You are on page 1of 3

reti di monitoraggio

Il sistema regionale di rilevamento della qualit dell'aria

Il monitoraggio fewe della qualit dellaria, finalizzato a garantire un adeguato livello di protezio
ne della salute umana e degli ecosistemi, si effettua attraverso una rete di misura. Essa
consiste in un sistema di stazioni di misurazione fisse (cabine di monitoraggio), il cui numero
deve garantire una sufficiente copertura dei dati su tutto il territorio. Le cabine di monitoraggio
sono classificate in base al tipo di zona: urbana, suburbana e rurale, ed in base al tipo di
stazione: da traffico, industriale e di fondo (background). I siti fissi di campionamento urbani
sono quelli inseriti in aree prevalentemente edificate; i siti fissi di campionamento suburbani
sono quelli inseriti in aree sia edificate che non urbanizzate. I siti fissi di campionamento rurali
sono quelli inseriti in tutte le aree diverse da quelle precedenti; il sito fisso si definisce rurale
remoto se localizzato ad una distanza maggiore di 50 km dalle fonti di emissione. Qualora i
dati ottenuti con stazioni fisse non siano sufficienti, la Regione, o gli enti delegati da essa
(ARPA), indicono delle campagne di monitoraggio, al fine di integrare tali dati con quelli dei
laboratori mobili. La rete di misura, secondo lart.1 del decreto legislativo n1552010, deve
essere soggetta alla gestione e al controllo pubblico da parte della Regione, delle province
Autonome o, su delega, dellAgenzia Regionale per la Protezione dellAmbiente (ARPA). Al fine
di garantire lomogeneit e laffidabilit delle misurazioni, delle tecniche di valutazione e dei
risultati ottenuti su tutto il territorio, tale rete dovrebbe avere un gestore unico.

In Sicilia, la qualit dell'aria, viene controllata tramite un sistema di centraline di rilevamento


regionale
composto da reti pubbliche
gestite da vari Enti (ARPA Sicilia, Comune di Palermo, Comune di Catania, Provincia di
Agrigento, Provincia di Caltanissetta, Provincia di Messina, Provincia di Siracusa)e da reti
private.

La rete ARPA costituita da stazioni che rilevano sia le concentrazioni delle sostanze
inquinanti
che i
parametri meteorologici. La gestione operativa delle unit di rilevamento, la raccolta e
validazione giornaliera dei dati demandata alle Strutture Territoriali ARPA dislocate nelle sedi
Provinciali. La Sede Centrale ARPA ha la funzione di coordinamento del sistema, certificazione
e divulgazione dei dati, finalizzato ad una esaustiva informazione al pubblico e ad una
programmazione della tutela e risanamento della qualit dell'aria. Le reti provinciali pubbliche
(Provincia Regionale di Caltanissetta, Siracusa e Messina) e le reti Comunali (Palermo e

1/3

reti di monitoraggio

Catania) si aggiungono, integrandosi, a quella di ARPA. Tutti i dati rilevati dalle singole reti,
confluiscono tramite vari sistemi di comunicazione, al Centro Raccolta Dati Regionale (CED
Regionale) a seguito di convenzioni specifiche o accordi programmatici. Attualmente i dati
rilevati da reti gestite da soggetti privati non confluiscono al CED Regionale.

Le stazioni presenti sul territorio sono di vario tipo, alcune sono dislocate in prossimit di
impianti industriali di particolare rilevanza ambientale. I dati raccolti dalle reti che confluiscono al
CED Regionale gestito da ARPA vengono divulgati attraverso il bollettino quotidiano (link)
della qualit dell'aria. Annualmente i dati vengono analizzati, elaborati e sintetizzati
nellAnnuario Regionale dei dati Ambientali per fornire alle Amministrazioni competenti il quadro
conoscitivo necessario a determinare le politiche di gestione dell'ambiente.

I dati relativi degli inquinanti misurati attraverso le centraline vengono validati quotidianamente
dai relativi Gestori ed inviati al CED Regionale da cui vengono messi a disposizione della
comunit attraverso il sito di ARPA Sicilia. L'aggiornamento on-line viene effettuato dal luned al
venerd; i dati del fine settimana vengono validati e pubblicati il luned successivo. Per
consultare i dati della qualit dell'aria basta selezionare nel men a sinistra qualit dellaria
e quindi la provincia di interesse.

Ai fini di unadeguata e corretta valutazione e gestione della qualit dellaria la Regione Sicilia,
sulla base del decreto legislativo 155 del 2010, ha provveduto alla zonizzazione del territorio
Regionale in zone e agglomerati. La zona , in generale, una parte del territorio regionale
delimitata; lagglomerato invece una zona avente una popolazione superiore a 250.000
abitanti oppure una popolazione inferiore a 250.000 abitanti e una densit di popolazione per
km2 superiore a 3.000 abitanti. Esso costituito da unarea urbana o da un insieme di aree
urbane che distano tra loro non pi di qualche chilometro oppure da unarea urbana principale e
dallinsieme delle aree urbane minori che dipendono da quella principale.

LARPA Sicilia su mandato dellAssessorato Regionale Territorio ed Ambiente, haredatto, sulla


base della zonizzazione presentata dallo Stesso al Ministero dellAmbiente e secondo i canoni
dettati dal D. Lgs n. 155/10,
un Piano
regionale di rilevamento della Qualit dellAria (Rete Regionale), da sottoporre, come stato
fatto per lazonizzazione, al Ministero dellAmbiente.

2/3

reti di monitoraggio

Per visualizzare la tabella riassuntiva delle postazioni fisse delle reti di monitoraggio della
qualit dell'aria pubbliche, operanti sul territorio regionale clicca qui

3/3