ghiaccio o nella condensazione sulla bot-
97
tiglia. Dopodich e, cercate le sollecitazioni di paura. In genere, assumeranno la
forma di demoni, teschi o pietre tombali.
Man mano che scoprite i lati nascosti della vita, i vostri sentimenti repressi
emergono in supercie. Scoprirete chi siete veramente. Con coraggio, la vostra
vita cambier` a da un giorno allaltro. Diventare reale ` e soltanto una questione di
decidervi a farlo. Non dovete pi` u difendervi, addurre pretesti o cercare di com-
piacere gli altri. Siete un glio immortale delluniverso. Ci` o che siete ` e ci` o che
siete.
Incominciate ad identicare quello che sentite davvero. Prendete un foglio e
dividetelo in tre colonne. Nella colonna di sinistra fate una lista dei titoli principali
della vostra vita:
- Dove vivete.
- Con chi abitate
(scrivete i singoli nomi, soprattutto delle persone che per voi sono impor-
tanti, quali il vostro compagno, i gli o il capo).
- Come vi guadagnate da vivere.
- Come usate il denaro (casa, cibo, impegni).
- Quali sono i vostri hobby
- La vostra opinione sulla vita (sapete tenerla sotto controllo?)
- La condizione del vostro corpo.
- Altri aspetti principali della vostra vita.
Accanto a ciascun titolo, al centro, scrivete una delle seguenti sensazioni:
SODDISFACENTE
NON SODDISFACENTE
INCORAGGIANTE
NON INCORAGGIANTE
GRADEVOLE
NON GRADEVOLE
FORTE
DEBOLE
Se queste parole non descrivono i vostri esatti sentimenti, allora usate parole
vostre.
98
State esaminando queste situazioni per ideare una vita libera dai conitti e dal-
la confusione emotiva, una vita che comprenda amore, piacere e totale soddisfa-
zione, una vita che vi nutrir` a. In pratica, inserirete nella vostra vita un contatore
di lotta per scoprire quanto essa vi alimenta e quanto no. Quando avrete la lettura
del contatore di lotta, sar` a subito evidente quali sono le aree che hanno bisogno di
cambiamento e che cosa vi aiuter` a a sentirvi liberi e rinnovati come individui.
Nella colonna di destra scrivete in che modo migliorereste una situazione gi` a
favorevole o come ne risolvereste una spiacevole. Ad esempio, se fate un lavoro
che odiate, scrivete una parola sui provvedimenti che prenderete per aggiustare
la situazione. Potrebbe trattarsi di parlare ai vostri colleghi o al capo, oppure di
studiare un piano per andarvene di l` alla svelta.
Analizzando la vostra vita potete osservare ci` o che vi sostiene e ci` o che non lo
fa. Siete liberi di modicare o migliorare qualsiasi cosa. Vi ci ` e voluto del tempo
per mettervi in queste situazioni e potrebbe volerci un po per chiarirle tutte, ma
voi siete pazienti. Le situazioni non possono cambiare nch e i vostri sentimenti a
riguardo non cambiano.
E adesso parliamo dei soldi. Senza soldi, come esseri spirituali colate a picco,
a meno che siate disposti a ritirarvi in cima a una montagna. Tuttavia, ritirarsi
non funzioner` a davvero; la regola del gioco oggi ` e coinvolgimento. Il trucco ` e
prendere lenergia che avete sviluppato e usarla per farne qualcosa di voi e della
vostra vita. Evitate di gestire il denaro con la scusa che la crescita spirituale vi
pone al di sopra del bisogno di soldi? In questa era vi sono pi` u comunicazioni,
arte, creativit` a, guarigione e viaggi disponibili che in qualunque altro periodo.
Sarebbe un peccato se vi lasciaste scappare tutto questo. Questa ` e la vostra oc-
casione per assimilare tutte le esperienze che potete. Se questo non facesse parte
dellintenzione del vostro S e Superiore, non vi sareste preoccupati tanto di essere
qui in questo momento.
Sviluppare labbondanza implica sforzo, ma vi ` e una bella differenza tra sforzo
e lotta. Se state facendo un lavoro soltanto per sopravvivere, diventa un lavoro
ingrato, che saccheggia la vostra energia. Stabilite ci` o che volete e incominciate a
lavorarci sopra in questo istante. Essere pagati per ci` o che amate fare ` e una delle
grandi gioie della vita.
`
E un modo per onorare se stessi.
I soldi sono il vostro portello di sicurezza, ma quel portello non ` e effettivo no
a quando non lavorate in proprio. Non importa quanto sia premuroso il vostro
capo, vivete sempre in base al suo destino e non al vostro. Questo va bene per
un po di tempo, ma alla ne dovrete assumere il pieno controllo. Se non vi ` e
possibile lavorare in proprio, allora incominciate a sviluppare quanta pi` u libert` a
potete nellambito nel vostro impiego. Magari potete vendere la vostra esperienza
al vostro datore di lavoro come subappaltatore.
In alternativa, cercate altre fonti di guadagno come un lavoro part-time o inve-
stimenti, cos` da avere il maggior numero possibile di alternative. Ci` o vi accorda
99
uidit` a e vi consente di essere adattabile. Potrete muovervi allistante quando lo
desiderate.
Per alcuni, ladattabilit` a ` e naturale, ma non per altri. Ciononostante, spesso
vi ` e impossibile diventare una persona di successo se non lasciate il posto in cui
siete cresciuti, che vi trattiene in una morsa di ricordi e associazioni.
`
E difcile
affermare:

Ora sono cos`

, quando tutti attorno a voi ricordano e affermano


la vecchia immagine di voi. Lasciare un paradiso sicuro e avventurarsi fuori ` e
unaffermazione che in s e dice:

Ora ho il potere. La mia positivit` a e lo sforzo
garantiranno il mio successo dovunque vada, o qualunque cosa scelga di fare

.
Allo stesso modo, sviluppare e sostenere unaffermazione di sentimento signi-
ca premere contro il vostro ultimo conne conosciuto e cancellarlo con la forza
della vostra volont` a. Ne uscirete come un essere eroico, oltre lincertezza e con il
dominio sulla vostra vita. Alla n ne, che cosa ` e la morte se non un altro andare
e venire? Non appena avete raggiunto quella vetta, la paura si dissolve con lin-
tensit` a della luce. Avete ultimato il vostro scopo nella vita e qualsiasi altra cosa
sperimentiate ` e un dono extra da gustare. La meta ` e percorrere bene il cammino,
non arrivare a destinazione.
Non appena raggiungete lapice di questo sentimento, ci` o, in s e, diventa unaf-
fermazione. Considererete la vostra vita e quella di altri come farebbe un gentile
osservatore, invece che esserne coinvolti emotivamente. Qualche anno fa avevo
una ragazza che aveva un serio problema di droga. Ci` o mi caus` o innite preoc-
cupazioni e dispiaceri. Pur non perdonando quel che faceva, non la condannavo
nemmeno. Ci` o avrebbe solo reiterato latteggiamento della sua famiglia e della
societ` a, in risposta al quale era entrata nella dipendenza. Pertanto mi addossai io
stesso la responsabilit` a di sostenerla. Trotterellavo senza ne nella notte, parlando
a una moltitudine di tipi malandati, aiutandola a restare al sicuro mentre comprava
le sue droghe. Arrivai a capire la complessit` a della tossicomania e provai piet` a per
lei.
Un giorno, piangendo, mi chiese dove pensavo che tutto ci` o avrebbe portato.
Le dissi in tutta verit` a che sarebbe morta, e presto. Questo attir` o la sua atten-
zione e da allora incominci` o un lento processo di guarigione. A quei tempi, in
Inghilterra ci si poteva registrare presso il Ministero della Sanit` a come drogato.
Vi rilasciavano una carta didentit` a, affettuosamente nota come la carta NUJ (The
National Union of Junkies N.d.T. Unione Nazionale dei Tossici). Lei si registr` o
e questo fu il primo passo nella sua guarigione. Fino a quel momento, non aveva
ammesso di avere un problema. Alla ne, nonostante la sua accettazione della
malattia, decisi che per noi era meglio smettere di stare insieme, anche se allora
pensai che sarebbe sicuramente morta. Tuttavia, qualche anno dopo era guarita,
si era sposata e si era stabilita sul Mediterraneo. Tutto and` o bene. Il suo semi-
nario di vita quotidiana le era costato quarantamila dollari, ma aveva capito il
messaggio.
100
A volte, lasciare le persone ` e la cosa migliore che potete fare per loro. Non
potete costringerle ad esser ragionevoli. A volte, prima di raggiungere il successo,
hanno bisogno di sperimentare il degrado e linsuccesso.
In conclusione, rivediamo alcuni dei punti principali circa le affermazioni di
sentimenti o del cuore. Per prima cosa, dovete sviluppare una sensibilit` a al mondo
attorno a voi. Poi, dovete considerare onestamente la vostra vita, analizzare come
vi sentite a riguardo e determinare quali misure dovete prendere per migliorare
qualsiasi cosa sia insoddisfacente.
Quando sperimentate dei cambi di umore, come facciamo tutti, fate molta at-
tenzione a quando i vostri sentimenti iniziano a deteriorarsi e correggeteli imme-
diatamente. Se sapete di diventare scontrosi quando siete stanchi, allora dovreste
evitare di prendere delle decisioni quando siete in quello stato. Se una certa per-
sona vi provoca squilibrio, fatela uscire dalla vostra vita.
`
E cos` facile dire a
qualcuno:

Onoro la tua decisione di essere chi sei, ma preferirei se lo facessi
altrove

.
Il mondo intorno a voi ` e in disequilibrio e il suo tic tac tender` a ad inde-
bolirvi. Non appena imparerete a staccarvi, le cose smetteranno di inuire su di
voi. Inoltre, troverete utile ridurre la quantit` a di contatto assoluto che avete con
il mondo. Evitate gli assembramenti. Tenete per voi la vostra speciale visione
del mondo. Il vostro destino ` e diverso perch e siete una di quelle rare persone che
hanno il dominio della propria vita. Ritengo sia importante essere informati su
ci` o che sta accadendo nel mondo, ma fate attenzione a non farvi coinvolgere emo-
tivamente. State lontani dalle cause: sono trappole dellego. Se volete amare
il mondo, salvarlo e nutrirlo, bene, ` e una gran cosa. Per prima cosa, per` o, amate
e nutrite voi stessi. Poi, amate, nutrite e sostenete quelli che sono attorno a voi.
Se avete del tempo libero, potete marciare con il vostro stendardo, ma non fate
una crociata al posto di diventare potenti. Potete aiutare gli altri quando chiedono
aiuto, ma non prima.
Inne, svilupperete mistero e dalla segretezza otterrete potere. Quando le
persone sanno tutto di voi, si agganciano alla vostra energia come i pirati quan-
do attaccano una nave, e diventa innitamente pi` u difcile staccarsi. Inoltre,
mentre percorrete la vita, concedetevi pazienza. Considerati i molti anni che vi ci
sono voluti per evolvere nello schema attuale, vi ci vorr` a qualche anno per trovare
il modo per uscirne.
Le vostre debolezze, di qualunque genere esse siano (debolezze di carattere, di
stile di vita o di circostanza), sono bellissime. Esse vi permettono di apprendere
e di proseguire verso cose pi` u elevate. Se la vostra vita fosse perfetta morireste,
poich e il vostro S e Superiore non avrebbe alcun motivo di essere qui. Abbiate
piet` a per voi stessi e rendetevi conto che in tutti gli squilibri vi ` e forza, e che non
esiste la perfezione n e la completezza assoluta. Nella vita, tutto fa parte della
101
ricerca. Se lo scopo o la ricerca fossero accessibili, il mondo nirebbe.
`
E il
cammino ben percorso che vi rende eroici, non il risultato nale.
La mia vita ` e eroica.
Riconosco e onoro ogni passo che faccio.
102
Capitolo 11
AFFERMAZIONI
DELLESSENZA O DELLAZIONE
L
e affermazioni dellessenza o azione parlano pi` u forte delle parole. Non
vi ` e nulla come laffermare:

Mi sento ricco

con cinquantamila dollari


in contanti sul tavolo della cucina. In qualche modo, la mente capisce
subito.
Il processo di creare azione per sostenere la vostra affermazione non ` e com-
plicato. Ogni giorno, conseguite molti successi. A voi potrebbero non sembrare
importanti, ma per il saggio tutto ` e importante.
La maggior parte di noi tende a minimizzare i propri trion, poich e da bambini
ci insegnano a non vantarci, ad esser carini e umili e a chiedere perdono al Signore
per la nostra condizione infelice. Si tratta di un mucchio di sciocchezze spirituali.
Non dovete far nta di essere umili e il Signore non vi considera affatto degli
sventurati. Perno nei vostri momenti peggiori siete bellissimi, e leternit` a passa
attraverso ogni molecola del vostro essere.
Non appena incominciate a considerare la vostra vita importante, tutti i gesti,
per quanto piccoli, diventano altres` importanti. Pertanto, una camminata allal-
ba in silenzio ` e un trionfo di disciplina, unaffermazione dellessenza. Dare le
dimissioni potrebbe essere un altro trionfo. Unora passata a comunicare con una
persona che vi crea problemi, un altro ancora. Una volta che vi focalizzate sul
successo, le cose che fate per raggiungere quello scopo diventano candele sul
vostro sentiero. Le affermazioni dellessenza vi aiutano a prestare attenzione alle
candele.
Le vostre affermazioni dellessenza diventano segnali stradali nella vita, gril-
letti che liberano lenergia positiva che era immaggazinata in voi.
Man mano che delimitate le parti della vostra vita che sono forti, esse vi as-
sisteranno a diventare perno pi` u forti. Prendete tempo per onorare queste roc-
caforti: lamore che provate per la vostra famiglia e per gli amici, il vostro amore
103
per la natura, la vostra capacit` a di guadagnarvi da vivere, il vostro potere creativo,
la vostra acuta intelligenza, o qualunque cosa sia. Quando, in rare occasioni, agite
in base a unenergia che non ` e proprio la migliore, prendete un momento per con-
siderare perch e lo avete fatto e poi minimizzate la cosa. Mai ritornare sempre su
quel che ` e successo, n e su quel che la gente pensa che abbiate o non abbiate fatto.
Osservando i cartelli stradali della vostra vita, tessete intorno a voi un modello di
forza. Scegliete persone che migliorano la tessitura e usate la loro energia. Sce-
gliete luoghi che vi sembrano efcaci, andateci e notate il potere che vi danno.
Se vi si presenta unesperienza insolitamente forte, segnatela nella mente e ricre-
atela in seguito nei vostri sentimenti, o quantomeno createvi un solido schema
mnemonico da poter richiamare alla mente in qualunque momento.
Scegliete sempre il sentiero pi` u forte. Nellentrare in un ristorante, vi saran-
no posti deboli e forti. Usate i vostri sentimenti per scegliere sempre la massima
energia possibile. Non lasciate che il fato vi governi: voi governate il fato. Am-
biente, colori, musica e cibo: sono tutte decisioni che voi dovete prendere. Non
dite mai:

Non so

, perch e di solito non ` e vero. Se il saggio non sa, lui o lei si tira
indietro e riesamina il sentimento, riesamina la forza e presto giunge la risposta.
Spendete meno tempo possibile nelle distrazioni della vita e pi` u tempo possi-
bile muovendovi verso la vostra meta. Sentitevi liberi di farla nita con qualcuno
se vi fa perdere tempo. Eliminate tutti gli sforzi inutili e cercate di massimizzare il
vostro tempo libero (tempo che userete per migliorare la vostra vita, per studiare,
per imparare, per indulgere alla vita), tempo per capire voi stessi e per onorare
la Forza Vitale in tutte le cose. Il culto dellindividuo erediter` a la terra, poich e
alla ne tutti vedranno che questo ` e lunico sentiero e che tutte le associazioni
non sono altro che tappe sul cammino verso la trascendenza individuale, che ` e il
destino di noi tutti. Fate le vostre scelte e poi sentitevi liberi di cambiarle se lo
desiderate; per` o fate delle scelte.
Orientatevi verso lazione, collezionate esperienze utili e usate quelle espe-
rienze come aiuto per superare la prossima sda. Sviluppate dei piani, scrivete il
copione della vostra vita e attenetevi ad esso. Muovetevi deliberatamente, cam-
minate ma non correte, e mentre lo fate abituatevi a prestare attenzione al mondo
attorno a voi.
Le vostre prospettive sono illimitate e le affermazioni di azione saranno il
culmine dei vostri sogni trasformati in realt` a. Vi accorgerete che la vostra vi-
ta procede a fasi e che vi sar` a offerta la possibilit` a di completare ciascuna fase.
Annodate i capi slegati, pagate i vostri debiti, conciliate le vostre relazioni. Il
liquidarne una vi consente di passare ad unaltra. Portate a termine i vostri obbli-
ghi e state attenti a non assumervene pi` u del dovuto, a meno che non vi servano.
Consentitevi quanta pi` u uidit` a possibile. Cosi facendo, accelerate lenergia della
vostra vita, e vi accorgerete che completate i progetti perno pi` u rapidamente.
La creativit` a ` e in pratica uno sprazzo della mente universale, trasformato da
104
voi in azione. Pi` u siete vicini alla luce, meno la vostra vita ` e complicata. Meno
scelte avete, pi` u lenergia scorre. Ho visto persone raggiungere una prolica cre-
ativit` a quasi da un giorno allaltro, allineando la propria vita al potere e agendo
nel contesto delle proprie intenzioni.
Quando avrete portato la vostra energia a un buon grado di concentrazione, la
Legge Universale risponder` a alla svelta, giacch e nulla pu` o intralciare il sistema
di consegna. Pi` u dominate il vostro mondo e lasciate in pace quello degli altri,
pi` u conquisterete lappoggio della Forza divina e pi` u vi accorgerete che potete
trionfare su tutte le circostanze.
Non potrete mai sapere tutte le risposte. Non importa quanto diventiate po-
tenti, i grandi misteri della vita si libreranno sempre lontano. Quando vedete
bellezza, andatele incontro; quando vedete bruttezza, allontanatevi. Questa ` e la
vostra affermazione dellessenza. Alla ne, limmortalit` a che cercate diventer` a
inesorabilmente una parte della vostra esistenza.
Man mano che imparate a darvi del potere che ` e dentro di voi, esso risponde.
`
E come se nellatto di afdare la vostra sorte alla Forza divina che ` e in voi, creiate
una vulnerabilit` a che vi tiene al sicuro. Luomo della strada ` e vulnerabile perch e
non sa quel che sta facendo, e soffre perch e pensa di sapere tutto. Il saggio ` e
vulnerabile perch e, nel suo amore benigno per il tutto, si apre ad ogni cosa e
cos` la sua vulnerabilit` a lo salva giacch e la sua energia non nasce dallego, ma ` e
unenergia di trascendenza e rispetto. Il saggio sa di non sapere nulla.
Via via che usciamo da questo millennio ed entriamo nel ventunesimo secolo,
vedrete una gran divisione dellumanit` a, non ununione. Quelli con potere e disci-
plina avanzeranno velocemente e le loro imprese culmineranno in unultima ori-
tura degli sforzi umani. Altri regrediranno e riabbracceranno il tribalismo, magari
una versione moderna, ma pur sempre tribalismo; ed ` e questo che ` e destinato ad
accadere.
Il mondo striller` a la propria angoscia e voi, gettato via tutto il male ed essendo
una molecola nelleternit` a del tutto, resisterete per il bene dellumanit` a. Sarete il
rappresentante di uno stato celestiale, poco compreso e ancor meno riconosciuto
come possessore di una gentilezza, una guarigione che in cambio non chiede nul-
la. Non appena vi sarete dati allamore e alla dolcezza, le vostre azioni staranno
attorno a voi come vecchi amici. Lenergia che esprimete efcacemente da dentro
vi reclamer` a indietro per riposare nella bellezza squisita del tutto, nalmente riu-
niti in pace e in gentilezza e veramente in grado di dire a voi stessi:

Sono eterno,
immortale, universale e innito. Cos` sia

.
La Preghiera del guerriero
Sono quel che sono.
Avendo fede nella bellezza dentro di me, sviluppo ducia.
105
Nella dolcezza ho forza.
In silenzio cammino con gli dei.
In pace capisco me stesso e il mondo.
Nel conitto mi allontano.
Nel distacco sono libero.
Nel rispettare ogni creatura vivente, rispetto me stesso.
In dedizione onoro il coraggio dentro di me.
In eternit ` a ho piet ` a per la natura di tutte le cose.
In amore accetto incondizionatamente levoluzione degli altri.
In libert ` a ho potere.
Nella mia individualit ` a esprimo la Forza divina che ` e dentro di me.
In servizio do quel che sono diventato.
Sono quel che sono:
Eterno, immortale, universale e innito. E cosi sia.
106
Appendice A
Nota bibliograca sullautore
STUARTWILDE, scrittore e conferenziere, ` e una delle personalit` a pi` u dinamiche
del Human Potential Movement (N.d.T. Movimento per il Potenziale Umano).
`
E
apparso in pi` u di quattrocento spettacoli televisivi e radiofonici in nove paesi,
raggiungendo pi` u di dieci milioni di spettatori.
Nato a Farnham, Inghilterra, Stuart Wilde, glio di un diplomatico inglese,
familiarizz` o con molte culture diverse sin da giovane. Dopo dodici anni di stu-
di sulle tradizioni esoteriche dellantico misticismo europeo e orientale, Stuart
percorse lequivalente di ottanta giri del mondo nella sua ricerca metasica della
conoscenza.
Grazie a quella ricca esperienza Wilde ci offre La saggezza del guerriero, una
losoa pratica e alternativa che restituisce il potere allindividuo. Il suo stile
carismatico ` e unico, giacch e proviene da un luogo di amore in cui non vi chiede
nientaltro che di stare bene con voi stessi. Non ammonisce, n e esorta a fare
donazioni o manipola lindividuo in una realt` a di gruppo.
Il modo in cui Stuart Wilde si esprime vi fa sentire al sicuro. Usando il suo
humor inglese, fornisce informazioni complesse usando un linguaggio che tutti
possono capire. Stuart ha qualcosa di diverso. Non si pu` o esprimere con preci-
sione di che cosa si tratti, ma il semplice fatto di essere in sua presenza pu` o far
cambiare la vostra vita miracolosamente.
La creativit` a di Stuart Wilde ` e fertile. Ha registrato centinaia di cassette
didattiche, sia audio sia video, distribuite in ventiquattro paesi del mondo.
I suoi libri sono considerati capolavori nel loro genere e al momento si sta
provvedendo a tradurli in tutte le principali lingue europee. Inoltre, fa parte
del consiglio damministrazione di pi` u di una dozzina di organizzazioni inter-
nazionali che promuovono la comprensione universale, labbondanza e la sacralit` a
dellindividuo.
107
Indice
1 UN FACILE INIZIO 1
2 ANTICHE SAGGEZZE 11
3 COSA VOLETE VERAMENTE? 29
4 DEDIZIONE
LA PREGHIERA INTIMA DEL GUERRIERO 32
5 AFFERMAZIONI DI PAROLA 36
6 LA VOSTRA PAROLA
`
E LEGGE 43
7 AFFERMAZIONI DI PENSIERO 51
8 DIVENTARE POTENTI 67
9 AFFERMAZIONI NOTTURNE 82
10 AFFERMAZIONI DEL CUORE O DEL SENTIMENTO 91
11 AFFERMAZIONI DELLESSENZA O DELLAZIONE 103
A Nota bibliograca sullautore 107