You are on page 1of 6

IL SECONDO NOVECENTO

Il contesto storico e culturale


Profondi cambiamenti nel secondo dopoguerra. Liberalizzazione ed integrazione economica allinterno dei
due blocchi (USA/URSS). Desiderio di scrollarsi di dosso il retaggio delle tradizioni culturali. Impulso allo
sperimentalismo e allindividualismo esasperato.
Ventennio 1950-1970: Nuova avanguardia per distinguerlo dalle Avanguardie storiche.
Indirizzi prevalenti:
strutturalismo derivato dalla serialit integrale
aleatoriet
musica elettronica
--------------------------------------

I corsi estivi di Darmstadt (Ferienkurse fur Neue Musik)


Tenuti a Darmstadt (Germania) annualmente 1946-1970, poi biennalmente 1970-1990.
Scambi culturali e di esperienze tra i maggiori protagonisti della nuova musica.
Interpreti: Severino Gazzelloni, David Tudor, Cathy Berberian, i fratelli Kontarsky.
Musicologi: Adorno (critico), Dahlhaus (storico)
Compositori: Xenakis, Ligeti, Boulez, Stockhausen, Pousser, Kagel, Maderna,
Evangelisti,Bussotti
Direttori: Scherchen

Nono,

Togni,

Il pianoforte ha un ruolo di primo piano nello sviluppo della nuova musica; vengono sviluppate tecniche
molto raffinate ed estremamente virtuosistiche.

Incrocio delle mani


Variet di tocchi
Pedale di risonanza
Glissandi e cluster
Azioni direttamente sulle corde

Esempio: Tre sonate di Boulez, Klavierstuck di Stockhausen.


--------------------------------------

La serialit integrale
Boulez e Stockhausen sono i compositori che sviluppano con maggiore coerenza la logica iperstrutturalista
della serialit integrale.
Boulez scrive il saggio Schoenberg morto dove taglia decisamente con il passato. Webern considerato
lunico riferimento dal quale partire per sviluppare la nuova musica, in quanto precursore della musica
totalmente organizzata. Uso di cellule melodiche e sonorit estremamente frammentate sottoposte ad un
controllo ferreo.
Gi Satie e Debussy avevano rifiutato lapproccio discorsivo mediante luso di istanti non connessi tra di
loro.
Ordine implacabile ma che viene percepito come lesatto contrario.

Olivier Messiaen (19081992): maestro di Boulez e Stockhausen insegn per ventanni (dal 1947) al
Conservatorio di Parigi ed influenz moltissimi giovani compositori.
Modi di valori e intensit per pf. (1949) da considerare il primo esempio di serialit integrale.
Sviluppato su 4 modi: 36 altezze, 24 durate, 12 tipi di attacco, 7 dinamiche. Scritto su tre
pentagrammi.
Pierre Boulez (1925-):
Polyphonie X (1951) per 18 strumenti il suo primo lavoro seriale integrale. Lintero spazio
acustico serializzato con scrittura puntillistica.
Strutture I (1952) per 2 pf. in omaggio a Messiaen la serie ricavata da Modi di valori.
Karlheinz Stockhausen (1928-2007): problema della irradiazione del suono nello spazio.
Dal puntillismo alla composizione per gruppi di suoni.
Kontrapunkte (52) per 10 strumenti
Klavierstucke I-IV (52-53) per pf. sono esercizi di astrazione geometrica, ciascuno con soluzioni
formali particolari
Zeitmasse (Misure del tempo) (56) per 5et di legni ogni esecutore sceglie un tempo individuale
a piacere
Gruppen (57) per tre orchestre (109 esecutori che circondano lascoltatore) concezione statica
del tempo che risente delle filosofie orientali.
Gyrgy Ligeti (1923-2006):
Atmosferes (61) per orchestra assenza assoluta di articolazione del ritmo. C un canone a 56
voci non percepibile allorecchio.
Lux Aeterna e Requiem sono presenti nella colonna sonora di 2001: Odissea nello spazio di
Kubrick.
Iannis Xenakis (1922-2001): applic sistematicamente i procedimenti della logica matematica ed uso
tecniche del calcolo probabilistico come elemento costruttivo della musica definita stocastica.
Metastasis (54)
Pithoprakta (56)
Altri compositori invece non vollero escludere le esperienze storiche del passato. Tra questi Maderna e
Nono che dovettero molto agli insegnamenti di Malipiero e Scherchen.
Luigi Nono (1924-1990):
Saggio Presenza storica nella musica di oggi letta a Darmstadt (1959) critica fortemente Cage e
Stockhausen a non voler integrare larte nel suo contesto storico. Si riferisce fortemente alla polifonia
fiamminga, le culture popolari europee ed extraeuropee. Fortemente militante e politicizzato. Inizialmente
molto influenzato da Schoenberg (sposa la figlia Nuria).
Variazioni canoniche sopra una serie di Schoenberg (50) per orchestra da camera prima opera
Polifonica-monodica-ritmica (51) per sei strumenti e percussioni
Il canto sospeso (56) per voci soliste, coro e orchestra forse il suo capolavoro, applica la
polifonia puntillistica al testo verbale. Frammenti delle lettere dei condannati a morte della
Resistenza europea
A floresta jovem e cheja de vida (66)
Al gran sole carico di amore (75)
Prometeo (1984)
Bruno Maderna (1920-1973): veneziano, fortemente legato alla tradizione musicale italiana, tra
espressione melodica e costruzioni formali rigorose.
Notturno (1956)

Musica su due dimensioni (1957)


Serenata per un satellite (1969) per otto strumenti.
ASCOLTI:
Messiaen - Modi di valori e intensit (1949)
Boulez 12 notazioni (anni 50)
Boulez Piano sonata n2 (1948)
Boulez Sonatina per flauto e pf. ()
Stockhausen Klavierstuck
--------------------------------------

Lalea
Musica aleatoria: opera aperta, happening. Si dissolve il concetto di composizione. I primi a scrivere
musica aleatoria furono: Cage, Morton Feldman, Earle Brown, Christian Wolff.
John Cage (1912-1992):
Allievo di Schoenberg, fu influenzato dal futurismo, dadaismo, sperimentalismi (Henry Cowell), Satie.
Collabora con il ballerino Merce Cunningham (studi per piano preparato Bacchanale -1938) e con il
pittore Rauschenberg. Interessato al buddismo zen dal 1947.

Music of changes (1951) per pianoforte, eseguita da David Tudor a Darmstadt (1956), basato
sullI King.
Water music happening
4.33 (1952)
Music for piano 21-52 (1955) per piano, sulle irregolarit della carta
Atlas eclipticalis (1961) sulle mappe stellari
Concerto per piano e orchestra (1958)

Scrive i libri Silence (1961), A year from Monday (1967)


Pierre Boulez:
Le marteau sans maitre (1954) ingloba laleatoriet (prima di abbandonare quasi
definitivamente la composizione per dedicarsi allattivit direttoriale) intendendola solo
nellesecuzione, non nella composizione
Viene pubblicato un libro-intervista Per volont e per caso (1977).
Karlheinz Stockhausen:
Klavierstuck XI (1956): alea molto meno controllata rispetto a Boulez, prevede percorsi temporali
aperti e discontinui. Scritto lo stesso anno in cui fu eseguito da David Tudor Music of changes a
Darmstadt. Linterprete ha una libert senza precedenti.
Zyklus (1959) per un percussionista, valorizza al massimo le capacit improvvisative
dellesecutore
Henry Pousser
Mobile (1958) per due pf., ispirato agli oggetti mobili di Calder
Mauricio Kagel
Sur scene viene introdotta lalea a forme di teatro gestuale
NUOVA CONSONANZA

Gruppo fondato a Roma (1964) da Franco Evangelisti, cre musica davanguardia attraverso
limprovvisazione aleatoria.
Vi parteciparono: Domenico Guaccero, Egisto Macchi, Niccol Castiglioni.
Bruno Maderna:
Serenata per un satellite (1969) per otto strumenti. La partitura si presenta come un reticolato di
moduli musicali. Gli strumentisti improvvisano ad libitum tutti insieme o separati a gruppi, ma con
le note scritte.
ASCOLTI:
Maderna - Serenata per un satellite (1969)
John Cage Water walk (video)
--------------------------------------

La musica elettronica
Attenzione al timbro, si cerca di superare i limiti del sistema armonico-tonale e della distinzione suonorumore.
Precursori in questo senso: Debussy, futuristi, Varese.
Busoni: saggio teorico Abbozzo di una nuova estetica musicale (1906) parla di impiego di intervalli pi
piccoli del semitono
Stockhausen: Studien (1954)
Berio: Thema (Omaggio a Joyce) (1958)
Onde Martenot (1928) usate da Varese, Messiaen
Pierre Schaeffer: Gruppo di ricerca Musica Concreta (Parigi, 1951) -> MUSICA CONCRETA
Herbert Eimert: Studio di Musica Elettronica (Colonia, 1951) -> MUSICA ELETTRONICA PURA
Maderna-Berio: Studio di Fonologia RAI (Milano, 1954)
Boulez: IRCAM (Parigi, 1976)
Pierre Schaeffer
Studio sulla stazione ferroviaria (1948)
Sinfonia per un uomo solo (1949)
Edgar Varese
Deserts (1954) primo vero capolavoro di musica concreta
Karlheinz Stockhausen
Gesang der Junglinge (1955-56) testo dal Cantico dei tre giovani nella fornace dellla Bibbia. Per
voce elaborata in studio, suoni elettronici e cinque altoparlanti disposti circolarmente intorno al
pubblico
Kontakte (1960) per pianoforte, percussioni e suoni elettronici
Mikrofonie (1964) LIVE ELECTRONIC MUSIC
Hymnen (1969)
Mauricio Kagel
Transicion (Colonia, 1958)
Luciano Berio
Mutazioni (1956)
Thema (Omaggio a Joyce) (1958)
John Cage
Fontana Mix (Milano, 1958)
Cartridge music (1960) LIVE ELECTRONIC MUSIC

Bruno Maderna
Notturno (1956)
Musica su due dimensioni (1957)
LIVE ELECTRONICS
Luigi Nono
Non consumiamo Marx (1969)
Al gran sole carico damore (1965)
Prometeo (1984) chiesa sconsacrata di S. Lorenzo, Venezia Massimo Cacciari, Renzo Piano
COMPUTER MUSIC
IRCAM (Parigi)
--------------------------------------

Tendenze degli ultimi anni


Tentativo di ripristinare il contatto con il pubblico dopo il massimo isolamento raggiunto negli anni 50.
Luciano Berio (1925-2003): disposto ad accogliere i materiali di provenienza eterogenea.
Folk songs
Sequenze per strumento solista
Penderecky (1933)
Gyorgy Kurtag (1926)
MINIMAL MUSIC:
La Monte Young (1935)
Terry Riley (1935)
Steve Reich (1936)
Philip Glass (1937)
NUOVA SEMPLICITA (Germania):
Walter Zimmermann (1949)
Wolfgang Rihm (1952)
Hans Werner Henze (1926) residente in Italia dal 1953
--------------------------------------

La musica italiana degli ultimi anni


Aldo Clementi: ricerca sonora e scrittura fittamente contrappuntistica
Franco Donatoni: composizione come vizio solitario, gioco privato inutile ad ogni fine comunicativo
Sylvano Bussotti: uso della notazione grafica, tematica delleros
Pieces de chair (Pezzi di sedia) influenzato da Cage
Five piano pieces for David Tudor
La pasion selon Sade
The Rara Requiem
Lorenzaccio
Bergkristall
Giacomo Manzoni: indirizzo dellla scuola di Vienna, Varese
Azio Corghi
Sumer is icumen in

Salvatore Sciarrino: ricerca timbrica molto raffinata