You are on page 1of 9

Politica

Ambiente

Zito: Il piano rifiuti


deve passare
in Consiglio comunale

Caso rifiuti ad Augusta


Il sindacato chiede
lintervento della Regione
A pagina cinque

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina due

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
sabato 25 aprile 2015 Anno XXVIIi N. 96 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00
www.libertasicilia.it

Ambiente. IL civico consesso ha esitato una delibera importante

S del Consiglio comunale


alla variante di bellezza

Accolte le deduzioni dei tecnici del Comune


I

interventi

l Consiglio comunale
dopo avere approvato
i motivi durgenza della stessa, ha approvato
la delibera contenente
le deduzioni del settore
Pianificazione urbanistica al procedimento di
annullamento della delibera 118/2011 del Consiglio comunale, avviato
dalla Regione lo scorso
mese. Nella delibera il
civico consesso ha fatto
proprie le deduzioni.

Salafia:
una storia
infinita
La

di Concetto Alota

Direzione Investigativa Antimafia di Catania


e la Guardia di Finanza
di Siracusa assestano un
nuovo colpo ai storici clan
mafiosi
Aparo-NardoTrigila. Ora attaccano i
beni del boss Nunzio Salafia, 64 anni, originario
di Francofonte, ritenuto
elemento di spicco della famosa cosca Aparo di
Siracusa, gi arrestato e
condannato per reati di associazione mafiosa e nulla

Sentenza della Cassazione

Droga a Siracusa
Condanna definitiva
per quattro imputati

Quellinno
alla cultura
di Salvatore Maiorca

Due giorni nel nome del


divino poeta. Il Comitato
di Siracusa della Societ
Dante Alighieri, presieduto
dalla professoressa Gioia
Pace, ha organizzato un
meeting di due giorni per
la Giornata della Dante. I
lavori sono stati aperti nel

Si concluso con quattro condanne e tre annullamenti con

rinvio il processo scaturito da unoperazione antidroga delle


fiamme gialle a Siracusa. La Corte di Cassazione ha emesso la
sentenza definitiva al processo che vedeva imputate sette persone, coinvolte a vario titolo nelloperazione antidroga.
A pagina sette

A pagina sei

CRONACA

cronaca

Terra bruciata Omicidio Liotta


Incardinato
A giudzio
un muratore
il processo
Incardinato dinanzi al Tri-

da invidiare a una multinazionale. Il coinvolgimento

bunale penale di Siracusa,


il processo a carico di sedici persone coinvolte.

sato dinanzi alla Corte dAssise di Siracusa lavolese


Claudio Caruso di 33 anni,
al quale il Gup del Tribunale,
Stefania Scarlata.

A pagina quattro

A pagina cinque

A pagina due

La Polstrada controlla
Autobus e Bisonti
Con lapprossimarsi della bella stagione con conseguente
aumento del traffico
veicolare sulla viabilit ordinaria ed autostradale.
A pagina tre

Cronaca di Siracusa 2
AMBIENTE

Interpellanza
al Ministro
per il caso
della Rita Br

Sicilia 25 aprile 2015, sabato

25 aprile 2015, sabato

Presentata dallon. Sofia Amoddio uninterpellanza


urgente al Ministro dellAmbiente in merito alla nave
Rita Br che ha attraccato ad Augusta con il suo carico rifiuti speciali, provenienti dallIlva di Taranto, da
smaltire nella discarica Cisma tra Augusta e Melilli.
Cos lOn. Sofia Amoddio, deputato nazionale PD.
Ritengo molto grave che sia stato autorizzato il trasferimento di questi rifiuti dalla Puglia alla Sicilia per poi
smaltirli in unarea che vanta gi alto rischio ambienta-

le; un area che da 1999 stata dichiarata Sito di interesse


nazionale; un area che si estende per migliaia di km e
che ha invece impellente e vitale bisogno di bonificare e
di eliminare i propri rifiuti industriali piuttosto che accogliere quelli di altri siti industriali. Per questo motivo,
tra gli altri quesiti, ho chiesto che il Ministro accerti quali
autorizzazioni siano state rilasciate per lo smaltimento di
questi rifiuti; se sono gi previsti dal Ministero altri trasferimenti e smaltimenti di rifiuti industriali.

cronaca. processo in corte dAssise

Omicidio Liotta
A giudizio
un muratore
di Avola
Sar

processato dinanzi alla Corte dAssise di Siracusa lavolese Claudio Caruso di


33 anni, al quale il Gup
del Tribunale, Stefania
Scarlata, ha notificato
il decreto che dispone il giudizio. Deve
rispondere dellomicidio dellautotrasportatore avolese Mario
Liotta, consumato l8
novembre 2013 e an-

che della distruzione


del suo cadavere col
fuoco per renderlo irriconoscibile.
Al processo a carico
di Caruso, che ha affidato la propria difesa allavvocato Antonio Campisi, si sono
costituiti parte civile
Aurora Liotta, sorella della vittima con il
patrocinio dellavvocato Paolo Signorello;

Giuseppina Caruso e il
figlio minore con il patrocinio degli avvocati
Salvatore Tiralongo e
Rosa Campisi.
Caruso stato arrestato l11 marzo dello
scorso anno dai Carabinieri della Compagnia di Noto, che
hanno eseguito unattivit dindagine attorno allomicidio di
Mario Liotta. Lattivit

Lon.

Stefano Zito e i Grilli Aretusei chiedono al Sindaco


Garozzo, all'Assessore Coppa e
a tutta la Giunta, di considerare
l'analisi fatta dall'Ufficio Legislativo e Legale della Presidenza
della Regione Siciliana, e sottoporre il Piano di Intervento e il
Bando sulla gestione dei Rifiuti,
al voto del Consiglio Comunale di
Siracusa.
Nella nota diffusa alla stampa si
ripercorre la vicenda. Lo scorso
Novembre, l'Assessorato Regionale Dell'Energia e dei Servizi di
P.U., ha chiesto all'Ufficio Legale
della Regione, un parere generale
sulle competenze del Consiglio e
della Giunta comunale ad appro-

edizione del Sol di Verona 2015 nelle tre diverse categorie (fruttato
medio, fruttato intenso, categoria monovarietale); e ancora le quattro
Aziende che, nello stesso concorso, si sono aggiudicate le gran menzioni.
Lo Bello e il Consiglio generale incontreranno anche il giovane
pasticciere dItalia, Vincenzo Monaco, dellAzienda Corsino di
Palazzolo Acreide, vincitore del torneo televisivo di Rai 1 Dolci dopo
il tigg; e il titolare del Ristorante Valentino Catering di Palazzolo
Acreide, vincitore del premio platinum nel corso della 5 edizione
del concorso internazionale King of Catering 2015.

Controlli della Polstrada


nel ponte del 25 aprile
Le pattuglie sono
dislocate in diversi
punti della provincia per controllare
il traffico

Nella foto, la vittima, Mario Liotta.

dindagine era iniziata


nello stesso giorno del
ritrovamento del cadavere carbonizzato della
vittima in contrada Bochini. Dallinchiesta,
coordinata dal sostituto procuratore Magda
Guarnaccia, emerso
che Caruso era stata
lultima persona con
cui lautotrasportatore
avrebbe avuto contatti
prima di scomparire.

Caruso, pur avendo intrapreso con la vittima


un commercio di armi
da fuoco modificate, a
causa di probabili dissapori sulla divisione
dei proventi, la mattina dell8 novembre di
due anni fa, dopo aver
condotto la vittima in
una localit isolata con
la scusa di provare una
nuova arma, avrebbe
ucciso Liotta con un

Nella foto, lon. Stefanmo Zito.

vare il piano di intervento e relativi atti di gara per la gestione del


servizio rifiuti.
Secondo l'Ufficio Legale, competenza del Consiglio Comunale
procedere all'affidamento, all'organizzazione e alla gestione del
servizio di spazzamento, raccolta
e trasporto dei rifiuti, attivit che
dovrebbe essere preceduta dall'approvazione del piano di intervento, che comprende il capitolato e
il quadro economico di spesa, tutti
atti predisposti dalla Giunta. Alcuni
consiglieri di opposizione avevano
sollevato il problema che il bando
sui rifiuti non fosse stato sottoposto
all' analisi della Commissione competente e del Consiglio Comunale.

l Presidente della Camera di Commercio di Siracusa, Ivanhoe Lo Bello, insieme ai rappresentanti del Consiglio camerale, incontrer Marted 28 Aprile
2015 alle ore 10:00 nel salone camerale le Aziende siracusane che in questi
primi mesi dellanno si sono distinte nelle pi importanti vetrine nazionali ed
internazionali, ottenendo prestigiosi riconoscimenti.
Si tratta delle Aziende dellolio che hanno vinto il primo premio nellultima

Cronaca di Siracusa

CRONACA. particolare attenzione per bus e bisonti

a proposito della gara dappalto

Lon. Zito: Necessario


sottoporre il piano
rifiuti al Consiglio

Marted lincontro allente camerale


con imprese distinte nelle vetrine

Sicilia 3

In base a quanto scrive l'Ufficio Legale, ..la mancata sottoposizione


di tale atto al consiglio lo inficerebbe del vizio di incompetenza relativa.., si rischierebbe di far fare
un'altra figuraccia alla Citt, con il
pericolo di un ricorso da parte delle
ditte escluse dalla gara, ed un ulteriore allungamento dei tempi per
l'affidamento del servizio di Igiene
Urbana, dopo anni e anni di proroghe alla IGM.
Il passaggio in Consiglio un atto
dovuto - afferma il deputato regionale Zito - La classe politica e dirigente del Comune di Siracusa non
deve mettere a rischio le casse comunali con cause milionarie perch
Pantalone non pu pi pagare.

colpo di pistola alla


nuca. A dare ulteriore
riscontro alla tesi degli
investigatori, le dichiarazioni della moglie
dellautotrasportatore e gli accertamenti
scientifici
effettuati
dal RIS Carabinieri di
Messina.
L'omicidio
sarebbe
maturato per un traffico di armi giocattolo
modificate. Per risalire
al presunto killer, i carabinieri si sono avvalsi di intercettazioni telefoniche e ambientali,
ma soprattutto della
collaborazione del Ris
di Messina su tracce
ematiche e sulla polvere da sparo rivenuta sul
luogo del delitto.
Le indagini non sono
state semplici sia perch erano trascorse oltre 24 ore dalla
scomparsa del camionista fino al suo ritrovamento. attraverso le
amicizie della vittima,
i carabinieri sono riusciti a risalire a Claudio Caruso. La traccia
del possibile traffico
di armi lavrebbe suggerita agli investigatori la convivente della
vittima, che avrebbe
riferito di una pistola
giocattolo
modificata che Caruso e Liotta
detenevano in compropriet.
La prima udienza del
processo stata fissata
per il 18 giugno prossimo.
R.L.

Con

lapprossimarsi
della bella stagione con
conseguente
aumento
del traffico veicolare sulla viabilit ordinaria ed
autostradale, la Polizia
Stradale di Siracusa ha
ulteriormente intensificato la vigilanza sulle arterie di questa provincia.
Inoltre i gravi incidenti
stradali che recentemente hanno visto coinvolti
autobus ed mezzi pesanti, hanno indotto il
Comandante della Polizia Stradale di Siracusa,
Antonio Capodicasa, ad
incrementare i controlli ai predetti mezzi, con
particolare
attenzione
alla verifica del rispetto
dei periodi di guida e di
riposo, nonch dei limiti
di velocit.
Al riguardo si ricorda
che i cosiddetti bisonti
della strada raggiungono a pieno carico un peso
complessivo di 440 quintali. In tali condizioni
leccessiva velocit aumenta notevolmente lo
spazio di frenata, che in
molti casi risulta causa di
gravi episodi di cronaca.
La normativa vigente
impone lobbligo a tali
veicoli delluso di apparecchio cronotachigrafo,
cio una sorta di scatola
nera sulla quale vengono registrati tutti i dati
relativi allautomezzo.
I veicoli di pi recen-

Nella foto, pattuglie della Polstrada.

te costruzione risultano
dotati di apparecchiatura
digitale, in grado di fornire unanalisi completa
e dettagliata dellattivit
svolta
dallautomezzo
sul quale risulta installata.
I numerosi servizi quotidiani predisposti a tale
scopo, hanno consentito di accertare lillecita
manomissione di molti
tachigrafi digitali, installati su veicoli che operano sullintero territorio
nazionale.
In particolare nella giornata di ieri, sulla strada
statale 114 in corrispondenza dello svincolo di
Siracusa Nord, pattuglia
automontata dipendente
da questa Sezione fermava e sottoponeva a
controllo lautoarticolato composto dal trattore
stradale Scania con rimorchio.

Durante la fase del contestuale controllo documentale, visualizzato il


foglio di registrazione
dei tempi di guida e di
riposo dellapparecchiatura
cronotachigrafo
analogico installato sul
veicolo in controllo, (sistema di controllo, attraverso il quale, risulta
possibile verificare la velocit, le ore di guida e di
riposo dei conducenti di
veicoli adibiti al trasporto su strada (con portata
> a 35 quintali) e/o veicoli adibiti al trasporto
di passeggeri (con numero di posti, compreso
il conducente, superiori
a nove), veniva accertato che su tale documento
risultava che il veicolo
appena fermato risultava non marciante ma in
pausa. Il veicolo considerato in movimento
quando la funzione rileva

pi di 1 impulso/secondo
per almeno 5 secondi sul
sensore di movimento.
In qualsiasi caso, la misurazione della velocit
deve avere una risoluzione maggiore o uguale ad
un chilometro orario. Al
di sotto delle soglie indicate, il veicolo da considerarsi fermo.
Nel caso in esame, emergeva la manomissione del cronotachigrafo,
con la conseguente alterazioni dolose delle
registrazioni dei tempi
di guida effettivamente
fatti. Il conducente del
complesso veicolare veniva sanzionato per le
violazioni amministrative, circolazione con
cronotachigrafo alterato,
procedendo altres alla
contestuale contestazione dellillecito penale,
rimozione od omissione
dolosa di cautele contro

infortuni sul lavoro.


I fatti evidenziano lefficacia del continuo aggiornamento ed invogliano gli uomini della
Specialit alla scoperta
di nuove metodologie di
contrasto a tali illeciti.
Nel corso dellattivit di
controllo a tale tipologie di veicoli, dallinizio
dellanno, sono stati impiegati 950 agenti della
Polstrada di Siracusa
e dei Distaccamenti di
Noto e Lentini,
che
hanno controllato 1800
veicoli pesanti ed identificato n. 1920 autisti
(molti veicoli aditi al
trasporto di merci in ambito nazionale ed internazionale utilizzano il
doppio autista).
Tali verifiche
hanno
inoltre consentito di elevare a carico sia dei conducenti di TIR che dei rispettivi proprietari, 516
infrazioni e 33 infrazioni
ai conducenti di autobus
per trasporto persone.
Al riguardo si precisa
che i contesti rilevati
per la grave inosservanza dei tempi di guida e
di riposo sono stati 153,
mentre per accertata manomissione di tachigrafi,
i contesti elevati sono
stati 10.
Lattivit di controllo
sopra enunciata proseguir con sempre maggiore impegno da parte
del personale della Polizia Stradale di Siracusa,
nella convinzione che la
normativa vigente, quando rispettata puntigliosamente, contribuisce ad
ottenere un apprezzabile standard di sicurezza
sulle strade.
E, infatti, lelemento
uomo la prima causa
dei sinistri.
Indurre lutenza dei bisonti della strada ad un
rigoroso rispetto della
normativa in materia di
trasporto di merci e passeggeri contribuir in
maniera significativa al
decremento di decessi e
lesioni a seguito di incidenti.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 25 aprile 2015, sabato

Nunzio Salafia
Una storia
di primo piano

a Direzione Investigativa Antimafia


di Catania e la Guardia di Finanza di
Siracusa assestano un
nuovo colpo ai storici
clan mafiosi AparoNardo-Trigila. Ora
attaccano i beni del
boss Nunzio Salafia,
64 anni, originario di
Francofonte, ritenuto
elemento di spicco
della famosa cosca
Aparo di Siracusa,
gi arrestato e condannato per reati di
associazione mafiosa
e associazione a delinquere di stampo
mafioso. Fu coinvolto insieme ad altri
due siracusani nella
strage della Circonvallazione di Palermo
e nellomicidio del
generale Dalla Chiesa. stato da sempre
ritenuto un pezzo da
novanta della mafia
siracusana.
Dopo il provvedimento di sequestro In foto, lintervento del vice presidente di Anci Sicilia, Paolo Amenta
scattato nel dicembre 2013, giorni fa ti correnti, e polizze due frange malavi- do da sempre stato zione a delinquere di
arrivata la misura assicurative. Ancora tose delle famiglie legato, ma che sub stampo mafioso, reati
definitiva della con- pi lungo era il prov- storiche siracusane, una battuta darresto contro il patrimonio,
fisca, dopo una lunga vedimento di seque- Nardo, Trigila e San- con larresto del boss sequestro di persona
e complessa attivit stro del 2013 che ta Panagia, per creare avvenuto nel 2013, ed estorsione, il suo
di indagine patrimo- annoverava beni per un forte fronte comu- per tentata estorsio- curriculum criminaniale; il Patriarca, tre milioni di euro, ne; una vera e pro- ne aggravata ai danni le lunghissimo e di
come definito Nun- compreso anche un pria holding, contro di un imprenditore primo livello.
zio Salafia negli am- supermercato di Vil- il clan storicamente siracusano accertata Le indagini si sono
bienti malavitosi, ha lasmundo (Melilli), contrastante, i Botta- nel 2010, nel perio- concentrate sulla veperso stavolta beni una profumeria, due ro-Attanasio. Un pro- do in cui lo stesso rifica delle modalit
stimati in oltre 500 terreni, una villa.
getto ambizioso che si trovava dopo una di acquisizione del
mila euro sia quelli Nunzio Salafia rite- avrebbe avuto anche scarcerazione durata patrimonio di Nunzio
a lui direttamente in- nuto anche il regista lappoggio della fa- appena sei mesi.
Salafia, che hanno
testati che quelli a lui che aveva provato miglia mafiosa cata- Nunzio Salafia an- permesso di constariconducibili attra- ultimamente a met- nese dei Santapaola novera diverse con- tare lassenza di riverso luso di presta- tere insieme le altre con cui il clan Nar- danne per associa- sorse lecite idonee a
nome compiacenti,
come limprenditore
incaricato dal figlio
del boss di effettuare lavori nei cantieri
edili in precedenza
acquisiti illecitamente.
In particolare, lo Staa Polizia di Stato, nell'am- religioso e favoreggiamento un'avaria al motore. Un vecto ha messo le mani
bito delle attivit finalizzate a dell'immigrazione clandesti- chio Yacht di lusso per trasu due aziende di
contrastare i criminali coin- na. Inoltre, proseguono di- sportare ricchi migranti, che
Nunzio Salafia: un
volti nel traffico dei migranti, verse inchieste da parte degli possono permettersi di pagaattraverso le proprie strut- investigatori della Polizia di re 8.500 euro a passeggero,
panificio a Siracusa
ture investigative coordinate Stato coordinate dal Servizio nel tentativo di farli passare
e unattivit legata al
dal Servizio Centrale Ope- Centrale Operativo e condot- come turisti.
commercio di materativo, nell'ultima settimana te dalle Squadre Mobili delle Gli scafisti volevano ragriali da costruzione a
ha tratto in arresto, a vario Questure di Palermo, Agri- giungere le coste italiane senMelilli. Ma nellelentitolo, 44 soggetti di diverse gento, Catania, Ragusa, Lecce za chiedere soccorso in modo
co del provvedimennazionalit, ritenuti coinvolti e Crotone, sulle reti criminali preordinato, avevano uno
to del tribunale ci
in almeno 15 sbarchi, uno dei che trafficano i migranti at- yacht in ottime condizioni e
sono anche 3 veicoli,
quali culminato in un naufra- traverso imbarcazioni in par- non credevano di rimanere
sia autovetture che
gio che avrebbe provocato la tenza dalla Libia, dall'Egitto e in mezzo al mare.
mezzi pesanti e per
morte di oltre 300 persone. dalla Turchia.
Un guasto al motore e tutto
I 44 "scafisti" sono stati ar- La Polizia di Stato di Ragusa cambiato. E' una delle nuove
autotrasporto, oltre a
restati in operazioni svoltesi ha inoltre arrestato tre scafisti tecniche dei trafficanti sconaturalmente alle ata Palermo, Catania, Reggio siriani che erano alla guida perta dalla polizia di Stato
trezzature utilizzate
Calabria, Siracusa e Caglia- del natante con a bordo 99 che ha fermato i tre scafisti.
in ambito alimentare
ri, con diverse imputazioni, extracomunitari, compresi 23 Soccorsi da un mercantile,
che numerose dispotra cui: indiziati di omicidio bambini forniti di salvagente, i migranti sono sbarcati a
nibilit bancarie e
plurimo, aggravato dall'odio che si bloccato in mare per Pozzallo.
finanziarie, tra con-

Da Catania a Palermo e ad Augusta

47 scafisti arrestati
in Sicilia per gli sbarchi

25 aprile 2015, sabato

giustificare gli investimenti effettuati dal


pregiudicato, affiancata da una cospicua
e generalizzata sproporzione tra i redditi
dichiarati ed i patrimoni posseduti. Verifiche che culminate nelle due distinte
proposte di misura di
prevenzione allAutorit Giudiziaria formulate dalla DDA di
Catania e dalla DIA
e in stretta sinergia
con la Direzione Distrettuale Antimafia
guidata dal procuratore capo della Repubblica di Catania
Giovanni Salvi.
Era stato raggiunto
da unordinanza di
custodia cautelare in
carcere nel novembre
scorso perch, a seguito delle dichiarazioni di due collaboratori di Giustizia,
ritenuto responsabile
di due episodi estorsivi ai danni dellimpresa edile Sics che
nel 2012 aveva subito lincendio di un
escavatore meccanico e il danneggiamento di una ruspa
nel cantiere sulla
strada statale 124
Floridia-Siracusa.
I poliziotti della
squadra mobile della
Questura di Siracusa
sventarono un tentastivo di ucciderlo,
messo in atto da uj
gruppo di fuoco di
Avola. Gli investigatori stavano seguendo la pista della
droga e da alcune
intercettazioni
telefoniche emerso
che il gruppo si stava
preparando per eliminare fisicamehte
il patriarca Nunzio
Salafia.
La mattina dellagguato, che doveva
avvenire in contrada
Serramendola,
nellabitazione
di
campagna di Salafia,
allappuntamento
con il commando, si
fecero trovare anche
gli investigatori della
squadra mobile, che
bloccarono il tentativo arrestando tutti
i protagonisti. Salafia stato da sempre
considerato uno dei
pi duri elemento di
spicco.
C.A.

Sicilia 5

Cronaca di Siracusa

CRONACA.
Per la Cgil
importante
che il problema dei rifiuti
venga affrontato in sede
prefettizia al
fianco delle
istituzioni locali per evitare altri simili
problemi

Nell'interesse gdel-

le popolazioni e del
territorio,
riteniamo
necessario coinvolgere
il Governo regionale
attorno ad un tavolo di
confronto prefettizio,
al fine di salvaguardare la salute dei cittadini lo snodo portuale di
Augusta. Dura presa
di posizione della segretaria
provinciale
della Cgil e della camera del lavoro di
Augusta, per larrivo
al porto commerciale
di Augusta della nave
Rita Br. Nave proveniente dalla Puglia,
che in procinto di
scaricare il polverino degli elettrofiltri
trattenuti dagli altiforni dellacciaieria Ilva
di Taranto. Il materiale
sar smaltito nella discarica Cisma, allocata
tra Augusta e Melilli.

Abusi
sessuali su
governante
Netino
a giudizio
Avrebbe co-

In foto, la nave Rita Br al porto di Augusta.

Rifiuti pericolosi ad Augusta


il sindacato invoca la Regione
Da fonti preposte al
controllo, invece, secondo specifiche tabelle ufficiali che stabiliscono la tossicit dei
materiali, parrebbe che
tale materiale non rientrerebbe nella catalogazione rifiuti speciali.
Augusta porto strategico o porto dei rifiuti si chiede la Cgil
- Sembra questultimo
l'inesorabile
destino
riservato al porto di
Augusta dopo la notizia del primo arrivo
di 10 mila tonnellate

di rifiuti speciali provenienti da Taranto. A


fronte dell'incapacit
del territorio, nel suo
complesso, di ottenere
il dovuto risanamento
ambientale a partire
dalla bonifica della
Rada di Augusta,continua - non si trova
di meglio che utilizzare l'area portuale come
banchina d'attracco per
navi cariche di ulteriori veleni. Segno di un
allarmante declino del
porto di Augusta che
rischia di abbandonare

definitivamente la sua
vocazione di approdo
commerciale, per assumere un ruolo e un profilo di ben altra natura.
Appare del tutto legittima la preoccupazione
crescente delle popolazioni limitrofe per l'arrivo di tali rifiuti. Due
sono le scelte sbagliate
che rischiano di appesantire un'area portuale
commerciale di grandi
potenzialit ha proseguito la Cgil - e uno
sfregio politico ad una
popolazione gi prova-

ta dagli insediamenti
industriali esistenti e
in fibrillazione da anni
per la mancata attivazione dei programmi di
bonifica. Un tentativo,
bene riuscito - conclude la Cgil - di esporre
la nostra comunit alla
spregiudicatezza di chi
ha trovato utile appesantire un contesto gi
contaminato come il
nostro, per risolvere la
spinosa questione della
collocazione dei rifiuti
tossici.
F. G.

Linciesta la prosecuzione del troncone risalente al 2007

Terra bruciata 2: incardinato


il processo dinanzi al Tribunale
I

ncardinato dinanzi al Tribunale


penale di Siracusa, il processo a
carico di sedici persone coinvolte a vario titolo nelloperazione
antimafia denominata Terra bruciata 2, scaturita dallinchiesta della direzione investigativa antimafia
di Catania su estorsioni ai danni di
commercianti e imprenditori consumate e tentate tra il 2005 e il 2006
nel capoluogo.
Dinanzi al tribunale penale di
Siracusa in composizione collegiale compaiono i siracusani Cristian
Bianchini, Fabio Cortese, Francesco Fiorentino, Giuseppe Guarino,
Andrea Lauretta, Elio Lavore, Sebastiano Micieli, Salvatore Musco
Fontana, Giovanni Poliseno, Vincenzo Quadarella, Orazio Scarso,
Domenico Curcio, Piero Monaco,
Umberto Piantini, Davide DIgnoti,

e Corrado Greco. La nuova udienza


fissata per il 16 luglio per lavvio
dellistruttoria dibattimentale. A
rappresentare la pubblica accusa
il pubblico ministero della Dda di
Catania Andrea Ursino, che aveva
chiesto il rinvio a giudizio per gli
imputati. Linchiesta stata deno-

minata Terra bruciata 2 in prosecuzione del primo troncone risalente al novembre del 2007 quando
furono azzerati vertice e gregari
dellorganizzazione
malavitosa
Bottaro-Attanasio.
La
prima
udienza fissata per il 18 settembre
prossimo.

stretto la collaboratrice domestica a subire


abusi sessuali. La
denuncia della
vittima ha fatto
scattare le indagini e adesso il
presunto aggressore finito sotto
processo. E stato
il Gup del Tribunale di Siracusa,
Stefania Scarlata, a emettere
il decreto che
dispone il giudizio a carico di un
netino V.M. di
64 anni, il quale
ha affidato la
propria difesa
allavvocato
Paolo Signorello.
Due gli episodi
che sono contestati allimputato. Il primo
avvenuto l11
febbraio 2013 e il
secondo a distanza di una settimana. Secondo
quanto denunciato dalla vittima,
una donna di
origini polacche,
che si costituita parte civile
con il patrocinio
dellavvocato
Stefano Andolina, il datore di
lavoro avrebbe
messo in atto il
suo proposito di
avere un rapporto sessuale completo, afferrando
per le spalle la
malcapitata e
abusandone sul
letto. Entrambe
le volte, la donna
avrebbe tentato
invano di respingere le avance
delluomo.
Limputato vorr
far valere la sua
tesi, contraria a
quella dellaccusa, dinanzi al Tribunale penale, la
cui prima udienza stata fissata
per il 22 settembre prossimo.

societ 6

l Consiglio comunale dopo avere


approvato i motivi durgenza della
stessa, ha approvato
la delibera contenente le deduzioni
del settore Pianificazione urbanistica
al procedimento di
annullamento della
delibera 118/2011
del Consiglio comunale, avviato dalla
Regione lo scorso
mese.
Nella delibera il civico consesso ha fatto proprie le deduzioni tecniche degli
uffici, ripercorrendo
liter che ha portato
il Consiglio comunale,
nellagosto
2011, allapprovazione della delibera
di variante urbanistica al PRG per la
tutela delle coste
che era stata preceduta, il mese prima,
dalla statuizione, da
parte della Regione,
del vincolo biennale
di non modificabilit di alcune porzioni
dellarea; vincolo
biennale che poi
era stato prorogato,
per altri due anni,
nel 2013. Nella
delibera si richiamano, inoltre, due
strumenti sopraordinati successivamente emanati: il
Piano paesaggistico
per la provincia di
Siracusa e la procedura di variante
al Piano regionale
dei Parchi e delle
Riserve per listituzione della Riserva naturale orientata Capo Murro di
porco ed Isola della
Maddalena.
Le
deduzioni, inoltre,
contestano il decorso del termine per
lesercizio del potere di annullamento,
e linsussistenza di
un qualsiasi interesse pubblico allannullamento stesso,
ricordando
come
lAmministrazione che oggi avvia
il procedimento sia
la medesima che ha
ritenuto, per ben due
volte,
meritevole
di tutela le aree oggetto della delibera
118.
Riguardo alla contestazione sullassenza della Vas, la va-

25 aprile 2015, sabato

Sicilia 25 aprile 2015, sabato

Variante di bellezza
Il Consiglio approva

Fatte proprie le deduzioni tecniche degli uffici

La zona della Pillirina.

lutazione ambientale
strategica, nelle deduzioni viene richiamata la mancanza
di un obbligo in tal
senso, in quanto le

modifiche non comportavano aumento


del carico urbanistico, ed atteso che la
delibera non impattava sullambiente,

anzi lo proteggeva
e serviva a garantire gli equilibri in
tutta larea; rispetto
ai pareri del Genio
civile nelle deduzio-

ni si osserva, infine,
che il loro obbligo
attiene a varianti che
comportano modificazioni attinenti alla
compatibilit sismi-

Lo sostengono i consiglieri Cetty Vinci e Salvo Castagnino

Questa lennesima
forzatura discriminante

atificare in qualsiasi sua forma la delibera 118 del 2011, lennesima forzatura,
testimonianza della discriminazione con la
quale lamministrazione ha trattato e vuole continuare a farlo, tutta questa vicenda.
Lo sostengono i consiglieri comunali Cetty
inci e Salvo Castagnino che proseguono: E
infatti una mera interpretazione della norma
affermare che sia stata la regione a richiedere
il pronunciamento del consiglio comunale.
La regione, invece, ha scritto nella comunicazione di avvio della procedura di annullamento che nella facolt del comune ritirare
in autotutela la 118 e poi si riferita ad una
norma che non pu essere interpretata ad uso
e consumo di chi la legge. La 118 fu approvata con il parere contrario degli uffici tecnici
e dellavvocatura comunale, perch mancavano via e vas, neppure richieste, e il parere
del genio civile. Che siano modifiche a volume zero, non cambia la sostanza: il comune,
come il consiglio comunale, non possono sostituirsi alla regione per dire che non servono
via e vas e parere del genio civile. Oggi, sarebbe una gravissima assunzione di responsabilit, apertamente contro Legge, confermare quellatto, con il quale il consiglio nei
fatti confermerebbe la volont persecutoria,
nei confronti dei diritti di quel privato che
mentre il comune produceva atti discutibili,
aveva il proprio piano di lottizzazione pendente presso lo stesso comune. Possono oggi
le relazioni dei tecnici del comune, dellav-

vocatura comunale, della regione e del genio


civile, scrivere una cosa diversa da quello che
era assolutamente chiaro e agli atti della seduta
118 del 2011? Assolutamente no, infatti non lo
fanno, fanno derivare lefficacia della 118, dalle
norme di salvaguardia di una riserva il cui iter
viziato da una sentenza della Corte Costituzionale, e dal provvisorio piano paesaggistico, le cui
osservazioni comunali per il livello di tutela, si
fondano sullatto dindirizzo della delibera comunale 161 del 2010, com noto impugnata al
TAR per gravi vizi di illegittimit e gi oggetto
di contenzioso in danno della regione, del comune e dei trentaquattro consiglieri comunali allepoca della 161 e della 118. Cosa si cerca di fare?
Estendere forse le responsabilit personali anche
agli attuali consiglieri? Pur non prendendo una
posizione netta circa la procedura amministrativa, oggi gli uffici comunali trascurano di portare a conoscenza del consiglio comunale, che il
4 agosto del 2011, proprio sulla variante urbanistica la regione siciliana si pronunci inequivocabilmente circa il fatto che fosse indispensabile richiedere VIA e Vas, pena lillegittimit
della delibera. Questa omissione, grave, usata
con il preciso scopo di condurre fuori strada chi
dovrebbe esprimersi votando oggi una seconda
volta. Nel caso specifico, singolarmente, gli uffici comunali preferiscono riferirsi ad altro parere
della regione, antecedente quello del 4 agosto
2011 e generalista e possibilista circa le procedure VIA e Vas.

ca, cosa che non era


per la pratica in oggetto.
Presenti in 22, toccato al dirigente del
settore, Emanuele
Fortunato, illustrare
il contenuto delle
deduzioni, adempimento
richiesto
dalla legge per formalizzare le procedure, in uno alla delibera consiliare di
approvazione delle
stesse.
Preannunciando il
voto contrario, il
consigliere
Fabio
Rodante, che nel
2011 aveva votato
la delibera 118, ha
detto che Le deduzioni, di fatto, non
salvano la delibera
dallannullamento da parte della
Regione. Bisogna
prendere atto del
fatto che quella delibera illegittima- ha
aggiunto Rodante- e
non ha senso unulteriore presa di responsabilit da parte
di questo Consiglio.
Quando ho votato
la delibera 118- ha
concluso- lho fatto
per evitare ulteriori
speculazioni edilizie e per la tutela
dellambiente, ma
nella convinzione
che quellatto sarebbe poi passato
attraverso tutti i successivi controlli di
legittimit. Cosa che
si verificata con
lavvio delliter di
annullamento.
Sono poi intervenuti
i consiglieri Giuseppe Impallomeni; e
Santino Armaro, che
a nome della prima
Commissione,
ha
annunciato il parere
favorevole.
La delibera stata
poi approvata con
il voto contrario di
Rodante, e lastensione dei consiglieri
Impallomeni, Palestro, Garozzo, Trimarchi e Lo Curzio.
Votata anche la sua
immediata esecutivit.
In apertura della seduta, il consigliere
Cristina Garozzo ha
comunicato ladesione al gruppo del
Pd e Antonio Grasso
a Siracusa amarla
per cambiarla.

Sicilia 7

Cronaca di Siracusa

cronaca. sentenza della cassazione

Droga a Siracusa
Confermate
quattro condanne
Si concluso con quattro

condanne e tre annullamenti con rinvio il processo


scaturito da unoperazione
antidroga delle fiamme gialle
a Siracusa.
La Corte di Cassazione ha
emesso la sentenza definitiva
al processo che vedeva imputate sette persone, coinvolte
a vario titolo nelloperazione
antidroga denominata The
wall, portata a termine il 18
febbraio 2009 dalla Guardia
di Finanza di Siracusa.
La Suprema Corte ha annullato con rinvio la posizione
di Luigi Lombardo (difeso
dallavvocato
Sebastiano
Troia), per il quale stata

Pattuglia della Guardia di Finanza.

Loperazione denominata The wall stata portata


a termine dalla Guardia di Finanza nel 2009
azzerata la sentenza di condanna inflitta in secondo grado a 10 anni di reclusione. I
giudici hanno confermato la
condanna a 6 anni e 8 mesi
di reclusione per Sebastiano
Lorefice; 4 anni e mezzo a
carico di Carmelo Imbesi,
entrambi difesi dallavvocato Junio Celesti; 6 anni e
2 mesi di reclusione per Tiziana Urso (avvocati Perez e
Celesti) e 4 anni e 1 mese per
Giuseppe Grienti, assistito
dallavvocato Natale Perez.

La Corte di Cassazione ha,


inoltre, emesso sentenza con
la quale ha annullato con rinvio la posizione di altri due
imputati, Antonio Fontana,
assistito dallavvocato Sebastiano Troia, e Fabrizio Melluzzo, difeso dallavvocato
Domenico Mignosa, per i
quali dovr essere considerata la prescrizione.
Con questa sentenza si chiude il troncone principale del
processo di quelloperazione
antidroga che ha impegnato i
militari delle Fiamme gialle

in una complessa indagine


con la quale stato stretto il
cerchio attorno a una serie
di soggetti che trafficavano
droga. Luogo deputato allo
spaccio il muretto sito
in via Luciano Al, angolo
via Antonello da Messina a
Siracusa. In quella circostanza furono arrestate complessivamente sedici persone,
molte altre furono indagate
a piede libero. Linchiesta
trae origine dall'arresto di un
siracusano in flagranza di reato legato al possesso di 120

INiziativa nellambito delliniziativa I luoghi della bellezza

Un coro intona linno alla gioia


sulla scalinata della Cattedrale

Prosegue con grandi consensi e


partecipazione la quinta edizione de "Nei luoghi della bellezza".
Noto immersa in un'atmosfera
davvero particolare con tanti siti
coinvolti ed attivit diverse, come
quella davvero suggestiva di ieri
mattina sulla scalinata della Basilica Cattedrale: Bellezza gioia e
musica! Idea progettuale dedicata
ai bambini della scuola primaria ed
ai ragazzi della scuola secondaria,
a cura del musicista Marco Mencoboni e dell'artista Luisa Mazza. A conclusione di un percorso
didattico-musicale di tipo sperimentale, tutti gli allievi degli istituti comprensivi della citt (1000
circa), hanno formato un grande
gruppo misurandosi con le sonorit dell' Inno alla Gioia di Ludwig
Van Beethoven. Con la direzione
del Maestro Marco Mencoboni,
la performance musicale stata
caratterizzata da vocalizzi che si
sono alternati al coro (con grande divertimento e coinvolgimento
di tutti, in questo singolare gioco
delle parti dove ogni gruppo era
come uno strumento, guidati dalla
maestria di Mencoboni) dal suono
delle trombe e di strumenti alternativi, concluso con uno scampano
di grande gioia e Bellezza delle
Chiese di Noto, per i piccoli protagonisti e per l'intera citt. Collaboratori del progetto i Maestri del

Il coro

Coro Marisa Buffa, Rita Genovesi,


Maria Rita Pitrolo, Enza Salustro.
Alla tromba Daniele Zappal con
gli allievi del corso ad indirizzo
musicale dell'Istituto Comprensivo Patti di Trecastagni. Intanto
nel contesto delle tante iniziative
dedicate ai pi giovani si svolta
mercoled scorso la premiazione
del concorso letterario "Racconti
nel segno". 9 i finalisti, relativi alle
sezioni dei vari Istituti scolastici,
di cui ben sei sono risultati essere

appartenenti alla "Giovanni Aurispa" e la vincitrice stata proprio


una studentessa dell'Istituto diretto
dal professore Corrado Carelli, si
tratta di Zsofia Civello (che vediamo nella foto) della classe 3D.
Il primo premio consisteva in un
buono di 150 euro per l'acquisto
di materiale didattico. Tornando al
programma de "Nei Luoghi della
bellezza", oggi pomeriggio ore 17
performance "La bellezza di una
storia da raccontare".

grammi di hashish e 400


euro in contanti.
Nel corso delle indagini,
svolte con sofisticati mezzi
tecnici, sono stati arrestati
in flagranza di reato cinque
soggetti e sono stati complessivamente sequestrati
38 chilogrammi di hashish,
250 grammi di cocaina,
16 dosi di cocaina, 4 dosi
di eroina, unautovettura,
una pistola semiautomatica Beretta calibro 7,65,
4 bilancini di precisione, e
la somma di 15 mila euro
in contanti oltre che vario
materiale utilizzato per il taglio, il confezionamento e la
pesatura della sostanza.

tentano
il furto
in un bar
Arrestati
in flagranza
I poliziotti delle Volanti della Questura,
hanno arrestato due
uomini che stavano
tentando di scassinare la saracinesca
di un bar. Lallarme
scattato intorno
alle ore 2.30 quando
una pattuglia delle
guardie giurate della
Sicur Service ha
notato la presenza di
due individui che tentavano di scassinare
la saracinesca del bar
sito in via Alessandro
Specchi. Alla vista
degli agenti, i due se
la sono data a gambe.
Avvertiti i poliziotti, ne scaturito un
inseguimento a piedi
al culmine del quale
sono stati entrambi
acciuffati. In arresto
sono finiti Stefano
Schifitto di 30 anni
e H. M. di 22 di
origine marocchina,
entrambi residenti
a Siracusa, i quali,
dopo aver tranciato il
lucchetto, tentavano
di entrare allinterno
dellesercizio.

SOCIET 8
di Roberto Tondelli
Larticolo di Paolo
Fai su Augusto. Figlio di Dio, apparso su Libert Sicilia
(19/04/2015), ha il
pregio di presentare
molto bene il recente
testo di Luciano Canfora dedicato a Ottaviano Augusto e di
stimolare alla riflessione. Fin dallantichit il titolo figlio
di Dio (Divi filius
per i Romani) fu usato per indicare il re,
limperatore, il faraone, che veniva cos
considerato divino,
divinizzato. Il titolo
viene pure usato nel
Nuovo Testamento
per Ges di Nazaret;
ma quali profonde
differenze tra due
persone quasi contemporanee! Ges
nasce sotto limperio
di Ottaviano e ha una
ventina danni quando Ottaviano muore
il 19 agosto dellanno 14. Ed ecco qualche differenza tra i
due figli di Dio.
Ottaviano, dopo anni
di guerre, impone la
pace augusta. Ancora oggi, sul Lungo Tevere a Roma,
possibile ammirare laltare della pace
(Ara pacis). Ma
fu una pace ottenuta
con il gladio, spargendo il sangue di
soldati e civili, e cancellando la libert
repubblicana. Ges
molto diverso. Quando qualche apostolo
gli mostra le spade
e propone la rivolta
contro Roma, egli li
rimprovera con forza. Ges infatti il
principe della pace
che con la sola forza
della parola di Dio
propone a tutti la verit che rende liberi dal peccato (Gv.
83,2). Oggi il monumento vivo a questa
pace la persona
che ubbidisce allEvangelo della pace
di Cristo, credendo
con fede fiduciosa e
attuando il battesimo
biblico per rinascere
a una vita in Cristo,
in pace con Dio e col
prossimo.
Ottaviano un camaleonte, un trasformista che non si fa scrupolo di usare mezzi

Sicilia 25 APRILE 2015, SABATO

Figlio di Dio:
Augusto e Ges
Ottaviano fu mosso da sete di potere assoluto
Ges fu mosso dallo spirito di servizio amorevole

ripugnanti per raggiungere i suoi scopi politici di potere


assoluto. Lo storico
Svetonio narra che
il potere di Ottaviano dur ben 44 anni!
Ges ha da Dio doni
straordinari (guarigioni, miracoli). Se
volesse,
potrebbe
usarli per ottenere
un potere globale.
proprio questa la tentazione che satana gli
propone: il potere su
tutto il mondo! Ma
Ges allontana questo pensiero come
malefico. Sceglie di
percorrere unaltra
via, pi stretta e difficile. Egli luomo
che non ha una pietra su cui posare il
capo. I mezzi che
usa sono il servizio e
laffetto verso fornicatori, adulteri, ladri
i quali, toccati dalla
sua parola, si convertono, lasciano un
comportamento errato, falso, cattivo per
dedicare la vita a Dio
che bont e responsabilit. Il regno di
Cristo dura da allora
ed eterno!
Ottaviano fa della si-

mulazione unarte di
governo che ignora
ogni sentimento di
compassione o clemenza verso i nemici; spietato e cinico
nella sua azione. Il
giovane Ges la
sincerit in persona.
Non conosce simulazione. Anche quando gli converrebbe
attenuare i toni delle
sue parole, accusa a
fronte alta i religiosi
per la loro ipocrisia
e voglia di potere
(amano farsi chiamare maestri e padri,
ma uno solo il ma-

estro, Cristo, e uno


solo il Padre, Dio,
Matteo 23, 1 ss.).
Ges conosce bene i
giochi dei potenti. Sa
che sono delle volpi. Sa bene di quale
ingiustizia sia stato
oggetto Giovanni il
Battista, suo parente,
decapitato per aver
detto che non era
lecito a Erode tenersi la moglie di suo
fratello Filippo. Eppure Ges pieno di
compassione verso
donne, vedove, poverissimi, bambini,
gli ultimi della socie-

t (chi sono oggi?).


Ges ha relazioni anche con gente ricca,
che lo invita a cena
e magari trascura di
accoglierlo con un
abbraccio o di fargli
lavare i piedi, ma
Ges usa sempre la
clemenza che conduce molti al cambiamento interiore e
a mutare comportamento. Ottaviano ha
un forte senso della
storia, vuole fare la
storia, perci piega persone e azioni
al suo proprio utile,
imponendo la logica

25 APRILE 2015, SABATO

del vincitore. Tutto al


contrario Ges. Nasce in un luogo lontano da Roma, centro
della storia. Non
ha intenzione di fare
la storia, confida in
Dio. Ha vita pubblica
breve, circa tre anni,
durante la quale mai
una volta si approfitta di qualcuno, mai
cerca il proprio interesse, mai agisce per
ottenere ci che gli
conviene. Anzi, Ges
vince il male parlando e agendo bene,
per il bene dellaltra
persona. Ottaviano
pretende di rifondare
la morale pubblica
proprio come alcuni
poteri forti cercano di
fare oggi? Ges non
vuol rifondare nulla.
Rilegge con cura la
legge di Mos e ne
estrae il succo morale che fa bene allinteriore della persona:
non si deve apparire
belli e bravi, bisogna
esserlo dentro, agli
occhi di Dio; non si fa
del bene per farsi vedere dagli altri, ma lo
si fa di nascosto, per
amore di Dio. sbagliato strombazzare
la propria religione a
destra e a manca, la
preghiera questione di interiore e va
mostrata in segreto
a Dio, che vede nel
segreto dei cuori.
Chi divorzia da sua
moglie la espone
alladulterio. Chi si
risposa
commette
adulterio. Chi desidera la moglie di un
altro commette adulterio in cuor suo. La
morale di Ges travalica i secoli e ancor
oggi insuperabile e
insuperata. Non necessita di ammodernamenti. Ottaviano
fu mosso da sete di
potere assoluto. Ges
fu mosso dallo spirito
di servizio amorevole. Chi dei due davvero figlio di Dio?
(Chiesa di Cristo
Ges via Modica
3 di fronte ingresso
Istituto F. Insolera
mercoled e venerd
ore 19:30, conversazioni bibliche; domenica ore 10:30,
culto al Signore info: 0931.1935947
340.4809173
email: chiesadicristo@alice.it).

La Direzione Artistica di Giuseppe


MANDALARI
e
lOrganizzazione di
A.R.C.A. curata da
Stefania Altavilla,
ha voluto realizzare per questa prima
edizione del WAITING JAZZ DAY &
INTERNATIONAL
JAZZ DAY SIRACUSA 2015 che si
terr allAntico Mercato di Ortigia, una
rassegna che, partendo dallesperienza
internazionale
dei
suoi artisti, riscopre
la centralit della
tradizione jazzistica siciliana, facendo rivivere il Jazz
come una scuola di
diversit, una scuola di dialogo e tolleranza nella nostra
societ sempre pi
multiculturale, con
lobiettivo di dare
voce al messaggio di
dialogo e di libert,
che ha spinto Herbie
Hancock e l UNESCO ad istituire lInternational Jazz Day.
Il 28 aprile prender
avvio la prima giornata del WAITING
JAZZ DAY con l'inaugurazione della
ARTEXHIBITION
JAZZART in cui
saranno presentate,
le opere frutto della
genialit artistica di
Nuccio Garilli, con
i volti del Jazz che
accompagneranno le
tre giornate.
Nella prima giornata, al rientro dalla
tourne tedesca, ritroveremo a Siracusa
Gianni Gebbia, conosciuto ed invidiatoci da tutto il mondo con il suo sax e
clarino, in compagnia dei fedelissimi
Carmelo Graceffa
e Gabrio Bevilacqua, con un ritrovato Diego Spitaleri,
per ascoltare THE
MELODY BOOK,
il frutto della loro
costante
esplorazione dell'elemento
melodico. Elemento
melodico che viene
trattato con particolare
delicatezza
e rivisto attraverso
il filtro delle esperienze di Gebbia nel
campo della musica
improvvisata e radicale e dellapproccio
minimalista di Spita-

Sicilia 9

Dal 28 aprile
prender avvio il Waiting
Jazz Day con
la Jazz Artexhibition,
mostra pittorica di Nuccio
Garilli, curata
dalla Galleria
d'Arte Roma

Waiting Jazz Day


& International Jazz
Day Siracusa

leri influenzato dai


pianisti scandinavi.
Le luci del Waiting
Jazz Day si accenderanno il 28 aprile,
per il secondo concerto della serata,
su Daniela Spalletta
la cantante nissena,
che tra energia e passione coinvolger gli
spettatori in un viaggio dove sar protagonista la sua voce
inconfondibile, accompagnata al piano
da Raffaele Genovese, talentuoso pianista siciliano che si
potrebbe inserire di
diritto in quella corrente pianistica che
va da Bill Evans a
Meldhau per approdare poi sulle rive
scandinave.
Il suo un pianismo
contemporaneo, aggiornato, con profonde venature melodiche e spunti di
originalit, come la
leggerezza del tocco,
l'intimismo o l'interiorit, l'essenzialit dell'assunto, il
controllo dello strumento e la tecnica
narrativa che denota
conoscenza dei linguaggi pianistici e
delle diverse forme
espressive.

Il 29 Aprile si terr la Masterclass di


Sax curata dal M
Claudio Giambruno con dimostrazione di sassofoni
artigianali L.A. RIPAMONTI presso
JOLLY ARETUSA
PALACE HOTEL di
Siracusa con Claudio
Guarcello,
mentre
per la seconda serata del WAITING
JAZZ DAY, sempre
allANTICO MERCATO, non mancher anche un assaggio
di Folk Jazz, con
Raffaele Genovese
e Antonino Bonasera, un piano ed un
sax per rivivere la
tradizione popolare
siciliana con una particolare rivisitazione
jazz.
A seguire avremo il
NO GAME 5 ET con
Claudio Giambruno,
Claudio Guarcello,
Daniela
Spalletta,
Giovanni Villafranca, Antonio Leta;
formatosi in occasione del Premio Nazionale delle Arti 2013
il quintetto raggiunge l'apice del suo
successo vincendo
tra tutti i conservatori d'Italia il Premio
Nazionale delle Arti

sezione Jazz, di fronte ad una giuria formata da Carl Allen,


Maurizio Giammanco e Stefano Zenni.
In Concomitanza al
Premio
Nazionale
delle Arti, il quintetto ha vinto anche
il Premio Gianni
Basso, istituito dal
Torino Jazz Club, e
a suggello di questo
importante riconoscimento, il gruppo
ha gi collezionato
una serie di importanti performances,
quali il concerto
nell'ambito del Modica Jazz Festival in
Agosto 2013, ed il
prestigioso Festival
Jazz Internazional
di Nantes "Rendez
Vouz de l'Edre" nel
settembre 2013. Il
repertorio della formazione spazia tra i
classici di Broadway,
riarrangiati in maniera innovativa dalla
formazione e alcune
song originali che
completano il Bouquet della proposta
musicale.
Il 30 Aprile, per il
#Jazzday eccezionale visione del
Film Documentario
AMATO
BROS...
QUANDO IL JAZZ

NASCE IN SICILIA, con l'esclusiva


partecipazione del
Regista Giuseppe Di
Bernardo e dell'AMATO JAZZ TRIO.
Il 30 aprile per l'International Jazz Day,
Gioacchino Papa, lo
consociamo
come
contrabbassista, ma
nella riscoperta delle
sue origini da chitarrista e compositore,
ci presenter in formazione Quartet, con
Luca Aletta, Stefano
Cardillo ed Alfio Liberto, il suo ultimo
originale progetto in
cui si innesta la tradizione del jazz nordamericano passando attraverso il filtro
culturale del mondo
a cui appartiene il
compositore: dunque
lEuropa come aria
geografica dappartenenza e ancor pi
il mediterraneo e la
Sicilia in cui nato
e vive. Non soltanto
nei titoli delle canzoni (Don Quixote,
Sancho Panza) il legame con la sua terra
ma soprattutto nelle
melodie semplici e
cantabili; le strutture
invece rimandano ad
autori nordamericani
come il composito-

SOCIET

re e pianista Horace
Silver.
Ritroveremo,
lAmato jazz trio, una
formazione che regala sempre emozioni forti, toccando
i cuori degli ascoltatori, in una maniera
veramente speciale.
C' davvero qualcosa
di magico nella loro
musica e nella loro
storia: una musica
piena di passione,
forse una caratteristica tipicamente
siciliana, simbolicamente rappresentato
dal vulcano Etna e
dalla lava che ha caratterizzato la cover
photo del precedente album. Ogni volta
che lAmato jazz trio
esegue o propone la
propria musica,
possibile ascoltare
una intensit e originalit, che da sempre
li ha caratterizzati.
Un trio con un'incredibile interazione, derivante dall'aver giocato insieme
fin dalla tenera et.
Amato jazz trio: una
delle pi significative e singolari formazioni del panorama
jazz italiano. Questo
nuovo album, intitolato con il nome di
fantasia (Gliss Man)
conferma tutto il
bene che diciamo di
solito su questo trio
di fratelli siciliano.
Un vero gioiello!
Ostinati come il loro
ultimo lavoro, passionali e malinconici come la musica
che li accompagna,
Luca Aletta e Stefano Cardillo, con il
loro TANGOSTINATO ed il loro nuovo
progetto, un lavoro
ambizioso e di alto
spessore
artistico,
dove la musica lascia
spazio all'inconfondible sensualit del
tango. Anche il Tango pu essere Jazz.
Per il III anno consecutivo A.R.C.A.
ripropone la collaborazione con l'IIS
"Federico II di Svevia" di Siracusa, offrendo l'opportunit
di uno stage formativo alle allieve che
cureranno il servizio
di accoglienza nella
giornata del 30 aprile
presso l'Antico Mercato.

SPECIALE 10

25 APRILE 2015, SABATO

Sicilia 25 APRILE 2015, SABATO

Nel corso di questi anni tutto lo stivale gi stato interessato dai controlli

Torna sulle strade italiane la campagna


Vacanze Sicure della Polizia Stradale in
collaborazione con Assogomma e Federpneus

E' stata presentata


a Roma dal Direttore del Servizio
Polizia Stradale
Giuseppe Bisogno e dal Direttore di Assogomma
Fabio Bertolotti
la campagna di
sicurezza stradale, alla sua dodicesima edizione,
frutto della collaborazione tra il
Ministero dellInterno, Servizio
Polizia Stradale
e le Associazioni
dei Produttori e
dei Rivenditori di
pneumatici.
La consapevolezza che il pneumatico, essendo
lunico punto di
contatto tra un
veicolo e il suolo, un elemento
determinante per
la circolazione in
sicurezza sulle nostre strade e autostrade, la base
della ormai storica
iniziativa di sensibilizzazione agli
automobilisti VACANZE SICURE.
Le regioni coinvolte dai controlli
specifici in questa edizione sono:
F r i u l i Ve n e z i a
Giulia, Marche,
Lazio, Campania,
Basilicata e Liguria .
Da nord a sud, passando per le grandi direttrici del
traffico nazionale,
adriatico e tirreno,
la campagna 2015
di VACANZE SICURE prevede

circa 10.000 controlli sulle vetture


che circolano o
ransitano in queste regioni. Dal

15 maggio al 15
giugno verranno
controllati principalmente lo stato
di usura dei pneu-

matici, la rispondenza alle caratteristiche riportate


sulla carta di circolazione del veicolo

e lomologazione
delle gomme.
Il corretto equipaggiamento del
veicolo costituisce

il primo passo per


un viaggio sicuro
sostiene Giuseppe Bisogno Direttore del Servizio
Polizia Stradale.
I controlli della Polizia Stradale, nellambito
delloperazione
Vacanze Sicure,
si collocano nel
quadro delle attivit di prevenzione
a garanzia della
sicurezza stradale.
Lobiettivo quello di accrescere la
consapevolezza
degli utenti della
strada relativamente al corretto
uso e manutenzione degli pneumatici per prevenire gravi rischi
per la sicurezza:
trascurare o non
controllare lo stato
di efficienza degli
pneumatici costituisce un gesto
di irresponsabilit
che si ripercuote
negativamente su
tutto il sistema
della circolazione,
di cui ogni conducente deve sentirsi
parte integrante.
Il Direttore di Assogomma, Fabio
Bertolotti ha inoltre rammentato
che a partire dal 15
aprile bene provvedere, per chi le
avesse montate,
al ripristino dellequipaggiamento
estivo. Il consiglio sempre quello di equipaggiare
il proprio veicolo
con pneumatici di
serie idonei al periodo stagionale,
cio pneumatici
invernali in inverno e pneumatici
estivi in estate,
opportunamente
manutenuti e controllati da gommisti- afferma
Fabio Bertolotti,
Direttore di Assogomma -Cos

facendo si circola
sicuri e si ottimizzano i consumi di
carburante e dei
pneumatici stessi. Lestate alle
porte e le scarpe
della nostra vettura vanno sostituite
e/o controllate. A
tal proposito colgo
loccasione per
tranquillizzare i
milioni di automobilisti che circolano ancora con un
equipaggiamento
invernale, sul fatto
che con temperature come quelle
di questi giorni,
intorno ai 20 gradi,
gli invernali non si
deteriorano precocemente , come
erroneamente riportato da alcuni
addetti ai lavori,
n costituiscono
un problema di
sicurezza stradale.
Ci nonostante
opportuno provvedere al cambio
stagionale perch
alle temperature
tipicamente estive
,che arrivano a superare i 40 di temperatura esterna e
i 50 o pi, dellasfalto, un pneumatico invernale,
su fondo asciutto
pu allungare la
frenata rispetto a
un estivo di quasi il
20%. Esattamente
come in inverno
un invernale accorcia la frenata
rispetto a un estivo
,su fondo freddo
non innevato, pi o
meno nella stessa
percentuale.
Inoltre dal 16 maggio e sino al 14
ottobre, non pi
consentita la circolazione con pneumatici M+S con
codici di velocit
inferiori a quelli
riportati in carta
di circolazione.
E uninfrazione
che pu dar luogo

non solo a sanzioni


pecuniarie.
Nel corso di questi
anni tutto lo stivale
gi stato interessato dai controlli.
Sar quindi unimportante occasione per verificare
come cambiato nel corso di
questo decennio

lapproccio degli automobilisti


nei confronti delle
scarpe della propria auto.
Lanalisi dei controlli da anni
affidata al modello
studiato appositamente dal Politecnico di Torino,
Dipartimento di

Meccanica, che
valida i risultati
del grande lavoro sul territorio
svolto dagli agenti
della Polstrada.
I dati rilevati e
analizzati in collaborazione con
il Politecnico di
Torino, saranno
fondamentali per

Sicilia 11

ricavare utili raccomandazioni in


vista degli esodi
estivi.
Propedeutico ai
controlli, si tiene
in questi giorni in
ogni Compartimento interessato,
un corso tecnico
monografico di
approfondimento
sui pneumatici,
organizzato da Assogomma, a cui
partecipano circa
300 agenti della
Polizia Stradale.
Le tematiche trattate sono varie e
quelle che suscitano particolare
interesse sono le
marcature riportate sul fianco dei
pneumatici: in special modo quelle
riferite allomologazione e ai pneumatici invernali,
senza dimenticare
le ultime novit in
materia di circolari esplicative.
Da oltre 10 anni
i controlli della
Polizia Stradale
evidenziano che
in Italia sono ol-

SPECIALE

tre il 10% le auto


che circolano con
pneumatici fuori
legge perch lisci, danneggiati
visibilmente, non
conformi alla carta
di circolazione,
non omologati,
ecc. E importante
formare il personale affinch
non si sottovaluti
limportanza della
manutenzione del
veicolo, di cui i
pneumatici sono
certamente un elemento strategico
per la sicurezza.
Con un parco auto
sempre pi vecchio, oltre il 40%
ha pi di 10 anni,
la manutenzione
dellauto assume
un ruolo fondamentale per la sicurezza stradale.
Dal 2003 ad oggi
sono stati effettuati dalla Polizia
Stradale ben oltre
120.000 controlli
specifici sui pneumatici ed i risultati
hanno evidenziato
non conformit
di diversa natura complessivamente superiori
al 15%, se si aggiungono alle non
conformit specifiche attinenti
ai pneumatici anche quella della
mancanza della
revisione del veicolo: un fenomeno
purtroppo diffuso
omogeneamente
su tutto il territorio
nazionale.
E proprio grazie
alla preziosa attivit sul campo degli
agenti che spesso
sono emersi fenomeni preoccupanti
come le quantit
di pneumatici lisci e addirittura
non controllati da
unAutorit competente preposta,
cio non omologati.

attualit 12

Sicilia 25 APRILE 2015, SABATO

25 APRILE 2015, DOMENICA

LOSSERVATORIO

Conclusa con successo la duegiorni della Dante Alighieri

Un inno alla cultura multietnica


nel nome del divino poeta

Inaugurata, fra le varie manifestazioni, la Festa del libro


di Salvatore Maiorca

Due

giorni nel
nome del divino
poeta. Il Comitato
di Siracusa della Societ Dante
Alighieri, presieduto dalla professoressa Gioia
Pace, ha organizzato un meeting
di due giorni per
la Giornata della
Dante. I lavori
sono stati aperti
nel pomeriggio di led pomeriggio si Dante e la dimercoled dallex sono conclusi con vina scienza dei
ministro Annama- la inaugurazione numeri ha aperto
ria Cancellieri,
che ha parlato del Meeting per la Giornata della Dante
suo libro Una organizzata dal Comitato di Siracusa
vita bellissima.
Subito dopo il della Societ Dante Alighieri, presiegiornalista Mas- duto dalla professoressa Gioia Pace
simo Leotta ha
intervistato lex della Festa del i lavori della seconda giornata.
ministro. Quindi libro.
i giovani hanno Una conversazio- Sono seguite le
ne di Massimo premiazioni.
recitato Dante.
I lavori di merco- De Angelis su N e l l y G r e c o

regione
Il presidente della
Regione,
Rosario
Crocetta, ha sottoscritto col Governo
nazionale un accordo in virt del quale
ritira tutti i contenziosi con lo Stato. In
pratica rinuncia, fra
laltro, alla riscossione delle accise (le
imposte su energia e
carburanti): una perdita di quasi mezzo
miliardo sulla pelle
dei siciliani. Nonostante che la Corte
costituzionale abbia
riconosciuto questo
diritto alla Sicilia. Lo
denuncia il deputato
regionale Vincenzo
Vinciullo stigmatizzando l'operato del
presidente Crocetta
dopo la pronuncia

Bellina stata
premiata come
Mamma per la
Dante. Franca Valenti Gallo Nonna per la
Dante.
A met mattina
la premiazione
pi importante:
Le cime della
Dante, giunta
questanno alla
quinta edizione.
Sono stati premi

i pi bravi tra gli


studenti della provincia.
Il premio Pier
Paolo Conti
stato assegnato al
giornalista Massimo Leotta. Un
diploma di benemerenza e una
targa sono stati
conferiti al nostro
direttore Giuseppe Bianca. Per
un impedimento
del direttore ha
ritirato diploma
e targa il nostro
collega Salvatore
Maiorca, il quale,
ringraziando, ha
sottolineato limportanza della informazione. Maiorca ha pure sottolineato come,
nella vertiginosa
trasformazione
del mondo della
informazione, tra
internet, giornali

denuncia del deputato regionale Vincenzo Vinciullo

Il presidente della Regione


ha rinunciato alle accise

Una perdita di quasi mezzo miliardo sulla pelle dei siciliani

della Consulta che ha


riconosciuto il diritto
dell'Isola a riscuotere le accise. E sono
pesanti le imposte
sui carburanti che
spetterebbero
alla
Sicilia. A cominciare
da quelle sui prodotti delle raffinerie e
sul greggio estratto
in terraferma e dalle
piattaforme petrolifere.
Il
vicepresidente
vicario della commissione
Bilancio
e programmazione

Sicilia 13

nali dellUnione
Europea).
Fondata nel 1889
da un gruppo di
intellettuali guidati da Giosu
Carducci, che
diramarono un
Manifesto agli
italiani, venne
eretta in fondazione con regio
decreto del 18 luglio 1893, rumeno
347; con decreto legge numero
186 del 27 luglio
2004 assimilata, per struttura e

finalit, alle Onlus. Il comitato


di Siracusa organizza, tra le varie
attivit, corsi di
lingua italiana per
stranieri e corsi di
cultura per i soci
italiani e stranieri,
in collaborazione
con la facolt dei
Beni culturali e il
dipartimento di
Filologia moderna della universit di Catania. Il
comitato assegna
ogni anno il Premio Pier Paolo
Conti, dedicato
alla memoria di un
giornalista e critico letterario. Oltre
a seguire i corsi,
gli studenti e i soci
possono utilizzare le convenzioni
stipulate con vari
negozi, ottenere
riduzioni sul prezzo del biglietto dei
cinema, usufruire
di sconti presso alcune librerie
(Mascali, Diana,
Gabo, Zammitti
e Aleph), partecipare a gite organizzate e visite
culturali, ottenere
riduzioni sul prezzo del biglietto
degli spettacoli
teatrali a Catania
e a Noto.

La sentenza sulle accise rafforza la tesi


di chi ha criticato la
scelta del governo.
Qualcuno, come, ad
esempio, il movimento Sicilia nazione guidato dall'ex
assessore
all'Economia, Armao, ha
diffidato il governo
Crocetta a ritrattare
quell'accordo. Proprio Armao era stato
l'assessore che aveva
avanzato una serie
di ricorsi per la violazione dello Statuto
da parte del governo
centrale.
Una battaglia isolata
era stata gi combattuta per le accise dal
senatore Bruno Alicata. La presa di posizione di Vinciullo
potrebbe far nascere
ora una santa alleanza per trattenere

in Sicilia le accise
che in Sicilia vengono prodotte grazie
alle attivit di estrazione e raffinazione
di petrolio.
Tanto pi che, da
sempre, nelle regioni
frontaliere del Nord,
per evitare che i residenti vadano a fare il
pieno in Svizzera, lo
Stato pratica pesanti sconti sui prodotti
petroliferi alla pompa. Invece in Sicilia,
terra di estrazione e
di raffinazione petrolifera, si paga il prezzo pieno. E le accise
costituiscono
pi
della met del prezzo
dei prodotti petroliferi. Ma siamo sempre l: abbiamo una
classe politica inetta,
inefficiente, corrotta;
tranne casi isolati.
s. m.

Un diploma di benemerenza e una targa al nostro direttore Giuseppe Bianca. La premiazione


Le cime della Dante giunta questanno alla
quinta edizione. Premiati i pi bravi studenti
della provincia. Conversazione di Massimo
De Angelis su Dante e la Divina commedia
on line e marchingegni vari,
nel futuro della carta stampata
possano resistere
soltanto due o tre
grandi quotidiani
nazionali, altrettanti settimanali nazionali e i
quotidiani locali,

dedicati al territorio che i grandi


organi dinformazione trascurano.
Per questi motivi
nel futuro della
carta stampata,
ha sottolineato e
concluso Salvatore Maiorca, c
anche il nostro

giornale, il quale
in edicola dal
1987 e intende
onorare il proprio
impegno per la
citt e la provincia
anche negli anni a
venire.
Il pomeriggio di
ieri stato aperto
da Massimo Ar-

A sinistra i ragazzi recitano Dante. Sopra la premiazione della Nonna per


la Dante. A destra la consegna della targa per il nostro direttore Bianca

dellAssemblea regionale ha espresso


"la rabbia legittima
dei siciliani". E alla
sua dichiarazione si
sono uniti il capogruppo Nino D'Asero e i deputati dellNcd all Ars "per
l'ennesimo scippo ai
danni dell'Isola.
Stavolta - ha concluso Vinciullo - si
tratta di quasi mezzo miliardo di euro.
Ma la base dell'indignazione sta nel
fatto che Crocetta ha
fatto pi che il palo
durante questa rapina ed stato anche
celere come non mai
nel correre a Roma a
firmare un patto scellerato, ben sapendo
che la Corte costituzionale si sarebbe
prima o poi espressa
in modo positivo per

l'Isola.
La Consulta ha infatti riconosciuto all'Isola il diritto di incassare le imposte su
energia e carburanti,
cio le accise, prodotte in Sicilia. Ma
il governatore ha sottoscritto col governo
nazionale il ritiro di
tutti i contenziosi e
la rinuncia agli effetti di quelle sentenze.
La Consulta ha dato
ragione all'Isola. Ma
il presidente Crocetta
a quei soldi ha gi rinunciato.
Ha rinunciato a tutto
il governatore: ha deciso di ritirare alcuni
dei ricorsi pendenti
e, nel caso di procedimenti in corso, ha
rinunciato, fino al
2017, agli eventuali
effetti positivi delle
sentenze.

cangeli, che ha
trattato la comunicazione non
verbale nella Divina Commedia.
E seguito lincontro con lautore Domenico
Pisana. Quindi
la presentazione
del testo Dove
sta la frontiera a
cura di Gabriella
Celotta con un
saggio di giovani
varie nazionalit.
Poi un saggio degli studenti stranieri. Infine una

cena multietnica
ha concluso la
impegnativa duegiorni della Dante di Siracusa.
La Societ Dante
Alighieri un'istituzione culturale
italiana che ha lo
scopo di tutelare
e diffondere la
lingua e la cultura italiana nel
mondo; membro
dell'Eunic (European Union National Institutes for
Culture - Istituti
di Cultura Nazio-

A sinistra la piattaforma Vega. Sopra uno scorcio di raffineria. Le accise


sui loro prodotti se le prende lo Stato, non il territorio

attualit

Cultura 14

Sicilia 25 APRILE 2015, SABATO

Dov la testa
della gigantesca statua?

di Arturo Messina
Al Cenacolo della siracusanit in via Scilla,
di Antonio Randazzo,
che ogni marted dedica la conversazione alla
storia, la letteratura, la
lingua, larte, le problematiche sociali del territorio aretuseo, cui pu
partecipare liberamente
chiunque lo voglia,
nella seduta di marted
scorso si parlato dun
argomento che potremmo definire ungiallo:
Dov andata a finire
la testa della gigantesca
statua det romana, le
cui rimanenze sono
state ritrovate nellagro
settentrionale siracusano presso Fondo Fico
appartenente a Priolo
Gargallo?
A svolgere linsolita indagine non si dedicato un carabiniere come
lex carabiniere poetico
scultore appassionato
amatore e straordinario
competente delle cusuzze aretusee, bens
Sebastiano Lanteri, che
da sempre si intensamente interessato di
archeologia, soprattutto locale. E stato lui
ad esporre il caso, servendosi del suo saggio,
scritto recentemente,
nonch del computer e
delle immagini proiettate sul grande schermo, sicch gli intervenuti lhanno potuto
seguire molto pi agevolmente e rivolgergli
frequenti domande per
avviare labituale conversazione.
Il manufatto lapideoha cominciato egli a
dire- ritrovato nei dintorni del Fondo Fico,
territorio di Priolo
Gargallo, oggi rimanenza archeologica di
una statua panneggiata,
priva di tutta la parte
superiore, compresa la
testa, presumibilmente di marmo pentelico,
cio di marmo estratto
sul monte Pentelico,
celebre in Grecia come
il marmo di Massa Carrara in Italia: lo dimostra il fatto che con tale
marmo vennero costruiti il Partenone e i Propilei di Atene.
Ovviamente c stato
chi gli ha rivolto una
domanda: -Come mai
una statua di marmo
greco a Siracusa?
Il conferenziere ha ri-

Sebastiano Lanteri al Cenacolo della siracusanit ha parlato delle rimanenze


ritrovate nel Fondo Fico e ora si trovano allinterno dellarea industriale
sposto che non era un
caso unico, se si considera che la statua
da datarsi tra il primo
e il terzo secolo a.C.
cio nel periodo della
dominazione romana a
Siracusa.

delle campagne archeologiche a Torre Girotta molto tempo prima,


nel 1892
Egli a questo punto
ha spiegato come di
lussuose ville romane ve ne erano di due

da un contesto antropizzato pi ampio che


vi era al tempo dei
greci, dei romani, dei
bizantini, dei normanni, come dimostrano
le molteplici scoperte
archeologiche di abi-

della produzione agraria di ogni genere non


cerano, si intende, ai
quei tempi, i camion di
oggi con tanto di cento
cavalli-motore ma che
bisognava cambiare i
cavalli per recarsi in

Dov andata a
finire la testa della
gigantesca statua
det romana, le
cui rimanenze
sono state ritrovate nellagro
settentrionale
siracusano presso Fondo Fico
appartenente a
Priolo Gargallo?

In alto, cerimonia prima sistemazione della


statua;
A fianco, prof. Sebastiano Lanteri;
Sopra, la statua posizionata oggi
Altra domanda stata:come mai e quando si
trovata in una campagna?
E stata riportata alla
luce nel terreno di
propriet del Marchese Filippo Gargallo
di Castel Lentini nel
1923 durante i lavori di
messa in cultura di un
grande vigneto, dove
doveva esserci stata
una delle tante e tanto
lussuose ville romane,
come quella i cui resti
furono trovati a Torre Girotta durante una

ben diversi tipi: quelle


agrarie, tipo fattoria
allinterno, residenze
di campagna dove abitate stabilmente dalla
schiavit dedita alla
coltivazione dei campi
e quelle vicine al mare,
dove appunto venne
ritrovata questa statua.
Ha anche affermato
che tale ritrovamento
giustificato dal presenza, allinterno del
comprensorio Priolese,
oltre che dalle strutture abitative ad impiego
agreste e ittico, anche

tazioni, di necropoli,
nonch di un acquedotto. A proposito di
necropoli, egli ha ricordato i vari tipi che vi
erano, come quelli protostorici a grotticella
della cultura di Tapsos.
A chi gli ha domandato come mai quella
gigantesca statua fosse
stata eretta l, egli ha
spiegato che non era
un caso singolo nei latifondi che comprendevano necessariamente
delle stationes, visto
che per il trasporto

posti piuttosto distanti;


e il cambio si faceva
in quelle staziones
agrariae, taverne dove
cera anche il modo di
lavarsi con acqua abbondante, (le condotte
di Bagnoli.) di rifocillarsi, di riposarsiI
padroni di quei latifondi e delle relative stationes erano dei nobili
ricconi, per cui quella
statua avr avuto una
doppia funzione: quella di onorare il ricco
padrone del feudo e
quello di indicare da

lontano ai passanti la
presenza della tappa.
Ha aggiunto che il marchese Gargallo lo stesso anno del reperimento
del resti della statua, li
fece sistemare sopra un
alto piedistallo a ridosso della strada ferrata,
proprio a renderla visibile ai passeggeri dal
treno , con una lapide
che ne ricordasse il reperimento da parte sua.
Ha anche descritto laltezza che doveva avere
lintera statua, senza
calcolare
leventuale piedistallo e plinto:
oltre i tre metri, di cui
esiste solo il tronco, di
un metro e settanta centimetri: tali imponenti
dimensioni ci fanno
supporre che fosse stata
realizzata appunto con
la funzione di monumento onorario o funebre, i cui resti lo stesso
scopritore fece esporre
su una base.
Cos come ha fatto nel
descrivere le varie forme delle sepolture, cos
ha fatto nel descrivere
sia il tipo della statua
togata e il significato
che essa aveva nel distinguere la classe sociale di chi lindossava,
facendola notare anche dallatteggiamento
espressivo di chi lindossava.
A tale scopo ha fatto
notare dimostrandolo
allo schermo dove ha
proiettato le due statue,
come fossero differenti
latteggiamento e le ripiegature della toga del
famoso tragediografo
greco Sofocle e quelli
pi raccolti, pi statici
dun sacerdote.
Una domanda indiscreta io uso sempre farla
e anche in questo caso
non poteva mancare:Che fine ha fatto quella
testa? Nessuno lo sa;
ma sarebbe opportuno
individuarlo e pensare
ad un eventuale restauro conservativo, cos da
collocare lintera statua
in un luogo pi confacente, cos da farla ammirare da tutti. Io avrei
aggiunto che chiss, se
ben si cercasse, tra certi
collezionisti o in certe
gallerie, forse si riuscirebbe a trovarla, come
non poche volte si riusciti a fare. Ma, se ci
son tanti, anche amministratori locali e non,
senza testa, che vale?

25 aprile 2015, sabato

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Pallanuoto maschile serie A2

Al Paolo Caldarella
altro derby per lOrtigia

Play off in cassaforte l'Ortigia di mister Leone attesa


oggi alle ore 15 alla Paolo Caldarella nel derby contro
i Muri Antichi, valevole per la 20^ giornata

ettimana di succeUltimi 84 minuti rimasti alla


fine di questa regular season del
campionato
di
pallanuoto di serie A2.
I
biancoverdi
di mister Leo-

ne
ospiteranno
i Muri Antichi
nellennesimo
derby
siciliano
della stagione e,
nonostante abbiano in cassaforte la
qualificazione dei
play off la corsa
per il secondo po-

Calcio, il Noto chiama a raccolta


i tifosi per il match contro Roccella

sto, rimane ancora


aperta. Nel match
dellandata, lOrtigia simpose di
misura vincendo
per 9-8 al termine
di una gara molto
combattuta. C
da attendersi che
sar cos anche
sabato alla Caldarella, con gli etnei
in piena lotta salvezza e con i biancoverdi in corsa
per un migliore
piazzamento nella griglia play off.
Il nostro obiettivo stagionale era
quello di raggiungere i play off e
ci siamo riusciti
ha commentato

In foto Dario Puglisi


il vice capitano
Dario Puglisi ieri
mattina.
Adesso, per, ci
attendono tre partite che diranno
quale posizione
definitiva occuperemo. Riteniamo
di poter ancora
ambire al secondo
posto ha continuato - anche se

tanto dipender
dalla Roma che
ci precede. Sabato pomeriggio
ospiteremo i Muri
Antichi e sar un
altro derby interessante. Allandata ci impensierirono non poco,
anche pi per demerito nostro che
non
giocammo

una buona partita.


Adesso abbiamo
ritrovato la fiducia e la concentrazione rispetto
alle ultime uscite,
e sono sicuro che
sar una partita
completamente
diversa ha concluso il difensore
biancoverde.
Salvatore Cavallaro

Tennis, al Centro Polivalente di Priolo


in scena il circuito promo School 2015

LUsd Noto calcio comunica che in

occasione della gara contro il Roccella di


domenica 26 Aprile alle ore 15.00 presso
lo stadio Scrofani Sallustro di Palazzolo
Acreide (SR) stata indetta la giornata
granata, non saranno dunque validi gli
abbonamenti. In un momento cruciale
della stagione calcistica che sta volgendo
al termine, tutti i tifosi, i supporter, gli
amici dellUsd Noto calcio sono invitati ad
assistere allincontro per sostenere con ancora pi forza la squadra verso lobiettivo
della vittoria della gara e della salvezza in
campionato. Tutti coloro che assisteranno
allincontro sono invitati ad indossare o
portare con se qualcosa di granata per
celebrare i colori sociali dellUsd Noto
calcio.

Si giocheranno a Priolo Gargallo al

Centro Polivalente le tre tappe del


circuito tennistico amatoriale under
12/14, fortemente voluto dalla Federazione Italiana Tennis e dai rispettivi presidente regionale Palpacelli Gabriele e delegato provinciale
Sammatrice Adriano.
La Polisportiva Priolo 2000 che gestisce il circolo dal 1998 ha subito
accettato lincarico, attinente con il
proprio obiettivo di valorizzare lattivit amatoriale giovanile gi da

diversi anni. La gestione del torneo


stata affidata al giudice arbitro,
nonch maestro, Lo Iacono Vincenzo, coadiuvato dal Direttore di Gara
Santagati Alessio.
Si attendono adesso pi di 30 ragazzini provenienti da tutta la provincia
che si sfideranno a suon di tennis da
Lunedi 27 Aprile, in tre diversi tornei
in successione. I vincitori delle tre
tappe accederanno alla fase regionale organizzata presso il Centro F.I.T.
Federale di Terrasini.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 25 aprile 2015, sabato

L'Augusta
si presenta
ai play off come
vera e propria
mina vagante

Calcio a 5, contro la Futsal Isola


per lAugusta pronostico aperto
Parte

oggi l'avventura dal Palajono l'avventura dei ragazzi di


mister
Rinaldi,
dopo una regular
season apprezzata
dal pubblico neroverde. Il merito
di questo grande
risultato va dato
tutto a questi ragazzi dichiara il presidente

La Futsal Isola si presenta al Palajonio con un leggero


vantaggio sui ragazzi di mister Rinaldi

Andrea Tringali
che hanno dimostrato un grande
attaccamento alla
maglia ed al mister che ha saputo
tirare fuori il meglio da un gruppo
ristretto ma dalle
grandi qualit tec-

niche" Nelle altre


gare del girone B,l
a classifica finale
dice che la Carlisport
Cogianco non dovrebbe
avere timore della
Salinis, visto il distacco espresso al
termine della "re-

Pallanuoto femminile serie b

L'Ortigia rosa in cerca di bis


contro lAquarius di Trapani
O

rtigia in rosa,
scenderanno in acqua contro lAquarius Trapani, giocher la prima gara
del girone di ritorno del campionato
di serie B. Forti del
successo
esterno
contro la Polisportiva Messina, che ha
consolidato la prima
posizione in classifica, le siracusane
vogliono proseguire
la marcia e regalare
un'altra vittoria al
proprio pubblico.
Nel match di andata, giocato nel giorno della festa della
donna, lOrtigia ot-

tenne la prima vittoria stagionale col


risultato di 13-3 e,
in quelloccasione,
le aretusee furono
accolte dalla dirigenza trapanese
con un mazzolino
di mimose. Anche
per questa gara, Va-

lentina Ayale si affider probabilmente


al turnover, per permettere alle giocatrici meno utilizzate
di poter scendere in
acqua.
Appuntamento alla
Caldarella, domenica alle ore 14

gular season". Ma
leggendo i risultati del campionato
si scopre come la
formazione adesso affidata a Valerio Bernardi non
sia avvezza agli
scontri diretti: una
sconfitta (casalinga) e un pareggio
(a Barletta) con i
salinari; addirittura due ko (decisivo ai fini della
promozione quello di due settimane fa a Fiumicino)
con la Futsal Isola
e un leggero vantaggio con l'Augusta che si presenta
ai play-off come
la vera e propria
mina vagante.
Insomma, per i
castellani l'unico
vantaggio del doppio confronto con
la Salinis quello
di giocare in casa
la gara di ritorno
dove poter indirizzare gli sforzi
a seconda delle
necessit, tenendo
comunque conto
che in favore del
quintetto di Lodispoto potrebbe
giocare l'entusia-

smo di una qualificazione storica


staccata dopo un
girone di ritorno inferiore alle
aspettative, con la
possibilit di dimostrare ben altro
nelle sfide cha valgono la promozione.
La Futsal Isola,
invece, non avr
motivo di rallegrarsi affrontando
in trasferta l'Augusta, vuoi per il
modulo di gioco
attuato dalla squadra di Rinaldi, con
l'uso quasi sistematico del portiere di movimento
che imporr ai
laziali di giocare
con grande attenzione nella fase
difensiva, vuoi anche per le capacit
tecniche dei giovani megaresi, che
si sono consacrati
autorevolmente
in un campionato
dai valori tecnici
davvero elevati e
possono costituire
un serio pericolo
anche a compagini di riconosciuta
esperienza come
quella di Angelini,
che per l'occasione
recuperer Emer
dopo la squalifica.

Pallamano,
al PalaLoBello
match per le
prime della
classe Under

ine settimana
al
PalaLoBello
all'insegna della
pallamano
giovanile siciliana.
E stata affidata
allAlbatro Teamnetwork Siracusa
lorganizzazione
di un evento che
porter in citt
centinaia di persone in coincidenza
con gli imminenti
due ponti festivi
ravvicinati. Dopo
la Final Eight di
Coppa Italia, dunque, altro riconoscimento per la
societ del presidente Vito Laudani, che ha portato
alle finali tutte le
squadre del settore giovanile.
La prima partita
si disputer oggi
alle 11 e vedr la
squadra di casa
impegnata contro il Girgenti.
In caso di successo, lAlbatro
affronter nella
finalissima delle
17,15 la vincente
di Kelona-Pallamano Avola (che
si disputer alle
12,15). Le perdenti si contenderanno il terzo
posto alle 16. Alle
18,30 si svolger
la cerimonia di
premiazione.