You are on page 1of 3

ESPERIENZA IN LABORATORIO

OBBIETTIVO:

Quest'esperimento si propone di verificare sperimentale della legge di Boyle secondo cui:

in condizioni di temperatura costante la pressione di un un gas perfetto è inversamente proporzionale al suo volume, il prodotto della pressione del gas per il volume da esso occupato è costante.

T costante, pV = cost.

STRUMENTAZIONE:

ESPERIENZA IN LABORATORIO OBBIETTIVO: Quest'esperimento si propone di verificare sperimentale della legge di Boyle secondo cui:

treppide

cilindro

di

vetro

di

diamtero

(2,7±0,2)mm con mercurio all'interno pompa con manometro (sensibilità ±20

hPa) riga (sensibilità ±0,1 cm)

PROCEDURA sistemato il cilindro di vetro sul treppiede e collegatagli la pompa come in foto si può procedere alla raccolta dati. -Fase uno:

Dopo essersi assicurati che il mercurio sia interamente sul fondo del cilindro di vetro, per quanto possibile, misurare la distanza tra il fondo del cilindro e la base della colonna di mercurio ovvero il volume iniziale a pressione di 1013 Pa. -Fase due:

Utilizzando la pompetta ridurre la pressione all'interno del cilindro di vetro a intervalli di 100 Pa e riportare l'altezza raggiunta dalla bolla di mercurio e scrivere le coppie di dati ottenuti in una tabella come:

Pressione (hPa, ±20hPa)

Altezza(cm, ±0,1cm)

1013

h0

913

h1

...

...

213

h9

nota: la distanza tra bolla e fondo del cilindro dovrebbe essere presa dal punto piu basso della bolla ,

non da quello piu alto in quanto la bolla di mercurio non fa parte del volume da calcolare. DATI RACCOLTI:

PRESSIONE

ALTEZZA

(hPa, ±20hPa)

(cm, ±0,1cm)

1013,0

5,0

913,0

5,9

813,0

6,7

713,0

7,5

613,0

8,8

513,0

10,5

413,0

13,1

313,0

17,3

213,0

25,3

Ora bisogna convertire l'Altezza in Volume attraverso la formula:

V= Area di base * Altezza (Area di base=πr^2)

perciò:

Ab=(3,14)(0,135cm)^2=0,057cm^2

ΔAb= Ab(2*Δr/r) = 0,057*(2*0,02/0,135)= ±0,017cm^2

Ab=(0,057±0,017)cm^2

Quindi:

V=Ab*h ΔV = V(ΔAb/Ab + Δh/h)

Da ciò si ricava la tabella:

VOLUME

ΔV

errore%

PRESSIONE

P*V

Δ su singoli

errore %

(cm^3)

(±cm^3)

(hPa, ±20hPa)

(cm^3hPa)

P*V(±Pa)

0,30

0,10

31,50

1013,00

303,90

107,30

35,31

0,34

0,11

31,52

913,00

307,04

103,50

33,71

0,38

0,12

31,32

813,00

310,48

104,87

33,78

0,43

0,13

31,16

713,00

304,81

103,52

33,96

0,50

0,16

30,96

613,00

307,48

105,23

34,22

0,60

0,18

30,78

513,00

307,03

106,46

34,68

0,75

0,23

30,59

413,00

308,39

109,26

35,43

0,99

0,30

30,40

313,00

308,65

113,56

36,79

1,44

0,44

30,22

213,00

307,17

121,67

39,61

Inserendo i dati raccolti su un sistema di riferimento PvsV si ottiene un ramo di iperbole, perciò il

prodotto tra volume e pressione dovrà essere costante.

(vedi grafico #1 PvsV)

Calcolando il prodotto tra le rispettive pressoni e volumi risulta:

Pressione * Volume= costante = (307,22±3,29)hPa*cm^3

In questo caso, l'errore riportato sul prodotto pressione-volume è dato dalla dispersione relativa ottenuta attraverso la formula:

Dr= (Vmax-Vmin)/2

Perciò:

P = 307,22(hPa*cm^3)/V

Tuttavia, affinché si ottenga una retta (di coefficente angolare m=307,22hPa*cm^3) si dovrà però rappresentare il grafico:

P vs 1/V:

1/Volume

errore su 1/V

errore%

PRESSIONE

(1/cm^3)

(±1/cm^3)

(hPa, ±20hPa)

3,33

1,11

33,33

1013,00

2,97

0,94

31,52

913,00

2,62

0,82

31,32

813,00

2,34

0,73

31,16

713,00

1,99

0,62

30,96

613,00

1,67

0,51

30,78

513,00

1,34

0,41

30,59

413,00

1,01

0,31

30,40

313,00

0,69

0,21

30,22

213,00

Δ1/V è calcolato attraverso al formula:

Δ1/V=1/V(ΔV/V).

Pvs1/V è il grafico dei dati sperimentali raccolti mentre 1/Vmax vsP e 1/Vmin vsP sono, rispettivamene, la retta con maggiore e minore inclinazione ottenute sottraendo e sommando a 1/V il valore di Δ1/V.

1/Vmax=1/V-Δ1/V

1/Vmin=1/V+Δ1/V

1/V

1/Vmax

1/Vmin

PRESSIONE

(1/cm^3)

(1/cm^3)

(1/cm^3)

(hPa)

3,33

2,22

4,44

1013,00

2,97

2,04

3,91

913,00

2,62

1,80

3,44

813,00

2,34

1,61

3,07

713,00

1,99

1,38

2,61

613,00

1,67

1,16

2,19

513,00

1,34

0,93

1,75

413,00

1,01

0,71

1,32

313,00

0,69

0,48

0,90

213,00

Conoscendo la coordinate di un punto ed il valore del coefficente angolare (vedi grafico #2) è possible stabilire l'equazione della retta attraverso la formula:

(y-y0)=m(x-x0)

dove (x0;y0) sono le coordinate di un punto e m il

valore del coefficente angolare.

quindi:

y=307,95(hPa*cm^3)(x-3,33hPa)+1013hPa

P=307,95(hPa*cm^3)1/V-15,47hPa

ymax=467,24(hPa*cm^3)(xmax-2,22Pa)+1013hPa

Pmax=467,24(hPa*cm^3)1/Vmax-24.27hPa

ymin=229,66(hPa*cm^3)(xmin-4,44Pa)+1013hPa

Pmin=229,66(hPa*cm^3)1/Vmin-6,69hPa

CONCLUSIONE:

Nonostante i dati sperimentali confermino la legge di Boyle in quanto i prodotti tra pressione e Volume sono, in linea di massima, costanti, i dati riguradanti 1/V sono affetti da errori considerevoli (del 30-33%) a causa della difficoltà di misurare l'altezza della bolla di mercurio nel cilindro di vetro con una riga millimetrata. In conclusione:

il procedimento per confermare sperimentalmente la legge di boyle è da ritenersi, in linea teorica, adatto. Tuttavia per ottenere risultati più precisi sarebbe meglio utilizzare strumenti più sensibili e avere a disposizione più tempo, così da poter raccogliere un maggior numero di dati su cui lavorare.