Associazione culturale GRUPPO CAMPANARI DI ARRONE via del Castello, 2 – 05031 Arrone (TR

)

“Suoniamo i Campanili d’Italia per sostenere i Diritti Umani”
Il Gruppo Campanari di Arrone è una associazione culturale sorta nel 2002 per tutelare, promuovere e valorizzare il patrimonio culturale italiano, con particolare riguardo alla tradizione musicale campanaria, che fa parte a pieno titolo del patrimonio culturale immateriale del nostro paese. Da quando, come narra la tradizione, San Paolino, Vescovo di Nola e patrono dei campanari, ne introdusse l’uso, le campane diffondono, per mezzo di un antico e complesso linguaggio, messaggi civili e religiosi e segnano, con il suono, il tempo sacro e quello profano, la gioia ed il dolore, la vittoria e la sconfitta, il pericolo e lo scampato pericolo. Intorno alle campane ed ai campanili si è sviluppata molta parte della nostra storia, almeno da quando, intorno all’anno mille, l’Europa si è ammantata di chiese. Da allora, campane e torri campanarie sono entrate a far parte del panorama visivo e sonoro delle nostre comunità, hanno cominciano a scandire il tempo religioso e quello civile, a delimitare il territorio sacro e sicuro delle città, separandolo da quello buio e insidioso delle foreste circostanti. Eppure, oggi, questo meraviglioso panorama sonoro è coperto dal frastuono della modernità. I messaggi sono veicolati in altri modi, più rapidi, più immediati, più efficaci, ma sicuramente meno gradevoli e rassicuranti del suono dei sacri bronzi. Al pari di altre espressioni musicali ancorate al territorio, il suono delle campane contribuisce a distinguere le nostre comunità le une dalle altre, attribuendo ad ognuna quell’unicità e quell’originalità che è alla base della bellezza e della ricchezza culturale del nostro Paese che non a caso custodisce ancora, in ambito campanario, il più elevato numero di stili esecutivi al mondo. E’ dunque necessario fare in modo che il valore e l’importanza di tale arte sia riscoperta e riconosciuta al più presto, prima che metodi, significati e tecniche vadano perduti per sempre con la scomparsa degli ultimi campanari. Ed è proprio questo lo scopo dell’Associazione Gruppo Campanari di Arrone, che promuove e sponsorizza interventi musicali legati al ciclo delle feste religiose della Valnerina ternana e si dedica allo studio e alla divulgazione dell’arte campanaria, come in occasione del “Raduno dei campanari del Centro Italia”, avvenuto lo scorso agosto ad Arrone, nell’ambito del quale sono state organizzate suonate dimostrative da parte di decine di campanari provenienti da tutta Italia, incontri con studiosi di arte campanaria ed etnomusicologia.

L’associazione, inoltre, promuove anche iniziative culturali e artistiche di altro genere ed opera costantemente nella direzione della valorizzazione sostenibile delle risorse culturali locali con particolare attenzione per lo sviluppo della creatività culturale dei giovani. L’esigenza di valorizzare la tradizione musicale locale, di incentivare attività comunitarie finalizzate a stimolare nei giovani e nelle famiglie, il piacere di condividere e crescere insieme attraverso l’arte, ha stimolato i Campanari di Arrone a concepire il progetto “Voci dal Campanile”, iniziativa, questa, patrocinata e sostenuta dal Comitato per promozione del patrimonio immateriale, una rete di decine di associazioni che in tutta Italia operano nell’ambito della salvaguardia della “cultura vivente”. Si tratta di una serie articolata di manifestazioni musicali, incontri ed attività didattiche che si svilupperanno lungo tutto il corso dell’anno e per gli anni a venire. Per il prossimo Natale si prevede un ricco calendario di iniziative che si affiancheranno alle sonate che abitualmente l’Associazione dedica alla sua comunità. Queste nuove attività andranno ad arricchire non solo il ciclo festivo prenatalizio, natalizio e carnevalesco della Valnerina ternana, ma si spingeranno ben oltre i suoi confini. Il Gruppo Campanari di Arrone, inoltre, ha sentito fortemente l’esigenza di impegnarsi, attraverso il linguaggio universale che è la musica ed il suono delle campane, nel campo della promozione dei diritti umani, ed a a tale scopo ha coinvolto, in questa sua iniziativa, altre associazioni e comitati che operano in campo umanitario. Il 10 dicembre 2009, per la giornata dei diritti umani, voluta dall’ONU e celebrata in tutto il mondo, si darà avvio all’iniziativa “Suoniamo i Campanili d’Italia per sostenere i Diritti Umani” con il patrocinio del Comitato per la Promozione e Protezione dei Diritti Umani, un’organizzazione che raccoglie quasi 80 ONG impegnate su questo terreno. Alle ore 21:00 del 10 Dicembre 2009 le campane del piccolo paese di Arrone daranno l’avvio alla “voce” delle campane di altre comunità d’Italia che attraverso il suono dei loro sacri bronzi renderanno manifesta e ribadiranno la loro adesione ai principi contenuti nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani. A questa iniziativa aderiscono numerose associazioni impegnate nel tramandare l’arte campanaria, organizzazioni che operano nell’ambito della promozione e protezione dei diritti umani e dei diritti culturali, enti pubblici, scuole e personalità dell’arte, della cultura e della politica, campanari dal nord Italia, dalle Marche e da tante altre regioni, ma soprattutto, con le loro campane, le comunità di: Ferentillo; Montefranco; Casteldilago; Torreorsina; Collestatte; Trasacco, Marsica, Valle Peligna, e tante altre stanno aderendo in queste ore. Al progetto collaborano le associazioni Sonidumbra, Magister e Buonacquisto Insieme.

Questa iniziativa, come dichiara Gianluca Saveri, presidente del Gruppo Campanari di Arrone: “ha come obbiettivo quello di rendere tangibile a tutti, attraverso il suono delle campane, il messaggio contenuto nella dichiarazione universale sui diritti umani. Facendo proprio il pensiero di Papa Benedetto XVI, il riferimento ideologico di questa iniziativa è che “I diritti umani sono una condizione necessaria per la pace”, pertanto, obiettivo primario di questa campagna è quello di mantenere alta l’attenzione sui diritti umani, di favorirne il riconoscimento e la tutela e di rendere tangibile il significato profondo della Dichiarazione Universale sui Diritti Umani. Inoltre, come ebbe a dire il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, in occasione del 60° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo, “C'e' ancora un profondo divario tra l'enunciazione dei diritti dell'uomo e il loro effettivo esercizio". L’ impegno dell’Associazione Gruppo Campanari di Arrone è anche quello di contribuire a ridurre tale divario.” Sempre nell’ambito dell’iniziativa “Suoniamo i Campanili d’Italia per sostenere i Diritti Umani”, domenica 13 Ddicembre 2009 alle ore 18.00, presso la chiesa Santa Maria Assunta di Arrone, con l’adesione dell’associazione culturale Eleuthera, si terrà un concerto tenuto dai "Musicians for Human Rights", diretti dal M° Alessio Allegrini. Per l’occasione suoneranno quindici musicisti del "Sabina Brass Ensemble" appartenenti Human Rights Orchestra, formata da giovani musicisti provenienti da varie parti del mondo. Per la prima volta, inoltre, si esibirà il “Piccolo Coro dei Campanari”, nato nel novembre 2009. A questa manifestazione ha dato la sua adesione il Senatore Pietro Marcenaro, Presidente della Commissione Diritti Umani del Senato della Repubblica.

L’iniziativa è sponsorizzata da CIAM servizi s.p.a.

Calendario delle manifestazioni Il progetto “Voci Dal Campanile” sarà presentato ufficialmente la sera del 9 dicembre , per la festa della “Venuta della Madonna”, detta anche “Festa dei campanari”. A partire dalle ore 21.00 in piazza Garibaldi ad Arrone arderà il tradizionale fuoco, si festeggerà con bruschetta e vino nuovo e, come prescrive la tradizione, il tutto si concluderà alle ore 23:30 con la “Sonata di Campane a Festa”” Il 10 dicembre 2009, per la giornata dei diritti umani, si darà avvio all’iniziativa “Suoniamo i Campanili d’Italia per sostenere i Diritti Umani”. Alle ore 21:00 del 10 Dicembre 2009 le campane di Arrone daranno l’avvio alla “voce” delle campane di altre comunità d’Italia. Domenica 13 Ddicembre 2009 alle ore 18.00, presso la chiesa Santa Maria Assunta di Arrone, con l’adesione dell’associazione culturale Eleuthera, si terrà un concerto tenuto dai "Musicians for Human Rights", diretti dal M° Alessio Allegrini. Suoneranno anche quindici musicisti del "Sabina Brass Ensemble" appartenenti Human Rights Orchestra, e la prima volta si esibirà il “Piccolo Coro dei Campanari”. Domenica 3 gennaio 2010, presso la chiesa Madonna della Quercia di Arrone, alle ore 17:00, il Piccolo Coro dei Campanari sarà protagonista di un concerto insieme ai musicisti dell'associazione Gruppo Campanari di Arrone con la partecipazione straordinaria di Sonidumbra. L’iniziativa è inserita nel progetto "Umbria Tradizioni in Cammino", curato da Marco Baccarelli dell’Associazione Sonidumbra. Domenica 17 gennaio, ad Arrone dalle ore 11.45 in piazza Garibaldi, la festa di Sant’Antonio Abate con la Benedizione degli Animali, dove e non mancheranno le tradizionali ciambelle offerte dai campanari!

GRUPPO CAMPANARI DI ARRONE www.campanariarrone.it info@campanariarrone.it +39 328 9877870

Related Interests