HACKSHOW

Bergamo, HG80, 23/6/2015 - 25/6/2015

WORKSHOP

evento
organizzato da
HG80
workshop tenuto da
Michele
Cremaschi

LIVE PERFORMANCE CREATIVE INTERACTION DESIGN
Workshop di tecnologia digitale per lo spettacolo dal vivo. Impara ad utilizzare in modo creativo tecnologie,
software, apparecchiature digitali.
Un incontro rivolto ad artisti
digitali, tecnici audio/video, registi,
informatici interessati alla
performing art, a perfomers
interessati alle nuove tecnologie, a
studenti delle accademie ed
università ad indirizzo spettacolo o
tecnologico.

sempre più interattiva tra azione e
macchina scenica. Scopriremo le
possibilità di interazione tra attore,
interfacce e software, per
estendere le possibilità
complessive. Sperimenteremo
piccoli eventi live supportati dalle
competenze acquisite nel corso.

Effettueremo un percorso tra le
tecnologie digitali più recenti nate
per il teatro, la danza, il VJing e lo
spettacolo dal vivo in genere.
Impareremo ad utilizzare potenti
software per la gestione degli
eventi live. Sperimenteremo
interfacce hardware e sensori nati
per interagire con le azioni che
avvengono in scena, in un'ottica

Soprattutto, ci interrogheremo
continuamente sul senso della
ricerca sulla sperimentazione
tecnologica per la scena.
Imparare l’utilizzo
Cercheremo di analizzare con
creativo delle nuove
spirito critico le possibilità e le
applicazioni, ricercando ciò che può tecnologie applicate
generare nel pubblico interesse e
coinvolgimento emotivo, scartando scena live
strade che portano ad un uso del
mezzo fine a se stesso.

[1]

alla

PROGRAMMA
DETTAGLIATO DEGLI
ARGOMENTI:
Gestione dell'impianto
illuminotecnico via software
La gestione delle luci è essenziale in
qualsiasi spettacolo dal vivo. La possibilità di
programmare le luci tramite software apre
scenari nuovi e interessanti, quali il

utilizzato dalle presentazioni olimpiche ai teatri
di Broadway; ma per la sua struttura semplice
e potente, e per la sua flessibilità nella gestione
delle licenze, anche da produzioni low budget
quali università o compagnie amatoriali.
Impareremo a programmare gli eventi
multimediali di uno spettacolo con QLab e una
cosa è assicurata: una volta scoperto, nessuno
torna più indietro!!! LICENZA QLAB
GIORNALIERA IN OMAGGIO AI
PARTECIPANTI.

Sincronizzare luci, audio e video
Un workshop per estendere le potenzialità

raggiungimento di sequenze troppo complesse

di qualsiasi software abbiate tra le mani,

per essere gestite da console analogiche, e

facendo comunicare più programmi tra loro. I

l'interattività dell'impianto luci con gli altri

protocolli MIDI e OSC permettono la

eventi della performance. Esamineremo

condivisione di elaborazione complesse, anche

software e tecniche per raggiungere un

grafiche, tra diversi tool, per ottenere un

risultato illuminotecnico che nemmeno i Pink

risultato che nessun esperto del singolo

Floyd.. o quasi.

software potrà mai ottenere. Come

Gestione audio e video con QLab
Automatizzare la temporizzazione di

esercitazione, interfacceremo QLab, un
software di gestione delle luci e un mixer midi,
così da creare un semplice sistema integrato

tracce audio e tracce video nella gestione di un

per gestire luci, audio e video da un'unica

evento live permette di ottenere un elevato

interfaccia.

grado di sincronizzazione, sia tra gli eventi
multimediali stessi, sia di questi con l'azione
performativa. QLab è un software ormai
divenuto standard per la regia teatrale,

IN SCENA

Kinect for beginners
La Kinect è un'interfaccia dal costo
contenuto comunemente utilizzata per il

live generated
visuals

bring your laptop!
La maggior parte delle
tecnologie presentate si
basano su software MacOsX.
Anche se non è
indispensabile, per un
miglor apprendimento è
consigliata la frequenza
portando con se un laptop.
Ipad, iphone, apparecchi
android o windows possono
comunque risultare utili
per detrminati argomenti,
percui, portateli!

[2]

Una palestra per la code art

videogaming. E' stata immediatamente

dobbiamo porci la questione di un utilizzo

adottata dai perfomers digitali di tutto il mondo

coerente delle nuove tecnologie nell’insieme

grazie alla sua potenza e a software

dell’opera scenica. E allora proviamoci!

liberamente utilizzabili per gestire le

Guarderemo dei video di sperimentazioni più o

informazioni da essa provenienti. Con essi è

meno riuscite, ci domanderemo perchè, e

possibile mappare la posizione delle persone,

proveremo in prima persona a mettere in

creando eventi multimediali interattivi basati

scena un’idea e a verificarne l’efficacia.

sui loro movimenti. In questo workshop
impareremo a gestire tali informazioni per
creare installazioni multimediali interattive.

Drammaturgia multimediale in
pillole.
E ora che abbiamo imparato tutto ciò...
che farne? Così come esiste una

Live graffiti session
Esploreremo diverse modalità finalizzate
al disegno dal vivo. Moderni graffiti digitali
coloreranno le bianche pareti del teatro.
Vedremo inoltre come sarà possibile animare
in realtime i disegni appena prodotti,
realizzando una performance improvvisata.

drammaturgia del testo, delle luci, del suono,

INFORMAZIONI PRATICHE
Dove: Bergamo - sede HG80, via Suardi 23 (mappa)
Date e orari:
• martedì 23/6 ore 14.30-19
• mercoledì 24/6 ore 9,30-13 e 14,30-18
• giovedì 25/6 ore 9,30-13
Costi:
• quota intera € 122( € 100 + IVA)
• quota ridotta € 100 ( € 81,96 + IVA) (per studenti, o per
chiunque si iscriva entro il 5 giugno)
Iscrizioni:
• compilare il form alla pagina http://michelecremaschi.it/
hackshowbg2015/
• bonificare la quota di iscrizione all’IBAN IT23 T033 5901
6001 0000 0018 289 intestato ad HG80.
• inviare prova di pagamento all’email
info@michelecremaschi.it
HackBNB!
Vorremmo facilitare l'ospitalità di chi verrà a
appositamente per il workshop, organizzando uno
spontaneo tra i partecipanti stessi. In fase di
iscrizione, avrai la possibilità di indicare se
possibilità di ospitare un partecipante, gratis
pagamento, o se sei alla ricerca di ospitalità.

Bergamo
scambio
hai la
o a

Informazioni:
tel. +39 320.299.26.81 o info@michelecremaschi.it

Evento realizzato con il contributo di
Innovacultura - Regione Lombardia,
Camere di Commercio Lombarde
e Fondazione Cariplo.

[3]