You are on page 1of 37

3

Comitato Scientifico
Federico Butera, Politecnico di Milano Paolo Gasparini, Presidente AMRA s.c.a.r.l. Pietro Greco, giornalista e scrittore Orazio Miglino, Università degli Studi di Napoli Federico II Bruno Siciliano, Automation Society Presidente IEEE Robotics and

Giuseppe Vittorio Silvestrini, Presidente Fondazione IDIS - Città della Scienza Gianni Zanarini, Alma Mater Studiorum Università di Bologna

Hanno collaborato
Aalborg Universitet, Denmark AIST, National Institute of Advanced Industrial Science and Technology, Japan DLR, Deutsches Zentrum für Luft- und Raumfahrt, Deutschland Ecole Polytecnique Federale de Lausanne Heinz Nixdorf MuseumsForum, Paderborn, Deutschland IDSIA, Istituto Dalle Molle di Studi sull'Intelligenza Artificiale, Lugano, Svizzera INRIA, Institut National de Recherche en Informatique Research Team-project FLOWERS, France LSRO Laboratoire de Systèmes Robotiques, Lausanne, Svizzera Tokyo Institute of Technology, Japan Stanford University, U.S.A. Universidad Carlos III Madrid - RoboticsLab, España -

4

Università della Svizzera Italiana Universität Karlsruhe - Institut für Anthropomatik Humanoids and Intelligence Systems Laboratories, Deutschland University of Tsukuba, Japan CNR: Centro di responsabilità scientifica INFM – S3; Istituto di Cibernetica “Eduardo Caianello”; Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione; Istituto di Studi sui Sistemi Intelligenti per l’Automazione. Istituto Universitario Parthenope di Napoli Politecnico di Milano - AIRLab, Dipartimento di Elettronica e Informazione; Dipartimento di Scienza e Tecnologie dell'Ambiente Costruito Università Campus Bio-Medico di Roma Università Politecnica delle Marche - Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell'Automazione Università degli Studi dell’Aquila - Dipartimento Storia e metodologie comparate Università di Bologna “Alma Mater Studiorum” - Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemica; Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Meccaniche, Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia; Dipartimento di Chimica “G. Ciamician”; Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Cassino - Dipartimento di Automazione Elettromagnetismo Ingegneria dell’Informazione Matematica Industriale Università degli Studi di Catania - Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e dei Sistemi Università degli Studi di Milano - Dipartimento di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria; Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie; Dipartimento di Scienze Biomolecolari e Biotecnologie

5

Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia – Dipartimento di Fisica Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Fisica; Dipartimento di Informatica e Sistemistica – PRISMA Lab; Dipartimento di Scienze Relazionali, Laboratorio di Ricerca in Sismologia Sperimentale e Computazionale Università degli Studi di Palermo – Dipartimento di Ingegneria Automatica e Informatica Università degli Studi di Padova – Facoltà di Lettere e Filosofia Università degli Studi di Pisa - Centro Interdipartimentale di Ricerca “E.Piaggio”; Dipartimento di Sistemi Elettrici e Automazione Università degli Studi di Roma “La Sapienza” - Dipartimento di Informatica e Sistemistica; Dipartimento di Studi Filosofici ed Epistemologici Università degli Studi di Siena - Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione; Dipartimento di Scienze della Comunicazione Università degli Studi di Cognizione e Formazione Trento Dipartimento Scienze

Università degli Studi di Trieste - Dipartimento di Elettrotecnica, Elettronica, Informatica Università della Valle d’Aosta RISSC-Lab Laboratorio di Ricerca in Sismologia Sperimentale e Computazionale di AMRA Scarl -Analisi e Monitoraggio del Rischio Ambientale, Napoli Istituto Europeo di Oncologia di Milano Istituto Italiano di Bioetica Campania Istituto Italiano Tecnologia, Genova Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Napoli Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste 6

Scuola di Robotica di Genova Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Centro di Eccellenza in Ingegneria dell'Informazione, Comunicazione e Percezione, PERCeptual RObotics Laboratory Fondazione Fossati Polizia di Stato, Questura di Napoli, Unità Artificieri SUPSI, Scuola Universitaria Professionale della Svizzera Italiana, Manno, Lugano, Technotown - Zètema Progetto Cultura, Roma Unione Astrofili Napoletani ITI Carlo Emilio Gadda, Napoli ITI Galileo Ferraris, Napoli ITI Guglielmo Marconi, Jesi (An)

7

Sommario

Le mostre ROBOT a sua immagine e somiglianza 9 Percorsi artistici 11 Miss Digital - Digital faces 11 Antropolis. Ritratti di robot 11 Fatherboard, The Superavatar 12

Le Conferenze 13 Cronache da Futuro Remoto Laboratorio di giornalismo scientifico 17 I Seminari e i Workshop 18 Gli Eventi. Incontri con i robot 21 I laboratori di Futuro Remoto
8

Laboratori scientifici 24 Laboratori creativi 26 La rassegna cinematografica Creature tecnologiche: robot e androidi al cinema 27 Il concorso. “Metti in mostra i tuoi robot” 30

9

10

Futuro Remoto. Un viaggio tra scienza e fantascienza XXIII edizione
20 novembre-8 dicembre 2009 Città della Scienza

Per conoscere gli esseri artificiali che sempre più numerosi popolano il nostro mondo, per sviluppare nuovi modi di interagire con loro e con l’ambiente naturale, e per fare dei robot quegli alleati con i quali costruire un mondo migliore

LE MOSTRE
Robot. A sua immagine e somiglianza
Droni per ricognizioni tattiche, macchine per incartare cioccolatini, umanoidi che suonano il flauto: cosa mai potranno avere in comune? La risposta è “semplice”: sono ROBOT! Esseri artificiali capaci di “sentire”, “pensare”, “agire”, e che popolano sempre più numerosi il nostro mondo. Futuro Remoto 2009 sarà una straordinaria finestra sui più avanzati risultati della ricerca scientifica e tecnologica nel campo della robotica per comprendere come i robot cambiano il nostro modo di vivere. Ma i robot non sono solo i protagonisti del progresso scientifico e tecnologico. Dovunque e in ogni epoca, infatti, esseri artificiali hanno popolato l’immaginario collettivo in forme e rappresentazioni che non solo ci emozionano e ci stupiscono, ma che ci interrogano anche

11

sui vantaggi e sui rischi di quel progresso che a volte quegli esseri hanno anticipato. Un viaggio nel misterioso, affascinante, talvolta inquietante, mondo dei robot – giocando tra scienza e fantascienza – in un percorso in cui le due dimensioni spesso si intrecciano. Il visitatore potrà vedere macchine dell’immaginario divenute ormai realtà e scoprire che ricerche di frontiera lasciano presagire società future “cyborgizzate” in cui uomini e robot “vivono” fianco a fianco, e corpi robotici da superprestazioni fino ad ora solo immaginati… Nella prima parte del percorso saranno messi a confronto un umanoide, un braccio industriale e un veicolo senza pilota per scoprire quando una macchina diventa un robot. Il percorso proseguirà mostrando moderni robot dalle sorprendenti capacità. I bracci meccanici impiegati nelle catene di montaggio delle industrie sono, ad esempio, capaci di azioni diverse da quelle alle quali sono normalmente destinati: infatti li osserveremo realizzare artistici disegni. Entreremo nelle case del futuro, dove veri e propri robot favoriranno stili di vita più rispettosi dell’ambiente. E poi lì, dove l’uomo non può arrivare, ecco ancora intervenire i robot per salvare persone disperse o esplorare ambienti inaccessibili. Si osserveranno da vicino aerei ed elicotteri senza pilota, veicoli e sommergibili senza equipaggio, protagonisti di queste missioni impossibili. In una sezione della mostra, si potrà giocare con una foca particolare, conoscere un “massaggiatore” e un “radiologo” speciali, e poi “guardarsi negli occhi” con
12

robot in grado di espressioni facciali, scoprendo così come i robot si prendono cura della nostra salute In un’altra sezione si incontreranno i robot che ci aiutano ad apprendere divertendoci con dimostrazioni interattive che offriranno a tutti la possibilità di cimentarsi nel controllo di un robot. I più piccoli potranno, inoltre, divertirsi ed emozionarsi con animali e compagni robotici. Infine, in una sezione dedicata agli studi sull’interazione tra uomo e robot, si potrà fare un incontro ravvicinato con I-Cub, il sorprendente robot bambino, capace di apprendere come fa un piccolo essere umano. In questa sezione si anticiperanno le linee di ricerca che presto porteranno ciascuno di noi a dotarsi di un Personal Robot!

13

Percorsi artistici
Autori che da anni operano nel campo della sperimentazione artistica esplorano le potenzialità espressive della robotica e delle nuove tecnologie. Nell’ambito di una riflessione su come le teorie dell’estetica devono e possono rinnovarsi in seguito all’introduzione delle tecnologie più avanzate, saranno proposti alcuni significativi esempi di come l’artista può trasformarsi in progettista robotico. Miss Digital - Digital faces di Franz Cerami Ritratti Digitali. Intersezione tra il tema delle bellezza e quello della identità. Franz Cerami da anni racconta il mondo delle identità digitali: Miss Digital, progettato nel 2003, è una installazione digitale collaborativa ed è il primo contest al mondo per bellezze virtuali. I Mondi Virtuali sono una incredibile piattaforma dove migliaia di umani sperimentano, spesso incosapevolmente, questi due temi. L’idea della bellezza che si legge nei Mondi Virtuali viene da lontano, dalla bellezza classica: qualcosa che ci riporta alle Metamorfosi di Ovidio, dove esseri umani si trasformano in vegetali, in animali, e dove animali hanno più teste, o il corpo di uccello e la testa di donna. Antropolis. Ritratti di robot di Tommaso Ragnisco La ricerca di Ragnisco, l’idea del futuro che attinge sempre dal passato, segue una personale passione per il cinema e la fantascienza. Con questo spirito nascono gli olii digitali di Antropolis. Ritratti di Robot. Le
14

pose e le fogge, di chiara ispirazione rinascimentale, vanno a relazionarsi con l’idea della macchina. Il risultato è un’immagine in cui si fondono passato e futuro. L’uomo muta fino a scomparire quasi completamente dietro una sorta di maschera meccanica. Resta di lui un solo indizio umano, la bocca, la parte del corpo legata al comunicare, simbolo di ciò che è stato e di ciò che continuerà ad essere. Fatherboard, The Superavatar installazione artistica di Luigi Pagliarini Il Superavatar è un’allegoria attraverso la quale viene espressa la volontà di riappropriazione del corpo e degli aspetti preistorici dell’uomo in gran parte negati dall’evoluzione tecnologica. Viceversa, attraverso tale applicazione viene manifestata l’intenzione di utilizzare una data tecnologia per indagare le relazioni tra corpo e psiche, tra movimento ed elettronica e robotica, tra corpo e linguaggio comunicativo e, non ultimo, tra corpo ed estetica dell’arte.

15

LE CONFERENZE

Personalità del mondo accademico nazionale ed internazionale, della cultura scientifica ed umanistica, incontrano il pubblico per provare a dare risposta alle più importanti domande sullo sviluppo delle tecnologie robotiche e sui suoi risvolti etici, economici, sociali.
giovedì 19 novembre ore 19.30, Sala Newton

Conferenza inaugurale di Futuro Remoto Robot fra gli umani. L’era della robotica Con la partecipazione straordinaria di Asimo, il robot umanoide di Honda. Intervengono Oussama Khatib, professore di Computer Science presso la Stanford University, California; Bruno Siciliano, professore di Robotica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II
sabato 21 novembre ore 12.00, Sala Saffo

Robot e androidi. Sviluppi tecnologici e immaginario cinematografico Con Gianni Zanarini, professore di Fisica presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna Introduce Luigi Amodio, direttore generale Fondazione IDIS – Città della Scienza
lunedì 23 novembre ore 15.00, Sala Saffo

Nanomedicina e nanorobot

16

In collaborazione con IFOM - Istituto FIRC di Oncologia Molecolare di Milano Con Giovanni Boniolo, direttore del gruppo di ricerca “Foundations of the life sciences and their ethical consequences” di IFOM e professore di Logica e Filosofia della Scienza presso l’Università degli Studi di Milano; Marco Foiani, direttore scientifico di IFOM, direttore del gruppo di ricerca “Controllo del ciclo cellulare e stabilità del genoma” di IFOM e professore di Biologia Molecolare presso l'Università degli Studi di Milano Introduce Pietro Greco, scrittore e giornalista

mercoledì 25 novembre 2009 ore 17.00

Il robot al fronte. I robot verranno usati a scopi bellici? Saranno soldati migliori o peggiori? Con Vincenzo Capone, funzionario tecnico presso il Dipartimento di Scienze Fisiche Università degli Studi di Napoli Federico II Ne discutono Guglielmo Tamburrini, professore di Sistemi per il Governo dei Robot presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II; Pietro Greco, scrittore e giornalista

25- 26 novembre 2009 VI Convegno Nazionale dell’Associazione Italiana Scienze Cognitive
mercoledì 25 novembre 2009 ore 11,00

17

Evoluzionismo e Cognizione Con Giorgio Vallortigara, professore di Neuroscienze Cognitive presso l’Università di Trento
giovedì 26 novembre 2009 ore 11,00

Evoluzionismo e Scienze Sociali Con Sven Steinmo, professore di Economia Politica presso l’Istituto Universitario Europeo di Firenze a cura di Orazio Miglino, professore di Psicologia Generale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II
Presso la sala del Palazzo degli Uffici, Via Giulio Cesare Cortese, 29 Università degli Studi di Napoli Federico II www.aisc09.unina.it

giovedì 26 novembre ore 12.00, Sala Saffo

Quale ruolo gioca l’ambiente nell’evoluzione dei robot Con Giulio De Martino, professore di Didattica della Storia presso l’Istituto Universitario Suor Orsola Benincasa di Napoli; Giuseppe Longo, professore di Teoria dell’Informazione presso l’Università di Trieste Introduce Pietro Greco, scrittore e giornalista

venerdì 27 novembre ore 10.30, Sala Saffo

Etica, robotica e conoscenza scientifica Con Guglielmo Tamburrini, professore di Sistemi per il Governo dei Robot presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II
18

Introduce Romualdo Gianoli, giornalista scientifico
Lunedì 30 novembre 2009 ore 10.30, Sala Saffo

Robot esplorano il sistema solare Con Luigi Colangeli, direttore INAF – Osservatorio Astronomico di Capodimonte, Napoli Introduce Barbara Raucci, comunicatrice scientifica
Lunedì 30 novembre ore 17.00, Sala Saffo

Intelligenza, Emozione, coscienza: quando i robot diventeranno umani? Con Roberto Cordeschi, professore di Filosofia della Scienza presso L’Università “La Sapienza” di Roma; Simone Gozzano, professore di Filosofia della Mente, Conoscenza e Comunicazione e Logica presso l’Università di l’Aquila Introduce Cristian Fuschetto, scrittore e giornalista

martedì 1° dicembre 2009 ore 12.00, Sala Saffo

Le macchine molecolari Con Vincenzo Balzani, Professore di Chimica Generale ed Inorganica presso l’Alma Mater Studiorum Università di Bologna Introduce Romualdo Gianoli, giornalista scientifico
mercoledì 2 dicembre 2009 ore 12.00, Sala Saffo

Perché gli psicologi costruiscono robot autonomi Con Onofrio Gigliotta, ricercatore presso l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche; Orazio Miglino, professore di Psicologia Generale presso l’Università degli Studi di
19

Napoli Federico II; Stefano Nolfi, direttore di ricerca presso l’Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del Consiglio Nazionale delle Ricerche Introduce Cristian Fuschetto, scrittore e giornalista
mercoledì 2 dicembre 2009 ore 15.00, Sala Saffo

Il presente dei robot Con Ernesto Burattini, professore di Sistemi per il Governo dei Robot presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II; Alberto Finzi, ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Fisiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II; Silvia Rossi, ricercatrice presso il Dipartimento di Scienze Fisiche dell’Università degli Studi di Napoli Federico II; Gianmarco Veruggio, ricercatore presso CNR – IEIIT - Istituto di Elettronica e di Ingegneria dell'Informazione e delle Telecomunicazioni Introduce Cristian Fuschetto, scrittore e giornalista

giovedì 3 dicembre 2009 ore 12.00, Osservatorio Astronomico di Capodimonte

Il Golem oltre Babele. La domanda di interdisciplinarità nella scienza moderna Con Stefano Fantoni, direttore della SISSA, Scuola Internazionale Superiore di Studi Avanzati di Trieste; Settimo Termini, professore di Informatica Teorica presso l’Università degli Studi di Palermo Introduce Pietro Greco, scrittore e giornalista
giovedì 3 dicembre 2009 ore 15.00, Sala Saffo

Filmare la scienza

20

Con Manuel Stefanolo, regista di “Ciao Robot” Introduce Barbara Raucci, comunicatrice scientifica

03-05 dicembre 2009 ore 15.00, Sala Archimede

VIII Convegno Nazionale Scienza e Comunicazione
venerdì 4 dicembre 2009 ore 10.30, Sala Saffo

L’ozio, la fabbrica e i robot Con Domenico De Masi, professore di Sociologia del Lavoro presso l'Università” La Sapienza” di Roma La Sapienza; Piero Di Siena, giornalista ed ex senatore della Repubblica Introduce Pietro Greco, giornalista e scrittore
venerdì 4 dicembre 2009 ore 12.00, sala Saffo

I robot sono con noi, dentro di noi e tra noi Con Bruno Siciliano, professore di Robotica presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II Introduce Barbara Raucci, comunicatrice scientifica

21

Associato al programma delle conferenze

CRONACHE DA FUTURO REMOTO
Laboratorio di giornalismo scientifico I ragazzi delle scuole superiori, affiancati da giornalisti scientifici, discutono e approfondiscono i temi delle conferenze, per imparare come si scrive un articolo scientifico. Gli elaborati degli studenti saranno pubblicati sul sito web di Città della Scienza. Un’esperienza unica che permetterà ai giovani studenti di vivere in prima persona la “comunicazione della scienza”. Come funziona il laboratorio: 1. Prima fase: a scuola. Breve incontro con i giornalisti scientifici per appro-fondire il tema della conferenza a cui gli studenti parteciperanno e per spiegare come si scrive un articolo scientifico

2. 3. 4.

Seconda fase: Città della Scienza. I partecipanti al laboratorio seguono la conferenza Terza fase: a scuola. Stesura degli articoli con l’aiuto degli insegnanti Quarta fase. Raccolta e pubblicazione degli articoli sul sito web di Città della Scienza

22

I SEMINARI E I WORKSHOP

VI Workshop Italiano Computazione Evolutiva

di

Vita

Artificiale

e

lunedì 23 novembre 2009, ore 11,00

Modelli di computazione non-convenzionale con Vincenzo Manca, professore di Informatica presso l’Università di Verona
martedì 24 novembre 2009, ore 11,00

Esperimenti di Robotica Collettiva con Paolo Arena professore di Teoria dei Sistemi presso l’Università di Catania A cura di Orazio Miglino, professore di Psicologia Generale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II
Presso la sala del Palazzo degli Uffici, Via Giulio Cesare Cortese, 29 Università degli Studi di Napoli Federico II www.wivace09.unina.it

martedì 24 novembre 2009 ore 15.30, Aula Apl

Seminario Introduzione alla robotica educativa con Fiorella Operto, Scuola di Robotica, Genova; Mirella Mariani, DACTA-LEGO® Education A cura di Scuola di Robotica e della rete Robot@Scuola
martedì 24 novembre 2009 ore 16.30, Aula 2 23

Workshop I Robot per la didattica nella scuola primaria con Emanuele Micheli e Donatella Merlo di Scuola di Robotica A cura di Scuola di Robotica e della rete Robot@Scuola
martedì 24 novembre 2009 ore 16.30, Aula 3

Workshop I Robot per la didattica nella scuola secondaria con Emanuele Micheli, Fiorella Operto e Massimo Romagnoli di Scuola di Robotica. A cura di Scuola di Robotica e della rete Robot@Scuola
venerdì 27 novembre 2009

Workshop su “Giochi apprendimento”

elettronici

e

processi

di

ore 10,00-13,00

Conferenza finale del progetto europeo “European Training Organization Programme for Innovative and Alternative Mediation Tool”
ore 14,00-17,30

Presentazione dei prototipi di “giochi elettronici” sviluppati dal Laboratorio per lo studio dei processi cognitivi naturali e artificiali dell’Università degli Studi di Napoli Federico II A cura di Orazio Miglino, professore di Psicologia Generale presso l’Università degli Studi di Napoli Federico II.
Presso la Sala del Palazzo degli Uffici, Via Giulio Cesare Cortese, 29, Napoli Università degli Studi di Napoli Federico II www.nac.unina.it

24

martedì 1° dicembre 2009 ore 15.00, Sala Saffo

Seminario Un ambiente di apprendimento minimo comune per il confronto tra le scuole italiane impegnate sul fronte dell’innovazione. A cura della rete Robocup Junior Italia
martedì 1° dicembre 2009 ore 16.30, Aula 3

Workshop La robotica educativa nella scuola del I Settore. Dalle esperienze italiane alla sfida “under 14” per un confronto costruttivo A cura della rete Robocup Junior Italia
martedì 1° dicembre 2009 ore 16.30, Aula 2

Workshop La robotica educativa nella scuola del II Settore. Didattica laboratoriale avanzata, metodo didattico e motivazione degli studenti. A cura della rete Robocup Junior Italia

25

GLI EVENTI. INCONTRI CON I ROBOT

Un fitto programma di incontri con esperti, che presenteranno al pubblico i risultati di progetti di ricerca pionieri in diversi campi di applicazione della robotica. Un’occasione per vedere all’opera robot protagonisti di azioni spettacolari.

Cicerobot. Al museo con una guida robot Università degli Studi di Palermo - Dipartimento di Ingegneria Informatica RoboVolc. Un robot in missione sui vulcani Università degli Studi di Catania - Dipartimento di Ingegneria Elettrica, Elettronica e dei Sistemi I-Cub. Il robot bambino Istituto Italiano Tecnologia L’intelligenza e le mani Università di Bologna “Alma Mater Studiorum” Dipartimento di Elettronica, Informatica e Sistemica; Dipartimento di Ingegneria delle Costruzioni Mecca-niche, Nucleari, Aeronautiche e di Metallurgia VENUS. Un robot esplora gli abissi marini Università Politecnica delle Marche - Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell'Automazione Robot amici e collaboratori dell’uomo
26

Università degli Studi di Napoli Federico II – Dipartimento di Informatica e Sistemistica, PRISMA Lab Esocheletro. Robot da indossare Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa, Centro di Eccellenza in Ingegneria dell'Informazione, Comunicazione e Percezione, PERCeptual RObotics Laboratory Il Rover David. Un robot sulla luna Università di Pisa - Centro Interdipartimentale di Ricerca “E.Piaggio” Warudagar. Un robot a quattro zampe Politecnico di Milano – Dipartimento di Elettronica e Informazione FACE. Il volto dell’androide Università di Pisa - Centro Interdipartimentale di Ricerca “E.Piaggio” Casper. Acqua chiara acqua scura ENEA Un naso elettronico. “Fiuto scientifico” al servizio dell’ambiente ENEA Poly – lidar lif. Analizzare le acque con uno sguardo dall’alto ENEA Sistema multisensoriale distribuito. Una “mano con gli occhi” ENEA Prassi. Un robot terrestre per esplorare ambienti estremi
27

ENEA Il robot farmacista Gruppo Loccioni Rho-ban. Un robot umanoide per l’intrattenimento Insitut National de Recherche en Informatique et en Automatique – Talence, France

Robotic Flowers. Il “prato robotico” Institut National de Recherche en Informatique et en Automatique – Talence, France Il Robot Artificiere Polizia di Stato, Questura di Napoli, Unità Artificieri Sistema MOTUS. La riabilitazione a distanza Università Campus Bio-Medico di Roma I robot calciatori Università degli Studi di Roma “La Dipartimento di Informatica e Sistemistica Sapienza” -

Marybot. Un robot all’accoglienza Università degli Studi di Napoli Federico II - Dipartimento di Scienze Fisiche Khepera. I robot si muovono in gruppo Università degli Studi di Cassino - Dipartimento di Automazione Elettromagnetismo Ingegneria dell’Informazione Matematica Industriale Sky Live. Telescopi comandati a distanza Unione Astrofili Napoletani
28

Second Life. Il nostro avatar Università degli Studi di Siena Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria dell’Informazione Early Warning. Più sicuri quando la Terra trema RISSC-Lab Laboratorio di Ricerca in Sismologia Sperimentale e Compu-tazionale di AMRA Scarl -Analisi e Monitoraggio del Rischio Ambientale IROMEC. Un robot per amico Università degli Studi di Siena – Dipartimento di Scienze della Comunicazione Paro. Il cucciolo di robot foca Università degli Studi di Siena – Dipartimento di Scienze della Comunicazione Da Napoli a Roma. Robot a controllo remoto Technotown - Zètema Progetto Cultura, Roma e National Instrument Corporation

29

I LABORATORI DI FUTURO REMOTO

LABORATORI

SCIENTIFICI

Un’occasione per trasformarsi in “ingegneri robotici” e disegnare, programmare e mettere in funzione il proprio robot. Uno spazio dove osservare i robot, apprendere dalle loro stesse azioni, comunicare tra loro e con gli uomini ed evolversi in “forme più adatte” all’ambiente nel quale agiscono. Nanoday. Alla scoperta del NanoMondo (8-18 anni) Un affascinante viaggio nelle nanotecnologie e nelle nanoscienze attraverso l’utilizzo di tutti i sensi. Il progetto Europeo Time for Nano propone laboratori didattici e creativi per avvicinare gli studenti e i meno giovani alla scoperta del nanomondo. Oggetti, strumenti e giochi saranno offerti a chi vuole avvicinarsi alle nanoscienze per comprendere le relazioni tra il progresso della scienza e l'evoluzione della nostra società nell’immediato futuro. I robot come compagni di gioco (7-13 anni) I robot possono essere talvolta usati per supportare i processi di apprendimento individuali e collettivi. In questo modulo gli allievi organizzano e partecipano a mini-tornei di competizioni robotiche (calcio robotico, robot maze, robot race, ecc.). L’attività educativa ha
30

l’obiettivo di stimolare l’ideazione, la progettazione, la realizzazione e la gestione di oggetti complessi (squadre di robot giocatori). A cura del Laboratorio per lo Studio dei Sistemi Cognitivi Naturali e Artificiali, Dipartimento di Scienze Relazionali, Università degli Studi di Napoli Federico II

I robot come organismi artificiali (13 – 18 anni) I robot autonomi non sono delle semplici macchine ma possono essere considerati dei veri e propri organismi. In questo modulo gli allievi addestrano e governano delle piccole comunità di “organismi artificiali”. A cura del Laboratorio per lo Studio dei Sistemi Cognitivi Naturali e Artificiali, Dipartimento di Scienze Relazionali, Università degli Studi di Napoli Federico II Lo zoo dei robot (6 – 11 anni) Scopriremo insieme il mondo degli animali utilizzando robot didattici che si ispirano nell'uso dei sensori o dei meccanismi di movimento al mondo animale. Si potranno così toccare con mano robot che “vedono” come i pipistrelli, che reagiscono alla luce come le falene, che si muovono come i vermi o ancora che nuotano come pesci. A cura di Scuola di Robotica, Genova La robotica per monitorare, difendere

31

e migliorare il nostro ambiente (11–15anni) I robot possono essere usati dall'uomo come strumenti per la difesa dell'ambiente? La risposta è sì. Nel laboratorio verranno presentati filmati sui robot sottomarini che fanno il monitoraggio dei fondali delle Azzorre o del Mare Artico e robot che possono gestire la spazzatura come DustBot. Gli studenti potranno inoltre interagire direttamente con piccoli robot didattici fra i quali un piccolo robot sottomarino. A cura di Scuola di Robotica, Genova L'enigma dei robot: linguaggio e uso nei robot del futuro (15 – 18 anni) Quali sono i linguaggi di programmazione dei robot? Come possiamo iniziare a capirne il funzionamento? Gli studenti potranno usare diversi kit robotici per scoprire il linguaggio usato dai ricercatori per programmare piccole macchine autonome. Potranno inoltre interrogarsi sull'uso futuro dei robot e capire al meglio il loro funzionamento. A cura di Scuola di Robotica, Genova

LABORATORI CREATIVI
OdP Punto Arancio Laboratorio di fumetti I robot hanno da molti anni alimentato anche la fantasia dei creatori di fumetti. In questo modulo i ragazzi, con l’aiuto di un noto disegnatore, impareranno a dare vita, con carta e matite, agli eroi meccanici che la loro fantasia gli suggerirà. A cura di Napoli Comicon

32

OdP Punto Arancio IMPRobot Probabili impronte di futuro remoto. (5-11 anni) Imprimendo nell’argilla pezzi meccanici ed oggetti di riciclo, i bambini realizzeranno dei fantastici fossili di robot, automi, umanoidi antropomorfi. OdP Punto Arancio ROBOriciclo Piccoli robot crescono (7 - 11 anni) Costruzione di piccoli ROBOT fantastici con materiali di riciclo.
Inoltre Notte tra i robot sabato 28 novembre dalle 19 alle 9 del giorno successivo un viaggio tra il mondo dei robot, le stelle e il planetario giochi, animazione e pizza per bambini dagli 8 agli 12 anni necessario sacco a pelo e abbigliamento comodo Costo € 60 c.u. cena e colazione incluse L'evento è rivolto a un numero max di 20 bambini

33

LA RASSEGNA CINEMATOGRAFICA

Creature tecnologiche: robot e androidi al cinema La presenza di creature artificiali nel cinema è ampia e significativa, per le riflessioni e gli interrogativi che la motivano e l’accompagnano. I film su robot e androidi propongono stimolanti riflessioni su quale potrà essere, in un futuro più o meno remoto, il ruolo di questi artefatti tecnologici nella nostra società, e su quale sarà il nostro rapporto con loro. L’ascolto di suggestioni artistiche, quali quelle del cinema, è un importante complemento rispetto all’attenzione agli aspetti scientifici della robotica.

venerdi 20 novembre 2009 ore 16,30

Robocop, di Paul Verhoeven (Twentieth Century Fox – U.S.A., 1987 – 102’)
sabato 21 novembre 2009 ore 16,00

Ciao Robot. La nascita della roboetica, documentario (Scuola di Robotica, Wodan Produzioni – Italia – 52’)
sabato 21 novembre 2009 ore 18,00

Io, robot, di Alex Prora (Twentieth Century Fox – U.S.A. 2004 – 115’)
domenica 22 novembre 2009 ore 16,00

Ciao Robot. La nascita della roboetica, documentario (Scuola di Robotica, Wodan Produzioni – Italia – 52’)
domenica 22 novembre 2009 ore 18,00 34

Robots, di C. Wedge, C. Saldanha (Twentieth Century Fox – U.S.A. 2005 – 91’)
lunedì 23 novembre 2009ore 16,00

Metropolis, di Fritz Lang (Germania 1927 –153’)
mercoledì 25 novembre 2009 ore 16,30

Il pianeta rosso, di A. Hoffman (Warner Brothers – U.S.A. 2000 – 106’)
giovedì 26 novembre 2009 ore 17,00

Ultimatum alla Terra, di R. Wise (Twentieth Century Fox – U.S.A. 1951 – 92’)
venerdì 27 novembre 2009 ore 17,00

La donna perfetta, di F. Oz (Paramount – U.S.A. 2004 – 93’)
sabato 28 novembre 2009 ore 16,00

Ciao Robot. La nascita della roboetica, documentario (Scuola di Robotica, Wodan Produzioni – Italia – 52’)
sabato 28 novembre 2009 ore 18,00

Corto Circuito, di J. Badham (Twentieth Century Fox – U.S.A. 1986 – 98’)
domenica 29 novembre 2009 ore 16,00

Ciao Robot. La nascita della roboetica, documentario (Scuola di Robotica, Wodan Produzioni – Italia – 52’)
domenica 29 novembre 2009 ore 18,00

A.I. Intelligenza artificiale, di S. Spielberg (Warner Brothers – U.S.A. 2001 – 143’)
35

lunedì 30 novembre 2009 ore 17,00

Impostor, di J. Fleder (Buena Vista – U.S.A. 2002 – 95’)

mercoledì 2 dicembre 2009 ore 17,00

Westworld, il mondo dei robot, di M. Crichton (Warner Brothers – U.S.A. 1973 –88’)
giovedì 3 dicembre 2009 ore 16,30

Sky Captain and the world of tomorrow, di K. Conran (Filmauro, - U.S.A., U.K., Italia 2004 – 107’)
venerdì 4 dicembre 2009 ore 17,00

THX 1138 – L’uomo che fuggì dal futuro, di G. Lucas (Warner Brothers – U.S.A. 1971 – 88’)
sabato 5 dicembre 2009 ore 16,00

Ciao Robot. La nascita della roboetica, documentario (Scuola di Robotica, Wodan Produzioni – Italia – 52’)
sabato 5 dicembre 2009 ore 18,00

Appleseed, di S. Aramaki (Panini Video - Giappone 2004 – 103’)
domenica 6 dicembre 2009 ore 16,00

Ciao Robot. La nascita della roboetica, documentario (Scuola di Robotica, Wodan Produzioni – Italia – 52’)
domenica 6 dicembre 2009 ore 18,00

Wall – E, di A. Stanton ( Walt Disney Pictures – U.S.A. 2008 – 97’)
36

lunedì 7 dicembre 2009 ore 16,30

Alien, di R. Scott (Twentieth Century Fox – U.S.A. 1979 – 112’)
Martedì 8 dicembre 2009 ore 18,00

Ciao Robot. La nascita della roboetica, documentario (Scuola di Robotica, Wodan Produzioni – Italia – 52’)

Infine Futuro Remoto 2009 cerca amatori ed artisti che vogliano mettere in mostra robot, produzioni artistiche e collezioni partecipando al CONCORSO “Metti in mostra i tuoi robot”

37

Il programma è in via di definizione

38

Per informazioni e prenotazioni: Contact Centre tel. 0039-081-2420024 fax 0039-081-2470025 e-mail. contactcentre@cittadellascienza.it www.cittadellascienza.it
39