You are on page 1of 16

02OAKMN - Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine - a.a.

2014/2015

Relazione tecnica di verifica di componenti di un motoriduttore
Oggetto della presente esercitazione è la verifica di alcuni componenti costituenti un
riduttore di velocità ad assi paralleli e ruote cilindriche a denti elicoidali (Figura 1).

A3

R2
A2
C
P
L1

A1

Figura 1: Riduttore di velocità.
1

 coefficiente di stato superficiale. in acciaio 36NiCrMo16 UNI EN10083 Grado 2 temprato alla fiamma secondo il modello A (𝑅𝑚 = 1000 MPa. 𝑧 = 20.90. riceve una potenza 𝑃𝑒 = 49 kW e ruota con velocità angolare 𝑛 = 1790 giri⁄min. 𝑚𝑛 = 2. 2014/2015 A1: albero primario del riduttore.5 mm.Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine . è supportato da due cuscinetti SKF: NJ 309 ECJ a sinistra (Figura 3) e 22309 CC a destra (Figura 4).023. 𝜙𝑛 = 20°.  angolo d’elica.3558 ∙ 𝑁 −0. o verifica a fatica da flessione e a usura da contatto per una vita del pignone pari a 5 ∙ 109 cicli e un’affidabilità di 0.  angolo di pressione normale.0178 e 𝑍𝑁 = 1.  𝐕𝟑 = 310 mm.  grado di precisione 𝑄𝑣 = 6.a.  per il calcolo del coefficiente di distribuzione del carico 𝐾𝐻 . un funzionamento continuo senza sovraccarichi con temperatura di funzionamento inferiore a 120 °C. coefficiente 𝐶𝑒 = 1 e denti non bombati.  numero di denti. la ruota C è calettata sull’albero A2.  per i coefficienti di vita 𝑌𝑁 e 𝑍𝑁 . durezza superficiale Brinell 560 𝐻𝐵. riceve la potenza dalla ruota dentata P dell’albero A1 e. durezza superficiale Rockwell C 55 𝐻𝑅𝐶). condotta per il riduttore. riceve potenza dal motore. A2: albero intermedio. C: ruota condotta. 𝑅𝑒𝐻 = 800 MPa. ruota dentata cilindrica a denti elicoidali. si faccia riferimento alla normativa AGMA D2001-D04 e si assuma:  per l’unità di tipo commerciale chiuso. la trasmette all’albero A3. di cui è dato il disegno di massima nella Figura 2. La potenza giunge all’albero A3. i modelli 𝑌𝑁 = 1. Caratteristiche del pignone:  modulo normale. ruota dentata motrice per il riduttore.  𝐕𝟐 = 210 mm. Mediante un giunto l’albero 3 trasmette il moto all’utilizzatore.02OAKMN . La ruota cilindrica R a denti elicoidali ha numero di denti pari a 103 ed è realizzata nello stesso materiale del pignone P. riceve la potenza dalla linguetta L1.a. tramite la ruota R2. Per la verifica. L1: linguetta albero primario. 𝜎𝐷−1 = 440 MPa. ed esce attraverso un giunto. tenendo conto degli effetti di intaglio e si paragoni il coefficiente di sicurezza a fatica calcolato con quello relativo alla verifica statica. o verifica a fatica per vita illimitata dell’albero nelle sezioni (Figura 5):  𝐕𝟏 = 80 mm. Specifiche per i calcoli di verifica dell’albero A1 e della ruota P L’albero A1. Si sviluppino i calcoli di: o verifica statica dell’albero a sollecitazioni composte. 𝜓 = 15°. I cuscinetti di supporto dell’albero 1 sono a rulli cilindrici a sinistra e orientabile a rulli a destra. 𝑍𝑅 = 1. Il pignone P è realizzato di pezzo sull’albero A1. 2 . P: pignone. L’albero A1.4488 ∙ 𝑁 −0.

a.Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine . rappresentano anche un suggerimento per una suddivisione in paragrafi e sottoparagrafi della relazione tecnica.02OAKMN . 3 . 2014/2015 Sviluppare i calcoli di verifica secondo i punti elencati nello schema allegato che. oltre a formare una traccia completa del lavoro da svolgere.a. A2 C R2 Fr2 Fa2 Ft2 A1 Ft1 P Fa1 L1 x y Fr1 z Ce Figura 2: Schema delle forze scambiate.

a.Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine . Figura 4: Dati tecnici del cuscinetto 22309 CC di supporto dell’albero A1.a. 2014/2015 Figura 3: Dati tecnici del cuscinetto NJ 309 ECJ di supporto dell’albero A1. 4 .02OAKMN .

02OAKMN . 2014/2015 V1 V2 V3 Figura 5: Disegno preliminare Albero A1.a. 5 .a.Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine .

Reazioni vincolari: piano x-z 𝑧𝐶 = ⋯ mm 𝑧𝑅 = ⋯ mm {𝑧 = ⋯ mm 𝐷 𝑧𝐿 = ⋯ mm x Fr z Fa FxC Ce FxD D C zC zR zD zL FzD L1 𝐹𝑥𝐶 = ⋯ N {𝐹𝑥𝐷 = ⋯ N 𝐹𝑧𝐷 = ⋯ N Note: o per la determinazione di 𝑧𝐶 e 𝑧𝐷 si considerino i cuscinetti di sinistra e destra a diretto contatto rispettivamente con il distanziale rappresentato dalla ruota non di pezzo e con lo spallamento costituito dalla ruota dentata P...... o per la determinazione di 𝑧𝐿 ... si consideri la mezzeria della linguetta L1.a.. che il verso di rotazione dell’albero indicato nello schema sia compatibile con il corretto funzionamento del riduttore. in base al disegno complessivo fornito in Figura 1. verificare...a. foglio n..02OAKMN .. o per la determinazione di 𝑧𝑅 . data ........./... 6 .Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine . . 2014/2015 SCHEMA DI RELAZIONE TECNICA: VERIFICA STATICA ELEMENTI DI COSTRUZIONE E DISEGNO DI MACCHINE – 02OAKMN Squadra n. si consideri la mezzeria della larghezza di fascia della ruota dentata C. z x Fa Fr y Ft D C P Schema tridimensionale 𝐶𝑒 = ⋯ Nm 𝐹 = ⋯N { 𝑡 Ce 𝐹𝑟 = ⋯ N ne 𝐹𝑎 = ⋯ N L1 Note: o Prima di procedere con il calcolo.

o in corrispondenza del pignone. Diagrammi d’area e dei moduli di resistenza 𝐴(𝑧) = ⋯ mm2 {𝑊𝑓 (𝑧) = ⋯ mm3 𝑊𝑡 (𝑧) = ⋯ mm3 Note: o in corrispondenza delle Calcolo e tracciamento dei diagrammi di area 𝐴(𝑧) linguetta. 2014/2015 Reazioni vincolari: piano y-z z y FyC FyD Ft Fa C D FzD zC Ce L1 { 𝐹𝑦𝐶 = ⋯ N 𝐹𝑦𝐷 = ⋯ N Nota: si consideri la coppia esterna entrante 𝐶𝑒 applicata in 𝑧𝐿 (mezzeria della linguetta L1) zR zD zL Caratteristiche della sollecitazione: piano x-z Calcolo delle caratteristiche di sollecitazione sull’albero e tracciamento dei diagrammi di 𝑁(𝑧) = ⋯ N andamento di sforzo normale 𝑁(𝑧) e momento {𝑀 (𝑧) = ⋯ Nm 𝑦 flettente 𝑀𝑦 (𝑧). si consideri una sezione resistente avente diametro pari al diametro della circonferenza primitiva. Caratteristiche della sollecitazione: momento flettente risultante Calcolo e tracciamento del diagramma di momento flettente risultante sull’albero 𝑀𝑓 (𝑧) = ⋯ Nm 2 2 (𝑧) 𝑀𝑓 = √𝑀𝑥 + 𝑀𝑦 .a.a. Caratteristiche della sollecitazione: piano y-z Calcolo delle caratteristiche di sollecitazione sull’albero e tracciamento dei diagrammi di 𝑀𝑥 (𝑧) = ⋯ Nm { momento flettente 𝑀𝑥 (𝑧) e di momento torcente 𝑀𝑡 (𝑧) = ⋯ Nm 𝑀𝑡 (𝑧).02OAKMN . si consideri una e dei diagrammi dei moduli di resistenza a flessione sezione resistente con 𝑊𝑓 (𝑧) e a torsione 𝑊𝑡 (𝑧).Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine . 7 . diametro al netto della cava ricavata sull’albero.

a. 8 . 𝐶𝑆𝑠 (𝑧). Identificazione della { 𝑠 𝐶𝑆𝑠. Coefficiente di sicurezza statico Calcolo e tracciamento del diagramma dei coefficienti di sicurezza statici per le diverse 𝐶𝑆 (𝑧) = ⋯ sezioni dell’albero. Per la tensione ideale.a.𝑚𝑖𝑛 .𝑚𝑖𝑛 = ⋯ sezione critica e del coefficiente di sicurezza minimo dell’albero 𝐶𝑆𝑠. 2014/2015 Tensioni agenti sull’albero: componenti 𝜎 𝑁 (𝑧) = ⋯ MPa Calcolo e tracciamento dei diagrammi di tensione 𝑁 (𝑧).Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine .02OAKMN . si eseguano i calcoli 𝜎 𝑡𝑜𝑡 (𝑧) = ⋯ MPa { secondo un opportuno criterio di cedimento e 𝜎𝑖𝑑 (𝑧) = ⋯ MPa ipotizzando un cedimento per completa plasticizzazione. dovuta allo sforzo normale 𝜎 al momento {𝜎 𝑀𝑓 (𝑧) = ⋯ MPa 𝑀𝑓 (𝑧) flettente 𝜎 e al momento torcente 𝜏 𝑀𝑡 (𝑧). 𝜏 𝑀𝑡 (𝑧) = ⋯ MPa Tensioni agenti sull’albero: risultanti Calcolo e tracciamento dei diagrammi di tensione normale complessiva 𝜎 𝑡𝑜𝑡 (𝑧) e di tensione ideale 𝜎𝑖𝑑 (𝑧).

Limite di fatica corretto e diagramma di Haigh A partire dalla sollecitazione a fatica presente e dalla geometria dell’albero.. si valuti il coefficiente di riduzione della vita a fatica 𝐾𝑓 ... 𝜎𝑚 e 𝜎𝑎 . Coefficiente di sicurezza a fatica A partire dalla sollecitazione a fatica presente e dalla geometria dell’albero... 𝜏𝑚𝑡 e 𝜏𝑎 𝑡 per le tre sezioni V1.... 𝜎𝑚 e 𝜎𝑎𝑁 . V2 e V3 Valutazione del coefficiente di riduzione della vita a fatica 𝑞=⋯ A partire dalla sensibilità all’intaglio 𝑞 (stimata in base al raggio di fondo intaglio) e dal coefficiente {𝐾𝑡 = ⋯ di concentrazione della tensioni 𝐾𝑡 (ottenuto 𝐾𝑓 = ⋯ graficamente dagli opportuni diagrammi). foglio n. data . il coefficiente di sicurezza a 𝐶𝑆𝑓 fatica per vita illimitata.𝑒𝑞 = ⋯ MPa coordinate del punto di lavoro nel diagramma di { 𝜎𝑚.Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine .. Nota: ripetere il procedimento per tutte le sezioni da verificare. il coefficiente di carico 𝐶𝐹 = ⋯ 𝐶𝐿 e il coefficiente di finitura 𝐶𝐹. . 2014/2015 SCHEMA DI RELAZIONE TECNICA: VERIFICA A FATICA ELEMENTI DI COSTRUZIONE E DISEGNO DI MACCHINE – 02OAKMN Squadra n. Valutazione dei coefficienti correttivi del limite di fatica A partire dalla sollecitazione a fatica presente e 𝐶𝑆 = ⋯ dalla geometria dell’albero. le tensioni medie e alternate 𝑀 𝑀 𝑀 𝑀 𝜏𝑚𝑡 = ⋯ MPa 𝜏𝑎 𝑡 = ⋯ MPa dovute al momento torcente. le 𝑁 𝜎𝑚 = ⋯ MPa 𝜎𝑎𝑁 = ⋯ MPa tensioni medie e alternate dovute al momento 𝑀 𝑀 𝑀𝑓 𝑀𝑓 {𝜎𝑚 𝑓 = ⋯ MPa 𝜎𝑎 𝑓 = ⋯ MPa flettente. 9 ./. Valutazione della sollecitazione a fatica presente Si valutino.... valutare il limite di 𝜎 𝑐 = ⋯ MPa 𝑐 fatica corretto 𝜎𝐷−1 e tracciare in scala il 𝐷−1 diagramma di Haigh per vita illimitata..a. secondo un opportuno criterio.... le tensioni medie e 𝑁 alternate dovute allo sforzo normale.𝑒𝑞 = ⋯ MPa Haigh e valutare graficamente..02OAKMN .. valutare graficamente { 𝐶𝐿 = ⋯ il coefficiente di scala 𝐶𝑆. 𝐶𝑆𝑓 . calcolare le 𝜎 𝑎.. se presenti..a...

.. 10 .. dove 𝑟𝑝 𝑷 rappresenta il raggio della circonferenza di piede del pignone..𝐹𝐴𝑇𝐼𝐶𝐴 = 𝐹𝑡 𝐾0 𝐾𝐵 𝐾𝑣 𝐾𝐻 𝐾𝑠 𝑏∙𝑚 𝑌 𝑡 𝐽 Valutazione della larghezza di fascia del dente 𝑏 𝑏 = min[𝑏𝐑 ... 𝑏𝐏 ] Valutazione del coefficiente di sovraccarico 𝐾0 𝐾0 = ⋯ Nota: Ipotizzando condizioni di funzionamento differenti da quella indicata nel testo della relazione.... foglio n.. data ./.Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine ..25(12 − 𝑄𝑣 )2⁄3 𝐴 = 50 + 56(1 − 𝐵) { 𝐴+√200𝑉 𝐾𝑣 = ( 𝐴 𝐵 ) dove 𝑄𝑣 = 6 è il grado di precisione... .. Valutazione del coefficiente di spessore della corona 𝐾𝐵 𝐾𝐵 = ⋯ Nota: Per il pignone. 2014/2015 SCHEMA DI RELAZIONE TECNICA: VERIFICA RUOTA ELEMENTI DI COSTRUZIONE E DISEGNO DI MACCHINE – 02OAKMN Squadra n. Valutazione del coefficiente dinamico 𝐾𝑣 𝑉 = ⋯ m⁄s 𝐵 = 0.02OAKMN ... Valutazione della tensione massima a fatica da flessione 1 𝜎max...a. si valuti l’influenza del fattore 𝐾0 sul coefficiente di sicurezza a fatica da flessione...a... si consideri 𝑡𝑅 = 𝑟𝑝 𝑷 .

15 ∙ 10 𝑏 − 4. 430 < 𝑏 ≤ 1000 mm 1 𝑆1⁄𝑆 < 0. 𝑏 10𝑑𝐏 𝐶𝑝𝑓 = 𝑏 10𝑑𝐏 − 0. dove 𝐶𝑒 = 1.05.0375 + 4.1109 + 8. 2014/2015 𝐶𝑚𝑐 Valutazione del coefficiente di distribuzione del carico 𝐾𝐻 1 denti non bombati ={ 0.025 𝑏 10𝑑𝐏 < 0.a.Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine .1 𝑆1⁄𝑆 ≥ 0. .92 ∙ 10−4 𝑏 𝑏 −4 −7 2 {{10𝑑𝐏 − 0.a.175 𝐶𝑚𝑎 = 𝐴 + 𝐵 ∙ 𝑏 + 𝐶 ∙ 𝑏 2 𝑏⁄𝑑𝐏 ≤ 2 Se { 𝑏 ≤ 1000 mm ruote tra cuscinetti contatto su 𝑏 ⇒ 𝐾𝐻 = 1 + 𝐶𝑚𝑐 (𝐶𝑝𝑓 𝐶𝑝𝑚 + 𝐶𝑚𝑎 𝐶𝑒 ).53 ∙ 10 𝑏 𝐶𝑝𝑚 = { 25 < 𝑏 ≤ 430 mm .02OAKMN .05 𝑏 ≤ 25 mm − 0.05 𝑏 10𝑑𝐏 ≥ 0.8 denti bombati 0.175 1. 11 .

02OAKMN . 2014/2015 Valutazione del fattore dimensionale 𝐾𝑠 𝐾𝑠 = 0.0535 ruota che si sta calcolando Valutazione del fattore geometrico 𝑌𝐽 Coefficiente correttivo 𝐽′′ 𝑌𝐽 = 𝐽′ ∙ 𝐽′′ 12 .Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine .a.843(𝑏 ∙ 𝑚𝑛 √𝑌) 0.a.

2014/2015 Valutazione del coefficiente di sicurezza a fatica da flessione 𝜎 𝑌𝑁 𝑆𝐹 = 𝜎 𝐹𝑃 𝑌 𝑌 max.02OAKMN .Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine .a.99 13 .a.𝐹𝐴𝑇𝐼𝐶𝐴 𝜃 𝑍 Valutazione della resistenza a fatica da flessione 𝜎𝐹𝑃 Valori di 𝜎𝐹𝑃 (𝑆𝑡 in unità anglosassoni) a 107 cicli e affidabilità pari a 0.

a. 2014/2015 Valutazione del coefficiente di vita 𝑌𝑁 𝑌𝑁 = ⋯ Valutazione del coefficiente di temperatura 𝑌𝜃 𝑌𝜃 = 1.a.02OAKMN .Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine . per temperature inferiori a 120 °C Valutazione del coefficiente di affidabilità 𝑌𝑍 𝑌𝑍 = ⋯ 14 .

cos[𝜙𝑡 ]sen[𝜙𝑡 ] 𝑚𝐺 𝑍𝐼 = { 2𝑚𝑁 𝑚𝐺 + 1 0. tan[𝜙 ] 𝜙𝑡 è l’angolo di pressione frontale con tan[𝜙𝑡 ] = cos[𝜓]𝑛 .a.95∙𝑍 . 𝑎 = 𝑚𝑛 è l’addendum della coppia di ingranaggi. 𝜙𝑛 è l’angolo di pressione normale. (𝑟𝐏 + 𝑟𝐑 )sen[𝜙𝑡 ]] 𝑍𝐵 = min [√(𝑟𝐑 + 𝑎)2 − 𝑟𝑏2𝐑 . 𝑟𝑏𝐑 = 𝑟𝐑 cos[𝜙𝑡 ] dove 𝑟𝐏 e 𝑟𝐑 sono i raggi primitivi di P e R e 𝑟𝑏 𝐏 e 𝑟𝑏 𝐑 sono i raggi di base di P e R. 2014/2015 Valutazione della tensione massima a usura da contatto 1 𝜎max. { 𝑍 = 𝑍𝐴 + 𝑍𝐵 − (𝑟𝐏 + 𝑟𝐑 )sen[𝜙𝑡 ] dove 𝑝𝑛 = 𝜋 ∙ 𝑚𝑛 è il passo normale (con 𝑚𝑛 modulo normale).𝑈𝑆𝑈𝑅𝐴 = 𝑍𝐸 √𝐹𝑡 𝐾0 𝐾𝑣 𝐾𝐻 𝐾𝑠 𝑍𝑅 𝑏∙𝑑 𝑷 ∙𝑍𝐼 Valutazione del coefficiente elastico 𝑍𝐸 Valori del coefficiente 𝑍𝐸 in √psi (√MPa) 𝑍𝐸 = √MPa Valutazione del coefficiente geometrico di resistenza superficiale 𝑍𝐼 𝑟𝑏𝐏 = 𝑟𝐏 cos[𝜙𝑡 ] { . 𝑍𝐴 = min [√(𝑟𝐏 + 𝑎)2 − 𝑟𝑏2𝐏 .a.8 dentature esterne dentature interne dove 𝑚𝐺 = 𝑛𝐏 ⁄𝑛𝐑 = 𝑑𝐑 ⁄𝑑𝐏 è il rapporto di ingranamento.02OAKMN .Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine . 15 . (𝑟𝐏 + 𝑟𝐑 )sen[𝜙𝑡 ]] ⟹ 𝑚𝑁 = 𝑝𝑛 cos[𝜙𝑛 ] 0.

29 ∙ 10 1.7 dove 𝐻𝐵𝐏 e 𝐻𝐵𝐑 sono le durezze Brinell di P e R.a.a.00698 𝐻𝐵𝐏 ⁄𝐻𝐵𝐑 > 1. 2014/2015 Valutazione del coefficiente di sicurezza a usura da contatto 𝜎 𝑍𝑁 𝑍𝑊 𝑆𝐻 = 𝜎 𝐻𝑃 𝑌 𝑌 max.Elementi di Costruzione e Disegno di Macchine . 0 ′ 103 (𝐻𝐵𝐏 ⁄𝐻𝐵𝐑 ) 3 𝑍𝑊 = 1 + 𝐴′ (𝑚𝐺 − 1) 16 .2 𝐴 = {8.7.99 Valutazione del coefficiente di vita 𝑍𝑁 𝑍𝑁 = ⋯ Valutazione del coefficiente del rapporto di durezza 𝑍𝑊 𝐻𝐵𝐏 ⁄𝐻𝐵𝐑 < 1.98 ∙ − 8. 0.𝑈𝑆𝑈𝑅𝐴 𝜃 𝑍 Valutazione della pressioni di contatto ammissibili 𝜎𝐻𝑃 Valori di 𝜎𝐻𝑃 (𝑆𝐶 in unità anglosassoni) a 107 cicli e affidabilità pari a 0.2 ≤ 𝐻𝐵𝐏 ⁄𝐻𝐵𝐑 ≤ 1.02OAKMN .