You are on page 1of 2

Estrazione della caffeina a.s.

2010/11 4 tcb IPSIA Gallarate


Mauro Sabella www.SMAURO.it chimica@smauro.it
ESTRAZIONE DELLA CAFFEINA
La caffeina una sostanza naturale che si pu estrarre dal caff o dal the utilizzando un solvente
organico, un ottima solubilit c lha in diclrometano ma nahce in altri solventi clorurati..
Struttura della caffeina (una purina)
N
N
N
N
O
CH
3
O
CH
3
CH
3

Estrazione della caffeina dal caff
Obiettivo:
Estrarre caffeina dal caff in polvere macinato.
Prerequisiti:
Conoscenza dei metodi di estrazione con solventi e delle tecniche di distillazione
Materiali e attrezzature:
Strumenti di misura Cilindo graduato da 25 mL
Cilindro graduato da 100 mL (s = 1mL)
Vetreria Bacchette di vetro (3)
Becher di plastica da 500 mL (2)
Becher di vetro da 250 mL
Becher di vetro da 100 mL
Beuta 100 mL
Imbuto diam. 6 cm(2)
Imbuto separatore 250 mL
Matracci tarati da 50 mL (2)
Pipette Pasteur con tettarella (4)
Materiale di consumo Caff macinato
Diclorometano
Solfato di sodio (come disidratante).
ghiaccio
Varie Aste di sostegno con pinze e anelli sostegni
Ebollitori in porcellana
Carta da filtro
Forbici
Spatole
Piastra scaldante elettrica
Procedimento:
Si pesano 30 grammi di caff macinato e si pongono in un pallone da distillazione, si aggiungono
150 mL dacqua si collega il pallone ad un refrigerante a bolle a ricadere. Si scalda per circa 20
minuti, dopodich si filtra in un bukner. Il caff in soluzione conterr della caffeina, tale caffeina si
potr estrarre con in un imbuto separatore con CH
2
Cl
2
usandone 2 aliquote da 25 mL ognuna in
tempi successivi. Il diclorometano ha una densit maggiore dellacqua ed comunque immiscibile
quindi si stratificher sul fondo. Avremo due fasi, una organica di diclorometano che tratterr la
caffeina ed una superiore che tender a perdere la caffeina causa della maggiore solubilit nel
primo solvente. Dopo ogni estrazione lasciar decantare per qualche minuto in modo da poter
separare bene le due fasi e recuperare quella inferiore aprendo limbuto separatore. Un
inconveniente che durante questo processo le due fasi tendono a mescolarsi quindi opportuno
recuperare la fase acquosa aspirandola con una pipetta. La fase organica arricchita con caffeina si
presenta di colore bruno. E possibile recuperare il solvente CH
2
Cl
2
per distillazione collegando il
tutto con opportuni raccordi a tenuta per evitare di respirare tale solvente. Sul fondo del pallone
rimarr la caffeina in solvente sempre pi concentrata (assumer una colorazione sempre pi
bruna). Su tale campione possibile fare unanalisi UV da 300 nm a 240 e magari realizzare con
Estrazione della caffeina a.s. 2010/11 4 tcb IPSIA Gallarate
Mauro Sabella www.SMAURO.it chimica@smauro.it
uno standard di caffeina in CH
2
Cl
2 (conc. ,
20 ppm , una retta di taratura. Determinare la lunghezza
donda di massimo assorbimento. Dovrebbe essere intorno a 276 nm.
Effettuare lo spettro con le soluzioni di caffeina dopo aver diluito opportunamente le soluzioni in
modo che lassorbanza massima non sia superiore a 1. Utilizzando il metodo della retta di taratura
risalire alla concentrazione espressa in ppm.

Sempre sullo stesso campione si pu fare unanalisi IR per evidenziare la struttura della molecola.
Es.


Valutazione del rischio
Rischio chimico
Reattivo: diclorometano
Pericolit: Tossico. Solvente molto volatile. Infiammabilit bassa. Rischio superiore al moderato.
Operare sotto cappa. Maneggiare con i guanti.
Reattivo: Caffeina
Pericolosit: Eccitante. Rischio moderato.
Maneggiare con guanti