You are on page 1of 1

11 Aprile 2015 – Zon.

It – Veronica Larizio scrive un
resoconto della presentazione del 10 aprile, Mondadori
Store - Lecce
Si è tenuta ieri, 10 aprile, la presentazione
de “Il secondo giorno – Kiss for my angel”,
il nuovo e avvincente romanzo di Elisabetta
Liguori, pubblicato da Musicaos editore
Luciano Pagano ha presentato presso il Mondadori
Store di Lecce il primo libro di un’ avvincente trilogia che
ha come protagonista Gabriele, una giovane ragazza, a
cui viene fatta una rivelazione che cambierà
completamente il corso della sua vita. Il romanzo,
caratterizzato da una struttura dinamica, è ambientato
tra Roma, New York e Porto Cesareo: luoghi molto
diversi tra loro che raccontano le contraddizioni e le
origini della protagonista. L’adolescente de Il Secondo
giorno vive a Roma insieme a sua madre Elisabetta,
Liz, di origini salentine e a suo padre Richard, originario
dell’Oregon e poi trasferitosi a Manhattan.
secondo giornoTutto sembra essere normale nella vita
della giovane Gabriele, nel cui nome è celato il mistero
dell’intero romanzo: trascorre le giornate in compagnia
della sua migliore amica ed è iscritta alla prestigiosa
American Overseas School of Rome, finché un giorno
scopre di essere un angelo, una creatura celeste dotata
di un incredibile e potente dono. Gli angeli, nel
fantastico universo creato da Elisabetta Liguori, hanno il
potere di farsi amare, di catturare e indirizzare la
volontà degli uomini: è facile immaginare come questo
potere costituisca un notevole oggetto di interesse che
darà avvio a una clamorosa battaglia tra bene e male
nelle stanze segrete del Vaticano.
Il titolo del libro fa riferimento alla tradizione ebraica
secondo cui all’origine dei tempi il secondo giorno Dio
creò gli angeli. Tuttavia il romanzo non è unicamente
concentrato sul susseguirsi di azioni e di eventi estranei
alla quotidianità: al contrario Gabriele è un’adolescente
che, come tutte le altre ragazzine della sua età, cerca di
scoprire la sua vera identità e di trovare il suo posto nel
mondo. Ciò che ha colpito particolarmente Luciano
Pagano è stata infatti la straordinaria capacità
dell’autrice di creare un equilibrio cosmico tra
eccezionalità e vissuto quotidiano, una relazione
inscindibile tra fisico e metafisico, tra realtà e fantasia.
Il Secondo Giorno è, nelle intenzioni dell’autrice,
destinato ai giovani lettori, ma anche a tutti coloro che
hanno voglia di rivivere un periodo complicato e
problematico come l’adolescenza. Elisabetta Liguori ha
rivelato che l’idea del romanzo è nata da un’acceso
bisogno di comprensione che ha caratterizzato la vita
dell’autrice e che, come ben sappiamo, caratterizza la
vita di ogni adolescente.