You are on page 1of 8

Cari parrocchiani,

siamo arrivati alla celebrazione annuale della festa della Madonna della
Consolazione. Passano gli anni, cambiano le situazioni, difficolt ce ne
sono sempre; ma lei ha sempre un invito, semplice e sicuro da farci:
"Fate quello che Egli - il Figlio suo Ges - vi dir!". Nel desiderio di una
vita buona e riuscita, noi la vogliamo ascoltare.
La liturgia e gli artisti ci presentano sempre Maria con il Bambino Ges
in braccio. Non potrebbe essere diversamente perch lei che lo ha
generato, allevato, educato... come uomo, e ora ce lo mostra e offre.
Maria ci offre Ges; Ges ci dona Maria.
Per questo desidero porre ai piedi di Maria, Madre della Consolazione,
le preghiere e le speranze di tante persone e famiglie che stanno pas-
sando momenti difficili e faticosi a causa della crisi economica, per la
mancanza di un lavoro sicuro per i propri figli, per le condizioni di soffe-
renza di qualche congiunto, per le difficolt di unit e pace familiare. E
chiedo a lei, Madre benevola e amorevole verso ogni suo figlio e figlia,
di sostenerli e accompagnarli a riscoprire nella preghiera personale e
familiare la fiducia in Dio, che da forza e vigore spirituale e umano per
affrontare la dura avventura della vita e del suo futuro.
Ella stata posta da Dio come nostra Consolatrice, che dona la miseri-
cordia di Dio nel Cristo suo Figlio perch mai vengano meno in noi la
fede e la fiducia in Lui.
Non temiamo dunque di elevare a Maria, Madre della Consolazione, la
nostra lode e la nostra supplica nei giorni della novena e in particolare
domenica 26 agosto; chiediamole di donarci un po' del suo spirito per
avere occhi nuovi nel vedere le opere meravigliose di Dio che anche
oggi continua a compiere nella comunit cristiana.
A te, Madre della Consolazione, affido la comunit di Ronago. Prega per
noi Santa Madre di Dio, Consolata e Consolatrice, e veglia su di noi
peccatori, ma figli tuoi, oh Maria!
don Mario
Novena in preparazione alla Festa della Madonna della Consolazione
alla luce della testimonianza di Padre Giuseppe Ambrosoli
nel XXV anniversario della morte
Predicatore: Fra Giuseppe Gravina
Fraternit Francescana di Betania - Rovio (Svizzera)
VENERD 17 agosto Ore 17.30 Rosario meditato
LA CHIAMATA Ore 18.00 S. Messa - Maria Vergine nellannunciazione
del Signore
SABATO 18 agosto Ore 15.30 Confessioni
Ore 16.30 Rosario meditato
Ore 17.00 S. Messa - Prefestiva
DOMENICA 19 agosto Ore 10.00 S. Messa
Ore 20.00 Preghiera Mariana
Esposizione della Statua della Madonna
LUNED 20 agosto Ore 17.30 Rosario meditato
LA MISSIONE Ore 18.00 S. Messa - Maria, Regina degli Apostoli
Festa liturgica di S. Bernardo
MARTED 21 agosto Ore 17.30 Rosario meditato
LA PRESENZA DI MARIA Ore 18.00 S. Messa - Maria, Vergine Madre e mediatrice
di ogni grazia
Festa liturgica di S. Pio X
MERCOLED 22 agostoOre 17.30 Rosario meditato
LA CROCE Ore 18.00 S. Messa - Maria, Salute degli infermi
Festa liturgica della Beata Vergine Maria Regina
GIOVED 23 agosto Ore 17.30 Rosario meditato
LEUCARISTIA Ore 18.00 S. Messa - Maria, Vergine del Cenacolo
VENERD 24 agosto Ore 17.30 Rosario meditato
LA MORTE Ore 18.00 S. Messa - Maria, porta del cielo
Ore 20.30 Adorazione Eucaristica con il gruppo
di preghiera Medjugorje
SABATO 25 agosto Ore 15.00 Confessioni
Ore 16.30 Rosario meditato
Ore 17.00 S. Messa Prefestiva
DOMENICA 26 agosto FESTA DELLA MADONNA DELLA CONSOLAZIONE
Ore 7.30 S. Messa
Ore 10.00 S. Messa Solenne della Comunit
animata dalla Corale e presieduta da
Sua Eccellenza Mons. Dante Lafranconi,
Vescovo di Cremona
Ore 14.30 Preghiera, Processione, Benedizione
Eucaristica e bacio della Reliquia
Segue lincanto dei CANESTRI
Per le CONFESSIONI: oltre a sabato
18 agosto, possibile accostarsi al
Sacramento della Riconciliazione pri-
ma e dopo le S. Messe delle ore
18.00
Nelle mattinate della settimana della
novena verr portata la S. Comunio-
ne agli AMMALATI; chi desiderasse
ricevere lEucaristia pregato di co-
municarlo in parrocchia.
l doni dei CANESTRI possono essere
consegnati sabato 25 agosto al po-
meriggio (15.30/18.00) o domenica
26 agosto al mattino (8.30/11.30)
presso la casa parrocchiale.
Verranno messi allincanto domenica
26 agosto dopo la Processione.
Sabato 25 agosto dopo la S. Messa e
per tutta la giornata di domenica 26
sar in funzione la PESCA DI BENE-
FICENZA.
La PROCESSIONE con la statua del-
la Madonna seguir il percorso tradi-
zionale. Per il trasporto della Statua
sono invitati i Coscritti del 1994.
Sotto la tua protezione
cerchiamo rifugio,
Santa Madre di Dio:
non disprezzare
le suppliche di noi
che siamo nella prova,
e liberaci dal pericolo,
o Vergine gloriosa
e benedetta.
Maria,
Madre della Consolazione,
prega per noi.
Fooc e Fiam
Carissimi Ronaghesi,
siamo sicuri che ci stavate aspettando ........... e che avreste anche potuto pensare che sa-
remmo arrivati via fax o, ancora meglio, via internet. Invece abbiamo preferito essere da Voi
con il solito scritto tradizionale che tutti ci avvicina e ci accomuna nella preparazione della
Festa della nostra Madonna.
Come sempre, da parte nostra, metteremo tutto limpegno e lentusiasmo per preparare le
"note" specialit gastronomiche, i fuochi artificiali e tutte le iniziative che da anni contraddi -
stinguono la nostra Festa.
Abbiamo, per, bisogno della Vostra generosit e disponibilit affinch tutto possa riuscire
al meglio!
Da tanti anni lappoggio di privati e commercianti stato sempre prezioso; quindi Vi ringra-
ziamo di cuore per il contributo che vorrete consegnare agli incaricati che passeranno in
questi giorni nelle Vostre case o direttamente sotto la "tettoia" del centro parrocchiale duran-
te le serate "gastronomico pirotecniche" che saranno:
VENERD 17 agosto Trippa alla Richi
SABATO 18 agosto Pizzoccheri
DOMENICA 19 agosto Brasato d'asino con polenta
LUNED 20 agosto Scaloppine con funghi e polenta
MARTED 21 agosto Risotto con Ossibuchi
MERCOLED 22 agosto Polenta taragna
GIOVED 23 agosto Risotto con luganega
VENERD 24 agosto Salame cotto con lenti
SABATO 25 agosto Spettacolo Pirotecnico
DOMENICA 26 agosto Cena di chiusura
Vi aspettiamo.......certi di ritrovarvi tutti alla nostra tavola per
gustare in compagnia i nostri piatti e per ammirare i
fuochi artificiali: unattrazione ormai consolidata e
apprezzata anche dai paesi vicini. Se qualcuno, non
avendo di meglio da fare, pensasse di poterci dare una
mano, sar il benvenuto, visto che il lavoro non manca.
Un grosso Grazie per il Vostro sostegno!
A tutti Buone vacanze e Arrivederci alla festa.
il Vostro FOOC e FIAM
P.S.: chi non essendo in casa volesse farci pervenire il proprio contributo pu
rivolgersi a:
ANTONAZ DAVOR Via Sassello
BRUNI ARNALDO Via Volta
FONTANA ENRICO Via Asilo
GRISONI ARNOLDO Via Milano
MARCHETTO ANGELO Via Milano
MAFFIA ROSANNA Via Mulini
PINTONELLO NERINA Via Asilo
ROBBIANI ERMINIO Via Ambrosoli
ROBBIANI ROMANO Via Lugano
SOMAINI SERGIO Via Ambrosoli
aperta la raccolta di oggetti per la pesca di beneficenza in occasione della festa
della "Madonna della Consolazione" che si terr nei giorni 25 e 26 agosto.
Chi volesse dare la propria disponibilit per fare un turno alla pesca di beneficen-
za (sabato 25 e domenica 26 agosto) pu chiamare Alessia (n.031/980109). Linvito
rivolto a ragazzi dalla prima superiore in poi, mamme, papa, ecc. Cosa bisogna
fare? Vendere i biglietti e consegnare il premio corrispondente
Si cercano anche persone disponibili a ricevere i doni per lincanto dei canestri (per
domenica 26 agosto) nei seguenti orari: sabato 25 dalle 15.30 alle 18.00 e domenica
26 agosto dalle 8.30 alle ore 11.30. I canestri si ricevono presso la casa parrocchia-
le.
Bisogna sempre chiamare Alessia per disponibilit.
O Vergine Santissima,
sii tu la consolazione unica
e perenne della chiesa
che ami e proteggi!
Consola i tuoi Vescovi
e i tuoi Sacerdoti, i missionari
e i religiosi, che devono
illuminare e salvare
la societ moderna,
difficile e talora avversa!
Consola le Comunit cristiane, dando
loro il dono di numerose
e salde vocazioni sacerdotali
e religiose!
Consola tutti coloro che sono
insigniti di autorit e di
responsabilit civili e religiose,
sociali e politiche, affinch
sempre e soltanto abbiano
come meta il bene comune e
lo sviluppo integrale delluomo,
nonostante difficolt e sconfitte!
Consola questo buon popolo,
che ti ama e ti venera;
le nostre famiglie, i disoccupati,
i sofferenti, coloro che portano
nel corpo e nellanima le ferite
causate da drammatiche
situazioni di emergenza;
i giovani, specialmente quelli
che si trovano per tanti dolorosi
motivi sbandati e sfiduciati;
tutti coloro che sentono nel
cuore un ardente bisogno
di amore, di altruismo, di carit,
di donazione, che coltivano alti
ideali di conquiste spirituali e sociali!
O Madre della Consolazione,
consolaci tutti, e fa comprendere
a tutti che il segreto della felicit
sta nella bont, e nel seguire
sempre fedelmente il Tuo Figlio,
Ges!
Amen.
Nella cucina dei Fooc e Fiamm, questanno mancheranno due volontari e non sar solo una
mancanza di mani, ma soprattutto di passione e di spirito di servizio.
Rita Fomasi e Rinetto Ciceri non saranno pi dietro ai fornelli e neppure tra i tavoli a riordinare e
a ripulire: sono stati chiamati nellEternit e se il loro ricordo sempre presente in tutti coloro
che li hanno amati ed apprezzati, in questi giorni si fa pi acuto.
C chi, copiando un po le parole di Papa Benedetto, li ha paragonati ad "umili lavoratori nella
vigna del Signore", la piccola vigna della parrocchia, dove si fa festa in onore della Madonna, si
sta insieme, ci si ritrova intorno alla tavola perch altri si mettono a disposizione gratuitamente,
solo per amore.
Rita e Rinetto si sono messi a disposizione, nelle retrovie, in silenzio, per lavorare sodo e per
;
dare agli altri un momento di serenit e il valore di questo servizio incommensurabile: le tradi -
zioni, la convivialit, il lavoro offerto per altruismo continuano grazie a persone come loro, sem-
plici e dal grande cuore.
Ed incancellabile anche il ricordo del servizio prestato da Giuseppe Minotti che, per anni, in
occasione della festa, ha procurato caff svizzero di prima qualit, la macchina del caff, tova-
glie e bicchierini con il prestigioso marchio, propiziandoli per i Fooc e Fiamm nella ditta di Chias-
so in cui lavorava. Rimane modello di una virt: "prendersi cura" del prossimo e della comunit,
perfino nei dettagli.
Rita era addetta alla "polenta taragna", qualit e gusto indiscutibili, ma non disdegnava di lavare
i piatti e si prestava per qualsiasi incombenza. Arrivava puntuale, alle sei di sera, dopo una gior-
nata di lavoro e sembrava instancabile, fino alle undici, a volte, accanto al fuoco o al lavandino.
Dieci giorni cos, ogni anno, da molti anni, tanta fatica e la soddisfazione di piatti fumanti che
uscivano pieni e tornavano vuoti, per decine di persone ed ora a qualcuno venuto in mente
che agli occhi di Dio, nulla mai nulla e Lui sa come pre-
miare.
Rinetto: lo rivedono che pela laglio e le verdure, che spaz-
za, che riordina i tavoli a notte fonda e alla mattina presto
era gi l, a passare con la ramazza il salone e il portico e
poi a dar di straccio; a volte andava a casa solo per qual-
che ora e poi tornava, non s mai tirato indietro per niente,
come se tutto, anche la pi modesta delle cose, contribuis-
se alla beneficenza.
E forse sempre con quel pensiero: la sua Anna, che nove
anni fa, laveva preceduto per preparargli un posto oltre le
nuvole. "Che cosa vuoi che faccia, su l, la Anna? Mi
aspetta, non ha altro da fare che aspettarmi", disse una
volta a chi gli aveva accennato alla prematura scomparsa
della moglie.
In qualche posto dellInfinito, ora arriveranno a Rita, a Ri-
netto, a Giuseppe il rimpianto e il grazie di una comunit.
Un grazie speciale: nel loro piccolo, hanno lasciato un
grande esempio di bene.