You are on page 1of 18

Stati Generali della Sanit

Regione del Veneto

PROGRAMMAZIONE SANITARIA
TRA INTEGRAZIONE
OSPEDALE/TERRITORIO
Venezia, 29 Gennaio 2015

Dott.ssa M.Cristina Ghiotto


Settore Assistenza distrettuale e Cure primarie
Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

OBIETTIVI FONDAMENTALI:

GESTIONE INTEGRATA E CONTINUIT DELLASSISTENZA

TERRITORIO
(contesto di vita)
vita)

Team Assistenza primaria


Cure domiciliari
Cure palliative
Specialistica
H di Comunit, URT
Strutture residenz/semires.

Integrazione
multiprofess.
Formazione

UVMD
Progetto
Assistenziale
Individual.

PDTA
Centrale Operativa

OSPEDALE

Territoriale

Modello Hub&Spoke

Teleconsulto

Reti cliniche integrate


(es. rete emergenza
urgenza)

Sistema
Informativo
Integrato

Modello integrato per


paziente fragile

Fascicolo
elettronico

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

OBIETTIVI FONDAMENTALI:

GESTIONE INTEGRATA E CONTINUIT DELLASSISTENZA

TERRITORIO
(contesto di vita)
vita)

Team Assistenza primaria


Cure domiciliari
Cure palliative
Specialistica
H di Comunit, URT
Strutture residenz/semires.

Integrazione
multiprofess.
Formazione

UVMD
Progetto
Assistenziale
Individual.

PDTA
Centrale Operativa

OSPEDALE

Territoriale

Modello Hub&Spoke

Teleconsulto

Reti cliniche integrate


(es. rete emergenza
urgenza)

Sistema
Informativo
Integrato

Modello integrato per


paziente fragile

Fascicolo
elettronico

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

Centrale
Operativa
Territoriale

linee guida nuovi atti aziendali

DISTRETTO

U.O.
PROFESSIONI
SANITARIE
TERRITORIALI

U.O.
DISABILITA

DIPARTIMENTO
DI SALUTE
MENTALE

U.O.
CURE
PRIMARIE

U.O.
INFANZIA
ADOLESCENZA
FAMIGLIA

NUCLEO DI CURE
PALLIATIVE

U.O.
ATTIVITA
SPECIALISTICHE

DIPARTIMENTO
PER LE
DIPENDENZE

U.O.
CURE
PALLIATIVE
Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

Un DISTRETTO che si
arricchisce di nuovi
strumenti gestionali,
organizzativi, formativi,
di valutazione.
Non solo dedicata ai malati
oncologici, ma alla

GESTIONE DELLA
CRONICIT
COMPLESSA
4

(Modello standard)

DISTRETTO

MEDICINE DI GRUPPO
INTEGRATE

TEAM
MULTIPROFESSIONALE
MEDICI DI MEDICINA GENERALE
supportati da INFERMIERI e
COLLABORATORI DI STUDIO,
STUDIO
strutturando un canale diretto
per il confronto con lo
SPECIALISTA e garantendo una
sede di riferimento APERTA H12.
H12
Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

MGI
Infermieri

Specialisti

Assistenti
Sociali

MMG

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

FATTORI DI SUCCESSO PER UNA GESTIONE INTEGRATA


1. attivit degli studi organizzata
2. approccio per percorsi assistenziali
3. buona tenuta della scheda sanitaria individuale
informatizzata
4. Formazione (percorsi orientati agli obiettivi regionali e aziendali, audit a
livello di team)

CONTRATTO DI ESERCIZIO TIPO


lo STRUMENTO che definisce OBIETTIVI
OBIETTIVI,, INDICATORI,
INDICATORI, RISORSE,

IMPEGNO
PROFESSIONALE

FATTORI
ORGANIZZATIVI
FATTORI DI
PRODUZIONE

PARTECIPAZIONE
ALLA GOVERNANCE

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

Misurare le
performance
del Territorio
7

Approccio per
Strumenti di TRASVERSALIT che consentono di creare collegamenti tra i
diversi setting assistenziali e tra le figure professionali che entrano nel percorso
di cura, garantendo la CONTINUIT DELLASSISTENZA.
DELLASSISTENZA.

Lavorare per PERCORSI significa:

Rivedere lorganizzazione Che cosa serve? Chi ha le competenze per farlo?


Conoscere le risorse disponibili
Stabilire relazioni e progettare in modo condiviso
Valorizzare professionalit definendo funzioni, ruoli e responsabilit
Monitorare, misurare i risultati e rendere conto
Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

Individuazione delle patologie/ambiti


Elaborazione di proposte di PDTA
Costituzione di un LABORATORIO PROVINCIALE
analisi locale delle organizzazioni aziendali
individuazione di azioni di miglioramento in
ambito organizzativo, informativo-informatico,
formativo
rimodulazione delle attivit per rendere attuabile
il PDTA regionale a livello territoriale.

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

strumento a supporto dellintegrazione tra professionisti

MMG

SPECIALISTI
Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

10

Direttore dei
Servizi sociali e
della Funzione
territoriale

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

11

La C.O.T.

uno strumento organizzativo di integrazione

luogo della presa in


carico
della
complessit
(che
richiede di essere
identificata)
si occupa di pazienti
che transitano per
ambiti diversi

PERSONA
PORTATRICE DI BISOGNO
PERSONA PORTATRICE DI BISOGNO
Rende operativi i PERCORSI ASSISTENZIALI, MONITORANDONE lATTUAZIONE

TRACCIABILIT DEGLI INTERVENTI ANCHE PER DARE TRASPARENZA


Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

12

La C.O.T. la Centrale della Continuit


Soggetti che la possono attivare
personale distrettuale
e ospedaliero
personale delle
strutture di ricovero
intermedie, delle
strutture residenziali e
semi--residenziali
semi

medici/pediatri di
famiglia e medici di
continuit
assistenziale

personale dei
Comuni
(Servizi Sociali)

familiari di pazienti
protetti e critici
Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

13

Analisi preliminare progetti pervenuti (obiettivo ai DG)


Invio di una griglia di approfondimento per conseguire
uniformit e completezza informativa sui modelli
Visite in loco ad alcune C.O.T. sperimentali
Organizzazione di un evento di confronto con le Direzioni
Strategiche
Organizzazione di momenti di confronto operativo per mettere a
fattor comune le esperienze e le soluzioni operative (cicli di
incontri provinciali, in plenaria, gruppi su singole tematiche)
Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

14

Obiettivo A.1 delle


La sfida
non
solo
Direzioni
ULSS
Formulare il progetto
e
organizzare
meglio
dare avvio alla Centrale Operativa
al proprio interno
Progettazione
e avvio
ma
integrarsi
con
COT
le altre ULSS
Progettazione

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

15

- Leva del cambiamento Formazione ripensata alla luce dei cambiamenti in tema di
organizzazione, di gestione e di progettualit.

Elementi strategici:

Lavorare in team
Lavorare entro un sistema organizzato (e
(e non isolato)
isolato)
Lavorare per obiettivi di salute
Lavorare sulla base di percorsi assistenziali
Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

16

Riorganizzazione del SISTEMA DI FORMAZIONE per la MEDICINA CONVENZIONATA


1.

RIORGANIZZAZIONE DELLA SCUOLA di MG,


MG a partire dai futuri
MMG ;

2.

Costruzione di una rete di TUTOR e ANIMATORI DI FORMAZIONE


CONTINUA come LEVE dellINNOVAZIONE
Il PROGETTO DI FORMAZIONE in corso coinvolge 520

professionisti
3.

Rielaborazione dei PERCORSI DI FORMAZIONE CONTINUA


strutturandoli per OBIETTIVI DI SALUTE,
SALUTE imperniati sulla
TRASVERSALIT tra le diverse FIGURE PROFESIONALI

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

17

Giunta Regionale
Area Sanit e Sociale

18