You are on page 1of 5

PRODOTTI TIPICI ITALIANI

LARDO DI COLONNATA
un salume ad indicazione geografica protetta (IGP)
tipico dell'omonimo paesino sulle Alpi Apuane, frazione
del comune di Carrara. Il Lardo di Colonnata viene
prodotto con lardo di suino stagionato in conche di
marmo di Carrara.
Ha un aspetto umido, di colore bianco leggermente
rosato e presenta una consistenza omogenea e
morbida. Ha un sapore delicato e fresco, quasi dolce,
arricchito dalle erbe aromatiche e dalle spezie usate
nella lavorazione (pepe, cannella, chiodi di garofano,
coriandolo, salvia, rosmarino).



GIANDUIOTTO

Il gianduiotto o giandujotto un cioccolatino a forma di
barca rovesciata composto con cioccolata di tipo
gianduia che si produce a Torino. Solitamente avvolto
in carta dorata o argentata.
Viene ottenuto impastando il cacao e lo zucchero con la
famosa nocciola tonda gentile delle Langhe,
rinomatissima per la sua qualit.

VERMUT
Il vermut un vino liquoroso aromatizzato ideato nel
1786 a Torino. un prodotto agroalimentare
tradizionale italiano ed un ingrediente primario di
numerosi cocktail (tra cui il Martini).
Il vermut viene ottenuto da vini bianchi zuccherini, da
alcol a 9596, da zucchero e da piante aromatiche,
delle quali la pi importante l'assenzio maggiore.

PANDORO
Il pandoro un tipico dolce di Verona, che viene
consumato soprattutto durante le festivit natalizie.
Insieme al panettone uno dei dolci natalizi pi tipici in
Italia. La pasta soffice e di colore dorato, per la
presenza delle uova, e profuma di vaniglia. La forma a
tronco , con rilievi a forma di stella, di solito a otto
punte. Fra gli ingredienti principali si segnalano: farina,
zucchero, uova, burro, burro di cacao e lievito.
La tecnica di preparazione complessa e prevede molte
fasi di lavorazione.

ARANCINO o ARANCINA
L'arancino una specialit della cucina siciliana.

Si tratta di una palla o di un cono di riso impanato e
fritto, del diametro di 8-10 cm, farcito generalmente
con rag, piselli e caciocavallo, oppure dadini di
prosciutto cotto e mozzarella. Il nome deriva dalla
forma originale e dal colore dorato tipico, che ricordano
un'arancia.

FINOCCHIONA
La finocchiona un insaccato tipico toscano preparato
con carne di maiale macinata, aromatizzata con semi di
finocchio e bagnata con vino rosso.
Per la sua preparazione si prediligono le parti della
pancia e della spalla del suino e una stagionatura lunga.

CASTAGNACCIO
Il castagnaccio una torta di farina di castagne tipica
delle zone appenniniche di Piemonte, Liguria, Toscana,
Emilia e Romagna, inventato probabilmente a Lucca.

E un piatto tipicamente autunnale che si ottiene
facendo cuocere nel forno un impasto di farina di
castagne, acqua, olio extravergine d'oliva, pinoli e
uvetta. Accompagnamento ideale del castagnaccio
sono la ricotta o il miele di castagno, il vino novello, o i
vini dolci come il vin santo.

PANFORTE
Il panforte un tipico dolce natalizio di Siena che ha
origini molto antiche: (forse l'anno Mille). E una specie
di focaccia ottenuta impastando miele, farina e frutta
candita (arancia e melone) con frutta secca (mandorle)
e molte spezie come lo zenzero, la cannella, la noce
moscata etc..


MIRTO
Il liquore di mirto, detto semplicemente mirto o mirto
rosso, un liquore popolare, in Sardegna e in Corsica,
ottenuto per macerazione alcolica delle bacche di mirto
o di un misto di bacche e foglie. Per le sue propriet, il
Mirto di Sardegna s'inserisce fra i digestivi, pertanto va
degustato dopo i pasti.

CACIOCAVALLO
Il caciocavallo un formaggio stagionato tipico
dell'Italia meridionale e della Sicilia. Ha forma
tondeggiante, a "sacchetto", ed e prodotto con latte
particolarmente grasso di vacche allevate allo stato
brado, con laggiunta di solo caglio, fermenti lattici e
sale. Per la sua conservazione talvolta fatto uso di
paraffina.



TARALLO
Il tarallo o tarallino un prodotto da forno tipico della
Puglia, della Campania, della Basilicata, della Calabria e
della Sicilia. Principalmente si tratta di un anello di
pasta non lievitata cotto in forno. L'impasto base
composto di farina, acqua o vino, olio e sale.

LIMONCELLO
Il limoncello un liquore dolce ottenuto dalla
macerazione in alcol etilico delle scorze del limone,
miscelata in seguito con uno sciroppo di acqua e
zucchero. Si puo gustare sia come aperitivo che come
digestivo dopo i pasti.
Secondo la tradizione il limoncello nasce agli inizi del
Novecento e la sua paternit viene contesa tra
sorrentini, amalfitani e capresi.

POLENTA
La polenta un antichissimo piatto a base di farina di
cereali. Pur essendo conosciuto nelle sue diverse
varianti pressoch sull'intero suolo italiano, ha
costituito, in passato, l'alimento base della dieta delle
persone in alcune zone settentrionali alpine, prealpine,
pianeggianti e appenniniche di Lombardia, Veneto,
Piemonte, Valle d'Aosta, Trentino, Emilia, Romagna,
Toscana, Lazio, Marche e Friuli-Venezia Giulia, regioni
nelle quali tuttora piuttosto diffuso.
Il cereale di base pi usato in assoluto il mais.

BRESAOLA DELLA VALTELLINA
La bresaola della Valtellina un salume ottenuto da
carne di manzo, salata e stagionata, che viene
consumato crudo. E molto antica, probabilmente le sue
origini risalgono a prima del XV secolo. La bresaola
uno dei salumi con il minor contenuto di grassi.

PIADINA ROMAGNOLA
La piadina romagnola un prodotto alimentare
composto da una sfoglia di farina di frumento, strutto
od olio di oliva, sale e acqua.
Puo essere farcita in vari modi.

PARMIGIANO REGGIANO
Il Parmigiano Reggiano un formaggio DOP, a pasta
dura, prodotto con latte crudo, senza l'aggiunta di
additivi o conservanti. Il formaggio pu essere
mangiato a scaglie o grattugiato. La stagionatura
migliore non deve essere inferiore ai 24 mesi, potendo
arrivare anche a 36 e a 40 mesi e per le stagionature pi
lunghe perfino a 90. Il parmigiano-reggiano il
formaggio italiano pi imitato nel mondo. L'abuso della
denominazione, frequentemente col nome di
parmesan, porta un danno di rilevante dimensione ai
produttori.

TORTELLINI
Sono una pasta alluovo di Bologna e Modena.
Nascono in un ambiente povero per "riciclare" la carne
avanzata dalla tavola dei nobili ricchi. Hanno un ripieno
preparato con lombo di maiale, prosciutto crudo,
mortadella di Bologna, Parmigiano-Reggiano, uova e
noce moscata.
I tortellini, secondo la tradizione bolognese, vanno cotti
e mangiati rigorosamente in un buon brodo di carne di
cappone o di gallina. I tortellini in brodo sono spesso
serviti nel menu di Natale.

PESTO ALLA GENOVESE
Il pesto un tipico condimento originario della Liguria.
Il suo ingrediente base il basilico. Oltre al basilico,
vengono pestati a crudo pinoli e aglio, il tutto condito
con parmigiano (e/o pecorino, a seconda delle
tradizioni locali) ed olio di oliva extravergine.
Il pesto alla genovese si usa per condire i primi piatti
come gli gnocchi di patate, il minestrone alla genovese
e la pasta, tipo le trofiette, le bavette, le linguine, le
trenette, i corzetti, le tagliatelle, i tagliolini e le lasagne.

FOCACCIA
La focaccia classica di Genova una specialit tipica
della cucina ligure: e una sorta di pane piatto (al
massimo 2 cm) si distingue perch, prima dell'ultima
lievitazione viene spennellata con un'emulsione
composta da olio extravergine d'oliva, acqua e sale
grosso, la si pu consumare gi a colazione, come
"rompi digiuno" nella mattinata o come aperitivo-
antipasto.

CHIACCHIERE
Le chiacchiere sono un tipico dolce italiano. Sono tipici
dolci di carnevale.

Hanno la forma di una striscia, talvolta manipolata a
formare un nodo. Sono fatte con un impasto di farina
che viene fritto o cotto al forno e successivamente
spolverato di zucchero a velo.

PROSCIUTTO DI PARMA
Il Prosciutto di Parma un prosciutto crudo dal sapore
dolce e raffinato, a basso contenuto calorico, ma dal
gusto intenso. L'unico conservante ammesso il sale. Al
di l del sale e della sugna non vi sono altri additivi
(nitrati, nitriti o altro).
Il Prosciutto, in cucina, si usa abbinato a sapori diversi:
con il melone come antipasto, con l'arrosto di maiale, la
celebre rosa di Parma, ed l'ingrediente principale dei
classici tortellini. Si accompagna con numerosi vini
locali, preferibilmente bianchi (come la Malvasia dei
Colli di Parma, il prosecco, ecc.)

MARMELLATA DI CASTAGNE o MARRONATA
La marmellata di castagne una crema dolce
spalmabile ottenuta da una lunga lavorazione delle
castagne.
Spesso aromatizzata alla vaniglia e pu anche
contenere alcune tracce di liquore.