You are on page 1of 8

LA CEDRINA

Finalmente lho trovata, strano proprio dal fioraio pi vicino a casa, dopo averla cercata in tutti i vivai
possibili.
Si chiama Cedrina, ma mia nonna, grande estimatrice di questa piantina, la chiamava Erba Luigia.
Il suo profumo delicato di limone si sprigiona quando si stropicciano leggermente le foglie.

Cedrina Lippia citriodora Kuntze

Specie: Lippia citriodora Kuntze


Sinonimo: Lippia triphylla (LHer.) Kuntze; Aloysia triphylla Royle
Altri nomi comuni: Limoncina, Verbena odorosa, Erba luigia
Generalit
Arbusto semirustico originario del Sud America (Per, Cile), importato in Europa dagli Spagnoli nel
XVIII secolo per essere utilizzato nellindustria profumiera.
Caratteri botanici
Arbusto alto fino a circa 2,5 metri, deciduo; il fusto legnoso e le foglie sessili, riunite in verticilli di 3-4,
sono verdi, ruvide superiormente, lanceolate e con profumo e sapore intensi di limone. I fiori, dal leggero
sapore di limone, sono piccoli, bianco-violetti, posti in pannocchie terminali.
Coltivazione
Non tollera le basse temperature invernali e quindi, nelle zone dove queste scendono sotto lo 0C, deve
essere coltivata in vasi da porre in zone soleggiate durante la bella stagione e in luogo protetto durante i
periodi freddi. Seminare in luogo riparato a 15C. I semi germinano dopo quasi 20 giorni. Quando le
piantine sono sviluppate trapiantarle in piccoli vasetti, usando terra da giardino e sabbia grossolana.
Coltivare in vaso per due anni prima di porre a dimora. Pi facile la riproduzione per talea, prelevando
delle porzioni di stelo nella tarda primavera o in estate facendole radicare in substrato terroso in zone
ombreggiata. In primavera tagliare gli steli nel punto dove si sta formando la nuova vegetazione. Alla
fine dellestate potare leggermente la pianta per eliminare i capolini morti.
Raccolta e conservazione

Raccogliere le foglie in estate quando la pianta fiorisce e farle essiccare in luogo fresco ed ombreggiato.
Conservare le foglie essiccate in un vaso di vetro: esse manterranno il loro profumo per almeno tre anni.
Uso in cucina e propriet terapeutiche
Le foglie fresche o essiccate servono per preparare infusi o liquori derbe, per insaporire olio e aceto o
marmellate, macedonie, gelatine o gelati. Un utilizzo prolungato e regolare pu provocare indigestione o
mal di stomaco.
Propriet terapeutiche: antinevralgiche, neurotoniche, stimolanti.

Ricetta del liquore di Cedrina.


(copiata da un quadernetto di ricette di cucina di famiglia).
Si tratta di ricette di cucina della mia bisnonna materna, amabilmente conservate da mia nonna, da mia
madre e da me .
La trascrivo com stata scritta:
Versate in un vaso di vetro g 500 di acqua e g 500 di zucchero. Mescolate bene fino a che lo zucchero sia
tutto sciolto, aggiungete la buccia di mezzo limone e mescolate.
Togliete dalla pianta 67 foglie di cedrina, possibilmente tutte uguali, n troppo giovani n troppo vecchie,
tuffatele nello sciroppo e mescolate bene.
Aggiungete g 500 di alcol e mescolate con energia.
Tappate il vaso e stappatelo una o due volte al giorno per mescolare.
Colate dopo 7 o 8 giorni, tramite una garza, il liquore che sar verde e profumato.
Buon lavoro a chi volesse provare.
(Per la verit ho provato, ma il liquore non rimane verde, col tempo si scurisce. Forse qualcuno mi sa
indicare un segreto per mantenere il liquore verde come si presenta dopo circa una settimana. Grazie).

Liquore allerba Luisa


Ingredienti:

70 foglie di erba Luisa (erba Luigia, cedrina, citronella)


500 gr di acqua
500 gr di zucchero
500 gr di alcool per liquori
la buccia di 1/2 limone
(1 piccolo rametto di rosmarino)
(3 chiodi di garofano)
(3 foglie di salvia)
(3 foglie di menta)
(1 pezzetto di cannella)

Procedimento:
Unire acqua e zucchero in una pentola e far bollire qualche minuto finch lo zucchero non risulta perfettamente sciolto;
far raffreddare.
Scegliere 70 belle foglie di erba Luisa, n troppo giovani n troppo vecchie, pulirle per bene e metterle in un vaso a
chiusura ermetica insieme allo sciroppo ben freddo, allalcool e alla buccia del limone (solo la parte gialla); eventualmente
aggiungere tutti gli ingredienti tra parentesi e lasciar riposare per dieci giorni, ricordandosi di scuotere il tutto una o due
volte al giorno.
Filtrare il liquore attraverso un filtro di carta o un tessuto a trama fitta, imbottigliarlo e lasciarlo riposare almeno un mese
prima di consumarlo.

La preparazione molto semplice e non richiede nessuna particolare attrezzatura, basta saper
aspettare il tempo necessario per l'estrazione dei suoi oli essenziali tramite l'alcol a freddo.
Ecco la ricetta per preparare questo ottimo liquore all'erba Luigia:
Ingredienti per un litro di liquore
circa una centinaio di foglie di erba Luigia
500 cc (mezzo litro) di alcol da liquori a 90 gradi
200 gr di zucchero
3 chiodi di garofano
500 cc (mezzo litro) di acqua
Lavare accuratamente le foglie quindi farle asciugare delicatamente su di un panno. Versare le foglie in
un contenitore di vetro ermetico, aggiungere i chiodi di garofano e l'alcol, chiudere ermeticamente
quindi agitare per bene. Lasciare riposare l'infusione per una ventina di giorni al buio avendo
l'accortezza di agitare una volta al giorno.
Trascorsi i venti giorni, scogliere in acqua calda lo zucchero e lasciare intiepidire, versare l'infuso di
erba Luigia in una bottiglia da litro filtrando con un passino quindi aggiungere l'acqua zuccherata.
Agitare bene e lasciare riposare per almeno altri 15 giorni. A questo punto il nostro liquore sar pronto
per essere bevuto.

Eccomi qua, come promesso nel mio precedente post, a postare la ricetta del Basilicello, il liquore al
basilico tipico de la piccola casa.
Il nome del liquore, di questa ricetta, una via di mezzo tra basilico e limoncello, perch la
preparazione pu essere simile; la via che ho scelto per la preparazione quella della infusione a
freddo per preservare le propriet aromatiche e officinali del basilico (pianta sacra in Liguria, quasi
considerato un oro verde).
Questo liquore, cos preparato, molto dissetante e soprattutto digestivo, lo beve con gusto pure la
Fra nonostante, purtroppo, la sua avversit e refrattariet agli alcolici.
La preparazione semplice ma prevede dei lunghi tempi per permettere alle varie componenti dal
basilico col procedimento di estrazione a freddo.
Un consiglio che posso dare quello di "auto prodursi" il basilico, da noi in Liguria prassi avere
almeno un vasetto di basilico sulla finestra, basta che impiantate un mazzetto di basilico di Pra o di
Albenga, normalmente viene venduto con le radici, e lo cimate ogni tanto senza farlo mai fiorire. In
questo modo, le foglie utilizzare non avranno le varie sostanze che vengono usate durante la
coltivazione.
Ingredienti (x 1 litro)
1 o 2 mazzi di basilico ligure (circa 100 foglie)
mezzo litro di alcool da cucina
300 g di zucchero
la scorza di mezzo limone
Lavare le foglie di basilico, asciugarle delicatamente e inserirle in una arbanella ermetica da circa
mezzo litro , aggiungere mezzo litro di alcool da cucina (alimentare, mai, mai assolutamente l'alcol
denaturato). aggiungere quindi la scorza di mezzo limone (cercare di eliminare la parte bianca perch
renderebbe troppo amaro il liquore. Agitare per mezzo minuto e riporre al buio per almeno 15 giorni,
agitando ogni giorno.
dopo due settimane sciogliere in 600 cc di acqua lo zucchero, e versare in un bottiglia da litro, quando
la soluzione si raffreddata aggiungere l'alcool al basilico, filtrando con una garza. Tappare la bottiglia
e agitare, lasciare riposare per almeno un mese agitando ogni giornoPassato il mese di riposo ecco pronto il basilicello, un liquore dissetante e digestivo al basilico di
Liguria.

Ingredienti: per 500 gr. di alcool 95 gradi 67 foglie di erba luigia, la scorza di mezzo limone, 0,6 litri di acqua,
500 gr. di zucchero
Preparazione: mettere in infusione per 8 giorni le foglie di erba luigia e la scorza di limone nellalcool. Filtrare
ed aggiungere uno sciroppo di acqua e zucchero precedentemente preparato facendo bollire lacqua (0,6 lt.) con
lo zucchero. Linfuso di erba luigia va aggiunto allo sciroppo quando lo stesso ha raggiunto una temperatura di
20 21 gradi (non aspettare che si raffreddi completamente). Imbottigliare quando il tutto si ben raffreddato e
lasciare maturare per almeno 6 mesi.
liquore allerba luigia
1 lt alcool 95
150foglie di erba luigia
buccia di tre limoni gialli
800gr di zucchero
1 lt acqua
mettere le foglie e le bucce tagliate sottili nellalcool. far sciogliere lo zucchero nellacqua a fuoco dolce(nel
bimby 10min 100 vel 2). lasciate raffreddare completamente, aggiungere allalcool. lasciare macerare 40gg.
filtrare e imbottigliare. lasciare riposare unaltro mese. fatene tanto, buonissimo!
raccogliete le foglie pi tenere da giugno in poi, per voi fortunati pi al sud anche in maggio. pi verde la
foglia, pi verde diventa il liquore.
buon lavoro.

Ingredienti

70 foglie di erba cedrina

una stecca di cannella

una buccia di limone (solo la parte gialla)

una bustina di vanillina

litro d'acqua

litro di alcool a 95

Kg di zucchero

3 o 4 chiodi di garofano

Inoltre...

Stampa etichette - conserve dolci

Procedimento
Lavate bene le foglie e mettetele nell'alcool per 20 con la cannella, i chiodi di garofano, la buccia di limone e la vanillina in
un vaso a chiusura ermetica.
Lasciate riposare e ogni tanto scuotete bene il vaso e tenete tutto in infusione per 20 giorni, mescolando il contenuto 1 o 2
volte al giorno.
Passati questi giorni, filtrate l'alcool scartando foglie e depositi.
Fate bollire l'acqua con lo zucchero alcuni minuti e lasciar raffreddare. Quando l'acqua zuccherata si sar raffreddata,
mettete in una bottiglia sia l'alcool che l'acqua e chiudete ermeticamente.
Non dimenticate l'etichetta e conservate al fresco.