- Elaborazione dei risulatati Il nostro adulto… Realista e disilluso ma speranzoso… L’adulto della comunità di Sesso.

Si presenta come abbastanza disinformato sulle tematiche relative alla globalizzazione, benché sia consapevole che la globalizzazione incide nella sua vita quotidiana. La reputa inoltre un fenomeno inaresstabile, responsabile di una facilitazione-velocizzazione delle relazioni ma anche di una perdita dei legami sociali. Realista al 100%, non lascia molto spazio ai sogni e ai desideri ma tende a partire dalla realtà dei fatti e ad essere pragmatico in ogni sua osservazione. Non pensa che qualcuno possa effettivamente cambiare la realtà o migliorare la situazione… perché “Tanto alla fine non cambia mai niente…”. Tendenzialmente percepisce ogni cosa e situazione a partire dal lavoro e dall’economia (realtà in cui sente coinvolta la maggior parte della sua vita e del suo tempo), ma nonostante si dica così realista, non ha una vera adesione alla realtà: infatti la rilevanza che dà al lavoro e all’economia, rispetto alle altre cose, è quasi totale. Come se avesse l’impressione che ciò che conta nella vita “non è che sia solo il lavoro e l’economia… però se quello non va bene, anche tutto il resto va male”. Il mondo che lo circonda gli appare ingiusto, nel senso che riconosce che “le cose così come vanno, non vanno bene”, tuttavia si sente impotente rispetto alle logiche che governano il mondo. Non può fare altro che adeguarsi e giocare secondo le regole della fretta, della produttività e del lavoro… cercando di vivere onestamente nel suo piccolo, con chi gli è attorno. Di natura è diffidente verso l’estraneo e più orientato al conflitto che alla fiducia, in più sente di non aver tempo per vivere al meglio le relazioni. Riconosce come molto buoni i volontari e chi dedica del proprio tempo agli altri, ma pensa siano pochissimi. Sostanzialmente sente di aver già compiuto le scelte decisive per la sua vita, quindi non si percepisce in ricerca e non si pone molte domande. Infine nonostante non abbia una visione molto rosea della realtà e benché non pensi di poterla cambiare… spera che le cose migliorino in futuro. In particolare la speranza è vista come peculiarità dell’adulto cristiano. Perché, è vero: “Non cambia mai niente…” però… “Non si sa mai…”.

Questionario sulla globalizzazione

In che ambito della tua vita percepisci di più la 9. Prova a pensare alla tua quotidianità… se per globalizzazione? strada ti ferma un estraneo per prima cosa pensi: 10% - Nel modo di vestire 27% - Spero che non mi trattenga perché ho 21% - In quello che mangio fretta 40% - Nel lavoro 35% - Spero non sia il solito scocciatore (e che 27% - Nelle relazioni non mi chieda dei soldi) 22% - Per fortuna sono in un posto affollato, non 2. Pensi che la globalizzazione (puoi segnare più mi può succedere niente di una risposta) 17% - Bene, così posso fare 2 chiacchere... tanto 32% - Riguardi anche la tua vita ero da solo/a. 7% - Sia un fenomeno importante ma non sei informato 10. Quale pensi che sia il problema maggiore ai 27% - Sia un fenomeno inarrestabile nostri giorni, nel rapporto con gli altri? 20% - Faciliti le relazioni e gli scambi 32% - Mancanza di tempo per ascoltare internazionali 35% - La diffidenza che si ha per pregiudizio 2% - Non influisca nella tua vita quotidiana verso gli estranei 12% - Sia un fenomeno positivo che unisce i 7% - L’unione di tante etnie e culture differenti Paesi del mondo nella stessa città, non possono convivere 25% - Visione egoistica, incapacità di pensare 3. Segna quali,secondo te,sono le conseguenze all’altro più evidenti della globalizzazione (puoi segnare più di una risposta) 11. Sai cos'è il G21? 31% - Sì □ 69% - No □ 25% - Concezione diversa dello spazio e del tempo 12. Il G21 è nato per opporsi alle potenze 18% - Aumento esponenziale della povertà dell’Europa e degli USA per favorire una sviluppo 24% - Perdita dei legami sociali maggiore e più equo nei Paesi che vi aderiscono. 34% - Possibilità di comunicazione più veloce e Come Europeo come la pensi? ovunque 15% - Un rischio di perdere i miei 7% - Diminuizione dei prezzi privilegi,soprattutto economici 75% - Un fattore positivo per l’eliminazione del 4. Fa più rumore un albero che cade o una foresta debito tra ricchi e poveri che cresce? 11% - Non mi interessa perché non influisce sulla 30% - Foresta mia vita 70% - Albero che cade 13.Pensi che sia giusto che l’unico criterio di 5. Secondo te quanti bambini nascono in Italia al giudizio per lo sviluppo di un Paese sia giorno? l’economia? 17% - 500 15% - Si 38% - 1000 58% - No 35% - 3000 27% - E’ comunque l’unico criterio realmente 10% - 100 valido 6. Secondo te quante associazioni di volontariato 14. Pensi che un cristiano si avvicini a questi temi ci sono a Reggio Emilia? in modo diverso rispetto ad altri? 12% - Circa 1000 39% - No + La religione è indeterminante, non 38% - Circa 200 conta 38% - Circa 50 61% - Si perché porta un messaggio di speranza 12% - Circa 400 15. Pensi che l’esperienza dell’Anna…. 7. (non considerata) – ma con osservazioni simili 19% - Sia utile per i Malgasci alla domanda precedente. 38% - Sia utile per la nostra comunità 41% - Sia utile a lei 8. La globalizzazione interessa di più: 2% - Sia inutile 64% - L’economia 12% - La politica 16. Pensi che il servizio sia: 4% - L’ambiente 15% - Un bel modo di comportarsi 14% - La cultura 71% - Donare gratuitamente del tempo 6% - La religione 2% - Fare l’elemosina 13% - Nessuna delle precedenti