Al Presidente del Consiglio della Regione Abruzzo

Arch. Giuseppe Di Pangrazio
SEDE

RISOLUZIONE EX ART. 158 DEL REGOLAMENTO INTERNO PER I LAVORI DEL CONSIGLIO REGIONALE

OGGETTO: Richiesta di realizzazione da parte della Regione Abruzzo di progetti di integrazione
tra mobilità pubblica e mobilità dolce attraverso l’intermodalità treno/velocipedi.

PREMESSO che l’articolo 31 della L.R. 10 gennaio 2013, n. 2 recante “Disposizioni finanziarie per la
redazione del bilancio annuale 2013 e pluriennale 2013-2015 della Regione Abruzzo (Legge
finanziaria regionale 2013)” pubblicata nel B.U. Abruzzo del 16 gennaio 2013, n. 7, al fine di
favorire l’integrazione tra l’uso del mezzo pubblico e l’utilizzo di mezzi di trasporto alternativi alle
automobili ed offrire la possibilità di un diverso e più rispettoso approccio al territorio regionale ed
alle sue ricchezze attraverso l’incentivazione e la promozione delle attività cicloturistiche, ha
previsto uno stanziamento pari ad € 30.000 per la stipulazione di una convenzione con Trenitalia
per il trasporto gratuito sui treni regionali delle biciclette;
DATO ATTO che con deliberazione di G.R. n. 340 del 6 maggio 2013 si è proceduto alla
approvazione della convenzione in parola autorizzando il Dirigente del Servizio Trasporto pubblico
locale su gomma e ferro alla sottoscrizione della stessa con Trenitalia spa;
VERIFICATO che, sulla base della convenzione de qua:
è consentito il trasporto gratuito delle biciclette sui treni regionali contrassegnati da
apposito pittogramma;
su ciascun convoglio attrezzato sono ammesse n. 5 biciclette; tale numero può variare in
aumento o diminuzione in base alla valutazione dei fattori che incidono sulle condizioni di
sicurezza dell’esercizio ferroviario;
ATTESO, tuttavia, che tale convenzione non risulta essere mai stata stipulata;
VISTO il protocollo d’intesa sottoscritto il 21 novembre 2014 tra le Ferrovie dello Stato e la
Regione Abruzzo, diretto al miglioramento ed allo sviluppo del servizio ferroviario in Abruzzo;
VISTA la L.R. 23 dicembre 2014, n. 47 recante: “Riordino delle partecipazioni societarie nel settore
del trasporto pubblico locale” che ha dato avvio al percorso diretto alla nascita della società
Trasporto Unico Abruzzese T.U.A.;
VISTA la nota del Coordinamento abruzzese mobilità sostenibile del 17 marzo scorso nella quale
viene ribadita l'importanza dell'intermodalità tra i mezzi del trasporto pubblico locale, su gomma e
su ferro, e la cosiddetta mobilità dolce, soprattutto quella ciclistica;

1

RICORDATO che molteplici studi dell'Unione Europea sottolineano come l’incremento dell'uso
della bicicletta per gli spostamenti urbani e per il turismo possa essere favorito esclusivamente
attraverso l'integrazione con altre forme di trasporto, e principalmente con il trasporto su rotaia;
CONSIDERATO che la Regione Abruzzo ha investito in questi anni enormemente sul cicloturismo e
non può, pertanto, lasciarsi sfuggire l’opportunità di una riorganizzazione del sistema di TPL al fine
di implementare un nuovo ed efficace sistema di interscambio ed integrazione tra biciclette,
autobus e treni, anche mediante lo studio di efficienti sistemi di trasporto delle biciclette da parte
dei vettori del trasporto pubblico;
CONSIDERATO, inoltre, che il trasporto treno/velocipedi permetterebbe, sicuramente, di
implementare il sistema della ciclabile costiera, in fase di realizzazione attraverso il progetto “Bike
to coast”, collegandola anche a territori non serviti da percorsi ciclabili;
VERIFICATO che:
l'intermodalità del treno con la bicicletta rappresenta una scelta di trasporto "sostenibile"
che aiuta a migliorare l'ambiente e la qualità della vita;
in molti stati Europei il trasporto della bicicletta insieme al viaggiatore è possibile, su gran
parte dei treni, in vagoni appositi;
l’integrazione modale consente:
una razionalizzazione degli spostamenti sul territorio attraverso la sinergia tra mezzi
di trasporto differenti;
una migliore qualità della vita dovuta alla riduzione del traffico e dell'impatto
inquinante causato dall'uso generalizzato e spesso improprio dei sistemi di
trasporto a motore e, in particolare, dell'autovettura privata;
una riduzione dei costi economici della mobilità;
un incremento del turismo e delle attività connesse;
RIBADITO che:
il treno e la bicicletta sono due mezzi di trasporto ritornati prepotentemente alla ribalta
negli ultimi anni sull’onda delle nuove emergenze ambientali, che rendono necessaria una
drastica riduzione delle sostanze inquinanti presenti nell’atmosfera e modalità di trasporto
in grado di contrastare l’intasamento delle strade da parte delle autovetture, intasamento
che di fatto limita anche il diritto ad una mobilità sostenibile;
treno e bicicletta si integrano perfettamente fra loro, creando un sistema di trasporto a
dimensione umana che consente di coniugare la praticità del mezzo a pedali con le
possibilità di spostamento offerte dal sistema ferroviario;
RITENUTO necessario, pertanto, da parte della Regione Abruzzo promuovere una politica di
integrazione modale garantendo su tutto il territorio abruzzese la presenza e favorendo la
diffusione di sistemi di trasporto intermodali al fine di assicurare un sistema di mobilità sostenibile
ed incentivare il turismo;
2

tutto ciò premesso e considerato
SI IMPEGNA il Presidente della Giunta Regionale e la Giunta Regionale dell’Abruzzo

a promuovere una politica di integrazione modale ponendo in essere ogni misura
necessaria alla realizzazione di progetti di intermodalità fra mobilità pubblica ed utilizzo
della bicicletta;
a procedere, entro 60 gg dalla approvazione del presente atto, alla sottoscrizione con
Trenitalia spa della convenzione prevista nella Deliberazione di G.R. n. 340 del 6 maggio
2013;
a prevedere nel Contratto di servizio 2015/2020, previsto dall’art. 19 del Decreto
Legislativo 19 novembre 1997, n. 422, in fase di stipulazione con Trenitalia s.p.a. l’obbligo
della presenza di una carrozza destinata al trasporto di biciclette sul maggior numero
possibile di convogli o, comunque, l’obbligo di garantire la possibilità di trasportare in
ogni convoglio i velocipedi al seguito anche attraverso la creazione di spazi polifunzionali;
ad elaborare e realizzare ogni ulteriore progetto che possa favorire sul nostro territorio
l’intermodalità treno/autobus/velocipedi anche mediante il coinvolgimento della
costituenda società di Trasporto Unico Abruzzese.

L’Aquila, lì 19.03.2015

Il Capogruppo M5S
Cons. Riccardo Mercante

3