You are on page 1of 9

1

` DI BRESCIA - FACOLTA
` DI INGEGNERIA
UNIVERSITA
Algebra e Geometria - II prova intermedia - 13.01.10
cognome

nome

corso di laurea

matricola

ESERCIZIO 1. In E3 (R) sono dati la retta r :

(
x−z =k−1

ed il piano π : x + ky + z = 1. Se ne determini la

x + ky = 1

mutua posizione al variare del parametro reale k.
Risposta
k 6= 0 : incidenti; k = 0 : paralleli e disgiunti
Posto k = 1, si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π.
(
Risposta

x−z =0

(pt.3)

(pt.4)

x+y+z =1

ESERCIZIO 2. In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano, se esiste, che contiene le rette
(
(
x−y =1
3x − y − z = 2
r:
ed s :
.
x−z =1
x=0
Risposta

2x − y − z = 2

(pt.3)
(

ESERCIZIO 3. In E3 (R) sono date le rette h :

x − 2y = 0
y+z =0

(
ek:

x+y =0
x+z =0

.

• Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k.
Risposta

x2 + y 2 + z 2 − 6xy − 6xz + 6yz = 0

(pt.5)

• Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli.
Risposta
Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0, 0, 0) che risulta essere il suo
unico punto doppio.
(pt.2)
• Le coniche C1 e C2 , ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : x − y = 0 e β : x = 1 sono una
riducibile e l’altra irriducibile.
Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti.
Si dica, motivando la risposta, se la sezione irriducibile `e un’ellisse, un’iperbole o una parabola.
(
Risposta

C1 = t1

S

t2 con t1 :

2x − z = 0

(
e t2 :

2x + z = 0

x−y =0
x−y =0
C2 `e un’iperbole in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro iperbolico

(pt.4)

˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana 2kxy + (1 − k2 )y 2 − 4x + 2y + 4 = 0. Al
ESERCIZIO 4. In E
variare del parametro reale k si determinino:
• i valori di k per i quali il punto P = (1, −1) `e il polo della retta r : 2y + 1 = 0 rispetto alla conica Ck ;
Risposta

k = −2

(pt.2)

• i valori di k per i quali Ck risulta una parabola.
Risposta

k=0

(pt.2)

Posto k = 2, si riconosca e si studi la conica C2 determinandone, se esistono e sono reali, asintoti, centro (proprio
o improprio) e assi.
Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C = (1, 1), asintoti: 4x − 3y − 1 = 0, y = 1 e assi: x − 2y + 1 = 0,
2x + y − 3 = 0.
(pt.5)

13. asintoti. un’iperbole o una parabola. (pt. In E variare del parametro reale k si determinino: • i valori di k per i quali il punto P = (1. Risposta k 6= −2 : incidenti.3) ( ESERCIZIO 3. se esistono e sono reali. x+y+z =0 z=0 Risposta 2x − y + z = 0 (pt. x = 1 e assi: (1 + 2)x − y + √ √ √ (1 − 2) = 0.4) x+y+z =1 ESERCIZIO 2.2) (pt. ( Risposta x−y =0 (pt. centro (proprio o improprio) e assi. Si dica.II prova intermedia . ( Risposta C1 = t1 S t2 con t1 : √ 4x + i 5z = 0 e t2 : ( √ 4x − i 5z = 0 x−y =0 x−y =0 C2 `e un’ellisse in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro ellittico (pt. (pt. k = −2 : paralleli e disgiunti Posto k = 1. In E3 (R) sono date le rette h : ( z − 2x = 0 ek: x+y =0 x+y =0 y+z =0 . Risposta Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0.01. • Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k. che contiene le rette ( ( x − 2y = 0 2x − y = 0 r: ed s : . (1 − 2)x − y + (1 + 2) = 0. Al ESERCIZIO 4. 0) che risulta essere il suo unico punto doppio. Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti.3) (pt. √ Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C = (1. Risposta k = −2 • i valori di k per i quali Ck risulta una parabola.5) .2) Posto k = −2. motivando la risposta.2 ` DI BRESCIA .10 cognome nome corso di laurea matricola ESERCIZIO 1. se esiste. si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π. Risposta 5x2 + 5y 2 + 5z 2 + 6xy − 6xz + 6yz = 0 (pt. si riconosca e si studi la conica C−2 determinandone. In E3 (R) sono dati la retta r : ( x−y =k−1 ed il piano π : kx + y + kz = 1. −1) `e il polo della retta r : −3x + 1 = 0 rispetto alla conica Ck . In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano.FACOLTA ` DI INGEGNERIA UNIVERSITA Algebra e Geometria . Se ne determini x + 2z = 1 la mutua posizione al variare del parametro reale k. ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : x − y = 0 e β : y = 2 sono una riducibile e l’altra irriducibile. se la sezione irriducibile `e un’ellisse.4) ˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana kx2 + 2xy + (k + 2)y 2 − 2y = 0. 0.5) • Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli. asintoti: x − y + 1 = 0. √ Risposta k = −1 ± 2 (pt. 2).2) • Le coniche C1 e C2 .

2) • Le coniche C1 e C2 . Risposta k=5 (pt.4) x + 2y − 2z = 2 ESERCIZIO 2. si riconosca e si studi la conica C1 determinandone. centro (proprio o improprio) e assi. In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano. asintoti. 0) che risulta essere il suo unico punto doppio. In E3 (R) sono date le rette h : x−y−z =0 x−y =0 ( ek: 2x − z = 0 2x − y = 0 . Si dica. y=1 2x + y − z = 1 Risposta x+y−z =1 (pt. Risposta 7x2 + y 2 + z 2 − 8xy − 8xz − 16yz = 0 (pt. motivando la risposta. che contiene le rette ( ( x−z =0 x=0 r: ed s : . : incidenti.4) ˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana 3x2 + 4xy + ky 2 + 4x + 6y = 0. Risposta k= 4 3 (pt. −1) `e il polo della retta r : 3x − 1 = 0 rispetto alla conica Ck . (pt. (pt. k = −2 : paralleli e disgiunti Risposta k 6= −2 3 3 Posto k = 1. 3x + y + 7 = 0 e assi: √ √ √ √ ( 5 − 1)x − 2y + 6 + 4 5 = 0 e (1 + 5)x + 2y − 6 + 4 5 = 0. In E3 (R) sono dati la retta r : 2x − ky = 0 ed il piano π : x + (k + 1)y − 2z = 2.10 cognome nome corso di laurea matricola ( ESERCIZIO 1. ( Risposta 2x − y = 0 (pt.3 ` DI BRESCIA . se esiste.2) • i valori di k per i quali Ck risulta una parabola. Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C = (−4. ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : x + 2y = 0 e β : z = 1 sono una riducibile e l’altra irriducibile. Risposta Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0.5) • Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli. si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π.5) .01. Al ESERCIZIO 4.3) ( ESERCIZIO 3. se la sezione irriducibile `e un’ellisse.II prova intermedia .2) Posto k = 1.3) (pt. • Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k. Risposta C1 = t1 S t2 con t1 : ( √ 3 5y + iz = 0 e t2 : ( √ 3 5y − iz = 0 x + 2y = 0 x + 2y = 0 C2 `e un’iperbole in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro iperbolico (pt. 5). Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti. un’iperbole o una parabola. se esistono e sono reali. 0.13.FACOLTA ` DI INGEGNERIA UNIVERSITA Algebra e Geometria . asintoti: x + y − 1 = 0. Se ne determini z = −k la mutua posizione al variare del parametro reale k. In E variare del parametro reale k si determinino: • i valori di k per i quali il punto P = (1.

3) (pt. Risposta Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0.4) x+y+z =4 ESERCIZIO 2. 2). un’iperbole o una parabola. Risposta k = −1/2 (pt.4 ` DI BRESCIA .5) . y = 2 e assi: x − 2y + 2 = 0. si riconosca e si studi la conica C2 determinandone.II prova intermedia . (pt. Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C = (2. Risposta x2 + 10y 2 + 10z 2 − 12xy − 12xz + 24yz = 0 (pt. 0) che risulta essere il suo unico punto doppio. asintoti.2) Posto k = 2. 0. 2x + y − 6 = 0. Si dica. che contiene le rette ( ( x−y =2 3x − y − z = 4 r: ed s : .FACOLTA ` DI INGEGNERIA UNIVERSITA Algebra e Geometria . In E3 (R) sono date le rette h : x − 2y = 0 y+z =0 ( ek: 2x + y = 0 2x + z = 0 . Se ne determini la mutua posizione al variare del parametro reale k. si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π.2) • i valori di k per i quali Ck risulta una parabola. • Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k. Risposta k 6= 0 : incidenti.01. se esiste. k = 0 : paralleli e disgiunti Posto k = 1. Risposta k=0 (pt. se esistono e sono reali. centro (proprio o improprio) e assi.4) ˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana 2kxy + (1 − k2 )y 2 − 8x + 4y + 16 = 0.2) • Le coniche C1 e C2 . ESERCIZIO 4. In E Al variare del parametro reale k si determinino: • i valori di k per i quali il punto P = (1. motivando la risposta. ( Risposta C1 = t1 S t2 con t1 : z+y =0 e t2 : ( z−y =0 x − 2y = 0 x − 2y = 0 C2 `e un’iperbole in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro iperbolico (pt. x−z =2 x=0 Risposta 2x − y − z = 4 (pt.3) ( ESERCIZIO 3. ( Risposta x−z =0 (pt. (pt.10 cognome nome corso di laurea matricola ESERCIZIO 1. In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano.13. −2) `e il polo della retta r : −3x + 8 = 0 rispetto alla conica Ck . se la sezione irriducibile `e un’ellisse.5) • Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli. In E3 (R) sono dati la retta r : ( x−z =k−1 x + ky = 4 ed il piano π : x + ky + z = 4. asintoti: 4x − 3y − 2 = 0. Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti. ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : x − 2y = 0 e β : x = 1 sono una riducibile e l’altra irriducibile.

motivando la risposta.13. (pt.5 ` DI BRESCIA . Risposta k = −3 • i valori di k per i quali Ck risulta una parabola. (pt. 4). si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π. Si dica. ( Risposta C1 = t1 S t2 con t1 : 2x − z = 0 ( e t2 : 2x + z = 0 x−y =0 x−y =0 C2 `e un’iperbole in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro iperbolico (pt. Risposta k 6= −2 : incidenti. ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : x − y = 0 e β : y = 2 sono una riducibile e l’altra irriducibile. In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano.3) (pt. asintoti: x − y + 2 = 0. centro (proprio o improprio) e assi. −1) `e il polo della retta r : −2x + 1 = 0 rispetto alla conica Ck . In E variare del parametro reale k si determinino: • i valori di k per i quali il punto P = (1. In E3 (R) sono date le rette h : x + 2y = 0 y+z =0 ( ek: x+y =0 x+z =0 . Se ne determini x−y =k−1 la mutua posizione al variare del parametro reale k. √ Risposta k = −1 ± 2 (pt. In E3 (R) sono dati la retta r : ( x + 2z = 3 ed il piano π : kx + y + kz = 3. 0. ( Risposta x−y =0 (pt.4) ˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana kx2 + 2xy + (k + 2)y 2 − 4y = 0. si riconosca e si studi la conica C−2 determinandone. Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti. Risposta x2 + y 2 + z 2 − 6xy − 6xz + 6yz = 0 (pt. Risposta Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0.II prova intermedia .5) .3) ( ESERCIZIO 3. √ Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C=(2.2) Posto k = −2. Al ESERCIZIO 4. x+y+z =1 z=0 Risposta 2x − y + z = 0 (pt. se esiste.4) x+y+z =3 ESERCIZIO 2.FACOLTA ` DI INGEGNERIA UNIVERSITA Algebra e Geometria . 0) che risulta essere il suo unico punto doppio. che contiene le rette ( ( x − 2y = −1 2x − y = 0 r: ed s : . un’iperbole o una parabola. k = −2 : paralleli e disgiunti Posto k = 1. se esistono e sono reali.2) (pt. • Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k.10 cognome nome corso di laurea matricola ESERCIZIO 1.5) • Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli.01. asintoti. se la sezione irriducibile `e un’ellisse.2) • Le coniche C1 e C2 . x = 2 e assi: (1 + 2)x − y + √ √ √ 2(1 − 2) = 0 e (1 − 2)x − y + 2(1 + 2) = 0.

5) . asintoti: x + y + 1 = 0. −1) `e il polo della retta r : 3x + 1 = 0 rispetto alla conica Ck .2) • Le coniche C1 e C2 . Risposta x2 + y 2 + 7z 2 − 16xy − 8xz − 8yz = 0 (pt.4) 2x + y − 2z = 2 ESERCIZIO 2. ( Risposta C1 = t1 S t2 con t1 : √ x + i3 5y = 0 ( e t2 : √ x − i3 5y = 0 2y + z = 0 2y + z = 0 C2 `e un’iperbole in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro iperbolico (pt.6 ` DI BRESCIA . k = −2 : paralleli e disgiunti Risposta k 6= −2 3 3 Posto k = 1. motivando la risposta. si riconosca e si studi la conica C1 determinandone.II prova intermedia .4) ˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana 3x2 + 4xy + ky 2 + 4x + 2y = 0. se la sezione irriducibile `e un’ellisse.13. (pt. ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : 2y + z = 0 e β : z = 1 sono una riducibile e l’altra irriducibile. 0. che contiene le rette ( ( y−z =0 y=0 r: ed s : . • Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k. asintoti. si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π. −1). 0) che risulta essere il suo unico punto doppio.2) Posto k = 1.FACOLTA ` DI INGEGNERIA UNIVERSITA Algebra e Geometria . (pt. Risposta Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0. ( Risposta −x + 2y = 0 (pt.3) ( ESERCIZIO 3. Al ESERCIZIO 4. centro (proprio o improprio) e assi. In E3 (R) sono date le rette h : x−y+z =0 z−y =0 ( ek: x − 2z = 0 y − 2z = 0 . : incidenti.01. Risposta k=3 (pt. In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano. Si dica. Se ne z = −k determini la mutua posizione al variare del parametro reale k. 3x + y + 1 = 0 e assi: √ √ (1 − 5)x + 2y + 2 = 0 e (1 + 5)x + 2y + 2 = 0. se esiste.2) • i valori di k per i quali Ck risulta una parabola. se esistono e sono reali.5) • Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli. x=1 x + 3y − z = 1 Risposta x+y−z =1 (pt. Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti. Risposta k= 4 3 (pt. Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C = (0. un’iperbole o una parabola. In E variare del parametro reale k si determinino: • i valori di k per i quali il punto P = (1.3) (pt.10 cognome nome corso di laurea matricola ESERCIZIO 1. In E3 (R) sono dati la retta r : ( −kx + 2y = 0 ed il piano π : (k + 1)x + y − 2z = 2.

In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano. che contiene le rette ( ( x−y =3 3x − y − z = 6 r: ed s : . centro (proprio o improprio) e assi.13. ( Risposta x−z =0 (pt.10 cognome nome corso di laurea matricola ESERCIZIO 1. se esistono e sono reali. Risposta x2 + y 2 − 5z 2 + 4xy + 8xz − 8yz = 0 (pt. In E Al variare del parametro reale k si determinino: • i valori di k per i quali il punto P = (1. se la sezione irriducibile `e un’ellisse. (pt. se esiste. ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : x − 2z = 0 e β : x = 1 sono una riducibile e l’altra irriducibile. In E3 (R) sono dati la retta r : ( x−z =k−1 x + ky = 7 ed il piano π : x + ky + z = 7. Se ne determini la mutua posizione al variare del parametro reale k. si riconosca e si studi la conica C2 determinandone. Risposta Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0. 4). y = 4 e assi: x − 2y + 4 = 0.2) • i valori di k per i quali Ck risulta una parabola.3) ( ESERCIZIO 3. In E3 (R) sono date le rette h : x − 2y = 0 y+z =0 ( ek: x+y =0 2x + z = 0 .2) • Le coniche C1 e C2 .5) • Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli.01. un’iperbole o una parabola.4) x+y+z =7 ESERCIZIO 2. k = 0 : paralleli e disgiunti Posto k = 1. (pt.5) . Si dica.FACOLTA ` DI INGEGNERIA UNIVERSITA Algebra e Geometria . x−z =3 x=0 Risposta 2x − y − z = 6 (pt. asintoti: 4x − 3y − 4 = 0. asintoti.II prova intermedia . motivando la risposta.7 ` DI BRESCIA . Risposta k = −8 (pt. ESERCIZIO 4. Risposta k=0 (pt. −1) `e il polo della retta r : 59y + 52 = 0 rispetto alla conica Ck . 0. • Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k. Risposta k 6= 0 : incidenti.2) Posto k = 2. Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti. ( Risposta C1 = t1 S t2 con t1 : √ y − i 15z = 0 ( e t2 : √ y + i 15z = 0 x − 2z = 0 x − 2z = 0 C2 `e un’iperbole in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro iperbolico (pt. 2x + y − 12 = 0. 0) che risulta essere il suo unico punto doppio. si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π.3) (pt. Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C = (4.4) ˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana 2kxy + (1 − k2 )y 2 − 16x + 8y + 64 = 0.

se esistono e sono reali. Risposta k=1 • i valori di k per i quali Ck risulta una parabola. In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano. asintoti. motivando la risposta. x = 4 e assi: (1 + 2)x − y + √ √ √ 4(1 − 2) = 0.4) ˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana kx2 + 2xy + (k + 2)y 2 − 8y = 0.2) Posto k = −2. centro (proprio o improprio) e assi. ( Risposta x−y =0 (pt. Si dica.3) ( ESERCIZIO 3. che contiene le rette ( ( 2x − z = 0 x − 2z = 0 r: ed s : .II prova intermedia . asintoti: x − y + 4 = 0. se esiste. (1 − 2)x − y + 4(1 + 2) = 0.8 ` DI BRESCIA .13. In E variare del parametro reale k si determinino: • i valori di k per i quali il punto P = (1. (pt.3) (pt.4) x+y+z =4 ESERCIZIO 2. x+y+z =0 y=0 Risposta x − y − 2z = 0 (pt. se la sezione irriducibile `e un’ellisse. −1) `e il polo della retta r : −3y + 2 = 0 rispetto alla conica Ck . In E3 (R) sono date le rette h : x + 2z = 0 x + 2y = 0 ( ek: x+y =0 y+z =0 . (pt. √ Risposta k = −1 ± 2 (pt. si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π.5) .2) • Le coniche C1 e C2 . √ Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C = (4.10 cognome nome corso di laurea matricola ESERCIZIO 1. ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : x − y = 0 e β : y = 2 sono una riducibile e l’altra irriducibile. 8). si riconosca e si studi la conica C−2 determinandone. ( Risposta C1 = t1 S t2 con t1 : z + 2x = 0 ( e t2 : z − 2x = 0 x−y =0 x−y =0 C2 `e un’iperbole in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro iperbolico (pt. Risposta Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0. • Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k.2) (pt.5) • Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli.01. Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti. Risposta x2 + y 2 + z 2 − 6xy + 6xz − 6yz = 0 (pt. Al ESERCIZIO 4. k = −2 : paralleli e disgiunti Posto k = 1. un’iperbole o una parabola. Risposta k 6= −2 : incidenti. 0) che risulta essere il suo unico punto doppio. In E3 (R) sono dati la retta r : ( x−y =k−1 ed il piano π : kx + y + kz = 4.FACOLTA ` DI INGEGNERIA UNIVERSITA Algebra e Geometria . Se ne determini x + 2z = 4 la mutua posizione al variare del parametro reale k. 0.

Risposta 7x2 + y 2 + z 2 − 8xy − 8xz − 16yz = 0 (pt. motivando la risposta.3) ( ESERCIZIO 3. si riconosca e si studi la conica C1 determinandone. che contiene le rette ( ( z−x=0 z=0 r: ed s : . 4).II prova intermedia . si determini una rappresentazione cartesiana della proiezione ortogonale di r su π.01. −1) `e il polo della retta r : 2x − 1 = 0 rispetto alla conica Ck . • Si determini un’equazione cartesiana della superficie Q generata da h nella rotazione di asse k. asintoti. un’iperbole o una parabola. In E3 (R) sono date le rette h : x−y−z =0 x−z =0 ( ek: 2x − z = 0 −y + z = 0 .13. Si dica.4) x − 2y − 2z = 3 ESERCIZIO 2. se esiste.3) (pt.2) • i valori di k per i quali Ck risulta una parabola. ( Risposta 2x + y = 0 (pt.9 ` DI BRESCIA . se la sezione irriducibile `e un’ellisse.10 cognome nome corso di laurea matricola ( ESERCIZIO 1. ed il piano π : x − (k + 1)y − 2z = 3. Se ne determini : incidenti. Si dica quale `e la riducibile e se ne determinino le rette componenti. (pt. 0. y=1 x − y − 3z = −1 Risposta x − y − z = −1 (pt. asintoti: x + y − 1 = 0.2) Posto k = 1.FACOLTA ` DI INGEGNERIA UNIVERSITA Algebra e Geometria . Risposta k= 4 3 (pt. Al ESERCIZIO 4.5) .5) • Si riconosca Q e se ne determinino gli eventuali punti multipli. 0) che risulta essere il suo unico punto doppio. k = −2 : paralleli e disgiunti Risposta k 6= −2 3 3 Posto k = 1. se esistono e sono reali. Risposta k=4 (pt. (pt.4) ˜2 (C) sia consideri la conica Ck di equazione cartesiana 3x2 + 4xy + ky 2 + 2x + 4y = 0. centro (proprio o improprio) e assi. Risposta Si tratta di un’iperbole di centro C = (−3. In E variare del parametro reale k si determinino: • i valori di k per i quali il punto P = (1. Risposta C1 = t1 S t2 con t1 : (√ √ 7x + i3 2y = 0 e t2 : (√ √ 7x − i3 2y = 0 y+z =0 y+z =0 C2 `e un’iperbole in quanto sezione piana irriducibile di un cilindro iperbolico (pt.2) • Le coniche C1 e C2 . 3x + y + 5 = 0 e assi: √ √ √ √ ( 5 − 1)x − 2y + 5 + 3 5 = 0 e (1 + 5)x + 2y − 5 + 3 5 = 0. In E3 (R) si determini una rappresentazione cartesiana del piano. In E3 (R) sono dati la retta r : 2x + ky = 0 z = −k la mutua posizione al variare del parametro reale k. Risposta Si tratta di un cono dotato di falda reale con vertice in V = (0. ottenute sezionando Q rispettivamente con i piani α : y + z = 0 e β : y = 1 sono una riducibile e l’altra irriducibile.