You are on page 1of 2

Milano, 13 gennaio 2010

All’attenzione della Commissione della Valutazione della Didattica della Facoltà di


Lettere e Filosofia

OGGETTO: Proposta dell’istituzione del Garante degli Studenti

Noi, rappresentanti di Sinistra Universitaria della Facoltà di Lettere e Filosofia,


chiediamo che la Commissione prenda in esame l’opportunità dell’istituzione della
figura del Garante degli Studenti all’interno della nostra Facoltà, al fine del
miglioramento della comunicazione e del rapporto fra studenti, istituzioni e corpo
docenti.

A livello d’Ateneo oppure di Facoltà la figura del Garante è presente in molte


Università italiane ed estere, secondo particolari declinazioni e ambiti di intervento più
o meno ampi (in allegato una breve sintesi delle nostre ricerche). Che si tratti di un
singolo docente, un ufficio o una figura esterna all’Università, il Garante degli Studenti
si occupa di raccogliere istanze e disagi degli studenti, qualora questi ultimi ritengano
di essere oggetto di carenze, disfunzioni o abusi da parte di docenti, organi o uffici
dell’Ateneo.

Particolarmente esplicativo in merito al ruolo del Garante, e in linea con la nostra


proposta, è il regolamento della Facoltà di Ingegneria Industriale del Politecnico di
Milano:

Possono rivolgersi all’ufficio del Garante tutti coloro che lamentino:


• casi di disservizi in merito a problemi didattici, di
organizzazione, di scarsa informazione

• impegni non rispettati dai docenti in merito al calendario


degli esami, all’orario delle lezioni e del ricevimento
studenti

• comportamenti inadeguati di uffici o singole persone


Il Garante:
• interviene a seguito di denuncia non anonima,

• svolge adeguata istruttoria, cerca di dirimere la questione


ed ove non sia possibile informa il rappresentante del
CCS di competenza od il Preside

• tutela lo studente garantendolo da ogni ritorsione

• comunica al denunciante l’esito dell’istruttoria

(il testo citato è disponibile all’indirizzo http://www.ingind.polimi.it/servizi/garante.php?


id_nav=2718).

1
Come figura/ufficio dalle specifiche facoltà che si vorranno individuare e a piena
disposizione degli studenti, il Garante non si sommerebbe poi accessoriamente alla
figura del Preside di Facoltà -per definizione garante della didattica- ma costituirebbe
innanzitutto un punto di riferimento chiaramente identificabile e rintracciabile da parte
di tutti gli studenti, e avrebbe la possibilità di rispondere in modo immediato, ove ne
possieda le risorse, ai problemi a lui sottoposti, di consigliare lo studente e indirizzarlo
verso la soluzione migliore e di segnalare agli organi o alle figure competenti le
problematiche più complesse o di interesse più generale, qualora se ne presentasse la
necessità.

In quest’ottica la figura del Garante diverrebbe utile strumento per accrescere la


comunicazione tra la Facoltà e gli studenti, a favore di entrambi. Il contatto diretto e
continuo del Garante con le difficoltà e le disfunzioni che incontrano gli studenti
costituirebbe infatti al contempo una fonte di stimoli e un terreno di riscontro per le
attività della Facoltà, e in primis per questa stessa Commissione, nel perseguimento
del miglioramento della didattica e della nostra offerta formativa.

In fede,

I rappresentanti di Sinistra Universitaria