You are on page 1of 3

compagnia scheriANIMAndelli/TEATROalleCOLONNE presenta

SIAMO TUTTI SIGNOR G speciale 25 Aprile di e con Fabio Santini


Sabato 25 Aprile 2015 [ore 20.45] posto unico 15 info cell.320.6757853
TEATROalleCOLONNE di San Lorenzo Milano corso di Porta Ticinese, 45 www.teatroallecolonne.it

PER LA FESTA DELLA LIBERAZIONE DEL 25 APRILE LA COMPAGNIA SCHERIANIMANDELLI HA DECISO


DI FESTEGGIARE RICORDANDO IL GRANDE GIORGIO GABER. UN GRADITO RITORNO QUELLO DI
FABIO SANTINI CHE DOPO IL SUCCESSO DI FEBBRAIO CON LO SPETTACOLO "COME PIETRE CHE
ROTOLANO" INSIEME AI DONKEYS FOREVER, TORNA CON UNA VERSIONE TUTTA NUOVA DI
"SIAMO TUTTI SIGNOR G". UN MODO PER FESTEGGIARE IL 25 APRILE RIASCOLTANDO LE CANZONI E I
PENSIERI DI GIORGIO GABER PERCHE LIBERTA' E' PARTECIPAZIONE.

Il palcoscenico, un maxischermo, una seggiola. E questa la scenografia di Siamo

tutti

Signor G, il viaggio di Fabio Santini attraverso il pensiero di Giorgio Gaber, la sua musica, le
sue canzoni pi indimenticabili, i suoi imperdibili monologhi.
Una scenografia scarna perch il teatro era il laboratorio del pensiero di Gaber, della sua anima
profonda, scomoda e satirica. Perch in quella apparente povert cera la ricca essenzialit delle
sue parole, delle sue canzoni.
In un periodo in cui rifare Giorgio Gaber diventata una moda, in cui cantanti e cantautori
ripropongono il suo repertorio, Santini va controcorrente e rilegge Gaber attraverso Gaber,
proietta sulla realt di oggi la forza delle sue idee, la corrosivit delle sua critiche taglienti e
divertenti, il retaggio nostalgico delle sue canzoni che evocano il passato ma rappresentano il
presente.
Siamo tutti Signor G intervalla interventi di Santini su palco con le esecuzioni dei pezzi del Gaber
originale, proposte su maxi-schermo con filmati esclusivi e in qualche caso inediti.
Si chiude con una carrellata dei maggiori successi di Giorgio Gaber e con La libert che Santini
invita tutti a cantare sullinterpretazione di Gaber.
Siamo tutti Signor G non solo lomaggio di un autore a un suo grande amico, ma la cifra
stilistica del teatro di Fabio Santini, fatto con musica e parole, immagini, suoni e riflessioni.

Fabio Santini, milanese, giornalista professionista dal 1980. Collabora poi a Il Giorno, diventa redattore
del CorrierBoy Music e di Sorrisi e Canzoni TV, poi inviato speciale prima di passare a Gente. Nel 1992 Vittorio
Feltri lo chiama all'Indipendente come caporedattore, e ancor oggi collabora con Feltri, a Libero per
spettacoli, attualit, economia e sport. Contemporaneamente si dedica anche alla radio: Radio Milano
International, Direttore Musicale a Radio Regione. Inoltre partecipa alla nascita di Radio Deejay, lanciata da
Claudio Cecchetto. Su Rai Radio Due, dal 1976, conduce programmi serali di grande successo. Dopo
un'esperienza con Radio 105, passa a RTL 102.5 (ricopre la carica di direttore delle news nel '90-'91). Conduce
la domenica il programma radiofonico Mai visto alla radio, dedicato alle partite del nostro campionato. E'
autore e conduttore di programmi televisivi per Antenna 3 (Azzurro Italia in onda ancora oggi), Canale 5,
Telelombardia e Italia 1 (532 puntate, senza repliche di Musica , dall'81 all'89, con Carlo Freccero direttore di
rete). Attualmente ospite fisso a Il processo di Biscardi e a Diretta Stadio su 7 Gold. In teatro, oltre che
autore, anche attore, come nello spettacolo C'era una volta al cinema, dedicato al dietro le quinte dei film
di Sergio Leone