You are on page 1of 7

INFEZIONI INTESTINALE

Nelle infezioni gastrointestinali il periodo di incubazione al massimo di qualche giorno.


Colera
Vibrio colera batterio gram negativo.
Epidemiologia
Medio oriente asia africa america centrale
Contagio tramite acqua e cibi infetti.
Nelle zone endemiche colpisce i bambini nei mesi estivi mentre nelle zono non endemiche
colpisce chiunque in qualsiasi mese dellanno.
Patogenesi
O1 e O139 producono una tossina che inibisce il riassorbimento intestinale di sodio e acqua e
inducono la secrezione di cloro provocando delle diaree acquose.
Sintomatologia
Diarrea acquosa
Vomito
Disidratazione isotonica(occhi affossati, grinze nella cute e crampi muscolari)
Acidosi metabolica
Nei non trattati la mortalit pu essere anche del 50%
Diagnosi
Esame delle feci e identificazione del siero gruppo.
Terapia
Supporto:
Partendo dalla disidratazione grave e vomito che non mi permettono il trattamento di
supporto per os.
Ringer lattato ev + kfluidi sondino nasograstrico glucosio fluidi ed elettroliti per os
Antibiotici:
Tetraciclina
Doxiciclina
Eritromicina
Norfloxacina

Shigellosi
Epidemiologia
Il contagio avviene attraverso cibi contaminati quindi per via oro fecale, infettati da feci di
idividui infetti o portatori convalescenti.
Patogenesi
I microorganismi penetrano la mucosa intestinale provocando un quadro infiammatorio e
ulcerazioni della mucosa stessa. Inoltre abbiamo la produzione della verocitotossina che
provoca laumento dellattivit secretoria.
Sintomatologia
Dolore addominale
Febbre
Diarrea con muco pus e sangue
Acidosi metabolica
Disidratazione isotonica
Poi nel bambino abbiamo vomito e nelladulto a causa delle defecazioni continue abbiamo
prolasso rettale.
Diagnosi
Esame delle feci
Endoscopia visione delle ulcere
Terapia
Di supporto con reintegro di liquidi ed elettroliti per via orale quando possibile senn ev.
Farmaci:
Ciprofloxacina
Certriaxone
Azitromicina

Colite da clostridum difficile
Batterio gram positivo
Epidemiologia
Linfezionie si associa alluso prolungato di una terapia antibiotica soprattutto con beta
lattamici o durante il trattamento o anche a distanza di sei settimane.Quindi il paziente che ha
gi contratto tale infezione non verr tarttato nuovamente con lo stesso farmaco.
Eventualmente si avr tale infezione anche in:
Chirurgia addominale
Chemioterapia
Ischemia intestinale
Trapianto di midollo
Patogenesi
Il batterio produce a livello del colono due tossine A e B le quali possono provocare flogosi che
comporta a ulcere e alla formazione di uno strato di pseudo membrana.
Sintomatologia
Lieve:
Infiammazione o edema modesto e macroscopicamente normali
Gravi:
Diffuse ulcerazioni
Estremi:
Placche essudative giallastre rilevate.
Si passa quindi da quadri sintomatologici sempre pi gravi:
asintomaticasindrome diarroica lievecolitecolite pseudo membranosacolite
fulminante con megacolon tossico,perforazione intestinale e morte.
Nelle coliti abbiamo diarrea ematica dolore addominale e perdita di peso.
Diagnosi
Radiografia:
si visualizza ledema della mucosa data dallinfiammazione.
Esami delle feci:
si ricerca il patogeno e in pi lantigene GDH che esprimono i batteri che danno patologia.
Su feci non formate
In caso di negativit del primo campione se ne pu inviare un secondo a breve distanza dal
primo.
Profilassi e terapia
Evitare luso indiscriminato di antibiotici
Evitare luso di antiperistaltici
Metronidazolo o vancomicina
In caso di diarrea non complicata cessa spontaneamente in due settimane
Se vi sono complicanze o una forma grave si deve fare il ricovero ospedaliero per il
trattamento di supporto.






















































E.Coli
Patogenesi
Tossine:
Tossigeno
Adesivo
Emorragico
Aderiscono prima allepitelio intestinale e dopo producono tossine che creano lesioni ai danni
dellepitelio stesso.
Lemorragico produce due tossine che sono la Stx1 e Stx 2 le quali inibiscono la sintesi
proteica a livello dellepatocita e ne creano la necrosi.
Non tossine:
Invasivo
Patogenico
Linvasivo invade le cellule della mucosa intestinale sfruttando lendocitosi inducendo
successivamente uninfiammazione e la necrosi.
Il patogenico crea la distruzione dei microvilli.
Sintomi
Diarrea
Dolori addominali
Lemorragico e linvasivo sono gli unici due che producono necrosi intestinale e quindi mi
daranno diarrea ematica.
Nel tossigeno ci anche il vomito.
Lemorragico associato alla sindrome ureico emolitica:
IR
Trombocitopenia
Anemia emolitica
Microangiopatia
Trattamento
Sono tutte autolimitanti e gli antibiotici sembrano addirittura peggiorare la situazione.

Amebiasi
Patogenesi
uninfezione protozoaria del colon data dalla enteroameba istolica la quale pu presentarsi
o sottoforma di trofozoita e andare a invadere la mucosa del colon, uccidono gli enterociti e
tramite le proteasi raggiungere il circolo vascolare; oppure come cisti le quali verrano espulse
con le feci e possono essere mezzo di contaminazione.
Sintomatologia
Nella maggior parte dei casi asintomatica senn possiamo avere 3 quadri.
Dissenteria amebica:
Dolore addominale
Diarrea con sangue e muco
Epatomegalia
Febbre elevata
(appendicite)
Infezione cronica.
Diarrea acquosa intermittente
Perdita di peso
Malattia metastatica:
Ascesso epaticoperforazione pleura destrapolmone destro
Diagnosi
Esame delle feci
Proctoscopia
Sierologia
Eco rx tc epatica
Trattamento
Persone asintomatiche che eliminano le cisti: amebicida luminale
Persone con sintomi: metronidazolo e amebicida luminale (+ svuotamento dellascesso
epatico).

Giardiasi
Eziopatogenesi
Infezione dellintestino tenue da parte delle Giardia Lamblia. Si attaccano alla mucosa
intestinale andando a replicarsi e trasformandosi poi in cisti che con le feci possono essere
disseminate nellambiente. Quindi la contaminazione per via oro fecale.
Clinica
Asintomatica nella maggior parte dei casi.
Acuta:
Diarrea
Malassorbimento con perdita di peso
Feci maleodoranti
Dolori addominali
Flautulenza
Cronica:
acuta senza dolori addominali.
Diagnosi
Esame delle feci
Terapia
Metronidazolo
Riscaldare lacqua a 70 gradi.

Criptosporidosi
Malattia data dai cripto sporidi i quali in forma di oocisti possono andare nellintestine tenue
dove si trasformano in trofozoiti e mi danno una reazione infiammatoria. Dopodich si
ritrasformano in oocisti per essere eliminate con le feci. Quindi il contagio essenzialmente
oro fecale.
Clinica
Diarrea acquosa
Dolore addominale
Nellimmunocompromesso mi pu dare ina sintomatologia simile al colera.
Terapia
Non ci sono terapia dal momento che linfezione autolimitante e richiede solo la terapia di
supporto.







Gastroenteriti acute virali
Eziologia
Rotavirus
Calici virus
Adenovirus enterico
Astro virus
HAV
La trasmissione oro fecale.
Patogenesi
I virus infettano gli enterociti dellintestino tenue incudendo necrosi che porta alla
sostituzione di tale epitelio con cellule secretorie immature con conseguente perdita delle
fuznioni assorbenti e di secrezione.
Sintomi
Diarrea acquosa
Vomito
Febbre
Disidratazione
Nei bambini maggiore entit il vomito che la diarrea. Al contrario negli adulti.
Diagnosi
Solo anamnestica e con esame obbiettivo. Esami di ricerca dei parassiti non sono necessari e
per la maggior parte dei casi saranno negativi data la breve durata della patologia.
Terapia
Di supporto tramite la infusione adeguata di liquidi o per os e per via ev.

Intossicazione stafilococcica
Eziologia
Alimenti sottoposti a manipolazioni successive con alto contenuto proteico:
Carne
Salumi
Uova
Pesce cotto o affumicato
Patogenesi
Gli stafilococchi aureus porducono nove esotossine termostabili di cui le pi frequenti sono
A,B,C,D.
Sintomi
Nausea
Vomito
Diarrea meno frequentemente delle altre due
Dolori addominali
Diagnosi
Clinica quando pi persone sono state contaminate dallo stesso pasto e la terapia e
reidratazione e sintomatica.








Intossicaizone da clostridium perfringens
Eziologia
Batterio gram positivo che contamina lintestino delluomo e degli animali. Si pu quindi
ritrovare in carni poco cotte o si pu contarre anche durante la manipolazioni di carni
destinate alla vendita.
Patogenesi
Produce cinque enterotossine termolabili:
A,B,C,D,E.
Sintomi
Diarrea acquosa
Dolori addominali
Prevenzione e terapia
La carne cotta deve essere refrigerata o poi completamente riscaldata quando consumata.
La terapia puramente asintomatica.

Tossinfezione da B. Cereus
Eziologia
Gram positivo.
Forma spore resistenti allambiente e si ritrova prevalentemente in alimenti a base di riso
meno in carni e altri vegetali.
Clinica
Tossina diarroica
Diarrea acquosa
Crampi addominali
Tossina emetica
Nausea
Vomito
Diarrea meno frequentemente.
Terapia
Sintomatologica e ripristino idroelettrolitico.