You are on page 1of 537

Gurdjieff estratti

La condizione fondamentale dell'uomo il


sonno; l'uomo addormentato, la sua
coscienza ipnotizzata, confusa; egli non
sa chi , non sa perch agisce, una specie
di macchina, un automa, cui tutto
"succede"; non ha il minimo controllo sui
propri pensieri, sulle proprie emozioni,
sulla propria immaginazione, sulla propria
attenzione; crede di amare, di desiderare, di
odiare, di volere, ma non conosce mai le
vere motivazioni di questi impulsi che
compaiono e scompaiono come meteore;
dice "io sono, "io faccio", "io voglio",
credendo di avere davvero un ego unitario,
mentre frammentario in una moltitudine
di centri che di volta in volta lo dominano;
si illude di avere coscienza di s, ma non
pu svegliarsi da s, pu soltanto sognare
di svegliarsi; pensa di poter governare la
propria vita, ma una marionetta diretta da
forze che ignora; trascorre l'intera esistenza
nel sonno e muore nel sonno; passa tutto il
tempo in un mondo soggettivo cui non pu
sfuggire; non in grado di distinguere il
reale dall'immaginario; spreca le proprie
energie a inseguire cose superflue; e solo
qualche volta si rende conto che non
soddisfatto, che la vita gli sfugge, che sta
sciupando l'occasione che gli stata
offerta
!uesto l'uomo per Gurdjieff
!uando l'individuo incomincia a diventare
cosciente di non essere padrone di se
stesso, di vivere come uno zom"i con il
cervello anne""iato, ecco che si mette a
considerare le varie strade che pu
percorrere per tentare di svegliarsi
#olitamente un uomo che cerchi il
risveglio, anche se colto e intelligente, si
trova in una situazione quasi senza
speranza $l punto di partenza la presa di
coscienza della condizione disastrosa nella
quale ci troviamo, primo perch non
riconosciamo neppure il nostro stato di
sonno; secondo, perch, anche quando ne
siamo consapevoli, non sappiamo che cosa
fare uscirne; e, terzo, perch la %erra e i
suoi a"itanti si trovano, nell'ordine
cosmico, in una posizione svantaggiata &si
veda la visione cosmologica di Gurdjieff'
L'essenza la nostra parte pi( autentica e
originale, mentre la personalit) qualcosa
di costruito e di posticcio, ossia tutto ci
che viene dalla cultura, dall'educazione,
dall'imitazione, dalla tradizione, ecc
*ome dire""e lo zen, si tratta di scoprire il
nostro volto prima della nascita
%uttavia tale scoperta non dipende soltanto
da ci che possiamo sapere, ma soprattutto
da come riusciremo a utilizzare queste
conoscenze per sviluppare il nostro essere,
la nostra essenza
+ra i principi che do""iamo conoscere,
importantissime sono la legge del %re e la
legge del #ette, perch influiscono su ogni
nostra azione La prima fa si che ciascun
evento sia sottoposto a tre forze, attiva,
passiva e neutralizzante -nche se ci
accorgiamo spesso che a ogni nostra azione
&forza attiva' si oppone una certa resistenza
&forza passiva', raramente ci rendiamo
conto dell'influenza di una terza forza
neutralizzante che opera nel senso di un
equili"rio tra le altre due Affinch
qualcosa accada, si deve verificare una
combinazione delle tre forze, che sono
quanto mai mobili e variabili: qualsiasi
avvenimento, umano o naturale, nasce in
conseguenza del loro incontro
!uanto alla legge del #ette, essa ci dice che
nessun processo al mondo si sviluppa in
linea retta, senza cio interruzioni o
deviazioni .d per questo motivo che i
nostri sforzi, le nostre azioni, le nostre
determinazioni, dopo un certo periodo
&ottava', tenendo a perdere la loro
originaria intenzionalit) /er riuscire a
portarli fino in fondo, occorre l'intervento
di quello che Gurdjieff definisce uno
"shoc0 intenzionale" - tutti, egli dice, sar)
capitato d'intraprendere una determinata
azione, un certo lavoro, armati delle
migliori intenzioni, e poi rallentare
gradatamente, di diminuire lo sforzo e, alla
fine, se non intervenuto qualche fatto
eccezionale, di deviare dalla direzione
originaria .""ene, questo avviene perch,
in "ase alla legge del #ette, le forze
agiscono discontinuamente, deviando a
ogni salto
/rendendo come modello la scala
musicale, Gurdjieff sostiene che ogni
nostro sforzo avviene per ottave, cui
mancano determinati semitoni, in
corrispondenza dei quali si verifica la
deviazione
#e perci vogliamo mantenere a lungo il
nostro sforzo, do""iamo avvertire quando
interviene il salto e, a quel punto,
introdurre lo "shoc0 addizionale", ossia
un'ulteriore spinta a proseguire in linea
retta /urtroppo, di solito non ci rendiamo
conto di questi salti, oppure siamo cos1
pigri e a"itudinari che preferiamo scivolare
lungo la linea di minor fatica /er superare
gli inevita"ili momenti di crisi, di
"deviazione", gli interventi pi( importanti
sono il ricordo &la consapevolezza' di se
stessi e la trasformazione delle emozioni
negative in emozioni positive
%utto il lavoro di Gurdjieff si "asa sullo
sviluppo della consapevolezza, cui deve
per accompagnarsi un incremento
dell'emotivit) e dell'energia, che sono i veri
motori dell'azione; e lo shoc0 rappresenta
l'impulso addizionale che si permette di
superare l'ostacolo
Non conoscendo le leggi cui soggetta la
sua opera, l'uomo s'illude di essere lui ad
agire, a fare, a costruire, a decidere; non
si rende conto di essere dominato, nelle
sue scelte, da forze superiori; non vede
che cosa lo induce a muoversi in un modo
piuttosto che in un altro, a ripetere
ciclicamente le stesse operazioni; non
riconosce il suo grado di meccanicit, il
suo stato di letargia, di autoipnosi, di
automistificazione
Crede di essere libero, consapevole e
responsabile. E invece mente a se stesso:
non ammette di non saper nulla, di
trovarsi in uno stato di confusione
mentale di grave incertezza. Eppure,
proprio da uesta condizione di
dipendenza e di caos che nascono i suoi
desideri di imitazione e di
identificazione. !'uomo si identifica con
il ruolo che costretto a vivere: padre,
figlio, padrone, operaio, impiegato,
dirigente, professionista, intellettuale,
guru, furbo, tonto, forte, debole,
disoccupato, manager, ministro, ecc.
/er ognuno di questi ruoli, esistono
comportamenti sociali, status s2m"ol,
a""igliamenti, modi di pensare e di
esprimersi cui ciascuno si adegua
inconsapevolmente . quindi non siamo
mai individui autentici, ma veri e propri
imitatori: imitiamo modelli e stereotipi,
prodotti dalla societ in cui viviamo.
Persino nei comportamenti pi intimi
recitiamo in realt dei ruoli precostituiti,
che non si limitano soltanto a
comportamenti e ad atteggiamenti
convenzionali, ma che penetrano anche
all'interno delle nostre convinzioni, dei
nostri giudizi, della nostra coscienza.
3asta ascoltare una comune conversazione
per rendersi conto della qualit) dei luoghi
comuni e delle "analit) che si ripetono, pur
nell'illusione di esprimere qualcosa di
autentico, qualcosa della propria
esperienza l che ci d un'idea di quanto
sia profondamente condizionata la
nostra coscienza .cco perch Gurdjieff
non crede che possiamo vivere e decidere
li"eramente, e perch ritiene cos1 ardua
l'impresa della li"erazione !iente di pi
facile, infatti, che anche in questo caso ci
si limiti ad imitare o a identificarci con
qualcuno " un maestro, un santo, #risto,
$uddha o %aometto. nsomma
continuiamo a recitare: l'inquinamento
della nostra mente & troppo esteso.
Non dobbiamo illuderci di poterci liberare
con le nostre sole forze: ogni nostro
tentativo, ogni sforzo, ogni pensiero o
atto, sono gi fortemente condizionati;
non sappiamo neppure da che parte stia
la libert, che cosa significhi essere
svegli.
"l primo passo perci# consiste nella presa
di coscienza che siamo come in una
prigione e che non sappiamo come
uscirne. $er uanti sforzi facciamo, non
possiamo evadere da soli; gli ostacoli
sono troppi. %ar pi& saggio trovare un
gruppo di persone che come noi hanno il
desiderio di risvegliarsi e che si avvalgono
dell'esperienza di ualcuno che lo ha gi
fatto
Gurdjieff sostiene che il tentativo di
risveglio ha pi( pro"a"ilit) di riuscire se
uniremo le nostre forze a quelle di altre
persone e se saremo guidati da un maestro
illuminato #enza questi aiuti, quasi
impossi"ile riuscire nell'impresa
!uasi tutti i maestri di meditazione sono
concordi nel sostenere la necessit) di una
guida illuminata %uttavia il maestro
serve soltanto ad aprire la strada, ma poi
dev'essere abbandonato .siste anche un
altro punto di vista &come ad esempio
quello di 4isargadatta' che, pur
riconoscendo l'utilit) della guida spirituale,
sostiene che quest'ultima si trova gi) dentro
di noi, solo che la si sappia &e qui sta il
difficile' rintracciare e identificare
*omunque sia, il punto di partenza della
ricerca &, secondo Gurdjieff, la
conoscenza di noi stessi o, come lui lo
chiama 5'o studio di noi stessi6, 5il
ricordarsi di noi stessi6 (uesta & la
prima importantissima fase n ogni
momento della giornata 7 egli dice
8 dobbiamo volgere l'attenzione a quello
che facciamo pensiamo, diciamo,
immaginiamo, proviamo, ecc) dobbiamo
riuscire a vederci per quello che siamo,
come se ci guardassimo dall'esterno
*iventare consapevoli di noi stessi, anche
solo per pochi momenti, & la tecnica che
pu+ aiutarci ad uscire dallo stato di
alienazione in cui ci troviamo
abitualmente 9n simile esercizio
presuppone e termina una certa tensione
emotiva, un preciso stato d'animo che deve
a poco a poco emergere e consolidarsi nel
tur"inio confuso delle emozioni a"ituali
. deve essere accompagnato da uno
sforzo di riduzione del troppo parlare,
del mentire a noi stessi e del dare
espressione alle emozioni negative.
:L'essenziale che un gruppo il principio
di tutto 9n uomo solo non pu fare niente,
non pu raggiungere niente, un gruppo
veramente guidato pu fare molto
/erlomeno ha una possi"ilit) di arrivare a
risultati che un uomo solo non sare""e mai
in grado di ottenere ;"<oi non vi rendete
conto della vostra situazione ,oi siete in
prigione e tutto ci+ che potete
desiderare, se avete del buon senso, & di
evadere. =a come evadere> ?ccorre
perforare un muro, scavare una galleria 9n
uomo solo non pu fare niente, ma
supponete che siano dieci o venti e che
lavorino a turno; assistendosi l@un l'altro,
possono finire la galleria ed
evadere ;"$noltre, nessuno pu+ fuggire
dalla prigione senza l'aiuto di coloro che
sono gi fuggiti. -olo essi possono dire in
qual modo l.evasione & possibile e far
giungere ai prigionieri gli utensili e tutto
ci+ che pu+ essere necessario. %a un
prigioniero isolato non pu+ trovare
questi uomini liberi o venire in contatto
con loro. / necessaria una
organizzazione. !ulla pu+ essere portato
a compimento senza una organizzazione
AA Gurdjieff piaceva sottolineare che ogni
prigioniero pu trovare un giorno la sua
possibilit di evasione, a condizione,
beninteso, che egli sappia rendersi conto
di essere in prigione. Ma fintanto che non
riesce a rendersene conto, fino a quando si
crede libero, quale possibilit potr avere?
Non si pu cooperare con la forza alla
liberazione di un uoo che non vuole
essere libero, che anzi desidera
assolutaente il contrario. !a liberazione
" possibile, a esclusivaente coe
risultato di fatiche prolungate, di grandi
sforzi e, soprattutto, di sforzi coscienti
verso uno scopo definito.B
:=olte cose sono possi"ili, disse
G9CDE$.++, ma occorre comprendere che
l'essere dell'uomo, sia nella vita che dopo
la morte, ammesso che esista dopo la
morte, pu essere di qualit) molto
differente L'uomo macchina, per il quale
tutto dipende dalle influenze esteriori, per
cui tutto accade, che ora un certo uomo, il
momento dopo un altro e pi( tardi ancora
un terzo, non ha avvenire di sorta, viene
sepolto e "asta F polvere e ritorna polvere
!uesto detto per lui Perch si possa
parlare di vita futura, di qualsiasi
genere, ci deve essere una certa
cristallizzazione, una certa fusione delle
qualit interiori dell'uomo: una certa
indipendenza dalle influenze esteriori.
#e in un uoo vi " qualcosa capace di
resistere alle influenze esteriori, allora
proprio questo qualcosa potr resistere
anche alla orte del corpo fisico.
?ra pensate, che cosa potr) resistere alla
morte del corpo fisico in un uomo che
sviene o dimentica tutto quando si taglia il
dito mignolo> #e in un uomo vi qualche
cosa, questo qualcosa pu sopravvivere;
ma se non vi niente, allora niente pu
sopravvivere =a anche se questo qualcosa'
sopravvive, il suo avvenire pu essere
molto vario $n certi casi di completa
cristallizzazione, dopo la morte si pu
produrre ci che la gente chiama
reincarnazione'; in altri casi, ci che
chiamano una esistenza nell'aldil)' 4ei due
casi, la vita continua nel corpo astrale' o
con l'aiuto del corpo astrale', sapete ci che
significa questa espressioneG
:Ma i sistei che conoscete e che parlano
di corpo astrale afferano che tutti gli
uoini lo possiedono. $i " assolutaente
falso. #i+ che pu+ essere chiamato corpo
astrale & ottenuto per fusione, cio& per
mezzo di una lotta e di un lavoro
interiore terribilmente duro. L'uomo non
nasce con un corpo astrale, e soltanto
pochissimi uomini arrivano ad averne
uno %na volta costituito, il corpo astrale
pu continuare a vivere dopo la orte del
corpo fisico, e pu rinascere in un altro
corpo fisico& ecco la reincarnazione. #e
non rinato, allora, nel corso del tempo
muore anch'esso; non immortale, ma pu
vivere molto tempo dopo la morte del
corpo fisico ;"0usione, unit interiore,
sono ottenute nell'uomo per frizione, per
mezzo della lotta tra il s1' e il no'. -e un
uomo vive senza lotta interiore, se in lui
tutto accade senza opposizione, se va
sempre seguendo la corrente, o come il
vento lo spinge, allora rester come
&. Ma se una lotta ha inizio in lui e
soprattutto se questa lotta ha una linea
definita, allora gradualente certe
caratteristiche peranenti coinciano a
forarsi in lui' egli coincia
a cristallizzare. =a, se la cristallizzazione
possi"ile su una "ase giusta, lo altres1
su di una "ase falsa /er esempio, la paura
del peccato, o una fede fanatica in una idea
qualsiasi, possono provocare una lotta
terri"ilmente intensa tra il s1' e il no', e un
uomo pu cristallizzare su tali "asi =a
questa sar) una cristallizzazione s"agliata e
incompleta !uest'uomo perder) cos1 ogni
altra possi"ilit) di sviluppo -ffinch gli
sia restituita la possi"ilit) di uno sviluppo
ulteriore, egli dovr) essere innanzitutto
rifuso e questo pu essere compiuto
soltanto attraverso terri"ili sofferenze ;"La
cristallizzazione possi"ile su qualsiasi
"ase /rendete ad esempio un "rigante di
"uona razza, un "rigante autentico 4e ho
conosciuti io stesso nel *aucaso 9n tale
"rigante rester) sul ciglio di una strada,
fucile alla mano, dietro una roccia, per otto
ore senza fare il minimo movimento
/otreste fare altrettanto> - ogni istante,
cercate di capirlo, una lotta si scatena in
lui .gli ha caldo, ha sete, le mosche lo
divorano; ma non si muove 9n altro
monaco; ha paura del diavolo; "atte la testa
contro il suolo e prega tutta la notte *os1
la cristallizzazione si compie $n tal modo
possi"ile generare in se stessi una forza
interiore enorme; si possono sopportare
torture; si pu ottenere tutto ci che si
vuole !uesto significa che in questi
uomini, a partire da un certo momento, vi
qualcosa di solido, di permanente /ersone
di questa fatta possono diventare
immortali =a con quale vantaggio> 9n
uomo di questa specie diventa una cosa
immortale, una cosa, "ench una certa
quantit) d1 coscienza sia talvolta
conservata in lui /er, occorre ricordarlo,
si tratta di casi eccezionali"G
&?' 8 :$oe si pu sapere se un uoo
possiede un corpo astrale?G
&G' 8 : (i sono odi precisi per
riconoscerlo. )n certe condizioni, il corpo
astrale pu essere visto' pu essere
separato e persino fotografato a lato del
corpo fisico. Ma " pi* facile stabilire
l+esistenza del corpo astrale sepliceente
considerando le sue funzioni. )l corpo
astrale ha delle funzioni definite, che il
corpo fisico non pu avere e la presenza o
l+assenza di queste funzioni ci indica la
presenza o l+assenza del corpo astrale. =a
prematuro parlare di questo, tutta la
nostra attenzione deve portarsi ora sullo
studio del corpo fisico G
&G' 8 :2li uomini che hanno un corpo
astrale possono comunicare l'uno con
l'altro a distanza, senza ricorrere a
mezzi fisici, ma affinch tali
comunicazioni siano possibili essi devono
stabilire qualche legame tra di loro *on
questo intento, quando qualcuno di loro va
in un'altra regione, prende talvolta con s
un oggetto appartenente alla persona con la
quale desidera rimanere in relazione, di
preferenza un oggetto che sia stato in
contatto con il suo corpo e sia permeato
delle sue emanazioni 4ello stesso modo,
per mantenere una relazione con una
persona morta, i suoi amici hanno
l'a"itudine di conservare degli oggetti che
le sono appartenuti !uesti lasciano in
qualche modo una traccia dietro di s,
qualcosa come dei fili o dei filamenti
invisi"ili, che rimangono tesi nello
spazio ,uesti fili legano quel deterinato
oggetto alla persona, viva o orta, alla
quale l+oggetto apparteneva Gli uomini
hanno avuto questa conoscenza fin dalla
pi( remota antichit) e ne hanno fatto gli usi
pi( svariati ; #e ne possono trovare tracce
nei costumi di molti popoli -apete per
esempio che sono numerosi quelli che
praticano il rito della fraternizzazione
per mezzo del sangue. *ue o pi uomini
miscelano il loro sangue nella stessa
coppa e ne bevono. n seguito sono
considerati fratelli di sangue =a
l'origine di questa usanza deve essere
ricercata su di un piano pi( profondo !ei
tempi primitivi si trattava di una
cerimonia magica per stabilire un
legame tra corpi astrali. l sangue ha
qualit speciali. Alcuni popoli, per
esempio gli 3brei, attribuiscono al
sangue un significato particolare e
propriet magiche. 4ra capite che
secondo le credenze di certi popoli, se si
stabilisce un legame tra corpi astrali,
esso non & spezzato dalla morte. ;"l
#risto sapeva di dover morire. (uesto
era stato deciso prima. 'o sapeva ed
anche i suoi discepoli lo sapevano. 3
ciascuno di essi sapeva qual era la sua
parte. %a al tempo stesso essi volevano
stabilire un legame permanente con il
loro %aestro. A questo fine il #risto
diede loro da bere il suo sangue e da
mangiare la sua carne. !on erano affatto
pane e vino, ma realmente la sua carne
ed il suo sangue. ; "'a -anta #ena fu un
rito magico analogo ad una
fraternizzazione per mezzo del sangue'
per stabilire un legame tra i corpi
astrali. Ma chi saprebbe ancora ritrovarne
la traccia e coprenderne il senso nelle
religioni attuali? -a lungo tepo tutto "
stato dienticato e al senso originale sono
state sostituite interpretazioni
copletaente diverse. !e parole sono
riaste, a il loro significato si " perso da
secoli..G
&?' 8 A !uesta riunione, e soprattutto la sua
conclusione, provoc molte conversazioni
nei nostri gruppi =olti rimasero rivoltati
da ci che G9CDE$.++ aveva detto sul
*risto e sull'9ltima *ena; altri, al
contrario, sentivano che vi era una verit)
che non avre""ero mai potuto raggiungere
da soli B
&?' :/erch0 la conoscenza " tenuta cos1
accurataente segreta? #e l+antica
conoscenza " stata preservata e se,
parlando in generale, esiste una
conoscenza distinta dalla nostra scienza e
dalla nostra filosofia, o ad esse anche
superiore, perch0 non diventa propriet
coune? /erch0 i suoi detentori si
rifiutano di lasciarla entrare nel circuito
generale della vita, in vista di una lotta
igliore o pi* decisiva contro la
enzogna, il ale e l+ignoranza?G
&G' :<i sono due risposte, disse
Gurdjieff; in primo luogo, questa
conoscenza non & tenuta segreta, e in
secondo luogo non pu+, per la sua stessa
natura, diventare propriet comune
.samineremo su"ito questo secondo punto
<i prover in seguito che la
conoscenza, egli accentu la parola, &
molto pi accessibile di quanto si creda a
coloro che sono capaci di assimilarla) il
guaio & che la gente o non la vuole o non
la pu+ ricevere
%a innanzitutto bisogna capire che la
conoscenza non pu+ appartenere a tutti
e non pu+ neppure appartenere a
molti. 5ale & la legge. ,oi non la
comprendete, perch non vi rendete
conto che la conoscenza, come ogni cosa
di questo mondo, & materiale /
materiale, ossia possiede tutte le
caratteristiche della materialit 4ra,
una delle prime caratteristiche della
materialit & che la materia & sempre
limitata, voglio dire che la quantit di
materia in un dato luogo e in
determinate condizioni & sempre
limitata. -nche la sa""ia del deserto e
l'acqua dell'oceano sono in quantit)
invaria"ile e strettamente misurata *i
conseguenza, dire che la conoscenza &
materiale significa che in un luogo e in
un tempo dato ve ne & una quantit
definita %i pu# dunue affermare che,
nel corso di un certo periodo, poniamo un
secolo, l'umanit dispone di una uantit
definita di conoscenza. 'a noi sappiamo,
attraverso un'osservazione anche
elementare della vita, che la materia della
conoscenza possiede ualit interamente
diverse a seconda che essa sia assorbita in
piccole o in grandi uantit. $resa in
grande uantit in un dato luogo, da un
uomo, o da un piccolo gruppo di uomini,
essa da risultati molto buoni; presa in
piccola uantit da ognuno degli
individui che compongono una grande
massa di uomini, essa non da alcun
risultato, o forse talvolta dei risultati
negativi, contrari a uelli che si
attendevano.
=a se, al contrario, grandi quantit) di
conoscenza possono essere concentrate in
un piccolo gruppo di persone, allora questa
conoscenza dar) risultati grandissimi Da
questo punto di vista, molto pi(
vantaggioso che la conoscenza sia
preservata in un piccolo gruppo e non
diffusa tra le masse
-e, per dorare degli oggetti, prendiamo
una certa quantit d'oro, dobbiamo
conoscere o calcolare il numero esatto
degli oggetti che con questa quantit si
potranno dorare. -e tentiamo di dorarne
un numero maggiore, la doratura
risulter ineguale, a chiazze, ed essi
appariranno peggiori che se non fossero
stati dorati del tutto) di fatto, avremo
sprecato il nostro oro.
'a distribuzione della conoscenza si basa
su un principio rigorosamente analogo
%e la conoscenza dovesse esser data a
tutti, nessuno riceverebbe nulla. %e essa
riservata a pochi, ciascuno ne ricever
abbastanza non solo per conservare ci#
che riceve, ma per accrescerlo.
A prima vista questa teoria sembra
molto ingiusta, perch( la situazione di
coloro ai uali la conoscenza , in certo
ual modo, rifiutata affinch( altri ne
possano ricevere di pi&, sembra
tristissima, immeritata e pi& crudele di
uanto dovrebbe !a realt per# del
tutto diversa; nella distribuzione della
conoscenza non vi ombra di
ingiustizia "l fatto che l'enorme
maggioranza della gente ignora il
desiderio di conoscere; essa rifiuta la sua
parte di conoscenza, trascura persino di
prendere, nella distribuzione generale, la
parte che le assegnata per i bisogni
della vita (uesto & particolarmente
evidente in periodi di pazzia collettiva, di
guerre, di rivoluzioni, quando gli uomini
sembrano ad un tratto perdere persino
quel piccolo granello di buon senso che
di solito avevano e, trasformati in
completi automi, si abbandonano a
giganteschi massacri, perdendo persino
l'istinto di conservazione. 3normi
quantit di conoscenza rimangono cos1,
in certo modo, non richieste, e possono
essere distribuite a coloro che sanno
apprezzarne il valore.
!on vi & nulla di ingiusto in tutto questo,
perch coloro che ricevono la conoscenza
non prendono niente che appartenga ad
altri, non privano gli altri di qualcosa)
prendono soltanto ci+ che gli altri hanno
rigettato come inutile e che, in ogni caso,
andrebbe perduto se essi non lo
prendessero. ''accumulare conoscenza
da parte di alcuni, dipende dal fatto che
altri la rifiutano )i sono periodi nella
vita dell'umanit, che generalmente
coincidono con l'inizio del declino delle
civilt, in cui le masse perdono
irrimediabilmente la ragione e si mettono
a distruggere tutto ci# che era stato creato
in secoli e millenni di cultura. *ali periodi
di demenza, che spesso coincidono con
cataclismi geologici, perturbazioni
climatiche, ed altri fenomeni di carattere
planetario, liberano una grandissima
uantit di uesta materia di conoscenza.
Ci# che, a sua volta, rende necessario un
lavoro di ricupero, senza il uale essa
andrebbe perduta. Cos+, il lavoro
consistente nel raccogliere la materia
sparsa della conoscenza, molto spesso
coincide con il declino e la distruzione di
culture e civilt. ,uesto aspetto della
uestione chiaro. !e masse non si
preoccupano della conoscenza, non
vogliono saperne, e i loro capi politici, nel
proprio interesse, non lavorano che a
rafforzarne l'avversione, la paura del
nuovo e dell'ignoto. !a schiavit& nella
uale vive l'umanit basata su uesta
paura. F persino difficile immaginarne
tutto l'orrore 'a gente non comprende il
valore di ci+ che perde %a per capire la
causa di tale schiavit basta osservare
come vivono le persone, ci+ che
costituisce lo scopo della loro esistenza,
l'oggetto dei loro desideri, delle loro
passioni e aspirazioni, a che pensano, di
cosa parlano, cosa servono e
adorano -uardate dove va a finire il
denaro della societ colta dei nostri
tempi; a parte la guerra, considerate ci#
che impone i prezzi pi& alti, dove si
riversano le grandi folle. %e si riflette un
momento intorno a uesti fatti, diventa
chiaro che l'umanit, cos+ com' ora, con
gli interessi di cui vive, non pu# aspettarsi
niente di diverso da ci# che ha =a come
ho gi) detto, non pu essere altrimenti
.cco un aspetto L'altro, come ho gi) detto,
consiste nel fatto che nessuno nasconde
nulla; non vi il minimo mistero
=a l'acquisizione o la trasmissione della
vera conoscenza esige grande fatica e
grandi sforzi, sia da parte di chi riceve che
da parte di chi da *oloro che possiedono
questa conoscenza fanno tutto ci che
possono per trasmetterla e comunicarla al
pi( gran numero possi"ile di uomini, per
aiutarli ad avvicinarsi ad essa e renderli
capaci di prepararsi a ricevere la verit) %a
la conoscenza non pu+ essere data con la
forza a coloro che non la vogliono e,
come abbiamo appena visto, un esame
imparziale della vita dell'uomo medio,
dei suoi interessi, di ci+ che riempie le
sue giornate, dimostrer
immediatamente che & impossibile
accusare gli uomini che posseggono la
conoscenza di nasconderla, di non
volerla trasmettere o di non desiderare
di insegnare agli altri ci+ che essi
sanno. #olui che desidera la conoscenza
deve fare egli stesso gli sforzi iniziali per
trovarne la sorgente, per avvicinarla,
servendosi delle indicazioni date a tutti,
ma che generalmente la gente non
desidera vedere, n riconoscere. 'a
conoscenza non pu+ venire agli uomini
senza che essi facciano degli sforzi. .ssi
lo capiscono "enissimo quando non si
tratta che di conoscenze ordinarie; ma nel
caso della grande conoscenza, posto che ne
ammettano la possi"ilit) di esistenza,
pensano che ci si possa aspettare qualcosa
di diverso ?gnuno sa "enissimo, per
esempio, che chi voglia imparare il cinese
dovr) lavorare intensamente per molti anni;
tutti sanno che cinque anni di studi sono
indispensa"ili per afferrare i principi della
medicina, e pi( del doppio, forse, per lo
studio della musica e della pittura E
tuttavia certe teorie affermano che la
conoscenza pu# venire senza alcuno
sforzo, che essa pu# essere acuisita
anche dormendo. "l solo fatto che
esistano simili teorie costituisce una
spiegazione supplementare del fatto che
la conoscenza non pu# raggiungere gli
uomini .llo stesso tempo essenziale
comprendere che gli sforzi indipendenti di
un uomo per raggiungere ualcosa in
uesta direzione non possono, da soli,
dare alcun risultato. 6n uomo pu+
raggiungere la conoscenza soltanto con
l'aiuto di coloro che la
posseggono (uesto deve essere
compreso fin dall'inizio. $isogna
imparare da coloro che sannoG
&G' "#econdo un insegnamento antico, del
quale sussistono tracce in molti sistemi di
ieri e di oggi, l'uomo che a""ia raggiunto il
completo sviluppo possi"ile, un uomo nel
pieno senso della parola & composto di
quattro corpi !uesti quattro corpi sono
costituiti da sostanze che diventano sempre
pi( sottili, si compenetrano e formano
quattro organismi indipendenti aventi tra
loro una relazione "en definita, ma capaci
di azione indipendente *i che permette
l'esistenza di quattro corpi il fatto che
l'organismo umano, ossia il corpo fisico,
ha una organizzazione cos+ complessa che
in certe condizioni pu# svilupparsi in esso
un organismo nuovo e indipendente che
offra all'attivit della coscienza uno
strumento molto pi& adeguato e pi&
sensibile del corpo fisico 'a coscienza
manifestata in questo nuovo corpo & in
grado di governarlo, ed ha pieno potere
e pieno controllo sul corpo fisico "n
uesto secondo corpo, in certe condizioni,
un terzo corpo pu# formarsi, avente
anch'esso le proprie caratteristiche La
coscienza manifestata in questo terzo corpo
ha pieno potere e pieno controllo sui primi
due; e il terzo corpo pu acquistare
conoscenze inaccessi"ili sia al secondo che
al primo Nel terzo corpo, in certe
condizioni ne pu# crescere un uarto che
differisce dal terzo quanto il terzo dal
secondo ed il secondo dal primo !a
coscienza manifestata nel uarto corpo
ha pieno controllo sui primi tre corpi e su
di s(
,uesti uattro corpi sono definiti in modi
diversi dai vari insegnamenti,
$$ primo il corpo fisico, nella
terminologia cristiana, il corpo carnale, il
secondo, sempre secondo la terminologia
cristiana il corpo naturale, il terzo il
corpo spirituale, e il quarto, nella
terminologia del *ristianesimo .soterico,
il corpo divino
#econdo la terminologia teosofica, il primo
il corpo fisico, il secondo il corpo
astrale, il terzo il corpo mentale e il
quarto il corpo causale
4el linguaggio figurato di certi
insegnamenti orientali, il primo & la
carrozza 7corpo8, il secondo & il cavallo
7sentimenti, desideri8, il terzo & il
cocchiere 7pensiero8, e il quarto & il
Padrone 7o, coscienza, volont8

corpo astrale non & un complemento
indispensabile per l'uomo. / un gran
lusso, che non & alla portata di tutti.
''uomo pu+ vivere benissimo senza
corpo astrale $l suo corpo fisico possiede
tutte le funzioni necessarie alla vita 9n
uomo senza corpo astrale pu anche dare
l'impressione di essere un uomo molto
intelligente, persino molto spirituale, e
ingannare cos1 non soltanto gli altri, ma s
stesso
4aturalmente, questo ancora pi( vero per
il corpo mentale e il quarto corpo ''uomo
ordinario non possiede questi corpi, n le
funzioni corrispondenti 'a egli crede
spesso di possederle, e riesce a farlo
credere agli altri Le ragioni di questo
errore sono, in primo luogo, il fatto che il
corpo fisico lavora con le stesse sostanze di
cui sono costituiti i corpi superiori, ma
queste sostanze non si cristallizzano in lui,
esse non gli appartengono; in secondo
luogo, il fatto che tutte le funzioni del
corpo fisico sono analoghe a quelle dei
corpi superiori, pur essendo naturalmente
molto diverse !a differenza capitale tra le
funzioni di un uoo che non possiede che
il corpo fisico, e le funzioni dei quattro
corpi " che, nel prio caso, le funzioni del
corpo fisico governano tutte le altre' in
altre parole, tutto " governato dal corpo
che ", a sua volta, governato dalle
influenze esteriori. Nel secondo caso, la
direzione o il controllo eana dal corpo
superiore Le funzioni del corpo fisico
possono essere considerate parallelamente
alle funzioni dei quattro corpi 4el primo
caso, disse G9CDE$.++, ossia nel caso
delle funzioni di un uomo avente soltanto
il corpo fisico, l'automa dipende dalle
influenze esteriori, e le tre altre funzioni
dipendono dal corpo fisico e dalle
influenze esteriori che esso riceve.
/esideri o avversioni H desidero, non
desidero, mi piace, non mi piace H ossia
le funzioni che occupano il posto del
secondo corpo, dipendono dagli choc e
dalle influenze accidentali "l pensare,
che corrisponde alle funzioni del terzo
corpo, un processo interamente
automatico 'a volont manca nell'uomo
meccanico, egli ha soltanto desideri; la
maggiore o minore permanenza dei suoi
desideri e appetiti, chiamata una forte o
de"ole volont)
Nel caso di un uomo in possesso dei
uattro corpi, l'automatismo del corpo
fisico dipende dall'influenza degli altri
corpi $n luogo dell'attivit) discorde e
spesso contraddittoria dei differenti
desideri, vi un unico $o, intero,
indivisi"ile e permanente, vi una
individualit) che domina il corpo fisico e i
suoi desideri, e pu superare le sue
ripugnanze e le sue resistenze nvece di
un processo meccanico di pensiero, vi &
la coscienza. 3 vi & la volont, vale a dire
un potere non pi composto
semplicemente da desideri svariati, il pi
delle volte contraddittori, appartenenti
ai differenti io, ma derivante dalla
coscienza e governato dall'individualit
o da un o unico e permanente -oltanto
questa volont pu+ essere chiamata
libera, perch essa & indipendente
dall'accidente e non pu+ pi essere
alterata, n diretta dall'esterno.
&?' "#i pu dire che l'uomo possiede
l'immortalit)>"
&G' "L'immortalit), disse G9CDE$.++,
una di quelle qualit) che l'uomo si
attri"uisce senza avere una sufficiente
comprensione del loro significato -ltre
qualit) di questo genere sono
l'individualit), nel senso di unit) interiore,
l'$o permanente ed immuta"ile', la
coscienza' e la volont)
%utte le vie che conducono
all'immortalit, quelle che sono
generalmente conosciute e le
altre, possono essere ripartite in tre
categorie,
'a via del fachiro
La via del fachiro quella della lotta con il
corpo fisico, la via del lavoro sulla prima
stanza ed lunga, difficile e incerta $l
fachiro si sforza di sviluppare la volont)
fisica, il potere sul corpo .gli vi riesce
attraverso terri"ili sofferenze, torturando il
corpo %utta la via del fachiro fatta di
esercizi fisici incredi"ilmente penosi .gli
sta in piedi, nella medesima posizione,
senza un movimento, per ore, giorni, mesi
o anni; oppure siede con le "raccia tese, su
un nudo sasso, al sole, alla pioggia, alla
neve; oppure si infligge il supplizio del
fuoco o quello del formicaio in cui egli
tiene le gam"e nude, e cos1 via #e non
cade ammalato o non muore, si sviluppa in
lui ci che pu essere chiamato volont)
fisica ed egli raggiunge allora la quarta
camera, vale a dire la possi"ilit) di formare
il quarto corpo =a le altre sue funzioni,
emozionali e intellettuali, rimangono non
sviluppate .gli ha conquistato la volont),
ma non possiede niente cui applicarla, non
pu farne uso per acquistare la conoscenza
o perfezionare se stesso $n generale,
troppo vecchio per cominciare un lavoro
nuovo
'a via del monaco
F la via della fede, del sentimento religioso
e del sacrificio 9n uomo che non a""ia
fortissime emozioni religiose e una
immaginazione religiosa molto intensa non
pu diventare un monaco nel vero senso
della parola /ure la via del monaco
molto dura e molto lunga $l monaco passa
degli anni, decine di anni, a lottare contro
se stesso, ma tutto il suo lavoro
concentrato sulla seconda stanza', sul
secondo corpo, ossia sui
sentimenti -ottomettendo tutte le altre
emozioni a una sola emozione, la fede,
egli sviluppa in se stesso l.unit, la
volont sulle emozioni, e per questa via
egli raggiunge la quarta stanza =a il suo
corpo fisico e le sue capacit) intellettuali
possono restare non sviluppate /er essere
in grado di servirsi di ci che egli avr)
raggiunto, dovr) coltivarsi fisicamente e
intellettualmente !uesto non potr) essere
condotto a "uon fine se non mediante
nuovi sacrifici, nuove austerit), nuove
rinunce 9n monaco deve ancora diventare
uno 2ogi e un fachiro Carissimi sono
coloro che arrivano cos1 lontano; pi( rari
sono ancora coloro che superano tutte le
difficolt) La maggior parte muoiono prima
o non diventano monaci che in apparenza
'a via dello 9ogi
F la via della conoscenza, la via
dell'intelletto Lo 2ogi lavora sulla terza
stanza' per arrivare a penetrare nella quarta
con i suoi sforzi intellettuali Lo 2ogi riesce
a raggiungere la quarta stanza sviluppando
il suo intelletto, ma il suo corpo e le sue
emozioni restano da sviluppare e, come il
fachiro ed il monaco, egli incapace di
trarre profitto da ci che ha realizzato .gli
sa tutto, ma non pu fare nulla
Per+ in questo caso ha il vantaggio di
comprendere la sua posizione, di
conoscere ci+ che gli manca, ci+ che deve
fare e la direzione da seguire =a, come
sulla via del fachiro e del monaco,
rarissimi sono coloro che acquistano una
tale conoscenza sulla via dello 2ogi, ossia
raggiungono il livello in cui un uomo pu
sapere dove va La maggior parte si
arrestano ad un certo grado e non vanno
oltre
%utte le vie, la via del fachiro come le vie
del monaco e dello 2ogi, hanno un punto
comune, tutte incominciano da ci# che vi
di pi& difficile, un cambiamento di vita
totale, una rinuncia a tutto ci# che di
uesto mondo. 9n uomo che ha una casa,
una famiglia, deve a""andonarle, deve
rinunciare a tutti i piaceri; attaccamenti e
doveri della vita, e partire per il deserto,
entrare in un monastero o in una scuola di
2ogi
Ci# mostra d'altronde come un tale
sviluppo sia raro e difficile. !o sviluppo di
ueste possibilit non una legge. !a
legge per l'uomo una esistenza nel
cerchio delle influenze meccaniche, lo
stato di uomo macchina. !a via dello
sviluppo delle possibilit nascoste una
via contro la natura, contro /io. *i
spiega le difficolt) e il carattere esclusivo
delle vie .sse sono ardue e strette =a al
tempo stesso nulla potre""e esser raggiunto
senza di esse Nell'oceano della vita
ordinaria, e specialmente della vita
moderna, le vie sono un fenomeno
piccolo, appena percettibile, che, dal
punto di vista della vita stessa, non ha la
minima ragione d'essere Ma questo
piccolo fenoeno contiene in se stesso
tutto ci di cui l+uoo pu disporre per lo
sviluppo delle sue possibilit nascoste. Le
vie si oppongono alla vita di tutti i giorni,
"asata su altri principi e assoggettata ad
altre leggi $n ci consiste il loro potere e il
loro significato La vita mondana, anche
la pi( riuscita, conduce alla morte e non
potre""e condurre a nient'altro
*ome regola generale, duro per un
uomo rassegnarsi a quest'idea; essa gli pare
esagerata, ingiusta e assurda .gli ha una
povera comprensione del senso della parola
possi"ilit) #i immagina che, se vi sono
delle possi"ilit) in lui, de""ano svilupparsi
e che de""ano pur esserci dei mezzi di
sviluppo alla sua portata /a un totale
rifiuto di riconoscere in se stesso
ualsiasi genere di possibilit, l'uomo, in
generale, passa immediatamente a
un'esigenza imperiosa del loro sviluppo
inevitabile. 0 difficile per lui abituarsi
all'idea che non soltanto le sue possibilit
possono restare al loro stadio attuale di
sottosviluppo, ma che esse possono
atrofizzarsi definitivamente e che d'altra
parte il loro sviluppo esige da lui sforzi
prodigiosi e perseveranti...
&G' 0 indispensabile persuadersene
profondamente per comprendere ci# che
sto per dire
"!elle condizioni ordinarie della vita
civilizzata, la situazione di un uomo,
anche intelligente, che cerca la
conoscenza, & senza speranza, poich egli
non ha la minima possi"ilit) di trovare
attorno a s qualcosa che somigli ad una
scuola di fachiri o ad una scuola di 2ogi;
quanto alle religioni dell'occidente, esse
sono degenerate a tal punto che da molto
tempo non vi pi( nulla di vivente in esse
$nfine dall'occultismo o dallo spiritismo
non c' altro da aspettarsi che qualche
ingenua esperienza
3 la situazione sarebbe veramente
disperata se non esistesse un'altra
possibilit, quella di una quarta via.
'a quarta via non richiede che ci si ritiri
dal mondo, non esige la rinuncia a tutto
ci+ che formava la nostra vita
.ssa comincia molto pi( lontano che non la
via dello 2ogi *i significa che "isogna
essere preparati per impegnarsi sulla quarta
via e che questa preparazione deve essere
acquisita nella vita ordinaria, essere molto
seria e a""racciare parecchi aspetti
differenti $noltre un uomo che vuole
seguire la quarta via deve riunire nella sua
vita condizioni favorevoli al lavoro, o che
in ogni caso non lo rendano impossi"ile
$nfatti, "isogna convincersi che sia nella
vita esteriore che nella vita interiore di un
uomo, certe condizioni possono costituire
per la uarta via barriere insormontabili
-ggiungiamo che questa via,
contrariamente a quella del fachiro, del
monaco e dello 2ogi, non ha una forma
definita $rima di tutto essa deve essere
trovata 0 la prima prova 3d & difficile,
poich la quarta via & ben lontana
dall'essere conosciuta quanto le altre tre
vie tradizionali C' molta gente che non
ne ha mai sentito parlare ed altri che
negano semplicemente la sua esistenza o
anche la sua possibilit. 2uttavia, l+inizio
della quarta via " ben pi* facile dell+inizio
delle vie del fachiro, del onaco e dello
3ogi. 0 possibile seguire la uarta via e
lavorare su di essa rimanendo nelle
condizioni abituali di vita e continuando
il lavoro usuale, senza rompere le
relazioni che si avevano con la gente,
senza abbandonare nulla -nzi, le
condizioni di vita nelle quali un uomo si
trova quando inizia il lavoro H dove il
lavoro, per cos1 dire, lo sorprende H sono
le migliori possi"ili per lui, perlomeno
all'inizio $nfatti, queste condizioni gli sono
naturali .sse sono quell'uomo stesso,
poich la vita di un uomo e le sue
condizioni corrispondono a ci che egli
La vita le ha create sulla sua misura; di
conseguenza ogni altra condizione sare""e
artificiale e il lavoro non potre""e, in
questo caso, toccare contemporaneamente
tutti i lati del suo essere *os1, la quarta
via tocca tutti i lati dell'essere umano
simultaneamente. / il lavoro sulle tre
camere contemporaneamente.
"!a uarta via differisce dunue dalle
altre in uanto la sua principale richiesta
una richiesta di comprensione. ''uomo
non deve fare nulla senza
comprendere H salvo a titolo di
esperienza, sotto il controllo e la direzione
del suo maestro $i& un uomo
comprender uello che fa, pi& i risultati
dei suoi sforzi saranno validi 0 un
principio fondamentale della uarta via $
risultati ottenuti nel lavoro sono
proporzionali alla coscienza che si ha di
questo lavoro !a fede non richiesta su
uesta via; al contrario, la fede di
ualsiasi tipo costituisce un
ostacolo -ulla quarta via un uomo deve
assicurarsi da s della verit di ci+ che
gli viene detto . fin quando non avr)
acquisito questa certezza, non deve fare
nulla"
"l metodo della quarta via & il seguente,
se si comincia un lavoro su una camera,
un lavoro corrispondente deve essere
intrapreso simultaneamente sulle altre
due; ossia, mentre si lavora sul corpo
fisico, bisogna lavorare simultaneamente
sul pensiero e sulle emozioni; lavorando
sul pensiero, bisogna lavorare sul corpo
fisico e sulle emozioni; mentre si lavora
sulle emozioni, occorre lavorare sul
pensiero e sul corpo fisico.
*i che permette di riuscire la possi"ilit),
nella quarta via, di fare uso di un sapere
particolare, inaccessi"ile nelle vie del
fachiro, del monaco e dello 2ogi !uesto
sapere rende possi"ile un lavoro
simultaneo nelle tre direzioni 2utta una
serie di esercizi paralleli sui tre piani&
fisico, entale ed eozionale, servono a
questo scopo $noltre, nella uarta via
possibile individualizzare il lavoro di
ciascuno; vale a dire, ogni persona deve
fare solo ci# che gli necessario e nulla
che sia inutile per lui $nfatti, la uarta
via fa a meno di tutto il superfluo che si
mantenuto per tradizione nelle altre vie
Cos+, allorch( un uomo raggiunge la
volont mediante la uarta via, egli pu#
servirsene, poich( ha acuistato il
controllo di tutte le sue funzioni fisiche,
emozionali ed intellettuali Egli ha
risparmiato per giunta molto tempo con
uesto lavoro simultaneo e parallelo sui
tre lati del suo essere
!a uarta via talvolta chiamata la via
dell'uomo astuto
L'uomo astuto conosce un segreto che il
fachiro, il monaco e lo 2ogi non
conoscono $n che modo l'uomo astuto
a""ia appreso questo segreto H non si sa
+orse l'ha trovato in qualche vecchio li"ro,
forse l'ha ereditato, forse l'ha comperato,
forse l'ha ru"ato a qualcuno +a lo stesso
L'uomo astuto conosce il segreto, e con il
suo aiuto supera il fachiro, il monaco, lo
2ogi
sulla quarta via la conoscenza ancora
pi( esatta e pi( perfetta L'uomo che la
segue conosce con precisione di quali
sostanze ha "isogno per raggiungere i suoi
scopi e sa che queste sostanze possono
essere ela"orate nel corpo con un mese di
sofferenza fisica, una settimana di tensione
emozionale o un giorno di esercizi mentali
H e anche, che queste sostanze possono
essere introdotte nell'organismo dal di
fuori, se si sa come fare . cos1, invece di
passare un giorno intero in esercizi come
lo 1ogi, una settimana in preghiere come
il monaco, e un mese in supplizi come il
fachiro, l'uomo che segue la uarta via si
accontenta di preparare e di ingoiare una
piccola pillola che contiene tutte le
sostanze richieste e in uesto modo, senza
perdere tempo, ottiene i risultati voluti
3isogna ancora notare, disse G9CDE$.++,
che oltre a queste vie giuste e legittime,
vi sono anche vie artificiali che non
danno che risultati temporanei e vie
decisamente sbagliate che possono anche
dare risultati permanenti, ma nefasti
$ure su ueste vie l'uomo cerca la chiave
della uarta stanza e ualche volta la
trova. 'a ci# che trova nella uarta
stanza, non ci dato sapere. 23.ccade
anche che la porta della uarta stanza
venga aperta artificialmente con un
grimaldello e in entrambi i casi possibile
che la stanza sia vuota
"=a che volete, disse G9CDE$.++ 2li
uomini sono macchine. 'e macchine
sono obbligatoriamente cieche,
incoscienti, non possono essere
altrimenti, e tutte le loro azioni devono
corrispondere alla loro natura
5utto accade
!essuno fa nulla.
Progresso e civilt nel senso reale di
queste parole, possono apparire soltanto
al termine di sforzi coscienti. !on
possono apparire come risultato di
azioni incoscienti e meccaniche.
(uali sforzi coscienti potrebbe fare una
macchina:
. se una macchina incosciente, cento
macchine lo sono pure, e mille e diecimila
e milioni di macchine
?ra, l'attivit incosciente di milioni di
macchine deve necessariamente
concludersi in sterminio e rovina. /
precisamente nelle manifestazioni
incoscienti e involontarie che sta tutto il
male. ,oi non capite ancora e non potete
immaginare tutte le conseguenze di
questo flagello. %a verr il giorno in cui
comprenderete
&?' " avevo gi) afferrato alcuni punti
fondamentali dell'insegnamento
psicologico di G9CDE$.++
$l primo, quello sul quale insisteva
maggiormente, era l.assenza di unit
nell'uomo"
&G' "l pi grande errore, egli diceva, &
credere che l'uomo abbia un'unit
permanente 4n uomo non mai uno.
Continuamente egli cambia. 5aramente
rimane identico, anche per una sola
mezz'ora 4oi pensiamo che un uomo
chiamato $van sia sempre $van =a non
cos1 ?ra $van, in un altro momento
/ietro, e un minuto pi( tardi 4icola,
#ergio, =atteo, #imone, anche se tutti
pensiamo che sia sempre $van #apete che
$van non pu commettere certe azioni,
mentire per esempio, ed ora scoprite che
$van ha mentito e siete tutti sorpresi che
lui, $van, a""ia potuto fare questo $nfatti,
$van non pu mentire, 4icola che ha
mentito ed a ogni occasione 4icola mentir)
nuovamente, perch 4icola non pu fare a
meno di mentire 5imarrete stupiti
rendendovi conto della moltitudine di
uesti "van e Nicola che vivono in un solo
uomo. %e imparerete ad osservarvi non
avrete pi& bisogno di andare al cinema"
&?' "%utto ci, domandai, ha qualcosa a
che fare con la coscienza delle diverse parti
ed organi del corpo>
*redo di capire ci che avete detto, perch
ho sovente sentito la realt) di queste
coscienze #o che non soltanto ogni
organo, ma ogni parte del corpo avente una
distinta funzione, ha una coscienza sua
propria; vi una coscienza della mano
destra e una coscienza della mano sinistra
F questo che volete dire>"
&G' "4on del tutto, disse G9CDE$.++
-nche queste coscienze esistono, ma sono
relativamente innocue ?gnuna di esse
conosce il suo posto e sa quello che deve
fare Le mani sanno di dover lavorare, i
piedi di dover camminare =a questi $van,
/ietro, 4icola, sono del tutto diversi, si
chiamano tutti '$?', ossia si considerano
come padroni e nessuno di loro vuole
riconoscerne un altro *iascuno di essi il
*aliffo per un'ora, fa ci che gli piace
senza riguardi per nessuno, saranno poi gli
altri a farne le spese 4essun ordine regna
fra di loro *olui che si impone il
padrone Distri"uisce frustate da tutte le
parti senza tener conto di nulla $l
momento seguente per, quando un altro
avr) preso la frusta, toccher) a lui
riceverne i colpi 3 cos1 vanno le cose per
tutta la vita. mmaginate un paese in cui
ciascuno possa essere ;e per cinque
minuti, e durante questi cinque minuti
fare del suo regno tutto ci+ che vuole.
3cco la nostra vita.
&G' "L'evoluzione dell'uomo, rispose
G9CDE$.++, pu essere considerata come
l'evolversi in lui di quelle facolt) e di quei
poteri che non si sviluppano mai da soli,
ossia meccanicamente #olo questo tipo di
sviluppo, solo questo tipo di crescita
caratterizza la vera evoluzione dell'uomo
Per parlare con maggiore precisione,
l'evoluzione dell'umanit corrisponde
all'evoluzione dei pianeti, ma il processo
evolutivo dei pianeti si svolge secondo
cicli di tempo per noi infinitamente
lunghi !ello spazio di tempo che pu+
essere abbracciato dal pensiero umano,
nessun cambiamento essenziale pu+
verificarsi nella vita dei pianeti, e di
conseguenza nessun cambiamento
essenziale pu+ verificarsi nella vita
dell'umanit ''umanit non progredisce
e neppure evolve Ci# che ci sembra
essere progresso o evoluzione non che
una parziale modificazione che pu#
essere immediatamente controbilanciata
da una corrispondente modificazione
nella direzione opposta ''umanit, come
il resto della vita organica, esiste sulla
terra per le necessit e gli scopi propri
alla terra. 3d essa & esattamente ci+ che
deve essere per rispondere ai bisogni
della terra al momento attuale.
%olo un pensiero cos+ teorico e cos+
separato dai fatti quale il pensiero europeo
moderno, poteva concepire che
un'evoluzione dell'uomo fosse possibile
indipendentemente dalla natura che lo
circonda, oppure considerare l'evoluzione
dell'uomo come una graduale conuista
della natura !uesto assolutamente
impossi"ile Che egli viva, muoia, evolva
o degeneri, l'uomo serve egualmente le
finalit della natura o, piuttosto, la
natura si serve allo stesso modo, sebbene
forse per differenti scopi, dei prodotti sia
dell'evoluzione che della degenerazione
!'umanit, considerata come un tutto,
non pu# mai sfuggire alla natura, poich(
l'uomo agisce in conformit agli scopi
della natura, anche uando lotta contro
di essa
L'evoluzione di grandi masse umane
opposta alle finalit) della natura, mentre
quella di una piccola percentuale di uomini
pu essere in accordo con tali finalit)
!'uomo contiene in se stesso la possibilit
della propria evoluzione, ma l'evoluzione
dell'umanit nel suo insieme, cio lo
sviluppo di uesta possibilit in tutti, gli
uomini o nella maggior parte di essi, o
anche in un grande numero, non
necessaria ai disegni della terra o del
mondo planetario in generale: uesto
anzi potrebbe essere pregiudizievole o
persino fatale all'umanit
)i sono di conseguenza speciali forze, di
carattere planetario, che si oppongono
all'evoluzione di grandi masse umane e
che le mantengono al livello in cui esse
devono restare
$er esempio, l'evoluzione dell'umanit
oltre un certo limite, o pi& esattamente
oltre una certa percentuale, sarebbe
fatale alla luna. .ttualmente la luna si
nutre della vita organica, si nutre
dell'umanit
L'umanit) una parte della vita organica;
questo significa che l'umanit) un
nutrimento per la luna
#e tutti gli uoini divenissero troppo
intelligenti, non vorrebbero pi* essere
angiati dalla luna
=a, allo stesso tempo, le possi"ilit) di
evoluzione esistono e possono essere
sviluppate in individui distinti, con l'aiuto
di conoscenze e metodi appropriati %ale
sviluppo pu soltanto avere luogo
nell'interesse dell'uomo, in opposizione alle
forze e, si potre""e dire, agli interessi del
mondo planetario
4na cosa l'uomo deve ben comprendere:
la sua evoluzione non necessaria che a
lui
!essun altro vi & interessato, ed egli non
deve contare sull'aiuto di
nessuno; infatti, nessuno " tenuto ad
aiutarlo e neppure ne ha l+intenzione .l
contrario, le forze che si oppongono
all'evoluzione di grandi masse umane, si
oppongono anche all'evoluzione del
singolo -petta a ciascuno di !4
eluderle 3 se un uomo pu+ sottrarsi ad
esse, l'umanit non lo pu+
$oprenderete pi* tardi coe questi
ostacoli siano utili' se non esistessero
bisognerebbe crearli intenzionalente,
poich0 soltanto vincendo degli ostacoli
l+uoo pu sviluppare in s0 le qualit di
cui ha bisogno
,ueste sono le basi per una visione
corretta dell+evoluzione uana. Non esiste
evoluzione obbligatoria, eccanica
''evoluzione & il risultato di una lotta
cosciente
La natura non ha "isogno di tale
evoluzione; anzi non la vuole e la
com"atte !'evoluzione pu# essere
necessaria soltanto a colui che si renda
conto della sua situazione e della
possibilit di cambiarla, e si renda conto
che ha dei poteri che non usa e delle
ricchezze che non vede .d nel senso
della presa di possesso di questi poteri e di
queste ricchezze che l'evoluzione
possi"ile; ma se tutti gli uomini o la
maggior parte di essi comprendessero
questo e desiderassero di ottenere quello
che loro spetta per diritto di nascita,
l'evoluzione, lo ripeto, diverre""e
impossi"ile
#i+ che & possibile per il singolo &
impossibile per le masse
L'individuo ha il vantaggio di essere molto
piccolo e di conseguenza di non contare
nell'economia generale della natura, dove
non fa nessuna differenza che ci sia un
uomo meccanico in pi( o in meno
/ossiamo farci un'idea di questo rapporto
di grandezze se immaginiamo il rapporto
esistente tra una cellula microscopica e il
nostro corpo intero. !a presenza o
l'assenza di una cellula non cambia
niente nella vita del corpo. Noi non
possiamo esserne coscienti e uesto non
pu# avere influenza sulla vita e le
funzioni dell'organismo Esattamente
nello stesso modo un individuo distinto
troppo piccolo per influenzare la vita
dell'organismo cosmico, con il uale egli
si trova &per quanto riguarda le
dimensioni' nello stesso rapporto che una
cellula ha con il nostro intero organismo;
ed questo precisamente ci che rende la
sua evoluzione' possi"ile, ci su cui si
"asano le sue possi"ilit)'
Ciguardo all'evoluzione indispensa"ile
comprendere fin dall'inizio, che non esiste
la possibilit di una evoluzione
meccanica.
!'evoluzione dell'uomo l'evoluzione
della sua coscienza, e la coscienza non
pu# evolvere inconsciamente
''evoluzione dell'uomo & l'evoluzione
della sua volont, e la ,olont non pu+
evolversi involontariamente
''evoluzione dell'uomo & l'evoluzione del
suo potere di fare, e fare non pu+ essere
il risultato di ci+ che accade
!a gente non sa che cosa l'uomo. #i
trova alle prese con una macchina molto
complicata, molto pi( complicata di una
locomotiva, di un'auto o di un aereo, ma
non sa nulla o quasi nulla della struttura,
della marcia e delle possi"ilit) di questa
macchina; non capisce neppure le sue pi(
semplici funzioni perch non conosce lo
scopo di queste funzioni $mmagina
vagamente che un uomo dovre""e
imparare a guidare la sua macchina, come
deve imparare a guidare una locomotiva,
un'auto o un aereo, e che una manovra
incompetente della macchina umana,
altrettanto pericolosa di una manovra
incompetente di qualsiasi altra macchina
%utti se ne rendono conto quando si tratta
di un aereo, di un'auto o di una locomotiva
=a molto raro che si prenda la cosa in
considerazione quando si tratta dell'uomo
in generale o di se stessi in particolare %i
crede giusto e legittimo pensare che la
natura abbia dato all'uomo la conoscenza
necessaria della propria macchina;
tuttavia si converr che una conoscenza
istintiva di uesta macchina lungi
dall'essere sufficiente. $erch( gli uomini
studiano la medicina e ricorrono ai suoi
servizi6 Evidentemente perch( si rendono
conto di non conoscere la propria
macchina. 'a non sospettano che
potrebbero conoscerla molto meglio di
uanto fa la scienza e che potrebbero
allora ottenerne un lavoro completamente
differente"
"7gni pensiero dell'uomo, ognuno dei
suoi desideri si manifesta e vive in un
modo completamente indipendente e
separato dalla sua *otalit . la %otalit)
dell'uomo non si esprime mai, per la
semplice ragione che non esiste come tale,
salvo che fisicamente come una cosa, ed
astrattamente come un concetto
''uomo non ha un o individuale.
.l suo posto vi sono centinaia e migliaia
di piccoli io separati che il pi& delle volte
si ignorano, non hanno alcuna relazione,
o, al contrario, sono ostili gli uni agli
altri, esclusivi ed incompatibili
-d ogni attimo, ad ogni momento, l'uomo
dice o pensa $o .d ogni volta il suo io
differente 9n attimo fa era un pensiero,
ora un desiderio, poi una sensazione, poi
un altro pensiero e cos1 via, senza fine
!'uomo una pluralit.
"l nome dell'uomo legione.
!'alternarsi di uesti io, le loro lotte
manifeste, di ogni istante, per la
supremazia, sono comandate dalle
influenze esteriori accidentali
$l calore, il sole, il "el tempo richiamano
su"ito tutto un gruppo di io $l freddo, la
pioggia, la ne""ia richiamano un altro
gruppo di io, altre associazioni, altri
sentimenti, altre azioni . non c' niente
nell'uomo che sia in grado di controllare i
cam"iamenti di questi io, principalmente
perch l'uomo non li nota, o non, ne ha
alcuna idea; egli vive sempre nell'ultimo io
-lcuni, naturalmente, sono pi( forti degli
altri, ma non della loro propria forza
cosciente .ssi sono stati creati dalla forza
degli avvenimenti o dagli stimoli
meccanici esterni
''imitazione, l'educazione, la lettura,
l'ipnotismo della religione, delle caste e
delle tradizioni, o la seduzione degli
ultimi slogans, danno origine nella
personalit dell'uomo a degli io molto
forti che dominano intere serie di altri io
pi deboli
=a la loro forza non che quella dei rulli
nei centri E tutti uesti io che
costituiscono la personalit dell'uomo
hanno la stessa origine delle incisioni sui
rulli: sia gli uni che gli altri sono i
risultati delle influenze esteriori e sono
messi in movimento e comandati dalle
influenze del momento
''uomo non ha individualit. !on ha un
grande o unico.
!'uomo diviso in una moltitudine di
piccoli io.
Ed ogni piccolo io separato capace di
chiamare se stesso col nome della
*otalit, di agire in nome della *otalit, di
fare delle promesse, prendere delle
decisioni, essere d'accordo o non essere
d'accordo con uello che un altro io, o la
*otalit dovrebbe fare
,uesto spiega perch( la gente prende cos+
spesso delle decisioni e le mantiene cos+
raramente
9n uomo decide di alzarsi presto,
cominciando dall'indomani 9n io, o un
gruppo di io, prende questa decisione =a
l'alzarsi una cosa che riguarda un altro io,
che non affatto d'accordo, e che pu
persino non essere stato messo al corrente
della cosa 4aturalmente quest'uomo
continuer) a dormire il mattino seguente e
la sera decider) di nuovo di alzarsi presto
$n certi casi questo pu comportare
conseguenze molto spiacevoli
6n piccolo io accidentale pu+, a un certo
momento, fare una promessa, non a se
stesso, ma a qualcun altro,
semplicemente per vanit o per
divertimento.
/oi scompare, ma l'uomo, ossia l'insieme
degli altri io che sono assolutamente
innocenti, dovr) forse pagare tutta la vita
per questo scherzo F la tragedia dell'essere
umano, che qualunque piccolo io a""ia
cos1 il potere di firmare assegni e cam"iali
e che sia in seguito l'uomo, ossia la totalit),
che de""a farvi fronte
,ite intere trascorrono cos1, per regolare
dei debiti contratti da piccoli io
accidentali.
Gli insegnamenti orientali contengono
varie immagini allegoriche che cercano di
ritrarre la natura dell'essere umano da
questo punto di vista #econdo uno di
essi, l'uomo paragonato a una casa
senza $adrone n( sovrintendente,
occupata da una moltitudine di servitori
che hanno interamente dimenticato i loro
doveri, nessuno vuole fare ci# che deve;
ognuno cerca di essere il padrone, non
fosse che per un momento, e, in uesta
specie di anarchia, la casa minacciata
dai pi& gravi pericoli $l paragone
dell'uomo con una casa che aspetta l'arrivo
del padrone frequente negli insegnamenti
orientali che hanno conservato tracce
dell'antica conoscenza e, come sapete,
questa idea appare sotto varie forme, anche
in molte para"ole dei <angeli
%a anche se l.uomo comprendesse nel
modo pi chiaro le sue possibilit, questo
non lo farebbe progredire di un solo
passo verso la loro realizzazione. Per
essere in grado di realizzare queste
possibilit, deve avere un desiderio di
liberazione molto forte, deve essere
pronto a sacrificare tutto, a rischiare
tutto per la propria liberazione"
$er uello che il senso della parola
mondo, bisogna comprendere in primo
luogo che vi una molteplicit di mondi,
e che noi viviamo non in un mondo
unico, ma in parecchi mondi
!uesta idea difficile da afferrare, perch
nel linguaggio ordinario, la parola mondo
usata generalmente al singolare . se il
plurale mondi usato, lo solamente per
sottolineare comunque la stessa idea o
esprimere l'idea di mondi differenti,
esistenti parallelamente gli uni agli altri
l linguaggio abituale non comporta
l'idea di mondi contenuti gli uni negli
altri.
D'altronde, l'idea che noi viviamo in mondi
differenti implica precisamente dei mondi
contenuti gli uni negli altri, coi quali noi
siamo in relazioni differenti
-e cerchiamo la risposta alla domanda:
che cos'& il mondo o i mondi nei quali
viviamo, dobbiamo prima di tutto
domandarci qual & il mondo che ci
concerne pi intimamente o
immediatamente
- ci possiamo rispondere che diamo
sovente nome di mondo al mondo degli
uomini, all'umanit) della quale noi
facciamo parte =a l'umanit) parte
integrante della vita organica sulla terra
/er conseguenza, sar) giusto dire che il
mondo pi( vicino a noi la vita organica
sulla terra, il mondo delle piante, degli
animali e degli uomini =a la vita organica
compresa nel mondo *he cosa dunque
il mondo per la vita organica> $l mondo per
la vita organica il nostro pianeta, la terra
=a anche la terra nel mondo *he cosa
dunque il mondo per la terra> $l mondo per
la terra il mondo dei pianeti, del sistema
solare di cui la terra fa parte *os' il
mond per tutti i pianeti presi insieme> $l
sole, o l'influenza della sfera solare o il
sistema solare di cui i pianeti fanno parte
/er il sole a sua volta il mond il mondo
delle stelle o la <ia Lattea, un ammasso
enorme di sistemi solari
3 pi lontano ancora, da un punto di
vista astronomico, & del tutto possibile
presumere l'esistenza di una moltitudine
di mondi a distanze enormi gli uni dagli
altri, nello spazio di tutti i mondi. ,uesti
mondi presi insieme saranno il mondo
per la )ia !attea. E adesso, passando a
conclusioni filosofiche, noi possiamo dire
che tutti i mondi devono formare, in
ualche modo sconosciuto a noi e
incomprensibile, una *otalit o una
4nit &come una mela un'unit)'
(uesta 5otalit o questa 6nit, questo
5utto, che pu+ essere chiamato
l'Assoluto o l'ndipendente, perch,
includendo tutto in se stesso, non
dipende da nulla, & mondo per tutti i
mondi
Logicamente possi"ile concepire uno
stato di cose in cui il %utto formi una sola
9nit) 9na tale 9nit) sar) certamente
l'-ssoluto, ossia l'"ndipendente, poich(
essendo *utto non pu# che essere
indivisibile e infinito
''Assoluto, vale a dire quello stato di
cose in cui l'nsieme costituisce un 5utto,
& lo stato primordiale, fuori dal quale,
per divisione e differenziazione, sorse la
diversit dei fenomeni che noi
osserviamo.
!'uomo vive in tutti i mondi, ma in modi
differenti. Ci# significa che egli prima
di tutto influenzato dal mondo pi& vicino,
con il uale vive in contatto immediato,
giacch( ne fa parte.
" mondi pi& lontani, anch'essi influiscono
sull'uomo, sia direttamente, sia attraverso
i mondi intermedi, ma la loro azione
diminuisce in ragione diretta della loro
lontananza o dall'aumento della
differenza tra essi e gli uomini
#ome vedremo pi tardi, l'influenza
diretta dell'Assoluto non raggiunge
l'uomo. %a l'influenza del mondo
immediatamente consecutivo, quella del
mondo delle stelle, & gi del tutto
evidente nella vita dell'uomo, bench la
scienza' certamente non ne sappia
nulla...
4$i che " necessario " la coscienza. Noi
non insegniao la orale. )nsegniao
coe si pu trovare la coscienza. Alla
gente non piace sentirselo dire. -icono che
non abbiao aore, solo perch0 non
incoraggiao la debolezza e l5ipocrisia
a, al contrario, riuoviao tutte le
aschere.6 &2..2urd<ieff'
La condizione attuale dell@uomo non
corrisponde al suo vero destino,
addormentato dalle forze
dell@identificazione e dell@automatismo,
nell@ignoranza delle sue possi"ilit), perde il
contatto con la Cealt)
!ualcosa di nuovo urgentemente
richiesto nelle nostre vite e questo qualcosa
riguarda innanzitutto lo studio e la
conoscenza effettiva di noi stessi, un
insegnamento pratico da applicare nel
momento presente della nostra esperienza
quotidiana ed una nuova comprensione
dello scopo dell@esistenza umana
La nostra intenzione di facilitare
l@incontro tra le persone che hanno iniziato
a comprendere la necessit) di un lavoro su
di s, promuovere attivit) e fornire
informazioni a chiunque senta il desiderio
di partecipare agli incontri e ai seminari
dedicati allo studio e all@applicazione
pratica delle idee e dei metodi trasmessi da
G$Gurdjieff e EG3ennett
*rediamo nel valore del Lavoro e nella
necessit) di uno sforzo condiviso per
raggiungere una comprensione ed uno
scopo comuni
)l !avoro non " sepliceente un5idea
astratta, un processo, o un5attivit, o
qualcosa del genere. )l !avoro " la ia
casa, la ia realt. Non lasciate che per
voi sia solo un5idea7 85 la realt pi*
intia. 85 la realt del nostro s0 pi*
profondo. ,uando troviao noi stessi,
troviao questo.
&=.2.$ennett'
#e un uomo ragiona e pensa "ene, non
importa quale cammino egli seguadeve
inevita"ilmente ritornare a se stesso ed
incominciare dalla soluzione del quesito di
che cosa egli stesso sia e di quale sia il suo
posto nel mondo che lo circonda
> 2. . 2urd<ieff >
A.stratto da 8" 5acconti di 9elzeb& a suo
nipote:B
Cisulta, sia dalle indagini di molti sapienti
dell@antichit), sia dalle ricerche svolte con
metodi veramente eccezionali dall@$stituto
per lo #viluppo -rmonico dell@9omo del
signor Gurdjieff, che 7 in conformit) alle
leggi superiori e alle condizioni del
processo della vita umana sta"ilitesi sulla
%erra sin dall@inizio e fissatesi poco a poco
7 l@individualit) integrale di ogni uomo,
qualunque sia l@eredit) di cui " il risultato
nonch le condizioni accidentali della sua
comparsa e del suo sviluppo, deve, sin
dall@inizio dell@et) responsa"ile, per
rispondere al senso e alla predestinazione
della sua esistenza come uomo e non come
semplice animale, deve, ripeto, essere
necessariamente costituita di quattro
personalit) "en determinate e distinte
La prima personalit) indipendente non
altro che l@insieme del funzionamento
automatico 7 tipico dell@uomo come degli
animali 7 i cui dati sono costituiti vuoi
dalla somma totale dei risultati delle
impressioni ricevute sin dalla nascita e
provenienti sia dalla realt) esterna sia da
ci ch@ stato intenzionalmente e
artificialmente inculcato in loro, vuoi dai
risultati del processo, anch@esso inerente ad
ogni animale, detto 5sognare a occhi
aperti6, o 5fantasticare6 La totalit) di
questo funzionamento automatico viene
chiamato per ignoranza da quasi tutta la
gente 5conscio6, o nel migliore dei casi,
5pensiero6
La seconda personalit), che spesso
funziona in modo del tutto indipendente
dalla prima, costituita dalla somma dei
risultati dei dati che si depositano e si
fissano nella presenza dell@uomo 7 come di
ogni animale 7 attraverso i sei organi
5ricettori delle vi"razioni di qualit)
differenti6, organi che funzionano in "ase
alle nuove impressioni percepite e la cui
sensi"ilit) dipende dall@eredit) e dalle
condizioni in cui avvenuta la formazione
preparatoria a un@esistenza responsa"ile
La terza parte indipendente di un essere
integrale costituita sia dal funzionamento
di "ase del suo organismo, sia dal gioco
delle manifestazioni riflesso8motorie
reciprocamente interagenti al suo interno,
manifestazioni la cui qualit) dipende, a sua
volta, dall@eredit) e dalle circostanze della
formazione preparatoria di ogni essere
La quarta personalit) dell@uomo, che pure
dovre""e rappresentare una parte distinta
dell@individuo integrale, non " altro che la
manifestazione dell@insieme dei risultati
del funzionamento ormai automatizzato
delle tre personalit) precedenti, formatesi
separatamente ed educate in modo
indipendente, in altri termini, ci che gli
esseri chiamano 5io6
4ella presenza generale dell@uomo, per la
spiritualizzazione e la manifestazione di
ognuna delle tre parti separatamente
formate del suo tutto integrale, esistono le
cosiddette 5localizzazioni centri di gravit)6
indipendenti, o cervelli; ed ogni
localizzazione con tutto il suo sistema
possiede, per l@insieme delle sue
manifestazioni, certe particolarit) e
predisposizioni che sono proprie a lei sola
/ertanto, affinch sia possi"ile il
perfezionamento integrale dell@uomo,
assolutamente necessario che ognuna delle
tre parti riceva l@educazione che le
conviene, e non il trattamento che ai nostri
giorni viene loro inflitto sotto il nome,
appunto, di 5educazione6 #olo allora l6io6
che deve esistere nell@uomo sar) il suo vero
5$o6
#econdo le ricerche sperimentali di cui vi
ho parlato, condotte per molti anni con la
massima seriet) e persino secondo una
riflessione sana ed imparziale, accessi"ile
anche all@uomo contemporaneo, non
soltanto la presenza generale dell@uomo 7
soprattutto di quello che, per qualche
ragione, convinto di non essere un uomo
comune ma un 5intellettuale6 nel vero
senso della parola 7 dev@essere composta
da quelle quattro personalit) "en definite e
distinte, ma ogni personalit) dev@essere
sviluppata in modo appropriato affinch,
durante l@esistenza responsa"ile, le
manifestazioni di ciascuna si armonizzino
con tutte le altre /er mettere in piena luce
la diversa natura e origine delle personalit)
che possono manifestarsi
nell@organizzazione generale dell@uomo, e
per sottolineare la differenza fra l@$o 6 che
deve esistere nella presenza generale
dell@uomo senza virgolette, cio di un vero
uomo, e lo 5pseudo8io6 con cui oggi tutti lo
confondono, possiamo ricorrere a
un@ottima analogia che, pur proposta 5in
tutte le salse6, come si suol dire, dai
cosiddetti spiritisti, occultisti, 5teosofi6 ed
altri contemporanei a"ilissimi a 5pescare
nel tor"ido6 e a parlare a vanvera di 5corpo
astrale6, 5corpo mentale6 o di altri presunti
corpi dell@uomo, conserva tutto il suo
valore per illustrare la questione che stiamo
esaminando *onsiderato come un tutto,
l@uomo, con le sue diverse localizzazioni
dal funzionamento distinto, ovvero con le
sue varie 5personalit)6 formate ed educate
indipendentemente una dall@altra, presenta
un@analogia quasi perfetta con un veicolo
destinato al trasporto di un passeggero e
composto da carrozza, cavallo e cocchiere
-nzitutto "isogna notare che la differenza
fra un vero uomo ed uno pseudo8uomo,
cio tra l@uomo che ha l@$o e quello che non
ce l@ha, in questo paragone resa esplicita
dal passeggero seduto in carrozza 4el
primo caso, quello del vero uomo, il
passeggero il padrone, il proprietario
della carrozza, mentre nel secondo un
passeggero casuale che cam"ia ogni
momento, come il cliente di una vettura di
piazza $l corpo fisico dell@uomo, con le
sue manifestazioni riflesso8motorie,
corrisponde pari pari alla carrozza;
l@insieme del funzionamento e delle
manifestazioni del sentimento corrisponde
al cavallo che attaccato alla carrozza e la
tira; il cocchiere seduto a cassetta che
guida il cavallo rappresenta ci che la
gente chiama 5conscio6 o 5pensiero6;
infine, il passeggero che seduto in
carrozza e che d) ordini al cocchiere viene
detto 5$o6 La sfortuna degli uomini
contemporanei deriva essenzialmente dal
fatto che, grazie agli assurdi metodi usati
ovunque per educare le giovani
generazioni, la quarta personalit), che
dovre""e essere presente in ogni uomo
appena raggiunta l@et) responsa"ile, del
tutto assente, sicch tutti, o quasi,
possiedono solo le prime tre parti gi)
descritte che, per giunta, si sono formate a
casaccio e da sole $n altri termini, gli
uomini contemporanei d@et) responsa"ile
sono giusto l@analogo di una 5vettura di
piazza6, e che vetturaIJ La carrozza
sgangherata ha ormai fatto il suo tempoJ
fra le stanghe c@ un vecchio ronzinoJ e a
cassetta un vetturino rincitrullito, mezzo
addormentato e mezzo u"riaco, che, perso
in fantasticherie, trascorre il tempo
assegnatogli da =adre 4atura per il
perfezionamento di s ad aspettare un
passeggero occasionale all@angolo della
strada $nfatti chiunque lo paga dispone di
lui come vuole, e non solo di lui ma di tutte
le parti del tiro a lui sottomesse
*ontinuando l@analogia fra il tipico uomo
contemporaneo con tanto di corpo,
sentimenti e pensieri, e una vettura di
piazza con carrozza, cavallo e cocchiere,
chiaro che in ogni parte costituente i due
termini del confronto devono formarsi
a"itudini, "isogni e gusti nettamente
definiti e propri a lei sola $nfatti, in "ase
alla diversa origine, alle diverse condizioni
formative e alle diverse possi"ilit)
specifiche, ognuna possieder)
necessariamente un proprio psichismo e
proprie nozioni, regole soggettive, punti di
vista, e cos1 via L@insieme delle
manifestazioni del pensiero umano, con
tutto quanto inerente al suo
funzionamento e tutte le sue particolarit)
specifiche, corrisponde sotto quasi tutti gli
aspetti all@essenza e alle manifestazioni di
un tipico vetturino di piazza *ome tutti i
vetturini in genere, costui corrisponde al
tipo 5Leo /atacca6 4on completamente
analfa"eta, perch, data l@ 5istruzione
pu""lica o""ligatoria6 in vigore nel suo
paese, egli nell@infanzia ha dovuto di tanto
in tanto consumare il fondo dei pantaloni
sui "anchi della scuola annessa alla
parrocchia /er quanto egli venga dalla
campagna e sia ancora ignorante come i
suoi compaesani rimasti al villaggio,
tuttavia, portato dalla sua professione a
"azzicare gente di un altro livello
educativo e sociale, ha raccolto qua e l)
tutta una serie di frasi fatte contenenti le
pi( svariate nozioni, ed ora guarda dall@alto
in "asso con totale disprezzo qualunque
cosa sappia di campagnolo, tacciandola
sdegnosamente di 5oscurantismo6
$nsomma, un tipo al quali si adatta
perfettamente l@adagio,69na cornacchia
non sar) mai un pavoneI6 .gli si considera
competente persino in religione, politica o
sociologia *oi suoi pari gli piace
discutere; con chi considera inferiore,
discetta; coi superiori adulatore e servile,
e davanti a loro 5si "utta in ginocchio6
*orrere dietro le fantesche o alle cuoche
del quartiere una delle suo occupazioni
preferite =a soprattutto adora centellinarsi
un paio di "icchieri dopo una "uona
scorpacciata, dopodich, completamente
sazio e anne""iato, si mette a sognareJ
/er soddisfare questi vizietti, egli sottrae
regolarmente un po@ del denaro che il
padrone gli d) per foraggiare il cavallo $n
nostro =eo /atacca, come ogni "uon
mercenario, marcia solo a suon di
"astonate, e se mai fa qualcosa senza
essere spronato, vuol dire che si aspetta
una mancia /oco per volta, l@avidit) della
mancia l@ha portato ad accorgersi di alcune
de"olezze nella gente che "azzica e a trarne
profitto, e automaticamente ha imparato ad
agire con astuzia, ad adulare, a lisciare il
pelo, in una parola, a mentire -ppena ha
un momento li"ero e una "uona occasione,
si infila in un caff o un "ar e ci resta per
ore, vaneggiando davanti ad un "icchiere di
vino e chiacchierando con qualche suo
pari, o leggendo il giornale /er darsi l@aria
importante porta la "ar"a e se smilzo si fa
im"ottire la giacca per sem"rare
imponente
$l cavallo, trascurato da tutti nei suoi primi
anni e lasciato continuamente da solo, si
in qualche modo rinchiuso in s stesso; in
altri termini, la sua 5vita interiore6 stata
soffocata mentre le sue manifestazioni
esterne avvengono solo per forza d@inerzia
- causa delle anormali condizioni
circostanti, esso non ha mai ricevuto
un@educazione speciale, anzi cresciuto e
si formato esclusivamente sotto
l@influenza di "astonate "rutali e di urla
continue Legato continuamente in pastoie,
per ci"o non ha mai ricevuto fieno o avena
ma sempre e solo paglia, che non risponde
affatto ai suoi "isogni reali 4on avendo
mai percepito in alcuna manifestazione
dell@am"iente che lo circonda un segno
anche di tenerezza o di amicizia, ora il
cavallo pronto a dare tutto s stesso a
chiunque gli faccia una piccola carezza Le
tendenze di un cavallo del genere, privo di
qualsiasi aspirazione o interesse, de""ono
inevita"ilmente concentrarsi sul mangiare,
sul "ere e su un@attrazione automatica per
l@altro sesso; perci si aggira sempre nei
paraggi in cui pu soddisfarle, e se per caso
vede il luogo dove uno dei suoi "isogni
stato appagato anche una sola volta, non
aspetta che il momento propizio per
correrci ancora 3isogna aggiungere che il
cocchiere, per quanto limitato nella
comprensione dei suoi doveri, ancora
capace di pensare in modo vagamente
logico e, per timore di perdere il posto o
con la speranza di una ricompensa, ogni
tanto, pensando al domani, ha l@impulso di
fare qualcosa per il suo padrone senza
esservi letteralmente costretto $l cavallo
invece, nel quale, per l@assoluta mancanza
dell@educazione speciale adatta alla sua
natura, non si sono formati a tempo de"ito i
dati necessari a manifestare le
manifestazioni proprie di un@esistenza
responsa"ile, non in grado di capire
perch dovre""e far qualcosa, n ci si pu
aspettare che lo capisca .sso infatti
compie il suo dovere per inerzia e lavora
solo per paura di un@altra scarica di
"astonate
!uanto alla carrozza, che nella nostra
analogia corrisponde al corpo isolato dalle
altre parti indipendenti della presenza
generale dell@uomo, la sua situazione
ancora peggiore La nostra carrozza, come
tutte le carrozze, fatta di vari materiali, e
la sua struttura complicatissima, perch
stata concepita 7 com@ evidente a
chiunque a""ia un po@ di giudizio 7 per il
trasporto di qualsiasi carico e non secondo
l@uso che se ne fa oggi, per il solo trasporto
di clienti occasionali Le innumerevoli
disfunzioni di cui vittima sono causate
principalmente dal fatto che i costruttori,
avendola destinata a percorrere strade
sterrate, avevano ideato appositamente allo
scopo certi particolari interni della sua
struttura La lu"rificazione ad esempio 7
esigenza prioritaria in un veicolo costruito
con materiali diversi 7 concepita in modo
che l@olio possa distri"uirsi in tutte le parti
metalliche proprio grazie alle scosse e ai
so""alzi inevita"ili sulle strade sterrate
$nvece ormai la carrozza, destinata a
stradine di campagna, quasi sempre
ferma in citt), e quando viaggia percorre
solo viali asfaltati e lisci come "iliardi
#enza i so""alzi, il lu"rificante non si
distri"uisce alle varie parti in maniera
uniforme, sicch alcune finiscono per
arrugginire diventando inservi"ili per la
funzione loro assegnata 9na carrozza va
"ene, in linea di principio, quando le sue
parti mo"ili sono "en oliate, mentre quando
non lo sono a""astanza si scaldano e si
arroventano danneggiando i pezzi vicini
/eraltro se in qualche punto il lu"rificante
eccessivo, l@andatura della carrozza
squili"rata $n un caso come nell@altro, il
cavallo incontra difficolt) sempre maggiori
nel traino $l cocchiere contemporaneo, il
nostro Leo /atacca, non sa e non sospetta
nemmeno che sia necessario lu"rificare la
carrozza, e anche se provvede alla "isogna
lo fa senza un@idea precisa, per sentito dire,
seguendo alla cieca i suggerimenti del
primo venuto
Di conseguenza la carrozza, ormai pi( o
meno adatta alle strade lisce, quando per
una ragione qualunque deve avventurarsi in
strade accidentate su"isce sempre qualche
avaria, o salta un dado, o si piega un
"ulloneJ insomma, c@ sempre qualcosa
che si sfascia; ed raro che dopo
un@avventura del genere il viaggio termini
senza necessit) di riparazioni pi( o meno
ingenti $nsomma, oggi diventato
pericoloso usare la carrozza allo scopo a
cui in origine era destinata -l momento di
ripararla, "isogna innanzitutto smontarla
completamente, esaminare i pezzi a uno a
uno e, come sempre in simili casi, metterli
a "agno nella "enzina per pulirli
accuratamente prima di rimontare tutto
=olto spesso, del resto, si rivela urgente
sostituire un pezzo importante, cosa non
grave quando si tratta di un pezzo non
molto costoso; ma capita a volte che la
riparazione sia pi( cara di una vettura
nuova ?r"ene, chiaro che quanto
a""iamo detto sulle diverse parti il cui
insieme costituisce una 5vettura di piazza6
si applica esattamente all@organizzazione
generale della presenza dell@uomo
=ancando nei nostri contemporanei la
minima conoscenza e capacit) di preparare
gli adolescenti in modo appropriato a
un@esistenza responsa"ile mediante
un@educazione specifica delle diverse parti
che compongono la loro presenza generale,
oggigiorno ogni individuo qualcosa di
assurdo e tragicomico al massimo che, per
riprendere il nostro esempio, offre un
quadretto di questo genere La carrozza
proprio l@ultimo modello appena uscito di
fa""rica e verniciato da autentici
carrozzieri tedeschi della citt) di 3rema
%ra le stanghe, c@ una specie di cavallo
che in %ranscaucasia la gente chiamere""e
5dglozidzi6, dove 5dzi6 vuol dire cavallo,e
Dgloz il nome di un -rmeno
specializzato nell@acquisto di ronzini da
scuoiare - cassetta della splendida
carrozza siede un cocchiere sonnolento,
mal rasato e irsuto, vestito di una marsina
unta e "isunta 7 ricuperata nella pattumiera
dove l@ha gettata come uno straccio la
sguattera /etronilla 7 un cappello a cilindro
nuovo fiammante in testa, copia esatta di
quello di Coc0efeller, e all@occhiello un
immenso crisantemo F inevita"ile che
l@uomo contemporaneo presenti un aspetto
cos1 ridicolo perch sin dal primo giorno
della sua comparsa, le tre parti che si
formano in lui 7 e che pur essendo di
origine diversa e dotate di qualit) distinte
tuttavia, al fine di perseguire un unico
scopo durante l@esistenza responsa"ile,
devono costituire nell@insieme il suo 5tutto
integrale6 7 cominciano a 5vivere6
isolatamente, per cos1 dire, e a rinchiudersi
ognuna nelle proprie manifestazioni
specifiche, in quanto nessuno le ha mai
addestrate neppure al comportamento
indispensa"ile e automatico di sostenersi,
aiutarsi e comprendersi reciprocamente,
almeno in modo approssimativo, col
risultato che in seguito le previste
manifestazioni d@insieme non possono
prodursi Grazie al 5sistema educativo6
delle nuove generazioni, gi) "en fissato
nella vita dell@uomo 7 e il cui unico
principio consiste nell@o""ligare gli allievi
a ripetere, fino a completo a""rutimento,
una quantit) di parole e di espressioni prive
di senso, e a far loro riconoscere, solo
attraverso la differenza dei suoni, la realt)
che si presume essere indicata da tali
parole 7 il cocchiere ancora pi( o meno
capace di spiegare a gente del suo stesso
tipo il desiderio ch@egli prova, e talvolta
persino capace di comprendere vagamente
i suoi simili *hiacchierando con gli altri
vetturini mentre attende i clienti o
corteggiando sulla soglia della cucina le
servette del vicinato, il nostro /atacca ha
persino assimilato alcune forme di
5galateo6 .gli, in "ase alle condizioni in
cui si svolge di solito la vita dei vetturini,
ha acquistato automaticamente la capacit)
di distinguere una via dall@altra, e se una
strada chiusa per lavori, in grado di
escogitare qualche altro percorso per
raggiungere l@indirizzo richiesto =a il
cavalloIJ F "en vero che la funesta
invenzione contemporanea detta
5educazione6 non arrivata fino a lui, e
cos1 vengono preservate dall@atrofia le sue
facolt) ereditarie; ma formandosi nelle
anormali condizioni del processo di
esistenza ordinaria degli uomini, esso
cresce come un orfano, dimenticato da
tutti, anzi "istrattato e senza la possi"ilit)
di acquisire alcuno strumento di
comunicazione con lo psichismo specifico
e le conoscenze del suo cocchiere sicch,
ignorando completamente le forme di
relazioni reciproche a lui consuete, in
definitiva non si sta"ilisce tra i due alcun
contatto che permetta loro di capirsi
%uttavia pu succedere che il cavallo, pur
conducendo una vita rinchiusa in se stessa,
riesca a scoprire qualche forma di relazione
col cocchiere e persino a familiarizzarsi un
po@ col suo 5linguaggio6; ma purtroppo il
cocchiere ignora tutto ci, anzi lo ritiene
addirittura impossi"ile ?ltre al fatto che
queste condizioni anormali impediscono la
formazione dei dati necessari a una
reciproca comprensione automatica, sia
pure limitata, tra il cavallo e il cocchiere,
molte altre ragioni esteriori e indipendenti
da loro rendono vana qualsiasi possi"ilit)
che entram"i concorrano insieme all@unico
fine cui sono destinati $nfatti, come le
diverse parti indipendenti di una carrozza a
cavalli sono collegate tra loro 7 il carro al
cavallo con le stanghe, il cavallo al
cocchiere con le "riglie 7 cos1 tutte le parti
distinte dell@organizzazione generale
dell@uomo sono collegate tra loro, il corpo
al sistema del sentimento mediante il
sangue, e il sistema del sentimento a quello
del pensiero mediante il cosiddetto
5han"lezoin6, sostanza che si forma nella
presenza generale dell@uomo a partire da
tutti gli sforzi esserici compiuti
intenzionalmente $l deplorevole sistema
educativo contemporaneo ha determinato
l@incapacit) del cocchiere di avere la
"ench minima influenza sul cavallo, ed
gi) molto se per mezzo delle "riglie costui
pu suscitare nel conscio dell@animale
queste tre idee, destra, sinistra e alt La non
sempre ci riesce, perch generalmente le
"riglie sono fatte di materiale sensi"ile ai
fenomeni atmosferici, per esempio sotto
una pioggia "attente si ammollano e si
allungano, mentre quando fa caldo accade
il contrario; quindi la loro azione sulla
sensi"ilit) automatica di percezione del
cavallo incostante La stessa cosa si
produce nell@organizzazione generale
dell@uomo ordinario tutte le volte che, sotto
l@effetto di un@impressione qualunque, si
modifica in lui ci che potremmo chiamare
5la densit) e il ritmo del han"lezoin6, col
risultato che il suo pensiero perde ogni
possi"ilit) di agire sul sistema del
sentimento Dunque, per riassumere quanto
detto sin qui, ci tocca riconoscere, volenti o
nolenti, che ogni uomo deve sforzarsi di
avere il proprio 5$o6, altrimenti non sar)
mai che una 5vettura di piazza6 su cui
qualsiasi passeggero pu prendere posto
per disporre di lui a suo talento 4on mi
pare superfluo sottolineare a questo punto
che l@$stituto per lo #viluppo -rmonico
nell@9omo si dato, tra gli altri suoi
o"iettivi fondamentali, da un lato quello di
educare nei suoi allievi, anzitutto
separatamente e poi nei rapporti reciproci,
secondo i "isogni della vita soggettiva
futura di ognuno, le tre personalit)
indipendenti di cui a""iamo parlato; e
dall@altro di generare e sviluppare in ogni
allievo ci che chiunque porti il nome di
uomo senza virgolette dovre""e avere,
ossia il proprio 5$o6
A.stratto da ?,edute sul %ondo ;eale:
2urd<ieff parla ai suoi allievi@B
-ffrontando vari argomenti, ho notato
quanto difficile comunicare la propria
comprensione, anche quando si parla
dell@argomento pi( comune e ci si rivolge a
una persona "en conosciuta $l nostro
linguaggio troppo povero per poter
fornire delle descrizioni esatte e complete
. ho scoperto che questa mancanza di
comprensione tra gli uomini un
fenomeno matematicamente regolato con
la stessa precisione della tavola pitagorica
La comprensione dipende, in generale,
dalla cosiddetta :psicheG degli
interlocutori, e pi( in particolare dallo stato
di questa :psicheG nel momento
considerato
L@esattezza di questa legge si pu verificare
a ogni passo /er una reciproca
comprensione, non sufficiente che chi
parla sappia come parlare, anche
necessario che chi ascolta sappia come
ascoltare /er questo motivo posso
affermare che se parlassi nel modo che
ritengo esatto, tutti coloro che sono qui,
con pochissime eccezioni, pensere""ero
che sono pazzo =a dal momento che devo
parlare a questo uditorio cos1 com@, e che i
partecipanti mi devono seguire, occorre
prima di tutto porre le "asi per una
comprensione comune
4el corso del nostro incontro dovremo
fissare dei punti di riferimento affinch la
conversazione risulti efficace /er ora
vorrei soltanto proporvi di provare a
osservare le cose, i fenomeni che vi
circondano, e soprattutto voi stessi, da un
punto di vista diverso da quello che vi
a"ituale o naturale ?sservare soltanto,
perch fare di pi( non possi"ile se non
con la volont) e la cooperazione
dell@ascoltatore, quando esso smette di
ascoltare passivamente e comincia a fare,
cio quando entra in uno stato attivo
=olto spesso, parlando con la gente,
sentiamo esprimere pi( o meno
apertamente l@idea che l@uomo, cos1 come
l@incontriamo nella vita ordinaria, in
qualche modo il centro dell@universo, la :
corona della creazione G o, per lo meno,
un@entit) grande e importante; che le sue
possi"ilit) sono quasi illimitate, e i suoi
poteri quasi infiniti
=a, contemporaneamente, vengono
avanzate un certo numero di riserve,
perch l@uomo sia cos1, si dice che
occorrono delle condizioni eccezionali,
delle circostanze speciali, l@ispirazione, la
rivelazione, e cos1 via
%uttavia, se studiamo questa concezione
dell@uomo, ci accorgiamo su"ito che essa
costituita da un insieme di caratteristiche
che non appartengono a un unico uomo,
ma a pi( individui reali o immaginari
4ella vita reale non incontreremo mai un
uomo del genere, n nel presente, n come
personaggio storico del passato $nfatti
ogni uomo ha le proprie de"olezze e, se lo
guardiamo da vicino, il miraggio di
grandezza e di potenza svanisce
D@altra parte, il fatto pi( interessante non
che gli uomini vedano gli altri attraverso
questo miraggio, ma che, per una
particolare caratteristica del loro
psichismo, essi, come per riflesso, lo
trasferiscano a se stessi e se l@attri"uiscano;
e se non proprio per la totalit), almeno in
parte *os1, pur essendo delle nullit) o
quasi, essi immaginano di corrispondere a
questo tipo collettivo, o di non esserne
molto lontani
=a se un uomo sa essere sincero verso se
stesso, non sincero come s@intende
a"itualmente, ma spietatamente sincero,
allora, di fronte alla domanda, :*he cosa
sei>G non conter) su una risposta
rassicurante . ora, senza aspettare che
arriviate da soli all@esperienza di cui sto
parlando, e perch possiate comprendere
meglio ci che intendo dire, vorrei
suggerire a ciascuno di voi di porsi la
domanda, :*he cosa sono>G #ono certo
che il KLM di voi si trover) in im"arazzo, e
che finirete per rispondervi con un@altra
domanda, :*he cosa significa>G
!uesta la prova che un uomo ha vissuto
tutta la vita senza porsi tale domanda, e che
ritiene scontato di essere :qualcosaG,
addirittura qualcosa di molto prezioso che
non mai stato messo in du""io 4ello
stesso tempo egli incapace di spiegare
che cos@ questo qualcosa, incapace
persino di darne una minima idea, dal
momento ch@egli stesso l@ignora . se
l@ignora, non forse perch questo
:qualcosaG molto semplicemente non
esiste, ma solamente si suppone che esista>
4on strano che le persone dedichino cos1
poca attenzione a se stesse, alla conoscenza
di se stesse> 4on strano che chiudano gli
occhi con tanto sciocco compiacimento su
ci che sono realmente, e che passino la
vita nella piacevole convinzione di
rappresentare qualcosa di prezioso> .sse si
dimenticano di guardare il vuoto
insopporta"ile che si cela dietro la super"a
facciata creata dal loro autoinganno, e non
si rendono conto che questa facciata ha un
valore puramente convenzionale
/er la verit), non sempre cos1 4on tutti
si guardano cos1 superficialmente *i sono
degli uomini che cercano, che hanno sete
della verit) profonda e si sforzano di
trovarla, che tentano di risolvere i pro"lemi
posti dalla vita, di arrivare all@essenza delle
cose, dei fenomeni, e di penetrare in se
stessi #e un uomo ragiona e pensa in modo
corretto, qualunque strada segua per
risolvere questi pro"lemi, deve
inevita"ilmente ritornare a s e cominciare
a risolvere il pro"lema di ci che egli
stesso rappresenta e di qual il suo posto
nel mondo che lo circonda $nfatti, senza
questa conoscenza, la sua ricerca sar) priva
di un centro di gravit) Le parole di
#ocrate, : *onosci te stesso G restano il
motto di tutti coloro che cercano la vera
conoscenza e l@essere No appena usato una
parola nuova, l@:essereG /er garantirci che
con questa parola intendiamo tutti la stessa
cosa, sono necessarie delle spiegazioni
*i siamo appena chiesti se ci che un
uomo pensa di se stesso corrisponde a ci
che egli in realt), e voi vi siete interrogati
su ci che siete !ui ci sono un medico, un
ingegnere, un artista .ssi sono realmente
ci che noi pensiamo che siano> /ossiamo
ritenere che la personalit) di ciascuno di
essi sia assimila"ile alla professione,
all@esperienza che tramite la professione, o
per la sua preparazione, essi hanno
acquisito>
?gni uomo viene al mondo simile a un
foglio di carta "ianca; ma le circostanze e
le persone che gli stanno intorno fanno a
gara per im"rattare questo foglio e per
ricoprirlo di ogni genere di scritte .d ecco
intervenire l@educazione, le lezioni di
morale, il sapere che chiamiamo
conoscenza, tutti i sentimenti di dovere,
onore, coscienza ecc . ogni educatore
proclama il carattere immuta"ile e
infalli"ile dei metodi ch@egli stesso utilizza
per innestare questi rami all@al"ero della
:personalit)G umana - poco a poco il
foglio si macchia, e pi( macchiato di
pretese :conoscenzeG, pi( l@uomo
considerato intelligente /i( sono numerose
le scritte nel posto chiamato :dovereG, pi(
il possessore considerato onesto; e cos1
via per ogni cosa $l foglio cos1 sporcato,
accorgendosi che le macchie vengono
scam"iate per meriti, le considera preziose
.cco un esempio di ci che chiamiamo
:uomoG, cui aggiungiamo spesso delle
parole come :talentoG e :genioG .ppure il
nostro :genioG vedr) il suo umore
guastarsi per tutto il giorno se al mattino,
svegliandosi, non trova le pantofole
accanto al letto
L@uomo non li"ero, tanto nelle sue
manifestazioni che nella vita 4on pu
essere ci che vorre""e essere, e nemmeno
ci che crede di essere 4on somiglia
all@immagine che ha di se stesso, e le
parole :uomo, corona della creazioneG non
gli si adattano
:9omoG, una parola altisonante, ma
do""iamo chiederci di che tipo di uomo si
tratta 4on certo l@uomo che si irrita per
delle sciocchezze, che presta attenzione a
delle meschinit) si lascia coinvolgere da
tutto ci che gli succede intorno /er avere
il diritto di chiamarsi uomo, "isogna essere
un uomo, e :essere un uomoG possi"ile
soltanto grazie alla conoscenza di s, e al
lavoro su di s nella direzione indicata da
tale conoscenza
-vete mai provato a osservare ci che vi
succede quando la vostra attenzione non
concentrata su un pro"lema preciso>
#uppongo che per molti di voi questa sia
una condizione a"ituale, se""ene
ovviamente pochi l@a""iano osservata
sistematicamente +orse siete consapevoli
del modo in cui il nostro pensiero procede
per associazioni fortuite, quando sfilano
scene e ricordi senza alcun rapporto,
quando tutto ci che cade nel campo della
nostra coscienza, o semplicemente lo
sfiora, ci suscita delle associazioni casuali
$l filo dei pensieri sem"ra svolgersi senza
interruzione, tessendo insieme frammenti
di immagini di precedenti percezioni,
estratte da diverse registrazioni
immagazzinate nella nostra memoria .
mentre queste registrazioni scorrono e si
svolgono, il nostro apparato formatore
tesse incessantemente la trama dei pensieri
a partire da questo materiale La
registrazione delle nostre emozioni scorre
nello stesso modo, piacevole e spiacevole,
allegria e preoccupazione, riso e
irritazione, piacere e dolore, simpatia e
antipatia !ualcuno vi loda, e voi siete
contenti; qualcuno vi rimprovera, e il
vostro umore si guasta !ualche novit) vi
attira, e immediatamente dimenticate ci
che tanto vi interessava un attimo prima, in
poco tempo questa nuova cosa assor"e il
vostro interesse al punto da sommergervi
completamente; e d@un tratto voi non la
dominate pi(; siete spariti, vi trovate legati
a questa cosa, dissolti in essa; in realt), la
cosa a dominarvi, a tenervi prigionieri
!uesto smarrimento, questa propensione a
lasciarsi dominare , sotto svariate forme,
propria a ciascuno di noi questo che ci
lega e ci impedisce di essere li"eri ., quel
che peggio, questo fatto assor"e tutte le
nostre forze e il nostro tempo, e ci toglie
ogni possi"ilit) di essere oggettivi e li"eri,
due qualit) essenziali per chi decide di
seguire la via della conoscenza di s
Do""iamo lottare per li"erarci, se
vogliamo lottare per conoscerci *onoscere
e sviluppare se stessi costituiscono un
impegno cos1 importante e cos1 serio, cui
"isogna dedicare uno sforzo cos1 intenso,
che assumerselo nel modo solito, in mezzo
a tutte le altre cose, impossi"ile L@uomo
che si assume questo impegno deve
metterlo al primo posto nella propria vita,
perch la vita non cos1 lunga da poterla
sprecare in cose inutili *he cosa
permetter) all@uomo di consacrare
utilmente il proprio tempo alla ricerca, se
non la li"ert) da ogni attaccamento>
Li"ert) e seriet) 4on la seriet) delle
sopracciglia aggrottate, delle la""ra tirate,
dei gesti accuratamente calcolati, delle
parole misurate fra i denti, ma la seriet)
che vuol dire determinazione e
perseveranza nella ricerca, intensit) e
costanza, in modo che l@uomo, anche nei
momenti di riposo, persegua il suo
o"iettivo principale *hiedetevi, :#ono
li"ero>G =olti saranno tentati di rispondere
di s1, se si trovano in una condizione di
relativa sicurezza materiale, senza
preoccupazioni per il domani, e se non
dipendono da nessuno per la propria
sussistenza o per la scelta delle proprie
condizioni di vita =a quella la li"ert)> O
soltanto una questione di condizioni
esteriori>
Nai parecchi soldi, vivi nel lusso e godi del
rispetto e della stima generale -lla testa
delle importanti aziende da te controllate si
trovano uomini capaci, che ti sono
profondamente devoti $n poche parole, la
tua vita un vero letto di rose /ensi di
essere totalmente li"ero, poich, dopo
tutto, il tuo tempo ti appartiene #ei un
patrono delle arti, dai disposizioni su
pro"lemi mondiali sor"endo una tazza di
caff, e ti interessi allo sviluppo dei /oteri
spirituali nascosti 4on sei estraneo alle
cose spirituali e ti senti a tuo agio di fronte
alle questioni filosofiche #ei colto e
istruito Grazie alle tue conoscenze che
coprono i pi( svariati campi del sapere, hai
la reputazione di uomo intelligente in
grado di risolvere qualunque pro"lema #ei
il modello dell@uomo raffinato $n "reve,
sei una persona da invidiare !uesta
mattina ti sei svegliato sotto l@influsso di
un "rutto sogno !uesto leggero malumore
scomparso rapidamente, ma ha lasciato
qualche traccia, una specie di lentezza, di
esitazione nei movimenti <ai allo specchio
per spazzolarti i capelli e, inavvertitamente,
lasci cadere la spazzola -ppena la
raccogli, ti sfugge di nuovo La riprendi
con un po@ di impazienza, e per la terza
volta ti scivola dalle mani *erchi di
afferrarla al volo, e invece la mandi a
colpire lo specchio $nutilmente cerchi di
fermarla *racI 9na stella di frammenti
compare sullo specchio antico di cui
andavi cos1 fiero -ccidentiI $ nastri del
disappunto cominciano a girare Nai
"isogno di scaricare l@irritazione su
qualcuno -ccorgendoti che il tuo
domestico si dimenticato di posare il
giornale accanto al caff del mattino, il
vaso tra"occa e decidi che quel "uono a
nulla non pu stare pi( a lungo in casa tua
O venuta l@ora di uscire Dal momento che
una "ella giornata e non hai da fare molta
strada, decidi di andare a piedi, mentre
l@automo"ile ti segue al passo $l "el sole ti
fa un effetto rilassante 9n assem"ramento
formatosi all@angolo della via attira la tua
attenzione -vvicinandoti, scorgi un uomo
svenuto sul marciapiede *on l@aiuto dei
passanti, qualcuno lo adagia su un taPi che
lo porta all@ospedale %u osservi che il viso
stranamente familiare del tassista ti ricorda
per associazione l@incidente che ti
capitato l@anno scorso #tavi rientrando a
casa dopo aver festeggiato allegramente un
anniversario, c@erano dei pasticcini cos1
deliziosiI
!uel dannato domestico,dimenticandosi il
giornale del mattino, ti ha rovinato la
colazione 4on si pu rimediare a questo
guaio> Dopo tutto, i dolci e il caff hanno
la loro importanzaI .ccoti proprio davanti
al famoso caff dove vai ogni tanto con gli
amici =a perch ti era venuto in mente
l@incidente> Nai quasi dimenticato i fastidi
della mattinataJ . adesso, il dolce e il
caff sono proprio cos1 "uoni>
%ohI Due "elle ragazze al tavolo vicino
*he "ionda incantevoleI .lla ti lancia uno
sguardo malizioso e sussurra all@amica,
5.cco il tipo di uomo che mi piace5
*ertamente nessun fastidio merita pi( la
tua attenzione, n val la pena di
prendersela per delle sciocchezze *@
"isogno di farti notare com@ cam"iato il
tuo umore mentre facevi conoscenza con la
"ella "ionda, e come si mantenuto per
tutto il tempo passato in sua compagnia>
Citorni a casa canticchiando un motivetto
allegro, e persino lo specchio rotto pu
solo strapparti un sorriso =aJ e l@affare
per cui eri uscito stamattina> #olo ora te ne
sei ricordatoJ 4iente di graveI Dopo
tutto, si pu sempre telefonare
#tacchi il ricevitore e la centralinista ti
passa un numero s"agliato *hiami un@altra
volta, e l@errore si ripete 9n uomo ti
avverte sgar"atamente che lo stai seccando
%u rispondi che non dipende da te; ne
segue una discussione dalla quale apprendi
con stupore che sei un cafone, un idiota, e
che se chiami ancoraJ $l tappeto che ti si
arricciato tra i piedi ti esaspera, e dovresti
sentire con che tono di voce sgridi il
domestico che ti porta una lettera O la
lettera di una persona che tu stimi e la cui
opinione ti preme molto $l contenuto del
messaggio cos1 lusinghiero che la tua
irritazione a poco a poco svanisce, per
lasciare il posto a quella deliziosa
sensazione di im"arazzo che solita
suscitare l@adulazione -l termine della
lettera, sei di ottimo umore /otrei
continuare a lungo a descrivere la vostra
giornata, o voi, uomini li"eriI /ensate forse
che esageri> 4o, sono dell@istantanee prese
dal vivo
!uella che vi ho raccontato era una
giornata di un uomo importante e di fama
internazionale, ricostruita e descritta dal
medesimo quella sera stessa, come
esempio vivente di pensieri e sentimenti
associativi Dov@ allora la li"ert), quando
le persone e le cose dominano un uomo al
punto ch@egli dimentica il suo umore, i suoi
affari e se stesso> 9n uomo soggetto a
cam"iamenti del genere in grado di avere
un atteggiamento almeno un po@ serio verso
la propria ricerca> ?ra siete in grado di
capire meglio che un uomo non
necessariamente quel che sem"ra, e che
non sono i fatti esteriori o le situazioni che
contano, ma la struttura interna dell@uomo
e il suo atteggiamento in rapporto a quei
fatti
=a forse pensate che quanto a""iamo
appena detto sia vero soltanto per le
associazioni passeggere +orse la
situazione diversa rispetto alle cose che
l@uomo :conosceG =a io chiedo a tutti
voi, se per qualche motivo vi fosse
impossi"ile mettere in pratica per molti
anni le vostre conoscenze, che cosa ne
restere""e> 4on sare""e come avere del
materiale che col tempo evapora e diventa
secco> Cicordatevi del foglio di carta
"ianca O un dato di fatto che nel corso
della nostra vita impariamo continuamente
delle cose nuove . chiamiamo
:conoscenzaG i risultati di questa
accumulazione =a, a dispetto di tutte
queste conoscenze, non siamo spesso
lontani dalla vita reale, e quindi disadattati>
4oi siamo sviluppati a met), come i girini,
o, pi( spesso ancora, semplicemente
:istruitiG, cio in possesso di frammenti di
informazioni su tante cose, ma tutte vaghe
e inadeguate . infatti si tratta soltanto di
informazioni, non possiamo chiamarle
:conoscenzeG La conoscenza una
propriet) inaliena"ile dell@uomo, non pu
essere n pi( grande n pi( piccola di lui
$nfatti un uomo : conosce G soltanto
quando egli stesso : G quella conoscenza
!uanto alle vostre convinzioni, non le
avete mai viste cam"iare> 4on sono
soggette anch@esse a delle oscillazioni,
come tutto ci che in noi> 4on sare""e
pi( corretto chiamarle opinioni anzich
convinzioni, visto che dipendono tanto dal
nostro umore che dalle nostre
informazioni, o anche, semplicemente,
dallo stato della nostra digestione in quel
momento>
?gnuno di voi non che un "anale
esemplare di automa animato
/ro"a"ilmente pensate che, per fare ci che
fate e per vivere come vivete, siano
necessari un@:animaG e persino uno
:spiritoG =a forse "asta una chiavetta per
ricaricare la molla del vostro meccanismo
La vostra razione quotidiana di ci"o
contri"uisce a ricaricare questa molla e a
rinnovare continuamente l@inutile
sara"anda delle vostre associazioni Da
questo sfondo emergono dei pensieri
slegati, che voi cercate di connettere
insieme presentandoli come preziosi e
personali ., altrettanto, coi sentimenti e le
sensazioni passeggere, con gli umori e le
esperienze vissute, ci creiamo il miraggio
di una vita interiore *i vantiamo di essere
coscienti, capaci di ragionamento, parliamo
di Dio, dell@eternit), della vita eterna, e di
argomenti elevati; parliamo di tutto ci che
si pu immaginare; discutiamo, definiamo
e valutiamo, ma omettiamo di parlare di
parlare di noi stessi e del nostro reale
valore oggettivo $nfatti siamo tutti
convinti che se ci manca qualcosa,
possiamo sicuramente acquisirlo #e con
tutte le cose che ho detto sono riuscito a
chiarire, anche minimamente, in quale caos
vive quest@essere che chiamiamo uomo,
voi stessi sarete in grado di trovare una
risposta alla domanda di ci che gli manca,
di ci che pu aspettarsi restando com@, di
quali valori pu aggiungere al valore che
ha
No gi) detto che certi uomini hanno fame e
sete di verit), se un uomo del genere si
interroga sui pro"lemi della vita ed
sincero con se stesso, si convincer) presto
che non gli pi( possi"ile vivere come ha
vissuto, n essere ci che stato finora; che
ha "isogno a ogni costo di trovate una via
d@uscita da questa situazione, e che un
uomo pu sviluppare dei poteri e delle
capacit) nascoste soltanto ripulendo la
propria macchina da ogni incrostazione
accumulata nel corso della vita /er
cominciare razionalmente questa pulita,
necessario vedere ci che va pulito, dove e
come; ma vederlo da s quasi
impossi"ile $n questo campo, per cogliere
una cosa qualunque, necessario osservare
dall@esterno, ecco perch indispensa"ile
l@aiuto reciproco
#e ricordate l@esempio di identificazione
che vi ho fatto prima, potrete capire quanto
un uomo sia cieco quando si identifica ai
propri umori, sentimenti e pensieri =a la
nostra dipendenza si limita a ci che
possiamo cogliere a prima vista, a ci che
cos1 evidente che non mancher) di attirare
la nostra attenzione> <i ricordate quanto
a""iamo detto circa il modo in cui
giudichiamo il carattere delle persone,
dividendole ar"itrariamente, in "uone e
cattive> =an mano che un uomo comincia
a conoscersi, scopre continuamente dentro
di s nuove zone di meccanicit), che
chiameremo automatismo, zone in cui la
sua volont), il suo :io voglioG non ha alcun
potere, e dove tutto cos1 confuso e
sfuggente, che gli impossi"ile
raccapezzarsi senza essere aiutato e guidato
dall@autorit) di qualcuno che sa
Ciassumendo, ecco lo stato delle cose per
quanto riguarda la conoscenza di s, per
fare, "isogna sapere, ma per sapere,
"isogna scoprire come sapere; e questo non
possiamo scoprirlo da soli =a c un altro
aspetto della ricerca, lo sviluppo di s
<ediamo un po@ qui come stanno le cose O
chiaro che un uomo, a""andonato a se
stesso, non pu imparare dal proprio
mignolo come sviluppare se stesso, n
tanto meno che cosa, precisamente, deve
sviluppare =a a poco a poco, incontrando
persone che cercano, parlandone, leggendo
li"ri sullo sviluppo di s, viene attratto
nell@or"ita di questi pro"lemi
. cosa trover)> $n primo luogo un a"isso di
ciarlataneria spudorata, interamente "asata
sull@avidit), sul desiderio di rendersi la vita
facile, ingannando gli ingenui che cercano
di uscire dall@impotenza spirituale /rima
di aver imparato a separare il grano dal
loglio, passer) molto tempo, durante il
quale il "isogno di scoprire la verit) rischia
di vacillare e di spegnersi, o di pervertirsi
/rivo di fiuto, l@uomo pu lasciarsi
trascinare in un la"irinto che finisce dritto
dritto sulle corna del diavolo #e riesce a
tirarsi fuori da questo primo pantano Q egli
rischia di cadere in una nuova palude,
quella della pseudo conoscenza
$n questo caso la verit) gli verr) servita in
una forma cos1 vaga e indigesta da dare
l@impressione di un delirio patologico Gli
verr) indicato il modo di sviluppare poteri
e capacit) nascoste che, a condizione di
perseverare, gli consentiranno certamente,
senza troppi guai, di poter dominare
qualsiasi cosa, dalle creature animate alla
materia inerte e agli elementi %utti questi
sistemi, fondati sulle pi( diverse teorie,
sono straordinariamente seducenti,
ovviamente proprio per la loro vaghezza
.ssi attirano particolarmente le persone
:semi8istruite G che hanno un@infarinatura
nel campo della conoscenza positivista
Dal momento che la maggior parte delle
questioni studiate dal punto di vista delle
teorie occulte o esoteriche oltrepassa i
limiti delle nozioni accessi"ili alla scienza
moderna, tali teorie guardano quest@ultima
dall@alto in "asso, pur riconoscendo i meriti
della scienza positiva, ne minimizzano
l@importanza e lasciano capire che la
scienza un fallimento, e anche peggio
- che scopo andare all@universit) e
consumarsi sui testi ufficiali, se teorie di
questo genere permettono di disdegnare
tutte le altre conoscenze e di pronunciarsi
definitivamente su tutte le questioni
scientifiche>
=a lo studio di queste teorie non riesce
mai a darci una cosa essenziale, esso, ancor
meno della scienza, non genera
l@oggettivit) in materia di conoscenza
!uesto studio tende a offuscare il cervello
dell@uomo e a ridurre la sua capacit) di
ragionare e di pensare in modo giusto, col
risultato di condurlo alla psicopatia .cco
l@effetto di queste teorie sull@uomo semi
istruito che le scam"ia per autentiche
rivelazioni D@altra parte, la loro azione
non molto diversa nei confronti di quegli
scienziati che sono stati anche
minimamente toccati dal veleno
dell@insoddisfazione per come vanno le
cose La nostra macchina mentale ha la
propriet) di poter essere convinta di
qualunque cosa, purch venga sottilmente
influenzata nella direzione voluta, in modo
ripetuto e persistente 9na cosa che
all@inizio pu apparire assurda, finir) per
sem"rare razionale, purch la si ripeta con
insistenza e convinzione sufficienti .
mentre un particolare tipo di uomo si
limiter) a ripetere le frasi fatte che gli sono
rimaste impresse nella mente, un altro
cercher) prove e paradossi sofisticati per
giustificare le proprie asserzioni =a
entram"i sono da compiangere nello stesso
modo %utte queste teorie fanno delle
affermazioni che, come i dogmi, non
possono essere verificate, in ogni caso, non
coi mezzi che a""iamo a disposizione
- questo punto, al ricercatore verranno
suggeriti dei metodi di sviluppo di s,
ritenuti in grado di condurre a uno stato in
cui le loro affermazioni possono essere
verificate $n linea di principio, non ci
sare""e nulla da ridire =a, in realt), la
pratica prolungata di questi metodi rischia
di condurre il ricercatore troppo zelante a
risultati del tutto spiacevoli 9n uomo che
aderisce alle teorie occulte e si crede dotato
in questo campo, sar) incapace di resistere
alla tentazione di applicare i metodi che ha
studiato, cio passer) dalla teoria alla
pratica /otr) anche agire con prudenza,
evitando i metodi che, a suo parere,
comportano dei rischi, e scegliendo i mezzi
pi( sicuri e autentici /otr) anche prenderli
in esame con la massima cura %uttavia, la
tentazione di applicarli e l@insistenza con
cui gli sollecitano la necessit) di farlo,
magnificandogli la natura miracolosa dei
risultati e tenendone accuratamente
nascosti gli aspetti negativi, tutto ci
porter) quest@uomo a provarli
/u darsi che, sperimentandoli, scopra dei
metodi che sono inoffensivi /u
addirittura trarne dei "enefici =a, molto
spesso, i metodi di sviluppo di s che
vengono proposti alla verifica, sia come
mezzi che come fini, sono contraddittori e
incomprensi"ili Dal momento che questi
metodi vanno applicati a una macchina
cos1 complessa e mal conosciuta come
organismo umano, e coinvolgono
contemporaneamente quell@aspetto della
nostra vita che gli intimamente legato,
che chiamiamo psichismo, allora il minimo
errore di applicazione, la minima
inavvertenza, il minimo eccesso di
pressione, possono provocare alla
macchina danni irrepara"ili F gi)
fortunato chi riesce a uscire indenne da
questo vespaioI
/urtroppo, la maggior parte di coloro che si
dedicano allo sviluppo di poteri e facolt)
spirituali terminano la loro carriera in
manicomio, oppure si rovinano la salute e
la psiche al punto da ridursi a essere dei
malati incapaci di adattarsi alla vita Le
loro fila vengono ingrossate da coloro che
sono attirati verso lo pseudo occultismo dal
fascino del mistero e delle cose miracolose
*i sono poi degli individui dalla volont)
estremamente de"ole, che sono dei falliti
nella vita e che, per certe mire personali,
sognano di sviluppare il potere e la
capacit) di sottomettere gli altri $nfine, ci
sono quelli che cercano semplicemente
delle novit), che cercano un modo per
dimenticare le preoccupazioni o per
sottrarsi alla noia della routine quotidiana,
cos1 da sfuggire a ogni conflitto
=an mano che svaniscono le speranze di
raggiungere i poteri cui mirano, costoro
cadono facilmente in una ciarlataneria pi(
o meno consapevole =i ricordo sempre un
classico esempio di ricercatore di poteri
psichici un uomo agiato, molto istruito, che
aveva girato il mondo in cerca di cose
miracolose -lla fine aveva perduto tutti i
suoi "eni, e nello stesso tempo aveva
perduto ogni illusione circa le sue ricerche
Dovendo escogitare nuovi mezzi di
sopravvivenza, gli venne in mente di
utilizzare la pseudo conoscenza che gli era
costata tanti soldi ed energie Detto e fatto
#crisse un li"ro, con uno di quei titoli che
spiccano sulle copertine dei li"ri di
occultismo, qualcosa come 5=etodo di
sviluppo delle forze nascoste dell@uomo6
L@opera si presentava sotto forma di sette
conferenze, e costituiva una "reve
enciclopedia di metodi segreti per
sviluppare il magnetismo, l@ipnotismo, la
telepatia, la chiaroveggenza, i viaggi nel
mondo astrale, la levitazione, e altre
seducenti facolt) Lanciato con gran
pu""licit), questo metodo fu messo in
vendita a un prezzo spropositato, ma alla
fine veniva concesso uno sconto notevole
&fino al KLM' ai clienti pi( recalcitranti o
pi( parsimoniosi, a patto che ne
raccomandassero la lettura agli amici -
causa dell@interesse generale suscitato da
tali questioni, il successo super tutte le
aspettative dell@autore
3en presto egli cominci a ricevere
numerose lettere di acquirenti che, in
termini entusiasti, rispettosi e deferenti, gli
si rivolgevano come :*aro =aestroG e
:=olto #aggio $niziatoreG, esprimendo la
loro pi( profonda riconoscenza per la
pregevole esposizione di quelle istruzioni
preziosissime, che avevano loro consentito
di sviluppare diverse facolt) occulte in
modo sorprendentemente rapido
$n "reve tempo ne raccolse una "ella
collezione, e ogni lettera era per lui una
sorpresa -lla fine ne arriv una con la
rivelazione che, grazie al suo metodo, lo
scrivente, in meno di un mese, era riuscito
a levitare .gli raggiunse allora il colmo
dello stupore
.cco le esatte parole che disse in
quell@occasione, :#ono stupefatto
dell@assurdit) di ci che sta succedendo lo
stesso, che sono l@autore di questo metodo,
non ho affatto le idee chiare circa la natura
dei fenomeni che insegno . questi idioti
non solo sguazzano in questi discorsi senza
capo n coda, ma si industriano persino di
cavarne qualcosa . adesso un super8idiota
ha imparato addirittura a volare *he
assurdit)J #e ne vada al diavoloI /resto
gli metteranno la camicia di forza in piena
levitazione, e sar) un "el sollievo #i vive
meglio senza im"ecilli del genere tra i
piediG
#ignori occultisti, siete d@accordo con le
conclusioni dell@autore di questo manuale
di sviluppo psichico> #e si ha questa
consapevolezza, allora non escluso che si
possa trovare accidentalmente qualcosa di
vero in un@opera del genere, perch spesso
un uomo, "ench ignorante, in grado di
parlare con singolare correttezza di molte
cose, senza nemmeno saperne il motivo
=a poich, contemporaneamente, dice
un@enormit) di sciocchezze, tutte le verit)
enunciate ne restano completamente
sommerse, e risulta praticamente
impossi"ile isolare da quel mucchio di
scempiaggini la perla vera
<oi chiederete, :*ome si spiega questo
mistero>G $l motivo semplice *ome ho
gi) detto, noi non a""iamo delle
conoscenze che ci appartengano, cio
forniteci dalla vita stessa in modo tale che
non ci possano essere sottratte %utte le
nostre conoscenze non sono altro che
semplici informazioni, e possono essere
tanto utili quanto inutili -ssor"endole
come spugne, noi possiamo facilmente
restituirle parlandone con logica e
convinzione, pur senza capirci nulla . con
la stessa facilit) possiamo perderle, perch
non sono nostre, ma sono state riversate
dentro di noi come un liquido in un
recipiente 3riciole di verit) sono sparse
dappertutto, e per coloro che sanno e
comprendono, impressionante constatare
come la gente viva a contatto con la verit),
e tuttavia sia cieca e incapace di penetrarla
/er l@uomo che cerca la verit), molto
meglio non addentrarsi negli oscuri
meandri della stupidit) e dell@ignoranza
umana, piuttosto che avventurarsi da solo
$nfatti, senza le indicazioni di qualcuno che
sa, egli pu su"ire a ogni passo una
modificazione impercetti"ile della
macchina, che lo o""ligher) in seguito a
perdere molto pi( tempo a ripararla di
quanto ne a""ia impiegato a danneggiarla
*he pensereste voi di un tipaccio grande e
grosso che si presenta come un :essere di
dolcezza angelicaG, aggiungendo che
:nessun altro intorno a lui in grado di
giudicare il suo comportamento, dato
ch@egli vive su un piano mentale cui le
regole della vita psichica non si
applicanoG> $n verit), da molto tempo tale
comportamento avre""e dovuto su"ire un
esame psichiatrico !uesto l@esempio di
un uomo che con coscienza e perseveranza
:lavora G su se stesso ogni giorno per delle
ore, di un uomo, cio, che consacra tutti i
suoi sforzi ad approfondire e ad aggravare
una deformazione psichica ormai cos1 seria
che, sono convinto, verr) presto rinchiuso
in manicomio
/otrei citarvi centinaia di esempi di
ricerche mal dirette e spiegarvi dove vanno
a finire /otrei farvi i nomi di persone
molto note nella vita pu""lica, che sono
state squili"rate dall@occultismo e vivono
in mezzo a noi, sorprendendoci per la loro
eccentricit) /otrei dirvi esattamente quale
metodo li ha deviati, cio in quale campo
hanno :lavoratoG e si sono :sviluppatiG, e
come e perch questi metodi hanno colpito
il loro psichismo =a questo argomento
costituire""e da solo il tema di una lunga
conversazione e, per mancanza di tempo,
non mi permetter di dilungarmi ora
/i( un uomo si rende conto degli ostacoli e
degli im"rogli che lo attendono a ogni
passo in questo campo, pi( si convince che
impossi"ile seguire la via dello sviluppo
di s tramite istruzioni date a caso da
persone incontrate per caso, o tramite
informazioni raccolte qua e l) in letture e
conversazioni fortuite
*ontemporaneamente, egli comincia a
intravedere, prima come un tenue "arlume,
poi sempre pi( chiaramente, la viva luce
della verit) che non ha mai smesso di
illuminare l@umanit) attraverso le epoche
remote Le origini dell@iniziazione si
perdono nella notte dei tempi Da un@epoca
all@altra si delineano culture e civilt)
emerse dalle profondit) di culti e misteri
che, perpetuamente in trasformazione,
compaiono e scompaiono per poi
nuovamente riapparire
La Grande *onoscenza viene trasmessa per
successione di era in era, di popolo in
popolo, di razza in razza $ grandi centri
iniziatici in $ndia, #iria, .gitto, Grecia,
rischiarono il mondo di vivida luce Di
generazione in generazione, vengono
tramandati con reverenza i nomi venerati
dei grandi iniziati, portatori viventi della
verit)
La verit), fissata per mezzo di scritti
sim"olici e di leggende, viene trasmessa
alle masse per essere conservata sotto
forma di costumi e di cerimonie, di
tradizioni orali, di monumenti, di arte
sacra, tramite il messaggio segreto della
danza, della musica, della scultura e dei
vari riti La stessa verit) viene comunicata
apertamente, dopo particolari prove, a
coloro che la cercano, e viene conservata
intatta per trasmissione orale lungo la
catena di coloro che sanno
=a, dopo un certo tempo, i centri iniziatici
si estinguono uno dopo l@altro, e l@antica
conoscenza si ritira in fiumi sotterranei,
sottraendosi agli occhi dei ricercatori
-nche i portatori di questa conoscenza si
nascondono, e pur risultando sconosciuti a
coloro che li circondano, non per questo
cessano di esistere ?gni tanto emergono in
superficie delle correnti isolate, rivelando
che da qualche parte, in profondit), anche
ai nostri giorni scorre il possente fiume
dell@antica conoscenza dell@essere
-prirsi un varco fino a questa corrente,
trovarla, ecco l@o"iettivo e lo scopo della
ricerca; poich, una volta trovata, un uomo
pu coraggiosamente affidarsi alla via nella
quale si impegna; in seguito, non gli resta
che :conoscereG per :essereG e :fareG #u
questa via, un uomo non sar) mai
completamente solo; nei momenti difficili,
ricever) un sostegno e una direzione,
perch tutti coloro che seguono questa via
sono collegati in una catena ininterrotta
+orse, come unico risultato positivo di tutte
le divagazioni nei meandri dell@occultismo
l@uomo che cerca potr) sviluppare in s, a
condizione di conservare la capacit) di
pensare e giudicare correttamente, quella
speciale facolt) di discriminazione che si
pu chiamare fiuto !uest@uomo respinger)
le strade della psicopatia e dell@errore, e
cercher) instanca"ilmente le vie autentiche
. anche qui, come per la conoscenza di s,
il principio che ho gi) citato resta sovrano,
:/er fare, "isogna sapere; ma per sapere,
"isogna scoprire come sapereG
L@uomo che con tutto il proprio essere, con
il proprio :ioG pi( profondo, cerca la verit)
di questo principio, arriva inevita"ilmente
alla convinzione che per :scoprire come
sapere per fareG, deve trovare innanzitutto
colui dal quale pu imparare ci che
significa realmente :fareG, cio una guida
illuminata, sperimentata, che comincer) a
dirigerlo spiritualmente e diventer) il suo
maestro .d qui che il fiuto di un uomo
assume tutta la sua importanza, .gli stesso
si sceglie una guida 4aturalmente, la
condizione indispensa"ile di scegliere un
uomo che sa; altrimenti tutto il senso della
sua scelta perduto *hi pu dire dove vi
pu condurre una guida che non saI
?gni ricercatore sogna una guida che sa
La sogna, ma raro che si domandi
oggettivamente e sinceramente, :#ono
degno di essere guidato> #ono pronto a
seguire la via>G
.sci una sera sotto il vasto cielo stellato,
alza gli occhi a quei milioni di mondi sopra
la tua testa +orse su ognuno di essi
formicolano miliardi di esseri simili a te,
persino superiori a, te per costituzione
Guarda la <ia Lattea $n quell@infinit), la
%erra non pu nemmeno essere considerata
un granello di sa""ia La %erra vi si
dissolve, sparisce, e con essa sparisci anche
tu Dove sei> *hi sei> *osa vuoi> Dove
vuoi andate> L@impresa cui ti stai
accingendo non potre""e essere pura
follia>
Di fronte a tutti quei mondi, interrogati sui
tuoi scopi e le tue speranze, sulle tue
intenzioni e i mezzi per realizzarle, su ci
che si pu esigere da te, e domandati fino a
che punto sei preparato a rispondere %i
attende un viaggio lungo e difficile; ti stai
dirigendo verso un paese strano e
sconosciuto La strada infinitamente
lunga 4on sai se ti potrai riposare, n dove
ci sar) possi"ile Devi prevedere il
peggio Devi prendere con te tutto ci che
necessario per il viaggio *erca di non
dimenticare nulla, perch poi sar) troppo
tardi per rimediare all@errore, non avrai
tempo di ritornare a cercare ci che hai
dimenticato <aluta le tue forze #ono
sufficienti per tutto il viaggio> !uando
sarai in grado di partire>
Cicordati che pi( tempo passerai per
strada, pi( avrai "isogno di portarti delle
provviste, cosa che ritarder) ulteriormente
la tua marcia, e allungher) pure la durata
dei preparativi . ogni minuto prezioso
9na volta che ti sei deciso a partire, perch
perdere tempo> 4on contare sulla
possi"ilit) di tornare !uesta esperienza
potre""e costarti carissima La guida si
impegnata soltanto a condurti alla meta,
non o""ligata a riaccompagnarti indietro
#arai a""andonato a te stesso, e guai a te se
ti infiacchisci o perdi la strada, potresti non
ritornare mai pi( . anche se la trovi, resta
il pro"lema, tornerai sano e salvo>
?gni sorta di disavventure attendono il
viaggiatore solitario che non conosce "ene
la via, n le regole di condotta che essa
comporta %ieni a mente che la tua vista ha
la propriet) di presentarti gli oggetti lontani
come se fossero vicini $ngannato dalla
prossimit) della meta verso cui tendi,
a""agliato dalla sua "ellezza e non avendo
misurato le tue forze, non noterai gli
ostacoli sulla via; non vedrai i numerosi
fossati che tagliano il sentiero $n mezzo a
prati verdi cosparsi di splendidi fiori, l@er"a
alta nasconde un profondo precipizio O
molto facile inciampare e cadervi dentro,
se gli occhi non sono attenti a ogni passo
che stai per fare
4on dimenticarti di concentrare tutta la tua
attenzione su ci che ti sta immediatamente
intorno 4on occuparti di mete lontane, se
non vuoi cadere nel precipizio /er non
dimenticare il tuo scopo Cicordatene
continuamente e mantieni vivo il desiderio
di raggiungerlo, per non perdere la
direzione giusta . una volta partito, stai
attento; ci che hai oltrepassato, resta
indietro e non si ripresenter) pi(, ci che
non osservi sul momento, non lo osserverai
mai pi( 4on essere troppo curioso, e non
perdere tempo con ci che attira la tua
attenzione ma non ne vale la pena $l tempo
prezioso, e non deve essere sprecato per
cose che non sono direttamente in
relazione con la tua meta Cicordati dove
sei e perch sei l1 4on aver troppa cura di
te, e rammenta che nessuno sforzo viene
mai fatto invano . adesso puoi metterti in
cammino
%u sai che 5Giustizia6 una grande parola,
una cosa grande nel mondo Le cose
oggettive non sono cose piccole come i
micro"i, esse procedono in accordo con la
legge, come la legge le ha a"ituate a
procedere Cicorda, come semini, cos1
raccoglierai 4on solo le persone
raccolgono, ma anche le famiglie e le
nazioni #uccede spesso questo, che ci
che accade sulla terra proviene da qualcosa
che stato fatto da un padre o da un nonno
$ risultati convergono su di te, il figlio o il
nipote, colui che deve regolarle, allora, sei
tu !uesta non un@ingiustizia, un vero
grande onore per te, sar) un@occasione che
ti consentir) di regolare il passato di tuo
padre, nonno o "is8nonno #e nella tua
giovinezza ti accadono disgrazie, significa
che qualcuno l@ha portate 7 e per questo tu
devi raccogliere Lui morto, qualcun
altro sulla terra le raccoglie 4on devi
guardare a te stesso egoisticamente #ei
una maglia nella catena del tuo sangue #ii
orgoglioso di questo, un onore essere
questa maglia /i( sarai o""ligato a
riparare il passato, pi( avrai rimorsi di
coscienza Ciuscirai a ricordare tutto quello
che nel passato non hai fatto come dovevi
!ueste cose che hai fatto contrarie alla
giustizia, hanno mortificato i tuoi antenati
/er tanto puoi avere dieci volte pi( rimorsi
di coscienza e il tuo lavoro aumenter) in
proporzione 4on sei la coda di un asino,
hai delle responsa"ilit), una famiglia %utta
la tua famiglia, passata e futura, dipende da
te, l@intera tua famiglia dipende dal modo
in cui tu ripari il passato, se lo ripari per
tutti "ene, se non lo ripari per tutti
male %u vedi la tua situazione,
logicamente, vedi cos@ la giustizia> La
giustizia non si occupa dei tuoi piccoli
affari, delle tue irridenti suppliche,
occupata da cose grandi .@ da idioti
credere che Dio pensi a cose piccole .@ lo
stesso per la giustizia La giustizia non
tocca tutto ci, e allo stesso tempo niente
fatto sulla terra senza di essa *erca le
ragioni per cui sei o""ligato ad avere una
posizione di responsa"ilit) nella linea del
tuo sangue Devi lavorare di pi( per
riparare il passato .@ difficile da capire
tutto in una volta sola
%u vuoi studiare la psicologia, ma non hai
psiche, come puoi studiare allora qualcosa
che ancora non esiste> <orresti conoscere
te stesso come uomo, ma non sei ancora un
uomo, solo una macchina Dovresti allora
cominciare a studiare te stesso come una
macchina La psicologia solo lo studio
delle idee delle altre persone; molto
meglio studiare te stesso che studiare le
fantasie degli altri
%u vuoi che ti dica molte cose, e anche io
voglio condividere con te ci che so
dell@uomo e delle sue maniere =a non
potresti capire ci che vuoi sapere anche se
te lo dicessi 4on a""iamo il linguaggio $l
nostro linguaggio ordinario fatto solo per
cose semplici 4on a""iamo parole
disponi"ili per le cose 5pi( alte6 Le parole
sono necessarie perch senza di esse non
possiamo ancora capirci l@un l@altro
!uando avrai imparato a studiare la tua
propria macchina, potremo capirci meglio
tra noi
!uando studi te stesso devi essere capace
di concentrare la tua attenzione su quella
parte che vuoi osservare -l momento non
puoi concentrare la tua attenzione perch il
tuo centro emozionale non far) silenzio
*os1 la tua attenzione governata dalle tue
emozioni e non da te +inch non smetterai
di essere governato dalle tue emozioni, non
puoi essere imparziale Dunque non puoi
capire il significato delle parole *hiunque,
comprende le parole in accordo con
l@umore nel quale gli capita di essere #e
sono affamato, la parola 5desiderio6
significa ci"o per me; ma se sono
soddisfatto significa 5dormire6 o forse
5sesso6 $n ogni momento il significato
delle parole cam"ia, e le persone neppure
lo notano
-""iamo "isogno di parlare di cose molto
importanti /er esempio do""iamo parlare
del perch l@uomo esiste !uesto
appartiene alla vera conoscenza, e per
parlare di questo dovremmo capire le cose
in modo differente /er conoscere qualcosa
di vero do""iamo conoscere tutto *@ un
antico detto, 5*onoscere significa
conoscere tutto, non conoscere tutto
significa non conoscere *onoscere tutto
non impossi"ile .@ necessario per questo
conoscere anche molto poco =a per
conoscere questo poco "isogna conoscere
a""astanza6
$n questo caso il poco che do""iamo sapere
che l@uomo non vive per se stesso, egli
esiste per trasmettere vi"razioni necessarie
alla luna L@uomo parte della vita della
terra La terra circondata da una pellicola
organica, tenuta in equili"rio da pianeti,
terra e luna La vita organica cos1 forte
che nessuno pu cam"iare la sua situazione
da solo #upponiamo che Dio voglia
aiutarci; .gli non pu La %erra troppo
piccola per essere toccata dalla volont) di
Dio e se la terra troppo piccola quanto lo
sar) di pi( l@uomo> Da dove possiamo
prendere allora l@aiuto di cui a""iamo
"isogno>
/otete essere aiutati quando cominciate a
conoscere voi stessi +intanto che non
conoscete la vostra macchina, anche se
l@aiuto vi offerto non potete farne uso
Dovete cominciare dal capire lo scopo
delle vostre funzioni $ vostri centri sono
ricettori per diverse velocit) di vi"razioni $
centri non sono influenzati allo stesso
modo da tutte le vi"razioni ?gni centro
un apparato ricevente e trasmittente
*iascuno riceve le vi"razioni
corrispondenti alle sue stesse funzioni
-l momento potete solo ricevere
meccanicamente, senza discriminazioni
4on sapete ci che state ricevendo, e
dunque potete solo trasmettere
meccanicamente . questo non d) nulla a
voi stessi
#upponete di voler trasmettere qualcosa
consapevolmente; voi non potete perch la
vostra mente non far) silenzio /er far
smettere alla vostra mente di chiedere,
adesso dovete usare la forza, ma non avete
una forza sufficiente Dunque non potete
fare quello che desiderate $n seguito potete
apprendere sistemi meccanici per far
fermare le domande della mente, e dopo
forse potete usare la vostra propria forza
per fare ci che avete "isogno di fare
%utta la vostra energia che non necessaria
a restare in vita, presa
dall@immaginazione e altre attivit) inutili
?sservare la vostra immaginazione 7 e cio
tutte le conversazioni interiori che entrano
nella vostra mente senza la vostra stessa
intenzione8 aiuter) /oich quando
osservate trascinate via un po@ di energia
dall@immaginazione alla forza dalla quale
proviene l@osservazione di s $n questo
modo questa forza pu crescere e un "el
giorno scoprirete di avere un essere
indipendente dentro di voi, che sar) capace
di fare ci a cui aspira
/er il momento dovete capire che non
potete osservare tutto ci che volete La
vostra osservazione limitata dalle
associazioni gi) presenti in voi $n un
"am"ino appena nato ciascuno dei centri
li"ero di rispondere a tutte le impressioni
che entrano F come un sistema di rulli di
un grammofono, in "ianco, dal giorno
dell@apparizione del "am"ino nel mondo di
Dio, i significati esterni degli oggetti e le
sue proprie esperienze interiori sono
registrate su questi rulli in accordo con la
corrispondenza tra le impressioni e la
materia di cui i diversi centri sono fatti
!uesta 5materia6 che in realt) un tipo di
energia, ha la possi"ilit) di assor"ire le
corrispondenti vi"razioni e di rifiutarne
altre
$n questo modo, taluni posti in ognuno dei
tre cervelli dell@uomo, sono riempiti da
famiglie di impressioni, raggruppati
insieme per la loro similarit), o per la
casualit) di essere stati ricevuti insieme
/oco a poco queste diventano le a"ituali
caratteristiche che costituiscono la
personalit) !ueste caratteristiche
appartengono a tutti i centri, ma quelle nel
corpo sono pi( sta"ili .@ per questo che
potete studiare meglio un uomo dalle sue
posture e gesti che da quello che dice
<i far un esempio ?gni uomo o donna ha
i suoi propri gesti e posture del corpo ma
questi sono connessi alle a"itudini mentali
ed emozionali e a caratteristiche che non
possiamo vedere /er ci per capire questo
do""iamo considerare qualcosa che molte
persone fanno ?sservate come le persone
"allano ?gni nazionalit) ha il suo proprio
modo di "allare, potete sempre riconoscere
la nazionalit) dal modo in cui un uomo
"alla $n oriente, dove le tradizioni sono
molto pi( forti, potete persino riconoscere,
dal modo in cui "allano, da quale tri"( o
villaggio le persone provengono $n questo
modo le danze diventano una specie di
linguaggio attraverso il quale le persone,
inconsciamente, di certo, ci parlano di loro
.@ lo stesso con ogni cosa ?gni nazione ha
un repertorio limitato di movimenti che
proviene dalle impressioni dell@infanzia
/er questo c@ anche un repertorio limitato
di pensieri /ersino i sentimenti assumono
le proprie caratteristiche a"ituali, che
fissano per l@intera parte restante della vita
i modi nei quali una persona pu provare
sentimenti Dopo l@infanzia molto poco
pu essere cam"iato - meno che non siano
prese delle speciali misure, delle quali
parleremo pi( tardi, la capacit) di recepire
nuove impressioni si inde"olisce con l@et)
$ "am"ini ricevono nuove impressioni, ma
le persone pi( vecchie non possono;
dunque in tarda et) tutto ci di cui si pu
fare esperienza il risveglio e la
ricom"inazione di queste vecchie
impressioni dell@infanzia Delle vere nuove
impressioni possono essere ottenute solo
con violenza perch i rulli nei centri sono
gi) riempiti .@ difficile penetrare fino ad
essi perch la nostra forza limitata
%uttavia, rimane sempre in un uomo un
posto dove le impressioni possono essere
ricevute, a condizione che queste siano
ricevute con un@intensit) sufficiente
!uesto posto rimane vuoto fino a che non
inizia la vita adulta; se esso non ha ricevuto
impressioni prima di allora, molto
difficile raggiungerlo /er molti di voi che
sono qui ora, questo posto gi) quasi
impossi"ile da raggiungere #ar)
necessario un grande sforzo se state per
iniziare una nuova vita
,ual " il rapporto dell5insegnaento che
voi esponete con il $ristianesio quale noi
lo conosciao?6, doand qualcuno.
4Non so quello che sapete
del $ristianesio, rispose G., accentuando
questa parola. #arebbe necessario parlare
olto a lungo per chiarire che cosa
intendete con questo terine. Ma per
coloro che sanno, dir, se volete,
che questo " $ristianesio esoterico.
6-ovete capire, diceva, che ogni vera
religione, parlo di quelle create con uno
scopo preciso da uoini veraente
sapienti, coporta due parti. !a pria
insegna ci che deve essere fatto. ,uesta
parte rientra nella sfera delle conoscenze
generali e si corrope col tepo an
ano che si allontana dalla sua origine.
!5altra parte insegna coe fare ci che
insegna la pria. 8ssa " conservata
segretaente in certe scuole e col suo
aiuto " sepre possibile rettificare ci che
" stato falsato nella pria parte, o
reintegrare ci che " stato dienticato.
4#enza questa seconda parte, non pu
esistere conoscenza della religione o, in
ogni caso, questa conoscenza resta
incopleta e olto suggestiva. 4,uesta
parte segreta esiste nel $ristianesio, cos1
coe in tutte le altre religioni autentiche, e
insegna coe seguire i precetti del $risto e
ci che essi realente significano6.
4)n genere conosciao pochissio del
$ristianesio e delle fore del culto
cristiano, non conosciao affatto la sua
storia, coe pure l5origine di un5infinit di
cose. /er esepio la chiesa, il tepio dove
si riuniscono i fedeli e dove sono celebrati
gli uffizi secondo riti particolari, quali
origini ha? ,uanta gente non vi ha ai
pensato7 2aluni ritengono che le fore
esteriori del culto, i riti, i cantici, siano
stati inventati dai /adri della $hiesa. Altri
pensano che le fore esteriori sono state
prese a prestito in parte dai pagani, ed in
parte dagli ebrei. Ma tutto ci non " vero.
!a questione delle origini della $hiesa
cristiana, vale a dire del tepio cristiano,
" olto pi* interessante di quel che
pensiao. )nnanzi tutto, la $hiesa e il
culto, nella fora sotto la quale
apparivano nei prii secoli dell5era
cristiana, non poteva derivare dal
paganesio' non vi era niente di siile, n0
nei culti greci e roani, n0 nel giudaiso.
!a sinagoga, il tepio ebreo, i tepli greci
e roani, con i loro nuerosi dei, erano
olto differenti dalla chiesa cristiana,
quale essa apparve nel prio e nel
secondo secolo. !a chiesa cristiana " una
scuola e nessuno sa pi* che lo sia.
)aginatevi una scuola, dove i aestri
tengano le loro lezioni e le loro
diostrazioni senza sapere che si tratta di
lezioni e di diostrazioni e dove gli allievi
o i seplici auditori considerino questi
corsi e diostrazioni coe cerionie, riti
o 9sacraenti5, ossia agia. ,uesto
assoiglierebbe olto alla chiesa
cristiana dei nostri giorni.
4!a chiesa cristiana, la fora cristiana
del culto, non sono state inventate dai
/adri della $hiesa. 2utto " stato preso in
8gitto : a non dall58gitto a noi noto&
bens1 da un 8gitto che non conosciao.
,uell58gitto era nello stesso luogo
dell5altro, a era esistito olto tepo
pria. #olo infie vestigia sono
sopravvissute nei tepi storici, a furono
conservate in segreto, e cos1 bene che non
sappiao neeno dove. 4(i sebrer
strano se dico che questo 8gitto
preistorico era cristiano olte igliaia
d5anni pria della nascita di $risto, o per
eglio dire che la sua religione si fondava
sugli stessi principi, sulle stesse idee del
vero $ristianesio. )n questo 8gitto
preistorico, vi erano speciali scuole
chiaate 9scuole di ripetizione5. )n quelle
scuole si davano a date fisse, e in alcune di
esse anche tutti i giorni, delle ripetizioni
pubbliche, in fora condensata, del corso
copleto delle scienze insegnate. !a
9ripetizione5 durava talvolta una settiana
intera o anche un ese. Grazie a queste
9ripetizioni5 coloro che avevano seguito i
corsi conservavano il contatto con le
scuole e potevano cos1 ritenere tutto ci
che avevano iparato. Alcuni venivano da
olto lontano per assistere a queste
9ripetizioni5 e ripartivano con un
sentiento nuovo della loro appartenenza
alla scuola. Nel corso dell5anno, c5erano
giornate speciali consacrate a delle
ripetizioni olto pi* coplete, che si
svolgevano con una solennit particolare e
questi stessi giorni prendevano un senso
sibolico. 4,ueste scuole di ripetizione
servirono di odello alle chiese cristiane.
Nelle chiese cristiane le fore di culto
rappresentano, quasi interaente, 9il ciclo
di ripetizione5 delle scienze che trattano
dell5%niverso e dell5uoo. !e preghiere
individuali, gli inni, il responsorio, tutto
aveva, in queste ripetizioni, il suo proprio
senso cos1 coe le feste e tutti i siboli
religiosi' a il loro significato " stato
perso da olto tepo6.
"Le possi"ilit) dell'uomo sono immense
4on potete neppure farvi un'idea di ci che
un uomo capace di raggiungere =a nel
sonno nulla pu essere raggiunto 4ella
coscienza di un uomo addormentato, le sue
illusioni, i suoi 'sogni', si mescolano alla
realt) L'uomo vive in un mondo
soggettivo al quale gli impossi"ile
sfuggire .cco perch non pu mai fare uso
di tutti i poteri che possiede e vive sempre
soltanto in una piccola parte di s stesso" 8
G$Gurdjieff
*i che un uomo semina, raccoglie $l
futuro determinato dalle azioni del
presente, sia esso "uono o cattivo, il
risultato del passato .' dovere di uomo
preparare il futuro in ogni momento del
presente, e di aggiustare quello che stato
fatto di s"agliato !uesta la legge del
destino 3enedetta sia la fonte prima di
tutte le leggiI 8 G$Gurdjieff
.#%C-%%? D- 5+C-==.4%$ D$ 94
$4#.G4-=.4%? #*?4?#*$9%?6 di
/D?uspens02
*ome pu l@uomo essere indipendente
dalle influenze esteriori, dalle grandi forze
cosmiche, quando schiavo di tutto ci che
lo circonda> .gli in "alia di tutte le cose
intorno a lui #e fosse capace di li"erarsi
dalle cose, potre""e anche li"erarsi dalle
influenze planetarie 5Li"ert), li"erazione
!uesto deve essere lo scopo dell@uomo
Diventare li"ero, sfuggire alla schiavit( H
ecco ci per cui un uomo dovre""e lottare
allorch diventato, anche solo un poco,
cosciente della sua situazione !uesta la
sola via d@uscita per lui, poich nient@altro
possi"ile finch resta uno schiavo,
interiormente ed esteriormente =a non
pu cessare d@essere schiavo esteriormente
finch resta schiavo interiormente *os1,
per diventare li"ero, deve conquistare la
li"ert) interiore 5La prima ragione della
schiavit( interiore dell@uomo la sua
ignoranza, e, soprattutto l@ignoranza di s
stesso #enza la conoscenza di s, senza la
comprensione del moto e delle funzioni
della sua macchina, l@uomo non pu essere
li"ero, non pu governarsi e rester) sempre
uno schiavo, in "alia delle forze che
agiscono su di lui 5.cco perch, negli
insegnamenti antichi, la prima richiesta a
chi si metteva sulla via della li"erazione,
era, Q*onosci te stesso@ 5
5!ueste parole, disse G, che sono
generalmente attri"uite a #ocrate, si
trovano alla "ase di parecchie dottrine e
scuole molto pi( antiche della scuola
socratica =a "ench il pensiero moderno
non ignori l@esistenza di questo principio,
non ha che un@idea molto vaga del suo
significato e della sua portata L@uomo
ordinario del nostro tempo, anche se si
interessa alla filosofia o alle scienze, non
comprende che il principio Q*onosci te
stesso@ si riferisce alla necessit) di
conoscere la propria macchina, la
Qmacchina umana@ La struttura della
macchina pi( o meno la stessa in tutti gli
uomini; quindi questa struttura che
l@uomo deve per prima cosa studiare, cio
le funzioni e le leggi del suo organismo 5$l
principio Q*onosci te stesso@ ha un
contenuto molto ricco .sso richiede in
primo luogo, all@uomo che vuole
conoscersi, di comprendere ci che questo
significa, in quale insieme di relazioni
s@inscriva questa conoscenza e da che cosa
essa necessariamente dipenda
5La conoscenza di s uno scopo molto
alto, ma molto vago e distante L@uomo nel
suo stato attuale molto lontano dalla
conoscenza di s !uesta la ragione per
cui, rigorosamente parlando, lo scopo di un
uomo non pu essere definito la
conoscenza di s $l suo grande scopo deve
essere lo studio di s /er lui sar)
ampiamente sufficiente comprendere che
deve studiare s stesso .cco lo scopo
dell@uomo, cominciare a studiare s stesso,
conoscere s stesso, nel modo pi( giusto
5Lo studio di s il lavoro, o la via, che
conduce alla conoscenza di s 5=a per
studiare s stessi, occorre innanzitutto
imparare come studiare, da dove
cominciare, quali mezzi impiegare 9n
uomo deve imparare come studiare s
stesso, deve imparare i metodi dello studio
di s 5$l metodo fondamentale per lo
studio di s l@osservazione di s #enza
una osservazione di s eseguita in modo
corretto, un uomo non comprender) mai
come le diverse funzioni della sua
macchina siano collegate e in correlazione
tra loro, non comprender) mai come e
perch, in lui, Qtutto accade@
5<i sono due metodi di osservazione di s,
il primo l@analisi, o i tentativi di analisi,
cio i tentativi di trovare una risposta a
queste domande, Da che dipende tale cosa,
e perch si verifica> $l secondo il metodo
delle constatazioni, che consiste
semplicemente nel registrare nella propria
mente tutto ci che si osserva nel momento
presente 5L@osservazione di s, soprattutto
all@inizio, non deve con nessun pretesto
diventare analisi, o tentativo di analisi
/rima di poter analizzare i fenomeni anche
pi( elementari, un uomo deve accumulare
sufficiente materiale sotto forma di
Qregistrazioni@ Le registrazioni, risultato di
una osservazione diretta di ci che avviene
in un determinato momento, sono il
materiale pi( importante nello studio di s
!uando le registrazioni siano state raccolte
in numero sufficiente e al tempo stesso le
leggi siano state studiate e comprese fino a
un certo punto, allora l@analisi diventa
possi"ile
5!uante volte mi avete domandato se non
sare""e possi"ile arrestare le guerre>
*ertamente, sare""e possi"ile 3astere""e
che la gente si svegliasse #em"ra una cosa
da nulla 4on vi nulla, invece, di pi(
difficile, perch il sonno indotto e
mantenuto dall@intera vita circostante, da
tutte le condizioni dell@am"iente 5*ome
svegliarsi> *ome sfuggire a questo sonno>
!ueste domande sono le pi( importanti, le
pi( vitali che un uomo si possa porre =a
prima di porsele, egli dovr) convincersi del
fatto stesso del suo sonno . gli sar)
possi"ile convincersene solo tentando di
svegliarsi !uando avr) compreso che non
si ricorda mai di s stesso, e che il
ricordarsi di s significa risvegliarsi fino ad
un certo grado, e quando avr) visto per
esperienza quanto sia difficile ricordarsi di
s, allora comprender) che per svegliarsi
non "asta desiderarlo /i( rigorosamente,
diremo che un uomo non pu svegliarsi da
s =a se venti uomini si mettono
d@accordo e sta"iliscono che il primo di
essi che si sveglier), sveglier) gli altri, essi
hanno gi) una possi"ilit) %uttavia, anche
questo insufficiente, perch questi venti
uomini possono dormire nello stesso tempo
e sognare di svegliarsi Dunque
necessario qualcosa di pi( !uesti venti
uomini devono essere sorvegliati da un
uomo che non sia addormentato o che non
si addormenti cos1 facilmente come gli
altri, o che si metta coscientemente a
dormire quando ci possi"ile, quando
non pu risultarne alcun male n per lui, n
per gli altri .ssi devono trovare un tale
uomo e accaparrarselo, affinch li svegli e
impedisca loro di ricadere nel sonno #enza
questa condizione, impossi"ile svegliarsi
!uesto "isogna comprenderlo
5F possi"ile pensare per migliaia di anni,
possi"ile scrivere "i"lioteche intere,
inventare teorie a milioni e tutto questo nel
sonno, senza alcuna possi"ilit) di risveglio
-l contrario, queste teorie e questi li"ri
inventati e scritti da gente addormentata,
avranno semplicemente l@effetto di
trascinare altri uomini nel sonno, e cos1 di
seguito 54on vi niente di nuovo
nell@idea del sonno +in dalla creazione del
mondo, stato detto agli uomini che essi
erano addormentati e che dovevano
svegliarsi /er esempio, quante volte
leggiamo nei <angeli, Q#vegliatevi@,
<egliate@, Qnon dormite@ $ discepoli del
*risto, persino nel Giardino di Getsemani,
mentre il loro =aestro pregava per l@ultima
volta, dormivano !uesto dice tutto =a gli
uomini lo comprendono> .ssi considerano
ci una figura retorica, una metafora 4on
vedono affatto che deve essere preso alla
lettera . di nuovo facile capire perch
/er prenderlo alla lettera occorrere""e
svegliarsi un po@, o per lo meno tentare di
svegliarsi =i stato sovente chiesto,
seriamente, perch i <angeli non parlano
mai del sonno, mentre se ne parla in ogni
pagina *i dimostra semplicemente che la
gente legge il <angelo dormendo
5+intante che un uomo in un sonno
profondo, interamente sommerso dai suoi
sogni, non pu neppure pensare di essere
addormentato #e potesse pensare di essere
addormentato, si svegliere""e . cos1
vanno le cose, senza che gli uomini
a""iano la minima idea di tutto quel che
perdono a causa del loro sonno *ome ho
gi) detto, l@uomo, cos1 come , cos1 come
la natura lo ha creato, pu diventare un
essere cosciente di s *reato a questo
scopo, nasce per questo scopo =a egli
nasce fra gente addormentata e,
naturalmente, cade a sua volta in un sonno
profondo, proprio nel momento in cui
dovre""e incominciare a prendere
coscienza di s ?gni cosa vi ha parte,
l@involontaria imitazione degli adulti da
parte del "am"ino, le suggestioni
volontarie o involontarie e la cosiddetta
Qeducazione@ ?gni tentativo di risveglio da
parte del "am"ino stroncato sul nascere
F inevita"ile !uanti sforzi pi( tardi per
svegliarsiI . di quanto aiuto si avr)
"isogno allorquando migliaia di a"itudini,
che spingono al sonno, saranno state
accumulate 5Le possi"ilit) dell@uomo sono
immense 4on potete neppure farvi un@idea
di ci che un uomo capace di
raggiungere =a nel sonno nulla pu essere
raggiunto 4ella coscienza di un uomo
addormentato, le sue illusioni, i suoi
Qsogni@, si mescolano alla realt) L@uomo
vive in un mondo soggettivo al quale gli
impossi"ile sfuggire .cco perch non pu
mai fare uso di tutti i poteri che possiede e
vive sempre soltanto in una piccola parte di
s stesso
5F gi) stato detto che lo studio di s e
l@osservazione di s, se condotti in modo
corretto, portano l@uomo a rendersi conto
che vi Qqualche cosa di s"agliato, nella
sua macchina e nelle sue funzioni, nel loro
stato ordinario .gli capisce che, proprio
perch addormentato, vive e lavora solo
in una piccola parte di s *apisce che per
la stessa ragione la maggior parte delle sue
possi"ilit) restano non realizzate e la
maggior parte dei suoi poteri, non
utilizzati .gli sente di non ricavare dalla
vita tutto ci che essa potre""e dargli, e
che la sua incapacit) dipende da certi
difetti funzionali della sua macchina, del
suo apparecchio ricevente L@idea dello
studio di s acquista ai suoi occhi un
significato nuovo .gli sente che forse non
vale neppure la pena di studiarsi cos1
com@ ora <ede ogni funzione nel suo
stato attuale, e come potre""e o dovre""e
diventare L@osservazione di s induce
l@uomo a riconoscere la necessit) di
cam"iare /raticandola, egli si rende conto
che il solo fatto di osservare s stesso
produce certi cam"iamenti nei suoi
processi interiori *omincia a capire che
l@osservazione di s per lui un mezzo per
cam"iare, uno strumento di risveglio
?sservando s stesso, egli proietta in
qualche modo un raggio di luce sui suoi
processi interiori, che fino ad allora si
erano effettuati in un@oscurit) pressoch
totale ., sotto l@influenza di questa luce,
tali processi cominciano a cam"iare <i
sono un gran numero di processi chimici
che possono aver luogo soltanto in
mancanza di luce .sattamente nello stesso
modo, un gran numero di processi psichici
possono aver luogo soltanto nell@oscurit)
-nche un "arlume di coscienza
sufficiente a cam"iare completamente il
carattere dei processi a"ituali e rendere
impossi"ile un gran numero di essi $ nostri
processi psichici &la nostra alchimia
interiore' hanno molti punti in comune con
questi processi chimici nei quali la luce
cam"ia il carattere del processo, e sono
soggetti a leggi analoghe
. per cominciare l@osservazione di s e lo
studio di s, indispensa"ile imparare a
dividersi L@uomo deve rendersi conto che
in realt) composto da due uomini
Cicordatevi ci che stato detto prima,
l@osservazione di s conduce un uomo alla
constatazione del fatto che egli non si
ricorda di s La sua impotenza a ricordarsi
di s uno dei tratti pi( caratteristici del
suo essere e la vera causa di tutto il suo
comportamento !uesta impotenza si
manifesta in mille modi .gli non ricorda
le sue decisioni, non ricorda la parola che
ha dato a s stesso, non ricorda ci che ha
detto o provato un mese, una settimana, un
giorno o soltanto un@ora addietro $nizia un
lavoro, e dopo un certo lasso di tempo
dimentica perch l@ha cominciato F
soprattutto nel lavoro su di s, che questo
fenomeno si produce con una frequenza del
tutto particolare 9n uomo non pu
ricordare una promessa fatta ad altri se non
con l@aiuto di associazioni artificiali, di
associazioni educate in lui, le quali, a loro
volta, si associano a ogni genere di
concezioni, anche queste create
artificialmente, quali RS Qonore@, l Qonest)@,
il Qdovere@ e cos1 via /arlando in generale,
si pu affermare con certezza che per una
cosa che l@uomo ricorda, ve ne sono
sempre dieci, "en pi( importanti, che
dimentica 5/er questo, le sue opinioni e i
suoi punti di vista sono privi di qualsiasi
sta"ilit) e precisione L@uomo non ricorda
ci che ha pensato o detto; e non ricorda
come ha pensato o come ha parlato 5*i ,
a sua volta, in rapporto con una delle
caratteristiche fondamentali
dell@atteggiamento dell@uomo verso s
stesso e verso gli altri, vale a dire, la sua
costante Qidentificazione@ a tutto ci che
prende la sua attenzione, i suoi pensieri o i
suoi desideri, e la sua immaginazione
5L@ Qidentificazione@ una caratteristica
talmente comune, che nell@intento di
osservare s stessi, difficile separarla da
altre cose L@uomo sempre in stato di
identificazione, ci che cam"ia solo
l@oggetto della sua identificazione
5L@uomo si identifica con un piccolo
pro"lema che trova sul suo cammino e
dimentica completamente i grandi scopi
che si proponeva all@inizio del suo lavoro
#i identifica con un pensiero e dimentica
tutti gli altri #i identifica con una
emozione, con un umore, e dimentica gli
altri suoi sentimenti pi( profondi
Lavorando su di s, le persone si
identificano talmente con scopi isolati da
perdere di vista l@insieme $ pochi al"eri
pi( vicini finiscono per rappresentare, per
loro, tutta la foresta 5L@identificazione il
nostro nemico pi( terri"ile, perch penetra
ovunque e ci inganna proprio nel momento
in cui crediamo di lottare contro di essa #e
ci tanto difficile li"erarci dalla
identificazione, perch ci identifichiamo
pi( facilmente con le cose a cui siamo
maggiormente interessati, quelle alle quali
diamo tutto il nostro tempo, il nostro
lavoro e la nostra attenzione /er li"erarsi
dall@identificazione, l@uomo deve stare
costantemente in guardia ed essere
inflessi"ile verso s stesso, non deve aver
paura di smascherare tutte le sue forme pi(
sottili e nascoste 5L@identificazione
l@ostacolo principale al ricordarsi di s 9n
uomo che si identifica incapace di
ricordarsi di s stesso /er potersi ricordare
di s, occorre per prima cosa non
identificarsi =a per imparare a non
identificarsi, l@uomo deve innanzi tutto non
identificarsi con s stesso, non chiamare s
stesso Qio@ sempre e in tutte le occasioni
.gli deve ricordarsi che in lui sono due,
che c@ lui stesso, cio Q$o@ in lui, e un
altro, con il quale deve lottare e che deve
vincere se desidera raggiungere qualcosa
+in quando un uomo si identifica o
suscetti"ile di identificarsi, schiavo di
tutto ci che pu accadergli La li"ert)
significa innanzi tutto, li"erarsi
dall@identificazione
Durante quasi tutte le sue spiegazioni G
ritornava su un tema che evidentemente
considerava della massima importanza, ma
che parecchi tra noi avevano molta
difficolt) ad assimilare
5Lo sviluppo dell@uomo, egli diceva, si
effettua secondo due linee, Qsapere@ ed
Qessere@ =a affinch l@evoluzione avvenga
correttamente, le due linee devono
procedere insieme, parallele l@una all@altra
e sostenersi reciprocamente #e la linea del
sapere sorpassa troppo quella dell@essere, e
se la linea dell@essere sorpassa troppo
quella del sapere, lo sviluppo dell@uomo
non pu farsi regolarmente; prima o poi
deve fermarsi 5La gente afferra ci che si
intende per Qsapere@ #i riconosce che il
sapere pu essere pi( o meno vasto e di
qualit) pi( o meno "uona =a questa
comprensione non viene applicata
all@essere /er essi l@essere significa
semplicemente Q l@esistenza Q che
contrappongono alla Qnon esistenza@ 4on
comprendono che l@essere pu situarsi a
livelli molto differenti e comportare
diverse categorie
/rendete per esempio l@essere di un
minerale e l@essere di una pianta #ono due
esseri differenti L@essere di una pianta e
quello di un animale sono anch@essi due
esseri differenti, e cos1 pure l@essere di un
animale e quello di un uomo =a due
uomini possono differire nel loro essere pi(
ancora di quanto un minerale e un animale
differiscono tra loro . questo proprio ci
che le persone non comprendono 4on
comprendono che il sapere dipende
dall5essere. . non soltanto non lo
comprendono, ma non lo vogliono
comprendere $n modo particolare nella
civilt) occidentale, si ammette che un
uomo possa avere un vasto sapere, che per
esempio egli possa essere un illustre
sapiente, autore di grandi scoperte, un
uomo che fa progredire la scienza, e nello
stesso tempo possa essere, ed a""ia il
diritto di essere, un povero piccolo uomo
egoista, cavilloso, meschino, invidioso,
vanitoso, ingenuo e distratto #em"ra
normale che un professore de""a
dimenticare dappertutto il suo om"rello
.ppure proprio questo il suo essere =a
si ritiene, in occidente, che il sapere di un
uomo non dipende dal suo essere Le
persone accordano un valore massimo al
sapere, ma non sanno accordare all@essere
un valore eguale e non si vergognano del
livello inferiore del loro essere 4on si
comprende neppure ci che questo
significhi 4on si comprende che il grado
del sapere di un uomo in funzione del
grado del suo essere
5-llorch il sapere sorpassa di troppo
l@essere, esso diventa teorico, astratto,
inapplica"ile alla vita; pu anche diventare
nocivo, perch invece di servire la vita e
aiutare le persone nella lotta contro le
difficolt) questo sapere comincia a
complicare tutto; di conseguenza non pu
che apportare nuove difficolt), nuovi
tur"amenti ed ogni sorta di calamit) che
prima non esistevano 5La ragione di ci
che il sapere, quando non in armonia con
l@essere, non potr) mai essere a""astanza
grande, o per meglio dire, sufficientemente
qualificato per i reali "isogni dell@uomo
#ar) il sapere di una cosa legato
all@ignoranza di un5altra' sar) il sapere
del particolare legato all@ignoranza
del tutto, il sapere della fora che
ignora l5essenza. 59na tale preponderanza
del sapere sull@essere pu essere constatata
nella cultura attuale L@idea del valore e
dell@importanza del livello del l@essere
stata completamente dimenticata 4on si
comprende pi( che il livello del sapere
determinato dal livello dell@essere
.ffettivamente ad ogni livello di essere
corrispondono determinate possi"ilit) di
sapere, "en definite 4ei limiti di un certo
Qessere@ la qualit) del sapere non pu essere
cam"iata; solo possi"ile l@accumularsi di
informazioni di una sola e medesima
natura 9n cam"iamento della natura del
sapere impossi"ile senza un cam"iamento
nella natura dell@essere
5/reso in s, l@essere di un uomo presenta
molteplici aspetti !uello dell@uomo
moderno si caratterizza soprattutto per
l@assenza di unit in se stesso e per
l@assenza della "ench minima traccia di
quelle propriet) che specialmente ama
attri"uirsi, la Qlucidit) di Qcoscienza@, la
Qvolont) li"era@, un Q.go permanente@ o
Q$o@ e la Qcapacit) di fare@ #1, per
stupefacente che ci possa sem"rarvi, vi
dir che la caratteristica principale
dell@essere di un uomo moderno, e ci
spiega tutto ci che gli anca, " il
sonno. 5L@uomo moderno vive nel sonno;
nato nel sonno, egli muore nel sonno Del
sonno, del suo significato e della parte che
ha nella vita, parleremo pi( tardi, ora
riflettete soltanto su questo, che cosa pu
conoscere un uomo che dorme> #e ci
pensate, ricordandovi nello stesso tempo
che il sonno la caratteristica principale
del nostro essere, su"ito vi diverr) evidente
che un uomo, se vuole realmente
conoscere, deve innanzi tutto riflettere
sulla maniera di svegliarsi, cio sulla
maniera di cam"iare il suo essere.
5$n generale l5equilibrio dell@essere e del
sapere anche pi( importante di uno
sviluppo separato dell@uno o dell@altro
/oich uno sviluppo separato dell@essere o
del sapere non in alcun modo
desidera"ile 3ench sia precisamente
questo sviluppo unilaterale che sem"ra
attrarre particolarmente la gente 5-llorch
il sapere predomina sull@essere, l@uomo sa,
a non ha il potere di fare. F un sapere
inutile -l contrario, quando
l@essere predomina sul sapere, l@uomo ha
il potere di fare, ma non sa che cosa deve
fare *os1 l@essere che egli ha acquisito non
pu servirgli a nulla e tutti i suoi sforzi
saranno stati inutili 54ella storia
dell@umanit), troviamo numerosi esempi di
intere civilt) che perirono sia perch il loro
sapere superava il loro essere, sia perch il
loro essere superava il loro sapere6
)l sapere " una cosa, la coprensione "
un5altra. =a la gente confonde spesso
queste due idee, oppure non vede
nettamente dove sta la differenza 5$l
sapere di per s stesso non d)
comprensione . la comprensione non
potre""e essere aumentata da un
accrescimento del solo sapere La
comprensione dipende dalla relazione tra il
sapere e l@essere La comprensione risulta
dalla congiunzione del sapere e dell@essere
Di conseguenza l@essere ed il sapere non
de""ono divergere troppo, altrimenti la
comprensione risultere""e molto distante
dall@uno e dall@altro Cipetiamo, la
relazione tra il sapere e l@essere non cam"ia
per un semplice accrescimento del sapere
.ssa cam"ia solamente quando l@essere
cresce parallelamente al sapere $n altri
termini, la comprensione non cresce che in
funzione dello sviluppo dell@essere 5Le
persone, sovente confondono questi
concetti e non afferrano chiaramente quale
la differenza tra di essi /ensano che se si
sa di pi(, si deve comprendere di pi(
!uesto il motivo per cui esse accumulano
il sapere o quello che chiamano cos1, ma
non sanno come si accumula la
comprensione e non se ne preoccupano
5%uttavia una persona esercitata
all@osservazione di s, sa con certezza che
in differenti periodi della sua vita ha
compreso una stessa idea, uno stesso
pensiero, in modo totalmente diverso
#ovente le sem"ra strano, di aver potuto
comprendere cos1 male ci che adesso
crede di comprendere cos1 "ene .,
ciononostante, si rende conto che il suo
sapere rimasto lo stesso, e che oggi non
sa niente pi( di ieri *he cosa dunque
cam"iato> F il suo essere che cam"iato
!uando l@essere cam"ia, anche la
comprensione deve cam"iare
5La differenza tra il sapere e la
comprensione ci diventa chiara quando ci
rendiamo conto che il sapere pu essere
funzione di un solo centro La
comprensione, invece, risulta dalla
funzione di tre centri *os1 l@apparecchio
del pensiero pu sapere qualcosa =a la
comprensione appare soltanto quando un
uomo ha il sentiento e la sensazione di
tutto ci che si ricollega al suo sapere
54on vi nulla nel mondo, dal sistema
solare fino all@uomo e dall@uomo fino
all@atomo, che non salga o non scenda, che
non si evolva o non degeneri, che non si
sviluppi o non decada Ma nulla si
evolve eccanicaente. #olo la
degenerazione e la distruzione procedono
meccanicamente *i che non pu
evolversi coscientemente, degenera
L@aiuto esterno non possi"ile che nella
misura in cui apprezzato e accettato,
anche se esso lo all@inizio solo dal
sentimento 5$l linguaggio che permette la
comprensione, si "asa sulla conoscenza del
rapporto dell@oggetto che si esamina con la
sua evoluzione possi"ile, sulla conoscenza
del suo posto nella scala evolutiva 5-
questo fine, un gran numero delle nostre
idee comuni sono divise in conformit) agli
stadi di questa evoluzione
5L@uomo non ha un Q$o@ permanente ed
immuta"ile ?gni pensiero, ogni umore,
ogni desiderio, ogni sensazione dice Q$o@ .
ogni volta sem"ra doversi ritenere certo
che questo Qio@ appartiene alla 2otalit
dell@uomo, all@uomo intero, e che un
pensiero, un desiderio, un@avversione sono
l@espressione di questa %otalit) $n realt)
nessuna prova pu essere portata per
convalidare questa affermazione ?gni
pensiero dell@uomo, ognuno dei suoi
desideri si manifesta e vive6 in un modo
completamente indipendente e separato
dalla sua %otalit) . la %otalit) dell@uomo
non si esprime mai, per la semplice ragione
che non esiste come tale, salvo che
fisicamente come una cosa, ed
astrattamente come un concetto L@uomo
non ha un Q$o@ individuale -l suo posto vi
sono centinaia e migliaia di piccoli Qio@
separati che il pi( delle volte si ignorano,
non hanno alcuna relazione, o, al contrario,
sono ostili gli uni agli altri, esclusivi ed
incompati"ili -d ogni attimo, ad ogni
momento, l@uomo dice o pensa Q$o@ .d
ogni volta il suo Qio@ differente 9n attimo
fa era un pensiero, ora un desiderio, poi
una sensazione, poi un altro pensiero e cos1
via, senza fine !5uoo " una pluralit. $l
nome dell@uomo legione 5L@alternarsi di
questi Qio@, le loro lotte manifeste, di ogni
istante, per la supremazia, sono comandate
dalle influenze esteriori accidentali $l
calore, il sole, il "el tempo richiamano
su"ito tutto un gruppo di Qio@ $l freddo, la
pioggia, la ne""ia richiamano un altro
gruppo di Qio@, altre associazioni, altri
sentimenti, altre azioni . non c@ niente
nell@uomo che sia in grado di controllare i
cam"iamenti di questi Qio@, principalmente
perch l@uomo non li nota, o non, ne ha
alcuna idea; egli vive sempre nell@ultimo
Qio@ -lcuni, naturalmente, sono pi( forti
degli altri, ma non della loro propria forza
cosciente .ssi sono stati creati dalla forza
degli avvenimenti o dagli stimoli
meccanici esterni L@imitazione,
l@educazione, la lettura, l@ipnotismo della
religione, delle caste e delle tradizioni, o la
seduzione degli ultimi slogan, danno
origine nella personalit) dell@uomo a degli
Qio@ molto forti che dominano intere serie
di altri Qio@ pi( de"oli =a la loro forza non
che quella dei rulli nei centri . tutti
questi Qio@ che costituiscono la personalit)
dell@uomo hanno la stessa origine delle
incisioni sui rulli, sia gli uni che gli altri
sono i risultati delle influenze esteriori e
sono messi in movimento e comandati
dalle influenze del momento 5L@uomo non
ha individualit) 4on ha un grande Q$o@
unico L@uomo diviso in una moltitudine
di piccoli Qio@ 5.d ogni piccolo Qio@
separato capace di chiamare se stesso col
nome della %otalit), di agire in nome della
%otalit), di fare delle promesse, prendere
delle decisioni, essere d@accordo o non
essere d@accordo con quello che un altro
Qio@, o la %otalit) dovre""e fare !uesto
spiega perch la gente prende cos1 spesso
delle decisioni e le mantiene cos1
raramente 9n uomo decide di alzarsi
presto, cominciando dall@indomani 9n
Qio@, o un gruppo di Qio@, prende questa
decisione =a l@alzarsi una cosa che
riguarda un altro Qio@, che non affatto
d@accordo, e che pu persino non essere
stato messo al corrente della cosa
4aturalmente quest@uomo continuer) a
dormire il mattino seguente e la sera
decider) di nuovo di alzarsi presto $n certi
casi questo pu comportare conseguenze
molto spiacevoli 9n piccolo Qio@
accidentale pu, a un certo momento, fare
una promessa, non a se stesso, ma a
qualcun altro, semplicemente per vanit) o
per divertimento /oi scompare, ma
l@uomo, ossia l@insieme degli altri Qio@ che
sono assolutamente innocenti, dovr) forse
pagare tutta la vita per questo scherzo F la
tragedia dell@essere umano, che qualunque
piccolo Qio@ a""ia cos1 il potere di firmare
assegni e cam"iali e che sia in seguito
l@uomo, ossia la totalit), che de""a farvi
fronte <ite intere trascorrono cos1, per
regolare dei de"iti contratti da piccoli Qio@
accidentali 5Gli insegnamenti orientali
contengono varie immagini allegoriche che
cercano di ritrarre la natura dell@essere
umano da questo punto di vista 5#econdo
uno di essi, l@uomo paragonato a una casa
senza /adrone n sovrintendente, occupata
da una moltitudine di servitori che hanno
interamente dimenticato i loro doveri,
nessuno vuole fare ci che deve; ognuno
cerca di essere il padrone, non fosse che
per un momento, e, in questa specie di
anarchia, la casa minacciata dai pi( gravi
pericoli La sola speranza di salvezza che
un gruppo di servitori pi( sensati si
riuniscano ed eleggano
un sovrintendente temporaneo, cio
un sovrintendente delegato. !uesto
sovrintendente delegato pu allora mettere
gli altri servitori al loro posto, e costringere
ognuno a fare il proprio lavoro, la cuoca in
cucina, il cocchiere nella scuderia, il
giardiniere in giardino, e cos1 via $n questo
modo, la Qcasa@ pu essere pronta per
l@arrivo del vero sovrintendente, il quale a
sua volta preparer) l@arrivo del vero
/adrone 5$l paragone dell@uomo con una
casa che aspetta l@arrivo del padrone
frequente negli insegnamenti orientali che
hanno conservato tracce dell@antica
conoscenza e, come sapete, questa idea
appare sotto varie forme, anche in molte
para"ole dei <angeli 5=a anche se l@uomo
comprendesse nel modo pi( chiaro le sue
possi"ilit), questo non lo fare""e
progredire di un solo passo verso la loro
realizzazione /er essere in grado di
realizzare queste possi"ilit), deve avere un
desiderio di li"erazione molto forte, deve
essere pronto a sacrificare tutto, a rischiare
tutto per la propria li"erazione6
5 ;iguardo all5evoluzione " necessario
coprendere fin dall5inizio che non esiste
possibilit di una evoluzione eccanica.
!5evoluzione dell5uoo " l5evoluzione
della sua coscienza, e la coscienza non pu
evolvere inconsciaente. !5evoluzione
dell5uoo " l5evoluzione della sua volont,
e la (olont non pu evolversi
involontariaente. !5evoluzione dell5uoo
" l5evoluzione del suo potere di fare e
4fare6 non pu essere il risultato di ci
che 4accade.6 &2..2urd<ieff'
L@uomo rimane un mistero a s stesso 4el
mondo in cui vive tutto impermanente e
condizionato, tuttavia, egli sente in s una
grande nostalgia per l@assoluto,
l@incondizionato, un@aspirazione ad essere
!uesto crea in lui un@inquietudine, un
grande vuoto, una mancanza essenziale che
si esprime in un linguaggio insolito che
non riesce a comprendere .@ una
mancanza che fa sorgere quesiti a cui non
trova risposte #i rende conto di non sapere
da dove proviene e di non sapere dove sta
andando Le grandi religioni sono
degenerate cos1 tanto che da molto tempo
poco o nulla di vivo rimasto in ognuna di
esse per poterlo aiutare *iononostante, il
"isogno di comprendere e di trovare un
insegnamento per la crescita spirituale
rimane vivo nell@essere umano
L@uomo un organismo capace di
intraprendere un@evoluzione interiore che
pu eventualmente portarlo ad acquisire un
$o Ceale ed imperituro .gli occupa un
posto importante nella *reazione, ma
imprigionato in un profondo sonno e cos1
com@, vive utilizzando solo una piccola
parte delle sue potenzialit) #i trova in una
condizione di esistenza irreale che provoca
in lui grande squili"rio e separazione
Ceagisce meccanicamente ad una serie di
stimoli interni ed esterni non avendo
nessun controllo su di essi e senza avere
niente che gli permetta di dare una risposta
adeguata alle impressioni che riceve Lo
sviluppo delle potenzialit) nascoste della
natura umana e la li"erazione dalla
schiavit( interiore richiede metodi
appropriati e sforzi coscienti, non un
processo automatico o solo un sapere
teorico
/er questo motivo sin dai tempi pi( remoti
sono esistite scuole e monasteri legati
all@insegnamento delle tradizionali vie di
perfezionamento spirituale, la via della
conoscenza "asata sull@intelletto; la via
della devozione e della fede religiosa; la
via della lotta con il corpo fisico per
acquisire potere su di esso La !uarta <ia
il cammino della trasformazione accelerata,
che non richiede l@isolamento dalle
condizioni della vita ordinaria .@ un
insegnamento di saggezza pratica che si
applica nel momento presente della nostra
esistenza quotidiana
L@insegnamento della !uarta <ia fornisce
un@educazione equili"rata dei differenti lati
della natura umana e offre i metodi pratici
necessari allo sviluppo armonico dei centri
fisico, emotivo ed intellettuale Lo scopo
primario della !uarta <ia il
raggiungimento di uno stato "ilanciato dei
tre centri, il cui manifestarsi nella vita
quotidiana risveglia l@uomo ad uno stato di
coscienza che gli permette di percepire se
stesso, di ricevere impressioni di una
qualit) pi( fine e di avere un sapore delle
Cealt) che inizia a rendere la sua essenza
attiva e la sua personalit) passiva /er
questo scopo necessario un lavoro
individuale, una lotta cosciente per
rimanere svegli ed acquisire una profonda
conoscenza di s stessi accogliendo le
possi"ilit) presenti qui ed ora
5 -ovete coprendere che se ci siao
avventurati alla ricerca del caino della
trasforazione accelerata, stiao facendo
qualcosa di olto difficile a possibile.
$i " possibile per coloro che seguono un
caino equilibrato. Non " possibile
attraverso nessuna via esagerata o
estrea. ,uesto " il otivo per cui "
chiaata la via di ezzo. Nessun etodo
dovrebbe essere usato esclusivaente. Non
si dovrebbe lavorare su nessun lato della
nostra natura pi* che un altro. -obbiao
iparare a lavorare in un odo
equilibrato. 4 7EG3ennett8
3nneagramma
4!e persone hanno del ondo igliaia di
idee diverse, a anca loro quell5idea
generale che peretterebbe di
coprendersi l5un l5altro e di deterinare
subito da quale punto di vista essi
intendono considerare il ondo. 4<
ipossibile studiare un sistea
dell5universo senza studiare l5uoo. Allo
stesso tepo " ipossibile studiare l5uoo
senza studiare l5universo. !5uoo "
un5iagine del ondo. 8gli " stato
creato dalle edesie leggi che crearono
l5insiee del ondo. #e un uoo
conoscesse e coprendesse se stesso,
conoscerebbe e coprenderebbe il ondo
intero, tutte le leggi che creano e che
governano il ondo. 8 inversaente, con
lo studio del ondo e delle leggi che lo
governano, apprenderebbe e
coprenderebbe le leggi che governano
anche lui.
L@enneagramma un sim"olo sacro, un
diagramma universale
Dal greco 8nnea 5nove6 e graea
5punti6 L@enneagramma una "ussola per
il ricercatore in viaggio dall@illusione verso
la Cealt), dalla separazione all@unione
L@enneagramma un sistema dinamico di
nove coordinate e pu essere utilizzato per
rappresentare ogni processo reale, vegetale,
animale, umano, cosmico $l sim"olo
dell@enneagramma ha la capacit) di
applicarsi a vari livelli, poich esso un
sim"olo oggettivo che presenta le leggi
della creazione e del mantenimento
dell@universo, secondo il principio 5come
in alto cos1 in "asso6; esso si applica al
grande come al piccolo $l disegno
dell@enneagramma stato presentato per la
prima volta da Gurdjieff all@inizio del@KTT
ai suoi studenti aprendo la porta a questo
strumento per l@occidente L@enneagramma
permette di osservare come i nostri
processi, cos1 come i processi del mondo,
prendono forma in armonia con le leggi
cosmiche %ali leggi fondamentali sono la
Legge dell@9no, la Legge del %re e la
Legge del #ette L@enneagramma mostra
l@interazione di queste leggi com"inando la
fusione ed il dinamismo proprie alla natura
della triade e dell@esade


$l cerchio rappresenta l@identit) del
fenomeno o Legge dell@9no $l triangolo
il sim"olo della triade creativa o Legge del
%re L@esade la rappresentazione
dell@ordine della manifestazione o Legge
del #ette La prima legge ci mostra come
ogni essere e ad ogni processo possiedono
una propria identit), come essi siano un
tutto integrale in relazione con s stesso e
gli altri $l lavoro con l@enneagramma in
questo caso ci aiuta a scoprire qual@ la
vera identit) di un fenomeno o il nostro
vero s, oscurato dal falso La legge del tre
manifesta come ogni fenomeno reale per
sorgere ha "isogno di tre forze o principi,
attiva, passiva e riconciliante La legge del
sette ci parla di come nulla di ci che
stato creato rimane statico, ma evolve o
involve, secondo sette passaggi
fondamentali
4)n senso generale, bisogna coprendere
che l5enneagraa " un sibolo
universale. =gni scienza ha un posto
nell5enneagraa e pu essere
interpretata per ezzo dell5enneagraa.
#otto questo rapporto si pu dire che un
uoo non conosce veraente, cio" non
coprende, se non quello che " capace di
inserire nell5enneagraa. $i che non "
in grado di porre nell5enneagraa non
lo coprende. /er un uoo che sappia
utilizzarlo,l5enneagraa rende libri e
biblioteche del tutto inutili' ogni cosa pu
essere inclusa e letta nell5enneagraa.
%n uoo isolato nel deserto che tracci
l5enneagraa sulla sabbia, pu leggere
in esso le leggi eterne dell5universo. 8d
ogni volta egli pu iparare qualcosa di
nuovo, qualcosa che pria ignorava del
tutto. !5enneagraa " il geroglifico
fondaentale di un linguaggio universale
con tanti significati diversi quanti sono i
livelli uani. 4!5enneagraa " il oto
perpetuo, " quel perpetuu obile che gli
uoini hanno cercato dalla pi* lontana
antichit, e sepre invano. Non " poi
difficile capire perch0 essi non abbiano
potuto trovarlo. 8ssi cercavano al di fuori
di s0 stessi ci che era in loro' essi
cercavano di costruire un oviento
perpetuo coe si costruisce una acchina,
entre il oviento perpetuo " parte di un
altro oviento perpetuo, e non pu
essere creato separataente da questo.
!5enneagraa " un diagraa
scheatico del oto perpetuo cio" una
acchina dal oviento eterno. Ma
naturalente " necessario sapere coe
leggere questo diagraa. !a
coprensione di questo sibolo e la
capacit di farne uso d all5uoo un
grandissio potere. < il oto perpetuo ed
" anche la pietra filosofale degli
alchiisti.
4!a scienza dell5enneagraa " stata
tenuta segreta olto a lungo e se ora ", in
certo odo, resa accessibile a tutti, lo "
solo in fora incopleta e teorica,
inutilizzabile in pratica da chiunque non
sia stato istruito in questa scienza da un
uoo che la possieda.
8 $onoscere vuol dire conoscere tutto, non
conoscere tutto vuol dire non conoscere.
/er conoscere tutto " necessario conoscere
assai poco, a per conoscere quel poco
una persona deve pria conoscere olto:
G$Gurdjieff
%ovimenti e *anze -acre
5 =gni danza ha un certo significato' ogni
oviento ha un certo contenuto @
Gurdjieff non fu soddisfatto di lasciare solo
un sistema di idee ma ritenne necessario
trasmettere un repertorio di Danze #acre e
=ovimenti $n pi( di un@occasione disse
che lo studio delle idee e la pratica dei
=ovimenti dovevano essere
complementari
Gurdjieff lavor ai =ovimenti fino a poche
settimane prima della sua morte e volle
essere conosciuto e ricordato prima di tutto
come un 5=aestro nelle Danze dei
%empli6 .gli trascorse pi( di vent@anni
viaggiando attraverso l@.uropa, l@-frica, e
l@-sia in cerca dei segreti contenuti nelle
Danze #acre e nei metodi di insegnamento
delle scuole tradizionali Le Danze #acre
costituiscono da sempre una parte
importante delle vere scuole e sono un
lascito spirituale di incalcola"ile
significato *on i suoi =ovimenti
Gurdjieff ci ha lasciato un grande tesoro,
poich essi racchiudono e preservano una
conoscenza definita $ =ovimenti
manifestano una dimensione sconosciuta,
rivelano ci che nascosto all@uomo
ordinario
$n realt), l@essere umano non limitato alla
parola per comunicare, ma si manifesta
attraverso i suoi movimenti, in ogni suo
gesto #iamo stati a"ituati a credere che
l@unico modo attraverso cui possiamo
esprime la nostra intelligenza attraverso
le parole *os1, a""iamo scordato la grande
scienza nell@utilizzo del corpo come mezzo
cognitivo, come strumento per la
trasmissione di conoscenze e la percezione
di realt) pi( profonde La danza non solo
un mezzo di espressione corporea ma un
linguaggio attraverso cui possi"ile
esprimere verit) e leggi universali
-ttraverso le danze possi"ile produrre un
effetto sulle persone tramite alcune
caratteristiche simpatetiche del corpo; che
capace di rispondere e ricevere
impressioni trasmesse per imitazione
4ell@antichit), particolarmente prima della
scoperta della scrittura, le danze erano
usate per trasmettere la conoscenza di
generazione in generazione Gli antichi
saggi usavano le danze ed i rituali per
registrare e trasmettere la loro
comprensione delle leggi del mondo $n
questo modo le future generazioni
avre""ero potuto decifrarle Le Danze
#acre sono come li"ri, scritti un tempo
attraverso il linguaggio dei gesti *oloro
che scrissero questi li"ri sapevano che le
parole via via che il tempo passa perdono il
loro significato originario e che il senso
loro attri"uito si va modificando
%uttavia, esistono delle verit) che devono
essere trasmesse all@umanit), che devono
perdurare intatte nei secoli, superare le
differenze ed i cam"iamenti esteriori, cos1
da poter raggiungere gli uomini di ogni
tempo e di ogni cultura ed essere
comprese !ueste verit) non possono
essere comunicate attraverso il linguaggio
scritto e per questo motivo furono inserite
all@interno delle Danze .sse sono
essenzialmente un linguaggio, un
linguaggio universale che promuove una
pi( profonda comprensione dell@essere e
delle leggi cosmiche; un linguaggio
matematico che si accorda a esatte misure,
a un@esatta durata e ad un esatto peso
5!5arte antica ha un certo contenuto
interiore. Nel passato, l5arte aveva lo
stesso scopo che hanno attualente i libri&
quello di conservare e trasettere una
certa conoscenza. Nei tepi antichi non si
scrivevano libri, a si incorporava la
conoscenza nelle opere d5arte. #e soltanto
sapessio leggerle potreo trovare
olte idee nelle antiche opere d5arte
pervenute fino a noi. !o stesso discorso
vale per tutte le altre arti copresa la
usica. !e persone dei tepi antichi
vedevano l5arte in questo odo6
5#upponete che, per studiare i ovienti
dei corpi celesti, per esepio il oviento
dei pianeti del sistea solare, venga
costruito un eccaniso apposito,
destinato a rappresentare e a ricordarci le
leggi di tali ovienti. )n questo
eccaniso, ogni pianeta, rappresentato
da una sfera di diensione appropriata,
viene posto ad una certa distanza da una
sfera centrale che rappresenta il #ole.
Mettendo in oto il eccaniso, tutte le
sfere coinciano a girare su se stesse,
spostandosi lungo traiettorie prestabilite,
cos1 da riprodurre visibilente le leggi che
governano il oto dei pianeti. ,uesto
eccaniso avrebbe coe risultato quello
di richiaarle alla eoria le sue
conoscenza sul sistea solare.
Nell5andaento di alcune danze avviene
qualcosa del genere. Attraverso i
ovienti e le cobinazioni ben precise
dei danzatori, vengono rese anifeste ed
intellegibili deterinate leggi a coloro che
le conoscono. #i tratta delle cosiddette6
-anze #acre 4.6
5Avete visto i nostri Movienti e le nostre
-anze. Ma voi avete visto solo la fora
esteriore, la bellezza, la tecnica. Ma
l5aspetto esteriore che voi vedete a e non
piace. /er e, l5arte " un ezzo per
arrivare ad uno sviluppo aronico. 2utto
quel che facciao qui " stato previsto in
odo tale che non si possa fare nulla
autoaticaente e senza la partecipazione
del pensiero. !a ginnastica e le danze
ordinarie sono eccaniche. #e il nostro
fine " lo sviluppo aronico dell5uoo,
allora le -anze ed i Movienti, per noi,
sono un ezzo per associare la ente ed il
sentiento ai ovienti del corpo, in
odo da ottenere una anifestazione
coune. )n tutto ci che facciao,
cerchiao di sviluppare qualcosa che non
pu essere sviluppato direttaente o
eccanicaente, qualcosa che esprie
l5uoo totale& ente, corpo e sentiento.
)l secondo scopo delle danze " lo studio.
$erti ovienti contengono la
diostrazione di qualcosa, racchiudono
una deterinata conoscenza, delle idee
religiose e filosofiche.6
" 'ovimenti hanno due scopi: lo studio e
lo sviluppo. G.).Gurdjieff
$l primo passo quello di raggiungere una
consapevolezza del corpo $l corpo come la
coscienza possiede differenti livelli ma
nella nostra vita quotidiana viviamo solo
ad un livello molto "asso del nostro
potenziale /er questo motivo inizialmente
i =ovimenti richiedono uno sforzo fisico,
una preparazione -giscono sulla
coordinazione, fisica e spaziale, sul
rilassamento delle tensioni, sulla capacit)
di attenzione nel corpo ed attraverso
quest@ultima, sullo sviluppo della nostra
capacit) di attenzione generale *i aiutano
cos1 a li"erare il corpo, de8condizionarlo, a
riscoprire le sue potenzialit) e ad utilizzare
la sua intelligenza specifica $l corpo
umano un mezzo attraverso cui vengono
trasformate energie 4el modo pi(
semplice ci avviene con il ci"o che
ingeriamo ed assimiliamo -ttraverso i
=ovimenti a""iamo la possi"ilit) di
trasformare energie pi( sottili necessarie
alla crescita interiore
$ =ovimenti sono un efficace strumento
per la conoscenza di s, poich offrono
l@opportunit) di vedere s stessi da una
diversa prospettiva
5Ad ogni posizione corrisponde un certo
stato interiore e ad ogni stato interiore
corrisponde una certa postura. %n uoo
nella vita ha un certo nuero di posture
abituali ed egli passa da una all5altra
senza ferarsi in quelle di ezzo.
/rendendo nuove, insolite posture avrete la
possibilit di osservare voi stessi in
aniera diversa dal odo in cui lo fate di
solito nelle condizioni ordinarie.6
$ =ovimenti ci danno il sapore di ci che
possi"ile
5 !5utilizzo pi* profondo della danza "
quando non " per s0 stessi, per la propria
forazione e sviluppo, n0 per gli altri,
ossia per la anifestazione e la
trasissione, a quand5" un atto di
adorazione. %no danza per -io, o per
l5)agine #acra in cui crede. ,uando la
danza " in questa fora " veraente sacra
e porta le persone in counione.@
>.G.?ennett
$ncontro del U dicem"re RKVR
D, -ccade qualcosa di intollera"ile nel mio
lavoro 4onostante i miei sforzi non riesco
a ricordare me stesso; ottenere una miglior
qualit) =i ci metto inutilmente per intere
ore 4on ottengo risultati /erch>
G, !uesto deriva dal tuo egoismo
/articolarmente il grande egoismo in cui
sei vissuto fino ad ora %u sei racchiuso in
esso, devi uscirne /er uscirne devi
imparare a lavorare 4on solo per te
soltanto, ma per gli altri *omincia con il
lavoro sui tuoi genitori Devi cam"iare il
tuo compito /rendine uno nuovo, the same
one on the neigh"or, non importa chi, tutti
gli esseri, o scegli tra le persone tra cui ti
trovi Devi lavorare per te stesso mediante
lo scopo di essere capace di aiutarli #olo
questo lotta contro l'egoismo $o vedo che
tu hai un passato molto cattivo, un egoismo
particolare %utto il vecchio materiale viene
a galla .' per questo motivo che non puoi
fare niente .' normale; in accordo con
l'ordine, in accordo alla legge /rima di
raggiungere lo scopo, ci sono molte salite e
discese !uesto dovre""e rassicurarti
/otre""e rassicurarti completamente, ma tu
devi lavorare su te stesso
D, /er uscire da questo stato di sofferenza,
cos1 vivido e cos1 negativo &Due tipi di
sofferenza, una oggettiva, una soggettiva'
/osso fare uso di mezzi esterni, assumere
dell'oppio, per esempio>
G, 4o, tu devi lavorare su te stesso
Distruggere l'egoismo nel quale hai sempre
vissuto /rova quel che dico *am"ia il tuo
compito ?ra necessario raggiungere un
nuovo stadio <oi entram"i siete sulla
strada per la Gare de L2on, ma tu passi per
strade diverse, una da Londra e una
dall'?pera #iete entram"i a circa la stessa
distanza
D, <edo la mia impotenza e la mia
codardia 4on posso dire niente e fare
niente per un altro /oich la mia testa non
pulita $ have a sensation of Whether a
thing is right or not, ma non posso spiegare
chiaramente il perch
G, %u non puoi dire niente o fare niente per
un altro %u non sai di cosa hai "isogno per
te stesso, non puoi sapere di cosa ha
"isogno un altro Lavora di proposito per
lui =a recita la tua parte #ii distaccato
interiormente, <edi
.Pternall2 spea0 as he does, in modo da
non urtarlo Devi acquisire la forza di farlo
Cecita una parte Diventa doppio /er
adesso lavori come coordinatore +ai
quello che ti dico, non puoi fare di pi(
-more per il tuo prossimo; quella la <$-
/orta a tutti quello che hai provato per i
tuoi genitori
D, #i ha questo desiderio fin dall'inizio del
lavoro
G, *erto, la stessa cosa; sempre la stessa
cosa che ritorna in gradazioni diverse ?ra
a un altra gradazione %u devi superare
questa crisi %utto arriva dal falso amore di
se', dall'opinione che si ha di se' stessi, che
menzogna
D, ?gni cosa in me stata messa
sottosopra dall'esercizio 8 in tutto il mio
lavoro Na portato via la gioia del lavoro,
l'ha reso doloroso, senza speranza, mi sento
come un asino che tira una pesante carretta
su per la collina
G, .' perch in te ci sono altre parti che
sono state toccate .' come un pittore che
mischia sempre gli stessi colori e non c'
mai nessun rosso !uando ci metter dentro
il rosso, esso cam"ia ogni cosa Devi
continuare
D, !uesto esercizio mi ha fatto sentire
qualcosa che per me nuovo; quando
provo a farlo e pongo la mia attenzione su
quel piccolo punto immo"ile e vedo che
non posso trattenermi davanti ad esso, ho
la sensazione della mia nullit) e ho visto
come comprendere meglio l'umilt) !uesto
piccolo punto pi( grande di me
G, /erch in te hai un cane che ti ostacola
in ogni cosa #i chiama insolenza verso se'
stessi Devi distruggere questo cane
Dopodich ti sentirai padrone di questo
puntino, che tu sei pi( forte ed esso nulla
$o non ho fiducia nel tipo artistico che vive
nell'immaginazione, ha idee dietro la
propria testa, non dentro, pensa di sentire
ed esperire, ma in realt) solo occupato
con cose esteriori <ive solo sulla
superficie, al di fuori, non dentro, non in s
stesso Gli artisti non sanno niente della
realt) e immaginano di conoscerla 4on ti
fidare di te stesso .ntra dentro te stesso, in
tutte le parti di te stesso .' assolutamente
necessario imparare a sentire e pensare
nello stesso momento in ogni cosa che fai,
in ogni giorno della vita #ei una persona
vuota
D, *ome si dovre""e pregare>
G, Lo spiegher, ma per dopo 4el nostro
sistema solare alcune sostanze emanate dal
sole e i pianeti, come quelle emanate dalla
terra, fanno contatto in certi punti del
sistema solare . questi punti possono
riflettersi in immagini materializzate che
sono le immagini invertite del %utto /i(
-lto 8 L'-ssoluto <i dico che sempre
esistita in immagine materializzata nella
nostra atmosfera #e la gente potesse avere
a""astanza concentrazione da entrare in
contatto con queste immagini, ricevere""e
questa sostanza; in tal modo ricevendo, non
sta"ilendo una linea telepatica come il
telefono
D, !ueste immagini si materializzano in
forma umana>
G, #1
D, #e qualcuno mette se stesso in contatto
con questa immagine, e una seconda
persona pu mettere se stessa in contatto
con lui>, e una terza e una quarta, posso
loro tutti ricevere questa immagine>
G, #e sette persone possono concentrarsi
a""astanza da mettersi in contatto con
questa immagine, essi possono
comunicare, a qualsiasi distanza, tramite la
linea sta"ilita tra di loro, e le sette ne
formano una .ssi possono aiutarsi tra loro
*omunque, solo spiegando qualcosa agli
altri che uno comprende e assimila da s
completamente
D, <oglio sapere se materializzando
l'immagine di un santo, questo mi porter)
quello che desidero particolarmente
G, %u pensi come una persona ordinaria
4on hai l'idea di materializzare niente ora
/er adesso prendi un compito di
autosuggestione, cos1 che una parte
convince l'altra e ripete e ripete all'altra che
cosa hai deciso *' una serie di sette
esercizi per lo sviluppo successivo dei sette
centri *itiamo il primo, il cervello, che
quello che conta nella vita ordinaria &la
testa un lusso' gli altri, anche
l'emozionale, che il solo che necessario
la corda spinale, quella che devi
sviluppare sofferenza per prima !uesto
esercizio la rafforzer) -llarga le "raccia
orizzontalmente ad un angolo preciso,
contemporaneamente, fissa lo sguardo in
un punto di fonte a te
Dividi la tua attenzione esattamente tra il
punto e le "raccia %roverai che non ci sono
associazioni, non c' posto per loro, cos1 tu
sarai occupato con il punto e la posizione
delle "raccia +allo da seduto, da in piedi,
poi sulle ginocchia XL minuti ogni
posizione, parecchie volte al giorno 8 o
meno 9na volta ho avuto un allievo che
poteva stare per due ore senza muovere le
"raccia di un centimetro #u altre cose era
una nullit)
D, !uando desidero fare degli sforzi per il
lavoro, si forma una dura "arriera nel mio
petto, impossi"ile da superare *he potrei
+are>
G, 4on niente 4on sei a"ituato a usare
questo centro 8 un muscolo che si contrae
8 solo muscolare *ontinua, continua
D, No fatto questo esercizio fino a quando
mi facevano male le spalle =entre lo
facevo, ho avuto una sensazione di $o No
sentito me stesso distaccato, realmente $o
G, %u non puoi avere un "$o" L' "$o" una
cosa molto costosa %u sei a "uon mercato
4on filosofizzare, non mi intereressa, e
non parlare di "$o" +ai l'esercizio come un
esercizio, come un o""ligo, non per i
risultati &come l' "$o"' $ risultati verranno
dopo ?ggi solo servizio #olo quello
reale
G, 4on una porta ma molte porte Devi
aprire ogni porta, impara a farlo
D, No lavorato in particolare sull'amor
proprio
G, #enza amor proprio un uomo non pu
fare nulla *i sono due qualit) di amor
proprio 9na una cosa sporca L'altra, un
impulso, amore del vero "$o" #enza di
questo, impossi"ile muoversi 9n antico
detto indiano dice 8 "+elice chi ama se
stesso, per potermi amare" 8 <edo dal
rapporto di =me # che nessuno mi ha
compreso #i ha "isogno di fuoco #enza
fuoco, non ci sar) mai niente !uesto fuoco
la sofferenza, sofferenza volontaria,
senza la quale impossi"ile creare nulla
*i si deve preparare, "isogna sapere che
cosa far) soffrire e quando l1, fare uso di
esso #olo tu puoi preparare, solo tu sai
cosa ti fa soffrire, che fa il fuoco che
cuoce, cementa, cristallizza, fa soffrire
tramite i tuoi difetti, nel tuo orgoglio, nel
tuo egoismo 8 ricorda te stesso, dello
scopo
#enza sofferenza preparata non c' niente,
for "2 as much as one is conscious non c'
pi( sofferenza 4o further process, nothing
!uesto perch con la tua coscienza tu devi
preparare cosa necessario %u appartieni
alla natura $l ci"o che mangi, che nutre la
tua vita %u devi pagare queste sostanze
cosmiche; tu hai un de"ito,
un'o""ligazione, da ripagare con il lavoro
conscio 4on mangiare come un animale,
ma rendi alla natura quello che ti ha dato
4atura, tua madre Lavoro 8 una goccia,
una goccia, una goccia 8 accumulato
durante il giorno, mesi, anni, secoli, forse
dar) risultati
D, #ono arrivato al punto di essere infelice,
ogni cosa mi disgustosa, di nessun
interesse
G, . quel fazzoletto sistemato a modo
come quello nel tuo taschino> !uello ti
interessa 3ene, la natura vuole il tuo "ene,
ne sono felice Lei ti conduce al lavoro
reale rendendoti tutto il resto disgustoso 8
un passaggio che devi fare /i( lavori, pi(
verrai fuori da questa scomodit), questo
vuoto, questa mancanza
D, -nche il lavoro mi disgustoso
=me de #alzmann, /erch tu non lavori,
non c' mai nessun lavoro con te, sempre
niente tra noi quando siamo insieme 8 il
vuoto 9na persona non pu portare tutto
da sola #ei tu che devi fare lo sforzo per te
stesso #tasera lo stesso 4essuno l1 8
nessuno fa lo sforzo
G, /oi si deve cam"iare il modo di
lavorare $nvece di accumulare per un'ora,
si deve provare a mantenere costantemente
la sensazione organica del corpo #entire il
proprio corpo ancora, senza interrompere
le proprie occupazioni ordinarie 8
mantenere un po' di energia, per prendere
l'a"itudine No pensato che l'esercizio ti
avre""e permesso di mantenere l'energia a
lungo, ma vedo che non cos1 3agna un
fazzoletto, strizzalo, mettilo sulla tua pelle
$l contatto ti far) ricordare !uando
asciutto, ricomincia
L- *N$-<. D$ ?G4$ *?#- 8
Cimani aperto Cimani distaccato $l nostro
scopo quello di avere costantemente la
sensazione di noi stessi, della propria
individualit) !uesta sensazione non pu
essere espressa intellettualmente, poich
inorganica .' qualcosa che ti rende
indipendente, quando sei con altre persone
$ncontro di Gioved1 Y aprile RKVZ
D, #i pu "lavorare" in un "agno turco e
cosa meglio fare>
G, L' "hammam" un posto eccellente per
lavorare se uno ci pu lavorare &$n
particolar modo quando si nella stanza
pi( calda o tra le mani del massaggiatore'
Cicordare s stessi senza smettere %utto fa
esercizio l1 &%racol dice che qui teme
particolarmente l'immaginazione nel
lavoro Gurdjieff gli risponde che
comunque in questo caso non sare""e
molto pericoloso poich il tempo trascorso
l1 poco'
X /er essere capace di lavorare l1 d) a te
stesso la tua parola prima di andarci /ensa
=entre sei l1 Datti un compito poich
all'inizio difficile; comunque, se si
capaci, l1 si pu fare un eccellente lavoro
L'animalismo si espande, si
completamente dentro la sua piacevole
sensazione corporea e lavorare qui pone
delle difficolt)

/hillippe, *ome si dovre""ero capire le
parole, "sacrifica la tua sofferenza"

Gurdjieff, &/rima, da dove vengono queste
parole>' &Da un discorso con Gurdjieff'
#acrifica la tua sofferenza per il tuo
prossimo, la tua sofferenza volontaria, non
per te stesso, ma per gli altri &!uesta
regola faceva parte del giuramento
pronunciato in passato dai dottori quando
erano astrologi e tanto tempo fa quando
dovevano promettere di sacrificare il loro
sonno, la loro fatica, la loro sofferenza, per
gli altri'
/hillippe, /erch la maggior parte della
sofferenza umana gira intorno all'amore e
cose di sesso>
Gurdjieff, /erch questa domanda> 4on
riguarda la tua personalit) *hiedilo in un
altro modo
/hillippe, /erch la maggior parte delle
associazioni, che interferiscono con il
lavoro, sono associazioni sessuali>
Gurdjieff, !uesta domanda soggettiva
4on cos1 per tutti gli uomini F
un'anormalit) risultato della mastur"azione
infantile =a qual il nesso tra questo e la
sofferenza> 4on c' traccia di sofferenza
qui ?gni uomo ha in se tre escrementi che
si ela"orano da soli e che devono essere
espulsi $l primo il risultato del
nutrimento ordinario ed elimina s steso
naturalmente, e questo deve essere ogni
giorno, altrimenti seguir) ogni sorta di
malattia &$ dottori lo sanno "ene' /er lo
stesso motivo per cui vai in "agno per
questa manutenzione, devi andare al "agno
per il secondo escremento che espulso da
te tramite funzione sessuale F necessario
per la salute e l'equili"rio del corpo; ed
necessario certamente per qualcuno farlo
ogni giorno, in altri ogni settimana, in altri
ancora ogni mese o ogni sei mesi F
soggettivo /er questo devi scegliere un
"agno appropriato 9no che "uono per te
9n terzo escremento si forma nella testa;
immondizia del nutrimento delle
impressioni, e le scorie accumulate nel
cervello &$ dottori lo ignorano, come
ignorano anche il ruolo dell'appendice nella
digestione, e lo rifiutano come
immondizia' 4on necessario farsi
coinvolgere nell'atto con sentimento
!ualche volta anormale farli coincidere
L'atto sessuale una funzione 9no lo pu
considerare come esterno a s, anche se
l'amore interno L'amore l'amore 4on
ha "isogno del sesso /u essere sentito per
una persona dello stesso sesso, persino per
un animale, e la funzione sessuale non
c'entra !ualche volta normale unirli;
questo corrisponde a uno degli aspetti
dell'amore F pi( facile amare in questo
modo =a, allo stesso tempo poi difficile
rimanere imparziali come l'amore richiede
9gualmente se uno considera la funzione
sessuale come necessaria medicalmente,
perch dovre""e amare un rimedio, una
medicina>
Z ?riginariamente l'atto sessuale doveva
essere eseguito solo per la riproduzione
delle specie, ma a poco a poco l'uomo ne
ha fatto uno strumento di piacere
Dovre""e essere un atto sacro #i dovre""e
sapere che questo seme divino, lo #perma,
ha un'altra funzione, quella della
costruzione in noi di un secondo corpo, da
cui la frase "+elice colui che capisce la
finzione degli 'ePioeccari' per la
trasformazione del proprio essere $nfelice
colui che li usa in un solo modo"
-"oul0er, /erch le religioni proi"iscono
l'atto sessuale>
Gurdjieff, /oich all'origine conoscevamo
l'uso di questa sostanza, da cui la castit) dei
monaci ?ra noi a""iamo dimenticato
questa conoscenza e rimane solo la
proi"izione che attrae ai monaci una
quantit) di disordini specifici e malattie
Guarda ai preti dove crescono "come grassi
maiali", &li domina l'interesse del ci"o'
oppure sono "magri come il diavolo" &e
hanno dentro poco amore per il prossimo',
i grassi sono meno pericolosi e pi( affa"ili
Gioved1, R[ luglio RKVZ
#, =i inganno spesso nella mia opinione su
altri !uesto "rutto per me Do credito
alle persone per qualit) che non
possiedono; lo vedo solo pi( tardi quando
le conosco meglio 4on so come
riconoscere l'ipocrisia e la vedo sempre
troppo tardi =i piacere""e avere un mezzo
per giudicare le persone e riconoscere chi
pu essermi utile e chi inutile
Gurdjieff, %u non puoi, devi prima
preparare te stesso a vedere la realt) 4el
frattempo, recita esteriormente una parte
$nteriormente, riconosci la tua non8entit)
&non entit2ness' %u non sai niente #e hai
l'a"itudine di fare le cose in un certo modo,
falle in questo modo D1 53uongiorno"
come dici sempre "uongiorno =a allo
stesso tempo lavora per rimanere nel
lavoro che stiamo facendo qui e poi sarai
capace di riconoscere le persone /er ora,
ognuno come te, niente, zero 4on
importa se un operaio, o un senatore, egli
una erde come te Lavora per non
essere una non8entit); lavora, cos1 che sia
tra un giorno, un mese o un anno tu non
sarai una non8entit) +ai tutto esattamente
come sei a"ituato a farlo =a devi recitare
una parte, senza partecipazione, senza
identificarti interiormente, e ricorda che il
tuo valore 8 zero Lavora, lavora e ancora
lavora, al fine di cam"iare quella nullit) in
qualcosa di definito
L'educazione fa una maschera !uando
guardi la gente, tu credi a questa maschera
Dopo un po' la maschera cade e tu vedi che
sono la stessa erde che sei tu 4on
importa chi tu stia guardando, egli
rappresenta una maschera #e lo osservi a
lungo, con imparzialit) e attenzione, vedi
che non sempre capace di tenersi la
maschera; nello stesso istante,
la erde verr) mostrata attraverso, la
stessa che in te .gli niente, come tu sei
niente, fosse anche un colonnello, senatore
o milionario .' solo le com"inazioni di
vita che ci sono qui &>' =a egli stesso
rappresenta soltanto una nullit)
4on nulla soltanto chi ha compreso la
propria nullit) e ha lavorato su di s per
cam"iarlo !uell'uomo un'altra qualit)
di erde, con "rose" .' ancora erde ma
non ha lo stesso odore
Lavoro, metti ogni cosa a confronto con
esso, e stai certo che tutti quelli che non
lavorano sono nullit) come te %u non sei
nulla, ma anche lui non nulla .gli un
generale, un colonnello, queste sono cose
esteriori, non valgono &costano' nulla
4ella vita, ogni cosa accidentale 8
occupazione, posizione, tutti gli o""lighi;
che uno sia il sindaco o il poliziotto
all'angolo .' la vita che crea queste
anormalit) $nteriormente, ogni cosa
sempre la stessa cosa Le cose esteriori non
cam"iano le cose interiori #olo il lavoro
cosciente capace di cam"iare l'interiorit)
8 lavoro cosciente e sofferenza volontaria
#im, No notato per un lungo periodo che
molto spesso, e riguardo faccende molto
diverse tra loro, una voce interiore mi ha
detto quel che dovevo fare $o la percepivo,
ho sentito quel che diceva, ma senza
eseguire quello che mi diceva No agito
diversamente e poi ho visto che la voce ha
sempre ragione =i piacere""e sapere se
non devo prestarle attenzione o al contrario
darle pi( retta
Gurdjieff, 4on fare nulla di tutto questo
*ompra un quadernetto, fai una
registrazione #crivi ma non fare niente
!uella voce il tuo istinto; qualche volta
l'istinto pu apparire attraverso la
coscienza, ma raro +orse essa prover)
che tu hai un vero istinto Guarda se le
registrazioni lo dimostreranno ?ra forse
troveremo un esercizio =a non fare niente
prima
#im, =a per scriverlo, devo farlo al
momento &rendermi conto'
Gurdjieff, +ai una nota, parler dopo +orse
suggestiona"ilit), fantasia, idiozia $n
"ase al risultato io dir matematicamente
che cos' !ualche volta l'istinto una cosa
molto indipendente =a come sia per te,
non lo so /arler dopo /rima di quello,
continua come stai facendo, prima di
quando non noti niente #im, #are""e
meglio dopo se io ho eseguito quello che
essa mi dice
Gurdjieff, <edremo %u la pensi cos1, ma
forse il contrario +orse psicopatica $o
non voglio credere a niente tranne che a i
fatti dati dalle registrazioni &#tatistica' %u
parli soggettivamente L'oggettivo non lo
conosco
Lu, $o provo a mantenere il sentimento di
non8entit) e sofferenza volontaria quanto
pi( spesso possi"ile =a noto che d) un
paralisi lunga tanto quanto l'azione
implicata =ostra la futilit) di tutte le
azioni e occupazioni #e, prima, dovevo
fare uno sforzo per fare una data cosa, oggi
mi devo anche portare il collare di ferro di
questa non8entit) Lo sforzo raddoppiato
*osa dovrei fare perch questo sentimento
di nullit) non mi paralizzi, non interferisca
con la vita esteriore>
Gurdjieff, +ai quello che ti ho gi) detto
9no deve lavorare solo la terza parte del
proprio stato di veglia #ta"ilisci un tempo
speciale per il lavoro 4on mischiare le
cose, sta"ilisci un tempo, domani tra le
dieci e le undici, vita ordinaria Le altre
idee, il lavoro, mandale al diavolo
Lu, 4on si mai li"eri di mandare via il
sentimento della propria nullit)>
Gurdjieff, =etti da parte il tuo nuovo stato
. fai quello che ti ho detto prima, quando
non avevi cominciato il lavoro 4on si
devono mai mischiare le faccende /er
adesso non usare ancora i risultati del
lavoro interiore per il lavoro esteriore 4on
ancora %u sei a scuola, come un "am"ino
4on per la vita, non per guadagnare
soldi %u vorresti sapere un grande segreto
che non useresti !uello una cosa, la vita
un'altra cosa =ercoled1, venerd1,
domenica, fai quel che ti piace, manda al
diavolo tutti gli altri pensieri; se li mischi,
uno ostacoler) l'altro
Lu, $l sentimento di nullit), non chiamato,
che viene da s, davvero automatico e
quindi distruttivo>
Gurdjieff, 4el tempo accantonato per il
lavoro, fai un commento pi( vivace $l
resto del tempo, al diavolo .' psicopatia
Gurdjieff a -n, 4on ho mai sentito il suono
della tua voce $o conosco la tua voce nella
vita, ma non nel nostro circolo /uoi dirmi
qualcosa>
-n, 4on ho lavorato ancora a""astanza per
fare una domanda
Gurdjieff, *ome lo sai>
-n, /erch non oso
Gurdjieff, /rima avevi una domanda
-n, 4on oggi
Gurdjieff, 3ene, prima, ieri
&=me de #lzman dice a Gurdjieff la
domanda che aveva posto -n'
Gurdjieff, *hi lavora diventa un attore, un
vero attore nella vita .ssere un attore
recitare una parte La vita il teatro dove
ogni uomo recita una parte ?gni giorno
essi la cam"iano ?ggi una parte, domani
un'altra parte #olo che lui un "uon attore
che capace di ricordare s stesso e
recitare consciamente la sua parte, non
importa quale possa essere
-n, =a come si pu conoscere la parte che
si deve recitare>
Gurdjieff, %u parli con 3oussi0 8 tu sai chi
lei, come uno dovre""e essere con lei,
cosa le piace 3ene, poi fallo $nteriormente
lei nulla per me, una erde per me Le
piace la gente che le fa il "aciamano; io
glielo faccio perch le piace #ono gentile
con lei $nteriormente voglio insultarla, ma
non lo faccio Cecito la mia parte *os1 poi
lei diventa &la' mia &schiava' $nteriormente
io non reagisco
-n, 4on ho successo nell'essere "uona con
gli altri
Gurdjieff, +orse non sei ancora li"era
-n, <orrei approfittare trarre profitto da
ogni cosa, egoisticamente per me stessa
Gurdjieff, Devi lavorare -mmazza il cane
in te %u reciti la tua parte solo
teoricamente, ma ti dimentichi in fretta e
torni alla tua nullit) $l tuo compito sar) di
ricordare pi( a lungo
Dr -", *he c' di "uono nell'avere
schiavi>
Gurdjieff, /er la vita; se tu non hai nessuno
schiavo, sei schiavo di qualcuno
Dr -", 4on si pu semplicemente essere
uguali>
Gurdjieff, =ai *ome possi"ile> %u hai
quattro occhi e io due !uesta gi) una
differenza %uo padre amava tua mamma se
si sdraiava a sinistra; mio padre amava mia
mamma se si sdraiava a destra $l risultato,
io sono uno, tu un altro /er me una legge,
per te un'altra
$l "enessere dell'uomo che ognuno sia
suo schiavo %u dici che il lavoro ti ha
cam"iato Grazie al lavoro non sei pi(
una erde; grazie al lavoro conscio e alla
sofferenza volontaria ?"iettivamente te lo
meriti
Dr 3e, /er ora i nostri cani ci o""ligano a
usare gli altri per i nostri fini
Gurdjieff, L1 hai "uon terreno per essere8
lavoro ?ggi sei un uomo ordinario; nel tuo
lavoro prova ad essere un uomo superiore
Dopodich, forse, sarai un uomo completo,
un vero uomo /er adesso, quando senti i
tuoi cani, lotta contro di loro; questo
conflitto ti necessario, per diventare un
vero uomo; "uon terreno per il lavoro .
ci sono ancora molti cani in te che sono
invisi"ili
Dr 3e, =a uno dovre""e arrendersi a
usare i propri poteri sugli altri>
Gurdjieff, ?ggi lo fai inconsciamente;
prova a farlo consciamente -llora sar)
"uono, sia per gli altri che per te 4on c'
altra giustizia
$ncontro di gioved1 XX luglio RKVZ
#imone, /rima di conoscere il lavoro, ero
molto pi( inquieto, perch sentivo "rutte
cose delle quali pensavo che non avrei mai
potuto s"arazzarmi !uesto mi manteneva
inquieto, non costantemente forse, ma
molto di frequente No percepito che con il
lavoro, passato, e mi sono sentito pi(
calmo interiormente =i piacere""e
ritrovare il stato di inquietudine perch mi
manca *osa posso pensare o fare per
ritrovarlo>
Gurdjieff, /rima credevi che potevi
riuscirci con quello *on questi risultati
non puoi fare mai niente Ciuscirai soltanto
se fai uno sforzo pi( forte dell'ordinario
=a tu forse non ne hai neanche il gusto %u
sei stato qui per molto; sei limitato per
capire cos' lo sforzo -uto8sforzo #to per
dirti una segreto, l'auto8sforzo non
possi"ile tutto in una volta sola;
necessaria una preparazione F necessaria
la lotta +inch uno riesce, uno dimentica,
uno ricorda, uno dimentica, uno ricorda
=a quando sei accomodato, calmo, puoi
pensare e cominciare a fare; fino ad ora
non hai fatto ancora alcuno sforzo
#imone, /er questo ho fatto la domanda
#ono l1 e mi sento troppo tranquillo
Gurdjieff, %u immagini, credi che andrai
direttamente in /aradiso 4o, ci devono
essere sforzi sopra l'ordinario /er esempio,
per questa persona &indica un nuovo
arrivato' a""astanza "uono per lei, ma tu,
non andrai lontano con questo Devi
cominciare a fare un super sforzo, e ora, se
non lo fai, perch non hai uno scopo
*ome puoi stare calmo> *on lo sforzo che
stai facendo oggi, non riuscirai mai 9na
persona normale non potre""e rimanere
calma
#imone, F proprio per questo motivo che
questo mi rende inquieto
Gurdjieff, F necessario fare sforzi qui #ei
a"ituato a rendere come prima nella vita
/rima, andava "ene, ora non a""astanza
Lo sforzo deve tendere tutti i tuoi muscoli,
tutti i tuoi nervi, anche tutti i tuoi cervelli
9na simile concentrazione deve essere tua
Dovresti averlo fatto da molto tempo
-ll'inizio, per una persona nuova,
perdona"ile /er te, tu hai il gusto del
lavoro vero Devi realizzarlo nella tua vita
ordinaria $o sono 8 sempre, io sono 4on
dimenticare mai - poco a poco il tuo "io"
far) un contatto con la tua essenza F
necessario ripeterlo molte volte
Dr -r"oul0er, #ono arrivato a preferire
emozioni violente piuttosto che l'a"ituale e
passiva inerzia
Gurdjieff, !uesto non esiste per il tuo vero
"me", attivo o passivo Dipenda dal tuo
stato Le cose esteriori sono indifferenti
Cicorda qualche volta, tu pensi che sia
negativo, e forse il contrario /er avere
una verit) materiale, non pensare al tuo
stato 4on filosofare; osserva soltanto;
punta al tuo vero "me"
Luc, No fatto quasi la stessa osservazione
del dottore =a questo invita le emozioni
negative a ritornare pi( fortemente !uesta
settimana stata la migliore, poich ho
avuto alcune emozioni negative F
pericoloso, reale, possi"ile la
devastazione, ma ho avuto il gusto di quel
che pu essere una vita
Gurdjieff, *ontinua =a con la
comprensione che stai accumulando una
cosa sostanziale non solo per il presente,
ma per il futuro !uesto molto
importante F gi) tempo di pensare al
ricordo e allo stesso tempo di raffigurare a
te stesso in forme, non parole, quello che ti
sta accadendo
Luc, #ono stato esaurito persino
organicamente dalle mie emozioni
negative ?ggi, non mi sono mai sentito
cos1 "ene, cos1 animato
Gurdjieff, 4on hai mai avuto,
precedentemente, alcun argento liquido
Devi sentire che tu oggi hai dell'argento
liquido
Luc, #i sente che il corpo sotto pressione,
che il teatro di una tale lotta che sta per
andare in pezzi
Gurdjieff, No detto, l'uomo non un
maiale, non pu scoppiare quando mangia
$l maiale ha uno stomaco normale; non pu
mangiare di pi( di quello che gli permette
il suo stomaco; scoppiere""e; l'uomo un
furfante; ha uno stomaco di gomma
d'$ndia F peggio del maiale; ingoia, ingoia
senza scoppiare mai 4on solo lo stomaco,
tutti gli organi sono di gomma =a a poco
a poco ha degenerato /ersino la gomma,
se non la si usa, si restringe F soltanto se
lo si gonfia un migliaio di volte pi( grande
che come deve essere &)t is onl3 if one
restores it a thousand ties bigger that he
is li@e he ust be' "#coppiare", una
parola fantastica #olo i maiali possono
scoppiare, l'uomo non pu $l maiale ha
uno stomaco normale, pu scoppiare, Lo
stomaco dell'uomo di gomma, e tutti i
suoi organi *ontinua senza paura, se
dieci volte pi( forte, tanto meglio; andrai
dieci volte pi( veloce qui nel mio gruppo
4on avere paura, non scoppierai F
immaginazione *ome si pu scoppiare se
si mangia "ene> #ei a"ituato a ingoiare
come una maiale 4on hai mai mangiato
"ene #olo ora cominci a imparare cos' il
vero mangiare 4on essere spaventato
*ontinua e continua Lascia questa
sensazione che crea questo si espanda ogni
volta; sei esattamente come un "am"ino
che ha il singhiozzo quando ha mangiato
un grande pasto La natura allarga il suo
stomaco 9n "am"ino pu avere il
singhiozzo un migliaio di volte #ei alla
prima volta 4on ti spaventare; li avrai KKK
volte in pi(
=adame +ranc, *apisco "ene la lotta
contro le emozioni negative ma quello che
mi distur"a un leggero aspetto del mio
carattere che scherza, anche sulla mia
miseria stessa !uesto mi impedisce il
rimorso e la piet) *ome posso
s"arazzarmene>
Gurdjieff, !uesto prova che non sai cosa
stai cercando %i interessi di queste
questioni senza partecipazione del tuo
istinto Lo hai detto molto "ene $o capisco
perch non vai avanti $o conosco il segreto
del perch rimani l1 ferma, uno, due, uno,
due; fino ad ora il tuo istinto era isolato
4on ha mai preso parte al tuo lavoro ti
dar una serie di esercizi =a hai capito
cosa ho spiegato %u hai sentito che il tuo
interiore non mai interessato a queste
cose per cui stiamo lavorando !ualcosa in
te rimane da parte; esso guarda 9n'altra
parte di te fa qualcos'altro; lavori senza
istinto ?gni cosa lavora; la testa, il
sentimento, tranne quella che deve 4on ha
mai fatto nulla per cam"iare

\ Nignett, No provato ad usare le emozioni
negative Le ho sopraffatte molto "ene, ma
ho avuto la sensazione di annientarle
invece di convertirle 4on riesco a usarle
come una forza Le sopprimo
Gurdjieff, 4on devi sopprimerle !uel che
succede in te un altro impulso che per un
"reve tempo prende il posto dell'impulso
negativo *os1 da parte, per un momento
=a non distrutto #i deve fare tante volte
"*hic0", "*hic0", per distruggerle 4on
puoi accertarti che assente; ma se tu
cam"i stato vedrai che funziona pi(
de"olmente /erci, hai un programma di
lavoro #e hai capito, continua a estirpare,
a cacciare via gli impulsi =a non stare
tranquilla +allo serenamente !uesto un
altro impulso che rimpiazza, troppo fle"ile
da percepire per te; e immagina di non
avere pi( emozioni negative #olo le
vi"razioni forti raggiungono la tua
coscienza
=echin, 4egli esercizi, sono molto
distur"ato dalle associazioni *ontro di
loro non posso fare niente *he dovrei
fare>
Gurdjieff, Le associazioni sono una parte
della nostra presenza #e la nostra presenza
avesse uno scopo, vorre""e che accadesse
qualcosa !uesto prova che la nostra
presenza non ha uno scopo %u hai uno
scopo solo con un centro 8 &che vuole
arrivare in /aradiso con gli stivali sporchi'
#i deve avere uno scopo con tutta la
propria presenza e lavorare per questo
o"iettivo 4on con una parte, un solo
centro $o ho associazioni; ma esse non
raggiungono la mia coscienza La
circolazione del sangue fa anch'essa tutto
da sola F una funzione automatica 4on
mi distur"a <a giorno e notte *i sono
anche le associazioni; come il mio cuore
sta lavorando; e ci sono altre funzioni; per
esempio, io vedo, presto attenzione; quel
che ho mangiato viaggia /osso pensare a
questo tutta la sera, ogni centimetro d)
sensazioni differenti -utomaticamente tu
sei occupato con questo Devi avere uno
scopo, e lasciare da parte le funzioni
organiche 4on ascoltarle con, la
coscienza, col pensiero #i deve imparare a
pensare imparzialmente #olo questa
somma di sforzo ti porter) al pensiero
normale L'esercizio che deve fare,
=adame de # pu formulare
Gurdjieff a -nsi, Nai capito>
-nsi, 4o
Gurdjieff a Luc, Nai capito>
Luc, #1
Gurdjieff, #piegalo a lui; questo sar) il tuo
compito
-nsi, No notato che prima, le mie emozioni
negative, m2 negative emotions came most
of all in m2 relations With
/eople .ro violento e indesidera"ile
quando dicevo cose alle persone /er un po'
di tempo ho provato a lottare contro
questo =a sono caduto nell'indifferenza e
non so come cam"iare il mio stato
Gurdjieff, 4on necessario cam"iare;
molto "uono $n te sta crescendo un ri8
apprezzamento dei valori /rima, ti
interessavi di cose a "uon mercato . per te
non aveva valore quel che non era
interessante ?ra quel che per te ha valore
quello che prima non ti interessava !uesto
il motivo
-nsi, =a io voglio cam"iare
Gurdjieff, /erch> $l tuo stato gi)
cam"iato /rima non vedevi che eri
interessato da cosa senza valore /i( di cos1
ora il tuo stato cam"iato
-nsi, =a se qualcosa mi ferisce, anzich
essere arra""iato o offeso, sono
indifferente
Gurdjieff, 4ormale; poco ma normale
/rima avevi il tuo amor proprio 4on vale
niente, una cosa ordinaria;ora lo hai
capito <edi che idiota, una nullit), un
escremento; prima non lo sapevi ?ggi lo
vedi; non sei arra""iato <edi le
manifestazioni dell'escremento #e cos1,
sono molto contento #enza volerlo, senza
saperlo, sei gi) avanzato oggettivamente,
avanzato meccanicamente /resto sarai il
nostro stima"ile camerata
Lanctin, F possi"ile nelle condizioni attuali
evitare uno sviluppo troppo disarmonico
del corpo rispetto lo sviluppo generale>
Gurdjieff, /er lo sviluppo fisico non
esistono le stagioni 4on stagioni politiche
F sempre necessario Devi educare il tuo
corpo con la tua testa, coscientemente F
molto semplice 4on permettergli mai di
fare quello che vuole +argli fare tutto il
contrario di quello che ama Gli piace lo
zucchero; non dargliene #i deve ferirlo per
lottare, hai sempre ragione quando resisti al
tuo corpo ?gni cosa al contrario; cos1
che Dio ha creato il tuo corpo e il tuo
intelletto F una cosa molto semplice /er
questo non necessario leggere $l
programma molto semplice #otto tutte le
condizioni, in tutte le situazioni politiche,
l'uomo deve educare il suo corpo a
sottomettersi a lui La tua personalit) pu
educare il tuo corpo *olui nel quale il
corpo forte e prende l'iniziativa su di lui,
nulla *hi ha il corpo reso schiavo,
intelligente *apisci il significato di
intelligente> $ntelligente significa colui che
comanda il suo corpo #e il corpo
comanda, sei una nullit), un villano 8 se tu
comandi il tuo corpo sei intelligente /erci
scegli cosa vuoi $ntelligente o villano> #e
vuoi essere un villano lascia che il tuo
corpo ti comandi #e vuoi essere
intelligente, lascia che la tuo coscienza
comandi il tuo corpo /i( vuoi comandare
il tuo corpo, pi( esso ti si oppone . nel
resisterti pi( forza ti d)
$ncontro di #a"ato RY settem"re RKVZ
Lettura, $ntroduzione alla ottava serie
-lcuni li"ri di Gurdjieff Dopo cena, il #ig
Gurdjieff chiede a quelli che sono tornati
dalle vacanze di fargli un resoconto del
loro lavoro
=me +ranc, Durante le vacanze ho fatto i
due esercizi che mi hai dato, l'esercizio
sulla divisione in due e sulle sensazioni di
caldo, freddo, e lacrime &n.d.t. la parola
tears tradotta "lacrime" potre""e anche
essere "strappo"' 4on posso dire di aver
avuto molti risultati da questi esercizi, ma
ho avuto risultati nel comprendere La
divisione in due, non posso dire di essere
riuscita a farla, ma il lavoro mi ha dato un
centro di gravit) nella mia testa !uesto ha
cam"iato molte cose per me e mi ha
permesso di deidentificarmi un po' dal mio
corpo e posso vedere pi( chiaramente nel
mio lavoro #o meglio cosa sto facendo e
cosa devo fare !uesto ha cam"iato i
valori
Gurdjieff, -vevo gi) capito che avevi una
personalit) ?ra senti in te qualcosa, una
separazione $l corpo una cosa e tu sei
un'altra cosa
=me +ranc, F quello che sento, ed una
cosa che giudica
Gurdjieff Devi congratularti con te stessa
#ono contento con tutto il mio essere F la
prima cosa #enza questo non puoi mai
continuare #enza questo per RT anni, RTT
anni, il tuo lavoro sare""e soltanto
titillazione
=me +ranc, =i sem"ra che ora qualcosa
sia stato oltrepassato
Gurdjieff, ?ra devi renderlo fisso #i deve
nutrire il "am"ino che potre""e crescere
Dargli "uon latte, delle uova, ogni cosa
necessaria a un "am"ino !uando sar) un
ragazzo, sar) capace di parlare e io sar
capace di capirlo /er e il tuo cliente "
lungo abbastanza
=me +ranc, <olevo anche dirti che
l'esercizio delle sensazioni mi ha mostrato
che vivevo nell'immaginazione, /oich
noto che soltanto quando esperisco
qualcosa organicamente che reale; ma
non sono capace di concentrarmi
a""astanza sulla figura dell'immagine
Gurdjieff, $n generale questa la tua
de"olezza 4on necessario parlarne F
ancora una cosa soggettiva ?ra se ti
spiego qualcosa, puoi capire /rima non
avresti potuto capire niente La prima volta
ti sei sentita offesa . se dico la stessa cosa
ora tu puoi comprendere
=echin, No provato a continuare l'esercizio
della divisione in due e, vedendo che non
ci riuscivo, ho pensato che era perch l'
"io" in me non era a""astanza forte %utta
la mia attenzione era spostata a "io sono" e,
in effetti, questo ha sviluppato a poco a
poco una sensazione molto pi( forte, che
non avevo mai avuto, di "io" No accertato
in effetti che questo ha cam"iato tutti i
valori in me, che quello che avevo capito
teoricamente fino ad ora, ora lo capisco in
un modo diverso e questo mi ha fatto
capire anche molti pro"lemi, che fissati in
me specialmente la necessit per me, ha
smesso da questo momento di recitare una
parte =a, come durante le vacanze, ero
a""astanza solo nella parte che dovevo
recitare, dovevo recitarla con i miei
genitori e sopratutto con mia madre, che
era il momento dove arrivava la difficolt)
No accertato che ero completamente
incapace di recitare una parte, che era
impossi"ile
Gurdjieff, %u hai capito che cos' recitare
una parte; hai capito che valore ha per te,
hai assaggiato> 3ravI
=echin, /oi, mi sono sforzato
ulteriormente con l'esercizio di divisione
No provato a capirlo e un giorno, passando
davanti a uno specchio, sono rimasto molto
sorpreso che vedevo me stesso come un
estraneo No pensato che avrei dovuto
usare questa prova per fare questo
esercizio; dopo, facendo l'esercizio, ho
visto me stesso come mi sono visto allo
specchio; ne ho avuto solo una fredda
figura, senza vita No visto un corpo senza
vita e ho provato a sta"ilire relazioni con il
mio vero corpo 4el provare a farlo mi
sem"rato che questo mi desse, in pi(, un
gusto di cosa potre""e essere la divisione
No sentito che si deve fare questo
Gurdjieff, F a""astanza, sei nato La tua
individualit) nata /rima eri come un
animale senza "io" ?ra hai un 5io" e le
propriet) di un uomo %e le ha date questo
esercizio /rima non avevi individualit), eri
il risultato del tuo corpo, come un cane, un
gatto o un cammello ?ra se hai delle
corna, puoi vederle e stupirtene /rima non
potevi vedere niente ?ra hai
un'individualit) che non avevi
&Civolgendosi agli altri' Lui ha acquisito
un'individualit) /rima non l'aveva .ra un
pezzo di carne -vre""e potuto lavorare
mille anni, non avre""e mai avuto alcun
risultato #ei un camerata di =me +ranc
.ntram"i potete diventare iniziati alla
prima iniziazione F una cosa piccola ma
una cosa grande, una garanzia del futuro
=i congratulo anche con voi /er la prima
volta in tre anni sono felice internamente
#ono felice dei miei sforzi /oich questo
non per caso, che ce ne sono altri due %u
non sei pi( fidanzato, non pi( =echin, tu
sei mio fratello pi( giovane &a =me +ranc'
tu sei mia sorella Dopo parleremo
separatamente
Gurdjieff a ]vette, 4on sei felice>
]vette, #1, e posso dire che quel che =me
+ranc ha detto mi sem"ra che ero io che lo
dicevo perch per qualche tempo c'
qualcosa di completamente nuovo in me e
c' anche il timore di vederlo sparire
/oich, in generale, tranne che in momenti
molto rari, c'era in me qualcosa che prima
non c'era ed essenzialmente qualcosa nella
mia testa, qualcosa che sentivo nella mia
testa, sulla quale mi appoggio e che mi
separava dal resto, distinta dal mio corpo,
da tutto quel che sono, dal mio sentimento
Gurdjieff, /uoi forse dire che tu sei una
cosa e il tuo corpo un'altra cosa /rima non
potevi dirlo sinceramente
]vette, F una cosa che si pu mantenere>
Gurdjieff, -""iamo trentatr qualit) di
liquido che posso darti 4on necessario
capire; mi hai chiesto se possi"ile e io ho
detto s1 No detto anche che ci sono
trentatr qualit) di fluido
%racol, =i hai fatto accuratamente sentire,
per un momento, la mia attitudine di oggi
di fronte al lavoro F stato quando hai
ricordato durante la cena l'aneddoto del
*urdo L'esercizio che mi hai dato diciotto
giorni fa e che consiste in un continuo
richiamo, a ogni inalazione e a ogni
espirazione io devo pensare "io sono6 e
devo depositare l'elemento attivo dell'aria
nelle mie gam"e mentre sono reclinato o
seduto, e nel plesso solare quando sono in
piedi No provato a fare questo esercizio,
provo a farlo sempre e, pi( lo faccio, pi(
mi diventa quasi impossi"ile farlo, tranne
nei momenti in cui posso riunire le
condizioni pi( favorevoli =a meno le
riunisco, pi( desidero riunirle e non potrei
veramente a""andonare questo esercizio
prima di avere, alla fine, un gusto un po'
migliore di quello che ho fatto 4ei
migliori momenti di questo esercizio, non
nei momenti pi( favorevoli ma nei
momenti in cui lavoro con maggiore
intensit), che sare""ero nella vita, quando
riesco a eseguire l'esercizio continuando le
mie occupazioni ordinarie, provo un gusto
che interamente ingannevole; ho
l'impressione di vivere in un doppio sogno
Da un lato faccio la mia vita esteriore come
in un sogno e provo a recitare una parte in
esso; e dall'altra parte, faccio il mio lavoro
come in un sogno, e ho l'impressione di
una parte che sto per recitare interiormente
$n compenso, quando faccio questo
esercizio solo in condizioni favorevoli,
succede che "ruscamente ho una
sensazione di "io" che pi( forte ancora
che nell'esercizio di divisione; e mi
piacere""e conservare, nella mia vita
ordinaria, il gusto che ho avuto in quel
momento
Gurdjieff, *ontinua questo Devi esercitarti
a poco a poco +are di questo sentimento la
tua propriet) #i deve avere prima il
sentimento *he come dire, non avere le
tue associazioni $l sentimento viene in te,
tua propriet) ma in uno stato speciale
*io, non pu venire nella vita $n uno
stato speciale quando ti rilassi un po', puoi
ricordare questo sentimento e devi
afferrarlo
%racol, ., allo stesso tempo sento che il
vero lavoro nella vita ordinaria
=me de #, =a si deve fare prima questo, in
uno stato speciale, e a poco a poco arriverai
ad esso nella vita ordinaria
%racol, $l sentimento pi( forte di divisione
quando la faccio in condizioni
confortevoli
=me de #, /er questo necessario
accrescerlo in te in questi momenti Dopo,
a poco a poco, sarai capace di far durare
questo stato
^ahn, /arecchi mesi fa ho posto questa
domanda, "!uando ho un impulso di vero
amore verso qualcuno, mi sem"ra che, non
solo questo sta"ilisce una relazione tra me
e quella persona ma che questo da prova di
una forza superiore in me6 -l tempo mi
hai risposto che non dovevo pensare a tali
cose al momento, che questa era
psicopatia, che dovevo fare il mio lavoro
come un servizio %i ho ascoltato e
cominciai a essere capace di distaccarmi
dal mio corpo, ora specialmente che ho
visto la profondit) della mia passivit) e che
ho capito che devo concentrare tutte la mia
forza, tirar fuori tutti i miei sforzi per
oppormi a qualcosa in me che la mia
a"ituale nullit), ora ho l'impulso di
diventare indipendente /er esempio, ho
come un impulso a riuscire a recitare la
mia vera parte rispetto a mio figlio o a mio
padre; ho come se ci fosse un impulso nel
l'avere successo nel diventare un uomo nei
confronti del gruppo, ma mi sem"ra che
ognuno di questi impulsi non sia
a""astanza potente perch il distacco sia
completo $n uno dei miei migliori
momenti di lavoro, ho visto recentemente
tutto il mio corpo, tutte le mie emozioni,
tutti i miei sentimenti e i miei desideri
a"ituali come quello che ho dovuto riuscire
ad uccidere in me per nascere, e ho capito
che sarei riuscito nell'essere quel che
volevo essere se fossi riuscito a fare quel
che io muoio !uindi, ora ti chiedo, mi
chiedo e chiedo anche a te, se non potrei
essere aiutato nei miei sforzi da una
relazione se non potrei essere aiutato nei
miei sforzi "2 a relationship of What there
is of an "$" in me With a superior form 8 se
questo non l'impulso che manca in me>
Gurdjieff, 4o; continua /erch usi la
parola "vero"> 4on puoi ancora avere un
"vero amore" 9n aspetto del "vero amore"
deve essere l'odiare giustamente, odiare
oggettivamente, non l'oggetto ma le sue
manifestazioni %u non puoi ancora usare la
parola "vero" 4el frattempo continua ad
ammassare materiale =a smetti di usare la
parola "vero" 4on si dovre""e dare questo
valore alle cose 4on puoi ancora amare,
non puoi fare niente 4on hai ancora il
sentimento e io ho "isogno che tu ce
l'a""ia !uando sarai capace di avere un
impulso, sar capace di darti soddisfazioni
*ome usarlo, come dirigerlo, come
realizzarlo <edo che la forma di lavoro che
ti ho dato ti ha aiutato; e se questo ti ha
aiutato, non necessario cam"iare
^ahn, !uesto lavoro mi ha dato quello che
nessun'altra cosa ha fatto
Gurdjieff, $l resto non conta niente -nche
se potesse esserci in noi, non ce n'
a""astanza in te per un "vero impulso"
Gurdjieff, &a #imone' Nai capito> -nche
per te qualcosa aperto>
#imone, $nfatti, mentre ascoltavo =echin,
Ga"rielle e ]vette parlare, ero con loro
Gurdjieff, %u hai sentito con la tua testa,
con la tua intelligenza /er esempio,
rispetto a =echin, tu hai capito prima di
lui; lui capisce meno di te, ma comprende
col suo intero essere *apisce con la sua
individualit), tu col tuo corpo /er me,
questo ha pi( valore del tuo
#imone, ?ra sento qualcosa nella mia testa
che rimane quasi sempre; non molto forte
ma molto costante, qualcosa che mi fa
vedere esseri e cose in un modo diverso
Gurdjieff, F normale - poco a poco deve
essere diverso #tai cominciando ad avere
una vera vista %u avevi, fino ad ora, un
punto di vista di fantasia
Gioved1 ZT settem"re RKVZ
Ea, &*omincia a leggere le domande che ha
scritto', #empre di pi( sento quanto il mio
lavoro sia mentale, quanto poco mi
rallegra . ho capito che non posso
approcciare il mio lavoro con fuoco vero
&elan'
Gurdjieff, #cusami, ma quello che hai
appena detto non logico 9no distrugge
l'altro 4on ho capito cosa vuoi dire 4on
leggere, metti via il foglio
Ea, =i manca una spinta per il mio lavoro
4on riesco ad approcciare il mio lavoro in
maniera soddisfacente a meno che non
senta un certo sprone il quale solo venga a
me da una chiara realizzazione della mia
situazione presente e della mia presente
nullit) L'ho capito molto chiaramente .
questo mi ha fatto capire che dovrei avere
un rimorso di coscienza per questa nullit)
=a non riesco ad andare oltre questo stato
*osa posso fare per avere rimorso di
coscienza>
Gurdjieff, !uesta domanda porta con s
sette aspetti; non uno, ma sette 9no te lo
dir, ogni uomo, quando viene al mondo,
ci viene per certe ragioni *i sono cause,
che come dire, forze esterne l'hanno
creato !ueste forze forse non erano
o""ligate a darti la vita #ei felice di essere
vivo> La vita significa qualcosa per te>
3ene poi, se tu sei vivo e sei contento di
esserlo, dovresti pagare qualcosa in
cam"io /er esempio, io vedo qui tua
madre ma per lei, avresti potuto non venire
mai al mondo .' a lei che devi la tua vita
#e sei contento di vivere la devi ripagare
%u ora sei grande, ora di saldare il tuo
de"ito 9na delle cause principali per cui
sei in vita tua madre .' grazie a lei che
hai i tuoi piaceri e che hai la possi"ilit) di
svilupparti 9na delle ragioni, uno degli
aspetti della tua venuta in questo mondo,,
quindi, tua madre . io ti domando, hai
cominciato a pagare il tuo de"ito con lei>
Ea, 4o
Gurdjieff, *i sono ancora altri sei aspetti
ma io ti parlo di un aspetto *omincia,
quindi, da questo primo aspetto, tua madre
Cipagala
-nche se fosse oggettivamente cattiva, lei
tua madre . come puoi ripagarla>
Dovresti uniformare la sua vita =a,
invece, tu che fai> Cendi la sua vita molto
difficile La fai snervare, la irriti
$nconsciamente, il rimorso di coscienza
potre""e venire da quello /rendi gli anni
appena passati, ricorda, spesso sei stato
molto cattivo %u sei una erde 4on hai
eseguito i tuoi o""lighi #e hai capito
questo, il rimorso in te pu cominciare
!uesto solo un aspetto /otrei spiegartene
altri sei, ma dimenticateli /rima di
conoscerli, comincia da questo /er gli
scorsi due anni, quante volte sei stato
cattivo, molto cattivo, verso di lei> Cicorda
questo e prova a riparare il passato con il
tuo futuro nel presente .' una cosa molto
difficile #e dimentichi, non lo fai, il tuo
difetto e raddoppi il tuo difetto &colpa';
primo sei da "iasimare per il passato, e sei
una seconda volta da "iasimare per non
riparare oggi 9na "uona risposta, no>
?gnuno qui contento %ranne una persona
8 sai chi > %ua madre =adame, per il
"ene di suo figlio che dico questo &/arla in
russo con =me de #alzmann'
=me de #alzmann &- =me .', /otre""e
pensare che se il signor Gurdjieff parla
cos1, perch &our 0ind host' il nostro
gentile padrone di casa e perch Lei qui
=a non per quello
Eac, No pensato a quel che mi hai detto
l'altro giorno, che devo scegliere "tutto o
niente" No deciso di prendere il compito e
attenermi ad esso qualsiasi cosa succeda
!uesto compito era di riservare un certo
tempo della giornata per fare un esercizio,
l'esercizio delle "raccia allargate .,
provando a fare questo esercizio, ho capito
per la prima volta cos' una non8entit)
+ino ad ora pensavo di aver capito, ma era
solo per motivi esteriori No visto che ero
incapace di qualunque cosa perch
qualcosa in me si rifiutava di fare lo sforzo
Gurdjieff, &/rima parla in russo a =me de
#alzmann' #cusami +orse hai creduto che
ti avevo dimenticato No chiesto a =me de
#alzmann, "!uando tutti sono partiti per le
vacanze, ho dato a ognuno una "ottiglia di
medicina da prendere durante il lavoro
.' possi"ile che a te non l'a""ia data>" Lei
mi ha detto che a te non l'ho data ?ra
capisco perch mi hai fatto quella
domanda #e tu avessi avuto quella
"ottiglia non avresti pensato in quel modo
riguardo la tua nullit) &/arla a tutti' Lui si
sentito in generale una nullit) =a oggi
non possiede niente; non ha accumulato
niente durante le vacanze <oi al contrario
state a poco a poco mietendo i risultati del
vostro lavoro ?ra avete una "ase per
misurare come pu essere fatto &- -"'
*apisci ora la forza della chimica>
-", $o ne ho presa circa un terzo
Gurdjieff, !uelli sono affari tuoi -vresti
solo un terzo della forza 4on colpa mia;
se l'avessi presa tutta avresti tre volte pi(
forza .' per quello che l'ho detto +orse
non hai dato a""astanza importanza a
questa medicina +orse questo ti dar) un
rimorso di coscienza in futuro al fine di
ottenere un'altra qualit) di attenzione
*ome a lui &as to him' &Eac' posso dire che
mi dispiace di non avergli adato la "ottiglia
che ho dato a tutti per le vacanze =me de
#alzmann dice che non gliene ho data una
capisco la ragione di questa domanda #e
avesse avuto la "ottiglia avre""e fatto
qualcos'altro del suo tempo durante le
vacanze 8 non avre""e posto la domanda
*apisci, %racol> =i dispiace che non sia
nel gruppo del sa"ato Lui non c' ed per
questo che ha fatto la domanda #e ha fatto
quella domanda da idiota perch non ha
avuto la sua "ottiglia di medicina .' colpa
tua, colpa di =me la /residente e la
colpa di tutti i suoi amici Lui stato qui
molto tempo; stato vostro amico per
molto tempo; e per molto tempo stato
deprivato .' colpa di =me de #alzmann,
del /residente, di ogni persona qui &?ffre
una sigaretta a =me .t' =adre, tu meriti
di avere tutto Dovresti avere tutto $ tuoi
figli dovre""ero darti tutto, e anche gli
amici dei tuoi figli Nai cresciuto i tuoi figli
fino a un'et) responsa"ile dovre""ero darti
quello che ti piace #e ti piacciono le
sigarette, dovresti avere le sigarette #e non
hai niente, colpa dei tuoi due risultati;
devono essere annientati
Eac, /osso finire la domanda>
Gurdjieff, +inisci
Eac, No notato nel fare questo esercizio che
per la prima volta e per un momento molto
"reve, che ho avuto il sentimento di essere
li"ero, li"ero da quest'inerzia contro cui
lotto sempre, e che mi ha dato il gusto
esatto di cosa potre""e essere la li"ert)
&Gurdjieff interrompe =me de #alzmann
che traduce, ma Gurdjieff la ferma'
Gurdjieff, No gi) capito .' per lo stesso
motivo tu hai capito con la tua testa, ma il
tuo organismo non ha la possi"ilit) di
essere quello che la tua testa desidera
3ene quindi, la materia chimica che dicevo
di poterti dare i quali risultati si
accumulano in te e ti danno il fuoco per
rivitalizzare le tue funzioni .' lo stesso
motivo Di chi colpa io non so, ma in
futuro dovresti prendere ogni misura, 8
chiedi, elemosina, supplica =me de
#alzmann di aiutarti =me /resident ha
anche la possi"ilit) di introdurti nel gruppo
del sa"ato &- =me .r', ]ou oght to see
to it that 2our title has a meaning -ll'inizio
pensavi che fosse uno scherzo, ma ha preso
una "rutta piega %racol, come sta il tuo
allievo &Ger"'> Dovresti aiutare il tuo
allievo, illuminandolo perch possa capire
Na un aspetto molto simpatico Lo conosco
esteriormente ma non interiormente /er
cui, si deve manifestare con la sua lingua
Dovresti aiutarlo affinch io possa capire la
sua interiorit) 4ello stesso modo in cui il
/rocuratore Distrettuale governatore per
lei &=lle Dol' Nai notato che quando
conosco "ene qualcuno sono capace di dare
"uoni consigli> ?ra non posso Devo
sapere di che cosa im"ottito *ome per
lui &=lle Dol', io so di che spezie
ripiena &#cherza con =lle Dol e #unn sul
risparmiare sigarette, invita alcune persone
per domenica, regala caramelle e le
congeda'
$ncontro di gioved1 XR otto"re RKVZ
Gurdjieff, =adre, posso fumare> &a Eac'
4ota questo esempio 8 lei madre, la
madre della casa; tu ricordi che l'ultima
volta ho detto che nessuno pu far niente
senza il permesso della madre La madre
la testa &della casa'
&Gurdjieff scherza su Eac, dice che Eac
geloso perch sua mamma non appartiene
pi( solo a lui ma a ognuno presente, e
quando gli mancher) realizzer) il valore di
quello che possedeva'
Gurdjieff, .hi, dopo quello che a""iamo
appena letto della cerimonia di *risto,
penso che sia difficile per chiunque porre
una domanda *omunque sia, "isogna
provarci -nche se fosse una domanda
egoistica
Nig, #ignore, vorrei fare una domanda
-vendo finito parecchie settimane fa i
compiti che mi ero preso, mi trovo da
allora in un felice equili"rio senza uno iato
e senza un desiderio <oglio andare avanti
col lavoro perch sento che c' un universo
sopra quello in cui sono ora, ma non posso
fare alcun progresso da allora e sento che
da solo non posso fare niente
Gurdjieff, .' un "rutto segno Devi cercare
uno shoc0 dall'esterno %i accontenti di
poco ?ra, durante questo periodo, dovresti
fare uno sforzo Dovresti avere un lotta
interiore tra la tua individualit) e le tue
funzioni 4on devi tranquillizzarti $l fatto
che non puoi lavorare un segno molto
"uono Devi forzare te stesso #e superi
questa crisi, questa piccola crisi, in seguito
potrai ricominciare
Nig, 4on vedo esattamente quale percorso
seguire e che scopo avere in vista
Gurdjieff, 4on necessario un percorso .'
necessario soltanto che tu ottenga i risultati
in te stesso Caccogli, accumula i risultati
della lotta 4e avrai "isogno per
continuare Devi accumulare; hai delle
"atterie in te nelle quali devi accumulare
questa sostanza, come per l'elettricit)
!uesta sostanza pu essere accumulata
soltanto lottando /erci crea una lotta tra
la tua testa e il tuo animale L'ho gi)
spiegato l'altra volta #cusami .' sa"ato
che l'ho detto La mia memoria sta
invecchiando 4on sono solito fare errori e
ora sto cominciando
%i consiglio 8 ora che ti conosco mille volte
meglio 8 di non fermarti *ontinua la tua
lotta, ma senza l'aspettativa di risultati
-ccumula i risultati del processo di lotta
!uando lottiamo interiormente con il
pensiero, il sentimento e il corpo, questo
produce una sostanza nel posto a cui
appartiene -ccumula .' questo che sta
mancando in te %u sei giovane 4on hai
esperienza #ei vuoto *ontinua la lotta
iniziata accidentalmente *os1 che se tu
dici di essere soddisfatto, questo prova che
sei sulla strada giusta =a non ti devi
fermare %u avevi come un piano per
andare all'.toile ?ra sei in Cue d'-rmaill
L'.toile ancora lontana, 3oulevard
*arnot, ci sono venti lampioni, venti
stazioni !uindi, ora, svolta a destra
!uella la strada giusta !uesto c' da
dire, continua la tua lotta #tai cercando dei
mezzi> *osa stai facendo non ha
importanza !uel che importa che tu
a""ia in te il processo di lotta *he mezzi
impiegherai> 4on importa Lotta %u sai
meglio di me cosa lotta /er esempio,
qualunque cosa piaccia al tuo corpo,
qualunque cosa sei a"ituato a dargli, non
darglielo pi( La cosa importante avere
un continuo processo di lotta, perch hai
"isogno la sostanza che la lotta ti d)
Eac, #ignor Gurdjieff, mi ha dato un
compito allo scopo di ricordarmi di me, di
lavorare con qualcuno che mi vicino .
ho notato, e cos1 mia moglie, che questo
scopo ha cam"iato la nostra relazione, ma
solo a un certo punto, e quello era un
ostacolo a cui n lei n io potremmo
passare sopra . Lei le disse che avre""e
detto cosa fare per superare questo
ostacolo
Gurdjieff, /rimo, per ogni genitore, si deve
cominciare ponendo una domanda; tu e tua
mogli avete dei "am"ini 3ene, se avete dei
"am"ini, essi creano per voi doveri
speciali <ivere solo per voi stessi finito
#aresti o""ligato a sacrificare ogni cosa per
i tuoi "am"ini, nella vita ordinaria $n
questo momento tu e tua moglie dovete
progettare come scopo, di vivere per i
vostri "am"ini; lo scopo tuo e di tua
moglie
4iente dovre""e interferire con il vostro
mutuo rapporto Dovreste avere questo
scopo comune tra voi Dovreste avere uno
scopo, uno scopo comune, tra di voi, e
questo scopo comune tra voi dar) un
contatto con il lavoro, perch uno scopo
oggettivo e anche il lavoro oggettivo
*ominciate da questo Discutilo con tua
moglie *on lei, progetta di sacrificare ogni
cosa ai tuoi "am"ini 4on per sempre, ma
per un periodo di tempo particolare tutto
per i tuoi "am"ini $l vostro sar) uno scopo
comune . nelle vostre relazioni personali
ci sar) una lotta, per il motivo che entram"i
programmate questo scopo con la vostra
mente, dato che i vostri caratteri sono
diversi, ognuno avr) 8 poich ognuno avr)
scelto il suo scopo 8 in s stesso una lotta
da sostenere . chi si atterr) a questo scopo
avr) passato l'esame per avere un altro
mezzo oggettivo che verr) in seguito
intanto, parla tranquillamente e
francamente con tua moglie e programmate
lo scopo #e lo fai per una o due settimane,
meriterai di conoscere il modo oggettivo
/omereu, /osso fare una domanda>
Gurdjieff, #e ti va !uesta la prima volta
che parli, vero>
/omereu, =i piacere""e sapere come fare
a evitare, al di fuori del lavoro che dura un
certo periodo di tempo, che la mia
immaginazione scappi con me
Gurdjieff, 3ene, per quello ti dar un
consiglio molto semplice e molto
ordinario -nche tu sei sulla strada giusta
?ra quello che ti consiglio una cosa
molto semplice *apire logicamente non ti
porta assolutamente nulla *apirai in
seguito che il solo consiglio "uono quello
che sto per darti Durante tutto il tuo tempo
li"ero, conta, R, X, Z, V, L, \, fino a LT
Dopodich, LT, VK, VY, VU, V\, eccetera
fino a tornare all'inizio /er tutto il tempo
. se lo fai sette volte, cinque o dieci
minuti, siediti, rilassati e d1 a te stesso, "$o
sono", "$o voglio essere", "$o posso
essere", "4on per usarlo per fare il male,
ma il "ene", "$o aiuter il mio prossimo
quando $o sar $o sono"
Dopodich, conta ancora
=a consciamente, non automaticamente
+ai questo tutto il tempo li"ero La prima
volta ti sem"rer) assurdo =a quando lo
avrai fatto per due o tre settimane, mi
ringrazierai di tutto cuore =i hai capito>
/emereu, =olto "ene
Gurdjieff, 4on ti do nient'altro ne so un
altro migliaio =a ti do questa cosa
semplice &-gli altri' . quello lo salver)
La sua intera vita cam"ier) e fino all'ora
della sua morte mi ringrazier), non mi
dimenticher) mai fai quello, e quello
tutto
=me .t, /osso chiederle qualche
consiglio> <olevo chiederle, quando faccio
il mio lavoro di ricordo di me, sono sempre
intralciata dalla stessa idea, come posso
fare il mio lavoro, come organizzare la
giornata, per far felici tutti in casa> .
durante il giorno, proprio il contrario
#ono intralciata dalle idee che hanno a che
fare con il lavoro /enso a quello che ho
sentito qui e da =me de #alzmann, e
questo mi intralcia continuamente
Gurdjieff, !uesto l'effetto delle esigenze
del vivere ogni giorno #uccede a tutti
L'ho detto spesso Devi riservare ogni
giorno un tempo particolare per il lavoro
4on tutto il tempo, il lavoro una cosa
molto seria 4on puoi lavorare
interiormente tutto il giorno Devi dedicare
un tempo particolare e aumentarlo a poco a
poco - questo lavoro dedica mezz'ora
delle ventiquattro ore Durante questa
mezz'ora dimentica tutto il resto, metti da
parte tutto il resto .' una piccola cosa
#acrifica ogni cosa per il tuo lavoro
interiore e in seguito lo puoi mettere da
parte per le cose della vita ordinaria 4on
puoi fare questo lavoro per tutto il giorno
=me .t, /enso anch'io Diviene
meccanico, io sono, io voglio essere
Gurdjieff, %u mischi, non devi 4on
mischiare questo lavoro col lavoro
ordinario -""iamo due stati di veglia /er
questo lavoro, dovresti avere uno sto di
veglia attivo =a mezz'ora di questo stato
di veglia a""astanza per tutto il resto del
giorno, nel quale vivi come sei a"ituata a
fare
/uoi fare questo> . se non riesci a farlo per
mezz'ora, anche dieci minuti sono
ricchezza per chi pu lavorare dieci minuti
Devi dare e sacrificare a questo lavoro un
tempo particolare 4on puoi dare tutto il
tempo La vita una cosa, il lavoro
un'altra La sostanzialit) di ognuna
diversa, per questo lavoro devi essere pi(
attiva No detto questo molte volte
!uando cominci il tuo lavoro, il tuo
compito, esso il tuo lavoro Dovresti,
sempre prima di cominciare, rilassarti,
prepararti, raccoglierti /oi, con tutto il tuo
essere, esegui il tuo compito .' una cosa
molto complicata 4on puoi farla per molto
il tempo %i stancherai presto /rende tutta
la tua forza; se lo fai per cinque minuti di
troppo, sarai scaricata di tutta la forza .'
per questo che ho detto che si deve
aumentare a poco a poco, fino a quando ti
ci a"itui, cinque minuti, sei minuti, dieci
minuti #olo questo sistema ti dar) sempre
un "uon inizio per prepararti a raggiungere
lo stato che appartiene a un uomo vero .
se tu lavori a lungo, questo prova che non
lavori con tutto il tuo essere 8 stai
lavorando solo con la mente =a cos1, puoi
farlo per un migliaio di anni senza
guadagnarci niente; non vale niente
Lavora per "reve tempo, ma lavora "ene
4on mischiarlo con altre cose *inque
minuti di "uon lavoro valgono pi( di
ventiquattro ore di altro tipo #e non hai
molto tempo, lavora cinque minuti Lascia
che la vita ordinaria continui secondo le
a"itudini, il resto del tempo !uel che dici
non riguarda il lavoro La nostra vita una
cosa, il lavoro un'altra cosa -ltrimenti
diventerai una psicopatica %u ricordi te
stessa con la tua mente 8 non serve; ricorda
te stessa con tutto il tuo essere 4on puoi
farlo a lungo, ti scarichi +allo per cinque
minuti, ma dimentica ogni altra cosa #ii
un'egoista assoluta, dimentica ogni cosa, il
tuo dio, tuo marito, i tuoi "am"ini, i soldi 8
ricorda solo il lavoro 3reve, ma di
sostanza &/arla in russo con =me de
#alzmann'
3ar, /osso fare una domanda> *ome
faccio a distinguere tra il mio centro
mentale e il mio centro fisico>
Gurdjieff, /rendi un compito semplice
!uando pensi, pensa Le associazioni
vanno avanti automaticamente; quella la
tua mente !uando senti caldo o freddo,
quando sei nervoso, arra""iato, quando ti
piace, quando non ti piace 8 quello il tuo
sentimento
3ar, =a nelle proprie azioni, come si pu
evitare che i centri si invadano l'un l'altro,
pensare col sentimento, avere un
sentimento mentale, e confondere uno con
l'altro
Gurdjieff, <uoi dire che non puoi pensare
perch sei emotivo>
3ar, <oglio dire che ho un pensiero
emozionale
Gurdjieff, %u hai una de"olezza, una
malattia; tu non devi pensare con il tuo
sentimento; devi pensare con la tua testa
/ensare col sentimento una de"olezza,
una malattia L'inizio viene dal sentimento
e il centro del pensiero solo una funzione
=a il centro di gravit) deve essere il
pensiero . ora puoi sapere cos'
l'individualit) .' quando il tuo centro di
gravit) nel pensiero
*os1, se il tuo centro di gravit) non nel
pensiero, tu non sei un individuo, tu sei un
automa .' una spiegazione semplice ?gni
uomo dovre""e provare ad a"ituarsi ad
essere un individuo, una persona
indipendente, qualcosa, non erde &scusa
la parola', non un animale, cane, gatto .'
un sintomo molto semplice #e concentri il
tuo essere nel tuo pensiero, sei un
individuo; ci sono molti gradi tra gli
individui, ma al momento non
importante tu sei un individuo quando hai
il tuo centro di gravit) nel tuo centro
pensante . se in un altro centro, sei un
automa /u essere nel corpo o nel
sentimento, ma quando lavori dovresti
avere come scopo di essere nel pensiero .
fare questo consciamente #e non lo fai,
ogni cosa si fa in te inconsciamente $l tuo
lavoro dovre""e essere di concentrarti
esclusivamente nel tuo pensiero .' una
spiegazione semplice, /hilip> -nche a te
questo spiegher) molte cose
/hilip, %eoricamente lo so
Gurdjieff, =a per la tua comprensione
questo dovre""e averti dato qualcosa di
nuovo, qualche conclusione interessante>
_u"er, #ignore, le ho chiesto gioved1
scorso, se c'era un modo per sviluppare
l'attenzione; ha detto che l'attenzione si
misura nel grado in cui uno si ricorda di s
=i ha detto di guardare specialmente
dentro me stesso Gliel'ho chiesto in
particolare poich non ero capace di porre
la mia attenzione alla lettura di 3elze"( $n
questa settimana ho capito che l'attenzione
era quello che io ero /i( "io" c'erano, pi(
attenzioni differenti <olevo chiederle se
c'era, per sviluppare l'attenzione, solo il
metodo del "$o sono" o ci sono altri metodi
speciali>
Gurdjieff, %i posso dire una cosa i metodi
non esistono io non ne conosco =a ora
posso spiegarti tutto semplicemente /er
esempio, in 3elze"(, io so, c' ogni cosa
che si dovre""e sapere .' un li"ro molto
interessante ?gni cosa l1 %utto quello
che esiste, tutto quello che esistito, tutto
quello che pu esistere L'inizio, la fine,
tutti i segreti della creazione del mondo;
tutto e l1 =a si deve comprendere, e
comprendere dipende dalla propria
individualit) /i( un uomo stato istruito
in un certo modo, pi( pu vedere
#oggettivamente, ognuno capace di
comprendere in "ase al livello che occupa,
per quello un li"ro oggettivo, e ognuno
potre""e capirci qualcosa 9na persona
capisce una parte, un'altra mille volte di
pi( ?ra, trova il modo di porre la tua
attenzione al comprendere tutto di 3elze"(
!uesto sar) il tuo compito, ed un "uon
modo di fissare una reale attenzione #e no
puoi porre reale attenzione su 3elze"(, non
puoi avere una reale attenzione nella vita
%u non conoscevi questo segreto $n
3elze"( c' ogni cosa, io l'ho detto, perfino
come fare una omelette tra le altre cose,
spiegato; e allo stesso tempo non c' in
3elze"( una sola parola sulla cucina
-llora, poni la tua attenzione su 3elze"(,
un'altra attenzione rispetto a quella a cui sei
a"ituato, e sarai capace di avere la stessa
attenzione nella vita
&#cherza con /omereu sul ta"acco e di
come asciugarlo, e poi sulla polvere di riso
e la polvere da sparo; e sulla lingua
francese che ricca solo di insulti tra
tassisti'
=me de #alzmann, -desso, qualcuno ha
nient'altro da dire>
Eacques, #ignor Gurdjieff, poco fa ero
molto interessato alla domanda di /omereu
e dalla sua risposta nella mia vita, che
a"itudinariamente molto confusionaria e
molto "anale, noto quante poche stanze ci
sono per il lavoro $l pi( delle volte mi
sento smarrito $l che normale =a quel
che meno normale che io ci sono
attaccato a questa confusione, a questa
"analit) che mi calza a pennello, il me
ordinario, l'individuo che pi( forte in me
. le chiedo se non potrei applicare al mio
proprio caso il consiglio che ha dato a
/omereu, poich io credo che contenga
qualcosa di semplice e chiaro che mi
spinger) fuori dalla ga""ia per scoiattoli
nella quale giro sempre
Gurdjieff, 4on fare""e per te, per niente .'
difficile contare cos1, R, X, Z, fino a LT %i
do qualcosa di ancora pi( facile %u hai una
famiglia 9n padre> 9na madre> 9n
fratello>
Eacques, . una sorella
Gurdjieff, -nche una sorella, cinque
persone *ominciando domani mattina,
prendi come compito, ogni dieci minuti,
pi( o meno, circa dieci minuti 8 per me
lo stesso se otto o diciotto 8 ricorda tuo
padre, dieci minuti dopo tua madre,
eccetera Cicordali e rappresentali a te
stesso . quando hai finito con il quattro,
dieci minuti dopo "io sono", "io voglio
essere", con il sentire di tutta la tua
presenza; e dieci minuti dopo cominci di
nuovo 8 tuo padre, tua madre, eccetera .
fai cos1 tutto il tempo .' pi( semplice
dell'altro Nai capito> *omunque sia, devi
avere una idee fiAe !uando pensi a tua
madre ogni cinque volte, pensa che lei
qui e ha degli orecchini d'argento, cose
economiche; e tu dai la tua parola a te
stesso che quando sarai cresciuto e
guadagnerai dei soldi, ti prenderai come
compito di regalarglieli d'oro &- =me
.t', $l dieci per cento a me &- Eacques',
=i hai capito>
3ar, #ignor Gurdjieff, quando uno si trova
con un sentimento di profonda tristezza dal
quale non riesce a uscire, con quali mezzi
meccanici pu farcela>
Gurdjieff, #e uno non ne conosce la causa>
3ar, 4o, non la conosce
Gurdjieff, 4on esiste una tale tristezza;
un'idiozia +atti vedere da uno specialista
$o posso raccomandarti un neuropatologo
Lo conosco molto "ene, mi da il dieci
percento
3ar, !ualche volta la avverto dopo il
pranzo
Gurdjieff, ?h, oh, un sintomo; mangi di
pi( di quel che dovresti =angia di meno
4on mangiare l'ultimo pezzo, tutto Nai
capito che cos'> L'ultimo pezzo *apito>
/oi bravo /rova e la prossima volta ne
parleremo .' possi"ile che la causa sia l1
#e non lo troveremo un altro modo
&#cherza col dottor -" sulla =edicina'
Nig, #ignore, mi piacere""e fare un'altra
domanda 4on capisco cosa possa essere
l'amore conscio 4on capisco perch la
lucidit) con la quale si esamina la propria
passione e che dischiude la sua causa non
de""a, a sua volta, ucciderla
Gurdjieff, 3ene, poi dico che l'amore
interessa solo le funzioni .' solo la polarit)
fisica che sta lavorando !uando hai
pensato a quello, l'amore ti diventer)
ripugnante L'amore che tutti hanno, che
hai tu =a l'amore conscio, quello vero
amore %u hai solo amore "asato sul sesso;
una malattia, una de"olezza 4on puoi
avere amore !uello che forse aveva tuo
nonno ?ggi, per ognuno, l'amore "asato
sul sesso, e il sesso sulla polarit) *os1, se
una persona ha un naso come questo, tu
l'ami; se non ce l'ha come quello, tu non
l'ami L'amore reale oggettivo; ma a
/arigi l'amore oggettivo non esiste %u hai
detto la parola sentimento per sesso, per
cose sporche; hai dimenticato l'amore
reale
Nig, =a si dovre""e cercare di reprimerlo
nell'interesse di un altro>
Gurdjieff, Guardalo come una de"olezza e
mettilo da parte ., allo stesso tempo, usalo
per osservare te stessa -pprofitta di ogni
cosa . dall'istinto forse sarai capace di
sentire l'amore reale
$l gusto forse verr) a te !uando avrai piet)
per una persona col naso che non ti piace, o
per un'altra che sem"ra malata, per un
"am"ino senza madre, per un affamato, per
un uomo senza una moglie 8 allora, per
ogni persona, sarai capace di entrare nella
sua situazione -""i contatto con i tuoi
diversi impulsi; e se rimani imparziale,
vedrai che ogni cosa che ogni cosa che hai
avuto in te fino ad ora erde, allo
stesso tempo sarai capace di provare ad
avere il gusto di un'altra qualit) di amore
. se il gusto di esso viene a te, io posso
spiegartene i dettagli
-", #ignore, per provare questo amore
conscio, la polarit) pu essere un aiuto o
un intralcio>
Gurdjieff, 9n ostacolo, naturalmente =a
non ci puoi fare nulla #ei schiavo di questa
legge *he tu voglia o no .' il tuo corpo
che ti fa amare o non amare
*onsciamente, puoi non essere pi( schiavo
della tua polarit) =a prima devi averne il
gusto %utto quello che posso dire al
momento che quell'amore esiste, l'amore
oggettivo =a devi averne il gusto
Dopodich ne parleremo tutto quello che
diremo prima rimarr) teorico #u questo,
3elze"( spiega molte cose Ciguardo ai
comandamenti di -sh2ata #he2mash c'
questo,
!5Aore della coscienza richiaa lo
stesso in risposta.
!5Aore del sentiento richiaa
l5opposto.
!5Aore del corpo dipende solo dal tipo e
dalla polarit.
. c' anche questo sulla speranza,
!a #peranza della coscienza " forza.
!a #peranza del sentiento " schiavit*.
!a #peranza del corpo " alattia.
. sulla fede,
!a Bede della coscienza " libert.
!a Bede del sentiento " debolezza.
!a Bede del corpo " stupidit.
. ora, District -ttorne2, prova prima a
guadagnare un mucchio; e tu, madre, vieni
a vedermi $o conosco un posto dove ci
sono cose d'oro $o ho un amico al "anco
dei pegni
$ncontro di gioved1 K dicem"re RKVZ
Lettura, $ #anti lavori del #anto -shiata
#hiemash
*ena
&#cherza con =iss Gordon e 3oussi0 sullo
s"ucciare uva secca'
Nignette, #ignor Gurdjieff, mi piacere""e
farti una domanda
Gurdjieff, #cusami, puoi aspettare> <orrei
dire qualcosa a quel signore &$ndica
Eacques 3aratier' ?ggi posso verificare
qualcosa $o lo conosco, l'ho visto pi( di
una volta e allostesso tempo non sono
sicuro che sia lui 4on mi mai successo
$o fotografo le persone =a nella mia testa
questa foto di lui era solo trasparente e per
parecchi giorni mi sono detto, 5/erch
questo" ?ggi ho capito
3aratier, /erch, signor Gurdjieff>
Gurdjieff, No visto l) tuo fratello; non
sapevo che fosse qui No creduto che tuo
fratello fossi tu e tu fossi lui 4on ho
fissato tuo fratello =a oggi vi vedo
indipendentemente, uno a sinistra, l'altro a
destra, non avete niente in comune
esteriormente, ma nell'essenza siete simili
#i pu scommettere che lo stesso padre
/erch ridete tutti> !uel che ho detto
molto normale NaI F a""astanza ?ggi
gioved1 e allo stesso tempo, un gioved1 che
comincia in modo nuovo F il gioved1 di
una sequenza di gioved1 che saranno di
nuova qualit) $ gioved1 di prima sono
morti 4on potremo pi( ricominciare F
una qualit) diversa di gioved1, con pi(
dettagli %ra gli altri, per questo gioved1,
parecchie persone mi hanno detto, "4on
posso rispettare la condizione, che era stata
sta"ilita, di interessare e portare sette
persone al lavoro" No posto come
condizione che sare""ero venuti di gioved1
solo quelli che speravano di essere capaci
di portare e interessare sette nuove persone,
senza spiegare loro niente di strano
riguardo le idee, interessandole solo con le
idee, le mie idee, con quello che ha
studiato qui, fatto qui, gli strumenti che gli
a""iamo dato e nient'altro #ette persone in
sei mesi !uesta era la prima condizione .
certuni mi hanno fatto questa domanda, e
io rispondo che un idiota chi mi chiede
questo 4on questione di portare sette
persone in sei mesi;se veramente uno
interessa una singola persona a venire,
questa persona pu aiutarti a portarne
quattordici 4on difficile 4on una
questione di sette 3asta una per
cominciare #olo che deve essere una
persona che sar) stata veramente avviata,
"en iniziata, che si pu interessare alle
nostre idee . automaticamente sar) capace
di assisterti, poi tu sarai, tu, come un
presidente francese 8 che come dire, non
avrai niente da fare 4on far) niente &a
Nignette' ?ra, mia cara, cosa desideri>
Nignette, =i sento troppo calma e troppo
felice; senza il desiderio di continuare,
come acqua stagnante . ancora, ho sentito
che devo fare qualcosa No scelto un
compito intellettuale e primitivo, e
specialmente in condizioni spiacevoli ?ra
mi sento estremamente stanca $n pi(, non
si accorda col mio lavoro <orrei dormire
venti ore al giorno se potessi <orrei
sapere, ora come diminuire il mio compito,
non ne ho pi( la possi"ilit) e non lo voglio,
ma come sopportarlo meglio e riposarsi
meglio>
Gurdjieff, $n generale il tuo lavoro procede
"ene>
Nignette, $ntellettualmente, s1
Gurdjieff, -llora, se s1, fai una cosa sola $l
riposo te lo sto per dare #to per darti delle
pillole da prendere due volte al giorno, al
mattino appena sveglia, e la sera quando
vai a letto =a tu, da parte tua, ogni
mattina quando ti alzi, lavati con acqua
fredda, poi ti riscaldi facendo ginnastica
+ai solo questo !uesto cam"ier) ogni cosa
in tre giorni . vedrai che la tua fatica era
immaginaria *ome puoi essere stanca> #ei
ancora giovane; non hai consumato le
riserve degli accumulatori F psichico +a
questo, lavati, asciugati "ene e prendi le
tue pillole #e non senti niente in tre giorni
&niente il primo giorno ma gi) meglio il
secondo, e il terzo, "ene' puoi venire a casa
mia e sputarmi in faccia 9na cosa somma
a questo la fatica; un'ossessione
intermittente F o speranza o rammarico di
una persona della quale posso solo pensare,
e che occasionalmente durante qualche ora
4on c' quindi niente da spiegare; devi fare
quello che ti ho detto =a allo stesso
tempo, giustamente, queste cose richiedono
una spiegazione che pu servire al mondo
intero; quindi la spiego per te e allo stesso
tempo per tutti %u ricordi che dico spesso
che devi essere interiormente li"era %u
capisci cos' essere li"eri 4on identificarsi
con niente La parte pi( importante della
nostra schiavit( dipende da fattori
cristallizzati in noi e che sono relativi agli
estranei, alle relazioni con persone non
familiari a noi ., per essere capaci di
essere li"eri, il primo lavoro nelle scuole
esoteriche di tutti i tempi comincia
esattamente con questa questione,
"Decristallizzare tutti i fattori che sono
consentiti dalle relazioni con altri"
&eccezion fatta dei fattori cristallizzati che
sono concernenti con persone dello stesso
sangue, padre, madre, sorella, fratello,
ecceteraJ lo stesso sangue, la stessa
famiglia, i fattori devono continuare' =a
tutti gli altri fattori devono essere
decristallizzati; devi essere un assoluto
egotista %utto l'amore, tutto il rispetto per
chiunque possa essere devi liquidarlo;
necessario che l'amore sia trasformato in
odio Devi influenzarti particolarmente e
lavorare al fine di non avere mai un'intima
unione con alcuno 4on devi n amare n
stimare interiormente, n avere alcuna
simpatia o antipatia Dico interiormente,
non esteriormente .steriormente devi
recitare una parte ma non interiormente
*hiunque sia estraneo a te, devi rifiutarlo,
tranne le persone dello stesso sangue Lotta
in tutti i modi *onosci te stesso meglio di
me; sai come influenzarti e quali pensieri e
sentimenti sono necessari per resistere al
fine di decristallizzare questi fattori
!uindi comincia e, se vedi che non puoi, ti
aiuter e ti dir cosa devi fare La vert)
rimane la verit) %utti quelli che sono
coinvolti nel lavoro interiore non devono
mantenere fattori di contatto, "uoni o
cattivi, con chiunque sia; si deve essere
li"eri, completamente li"eri da contatti con
estranei Cipeto, eccetto le persone dello
stesso sangue /er loro, non si devono
prendere misure per cam"iare queste
qualit) di relazione 4on do""iamo
cam"iare i nostri contatti con i nostri padri,
madri, eccetera #i cam"ier) solo la forma
di contatto con i nostri padri, madri, zii
eccetera F lo stesso sangue Gli estranei
sono di un altro sangue; un'altra sorgente;
interiormente ci devono essere
completamente indifferenti #i deve essere
li"eri da essi #enza alcuna schiavit(
.steriormente, puoi recitare una parte e
fare quel che necessario fare !uello
affare tuo L'uomo deve sforzarsi di non
identificarsi interiormente e recitare una
parte interiormente
Luc, =a se ci si proi"isce la simpatia verso
tutti, non ci mancher) un sentimento, in
particolare l'impulso di rimorso, che
potre""e riparare il nostro passato e che
un fattore molto importante del lavoro>
Gurdjieff, /er questo, le persone dello
stesso sangue ti "asteranno Nai commesso
molti errori verso di loro; a loro che deve
andare il tuo rimorso di coscienza
Luc, =a io non ho famiglia
Gurdjieff, -nche una persona sufficiente
4ella tua vita passata, puoi usare molto
materiale per il rimorso di coscienza, verso
questa persona &- Nignette' $n quel caso,
ora, se analizziamo, che motivi avevi per
fare la tua domanda> La ragione che hai
avuto un contatto con qualcuno, un
contatto di tipo di polarit) #i deve lottare
tanto di pi(, devi usare questa lotta per il
tuo lavoro 9ccidi in te stessa i fattori che
hanno permesso questo contatto con una
persona estranea, se estranea #e del tuo
sangue non si tocca, un'altra cosa #e non
mi avete capito, parlate con =me De # Le
ho spiegato tutto quello che era necessario
Nignette, <orrei soprattutto avere qualche
cosa di concreto e come li"erarsi di
un'immagine ricorrente
Gurdjieff, +a quello che fai per molte altre
cose #iediti, sii tranquilla, rilassati con
cura /oi comincia a suggerire a te stessa
come a una persona estranea *on la tua
coscienza, tu spieghi al tuo su"cosciente
che tutto quello schiavit( e che idiota
avere contatto con chiunque possa essere
Lo spieghi come a un estraneo /oi lo
spieghi a te stessa 9na volta, te lo spieghi
dieci volte ., sarai capace, in fatti, di
ricevere come un estraneo queste cose che
sto per dirti, e che dirai a te stessa *ome a
un estraneo a cui si spiega dieci volte la
stessa cosa /oich, la tua individualit) e il
tuo corpo sono esattamente come te e
un'altra persona, un estraneo /er te, il tuo
corpo una persona estranea, la differenza
che pi( facile pungere qualcuno vicino
che uno lontano ?ra, il tuo corpo il pi(
vicino; quindi pi( facile 4on una, ma
dieci volte al giorno, puoi parlare a te
stessa #i deve fare tutto diversamente in
questo lavoro; da voi devono essere uccisi
perfino gli o""lighi sacri *hi vuole avere
la li"ert), deve uccidere ogni cosa in s
stesso -nche se ami Dio o la =adonna,
devi ucciderli in te stesso -nche l'idea da
fusi &sic' di credere a un #anto, devi
mandarlo al diavolo e il #anto non avr)
niente contro di te per questo
Luc, #ono molto sorpreso da quello che
dici /oich io, che vanto di avere molti
contatti nella mia vita, ho percepito
quindici giorni fa, e sono preoccupato, che
non sento pi( niente per nessuno nelle
relazioni con la gente #ono assolutamente
secco e indifferente, continuando sempre a
fare le cose che devo fare e continuando a
dare il massimo di me stesso nei miei
rapporti umani
Gurdjieff, . pensi di esserci arrivato da
solo>
Luc, F il risultato del lavoro
Gurdjieff, %ranne forse che io ho fatto
qualcosa di speciale per te, per farti
arrivare a questo> &crede di essere
diventato cos1 in modo completamente
naturale' $o ho fatto di te un candidato
speciale per il lavoro L'ho fatto di
proposito *ome se ti avessi dato una
pillola %u sei cam"iato e io sono contento
Luc, No parlato con qualcuno che mi ha
detto che non ha mai provato amore per
nessuno Lo comandava la sua testa /oi
non ho saputo come rispondere, poich
sono colpito dalla stessa incapacit)
!ualcosa in me de"ole
Gurdjieff, /erch ricordi questa persona>
Luc, $n relazione al lavoro
Gurdjieff, $l consiglio non ti aiuter) La tua
volont) non "asta per cam"iarti, devi avere
un aiuto esterno
Luc, 4e sono sicuro
Gurdjieff, No detto a questo giovane uomo
che met) e met), da una parte l'aiuto
esterno, sto per darti qualche pillola,
dall'altra parte, lui, da solo, deve lavarsi
con l'acqua fredda e fare ginnastica Le
pillole da sole non possono aiutarti
L'esercizio da solo non pu aiutarti senza le
pillole Le due cose insieme possono
cam"iarti in una o due settimane
-lain, *' un impulso che sto provando a
coltivare per il mio lavoro e che credevo
"uono .ra il cercare una chiara
intelligenza logica, con la logica, che il mio
corpo o""edisse -vevo un modo speciale
$l mio pensiero distaccato dal mio lavoro
personale .d ho trovato al momento
un'inclinazione o piuttosto una sorpresa di
esistere, che credevo essere capace di
intensificare, che potesse aiutarmi, a
richiamare uno sforzo pi( potente ma ho
capito che esterno, che il lavoro diviso
in due; che la prima parte del lavoro ha pi(
forza in proporzione a quanto lo si fa, e mi
chiedo se "uono continuare
Gurdjieff, /osso dirti una cosa -""iamo
una propriet) #e sei su un "uon percorso,
la natura ti mette dentro immediatamente
un'idea; essa cristallizza in te l'esatto
fattore per calmarti e impedirti dal
continuare sulla "uona strada /i( sei sulla
"uona strada, pi( la natura usa queste cose
4ella vita succede cos1 !uindi dovrai fare
questo, diventerai calmo in un "uono stato;
ti sederai, molto tranquillamente &lo farai
per una o due settimane in un mese' . non
crederai pi( a niente e nessuno +ai un
programma !uando non hai un
programma, qualsiasi cosa, anche idiota,
priva di valore, marcia, ti pu comandare
+idati solo del programma che avrai fatto
in uno stato speciale La cosa principale e
fare questo programma, come vuoi
comportarti, cosa vuoi fare, i rapporti che
vuoi avere con ogni persona; questo un
programma . credi solo a questo . anche
se viene Dio a distur"arti e dirti di fare
qualcos'altro, non Gli credere +orse
venuto giusto per farti uno scherzaccio +ai
solo quello che hai deciso nel tuo stato
speciale
-lain, =a difficile credere che lo
spostamento del pensiero "aster) ,
l'impulso
Gurdjieff, -llora ti perderai sempre; sarai
sempre come sei F il cane, il diavolo che
la natura mette in te - causa di questo, non
credete niente =anda al diavolo anche
Dio 4on credere in Dio =a solo nel
programma che hai fatto %u hai capito che
sto dicendo una cosa importante !uesto
stato non pu venire spesso =a si pu
avere una o due volte al mese; seduto,
calmo, accorgiti dei tuoi tre tipi di muscoli
e poi pensa in maniera assoluta e
imparziale *onsidera il tuo stato, la tua
classe, il tuo carattere, e come fare tutto
quello che devi fare nei mesi a venire *he
rapporti, per esempio, vuoi avere con
questo uomo o quella donna $l programma
stilato, lo metti nella vita e fai solo quello
che corrisponde al tuo programma 4ella
vita ci sono migliaia di persone che
vogliono comandarti =anda al diavolo il
mondo intero; credi solo al tuo programma
e alle tue decisioni F la sola strada esatta
per te; le altre non esistono, non esiste
nessun altro modo; ci sono molti cani che
la natura mette in noi espressamente per
inde"olirci -lla natura forse interessa che
ci siano meno persone sulla strada giusta
$ncontro del R\ gennaio RKVV
&<iene descritta a qualche allievo la
seconda parte dell'esercizio R, e qualche
persona nuova interrogata e consigliata'
Gurdjieff, /iccolino, qual la tua
domanda>
Luc &nd%, probabilente !uc -ietrich lo
scrittore, piccolino si riferisce alla sua
corporatura. Morir nell+agosto del CDEE a
seguito di un+infezione causata da un
bobardaento aericano. $elebre
l+episodio di Gurdjieff che gli porta le
arance all+ospedale, sul letto di orte',
L'esercizio che consiste nel richiedere al
corpo la sostanza necessaria a portare sul
viso espressioni di "ont), giustizia, onest),
imparzialit) e intelligenza, mi ha portato a
riconsiderare ognuno di questi termini e
particolarmente l'onest) !ual la
relazione dell'onest), l'equili"rio tra quello
che si prende e quello che si d) in cam"io>
No avuto molta soddisfazione quando
guadagnavo poco e sono im"arazzato ora
in una situazione pi( comoda e facile
Gurdjieff, No gi) capito la tua domanda
vai avanti
Luc, =i sento in du""io sulla mia onest),
anche se dessi via tre quarti dei miei soldi
$o voglio che la mia vita sia fondata su
princ1pi tali che i miei mezzi di
sostentamento siano purificati
Gurdjieff, . ora, vuoi formulare la
domanda>
Luc, Da cosa si pu sentire di essere
onesti>
Gurdjieff, *' un principio, un criterio,
!uando hai dato a te steso la parola di fare
qualcosa e l'hai fatto, hai un certo
sentimento di soddisfazione .' questo
sentimento di soddisfazione in te stesso che
ti mostra che sei onesto tu capisci questo
sentimento>
Luc, #1 =a ora nella mia vita di ogni
giorno devo usare trucchi uno dopo l'altro e
questo mi fa rivoltare
Gurdjieff, !uella la vita esteriore %u fai
questo per loro No gi) detto che adesso
devi essere un egoista assoluto, un "uon
egoista /er il "ene del tuo futuro
altruismo ?ggi non puoi dare molto agli
altri, e se provi a farlo, non sarai capace di
cam"iare te stesso, rimarrai quello che sei
Devi fare il sacrificio di dare a un altro =a
devi dare a te stesso la tua parola che in
futuro la ricompenserai dieci volte *os1
puoi promettere No due indizi, due
princ1pi; soddisfazione in te stesso e
promettere di ripagare molto di pi( in
futuro .steriormente, si recita la propria
parte, secondo quello che richiede la
situazione, e interiormente non ci si
identifica #e stai lavorando interiormente
la natura ti aiuter) /er l'uomo che sta
lavorando, la natura una sorella di carit);
gli procura quello che gli serve per il suo
lavoro
#e hai "isogno soldi per il tuo lavoro,
anche se non fai niente per procurarteli, i
soldi ti arriveranno da tutte le parti $n un
altro caso, la natura taglier) tutte le risorse
di un uomo se necessario al suo lavoro
&- #imone' *apisci> /er esempio, dovevi
avere dei soldi una certa sera, avresti
voluto andare al caff ma non ne avevi, sei
rimasta a casa e hai lavorato La natura
pi( intelligente di te; conosce meglio di te
quali sono le condizioni migliori per il tuo
lavoro; e se tu lavori, la natura richiama
spiriti consci che prepareranno per te le
condizioni di cui hai "isogno /er l'uomo
ordinario, per l'uomo che non lavora, non
c' altro tranne il destino =a per l'uomo
che lavora, la natura gli d) attraverso spiriti
consci tutto quello di cui ha "isogno
/hilippe, !uello che ha appena detto mi ha
dato di pi( di tutti gli esercizi #ento in me
in questo momento che spirito #ento una
vita in me *ome se capissi quel che devo
fare Devo salire la mia "scala" Devo
intraprendere gli o""lighi, dare la parola a
me stesso su piccole cose, non quelle
grandi che sono troppo lontane per me
Gurdjieff, *' una legge che formulata
molto semplicemente 9n uomo deve
mantenere la parola data; in ogni caso,
qualunque cosa succeda .' un comando
assoluto #e hai dato la tua parola di venire
a trovarmi a una certa ora, anche se ti
tagliano a pezzi, ti uccidono, tu devi
venire una cosa piccola ma forse
collegata con molte altre cose che non
conosci #e tu non vieni, ti potre""e costare
un milione di franchi #poster
l'appuntamento che ho dopo il tuo e questo
render) necessario cam"iare qualcos'altro e
cos1 di seguito in una catena di eventi che
non puoi prevedere #e non si trasportano
piccole cose, poi non si potranno portare
grandi cose *on le grandi cose facile;
esse sono lontane e ti riguardano solo di
tanto in tanto, quando ti va =a le piccole
cose sono vicine a te tutto il tempo, che tu
lo voglia o no /rova una volta a darti la
parola su una piccola cosa 4on su tutto,
perch una promessa deve essere
mantenuta e devi sapere che sei capace di
mantenerla prendi una piccola cosa che
puoi fare
&Dopo aver pranzato Gurdjieff, rimprovera
"%" per non aver adempiuto "ene i suoi
doveri, i suoi o""lighi come direttore del
pranzo'
Gurdjieff, .' una piccola cosa, ma se si
capisce come si devono dirigere i propri
affari nella vita, una grande cosa 4on c'
un aspetto solo, ce ne sono sette #e hai
sette affari e ne fai uno "ene, gli altri sei
possono andare "ene automaticamente 4e
trascuri uno, anche se per la prima volta in
vita tua, il risultato cattivo /er esempio,
se tu intraprendi l'o""ligo di dirigere il
servizio, devi dirigere tutti i dettagli
Dimentica ogni cosa, perfino il tuo dio, per
controllare tutti i dettagli con esattezza #e
tu sei il direttore, non esiste niente tranne
quello, anche se hai affari da milioni Li
devi dimenticare +ai al meglio quel che
hai da fare !uando i tuoi affari varranno
milioni, li tratterai allo stesso modo 4on
guardare solo un aspetto, ma sette, e tutto
andr) "ene #e un aspetto non "uono,
niente "uono -"ituati a fare "ene tutte le
cose contemporaneamente, e in parallelo
con questo, imparerai a fare "ene ogni
cosa %u sei qui, tu sacrifichi ogni altra
cosa %utta la tua presenza, tutto il tuo
pensiero, tutte le tue associazioni devono
essere indirizzate alle faccende che
costituiscono il tuo lavoro #e fai "ene quel
che devi fare nel Wc, farai "ene anche quel
che devi fare in chiesa #e non fai "ene
quel che devi fare nel Wc, non farai niente
di "uono neanche in chiesa 4elle cose
ordinarie della vita devi compiere tutti i
tuoi o""lighi, pensa ad essi perfino due o
tre settimane prima e non s"agli mai tu hai
il tempo /ensa ogni cosa /repara ogni
cosa; stai sempre perdendo tempo *on una
tale organizzazione interiore, un uomo non
andr) lontano
D, /osso fare una domanda>
Gurdjieff, /erch fai di una mosca un
elefante> #e hai una domanda, falla .' la
mia specialit) parlare, parlare, parlare
-iutatemi a fermare la mia macchina del
parlare +ai la tua domanda
D, &*hiede a proposito della sua ricerca di
Dio, i suoi du""i e le lotte'
Gurdjieff, No gi) risposto a questa
domanda quando qualcuno mi ha chiesto la
stessa cosa No detto, se non hai un ideale,
se non credi in Dio, allora tuo padre, tua
madre, il tuo maestro possono servirti
come ideale
D, $o ho un ideale, sono sempre stato
cattolico =a non vedo pi( Ges( *risto
nello stesso modo
Gurdjieff, -ll'inizio il cattolicesimo era
molto "uono, ma non pi( tardi Nanno
cercato mezzogiorno alle due; hanno
diluito ogni cosa -ll'inizio era superiore
alla religione ?rtodossa e a tutte le altre
D, 4on posso riconquistare la fede della
mia infanzia
Gurdjieff, 4on necessario Nai perso
quella possi"ilit) 4on sei pi( un "am"ino,
sei grande ora Devi avere logica e non
cercare automaticamente -vere contatto
diretto con Dio impossi"ile milioni e
milioni di non8entit) vogliono avere
relazione diretta con =ister Dio !uesto
impossi"ile ma puoi avere una relazione
diretta in questa linea !uel che fai qui, per
esempio, ha cam"iato il tuo ideale interiore
8 da quando hai preso parte alle nostre
conversazioni> &#1' !uindi forse tu hai
fiducia nella persona che dirige qui> &#1'
!uindi lui pu servire da maestro
momentaneamente
D, !uesto non mi soddisfa appieno $o
voglio qualcos'altro
Gurdjieff, -llora fai un programma %u non
hai quel che vuoi <oglio che tu capisca
che il tuo prossimo 8 padre, madre, maestro
8 pu servire come tuo ideale al posto di
Dio $l vero dio, dimenticalo *os1 come
sei, non potrai mai avere rapporti con Dio
*rescendo, potre""e essere, ma tu sei uno
tra milioni di non8entit) 4el mentre,
prendi un ideale che sempre il pi( vicino
e poi tu puoi pregare Dio, perch anche
questa persona ha un ideale, questo ideale
ha a sua volta un ideale, e cos1 via Dio
cos1 lontano, ci sono molti stadi prima che
tu lo raggiunga, non pensare a lui $l tuo
ideale sar) il tuo dio Dopo puoi avere un
altro ideale
=me de #alzmann Dio troppo lontano
%u sei troppo piccolo per avere diretto
contatto con lui #olo chi
immediatamente sopra di te pu essere dio
per te .' un dio chi a sua volta ha un dio
.' una scala, c' sempre qualcosa al di
sopra ?gni grado &scalino' ti porta ad un
altro e tu ottieni la tua risposta dalla stessa
catena
Gurdjieff, 4on puoi pregare direttamente
Dio %u lo immagini, ma sprechi il tuo
tempo .' da questo che proviene la
psicopatia *ome un monaco .gli dice
direttamente, "Dio" Lui manipola cos1
&gesticola' e sessant'anni dopo muore come
un cane senza aver mai ricevuto niente
<oleva Dio direttamente 4essuno Lo ha
visto, per la legge dei contatti rigoroso
!uesta legge esiste ovunque *ercherai il
tuo dio quando ti sentirai guidato nella
giusta direzione, su una "uona strada, per
esempio da =me de #alzmann !uindi lei
sar) il tuo dio Lei non Dio, ma sar) il tuo
primo grado; puoi avere contatto con Dio
tramite lei; fai che tutte le tue preghiere e
"uone manifestazioni passino da lei e
questo far) contatto con il grado
successivo /oi un terzo grado e finalmente
possi"ile che la tua preghiera raggiunga il
vero Dio .sattamente come il telegrafo; un
messaggio a un parente nella campagna
vicino a Lione /rima da /arigi a Lione;
poi a un'altra citt), poi al villaggio, poi alla
casa del parente Da regolamento, per
questo che ci vuole tempo
Domanda, &!uesta domanda chiede delle
"ingiustizie"'
Gurdjieff, %u sai che la "Giustizia" una
grossa parola 8 una cosa grossa nel
mondo Le cose oggettive non sono piccole
come micro"i, esse vanno in accordo alla
legge, come la legge le ha a"ituate ad
andare Cicorda, come semini, raccogli
4on solo le persone raccolgono, ma anche
famiglie e nazioni .' spesso accaduto
quello che accade sulla %erra venga da
qualcosa che fu fatto da un padre o un
nonno $ risultati convergono in te, il figlio
o nonno, sei tu che devi regolarli !uesta
non ingiustizia, un grande onore per te;
sar) un mezzo che permetter) di regolare il
passato di tuo padre, nonno, "isnonno #e ti
accadono disgrazie in giovinezza, significa
che qualcuno le ha portate 8 per questo devi
raccoglierle Lui morto, un altro sulla
%erra che raccoglie 4on devi guardare a te
stesso egoisticamente tu sei un
collegamento nella sedia del tuo sangue
#ii fiero di questo, un onore essere questo
collegamento
/i( sei o""ligato a riparare il passato, pi(
avrai rimorso di coscienza -vrai successo
nel ricordare tutto quello che non hai fatto
come avresti dovuto nel tuo passato !uelle
cose che hai fatto contrarie alla
G$9#%$_$- hanno mortificato tuo nonno
!uindi puoi avere dieci volte pi( rimorso
di coscienza e il tuo valore aumenter) in
proporzione %u non sei una coda d'asino
tu hai responsa"ilit), una famiglia tutta la
tua famiglia, passata e futura, dipende da
te La tua intera famiglia dipende dal modo
in cui tu ripari il passato #e tu ripari per
tutti, "uono #e non ripari per nessuno,
cattivo %u vedi la tua situazione
Logicamente, vedi cos' la Giustizia> La
Giustizia non si occupa dei tuoi piccoli
affari, de"iti non pagati, occupata con
grandi cose .' idiota pensare che Dio pensi
a piccole cose .' lo stesso con la giustizia
La Giustizia non si occupa di quelle, allo
stesso tempo, sulla %erra nulla fatto senza
di essa *erca i motivi %u sei o""ligato ad
avere una posizione di responsa"ilit) nella
linea del tuo sangue; devi lavorare molto
per riparare il passato .' difficile
comprendere tutto in una volta
D, &9n uomo dice di non poter lavorare
"ene, non poter fare niente di sua
soddisfazione, distur"ato dalla
coscienza'
Gurdjieff, .' impossi"ile far questo tutto in
una volta, si deve cercare *omincia con
cose piccole !uando ti svegli, ricorda
coscientemente di mettere prima il calzino
sinistro, al posto di quello destro,
ricordando te stesso Lava prima l'orecchio
sinistro, non quello che sei a"ituato a
lavare per primo +ai un programma,
sempre che qualche mosca o qualcosa del
genere appaia a impedirti di attuare questo
programma =a anche se fosse un fuoco,
fai quel che ti dico /oi quando uscirai in
strada, invece di guardare alla finestra a
sinistra la "ionda che ti interessa, guarda
verso la finestra a destra la "runetta . cos1
via #e non riesci a fare questo, non
parlarne pi( #e lo fai, puoi fare ancora
domande, e io risponder e spiegher un
migliaio di dettagli in pi(
D, -lla "ase delle mie emozioni negative ci
sono due cose, da una parte, l'opinione che
ho di me stesso, e dall'altra una certa paura
#e ho successo nel ricordare la mia nullit),
l'opinione di me cam"ia e non mi ostacola
pi(, ma cresce la paura e cresce l'emozione
negativa e mi impedisce di resistere 4on
ho trovato un mezzo per lottare contro la
paura
Gurdjieff, #i deve decidere "%utto o
niente" .' semplice, tutto o niente #e tu
comprendi la tua passata nullit), poi decidi;
o vuoi trasferire questa nullit) dentro
qualcosa, o morirai #e tu decidi, tutto o
niente, dopo di questo la tua paura sar)
meno importante #e decidi di morire,
allora un'altra questione 4on sei
spaventato> &4o' -llora la paura nulla
!uesto il mezzo per liquidare la tua
paura !uello che hai detto prima riguardo
la tua opinione di te stesso fou8four Gi)
tuo padre era fou8four -llora che opinione
vuoi avere> %u sei una non8entit), erde
Devi capirlo ?ggettivamente che opinione
puoi avere> %u non puoi fare nulla .' tutta
immaginazione 4on puoi neppure fare una
sigaretta Devi decidere nel campo della
tua nullit) $l tutto o niente pu finire la tua
paura ? qualcosa succeder) o morirai
come un cane 4on dovresti esistere come
sei #ei una sorgente di male nel mondo,
per il tuo prossimo e per tutti ? cesserai di
essere una tale sorgente per acquisire una
vera individualit), reale non di fantasia, o
morirai Nai capito> .' una nuova
"Giustizia", ha un altro a"ito 9na cintura e
anche un cappello 8 un cappello alto
$ncontro del RY gennaio RKVV
=me Du"eau .' difficile per me separare
quello che sento, cosa vero, da quello che
immaginario; difficile vedere se quel che
percepisco ha una "ase reale /er esempio,
sem"ra impossi"ile nell'esercizio del
riempire le mie "raccia
Gurdjieff, %i ho detto di non aspettarti
niente da questo esercizio .' l'esercizio
che ti dar) comprensione -ltro verr) dopo
/oi forse troverai possi"ile capire cos' la
fantasia e cos' reale /er capire,
necessario +-C., fare esperienza
L'esercizio ti dar) l'esperienza !uesto
esercizio fu sta"ilito secoli fa, prima che
esistesse l'.uropa
/omereu, <orrei sapere se il lavoro
compati"ile o no con l'am"izione 8 un
desiderio di potere 8 nel mondo esteriore
Gurdjieff, #e ti aiuta con il tuo esercizio,
puoi farlo /er esempio, puoi sempre
ammazzare qualcuno $o ti ho dato questo
esercizio categorico, #ii un egoista 4on
puoi fare niente al presente /rima reggiti
in piedi solidamente Dopodich, puoi fare
qualcosa La tua domanda astratta
/omereu, #i pu avere am"izione fuori del
lavoro>
Gurdjieff, /uoi darla a te stesso come
compito ma non puoi contare sul successo 8
potresti o non potresti +orse pu essere
compati"ile con il lavoro
/omereu, !uindi non necessario provare
a distruggerla su"ito>
Gurdjieff, 4o =a se sorpassa il tuo lavoro
vero, se una de"olezza, devi ucciderla #e
lo fai consciamente, puoi tenerla
/omereu, =a se una cosa fisica
Gurdjieff, /u essere una cosa fisica, ma
non automatica Datti un compito conscio e
portalo avanti, even "2 inertia
/omereu, *ome posso sapere se la mia
decisione conscia> #e voglio i soldi, per
esempio, sicuramente per stupidit)
Gurdjieff, 9n'altra questione !uello che
hai acquisito con il lavoro non deve essere
usato nella vita ordinaria #o long as 2ou
have to do With me, tu devi esteriormente
recitare una parte, ma interiormente devi
imparare a non identificarti mai Durante il
lavoro avvengono tali cose 8 possi"ilit)
straordinarie 8 non devi usarle mai per la
vita ordinaria
=me Dollinger, 4el lavoro si pu essere
aiutati dalla preghiera e come si dovre""e
fare>
Gurdjieff, /uoi pregare solo con i tuoi tre
centri, e allo stesso tempo un esercizio
!uello che mi interessa non la tua
preghiera, la tua concentrazione con i
tuoi tre centri La tua preghiera non va pi(
lontano della tua atmosfera &aura' !uando
la tua preghiera pu andare pi( lontano
dell'-merica, sarai capace di pregare il
/residente
=me Dollinger, *ome si pu pregare con i
tre centri>
Gurdjieff, ?ra devi fare una cosa seria
$mpara, per il "ene futuro, a concentrarti
non solo con un centro ma con tre Devi
pensare, sentire e percepire !uesto
importante /er questo ci sono diversi
esercizi /uoi pregare, cantare 8 quello che
ti va 8 ma con tre centri
Nignette, La regola formulata ora mi lascia
stupita =i sem"ra che qualche volta uno
non possa aiutare usando certi risultati del
lavoro #to pensando alla mia classe e
come riesco a gestirla adesso rispetto a
prima
Gurdjieff, !uel che voglio dirti qualcosa
di diverso 4on parliamo di quello !uesta
una cosa naturale -vresti potuto farlo
anche senza di me ?gni anno sei pi(
grande, pi( pratica -cquisti esperienza e
cam"i il tuo modo di fare le cose
-lain, !ualche volta riesco ad arrivare ad
una specie di pensiero che pi( chiaro e
pi( grande, nel quale capisco molte pi(
cose /osso usarlo>
Gurdjieff, +a il tuo esercizio .sattamente
come si impara a suonare il piano /rima di
tutto, fai molto esercizio prima di suonare
un accordo ?ra tu devi fare il tuo esercizio
e vivere come prima 4essuno si deve
accorgere del tuo lavoro interiore !uesto
il tuo scopo 8 non identificarti
interiormente Cecitare una parte non uno
scopo ma un mezzo
-lain, <olevo indicazioni pi( dettagliate su
come non identificarsi
Gurdjieff, ?gni cosa arriva al suo tempo,
solo necessario praticare #tai filosofando
?ra il tuo scopo e di non identificarti
*onsidera le tue azioni passate *osa puoi
dire di esse imparzialmente> !uesto servir)
da inizio per il tuo lavoro e riconoscerai
che tu eri sempre identificato /er noi
necessario essere interiormente imparziali
!uesto al momento impossi"ile
Guardiamo ogni cosa, animata o inanimata,
parzialmente !ui dove giace la nostra
de"olezza
Norande #ignore, mi sento male al
momento e sono molto stanco
Gurdjieff, %e l'ho detto all'inizio, dottore,
questo lavoro "rucia molta elettricit)
Norande, /er una settimana non sono stato
capace di fare l'esercizio, anche il pi(
piccolo sforzo di ricordare per un quarto o
un'ora, perch sono stato intossicato dai
risultati che ho avuto $o penso al lavoro
ma non riesco a fare niente di preciso
Gurdjieff, 4on puoi ancora aspettarti
risultati /uoi solo fare gli esercizi/er
essere capaci di suonare accordi occorre
molto tempo +orse ti sei illuso, poi una
disillusione #uccede cos1 /ensa solo al
futuro, quando il tuo suonare potr)
acquisire diverse qualit) e potrai diventare
un pianista
=me Dollinger, $l mio modo di ragionare
qualche volta mi fa pensare che tutto
questo un sogno !uando non mi sento di
lavorare, mi dico che tutto questo non
vero
Gurdjieff, Nai molti cani in te *ome "=r
Gurdjieff" non ti posso aiutare, ma solo
come dottore =a io non ho l'a"ilitazione
in +rancia -ccetto solo pazienti inglesi e
americani
=me Dollinger, -llora potrei proprio
arrendermi
Gurdjieff, Devi superare questa crisi ?ra
se hai riconosciuto la tua nullit), puoi
prendere una vera decisione per cam"iare
qualcosa #e io avessi una pillola per
calmarti, non te la darei Devi ringraziare la
natura per l'inizio di questa crisi, e che sia
cominciata cos1 presto /hilippe ha una
crisi come quella due volte l'anno
Denise, La sincerit) compati"ile con la
spontaneit)>
Gurdjieff, /ossono andare insieme, ma
desidera"ile che non lo facciano La
spontaneit) non controllata 4on devi
essere sincera con gli altri, ma con te
stessa 4on devi fidarti di nessuno, n
sorella n fratello Devi essere sincera con
te stessa #e sei sincera con un altro, metti
in tavola tutte le tue carte Lui si sieder)
sulla tua testa !uesta sincerit) una
malattia +orse non hai dentro niente, ma
gli altri si immaginano che tu a""ia
qualcosa Lasciaglielo immaginare
$ncontro del XY gennaio RKVV
Dr -"oul0er, =i hai consigliato di fare
una pausa nel mio lavoro questa settimana
!uesta pausa mi ha mostrato che stavo
lavorando quel giusto per sentirmi
soddisfatto e sottomettere le emozioni
negative !uando non lavoro, ho un
sentimento di rimorso; le emozioni
negative mi prendono per intero /er
esempio, sono preso costantemente
dall'invidia per altri
Gurdjieff, 4on colpa tua .' colpa di tua
madre e tuo padre Distruggeremo i
risultati di questa educazione
Lanctin, No notato che quando lavoro, allo
stesso tempo certe rozze tendenze e
desideri, certi appetiti di "assa lega
diventano pi( forti e prendono un posto pi(
importante di prima
Gurdjieff, $n questa stanza ci sono dodici
persone #e volessi far entrare due persone
in pi(, sare""e necessario per due persone
che sono gi) qui, uscire .' lo stesso per te
Lo spazio stato fatto per fare spazio,
qualsiasi cosa occupi questa stanza deve
uscirne #e una persona vuole uscire
mentre un'altra vuole entrare, si "loccano
una con l'altra
.ssi hanno gli occhi alla porta +orse tu sei
in quella situazione $n questo lavoro non
ci devono essere compromessi - poco a
poco, fai spazio 9na persona esce, un'altra
entra
Lecaze, =onsieur Gurdjieff 8
Gurdjieff, .' gi) da molto tempo che sono
Gurdjieff
Lecaze, !uesta settimana mi venuto,
molto dagli esercizi e dal lavoro, un certo
gusto di me stesso che non avevo mai
sentito prima e che mi o""liga ad essere in
una parte di me stesso nella quale di solito
non sono mai !uesto stato dissipato
perch non so cosa fare con esso; non
voglio che si perda ma che mi aiuti ad
andare avanti
Gurdjieff, Devi fermare tutto e fare
interiormente quel che si deve fare per il
tuo lavoro e che pu aiutarti per il tuo
futuro
Lecaze, =a questo sentimento viene nel
momento in cui sto facendo qualcosa di
completamente diverso, quando sono
impegnato con persone e non posso
smettere quel che sto facendo
Gurdjieff, 4on stiamo parlando delle stesse
cose della vita !uesto qualcosa di
completamente diverso %u devi recitare
una parte /er esempio, tu stringi la mano
&saluti' con la mano destra 4on hai
"isogno di pensarci
_u"er, !uesta settimana mi sono trovato
in una situazione in cui avrei dovuto sentire
rimorso ma di fatto ho sentito solo una
leggera fitta che non si potre""e
paragonare al vero sentimento <orrei
sapere se ci sono mezzi speciali per
provare il rimorso
Gurdjieff, /ensa a tutto quel che hai fatto
nella tua vita, tutti i momenti in cui non sei
stato come avresti dovuto Cicorda e allo
stesso tempo a""i un sentimento di
rimorso
#olange, No notato che ero solita avere un
sentimento di rimorso pi( forte rispetto ad
ora che sto lavorando -vevo sentimenti
violenti; ?ra essi sono intellettuali $o
giudico le mie azioni ma non sento come
ero a"ituata a sentire
Gurdjieff, .' una cosa molto semplice
/rima eri a"ituata a fare un elefante da una
mosca e una mosca da un elefante !uesto
come sei di natura ?ra vedi la mosca
come mosca e l'elefante come elefante
#olange, =i stupirei se continuassi con il
lavoro che sto facendo o prendo
qualcos'altro di pi( adatto alle mie
capacit) =i piacere""e avere uno scopo
nella vita
Gurdjieff, $l mio consiglio di fare
qualcosa di completamente nuovo, senza
alcun collegamento con quello che stai
facendo adesso =eno sei soddisfatta del
tuo lavoro, pi( grande la possi"ilit) di
fare di pi( Cicomincia a imparare per il
futuro 9na nuova carriera la cosa
migliore per te 4ella vita uno pu fare
ogni sorta di compromessi, ma con questo
lavoro non ce ne sono %u devi cam"iare la
tua intera vita esteriore e ricominciare
ancora una volta
$ncontro dell'Y fe""raio RKVV
Gilles, No un po' di conoscenza di me
stesso, specialmente della mia essenza
4on so mai come essere certo riguardoa
me stesso !uali mezzi di indagine posso
usare per sapere se una cosa viene da me o
no>
Gurdjieff, ?ra stai filosofando .'
necessario cominciare da qualcosa di reale
?ra questo vuoto per me perch tu sei
vuoto 4on ti sei avviato sulla via di un
uomo reale !uesta l'educazione,
mancavano sette fattori alla tua
educazione /osso dirti il primo 4on ti
stato insegnato che per te, tuo padre il tuo
dio /er ogni uomo, sopra una certa et),
suo padre deve essere il suo dio Dio ama
chi stima suo padre !uando il padre
muore, poi c' un posto nel quale pu
entrare Dio %u non hai questo rapporto
con tuo padre e la tua domanda nasce da
questo ?ra prendi come compito di
criticare &mortificare' tutti quei fattori in te
che ti intralciano; sta"ilisci un rapporto
vero con tuo padre
=me De"eau, =a se il padre indegno,
spregevole>
Gurdjieff, -nche se il peggior criminale,
se una erde, il pi( spregevole degli
uomini, tu devi riconoscere il tuo de"ito
%u non sai perch diventato cos1 *' una
legge Lui ti ha creato Devi a lui la tua
esistenza . lui garante della tua vita in
un altro mondo
#e lui il peggiore degli uomini agli occhi
di tutti, lascia che sia cos1 8 ma
interiormente tu devi sentire il tuo de"ito
Devi ripagarlo per la tua esistenza
Gilles, =a per sta"ilire un giusto rapporto
con qualcuno si deve essere sicuri di quello
che si
Gurdjieff, Dividi te stesso in due parti
$nteriormente non identificarti,
esteriormente devi recitare una parte
/rendi tutte le cose come una guida $l tuo
compito ora di acquisire li"ert) interiore
!uesto il punto di partenza per andare
oltre . per questo devi fare quel che ti ho
detto *osa significa recitare una parte>
/rova a capirlo in senso generale +ai ogni
cosa che gli d) piacere #e gli piace che tu
ti sieda alla sua destra, siediti a destra #e
in un altro momento gli piace il contrario,
fallo Cuolo soggettivo *on ogni persona
una parte diversa -"ituati a compiere i
tuoi doveri .' uno degli aspetti del futuro
di un uomo li"ero 4on necessario
filosofare Dopo, s1 /rima prepara il
terreno $l terreno ha sette aspetti Dopo
quello puoi andare come ti pare $n futuro,
con ogni uomo devi recitare una parte; per
il tuo egoismo /er rendere ogni persona
tua schiava non fai quel che piace a te, ma
quel che piace a lui
=me D, <erso il proprio padre, un
dovere interiore o esteriore>
Gurdjieff, No detto che interiormente hai
un dovere oggettivo =a allo stesso tempo
reciti una parte con lui esteriormente, come
con tutti !uesto difficile all'inizio, ma
poi verrai a vedere come tutto cam"ia
+orse in seguito tuo padre diverr) tuo
schiavo
Denise, *os1 per ora non dovremmo fare
quel che ci piace
Gurdjieff, ?ra non hai il tempo per
soddisfare la tua de"olezza Devi ucciderla
#e lavori, non puoi perdere tempo con la
tua de"olezza Devi essere spietato
Denise, -nche se lo scopo consolare
qualcun altro>
Gurdjieff, /er ora stiamo parlando di noi
stessi
Denise, /er esempio, vivo tra persone che
parlano sempre di devozione e mutuo
soccorso .' stato anche il mio scopo ?ra
so che si pu fare poco per gli altri
Gurdjieff, !uesto vero, un'idea
fantasiosa /rimo, non puoi fare niente di
"uono per alcuno ?ra dai la tua parola di
non fare niente tranne che per te stessa;
metti i piedi per terra, prepara il tuo futuro
D, ?ra la gente mi considera indifferente
Gurdjieff, /oi tu non hai recitato una parte
-ltrimenti non avre""ero notato il
cam"iamento %u sei aperta Gli altri non
devono vedere cosa succede in te
D, !ueste sono le persone che sono sempre
intorno a me
Gurdjieff, .' esattamente con quelle
persone
D, .' difficile
Gurdjieff, #ono facili le "rutte cose
=me D, !uando confido a qualcuno
qualcosa che mi accaduto, sento che quel
che dico perde la sua forza per me #ento
che contagio gli altri a ottenere "rutte cose
dal mio togliermi un peso dallo stomaco
&%raduzione letterale che pare avere
significato incerto in italiano, il testo
originale "$ feel $ affect others in getting
"ad things off m2 chest"'
Gurdjieff, /erch hai recitato male la tua
parte
=me D, #1, ma prende forza da quel che
c' di "rutto in me
Gurdjieff, ?ggi devi sacrificare ogni cosa
nell'interesse del futuro %utti i piaceri di
adesso 4on si pu entrare nel regno dei
cieli e allo stesso tempo mangiare dolci
#ta"ilisci un "uon rapporto con tutti e
impara a non identificarti mai !uesto sar)
un "uon strumento per cam"iare te stessa
-llo stesso tempo crescer) in te una certa
energia che ti consentir) di lavorare
meglio Le cose facili non danno mai
energia
/omereu, =i piacere""e sapere se c' un
modo migliore di usare l'energia fisica che
facendo sport
Gurdjieff, Gli esercizi con numeri, nomi e
cos1 via /er farlo "ene si deve avere
cinque volte pi( energia di quella che hai
tu
/omereu, =a non lo a""iamo ancora fatto
Gurdjieff, 3ene, fai quello che stato dato
domenica $n mezz'ora posso pompare in te
dieci volte pi( energia di quella che hai #e
ti senti come dici, vuol dire che non hai
capito
=me D, - lungo non ho lavorato perch
sentivo di fare correttamente l'esercizio del
riempire il corpo /oi ho ricominciato
Gurdjieff, Ciprovaci <iene a poco a poco
/u non venire per dieci volte 8 devi farlo e
fare tutti gli esercizi /rima devi averne il
gusto, e poi diventa facile -ttieniti
strettamente alle regole; rilassati e cos1 via,
e quello ti aiuter) /rima o poi ci riuscirai
4on ci si deve risparmiare
=me D, 4on ho realmente la sensazione
di riempire il corpo, ma una sensazione
generale
Gurdjieff, -ll'inizio puoi usare quella
Ger"eau, #i pu avere una tenue
conoscenza della propria essenza> La mia
sensazione si confonde con una sorta di
immaginazione e con sensazioni molto
diverse, spesso completamente opposte
*ome posso riuscire a farlo meglio>
Gurdjieff, Nai un esercizio
Ger"eau, 4on riesco a farlo tutto al meglio
Gurdjieff, +orse perch stai pensando ad
altre cose; filosofia, fantasia 8 non hai
ancora alcuna essenza #ei un cagnolino 8
un piccolo pezzo di erde di cane
Ger"eau, .' perch la mia attenzione
naturalmente distratta da cose molto
piccole
Gurdjieff, -ttieniti al due per due fa
quattro tu vai troppo avanti /er cui hai
questi malintesi
-, -ncora in molti modi rimango su un
punto
Gurdjieff, /erch vai oltre in anticipo
&=arvellous'
-, - proposito dell'esercizio di domenica,
mi meravigliere""e se non fosse una
questione di sesso che mi impedisce di
farlo "ene
Gurdjieff, 4on filosofare /er te in
particolare do un esercizio ?gni volta che
senti l'inizio di de"olezza, rilassati, e poi
pensa seriamente, "$o voglio che il risultato
della mia de"olezza divenga la mia propria
forza" !uesta si accumuler) in te per il
lavoro futuro ?gni uomo sa quale
de"olezza c' in lui ?gni volta che questa
de"olezza appare, fermati e fai questo
esercizio .' un esercizio che ti molto
necessario /arlerai di esso sinceramente
un giorno con =me de #alzmann
Norande, No una "am"ina di quattro anni
*he parte dovrei recitare con lei>
Gurdjieff, La parte del padre
Norande, =a io sento di non essere un vero
padre
Gurdjieff, #ii un "uon padre 4on
incoraggiare, criticare ogni cosa, cos1 la
"am"ina non avr) immaginazione =a
interiormente, ama la "am"ina $n questo
modo il tuo vero amore verr) nell'essere
Norande, *i sono momenti in cui sento che
necessario essere severo -ltre volte
lascio che vinca il mio affetto
Gurdjieff, 4on deve essere mostrato Deve
essere giusto &equo' #e mostri per una
volta il tuo affetto, la tua autorit) sar) a
repentaglio 4on devi mai mostrare alla
"am"ina il tuo # interiore La tua
de"olezza 8 amare, accarezzare, e cos1 via 8
lasciala a qualsiasi altro 4on te L'autorit)
di un padre una cosa molto importante .
in questo modo sarai un vero padre
Nignette, 4on c' il rischio di crescere un
"am"ino timido e soffocare la sua
personalit)>
Gurdjieff, #e fa come ho spiegato, il
"am"ino non sar) timoroso -vr) rispetto
.' un'altra qualit) di paura 4on devi
spaventarlo
$ncontro del XT aprile RKVV
Dr -"oul0er, No provato a sentire rimorso
di coscienza, ma il rimorso mi sopraff)
4on posso dimenticare che fu per rimorso
che Giuda si impicc
Gurdjieff, /erch parli di Giuda in questo
caso> *osa sai di Giuda> .gli fu un grande
iniziato .gli fu il secondo discepolo dopo
#an Giovanni il 3attista %utto quello che
detto su di lui falso #e vuoi sapere, era
persino il maestro di *risto
Dr -"oul0er, La ricerca del rimorso mi
porta alla depressione Devo aver fatto
l'esercizio in modo s"agliato *ome posso
trovare il rimorso>
Gurdjieff, /er esperire il rimorso
necessario svegliare la vera volont),
ricordare il vero scopo Devi distruggere la
tranquillit)
Dr -"oul0er, No sentito a sprazzi il
rimorso due o tre volte =a non so come
farlo venire !uando lo cerco
intenzionalmente, non riconquisto questa
qualit) ma trovo il tipo che mi deprime
Gurdjieff, !uando il rimorso arriva senza
amor proprio, ci d) il desiderio per
qualcosa di migliore =a quando
mischiato con l'amor proprio, ti "utta gi(
L'effetto del vero rimorso odio di te
stesso, ripugnanza di fronte a s !ueste
due cose fanno il vero rimorso di
coscienza
Dr -"oul0er, 9na volta, quando l'ho
provato, fui nauseato, letteralmente
Gurdjieff, Devi sentirne molto di quello per
uccidere il tuo nemico !uando senti
questa depressione, dovresti fare il "$o
sono", poi non dovresti spaventarti di
diventare pi( depresso #olo attraverso
questo impulso puoi trascendere la tua
nullit) Dovresti gioire che un impulso
a""ia svegliato in te una vera volont) di
cam"iare 4on devi fare cerimonie con
l'amor proprio L'amor proprio il tuo pi(
grande nemico #i dovre""e punire
impietosamente questa peccaminosa
creatura 4on solo tu 8 ma tutti $l
sentimento di rimorso pu fare da
riparazione per tutte le cose, tutti gli s"agli
dei tuoi genitori, dei tuoi educatori, dei tuoi
compagni d'infanzia Devi acquisire la
li"ert) interiore che ti render) degno di
diventare un candidato uomo futuro =io
caro dottore, questo quel che consiglio ed
una cosa molto difficile 4on piacevole,
ma non colpa mia #e vuoi avere un
futuro, prova questo nel presente /i(
esperisci questo, pi( possi"ilit) hai per il
futuro Devi riuscire a portare il rimorso di
coscienza a un punto dove esso diventa
odio di s e odio del tuo passato, dei tuoi
genitori, dell'educazione che hai avuto
*ondanna &tormenta' ogni cosa *hiama il
tuo ideale ad aiutarti a sopportare le
difficolt) e divenire degno di esso Da una
parte maledici il tuo passato; dall'altra, nel
nome del tuo futuro, dai la tua parola 8 nei
confronti di questa condanna 8 di aiutarli
pi( che puoi &i genitori>'
Devi raggiungere il punto dove la
coscienza parla impietosamente in te
=me .tievan, No provato la stessa
depressione del dottore, ma non l'ho pi(
=i sento come ero prima
Gurdjieff, #ospetto qualcosa; forse ti sei
a"ituata automaticamente $l che pure
s"agliato 8 una idee fiAe 4on ci si pu
a"ituare al rimorso; esso deve penetrare al
# interiore #e ti a"itui, lo rendi
automatico; diventa esteriore, senza peso,
lo fai solo con la testa #tai sprecando il tuo
tempo /er essere ancora pi( impietoso,
devi farlo con i tre centri, non solo con la
testa
^ahne, !uando esamino i pochi anni che
sono stata nel lavoro, noto che non
scarseggiavo mai nella forza &>' guida, ma
quella parte di me sempre scappata dal
lavoro No visto questo quando mi ha detto
che scarseggiavo di volont) fisica dove
posso trovare la forza che mi dar) volont)
fisica>
Gurdjieff, #olo una cosa ti pu aiutare
Devi soffrire fisicamente /er esempio, non
mangiare a""astanza, sii affamata oppure,
se al tuo organismo non piace l'acqua
fredda, renditi sopporta"ile l'acqua fredda
Lo stesso con l'acqua calda +ai l'opposto
di quello che il tuo corpo a"ituato a fare
+allo soffrire .' il solo e unico modo di
fare la forza che ti manca 4on sofferenza
mentale -""iamo sette tipi di sofferenza
/er te necessaria la sofferenza corporea
*on la tua mente puoi governare il tuo
corpo spietatamente, farlo soffrire $n te
lavorano due parti, ma il corpo no Nai
capito la tua emozione> #e l'hai osservata,
se mi credi, fallo, lotta, soffri Dopodich
sarai capace di lavorare su te stessa #ono
contento che sei arrivata da sola a questa
domanda
=me D, 4on riesco a dominare
l'esercizio Divento identificata !uando
sono tranquilla ci riesco meglio
Gurdjieff, allora meno utile
=me D, 9n'altra difficolt) !uando
visualizzo una persona che morta, non ho
contatto con essa ho l'impresione di non
averla mai vista &viste'
Gurdjieff, 9n esempio molto "uono per te
+orse conosci quelle persone solo con una
parte di te stessa 8 la parte intellettuale, per
esempio 8 e ora vuoi cam"iare e
raffigurartele col sentimento -vrai
contatto con tutti i tuoi centri, ma uno per
volta
=me D, Devo trovare qualcuno che
soddisfi le condizioni
Gurdjieff, +orse non troverai mai una tale
persona +orse tu sei monolaterale &un
lato' #e non puoi trovare una persona,
prendine due o tre *on una sarai nella
parte del sentimento, con un'altra nel
pensante, e cos1 via
/omereu, No notato che quando guardo il
mio respiro sono meglio capace di
ricordare me stesso Dovrei fa questo>
Gurdjieff, 4on se pensi che ci sia il rischio
che diventi un'idea fissa &una fissazione'
#e ti aiuta, continua #olo tu puoi
giudicare>
/omereu, *ome faccio a sapere che
un'idea fissa>
Gurdjieff, ?ra ho capito Dalla tua
domanda No capito il tuo stato interiore
!ual il centro di gravit) del tuo lavoro>
/omereu, L'esercizio consiste nel nutrire l'
"$o" e i sette respiri
Gurdjieff, !ual quello che ti interessa di
pi(, che ti d) pi( fiducia>
/omereu, 4on li faccio nelle stesse
condizioni #ono entram"i importanti per
me
Gurdjieff, *am"ia le condizioni in cui fai
gli esercizi +ai quello che hai fatto nel
tempo riservato al lavoro, nella vita e
viceversa *am"ia il tempo &l'ora' per
superare l'automatismo #ospetto qualcosa
e questo me lo chiarir)
=me <era Daumal, &+a una domanda
sull'esercizio dei sette respiri' .' il modo
giusto per continuare o devo pulire di pi(>
Gurdjieff, *ontinua +orse lo stai facendo
solo con parte di te ?ra cominci a
svegliarti, questo produce incomprensione
<ai avanti fin quando non hai un contatto
oggettivo con i tuoi tre centri $l contatto
con uno solo isteria
9na persona reale s stessa $o sono me;
se io amo, con l'interezza del mio essere;
se odio anche
=me <era Daumal, Di quello non ne
voglio pi(
Gurdjieff, -llora fallo sempre, fissa una
nuova a"itudine Dopodich ti aiuter
=me <era Daumal, No fatto un grande
sforzo tutta la settimana No sentito
qualcosa di nuovo
Gurdjieff, /er la prima volta si svegliato
in te qualcosa di nuovo =a non sei ancora
a"ituata a questo, non hai ancora
a""astanza materiale #ei sulla "uona
strada #e sei capace di condannare un
errore ed essere disgustata dal tuo passato,
questo ti aiuter) Cealizza quanto tempo
hai perso !uello rimorso di coscienza $n
questo modo prepari un "uon futuro #enza
"rutte cose, le cose "uone non vengono
mai
`ac0, *' una parte di me che non sono
mai riuscito ad educare intenzionalmente
quando cerco di ricordare me stesso
!uesta parte si sveglia soltanto come
risultato di uno shoc0 esterno *ome posso
farlo apparire>
Gurdjieff, Devi uccidere qualcosa in te
Devi fare spazio per questo nuovo
sentimento 4oi a""iamo nel nostro
sistema &organismo>' un numero di fattori
definito $n te tutti i fattori sono gi) stati
incisi, come dischi del grammofono, e
queste incisioni sono gi) false Devi
distruggere una di queste incisioni, mettine
un'altra al suo posto
`ac0, *ome si pu distruggere>
Gurdjieff, %ramite una forza definita
#cegli un ideale esterno +ede religiosa, per
esempio !ualcosa di cui sei sicuro che sia
esterna a te !uindi liquida questa
credenza, distruggila 4on perderai niente,
per questo falsa /rima o poi ogni cosa
deve essere nuova in te /er il momento
ogni cosa erde +ai spazio, cos1 da
cristallizzare un nuovo fattore per una
nuova vita - te consiglio di prendere la
fede; forse tu hai un altro sentimento di cui
sei sicuro $n ogni caso, ce n' uno in cui
devi avere successo nel distruggerlo e
sostituirlo, cosicch avrai un reale contatto
col sentimento
`ac0, *osa sar) il nuovo fattore>
Gurdjieff, La coscienza +ino ad ora tu hai
cristallizzato solo a"normalit) provenienti
dall'esterno
=me Davi domanda, *osa si deve fare per
seguire il consiglio che hai dato nel tuo
li"ro; convincere tutte le cose, tutte le parti
inconscie della propria presenza a lavorare
come se fossero consce, e cos1 via>
Gurdjieff, 4on il mio li"ro, del signor
3elze"(, ed il consiglio che sta dando a
suo nipote
=me Davi domanda, !uindi solo per
suo nipote>
Gurdjieff, %e lo spiegher) 3elze"( $n
quanto a me, ti do un altro pezzo di
consiglio, a"ituati a chiamare 3elze"(
"mio caro nonno" !uesto ti aiuter) La
condizione che tu ti rivolgi a lui
rispettosamente, "mio caro nonno, con tutti
i dettagli" /oi forse risponder)
$ncontro del RZ luglio RKVV
=me de #, *i sono delle domande>
Dr 3lano, =entre lavoro ho l'impressione
della completa sparizione del mio corpo
fisico #ento due cose distinte; una di
proporzioni pi( grandi del mio solito e
della quale non conosco i limiti L'alta pi(
interna, pi( limitata capace di dirigermi e
che non ha una forma precisa, anche se
compara"ile al mio corpo
Gurdjieff, !uello che spieghi ora, non
sem"ra il nostro lavoro #e continui, hai
una "uona possi"ilit) di diventare una
candidato per il manicomio F lo stato che
conoscono gli spiritualisti e i teosofi
+ermati immediatamente 4on devi
dimenticare che tu sei un corpo Devi
sempre ricordare il tuo corpo 4on hai
ancora un "io", nessun "me" 4on
dimenticarlo #oltanto cos1 puoi avere un
futuro /i( avanti il tuo corpo avr) un vero
"io", un vero "me" come dovre""e averli
ogni persona normale ?ra tu senti
l'assenza del corpo, no>
3lano, #1
Gurdjieff, 3ene, devi sentire il tuo corpo
dieci volte tanto 4on necessario lasciare
il tuo corpo F necessario rinforzarlo *'
tanta gente come te; sono degli psicopatici
3lano, *ome posso intensificare la
sensazione del mio corpo quando sento che
se ne sta andando>
Gurdjieff, Lavati la testa con acqua fredda
+ai una ginnastica difficile /er esempio,
tieni le "raccia a croce per quindici, venti
minuti, mezz'ora, mentre pensi "io sono",
"io voglio essere" /ensa come con il
corpo #enti il tuo corpo *accia via tutte le
associazioni psicopatiche; queste sono
malattia, de"olezza
]ahne, - me sem"ra di essere sempre pi(
fisico La mia sola coscienza quella delle
sensazioni 4ella mia vita ordinaria e nei
miei esercizi, provo la scomodit) di essere
incollato alle mie funzioni e di non essere
capace di staccarmene *ome posso
raggiungere una vita pi( spirituale>
Gurdjieff, ]ahne, quello che chiedi, che
vuoi, lo capisco 4on hai lo psichismo
interno del sentimento Lo vuoi rafforzare
#to per darti due esercizi che sono solo per
te, per nessun altro F necessario separare
le tue funzioni organiche dalla tua
individualit) -l momento, quando stai
lavorando, quando ricordi te stesso, hai un
altro stato rispetto al solito F necessario
separare questi due stati /er questo c' un
esercizio, una serie intera di esercitazioni
persino
$ncontro di gioved1 RT maggio RKVL
=me Du", 4on posso venire di sa"ato,
come da Lei permesso, per motivi di
lavoro No trovato un impulso per lavorare
di giorno, ma mi confondo con l'esercizio
del ricordarmi di me, ho la stessa difficolt)
che all'inizio *ado addormentata quando
faccio l'esercizio del rilassamento
&Gurdjieff dice a =me de #alzmann di
andare avanti con la lettura'
=lle %al, L'insegnamento ha causato in me
la nascita di una specie di testimone che mi
osserva spietatamente e che mi ostacola
grandemente Devo lottare contro questo
testimone 4on posso pi( fare l'auto8
ricordo 4on mi posso pi( rilassare #ono
in uno stato di rivolta assoluta
Gurdjieff, -long With this Witness, perhaps
something else has closed up in 2ou>
&traduzione incerta, . con questo
testimone, forse qualcosa in te appare pi(
grande'
=lle %al, #1, c' una lotta tra due cose $l
testimone mi fa vedere come sono a tal
punto da disgustarmi =a io non ho
nessuna forza
Gurdjieff, $l desiderio di cam"iare a
qualsiasi prezzo cristallizzato in te>
=lle %al, #1, ma non a""astanza
fortemente /rima, avrei potuto ?ra non
posso
Gurdjieff, Devi lavorare duro -ncora pi(
duramente *os1 da vedere quale non8entit)
tu sei %u senti che esiste una possi"ilit) di
cam"iare tu forse ne hai il gusto *am"iare
possi"ile solo grazie a un duro lavoro
interiore #e tu non hai desiderio di esso,
stai sprecando tempo 4on devi andare
oltre
=lle %al, =a quello proprio ci che
voglio fare
Gurdjieff, -llora lavora Lotta, lotta
=lle %al, $l mio lavoro teorico, al
momento
Gurdjieff, -llora, lotta Nai capito che sei
due persone $l risultato della tua lotta sar)
una sostanza che cristallizza in te diversi
fattori per una reale funzione di
associazione &$n russo'
=me de #alzmann, -ssociazioni conscie
Gurdjieff, %u hai fattori meccanici %u sei
una macchina ?ra puoi cristallizzare
fattori per associazioni conscie &$n russo'
=me de #alzmann, La coscienza una
propriet) di un uomo senza virgolette
=lle Dol, Lei mi ha consigliato, per fare
meglio l'esercizio del ricordo, di allargare
le "raccia e vigilare contro il rilassamento,
principalmente nella nuca &nape of the
nec0' 4ella mia nuca ci sono molte
"crepe" &Gurdjieff stupito dalla parola
"crepe" e dice a =lle Dol che sta usando
espressioni in "slang"' . ogni volta scendo
in un livello di associazioni, pi( profondo
di prima ?ra io arrivo sempre allo stesso
livello che non riesco a rompere
Gurdjieff, /erch romperlo>
=lle Dol, <oglio andare pi( in profondit)
Gurdjieff, !uesto non il nostro scopo Le
associazioni non possono cam"iare
/ossono fermarsi solo alla nostra morte
!uando la tua attenzione consciamente
occupata con qualcosa, essa non le vede
!uesto un "uon esempio Le tue
associazioni scorrono pi( li"eramente =a
in questo caso, la tua coscienza
assolutamente a un punto morto 4on nota
nulla Durante il giorno, la stessa cosa La
tua attenzione occupata con un lavoro di
cui hai "isogno per il tuo scopo #e tu fai il
lavoro consciamente, se non mastur"i,
allora le associazioni non ti distur"eranno
.sse esistono per s stesse /uoi sempre
formularlo cos1, l'ostacolo portato dalle
associazioni proporzionale al grado di
concentrazione conscia &$n russo'
=me de #alzmann, .sse ti intralciano tanto
pi( quanto sei poco concentrata
=lle Dol, %uttavia sogno sempre
Gurdjieff, Lo fai troppo
=lle Dol, #1, sono stremata
Gurdjieff, No detto all'inizio; fai un
programma Lavora non pi( di undici,
diciotto minuti !ualche volta,
accidentalmente, mangi qualcosa che ti
permette di lavorare per un'ora 4on farlo,
potresti rompere qualcosa 4on usare le
possi"ilit) quando si presentano
/er esempio, delle possi"ilit) di prendere
un caff con me !uesto caff ti agita 4on
puoi lavorare un'ora 4on dovresti farlo
4on dovresti usare questa forza $l tuo
progresso solo undici minuti
Nor, #ignor Gurdjieff, nello svolgere il mio
compito ci sono dei momenti in cui non
riesco, e poi soffro del fallimento
Gurdjieff, .' una cosa normale =a
dovresti avere speranza, a poco a poco, fai
crescere la sostanza che ho io #ervir) a far
cristallizzare in te i fattori per essere un
uomo reale Lotta Lotta senza accettare
niente fallo come se fosse un servizio per
qualcuno
Nor, #1, ma anche quando lotto cos1, io lo
faccio per uno scopo predeterminato; io
eseguo un compito . sono sicuro che se
facessi uno sforzo in pi( non morirei
Gurdjieff, 4on cos1, puoi rilassarti Devi
lottare consciamente solo in proporzione
all'energia che possiedi %u hai delle
"atterie #e sono vuote, non poui fare
niente
Nor, !uindi non si deve lottare>
Gurdjieff, 9ndici minuti, non di pi( La
prossima settimana, dodici minuti
-""iamo "isogno del risultato, questa
sostanza $n seguito saremo capaci di
usarla ?ra tu sei vuoto !uando ce l'avrai,
ti dar un'iniezione ed essa sar)
cristallizzata Devi avere un vero desiderio,
un desiderio di tutti i centri 4on solo con
la mente .' necessario desiderare il lavoro
reale con tutto il tuo essere %u sei giovane
Devi a"ituarti ad esso poco per volta $hi
va piano, va sano &viene detto in italiano,
ndt' !ueste domande non sono molto
desidera"ili =i riempiono la testa La mia
testa gi) piena di preoccupazioni La vita
difficile in questo periodo, e se la mia
attenzione se ne va a queste difficolt), non
posso rispondere a queste domande
Gioved1, R\ settem"re RKVL
Gurdjieff, &Guarda verso =me < seduta al
lato opposto e dice a =me +', ?ra, dopo
le vacanze, tua sorella ti assomiglia di pi(
-l primo sguardo, ho visto che la sua
espressione cam"iata No pensato che eri
tu seduta laggi( &-gli altri', .ro sicuro che
fosse 3londe, ma sua sorella &- =me
<', Di solito ti siedi sempre al lato ?ra sei
all'opposto #ei in "uona posizione per
"eneficiare ?ra, =r District -ttorne2, se
nessuno fa una domanda, chiedi a uno il
quale domanda una risposta facile da
formulare, una risposta "uona per ognuno
&=entre E sta scrivendo la domanda,
Gurdjieff chiede a L di prendere il posto di
3 che in cucina 3 ritorna, si siede
dietro Gurdjieff che chiede a ^ di
cam"iare posto con lui' %u capisci, io non
lo conosco ancora #e lui pone una
domanda e non di fronte a me, io non
vedo la sua faccia e non posso formulare
una risposta che sar) soggettivamente
"uona per lui
.' una regola che non ancora stata
formulata .ccola, la gente nuova si
dovre""e sedere qui /er esempio, lui non
ha ancora "evuto alcun alcolico L'alcol
apre, mostra aspetti molti del tuo interiore;
molto importante per conoscere
qualcuno 4on colpa mia, l'alcol costa
troppo, ormai RYTT franchi la "ottiglia
Nai scritto la tua domanda =r #pecialist>
Ea, #ignore, Lei mi ha grandemente
illuminato sul modo in cui si dovre""e
compiere il proprio compito +ino a un
certo punto, ci riesco =a durante la
giornata, le proprie attivit) qualche volta
assor"ono molto 9no non vede la persona
che ha scelto per il proprio compito e poi
vede che la giornata stata vuota *ome si
pu mantenere, in assenza della persona, il
fuoco necessario per il proprio compito>
*ome si pu mettere qualcosa al suo
posto>
Gurdjieff, $n generale, una cosa molto
importante %u hai scelto un compito verso
qualcuno =a non sei sempre con quella
persona *i deve essere una pausa .'
impossi"ile lavorare sempre, su un
soggetto; non hai a""astanza energia /er
questo motivo, met) del tuo tempo
andre""e al tuo compito e met) alla
preparazione al compito .' una
com"inazione molto "uona Devi usare il
tempo in cui non vedi la persona, a
prepararti *ome prepararsi> /uoi fare solo
una cosa 8 puoi consciamente aumentare il
desiderio di vedere quella persona /uoi
aumentarlo dicendo a te stesso, "$o sono"
Cespiri consciamente Dici "$o sono"
!uando dici "io", respiri nell'aria tutti i
suoi elementi attivi consciamente !uando
dici "sono", accumuli dell'energia nella
"atteria e pensi a come usarla
Cappresentati la persona con cui stai
lavorando e pensa che quando la vedrai
sarai molto concentrato, avrai molto pi(
contatto con essa *os1, quello che dovresti
aver fatto in sette volte, l'avrai fatto in una
. ora, dottore, spiegagli in "uon francese
cosa ho appena detto
-", $l compito composto di due parti;
nella prima, svolgi il compito verso la
persona che hai scelto, e nell'altra ti prepari
ad avere una relazione pi( diretta con lei
Gurdjieff, 4o, dottore 4on spiegare cos1
!uella non una parte 4on ci sono parti
La persona assente %utto il suo tempo
li"ero #e tu dici "una parte", come se
dicessi, per esempio, una parte tu pensi,
una parte tu fai 4on usare questa parola
&non dirlo cos1 &>'' Lui come ha posto la
domanda> Na detto che a volte la persona
via e ha chiesto come impiegare il suo
tempo 2utto il suo tempo per quello; non
una parte
&Dialogo in russo'
=me de #alzmann, $l signor Gurdjieff
dice, Wh2 did he hoo0 unto that>
&#ilenzio'
Ea, No notato 8 una constatazione 8 che,
oltre al fatto che sto lavorando meglio,
nella realt) ci sono un migliaio di motivi
che non ho mai visto e che ora mi
appaiono, ragioni per l'interesse a quel
ragazzo /rimo, facilita il mio lavoro
esteriore e mi d) una migliore relazione
con lui
Gurdjieff, *omunque sia, hai notato
qualcosa &di particolare' dall'ultima volta
che ti ho assegnato un compito> !uesto
tempo trascorso stato produttivo>
Ea, *ertamente s1
Gurdjieff, =a non teoricamente 8
seriamente, solidamente
Ea, #1
Gurdjieff, #e ti dico che se lavori sempre
cos1, farai in un anno quello che avresti
forse fatto in cinquanta, mi credi>
Ea, /osso sempre dire che l'ho visto come
una nuova porta
Gurdjieff, +ratello, ascolta quel che dice
#e continua a lavorare "ene, quello
potre""e anche aiutarlo a continuare "ene
?ra, prendilo come un compito, l'aiutarlo;
e comprendi "ene che lo stai aiutando
egoisticamente, che lo stai aiutando per te
stesso, cosicch dopo lui pu aiutare te .
per quello, perch tu possa ricordarlo, ti
dar un mezzo molto "uono <ado a
ripeterti qualcosa che 3londe mi ha
ricordato per associazione ?gni giorno tu
e tuo fratello vi vedete /rendi come
compito di non incontrare mai tuo fratello
senza fare quello che ti sto per dire
Gli dirai, "Cicorda te stesso" . quando lo
hai detto, pensa interiormente, "io sono te,
tu sei me" con tutto il tuo essere .
continuerai questo processo il pi( a lungo
di cui sarai capace
-l, /er tutto il tempo che lui e l1>
Gurdjieff, #1 . con queste parole,
necessario che le tue emanazioni escano
anche verso di lui +ai un contatto con tuo
fratello Na il tuo stesso sangue; attraverso
il sangue tuo fratello ricever) questo
contatto $l tuo aiuto pu consistere in
quello Dopodich, se esce per affari o per
qualcos'altro, dal momento in cui rientra,
fallo di nuovo ?gni volta che lo rivedi
dopo che stato assente, anche se fosse per
cinque minuti, comincia di nuovo #e
presente un estraneo, diglielo piano; ma se
siete soli diglielo forte #e c' qualcuno,
puoi sempre fargli un segno /uoi pestargli
il piede, agitare le mani %i puoi mettere
d'accordo in anticipo con lui /uoi sempre
dargli una paccaJ dopodich cominci il
compito . non dimenticartelo mai, quello
che stai aiutando non lui, ma te stesso #e
lui potr) stare solidamente in piedi da solo,
ti potr) aiutare dopo Lui l'unica persona
che puoi aiutare Dottore, ha qualcosa da
dire>
-", #ignore, la preparazione di cui parlava
poco fa, uno deve provare a farla per tutto
il resto del tempo, quando non si con la
persona>
Gurdjieff, Dipende dall'individuo, quanto
occupato nella vita, che tipo d'affari uno
ha %u hai forse cento cose &da fare';
dividile in cento parti, dividi il tuo tempo
9na parte del tempo fai quello; un'altra
parte, un'altra cosa -ll'inizio, dovresti
preparare te stesso =a lui ha un compito,
tu ne hai un altro %u sei un dottore, hai
qualcosa da fare, hai molte attivit); lui
solo un parassita di suo padre, non fa
niente %u, tu non sei un parassita Lui ha
forse pi( di altre cose =a tu, tu hai
un'occupazione &- Ea' #e formuli "ene
quel che ho appena detto, c' in essa una
"uona filosofia che pu servire per
comprendere molte cose *olui che pu
afferrarlo comprender) molte cose riguardo
l'educazione
!ualche volta ti spiegher perch sei, tu,
un parassita !ualcun altro un semi8
parassita 9n altro ancora un quarto di
parassita L'unica persona che non lo ; il
vostro stimato =ullah 4assr .ddin Lui
imparziale
3a, *hi >
=me de #alzmann, 9n uomo saggio
dell'?riente che tu non conosci ancora, di
cui si parla nel li"ro Na sempre una frase
appropriata per ogni cosa
Gurdjieff, .' un uomo saggio, unico sulla
%erra
=me de #alzmann, Na una massima per
tutte le circostanze della vita /er esempio,
dice che se al padre piace "allare al suono
del violino, il figlio finir) sempre "attendo
il &gran' tam"uro
Gurdjieff, &- _u"er' 3ene, cara nuova
persona, non ti sei ancora seduto sulle
galosce
_u"er, #1, con un poggiapiedi
Gurdjieff, 4on ricordo che
.' candidato per essere messo in galosce
Le galosce di un vecchio e"reo +orse hai
qualcosa da chiedere
_u"er, !uando uno comincia a lavorare
qui &qui o fuori' la relazione che uno pu
avere con diverse persone sem"ra essere
cam"iata rispetto a prima, incerta #i
dovre""e mantenere la stessa impressione
come in passato & im"arazzante, per uno
che si sente cam"iato', o si dovre""e
fingere e mettere s stessi in una
confusione e in una prova che non sare""e
capace di portare avanti>
Gurdjieff, 3ene, non hai capito il compito
che ti ho dato $o ti ho detto di imparare, di
prepararti a recitare esteriormente una parte
e interiormente di non identificarti,
$nteriormente, fai il lavoro dato qui
.steriormente non devi cam"iare niente,
dovresti essere come prima /rima facevi
cos), ora fai lo stesso Cecita una parte
senza che nessuno si accorga di cosa sta
avvenendo in te
4on cam"iare niente Cimani come prima,
ma reciti una parte 3ene, poi capirai cosa
significa recitare una parte +arai le stesse
cose che facevi sei mesi fa *am"i solo
interiormente
_u"er, =i ha dato un consiglio per una
persona, ma vale anche in generale>
Gurdjieff, /er quelle persone che
potre""ero essere come quella +ino a
quando sarai interiormente cam"iato /oi,
in quel momento, se altri notano che sei
cam"iato, ti possono soltanto rispettare
-ltrimenti, se si nota oggi che sei
cam"iato, ti prender) per un idiota; creder)
che tu hai una nuova fissazione Gli darai
l'impressione di allegria, tristezza, o
idiozia, o che ti sei innamorato, o che hai
perso a carte La gente non deve accorgersi
che sei cam"iato /er loro, prima e dopo lo
stesso Dottore, tu che hai capito Lui no
Le due cose devono essere ponderate,
interiore e esteriore
-", La difficolt) sta nel fatto che uno non
sa che persona era prima #i era inconsci
4on si sapeva chi si era +inch non si
osservato s stesso *ome pu uno imitare
il s stesso di prima>
Gurdjieff, #e tu avessi un gusto oggettivo,
sapresti cosa sei /uoi ricordare guardando
all'indietro
-", =a la personalit) aveva qualcosa di
spontaneo che inimita"ile +orse col
tempo riusciremo a imitarla =a difficile
L'imitazione &Wretahed, Wreta"ed,
Wretched>' pessima
Gurdjieff, *' una sola cosa che ti pu
aiutare ?gni giorno prima di andare al
lavoro siediti per quindici minuti sul "idet
&- Denise, che sta ridendo', e tu, suora
della carit), tu capisci "ene le faccende
mediche $l tuo dottore deve consultarti
spesso &- Eacques', Nai scritto> -nche
quel che ho detto del "idet> ?ravo7 9na
parola contiene molte spiegazioni per chi
intelligente 9na parola pu spiegare pi( di
mille parole 9na sola figura &- =me
<is', *omunque, ho appena notato
qualcosa .' passata mezz'ora, io ricordo
che un momento fa avevi lo stesso colore
di tua sorella
Da mezz'ora sei diventata pallida 3londe,
tu sei rimasta come prima %ua sorella
impallidita .' molto possi"ile che alla sua
destra o alla sua sinistra sia seduto un
vampiro che la sta dissanguando /u
essere trovato a cinquantaquattro
centimetri a destra o sinistra
-", $o non credo che Luoise sia una
vampira #ono proprio sicura che non lo
Gurdjieff, 4on devi mai essere sicura
!uesto prova che tu non sai cosa sia un
vampiro $l vampirismo una scienza /u
essere praticata inconsciamente La scienza
medica non sa niente al riguardo /er
esempio, voi siete marito e moglie Lei
magra cos1 e tu anche %re mesi dopo, lui
magro come questo, lei grassa come
quella ? al contrario ? tra fratello e
sorella ? due amici #ei mesi dopo tutto
cam"iato $nconsciamente $l vampirismo
esiste conscio e inconscio !ui dove siamo
noi succedono certi vampirismi .' una
legge molto spiega"ile 4oi siamo tutti
attorno al tavolo *' una catena che
collega ognuno #e io prendo la mano al
mio vicino e ci stringiamo tutti le mani, io
posso dissanguare il dottore &-ndree' fino
a morirne +orse lei quella che, senza
somigliare a un vampiro, lo 4on lo so
#are""e necessario esaminare la
questione dans l+ordre $o vedo il fatto #e
succede che noto qualcosa di pi(, lo noto
#e due volte, commento #e tre volte, per
me un fatto /oi io studio seriamente e
specificamente La prima volta pu essere
un caso; lo percepisco, ma unico, non
dico niente Lo vedo una seconda volta
*os1 faccio attenzione, cerco una ragione, e
se succede una terza volta lo studio
specificatamente &- Eacques', $l tuo lavoro
molto difficile, nostro stimato capo
segretario =i metto nei tuoi panni No
pena per te per il presente ma sono felice
per te per il futuro $l tuo conto in "anca sta
crescendo senza che tu a""ia depositato
alcun denaro reale
3a, =i piacere""e fare una domanda =i
piacere""e sapere io ricordo me stesso
molte volte al giorno, ma credo che il mio
ricordare non sia volontario .' solo il
risultato di un'associazione che mi porta a
lavorare
*ome posso avere un ricordo che dipenda
dalla mia volont) e non dalle mie
associazioni>
Gurdjieff, .siste un modo molto "uono
%ua madre e tuo padre sono vivi>
3a, .ntram"i
Gurdjieff, 3uono, puoi essere felice %i
dar un esercizio $mpara a farlo, /oi ti
spiegher i dettagli /rima di tutto fissa un
contatto con tuo padre e tua madre
3a, . quando sono con loro>
Gurdjieff, *on o senza di loro Lo fai
interiormente /er esempio, "io sono"
!uando loro ci sono, tu li osservi !uando
non ci sono, tu li rappresenti a te stesso %u
dici a te stesso, per ognuno di loro, "io
sono te, tu sei io" %u sei il risultato dei tuoi
genitori tu sei lo steso sangue Cicordalo
/i( tardi ti spiegher 4el frattempo, fai
questo -"itua te stesso interiormente a
essere molto calmo e vedere sinceramente
e con affetto tuo padre, tua madre
?ggettivamente, essi sono pi( di Dio Dio
stesso disse, finch tua padre e tua madre
sono vivi, io non esisto per te
3a, /erch ci si dovre""e rappresentare i
propri padre e madre>
Gurdjieff, %u devi la vita a loro =a quella
un'altra faccenda; la vedremo in seguito
.' la legge 4el frattempo, prendila
oggettivamente %uo padre e tua madre
sono pi( che Dio #e tu preghi Dio, Dio
stesso pu mandarti al diavolo, "dopo la
loro morte tu verrai a me" &chez oi' .' un
modo di dire $o ti d questo esercizio che
consiste in questo contatto al fine di
prepararti per un altro esercizio !uesto ti
aiuter) .' difficile ricordare s stessi 4on
puoi farlo teoricamente, renderlo
automatico Le associazioni non ti
aiuteranno, per ricordare te stesso, dovresti
fare uno sforzo di volont) Nai capito cosa
voglio dire 4iente pu nascere
spontaneamente Le tue associazioni non
sono te, sono automatiche
$n seguito &quando avrai lavorato' le tue
associazioni rimarranno sempre
automatiche, ma il tuo lavoro avr) una
relazione, non pi( con le tue associazioni,
ma con te
Dalle Letture &Domande e risposte del
gruppo francese' K settem"re RKVZ
D, <orrei chiedere riguardo lavoro e fatica
mi sem"ra che sia una differenza tra sforzi
di lavoro e sforzi automatici $l lavoro
esteriore si prende la nostra energia; l'altro
lavoro, al contrario, accumulere""e
energia =a il contrario 9no molto
stanco, perde energia
Gurdjieff, ., nel mentre, la conservi
*onsciamente, mangi l'elettricit) che hai
nel corpo e la trasformi !uesto costituisce
la tua forza 4on lo stesso tipo di fatica La
ftica da lavoro reale ha un futuro; tu sei
stanco, questo ti dar) un solido risultato, ri8
carica il tuo accumulatore . se continui,
accumuli una sostanza consistente che
riempie il tuo accumulatore &"atteria' /i(
ti stanchi, pi( il tuo organismo ela"ora
questa sostanza
D, !uella fatica &stanchezza' favorevole
o no agli sforzi di concentrazione>
Gurdjieff, #e fatica &stanchezza'
ordinaria, non ha valore per lo sforzo
Dipende dagli altri accumulatori 4on sarai
capace di fare cose ordinarie /erderai le
tue ultime forze =- per altri tipi di fatica
c' un'altra legge, pi( dai, pi( riceverai
Gurdjieff, No notato che al mattino,
quando sono riposato, non posso lavorare
La sera, al contrario, dopo tutta la fatica
della giornata, ci riesco di pi(
Gurdjieff, /erch una parte di te stanca e
perch lavori senza quella parte %u lavori
con uno o due centri #e un centro stanco,
non partecipa al lavoro e non ottieni
risultati #e pensi di poter lavorare meglio
di sera, soggettivo; non ha importanza,
di poco conto
D, #i pu dormire consciamente 8
rimanendo consci durante il sonno>
Gurdjieff, .' possi"ile, ma non per te ora
9no pu ricordare qualcosa cos1 che entra
dentro di te automaticamente
-utosuggestione 9no pu suggerire a s
stesso durante il sonno /rima di essere
capaci di dormire consciamente si deve
avere una diversa qualit) di sonno *i sono
dei gradi *i sono quattro tipi di sonno; uno
pu dormire un sesto, un quarto, met) o
completamente Dipende da quale stato di
risveglio si ha #e tu sogni mentre dormi,
dormi solo a met) /oi hai "isogno di un
sonno di sette ore e mezzo #e non sogni,
quattro ore e mezza "astano .' la qualit)
che importante tu dormi sette ore e
mezzo $mpieghi due ore a rilassarti di sera,
due ore a contrarti di nuovo al mattino
!uesto ti lascia tre ore e mezza di sonno
4on ti rilassi consciamente ma
automaticamente, e questo richiede tempo
/uoi rilassarti consciamente fino ad
addormentarti mentre, d'altra parte,
sta"ilisci la relazione necessaria tra il tuo
corpo e la tua coscienza -l mattino,
quando ti svegli, fai la stessa cosa +ai un
programma immediatamente, riflettendo,
suggerendo a te stesso in che modo sei
determinato a trascorrere la giornata +ai lo
stesso lavoro al quale hai pensato La tua
attivit) si raddoppier) +ai un programma
reale, non di fantasia Devi creare
l'a"itudine /uoi farlo solo poco a poco
4iente accade tutto in un a volta *am"ia
la qualit) del tuo sonno +atti una "ella
strofinata prima di dormire !uando vai a
dormire, prega per i tuoi che sono morti
!ueste cose sono una "uona preparazione
al sonno -ltrimenti, proseguirai i tuoi
sogni e fantasie della sera
Due dei presenti dicono di non riuscire a
dormire di gioved1, il giorno delle riunioni
per domande e risposte Gurdjieff rivolto a
un terzo,
Gurdjieff, #uccede a te, dottore>
C, 4o, appena chiudo gli occhi mi
addormento
Gurdjieff, 3ene, non tutti sono un cugino
come te #ai io cosa chiamo un cugino
dell'uomo &la mucca'
D, *ome possiamo acquisire il distacco>
Gurdjieff, #i deve avere un ideale *rea un
ideale per te stesso !uesto ti preserver)
dagli attaccamenti automatici /ensa a
questo consciamente e questo crescer)
automaticamente e former) un centro di
gravit)
D, .' pi( facile distaccarsi dalle cose
materiali o dai sentimenti>
Gurdjieff, %utto ha lo stesso valore %u hai
attaccamento con un centro o l'altro Devi
vedere l'argomento in questo modo, senza
filosofare %u non hai n un ideale n uno
scopo serio *os1 ogni cosa ti tocca &ha
contatto con te' 8 tu sei uno schiavo Devi
a"ituarti a prepararti per il lavoro 9na
certa parte del giorno deve essere
consacrata al lavoro; non fare altro
#acrifica questa /.4#- al lavoro Leggi
qualche cosa di collegato al lavoro .
permetti a tutte le associazioni connesse al
lavoro di scorrere 4on ancora lavoro
=a fissa una data in cui il futuro sar)
riservato al lavoro /repara il terreno
*onsacra questo tempo al lavoro -ccetta
l'idea che un certo tempo deve essere
consacrato al lavoro . se ti dato un
compito, o se ne fai uno per te stesso, lo
farai durante il tempo che hai sta"ilito per
esso $l posto sar) fatto .' +-*.4D? che
l'uomo comprende <edrai il risultato che ti
porter) D1 a te stesso di lavorare /ensa
cos1 =a qui nessuno lavora ancora %utto
questo solo un gioco da "am"ini .' un
po' meglio della titillazione 4el lavoro
vero il sudore cola sulla fronte, arriva
perfino ai tacchi
D, !uando incontro delle persone che sono
un pochino interessate a queste questioni,
oppure inquietati da questo soggetto, non
appena accenno a qualche piccola
esperienza, tutto quello che ho imparato
qui diminuisce e dopo mi sento pi(
piccolo
Gurdjieff, !ui c' una regola; qui la nostra
vita eccezionale !uello che diciamo qui,
quello che facciamo, nessuno deve saperlo
D, =a non dico niente di quello che
facciamo
Gurdjieff, =a questa regola concerne
anche le idee !uel che ti interessa
diminuisce se lo dai alla mamma, e ti senti
vuoto %ieni per te le nuove idee 4ella vita
puoi usare le idee come strumenti =a
senza identificarti ?gni cosa esce da te
con le tue parole
D, /enso che io sia spinto dal mio
sentimento di superiorit), per questo che
lo faccio
Gurdjieff, %i dir anche un'altra cosa %u
hai una de"olezza che chi lavora con me
deve distruggere %u credi %u non devi mai
credere Devi criticare ogni cosa, non
accettare nulla che non puoi provare come
che due pi( due fa quattro $l credere non
conta niente, non vale niente %u credi, tu ti
identifichi e desideri passare sul tuo
credere, con le tue emozioni %i identifichi,
dai tutte le tue energie #e tu non credi, se
rimani del tutto imparziale, nel desiderare
di trasmettere qualcosa a qualcuno, fallo
come se stessi rendendo loro un servizio &a
qualcun altro' Nave 2ou ePperienced this>
Lo hai provato>
Domanda, No notato che si perde quel che
si ha se lo si d) agli altri
D, No l'impressione di non potermi
impedire di usare le forze datemi dal lavoro
al fine di essere superiore alle persone che
frequento
Gurdjieff, #ei una piccola persona .'
cresciuto in te un aspetto 4e devono
crescere altri sei Dopo questo, puoi
immaginarti di non essere come gli altri
4on devi dimenticarti che la prima cosa da
ricordare la tua nullit) %u hai molta
immaginazione #e tu avessi la
comprensione della tua nullit), questa idea
di te stesso ti mostrere""e meglio che gli
altri ti hanno superato
D, !uando sono da solo, o con persone
notevoli, vedo la mia nullit) La dimentico
quando sono con persone mediocri
Gurdjieff, %i dar un compito Lavora su
questo Ciconosci la tua de"olezza e
lavora #e incontri ostacoli sul cammino, ti
aiuter correggendoti
/er esempio, ecco un esercizio, io sono 8
!uando dici "io" senti i tre centri !uando
dici "sono", senti anche i tre centri ma
diversamente "$o", come se qualcosa
stood up "#ono", come se, nei tre centri
&posti' qualcosa si fosse seduto !uesta
una spiegazione originale Nai capito>
Norande, &*hiede spiegazioni sulla
circonferenza della sfera del plesso solare'
Gurdjieff, F come in chirurgia &Gurdjieff
mostra la circonferenza dei lati -ll'altezza
del diaframma, la linea discende sullo
stomaco e rimonta loro per ricongiungere i
lati'
Norande, Le due linee rimangono nella
sfera>
Gurdjieff, 4o #olo la sfera No mostrato la
circonferenza della sfera !uando inserita
non importa molto
Le"eau, $ due tracciati si uniscono l'un
l'altro prima di entrare nel plesso solare>
Gurdjieff, 4o .ntrano indipendentemente
/oi se ne vanno altrettanto separatamente
*ome in una citt) Due vie per entrare, due
vie per andarsene
_u"er, #e c' qualcosa come una "rutta
contrazione su uno dei due percorsi, ci si
deve astenere di dominare la contrazione>
Gurdjieff, 4on fare a caso a questo +a
l'esercizio 4on fare niente di particolare
per questo
=echin, Le spalle devono essere lasciate
all'esterno>
Gurdjieff, /assa solo da qui &=ostra il
tracciato situato vicino al collo, un poco
sopra la clavicola' /er le spalle, la
colonna verte"rale *' il posto di
comando
%racol, /osso avere la sensazione del
plesso solare e sentire che il mio
sentimento non l1 - quel momento mi
piacere""e capire cosa dice Gurdjieff
Gurdjieff, F normale #e tu hai la
sensazione del tuo plesso solare, hai gi)
mo"ilitato il posto del sentimento F
occupato 4on puoi sentirlo 4on devi
sentirlo tranne che per avere la sensazione
#e, da questo posto, vuoi sentire la tua
colonna verte"rale, puoi ri8esperire
l'iniziativa da l1, ma non puoi esperirla /er
esperirla, necessario che la cosa sentita
sia calma e non funzioni
%racol, !uindi, non possi"ile che i tre
centri possano essere presenti quando ho la
sensazione delle tre localizzazioni>
Gurdjieff, 4o
%racol, -llora come posso essere attento>
Gurdjieff, #i deve avere la sensazione di tre
cose ? li vedi o li senti La cosa
importante un contatto $n ogni momento
%u osservi diverse forme di contatto 9na
volta, tu senti 9n'altra volta hai la
sensazione
? puoi vederli, or 9ou might guess at
them F necessario che tu sia occupato
tutto il tempo, che ti occupi con questa
o""ligazione #e tu lo vuoi, se lo decidi, la
parte di te che stimi o""ligata a farlo
-ltrimenti, punisci te stesso #e non lo fai,
colpa della tua individualit) Devi
educare la tua individualit) Cifiutale quel
che le piace 4on darle nulla ?pponiti in
tutte le cose /er esempio, quel che fai alla
destra, fai alla sinistra ?gni cosa per
opporlo . la tua individualit) pu trovarsi
in una situazione molto "rutta /eggio che
in prigione

=me de #, 4on c' peggior sofferenza

Gurdjieff, F difficile ma utile
Domanda, 4on ho mai fatto un compito
per intero *i penso, lo faccio, ma solo per
un secondo 4on riesco a mantenere un
pensiero o un sentimento &"un compito",
evidentemente significa uno degli esercizi
del signor Gurdjieff'
Gurdjieff, %u dimentichi, non hai memoria,
dimentichi Devi ripetere, ripetere, ripetere
%u vuoi dire che non hai potere di
concentrazione .' lo stesso per tutti
!uesto lo scopo del lavoro #e un uomo
potesse concentrarsi soltanto per un quarto
o per un'ora, sare""e grande come la vostra
4otre Dame, come *risto Gli chiederei di
essere il mio maestro #e tutti potessero
farlo, sare""ero tutti santi $n tre secoli ci
sono stati forse tre santi e mezzo Devi
provare a raggiungere forse un secondo al
mese ripetendo, ripetendo, ripetendo
D, !uando vedo un'emozione negativa,
vedo molto chiaramente che non l'oggetto
che conta .sso non esiste, la copertura
-ppena lo vedo, esso scompare, ma
l'emozione negativa rimane e va ad
occuparsi di un altro oggetto, non importa
quale, poi di qualcos'altro ancora No
notato che la stessa emozione negativa
ritorna pi( volte tramite associazione e
queste sem"rano corrispondere a una
tendenza <edendole, posso pensarle come
se fossero degli "io">
Gurdjieff, 4on ci sono tutte queste
complicazioni &/er esempio' sei affamato
*i sono diversi tipi di fame; la fame del
mattino, di mezzogiorno, della sera 4on
sono tutte uguali L'$nglese mangia molto
al mattino, il +rancese alla sera %u hai
l'opportunit) di avere questo materiale .'
gi) pronto per te -ltrimenti avresti dovuto
farlo &=me de #alzmannn' Dalle emozioni
negative si comprende qualcosa che non si
potre""e comprendere senza averle
$nvidia, paura, ra""ia, eccetera #i deve
separare questo da s stessi cosicch non
rimanga nell'essenza e possa essere usata
quando necessaria rimanendo distaccati
D, $o vedo quanto sono vuoto, pieno di
piccoli desideri mondani, contraddizioni,
come un mulino dove tutti vanno e
vengono 4on ho volont) e non ho rimedi
per questo mi manca la forza
Gurdjieff, $l compito stato dato per
quello #e non fai il compito, che ti faccia
partire, apra una vena &venatura>', sar) pi(
facile /osso darti una pillola che ti tenga
sveglio per sempre 9na pillola costa poco
per dormire "ene da soli 9na notte costa
molto di pi( #e uno dorme "ene per una
notte, uno pu avere poi un "uono stato di
veglia
D, !uando vedo la mia nullit), sono
completamente scoraggiato /oi, il vedere
che ho visto questo, mi rid) speranza e
grande soddisfazione di me stesso =e lo
dovrei permettere>
Gurdjieff, 4o ?sserva, impara a vedere
sempre di pi( Cicerca il tuo passato 4ella
tua intera vita #offri per tutti i tuoi
fallimenti D1 a te stesso che hai gi)
venticinque anni, che troppo tardi per
fare qualcosa; che il tempo contato ?gni
volta che si un anno pi( vecchi, gi)
tardi Guarda sempre di pi( i tuoi s"agli e
ripara
D, io vedo me stesso nei miei sogni con
tale chiarezza, con tale forza e disgusto,
che questo mi sveglia
Gurdjieff, $o ho impiegato quindici anni
per imparare a non sognare 4on si
dovre""e sognare, si deve fare *i sono due
stati, #onno e stato di veglia !uando uno
dorme, deve dormire +ai una doccia
fredda, datti una strofinata vigorosa, stai
per dieci minuti con le "raccia allargate e
tu dormirai #e si dorme "ene, si vede
"ene #e si sogna, ogni cosa fatta a met)
Le associazioni non si fermano mai fino
alla fine !uesta la vita =a si pu
smettere di prestare attenzione alle
associazioni $ sogni o associazioni che
continuano sono quelle che sono le pi(
a"ituali e &di conseguenza' che ricorrono
*' anche &il li"ro' la *hiave dei #ogni e i
=odelli per Lettere d'-more /uoi
scegliere
D, #olo la mia testa partecipa &agli
esercizi' /osso evitarlo>
Gurdjieff, La testa solo il regista .' il
poliziotto col suo manganello che indica la
strada 9no deve percepire e provare &?ne
must sense and feel, forse la distinzione
tra l'atto del pensiero e l'atto del
sentimento' Lavora sul sentimento, sul
percepire8sentire te stesso
"$o8sono", "me8sono" 4on solo la tua testa
8 l'intero uomo Cipeti, ripeti, ripeti
.sercitati, esercitati, esercitati, migliaia e
migliaia di volte #olo questo porter) dei
risultati
D, *ome si deve capire "riparare il
passato"> .' con il rimorso>
Gurdjieff, #ei troppo complicato .' molto
semplice $l presente il risultato del
passato #e hai acquistato una cattiva
a"itudine in passato, devi fermarla <edo
che ho l'a"itudine di girarmi i pollici nella
stessa direzione La fermo !uesto
riparare 4on fare ancora lo stesso errore e
prepararsi per il futuro, preparare il futuro
/ratica, pratica come se volessi suonare il
piano Devi sviluppare la forza delle tue
dita Cipeti, ripeti
D, <edo come trascorro ore intere al giorno
con sentimenti molto piccoli e
insignificanti, molto disgustoso /otrei
cominciare un compito per rimediare a
questo, o non c' nient'altro da fare>
Gurdjieff, .' la stessa cosa per tutti .'
sempre stato cos1 /er te adesso solo che
tu lo vedi !uesto quello che vogliamo
cam"iare +ai qualcosa che tu sai fare "ene,
anche fosse mangiare #e mangi "ene,
preghi "ene #ii appassionato in ogni cosa
che fai #i deve lavorare precisamente su
qualcosa di preciso $l lavoro non dovre""e
essere un desiderio, ma un "isogno, una
necessit) !uando diventer) un "isogno
avrai una risposta 4on hai il diritto di
avere solo desiderio 4on a""astanza
4on ti dar) niente *rea un "isogno in te
Cipeti, ripeti, ripeti 4on si ripete mai
a""astanza ?gni cosa che ti viene facile,
fai "tchic0" &Distruggila' #cegli qualcosa
che ti costa qualcosa, che sia uno sforzo
!uello che facile cattivo per la tua vita
interiore
L? #*?/?
-vere sempre uno scopo immediato
!uesto il tuo o"iettivo Devi raggiungere
questo *i sono molti zig8zag sulla strada
4on indugiare guarda sempre lo scopo
#appi dove stai andando e troverai i mezzi
per andarci /rima devi raggiungere il
primo; lo scopo dovre""e essere chiaro e
sempre di fronte a te
D, !uando provo a lavorare sul rimorso,
c' sempre qualche parte di me che si
rifiuta, che mi dice che inutile, che non
mi porter) da nessuna parte o a nulla
<orrei comprendere meglio l'uso del
rimorso, la sua necessit), per rendermi
capace di convincermi e lottare contro
questo rifiuto
Gurdjieff, .' molto semplice, Guarda
&/rende uno spicchio di mandarino dal suo
piatto' !uesto destinato a diventare
marmellata, deve diventare marmellata,
stato fatto per quello =a pieno di sale
*he fare> Dovre""e essere lavato, messo a
mollo, pulito per rimuovere il sale
Dopodich pu diventare marmellata *on
il sale impossi"ile $l rimorso quello che
toglie il sale .' quello che purifica
*apito>
D, !uando tengo lezione devo fermarmi
per un momento a raccogliermi =i sem"ra
vuoto, inutile, vano *ome posso prevenire
questo>
Gurdjieff, Devi fare in modo che i tuoi
o""lighi entrino nel tuo lavoro !uesto
deve essere il tuo compito La tua classe
deve essere parte del tuo compito $l tuo
compito di aiutare 4on devi vedere i
"am"ini nelle loro manifestazioni, ma nel
loro futuro Devi desiderare di aiutare quel
futuro Devi metterti al loro posto
Cicordati come eri alla loro et) /oi farai in
modo che vedano diversamente !uando
pensi "io sono" allo stesso tempo desidera
aiutare Dopo vedrai come i "am"ini ti
ameranno #arai capace di andare a dire
loro di andare a uccidere i loro padri e
madri e loro lo faranno 4on sar) niente
per loro No visto questo laggi( con i veri
=aestri &=agi' !uesto il lievito del
lavoro, i "am"ini .' un'opportunit) per te
Devi diventare una "uona lavoratrice
D, !uando provo a mettermi al posto di
qualcuno, c' sempre una parte di me che si
rifiuta, che non partecipa, che nasconde,
che occupata con s stessa e che gode di
s stessa .' qualcosa che scivola via e che
non posso afferrare D'altra parte, non
appena ho un piccolo risultato nel mio
lavoro, la vanit) prende il suo posto "#ono
io che ho fatto questo" 8 e questo sciupa
tutto
Gurdjieff, %i dar un sacro segreto Cicordi
3elze"( 8 ci sono due correnti, due fiumi
%u devi attraversare da uno all'altro; sei
come il pesce il cui elemento naturale
l'acqua e che costretto a vivere nell'aria
Devi imparare a vivere in entram"e le
correnti contemporaneamente *' la
corrente a"ituale che la vita ordinaria
nella quale vivi, e poi in te deve esistere
l'altra corrente, che la tua vita interiore
+inora hai avuto contatto con te stesso solo
quando eri da solo, va "ene, ora devi
imparare con gli altri !uando sei con una
persona, rimani nella tua propria corrente,
la tua corrente interiore
D, 4el sistema, sem"ra che la
soddisfazione, i piaceri, siano rigettati
%utti quanti> No capito correttamente>
Gurdjieff, %utti i piacere sono merda %utti
i piaceri fanno di te uno schiavo La tua
soddisfazione *i sono due qualit) di
piaceri, due qualit) di sensazioni piacevoli
Da un parte il piacere oggettivo; se lavori
"ene e ottieni un risultato, puoi avere
soddisfazione di te stesso !uesta "uona
soddisfazione che corona lo sforzo Gli
altri, i piaceri meccanici, ti distruggono
#ei perso in loro #ono tutti dannosi,
eccetto che per dare a s stessi rilassamento
volontario, necessario per uno scopo
D, 4oto &in me stesso' una aridit), una
assenza di emozioni <ivo o
nell'indifferenza o nell'ostilit) *he si deve
fare>
Gurdjieff, %u mi interessi <oglio aiutarti $
tuoi genitori sono ancora vivi> 4oi non li
a""iamo conosciuti, ma forse avevano
un'anima +orse hanno sofferto Loro non
possono fare pi( niente dove sono, non
hanno corpi %u devi fare qualcosa per loro
Devi pensarli Devi raffigurarteli in te
stesso, rivederli, avere le loro facce davanti
ai tuoi occhi, devi pensare che tutto quello
che sei lo devi al oro %u sei un piccolo
pezzo di loro, della loro vita Li devi
amare, esprimere loro la tua gratitudine
Cipensa a tutto quello che hanno fatto per
te Devi vedere tutti i tuoi s"agli nei loro
confronti /ersisti in questo, ricostruisci la
scena di quando li hai fatti soffrire, forse
piangere Civivi i tempi in cui fosti un
"am"ino cattivo Devi avere rimorso di
coscienza Cimorso #i deve soffrire
volontariamente per riparare #i deve
pagare per il passato $l passato deve essere
riparato *erca nel tuo passato *rea il
rimorso Dottore, fai anche tu questo
esercizio
/er il momento, i tuoi genitori sono il tuo
dio 4on puoi conoscere Dio .' troppo
lontano 4on c' posto per lui in te $ tuoi
genitori sono Dio, essi sono il posto futuro
per Dio in te %u devi loro ogni cosa, la
vita, tutto Lavora prima con loro;
dopodich ci saranno altri esercizi
D, No fatto il lavoro che ci ha detto $o
amo i miei genitori veramente molto e ho
scoperto un'emozione di una qualit)
veramente speciale; per un secondo, forse,
una particella di amore reale, anche grande
sofferenza, una vera sofferenza per i miei
peccati verso di loro Di rimorso *'erano
le due emozioni allo stesso tempo,
sofferenza molto viva e felicit) data dal
sentimento d'amore .> stato il rimorso che
ha portato la felicit), per sparire quando
sparita anche la felicit) !ualche volta
quando aspetto i miei pazienti ho scoperto
in me stesso per un secondo emozioni
d'amore della stessa qualit) . in quel
momento potevo avvertire la loro
sofferenza fisica e portare loro un
sentimento di felicit) *' un nesso
Gurdjieff, L'amore reale la "ase di tutto,
il fondamento, la #orgente Le religioni
hanno pervertito e deformato &l'amore' +u
con l'amore che Ges( fece i miracoli
-more reale unito al magnetismo %utte le
vi"razioni accumulate creano una corrente
!uesta corrente porta la forza dell'amore
L'amore reale una forza cosmica che ci
attraversa #e noi la cristallizziamo, diventa
un potere 8 il pi( grande potere del mondo
/i( tardi studierai il magnetismo sui li"ri,
non importa quali, vi dar) materiale . con
l'amore come "ase, sarai capace di curare i
paralitici e far vedere i ciechi
D, #ono rimasto sorpreso dell'acutezza
delle sensazioni osservate a lungo, cos1
intense, cos1 vivide, con tutte le
impressioni che avevo in me e che
ritornavano
Gurdjieff, !uesto normale $ nostri centri
registrano ogni cosa, dall'ora della nascita
#e ti metto in un sonno ipnotico, tu puoi
dirmi cosa accadde intorno a te una
settimana dopo la nascita ?gni cosa
scritta, ogni cosa l1 9n soggetto, messo a
dormire da me, mi ha detto le pulsazioni
della persona che era vicino a lui al
momento che io gli ho fatto rivivere
?gni cosa scritta, come su una fotografia,
ma un migliaio di volte pi( sensi"ile
!uesto il motivo per cui devi stare
attento alle iscrizioni #ceglile &3elze"(,
"Guarda la purezza dei tuoi rulli"'
D, $l fare questo lavoro porter) qualcosa ai
miei genitori> Li riguarda, d) loro
qualcosa>
Gurdjieff, %u devi farlo per te stesso, per
riparare -vere rimorso Lascia che il tuo
rimorso sia il pi( forte possi"ile .' il
rimorso che conta; la sofferenza che
conta; la sofferenza volontaria che paga il
passato, che ripara gli errori
D, No scoperto la stessa qualit) di
emozioni delle quali stiamo parlando, ma
questo mi d) un tale pienezza interiore, un
tale sentimento di felicit) che non sento pi(
il rimorso; mi risento di me stesso per
questa felicit), per non averla meritata
Gurdjieff, %u hai immaginazione e fantasia
io ho sempre detto cos1 %u sei un
rappresentante dell'arte +oufou 4on c'
peso .' leggero +ilosofia, immaginazione
9no stato un risultato .' questo che d)
peso !uesto il contrappeso di una
felicit) reale che va al passo con esso -llo
stesso tempo, al fine che sia genuino, non
si dovre""e avere l'uno senza l'altro La tua
natura ha una tendenza &il risultato
dell'inerzia'; tu ti lasci andare di fronte a
queste tendenze di avere stati straordinari
senza una "ase reale, senza peso Devi
eliminare questo, caccialo 4on appena
appare uno stato di soddisfazione, fai
"tchic0" #chiaccialo, eliminalo Lavora sul
rimorso, ricorda te stesso, rivivi la scena di
quando eri un "am"ino cattivo, quando hai
fatto piangere i tuoi genitori, forse #enti
ancora tutti i dettagli, ritrova le tue colpe
*erca nel tuo passato #offri $n quella
sofferenza puoi avere vera felicit) data dal
vero amore
*i sono due cose diverse sotto leggi
diverse, R' $l corpo organico; X' il corpo
psichico $l corpo organico o""edisce alle
sue leggi Desidera soltanto soddisfare i
suoi "isogni 8 mangiare, dormire, sesso
4on conosce altro 4on desidera altro .'
un vero animale Dovremmo sentirlo come
un animale #i dovre""e sentire come un
estraneo Lo si deve assoggettare, allenarlo
e farlo o""edire, al posto di o""edirgli
$l corpo psichico conosce qualcos'altro
rispetto al corpo organico Na altri "isogni,
altre aspirazioni, altri desideri -ppartiene
a un mondo diverso .' una lotta che si
dovre""e volontariamente rinforzare *on
il nostro lavoro; con la nostra volont) .'
questa lotta che esiste naturalmente, che
uno stato specifico dell'uomo, che
do""iamo usare per creare una terza cosa,
un terzo stato diverso dagli altri due, che
il /adrone &=aster, maestro', che unito
con qualcos'altro
$l compito quindi qualcosa di preciso che
rinforza questa lotta, perch dalla lotta e
#?L? dalla lotta pu nascere una nuova
possi"ilit) di essere /er esempio, il mio
organismo ha il vizio del fumo !uello il
suo "isogno $o non voglio fumare 8
elimino questo vizio $l "isogno sempre
l1, ma io mi rifiuto di soddisfarlo !uesta
una lotta, una volontaria lotta conscia che
richiama la terza forza .' la terza forza che
sar) il fattore 8 "io" 8 che concilier) e
equili"rer)
$l corpo un animale La psiche un
"am"ino 9no deve educare sia uno che
l'altro /rendi il corpo, fargli capire che
deve o""edire, non comandare =etti
ognuno al suo posto 9no dovre""e
conoscersi 9no dovre""e vedere cosa va
/rendi un compito che nelle tue
possi"ilit), molto piccolo per cominciare
#ul mangiare #u un vizio ?gnuno
conosce s stesso e pu trovare un
compito; la sua cosa interiore, una
volont) che opposta a un "isogno crea
lotta
La sola possi"ilit) di creare un secondo
corpo tramite l'accumulazione di una
sostanza diversa $l solo scopo che ogni
cosa dovre""e servire a questo scopo
D, No accuratamente capito tutto durante
la settimana in cui ha parlato sul corpo
fisico e il corpo psichico e per tutta la
settimana ho lavorato in questa direzione;
ho lottato 9na notte ero sveglio
.ro stato svegliato da mio figlio 8 ho un
figlio di quattro anni 8 che era stato punto
dalle zanzare e sentiva male, ha cominciato
a piangere e chiamarmi #tava soffrendo e
piangendo #ono andato da lui perch
piangeva e soffriva, prima di rendermene
conto, l'ho picchiato 4on mi sono
permesso di andare di nuovo a letto *ome
posso annientare questa violenza in me
stesso> No visto quel che il mio corpo, di
cosa capace e la sua reazione dopo una
settimana di lavoro su di esso
Gurdjieff, *i sono forze intorno a te,
estranee a te .' possi"ile che quando un
uomo lavora veramente, desidera realmente
lottare, esse producano un evento come
quello /ossono anche creare le zanzare $n
ogni caso, che sia stato questo o altro,
niente poteva andare meglio L1 hai sentito,
hai capito, non solo con la tua testa #ono
molto contento e ora ti chiedo di prendere
nota di tutto quello che succede nel tuo
lavoro per una settimana, due settimane, tre
settimane, e ne parlerai qui, perch questo
sar) utile ai tuoi compagni . non
dimenticare che ora tuo figlio il tuo
maestro Cingrazialo /er me, lui mio
amico . ti incarico di una commissione
per lui; cinque caramelle al giorno per un
anno