You are on page 1of 1

Centro Formazione Calcio

www.centroformazionecalcio.com Pagina 1


R.Kappa calcio

Europe Cup U12:
Hajduk pentacampione!


Battuti in finale gli svizzeri del Basilea: 1-0. Olympique
Marsiglia, Fiorentina e San Paolo nelle posizioni di rincalzo.
Tonfo Juve, sorpresa Sestese!




Hajduk Spalato si impone con pieno
merito nella ventitresima edizione della
Europe Cup U12 e diventa cos
pentacampione. I croati bissano il
successo di un anno fa. Era dal 1999-2000 che
una squadra non riusciva ad aggiudicarsi la
prestigiosa coppa per due edizione consecutive.
Daltra parte lHajduk si conferma lassoluta
regina di questa manifestazione ideata e
promossa dal Centro Formazione Calcio. Niente
ha potuto il Basilea giunto in finale dopo aver
eliminato nel secondo turno di qualificazione
una delle favorite del torneo, ovvero
lOlympique de Marseille. Dopo un primo
tempo dominato dai piccoli croati, gli svizzeri
hanno lottato con ardore fino al fischio finale,
provando con caparbiet a ribaltare il risultato,
ma nellunica nitida occasione da rete costruita
nel corso del match hanno trovato sulla loro
strada la parata miracolosa del portiere
avversario. L1-0 finale lo specchio fedele
della partita.

SUL GRADINO PIU BASSO del podio si piazzata
una sorprendente Sestese che nella finalina ha
superato un altrettanto sorprendente Spezia dopo
i calci di rigore.
I rossoblu di Sesto Fiorentino hanno raggiunto
questo fantastico piazzamento senza mai
vincere. In cinque delle sei partite sono andati ai
calci di rigore. Artefice principale insieme a tutti
i suoi compagni, Marco Molla, portiere della
Sestese che si eretto a protagonista assoluto sia
nel corso dei tempi regolamentari che nella
lotteria dei calci di rigore, nel corso dei quali ha
ipnotizzato pi di un avversario, trascinando
letteralmente la sua squadra verso un risultato
storico.
Non a caso la giuria del torneo gli ha assegnato
il premio quale miglior giocatore dellintera
manifestazione.
Negli altri tornei del Memorial Sergio
Castelletti, successo meritato della Fiorentina
nella Coppa Italia Open U10 (secondi i rumeni
dello Juniorul Bucarest, terzi gli austriaci del
Wacker Innsbruck) e dellHonved Budapest
nella Exhibition Cup.

E CALATO QUINDI IL SIPARIO sul Memorial Sergio
Castelletti 2014 che nel corso di questi ultimi
anni si trasformato da semplice torneo
internazione di calcio a vero e proprio evento
sportivo. E stata ledizione dei record: maggior
numero di squadre presenti (48), maggior
numero di atleti partecipanti, maggior numero di
spettatori presenti sugli spalti, maggior numero
di nazioni rappresentate (10), maggior numero
di continenti rappresentati. Questanno infatti la
presenza dei brasiliani del San Paolo e degli
statunitensi del Santa Cruz Breakers ha spostato
i confini della manifestazione, non pi
circoscritta alla vecchia Europa, ma aperta
anche alle lontane americhe.

LEVENTO SI PREANNUCIAVA di alto livello tecnico
in virt della presenza di alcuni fra i club pi
famosi, titolati e prestigiosi al mondo: Juventus,
San Paolo, Olympique Marsiglia, Fiorentina,
Basel solo per citarne alcuni. A onore del vero,
da un di punto di vista strettamente tecnico,
lenormi aspettative che si erano create intorno
alla manifestazione non sono state del tutto
soddisfatte. Complessivamente il livello tecnico
espresso dalle squadre non stato in linea con
quello che era lecito attendersi da loro. In questo
senso la Juventus ne la testimonianza pi
nitida. I piccoli bianconeri sono stati eliminati
immediatamente dalla Europe Cup U12 e partita
dopo partita sono scivolati nei tornei di
consolazione. Per loro si trattato di un vero e
proprio tonfo!
Le molte partite terminate 0-0 hanno
testimoniato le difficolt di molte squadre a
costruire gioco. In questo senso anche la nuova
formula della Europe Cup U12 non ha aiutato.

CIO NONOSTANTE il Memorial Sergio Castelletti
si confermato ancora una volta come una fra le
manifestazione pi belle, pi importanti e pi
prestigiosi presenti nel panorama calcistico
giovanile. Le quarantotto squadre presenti e gli
800 atleti giunti in citt da tutto il mondo in
rappresentanza di dieci nazioni, hanno colorato
per tre giorni i campi di di Sesto Fiorentino
(dove si giocata la finale), di Scandicci, di

Lastra a Signa e di Doccia. Un evento unico
magistralmente promosso dal Centro
Formazione Calcio e organizzato dalla Sestese
Calcio, dalla Lastrigiana e dallo Scandicci
Calcio.
Legittima la soddisfazione del coordinatore
Fabrizio Mancini: Per quanto riguarda laspetto
organizzativo filato tutto al meglio, grazie
soprattutto alla preziosa collaborazione della
Sestese, della Lastrigiana e dello Scandicci.
Sotto laspetto pi puramente tecnico questa
ventiduesima edizione ha evidenziato un grande
equilibrio ed un grande livellamento, grazie
anche allottima qualit delle squadre locali. La
formula a 18 squadre, sia nella Europe Cup U12
che nella Coppa Italia Open U10, invece non ci
ha lasciato soddisfatti.
Da un punto di vista tecnico probabilmente ha
penalizzato le squadre pi dotate, mentre da un
punto di vista organizzativo ha reso molto pi
complessa e faticosa la gestione di tutta la parte
logistica. E ancora prematuro parlare di futuro,
ma lorientamento per il 2015 quello di tornare
al format tradizionale che ha sempre
contraddistinto la manifestazione. Puntare a 16
squadre per la Europe Cup U12, a 20 squadre
per la Coppa Italia Open U10 e a 12 squadre per
la Exhibition Cup potrebbe costituire la
soluzione ideale. Intanto per ci godremo la
felicit per questa edizione da record!
Lorganizzazione non ha tradito le aspettative e
questo ci rende orgogliosi di quanto fatto.

ALLA CERIMONIA DI PREMIAZIONE erano presenti,
fra gli altri, Stefano Castelletti figlio
dellindimenticato Sergio Castelletti, Eugenio
Giani Presidente del CONI provinciale di
Firenze e le pi alte cariche dei Comuni di Sesto
Fiorentino e Scandicci, che non hanno voluto
fare mancare il loro calore e la loro vicinanza a
questa manifestazione che si consolida in ambito
regionale come seconda solo alla Firenze
Marathon per numeri e rappresentanza
internazionale, come ben evidenziato anche da
Eugenio Giani nel corso del suo applaudito
intervento. Straordinaria la cornice di pubblico
presente alla finale!
L