You are on page 1of 2

Metodo Golfera

Video Corso
Contenuti Extra - I. Medicina
(durata: 05’ 03’’)

Lezione
<Gianni Golfera>:
Quello che sto per farvi vedere ora è tratto dalle dispense che voi avete, relativa alla medicina [scaricabile
nell’Area Clienti, n.d.R.]. Facciamo un esercizio che è utile per tutti, sulla neuroanatomia abbiamo le dodici
paia di nervi cranici. Credo che a parte Diego [partecipante di professione medico, n.d.R.] nessuno se le
ricordi le dodici paia di nervi cranici.
Le dodici paia di nervi cranici sono:
I. Olfattivo
II. Ottico
III. Oculomotore
IV. Trocleare
V. Trigemino
VI. Abducente
VII. Faciale
VIII. Acustico
IX. Glosso-Faringeo
X. Vago
XI. Accessorio
XII. Ipoglosso
Creo un’immagine per la parola olfattivo: immagino un cane da tartufo che usa l’olfatto.
Ne creo una per ottico, annusa un mio amico che fa l’ottico.
Oculomotore, allora immagino il mio amico che fa l’ottico che sale sul suo motore, la motocicletta.
Trocleare, investe una trota nucleare, che è una gigantesca trota con il simbolo di radioattivo attaccato sul
camice, strano che abbia un camice la trota, quindi trocleare.
Poi abbiamo trigemino, la trota si volta e dà la pinna a tre gemelli che sono uniti davanti a lei, quindi
trigemino.
Abducente, arriva uno sceicco che si chiama Abdul che scende da una sorta di cammello e saluta questi tre
gemelli, i trigemini e poi c’è Abdul quindi abducente.
Poi faciale: Abdul toglie il turbante e mostra la faccia quindi faciale, sorride e poi comincia a suonare uno
strumento musicale, qualcosa che fa rumore, quindi acustico.
Glosso-Faringeo: su questo strumento, una sorta di tromba, c’è della glassa, quindi glosso, glosso-faringeo
perché poi la glassa viene mangiata.
Vago, questa glassa viene toccata da un mio amico che ogni volta che risponde a una domanda risponde in
maniera molto vaga.
Accessorio, mi fa vedere l’accessorio del telefonino cellulare, un auricolare nuovo.
E ipoglosso, mette questo auricolare nuovo all’interno di un dolce totalmente pieno di glassa, quindi
ipoglosso. Ipo- è “meno” in realtà, però ipo- a me ricorda ippo-, un ippopotamo, un ippopotamo che
mangia questo dolce gigantesco, ipoglosso.
La prima immagine che abbiamo fatto e abbiamo collocato, il cane da tartufo, la prima immagine, ricorda
olfattivo: che cosa annusa? Annusa il mio amico che fa l’ottico, quindi il secondo è certamente l’ottico.
Questo mio amico, abbiamo detto, sale sopra un motore, quindi oculomotore e sta per investire, la schiva
per un attimo, una trota nucleare, trocleare, che si volta e dà la mano a tre gemelli, che è trigemino. Dai tre
gemelli arriva Abdul quindi abducente che scende e si toglie il turbante mostrando la faccia quindi faciale,
suona uno strumento, quindi acustico. Poi sopra lo strumento c’è della glassa, quindi glosso-faringeo, viene
messa una mano sopra questa glassa da un mio amico che è molto vago quindi vago, mostra un accessorio
del telefonino, accessorio, e questo accessorio viene posato su una sorta di ippopotamo che mangiava un
dolce quindi ipoglosso, ipoglosso.
Ok? Quindi anche nei concetti astratti visualizzare è facile se andate con assonanza e altresì concatenare è
facile.