You are on page 1of 45

LA RIVISTA ITALIANA PER IL VOLO SIMULATO

7
ARIANE DESIGN B737 SERIES

British Aerospace Hawk T Mk1

SuperPanel FLYSIM

Live ATC Chatter Cielosim

9
N° 7
9
Anno 2 n° 7 2009
SIMWING
PUBBLICATION
RECENSIONI
Aut. rich. Tribunale
di Busto Arsizio AEROMOBILI
Direttore Responsabile
Daniele Frattini ARIANE STUDIOS B737 NG
www.simwing.it
BAE HAWK T1 Pag 13
info@simwing.it
redazione@simwing.it HARDWARE
postmaster@simwing.it

FLYSIM SUPER PANEL Pag 19


Tutti i diritti sono riservati.
Nessuna parte dei testi e delle HOTAS COUGAR Pag 23
illustrazioni puo’ essere
riprodotta con ogno mezzo
senza l’ autorizzazione scritta
dell’ Editore.
2
HARDWARE

NVIDIA GTX 295 Pag 31

SOFTWARE
LIVE ATC Pag 36

NEWS

Microfoft chiude games house Pag 41

3
MAGAZINE
RECENSIONI

NMG - South African Small Airports - Volume 1 SIM GIANTS - Malpensa Airport

Questo scenario per Microsoft Flight Simulator X Sim Giants ha reso disponibile l’aeroporto di
contiene gli aereoporti di Krugersdorp, Kittyhawk Milano Malpensa per Microsoft Flight
Aero Estate e Rustenburg. Caratteristiche di Simulator X.
questo add-on sono: aeroporti disegnati L’aeroporto è uno dei tre aeroporti
accuratamente, edifici dettagliati e piena internazionali nell’area di Milano.
compatibilità co il traffico AI. Le caratteristiche di questo add-on sono:
South African Small Airports - Volume 1 rappresentazione dettagliata dell’aeroporto e
è acquistabile presso SimMarket. delle sue vicinanze, texture invernali e
notturne, numerosi oggetti statici e dinamici,
illuminazione della pista e delle taxiway
realisitica, numerosi effetti, texture ad alta
risoluzione. Milano Malpensa è acquistabile
presso SimMarket e richiede il service pack 2
di FSX.

4
MAGAZINE
RECENSIONI

ZINERTEK - Ultimate Weather Fx LSH - Fly The Maddog 2008 Pro


Zinertek ha presentato Ultimate Weather FX. Lsh ha rilasciato la versione PRO del suo
Disponibile per Microsoft Flight Simulator 2004 famoso add-on Fly The Maddog 2008.
e per Microsoft Flight Simulator X, l’add-on è Rispetto alla versione standard la pro ha tre
caratterizzato: da un nuovo set di nuvole con differenti cockpit, pannello 2D per schermi
un basso impatto sul frame rate, dalla wide fino ad una rsoluzione di 1920×1200,
compatibilità con active sky, da nuove texture PMS e l’autobrake system.
per il cielo, da luci che variano al variare delle Disponibile per Microsoft Flight Simulator
ore del giorno, da nuovi suoni delle 2004 e per Microsoft Flight Simulator X
precipitazioni, da nuovi effetti per i lampi ed può essere acquistato presso SimMarket.
altro ancora. I possessori della versione standard possono
Ultimate Weather Fx è disponibile presso acquistare la versione ad un prezzo scontato
SimMarket di 16.80 Euro + IVA.

5
By Sirio 25

ARIANE DESIGN 737 SERIES


Incuriosito dai luoghi comuni e variegati attributi Per i “ comuni mortali ” invece dopo aver proceduto
immeritati che si sono letti dai vari frequentatori di all’acquisto, e scaricato il pacchetto ( che invito a
Forum, ( non mi risulta che Ariane sia mai stata salvarlo su un cd) Ariane invia per e-mail due
degnata di una recensione e tantomeno che i codici che andranno inseriti dopo aver aperto FS,
simmers che conosco attraverso le pagine de ed aver impostato nella cartella Boeing
i suddetti Forum ne posseggano uno),decido a (quella di default) Dreamliner , nelle stringhe di
questo punto di recensire questo prodotto. uno splash che si apre seguendo le istruzioni di
Contatto Ariane Studio per avere informazioni una finestra color prugna. Dopodiché si da un invio
su come comprare il prodotto, e, prima sorpresa e dopo 24 ore circa arriva il codice d’attivazione
gradita , Bob Hale, Direttore marketing di Ariane che serve per rendere operativo sia l’Aereo che
mi invia del tutto gratuito, il prodotto completo. l’Fmc.
Potenza di Simwing!!! ( scherzavo!!! ).
Tale codice si installa seguendo la medesima
procedura sopra descritta.
6
ARIANE DESIGN 737 SERIES
Inoltre, e questo non viene riportato sulle
istruzioni per l’attivazione, per visualizzare il
cockpit è necessario digitare la lettera “s” sulla
tastiera.

Quindi, a parte questo problema felicemente r


isolto, per il resto non ho mai avuto nessun
intoppo nell’utilizzo del 737-700-800 Ariane.
Le pagine delle istruzioni sono circa 500,
ma ritengo che le 80 del tutorial siano piu’
che sufficienti per farvi volare bene.

La cosa che colpisce è che tutte le istruzioni


sono Copryright della “THE BOEING
COMPANY”.
Lo svlippo dell’aero è stato curato da
PILOTI REALI della BOEING, lascio
immaginare le dinamiche possedute da questo
veivolo non adatto ai Simmer alle prime armi
appunto perché si pilota come un vero aereo.
Suppongo che Boeing non abbia alcun ritorno
economico nella vicenda e che abbia ben
ponderato prima di concedere il proprio marchio
ad una SH.

Questa mia supposizione diventa una conferma


quando inizio a studiarmi il Tutorial.
Tutte, ma proprio tutte, le funzioni dell’Aereo
sono ciccabili attraverso il VC ( ricordo per
evitare malintesi, che Ariane produce Aerei
solo in VC) o attraverso il menu’
“Dynamic Eypoint” che le istruzioni spiegano
in maniera esaustiva; anche chi avesse
difficoltà con l’inglese, si troverà a proprio
agio perché tutte le pagine sono corredate da
illustrazioni di altissima qualità e da
comprensibilissimi esempi.
Non è mia intenzione tediarvi con una
recensione impostata allo “squisitamente
tecnico”, ma non posso evitare di proporre
alcuni esempi di ciò che incontrerete
acquistando l’aereo:
Come sottolineavo in precedenza tutto è
cliccabile, non tanto per il gusto di avere
finalmente un Aereo con i tasti “veri”, ma
perché la qualità che Ariane ci presenta
rasenta un realismo mai riscontrato fino
ad ora in nessun Addon.

7
ARIANE DESIGN 737 SERIES
La pressione su un tasto si traduce in una
reazione del veivolo e se non programmiamo
in “sequenza logica da manuale” non
riusciamo neppure a dar corrente all’impianto
elettrico oppure a generare pressione
nell’impianto idraulico per poter semplicemente
frenare.
Altri Aerei ci hanno erroneamente abituato ed
indotto a credere che l’allineamento IRS si
possa eseguire in maniera “fast”,
completamente automatica e con l’aereo in
rullaggio.
Con Ariane scordatevelo, l’aereo deve essere
assolutamente immobile, se impostiamo l’irs
dal gate dobbiamo digitare le coordinate esatte
di partenza e pazientare affinché i tre satelliti
chiamati in gioco non collimino tra di loro e
ricevano le LAT e LONG che ci seguiranno
fino a volo completato.

Se nel frattempo ci stanchiamo per l’attesa,


nessuno ci impedisce di scendere dall’Aereo
attraverso la scaletta ed ispezionare l’esterno
attraverso la funzione “Dynamic Eypoint”
muovendoci con il mouse.
Una volta accertato che tutto è a posto e
l’allineamento è agganciato possiamo risalire
a bordo ed avviare la procedura per
l’accensione dei motori, dopo aver impostato
l’FMC, che pur essendo piuttosto completo di
sid, stars e transition , accetta in modalità
automatica solo il piano di volo di FS oppure
manualmente si possono inserire a piacere
fix forniti dai ben conosciuti programmi free
o pay che si trovano sul mercato.

8
ARIANE DESIGN 737 SERIES
Da quanto scritto sul manuale i fix mancanti si
possono inserire e coordinare manualmente
ed una volta inseriti rimangono per sempre in
memoria.
Ottenuta l’autorizzazione al rullaggio attiviamo
il push-back truck, non un semplice
spingi-traina virtuale ed invisibile, ma un vero
mezzo di servizio con operatori che lo fanno
muovere.
Naturalmente gli operatori siamo noi e
possiamo attivare il “trattore” sia dall’interno
che dall’esterno, anche se preferisco questa
seconda visuale poiché mi suggerisce un’idea
di realismo piu’ vasto.

Nel truck sono memorizzati 999 aereoporti,


tra i principali nel mondo, se non ci bastano o
se abbiamo esigenze particolari per averlo
sempre a disposizione dobbiamo inserire a
mano lat e long.

Per dare solo l’idea di cosa significa Ariane


esistono tre modelli omologati di truck:

- modello USA e resto del mondo;

- modello per gli aeroporti Europa;

- modello per gli aeroporti UK.

Per default è installato il primo modello nella


lista, se voliamo altrove dobbiamo eseguire
una semplicissima modifica con il notepad.
Sono circa le 18,00 ora locale e dopo un’ora
di preparativi, FINALMENTE, mi sto
accingendo ad immettermi nella pista n.
35R di Milano Malpensa.
Il cockpit VC è semplicemente un piacere per
gli occhi ed emoziona.
Perfetto nell’insieme, proporzionatissimo nelle
dimensioni e nella visuale offerta,
leggibilissimo nella strumentazione; se
vogliamo cambiare prospettiva, rendendola
piu’ simile ad un 2D, un colpo di muose…..
et voilà.

9 .
ARIANE DESIGN 737 SERIES
Nonostante queste ottime performance,
non avverto appesantimento di frame rate,
tutto fila liscio come l’olio, anche per i PC
meno potenti ho l’impressione epidermica,
che eventualmente ne risenta la qualità visiva
ma non i fotogrammi/secondo
Dopo l’autorizzazione, mi preparo al decollo,
che avviene in maniera perfetta e docile, come
da trim correttamente impostato.
L’aereo sale dolcemente e per mia scelta lo
piloto manualmente fino a 8.000ft, prima di
inserire l’autopilota.
Durante il climb , nonostante le limitazioni
dell’hardware Saitek ( volantino e pedali )
che si avvertono con altri add-on ( vedi PMDG )
qui e non mi sembra vero, mi sembra di
essere a bordo di un aereo reale.
L’omogeneità, la pastosità e fluidità del
controllo è quasi perfetta, sembra di avvertire
la resistenza dell’aria contro il nostro 737 , e,
cosa che ho sempre notato come difetto, ma
non in questo prodotto, la velocita’ non tende a
“ scappare ” anche se i nostri motori in climb
sono al 90% di potenza.

In questa occasione, considerato l’inusuale


impegno profuso nel briefing, probabilmente
perché non sono abituato a simili livelli di
realismo pre- volo, affido la rotta al pilota
automatico, senza intervenire manualmente.
Il tempo è ottimo, assenza di turbolenze,
con vento di prua variabile tra 30/35 nodi.
A circa 30 miglia da da LIRF mi collego con
l’ATIS, per avere le informazioni in merito al
meteo ed alla pressione barometrica che
inserisco manualmente.

10
ARIANE DESIGN 737 SERIES
Mi sto avvicinando a Roma Fiume, ma non
seguo il tutorial alla lettera e per l’atterraggio
mi lascio vettorare dall’ATC sulla 35L; le
insostituibili mappe Simwing e stars dell’FMC
servono di conseguenza.
Sono quasi in prossimità del GS, ma sono
leggermente spostato rispetto ai 5° di tolleranza
per agganciare l’ILS, quindi correggo la prua e
mi posiziono in linea retta sulla verticale della
pista.
Aggancio l’ILS ed inizio a scendere fino
all’atterraggio che risulta una fotocopia
all’inverso del decollo.

Non è perfetto come non lo è niente al mondo,


ha una defaillance
nell’aggiornamento dell’FMC, ma d’altro canto
ha pregi e virtù che si apprezzano e si
scoprono, innamorandosene, solamente
attraverso l’utilizzo.

E’ un aereo che consiglio a tutti coloro che


amano la simulazione improntata ai vertici del
realismo, sia pay che free.

E’ un aereo che sconsiglio, anche fosse gratis,


a tutti coloro che sono alla continua ricerca di
aerei free e che badano solamente alla quantità
posseduta, in quanto questo prodotto deve
avere l’attenzione come un aereo vero, in
quanto tale, altrimenti non si riuscirebbe
nemmeno ad accendere le luci oppure l’APU !

SIRIO 25

11
ARIANE DESIGN 737 SERIES

12
By Gianni Dell' Eremo

skysi m -- hawk
Dopo aver scaricato lo zip di circa 40MB, iniziamo Non è facile affrontare questa parte della recensione
l’installazione su FSX di questo bel Jet-trainer. perché l’Hawk T1 (ho abbreviato per comodità
Abbiamo ricevuto il code in anticipo, lo inseriamo e la sigla) non è un velivolo famigliare nei cieli italiani
facciamo partire l’amato simulatore e qui troviamo e quindi averne esperienza diretta non è affatto
subito una sorpresa poco gradita. L’aereo non è facile.
utilizzabile subito nonostante l’acquisto e Io ho avuto la fortuna di vedere le Red Arrow in
l’inserimento corretto della chiave. Mannaggia!!! azione a Roma ormai molti anni fa, ma lì
Odio la pirateria!!! Esco dal simulatore e mi l’attenzione era tutta rivolta verso il magnifico
accorgo che nello zip c’è un file Activate.exe, spettacolo delle loro evoluzioni (gli inglesi furono
forse è quello che cercavo... poi giustamente rimessi in riga da un’esibizione
Lo apro e mi appare una schermata con varie delle Frecce Tricolori al limite del mitologico
indicazioni, e dopo un po’ di cliccate su next per precisione e bravura, ma si sa:
arrivo al dunque, si apre una tabella dove ci sono “Italians do it better”). Quindi il recensore si
tre stringhe di numeri: Your registration number is : e’ armato di pazienza e si e‘ fatto un bel
Your activation request code is: Enter your giretto in lungo e in largo per il web per farsi
activation code here: (l’unico campo ancora 13 un’idea visiva il più precisa possibile del velivolo in
da riempire). oggetto.
skysim -- hawk
Risultato? Direi ottimo, il modello 3D rappresenta
la visuale esteriore
Proprio niente da dire, il modello esterno è fatto
molto bene, direi che tutte le caratteristiche
peculiari dell’Hawk sono rese bene e con
dovizia di particolari.
Forse vi starete chiedendo come mai vi
facciamo vedere sempre e solo modelli con l
a colorazione della pattuglia acrobatica
delle Red Arrow; ebbene, ce lo siamo chiesto
anche noi ed allora il sottoscritto è andato a
cercare il forum di SkySim ed ha posto la
domanda direttamente agli sviluppatori.
Ecco la risposta laconica: “Our licence with
MoD only permits us to produce the Hawk in
Red Arrows livery and then only for 2008
scheme”.

Vi ricordate della limitazione della livrea rossa


delle Red Arrow? Sì? Quello che non può fare
SkySim lo possono però fare gli ammiratori di
questo bel velivolo e così su AVSIM si trovano
già alcune livree aggiuntive che allargano le
potenzialità di questo prodotto.
E così, osservando l’ultima immagine,
abbiamo scoperto anche un’altra peculiarità
di questo prodotto: la possibilità di cambiare i
carichi esterni. Attraverso il menù “Carburante
e carico” possiamo decidere come armare o
disarmare il nostro Hawk.
In modo molto chiaro nel manuale viene
spiegato quali cifre inserire nei vari punti
di attacco per avere visualizzati i piloni subalari,
i razzi, le bombe da esercitazione,
i missili inerti, ecc.
All’inizio ci sembrava una cosa complicata,
ma una volta aperto il menù indicato
precedentemente è tutto molto chiaro; più
difficile a spiegarsi a parole che a farsi.

14
skysim -- hawk
Per inciso usando questo stesso metodo è
possibile visualizzare o meno quella parte
dell’abitacolo, presente solo sugli Hawk
delle Red Arrow, adibita all’accensione ed
allo spegnimento dei fumi nei tre colori:
rosso, bianco e blu.
Gli sviluppatori di SkySim sembrano non
essersi dimenticati proprio di nulla.
Ecco quindi le varie soluzioni possibili,
speriamo di non averne dimenticata nessuna,
che ci permettono, tra l’altro, di farvi vedere
alcune delle livree aggiuntive già a disposizione
per questo velivolo.

Prima di buttarci nel volo di prova e di


descrivere le sensazioni di pilotaggio non
possiamo non parlare del manuale.
Evidentemente alla SkySim sanno che i piloti
virtuali non amano leggere molto e quindi il
prodotto arriva con un manuale in formato
HTML ben nascosto all’interno delle cartelle
del velivolo, infatti dopo l’installazione non
troverete nessun collegamento sul desktop;
il perché di questa scelta ci è incomprensibile.
Tale manuale può essere definito scarno,
ma tutto sommato sufficiente all’uso del
prodotto; dal momento che è disponibile
anche on line non mi dilungo troppo,
potete andare a consultarlo da soli
( che carattere !!!).

15
skysim -- hawk
Non resistendo al fascino delle checklists me
la sono stampata, due facciate scritte piccole,
insieme alle illustrazioni del VC, altre due
facciate, e dopo soli 25 minuti il mio Hawk
ha cominciato ad emettere il rassicurante
fischio del motore acceso. Già, 25 minuti ci
ho messo, ma partivo proprio da una
situazione cold and dark e da una
conoscenza nulla degli strumenti e della loro
ubicazione.
Ma non ero contento: seguendo la checklist
mi erano rimasti oscuri 4-5 punti di cui non
trovavo corrispondenza nel VC.
Sono prontamente tornato sul forum di
supporto ed ho chiesto; la risposta è stata che
avevo usato la checklist del velivolo reale e
quindi qualche cosina non c’era. Ah beh,
se le differenze dal velivolo vero sono solo
4 o 5 mi ritengo più che soddisfatto della mia
accensione motori in soli 25 minuti.
Mi sono gasato non poco all’idea di aver
seguito una procedura di accensione così
simile alla realtà, nonostante i limiti di FSX,
DOSXQWRFKHILQDOPHQWHKRGDWRXQRFFKLDWD
fuori dal VC: sorpresa!

Ho scoperto che in fondo c’era un altro H


awk solitario.
Avevo deciso di partire dalla base
di Scampton, sede delle Red Arrow,
e mi ritrovo con una di esse al parcheggio.
Mi è venuta un’idea: se aumentassi il traffico
AI non è che vedo anche le altre?
Ed in effetti giocando con lo slide del traffico
Ai nelle impostazioni di FSX ho scoperto che
potevo variare il numero di aerei parcheggiati
vicino a me.
Sicuramente non un bonus essenziale,
ma comunque piacevole. Ma il bello è che
mentre ero lì che mi studiavo le procedure di
decollo ecco che improvvisamente un dei
velivoli si accende ed inizia il rullaggio.
Decido quindi di seguirlo. Nonostante non
indossassi la livrea acrobatica, avevo la
stessa che avete visto prima, ho deciso di
decollare e fare il mio primo volo di prova
seguendo il velivolo rosso.

7
skysim -- hawk
Mi sono anche detto di stare calmo,
approfittare della scarsa conoscenza del
mezzo per azzardare solo un decollo,
qualche virata, volo rettilineo e, magari,
un atterraggio.
Giusto il minimo indispensabile per darmi
il tempo di familiarizzare di più con le
procedure riportate nel manuale,
non voglio strafare.
Niente da dire, veramente divertente da
pilotare, sia dall’abitacolo anteriore,
sia da quello posteriore.
Nel modello di volo non trovo sbavature
evidenti ed è talmente poco il tempo che ci
vuole ad impratichirsi che voglio già tentare
la manovra di atterraggio, vero e proprio
tallone d’Achille e fonte di stress per il
sottoscritto, specie con i jet militari.
Non avendo ancora studiato bene il manuale
sino a quel punto decido di andare ad istinto
seguendo quello che faccio più o meno di
solito con il Cessna-172 o il Beaver di default.

Naturalmente cercherò di compensare ad


occhio la maggiore velocità di avvicinamento
durante il circuito di discesa; nel braccio di
sottobase sto più lontano dalla pista e lo
allungo più
del solito in modo che, affrontata e conclusa
la virata del braccio di base, mi trovo con più
spazio per effettuare le eventuali correzioni.
Non so se nella realtà si faccia proprio così,
fatto sta che devo aver avuto occhio perché
questo è il risultato al mio primo tentativo di
atterraggio.

16
skysim -- hawk
Sono talmente contento del risultato ottenuto
che riattacco subito esagerando non poco con
l’angolo di attacco.
Naturalmente vado in stallo, ma, nonostante
la bassa quota, riesco a riprenderlo
abbastanza facilmente.
Questo velivolo ti fa sentire bravo anche
se non lo sei e ti dà quindi molta soddisfazione
e senso di sicurezza.
Penso sia così anche nella realtà.
Rifaccio tutto il circuito di atterraggio e decido
di riprovare l’atterraggio, ma stavolta seduto
nell’abitacolo posteriore,
Ero convinto fosse molto più difficile per la
scarsa visibilità ed invece è stato per certi
versi ancora più facile.

L’immagine ve la ripropongo qui’ sopra.


Insomma le sensazioni di volo che questa
riproduzione dell’Hawk T1 di SkySim restituisce
al pilota virtuale sono molto divertenti ed
appaganti: difficile, ma non tanto da
demoralizzarti al punto di abbandonarlo.
Direi che c’è un buon equilibrio tra reale e
virtuale: non è troppo semplice per i piloti già
esperti, ma non è nemmeno troppo frustrante
per quei piloti virtuali che si sentono pronti per
il salto di qualità. Veramente un buon lavoro.

GIANNI DELL’EREMO

17
skysim -- hawk

18
By Sirio 25

SUPER PANEL -- FLYSIM


Abbiamo ricevuto in questi giorni, da Flysim , azienda Il prototipo, di dimensioni 60 cm X 25 cm, in un primo
che produce materiale per la simulazione aerea, un momento, mi e’ sembrato il tipico prodotto paragona-
nuovo prodotto che potra’ essere interessante ai bile al saitek Switch panel, anche se questo ha
simmer che non potendo, per via di spazio ,o dimensioni generose.
per non avere un esborso esagerato, avere in camera Altro impatto , il prezzo , che mi sono detto “ un po’
la letto, un cockpit completo. Flysim si occupa della caro!!! per degli interruttori!!! ”, che si aggira attorno
progettazione e realizzazione di sistemi hardware per ai 300 Euro.
la simulazione, in campo museale e pubblicitario, ma Dopo questo primo impatto, comunque ho deciso di
anche per noi comuni mortali che al massimo abbiamo provarlo e di valutarlo coscienziosamente.
a disposizione 10 mq donati da nostra moglie per il
nostro hobby preferito.
Il prodotto in questione e’ il tipico pannello strumenti,
dove trovano posto i comandi principali di un aereo,sia
elica che jet.

19
superpanel -- flysim
Devo dire una cosa; mai prima d’ora ho
dovuto ricredermi in fatto di prima impressione.
Ma andiamo per ordine.
Prima nota positiva.
il pannello frontale e’ di uno splendito materiale
lexan antiurto, doviziosamente verniciato ed
inciso al laser nelle parti delle scritte.
Sorpresona!!! e’ anche retroilluminato!.
Tutti gli interruttori sono di dimensioni generose,
con una durezza pari al reale, le coperture, in
gomma danno una piacevole sensazione.
La leva carrello, piccola per esigenza, ha il
tipico blocco di sicurezza.
I led del carrello seguono esattamente la
sequenza di chiusura ed apertura , che e’
gestita direttamente da FS.
Guardo meglio...... che annunciator sono?
Finezza, Indicatore di stallo, park brake, speed
brake.

20
superpanel -- flysim
A questo punto la cosa si fa interessante, e
quindi metto mano al giravite!.
Aprendo scopriamo quel’e’ la vera novita’ di
questo prodotto.
Una scheda elettronica di generose dimensioni
USB 2.0 e, udite udite.... 108 ingressi e 30
uscite liberamente programmabili con un
software tipo visual basic!
E non e’ finita, leggendo il manuale ( e si’,
perche’ come e’ noto prima si smanetta .... e
poi se non si capisce... si legge il manuale) ,
si scopre che e’ possibile pilotare anche display
7 segmenti.
Chiaro il concetto? Abbiamo a disposizione
circa 30 comandi e una decina di segnalazioni,
ma con un po’ di creativita’ possiamo crearci
attorno un cockpit come vogliamo.
Mannaggia! c’e’ una pagina nascosta! che dice?
Ma dai! possiamo collegare direttamente anche
un modulo MCP e due EFIS , che verranno
resi disponibili presto.

21
superpanel -- flysim
Ma non potevo leggerlo prima il manuale?
infatti mi dice che come opzione aggiuntiva
si puo’ inserire una scheda che gestisce fino
a 12 segnali analogici ( potenziometri per
intenderci).
Bene, detto cio’ mi rimane da dirvi che e’ il
tutto e’ racchiuso in un involucro che puo’
sostenere un monitor, e con quattro piedini
antisdrucciolo.
Direi un prodotto azzecato, con un costo
corretto ( a questo punto! ), che non puo’ man-
care ai simmer stanchi della tastiera , con una
panoplia di ingressi configurabili e altrettante
uscite, e credetemi , dopo averlo collegato al
pc ( nessun driver necessario ) e impostati i
parametri , e’ una sensazione eccezionale , e,
a questo punto, lo usero’ per recensire l’Hawk .
Per maggiori informazioni potete contattare il
sito www.immaging.eu/flysim.
Il titolare ha chiarito che il prodotto sara’
disponibile la prima settimana di Febbraio.
inoltre sul sito Simwing Vi faro’ avere al piu’
presto delle foto esaustive.

SIRIO 25

Cockpit Cessna prodotto da Flysim

22
By Gianni Dell' Eremo

hotas cougar thrustmaster


La periferica di gioco oggetto della nostra Le dimensioni ed il peso di entrambe le unità sono
recensione è l'innovativo sistema di controllo senza dubbio notevoli: la base di entrambe misura
HOTAS Cougar, costituito da una cloche e un 19,5 x 16 cm e 6 cm di spessore.
controllo della potenza costruiti interamente in Il peso di entrambe le unità si aggira sui 4 KG.
metallo. Motivo di questo peso, indubbiamente elevato,
Thrustmaster HOTAS Cougar è un nuovissimo è dato dal fatto che entrambe sono costruite
sistema di controllo per simulatori di volo militare. interamente in metallo, anche le più piccole
La periferica di controllo è composta da due unità: parti come pulsanti e switch.
una cloche direzionale e una manetta a
scorrimento per il controllo della potenza.
La sigla HOTAS, infatti, è acronimo di Hands On
Throttle And Stick, ovvero "mani sulla manetta e
sulla cloche".

23
HOTAS COUGAR
La base della cloche ospita, inoltre, due
connettori.
Uno, quello più piccolo, serve per il
collegamento dell'unità secondaria mentre
quello più grosso consente di collegare un
sistema di pedaliera opzionale.
Il collegamento della periferica di gioco con il
sistema avviene tramite porta USB.
La cloche e la manetta sono caratterizzate
da un'elevato numero di pulsanti, switch e
potenziometri: ; di seguito riportiamo alcune
foto esplicative che illustrano la disposizione
dei pulsanti stessi sulle due unità:
Nella foto sotto vediamo il trigger
principale, azionabile mediante la pressione
dell'indice destro e il pulsante grigio in
posizione laterale.
La foto di destra illustra la posizione dei due
tasti alla base della cloche, azionabili con
il mignolo.

La foto riportata qui sopra illustra la posizione


di un terzo HAT, situato in posizione laterale
sulla sinistra della cloche.
Nelle due foto successive vediamo la posizione
"tutto indietro" e "tutto avanti della manetta";
ci è utile per individuare quanto sia ampia la
corsa della stessa.

24
HOTAS COUGAR
A prima vista, l'interfaccia utente del software
di gestione può lasciare disorientati.
Tuttavia, una volta presa la dovuta confidenza,
si riescono ad apprendere le enormi
potenzialità del software.
Il pannello sopra riportato permette di
mappare tutti gli assi della periferica.
Le croci permettono di stabilire quale asse
dell'HOTAS assegnare al rispettivo asse
riconosciuto da Windows.
I lucchetti consentono di assegnare in modo
fisso un asse della periferica ad un asse
riconosciuto da Windows.
Sottolineiamo che il software di gestione è
in grado di riconoscere fino a 10 assi: questo
perchè il sistema HOTAS permette di
collegare un sistema di pedaliera per il
controllo del timone.

25
HOTAS COUGAR

26
HOTAS COUGAR
La vera innovazione del Hotas Cougar è
rappresentata dalla possibilità di programmare
lo stesso, tramite codice, con il programma
Foxy, anch'esso incluso nella confezione.
Riporteremo di seguito alcuni screenshot del
software di programmazione descrivendo,
a grandi linee, le principali funzioni.
Non è questa la sede dove trattare in modo
dettagliato il linguaggio e le tecniche di
programmazione: nella confezione dell'Hotas
Cougar è presente un completo ed esauriente
manuale che spiega in che modo ottenere i
risultati migliori impiegando il software Foxy.
L'ambiente di lavoro del software Foxy
consta di due editor principali: l'editor per
l'assegnazione delle macro ai pulsanti e
l'editor delle macro stesse.
Nella foto sotto vediamo l'editor per
l'assegnazione delle funzioni. Tramite il
linguaggio di programmazione è possibile
assegnare a qualsiasi pulsante, switch o
potenziometro, una determinata funzione
scelta tra quelle standard oppure una macro,
ovvero una combinazione di funzioni.

27
HOTAS COUGAR
Nell'immagine sotto è invece riportato l'editor
delle macro.
Tramite questo strumento è possibile definire
una funzione formata da una serie di comandi,
una macro, appunto. Le macro definite in
questa area possono poi essere utilizzate per
l'assegnazione delle funzioni ai pulsanti.
L'editing può essere effettuato in due modi:
in via totalmente testuale, programmando
linea per linea il proprio profilo, oppure
facendosi aiutare dalla funzione "Composer"
che guida passo-passo alla realizzazione di
macro, anche complesse.

28
HOTAS COUGAR
E' difficile trovare contendenti ad una periferica
di gioco come l'HOTAS Cougar, dal momento
che risulta un sistema di controllo completo
sotto ogni punto di vista.
La completezza non è il suo unico punto di
forza: entrambe le periferiche sono
estremamente robuste e dotate di
un'accuratezza e precisione molto elevate.
Grazie al notevole peso dei basamenti di
entrambi i sistemi di controllo, l'HOTAS si
dimostra ben saldo e stabile su tutte le
superfici di lavoro, ed anche in sessioni di
gioco particolarmente "dinamiche", non si
avvertono fastidiosi spostamenti della
periferica sul piano di lavoro.
I pulsanti offrono una risposta d'uso molto
buona e come essi anche le manopole sono
caratterizzate da una precisione notevole.
La cloche oppone una discreta resistenza ai
movimenti, per via anche delle molle da libbre:
è necessario una buona dose di forza per
poterla maneggiare al meglio. I pulsanti e gli
hat sono posizionati in modo da risultare
facilmente accessibili; stesso discorso per la
manetta della potenza:

la posizione delle manopole e dei pulsanti è


stata studiata per permettere una rapida e
precisa accessibilità degli stessi in ogni
condizione di gioco.
Da segnalare la possibilità di regolare la
resistenza posta dalla manetta tramite una
piccola rotellina e la presenza, nella corsa della
manetta, di alcuni "blocchi" per una rapida
regolazione della potenza del motore.
Oltre alla qualità costruttiva particolarmente
elevata, l'HOTAS Cougar può contare anche su
un supporto software di tutto rispetto.
Come abbiamo visto nelle pagine precedenti,
grazie ai software inclusi è possibile
configurare e programmare il joystick secondo
le proprie esigenze: in questo modo le
possibilità d'impiego sono veramente molto
vaste ed il joystick dimostra tutte le sue
potenizialità

29
HOTAS COUGAR
Ovviamente una periferica di questo tipo è
consigliata a coloro i quali hanno già una
particolare dimestichezza con i simulatori di
volo di un certo livello e trovano i joystick
tradizionali non adatti a soddisfare pienamente
tutte le esigenze che si possono presentare
nelle fasi di simulazione, prima fra tutte la "
carenza" dei pulsanti.
Il Thrustmaster HOTAS Cougar ha un difetto:
il prezzo. La periferica viene infatti venduta ad
un costo di € 421, iva inclusa, comprensivo di
driver, software di gestione e programmazione
e manuale d'uso.
Non è presente alcun gioco in bundle.
A onor del vero il prezzo è piuttosto elevato,
non dimentichiamo tuttavia che l'HOTAS è su
un livello qualitativo di molto superiore a tutti
gli altri joystick attualmente in commercio.

Gianni Dell’ Eremo

Copyright 2008 Flysim


www.immaging.eu/flysim

30
By Gianni Dell' Eremo

nvidia gtx295
MSI modello N295GTX-M2D1792 con nome di gestire ancora meglio lo scambio dati fra scheda
GeForce GTX295 è l'ultima generazione di schede video e Mainboard. Permette una risoluzione
video, con numerose modifiche, atte a migliorare massima di 2560 x 1600 (in digitale) garantendo
il prodotto. uscita video a 480p, 720p, 1080i.
Integra doppio processore GT200bcostruito a 55nm, Dispone di 2 uscite DVI-I e una HDMI
con una velocità di core pari a 576MHz e 480 (con supporto HDCP), per connettere qualunque
Stream Processor a 1242MHz. Integra memoria monitor, trasferendo al meglio i dati video.
GDDR3 da 1792MB a 448bit(x2), con una frequenza Supporta DirectX10 per una visione di immagini
di 1998MHz. nettamente migliore.
Bandwith teorica di ben 223.8 GB/s, per un'ottimale Queste specifiche e le ulteriori, come Anti-Aliasing
scambio di dati. e PureVideo HD, garantiscono la qualità del prodotto,
La scheda video è alloggiabile in due slot e ha un che permette di raggiungere elevate prestazioni,
bus PCi-Express x16 versione 2.0, che consente

31
NVIDIA GTX295
inoltre i miglioramenti apportati alla struttura
della scheda video, la gestione dei dati e la
qualità dei materiali utilizzati, hanno contribuito
a creare un prodotto dalle altissime prestazioni
e sicuramente affidabile.
Grazie al pieno supporto per la tecnologia
NVIDIA SLI, viene garantito un miglioramento
prestazionale in ogni ambito e rendendo anche
possibile l'opzione Quad SLI.
Questa nuova famiglia di vga fornisce
prestazioni inarrivabili in ambiente DirectX 10
e OpenGL 2.1 grazie alla seconda generazione
della tecnologia NVIDIA Unified Architecture e
alla nuova NVIDIA PhysX physics.

32
NVIDIA GTX295
Abbiamo testato la scheda pensando di
utilizzare FSX, ma poi abbiamo optato per
la versione fs2004 implementandola al massimo
con add-on scenery ed altro.
Traffico al massimo , texture al massimo frame
rate bloccato a 60 Fps , questo perche’ semmai
non lo sapeste, l’occhio umano oltre i 50 Fps e
quindi , a una frequenza di aggiornamento pari a
50 Hz non nota i cambiamenti . Questo anche
per evitare inutili sovraccarichi della scheda.
Comunque, i dettagli si possono vedere negli
screenshot , ma vi posso dire che Fs2004 cosi’
funzionante non ha nulla da invidiare a FSX !
Considerato inoltre la stabilita’ del programma,
non vedo la necessita’ di passare ad FSX!
Colori sorprendenti, dettagli che prima non si
vedevano, fluidita’ incredibile, oggetti in movi-
mento...... e tanto altro.

33
NVIDIA GTX295
Certamente pero’ questa scheda ha un solo
handycap...... il prezzo ! pari a 479 Euro !.
Mi sa che dovremo aspettare qualche mese ,
fino a che il prezzo non si abbassi , chiaramente
perche’ NVIDIA fara’ posto a qualche altro nuovo
prodotto e questo non sara’ piu’ il meglio.
Ma per i nostri scopi , credetemi e’ il massimo
da acquistare per il nostro simulatore.

34
NVIDIA GTX295
SPECIFICHE TECNICHE.

Interfaccia
Bus PCi-Expres x16, versione 2.0
GPU
Codice NVIDIA GeForce GTX295
Proc. Produzione 55nm
Engine Clock 576MHz
Memoria
Capacità 1792 MB
Tipo GDDR3
Architettura 448bit x2 = Tot. 896 bit
Clock 1998 MHz
Bandwith Teorica 223.8 Gb/s
Dettagli GPU
Stream Processor 240 x2 = Tot. 480
Clock SP 1242 MHz
Tecnologie GPU
Anti-Aliasing Transparency Anti-Aliasing
Avanzate Shader Model 4.0, NVIDIA PhysX ready
Combinazione NVIDIA SLi Ready, supporto Quad SLi
Raffreddamento Attivo Dissipatore esteso con ventola e convogliatore
Requisiti
Slot occupa 2 slot
Alimentazione connettori a 8 e 6 pin
Supporto Video
Tecnologia PureVideo HD (impiega un processore video dedicato), NVIDIA CUDA technology
Formati Video 2048 x 1536 @32bit in analogico e 2560 x 1600 @32bit in digitale
Funzionalita' accelerazione di decodifica H.264, MPEG-2 e WMV ad alta definizione
Input - Output
DVI-I 2 Dual DVI-I
HDMI 1
Adattatore 1 da DVI a VGA
CompatibilitÃ
API DirectX 10 / OpenGL 2.1
Sistemi Op. Certificata per Windows Vista con interfaccia aero
Confezione
Versione Retail
Software Driver
Accessori cavo molex alimentazione

35
By Sirio 25

LIVE ATC CHATTER CIELOSIM


Live ATC Chatter è programma per FS 2004 e FSX Se non sempre si ha una connessione Internet
che vi permette di ascoltare dal vivo in attiva o non si desidera connettersi on line,
tempo reale le comunicazioni del traffico aereo mentre si vola, Live ATC offre anche l'opzione
all’interno del simulatore. d salvare le conversazioni in formato Mp3 o file Wave.
Live ATC si collega via Internet ai numerosi siti di Quindi, se si è online o offline potrai ascoltare
ATC ( es.liveatc.net ) e di inserire queste Real ATC comunque in Flight Simulator.
comunicazioni all’interno del nostro simulatore.
Sebbene Live ATC non e’ dotato di una banca
propria di file audio, è possibile scaricare
liberamente da numerosi siti web su Internet.
Live ATC Flight Simulator migliora il tuo ambiente
con l'aggiunta di vivere in tempo reale audio ATC
per il volo da e per gli aeroporti.

36
LIVE ATC CHATTER CIELOSIM
In che modo esattamente il Live ATC lavora?
Al fine di gestire Live ATC audio,
è necessario disporre di flussi di traffico aereo
o di MP3 o wave file audio che può essere
scaricato liberamente da molti siti
Web su Internet.
Dopo essere stati scaricati, si aggiungono i
link in LIVE ATC.
Quindi, è possibile organizzare
l'ordine e la loro frequenza. Il flusso di
conversazioni è la frequenza da sintonizzare
per vostro Flight Simulator ( radio COM 1o 2 ).
Ogni flusso avrà un unica frequenza che è
auto-aggiunta dal vivo ATC, ma può essere
modificato a proprio piacimento.
Una volta che questi flussi sono aggiunti e
organizzati, è possibile avviare Flight
Simulator e quindi di regolare il flusso di una
delle frequenze attraverso la Com1 o Com2 e
si sente l'ATC Chatter per detta frequenza.

L’intallazione e veloce e senza fronzoli,


in quanto insieme all’acquisto viene fornito ,
tramita e-mail il proprio codice seriale.
Come dicevo prima, non abbiamo nessuna
banca di file audio ( sarebbe una bella cosa
averla ),quindi non ci resta che andare nel web
e cercare i numerosi siti che mettono a dispo-
sizione file di conversazioni.
Una volta individuato il file audio di nostro
gradimento, lo linkiamo ad Live Atc, e lo
“leghiamo ” ad una data frequenza a nostro
piacimento, ( es. 118.80 ) in questo modo
agendo con FS e sintonizzando la radio COM
1 o 2 ascolteremo il file scelto.

37
LIVE ATC CHATTER CIELOSIM
Come detto in precedenza settando diverse
frequenze con altrettanti file audio, possiamo
simularte tutte le sitazioni :
Delivery-
Ground-
Tower-
Approach-
sia in partenza che in arrivo.
Esiste anche la possibilita’ di stampare la lista
frequenze con indicati i relativi file audio.
Per chi non conoscesse liveatc.net, posso dire
che al suo interno abbiamo una “valanga” di
comunicazioni divise per aree ed aeroporti, ma,
unico neo, che non dipende dal sito , ma a
causa di leggi nazionali non chiare e confuse,
non e’ possibile avere comunicazioni che
interessano l’area italiana.
Per questo, potrebbe avere un limite per tutti i
piloti virtuali italianofili.
L’inconveniente, si potrebbe ovviare registrando
con un ricevitore le conversazioni del traffico e
poi salvarle in file MP3 o Wav.

38
LIVE ATC CHATTER CIELOSIM
A questo proposito vorrei chiarire dei particolari.
Per la legge italiana non e’ proibito ascoltare le
comunicazioni radio, ma e’ proibito divulgare a
terzi i contenuti ( che cosa vuol dire? mah ....).
Considerato cio’ possiamo salvare le comunica-
zioni per nostro uso personale ma non
possiamo divulgarle.
Altro consiglio: siccome le aree di copertura ATC
non sono illimitate, potremmo ascoltare soltanto
le comunicazioni degli aeroporti piu’ vicino a noi,
( e se dobbiamo andare , che so da Milano
a Bari ? ).
Questo inconveniente puo’ essere superato
utilizzando dei software che emulano i ricevitori
radio, ed utilizzano il web come antenna.
Provare per credere.

39
LIVE ATC CHATTER CIELOSIM
Comunque, se non avete voglia di agitarvi e
delle conversazioni americane non ve ne
importa un fico secco, LiveATC lo possiamo
usare ( come ho fatto io ) per un altro scopo
altrettanto gradevole.
Anziche’ utilizzare i file audio del controllo ATC,
provate ad utilizzare , per esempio , le
comunicazioni di cabina tra piloti e Crew,
oppure inserendo file musicali, in questo modo
possiamo utilizzare l’ ATC di default, ma
abbiamo la possibilita’ , sempre tramite le
frequenze ( magari la COM 2 ! ) per mandare
messaggi ai passeggeri, ascoltare musica
mentre si e’ in rullaggio, o che so’, magari
chiedere un caffe’ alla moglie o compagna che
vi guarda sempre con occhi allibiti, pensando
che la deficenza senile non ha eta!!

SIRIO 25

40
By Sirio 25

microsoft chiude games house


Qualche giorno fa è circolata la notizia con cui Si tenga presente comunque, che questo tipo di
Microsoft ha deciso di tagliare 5.000 posti di lavoro. politica sia destinato a fare crescere un altro tipo
Purtroppo in questa decisione è stata coinvolta di prodotto Microsoft , sempre destinato alla
anche la divisione giochi rappresentata da ACES simulazione di volo, il Microsoft ESP, che sembra
Studio’s. sia FS11 , pero’ destinato al commerciale.
ACES Studio’s verrà completamente smantellata. prossimamente sara’ destinato un articolo su
Ciò comporta che, oltre non avere un FS11, questo programma da parte di Simwing, stiamo
ci sarranno gravi ripercursioni sugli sviluppatori cercando di acquistalo, ma il prezzo e’ alquanto
di add-ons i quali perderanno il proprio lavoro. proibitivo ( 899 USD ).
E’ già disponibile su Facebook il portale dedicato Dalle prime verifiche che abbiamo fatto , sembra un
a MSFS gestito da François (Simflight.com editor). FSX ulteriormente aggiornato, che pero’ non
supporta FSUIPC, e’ che gestisce il Multicore.
Vi faremo sapere al piu’ presto.

SIRIO 25
41
CESSNA C172

DESIGN CENTER