You are on page 1of 7

PARTI VARIABILI del discorso

AGGETTIVI
QUALIFICATIVI

Gli aggettivi qualificativi sono parole che
esprimono una qualit di una persona, un animale,
una cosa. Di solito, perci, gli aggettivi qualificativi
si trovano vicini ai nomi.

Qualche esempio di aggettivo qualificativo
Un ragazzo simpatico.
Un gatto aggressivo.
Una vecchia automobile.





Gli aggettivi qualificativi

MASCHILE
hanno un genere
FEMMINILE



SINGOLARE (=uno)
e hanno un numero
PLURALE (=tanti)




PARTI VARIABILI del discorso

articoli

Gli articoli sono paroline che accompagnano i
nomi.

Gli articoli si dividono in


DETERMINATIVI
Indicano una persona,
un animale, una cosa
in modo determinato.
Per esempio: Il gatto nero, la penna rossa, gli
scarponi da montagna


INDETERMINATIVI
Indicano una persona,
un animale, una cosa
qualsiasi.
Per esempio: un gatto, una penna, un paio di
scarponi





Gli articoli

MASCHILE
hanno un genere
FEMMINILE

SINGOLARE (=uno)
e hanno un numero
PLURALE (=tanti)


PARTI VARIABILI del discorso

Inseriamo gli articoli nelle tabelle

ARTICOLI DETERMINATIVI

IL LO LA (L) I GLI - LE



SINGOLARE PLURALE
MASCHILE



FEMMINILE



ARTICOLI INDETERMINATIVI

UNO UN UNA UN


SINGOLARE PLURALE
MASCHILE



FEMMINILE








PARTI VARIABILI del discorso

I NOMI

I nomi sono parole con le quali si indicano
persone, animali, cose.

I nomi indicano elementi che esistono nel mondo
che ci circonda, che si possono vedere, sentire,
toccare, annusare

Esempio

IL CANE DORME.

- La parola CANE un nome, perch indica qualcosa
che esiste nel mondo, che si pu vedere e toccare.

- IL qualcosa che puoi vedere da qualche parte nel
mondo? Esiste un IL da qualche parte? No, allora IL
non un nome.

- La parola DORME qualcosa che puoi vedere da
qualche parte nel mondo? No: puoi vedere un
persona che dorme, un animale che dorme, ma non
potrai vedere un DORME. Dorme non un nome!


ATTENTO!

Sono nomi anche le parole che indicano
sentimenti, emozioni, stati danimo, modi di
essere (amore, generosit, tristezza, gioia, coraggio,
solitudine): infatti, anche se non si possono
percepire con i cinque sensi, sono tutte cose che
esistono e che le persone sentono.

PARTI VARIABILI del discorso

I nomi possono essere di


di PERSONA
ANIMALE
COSA

I nomi MASCHILE
hanno un genere
FEMMINILE

SINGOLARE (=uno)
e hanno un numero
PLURALE (=pi di uno)

Esempio
La nonna Carmen mi ha cucito una Ferrari sul
giubbotto.

Nonna= nome comune di persona, femminile,
singolare.
Carmen= nome proprio di persona, femminile,
singolare.
Ferrari= nome proprio di cosa, femminile, singolare.
Giubbotto= nome comune di cosa, maschile, singolare.



COMUNI
Indicano una persona, un animale,
una cosa in senso generale.

PROPRI Indicano una persona, un animale,
una cosa determinata.
Si scrivono sempre con la lettera iniziale
maiuscola.
PARTI VARIABILI del discorso

Ci sono molte altre categorie attraverso le quali
vengono analizzati i nomi.

CONCRETI: indicano tutto ci che si pu percepire
con i cinque sensi.

oppure

ASTRATTI: indicano cose che non si possono
percepire con i sensi: emozioni, modi di essere,
sentimenti

COMPOSTI: sono formati da due parole.

COLLETTIVI: indicano un gruppo di cose, animali,
persone.


PRIMITIVI: non derivano da nessunaltra
parola
o
DERIVATI: derivano da unaltra parola. Hanno
un significato diverso rispetto alla
parola da cui derivano.
oppure
ALTERATI: si formano aggiungendo un
suffisso alla radice di un nome.
Il nome alterato mantiene il
significato del nome, ma ne
trasforma una qualit.



PARTI VARIABILI del discorso

Qualche esempio di nomi
CONCRETI: sole, scarpa, mare, giraffa, pulce, nonna,
muratore



ASTRATTI: amicizia, tristezza, delusione, gioia,
stanchezza



COMPOSTI: grattacielo, attaccapanni, prendisole,
cavatappi, tostapane, pianoforte


COLLETTIVI: branco, gente, fogliame, mucchio, flotta,
stormo


PRIMITIVI:
1) mano
2) fiore
3) scarpa

DERIVATI:
1) manopola, maniglia, manubrio, manette
2) fiorista, fioriera, fioreria
3) scarpiera

ALTERATI:
1) manina, manona, manaccia,
2) fiorellino,
3) scarpetta, scarpina, scarpone...