Giustizia

Villa Reimann

Udienze sospese
per la protesta
dei magistrati
A pagina cinque

Balaustra danneggiata
Ma nessuno
l’ha ricostruita
Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina tre

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
mercoledì 24 giugno 2015 • Anno XXVIIi • N. 146 • Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 • Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 • Pubblicità: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 • Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 • € 1,00
www.libertasicilia.it

Economia. Ieri s’è celebrata la festa della Guardia di Finanza

Recuperati 27 milioni
di evasione fiscale

Il comandante col. Spampinato: “Guerra a lavoro nero e irregolare”
Il Comando provinciale

osservatorio

Stazione
con luce?
Forse
di Salvatore Maiorca

La

stazione ferroviaria
di Fontane Bianche avrà
la pensilina e la illuminazione. Lo riferisce Liliana Gissara, consigliere
nazionale di Italia Nostra
e vicepresidente della sezione di Siracusa. Ma non
si può non aggiungere un
cautelativo forse. Rimane
aperta la battaglia per gli
altri problemi del settore
ferroviario in questa provincia. A cominciare dal
collegamento diretto con
Palermo. Ma qui si entra
in un campo che richiede
un serio, concreto, incisivo
intervento della politica.
A pagina dodici

cronaca

augusta

Incendiate
tre auto
e una moto

Insediata
la Giunta
del M5S

cendi, uno vicino all’altro
nella zona alta del capoluogo dove ad andare.

rare nelle mani del segretario generale, che la nuova Giunta pentastellata.

A pagina quattro

A pagina quattro3

Si sono verificati due in- Neanche il tempo di giu-

Danni della nevicata

Stanziati
5 milioni
per le imprese

città

della Guardia di Finanza
di Siracusa, nei primi 5
mesi di quest’anno, ha
eseguito 243 verifiche e
controlli nei confronti di
professionisti ed imprese rilevando nel campo
dell’imposizione diretta, complessivamente,
ricavi non dichiarati per
circa 27 milioni di euro
con l’individuazione di
22 evasori e di quantificare ritenute operate.

ella notte tra giovedì e
venerdì prossimi sarà sospesa l'erogazione dell'acqua nella zona alta della
città per consentire il completamento dei lavori nella
condotta di via Ascari.

l Governo regionale ha stanziato 5 milioni di euro da
destinare alle imprese agricole dei comuni di Pachino,
Portopalo e Noto, danneggiate dall'eccesso di neve nel
periodo 31 dicembre – 1° gennaio 2015.

A pagina sette

A pagina tre

A pagina tre

Domani
e venerdì
senz’acqua

N

I

Sopralluogo al porto grande
Stop ai lavori entro l’anno
Potrebbero essere
rispettati i tempi per
la consegna del porto
grande di Siracusa,
interessato da qualche anno ai lavori di
consolidamento.
A pagina due

Cronaca di Siracusa • 2
confindustria

Blandina:
“Buon lavoro
ad Ivan
Lo Bello”

Sicilia • 24 giugno 2015, mercoledì

Il Commissario di Confindu-

stria Siracusa Ivo Blandina
a nome di tutte le imprese
associate esprime il più vivo
compiacimento per l’elezione
di Ivan Lo Bello alla presidenza
di Unioncamere. “L'elezione di
Ivan Lo Bello rappresenta per
tutti gli imprenditori un grande

24 giugno 2015, mercoledì •

valore aggiunto - dice Ivo Blandina. Sono certo che sotto la sua
guida il sistema delle camere di
commercio saprà innovarsi in
profondità per stare concretamente al fianco delle imprese e
dello sviluppo. A Ivan Lo Bello
vanno le nostre congratulazioni e
i migliori auguri di buon lavoro”.

N

ella notte tra giovedì e venerdì prossimi sarà sospesa l'erogazione dell'acqua
nella zona alta della città per consentire il completamento dei lavori nella
condotta di via Ascari. La distribuzione sarà interrotta a partire dalle 22 e
sarà riattivata nelle primissime ore del mattino seguente. L'intervento, salvo
imprevisti, dovrebbe durare intorno alle 8 ore. L'intervento di via Ascari è
particolarmente importante perché viene completamente sostituita la grossa

Potrebbero essere rispettati i tempi per la
consegna del porto
grande di Siracusa,
interessato da qualche anno ai lavori di
consolidamento e di
riqualificazione delle
banchine.
“È in atto un grosso
sforzo per rispettare la
scadenza di fine anno,
e di ciò devo dare atto
all'impresa. È una corsa contro il tempo ma

tutto ci fa pensare che
l'obiettivo sarà raggiunto”.
Lo ha detto il sindaco,
Giancarlo
Garozzo,
nel corso del sopralluogo effettuato ieri
mattina al cantiere per
la riqualificazione del
Porto grande, assieme
al direttore dei lavori,
Agostino Calandrino,
e a Carmelo Misseri,
amministratore della
Società consortile Por-

to di Siracusa, l'associazione temporanea
di imprese che sta effettuando l'opera.
“Tra la Marina e il
molo
Sant'Antonio
– ha detto il sindaco
Garozzo – ho visto un
centinaio di persone al
lavoro. L'impresa appaltatrice è molto impegnata a completare
l'intervento nei tempi
consentiti ed è consapevole delle aspet-

I

Il sopralluogo di ieri mattina al porto grande.

tative nostre, della
città e della Regione.
I contatti con l'assessore alle Infrastrutture,
Giovanni Pizzo, sono
costanti perché si tratta
di uno dei cantieri più
importanti, se non il
più importante, attualmente aperti in Sicilia.
“Già entro il mese di
luglio – ha proseguito
il sindaco Garozzo –
consegneremo alla città un lungo tratto della

nuova passeggiata a
mare del Foro italiaco,
con le basole in pietra
bianca, poiché i lavori
interesseranno solo la
parte a ridosso degli
uffici della Capitaneria di porto. La zona
cambierà aspetto: la
passeggiata sarà molto
più larga e più elegante di prima, i servizi
per gli yacht saranno
finalmente moderni a
all'altezza di una cit-

Forte partecipazione
dei lavoratori
ex Provincia al corteo

pelle dei dipendenti delle ex Province.
Faccia presto. Entro luglio, prima
della pausa estiva, completi la riforma
degli enti di area vasta”. Il segretario
della Cisl Sicilia, Mimmo Milazzo, lo
ha ribadito oggi durante lo sciopero
regionale che ha portato a Palermo
migliaia di dipendenti degli ex enti
intermedi, commissariati da 27 mesi.
A Palermo una nutrita delegazione
della FP Cisl Ragusa Siracusa che ha
sostenuto la vertenza regionale portando le istanze dei lavoratori dell’ex
ente di via Roma.
La delegazione del sindacato unitario è stata ricevuta nella sala Rossa
dell’ARS dal presidente dell’Assem-

condotta da 600 nel tratto compreso tra la centrale di sollevamento San Nicola e l'inizio di via Bandini, che per anni, a causa delle cattive condizioni,
è stata spesso soggetta a rotture e motivo di disservizi. In sostanza i tecnici
hanno realizzato un by-pass portando la condotta a due metri sottoterra;
prima era posizionata a meno 6 metri. La nuova posizione della tubazione
e i materiali più innovativi con i quali è realizzata dovrebbero abbattere
gli effetti delle correnti galvaniche che perforano le condotte interrate.
A partire dalle 22 di giovedì, gli operai della ditta incaricata collegheranno il nuovo tubo al resto della condotta. Finito l'intervento l'erogazione
dell'acqua dovrebbe riprendere regolarmente.

Danni per la nevicata
Stanziati 5 milioni

s’è tenuto ieri mattina a palermo

“La politica la smetta di litigare sulla

• Cronaca di Siracusa

politica. beneficiati pachino, portopalo e noto

sopralluogo ieri mattina del sindaco

Porto grande
Entro l’anno
la consegna
dell’opera

Domani e venerdì sarà sospesa
l’erogazione dell’acqua in città

Sicilia 3

blea regionale, Giovanni Ardizzone, il
presidente della I Commissione Affari
Istituzionali, Antonello Cracolici, i capigruppo parlamentari.
«Il Presidente dell’Assemblea ha confermato che sarà incardinata nei prossimi giorni – hanno dichiarato Daniele
Passanisi, segretario generale della FP
Cisl Ragusa Siracusa, e Letizia Ragazzi,
responsabile Enti Locali per la stessa
Federazione – ma resta alto il rischio
occupazionale per 5700 dipendenti delle
ex Province, per 1200 dipendenti delle
partecipate, per i tanti precari coinvolti.»
«Le ex Province – hanno ricordato Passanisi e Ragazzi – sono commissariate da
27 mesi, come ha fatto rilevare qualche
deputato. È inammissibile che anche

questo governo abbia deciso di prolungare i commissariamenti rinviando
ancora l’approvazione della legge. Oggi
ci ritroviamo a dover vedere in aula la
stessa legge che, due mesi fa, l’8 aprile,
venne bocciata dopo il blocco dell’articolo 1. Noi chiediamo alla politica di
trovare un’intesa e di farlo presto. Le
beghe non portano da nessuna parte
e stanno rischiando di pesare soltanto
sulla pelle di migliaia di lavoratori e di
famiglie. A tutto ciò – hanno concluso
Daniele Passanisi e Letizia Ragazzi – si
aggiunge il blocco di questi servizi che
l’ente ha erogato negli anni. Attività
primarie per i cittadini dei vari territori
che oggi sono, invece, abbandonati a
se stessi».

tà che vuole avere nel
mare una risorsa per lo
sviluppo.
“Il grosso del lavoro –
ha concluso il sindaco
Garozzo – adesso si
sta concentrando sulla realizzazione delle
banchine per le navi
da crociera del molo
Sant'Antonio. Li è in
corso un intervento di
alta ingegneria perché
gli enormi cassoni,
alti 12 metri e lunghi
10, vengono realizzati
all'interno di un bacino
appositamente realizzato in loco e poi trasportati con un rimorchiatore fino alla loro
sede. Insomma, un'opera di cui andare fieri,
soprattutto destinata a
dare nuove opportunità economiche alla città. Con la riqualificazione del Porto grande
si aprono prospettivi
che, spero, chi vuole
fare impresa saprà cogliere per dare lavoro e
portare ricchezza”.
Insomma si va avanti su un’opera, attesa
come
fondamentale
anche per sbloccare
tutte le altre infrastrutture che ruotano attorno al porto hgrande,
primi fra tutti i due
porti turistici che potrebbero sorgere a ridosso delle stesse banchine.
R.L.

l Governo regionale ha
stanziato 5 milioni di euro
da destinare alle imprese
agricole dei comuni di Pachino, Portopalo e Noto,
danneggiate dall'eccesso
di neve nel periodo 31 dicembre – 1° gennaio 2015.
La delibera giunge dopo
la dichiarazione dello stato di calamità naturale da
parte del Ministero delle
Politiche Agricole Maurizio Martina che aveva
fatto seguito ai numerosi
interventi dell’Assessore
Regionale dell’Agricoltura Nino Caleca che sin
dal 2 gennaio ha attivato
i propri uffici centrali. Lo
stanziamento da parte della Giunta regionale rende
immediatamente operativo il meccanismo per il
risarcimento dei danni ai
serricoltori del territorio
interessato dall’evento calamitoso che potranno ora
richiedere il risarcimento
per i danni subiti.
“La delibera di Giunta
pone fine ad una vicenda
molto dolorosa per bi produttori agricoli siciliani
che ha avuto inizio con le
gelate e le forti raffiche di
vento che si sono abbattute nella notte tra il 31 dicembre e il primo gennaio
nella provincia di Siracusa
– dichiara l’Assessore Caleca. Il risultato ottenuto,
in tempi record, è stato
possibile grazie all’azione
congiunta di politica ed
amministrazione che hanno agito con la massima
attenzione nell’interesse
degli agricoltori siciliani”.
«Dopo la declaratoria del
ministro Martina – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno - , adesso anche
il Governo regionale ha
completato l’iter con la
copertura delle somme
che serviranno ai nostri

In foto, gli effetti della nevicata del primo gennaio scorso.

agricoltori per i progetti
di ricostruzione delle serre colpite e distrutte dalla
neve. Il ristoro potrà dare
sollievo all’economia agricola che sta attraversando
un difficile momento. Il

lavoro sinergico tra Regione e Comune compiuto in
meno di sei mesi ha prodotto un risultato straordinario: non mi risulta che
in Sicilia vi siano stati casi
analoghi. Per questo il mio

ringraziamento va all’assessore regionale all’Agricoltura Nino Caleca». Si
ricorda che la data ultima
di scadenza per presentare
le istanze è del 29 giugno.
«E’ un provvedimento

importante – ha dichiarato il consigliere comunale
Sebastiano Spataro, presidente della commissione
consiliare Agricoltura -, e
ci tengo a precisare che le
somme daranno la possibilità ai nostri produttori
di ricostruire con strutture
moderne in ferro quasi allo
stesso costo delle strutture in legno. Dunque, sono
solo voci infondate e pretestuose quelle che circolano
sull’inefficacia del provvedimento o sull’impossibilità di coprire i costi. Ci auguriamo che non si speculi
su un tema che vede migliaia di famiglie coinvolte
e che hanno accusato un
colpo tremendo all’inizio
dell’anno in corso». Per il
provvedimento ha espresso
soddisfazione Sebastiano
Barone, presidente della
consulta comunale Agricoltura. «Ora dobbiamo
trasformare questo momento – ha detto Barone -, in
una opportunità per i produttori, cercando di mettere
in atto dei meccanismi che
possano rendere fruibili i
contributi in termini di anticipazione e di snellimento
delle procedure e di accesso al contributo».
R.L.

intervento dei parlamentari regionali vinciullo e zito

Balaustra danneggiata a Villa
Reimann: nessuno ricostruisce
N

el mese di febbraio la balaustra
della scalinata di accesso a Villa Reimann, un’opera pregevole che tutti
quelli che percorrevano via Necropoli
Grotticelle ammiravano e apprezzavano, è crollata”. Lo dichiarano
i parlamentari regionali siracusani
Vinciullo e Zito.
L'Amministrazione Comunale aveva
assicurato che si sarebbe attivata per
ricostruirla e per ridare alla scalinata
il decoro e la dignità che le era stata
sottratta da questo crollo.
Sono passati quattro mesi dalle dichiarazioni dell'Assessore al ramo e
l'opera è stata ricostruita (sic) così
come promesso, infatti i pezzi sono
stati presi, radunati e abbandonati in
un angolo del giardino di Villa Rei-

mann, così come è possibile vedere
dalla foto pubblicata qui a fianco.
“Comprendiamo che l'Amministrazione Comunale è impegnata a
realizzare grandi progetti e grandi
opere - affermano i due deputati
regionali - e che quindi non trova il
tempo per cose futili, poi però quando si tratta di parlare delle grandi
opere pubblica l'Amministrazione
sostiene di essere affogata dalla
quotidianità.
“Si decidano: non è possibile che si
parli di quotidianità quando ci sono
le cose importanti e viceversa.
Ci faccia capire l'Amministrazione
Comunale, hanno concluso Vinciullo
e Zito, se è ancora in carica o se si
è già dimessa.

Cronaca di Siracusa • 4

Sicilia • 24 giugno 2015, mercoledì

Dei cinque assessori che hanno giurato ieri, tre sono donne

S’è insediata
la nuova giunta
pentastellata
ad Augusta
Neanche il tempo di giurare nel-

le mani del segretario generale,
che la nuova Giunta pentastellata
del Comune di Augusta si è messa all’opera. Infatti, subito dopo
il cerimoniale, tenuto nel salone
Rocco Chinnici di palazzo San
Biagio, il sindaco Cettina Di
Pietro e i cinque assessori si sono
riuniti per dare vita alla prima riunione della Giunta doppio l’insediamento del primo cittadino e
della compagine degli assessori.
“Abbiamo voglia di lavorare e di
dare subito risposte alla comunità
megarese - ha spiegato il sindaco Di Pietro - Sappiamo di avere

In foto, la nuova Giunta di Augusta.

Subito dopo l’insediamento, prima
riunione per affrontare le priorità della città
ereditato una situazione delicata
in tutti i sensi, ma siamo certi di
potere operare in piena sinergia e
con le idee molto chiare sugli interventi da eseguire e le priorità
da affrontare”.
La Di Pietro viene affiancata in
quest’avventura amministrativa
dagli assessori Giuseppe Pisani,
che ha ricevuto la delega alla Sanità e all’Ecologia; Giusy Sirena con delega alla Cultura e allo
Sport; Giuseppe Scherni, asses-

to commerciale, che rappresenta
una risorsa per lo sviluppo economico e attorno al quale si è
concentrato l’interesse generale”.
sore al Bilancio e allo Sviluppo Idee chiare anche per gli impianeconomico; Roberta Suppo, che ti sportivi. “Intendiamo sfruttare
ha ottenuto le deleghe ai Lavori il finanziamento ottenuto per la
Pubblici e all’Urbanistica; Ma- bonifica del campo Fontana - ha
ria Francesca Giovanniello che detto Sirena - mentre abbiamo già
si occuperà, invece, di Politiche puntato l’attenzione sul Palajonio
sociali.
che dovrò tornare punto di riferi“Nei giorni scorsi ho avuto modo mento per gli sport che si pratidi incontrare il ministro Delrio - cano in città”. Fra i primi provha detto il sindaco Di Pietro - E’ vedimenti che la Giunta adotterà,
stato un incontro proficuo perché quello relativo alle condizioni del
abbiamo potuto mettere a fuoco cimitero. Nelle prossime ore inl’importanza strategica del por- contro con i commissari.

i due episodi avvenuti nella zona alta di siracusa

di, uno vicino all’altro nella
zona alta del capoluogo dove
ad andare a fuoco sono state
tre automobili e una moto,
oltre al danneggiamento di
alcuni negozi.
E’ stata una notte piuttosto
movimentata per i vigili del
fuoco del capoluogo. Due gli
interventi eseguiti nello spazio di pochi minuti. La prima
emergenza è scattata alle ore
1.30, quando una squadra si
è recata in via Barresi,per
estinguere l’incendio che ha
distrutto una moto BMW
parcheggiata all’interno di
un’area condominiale. Pochi
minuti dopo, una seconda
squadra è intervenuta in via
Italia, nella zona alta della
città, dove le fiamme avevano
coinvolto tre autovetture, una
Smart, una Toyota Yaris e una
Fiat Panda, danneggiando
inoltre gli arredi esterni di
alcuni negozi, tra cui uno
per oggetti e alimenti per
animali. In questa seconda

Sequestrati
duemila ricci
di mare in due
operazioni

Duemila ricci di mare sono

In foto, l’intervento dei vigili del fuoco in via Italia.

circostanza, i vigili del fuoco
hanno dovuto faticare più
del solito per avere ragione
delle fiamme che si sarebbero
propagate dalla Smart, in
uso a un disoccupato, per poi

coinvolgere le altre due vetture. Sul posto è accorsa una
pattuglia delle unità Volanti.
Sono i poliziotti a indagare per
individuare le cause del rogo.

Udienze

sospese per
un’ora ieri mattina e assemblea straordinaria al
palazzo dio Giustizia di
Siracusa dove è andata in
scena ieri mattina la programmata
sospensione
delle udienze e la conseguente assemblea dei magistrati nell’aula di Corte
d’Assise di Siracusa. L’assemblea straordinaria è
iniziata poco dopo le ore
10, presieduta dal presidente della sottosezione
dell’Associazione nazionale magistrati, Andrea
Palmieri, ed è durata circa
un’ora con la lettura di un
documento esitato dalla
giunta esecutiva centrale
dell’Anm alla quale è seguita il dibattito. All’incontro hanno preso parte
magistrati, avvocati e i
rappresentanti del personale amministrativo e degli operatori di Giustizia
del tribunale aretuseo.
“Abbiamo messo in atto
questa forma di protesta
– ha spiegato Chiara Salamone, segretaria dell’Anm
– per dimostrare il nostro
disappunto rispetto alla
riforma della Giustizia ma
anche per denunciare la
grave crisi di efficienza e
di funzionalità in cui versa

stati sequestrati dai militari della Guardia costiera
di Siracusa in due distinti
interventi. Il primo è avvenuto nel litorale di contrada
Cuba, dove è stato sorpreso
un pescatore che aveva raccolto cinquecento esemplari
di riccio. Al pescatore è stata
irrogata una sanzione di 4
mila euro. Poco più tardi,
la seconda operazione, che
consentito all’equipaggio della
motovedetta della Capitaneria
di porto di Siracusa di rinvenire, occultati tra i cespugli in
zona Penisola Magnisi, 1500
esemplari di riccio pronti per
essere trasportati per la successiva messa in vendita.

• Cronaca di Siracusa

giustizia. contro la riforma della giustizia

In Corte d’Assise
l’assemblea
dei magistrati

In foto, un momento dell’assemblea di ieri mattina in Corte d’Assise.

il sistema giudiziario italiano”. Nel corso dell’assemblea si sono susseguiti
gli interventi, tra gli altri,
da parte del presidente
dell’Ordine degli avvocati di Siracusa, Francesco

A

In fiamme tre automobili
e una moto in pochi minuti

Si sono verificati due incen-

Sicilia 5

24 giugno 2015, mercoledì •

distanza di un anno e mezzo dalla
consumazione dell’estorsione ai danni
del titolare di un negozio, un siracusano
si è visto irrogare la condanna a 2 anni e
4 mesi di reclusione. La sentenza è stata
emessa dal giudice monocratico presso il
Tribunale di Siracusa, Giuseppe Tripi, a
carico del 27enne siracusano Giorgio Di
Gregorio, il quale, assistito dall’avvocato
Junio Celesti, è ricorso al rito abbreviato
per chiudere la partita con la Giustizia e
ritornare in libertà su disposizione dello
stesso giudice, dopo avere scontato la
misura cautelare agli arresti domiciliari,
godendo del beneficio della sospensione
condizionale della pena.
L’uomo era stato arrestato nel luglio dello
scorso anno a conclusione delle indagini,
eseguite dagli agenti della Squadra mobile

Favi, dell’avvocato Ettore
Randazzo, che ha lanciato
l’iniziativa di un’azione di
completa astensione per
un giorno dalle udienze
per dare maggiore forza
alle rimostranze.

Inevitabile il richiamo ai
problemi che si vivono
quotidianamente al palazzo di Giustizia di viale
Santa Panagia. Li ha ribaditi il giudice per le indagini preliminari Michele

Consiglio, il quale ha fatto
comprendere il grado di
pressioni subite dai magistrati e dagli assistenti a
causa del carico di lavoro
e della ristrettezza di personale. A rincarare la dose
è stato il direttore amministrativo, Carmela Perricone, che ha evidenziato lo
stato di assoluto disagio in
cui sono costretti a lavorare non soltanto i magistrati ma anche gli operatori
giudiziari.
L’Associazione nazionale
magistrati ha chiamato a
raccolta le singole sezioni
per eseguire la ricognizione di tutte le attività
di supplenza svolte dalla
magistratura, e quindi di
denunciarle all’opinione
pubblica e di chiedere al
Governo adeguate soluzioni, monitorando periodicamente le specifiche
risposte: “in mancanza
delle quali – è scritto nel
documento allora diffuso
dall’Anm - verranno decise le più efficaci e conseguenti forme di protesta,
anche attraverso la sospensione di alcune delle
individuate attività di supplenza per un periodo da
determinare”.
R.L.

aveva preteso capi d’abbigliamenti e 50 euro

Estorsione a un negoziante
Condannato un siracusano

della Questura di Siracusa. Gli investigatori
si erano mossi a seguito della segnalazione
da parte del titolare di un negozio di abbigliamenti sito nella rinomata via Ciane a
Siracusa. Gli episodi risalgono al 6 e al 27
dicembre 2013 quando Di Gregorio, per
il quale il rappresentante della pubblica
accusa aveva chiesto la condanna a 2 anni
e 8 mesi, sarebbe entrato nel negozio e,
dietro la minaccia e anche strattonando
il titolare, avrebbe prelevato diversi capi

d’abbigliamento senza pagare il corrispettivo in denaro. Non contento, si sarebbe
ripresentato nello stesso negozio e, dopo
essersi diretto al registratore di cassa, ha
costretto la vittima a consegnargli una
banconota da 50 euro. Le indagini dei
poliziotti hanno consentito di individuare
a distanza di qualche mese il presunto
autore al quale è stato contestato il reato
di estorsione continuata.
R.L.

Legittima la sospensione disciplinare adot- sentenza del giudice del lavoro
tata dall’allora dirigente del pronto soccorso
dell’ospedale “Umberto primo” di Siracusa,
Elino Attardi, nei confronti di un’infermiera, sorpresa a utilizzare impropriamente il
telefono del reparto ospedaliero di primo
intervento. La donna è stata condannata a
rimborsare le spese di lite che il Giudice del
Lavoro del Tribunale di Siracusa, Francesco
Clemente Pittera, ha liquidato in mille 314
euro ciascuno in favore dell'Asp 8 e in favore del medico.
La causa era stata intentata da A.G., infermiera presso il pronto soccorso dell’ospedale siracusano, che ha eccepito sulla sanzione disciplinare, adottata nei suoi confronti

Legittima
la sanzione
a infermiera

dal dirigente Attardi. L'infermiera il 28 agosto
2011 era stata sorpresa mentre, fuori dal servizio, avrebbe fatto uso del telefono del Pronto
Soccorso per fare degli inviti per una cena. Di
fronte alla contestazione, l'infermiera ha inoltrato alla direzione dell'ospedale una memoria

scritta in cui sosteneva di essersi presentata
al suo posto di lavoro per conoscere i turni e
di avere contattato, come da prassi nell’unità operativa senza autorizzazione, i colleghi
esclusivamente per ragioni d’ufficio. Nonostante la difesa.

società • 6

24 giugno 2015, mercoledì •

Sicilia • 24 giugno 2015, mercoledì

“Gli sgravi non bastano, senza infrastrutture
non si crea nuova occupazione”

I

l lavoro non si crea
per decreto o solo
con gli sgravi, ma
occorre anche determinare, attraverso gli
investimenti in infrastrutture e servizi reali, le condizioni per
uno sviluppo economico che consenta ai
datori di lavoro di aumentare gli introiti e,
quindi, di accrescere
stabilmente l’occupazione. Stando agli
ultimi dati Istat, infatti, il maggiore ricorso ad assunzioni a
tempo indeterminato
si è verificato nelle
regioni meglio strutturate come Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto, mentre
al Sud e in Sicilia
l’andamento
resta
stabile.
Lo hanno sostenuto oggi a Palermo
Marina Calderone,
presidente nazionale dei consulenti del
lavoro, e Rosario
De Luca, presidente della Fondazione
studi, presentando
alla stampa la VI
edizione del “Festival del lavoro” che si
terrà nel Capoluogo
dell’Isola da giovedì a sabato prossimi.
Calderone e De Luca
hanno commentato
i primi effetti delle
recenti riforme del
mercato del lavoro in
base alle analisi del
report “Il lavoro nel
2015” elaborato dalla Fondazione.
Prendendo in esame
soltanto gli effetti
degli sgravi contributivi previsti dalla
Legge di stabilità,
nel primo bimestre
2015 i dati del ministero del Lavoro
hanno confermato le
stime dei consulenti
del lavoro: sono stati stipulati 303.124
contratti agevolati
(di cui 278mila contratti agevolati di stabilizzazione, pari al
92%), con un costo
di esonero contributivo per quest’anno
di 1,250 miliardi di
euro. I consulenti del

Stima 2015: 1.150mila contratti agevolati, di cui l’87%
stabilizzazioni e solo il 13% nuove assunzioni
lavoro adesso stimano che nel periodo marzo-dicembre
2015 saranno stipulati altri 569mila
contratti agevolati
(senza stabilizzazio-

determinare una scopertura finanziaria di
2,94 miliardi.
“Dai dati ufficiali
disponibili ad oggi –
ha spiegato Calderone – sembra che l’in-

determinato, di associazioni in partecipazione o di contratti di
collaborazione”.
“Le imprese – ha
aggiunto Calderone - si muovono con

sarebbe inferiore di
circa 4 miliardi di
euro”.
“Gli effetti concreti di una norma si
misurano nel medio
periodo – ha sotto-

Gli sgravi
costeranno
4,74 mld a
fronte di una
dotazione di
1,8 mld
Rischio di
una scopertura finanziaria
di 2,94 mld

Un momento dell’incontro tenutosi ieri mattina a Palermo.

ni) e che a fine 2015
potrebbero contarsi
complessivamente
1.150.124 contratti agevolati (di cui
l’87% stabilizzazioni
e appena il 13% nuove assunzioni) con
un costo di esonero
contributivo pari a
4,74 miliardi, a fronte di uno stanziamento complessivo della
misura di 1,8 miliardi. Secondo questa
stima, dunque, a fine
anno si verrebbe a

sieme degli sgravi
previsti dalla Legge
di stabilità e del Jobs
Act abbiano avuto
come effetto in Italia un saldo positivo
– fra assunzioni e licenziamenti - di 149
mila posti di lavoro
in più, ma di questi
solo 40 mila riguardano soggetti disoccupati, mentre per
tutti gli altri si tratta
della conversione a
tempo indeterminato
di rapporti a tempo

estrema incertezza.
La norma sugli sgravi ha una validità di
un anno e già si sa
che nel 2016 saranno rivisti al ribasso
l’ammontare delle
misure e la platea dei
soggetti destinatari.
Inoltre, se si avverasse per intero la previsione del governo di
1,5 milioni soggetti
beneficiari delle riforme, abbiamo calcolato che l’attuale
copertura finanziaria

lineato Rosario De
Luca – ma è probabile che ci saranno
due velocità nel Paese. La vecchia legge
407 del ’90, l’unica
utilizzata per le assunzioni, non aveva
tetto di risorse e di
durata e assegnava
la maggior parte dei
fondi alle piccole e
medie imprese del
Sud. La nuova norma non solo pone un
limite temporale, ma
ha esteso i benefici

in eguale misura a
tutto il territorio nazionale e anche alle
grandi imprese, quasi
tutte ubicate al Centro-Nord. Credo che
un sistema provato
dalla crisi come quello meridionale avrà
parecchie difficoltà.
Aziende deboli e non
organizzate utilizzeranno gli sgravi per
ridurre un costo del
lavoro che non potrebbero sostenere,
ma allo scadere dei
tre anni che faranno?
E’ per questo che gli
sgravi hanno senso
se si interviene anche
sull’economia e sulle
infrastrutture. Nasce
lavoro dove le autostrade non crollano,
dove arriva l’Alta velocità. Insomma, ad
un’impresa occorre
aumentare gli introiti
per assumere e mantenere l’occupazione
nel tempo”.
Uno degli strumenti
che potrebbero dare
risposte a questo
problema è “Garanzia Giovani” che, ha
dichiarato
Marina
Calderone, “può agganciarsi agli sgravi
della Legge di stabilità e dispone di
1,5 miliardi. Ma è
poco utilizzato. Al
problema non si può
rispondere con un
irrigidimento contrattuale in ingresso:
per intercettare la domanda di lavoro dei
giovani l’unica via
è utilizzare strumenti flessibili. Quanto
agli ammortizzatori
sociali, il tentativo
in atto è di passare
da un sistema di tipo
assistenziale ad un
investimento sulle
politiche attive, con
un travaso di risorse
dalla cassa integrazione alle misure di
riaccompagnamento
al lavoro. Ma occorre crederci: in Italia
gli addetti al collocamento sono 9mila,
in Germania sono
120mila e l’investimento su questo settore è di 4 miliardi”.

Sicilia 7

• Cronaca di Siracusa

Il dato statistico emerge dalla
cerimonia
per il 241°
anniversario
della
fondazione
del Corpo
A fianco, il comandante
provinciale della
Guardia di Finanza.

Recuperati 27 milioni
di evasione al fisco
Il

Comando provinciale della Guardia di
Finanza di Siracusa,
nei primi 5 mesi di
quest’anno, ha eseguito 243 verifiche e
controlli nei confronti di professionisti ed
imprese
rilevando
nel campo dell’imposizione diretta, complessivamente, ricavi
non dichiarati per circa 27 milioni di euro
con l’individuazione di 22 evasori e di
quantificare ritenute
operate e non versate per circa 720 mila
euro. Il dato statistico è emerso nel corso
della cerimonia per
il 241° anniversario
della fondazione della Guardia di Finanza
che, è stato celebrato
in forma sobria alla
caserma “Lombardi”
di Siracusa. A fare gli
onori di casa è stato
il Comandante provinciale, Colonnello
Antonino Spampinato, il quale nel suo
discorso ha rimarcato come “quale
moderno corpo di
polizia economico,
dobbiamo sempre assicurare concretezza
al nostro agire non
solo nell’attività operativa ma anche con
l’orientare la collettività verso la crescita
della cultura della legalità”.
Nel campo dell’im-

Particolare attenzione anche alle violazioni
in materia di rilascio degli scontrini fiscali
posizione indiretta,
sono state rilevate
violazioni per oltre 5
milioni di Iva mentre
sono stati scoperti
87 lavoratori in nero
e irregolari, impiegati da 22 datori di
lavoro. In materia di
scontrini e ricevute
fiscali, le violazioni
constatate sono del
46% dei controlli

effettuati. Sono state inoltrate 16 proposte di sospensione dell’attività per
reiterate violazioni
all’emissione dello
scontrino o ricevuta
fiscale e sono state
eseguiti 38 provvedimenti di chiusura.
26 imprenditori, presunti responsabili di
frodi e reati fiscali,

l’elenco dei militari
premiati per l’attività

Q

ui di seguito riportiamo l’elenco completo
degli ufficiali, dei sottufficiali e dei finanziari
che hanno ricevuto ieri mattina gli encomi per
i risultati delle attività d’indagine riportati nel
corso dell’anno.
Ten. Col. Eugenio BUA; Cap. Domenico PELUSO; Cap. Dario BORDI; Ten. Alessandra FALCONE; Ten. Alessandro MAZZA; Lgt Giovanni
CALLARI; Lgt Salvatore AMMIRANTE; Lgt
Antonio FRATICELLI; Lgt Francesco TIRALONGO; M.A. (ora Lgt) Vito DIPALO; M.A.
Antonino SESSA; M.C. Corrado ZUPPARDI;
M.C. Salvatore SEGUENZIA; M.C. Massimo
PANESSIDI; M.C. Francesco GRIMALDI;
M.C. Massimiliano CRISAFULLI; M.C. Gianluca CASTELLI; M.O. Guglielmo ALLIBRIO;
M.O. Diego CAPRIO; Brig. Capo Mario TILOTTA; Brig. Gaetano ALOTA; V.B. Antonio BONACCI; App. Sc. (ora V.B.) Roberto
IACONO; V.B. Massimo CIVELLO; App. Sc.
Sebastiano LONGO; App. Sc. Francesco MARESCALCO; App. Sc. Michele CACCAMO;
App. Sc. Rino MORGANTE; App. Sc. Andrea
Domenico BRUNO; App. Sc. Salvatore PUGLISI; App. Sc. Salvatore ALAIMO; App. Sc. Giuseppe SGARRATA.

sono stati denunciati
alla Procura della Repubblica di Siracusa;
sequestri di beni e utilità nei confronti di 15
imprenditori denunciati per reati tributari, sino all’ammontare
per equivalente delle imposte evase per
oltre 4 milioni e 400
mila euro.
Sono stati effettuati
791 controlli su strada, di cui 638 su ogni
tipo di veicolo commerciale,
utilizzato
per il trasporto delle
merci, 153 inerenti la circolazione di
prodotti soggetti ad
accise e 66 per rilevamenti sugli indici di
capacità contributiva;
12 interventi per la
prevenzione e repressione dei fenomeni di
giochi illegali e scommesse clandestine con
la denuncia di 14 titolari e il sequestro di 8
videopoker e personal
computer.
Per quanto attiene alle
frodi nella percezione di finanziamenti
pubblici sotto forma
di fondi strutturali, le
fiamme gialle hanno
scoperto illeciti per
oltre 3 milioni di euro
e denunciato 10 imprenditori.
G.B.

Consegnati
gli encomi
ai militari
meritevoli

Nel corso della cerimonia

sono stati premiati i militari
che si sono distinti in attività
di servizio di particolare
rilievo:
ENCOMIO SEMPLICE al
Nucleo PT di Siracusa: “Partecipavano ad un’articolata
indagine di polizia economico-finanziaria nei confronti
di un gruppo di società
operante nel settore delle costruzioni edili, che consentiva di constatare fatture per
operazioni inesistenti per 23
milioni di euro, 1,1 milioni di euro nel settore delle
Imposte Dirette e 4,5 milioni
di euro in quello dell’Iva
sottratti a tassazione, nonché
di denunciare all’Autorità
Giudiziaria 5 soggetti per
reati tributari. dicembre
2012 - aprile 2014 ”
ENCOMIO SEMPLICE
concesso ad appartenenti
alla Compagnia di Augusta:
“Avviavano ed eseguivano
pregevolmente una complessa attività di polizia tributaria nei confronti di una
società operante nel settore
del commercio all’ingrosso
di carni, che consentiva di
constatare oltre 28 milioni di
euro nel settore delle Imposte Dirette e circa 3 milioni
di euro in quello dell’I.V.A.
sottratti a tassazione, nonché
di deferire all’Autorità
Giudiziaria n. 2 soggetti per
reati tributari. agosto 2013 maggio 2014.
ENCOMIO SEMPLICE alla
Compagnia di Siracusa con
la seguente motivazione:
Conducevano efficacemente un’incisiva indagine di
polizia giudiziaria finalizzata
alla repressione del fenomeno dell’assenteismo all’interno di un’Amministrazione
pubblica, che si concludeva
con la segnalazione all’Autorità Giudiziaria di n. 33
soggetti, di cui n. 9 sospesi
dall’esercizio di un pubblico
ufficio. Siracusa, gennaio
2013 - marzo 2015.
ENCOMIO SEMPLICE alla
Tenenza di Noto: Fornivano
apporto personale nell’esecuzione di un’indagine di
polizia giudiziaria nel settore delle frodi a danno del
Servizio Sanitario Nazionale, che si concludeva con
la segnalazione all’Autorità
Giudiziaria di 322 soggetti,
di cui 44 medici.

ASTE GIUDIZIARIE • 8

Sicilia • 24 GIUGNO 2015, MERCOLEDì

TRIBUNALE DI SIRACUSA

VENDITE IMMOBILIARI E FALLIMENTARI

24 giugno 2015, mercoledì •

PROSSIMA INSERZIONE:

è stato affidato
alla ditta “Precon” di Priolo
che ha proposto un ribasso
del 37 per cento sull'importo
a base d'asta,
mentre
il depuratore
è andato
ad una Ati

28/06/2015
LE VENDITE GIUDIZIARIE

Tutti possono partecipare alle vendite giudiziarie, tranne
il debitore esecutato - art.579 cpc - Non occorre l’assistenza di un legale o altro professionista. Ogni immobile
è stimato da un perito del Tribunale. Oltre al prezzo si
pagano i soli oneri fiscali (IVA o Imposta di Registro), con
Domanda in carta legale (euro 10,33) con indicazione del bene, del prezzo offerto e dai termini di pagamento, da presentare in le agevolazioni di legge (1° casa, imprenditore agricolo
busta secondo i tempi e le modalità stabilite dall’organo che procede alla vendita e può essere presentata anche nella stessa data ecc.). La vendita non è gravata da oneri notarili o di
dell’esperimento di vendita; nella busta va inserito anche un assegno circolare non trasferibile di importo pari al 10% del prezzo mediazione. Il decreto di trasferimento dell’immobile
offerto, quale cauzione, che verrà trattenuta in caso di revoca dell’offerta. Nel caso di più lotti di tipologia omogenea nella stessa viene emesso dal giudice dopo 60 giorni - ex art.585 cpc
procedura, l’interessato all’acquisto di un solo lotto può formulare offerte d’acquisto per più lotti allegando un solo assegno circolare - dal versamento del prezzo che va fatto entro 30 giorni
corrispondente alla cauzione richiesta per il lotto di maggior valore, espressamente subordinato all’efficacia delle offerte relative ai dall’aggiudicazione definitiva. La trascrizione nei registri
lotti, la cui gara si svolge successivamente, alla mancata aggiudicazione a loro favore del lotto precedentemente posto in vendita. immobiliari è a cura del Tribunale. Di tutte le ipoteche e
Nella domanda l’offerente deve indicare le proprie generalità (allegando fotocopia doc. identità ovvero visura camerale per le i pignoramenti, se esistenti, è ordinata la cancellazione.
società), il proprio cod. fiscale, se intende avvalersi dell’agevolazione fiscale per la 1° casa e, nel caso in cui sia coniugato, se si Le spese di trascrizione, cancellazione e voltura catatrova in regime di separazione o comunione dei beni. Sulla busta deve essere indicato solo lo pseudonimo o motto dell’offerente stale sono interamente a carico della procedura. Per gli
(che consenta allo stesso l’identificazione della propria busta al momento dell’apertura della gara) la data della vendita e il nome immobili occupati dai debitori o senza titolo opponibile
del giudice senza nessuna altra indicazione (né nome del debitore o del fallimento, né bene per cui è stata fatta l’offerta). Prima di alla procedura del Giudice, ordina l’immediata liberazione.
fare l’offerta leggere la perizia e l’ordinanza del giudice. A chi intestare l’assegno: a nome di “Procedura” aggiungendo le parole in L’ordine di sfratto è immediatamente esecutivo e l’ecalce ad ogni annuncio dopo l’indicazione Rif (per es. “Procedura RGE 100/99 Rossi”). Dove presentare al domanda: in Tribunale secuzione non è soggetta a proroghe o a graduazioni.
all’ufficio Vendite Immobiliari. Come visitare l’immobile: rivolgersi al curatore o al custode giudiziario indicati in calce all’annuncio; Eventuali spese legali sino a euro 516,46 sono a carico
se non indicati inviare richiesta per la visita dell’immobile all’ufficio vendite immobiliari per posta al Tribunale di Siracusa - Ufficio della procedura. Le ASTE GIUDIZIARIE saranno
Vendite Immobiliari - Viale Santa Panagia 96100 Siracusa, indicando l’immobile, il n. di Rif., la data della vendita, il proprio nome e inserite dalla data di pubblicazione del banrecapito tel. L’ufficio comunicherà la richiesta all’Avvocato ceditore affinchè presenti istanza al Giudice per la nomina del Custode.
La partecipazione all’incanto è disposta dal giudice dell’esecuzione con l’ordinanza di vendita, cui viene data adeguata pubblicità do fino alla data prevista per l'asta sul sito:
sul quotidiano di Siracusa «Libertà». Le vendite giudiziarie possono essere disposte: o dal giudice della esecuzione del Tribunale
di competenza; o, su delega di quest’ultimo, da un notaio; oppure dal giudice del fallimento.

COME PARTECIPARE

www.astetribunale.com

INSERZIONI GRATUITE
ACCESSORI MOTO
BAULETTO per Honda
Sh, capienza max 2
caschi, colore nero, in
ottimo stato. Prezzo
affare Tel. 340/0750122
CASCO integrale professionale mai usato,
taglia XL E 100 Tel.
344/2325500
TUTArossadamoto,tg44,
E 100 Tel. 339/6528276
- 0931/714162 ore pasti
VENDESI bauletto SH
150, colore verde mare
met + marmitta Honda
sh 300 Tel. 348/9007995
VISIERA completa di
specchietti, portapacchi posteriore per Aprilia Sport City 200 Tel.
344/2325500
OLTRE REGIONE
PIAGGIO vespa compro cerco modelli anno
1950, 1960, Et3, Primavera, Px, Gs. Cerco
inoltre scooter, moto,
auto anni 1930 a 1960
Tel. 347/0475818 333/9513496 oppure
pigrieco@tiscali.it
BICIPIU'
TANDEM di colore nero,
marca Bianchi, buone
condizioni E 120 Tel.
338/2388955 Elisabetta
BICI elettrica a pedalata assistita, ricarica
con 50cent di corrente,
causa inutilizzo, come
nuova, imballata, bauletto e portapacchi, cambio
scimano a sei velocità,
ancora in garanzia E 600
Tel. 346/7611561
RULLO per bici da corsa, con 3 variazioni di
pedalata, marca jumbo personal trainer E
100 non trattabili Tel.
339/2001175
RUOTE n. 2 per bici da
corsa Mavic Sup Ub control con corpetto campagnolo 9-10 velocità,
perfette, senza difetti E
100 complete di camera
d’aria e copertoncini Tel.
339/2001175
SELLA Arione R7Mg

130mm composta da
forchetta manganese,
scafo in nylon rinforzato
in carbonio, rivestimento
in microte bianco/nero,
peso 249gr, nuovissima e senza un difetto,
solo un piccolo graffio.
Acquistata E 100 vendo
a E 60 non trattabili +
spese di spedizione Tel.
339/2001175
BARCA E MOTORI
ARVON 230 As, lung.
7,30 mt + 50 cm plancetta, largh. 2,78, serbatoio lt 135, motore
hp kw 150, 6 persone,
con gps cartografico,
ecoscandaglio vhf, due
posti letto, vasca per pesci, 3 panchette, angolo
cucina, lavello e fornello
a gas, wc chimico, bussola, scaletta per bagno,
luci cucina, bagno, 2
pompe E 25.000 Tel.
0931/37872
BARCA Open mt 5, cuscineria nuova, radio cd
con casse marine, bussola, tendalino e doccia,
due batterie con stacca
batteria, motore Suzuky
40-60 4 tempi del 2008,
usato pochissimo E
4000 Tel. 0931/781472
VETRORESINA barca
vendesi anno 1980, posti 6, cantiera almarine,
lunghezza mt 5, motore
mariner 150 fuoribordo,
carrello stradale ellbi mt
6 targato E 2000 Tel.
348/2419041
GOMMONI
GOMMONE Joker boat
coaster 650 solo gommone, prezzo affare E
7500 Tel. 360/655284
GOMMONE Marshall 60
mt 4,50, con tubolari e
tagliolato da revisionare,
motore Mercury cv 25,
anno 92, efficientissimo,
avviamento elettrico e
manuale, comandi alla
consolle centrale, batteria e serbatoio lt 25, E
1000 Tel. 348/2419041

CAMPEGGIO
E ATTREZZATURA
TENDA da campeggio, 3 posti E 40 Tel.
327/9933040
CAMPER
E ACCESSORI
CAMPER Ducato 2005,
allestimento Kinaus,
6.85, super accessoriato, esclusivamente per
amatori. Escluso perditempo Tel. 345/0311138
ABBIGLIAMENTO
UOMO E DONNA
D UE
magliette
Angel&Devil manica corta anni 13-14, maglioncino 14 anni, giubbotto
leggero 14 anni, camicia
manica lunga 14 anni +
giubbotto Masch 14 anni,
come nuovi prezzo affare
Tel. 380/2503089
M ONTONE
per
donna, tg XL E 300
Tel. 348/9961406 0931/1855911
VENDESI mocassini da
donna, colore bordeaux, numero 37, marca
Melluso. Mai utilizzate.
E 30 Tel. 339/5305215 0931/702431
ABITO da sposa elegante e raffinato, tg 42, affare.
Per info Tel. 0931/24936
- 328/0168084 340/3541405
ABITO da sposa colore
champagne, completo
di accessori E 100 Tel.
345/8754487
ANCORA a prezzo conveniente vendo giacca
di marmotta argentata molto elegante Tel.
0931/756960
CAUSA inutilizzo vendo,
occasione, giubbotto
estivo di marca, colore
nero, ottime condizioni,
usato pochissime volte,
tessuto tipo acetato,
misura L, per uomo E 30
Tel. 340/6786249
COSTUME per uomo,
marca Moschino, colore bianco e nero con
interno colorato. Vendo
causa errata misura.
Misura M/46 E 10 Tel.
340/6786249

GIACCONE per uomo,
marca Piero Guidi, tg
48-50 (M), usato poche
volte, tenuto bene, color ghiaccio E 40 Tel.
340/6786249
MONTGOMERY Prada
originale, colore nero,
con cappuccio E 200 Tel.
334/1509833
P ELL I CCE d i v o l pe e marmotta Tel.
349/3169145
VENDESImontone,tg44,
colore marrone, nuovo.
E 300 Tel. 339/6528276
- 0931/714162 ore pasti
VESTITO uomo, colore
nero ancora con etichetta, mai usato, taglia 44,
marca Gucci E 150 tratt
Tel. 324/9949913
PREMAMAN
E BAMBINI
VESTITO da comunione
o cresima, per bambina
9-10 anni E 50 Tel.
349/7903975
CESTA porta baby + 2
sedioline in vimini per
bambini + culla in ottone
Tel. 330/795024
PUPAZZI di vario genere E 3 cadauno Tel.
329/0112990
SEGGIOLINI Cam mai
usati che si fissano
nella sedia E 20 Tel.
338/6353635
SEGGIOLONE nuovo, mai usato + girello per bambini Tel.
339/7634468
VENDESI sterilizzatore + scaldabiberon +
vestitini per neonata
femmina da 0 ai 6 mesi
Tel. 329/0112990
VESTITINO da battezzo
per femminuccia di 5
mesi, color bianco Tel.
329/0112990
VESTITINO di battesimo bimba di due anni.
Periodo primavera/estate. Prezzo affare Tel.
340/3689441
VISTITINO da cresima per bambina Tel.
330/795024
BIGIOTTERIA
E ACCESSORI
BORSA in pelle morbida,

da lavoro, per professionisti, molto capiente
con 3 scompartimenti,
tracolla spessa, colore
testa di moro. Causa
doppio regalo. Mai usata.
Valore E 175, vendo a E
70 Tel. 330/795024
BARATTI E SCAMBI
CERCASI tabaccheria
con lotto, superenalotto e altri servizi, con
permuta di immobile
da trattare. Massima
serietà, no perditempo.
No chiamate anonime
Tel. 347/9040347
REGALO
ARMADIETTO colore legno chiaro Tel.
333/7358547
CERCO in regalo una
macchina. Disposta a
pagare solo il passaggio
Tel. 328/8057615
CUCCIOLI nati fine febbraio da adulti 15kg, 5
maschi chiarissimi con
occhi verdi, 2 sorelline. Adozioni con prime
cure e vaccini gratis
“Amici per la coda Tel.
347/7488671
VARIE, OFFERTE
BUONI vacanza con
sconti fino all’ 80Tel. Tel.
380/2503089
GAZEBO rustico in cemento, 16 posti, con
fioriera attorno. Ottime
condizioni E 1300 tratt
Tel. 345/2366941
GIRELLO per deambulazione anziani, come
nuovo. Acquistato E
110 vendo a metà prezzo Tel. 0931/441681
- 349/4508104
MATERASSINO antipiaghe con compressore
affare Tel. 347/1187171
BINOCOLO professionale della Conos, 8x30
E 60 Tel. 344/2325500
CEDESI a prezzo affare
serie di ceste natalizie
da confezionare di varie
misure Tel. 340/8946865
CIAMBELLA antidecubito, pannoloni a traverse
in blocco o singoli, vendesi Tel. 347/6549854

LEGNA e fascine per
camini, stufe, forni Tel.
347/8955325
MACCHINA da scrivere
Valentine, colore rosso
arancio, anno 1990,
in discrete condizioni,
solo appassionati Tel.
339/4302436
MATRIMONI affittasi
auto mercedes benz
cabrio 200, anno 94,
grigio met., con autista
Contattare il numero
348/2419041
OLIO di oliva patronale
vendesi E 5 a litro Tel.
346/7611561
PARCHEGGIO autocaravan, in cortile recintato scoperto. Zona
Via Corinto Telefonare
339/4578793
ZAINI scuola, uno Invicta
azzurro e uno Seven
Fucsia E 20 cadauno
Telefonare se interessati
380/2503089
PALAZZOLO ACREIDE
IMPIANTO fotovoltaico
2kw, 4 pannelli solari,
invert 2kw, regolatore
di corrente, 1 batteria di
accumulo E 800. Visionabili a Palazzolo. Per
informazioni contattare
il 327/3650832
ANIMA GEMELLA
46ENNE di bell’aspetto
conoscerebbe donna età
dai 40 ai 45 anni, di bella
presenza per una seria
amicizia ed eventuale
unione. Scrivere a Fermo Siracusa centro CI
AN5054014. Affrancare
francobollo da E 3,70
53ENNE imprenditore
di bella presenza cerca
amica per trascorrere
belle giornate. Scrivere
a N. Pat. SR5053762D
Fermo Posta Siracusa
centro. Affrancare francobollo da E 3,70
I M P R EN D I T O R E
53enne, bella presenza,
alto 1,78, capelli scuri,
cerca donna seria per
una seria relazione. Scrivere a C.I. AU3186369
Fermo posta Siracusa
centro. Affrancare francobollo da E 3.70

Sicilia 9

Idrico-fognario e depurazione
aggiudicati gli appalti
Si

sono concluse
le gare d’appalto
per l’assegnazione della gestione degli impianti
idrico e fognario
e di depurazione.
L'impianto idrico
e fognario è stato
affidato alla ditta
“Precon” di Priolo
che ha proposto un
ribasso del 37 per
cento sull'importo
a base d'asta, mentre il depuratore è
andato ad una Ati,
Associazione temporanea di imprese

Pachino, lo scorso lunedì si sono concluse le due gare
per l’assegnazione della gestione degli impianti comunali

con capogruppo la
“Sea” di Trento con
un ribasso del 56
per cento. Entrambi
gli appalti avranno la durata di un
anno. «Con l'aggiudicazione delle due
gare – ha dichiarato
l’assessore all’Ecologia,
Andrea
Nicastro - prosegue
l'azione dell'amministrazione per assicurare la massima

cura alla qualità dei
servizi essenziali da
rendere ai cittadini, all'insegna della
trasparenza e della
pubblicità. Continueremo a controllare e monitorare
la corretta gestione
degli impianti da
parte delle imprese
aggiudicatrici dalle
quali pretenderemo
la massima collaborazione per la

soddisfazione degli
utenti. Non è stato
per nulla semplice
assicurare la continuità dei servizi,
anche per le condizioni di fatiscenza in cui abbiamo
trovato gli impianti
dopo il fallimento
di Sai8, e avviare
degli investimenti
sostenibili per garantirne la funzionalità».

Numerosi gli artisti che hanno aderito all’iniziativa

“Versus - la bellezza
contro la barbarie”
La mostra in via Roma

E’

stata inaugurata sabato scorso, presso il palazzo
di Governo, via Roma, aula
espositiva, la mostra di pittura e scultura “Versus - la
bellezza contro la barbarie”
patrocinata dalla Provincia
regionale.
Una mostra curata da Raimondo Raimondi e Giovanna
Trefiletti. Resterà aperta al
pubblico fino al 27 giugno e
sarà possibile visitarla dalle
ore 9 alle 12 e dalle 16 alle 20.
Tutti i giorni escluso la domenica. Numerosi gli artisti che

hanno aderito all’iniziativa di
Raimondo Raimondi e Giovanna Trefiletti.
In particolare Lino Baio, Salvatore Barbagallo, Mariaconcetta
Birrico, Giovanni D’Amico,
Vanessa De Grandi, Sebastiano
Dipasquale, Paolo Greco, Anastasia Guardo, Vito Guardo,
Santo Paolo Guccione, Gaetano Interlandi,, Rita Marta Massaro, Armando Nigro, Marinella Raniolo, Patrizia Trefiletti,
Cetty Urso, oltre naturalmente
Raimondo Raimondi e Giovanna Trefiletti.

«Ad oggi – ha dichiarato il sindaco, Roberto Bruno - possiamo dire
di aver raggiunto
tutti gli obiettivi
prefissati.
Inoltre
abbiamo avviato il
procedimento per
ottenere l'autorizzazione allo scarico dei reflui dopo
il recente diniego
per carenza di documenti comunicato dalla Regione a
seguito dell'istanza
presentata in precedenza da Sai8».

• società

La natura
come fonte
di creatività…
dalla pietra
alle altre
forme
di espressione
artistica
V

enerdì prossimo
prenderà
il via la seconda
edizione del workshop di scultura
“Lap – Idèo 2”
promosso dall’Agriturismo Stallaini, diretto da
Rosario Sarcià e
da Loredana La
Bianca, in collaborazione con il
Liceo Artistico
“A. Gagini” di
Siracusa e l’Atelier Skulpt 303
di Montreal in
Canada, che anche quest’anno
ha scelto il territorio ibleo, la
sua pietra bianca,
la tradizione e la
maestria
degli
scalpellini
canicattinesi per i
suoi studi.
A patrocinare l’iniziativa sono il
Comune di Canicattini Bagni,
l’Ente
Fauna
Siciliana, il Distretto turistico
Sud Est e l’Associazione Iblei in
Rete.
L’appuntamento,
che ha come scenario l’altopiano ibleo, lungo
il percorso che
conduce alla Riserva naturale di
Cava Grande del
Cassibile, e che
coinvolge artisti
internazionali e
provenienti dalla provincia di
Siracusa e da tutta la Sicilia, verrà presentato in
conferenza stampa.

società • 10

Pachino

schiera
i suoi assi all’Expo:
pomodoro,
vino e pesce, ma
anche la fondazione di Pachino,
la leggenda di
Calafarina, le nenie dei pescatori
di Marzamemi,
Vitaliano Brancati, il Festival Internazionale del
Cinema di Frontiera, l’Inverdurata e il paesaggio
caratterizzato da
spiagge
accoglienti e mare cristallino.
Venerdì 26 giugno il comune di
Pachino si presenterà
all’Expo di Milano,
all’interno
del
Cluster Bio Mediterraneo, nella
settimana gestita
dal Gal Eloro, il
Gruppo di azione
locale del sud est
siciliano, e lo farà
promuovendo il
territorio più a
sud d’Europa e le
sue ricchezze paesaggistiche, enogastronomiche
e culturali. «Vogliamo raccontare
il nostro territorio
perché siamo certi che esso possiede caratteristiche
di grande fascino – ha dichiarato l’assessore
alla Cultura ed al
Turismo, Gisella
Calì -; siamo consapevoli che le visite all’Esposizione Internazionale
rappresentano un
momento fugace per chi visita
il cluster che ci
ospita e per questo stiamo organizzando la nostra
presenza in modo
che i visitatoririmangano colpiti
dalla meraviglia
dei nostri luoghi».
Tra gli eventi previsti il racconto
della fondazione
di Pachino cantato
dall’artista
Carlo Muratori,
la realizzazione
del mosaico vegetale dell’Inverdurata dedicato a
Vitaliano Brancati, i canti tipici dei pescatori
di Marzamemi e

Sicilia • 24 giugno 2015, mercoledì

24 giugno 2015, mercoledì •

Il Comune
parteciperà
all’evento
gratuitamente grazie alle
spese coperte
dal Gal Eloro.
A rappresentare il territorio
anche il Consorzio di Tutela Pomodoro
di Pachino Igp

Pachino e Marzamemi
in vetrina venerdì
ad Expo 2015
dei vendemmiatori pachinesi e
i racconti della
leggenda di Calafarina, oltre alla
tradizione musicale locale attraverso le figure di
Saverio Ciavola e
Salvatore Dipietro. Centro focale
dell’offerta culturale sarà la presentazione della
15° edizione del
Festival Internazionale del Cinema di Frontiera,
che si svolgerà a
Marzamemi dal
20 al 26 luglio.
All’evento milanese il Comune
schiererà inoltre
i suoi assi enogastronomici: il
pesce, di cui le
acque del Mediterraneo sono
ricche, il vino,
tradizione
del
territorio con attestazioni storiche importanti e
il pomodoro, con
il celebre Igp di
Pachino. A rappresentare questa
punta di diamante, conosciuta in
tutto il mondo, ci

sarà il Consorzio
di Tutela “Igp pomodoro di Pachino”, rappresentato
dai vicepresidenti
Salvatore dell’Arte e Massimo
Pavan, che spiegano: «Riteniamo che l’Expo
sia un’occasione
importante
non
solo per esporre
in vetrina i gioielli migliori di
un territorio, ma
soprattutto, dato
il tema di questa

edizione
legato
ad una nutrizione
sana e consapevole, per lavorare in
maniera sinergica
con gli altri partner del settore e
quelli territoriali su una corretta
informazione alimentare. È infatti solo attraverso
una corretta informazione che
possiamo spiegare perché il nostro
prodotto è unico:
l’Indicazione Ge-

ografica Protetta
rappresenta il riconoscimento di
condizioni pedoclimatiche territoriali irripetibili.
Ricordiamo che
Pachino è il Comune più assolato
d’Europa secondo
i dati Enea. Questo, insieme alla
salinità dei terreni,
determina
le caratteristiche
organolettiche e
nutritive del nostro ‘oro rosso’,

apprezzate in tutto il mondo». La
grande attenzione rivolta al cibo
sarà valorizzata
anche attraverso
dei cooking show,
in occasione dei
quali gli chef del
territorio faranno conoscere le
prelibatezze del
sud est siciliano.
«L’Expo – ha dichiarato il sindaco Roberto Bruno
– è una straordinaria opportunità
per far conoscere
le nostre bellezze
e le peculiarità di
una città che si
può fregiare di un
triplice marchio
legato al food:
pomodoro, vino
e pesce. Senza
dimenticare
lo
straordinario patrimonio paesaggistico. Ci tengo
a precisare che il
costo della trasferta milanese è
integralmente finanziato dal Gal
Eloro nell’ambito
dei contributi che
ogni comune ha
ricevuto per partecipare all’Expo.
Il Comune, dunque, non sborserà
alcuna somma per
l’evento».
Saranno presenti
alla giornata milanese anche l’istituto superiore
“Michelangelo
Bartolo”, gli esercenti commerciali
del borgo marinaro di Marzamemi e alcune delle
aziende del territorio.

controllo del territorio su disposizione del Comando Provinciale Carabinieri di ragusa

Comiso: droga in casa
nuovo arresto di Zago

Sicilia 11

• società

evento

Ortigia film
festival
rende
omaggio
a Claudio
Le indagini adesso proseguiranno per
individuare la provenienza dello stupefacente Caligari

N

uova raffica di perquisizioni a Comiso da parte dei
Carabinieri, nell’ambito dei
più vasti servizi disposti per
il controllo del territorio, di
soggetti sottoposti a misure
restrittive e dei principali
luoghi di aggregazione
noti per essere spesso
frequentati da soggetti dei
soggetti dediti allo spaccio
di sostanze stupefacenti.
Nel corso di una di queste
perquisizioni, eseguita
all’interno dell’abitazione
di Gianluca Zago, 18enne
di Comiso, con l’ausilio
anche di unità cinofile
dell’Arma del Nucleo di
Nicolosi, venivano rinvenute nr.7 stecchette di
sostanza stupefacente del
tipo hashish, già suddivise
in dosi e quindi pronte per
essere smerciate e immesse
sul mercato.
Lo stupefacente era ben
occultato all’interno di un
pacchetto di sigarette, a
sua volta celato dietro il
mobiletto di uno sgabuzzino, ove sarebbe stato quasi
impossibile individuarlo
senza l’aiuto dell’unità cinofila dell’Arma composta
dal cane “Ivan”, il cui fiuto,
non appena entrato nello
sgabuzzino, veniva immediatamente attirato nel
pertugio ove era occultato
lo stupefacente. Inoltre a
poca distanza, occultato
sopra un altro mobiletto,
veniva rinvenuto anche
un coltello a serramanico,
ancora intriso della stessa
sostanza stupefacente rinvenuta poco prima e, quindi, sicuramente utilizzato
per tagliare lo stupefacente
da suddividere in dosi da

In foto, Gianluca Zago; sotto, la droga sequestrata.

spacciare al minuto.
I militari dell’Arma decidevano di sottoporre a
controllo proprio lo Gianluca Zago poiché lo stesso,
nonostante la giovane età, è
già ben noto ai Carabinieri
che nel mese di febbraio
2014, quando era ancora
minorenne, lo traevano in
arresto in flagranza di reato di spaccio poiché, nel

centro abitato di Comiso,
lo sorprendevano proprio
nel momento in cui stava
cedendo sostanza stupefacente del tipo hashish,
ossia uguale a quella trovata
oggi a casa sua, ad altri due
giovani comisani. Lo stesso
inoltre, nel mese di maggio
2015, ossia meno di un fà,
da parte dei Carabinieri
della Stazione di Comiso,

i funerali alle ore 16,00, nella chiesa di S. Lucia al sepolcro alla Borgata

E’ venuta a mancare la mamma di Rino Tona
Oggi pomeriggio alle ore 16,00,
nella chiesa di S. Lucia al sepolcro alla Borgata, saranno
celebrate le esequie della signora Letteria Privitera. La
cara estinta è la mamma di
Rino Tona, nostro concittadino

comandante dei Vigili urbani
di Noto e la suocera di Antonio
Capodicasa, collaboratore del
nostro quotidiano.
Alle famiglie Tona, Capodicasa
e Macca la redazione di Libertà
rivolge sentite condoglianze.

veniva nuovamente trovato
in possesso di gr.14 sempre
di sostanza stupefacente
del tipo hashish, venendo
segnalato alla competente
autorità.
Da notare anche che Gianluca Zago è fratello di
Francesco Zago con lui
convivente che, anch’egli,
annovera precedenti penali
per spaccio di sostanza
stupefacente, trovata sempre all’interno della stessa
abitazione ove è stata rinvenuta anche questa mattina.
Proprio per tale motivo
l’abitazione in questione è
oggetto di continuo monitoraggio da parte dell’Arma,
nell’ipotesi che la stessa
possa essere la base per
l’illecita attività di spaccio
di sostanze stupefacenti da
parte dei fratelli Zago.
Questa mattina infatti, vista
anche la sua recidività, lo
Gianluca Zago veniva tratto
in arresto per il reato di
detenzione ai fini di spaccio
di sostanza stupefacente del
tipo hashish e, dopo le formalità di rito, su disposizione del Sostituto Procuratore
della Repubblica di Ragusa,
dott.ssa Alessia La Placa,
è stato associato presso la
sua abitazione in regime di
arresti domiciliari.
Le indagini adesso proseguiranno per individuare
la provenienza dello stupefacente e per cercare
di capire se Zago sia il
componente di una più
vasta rete di spacciatori
operante sulla piazza di
Comiso. L’arresto odierno
è il frutto del continuo
monitoraggio di soggetti
noti per vivere del provento della florida attività
di spaccio di stupefacenti
e che, periodicamente,
anche se incensurati, vengono sottoposti a controlli e perquisizioni. Tale
attività di controllo del
territorio, su disposizione
del Comando Provinciale
Carabinieri, continuerà
anche nei prossimi mesi,
proprio per tenere alta la
lotta contro gli spacciatori
di droga.

L

a settima edizione
Ortigia Film Festival,
che si svolgerà dal 9 al
16 luglio, rende omaggio
a Claudio Caligari, voce
fuori dal coro del cinema
underground italiano di
recente scomparso. Fortemente realistico ed evocativo, Caligari è entrato di
diritto tra i cineasti di culto del cinema indipendente. In trent’anni di carriera
2 film realizzati e uno incompiuto. Amore Tossico
è il suo capolavoro. Girato
nel 1983 e portato al Festival di Venezia vinse il premio De Sica raccontando
la tossicodipendenza di un
gruppo di giovani di Ostia.
Il film precorse i tempi e
fu una vera rivelazione.
Ortigia gli rende omaggio
sabato 11 luglioproiettando il film all’interno del
Focus a lui dedicato. Caligari aveva appena completato il suo terzo film: Non
essere cattivo, prodotto da
Valerio Mastandrea che
aveva scritto una lettera
aperta a Martin Scorsese
perché li aiutasse a completare l'opera. Del film
saranno presentato 10 minuti di Making off realizzati da Matteo Graia in cui
Valerio Mastandrea, in veste di produttore, racconta
il progetto e come sono
riusciti a realizzarlo. Non
essere cattivo è attualmente in postproduzione.
Sempre per l’omaggio a
Caligari sarà presentato
L’ Odore della Notte, film
del 1998 interpretato tra
gli altri dallo stesso Valerio Mastandrea, Giorgio
Tirabassi e Marco Giallini. L’Odore della Notteracconta le imprese di una
banda criminale di giovani
di periferia. La così detta
Arancia Meccanica, attiva a Roma alla fine degli
anni '70. Nel pieno della
lotta armata, l'ex poliziotto Remo, interpretato da
Valerio Mastandrea, e i
suoi amici di borgata portano avanti una guerra privata contro quanti hanno
avuto la vita facile ma la
loro è una guerra destinata
alla sconfitta perché priva di una vera strategia.

attualità • 12

24 giugno 2015, mercoledì •

Sicilia • 24 giugno 2015, mercoledì

L’OSSERVATORIO

Notizie, ancora ufficiose peraltro, filtrano da Trenitalia

Stazione di Fontane Bianche
con luce e pensilina. Forse

Rimane insoluto il problema del collegamento diretto con Palermo

di Salvatore Maiorca

L

a stazione ferroviaria
di Fontane Bianche
avrà la pensilina e la
illuminazione. Lo riferisce Liliana Gissara,
consigliere nazionale di
Italia Nostra e vicepresidente della sezione di
Siracusa. Ma non si può
non aggiungere un cautelativo forse. Rimane
aperta la battaglia per
gli altri problemi del
settore ferroviario in
questa provincia. A
cominciare dal collegamento diretto con Palermo. Ma qui si entra in
un campo che richiede
un serio, concreto, incisivo intervento della
politica. E la politica
nostrana non è nè seria
nè concreta nè incisiva.
Per la questione di
Fontane bianche la
professoressa Gissara
sottolinea: “Gutta cavat
lapidem”: la goccia
(con le segnalazioni
del 2014 e del 2015)
ha scavato la pietra
dell'indifferenza alle

istanze di sicurezza e
di confort degli utenti
di un pubblico servizio:
RFI ha finalmente preso
in considerazione le
segnalazioni di Italia
Nostra per le gravi

presto darà il via ai necessari lavori. Meglio
tardi che mai!”.
Ma non è sperabile, c’è
da aggiungere, doverosamente per chi legge,
che questi lavori possa-

che ormai è già iniziata.
Tuttavia, quand’anche
questi lavori fossero
completati per la prossima stagione, sarebbe
comunque un risultato.
“Posso dire, - aggiun-

carenze della fermata
di Fontane bianche e

no esser completati in
questa stagione estiva,

ge la professoressa
Gissara, - se si vuole

Occorre con urgenza un serio, concreto, incisivo
intervento della politica. Ma la politica nostrana
non è nè seria nè concreta nè incisiva

con immodestia, di
averci visto giusto e
di essere stata la sola
a denunciare pubblicamente carenze che
erano sotto gli occhi di
tutti chiedendo, con le
giuste argomentazioni,
che queste carenze venissero rimosse. Questo, seppur piccolo,
riscontro positivo fa
ben sperare per l'apertura di un confronto
sulle problematiche del
trasporto ferroviario.
“Le cronache regionali – afferma ancora la
Gissara - documentano
il disastro della viabilità
di ogni rango: autostrade, strade statali,
provinciali, eccetera;
è giunto il momento
di un saggio e utile
recupero dell'infrastruttura ferroviaria,
insensatamente trascurata per il gommato. Il
treno, dopo decenni
di miope abbandono,
è pronto a prendersi
la rivincita con la benedizione di quanti ci
battiamo per forme di

società Il libro di Renata Drago «I figli dello Stato» edito da Arnaldo Lombardi
di Aldo Formosa
Gittarelli,
proietti,
bastardelli, espo¬sti
sono gli appellativi
riservati ai bam¬bini
abbandonati
a
Siracusa di cui si parla nei do¬cumenti
ufficiali a partire dal
1500. Il fenomeno
apparteneva pressoché to¬talmente alla
povertà che, per il
trami¬te di una pietosa «ruota» di consegna anonima, affidava alla misericordia
del¬le chiese i neonati cui era negata la
so¬pravvivenza in famiglia, oppure quelli
appartenenti alla illegittimità di «figli della
colpa».
Fenomeno oggetto di
ricerche demografiche, mediche, sociali,

Storie di bambini abbandonati
a Siracusa dal 1500 fino a oggi

Dalla “ruota” dei conventi ai traffici delle nutrici alla istituzione del brefotrofio

morali e filosofiche,
come evenienza legata al¬l'andamento
del prezzo del grano,
alle epidemie, alle
carestie, alle calamità
na¬turali. Dall'infanzia abbandonata nella
provincia di Siracusa
del secolo XVI al
fascismo si occupa
Renata Dra¬go nel libro «I figli dello Stato» edito da Arnaldo
Lombardi.
«Proprio nella nostra
epoca - avverte l'autore in pre¬messa - fortemente proiettata verso un futuro migliore,

almeno per quanto
ri¬guarda innovazioni
e scoperte mediche, le
cronache purtroppo ci
riferiscono di frequenti casi di abbandono
di neona¬ti, gettati
nei cassonetti, nelle
discari¬che, lasciati
nelle stazioni, nelle
chiese, come negli ottocenteschi 'feuilleton'
non solo nel profondo
Sud ma anche nel più
ricco e industrializzato Nord».
Alle donne era stato riservato un ospedale
«nel¬l'ambito
L'antica "ruota" per lasciare i neonati nei conventi della parrocchia di

Sicilia 13

Eppure l’utilizzo del
treno sarebbe ancor
più necessario oggi, da
quando cioè il crollo del
viadotto Imera ha reso
esasperante il viaggio
in autostrada.
Sulla Catania-Palermo
il sindaco Bianco ha
ottenuto da Trenitalia
la istituzione di sette
coppie di treni veloci al
giorno, con una disponibilità di duemila e 400
posti. Che inizialmente
erano mille e 200. Sempre al giorno. L’intensa
richiesta dell’utenza ha
portato al raddoppio
della iniziale disponibilità di posti.
Sarebbe stata roba da
nulla prolungare il collegamento PalermoCatania fino a Siracusa.

Ma Trenitalia non ha
voluto sentirne.
D’altra parte perché
Trenitalia avrebbe dovuto acconsentire se
non ha ricevuto alcuna sollecitazione
dalla classe dirigente
di questa provincia?
Nessun politico, nessun
dirigente sindacale ha
mosso un dito in questa
vicenda. Tanto meno il
sindaco Giancarlo Garozzo. Come se lui non
fosse l’amministratore
e il primo rappresentante di questa città e della
sua gente.
E ancora. C’è un progetto di velocizzazione
della tratta ferroviaria
Siracusa-Catania. C’è
da anni. Poca cosa: si
tratta soltanto di ad-

dolcire qualche curva.
Tutto qua. Il doppio
binario ce lo siamo
sempre sognato e continueremo a sognarcelo.
E il discorso torna sempre lì: l’inefficienza, la
indifferenza, l’assenza
della classe politica
nostrana.
Un esempio soltanto. Fabio Granata,
quand’era assessore
regionale del Turismo e
dei Trasporti, ottenne da
Trenitalia la istituzione
del Treno Barocco, con
l’utilizzo dei Pendolino
diesel. E fu un successo.
Dopo Granata il Treno
Barocco finì. Poi è
stato ripristinato. Ma
soltanto come domenicale. E’ così che si fa
turismo? E’ così che si
mettono infrastrutture
e servizi a disposizione
della economia locale?
Consentendosi di muoversi agevolmente la
domenica soltanto?
C’è di più. L’esigenza
di un collegamento
ferroviario efficiente è
tanto più pressante in
quanto l’alternativa del
gommato è resa pesante
dal fatto che il solo
collegamento viario
su questa tratta è nella
vecchia strada statale
115: stretta, tortuosa,
malconcia.
Ma siamo sempre lì: se
nessuna sollecitazione
si leva dalla classe
dirigente di questa provincia perché qualcuno
dovrebbe decidere di
investire per migliorare
strade e ferrovia?

le, Consunto, Moribondo, Ago-nizzante,
Famelica, Paralitica,
Miserabile. In piccoli
centri dell'entroterra
si andava da Pinocchio a Cocuzza, a
Mi¬nestra, Broccolo, Cannamela, Fava,
Aprile,
Dicembre,
Lampo, Vipera, “Cholera cessato”. Bombardamento, Epizzootica. «Tra i cognomi

più osceni - annota
l'autrice - che denotano disprezzo e totale indifferenza per
gli infelici desti¬nati
a portarli in vita cito
alcuni che colpiscono
per la loro durezza:
Aborto, Vagina, Ovaia, Emoragia, Capula,
De¬menza,
Ribaldo, Scecco, Zavorra,
Avello, Zoppa, Guercia, Storpio, Infortunio, Ficosecco, Gobbo, Mignotta, Scrofa,
Tabuto, Nulla, La
morte...».
Nel 1818 il governo
borbonico auto¬rizzò
chi lo volesse a cambiare il pro¬prio assurdo cognome. Nel
1392 il mar¬chese
Specchi a Siracusa
auspica la co-struzione nella provincia
di almeno tre orfanatrofi, finché nel 1925
il fascismo istituisce
l'Opera nazionale ma-

ternità e in¬fanzia,
abolita poi nel 1975.
Nel 1925, con procedure
d'urgenza,
Siracusa decide di
costruire un moderno
brefotrofio su progetto
dell'architetto
Lanzarotti di Catania.
In contrada Cappuccini entra in funzione
nel 1933, visitato dai
Prin¬cipi di Piemonte
che ne lodano estetica
e funzionalità. Ma non
avrà mai vita florida di
provvidenze economiche, per cui si ritiene
«utile favorire i matrimoni delle madri nubili». Insomma, anche
in pieno secolo XX,
commenta l'autrice, la
soluzione ideale per
le donne bisogno¬se
d'aiuto è il collocarle
in matrimonio, nella
convinzione che questa sia la ve¬ra naturale «vocazione femminile».

Liliana Gissara, consigliere nazionale di
Italia Nostra e vicepresidente della sezione
di Siracusa: “La goccia (con le segnalazioni del 2014 e del 2015) ha scavato la pietra
dell'indifferenza alle istanze di sicurezza e di
confort degli utenti di un pubblico servizio”
mobilità alternative e
sostenibili. Potenziare i
collegamenti ferroviari,
sia per motivi ordinari
che per motivi turisticoculturali, è ormai indifferibile.
“Basta fare un po’ di
coda alle biglietterie
di stazione – conclude
l’esponente di Italia
Nostra - per toccare con
mano la consistenza

delle richieste di un'utenza che, dopo un lungo periodo di declino,
è tornata a crescere”.
La richiesta del servizio ferroviario c’è. E’
il servizio che manca.
Un esempio: i tanti
turisti che, trovandosi a
Siracusa, troverebbero
naturale prendere un
treno per andare a visitare Noto. Ma il treno

per Noto non c’è. O, per
lo meno, ci sono pochi
treni al giorno e pure in
orari scomodi.
Tuttavia qualcosa su
questa tratta c’è. Il
problema si pone, e
pesantemente, sia per
il prolungamento di
questa tratta fino a
Ragusa e Gela sia per
la tratta Siracusa-Catania-Palermo. Per la

Da sinistra la stazione di Fontane Bianche, il Pendolino Palermo-Catania e l'autostrada delle buche Cassibile-Rosolini

San Giovan¬ni in via
Santa Maria (oggi via
Roma). Il Gargallo
nelle «Memorie patrie» lo defini¬sce
«miserabile»,
con
solo 6 letti.
Nel 1543 per il
mantenimento
dei
tro¬vatelli fu deliberata la terza parte della
gabella del pane, ma
per la crisi del 1592
il Senato abolì, anche
sotto la pressio¬ne di
disordini popolari, la
gabella. In tal modo
i gettarelli «si morivano di fa¬me», per
cui il Senato concesse 150 onze l'anno
ai Gesuiti. Ancora
una volta la sopravvivenza dei neonati
abbando¬nati, come
sarà tragicamente in
segui¬to, dipendeva
dalle ristrettezze economiche del potere.
Per approntare «la famosa bellissima statua

d'argento di Santa Lucia, e per co¬struire
un nuovo quartiere
ai soldati spagnoli in
Ortigia, la città si indebitò ulteriormente
tanto da fare ricorso
a nuove gabelle su
«ogni quartuccio di
vi-no, su ogni rotolo di
carne, su ogni “caddo
d'olio”, sul frumento, l'orzo e la fa-rina
che entravano in città,
sugli ani¬mali “con
pelo” che si vendono
e ma-cellano, sulla canapa, sulla tonnina»,
su «quolibet vermicellos et macharoni»,
sul cuoio, le pelli e le
sete» (Atti del Senato
1598).
Anche nell'800 la
sopravvivenza
dei
piccoli innocenti è
estremamente
precaria a Siracusa, legata persino alle frodi
perpe¬trate dalle balie
remunerate che arri-

vavano al commercio
clandestino dei gettarelli, morti di stenti,
con neonati di famiglie benestanti le quali
così chiu¬devano cinicamente un problema do¬mestico.
Fin dal 700 agli esposti era dato solo un
nome di battesimo.
Nel 1811 Murat decretò che si abolisse
l'antica usanza di distinguersi i proietti col
nome di esposti, che
«lascia una macchia».
A Si¬racusa i proietti assumono spesso il
co¬gnome delle nutrici, ma ancora più spesso subiscono cognomi
di fantasia. Tanto che
nel 1844 l'intendente
di Si-racusa protesta
per l'uso bizzarro dei
cognomi assurdi che
vengono affibbia¬ti
ai trovatelli: Pidocchio, Giocatore, Abbandonato, Derelitto,

Siracusa-Ragusa-Gela
c’è infatti una linea
arcaica, priva di elettrificazione, affollata
da passaggi a livello,
percorsa da vecchi locomotori con tempi che
scoraggiano qualunque
tentativo di utilizzare
questo antico quanto
affidabile mezzo di
trasporto che dovrebbe
essere il treno.
Per la Siracusa-Catania-Palermo poi è un
disastro. Basti dire che
occorre cambiare treno
a Catania. Con perdite
di tempo pesanti e
incompatibili con la
ricorrente esigenza di
andare a Palermo la
mattina, sbrigare qualche pratica e tornare
la sera.

Afflitto, Lan¬guente,
Lacrimoso, Fortuna
(special¬mente a Melilli), Palestina, Circasso, Dimenticanza,
Sventura, Incognito,
Malasorte, Miseria.
Se nella migliore delle ipotesi si arrivava a
Belviso, Vispa, Zuccherina,
Bellacosa,
Festante,
Vez-zosa,
più
frequentemente
si arrivava a Morta-

• attualità

Cultura • 14
Sarà inaugurata venerdì 26 giugno alle
ore 18.30, presso la
Galleria Regionale
di Palazzo Bellomo
a Siracusa l’installazione Un viaggio
multisensoriale nel
Seppellimento
di
Santa Lucia - Le
voci, i suoni e le atmosfere nell’opera
di Caravaggio, che
rimarrà esposta fino
al 30 agosto.Parteciperà all’inaugurazione Michele Cuppone,
ricercatore
ed autore di diverse
pubblicazioni su Caravaggio, direttore
scientifico del volume Caravaggio vero
(ScriptaManeant
2014).
L’installazione multimediale
è una rivisitazione
inedita del dipinto
realizzato da Caravaggio a Siracusa
nel 1608.L’opera offre un’esperienza di
viaggio virtuale nella storia della martire, consentendo al
visitatore di immergersi nelle atmosfere
del Caravaggio attraverso stimoli sonori, visivi, tattili e
olfattivi. La tecnica
di spazialità teatrale
del dipinto materializza le suggestioni
ispirate dal quadro e
le trasforma in racconto originale. La
voce dei personaggi,
che emergono dallo
sfondo del dipinto
per prendere parola e raccontarsi al
pubblico, ne svela i
retroscena e ne ricostruisce la storia.
Direttamente promossa dalla Galleria
regionale di Palazzo Bellomo e dalla
Regione Sicilia, Assessorato dei Beni
culturali e dell’Identità siciliana - Dipartimento dei Beni
culturali e Identità
siciliana, l’installazione il risultato di
un percorso durato
circa un anno. Nasce
dall’incontro tra la
Galleria Bellomo di
Siracusa,con il coordinamento e l’organizzazione di Fulvia

Sicilia • 24 GIUGNO 2015, MERCOLEDì

24 giugno 2015, MERCOLEDì •

Il team di sperimentazione
che ha collaborato alla
realizzazione
dell’opera ha
creato un contenitore progettuale per
questo format
di innovazione dal nome
ImageInArt

Un viaggio multisensoriale
nel Seppellimento di Santa Lucia
Le voci, i suoni e le atmosfere nell’opera di Caravaggio
26 giugno – 30 agosto, Galleria Regionale di Palazzo Bellomo

Greco e Francesco
Piazza,e l’associazione di promozione
sociale IAN – Innovative Art Network
e dall’intento comune di valorizzare il
patrimonio storico
artistico siciliano favorendo, soprattutto,
l’inclusione sociale
e l’accessibilità.
«La Galleria Bellomo – spiega Giovanna Susan, direttrice
del Museo – è attenta alle nuove forme
di comunicazione
mediate dalle tecnologie digitali: applicate ai beni culturali, esse possono
concretamente contribuire alla valorizzazione del nostro
patrimonio.
Con
questa installazione
multimediale ripercorriamo la storia
di Santa Lucia, il
cui culto popolare
a Siracusa è molto
sentito, e sperimentiamo una fruizione
delle opere d’arte
diversa, capace di

coinvolgere il pubblico non solo visivamente ma anche
attraverso altri sensi
(udito, tatto, olfatto), in modo da poter
essere accessibili in
maniera innovativa.
Contiamo che questo progetto possa
essere l’inizio di un
percorso di esplorazione artistica, culturale e di inclusione
sociale da portare

avanti con tenacia
e determinazione;
una nuova forma di
partecipazione che
consenta la fruibilità
di un’opera, per lo
più esclusivamente
visiva, al più ampio bacino d’utenza
possibile in accordo con la vocazione
del Museo, orientata
verso la didattica e
la valorizzazione del
proprio patrimonio

culturale».
Per dare vita all’installazione Un viaggio multisensoriale
nel Seppellimento
di Santa Lucia,la
Galleria Regionale
di Palazzo Bellomo
e IAN hanno scelto
come partner Strumenti Letterari e
Red Raion, giovani
realtà siciliane che
si occupano, rispettivamente, di editoria

e di grafica multimediale, e la Compagnia teatrale Trinaura, diretta da Tatiana
Alescio.
Hanno inoltre supportato il progetto
che garantisce la
fruibilità dell’opera
d’arte anche a utenti
con ridotte o impedite capacità fisiche,
l’Unione
Italiana
Ciechi, il Movimento Apostolico Ciechi, l’Ente Nazionale Sordi e Sicilia
Turismo Per Tutti di
Siracusa; la Stamperia Regionale Braille Onlus di Catania,
che ha realizzato
un bassorilievo tattile egli opuscoli in
Braille per i non vedenti. Il team di sperimentazione che ha
collaborato alla realizzazione dell’opera
ha creato un contenitore
progettuale
per questo format
di innovazione dal
nome ImageInArt,
che ha testato una
metodologia di lavoro multidisciplinare
e flessibile applicabile a diverse opere d’arte attraverso
processi di sviluppo
partecipato. “Più che
un punto di arrivo,
questa installazione intende essere il
punto di partenza di
un percorso di esplorazione artistica, culturale e di inclusione
sociale.” - spiega
Alessandro Ferro,
presidente dell’associazione IAN.

“Ingiustizia è fatta”
L’Augusta degli under
resiste solo un tempo

Sicilia 15

• SPORT SIRACUSA

L'Augusta esce a testa alta dal PalaToLive di Roma impianto prescelto dalla Divisione
per il match conclusivo della stagione, dopo la serie di ricorsi contro la decisione del giudice sportivo

S

e
ne
parlerà ancora, tra le
polemiche sulla
giustezza di una
scelta federale e
se c'è stata giustizia, quella del
campo, sia nello
scegliere di far
giocare la gara,
sia nel giocarla
con una squadra
di giovanissimi.
Alla fine il match
si è giocato, con
l’Augusta
scesa in campo con
i baby com’era
stato ampiamente
pronosticato alla
vigilia. Inevitabile, quindi, la pesantemente sconfitta dall’impari
confronto contro

la Carlisport Cogianco Genzano,
punteggio finale
20 – 2. In virtù
di questo risultato ad approdare
nella
massima
serie del futsal
nazionale è la formazione laziale.
I megaresi sono
scesi in campo
con gli Under 21
e senza il tecnico
Nino Rinaldi. Primo tempo stoico
dei megaresi che
resistono ai colpi
dei laziali per 5’
prima che si aprano le marcature
e costringendo i
padroni di casa
a raggiungere in
breve tempo il

Calcio, ancora movimenti
in casa del Città di Siracusa
Elio Gervasi è il nuovo addetto agli arbitri

U

n gradito ritorno per uno dei personaggi più stimati dagli sportivi siracusani. Elio Gervasi, è il nuovo addetto agli
arbitri del Città di Siracusa, ruolo che
aveva ricoperto in passato. Gervasi, vanta
un grande palmares nello sport, essendo
stato prima arbitro e poi guardalinee nella
massima serie e arbitro internazionale di
pallanuoto. Per otto anni è stato anche
presidente del Comitato provinciale del
Coni Siracusa.
“E’ un onore per me far parte del Città di
Siracusa – commenta Elio Gervasi – sono
felice di poter mettere a disposizione della
squadra della mia città tutta la mia esperienza. Al richiamo dei colori azzurri non
potevo dire no”.

bonus falli. Il primo tempo si chiuderà 5 a 2 per gli
uomini di Bernardi, con una doppietta del giovane
Ranno che tiene
vivi i megaresi.
Ma il caldo e le
condizioni fisiche
e numeriche hanno costretto Ortisi
& compagni ad
alzare
bandiera
bianca al 4' del
secondo tempo,
sotto per 7-2 i
neroverdi smettono di giocare in
forma di protesta
lasciando segnare gli avversari. "
Ciò che è andato
in scena lunedì
sera – commen-

ta il presidente
Andrea
Tringali - ha chiuso il
ciclo di farse andate in scena dal
15 maggio. Posso
solo dire grazie a
quei nove ragazzi
che hanno messo
l'anima
almeno
per un tempo per
poter contrastare la corazzata
Cogianco al gran
competo.
Poi la stanchezza
inevitabilmente
ha preso il sopravvento.
Sul
risultato
acquisito i giocatori
della
Cogianco

effettuavano un
possesso
palla umiliante per
i nostri ragazzi
ormai a corto di
fiato, dopo un
primo tempo sensazionale. I venti
gol nascono dalla protesta che i
giocatori hanno
attuato in campo,
quei giocatori che
seppur under 21
hanno lavorato un
anno intero con il
resto del gruppo
per raggiungere
il grande risultato della serie A,
tentando di dimostrare a tutt'Italia

il loro dissenso
a ciò che hanno
dovuto rinunciare
dopo una sensazionale stagione”.
Di umore opposto
per la promozione conseguita è il
presidente laziale
che ha dichiarato: “«La Carlisport Cogianco è
orgogliosa della
stagione fatta dai
più grandi ai più
giovani, è stato
il nostro primo
anno insieme e ci
siamo tolti soddisfazioni grandissime».
Salvatore Cavallaro

Volley femminile, in attesa di ripescaggio l’Holimpia
torna a lavoro per la crescita del settore giovanile
Poche

settimane dopo la conclusione
della stagione 2014/2015 in casa Holimpia Siracusa è già tempo di pensare al
futuro con l’obbiettivo chiaro di centrare
un 2015/2016 ricco di soddisfazioni.
In attesa di novità sul possibile ripescaggio in B1, eventualmente, se supportata
dagli sponsors, l'Holimpia potrebbe dar
vita a un'altra entusiasmante stagione di
B2 che certamente i tifosi e non solo, ricorderanno. Inoltre, la società aretusea
sta lavorando seriamente per dar continuità al progetto giovani che nella scorsa
stagione ha portato le ragazze della serie D alla conquista del salto di categoria. L’intenzione è quella di confermare
in blocco le giovani promesse aretusee,
tutte under 18, che con il prezioso aiuto
di qualche atleta più esperta ha reso possibile l’approdo in Serie C.
Ulteriore conferma dell’ottimo lavoro
svolto con il settore giovanile è rappresentata inoltre dal titolo provinciale conquistato dall’ Under 18 e dall’ottimo secondo posto portato a casa dalle ragazze
Under 16. Senza dimenticare l’impegno
massimo dedicato ai campionati di prima
divisione con Under 14, Under 13, Under
12 e mini volley.

Tutto ciò non sarebbe possibile senza
un adeguato Staff Tecnico, attualmente
composto da Santino Sciacca, Pierpaolo
Morgana, Claudio Bartoli, Roberta Licata ed ovviamente dal tecnico che tanta
gloria ha portato la scorsa stagione, Salvo
Bucello (con quest'ultimo ci sono da definire alcuni particolari), il tutto supportato egregiamente dalla Team Manager
Federica La Pira e da Alice Lombardo.
A questo punto resta da attendere solo
l’avvio ufficiale della stagione sportiva
2015/2016 Fipav, cosi da poter definire
le categorie ed i relativi organici.

SPORT • PAGINA 16 • 24 giugno

Sicilia

2015, MERCOLEDì

Soddisfazione
per il maestro
Di Mare
per i risultati
ottenuti
dai suoi atleti
in una gara
di livello
internazionale

Karate, la Rembukan di Villasmundo protagonista
all’International AustrianJunior Open
Si

è disputato a
Salisburgo
Austria presso lo
WalserfeldHalle di Salisburgo,
l’annuale edizione dell’International
Austrian
Junior Open. Si
tratta di un importante gara di
Karate
Internazionale, fra le
più rinomate nel
panorama Junior
mondiale.
Mille atleti provenienti da 146
Club
Nazionali
e Internazionali,
21 nazioni partecipanti, la nazionale Svizzera e
Austriaca giovanile al gran completo, 80 arbitri,
7 tatami di gara
questi i numeri
del Torneo che
ha dato vita a due
giorni di spettacolo e nel quale
si sono cimentati
Agonisti di tutte
le fasce di età. La
manifestazione è
stata organizzata
dal Sport Land
Salisburgo sotto

Gli allievi del Maestro Marcello di Mare società numero uno nel kumite siciliano, ha partecipato
alla competizione con tre atleti con cui ha conquistato un argento e due bronzi

l’egida del World
Karate
Federation. La Rembukan Karate di
Villasmundo del
Maestro Marcello
Di Mare società
numero uno nel
kumite siciliano,
sempre presente
a tutte le competizioni nazionali
e
internaziona-

li di rilievo, ha
partecipato con 3
atleti di alto valore tecnico piazzando una medaglia d’Argento e
due medaglie di
Bronzo. Si inizia
subito con Davide
Pizzo nella categoria -67 Kg Under 21 che confermando l’ottimo

Nuoto, la team Nuoto Siracusa
leader tra gli esordienti

G

li aretusei si
confermano leader
tra gli Esordienti B
precedendo Swim
Power Bagheria e
Città dello Sport
ai campionati regionali estivi di
Messina. Tre titoli individuali per
Aversa. Tutto secondo previsione.
Come da indicazioni della prima
giornata, la Team
Nuoto
Siracusa
fa suo il titolo per

società ai campionati regionali
estivi Esordienti
B disputati nella
piscina Cappuccini di Messina
davanti a un folto
pubblico. Bottino
ricco, quello degli
aretusei, che chiudono a quota 462
precedendo
sul
podio Swim Power
Bagheria, seconda
con 321 punti, e
Città dello Sport,
terza con 290.

stato di forma
batte nettamente
i suoi avversari
e perdendo per
4-1 la finale per il
terzo posto contro il forte atleta
della
nazionale
austriaca
Luca
Rettenbacher poi
vincitore del titolo nella categoria
e anche in quella
Open. Nella categoria Under 21
-60Kg Giuseppe
Alibrandi
dopo
aver battuto il
Tedesco Nooraga per 5-0 perde
in finale contro il
kosovaro Kesic
guadagnando una
splendida medaglia d’Argento.
Francesca Cavallaro nella categoria -53 Juniores
non le basta dare
prova della sua
grinta e determinazione vincendo
a 1-0 con la croata Vretenar, 3-0
contro l’italiana
Mastrantuono e

perdendo in finale di poule contro
l’atleta
slovena
Haberl. Ripescata nella finalina
batte per 5-0 l’italiana Schincariol
aggiudicandosi la
medaglia
d’Argento.
Contento il Maestro Marcello Di
Mare per i risultati ottenuti dai
propri atleti in
una gara di livello altissimo, atleti che non si è
fermati un attimo
in questo ultimo
mese allenandosi
duramente.
Dopo
questa
competizione
niente pause per
questi campioni
che appena rientrati sono già al
lavoro nella preparazione per il
prossimo appuntamento
agonistico importante
che sarà sabato
27 giugno presso il Palasport di
Siracusa per l’Open Internazionale di Sicilia.

Calcio, caos
Catania
sette ordini
di custodia
cautelare
emessi
per il club
etneo
La Polizia sta ese-

guendo 7 ordinanze
di custodia cautelare nei confronti di
dirigenti del Catania che avrebbero
comprato
alcune
partite del campionato di calcio di
Serie B appena concluso per consentire
alla squadra di vincere ed evitare la
retrocessione.
In manette sono
finiti il presidente
Antonio Pulvirenti, l’amministratore
delegato Pablo Cosentino, il direttore
generale
Daniele
Delli Carri e altri
quattro
dirigenti
della società che
avrebbero comprato alcune partite del
campionato di calcio Serie B appena
concluso, per consentire alla squadra
di vincere ed evitare così la retrocessione. Perquisizioni
sono in corso da
parte della Polizia a
Roma, Chieti, Campobasso e Catania
L'inchiesta è coordinata dalla Dda di
Catania.
Perquisizioni sono
in corso da parte della Polizia a
Roma, Chieti, Campobasso e Catania.
L'indagine è stata
condotta dalla Digos in collaborazione con la Polizia
postale. I dirigenti
arrestati sono accusati, a vario titolo,
di frode in competizioni sportive e
truffa:
avrebbero
comprato le partite
alterando così i risultati degli incontri
della squadra etnea
e l’esito stesso del
campionato.