You are on page 1of 26

Associ^zione

Ofonesedi StoriaPatria

ORTONA
TRA
OTTOCENTO
E
NOVECENTO

AZIENDA AUTONOMA DI SOCGIORNO E TURISMO

SommaÌio

INIRODIZIONE AD TJNAMOSTRA
Antonio Falcone
pac.3
I-A RICOSTRUZONEIJRBANISTICA
Ginrgio Ttndegiacono
pag.5
ILTIJRISMO
Elio Giannetti
pag.6
1874:UN SETTIMANA$ A ORTONA
EmmaDarino
pac S
LA RIVOLTA POPOLAREDEL 1885
Enilia Polidoro
pag.10
LA FIACCOLA
Elio Gíannetti
pag.12
T]ISTRUZIONEPI]BBLICA IN ORTONATRA 8OOE 9OO
Enilia Polídoto
pag.l4
IL COLLEGIO ELETTORALE
EIio Giannetti
pag. 16
UNA RASSÉGNASTAMPADI 122ANNI FA
pag.11
DOCUMENfi
pag.2l
IL CIRCOIO DI CI'LITJRA POPOLARE
EIio Giannetti
pag.24

Indice delle illustrazioni

paE 'l

Stabilinznto balneare" Du Venerc"

pa8.8

Ca edruledi S. Toùùn$o

pag.9

Cotte oArugonese

pag.| 0

1885incendiodelMunicítio (dh.Enodi l4ncenzo
Bonanni)

pag.l2

PassegBiataorientalc

pag,13

CotsoVìIotu Ennnuele

FaE,m

Castèlloe Conyento
dti dotneúcanìvistidalpofto

@Associazione
Oton€se
di Sroria
Patria

Finito di stamparÉnel nese di luglio 1996

C.{saElitrice înari
PalazzoMonaco-LaValletta
via SanCamillode lÉllis,5r - 6601IBucchianico
(Ch)!el.€ fax 0871/382343

Neuaioîodìcopetîia údíseg@dilhcerzo BMn,

apparc suM stwdi

"Ia Fa&ola" Mt t9t&.

INTRODUZIONE
AD UNAMOSTRA

L Associazione
Ortonese
di StoriaPaÍia,sortalo sco$oannosullabasedi
esperienze
di impegnocultùralee con il fine dellaricercae dellostudiodi temi
storici,al finedellapromozìone
dellaconoscenza
e dellatuteladeibeniculturali,
organizzadÀl3
al 16agostounamostradocumentaria
a Palazzo
Famese,
daltitolo
"Ofona tra Ottocento
sigrìificativo
e Novecento".
La Mostraè il risultatodi unaricercachei socidell'Associazione
hanno
cunto suun periodomoltopalticolareperla storiadi Ortonae dell'interoAb zzo:ì'epocacbeva dagliultimi decennidell'Ottocento
sinoalloscoppiodellaprima guerramondiale.La Mostranonè certoesaustiva
di un periodocosìvastoe
così complesso,ma è solo un momentodi ricerca;complessità
di ricercasi
evìdenziava
manmanonell'itinerario
di studio,poichèi documentisonotanti,a
volteanchenonfacilmente
omologabiliadunaunicitadi indirizzo,matuttitestimoniantila vastitàdeldibattitopolirico,amministrativo,
civile,cultuúlediOrtona
rel perìodoe la dinamicitùdeicommerci,
delleattivitàeconomiche
e sociali.
I dibattitie le sceltecheawenivanonelConsiglioComunale,
adesempio,
testimoniano
lo spessore
delleiniziativeintraprese,
notevoliperl'epoca;iprogetj doclrti, le opere,le conferenze,
Ieattivitasocialiedeconomiche,
djmostratecon
menti,i manifesti,i giornali,sonotanti;soloalcunimaterialidi documentazione
sonosfaÍ espostr,
La Mostrasi articolasoloin partesu un percorsocronologico.
Abbiamo
privilegiatosoprattutto
un discorsomonotematico,
con la presentazione
di documentisu specificiseîtori,qualila scuola,le operepubbliche,
le iniziativeeconomiche,igiomali d'epoca,etc..I documentivengonosempreaccompagnati
da
didascalie
illustrativedel loro significato,
affinchèla comprensione
siamassima.
Sonoesposte
anchemoltefotografiedi monumenti,
vie, piazze,palazziper mostrarcqualepotevaessere
l'aspettourbanodi Ortonaalìafine dell'Ottocento;
un
particolare
risaltoè statodatoallo studioperla ricostruzione
urbanistica
delcentro urbano,realizzato
perla primavolta,insiemeconla ricostruzione
toponomastica.I giornalid'epocapoi, il cazzettinodel 1874,la Fiaccola,pubblicara
per
vari anniagliinizi delNovecento,
e altri fogli nonstampati,
dimostrano
Iavivacjtà politico-culturale
di Ortonanel periodo.
Chi hapazienza
e leggequantoè esposto
nellaMostrae guardaconattenzionele fotografieo i giomali,si accorge
subitodellavastitàdelleiniziativeche
venivanointraprese
ed ancheammimla bellezza
di certiangoli,di certevie,che
avevanoùnaloro autentica
identiià,orain gmnpartepurtroppoperduta.

Questoopuscoloillustracon alcuniarticolie alcunefoto aspettidiversi
ma
dellaMostrastessa,
dellaricercacompiuta;è un contributoalla conoscenza
ùn'epoca.
del lavorocompiutoper megliocomprcndere
ancheunatestimonianza
di unapafe delnostropassato,laMoe allaconoscenza
Oltreallacomprensione
quellodi accrescere,
nellapubblica
strahaperòun altrointentochenonnasconde:
perla tuteladeibenistorici,artistici,monumentali
e cultuopinione,la sensibilità
rali in generecheeranotanti e di tantovalore,e chesonoancomrimastinumerosi
se cresce,essipohannoessere
e importantiin Ortona;sec'è questasensibilita,
difesi, tutelatied anchestudiatie rccuperati;semancaqùestasensibilità,il degracondanniulteriorimoltogravi.
do, dovutoall'incuria,continuerà
ringraziogli Enti chehannopatrocinato
la noA nomedell'Associazione
I'utilizzodi Palazzo
Famese
strainiziativa:
ilComùnedi Orton4checihapermesso
di documentiesistentiin Archivioe in Biblioteca,il Centro
e la consultazione
sededi Chieti,e l'AzieÍdadi Soggiomo
ServiziCulturalidellaRegioneAbruzzo,
che
di Ortona,inte enutiper alcunespese.Ringrazioi socidell'Associazione
dellaMostraei collezion;
sonostatimoltoattivinellaricercae nell'allestimento
sti ValterTmvaglinieLuigiMarcucci,sempredisponibiliadoffrireai ricercatori
tuttoil materialedocumentaiodaessirepento.

Luglio| 99ó

LA RICOSTRUZONE
URBANISTICA

ln occasione
di questa
Mostradocumenîaria,
hocercatodi ricosúuire,
come
ipotesidi studio,comedovevaessere
ìl centrourbanodi Oftonaneqliultimi de_
cennidellO(ocento.
Essenzialmente,
il centrourbanogravitavanell'area
Castello_porta
Caldari.
sull'asse
stradale
attuale
CorsoVittorioEmanuele-Corso
Matteottì,le
antiche..stradegrandi"diTerranova
e Tenavecchia.
Tantestruttureviarie,comeVia SaDienza
o Via Ciudeao Vic Amenai Terrnova.o via Acciaiuoli,
Via Morosini.Vico
Bonellia Tera\ecch;a
sonorinasteinalterate,
conuni orgrnizzazione
nelìrpri_
ma areadi unacittàmedievale-rinascimentale
e nellaseconda
di unacittàro;a_
no-bizantina-medievale.
In questaricostruzione
ho ìndividuato
doveeranoad esempioìuoghipub_
blici di incontro,quàlile chiese,cheavevanounafunzioneaggregante
n'otwole
suÌpianosocio-civile,
oltrechereligioso.Le antichepofe esistevano
ancora:a
sùdPonaCaldari,dacuisi allungavano
Via Costantinopolie
I'attualeVia Libefà,
conpochissimi
edifici;adovest,portaSanGiacomo,chedavaversoSantaLibe_
rata,e Fontegúnde,
a nordIa PortadelCarmine,conla direttricedell,attuale
Via
Roma(cheportavaai Convenrideì Carminee dei Cappuccini)e Ia stradadel
Peticcio(viaTripolinonesisteva);
versoil porto,c'eranoIe portedellaMarinae
del Carbonaro.
L Orientale,
nell'attuale
percorso,
venneapertonel lgg2,mentre
prrmaesrstevano
solo tratti di stradaversojl mare,comela Ripa Crandee la
RipetLa.
Le duepiazzeprincipalisonosfateallargate
negliuhimi decenni:piazza
dellaRepubblicae
PiazzaS.Tommaso
(cjtoinomi attuali)eranomoltoDiùstret_
te.L areatr0viaCrvoure viaMonteMaielberaedificera
pochissimo:
i.edificio
ma8siore
erail Convenlo
deiFmliMinoricon13Chiesa
di È. MarirdelleGrazie.
Accantoalla ricostruzioneurbanisticac'è una cercatoponomastica.
DerIÍt
ìndividuazione
deinomrchevenivano
usrliperle viesubitoàopoI.Unirà
d.ìrclic:
primadel 1800.;nfafli.pochissime
\ie eranodenomjnile.
le mrggiorprne dei
Iuoghieraidentificata
dallapresenza
di unachiesa.
E' statatralasciaìa
I,areadella
marinae delporto,chehasubitonegliultimi 130annigrandissimi
cambiamenti,
cheìneitanounaricercaa parte:il paesaggio
è totalmente
cambiatoper l,inter_
ventodell'uomo,cheha,tra l'altro,sottratto
al marcgrandisDazi.
ricerca
nonè certamente
QuesLa
esrustiva.
maJun contributo
rd unacono_
scenza
checercadi basarsi
sudatiscientificie storiciesatti.Confrontando
ìa real_
tàurbanistica
ortonesedi
centovent'anni
fa circa,ci rendiamo
contodicomesi sia
trasfbrmata
Ortonae forsenonsempreperil meglio.
Giorgio Zandegiacoto

ILTURISMO
il
é ilperodoin cuì cominciaa svilupparsi
metàdell'Ottocento
La seconda
delI'inaùgDrazione
senzadÙbbio
é
stato
turismoin Oftona.Fattoredeteninante
avvenutanel 1863,cherichiamòun discreto
la lìneaferoviariaPescara-Foggia,
nunìercdi villeggiantiestivipropriodai Paesidellaprovinciadi Foggiai quali
Ie nostrespiaggeinvecedi
frequentare
trovaronopiù comodoe più convenieDte
impreparata
adaccoglierlipermotivi
Ed Orlonanonsi trovò
quelledelGargano.
anniocdellaferrovia.Difattidùrantei cinque-sei
semprelegatiallacostruzione
ospitato
Ortona
aveva
lineafenata,
della
nuova
costruzione
corsiperi lavoridella
case
quali
avevano
occupato
numerosiingegnerie tecnicicon le loro famigliei
chedopoil 1863eranoimastesfitte.Daunlato,qùiDdi,i vìlleggianùmmobiliate
dall'altrogli ortonesifuronobenlieti di accoti frovaronociò cheli soddisfava,
convenientiCi si resesubitoconto,
glierli e di riservareloro prezziabbastanza
unanuova
al marepotevaessere
infarti,cheqùestanuovamodadi villeggiatura
accoassecondarla
gli
cercarono
di
percui
ortonesi
per
lacittà
fontedi guadagno
l'ortonese
Cianbattista
turistiGianel1869,infattì,
gliendoconsommagioiaquesti
e I'Amministraziobalneare
diimpiantareunostabilimento
Canosaavevadeciso
piccolo
contributoin
per
un
la
realizzazione,
gli
concesso,
ne Comunale aveva
"..
pure
alla
vantaSSío
balnearefec va
quantoriconosceva
chelo stabilimento
generalítàful paesa,pet la cotnoditàcheoffreaiforestieri, pet Ia qualeíl concor'
so saràsenpre mtl\4iore degli anni precedenti,tron trorandosi ilx essu,rLltro
pn?s?circonvicino o stabili rcntosimìlî
celementepersfnì arequestanuova
Lacittàsi eraorganjzzataabbastanza
operantieranodue:"Iride" e
gli
balneari
t889
stabilimenti
risorsa.Difatti nel
" In cittàfunzioprezzi
,'rodicissiml
"stellad'Italia"e le "d, itazioniàecentieda
trattesi organizzavano
ùnaCasadi conversazione,
navanotre alberghi,esisteva
popolari
mùsica,
feste
niùentiserali,balli,
confrontideipaesi
svantaggiatanei
cheponevaOrtona
Unicoinconveniente
e la Cittàe dalktdifficoltà
vicini eradato"ddls€nsibitedistiwllo tra Ia spiagSiT
pro
lra il paesee il nare"
t4
ed
econonxica
conxoiln,
di avereutn cotnunicazione
decise,
il 5 maggio1890,
il ConsiglioComunale
Perovviarea taleinconveniente
deliberazione
nel | 892.Nella stessa
chevenneinaugurata
ùnafunicolare
di coshuire
bal eare
stagione
neLla
dei
che
"
l'intentento
riconoscev
a
il Consiglio
forestieú
di anno
é
1ndttto
paese
e
clre
tale
intenefito
formctutla dellepri]rcipali risorsedel
.-." percùi avevaritenutoopportunonominaleun'apposita
h aflnoaumentcttldo
allastagione
tuttele attivitàdi supporto
di organizzare
I'incarico
con
Commissione
turislica.
ed extra
cittadinaversoil flussoturisticoregionale
Tùttaquestasensibilità
in Ortonanel periodolù_
regionaleportòadun continuoaùmentodellepresenze
a scîrcominciarono
prendere
in
affitto
le
case
da
glio-agosto.
Conseguentemente

IL TURISMO
il
é il perodoin cui cominciaa svilupparsi
metàdell'Ottocento
La seconda
delI'inaugurazione
é
stato
senzadubbio
determinarte
tùrismoìn ortona.FaÍore
nel 1863'cherichiaÌnòun discreto
avvenuta
la lineafeffoviariaPescara_Foggia,
nùmerodi villeggiantiestivipropriodai paesidellaprovinciadi Foggiai quali
Ie nostrcspiaggeinvecedi
frequentare
trovarcnopiù comodoe più conveniente
adaccoglierlipermotivi
trovò
imprcparata
Ed Olona nonsi
quelledelGargano.
anniocdellaferrovia.Difattidurantei cinque-sei
semprelegatiallacostruzione
della nuovalineaferrata'Ortonaavevaospitato
corsiperi lavoridellacostruzione
numerosiingegnerie tecnicicon le loro famigliei qualiavevanooccupatocase
chedopoil 1863eranorimastesfitte.Daùn Iato,qùindi,i villeggianammobiliate
dall'altrogli ortonesifuronobenlietì di accoti trovaroÍociò cheti soddisfava,
convenientiCi si resesubitoconto,
glierli e di riservareloro prezziabbastanza
unanuova
al marepotevaessere
infatti,chequestanuovamodadi villeggiatura
accodiassecondarla
percuigli
ortonesi
cercarono
per
guadagno
lacittà
fontedì
Gianbattista
1
infatti'
I'ofonese
tu sti.Giànel 869,
gliendoco! sommagioiaquesti
e I'Amministlazio_
balnearc
unostabilimento
di impiantare
Canosaavevadeciso
piccolo
contributoin
un
per
la
rcalizzazione,
gli
aveva
concesso,
ne Comunale
"..
pure
rantagSío
alla
rec
\a
balneafe
quanroriconosceva
chelo stabilimento
Be erulità del paese,per Ia conodità cheolfreaíforestieri' per Ia qualeil concor'
so sarà se xpremagSnre degli Lrllniprecedenti,non trovandosiin nessu'|alÍro
paesecirco l)icittowú stabilinentositnile"
questanuova
persfruttare
celermente
abbastanza
Lacittasi eraorgarìjzzata
due:
"Iride" e
erano
gli
balnearì
operanti
stabilimenti
nel
1889
risorsa.Difatti
prezzi
In
ciltì\'f[nzionlodicissini"
"stellad'Italia"e le "dlriîaaiofiidecentieda
ttattesi organizzavano
unaCasadi conversazione,
navanotre alberghi,esisteva
popola
feste
musica,
nirllentiserali,ballj,
neiconfrontideipaesi
svantaggiata
cheponevaOrtona
Unicoinconveniente
vicjni era dato "rlal rsnribile dklivetlo tta Ia spi.t88i4e la Città e dalla difrcoha
prcntaedecononicatra il paesee ilnare"
comoda,
.li avereunaconunicaaione
il ConsiglioComullaledecise'il 5 maggio1890,
Perovviarea taleinconveniente
deliberazione
nel I 892.Nella stessa
chevenneinaugurata
unafunicolarc
di costruire
balnedre
nella
stagione
deiforestieri
"l'intenento
riconoscevache
il Consiglio
tli aNP
é
andato
paese
intenento
e
clle
tuIe
forma tutt tlelle principaLirìsofie del
un'apposita
nominare
,.." per cui avevarifenutoopportuno
in annottunxentando
alla stagione
vità
di
supporto
tutte
Ìe
atti
organizzare
di
con
I'incarico
Commissione
turistica.
ed extra
Tuttaquestasersibilitàcittadinaversoil flussotùristicoregionale
in Ortonanel periodoluregiondeportòadun continuoaumentodellepresenze
a scarcominciarono
prendere
in
affitto
da
le
case
glio-agosto.
Conseguentemente

se8giare
ed i prezzi,naturalmente,
subironoun sensìbile
incremento.
Un articolo,pùbblicatosùl n' l2 del periodicoortonese
"La Fi^ccola"del
1906,ci presentaùn quadroabbastrìnza
particolareggiato
della rcaltàturistica
ofonesedell'iniziodel secolo:
"... Ortonacontinuaadesserefrequentata,
durantte
la stagione
estiva,da ungran,
dissitno
nwnetodiforestierichequiacco onononsolodagLiAbru.zi,.laLMolise,
tlalle PugLie,na aflche da Ronn, da Firenze,da BoloSna,ecc--.. I due grancli
stctbilitnenîi
balneari"lride" e "De&Venere"sonotra í píìrgraziosideLlacosta
adriaticae rispondotrc
a tuttele esigenae.
HannoelegaLrri
saledi tatteni,nento.
yespertirrc,
piaîtafome
anrpie
oye,nelle orc atltinlerídìarrce
forestieri e citÍttdi i
si fdccolgonoper conyersare
,.. TranNayse carrozle.ftrnno
senizio frn i due
stabilitnentie h ciîtà...".
Il serviziodi tranvai,clri si riferisceI'anicolista,erastatodispostoin sostiluzioDedellaFunicolare
che,dalmomento
dellasuainaugurazione,
avevafunzionafosollantosporadicamente
pervisfosecafenzedi sicurezza.
All'inizio del secoloil numerodeglialberghiera arìmentato
a quatrroin
quanto!nelfrattempo,
erastatoapertol'albergo"Gobbo"allaMarinae il numero
deiristorantiedelletrattorie
superava
ledieciunità,strutture
certarÌente
all'avan
guardiaperqueitempichedimostrano
la grandeimportanza
cheOrtonaattribuiva.sià ur secolofa. al turismo.
Elio Gian etti

,, DecVencn)
Orlor! - sloblllm?nlo
Baheure

187:l:UN SETTIMANALE
A ORTONA

'''

ScopfireI'essere
'C.ìzzettino
popodcì
ìùe' è st,ìraunr lèlice soryresiL
cne!Pero!
ha conlemirtoìa vi\ a c i t ì Lc ùl l u r a l e d i
Ortona rcl sccordo
Otrocento.
Questo-siofnaìeven i \ . ì p u b b l i c a t on e l
l 8 l - 1 i n O r t o n ac o n
cadenzxseltinriÌniìle.
E I n g i o rn a l ep o l i
I i c o . c c o n o ì n ì c oc
letterrfio.difctto da
Antorio Napoìeonc,
nlîe\lfo elenrentlfee
p e r s o n r g g i ov ì r a c e
nellit sua epocaive
niva slaìrpiìtonclla
Tipografiadci FratelliBiìchcr.L'ufiicio di dìfezìonee delÌ lÙlrnrinistìîzione
dcl giornalccra rella salìtadclh Concordia'n.4 (corrispondente
rlÌ rtLuale
vìa Luisa d'Annrìnzio.tra Piazzadclla RcpLìbblìca
c PiazzaRisorgìrnento).
Lr puìrblicazionedeì 'G.ìzzetlino popolare'îveva coDreinrendi mentoqueìIo
in
discuoter€la pubblicaopinioneelacittà,che.secondo
ircdatlori.crà irìlmefsa
unagràndeàpatìqdi vìgilarcsùglirÌttidelì'Anrminisnnzione
ùlùnicip.ììe
e rtvvi
vareil cultodegliuominiinsignidellacittà.Il giomaleebbesicuramente
un g|anpressoun pùbblicodi lcllorialtcntoe coslante:
de successo
inflltlìnonsi potrcbbc
giùstilicarcinaì1roDlodouDapubblicazionesettimanalcneì
I874,ir unacittadina
piccolacomeOftona.
Il periodìcoè un esempiodi finegufo giomalìstico,
riccodi rrticolicùltù
rali di grandeprcstigiochcdelineano
un periodostoricoccrfamcnlc
intercssante:
dî pocoè statîacqùisita
Roììracolllecapit.ììe
deìgìov e strtoìnonrfchicoe fblte
ù il dibattifopolìticosrìlrnpportoStatoChicsa.sullcdccisionidcl GovcrDodelìa
Desù-astorica che va aììî ricefca deì pareggiodeì biìancio deìlo Stato in fòrte
deficil.Dì lutlo ciò vieneregistrata
l'eco negliaficoli. f abilitàgiornalistica
dei

redattot
i consente
iì trasl'erimento
dellasitùazione
politicaed economìcrnaziona_
lc a quelìalocale-AlloraeraSindacodì Ortona...Massari;la sùaAmministrazio
nee fbrtemente
criticatrsuliepaginedelgiofirale;
decisesonole segnalazioni
di
atti di caftivaamminìstrazioDe
e ripelutesonole rìchiesrecheatlraversoil gìorna_
le vengoìroinviate agìi amnlinifratori. iqLìaìi, in verità, seìnbranosordi ad ogni
soìlecitazìoneGli scriLti,inolt|1r,
testinlonixno
ùn vivo e alteDtointercsse
per Ie
esperienze
ìettcrarie;
molteplicisonole pubblicazìoni
di rrccontie novellefricca
è anchela sezìonedclla rccensìoùedi opercdi vario genere.
Laspetto, però, sicLìranrente
più interessaìrte
del settimanaleò h cìnnaca
locaÌe.con gli aÍicoli e gli avvisìinserilinell'ùltimapagina.
I contenuti
raccoltidanio al leÍoreodie.nounaìùmaginemoltoviva dellt
vitacitfadina
chesi svihppalm lnilleprobìemiquotidirninonisoÌti, ma è anche
anicchitadiì lèrmenticulruralie occasioni
di vita sociale.
L Ortonà che affiom da qÌìestecronacheò ùn cenlro turist'co fiorente di
dttivitàcommercidli,
attenlir
aììascolarizzazione
(tral'nltro,si fichjedeI'apertùa
di unascloln naDtic.ì),
dotatiìdi unî fiìàrmonica
comunalc,
îieradei suoì;oì]rini
insigDì.
di cui è prontaa sottoliÌreare
le ,avveìlture'
culturali.
Ortolla, però, è ancheober-atadì problemi: le stradedisses(ate.Ie fogne
manclÌnti,
I'ill0minazione
carente.
ìe scarse
condizioniigienichedi r,ita,gìì spìzi
ut)anl ìlon sempfea nrsLìn d'Donlo.
Insomma,
un quadfoprecisodi Ortonrdi 122annifi: dallepagìnedel set
liÍnanaìeIa cittàe i suoiabitantisenìbnnoessere
oradavanti:ìi nosti occhi.

EnuttaDayino

ortonaa mare
,qltico Cast€llo

LA RIVOLTAPOPOLAREDEL I885

agli
Il mattinodel 19 aprile1885,molti contadinidelleville si uniscoDo
famiprogetto
di
tassa
di
un
ùna
fermaprotestacontro
e
iniziano
afigiani ortonesi
glia.Hannocomevessìlloil ritrattodelre UmbertoI" e duebandieretricoloi
piazzarnunicipio,
E' giomodi mercatoe, qùandoalle 9,30raggiungono
Co_
grida
assordanti.
le
diventano
eccitano,
animi
si
quattromila.
Cli
sonocirca
mareaumenta.Il
pubblica
L
esasperazione
conla forza
minciaunacolluttazione
le armiin c^ser
presenti
di andarea prendere
scialloordinaai pochicarabinieri
genteabbatteil
persorvegliare.
Una
fiumanadi
restano
guardie
municipali
ma,le
portone
del
municipio,si
il
scardina
ufficio
cancellodi ferrodell'antico
Postale,
getta
piazzasedie,
in
tutto.Dallefinestre
riversasullescaledel pal^zzo,devasta
chiusejn
pohrone,mobili,registridellostatocivile e del catasto,1l pergamene
tempo.Quandogiungonoi carabinieriarmati,nellesale
archivio,in brevissimo
delmunicipioardonole carte;ilfumo, diffusoovunque'toglieil respirolfacino_
subito
rosifuggono,ma gli anesticominciano
di salvareil salvabileln
inutilmente
volontari
tentano
Soloalcunicittadini
e
del re il giudiceistruttoreche
giornatapoi giungonodaLancianoil procùratore
provvedono
all'arrestodi altri 50 cittadini,dicui molti jnnocenti.

i0

Caus€
Le causepotrebbero
ricondursiadue
situazioni:
I'unalocale,l'altm naziovocigiornalistiche
quantoattendinale.Secondoalcune
deltempo,nonsappiamo
L amministrazione
bili, in città si eranoverificatiepisodispiacevoli.
comunale
avevadatoappaltiadamicidiconsiglieri,triplicandoallafineilprezzoinizìaledi
gara,chiestoprestitia inferessi
troppoalti,contrattodebitiperoperepubblichee
poi storDati
peraltri lavori.Il disavalzodelbilanciocomunale
avevaraggiùnto
L.
40.000coninteressi
al 127,.
Un manifestodel 1884,firmatoda5 consiglieicomunalidenunciai fatti,
quandosottoil pretestodellacostruzione
di un acqùedotto
si vuoleimporrela
tassadi famiglia,chein effettideveservirea coprireil deficit.Il proclamascuote
gli animie suscitaconsensì.
La crisieconomica
eùrcpeadell'ultimoOttocento,
dovùtaall'apertura
del
Canaledi Sueze all'invenzione
dellacellafrigorifero,colpiscesopraîtùtto
l'ltalia, dovele tecnicheagricolesonopiù anetrate.Le regionimeridionalipoi, che
puntatoallecoltureestensi
avevano
ve,sonodoppiamente
svantaggiate.
Gli indu,
strialidelnorde i latifondistidelsudsicoalizzano
controlaconcon€nza
internazjonaleimponendo
tariffedoganali,manonpossono
impedirela ritorsione.
Le venditedi olio,vinoedagrumicrollanosuimercatiesterie il sudimpoverisce.Si diffondonoideeanarchiche
tra i braccianti,
si verificanoincendinotturni,devastazioni
di vignetie uccisionidi bestiame.
Divampano
ovunquerazzje
e rappresaglie.
La rivoìtaofoneseva inseritanelcontestosenerale,
Venti anni dopo
I fatti del I885 nonrestanosepoltinellamemoria.Dopo20 anni,nel 1906
le emozionisonoancoravive.Le tracce,ancorauna
volta,emergono
daigiornali
locali.
GiovanniMazzoccone
di Caldarisu "l'Altra Campana"
accusail capitano
Tommaso
Berardidiaveraizzato
lafollaecontempomneamenfe
di avercontribuito
a far condannarc
degliinnocenti.
Bemrdirisponde
sfidando
a duelloMazzoccone,
servendosi
del dott.SilvinoCrocee I'avv.De Luca.La provocazione
non viene
per
mccolta.Berardidenuncia
Mazzoccone diffamazione.
La causasì celebrapressoil tribunaledi Lanciano,allapresenza
di tante
personee nùmerositestimoni.La sentenza
è dell'll luglio 1908,ore 20. G.
Mazzoccone
devepagarel.200lire di multapiù spesedi giùdizioe scontarel0
mesidi reclusione.
Chesiaquesta
la ragione- cioèlacolpevolezza
diMazzoccone,
abitante
di
Caldari- percui ì'incendioè passato
nellastorialocaiecomeoperadeicaldaresi?
Emilia Polidom

lt

LA FIACCOLA

E' la testalapìir prestigiosatra
ìperiodiciortoncsiNatancl 1906pervoler€diun
gruppodi siovanichc nor condìvi
devr I.ì sestionepoiìlicadelìacittà
dr parledel faggruppamento
politìco capitrnrto diÌl notÀio F Dcesco
PaoloCcspa.La Fiaccola
divenneììl
pocotcmpoil sirîbolodi una larga
nrassa
di citridini dcsìderosi
di apcrmbianlcnti
vita
nclla
am
Poúare
rninislrariviL
di OÍona.
ln cirnrpon.ìzion.rìe
il pefìodìcoa\evacorìrcrìicrinentol'Avv.
CnrloAìtobelli.radìcalc.
già Dcpu
lalo al Prfhnrento.niltivodeìlavicinaS. Vilo ì]l.ìre\identea Napoìi,
llora connrpfostoneì Colìegiodi
(hona aì crndidatogovenrativo,
il giolìttìilnoFftrncesco
Tcdesco.
sostenuto
daì
Cespae dai suoiseguaci.
In solidueanniilgruppo
de"Le Fiaccola"
riuscìin canlpolocalcascardinare
il potcrepoliticodcl Cespalan1'èverochenelleelezìonìarìmìnisltative
dcl 1908
ìa lìstadenominata'Par-titi
Popolari".sostcDutir
dal peìiodico.ottenDe
ìî mîggioranziL
assoìula
e rìnodei suoipiùrNsidrìi
coììabofatori.
il giovancavvocato
AlbcÍo
De Benedìctìs,
venneeìettosindaco.
Con il passare
deglìtìDnìiì gìoùralerbbLlìrdonò la cafttteústica
irìpostazione
ìocaìepel ap|irsispazipiù arnpinell'inlera
provinciadi Chictilanloda anivarc.ncl 1914,ad ùnr tir.ìturadi ,1.000
copie.
Usci!r ognidoÌcnica coDariicoìipolitìci,scìentifici
e lctlerarialcunidci
qùnliportavLrno
h firnradellepiìrnotepefsonìlitàcultu|aììdellaregìone.
Aveva
grafica
ùna ficca c modernaimpostazione
ed era ìllustriìtocoìr lbtografie e coìì
disegnidi VincenzoBonannìVincenzoBonannìlìt il lon
Olfe che ìllustratorc.
dalore.lo sliìnlpirlore,I'autoredi nuìÌe.osissinriatlicoìì non fifmati (speciaìmen!e
quelìicontroF-PCespae conùoì'OD.Tedesco).
Dopola suamortc.nvvcnulanel
l9lB. ìl gionìalccontinuòa vivereperlre annigraziealì'ìnpegììodelì'Avv.Cesarc D'ADgelantonio
e di Benianrino
De Ritis.

12

Ìì n. I7- l8 del I920 conliene
un brcvescrittosulÌ.Abruzzo
e sùAntonioDe
Ninodi Lùìgi Pirandello
chein quelperiodosì tfovavaa villeggiafe
a FraDcavìlla_
Nel n. I del lo gennaìol92l vieneannùnciato
che "l,a Fiaccolayuolcessereil
gionnlc piitosLoltaîo.più organico,e pìù diJfusodeLla osttt ptovincia, .twiantlosi groduolnultc o rliytnit.eorya o rcgi(nale...,' Vieneanchc annunciaroche
''
kt tlirczionedel giomttle saràtrJJìtlata
tlat ptossino nnnen ut ttot. Be ia lino
Dr Rilir" cosache poi non si ò verìîica!a.
Nei vari numefi trovianro poesie di Luigi Dommarco,Alliedo LUciaDi,
CesareDe Tìtta. Lrììgi Renzcttied EvandroMarcolongo.Su ..La Fiaccoìa".inoì_
trc, venncpubbììcataper ìa priìnt voìtauna poesiadi ModestoDella porta.Nume_
rose sono anche lc biografic deì pelsontggi abruzzesie diversi gli articoli che
illustranoil fblcìoree le t|adizionipopolafidellafegìone.
î a ì collaboratori
t'jgurano:
BenìanìnoDe Ritis.ViicenzoBoDînni,Cesa_
re d'AngeìantoDio.
Tomnr:rso
Rosar.io
Grillì, EttoreCroce.AnDLìncixta
Spinelli
Dolìmarco, TommàsoBruni. Giuseppela\,ìcolì,VincenzoBindi. FrancescoFmn
cir, EttoreMoschino,lìaftaelloBiordi,Luigi Illuminari.
DLiaGiTne i

t:l

L'ISTRUZIONEPUBBLICAIN ORTONATRA 8OOE 9OO

Scuolael€mentare
libefà di insegnaLa leggecasati,ispirataa due principìfondamentali:
Piemonte
nel 1859,dopo
mentoe controllostatale,già applicatanel regnodi
e gúlui_
l'istruzioneobbligatoria
a tuttal'Italia.Essaprevede
I'Unitàvieneestesa
ta, l'istituzionedi corsitecnicie inoltredi licei, verovivaiodellafuturaclasse
però,assegnaíai comudjrigentedelnuovostato.Relativespeseelocalirestano,
ni.
le classieranoquattro:
ofonese,in etàborbonica,
Nella realtàscolastica
alunni
frequentanti
che
duemaschilie duefemminiliconunamediadi circa90
in periodoinvemale.DÀl 1855al 1865,restaunasola
puntualmente
diminuivano
con
più
di
100
alunni.Soltantonel 1869sitornaallanormalità,
una
serale
classe,
gli
popolazìone
abitanti,
ma
di 12.800
4 classimaschilie 2 femminili,su ùna
insegnanti
sonoprccarie bisognaìnd;rei concorsi.Iprimibaldi pubblicisonodeì
14luglioe del 16ottobreI865.Dall'Abruzzo,Marchee Piemontegiungono31
si sentebravoe chiedeil
I'unaperchèil concorîente
di cui duerespinte,
domande,
fisicain sede,I'altraperchèil firmatario
senzapresenza
dell'esame
superamento
- D. DomenicoMenna- si erarifiutatodi firmare,comeconsigtjere
comunale,
all'Unitàd'ltalia.
I'attodi adesione
I'esa_
nellasaladelmunicipiopersostenere
Setteconcorrenti
si presentano
professori
Felice
del
liceo
di
Chieti,
rimasti
davanti
a
tre
ma
due
siritirano.I
me,
SettimioDeMarinis- svolgonoùntemadi grammaMola,DomenicoMascettae
elementare.
unodi metodica
tica.uno di lettemtura.
pedagogica
deltempoe il livellocultu
i velanola concezione
Cli elaborati
Più
originali
sonole motivazioni
degliesaminandi.
modesto
raleparticolamente
d'esamedichiarai vincitori.Ecconeùna: "è 8iovr,con Ie qualila commissione
ne", "tli perspicacei Segnoe di moltecapacità","ha príncipi Lìberali","fu
I'incaricolpassatogovemo". I vincitoriaccettano
dall'insegnanento
interdetto
e sedi
co, ma prestanoservizioper brevetempo,aftiratida offerteeconomiche
migliori.
restaancoraafîidataa maestriprovvisorilocalifino al
La scuolaortonese
con 8
tendea stabilizzaÌsi
altri concorsie lasituazione
1870,quandosi espletano
classisututtoil tenitoriocomunale.
dellascuolaelemenla obbligatoÍetà
La leggeCoppinodel 1877ribadisce
ma tuttoil resto
taree fissaaddiritturasanzionicontroi genitoriinadempienti,
è un veroe propriocapestro
rimaneinvariatoe il numerodeglialunniperclasse

t4

BastiI'esempiodeìmaestro
Gaetano
Dommarco.
Nell'annoscolastico
1899-900
insegna,
oltreIedisciplineobbligarorie,
canto,disegnoedagrariadalle8 alle 10 di
mattinae dalle15,30alle17,30diponeriggio.Usaitesti di TegonFmgolinoe la
grammatica
di Parato.Lapluriclasse
è di50 alunniiscritti,di cui38 frequentanti.
di etì varirdai6 ai I2 annie ollre.L ruh. \iruata
nelleÀseminario.
largim I.68.
Iungam 6.15,altam 4.90,disponedi soli 23 banchia duepostie di ùnafinesrra
postaa destradeglialunni;pertantoè antigienica
e antididattica.
Quesîii risultatia fine d'annodi ùn'altraclasse:la terza,89 alunniiscritti;
73 frequentanti;
57 ammessiall'esame:l6 respinti:22rinvjati alla 20 sessione
(novembre).

Scuola s€condaria
La scuolasecondaria
in OfonavieneistituitadaFerdinando
2" di Borbone
il I9 dicembre1853,masolonel 1856cominciaafunzionare
conunamediadi g
alunniperclasse.
Doporipetutibandi,3soliconconenti
sostengono
presso
l,esamedi
concorso
l Unirersità
di Napoli.tuttie treindisturbati
vincitori:D. Domenico
Menna,D.
VincenzoSpatocco
e D. EpimenideDe Benedictjs.
Fungeda bidelloGiùseppe
Stoflo.Comelocaleprovvisorirmenle
vieneadibitol'ex convenro
di S. Fralcesco,successivamente
I'eXseminario.
SubitodopoÌ'Unita,nel I 862,la scuolasecondaria
ortonese
vienesoDDres_
sa.perchèLuigiSe embrini.ispe(ore
generale
deglisrudi.desriruisce
ii;rof.
Domenrco
Mennachesi è rifiutato
di firmÍe l'attodi adesione
cl Remod .halia.
D. Vincenzo
Sparocco
rinuncia
\olontariamenle
all incarico.
Il tentativodi istituireun ginnasioregionel 1867è destinato
a concludersi
nell'arcodi 5 anni,attraverso
I'esperienza
solitariadel prof.AntonioRossetti.
II convittoPugliesiconaDnessa
scuolatecnicae ginnasio,istitùitonel lg7g, reso
comunalenel 1882,vienesoppresso
nel 1885,per motivifinanziarie scarconu_
merodi iscritti.II localeè semprelo stesso:
I'ex-seminario.
La scuolanautica,istituitacon regiodecretodel 1864,restanel tibro dej
sogni.Diventeràùnarealtàsolonel I919.Primopreside:p Sturlese.
Soppressa
' I-.Acciaiùoli
nel 1923, sorgenel 1927comescuolajndustriale
".
Il problemadellascuolasecondada
supeioreè la spinanel fiancodella
città,che non è uscitaa ricercarcsolùzioniopportuni.Addiritturanel 1906i
cittadiDivengono
chiamatia scegìiere
conreferendum
perI'igienecittatraspese
dinae f istituzione
di scuolesecondarie.
Il referendum
è quasidisertato.
Nel 193224 studentiortonesilicenziatidellescuoleeleúentarisonopen_
dolarie frequentano
gli isriruti
tecnici.
i Binnasie
gli isîitutima8isrrcti
di Le;ciano,Pescara,
Vastoe Chieti.Recriminazionie
geremiadi
continuano.
Enilia Polidoro

l5

IL COLLEGIO ELETIORALE

Il Collegioelettorale
di OrtonahaavutodopoI'Unitàd'ItaliasemDre
caÍ_
didatidi grcnde
prestigio.
rlcuniabtuz?esi.
ahrioriginaridi
altreregioni.
iru r piir
rapprcsentativi
ricordiamo:
GiovannìCadolini,garibaldino,
originariodi Cremona;
CarloAltobelli,nativodi S.ViroChietino,unodeimaggioripenalistidelForodi
Napoli;Gabriele
d'Annùnzio,
lacuimadreLùisadeBenedictis
eranativadiOrtona:
FilippoMasci,nativodi Francavilla
al Mare,filosoloe professore
universitario;
Fruncesco
Tedesco,
carnpano,
che fu ancheMinistrodei Lavoripubblicie del
Tesoro,
Il Collegioelettorale
di Ortonacomprendeva
21comuni:Ari, Arìelli,Canosa.
Cîsacmdirellr.
Crecchio.
FaraFiliotum
Petri.
FtraS.Manrno.
Filerto,
franc$illa,
GiulianoTeatino,Guardiagrele,
pescara.
Miglianico,Ortona,pennapiedimonte.
Preloro.
Rrpino.Ripatearina.
Tollo.Vacri,Villrriellj.
Nelleelezionipolirichedel 29 agosto1897,quandoil Collegiodi Ofona
elesse
al Parlamento
Gabriele
d'Annunzio,la maggioranza
deglielettoridi Ortona
dìedela suapreferenza
a CarloAltobelli,deputatoradicaleuscenle.Dumntela
campagna
elettoralela lottapoliticatra i sostenitori
dei dùecandidatifu molto
paoloCespachea quell'epo_
sostenuta:
d'Annunzioeraappoggiato
daFrancesco
ca amministrava
lacittà,CarloAltobellierasostenuto
dalgruppodi opposizione.
Ortonaaveva
duesoli seggielettorali
e siale operazioni
di votocheouelle
di
furonomohomovimentcre,
Difatti,
do
un
do"u,r,anto
prar"crutinio
"onaar,
",o
so l'ArchivioComunale,
risultachedelle326schede
scrutinate
nelprimoseggio
elettorale,
ben39 furonoqùellecontestate
conmotivazioni,dell'unae dell,altra
parte,pressochè
sifnili, a voltesolo pretestùose.
Di detteschede,2?portavano
indicatoil nomedi d'Anmìnzio,l2 quellodi CarloAlrobelli.A maggioranza
di tre
voti controdùeil seggiohadichiaratonullele 27 schede
di d'Annunzioe con lo
stessonumerodi voti ha convalidato
le l2 schededi Altobelli.RisuhaevideDte
cheil seggioem composto
da tre "altobelliani"e due,datnunziani,'.
Questii voti validjriponatidai singolicandidari:
AltobelliCarlo199
D'AnnunzioGabriele93
Napoleone
Giùseppel
BerardiNicola1

Elio Giannetti

I]NA RASSECNASTAMPADI I 22 ANNI FA

Dal Gazzetlino
Popolare',
pubblicalo
serrimarale
in Ortonanel I 874,prcndiamo
unaseriedi rrafitertì
e spuntidi cronacaìocalerricordianochenonsi ràrtadì unarassegna
rampa di oggi.madi 122
GazzettiDo
Popolare 31-5J874
Ci vier riferitochclm nonmoÌtosamnno
inrmpresi
i nuovitavoridel nosÍopono,conshlcntinelta
cosrruzione
delPennello,
nelrinfozo deUaScogliera
e neìt'accìotrolato
su a Banchina
del moloie
cheessisaranno
eseguitidall'lnraprenditorc
Sìg.Mammarelta
di Chieri.Vogliamospemrcbuona
riuscitadeìl'opera,
conoscendo
I'abìlitùdel Sig. Mamma.eìla,
I'intelligenza
e premurosa
anivilà
delì'lngegnere
DireúoredeìCenioCivileSig.Baldìni.Solocì p.endiamo
ta ìibe(àdithrriflertere.
che neìlaBanchina,
inveccdeu'accìotblaro
conlerebbesi faceseusodi basoti,i quati,a parcr
nost.o,.esisrerebbero
assaìmeglio
aìì artrilodelteruote,ed all,urloviolente
d€inarcsi.
NOTIZIECOMMERCIALI
Scarseggia
ilgmnonenei nosrdfondacìanesoit fofe consumo
chesene h in turti stiAbruzzi.Il
p r c / z on e l l Jp i a z l aè s . l : r od a D u . , 9 . 4 0 l rs a . m da. D u . t . q u e o e , r e r cet D u . "t l , 5 0 q u c o d i
Napoli.Siattendono
arivida cenova,daFiumee daVenezia,
cosìpervia ferata,cone Dermarc.
Le qucliràr.qui5lflesonoSaloniccr,
e Foxrno.
A..ivi - DaTriesteTfabaccolo
MariaVittorìa,padrcneScianaciovannì,vuorodicarico.
Da Triere.Trabaccolo
S.ciovanniBatrista,
padroneAntonio
Montainicarico
di sranone.
Dr Fiumc.TnbrccoloNflcle.p.dro-epompilioTommaso
cxri.o d! Ic6n.m..
pompiìioTommaso
Da Fìume.Tmbaccolo
AposrotoS.Tommaso,
padrcne
cadcodigmnone.
DaFiumc.Trabaccolo
IlBeniamino,padrone
MicheleColonnelocaricodi sranone.
Da Fiumc.îrbrc.olo Rubiconc.
pJdrcneSitver.oBa enicrncodi gmno-;.
Partenze- PerTrieste.
Trabaccolo
DivinaProwidenza,
padrcne
Giov.MadaJobbivuoro
dicarico.
Pe.Trieste.
Tmbaccolo
MonleMajella,padrone
ciovannicí ìcon otio dioìive.
PerRodi.îabaccoloMùia Vitroria.padrone
CiovanniSciam conlesnamìdacoslruzìone.
P e r P e r c m . T o b a . c oNl o r l e . p a d r o . c T o m m a , o p o m p r t iroecsonn3 m i .
PerFiume î îb:ìcolol,ladonnrdellJVitrona.prdrcneCa\atig i vi;cenzocîrico di vino.
Pe.Pola.Trabaccoìo
S.ciovanniBafiisra,
padrone
AnrorioMonlaini.
2+6-1474
CigiungonorecìaÍìiperal.uneusurpazioni
veritìcatkinellosrradate
chedaFonteCrandenenaa
S. Libeml4 comeancoraper quelleawenurein prossìnitadeltachiesadi S. Rocco.dovesj è
cosîruitopureunnurca secco,
cheninacciafar scomparke
ìatroppanotacolonnadiS. Brigida.E
verochcin fartidi usurpazione
di pubblìcosuoìononsiè fartomaiscruDolo.
ma sarebbe
remDodi
farlafinitaconsimiìiabùsi.Nonè vero?

Sappiamo
chela Commissione
composra
dei Sig.Cae pssionee DiretroreBaldini,ìncaricala
di
stabilireil punloper la cosrruzione
del Pennelto
net nostropodo,si recheraneltanosrraCiuà in

t7

Sonoandatea vuotoìc nostreraccomandu
ionipermttoppidellèstradeintemeepelmiglìoranenb
delìeesterne:
eppuelanostmpretesaera
benlimitara.Oraci resrringiamo
a dornandare,
chealmeno
ne' pubblicipasscggì
si tolsanole erbeche l'ìngomb.ano.
E vcro chequi tra noi abbondano
le
pecole.maqucsrcsi snoliino.ìrrcve.err lcscino.lmenopas\c88ire.

Domenica
a sen neipubblici Fomìsj verificòmancanza
di panermccomandiamo
all'Amministrazione,pcrchèsi evitinoinconvenienli
di tde nalura.Prcndiamo
questacircosranza.
per.icordare,
usque
adnauseam,
lascelra
dell'AssessoÉ
Annonarior
nèdovrcbbe
rìuscirdifficile,p€rchè
inconrrario
nonsaprebbesispiegare
la febbrilesmania
diceiliuli. disederetrai PadriCoscrifti,contÀresazio,
neperI adempirncnro
depliobbl,gh,
dUîcaricarnnerli.
AVYISO
SiatÎlta unaCasaviadelGiglio.di9 memb.i,consistcmiin
qua!îrocamere
daleto. e duesranzine
perlostesso
uso.unrcucina.unacaneradapranzo,
unfondaco
conpozzo,oÌtrcùn
terazzo.Sicede
anchemobilialap€rla sragione
deibaSni.Pelpigionedi.igersidaìproprìetario
Sig.M.Atbanese.
Stasem,
comeal solito,la Filarmonica
ononese.
neltapiazzadeìMunicioio.ci faràùdireùn ruovo
magnifrcopezzodi armonia.
equaÌchenuovobaltabile.
Echipuòdirea questivalorosidiletantiparoìedi ìodebasEvoli?Cenideticarirratlidicorresianon
vannocommendati,
perchèsonola più sptendidaconfema
deltorobuonvoìerc,e dellatorcinteli_
genza.Prividegliappoggìmunicìpaìi
(sempre
rari qùandosi tnria di cosecheriguardano
ìl buon
gùslo1)e scalsamcnte
retribuiri.ìa mercèdi pdvarasorroscrizione,
essiproseguono
coraggiosi
nelta
ìorc via,Bùidalidau'egregio
e coltoPrct CesareMìncrotrr.
1L7-t874
Ci si e.adettocheI'Amminisrnzione
rìunicipatestesse
prcwedendoauariaftazionedele
sÍade.
Abbiamovoluloaccedarcì
del fauo;ma dobbjamodire - nostrcmatgmdo, chetrattasidei soliti
nicroscopicirattoppi- Camminando
infatdpelCoso.ci roccadimisura.eipassipe.noninciampa,
readognipièsospinto:
enlrando
in ViaCalzaiuoli,
e...nisedcordìa!...
trcvjamoguastìdeplorcvoti;
seci ponianonelCorsoCaribaìdi,nonsappianoridirvicomenesotrronoinoslripiedi.Eh...se
\oles\imolameluúal enumerazrone.
vi d(i.unamo checi sdebteJr mc er su unatunsd{ilza.

Equei benedelti
cardichevegelano
rigogliosineipubbìicipasseggi,
perchènonvengonorimosi?
Ci parcdi vivereun secoloaddiet.o
1...

Apprendiamo
conpjacereche
visonomollerichiesre
di appaÍamenri
piccolie gmndiperla stagìonedeibagni:ciò vùoìdirechesraremoauegri,
e cheii paeseseneawanraggera.
N.B.Nel nomentodiandarejnmacchina
apprendiano
cheilpubbticobandforeha anrunziatoiì
ribassodelì'asisadel pane

l8

30 - 8- 1874
Lueiola perlantem!, Ptr darnolo ainoveìlierinonci votevacheiÌnacchinhradettrcnoN.. ló
daFoggia.
Prcvenienle
La semdel l7 in quelìocheilderrotrenogiungeva
in prossimità
dettorrenteAdelli.
alcuniDacifici
pe\crrori,rovan\icoli ne. la solilr pescJco valrnp.Cheèî Che non e: It poveromacctrrnir,
crcdeltedi vedercùna riunionedi peBonearmate.e giuntoa F.ùcavila ne diè awiso al Capo
stazione
il qualeteìegraiò
subitoa Pescaaed a queshsrzione.I nosrribravicanbinieri.semDrc
pronrialh vce del dovcrc.e Ie C.V. si porrc rosroin moro.Da pcscró tu sDe,lil+con reno
speciale.
unacompagnia
disoldali,iquati pertùstrando
Ia tineasiaccoBercdeltosbastio.Inranro
que,roticcolo incidenre
re.eruddrÉ di .lcuneorei duerrenrde a noîre. Si badiatJ;LccioletUn concertoa S.ùenedetlo.- Cisidicechefra pochigiorniil nostrochiarissimoprof.
F.p.Toried
pianislaronanoCav.Prol Sgambari
il valente
daranno
colàuncorìcerovocalee srrunentale.
Echi
nonsrsentecorere I acqùalinain
bocca?
CRONACALOCALE
jtfatto dellavenditaal pubbìicodi un maiate
Nonc'èchedire,siamocosrrelrisempre
a ìamentare.
e di unapecom,mortid'infermità
maligna,
cenedatuîtete ragioni.E queìcheè peggio,del maiale
tir fatraìa soliraporcherta
lenduraa 24 soldiil kilo. cl'innocenriconsuftaro.i
de a carnemalata
pagarono
ilfioi e cosìla le inavvenenze
munìcipaìieIa bmmadi illecitoguadagno
detvendirore,
enùÒdi mezzolo sDezialel
Avvisoa chi sDelra.
lìgiorno 27 approdònelnosroPortolo Scooner
Bride(bandierainglese)
comandabdalCaDitano
Bartoley,qùisp€dìropercaricar€
panirànelìaprosim;selti_
l'astaltolraspoÍaroda Manoppelto.
manaperHavre.Buonviaggio.

l6-8-1874
Le nostreprevisionisi avleranosemp.e.- Uno di quei forrùnarimofÎali,chesi chiamanomariti,
interprctando
a suomodoi favoricon@siaÌlasuacìasedalsìg.,Massan,
sièintrcdottoin unodei
pasaligiornico! Ia meùdeuapesonanetcamerino
contiguoaqueuo.incuiegticonlasuafami_
gìiasi bagnavaCiò diè luogoaììegiusrerirnostanze
deltaSignora,
cheoccùpava
quelcamerino,
alleq9alila moeliedÌ quelndiro risposc
conosservazioni
edin Èmini pocog€nriìi.Il pe|legoìezo
siaccrcbbe
fuoridelloStabilimento
perI'inreNentodiun'attramogliediùn aìtromarìlo- eùadro
- Commeninmo
edificantel
albenemeribSig.,Sindrcomarilodi fameun acquereIope.ornareh
sùadisposizione
sulloStabilirnento
balneario
delledonneI

Per chi si recaal marein carcza deveessercpoco piacevolevedersi,senzavole.lo, tmvollo in
mezzoauapolvercdeìlasrmda.
Martedìadaìcurisignori,chestavano
Quesroawenne
inùnavenura pubblica.Fofunaramente
non si ebberoa depìomre
che teggierìcontusioni,
ed un pochinodi
p r u r dC
. i a u g J a m o c h e s i Í a ui ni c i d e nnr ,o n s ir i n n o v i n o .

I9

E c c o c i q u a s i a g l i s g o c c i o l i d e l l a s r a gbi o
an
ge
nd
i , eo $ j a !Il 6 A g o r o - l e s o d i S .R o c c o . A v r c m o
liochi rrlìticiali,banda.iììuminazione
e...celroni.Ilcaldopcròdume cisferzainesorabiìmentc;
ìa
qud cosàlirà decidere
i Sig.' forcfìeria prolungarc
la loropcnranenza.

Abbiamoqùisùltalolo unalettcra.chccià nrandatoùnode'delorissimÌaìì
attuaìeammìnistrazioncn!nicìpaìc.Cidispircedinonpoterlapubblicaie
integraìmcnlc,
maneriassùmiamo
ilconrenuro.
Loscrilenlesilagradellorrtodeplorelolcjncuìtrovasilarrada,chcconduccaìCanrposa
dìcechci ioreried,iquali Deigiornipiovosisìrecîno
colà,dovettero
desistcredalpicloso
peìlegrin ggioperla l'ìnghiglÌachcraggiungela
metàdelì0grìnba.
Ancheco noriilnostro Municipioè avaroI ChenediccilSirdacoMassari?
E' un sùoamicoche

AVVISOINTERESSANTE
AI CIUOCAIORìDITOMEOLA
PressohTjpograllade'FR.TTLBACHER
in Odonaesisieùndeposito
dirrccentoNovanrine
ditlèrenri,di Cfiellc daTonbola,ripartitein tredirinlircgistri.A,B.C.dicentocadrùno.
U prczzoèdìLirc3. pq ognicentomvanline.Sìspcdhcono
franchca domicÌìio.

Ortonoo múre - t"o Spioggiodd it Cosr?Io

20

DOCUMENTI
Naufragio

ll Presidente
ricordaall'assembleÀ
il lùttuosoavvenìmenb
del giomosedicicorenre_
Un turbineinprovvko sorprcse
in altomarete Bilancelleche
pesando;qLlasitulte
stavano
riuscironoaconquisîarc,dopo
infìniristenti.
iìnostroporo,nà ì.uìrinaperdutojtîimonesicaDovohe.I mùinaicheeranoin essa,cadutinell'acqua,
rimonrarono
surracarena
dellanaviceìla
e cola
sbattutidalvento,slerzari
dalleondeperpìirore,loflarcno
controta mo.re,finchèlravoÌtidal
mare
furiosomiseramente
perironoinnanziagliocchidì tuttata popolazione,
chedisperata
assistevaalla
qualsiasi
kagediaed€raimpotenle
a presrafe
soccofso.
Debbocomunicare,
conrincrescimenro,
cheil Mìnisterodett'tnrerno
hamandalo
ale oùar
Lrcftmiglie der naufrrghir"sai lirirofi su$idi. e che nessun
socco^oe pcnenurodrt Mrnr;rc,o
dellaMarinaal proprietÙio
delìcBilancelle.
La caritacitadinasiè dimostrara
in quesracjrcostanza
parialesuevecchietradìzioni:
godo
dipolersegnalare
allagratitudìnedelle
vedovedeisupeBtiri
Ofionesi
Gic)edalt'annimzionedegli
generose
oftefe fartedaorimi cittadini.
InquesraìufluosacircostanzasièconstaratojnqualemisercstatosirovilanoshaCaDihneria
di Porro.Mdncdil barcrerrc:nonfL,nziona
regolàrmenle
rt serviziomereonco.
pe-chè.;to -nc o
ducvolteall'annoqui pervengono
telegmmmi
meteorici.
Siamosfornfi di rutriglÌ apparecchi
di saìvara8gio
chepur sonotanli necesadi.
Pmpongoquìndial Consigliodi far voti dl Reatcovemo perchèquet.Ufficìodi porto
vengaprowedutodi unbammero,chefunzionircgolamenúe
ancheperOrronaìì sefliziometeoico.
chequestoPonovengaprowedutodi apparecchì
di salvaraggio.
e chevengapresain considerazioneìatrislissima
sorredellelamigliedei naufraghi
rirìastesenzasostegno,
equelladetprop.ierario
deìlebiìancelle,
ilqualein un momento
havisrodhrruggere
il frulroditanrisfozie tanrisacrifizii.
IlConsigliofa pìaùsoall'inìziatìva
detPiesidente
facendo
sùete reìarive
Droúosre.
(4rch.StaxCùn. - Otona. Vù.bdlìdel CarsiglioConunale1898-t901.
Delib.del30 novnbre
t 899).

Studioper una funicolareda Ortona alla Stazione
Sull'oggetbespone
all'adunanza
cheegli da due annisi è postoa srudiare
a ricercareil
pereliminareun
mezzopiùradatto
inconvenienleche
poneOÍonacomesrazione
balneare
al di sorto
deìlealtrcsrazionivicine,mentreperrutti gli ahri pregi,di cui ta naruraressale è slataprodigà,
me la,di averesùllealtreIa prcferenza,
inconvenienre
Ùe!ìtodaìsensibjle
dìstìvelÌo
tra la spiaggia
e la Cittaedalladiflicojtàdiavereùnacomunicazione
comodà,
Dronlaedeconomica
traiìDaese
ed
, l r o r r cS
. o g g i u n e e ! !nrer o rs r u d i p r o s e g u i l i s i nooracdo r q u e t ta m o É . c hpeo n es e m p ;i n . u r r e
le cosecheinreressano
il bef,edelComune,
to hannoportaro
a ritenere
unicomezzope.elininarcil
lamenhtoinconvenienre
esserc
ì'inpiantodi unafunicoìare.
Djmostrîinfauiìaimperletra
dusciradi ouì gli aÌrrinezzi sinoadoru potiin esecuzione
sotlofoma d'incoraggiamenti
datia serlizìspecialidi caÍozzee di úamvje.
Manifeshchedapersonaconosciula
verrap.esentatoperconto
privaroanche
unp.ogetro
dj
trnmviaa vapore,Íìachepriadiconoscerneiparricolarirecnjci,
chesembrano
difficili,e il contributoannuocomùnalechesi prevedeinsostenribììc,
non sia opportuno
rimanersene
in ùna inerte
aspettaliva.
quindìchesenzapregiudicare
Propone
la sceìtatrai duemezziprcgertali
deltafunicoìa,
ree dcllatómviaa vaporc.il ConsigliodeÌiberidi ordiraregìi srudipert,impiantodiùnafunicotare
dallaCittaallaShzionesecondo
it sislenadi queììagiaattivain ONieto,edautorizzare
ìaciùnla a
prowedereallerelativespeseneilimìtidcìlasommadìL.50000conprelevamento
sulfondodcle

2l

imprcvedibili
Art. 78 Ca1.9'ît.2".
I Consiglicrifannoplausoaìla propofadel Presidenle,
il qualechìusala discussione
la
metteai voti peralzahe sedùta.
La proposta
isùlta apprcvata
adùnanimita
di voti,edilPresìdenle
neprocìama
ilrjsul!ìtoa
(Arch. Stor Con. - Oflond DeliberaziÒhìdeLConsiglìoConunab 1889-1891.Delib. 26 naegio

r890).

Per uno StabilimentoBaln€are
IìPrcsidenre
hachiamaloilConsiglioa deììbe.arc
sulladomanda
diCianba istaCanosa.
peroltenere
daìMunicipiounasowenzione
ondecosrruhe
unosrabilinento
perIaprcssibalneare
masbgronedeìbagni.a noma deìdisegno
deposìtaro
neircrminilegali.
Ed il Consiglie.e
Sig. Domenicode Lucaappoggiardo
la proposta,
ha conchìùso
che il
Consigliodeìiberipnma
seinterdeda.equalche
cosa,e poisrabilisca
la somma,
edanchelecondizìoni.ovele promesse
delCanosa
vengano
realìzzarei
II Consiglierc
Sig.VincenzoPerrosemoìo
hafalroosservare
chelo Stabiìimenro
dicuitra!lasiriguarda
unaprivataspeculazione,
a cuiilComunesembagliestraneo
adintervenirvicon
sovvenzione,
ancheperchèì suoimezi sonobastantemenre
rìstrefl
i.
II Consiglie.e
Sìg.de Lucaha rcpÌicato
chelo Stabilirnento
di cheè parotaseè di pdvata
speculazione,
recapurelantaggioallàgeneralità
perìa comoditàcheofiíe ai foreslieri,
del paese,
perlaqùaìeilconcososaràsempre
maggiore
deglianniprccedenli,
nonrovandosiin nessun
attro
paese
circonvicino
ùnorabiìimcntosimìÌe,echeinqualunque
modorratterebbesidiun
incoraggiamentoditenuesomma,chc
produrealcùnequilibnoaltafinanzacomunate.
nonporrebbe
IlConslgliereSig.OiovanniCcspa
hap.oposlochequandoilCanosaavraadempiro
atl at
luazioneesattadel disegnopresentato,
ed avràfaflopubblicare
mediante
maniferi ir àtr.ipaesila
esistenza
inOnonadelìoStabiìimento
perarivasi il concoGodeibagnanÍ,in qùeslicasi
balneare
dì potefi accordareilsussidìodiìirccinquarraperunavolrasola.
PosladalPresidente
a votazione
ìaopinionedelConsìglierc
Sig.Cespa,
essaèsialarilenuta
a voti unannni,deliberando
quandosi samnnoverificatetc
dipagàrsìilsussidiodi l'rccinquanùì,
condìzioni
sopraesprcsc,eda toglìersjdall'art.4?deìBìlanciopassivo
1869.
(Arch.SîorCort. Ottona.DelìbetuiÒnìdeLCorrsiglio
Canunale1869-1871.
DeL.7nageiot8ó9).

Sullostabìlim€ntodellaScuolaNautica
U Sindacoa da1oletîuradeì prcgevole
foglio del Sig. SoîloPefeÍo di Lancianode' 10
Map-ocorenten.1576e dellariverilaMinkten!ìledì Agricoìtura
Indùfna e Connc.cio conceF
nenleil su$idioaccordaro
perusodeìlaScuolaNaurica
dalRealGoverno
diqùesroConune,ed ha
invitîto il Consigìioa prcnderc
analoga
delibe.azione.
IlConsiglio.convintodeuaimporranza
deììaistituzione
in quesra
CilradeuaScùoìaNauti
giovanimarinaichehannobìsognodi naulichedisciplineiriconoca,inlesaad istruirei numerosi
scenlesopramodo
alRealCoverno
deliacoop€mzione
chehapostoin qùesra
urilebisogna.
acccna
la ofiertadi L. 2700ed hadeliberato
di prcvvederc
al manreninento
a suespesedi dùealtri professo.iin L.2400,e pensarc
po$ibilesollecirùdine
conla rnaggio.e
allocaleeà îuttoilcoredo nece$
peì p.imoCennaiol8ó5 sarebbe
sado,cosicchè
apenaìa cennala
scuola,avendol'oppolunìlàdi
srabilìre
un articolodiesitonelbilanciodi deltoanno.
(Arch. Stor Coh. - Ottokd Ueúdli.lel ConsigLioDecurionalee d.I Consislb Coútrolc 1858l8ó4. Delib. ló ùano l8ó4).

22

Sulla r€pressione
del Brigantaggio

Il ConsiglioComunate
chiamatoa deìiberare
dal sudeuoCi.cotarcdet Sis. prefeltodi 3
correnremesen.'l(eÍcordionounrlrap3!lnonmino.edi65cenrcsimiateiomo;t0Initiiopiir.
i quali sianocomardatiìn colonnarìobiteper ta peAecuzione
det brisaniaggio
nel lerirori; d;
querocomunèpefunrerninedigiorni30consecutrvrj
Considentochet'espediente
in parolaè rantopiù gjusroed uryentein quantoriguùdait
sùpÉmobisognodeltasicùrezza
pubblica,
adunanimìùneadotra
Iaproposla,deliberando;iaprjrsj
immedialamente
un Ruolod iscrizionedi milili deììacuardiaNazionale
idoneia ral se.vizi; nel
numerodì ventipe.adempirsi
alleperlurrazionÌ
di tumodadieciguardieaì giomo,medianre
paga_
mentodicentesimió5,
aggiunto
agli85cheta leggeaccorda
d mitìîimobìtiz;ati,
e ciò pe.ìadu;ta
di tr€ntagiorni,e cheìa spesadapagarsi
dalComunesiapreìevala
daìleresrealrjvedel I862.
Letraall'adunanza.
e daììamedesima
approvara,
si è sortoscriua
da ,ase$orc anzianojt
da Sind-aco
Sie.Furcre de BenedicrirdatConsigtiere
.nzirno Creranovena i. e datSeCÉrano.
'!_\':
c!:,. onana.. u.rLaLi tFt coLsistiÒ DecuiÒMtc ? tt4 con\i8tto cotunaie ts:8!,".1.
1864.Detib.23aPib 1863).

P€l festeggiar€l,inaugurazionedella CorsaFerroviaria da pescaraad Ortona
La GiùnraMunicipate
hafarroconoscere
di eseredesiderio
delpaesefesreggiarc
il prcsi,
mo I ietoavvenimento
detìainaugurazione
deltacorsaneìtàlin€nde a Fe.roviadapes;amadbdona
pef cosìsuggelÌare
la ìnperiluragrafitudine
O.lonesealCovernoNazionate
ltalianoperbnlo se,
gnalabbeneficio
realizzaro
nelgìrodi pochimesi,eda cùìsiripromelbnoimmensiva;raggisociàtì
e comme.ciali.
A sossiùnîo
chenelbilanciodelcorenreesercizio
nonvi è sranziamenr;;risuar_
do,echeessoneppure
offrcdci mezzidisponibiliperfar frontea e spese.
Comunate
facendo
plausoa siffattapropostae
voìendoconciliare
I,importanza
.._
_llConsiglio
delÌasoìennita
conl'economia
finanzia.ia
delComune,
detibencheIafesradebbaconsiste;eda
due
bandemùsicali.da un fùocod,atìfizio,da ìììuminazioni
ne a Città,e da alt.i popoleschj
so[;
m e d i a n t e\ìD
a e sm
a n magg'oÉ
d i D u c a r2i 5 0 o. r p a r i aL . t 0 ó 2 . 5d0r p r c n d e r i p ; irm p r c n rdor l s
( .\$ oet pofo con mrrdarodeìì16runtaVunicipate.ta qucte
avrircu.afcmela rer:ruzronccol
eslrattodellavenditadegtialb€í inuliliesktenrineììetere seminarorie
detComùne,
e dacui dovra
a prcfercnza
la sùdderta
somna.
HadelibembpurccheIafestadjcheè paroìaabbia
ìùogoa cumdcla ciuntaMunjcipalee
..^
dci CfradiniSig.Caerano
de Benedicli!,
e MicheteOnofrji quatirestano
Depùratidi conserva
ala
(Atth. 9or CÒú. , OtÌÒM. V.rbdli del CÒnsigtioDecwiotldte e àet
Cotji|!ìÒ Coùundte tB5BlEó4. Delíb. 13aeosro t863 |

23

IL CIRCOLO DI CULTURA POPOLARE

Fu costituitonel 1908da ìrngruppodi giovani,studentied operai,con Io
scopodidifîonderelaculturaorganizzando
conversazioni,
dibattiti,cicli di confer€nze.Ortonaeraa quell'epoca
unapiccolacittà di provinciadove',istruzione
pubblicaeraaffidataesclùsivamente
pochieúno sli stuallascuolaelementare.
denrichepotevano
permel(ersi
di conlinuare
gli srudisuperioria
Chietio aanciano e Iagrossamassadi giovani,quindi,unavoltaconseguita
la licenzaelementare, venivaavviataal lavoro.Inoltre,in queglianni,nellaquasjtotalitàdellecase
nonesistevano
libri o giornali,gli unicimezzidi informazione
dell,epoca,
percùi
i giovanieranodestinatia dimenticare,
il più dellevohe,qùelpococheavevano
iìppreso
a scuola.
Nacquespontane4
quindi,alf intemodelCircolodi Culturapopolare.
I'idea
di coqriruire
unapiccolîbiblioleca:
unaseriedi libririuniti,comeci racconuaT.R.
Grilli in ùn articoloapparso
su "La NuovaFiaccola",
dallavolontàe dallacaoarbieràdi alcunisocicheli andarono
raccogliendo
casapercasa.
Ncruralmenre;uei
giovani(Tommaso
paolo Bellomo,
RosarioGrilli. CiovanniFalcone.
Francesco
tantopercitarnealcuni)nonpotevano
assolutamente
immaginare
chequelgruppo
di Iibri potesseportare,qualcheannodopo,alla costituzione
di ùna biblioteca
Comunale.
L esigenza
dellatrasfomazione
si awertìnel 1926qùandofuronoavviatii
primi contattitra i rappresentanti
del "Circolo"e I'Amministrazione
Comunale.
Nel dicembredellostesso
anno,supropostadel
SindacoRomoloBemabeo,
viene
deciso"cheappenacompleîatoíl secondopiano del PalazzoCivico,dued.einuovi rani sarannoad.ibiîia Bibliotecaconxunale,'La seradelprimoaprile1927i socidelCircolodi Culturapopolaresimccolseronellanuovasedea all'unanimità
decisero
di cedereaìl'Ammiristrazione
Comunaletutto il patrimoniodell'associazione
(libri, scaffali,sediee tavoli)
affinchèsicostituisse
unabibliotecacomunale
efficiente,
benorganizzata
edapefa
a rutrii cittadini.
Conqùell'attoil Circolodi CùlturaPopolaÌe,
dopol8 annidi intensaattività,avevadecretato
la suafine.Ma ormaiavevacreatole premesse
perlacontinuazione,dapartedell'Amministrazione
Comunale,
diruttele attivitàcultùralichesi
eraproposta
al momentodellasùaistituzione;
avevacreatonellacittadjnanza
una
profondacoscienza
culturale,avevafinalmentedotatola cittàdi ùna biblioteca
pubblicache un'amministrazione
comunaleciecae retrograda
avevarifiutato
trent'anniprima.
EIio Ciennettí

Related Interests