You are on page 1of 6

Capitolo diciannovesimo

LE MODIFICAZIONI DELLO STATUTO


1.Nozione. Procedimento
nozione
modificazioni dello statuto
ogni mutamento del contenuto oggettivo del contratto sociale (atto costitutivo e statuto)
mutamento che pu consistere sia nell'inserimento di nuove clausole
sia nella modificazione o soppressione di clausole preesistenti
delibera assembleare
le modificazioni dello statuto rientrano nella competenza dell'assemblea dei soci in sede
straordinaria
art.2365
maggioranza prevista per l'assemblea straordinaria
o con quelle pi elevate stabilite nello statuto
controllo notarile. Pubblicit
il notaio che ha verbalizzato la delibera dell'assemblea
che verifica l'adempimento delle condizioni stabilite dalla elgge
entro 30 giorni ne richiede l'iscrizione nel registro delle imprese contestualmente al deposito
la deliberazione non produce effetti se non dopo l'iscrizione e quindi non pu esssere eseguita prima
della stessa
per rendere pi agevole la conoscenza del contenuto attuale dello statuto
dopo ogni modificazione dello statuto ne deve essere depositato nel registro delle imprese il testo
integrale
nella sua redazione aggiornata
2.Il diritto di recesso
limiti al potere della maggioranza
la minoranza non pu impedire modifiche dell'assetto societario
la minoranza indirettamente tutelata dal riconoscimento del diritto di recesso dalla societ
diritto di recesso
cause
art.2437
possono essere distinte le cause di recesso
1.cause di recesso inderogabili
2.derogabili dallo statuto
3.cause statutarie
1.cause inderogabili
art.2437,1.comma
il diritto di recesso pu essere esercitato dai soci che non hanno concorso alle delibere riguardanti
a. la modifica dell'oggetto sociale
b.la trasformazione della societ
c.il trasferimento della sede sociale all'estero
d.la revoca dello stato di liquidazione
e.l'eliminazione di una o pi cause di recesso derogabili o previste dallo statuto

f.la modificazione dello statuto concernenti il diritto di voto o di partecipazione


in tutti questi casi il diritto di recesso non pu essere soppresso dallo statuto ed nullo ogni patto
volto ad escluderlo o a renderne pi gravoso l'esercizio
2.cause derogabile
art.2437,2.comma
salvo che lo statuto non disponga diversamente
il diritto di recesso spetta ai soci che non hanno concorso all'approvazione delle delibere riguardanti
a.la proroga del termine di durata della societ
b.l'introduzione o la rimozione di vincoli alla circolazione delle azioni
3.cause statutarie
nelle sole societ che non fanno appello al mercato del capitale di rischio
lo statuto pu prevvedere ulteriori cause di recesso
art.2437,4.comma
societ a tempo indeterminato
nelle societ a tempo indeterminato non quotate
per evitare che i soci restino prigionieri della societ
tutti i soci possono recedere liberamente da una societ a tempo indeterminato non quotata con un
preavviso di 180 giorni
(allungabile dallo statuto fino ad un anno)
art.2437,3.comma
esercizio diritto di recesso
deve essere esercitato mediante comunicazione con lettera raccomandata alla societ
le azioni per le quali esercitato il diritto di recesso non possono essere cedute e devono essere
depositate presso la sede della societ
determinazione valore azioni
nelle societ non quotate il valore delle azioni da rimborsare determinato dagli amministratori
sentito il parere del collegio sindacale e del soggetto incaricato della revisione legale dei conti
art.2437-ter
lo statuto pu prevedere criteri pi analitici di valutazione
rimborso delle azioni
art.2437-quarter
le azioni del socio che recede devono essere innanzitutto offerte in opzione agli altri soci in
proporzione al numero delle azioni possedute
per la parte non acquistata dai soci possono essere collocate sul mercato
in caso di collocamento presso i soci o presso i terzi
le azioni vengono rimborsate mediante acquisto da parte della societ
rispettando il limite degli utili distribuibili e delle riserve disponibili
in assenza di utili e riserve disponibile
deve essere convocata l'assemblea straordinaria per deliberare la riduzione del capitale sociale
o scioglimento della societ

3.Le modificazioni del capitale sociale


1.aumento del capitale sociale pu essere
reale (a pagamento) un aumento del capitale sociale nominale e del patrimoni della societ
per effetti di nuovi conferimenti
nominale ( gratuito) si incrementa solo il capitale nominale, mentre il patrimonio della
societ resta invariato
2.diminuzione
4.L'aumento reale del capitale sociale
nuovi conferimenti
l'aumento reale d luogo all'emissione di nuove azioni a pagamento che vengono sottoscritto dai
soci attuali
cui riconosciuto diritto di opzione
condizioni
non consentito eseguire un aumento del capitale fino a che le azioni precedentemente emesse non
siano interamente liberate
la violazione comporta la nullit della delibera di aumento
l'aumento delegato
competente a deliberare l'aumento di capitale l'assemblea straordinaria dei soci
lo statuto pu attribuire agli amministratori
a.deve essere predeterminato l'ammontare massimo entro cui gli amministratori possono
aumentare il capitale sociale
b.la delega pu essere concessa per un periodo massimo di 5 anno
la delega per rinnovabile
a tutela della minoranza si prevede tuttavia che, quando l'aumento delegato volto a conseguire un
conferimento in natura senza la stima dell'esperto nominato dal Tribunale
i soci che rappresentano il 20% del capitale possono chiedere che i presenti una nuova valutazione
effettuata secondo il normale procedimento disciplinato
il verbale della delibera del consiglio di amministrazione di aumento del capitale sociale deve essere
redatto da un notaio
soggetta ad iscrizione nel registro delle imprese
sottoscrizione parziale
conferimenti
il versamento del 25% dei conferimenti in danaro deve essere effettuato direttamente alla societ e
non presso una banca
5.Il diritto di opzione
il diritto di opzione il diritto dei soci attuali di essere preferiti ai terzi nella sottoscrizione
dell'aumento del capitale sociale a pagamento
funzione
il diritto di opzione consente di mantenere inalterata la proporzione in cui ciascun socio partecipa al
capitale ed al patrimonio sociale

serve a mantenere inalterata la proporzione in cui ciascun socio partecipa (attraverso il voto) alla
formazione della volont sociale
il diritto di opzione ha un proprio valore economico ( spesso notevole)
che l'azionista pu monetizzare cedendolo a terzi qualora non voglio o non possa concorrere
all'aumento capitale sociale
art.2441
oggetto
attualmente il diritto di opzione ha per oggetto le azioni di nuova emissione di qualsiasi categoria e
le obbligazioni convertibili in azioni emesse dalla societ
esso compete agli azionisti di ogni categoria ed ai possessori di obbligazioni convertibili su tutte le
azioni di nuova emissione
il diritto di opzione attribuito a ciascun azionista in proporzione de numero di azioni gi possedute
azioni non optate
gli amministratori non sono liberi di collocare a loro piacimento le azioni che siano rimasti inoptate
a.le azioni non sono quotate
coloro che hanno esercitato il diritto di opzione hanno diritti di prelazione
b.se le azioni sono quotate
i diritti di opzione residui devono essere offerti nel mercato regolamentato dagli amministratori per
almeno 5 riunioni
solo se gli azionisti non si avvalgono per l'intero del diritto di prelazione
o i diritti offerti nel mercato regolamentato
restano invenduti
le azioni di nuova emissione potranno essere liberamente collocate
esclusione del diritto di opzione
1.il diritto di opzione escluso per legge quando le azioni devono essere liberate mediante
conferimenti in natura
art.2441,4.comma
2.il diritto di opzione pu essere escluso o limitato con la delibera di aumento del capitale quando
l'interesse della societ esige
art.2441,5.comma
oltre la met del capitale sociale
3. il diritto di opzione pu essere escluso
con delibera dell'assemblea straordinaria
quandlo le azioni devono essere offerte in sottoscrizione ai dipendenti della societ
o anche ai dipendenti di societ controllanti o controllate
sovraprezzo
nei casi di esclusione del diritto di opzione 1 e 2
obbligatoria l'emissione delle nuove azioni con sovrapprezzo
in modo da ridimensionare il pregiudizio patrimoniale degli azionisti attuali
6.L'aumento nominale del capitale sociale
l'aumento nominato( gratuito) del capitale sociale operzaione che non d luogo a nuovi
conferimenti e
non determina alcun incremento del patrimonio sociale

l'aumento nominale infatti posto in essere dall'assemblea straordinaria


imputando a capitale le riserve e gli altri fondi iscritti in bilancio in quanto disponibile
art.2443,1.comma
non imputabile a capitale la riserva legale, almeno per la parte che non supera il 20% del capitale
sociale
effetti
l'aumento quindi realizzato utilizzando valori gi esistenti nel patrimonio della societ
modalit di attuazione
l'aumento nominale del capitale sociale pu essere attuato o aumentando il valore nomnale delle
azioni in circolazione o mediante l'emissione di nuove azioni ( devono essere assegnate
gratuitamente agli azionisti)
l'aumento deve essere attuato in modo da non alterare le preesistenti posizioni reciproche degli
azionisti
7.La riduzione del capitale sociale. La riduzione reale
tipologia
la riduzione del capitale sociale pu essere
reale la riduzione del capitale sociale disciplinata dall'art. 2445
nominale la riduzione del capitale sociale per perdite
riduzione reale
operazioni potenzialmente pericolosa per i creditori sociali e per i soci di minoranza
riduce la consistenza del patrimonio sociale e pu pregiudicare lo svolgimento dell'attivit di
impresa
condizioni
il capitale sociale non pu essere ridotto al di sotto del minimo legale di 120mila euro
l'avviso di convocazione dell'assemblea deve indicare le ragioni e le modalit della riduzione
in modo che i soci siano preventivamente informati dulle une e sulle atre
la delibera pu essere eseguita solo dopo 90 giorni dell'iscrizione nel registro delle imprese
adottata con la normali maggioranza previste per le modificazioni dello statuto
opposizione dei creditori
entro questo termine
i creditori sociali anteriori all'iscrizione possono fare opposizione alla delibera di riduzione
dato che l'esecuzione della stessa pu pregiudicare la loro posizione
modalit di esecuzione
la riduzione reale pu aver luogo mediante liberazione dei soci dell'obbligo dei versamenti ancora
dovuti
o mediante rimborso agli stessi del capitale
la societ pu anche procedere all'acquisito ed al successivo annullamento di proprie azioni

azioni di godimento
art.2353
non attribuiscono diritto di voto
8.La riduzione del capitale sociale per perdite
il patrimonio netto della societ ( capitale reale) pu scendere per effetto di perdite
al di sotto del capitale sociale nominale
una riduzione nominale
riduzione facoltativa
la societ non obbligato a ridurre il capitale sociale fino a quando la perdita dello stesso non sia
superiore ad un terzo
riduzione obbligatoria
la riduzione del capitale sociale diventa invece obbligatoria quando il capitale diminuito di oltre
un terzo in conseguenza di perdite
se il minimo legale stato intaccato gli amministratori devono convocare senza indugio l'assemblea
straordinaria e sottoporle una situazione patrimoniale aggionata nella societ
bilancio infraannuale
non quindi tenuta a decidere l'immediata riduzione del capitale sociale e pu anche limitarsi ad un
semplice rinvio nuovo delle perdite
se entro l'esercizio successivo la perdita non risulta diminuita a meno di terzo, l'assemblea ordinaria
DEVE ridurre il capitale in proporzione delle perdite accetate
la disciplina diventa pi rigorosa se
per la perdita di oltre un terzo
il capitale scende al di sotto del minimo legale
art.2447
l'assemblea convocata sempre senza indugiop dagli amministratori
deve necessariamente deliberare o la riduzione del capitale sociale ed il contemporaneo aumento ad
una cifra non inferiore al minimo legale
o la trasformazione della societ
se l'assemblea non adotta una di tali decisioni
la societ si scioglie ed entra in stato di liquidazione