You are on page 1of 18

Analisi del discorso critico

Cos' la CDA? La CDA (Critical Discourse Analysis) mira a rivelare le connessioni esistenti tra
pratiche del discorso, pratiche sociali e strutture sociali. Si concentra sulla critica delle ingiustiie
sociali, e ha !orti legami con lo studio del linguaggio e del potere. La maggior parte degli analisti
del discorso critico studiano testi con palesi scopi politici o una "ualche sorta di secondi !ini, e sono
spesso sostenitori della giustiia sociale e del cam#iamento sociale, cercando di mostrare come un
testo pu$ essere in!luenato da una particolare ideologia. La CDA non solo una teoria o un punto
di vista, ma %una prospettiva condivisa che copre un'ampia variet& di approcci% ('ell ( )arrett,
*++,)
La CDA si svilupp$ nell'-niversit& dell'.ast Anglia negli anni '/0, dalla linguistica critica (Critical
Linguistics, CL), un approccio con i seguenti scopi1 isolare l'ideologia in un discorso2 dimostrare
che ideologia e processi ideologici si mani!estano come sistemi con caratteristiche e processi
linguistici. A di!!erena della CL, la CDA considera anche1 i ruoli e le interpretaioni del pu##lico2
l'analisi intertestuale.
3 tre principali studiosi dell'analisi del discorso critico sono1 4eun A. 5an Di67 (modello socio8
cognitivo)1 specialiato nell'analisi delle notiie nella stampa, e i loro pattern narrativi (sommario8
storia8conseguene), considerava non solo i livelli testuale e strutturale ma i processi di produione
e riceione. Cogniione sociale1 sistema di rappresentaioni mentali (%modelli%) e processi
coinvolgenti mem#ri di un gruppo2 %noi% contro %loro%.
9uth 5oda71 sociolinguistica del discorso. 4esto e contesto sono ugualmente importanti, ricerca
negli am#ienti istituionali (tri#unali, scuole, ospedali) e su pro#lemi sociali come sessismo,
raismo e antisemitismo2 metodo del discorso storico1 integraione sistematica di tutte le
in!ormaioni disponi#ili nell'analisi e interpretaione di un testo2 il discorso include sempre potere e
ideologie2 il discorso sempre storico, o connesso sincronicamente e diacronicamente con altri
eventi comunicativi2 lettori e ascoltatori possono avere interpretaioni diverse dello stesso evento, a
seconda della loro posiione e conoscene. -n'interpretaione %vera% o %corretta%, "uindi, non
esiste.
:orman ;airclough1 intertestualit& ed egemonia. 3l suo o#iettivo era "uello di gettare luce sulle
relaioni sociali s!ruttatrici concentrandosi sul linguaggio2 recenti, grandi tras!ormaioni sociali ed
economiche su scala glo#ale per via di certe aioni umane < tras!ormaione del linguaggio e del
discorso2 l'autore di una delle pi= esaustive strutture della CDA2 introdusse l'intertestualit& come
parte di un ciclo.
>ratica sociale1 contesto storico e sociale. >ratica discorsiva1 produione, distri#uione, consumo.
4esto1 ad esempio, notiie e discorsi. Analisi intertestuale < analisi al livello della pratica del
discorso. %L'analisi intertestuale si concentra sulla linea di con!ine tra testo e pratica del discorso
nella struttura analitica. L'analisi intertestuale il vedere il testo dalla prospettiva dell'analisi del
discorso, cercare le tracce della pratica del discorso nel testo% (;airclough, *++?) Ci sono due tipi di
intertestualit&1 intertestualit& mani!esta < altri testi sono direttamente citati (virgolette)2
intertestualit& costitutiva < creaione di testi nuovi tramite l'uso di elementi di altri testi (citaioni
indirette, discorsi riportati, ri!ormulaioni).
4esto1 visto da una prospettiva multi!unionale1 rappresentaioni (idealiate) e
ricontestualiaioni di pratiche sociali e ideologie2 costruione delle identit& del lettore e dello
scrittore (status, ruolo o aspetto individuale)2 costruione di una relaione tra scrittore e lettore
(!ormale, in!ormale, intima, distaccata...)2 due !acce della pratica del discorso1 processi istituionali
(ad esempio, editoriali), processi del discorso (cam#iamenti nel testo durante la produione e il
consumo).
>ratica socioculturale1 aspetti dei contesti socioculturali di un evento comunicativo che sono presi
in consideraione nell'analisi di1 economia (economia dei media, pressioni commerciali, propriet&),
politica (potere e ideologia dei media al serviio dei potenti, dell'lite e dello Stato) cultura
(pro#lemi emergenti dai valori in un determinato contesto). Altri aspetti importanti1 accesso ai
media, pratiche della produione del testo (routine istituionali) e del consumo (metodi del lettore
per la lettura e la comprensione del testo).
.gemonia1 interessa sia i gruppi dominanti e i media, #asata sul potere dei media di !a##ricare il
consenso (Choms7y, *+,+ e van Di67, *++,). %L'egemonia, sono le relaioni di dominio #asate sul
consenso piuttosto che sulla !ora, che coinvolgono l'acclimataione di pratiche e le loro relaioni
sociali, oltre alle relaioni tra le pratiche, come "uestioni di senso comune @ per "uesto il concetto
di egemonia en!atia l'importana dell'ideologia nell'ottenere e mantenere relaioni di dominio%
(;airclough e Chuliara7i, *+++). La classe dominante deve ottenere e mantenere il consenso delle
masse tramite la persuasione.
3 praticanti della CDA riconoscono che1 i ricettori dei media sono attivi e indipendenti sino a un
certo punto2 potre##ero !ormare le loro proprie interpretaioni e opinioni che sono di!!erenti da
"uelle di!!use e implicate dai media2 i lettori non sono istruiti per essere lettori critici2 il pu##lico
interpreta i testi alla luce delle sue conoscene e delle in!ormaioni gi& in suo possesso. Auindi, le
in!ormaioni preesistenti (media inclusi) contri#uiscono alla !ormaione della struttura
interpretativa di una persona (ciclo di in!ormaione e interpretaione). Analiare il discorso dei
media aiuta a creare teorie sull'impatto dei media sul pu##lico e i suoi processi di riceione e
interpretaione.
3n #reve1 discorso e linguaggio sono pratiche sociali situate in speci!ici contesti sociali, culturali e
ideologici2 discorso e linguaggio rappresentano altre pratiche sociali, ma anche costituiscono e
ra!!orano pratiche sociali come il potere, la dominaione, la resistena, il pregiudiio, etc2 la
relaione dialettica tra testo e soggetti sociali2 le particolarit& e le strutture linguistiche sono volute,
consciamente o inconsciamente2 tutti i relatori e gli scrittori operano a partire da speci!iche pratiche
discorsive1 ogni persona da voce a speci!ici interessi e scopi che includono inclusioni ed esclusioni2
la CDA non solo interpreta, ma spiega i testi.
Nuovi media: storia, teorie e concetti
Lunga relaione tra testi e immagine1 ere preistorica e medievale1 le immagini sono usate per
%raccontare% una storia2 al!a#etiaione1 le immagini sono usate per illustrare un testo, che assume
il ruolo dominante2 arte modernista e artisti gra!ici1 le parole diventano immagini2 cinema e
televisione1 le immagini divengono un %autentico% e %vivono% !orme alternative di narraione2
media digitali1 contatto diretto tra prodotto e utente, vi uno spaio di scrittura multilineare e
unione di immagine, parola e suono.
3ntertestualit& < creaione del signi!icato di un testo tramite un altro testo o altri testi (allusione,
citaione, plagio, parodia, pastiche, traduione)2 ipertestualit& < testo (pagina Be#) mostrato su uno
schermo digitale o dispositivo elettronico con ri!erimenti interconnessi (hyperlin7) ad altri testi che
sono immediatamente accessi#ili. 3nclude immagini, video, suoni e di!!erenti !ormati di testo.
4re ere della tecnologia2 %la sapiena tutto% (anni '+0)1 internet era aperto, esteso e
apparentemente in!inito2 i %vecchi media passivi% saranno rimpiaati dai %nuovi media interattivi%2
tutti dovevano essere connessi tra loro sena limitaioni di tempo e spaio2 investimento nelle
compagnie dot.com (sena alcun riguardo alla loro situaione economica) e loro !allimento.
Documentaione sistematica di utenti e usi (primi anni Duemila)1 agenti governativi, interessi
commerciali e accademici insieme avvertono il #isogno di documentaioni sistematiche sulla rete2
svilimento di internet dopo la crisi dot.com2 persone comuni, e non solo pro!essionisti ed esperti,
iniiano ad usare internet con regolarit&2 documentaione sistematica e costante degli utenti e degli
usi di internet2 vecchi e nuovi media interagiscono sempre pi= spesso in maniera complessa.
Dalla documentaione all'analisi (dal C00D circa)1 progetti pi= concentrati e #asati sulla teoria2 la
personaliaione, porta#ilit&, onnipresente connessione, e mo#ilit& Bireless di un internet in
costante evoluione muovono la tecnologia lontano dai gruppi e dai nuclei !amiliari, verso netBor7
individualiati2 emergono i social netBor7, e cercano di connettere tra di loro le persone1 %arte!ici
di amiciie% (;riendster, ;ace#oo7) o %programmi di netBor7 aiendali% usati per mostrare la
(dis)integraione sociale dei gruppi di lavoro, o aiutano ad accedere al sapere in organiaioni in
rapida espansione.
:el suo li#ro 3l linguaggio e i nuovi media (C00*), Lev Eanovich elenca cin"ue principi che
determinano se una !orma di media nuova o meno2 rappresentaione numerica1 i nuovi media
esistono come codici numerici distinti che possono essere matematicamente (digitalmente) descritti,
cam#iati e convertiti dai vecchi media2 modularit&1 i di!!erenti elementi di una nuova !orma
mediatica esistono indipendentemente e possono essere cam#iati separatamente sena che il
prodotto si rovini o perda la sua indipendena.
Automaione1 i nuovi media possono essere creati e modi!icati automaticamente sena alcun
#isogno di un %agente umano%2 varia#ilit&1 i nuovi media esistono in versioni di!!erenti e
potenialmente in!inite2 transcoding1 la conseguena pi= sostaniale della computeriaione dei
media2 %transcode% signi!ica tradurla in un altro !ormato. La logica del computer in!luena il modo
in cui capiamo e rappresentiamo noi stessi dal momento che sostituisce categorie e concetti
culturali.
3 nuovi media incorporano tutti gli strumenti tecnologici e i programmi che portano alla transiione
verso l'in!ormaione e la distri#uione digitale (e8#oo7, !ilm e pagamenti online, social netBor7)2
sono #asati sull'integraione e i#ridaione di di!!erenti media di comunicaione (remediaione)2
sono mirati a consumatori pi= attivi ed esigenti2 gli utenti producono, commentano e contri#uiscono
alla crescita e allo sviluppo della !orma mediatica2 sono de!initi e in!luenati dalle dinamiche che li
circondano, e dall'am#iente sempre pi= glo#aliato.
5ecchi media < carta stampata e media elettronici come giornali, 45, radio, riviste, li#ri, tele!oni
!issi, !ilm. :uovi media < emersi all'iniio del ventunesimo secolo e #asati su una com#inaione di
molti media che !orniscono in!ormaioni e servii in ogni luogo e tempo, a richiesta. :ella prima
era, si credeva che i nuovi media dovessero rimpiaare completamente i vecchi media2 invece,
a##iamo integraioni, o convergene, tra vecchi e nuovi media.
Di!!erene principali < digitaliaione, distri#uione e !lessi#ilit&. :uovi media1 distri#uione
digitale2 i prodotti possono assumere !orme diverse ed essere modi!icati, conservati e riprodotti2
costi e consumo di tempo ridotti2 !atti su misura per il consumatore (preo contenuto, semplici da
usare, la comunicaione !acile, veloce e sicura, personaliaione, condivisione).
La remediaione una delle caratteristiche principali dei nuovi media. .' l'atto di assor#ire e dare
nuovo scopo ai media all'interno di un'altra !orma mediatica. La rete pu$, e ha assor#ito e
com#inato diverse tradiionali !orme mediatiche (immagini, suoni, testo, animaione e video) e di
espressione, ricon!igurandole e cam#iandole.
3 nuovi media nascono su in!rastrutture preesistenti, netBor7, cavi, sistemi di comunicaione. Fgni
nuova !orma mediatica giusti!icata in "uanto riempie nicchie in precedena vuote, corregge un
di!etto nel suo predecessore e perch risponde a #isogni di mercato. 4ramite la remediaione,
tuttavia, sono create nuove !orme di media che ci consentono di interpretare !orme mediatiche pi=
vecchie. 3 media pi= vecchi cercano di imitare i nuovi media (45, riviste)2 viviamo in un mondo e in
una cultura remediati.
La remediaione !a uso di due strategie2 immediaione (trasparena)1 "uanto l'utente o interaione
dimentica il medium a !avore del contenuto o compito. Einore l'intrusione del media, maggiore
il livello di immediaione2 guardare un !ilm, giocare online, esperti che usano programmi a loro
!amiliari, prospettiva artistica, realt& virtuale. 3permediaione1 la tecnica che diversi atti di
rappresentaione concorrenti sullo stesso livello visivo usano per contenere pi= in!ormaioni2 i
dipinti di Eichelangelo sul so!!itto della Cappella Sistina, le opere di Andy Garhol, l'am#iente %a
!inestre% e i des7top dei computer, 45 e videogiochi, Be# design2 conosciuta come %montaggio
spaiale% nel cinema. .' un contro#ilanciamento dell'immediaione, e consente all'utente di
accedere in modo consapevole a pi= tipi di in!ormaione nello stesso momento.
)li utenti oscillano tra un #isogno di immediaione (trasparena) e !ascinaione con il medium e le
sue mani!estaioni (ipermediaione). Stiamo dirigendoci verso l'ipermediaione8immediaione, che
lo scopo della remediaione1 moltiplicare i media e cancellare allo stesso tempo tutte le tracce di
mediaione. Auesto particolarmente importante per la rete e i social media.
Convergena < remediaione intensa e reciproca di almeno tre importanti tecnologie all'interno dei
nuovi media1 tele!onia, televisione e computer, le "uali sono i#ride e o!!rono una loro !orma di
immediaione.
La convergena consiste nello scorrimento di contenuto attraverso diverse piatta!orme mediatiche2
cooperaione tra diverse industrie mediatiche2 comportamento migratorio del pu##lico mediatico. 3
risultati1 i consumatori sono pi= attivi e devono cercare nuove in!ormaioni e connessioni2 le
industrie mediatiche tradiionali hanno so!!erto per via della nascita dei nuovi media e cercano di
sopravvivere !ondendosi con loro2 la logica secondo la "uale le industrie mediatiche operano, e i
consumatori di media esaminano le in!ormaioni cam#ia.
La convergena si veri!ica su cin"ue livelli1 tecnologico, economico, sociale, glo#ale, culturale. La
produione, la trasmissione e la !orma cam#iano, ma il contenuto dei messaggi rimane lo stesso.
:on tutti i contenuti convergono.
3 nuovi media e i media sociali sono la stessa cosa? Aual' la di!!erena tra i due? 3 loro strumenti e
le loro tecniche di!!eriscono, ma sono strettamente correlati. 3n alcuni casi, la di!!erena molto
la#ile. :uovi media < includono tutto ci$ che stato digitaliato, comprese le tecnologie di
comunicaione a senso unico. Social media < !orme di nuovi media interattivi in cui gli utenti
possono commentare, rispondere, condividere, criticare, cam#iare e aggiungere.
I social media e il linguaggio nei social media
Social media < tipo di nuovo media il cui sviluppo e componenti interattive hanno reso possi#ili su
larga scala le a#ilit& di commentare, rispondere, condividere, criticare, cam#iare e aggiungere
in!ormaioni. :on includono solamente contenuto d'intrattenimento, ma anche le vite, le relaioni,
le memorie, le !antasie, i desideri e gli interessi degli utenti, e sono una preiosa !onte di
in!ormaioni. La loro caratteristica pi= distintiva l'attiva partecipaione dei consumatori, che
sottost& a regole non speci!icate, non de!inite e spesso imprevedi#ili.
Caratteristiche dei social media sono1 attivit& interattiva su larga scala2 interaione multidireionale2
visi#ile2 comunicaione peer8to8peer priva "uasi completamente di !iltri2 pi= potere agli utenti, e
controllo limitato da parte dei moderatori e dei proprietari del media2 concepito speci!icatamente
per le interaioni sociali2 intertestualit&, creaione e condivisione ipertestuale.
Andreas Haplan e Eichael Ieinlein (C0*0) hanno suddiviso i social media in sei categorie1 progetti
colla#orativi (Gi7ipedia)2 #log e micro#log (4Bitter)2 comunit& di contenuto (Jou4u#e)2 social
netBor7 (;ace#oo7)2 mondi ludici virtuali (Gorld o! Garcra!t)2 mondi sociali virtuali (Second Li!e).
>recursori1 prima e8mail (*+/*)2 ''SK'ulletin 'oard Systems (*+/,) @ primo tipo di sito dove gli
utenti potevano connettersi e interagire tra loro, uno alla volta2 sistemi usernet (*+/+) @ gli utenti
postano articoli o notiie su gruppi di discussione2 CompuServe, >rodigy @ primi tentativi aiendali
di usare internet2 )enie (*+,?) @ creato dalla )eneral .lectric, includeva giochi, shopping, mail,
!orum e una rivista su carta stampata2 39C (3nternet 9elay Chat) *+,, e 3CA (anni ',0 e '+0).
>rimi social netBor71 theglo#e.com, classmates.com, siti di appuntamenti2 !orum1 v'ulletin,
php''2 Jahoo )eocities (*++D)2 AFL 3nstant Eessenger (*++/)2 SiL Degrees (*++/) @ primo social
netBor7 moderno2 )oogle (*++,)2 Live6ournal (*+++) @ introdusse #log provvisti di dataione2
:apster (*+++) @ !ile sharing peer to peer di musica2 EEF9>)sKEassively Eultiplayer Fnline
9ole8>laying )ames (primi anni C000) @ interaione sia nel gioco e su !orum e comunit& dedicate2
Second Li!e (C00M).
>rincipali sviluppi1 Gi7ipedia e Stum#leupon (C00*)2 ;riendster (C00C) @ consentiva agli utenti di
espandere la loro rete sociale trovando amici e amici di amici2 Lin7edin (C00M) @ uno dei primi
social netBor7 mainstream dedicati al mondo del lavoro2 EySpace (C00M) @ consentiva agli utenti
di personaliare l'aspetto dei loro pro!ili, postare musica, incorporare video da altri siti e usare
#log, messaggistica istantanea dal C00N2 S7ype (C00M) @ !reemium voice8over 3>2 ;ace#oo7 (dal
C00D solo ad Iarvard, dal C00N accesso li#ero) @ nessuna possi#ilit& di personaliaione, ma
possi#ilit& di postare video, !oto e materiale multimediale, messaggistica istantanea e applicaioni2
Eultiply (C00D) @ !amily !riendly, pi= sicurea e privacy, Fr7ut (C00D) e Hontain.
>iatta!orme di nicchia1 :ing (C00?) @ consente agli utenti di creare le loro proprie piatta!orme
sociali di nicchia2 Authonomy (C00,) @ netBor7 per scrittori creato da IarperCollins per lavori
letterari non pu##licati e pu##licati in proprio.
Eedia sharing1 ulteriore !orma di social netBor7ing #asata sulla condivisione di contenuti
multimediali (!oto, video)1 >hoto#uc7et (C00M)2 ;lic7r (C00M) @ Creative Commons e immagini
%4he Commons% di dominio pu##lico2 Delicious (C00M) @ sito di social #oo7mar7ing2 Digg (C00D)
@ gli utenti possono %scavare% o %seppellire% lin7, e indurre l'%e!!etto Digg%2 9eddit (C00?) @ gli
utenti possono visualiare e commentare oggetti nuovi, popolari e %controversi%2 Jou4u#e (C00?)
@ dall'hosting e condivisione di video all'upload in alta de!iniione, visualiaioni autoriate,
votaioni, commenti e sottoscriioni2 9evver (C00?8C0**) @ contenuto video generato dagli utenti
con condivisione del pro!itto derivante dalle visualiaioni2 >interest (C0*0).
Aggiornamenti in tempo reale (status)1 la nuova norma nel social netBor7ing. 4Bitter (C00N) @
iniia il trend, e gener$ siti di tere parti, servii e applicaioni2 4um#lr (C00/) @ micro#logging
multimediale e li!estreming con applicaioni mo#ili2 i>hone e i9ovr (C00/)2 >osterous (C00+) @
micro#logging sena alcuna registraione iniiale necessaria.
Li!estreaming1 conosciuto anche come social streaming e streaming di attivit& sociali2 !lusso
ordinato cronologicamente di documenti che !uniona come un diario della propria vita elettronica2
iniia dal !ondo, contenente documenti del passato. -stream.tv (C00N) @ piatta!orma di streming
video, diviso in canali che possono essere visualiati e usati durante lo streaming2 Oustin.tv (C00N)
@ li!ecaster e messa in onda di shoB in diretta2 ;riend!eed e G> Livestream (C00/) @ integraione di
attivit& convergenti in un posto (;ace#oo7, !eed 9SS, ;lic7r, etc.) e social netBor7 provvisto di
aggiornamenti.
:uove situaioni comunicative all'interno di una %comunit& virtuale%1 e8mail (individuali e
transaioni di gruppo2 Borld Bide Be# (insieme dei computer connessi)2 gruppi di chat sincroni (gli
utenti comunicano in tempo reale)2 gruppi di chat asincroni (comunicaione ritardata)2 mondi
virtuali (gergo, !orum, relaioni con la programmaione)2 #logging (assume diverse !orme,
ipertestuali e connesse tra loro).
Eessaggistica istantanea (immediatea di contatto e !amiliarit&, i partecipanti vedono il testo che
scritto, visualiaione dello status online), single8theme chun7ing (lungo discorso con un solo tema
diviso in vari punti), multi8theme chun7ing (vari responsi a di!!erenti tematiche). 5oice over
3nternet >rotocol (5o3>)1 ad esempio S7ype, un per!etto esempio di convergena dove molte !orme
mediatiche si !ondono insieme (visuale, testuale, audio) che ri!lette la comunicaione ipermediatica
che caratteria le notiie e la politica.
Fgni !orma ha le sue proprie convenioni linguistiche ma anche le stesse propriet& linguistiche di
#ase, dal momento che nascono tutte come domini internet. :eti"uette (netBor7 eti"uette)1 nessuna
regola universale, ma comportamento etico e spesso di %senso comune% convenionalmente
accettato. Al momento le regole sono sia scritte che non scritte, ad esempio l'uso delle e8mail per
progetti di gruppo e messaggi di routine ma non per tematiche scottanti o argomenti seri, distinione
tra e8mail private e messaggi destinati a persone al di !uori di un certo am#iente2 #isogno di
interaioni che prevedi#ile, sicuro e !amiliare nel !uturo.
Similarit& con il linguaggio sia scritto che parlato1 !orma elettronica scritta sullo schermo come
generi di!!erenti2 le interaioni tra gli utenti sono scritte come dialoghi2 i messaggi sono persistenti2
assena di !eed#ac7 simultaneo2 limitaioni derivanti dalla tastiera, nessuna prosodia o reaioni
spontanee2 i messaggi sono completi e unidireionali2 espressioni letterali sono usate al posto di
!eed#ac7 e aioni non ver#ali (ad esempio Pridacchia sileniosamente tra s e sQ, Psorride a
trentadue dentiQ2 pi= dinamicit& in altri aspetti1 possi#ilit& di manipolare e incorniciare messaggi
scritti in precedena2 attenione rivolta a pi= persone contemporaneamente nelle chat.
:etspea7 < amalgama di propriet& introdotto dalla rete (parola R scrittura R propriet& mediate
elettronicamente)2 "uesto linguaggio sta !iltrando dai social media e dal giornalismo online ai
vecchi media e al discorso "uotidiano nei media.
Le particolarit& lessicali includono1 parole e !rasi @ ri!erite al so!tBare, possono avere una presena
permanente nei menu (!ile, edit, vieB, paste, tools, !orBard), saltuaria (!or#idden, illegal operation,
D0D error), associata con l'hardBare del computer (!reee, loc7, hang, crash, #om#) o ri!erita agli
utenti di internet (tBitters, netiens, netties, cy#ersur!ers, digiterati, Biards). Com#inaione di
elementi @ elementi ripetuti (mousepad, mouseclic7, clic78and8#uy, dou#le8clic7, !irmBare,
!reeBare, shareBare)2 cy#er e hyper come pre!issi (cy#er#ully, cy#erculture, hyperteLt, hyperlin7)2
S (at) come pre!isso (atcommand, atsign, S8address)2 miscugli (neti"uette, in!onet, datagram,
3nternaut)2 usi creativi di su!!issi1 8ity (du#iousity, o#viousity), 8itude (hac7itude, gee7itude)2
conversione parola8classe da nome a ver#o (to mouse, to clic7, to clip#oard, to D0D)2 ripetiione di
parole per en!atiarle (clap clap, !lame !lame, #ar! #ar!).
9impiao di un elemento di una parola con un elemento dal suono simile (ecruiting, etailing)2
inclusione del punto negli indirii elettronici (net.police, dot.com, net.legend)2 a##reviaioni @
''S ('ulletin 'oard System), I4EL (hyperteLt mar7up language), )4) (got to go), '9' (#e
right #ac7), #D, Cgether, Cnite, e acronimi come ;AA (;re"uently As7ed Auestions). )ra!ologia
distintiva1 sistema poteniato con !ont e stili, capitaliaione, %risparmia un colpo di tastiera%,
corsivo, grassetto, sottolineature, !ont. Spelling1 spelling americano, errori di #attitura, variaione di
vocali e consonanti (aaaaaahh, yeeeeeaaaaah, nooooo, 7ool, cTl, 7)2 punteggiatura minima o
mancante2 sim#oli presi in prestito dal linguaggio della programmaione.
Auesti elementi sono in!luenati dagli odierni linguaggio e retorica, pi= %ipertestuali% ed espressivi.
3l linguaggio, a sua volta, tenta di adattarsi ed esprimere la multimedialit& e l'aspetto sociale della
tecnologia sia all'interno che all'esterno dei social media. Le relaioni create dai social netBor7 sono
inoltre di!!erenti da "uelle del passato e sono divenute materia di interesse per politici e analisti.
L'uso di "uesto linguaggio e di "uesti media diviene un modo per le autorit& di %appartenere% alla
comunit& ed essere da essa appreate.
Framing politico
;rame nella comunicaione1 parole, immagini, !rasi e stili di presentaione che un relatore usa per
esprimere in!ormaioni secondo ci$ che il relatore stesso crede pi= importante. ;rame nel pensiero1
la perceione e l'opinione di un individuo riguardo una certa situaione. Si in!luenano a vicenda2
"uando i !rame nella comunicaione danno !orma ai !rame nel pensiero si ha il !raming e!!ect.
3 politici "uindi parlano e agiscono secondo il !rame che per loro pi= vantaggioso eKo pi=
importante per il pu##lico. Diversi politici possono concentrarsi su diversi !rame, o vedere lo stesso
pro#lema in maniera diversa. 3l pu##lico deve "uindi decidere a "uale dei diversi !rame pi=
vicino. 3l !raming e!!ect non durevole, "uindi tempo, rilevana e media sono !ondamentali.
La perceione della politica e dei politici, come la comunicaione politica, sono cam#iate nel
tempo. Eoderniaione1 di!!ereniaione sociale in crescita e specialiaione con nuove
organiaioni, interessi e identit&2 individualiaione1 elevaione delle aspiraioni personali, del
consumismo e di un ridotto con!ormismo al di sopra della tradiione e della classe lavorativa2
secolariaione1 riduione dello status e della %sacralit&% della politica u!!iciale, maggiore
scetticismo2 economiaione1 in!luena dei !attori e dei valori economici sulla politica e su altri
am#ienti2 estetiaione1 maggior interesse riguardo stile, apparena e #uon gusto2
raionaliaione1 le opinioni sono sostenute da ricerca pragmatica e !atti raionali2
mediatiaione1 s!era pu##lica costruita dai media, !unione della comunicaione di maggior
importana.
>rima era (secondo dopoguerra)1 %epoca d'oro dei partiti%, consenso e !iducia nelle istituioni
politiche, istituioni e ideologie politiche !orti e sta#ili, messaggi politici sostaniali, accesso ai
mass media, risposta dei votanti, !edelt& #asata sul gruppo, paradosso1 proposte politiche alternative
contro votante con!ormista.
Seconda era (anni 'N0)1 televisione naionale con limitata disponi#ilit& di canali, la !edelt& verso i
partiti pi= de#ole, i votanti scelgono le loro !onti di in!ormaione, la televisione @ conosciuta per
la sua imparialit& e neutralit& @ diviene la piatta!orma centrale per la comunicaione politica,
pu##lico pi= ampio graie alla televisione, visione a #reve termine dell'attivit& politica, i politici
adottano strategie per apparire nelle neBs, comunicaione e persuasione positivistiche, scienti!iche
e logiche, paradosso1 votante dalla mente aperta contro politico emoionalmente distante.
4era era (presente)1 proli!eraione dei mei di comunicaione principali2 a##ondana, u#i"uit&,
di!!usione e celerit& dei media2 i politici devono soddis!are i #isogni di pi= !onti mediatiche in #reve
tempo (cross8media strategies)2 i messaggi sono pi= %temporanei% e sconnessi2 pi= competiione per
i giornalisti2 era pi= complessa con pi= tensione.
>ro!essionaliaione intensi!icata del sostegno politico1 ai politici serve pi= assistena
pro!essionale2 a#ilit& concernenti i media e la comunicaione persuasiva2 sistemi di comunicaione
e pu##lico di!!usi e !rammentati2 l'uso dei media una parte integrante del governo stesso2
l'importana di essere proattivi e controllare i termini di presentaione e promoione2 campagne
politiche aggressive2 politici e giornalisti hanno opinioni diverse2 i politici cercano mei meno
mediati di arrivare ai votanti2 %politica della !iducia% e importana della personalit&.
Eaggiori pressioni competitive1 i politici sgomitano per ottenere pi= attenione e spaio, minore
neutralit& politica2 maggiore disponi#ilit& di canali < dispersione dell'attenione2 giornalismo
!inaniato dalla pu##licit& e nuovi autori di notiie2 le !onti di notiie riguardanti la politica sono
sotto scrutinio e sotto pressione2 in!otainment1 generi i#ridi e in!ormaione2 stili di giornalismo pi=
interpretativi.
>opolariaione anti8elitaria e populismo1 dagli anni '+0, crescita del populismo e nuovi modi per
il pu##lico di entrare nel mondo politico2 minor tollerana verso le notiie imposte2 accessi#ilit& del
linguaggio2 interesse nelle opinioni dell' uomo e della donna medi2 democraia da tal7 shoB2
diminuione del grado di a#ilit&.
Diversi!icaione centri!uga1 comunicaione alle relaioni di comunit&2 la comunicaione !atta su
misura per particolari identit&, condiioni e gusti2 moltiplicaione delle linee politiche2 pi=
cy#erpolitica2 allargamento dei divari sociali.
9iceione della politica da parte del pu##lico1 involontaria @ materiali e in!ormaioni rilevanti
possono %spuntare% dovun"ue2 diluita @ la politica permeata di altri elementi2 !rammentata @ la
comunicaione politica assunta in piccoli pei2 ridondante @ lo stesso messaggio di!!uso da
diverse !onti, sovraccarico di in!ormaioni2 !lessi#ile @ alcuni recipienti diventano %specialisti%, altri
%eclettici%. .' il pu##lico che sceglie e segue il politico, non vice versa.
Dagli anni '+0, stata espressa preoccupaione riguardo il crescente im#ar#arimento o
involgarimento del discorso e del linguaggio politico e pu##lico. .ducaione < ri!iuto del
con!ronto, e rispetto degli altri sena riguardo per le di!!erene di opinione e aderena a standard
sociali convenionali. Civilt& < osservana delle usane sociali accettate, n educata n scortese.
Anni 'N01 political correctness per certe categorie, ma non per altre2 anni '+01 crollo del Euro di
'erlino, !ine della )uerra ;redda @ non c' pi= un %noi% e un %loro%, i soli nemici sono interni al
paese2 le categorie al comando sono costrette a cedere il controllo totale sul linguaggio2 i nuovi
gruppi hanno diversi stili discorsivi2 secoli di risentimento in gruppi arrivati recentemente2 nuovi
interessi e pro#lemi.
-n atto discorsivo incivile, "uando1 manca di rispetto verso il suo #ersaglio2 deli#eratamente
o!!ensivo2 iper#olico. Cresce con l'esposiione a di#attiti in!uocati nei media e la possi#ilit& di
esprimere la propria opinione in modo spontaneo e immediato.
L'incivilt& riguarda1 richieste di gruppi che, in precedena, non avevano accesso o in!luena nel
discorso pu##lico2 maggiore uso in am#ienti pu##lici di linguaggio volgare, anche in presena di
coloro che erano in precedena protetti dal linguaggio politicamente corretto2 maggiore uso da parte
di !igure pu##liche, in am#ienti pu##lici, di linguaggio tradiionalmente considerato volgare e
politicamente scorretto2 uso dell'agonismo nei di#attiti per ottenere punti2 uso di linguaggio
emotivamente esplosivo e dannoso in contesti pu##lici. La crescita del livello di democraia porta
ad opinioni radicalmente di!!erenti e a nuovi tipi di discorso nella s!era pu##lica.
Caso di studio: Barack Obama
>residenti del passato e del presente che hanno usato i media moderni della loro epoca1 ;ran7lin
9oosevelt (radio), Oohn ;. Hennedy (televisione), 9onald 9eagan (satelliti e registraioni), 'arac7
F#ama (internet e social media).
F#ama non stato il primo ad usare internet, ma l'ha usato in modo e!!iciente1 piaciuto a un
grande numero di piccoli donatori, ha usato siti di social netBor7ing gi& popolari, ha capito "uali
dinamiche della rete piacevano di pi=, e come2 si concentrato sugli utenti della rete, e su come
essere a loro appeti#ile.
Con!ronto con Oohn EcCain1 rapporto di amici EySpace, N a *2 rapporto di amici ;ace#oo7, ? a *2
il doppio di video su Jou4u#e2 rapporto di sottoscriioni al canale Jou4u#e, ** a *2 pi= testo2
archivio estensivo2 appeti#ile a votanti giovani, utenti di internet2 pi= punti di accesso in luoghi pi=
popolati.
Con!ronto con Eitt 9omney1 ha postato "uasi "uattro volte pi= contenuto2 attivo su un numero di
piatta!orme due volte maggiore2 ha generato un numero di condivisioni, visualiaioni e commenti
due volte superiore2 uso della messaggistica digitale diretta maggiore2 si concentrato sia sul lavoro
che su posiioni economiche pi= ampie invece che sul solo lavoro2 ha saputo interessare
maggiormente la popolaione su altre tematiche (immigraione, diritti delle donne, veterani, salute)2
si concentrato su speci!ici gruppi di votanti tramite i collegi elettorali (a!roamericani, donne,
omosessuali, latinoamericani, veteraniK!amiglie dei militari, giovani americani).
Le %C% che gli studi usano per caratteriare una persona carismatica1 comunicaione,
colla#oraione, comunit&, creativit&, convergena.
L'idea di spedire e8mail durante le campagne presideniali non nuova1 Iillary Clinton inaugur$
una campagna e8mail %prana con Iillary% con l'aiuto del marito, ma non !union$. 3l messaggio di
F#ama, invece, ottenne l'e!!etto sperato2 %chiede un !avore%, chiedendo al destinatario di chiamare
sei altre persone che non hanno deciso per chi votare, promuovendolo, dal momento che il rapporto
personale del destinatario della mail pi= a!!ida#ile. Auesta !u vista come una sincera richiesta
d'aiuto tramite semplici richieste dirette, mirata sul loro ruolo, distri#uione e rapporti.
)li utenti di internet donano di pi= e sono pi= coinvolti2 le donaioni sono piccole per due ragioni1
evitare l'e!!etto o impressione indesiderati delle donaioni eccessive, e promuovere una salutare
colla#oraione civile2 legano i donatori alla campagna2 sono sempre visi#ili in siti internet e
netBor72 sono !acili da !are2 F#ama non sollecit$ i suoi sostenitori a donare.
Iomepage1 spiegaioni su come uno pu$ contri#uire2 login al pro!ilo (che pu$ essere personaliato
e consente all'utente di avere un #log e una lista di amici2 #log (con testo, immagini e video)2 lin7
condivisi ('arac7 F#ama < #iogra!iaKpersonalit&, F#amacare < ultimo progetto, impact map <
risultati dell'F;A con #log).
4utti i social netBor7 sono connessi tra loro e contengono il medesimo contenuto, ma in un !ormato
gra!ico idoneo al social netBor7 corrente2 opportunit& di guardare (eventi) e interagire con F#ama
in tempo reale (domande e risposte via chat)2 Oohn EcCain, invece, ha utiliato molti social
netBor7 ma non li ha collegati tra loro. 3 suoi sostenitori, "uindi, dovevano ricercare ogni singola
!onte di in!ormaione individualmente.
Linguaggio1 %noi% inclusivo2 #log con storie di successo, divise in #log per argomento (am#iente,
immigraione, violena collegata alle armi da !uoco, salute, clima, lavoro ed economia, supporto
alle donne)2 !ocus su aioni e risultati2 dati e gra!ici2 citaioni di F#ama e presentaioni video con
messaggi di F#ama (stesso messaggio, media di!!erenti e molteplici).
Frganiing !or Action (F;A)1 gruppo di supporto per il programma politico del C0*C tramite
!undraising collettivo. Ai cittadini chiesto di contri#uire per raggiungere i traguardi della naione.
>olitica dal #asso < partecipaione all'interno della comunit&. Donaioni, risorse scarica#ili,
organiaione di diversi eventi.
Cambiamenti nel pubblico politico
La !rammentaione dei canali dei mass media e la proli!eraione della nuova comunicaione
digitale ha portato a un cam#iamento negli interessi e nella consistena del pu##lico. Le persone ora
si rivolgono a !onti d'in!ormaione e intrattenimento molteplici e varie, e possono ora esprimere la
loro opinione su di esse e contestare, o con!rontarsi, con "uella degli altri. 3 nuovi media e i social
media sono anche caratteriati dalla possi#ilit& per la comunicaione sia interna che esterna e la
loro capacit& di costruire un pu##lico.
9agioni per l'uso dei social netBor7 a scopo politico1 in!ormaionale (tendono ad avere le stesse
opinioni politiche)2 sociale (identi!icaione all'interno di una comunit& e contatto con gli altri)2
creaione di un sistema di comunicaione di massa.
Eovimenti glo#ali contro la glo#aliaione corporativa nei media (ad esempio, 3ndymedia e
l'in!ormaione dei netBor7 a!!iliati, di#attito d'organiaione e piani!icaione delle aioni, aioni
sim#oliche dirette contro luoghi di potere per in!luenare i media pi= popolari)2 costruione di
netBor7 di comunicaione autonomi come s!ida all'industria dei media glo#aliata (ad esempio
4ele Fr!eo)2 sviluppo di !orme autonome di organiaione politica nelle campagne politiche
(collette, volontariato)2 di!!usione della mo#iliaione politica istantanea tramite i nuovi media per
distri#uire messaggi oriontali che il pu##lico percepisce come di valore (organiaione di !lash
mo# e proteste).
3mportanti varia#ili nella relaione politica8pu##lico1 interesse politico @ la volont& di un cittadino
di prestare pi= attenione ai !enomeni politici rispetto ad altri argomenti2 e!!icacia politica @ la
convinione che il cam#iamento politico e sociale possi#ile e che l'individuo pu$ avere una parte
nel cam#iamento2 !iducia politica @ perceione di se e come le autorit& e le istituioni politiche
stanno agendo secondo le aspettative del pu##lico. 3n!luena l'o##ediena alle autorit& governative,
il voto, e la legittimit& del governo2 identi!icaione di partito @ senso di vicinana personale e
a!!ettiva a un partito politico #asata sul senso di vicinana ai gruppi sociali associati al partito.
3n passato, si credeva che i mass media sottraessero tempo alle attivit& politiche e civili, creando
s!iducia negli altri e nelle istituioni. 3nvece, la tipologia speci!ica, e lo scopo del contenuto
mediatico che in!luena la partecipaione civica e politica dei cittadini, non i media stessi (usarli per
in!ormarsi piuttosto che per intrattenimento o distraione). 3 vecchi e i nuovi media coesistono e
contri#uiscono entram#i a !ormare il pu##lico. 3 nuovi media, tuttavia, aggiungono la componente
interaionale con persone nuove e conosciute.
)raie ai nuovi media, le persone sono sempre pi= coinvolte nella partecipaione civica (attivit& che
si dedicano a pro#lemi della comunit& tramite metodi non governativi e non elettorali). Anche se
pu$ !avorire la !iducia nella politica e la partecipaione civica, tuttavia i nuovi media non possono,
da soli, generare attivit& politica. Le interaioni interpersonali, invece, contri#uiscono in misura
maggiore all'attivit& politica (attivit& il cui scopo in!luenare, direttamente o indirettamente,
l'eleione dei politici eKo lo sviluppo e implementaione dei progetti pu##lici).
L'attivita interpersonale, in!atti, incoraggia1 il desiderio di partecipare2 cristalliaione delle
opinioni2 legittimaione dei cittadini2 comprensione pi= pro!onda della politica2 pi= !iducia nelle
proprie a#ilit& nel contri#uire all'attivit& politica.
La discussione interpersonale pu$ avvenire in caso di1 legami di capitale sociale tra individui dalle
opinioni simili @ solidi!icaione dell'appartenena di partito e comportamenti politici pi=
attivamente consapevoli (a!!iliaione interna al gruppo)2 ponti di capitale sociale tra netBor7 diversi
ed eterogenei @ discussione su argomenti controversi, partecipaione a !orum di comunit& e attivit&
politiche assortite, pi= #isogno di pi= in!ormaioni riguardo argomenti vari, aumento di conoscene
e tollerana (a!!iliaione esterna al gruppo). 3l social netBor7ing vantaggioso per entram#e, anche
se le persone usano siti conosciuti da persone da loro conosciute e solo dopo si uniscono a gruppi
con utenti diversi.
La politica dei nuovi media ha portato a1 li#eraione dell'identit& dai dettati con!ormisti delle
moderne organiaioni e dei gruppi tradiionali2 ricon!iguriaione di tempo, distana e spaio2
costruione di netBor7 di comunicaione so!isticati e intrecciati tra loro. >olitica dello stile di vita1
idologie, lealt& di partito, ed eleioni sono rimpiaate da netBor7 di argomenti che o!!rono
soluioni pi= personali e spesso attivistiche. )raie al !acile hyperlin7ing, anche possi#ile creare
molte diverse e !lessi#ili !orme collettive di interaione e aione.
L'attivit& politica assume nuove !orme graie ai nuovi media e ai social media1 decentraliata,
virtualmente anonima, portata avanti da persone "ualun"ue tramite mei ordinari, distri#uita,
economica (pu##licaione autonoma e pu##licit&), convergena di sistemi mediatici.
L'attivit& politica sociale resa possi#ile da tre importanti elementi1 desiderio delle persone di
condividere, !ondere e tollerare attivit& politiche variegate2 perceione che pro#lemi grandi e
complessi sono al di !uori del controllo dei governi e delle naioni2 crescente permea#ilit& di tutti i
media, i messaggi virali possono raggiungere grandi audience in molte !orme.
La glo#aliaione della comunicaione e del social netBor7ing ha portato alla di!!usione mondiale
dei controargomenti. 5ariano a seconda dell'epoca storica, del pro#lema, delle strategie di
comunicaione pu##lica e dei modelli organiativi. 3 media digitali sono ora usati per coordinare
attivit&, piani!icare proteste, pu##liciare in!ormaioni riguardanti l'attivit& di gruppo. )li attivisti
non comunicano solo tra loro, ma immettono i loro messaggi nei mass media, apparendo nei nuovi
media, che sono ripresi dai vecchi media.
>er essere produttivi in "uesto senso, i nuovi media devono essere usati da persone esperte e
motivate. L'attivismo glo#ale non glo#aliaione2 il primo consiste di movimenti per la giustiia
sociale rilevanti a livello locale, che assumono una dimensione transnaionale, la seconda cerca di
proposito la rilevana internaionale.
Le autorit& e la stampa criminaliano "uesti movimenti tramite immagini di violena e teppismo
dal momento che si concentrano su mani!estaioni collettive episodiche, e non sulle campagne in
corso, le negoiaioni e la condivisione di in!ormaioni. 4uttavia, non possono isolarli o
distruggerli perch la loro presena gi& avvertita e sentita.
3l modello S>3: dell'organiaione di movimento, usato per de!inire "uesti movimenti di attivismo
mondiale, !u ideato da )erlach e Iines (*+N,) e aggiornato da )erlach (C00*). Segmentaione1
con!ini !luidi tra gruppi !ormali, in!ormali e attivisti singoli2 policentrismo1 sedi o centri di
coordinaione multipli. 3 legami tra gli attivisti sono divenuti pi= personali che organiativi2
integraione1 struttura oriontale, complementare e inclusiva2 netBor71 aperti e collegati.
Politica giovanile
Discriminaione parallela verso i giovani nel linguaggio e nella politica1 il modo in cui si
relaionano e interagiscono tra loro e con la politica molto diverso, collegato e non capito dagli
approcci tradiionali. 3l loro approccio in verit& signi!icativo, giocoso e creativo, e il loro !ocus
rivolto alle pratiche sociali piuttosto che ad a#ilit& e competene "uanti!ica#ili come nelle
generaioni precedenti. Eaggior attenione "uindi data alla socialiaione online e o!!line. 3
nuovi media sono per loro una !onte di intrattenimento e in!ormaione, ma l'esposiione a diversi
tipi di attivit& politiche che accresce la loro partecipaione, sena riguardo ai mei.
3 giovani cittadini, anche graie ai nuovi media, hanno livelli elevati di interesse ed e!!icacia
politica, ma un #asso livello di !iducia e identi!icaione nei partiti.
.!!icacia dell'in!ormaione politica (>3.)1 il livello di !iducia che uno ha nelle sue conoscene
politiche, e che uno possiede. Auindi, credono che si de##a possedere una conoscena discreta e
solida per prendere parte al processo politico tramite istituioni come "uella del voto. Auesto li
porta a capire e pensare che le in!ormaioni che ricevono spesso non sono corrette.
Ci$ pu$ spiegare il motivo per cui l'approccio di 'arac7 F#ama ha !unionato1 lui, un %adulto%, si
avvicinato alla generaione digitale e ha dato loro il sapere e l'e!!icacia politica che serviva loro per
sentire che potevano e dovevano votare. Auesto, cosU come l'ampia circolaione di in!ormaioni
riguardanti la politica, ha avuto come risultato la crescita dell'a!!luena alle urne negli ultimi anni.
>iuttosto che partecipaione civica o attivit& politica, nel caso dei giovani cittadini si pu$ parlare di
politica partecipatoria, che mette in pratica i naturali netBor7 partecipatori e sociali dei giovani
nell'arena politica. La politica partecipatoria #asata su atti interattivi tramite "uali individui e
gruppi cercano di dar voce a e in!luenare pro#lemi di portata pu##lica. Signi!icativamente, "uesti
atti non sono guidati dalla de!erena nei con!ronti di elite e istituioni !ormali.
.' resa possi#ile dalle seguenti attivit&1 investigaione @ i mem#ri della comunit& colleionano e
analiano in!ormaioni online da pi= !onti, e spesso veri!icano le in!ormaioni provenienti dalle
!onti mediatiche tradiionali. Dialogo e !eed#ac7 @ commentare nei #log, o provvedere !eed#ac7
per i leader politici tramite mei digitali. Circolaione @ al !lusso di in!ormaioni data !orma da
molte persone nella comunit& piuttosto che una ristretta elite. >roduione @ i giovani creano sempre
pi= spesso contenuto digitale online originale riguardo pro#lemi di portata pu##lica che pu$
potenialmente raggiungere audience pi= ampie. Eo#ilitaione @ i mem#ri di una comunit&
mo#ilitano altre persone tramite netBor7 online per aiutare a raggiungere traguardi civici o politici.
Auattro !attori !ondamentali1 consentire agli individui di operare con maggior indipendena nel
mondo della politica, eludendo i tradiionali detentori di in!ormaione e in!luena2 !acilitare la
negoiaione di potere politico e controllo con le tradiionali entit& politiche, che stanno ora
cercando modi per coinvolgere i partecipanti2 procurare maggiore creativit& e visi#ilit&, come nella
rete, dal momento che i partecipanti producono contenuto originale usando video, immagini e testo2
consentire agli individui di raggiungere un pu##lico ampio e mo#ilitare altri tramite i social netBor7
in maniera !acile ed economica.
Donne in politica
3 politici di sesso !emminile sono rappresentati diversamente nei media rispetto alle loro controparti
maschili. Studi mostrano che, "uando si parla di donne, i media si concentrano maggiormente sulla
loro personalit& e sul loro aspetto. 3n molti casi, le donne di potere devono a!!rontare il sessismo
presente sia nei vecchi che nei nuovi media. 3 media, con la loro li#ert&, sono un'arma a doppio
taglio per le donne in politica1 assecondano il loro #isogno di comunicare e creare relaioni, ma
consentono anche commenti spregevoli e cattiva pu##licit& nei loro con!ronti.
Dopo le loro scon!itte nella campagna elettorale del C00,, Iillary Clinton e Sarah >alin si rivolsero
ai social media per controllare la loro %creaione d'immagine%. Clinton, diventata Segretario di
Stato, ha incorporato il social netBor7ing all'interno della diplomaia, e ha sviluppato nuovi modi di
raggiungere i cittadini tramite %l'arte di governare del ventunesimo secolo%. Ia anche usato i servii
di SES per ottenere donaioni dopo il terremoto di Iaiti, capitanato l'iniiativa %Societ& Civile C.0%
e lavorato per connettere i leader della tecnologia ai paesi in via di sviluppo, ride!inendo l'immagine
degli Stati -niti nel mondo. >alin a##andon$ il suo lavoro di )overnatore dell'Alas7a e si
reintrodusse al pu##lico tramite ;ace#oo7, 4Bitter, un'auto#iogra!ia, un lavoro come presentatrice
45 su ;oL e un reality shoB sull'Alas7a.
Le donne sono pi= degli uomini nei social netBor7 (/,T contro N+T)2 pi= della met& dell'attivit& su
;ace#oo7 riguardante messaggi, aggiornamenti e commenti, e all'incirca il /0T dell'attivit&
giornaliera si deve alle donne2 hanno pi= %amici% nei social netBor7 e passano pi= tempo su di loro2
sono messaggiatrici pi= lo"uaci1 !rasi pi= lunghe e complesse, pi= saluti, e uso della messaggistica
per vari scopi2 "uando si tratta di discutere di politica e politici, gli uomini pre!eriscono incontrarsi
e parlare !accia a !accia, le donne pre!eriscono la parola scritta (lettere, e8mail, social netBor7)2 i
social netBor7 consentono alle donne, come ad altri %outsider% e %nuovi arrivati%, di creare una
nicchia per i loro progetti, le loro personalit& e le loro idee.
Stereotipi di opinione1 le donne sono generalmente viste come pi= progressiste di "uel che sono
veramente, e pi= a#ili nell'avere a che !are con pro#lemi riguardanti donne, educaione, diritti civili
e povert&. )li uomini sono giudicati pi= a#ili nel gestire !accende aventi a che !are con l'esercito, la
politica estera e il crimine. Stereotipi di personalit&1 le donne sono generalmente giudicate pi=
compassionevoli, degne di !iducia, portate al compromesso ed empatiche, mentre gli uomini sono
visti come leader !orti, determinati, attivi e sicuri di s.
3l carisma pu$ essere visto secondo certi %costrutti% o parametri. Di "uesti, tre sono %di comunit&% o
%!emminili% (orientamento collettivo, valore dei seguaci, somigliana con i seguaci), due sono
%d'agente% o %maschili% (aione e avversit&), tre sono neutri (valori o giusti!icaioni morali,
orientamento temporale, tangi#ilit&).
Hillar Clinton e !ara" Palin
Clinton era un avvocato, la ;irst Lady dell'Ar7ansas, la ;irst Lady degli Stati -niti e il Senatore di
:eB Jor7 prima di partecipare alle primarie del >artito Democratico del C00,. 9appresentava
l'%esperiena% che le persone scettiche nei con!ronti di F#ama volevano, e vinse pi= primarie e
delegati che ogni altro candidato di sesso !emminile nella storia americana2 con "uesto discorso
Clinton espresse il suo sostegno di 'arac7 F#ama e incoraggi$ gli altri democratici a !are lo stesso.
Clinton !u nominata Segretario di Stato da F#ama, e ha visitato pi= paesi di ogni altro segretario di
stato. Clinton ha usato la diplomaia e i social media per promuovere i diritti delle donne e
un'immagine migliore degli Stati -niti all'estero.
3ntrodotta dalla !iglia Chelsea e da immagini del marito ed eL presidente, 'ill Clinton2 molte !rasi
#revi ed en!atiche sottolineate da linguaggio corporeo elo"uente (cerca l'approvaione del pu##lico)
e cam#i nel tono di voce2 iniia con un'ana!ora che crea un senso di struttura e potere, e una lista di
titoli che iniia da elementi pi= personali per arrivare a "uelli pu##lici, per creare %somigliana con i
seguaci%1 %.' un onore essere "ui oggi. Sono una madre orgogliosa, una Democratica orgogliosa,
un'americana orgogliosa, e un'orgogliosa sostenitrice di 'arac7 F#ama%. Eolte occasioni di
%orientamente collettivo% e %somigliana con i seguaci%.
Eeta!ore sportive per !ar sentire al pu##lico di essere parte di un'unica s"uadra1 %siamo nella stessa
s"uadra, e nessuno di noi pu$ stare a guardare dalla panchina%. 3ncoraggia il pu##lico ad agire1
%"uesta una #attaglia per il !uturo, e una #attaglia che do##iamo vincere%. >arallelismi tra l'aione
continua di Iillary e il pu##lico2 con ci$ esprime anche il %valore dei seguaci%1 %non ho passato gli
ultimi M? anni a sostenere i diritti dei #am#ini, a #attermi per un sistema sanitario universale, ad
aiutare i genitori a #ilanciare lavoro e !amiglia, a com#attere per i diritti delle donne "ui e all'estero
V...W e voi non avete lavorato duramente nel corso degli ultimi *, mesi o sopportato gli ultimi ,
anni...%
Frientamento temporale2 usato in due modi1 per rompere con il passato (e il precedente governo) @
% tempo di riprenderci il paese che amiamo% % tempo di unirci in un unico partito con un solo
scopo%. >er indicare la continuit& del lavoro dei Democratici e gli errori del precedente governo1 %il
presidente Clinton e i Democratici l'hanno !atto in passato. 3l presidente F#ama e i Democratici lo
!aranno ora% %non a##iamo #isogno di altri "uattro anni... come gli ultimi otto anni%.
Eolte liste tripartite con un e!!etto cumulativo di valori, aioni e !asi1 %per me, stato un onore
incontrarvi nelle vostre case, nei vostri posti di lavoro e nelle vostre comunit&% %sar$ sempre grata
agli a#itanti dei cin"uanta stati, di >uerto 9ico e dei territori...%. 9i!erimenti negativi nei con!ronti
del governo precedente e degli otto anni (%avversit&%)1 %...tutti coloro che sono stati ignorati
dall'amministraione 'ush...% %...dopo otto anni di )eorge 'ush, il nostro popolo sta male, e la
nostra reputaione nel resto del mondo stata rovinata...%
Domande retoriche nelle "uali il pu##lico direttamente coinvolto, e precedenti casi sono citati1
%voglio che vi chiediate1 avete partecipato a "uesta campagna solo per me? F anche per "uel
giovane Earine e altre persone come lui?%. Antitesi indirette tra F#ama e EcCain (non
menionato), cosa accadre##e in entram#i i casi1 %ci serve un presidente che capisca che l'America
non pu$ competere in un'economia glo#ale riempiendo le tasche degli speculatori sull'energia,
ignorando i lavoratori V...W ci serve un presidente che capisca che non possiamo contrastare il
riscaldamento glo#ale arricchendo le compagnie petroli!ere e ignorando le nuove opportunit&
consistenti nelle nuove tecnologie...%.
Eenione della prima convention sui diritti delle donne e del diciannovesimo emendamento2 cita
Iarriet 4u#man, a#oliionista a!roamericana, !ilantropa e spia per l'-nione durante la )uerra
Civile2 connessione tra la !iducia degli americani nel %guardare avanti% nella storia e nel presente, e
la necessit& di votare per F#ama1 %anche nei momenti pi= #ui V...W ho visto in voi V...W prima che
possiamo guardare avanti, do##iamo eleggere 'arac7 F#ama presidente%.
Discorso alla convention naionale del >artito 9epu##licano a St. >aul2 >alin accetta la nomination
da parte di Oohn EcCain come vicepresidente @ una sorpresa, e un rischio dato che non era
conosciuta2 "uesto discorso rappresenta un'opportunit& per il pu##lico e gli americani di conoscerla.
9appresenta l'%esperiena% che i 9epu##licani dicevano mancasse ad F#ama2 la sua candidatura
e##e iniialmente successo, poi diminuito nel corso della campagna. >alin !u la prima donna
repu##licana, e la prima a#itante dell'Alas7a, ad essere nominata alla presidena.
3l discorso si concentra su traguardi pi= concreti, dal momento che i 9epu##licani vogliono
mantenere il controllo della Casa 'ianca2 si concentra sul %valore dei seguaci% e la loro a#ilit& di
resistere alle avversit&. -so di molte parole collegate al com#attimento e alla guerra per sottolineare
l'esperiena e l'integrit& di EcCain durante la guerra (e "uindi in politica)1 %c' solo un uomo in
"ueste eleioni che ha veramente com#attuto per voi... un mondo da incu#o nel "uale "uesto uomo
e altri uomini coraggiosi hanno servito e so!!erto per il loro paese...% 'attute sarcastiche ri!erite a
%loro% (l'opposiione)1 %con la loro solita sicurea, ci dissero che tutto era perduto...%.
I nuovi media e il giornalismo
3l giornalismo e i giornalisti sono stati pesantemente in!luenati dai nuovi media in molti modi1
nuove !onti di in!ormaione aggiornate in tempo reale, contri#uti degli utenti, uso di nuovi
strumenti mediatici da parte di giornalisti indipendenti e giornali tradiionali, giornalisti come
!acilitatori di notiie piuttosto che i loro soli creatori.
Auattro caratteristiche della comunicaione digitale hanno contri#uito in "uesto cam#iamento1
unione di immagini, testo, suono e video2 "uantit& illimitata di in!ormaioni e contenuto di vario
genere che pu$ essere accumulata in un unico spaio di testo2 come risultato, di!!erenti pattern
d'interaione e cam#iamento nella tipologia degli interlocutori2 di!!erenti connotaioni ed
espressioni usate da media diversi.
3l giornalismo online1 crea un collegamento tra sound#ite !rammentari e la possi#ilit& di
visualiare il potenialmente illimitato contenuto nella sua interea2 crea grappoli di testi
dinamici, correlati e strutturati gerarchicamente2 cam#ia !ormat e linguaggio a seconda dei #isogni e
delle pre!erene degli utenti.
3l giornalismo non solo racconta il mondo, ma si vanta delle sue conoscene sugli argomenti trattati2
per "uesto i giornalisti en!atiano il loro ruolo di custodi dell'in!ormaione. 3l giornalismo
composto da un nucleo di pratiche tradiionali, e altre pratiche giornalistiche posiionate ai margini2
il giornalismo online, tuttavia, visto come un luogo in cui notiie e tecniche di trasmissione delle
notiie non soddis!acenti possono essere riviste e rinnovate. Auesta rinegoiaione importante per
via del conservatismo e della rigidit& del giornalismo tradiionale.
.' possi#ile parlare di netBor7ed 6ournalism "uando il giornalista conserva le sue !unioni
esseniali mentre gli utenti consumano e (a volte) commentano2 nel citien 6ournalism gli utenti
producono e colla#orano attivamente con il giornalista, producendo in!ormaione e supporto
mediatico. 3l netBor7ing 6ournalism porta a una maggiore conoscena di argomenti poco conosciuti,
strutture decentraliate e non gerarchiche, pi= eterogeneit& e diversit&.
L'audience pi= !rammentata e interessata in !onti di in!ormaione alternative e in!ormali, che sono
disponi#ili graie ai nuovi media.
3l giornalismo tradiionale deve adattarsi, per evitare di essere marginaliato dagli utenti e dagli
user media, deve attrarre un pu##lico diverso e pi= giovane, deve accedere a e usare contenuto
generato dagli utenti, deve conservare il suo controllo su giornalisti che potre##ero creare #log
personali e piatta!orme online.
3 siti giornalistici hanno integrato l'-)C (user8generated content) nelle loro piatta!orme in molti
modi e a vari livelli. Alcuni metodi sono1 sondaggi, domande da parte dei giornalisti con commenti,
message#oard e !orum, commenti su storie, domande e risposte, #log, #log dei lettori, photo
galleries, spai per la pu##licaione di storie.
)li editori dei giornali vogliono ancora conservare un grado di controllo sugli utenti tramite1
registraione o##ligatoria con dati personali, moderaione e editing di commenti e contenuto degli
utenti, limitaione delle aree e delle opioni su cui gli utenti possono intervenire direttamente,
separaione tra la versione u!!iciale online del giornale e l'area d'accesso degli utenti, concorsi e
seleione degli utenti che possono intervenire sul giornale.
C' stato un cam#io di vedute riguardante l'intervento degli utenti2 sono considerati complementari
al giornalismo tradiionale, pi= !lessi#ilit& e li#ert& per i giornalisti, interaione con un pu##lico
in!ormato.
)li utenti tendono a seguire !onti vicine alle loro opinioni, e credono ancora, al momento, che la
televisione il meo d'in!ormaione pi= a!!ida#ile. 9icerche hanno provato che gli utenti di #log
sono pi= propensi di altre persone a discutere di politica, online e o!!line. 3 nuovi media possono
!avorire una !aione politica, o scegliere di riportare le notiie in modo oggettivo ed evitare
contenuto editoriale di parte.
Le versioni online dei media tradiionali cercano di attrarre le masse, e per "uesto si de!iniscono
%oggettive%. Altre !onti internet si concentrano su segmenti pi= piccoli, di nicchia, della popolaione
e per "uesto presentano una prospettiva di parte. Strategie dell'oggettivit&1 presentare due !acce
della stessa storia2 presentare storie nelle "uali i mem#ri di un partito criticano il partito e i suoi
mem#ri piuttosto che storie in cui ci$ non accade.
Al Oaeera1 il suo nome signi!ica %la penisola%, ed il suo motto %!ornire l'opinione, e l'altra
opinione%. ;ondata nel *++N in seguito alla chiusura del canale ara#o della ''C graie a un prestito
della !amiglia reale del Aatar (ma si considera indipendente)2 il suo pu##lico sono le persone di
madrelingua ara#a che vivono all'estero, e il suo team multinaionale, con diversi #ac7ground
etnici e religiosi. Si concentra sullo scam#io dialogico e usa pi= ver#i d'aione, presenta pi=
immagini e hyperlin7 che pagine di altri servii di notiie online.
>rima dell'undici Settem#re1 divenne popolare durante e dopo la )uerra del )ol!o (*++C) a causa
della perceione dei notiiari occidentali come non accurati e di parte, chiamata la %C:: del mondo
ara#o% per via della "ualit& delle trasmissioni e dei programmi, e la sua copertura di argomenti
contemporanei e controversi come la li#ert& di espressione, i diritti umani, la democraia e la
"uestione palestinese. Dopo l'undici Settem#re venne paragonata a e divenne un ri!ugio dai media
occidentali di parte e onnipresenti (%noi% contro %loro%)2 come altri canali ara#i, divenne un ri!lesso
dell'opinione pu##lica e lo strumento per mo#ilitarla.
#errorismo e legittima$ione
3l terrorismo usualmente descritto come l'uso di !ora e violena contro la legge o minacciato su
persone e propriet& allo scopo di !orare o intimidare governi o societ&, spesso motivato da ragioni
politiche, religiose o ideologiche. .' di!!icile da de!inire perch1 una parola con pesanti
connotaioni emotive e politiche2 tutti gli atti di terrorismo sono soggetti ad interpretaioni di parte,
%il terrorista per una persona , per un'altra persona, un com#attente per la li#ert&%2 dipende dal
contesto2 cam#iato nel tempo, sviluppando nuovi e creativi modi di raggiungere i propri scopi.
Le possi#ili !orme di terrorismo1 terrorismo di guerra @ violena usata indiscriminatamente sulla
popolaione civile o non militare2 terrorismo governativo @ un governo non rispetta la legge e non
consente la li#ert& di pensiero ai suoi cittadini2 terrorismo ur#ano @ com#attuto nelle citt& per
ottenere popolarit&2 terrorismo internaionale @ "uando gli atti terroristici in!luenano altri paesi
oltre a "uello in cui sono stati commessi2 cy#erterrorismo @ i terroristi usano i nuovi media e i social
media per !arsi pu##licit& e terroriare i nemici.
Auasi tutti i gruppi terroristici hanno uno scopo politico, possono essere di destra o sinistra, cercano
notoriet& e non solo risultati, non sempre chiaro "uando un'aione terrorismo o meno, pu$ essere
visto da pi= prospettive.
Eotivaioni1 ottenere visi#ilit& per una causa od organiaione2 !ar sem#rare piccoli gruppi di
ri#elli pi= grandi e potenti2 come tattica di supporto in una guerra di proporioni maggiori2 per
traguardi di #reve termine (ad esempio li#eraione di prigionieri)2 per eliminare un gruppo
considerato impuro (spesso per cause religiose)2 per poteniare una certa naione o gruppo etnico.
3niio del ventesimo secolo @ due guerre mondiali con due conseguene1 crescita del naionalismo,
usato in molti imperi coloniali per la li#eraione e le relaioni tra naioni, concetti di raa ed etnia2
legittimit& danneggiata, %guerra totale% dei com#attenti della Seconda )uerra Eondiale e
desensi#iliaione di persone e comunit& alla violena. 3noltre, nuove ideologie, armi, e supporto
governativo a gruppi di resistena di matrice terroristica. )uerra !redda1 schermaglie minori e
limitate ai margini del mondo, nessuna guerra nucleare2 terrorismo usato come tattica di supporto in
insurreioni naionaliste e rivoluioni. Supporto diretto e indiretto da parte dell'-nione Sovietica.
*+N,1 iniio dell'era del moderno terrorismo (il ;ronte >opolare per la Li#eraione della >alestina
dirotta un aereo della .l Al) con epicentro nel Eedio Friente2 per la prima volta, naionalita e
valore drammatico8sim#olico erano parte dello scopo, e i passeggeri sono usati come ostaggi.
>ortata internaionale graie alla copertura dei media e cooperaione tra organiaioni estremiste
di tutto il mondo accomunate dagli stessi ideali2 introduione del %controterrorismo%. +K**KC00*1 pi=
grande atto del terrorismo internaionale, e pi= letale attentato terroristico negli Stati -niti2 attentati
anche a :uova Delhi, 'ali, Londra, Eadrid e Eum#ai2 uccisioni e massacri !ini a loro stessi.
Dopo l'undici Settem#re1 identi!icaione della nuova natura della minaccia terroristica2 aione
diretta per com#attere i terroristi e privarli di risorse2 legami stretti con gli alleati2 sostenere la
cooperaione con paesi musulmani amichevoli ma riluttanti2 a!!rontare i sostenitori del terrorismo.
Legittimaione1 una delle caratteristiche salienti della politica estera americana del dopoguerra,
consiste nel diritto del parlante ad essere o##edito sulla #ase del suo ruolo politico e l'assena di un
rivale al suo stesso livello.
Delegittimaione1 ri!erita all'avversario, che ostacolato e ostraciato.
3 discorsi sul terrorismo sono stati descritti come %coc7tail meta!orici di gergo politico% (Eusol!!).
Come il terrorismo stesso, si #asano sul contesto e su dicotomie1 #eneKmale, leggeKcaos,
civilt&K#ar#arie, li#ert&Ktirannia.
3l terrorismo diventato sinonimo con le armi di distruione di massa2 %asse del male%2 giudiio
morale e superiorit&2 #uon leaderKcattivo leader, noiKloro.
Criminaliaione e parole come criminale, illegale, non lecito2 terrorismo come mancana di
democraia e violaione dei diritti umani2 %noi% per unire parlante, pu##lico e argomento2
'ar#arie usata per instillare sensi di colpa e !ar vedere "ualcosa al pu##lico da una prospettiva etica2
modo per !ar assumere responsa#ilit& a stati riluttanti2 #ar#arie causata dalla distri#uione ineguale
di diritti e sapere2 ri!erimenti alla storia come meo per la convalida di s e come pro!eia di aioni
!uture.
4irannia1 complementare ai concetti di li#ert&, democraia, li#eraione e rispetto dei diritti umani2
com#attere contro il terrorismo un peso e una responsa#ilit&2 con!litto protratto nel tempo.