You are on page 1of 9

Friedrich Wilhelm Nietzsche

Cronologia



1844 Il 25 Ottobre nasce a Röcken (piccolo villaggio della
Sassonia prussiana). Il padre è Karl Ludwig, pastore
protestante, la madre Franziska Oehler, Franziska
Nietzsche, (figlia di un pastore protestante).

1846 10 Luglio nasce la sorella Elisabeth Nietzsche.

1848 Febbraio: nasce il fratello Joseph, terzo figlio.
Agosto: Karl Ludwig Nietzsche si ammala.

1849 30 luglio: Karl Ludwig N. muore con la diagnosi di
“rammollimento celebrale”.

1850 Fine Gennaio: muore il fratello minore, Joseph.
Franziska si trasferisce con i due figli a Naumburg.
Pasqua: N. è iscritto alla scuola elementare.
Cresce in un ambiente e con un’educazione fortemente
religiosa-protestante. Nonostante ciò, accanto alla
lettura della Bibbia, si da molta importanza alla
Poesia, alla Musica e al Canto.

1851 Dalla primavera all’autunno di quest’anno frequenta,
insieme a Wilhelm Pinder e a Gustav Krug, l’istituto
privato del candidato di teologia Weber in
preparazione all’ammissione al Domgymnasium di
Naumburg.

1854-1858 Frequenta il ginnasio di Naumburg. Prime composizioni
musicali.

1858 Friedrich è ammesso alla scuola di Pforta, dove
riceve una rigorosa formazione classica. Tra le sue
letture: Byron, Hölderlin, Emerson, Sterne, Goethe,
Feuerbach. Mantiene le sue amicizie di Naumburg, e
stringe amicizia con Paul Deussen e Carl von
Gersdorff.

1860 Insieme agli amici di Naumburg, Gustav Krug e Wilhelm
Pinder, fonda l’associazione musicale-letteraria
“Germania”. Per la quale compose saggi letterario-
filosofici, poesie e composizioni musicali.

1861 Primavera G.Krug fa conoscere a Nietzsche “Tristano e
Isotta di R.Wagner nell’adattamento per pianoforte di
Hans von Bülow”.

1862 Per l’organizzazione Germania scrive i suoi primi due
saggi filosofici: “Fato e volontà” e “Libertà della
volontà e fato”. In questi primi lavori è presente la
tendenza antimetafisica, che accompagnerà il pensiero
Nitzscheano.
Luglio: è a Gorenzen, dove scrive il Frammento di
novella “Euforione”.

1864 In estate scrive,per la maturità, il saggio latino su
Teognide: “De Theognide Megarensi”.
Settembre lascia Pforta.
Ottobre: N. si trova a Bonn, frequenta l’università
con Paul Deussen (iscrizione 16 ottobre). Per due
semestri è studente della facoltà teologica e di
quella filosofica. Si iscrive alla coorporazione
studentesca “Franconia“. Tra i nuovi amici: Hermann
Mushacke.

1865 A Pasqua è a Naumburg, ha contrasti con la mamma per
ragioni religiose. Decisiva per l’allontanamento dal
cristianesimo è la lettura della “Vita di Gesù” di
D.F.Strauss.
Ottobre: N. si trasferisce all’università di Lipsia
per seguire il suo maestro, e poi amico, Friedrich
Ritschl (tra i massimi filologi classici tedeschi).
25 Ottobre: F. Ritschl tiene la sua prolusione
all’università di Lipsia. In questo periodo N. scopre
la filosofia di Arthur Schopenhauer.

1866 Nietzsche è membro attivo della “Società filologica”
di Lipsia. Tra i suoi compagni di studio: Erwin
Rohde, Ernst Windisch, Wilhelm Roscher, Heinrich
Romundt.
Nell’estate legge la “Storia del materialismo” di
F.A. Lange.

1867 L’amicizia con Erwin Rohde diventa sempre più
stretta.
In estate i due amici trascorrono le vacanze con un
viaggio nella Selva Boema.
Sul Rheinisches Museum, diretto da Ritschl , viene
pubblicato il primo lavoro filologico di Nietzsche
sulla storia della raccolta di sentenze di Teognide.
Dal 9 ottobre presta servizio militare, come
volontario per un anno, nel reparto a cavallo del
reggimento di artiglieria da campo a Naumburg.

1868 Marzo: interrompe il servizio militare a causa di una
caduta da cavallo.
A questo periodo risalgono gli appunti di “Studio su
Democrito”, nei quali confluiscono alcuni interessi
scientifici e l’eco della lettura della “Storia del
materialismo” di F.A.Lange. Viene premiato il lavoro
sulle “Fonti di Diogene Laerzio” all’università di
Lipsia (sarà pubblicato tra il 1968 e il 1969 sul
Rheinisches Museum).
Ottobre: N. termina il servizio militare. Lavora
all’università di Lipsia come Privatgelehrte.
In novembre conosce, a casa dell’orientalista Hermann
Brockhaus, Richard Wagner.

1869 13 Febbraio viene chiamato alla cattedra di filologia
classica dell’università di Basilea.
23 Marzo l’Università di Lipsia li riconosce il
titolo di Dottore in base ai lavori apparsi sul
Rheinisces Museum.
19 Aprile: N. è a Basilea.
17 Maggio: prima visita a Richard Wagner e Cosima,
nella tenuta di Tribschen, Lucerna.
28 Maggio: N. tiene la sua prima prolusione all’
Università su “Omero e la Filologia Classica”.
Feste di Natale: Tribschen, presso Wagner. A Basilea
conosce Jacob Burckhardt.

1870 18 Gennaio: conferenza all’università sul “Dramma
musicale greco”,
1 Febbraio: conferenza “Socrate e la tragedia”.
Primavera: stesura del manoscritto “La visione
dionisiaca del mondo”.
19 Luglio: scoppio della guerra franco-prussiana.
Agosto: N. si arruola come infermiere per partecipare
alla guerra.
Settembre: si ammala di dissenteria e difterite, è
ricoverato a Erlangen.
Congedato, torna a Basilea, dopo un soggiorno presso
la madre e la sorella a Naumburg.
Segue le lezioni di Jacob Burckhardt sullo studio
della storia (pubblicate postume come “Considerazioni
sulla storia universale”).
Amicizia con Burckhardt sotto il segno di
Schopenhauer. Conosce Franz Overbeck, professore di
teologia a Basilea. Con lui vivrà per cinque anni
nella stessa abitazione, caverna di Baumann.
Natale a Tribschen.

1871 Gennaio: progetta di chiedere all’università di
Basilea di essere chiamato alla successione di Gustav
Teichmüller per la cattedra di filosofia e di far
venire a Basilea come proprio successore il suo amico
Edwin Rohde. La richiesta viene respinta.
18 Gennaio: fondazione dell’Impero tedesco.
28 Gennaio: capitolazione di Parigi.
18 Marzo scoppio della Comune parigina.
In Febbraio: Nietzsche ottiene un periodo di riposo
per ragioni di salute.
In viaggio per Lugano incontra sul Gottardo Giuseppe
Mazzini.
Dalla metà di Febbraio ai primi di Aprile è a Lugano,
con la sorella, per curarsi.
Lavora alla “Nascita della tragedia”. Non avendo un
editore pubblica a proprie spese una parte del suo
manoscritto sotto il titolo: “Socrate e la tragedia
greca”.
Ottobre N. si incontra a Lipsia con gli amici E.
Rohde e C. Gersdorff. Conosce l’editore Ernst Wilhelm
Fritzsch (editore di Wagner).
A Natale rimane a Basilea. Manda a Cosima una
composizione musicale.

1872 “La nascita della tragedia, dallo spirito della
musica”. Suscita grande entusiasmo in Richard e
Cosima Wagner, ma delude F. Ritschl.
Da Gennaio a Marzo: a Basilea, tiene cinque
conferenze Sul futuro dei nostri istituti di cultura
alla Società accademica (“Sull’avvenire delle nostre
scuole”).
25-27 Aprile: a Tribschen.
Maggio: a Beyreuth dove si è trasferito R.Wagner.
22 Maggio: comincia la costruzione del teatro
wagneriano a Bayreuth.
Conosce Malwida von Meysenburg.
La Nascita Della Tragedia viene attaccata in pamphlet
di Ulrich von Wilamowitz cui replicano R.Wagner e
E.Rohde.
In autunno comincia a lavorare a due manoscritti
delle “Considerazioni Inattuali” sulla storia e
Schopenhauer.
Natale dedica a Cosima “Cinque prefazioni di cinque
libri non scritti (e da non scrivere)”.

1873 Peggiorano le condizioni di salute di Nietzsche.
Manoscritti: “La filosofia nell’epoca tragica dei
Greci” e “Verità e menzogna in senso extramorale”.
6-12 Aprile: Bayreuth, in visita presso R. Wagner.
Soffre di disturbi agli occhi.
Agosto pubblica la Prima Considerazione Inattuale su
“David Strauss, l’uomo di fede e lo scrittore”.
L’amico Franz Overbeck pubblica contemporaneamente un
attacco contro la teologia cosiddetta liberale: “La
cristianità della nostra teologia”.
Dalla fine di ottobre ai primi di novembre è a
Bayreuth: il suo appello ai tedeschi viene respinto
dall’associazione Wagneriana.
Conosce Paul Rée, a Basilea. Karl Hillebrand,
saggista e storico, recensisce, lodandola, la prima
inattuale.
1874 Febbraio: pubblica la Seconda Considerazione
Inattuale “Sull’utilità e lo svantaggio della storia
per la vita”.
Ottobre: esce la Terza Considerazione Inattuale
“Schopenhauer come educatore”.
Seconda edizione della “Nascita della tragedia”, che
verrà messa in commercio nel 1878.
Rapporti amichevoli con Adolf Baumgartner e con la
madre Marie Baumgartner-Köchlin. Carteggi con Carl
Fuchs e con la marchesa Emma Guerrieri-Gonzaga, amica
di Malwida von Meysenbug.

1875 Appunti per l’Inattuale “Noi Filologi” che resterà un
abbozzo.
Lettura di Dhüring, programmi di studi scientifici.
Comincia a lavorare alla Quarta Inattuale su Wagner.
Legge con interesse le “Osservazioni psicologiche” di
Paul Rée.
Peggioramento dello stato di salute.

1876 Dai primi di Marzo alla metà di Aprile è a Veytaux
presso Chillon e a Ginevra. Domanda di matrimonio a
Matilde von Trampedach.
Torna a Basilea, riprende il lavoro sulla quarta
inattuale con l’aiuto di Peter Gast (Heinrich
Köseliz).
Luglio: esce la Quarta Considerazione Inattuale
“Richard Wagner a Bayeuth”.
Dal 23 Luglio al 27 Agosto è a Beyruth per il primo
Festival di Bayreuth. Rappresentazione dell’Anello
del Nibelungo.
Primi appunti de “Il vomere”, destinate poi per
Umano, troppo Umano.
Ottobre: congedo dall’università a causa di cattive
condizioni di salute.
Dal 24 Ottobre N. è a Sorrento, con Paul Rée e il suo
scolaro Albert Brenner, ospite da Malwida von
Meysenburg. Ultimo incontro con Richard e Cosima
Wagner.
6 Novembre muore Friedrich Ritschl. Questo provoca un
gran turbamento in N.

1877 Legge Voltaire, Diderot. Paul Rée termina “Origine
dei sentimenti morali”.
Primi di Maggio: Svizzera. Soggiorna a Ragaz e
Rosenlauibad fino a Settembre, torna a Basilea per
riprendere le lezioni all’università. Lavora, con
Peter Gast, a “Umano, troppo Umano”.

1878 Gennaio: N. riceve il testo del Parsifal con dedica
di Wagner.
Maggio: N. pubblica “Umano, troppo Umano. Un libro
per spiriti Liberi” (consacrato alla memoria di
Voltaire in occasione della celebrazione
dell’anniversario della sua morte).
Eccettuati Peter Gast, Paul Rée, J. Burckhardt, il
nuovo lavoro non viene accettato. Nietzsche verrà
attaccato da Wagner attaccherà nella sua rivista:
Bayreuther Blätter.
Lavora al manoscritto “Opinioni e sentenze diverse”
(che uscirà nel 1879 come appendice a Umano, troppo
Umano).
Nell’estate lavora a uno scritto destinato alle
questioni dell’arte, in particolare quella
wagneriana, il manoscritto resterà frammentario.

1879 Pessime condizioni di salute. Dimissioni
dall’Università di Basilea con pensione di 3000
franchi annuali.
Settembre: primo soggiorno in Engadina; appunti per
il “Viandante e la sua ombra” (uscirà nel Dicembre
dello stesso anno, come seconda e ultima appendice a
Umano, troppo Umano).
20 Settembre: Naumburg, dove trascorrerà tutto
l’autunno e gran parte dell’inverno.
La sua salute continua a peggiorare.


1880 Febbraio: lascia Naumburg per Riva del Garda.
Marzo: Venezia con Peter Gast, cui detta i suoi
aforismi, sotto il titolo “L’ombra di Venezia”.
Tra le letture, diversi studi sul cristianesimo,
Pascal, Stendhal.
In estate a Marienbad.
Settembre: ritorna a Naumburg, poi passando da
Francoforte e Basilea, a Stresa.
Novembre: si stabilisce a Genova.

1881 Primavera: si sposta a Recoaro. Con l’aiuto
dell’amico Peter Guast, corregge le bozze della sua
nuova opera: “Aurora. Pensieri sui pregiudizi
morali”.
4 Luglio al primo ottobre: primo soggiorno a Sils-
Maria, Alta Engadina. Nascita del concetto dell’
Eterno ritorno all’eguale e della figura di
Zarathustra. Si occupa di problemi scientifici.
Ottobre: Genova dove vede la Carmen di Bizet.

1882 Da Genova va a Roma.
Aprile: è a Messina, alla fine del mese a Roma, dove
conosce Lou von Salomè. Insieme a Rée e a Lou
progettano un periodo di studi in comune.
A Maggio si trasferiscono in Svizzera.
Sulla rivista trimestrale dell’editore di Nietzsche
escono gli “Idilli di Messina”.
23 Maggio al 24 Giugno: Naumburg.
Luglio: Tauterburg, termina la “Gaia scienza”, che
verrà pubblicato alla fine di Agosto. Incontro con
Lou a causa della quale entra in conflitto con la
madre e la sorella. Rottura con la famiglia.
In Ottobre è a Lipsia
In Novembre a Genova e poi a Rapallo
Dicembre: grave crisi nei rapporti con Lou e Rée,
oltre che con la madre e la sorella, si accentua la
depressione di N.

1883 Gennaio: lavora alla prima parte di “Così parlò
Zarathustra” che uscirà ad Aprile.
13 Febbraio: muore a Venezia Richard Wagner.
Maggio: da Genova a Roma rottura definitiva con Lou e
Rée.
Giugno: a Sils-Maria.
In Agosto esce la seconda parte di “Così parlò
Zarathustra”. Nuovi dissidi tra N. la sorella e Lou.
Soggiorna a Nizza.
N. Comincerà a soggiornare l’estate a Sils-Maria e
l’inverno a Nizza. Prime visite di joseph Paneth
amico di Sigmund Freud.

1884 Gennaio: conclude la terza parte dello Zarathustra,
prevista come conclusione.
21 Aprile al 12 Giugno: Venezia con Peter Gast.
Giugno-Luglio: Basilea e Zurigo.
16 Luglio al 25 Settembre: a Sils-Maria.
Fine Settembre alla fine di Ottobre a Zurigo.
Riconcigliazione con la sorella.
Novembre: a Mentone. Poi a Zurigo con Paul Lanzky.

1885 Tra la seconda metà di Marzo e la prima metà
d’Aprile: N. fa stampare la quarta e ultima parte
dello Zarathustra, in quaranta esemplari, stampati a
proprie spese.
Dal 10 Aprile al 6 Giugno: è a Venezia
Dal 7 Giugno alla prima metà di Settembre è a Sils-
Maria, lavora a una rielaborazione di “Umano, Troppo
Umano”.
Si sposta a Naumburg.
Ai primi di Novembre: è in viaggio a Firenze, torna a
Nizza a metà di novembre.
1886 Fino ai primi di Maggio lavora al manoscritto “Al di
là del bene e del male, preludio di una filosofia
dell’avvenire” , inizialmente progettato come
continuazione di Umano, troppo Umano.
Viaggia a Lipsia in cerca di un editore.
Ai primi di Luglio: Sils-Maria. Corregge le bozze del
nuovo manoscritto, che verrà stampato a sue spese
presso C.G. Naumen a Lipsia. Alla fine di Luglio esce
“Al di la del bene e del male”. Rimane a Sils-Maria
fino al 25 Settembre. Scrive la prefazione per “La
nascita della tragedia. Ovvero: Grecità e pessimismo.
Nuova edizione con un tentativo di autocritica” e di
“Umano, troppo Umano”.
Ottobre: soggiorna tre settimane a Ruta Ligure,
lavora alle prefazioni per le nuova edizione di “ La
gaia scienza” e di “Aurora” (che escono nel 1887).
22 Ottobre: è di nuovo a Nizza.
Carteggio con Hyppolyte Taine.

1887 Lavora alla ristampa di “La gaia scienza”, cui
aggiunse un quinto libro e un’appendice di poesie
(utilizzando in parte gli Idilli di Messina, 1882).
Aprile: è a Connobio sul Lago Maggiore. Poi a Zurigo.
Dall’8 Maggio all’8 Giugno: a Coiro.
Passa alcuni giorni a Lenz, dove scrive il frammento
sul “Nichilismo Europeo”.
Dal 12 Giugno al 19 Settembre: a Sils-Maria.
Dal 21 Settembre al 21 Ottobre: a Venezia per poi
tornare a Nizza.
Settembre: lavora alla “Genealogia della morale”.
Nell’autunno comincia a lavorare alla sistemazione
degli appunti per il manoscritto, progettato e mai
realizzato, “La Volontà di potenza. Tentativo di una
trasvalutazione di tutti i valori” ( quello che
viene stampato, a tutt’oggi, è una raccolta ,
arbitraria, di frammenti organizzata dalla sorella e
da Peter Gast).
Autunno e Marzo 1888: intense letture, tra cui
Baudlaire, Goncourt, Tolstoi, Dostoevskij, Renanb.

1888 Fino a metà di Febbraio, continua a elaborare gli
appunti per “La Volontà di Potenza”.
In primavera: lezioni di George Brandes sulla
filosofia di Nietzsche, all’università di Copenaghen.
5 Aprile: Nietzsche va da Nizza a Torino << il primo
posto dove io sono possibile >>, vi si trattiene fino
al 5 Giugno.
Ideazione del “Il caso Wagner”.
Gli fa visita il professore D’Ercole, cattedra di
filosofia a Torino.
Dal 6 Giugno al 20 Settembre: Sils-Maria dove cura la
stampa del “Il caso Wagner”.
Fine Agosto: Nietzsche rinuncia all’opera “La volontà
di potenza”. Dagli appunti nascono due opere:
“Crepuscolo degli Idoli” (terminata di stampare in
Novembre, ma destinata ad uscire l’anno seguente) e
“L’ anticristo” (come primo libro della
Trasvalutazione di tutti i valori)
Ritorna a Torino, termina “L’anticristo”, cura la
stampa del “Crepuscolo degli Idoli”.
A metà Ottobre inizia l’autobiografia : “Ecce Homo.
Come si diventa ciò che si è”.
A fine Novembre, decide di pubblicare “L’anticristo”
come tutta la Trasvalutazione.
A metà Dicembre mette insieme un nuovo opuscolo su
Wagner: “Nietzsche contra Wagner”.
Tra la fine di Dicembre e l’inizio del 1889 nascono i
“Ditirambi di Dionisio”.

1889 Nei primi giorni di Gennaio, termina i Ditirambi.
7 Gennaio: cominciano quelli che diventeranno famosi
come “biglietti della pazia”
6 Gennaio lettera a Burckhardt. Burckhardt
preoccupato avvisa Overbeck.
8 Gennaio: Overbeck è a Torino.
9 Gennaio: Nietzsche è ricoverato a Basilea, nella
clinica per malattie mentali.
il 18 viene ricoverato nel manicomio di Jena.

1890 13 Maggio: è affidato alle cure della madre a
Naumburg

1897 20 Aprile: muore la madre. La sorella lo porta a
Weimar, dove si era trasferita, fin dal 1986, con
“l’archivio Nietzsche” da lei fondato nel 1984.

1900 25 Agosto: Nietzsche muore.