You are on page 1of 2

Perceval o il racconto del Graal

Il poema incompiuto Le Roman de Perceval ou le conte du Graal, di Chrtien de


Troyes, fu scritto all'epoca delle crociate, ovvero tra il 1175 e il 1190 circa. e fu
committente !ilippo I d'"lsa#ia, conte di !iandra.
$ considerata la prima opera letteraria che fa cenno al %anto &raal e far' da modello
ai molti successivi roman#i ispirati alla le((enda del &raal. "ll'interno dell'opera il
&raal non viene ra)(urato come il calice dell'ultima cena di &es* Cristo. Inoltre il
nome +(raal+ , fatto precedere dall'articolo indeterminativo +un+, il che fa pensare che
l'autore volesse men#ionare un o((etto conven#ionale -pro.a.ilmente un .acile o un
vassoio/, certo non ancora identi0ca.ile col +%anto &raal+ delle produ#ioni successive.
Trama
Il prota(onista di 1uest'opera , 2erceval, presentato in 1ualit' di fglio della vedova. Il
padre e i fratelli di 2erceval sono morti in (uerra, e per non rischiare di perdere l'unico
0(lio rimasto, la madre decise di tenerlo lontano dal mestiere della cavalleria.
3n (iorno e(li, cresciuto in semplicit' di spirito e pure##a di cuore, incontra alcuni
cavalieri e, rimasto a4ascinato dallo splendore delle loro armi, vuole ra((iun(ere la
corte di re "rt*. 5asciata la madre, che dopo la sua parten#a muore dal dolore,
2erceval, vestito da .oscaiolo, ra((iun(e la corte del le((endario sovrano. 6ui,
messosi in luce per cora((io e virt*, viene nominato cavaliere da re "rt* prima, e
successivamente dal si(nore &ornemant. 5a nipote di costui, 7ianco0ore, se ne
innamora, ma 2ercaval, pur ricam.iando, decide di partire per il desiderio di rivedere
sua madre e accertarsi che stia .ene, in 1uanto per se(uire il suo so(no di diventare
cavaliere l'aveva lasciata svenuta al di l' di un ponte. el via((io scoprir' che essa
era rimasta uccisa per la so4eren#a di vederlo partire. Ini#iano cos8 le nuove
avventure, durante le 1uali il (iovane (iun(e al castello del 9e 2escatore che reca su
di s un'in(uari.ile ferita: sino a 1uando essa non sar' rimar(inata re(neranno sulla
sua terra triste##a e carestia.
In una sala del maniero, durante una cena, appaiono in successione diversi o((etti,
tra cui una lancia san(uinante -o.iettivo della successiva ricerca di &alvano/ e
un (raal, un piatto che al suo apparire spri(iona una (rande luce. 9icordandosi le
parole di &ornemant, il 1uale (li aveva consi(liato di parlare e domandare il meno
possi.ile, si risolve col non chiedere al 9e 2escatore perch la lancia san(uinasse e a
chi serviva il (raal, pur provandone l'impulso. 6uesti o((etti, infatti, venivano portati
in una stan#a celata ai suoi occhi, all'interno della 1uale stava il padre del 9e. 5a sua
mancata domanda porter' dis(ra#ia al 9e 2escatore e alla sua terra, che per me##o di
1uelle semplici domande avre..e potuto essere risanata. 2er 1uesto motivo al suo
risve(lio tutto , sparito, nessuno a parte lui sem.ra essere presente nel castello, ed
e(li deve ricominciare le sue pere(rina#ioni. ;urante una lun(a serie di nuove
avventure, e(li dovr' rendersi de(no di ritrovare il (raal, ponendo rimedio al suo
errore e salvando cos8 la terra malata e il 9e 2escatore. Incontra un eremita, fratello
del 9e 2escatore, che lo confessa durante la 6uaresima e rinnova i suoi sentimenti
reli(iosi, che aveva perso durante il cammino. 2erceval viene a conoscen#a della sua
appartenen#a alla Famiglia del Graal e che il 9e 2escatore , suo #io.
6ui si ferma il racconto, rimasto incompiuto. ;iversi autori hanno tentato di dare una
risposta ai 1uesiti lasciati da Chrtien, che ha visto molti continuatori della sua opera,
ma nessuno sapr' mai realmente come sare..e andata a 0nire la storia.
%truttura dell'opera
Il roman , suddiviso in 1uattro parti.
5a prima e la ter#a raccontano le avventure del (iovane (allese 2erceval. ;apprima
inesperto e di(iuno del mestiere delle armi, diventa cavaliere di re "rt* e compie
numerose prode##e. <a molti incontri con cavalieri che (li impartiscono le#ioni sulla
morale cortese e con altre 0(ure non di minore importan#a che lo aiutano a crescere
sul piano spirituale. =entre dapprima conosciamo un ra(a##o &allese inconsapevole
del mondo esterno -a causa della eccessiva protettivit' di sua madre/, lo scopriamo in
un secondo tempo come il prototipo del perfetto cavaliere cortese, per poi vederlo
superare tale condi#ione e assumere un ruolo di ma((ior levatura spirituale,
divenendo sim.olo di una rinnovata cavalleria non pi* so((etta ai limiti della
precedente.
%econda e 1uarta parte narrano invece delle prode##e di un altro cavaliere, &alvano.
>(li rappresenta la vecchia cavalleria, condannata da Chrtien per la troppa
atten#ione alle apparan#e, sen#a per? un vero spessore di for#a .ene0ca. 3n mondo
decadente, come dimostra la situa#ione drammatica in cui si trova la corte di re "rt*,
che ha (rosse contraddi#ioni e scarsa coscien#a sociale. &alvano si rende infatti
prota(onista di (rottesche scenette, avventure 0ni a se stesse e descritte con sottile
ironia, e sonore scon0tte. 5a narra#ione occupa .en @000 versi del poema su un totale
di 9000 se(nando nettamente la contrapposi#ione tra due se#ioni dell'opera, e di
conse(uen#a tra i due cavalieri.
"ll'interno del testo l'autore (ioca spesso con l'imma(ina#ione del lettore, prendendo
.en di rado posi#ioni esplicite, ma insinuando instanca.ilmente il du..io su ci? che
intende comunicarci. Il poema si compone di ottonari ed , in rima .aciata. Chretien de
Troyes si inserisce dopo la poetica cortese, portata dai trovatori della !rancia
meridionale all'incirca nel AII secolo, denunciandola e superandola. 5a ricerca del
&raal da parte di 2erceval non , una mera ricerca per ottenere la (loria, ma
soprattutto un momento di crescita a .ene0cio del mondo intero. on a caso il li.ro ,
stato scritto per !ilippo di !iandra, tutore dell'erede al trono !ilippo "u(usto. 2er
Chrtien il proprio roman#o ha l'am.i#ione di diventare il supporto per la forma#ione
del nuovo 9e di !rancia.