You are on page 1of 13

CRISTIANO ADOLFO BALDUINO

DE AURO AURAE

0

pietre metalli e minerali secondo una natura celeste. la Luna sua madre. e dal Cielo piante. 4. 8. 1 . Essa stessa perviene a somma perfezione. detta di Smeraldo. mediante un altro. e volendo io che questa fosse a fondamento di questo mio scritto. In tutto l’universo. 5. per chiudere questa catena che lega le cose superiori alle inferiori. E come tutte le cose sono scaturite da un solo verbo di un Dio unico: così pure tutte le cose in eterno si rigenereranno da questa cosa una. chi saprà farlo. e fai una sola cosa delle forze di ciò che è in alto e di ciò che è in basso: in questo modo avrai la gloria del mondo intero. e le inferiori attraverso le superiori. essa è causa di perfezione. si abbraccino ? E come il mondo. Nel Cielo vi sono le cose della terra. del nostro Padre Ermete. e per divulgare il pensiero dell’altro parigino. se ritornerà alla terra. ho pensato che sarebbe di augurio all’opera inserire in questo punto. tutte le cose naturali superiori vengono conosciute attraverso le inferiori. così come sta. 7. De Sacrificio e Magia-. viceversa in terra stanno le cose Celesti. Proclo. infatti. Le cose inferiori con quelle superiori. Questa Armonia è quella catena aurea con cui le cose inferiori sono connesse. Poiché questo insegna quella Tavola. come più ampiamente non è dato all’uomo avere. Il Sole è suo padre. governate. la terra è la sua nutrice. Con somma acutezza di ingegno ascendi dalla terra al Cielo. con tale discordanza di cose.ved. Per questo appunto è possibile osservare dalla terra il Sole. in un modo terreno . Da questo sono mossi tutti gli osservatori della natura. reciprocamente associano le proprie forze per produrre una sola cosa. 6. 3. Non ti accorgi come sia meraviglioso il gioco degli Elementi ? In che modo elementi contrari. venga conservato ? Da queste ragioni è stato mosso il francese Antonio Mizaldo Monluciano. la Tavola quale la stese dal testo Fenicio Kriegsmann: 1. De Auro Aurae. nel secolo scorso. E’ vero. come testimonia persino l’arabo Agaziele. per ridurre ad una sola cosa l’Armonia della Natura del Mondo superiore e di quello inferiore mediante un mirabile accordo fra le cose. fra tutte la più meravigliosa. la Luna e le altre Stelle. me compreso. nel supremo l’infimo. alla luce della Filosofia Ermetica. ma secondo una qualità terrena. secondo una causa ed in un modo celeste. quasi fosse concordanza. per disposizione della natura. senza menzogna. certo e verissimo : 2. Così.PROEMIO Lo hanno riconosciuto gli antichi Filosofi. lo riconosciamo noi volentieri: nell’infimo sta il supremo. penetrerà il Mistero Massimo. quindi nuovamente in terra discendi. il vento l’ha portata nel suo ventre. e queste con quelle. persino mutuamente attratte dalle superiori.

ma soltanto in tre delle sue regioni. uno solo. 12. Questa stessa cosa allora si mostrerà più forte di ogni forza. Così in questo primo capitolo col nome di 1. senza dubbio. 21. 1. Egli dice che i mari sono la principale fonte dell’aria.m. Post. è il nostro Oro Ermetico. Io. che la nostra Aria è mista d’acqua. come Elementato. Tych. i corpi tenui e quelli solidi. Aura o Aria superiore intendiamo quell’Elemento primigenio. 100. e per questo tollerante di essere esteso o compresso. da defero: trasporto dall’alto in basso. e corre dalla superficie della terra sino alla sommità delle nubi. 49. De Mot. c. et Ventor. De Subtilit. come Elemento. nonostante che Isac. sottoposta per ogni verso alla legge dell’equilibrio. pieno però di pori in ogni sua parte. come non a sproposito ne conclude il ben noto Alberto 1 delator. e che l’aria si muove secondo i diversi moti del mare. in quella media e in quella più bassa. in verità. Per Aura superiore intendo l’aria semplice. Questi pensa sia verissimo ciò che dice Scaligero. trasparente e mobile quanto mancante di peso.9. 11. perché se ciò non fosse non potrebbe assolutamente sussistere. CAPITOLO I L’Aria o Aura è lo strumento del mondo e il trasportatore 1 del nostro spirito universale. Brahe l. Vossio. poiché vincerà. Astr. Exercit. dichiarando non essere l’Aria. cioè l’Aria. Da qui hanno origine le ammirevoli opere. immutabile e perpetuo. “Esistente sotto il cielo e sopra l’acqua e la terra”. chiami storiella il censimento dei quattro Elementi nel Macrocosmo. Von Helmont. Da qui Trismegisto: “Il vento”. Mar. come dice Scaligero. penetrandoli. in Tum. tuttavia. Inoltre presenterò qui al mondo letterato l’Oro Ermetico superiore e inferiore. dell’Aura superiore e inferiore. “lo ha portato nel suo ventre”. è stato creato tutto ciò che contiene questo mondo. In questa maniera. In verità è per questa ragione che mi è stato dato il nome di Ermete Trismegisto. Si può estrarre da entrambi l’Oro Filosofico. 10. 27. e tanto più per questo l’Aria è soggetta al Sole. per Aura inferiore l’aria coagulata. cioè si muove in quella più alta. dice. Tuttavia quest’aria Elementare non è inclusa in tutta la sfera celeste. dotato di un freddo naturale. perché sono maestro delle tre parti della Sapienza del mondo. p. L’uno e l’altro sono Oro. Ep. 2 . quello è superiore e remoto e questo inferiore e vicino. se non viene impedito dalla forza dei siti e delle mescolanze. pag. Batt. nient’altro che acqua o umore dilatati. che nello stesso modo sono state create.

noi intendiamo il soggetto nostro cattolico ( di cui in particolare al Cap. Nat. 5 p. l’Aria l’Acqua. Per cui giustissimamente Sendivogio in Trac. Così. c. Aer dice: “la materia degli antichi Filosofi. coll’ausilio del fuoco. l. puro Elemento. e similmente l’Acqua una Terra tenue e questa. Orig. I pori. Libavio. quelle cose che nella nostra materia si trovano confuse ed i distinti Elementi divengono un solo Elemento.m. 2. in sé.16. In ogni modo P. Crist. Dan. in theatr. con una cottura continua e sempre uguale queste tre cose si convertono in una. si può considerare in modo duplice: o come Corpo semplice e puro. una per una e con esempi. io penso. perderà insieme tempo ed energie. è quello dell’aria. Vol. l’Aura. rimanendo nella loro integrità. al mondo. 861. Element. quella superiore. igneo e secco . come elementato. Ora. e di conseguenza l’Aura e l’Etere superiore nient’altro sono che un’aria sottilissima: non saremo assolutamente in errore. che queste cose siano una sola ed identica cosa. Tractatu. viceversa. la Terra vive nell’Acqua ed infine l’Acqua nell’Aria. poiché sia l’Aura che l’Etere non differiscono minimamente dall’aria se non. o aria coagulata. l’aria un fuoco addensato? Ved. Concl. Tali cose. ma a questo soggetto ci ricollegheremo in tutti i prossimi capitoli. a questo punto. p. o anima. il cui colore. o Spirito. pag. da cui è stato intrapreso questo discorso. cap. dei quali abbiamo detto essere ricca l’aria. cioè candido”. Il Fuoco purga l’Aria. tr. o corpo. nel modo in cui un’acqua limpidissima differisce da una impura. di Linfa è fatta la terra e di terra è fatta l’acqua.9. di cui nel capitolo precedente. Clav. 382. e a questo titolo è giustamente criticato da Andr. ed allo stesso modo il Fuoco un’Aura tenue. impedisce che ciò che chiamiamo Aria sia un’Acqua tenue. l’Acqua la Terra.4. e questo nell’aria. Quest’aria proviene dalla Linfa. 1. un Fuoco denso ? Ed al contrario: la terra un’acqua coagulata. de Natur. prep. de Febr. che cosa. Per Aura inferiore. CAPITOLO II Bisogna dunque notare che 1. de Univers. Rer. prova Drebbelio. cui sia meno lecito credere. da ora in poi. c. come stabilisce Eman. di Re Alfonso. Lamb. in questo modo: il freddo umido si converte in caldo umido ed infine in caldo secco. in questa nostra Aura coagulata il secco e il freddo vengono detti Sale. una qualsiasi di queste cose. o porosità.m. che si risolvono nuovamente alla semplicità ultima dell’acqua. L’Aria vive nel fuoco. 34 nega che l’aria sia un Elemento diverso dall’acqua. Dunque. mentre ciò che vi è di freddo ed umido è detto Mercurio. E poiché chi.Magno. facendo come da utero a tali vapori. 3 ). o sono completamente aperti e privi di corpo. Chem.2. l. Phil. 2. Daneo Fil. comunica la sua chiarezza alle altre. l’acqua un’aria congelata. Ma in effetti. ciò che vi è di caldo ed igneo si chiama zolfo. cercherà di ottenere gli Elementi puri. Sap. tuttavia il suo aspetto non potrà dirsi come quello dell’acqua.1. e si spogliano di 3 . Sennert. da cui sono provenuti. se assumeremo per certo. Magnano. o si riempiono di vapori ed altre esalazioni. o secondo che contenga in sé vari vapori ed esalazioni – D.

così come i vari effluvi di svariate sostanze mescolati fra di loro. p. dalla natura della terra. dato che in questa vasta città gli abitanti si servono del fuoco prodotto da quel tipo di carbone che si suol chiamare fossile.2.1.4. e non come la Madre dei Corpi. come pure dalle piante. Dunque. 4 . dalla vicinanza del mare o di laghi. e parimenti perché in alcuni emetta odori grati. in Techn. e spessi secondo la disposizione naturale dei luoghi da cui sono esalati.Dan. Instit. Questi esperimenti sono riportati da Magnano in Philos. o insalubri ed ingrati. città marittima celebre per le sue saline. cap. Simpath. l’aria è talmente tenue che se non viene appesantita continuamente con gli effluvi di altre sostanze resta meno adatta alla respirazione degli uomini e degli animali.m. all’aria aperta notte e giorno. e poi lo metterai immediatamente nella storta. cioè terrei. E’ da qui che la Terra Vergine produce spontaneamente le sue piante.Senn. § 44. e di fuliggine.1. c. i tessuti.9. l. ma forse anche “all’aperto”. in Sicilia. come pure per il calore innato alle cose stesse. l’aria è talmente corrosiva da mangiare il ferro. chiusa in un vaso adatto. come viene descritto diffusamente da D. viene fuori e si dirige verso l’alto – P. Per contro a Madrid. in pochissimo tempo diviene opaco. dal fuoco. Infatti. ed egli qui riassume la causa del perché in certi luoghi l’aria sia salubre e in altri lo sia pochissimo. e gli spiriti di ogni genere. in Tum. P. che si trovano nei dintorni di Parigi.Schott. Ved. prel. Curios. se dopo che dal Nitro o dal Vetriolo avrai estratto lo spirito tu porrai il loro Colcotar (come viene chiamato) alla luce1 e ve lo lascerai per pochi giorni. c. ancora più efficace. sempre con una grande abbondanza di aspetto sia 1 sub die : “alla luce del giorno”. Schot. Kenelm.. anche dai minerali. per la forza del calore del sole o delle stelle.qualunque segnatura dei primi semi.48. A Trapani. c. La costituzione dell’aria quindi cambia per varie cause. Nat. se tu la esporrai.l. A Londra. ed in altri orribili: senza dubbio perché o salubri e grati. E così lo spirito del Nitro e del Vetriolo volano per l’aria. in Spagna. dagli animali. Digby in Theatr.Medic. di vario tipo a seconda degli accidenti. Cur. si respira un’aria impregnata di un meraviglioso e soavissimo profumo. e persino dai corpi degli uomini. lo riferisce D. dall’acqua. od anche dei fuochi sotterranei. Nel tempo in cui fioriscono le rose. Sono di questo genere gli Effluvi che vagano nell’aria. e qualunque altro utensile. essa contiene comunque degli spiriti. a Fontenau e a Vaugirard. applicati i gradi di fuoco ne estrarrai un nuovo spirito. questo è da capire bene. provenienti dalla terra. l. per quanto lucido e spendente. E’ noto che apportano odore al ventre quei cibi di cui avrai abusato.1. contenente i semi o gli spiriti di quel genere di piante.2. per cui i letti. Van Helmont.Casp. part. tutta l’aria è piena come di sale. acquei ed ignei. o alito. Pestes § Forma. in Inghilterra. visto che dipende dalla posizione dei luoghi. La Terra appare come la fonte continua.4. in Phys.16.1 §. dal periodo dell’anno. Infatti dalle cose sublunari un duplice spirito. Questo è il segno che quella terra è stata impregnata dalla sola aura. Casp. soprattutto nel periodo giusto. da miniere di metalli.

di Arnstad.5.8. che prima è stata detta attrattiva.m. questi stessi sono corporificati. Penso che tu capisca che cosa significhino l’Aura e l’influsso dei Cieli. in qualsiasi abitazione ed in qualsiasi laboratorio. e al sesto del rame in cui vi era della finissima polvere di argento. Atanasio Kircher in Mundo Subterr.Ioh. Kenelm Digby è simile. argento. dissertat. Io mi servo di un minerale Marte-Solare (portato dall’ Assia e stimato a Lipsia tre soldi per libbra. p. p. Locques. 215. Lib. Chi voglia sapere su questo punto veda N. E’ la Magnesia Vitriolata di Lazar Erchker. infatti il suo peso era aumentato di due once. Marco Antonio da Castagna. che si trova da solo copiosissimo ad Almanroth (un villaggio dell’Assia che dista un solo miglio da Kassel). Olao Borrichio. Questo sale. il Saturno nero e bianco. & progress. supremo Prefetto delle miniere del compartimento Veneto e fondatore della Società Pantetica. estratto con l’acqua di pioggia.interiore che esteriore. al quinto del ferro. non muterà nemmeno di colore. Ioh.m. della quale si servono i vasai per fare le loro vetrine. in tempi stabiliti.4 cap. di Aquisgrana. Esper. e come non sia nemmeno necessario farli discendere in involucri ingegnosamente 5 . proprio come se dicesse: “le cause me le tengo per me”. p. ed umettata giorno per giorno. attesterà apertamente come sia possibile all’arte.m. Poi ne ho esposto dodici once all’aria fredda per quattordici giorni interi. al terzo del piombo. infatti. Se infatti una volta ridotto in polvere tu lo cuoci nell’acqua per un po’ di tempo. è di aspetto verde. se ne parla anche D. ed esso stesso attrae veramente dall’aria un Vetriolo tutto verde. dopo il primo mese vi trovò del Vetriolo. de sulphure Philos. Glauber in Furn. Chym. che è caratteristica del Vetriolo. che ne tratta molto diffusamente. spagiristi del Re di Francia. de l’Oborie e D. così da corpi omogenei. sono di continuo risolti nell’aria e portati in alto a causa della loro leggerezza.2 c. non di più) di un giallo dorato all’interno come una marcassite. D. Philos.II. è ritenuto essere dalla maggior parte dei Chimici l’Elettro Immaturo di Paracelso. lo preferisce tacere Ioach. Il suo vero nome. spiega come in questo modo le miniere esaurite di oro.m. non diversamente che da una miniera. per il resto completamente senza gusto. anch’essi con buonissimo esito. Tractatu p.8. ed altre in modo non minore. Voglio mostrare ora che l’esperimento di Dn. de Ort. ferro e pietre preziose diventino nuovamente attive. si possa estrarre un vero metallo. mettere in piedi in vari modi una miniera perenne dalla quale. part. dopo il secondo dello zolfo. e non infrequente nemmeno in altri luoghi. ed è stupefacente come una volta purgato combatta quelle malattie che hanno origine da una sovrabbondanza di tartaro. io penso perché toccato da invidia. Hiskiae Cardalucio in Aula subterr. Tileman. Polemann. né avrà altro sapore di quello dell’acqua.m. Questo stesso esperimento lo tentarono. e contiene lo Spirito che dissolve tutti i metalli. Questo minerale viene chiamato Terra Ausense. Se ne consideri la virtù .114. in questo minerale è pari a quella del Bismuto.327. l’Antimonio dei Filosofi. 149. esposta all’aria aperta la terra che chiamano Arcevilense. al quarto dello stagno. lo chiama Minerale del Vetriolo dolce. Fatto ciò esso ha attratto quasi di continuo un’umidità dolce.3 p. Lo riporta D. l. non molto di meno. attratti in virtù di una forza magnetica. Questi.

1. che vien detta filtrazione. Templum Naturae.2 ad praec. m. Marecl. al pari di uno Spirito che risuoni dello strumento del cosmo. diafane ed influenti sulle cose sublunari.4 c. e così distinte fra loro. ossia il domicilio dell’anima di ogni creatura – Mich. delle quali. Exper. si trovano gli effluvi attratti dalla terra e dall’aria. Phil.pag. l. influente nelle cose di quaggiù. a guisa di ammirevole armonia di tutto il congegno universale. quella sua natura a guisa di rugiada le immagina contenute dalla propria luce. 6 . e senza dubbio: 1. In particolare. in ogni generazione è l’autore più prossimo e la scintilla”: Marsil. De Sulph. poi attraverso l’aria si comunica all’acqua. anch’essa celeste.3. CAPITOLO III Cartesio. in cui vaga il Seme e lo Spirito vitale. Phys.3. Queste. Pag. Kornmann. Magnet. di cui si dirà fra poco. Prima si comunica agli astri visibili attraverso gli astri dell’aria. n. alla terra e così via. “Lo insegna l’esperienza di ogni giorno che di tale Elemento vivono non solo i minerali. in Experimentis de Aere. Inst.2. 2. cap. Henr. Ficin.ad Archill. Sper. con il cui continuo ed eterno influsso sul mondo inferiore tutte le cose sono animate e disposte a ricevere un’esaltazione. ed è Kircher in Itiner. putrefazione e sublimazione. l. -------. Nollio. IV Princ. gli animali e i vegetali. E’da credere tuttavia che la natura. Ved. sin dall’origine del mondo abbia disseminato per tutto il globo una qualche sostanza o materia.m. o soggetto Universalissimo. de vita lib. da obbedire a qualsiasi moto dei globi celesti.3. m. in Phis. c. ma sono di natura diversa. si adatta ai metalli. “Se davvero un qualche Spirito astrale. sembra asserire che l’aria non è nient’altro che una congerie di particelle terrestri talmente tenui.. secondo la Cabala e la Filosofia più segreta.3. Lipstorpius p. si sostentano i corpi nel mondo. Philos.152. specim. alle pietre e alle piante. Sendivogio. affinché perduri l’instancabile rapporto fra Cielo e Terra. ma anche gli altri Elementi”: Ioh. benché Dn.72 & D. Helmont chiama questa sostanza eterea Magnale Magnum.2 c. ossia il semenzaio e la Cornucopia di tutte le cose. In Synarthros. Cartesium. il motivo è che essendovi feci e superfluità. come se si cibassero di qualche nutrimento. E’ l’acqua.48.formati. è necessario che ne siano separate con una soluzione. A questa opinione presta fede ed assenso Henr. Per cui molto giustamente viene detto dai filosofi del sensibile che l’Aura o aria è in certo qual modo il ---------. Vrankheimi ------. 1. esso si introduce occultamente financo nella loro sostanza”: Goclen. Cart. Tract. distillazione. come indegnissimo elemento. Robert Boyle. interpreti diversamente. Anche nella nostra aura inferiore coagulata. dice.102. “Esso sta dappertutto. part.2. Nell’Aura o Aria superiore. Aestatico che la ripartisce sopra le Acque celesti. p. Da qui i Maestri Ebrei sottraggono l’Aria dal novero degli Elementi e la considerano come una specie di medio e di colla che mette assieme cose diverse. pag. alla quale sempre è stata peculiare l’accuratezza.

Faber. Dorn. dal Collegio Medico dell’Accademia Parigina sia stato deturpato con una punta). Spag. recede.. Somni si non Pansophici. debitamente catturato con una lieve digestione. spirito vivo di tutte le creature.Chym. e dò invece il mio assenso al parere di Petr. principio del moto. Mich. Il Sole è il cuore del mondo. Drebbelio de Nat. Med. spirito universale celato in ogni cosa e tramite l’aria ingrossato. Phil.1 cap. Ioh. Nov.m. poi se ne allontana. non potrebbe allo stesso modo esserne tratta fuori con la loro dissoluzione? Essa è stata fondata in un soggetto tenace. Dan. 34. scompare. Entelechia. come dallo sperma.m. si introduce. Caos della natura e P--------. Comp. rugiada di notte. Petrus Ioh. a testimonianza del detto di Ermete. & Comp. Quindi perché una certa sostanza permanente. infatti. ad D. Damian de Campis in Enucleat. della quale abbiamo già parlato. cosa che insegna Trismegisto.5 p. Hercule Pio. celeste.1. fra il novero dei quali certamente non ultimo viene Bernardo G.5. col nome evidente di acqua secca. e diviene il padre di grandi rigenerazioni se la sua virtù viene convertita in terra.12 cap. Mumia vitale. viene chiamata da Avicenna e dai Platonici Spirito. in Method. Seme universale della Natura. Balsamo di vita. il quale nella sua Tavola di Smeraldo la chiama “forza forte di ogni forza”. si muove attorno al comune cimitero del mondo superiore ed inferiore per compiere i miracoli di tutto l’universo. vita e vigore della natura universa. dal quale.. Mich. D. De pulv.332 Mund. può esistere pura e denudata.--------. Caldo naturale. Hidrogr. Ioh. tamen Philo-Polymathici §. Più sopra vien detta uccello o uccellino di Ermete. quindi Gerh. Maioris Chir. che tutto può vincere e penetrare. Chim.Ioh. Spag. Petr. ed è detto dal Cosmopolita “l’occulto cibo della nostra vita”. lib. e persino Mercurio universalissimo. nei loro scritti. dogm.m. seme di tutte le cose. Anima del Mondo. sostanza unica suddivisa in triplice virtù. così nuda non può essere estratta. Symp. p.Chym. ritorna. Chym. Subterr. spirito invisibile congelato. lontanissima dalla concrezione degli Elementi. Penoto. Robert Fludd c.Balsamo Spiritoso di vita ----& dello stesso Enarrat. E’ detta anche Leone verde a causa della sua forza. Fuoco universale. scritto alla 7 . Corn. Palmario D. Secret. Acqua di vita purissima. D. Spagyr. ed altri mille nomi ancora. con esso rimane. diventa rosso. p. Elem. Sendivogio nel XII tratt. Osvaldo Crollio in Basil.5 l. Chym. Secret.9.5 de Uromantia. In nessun soggetto. Athan Kircher lib.. L. Spirito Salino-Sulfureo mercuriale. più o meno a vantaggio della conservazione delle cose.Lum. Papinio in dissert. così come ha partecipato della nascita dei singoli. D. D.: Luce. In Epist. vita celeste. Cesare Della Riviera nel suo trattato De Mundo magico.. esso diffonde (tramite l’aria) un vivifico nettare in ogni soggetto. e non l’occhio. procedono il calore vitale e la vita. Hoffm. Sendivog. infus. Acqua del grande Oceano. De Lap. Esso infatti.Ma io non sono di questa opinione. come non nasce nuda.. Faber in Pall. divina. Humido congenito. Track. Paris. e come nel 1690. Posso qui nominarne parecchi che hanno ricordato questo Umido radicale quasi ovunque. Quinta essenza e Mercurius vitae. acqua rarefatta di giorno. Dunque questa materia celeste.1 cap. Sperma del mondo. in Myroth. Frid. se ne tira fuori.64 (coloro a cui piace indagare vedano che fine abbia fatto il suo scritto. il quale. principio prossimo di ogni cosa.

2. Ioh. infatti. che chiunque si volga con convinzione e attentissima riflessione ad investigarne la natura farà cosa di gran valore. con essa. Il Sig. ve n’è anche uno. l’Aura inferiore coagulata. . Chym. nessun Sale. Febr. Chym.. dirò che sono passati press’a poco sette anni da quando. con la virtù di un Magnete preparato dal nitro fisso. anch’esso tuttavia privo di vita. eccetto solamente il Nitro nostro Virgineo. con l’industria dell’umano ingegno ed un Dio particolarmente benigno. Ioël Langeloto (Epistola ad Praecellentissimus Naturae Curiosos p.I dice che fra il numero dei Sali non ve n’è uno che possa essere chiamato vivente. è il Nitro nostro. Chym. Obs. per vetrificazione.. E per rivendicare io stesso quanto sto dicendo. cioè per esternazione dell’umore. p. quale che sia. Olao Borrichio in Ortu & Progr. prima che la riceva dall’aria. Basil. e lo abbia disposto in tal maniera che da esso possa essere estratto con poco lavoro. E’ questo il Soggetto universalissimo dei Filosofi. in cui non solo il Mercurio.I. Gottfried in Archontol. affinché non sia creduto discendere invano ed umiliarsi. IohLud. lib.maniera italica. I. Perciò rimandiamo a questi volumi gli studiosi di questo argomento. abbia impresso con la perfetta immagine di sé pure un certo minerale disprezzato agli occhi del mondo. detto Magnesia dei Saggi. a guisa di acqua comune. Ma di certo quanti saranno. Rob. D.. Inglese in Tentam Phys.. Rohtmann . che intitolò Anima mundi & Spiritu Universi. cambiando in bianco il loro colore. Boyle Nob. Rudolph Glauber in Pharm. Il Sale infatti è quella Terra Vergine che ancora non ha prodotto nulla. Vi è anche di De Nuysiment un libro scritto sullo Spirito universale del Mondo & vero sale segreto dei Filosofi. ovvero questa Magnesia. Ioh. è lungi da qualsiasi altro dubbio che il Sale è il primo corpo tramite cui la materia celeste si rende palpabile e visibile. molto giustamente.6.come si ama dire -. La causa di ciò ne deduciamo sia da assegnare senza tema a nient’altro che al Sale volatile dell’aria. Spag.m. ma anche lo Zolfo e il Sale del mondo stessi sono contenuti in gran abbondanza. Poppio in Hodog. estrassi dai Coralli una tintura rossa. e perciò attivo nelle aggregazioni e nelle generazioni dei misti sublunari. Chym. Andrea Nitner. su questo soggetto però una dissertazione completa la diede Ioh. Ioh. almeno secondo me. Chosmica.191). Del resto io stesso penso con Nollio che questo divino tesoro.. Non vi è di certo. Stabilito questo. Fu senza dubbio di questo parere D. di D. Uerem Rhumel. attraevo dall’aria un certo Spirito o acqua Mercuriale. comunque del tutto insipido. nonché il Tractatus de Caelo terrestri di Venceslao Lavinio di Moravia. dopo averla rettificata dal flegma residuo . auro soluto curate. Pietro Borello.m. Cent. che indicò come unico Solvente Universale il Sale dell’aria. sempre sullo Spirito del Mondo attratto dall’aria. o Salpetri. più universale di questo. ed anzi è talmente diffuso il Nitro in tutta la natura. nel quale quella sostanza eterea è disseminata in grande abbondanza. coloro 8 . ed altri . malign. sotto titolo: Curat. Ma perché ne dica più apertamente. mi chiedo. dunque. in cui lo Spirito del mondo come prima cosa si converte. insegna il modo di preparare un Magnete con cui questa essenza può essere attratta dagli astri e una volta distillata sia capace di risolvere l’oro.

odo dire a questo punto: “questa cosa ha sentore di quella nuova opinione.m. perché è già stato coagulato in corpo metallico dal suo zolfo interno. al pari dei Filosofi. presteranno fede alle mie parole. ciò che riguarda questa. assieme a immondizia. Ess. de Quinta Ess. come testimoni oculari. per cui da esso si possa estrarre un Mestruo universale metallico. in parole estratte da Igne Secreto suo.20. Intanto non possiamo non rimanere sorpresi di fronte alla forza e alla virtù di cui la divina bontà.I85 & D. benché siano migliaia i soggetti esistenti nel mondo ai quali si congiunge o è attratto magneticamente. lo possieda estratto isolato. ma se. Per quanto riguarda però l’altra. fimo e cose di nessun valore. da Portu Praef. 49. Infatti. vini p. egli dice essere lo Spirito del Mondo. ma lo raccoglierebbero religiosamente da ogni angolo del mondo. che afferma essere il Nitro nostro quel famoso Mercurio e il Mestruo universalissimo. questo a causa della sua impotenza. Bern. a prima vista accattivante. il quale è nominato spirito vegetale. Infatti. Pochi.m.m. E’ noto d’altra parte che i corpi non agiscono sui corpi. contro tutti quelli che invece mi danno ragione. 91 di Mirac Mund. ma. in Tract.3 p. Sostenuto la quale per qualche tempo come Miracolo del Mondo. e quello. conoscessero in che modo tale Salpetra si trovi in tutte le cose. di questo. nella sua assoluta magnificenza. ha fatto dono allo Spirito del mondo e a questo sale inerente all’aria. è indubbio che Glauber ignorasse il modo per cui si può senz’altro preparare dal Nitro il Mercurio dei Filosofi. e parimenti essere l’Alkaest. lo so. non mi sfugge. in cui la nostra materia abbonda più che in altre. egli indica perciò altro. soprattutto quando queste non si contrastino a vicenda. Io a queste opinioni rispondo che non vi è nulla in loro che possa andare contro a ciò che ho detto. si possa preparare un Mestruo universale metallico. e cioè che lo Spirito del Mondo si nasconde nell’antimonio. e non questo come la materia dalla quale può essere estratto un Mestruo universalissimo col beneficio del quale. a seconda di come lo prepari.92. e da queste stesse possa essere estratto con l’arte: allora senza dubbio non screditerebbero la fiducia in loro stessi. si parla di questo anche in Proserpinum p. Penot. dello stesso Glauber. Rudolph Glauber.che. Apolog. in Tract. in altri suoi scritti. e un Sale talmente prezioso.95): sebbene il Mercurio si possa trovare in ogni elementato che ho detto. dist.m. Al di fuori di queste cose. mentre per ultimo ha parteggiato per l’Antimonio. quella tuttavia non muta e fa in modo che siano subito altro da ciò che erano. Benché io desideri che allo stesso tempo si osservi questo ( Raim.m.32. tuttavia è talmente lungo il tempo in cui l’Artista stesso di quest’arte. da anticipare la vita dell’uomo. Si dice anche che sia in ogni cosa a causa del primo motore nella natura. in seguito. di Ioh. e non certo per punizione.m. de Sulphure p. non 9 . in seguito. che strappa alla morte le anime dei defunti. edotti dall’esperienza. da cui si può preparare il fuoco segreto di Pontano e di Artefio. così vilipendiato dagli ignoranti (per questo motivo è chiamato vile dai Filosofi) non butterebbero con tanta leggerezza. Sendivog. p. Ioh. a pag. Tack in Chrysog. rigetta [il Nitro] e comincia a propendere verso altre cose. poi. Arislai p. Lullo de Quint. affermiamo con fermezza per giunta che dalla nostra opera è da escludere l’Argento vivo del volgo con l’Antimonio.

stima prezioso ciò che è vile e rigetta ciò che è prezioso. Glauber in Mirac. “che con la parola Ermete Valentino volesse indicare il Nitro”? Ma io stesso. lib.2 post Sect. Infine. Phys. da questa cosa unica. E’ chiamata Ermete. “è manifesta dinnanzi agli occhi di tutti gli uomini. Tractatus. Così. Prestatemi ascolto per un poco.m. Con tutto ciò fa coppia il de Magno Philosophorum Lapide. de Reb. Robert Boyle Nob.3. I di Mundus Subterr. accostati con me alla D. concludiamo stabilendo da Ermete che esiste una sola materia. tu dirai. che conosce i cuori di tutti i mortali: è tuttavia il tutto. la sua potenza e la sua forza sono sepolte molto in profondità. Una volta raggiunta. 1670. essa non è altro (dice) che acqua e fuoco. la quale si trova nel 10 . a cui niente mai fu fatto più facilmente. Angl. dove.appena diventa una stessa cosa con loro. provengono tutte le cose a noi note. E quantunque non sia l’accumulare le cose autorevoli scritte degli antichi filosofi su questo argomento ed insegnamento a rafforzare ciò che abbiamo detto. ed è senz’altro più chiaro dei raggi del sole. E perché io accendo la fiaccola su una cosa tanto evidente ? Quando questo si può trovare in Paracelso: “l’Alchimia si trova nel Nitro”. A questo proposito. Questi. e lui solo. verso la fine.6 Sec. fa sì che esso agisca in modo veramente straordinario.181. e se non ti rincresce di uno sforzo così piccolo. comunque. né forse capiterà mai di vederne. “chi mi insegnerà”. p. p. credere a cui infatti rimane intatto. ha avuto origine e si conserva tuttora”. succede per questo che dalla ignoranza questa materia sia stimata di nessun valore e sia reputata non idonea [all’opera].329. Questa materia è quella Vergine alla quale viene attribuito il nome di Uranoga. ult . per il fatto che malgrado consista di terra (i. Mundi de Menstr. Natur. Univ. dello stesso [Basilio]. Chiunque la prende nelle mani e se ne serve per cose vili. e che essa è universale: Così.3 c. da cui la terra. & l’Histoire de la Societè Royale des Londres. persino Schroder è dalla mia parte. o di Cielo terrificato.m. l’uno e una sola cosa in particolare. alle quali è connessa con un legame indissolubile. Sugli Esperimenti circa le varie e molteplici parti del Nitro leggi Tentam. Kircher Tom. questa unità è tale che io stesso non ho ancora visto cose che siano penetrate. Pharmacopæiam Medico Chymicum dello stesso Schroder. e perciò rimangono ignote ai più. dice. spiega che cosa significhi “Tutto in tutto”.39 p. in libr.23. non posso adesso fare a meno di chiamare in causa Basilio Valentino. o lettore. c. Ma in realtà. Ed anche in Geber: “Pietra che non è pietra.578 e seg.2 c. dunque. contiene però le virtù dei cieli. e di cui mostra mirabili operazioni. e fra quei nomi coi quali gli Antichi onorarono il Nitro ti mostrerò pure il nome di Ermete. se la genealogia del Nitro ti interessa ancora. e. A cui puoi aggiungere il Quercetanus in Pharmac. Dn. L. che ha per simbolo un serpente volante e per compagna colei che è detta Afrodite. Willelm Clark in Historia Naturali Nitri Lond. poiché la sua virtù. pag. Rud. Sale). Ioh. con aggiunta dell’aria. Ma in verità. espone abbondantemente davanti agli occhi la materia della radice interna in questo modo: “questa materia”. Spagyr. ed è un’unica essenza che è comune in ogni bocca e conosciuta in ogni luogo. Chym. che soddisfi al tuo desiderio vi è P.

sta nascosta una forza fermentativa. Allo stesso modo nelle isole Fertensi porta molta fertilità la neve. nonché l’Autor de la Chambre nella sua dissert. la rugiada è ricca persino di dolce zucchero. Bartolin. Ioh. che gli Egiziani chiamano goccia. la medicina degli antichi sapienti. Io. la quale. lib. & Phil.87. e con lo spirito dello stesso Berello risolve l’oro radicalmente. Bapt. & memor. abitacolo di quello celeste. preparato dal Cavaliere inglese Henshau con un singolare artificio. in cui afferma che nella rugiada.letame. Da parte mia ho imparato quante qualità alcuni attribuiscano al sale della rugiada di maggio. lo riferisce Thom. confesso apertamente: il Nitro nostro. questo sale certamente lo cercherai invano in Germania da quella rugiada. ann. ed è anche fuoco che consuma ogni terrestrità. Ciò che attesta P. benché impuro è tuttavia ricchissimo di materia celeste ed è senza dubbio il Soggetto Cattolico ed un sale miracoloso. che come un’anima vivificante ogni cosa abita occultamente in uno spirito igneo e ardentissimo.73. è uno spirito elementare. a cui credono si debbano i natali stessi del Nitro Filosofico (che frate V. quella è la Pietra dei Filosofi”. e non è ancora quello secretissimo e vivifico del cielo (di cui il padre è il sole igneo e la madre la umida luna. più da vicino. interponendo una mia frase. E l’Opus di Petrus de Silenio dice: “l’ottimo Salnitro è il Mercurio nostro”. che è ed è chiamato anima e vita di tutte le creature. la costante asserzione del quale. Clem. Von Helmont. da esso si può preparare e confezionare non soltanto il dissolvente filosofico universale. Così la rugiada brasiliana. essa si trova soprattutto d’estate. Manno considera un’aria coagulata e chiama espressamente “il Nulla dei Filosofi).m. a fuoco forte. per ammettere come veramente sta la cosa. ed è fuoco che consuma. In realtà. Vol. vedi Theatr.m.23. sia molto più penetrante e tenace. in Act.m. un’acqua in cui vi dimora mescolato assieme il suo spirito. A questi aggiungiamo Detargio. p. Hafniens. era uguale nella forma e nel numero degli angoli a quelli del Nitro. cosa conosciuta da Ioh. ossia terreno.1671 &1672 p. Trismeg.m. evidentemente meno ricca di Sale del mondo. se la massa è esposta all’aria.167: “la nostra pietra è il Salnitro.3 p. che si incontra dappertutto. ossia lo Spirito di mercurio. Un sale di tal sorta. come Dio abita in una essenza ignea. rer. più feconda. in Egitto principalmente.4 p.77. secondo il nostro Ermete). Qui vi sarà da notare per ora che sebbene se ne possa estrarre. è sia più grassa e molto più impregnata di Nitro. che si trova nel Nilo. cap. Perciò. Dienheim elaborò una sua medicina universale. e purga totalmente ciò che è celeste.m. Anglicis Gallicæ.I p. Fa eco Domenico Gnosio Belga in Herm. questo spirito tuttavia è crasso e corporale. de causa inondationis Nilii. è che mediante il sale volatile della rugiada di maggio ha dissolto l’oro non diversamente da come il ghiaccio si scioglie nell’acqua calda. ma anche.1137. de Imag. ferment. che in altre regioni. e rappresenta più da presso l’immagine di Dio. sing. come attesta il geografo Varenio. che veicola con sé il Nitro. T.2 cap. fa fermentare il Nilo stesso o il Nitro. osservato al microscopio. 11 . Come è riportato in Ephemerid. così è questo spirito. Belion in Obs. dal sale della rugiada di maggio (persino dall’acqua di pioggia) il D. che trasmuta il mercurio corrente in ottimo e perfettissimo metallo e la pietra in durissimo diamante”. nel suo de Auropotabili Tractatu. Med.

Nitner Hoffman – circolata e distillata in spirito faccia benissimo al cuore. non è assolutamente possibile.Così. quello spirito elementare crasso. e curi febbri e morbi di ogni generi derivanti da scorie feculente. nel curare i morbi produca cose che possano suscitare ammirazione in chiunque. Sale – o all’oro dell’aura.e. che è incorporata in un debito soggetto. o allo stesso oro metallico. una volta che questa materia celeste è attratta dall’aria. rinforzandolo.lo attesta Dom. Ora. 12 . Ciò che appunto andiamo a trattare nei capitoli seguenti. Sebbene infatti . se non è congiunto e fissato o al suo corpo – i. ed altro. che sia attratto dall’aria o estratto dalla sua Magnesia. sono da capire e imparare. tuttavia. che questo spirito secretissimo. queste tre forme ignote. ed infine l’anima occulta vivificante. che è acqua. l’acqua che si distilla dal Nitro ha tre parti: il corpo.