You are on page 1of 164

CASA DESIGN

NUMERO 8 / 4,50 BIMESTRALE / LUGLIO

Focus sulla

CUCINA
ECOLOGICA

SANA, SOSTENIBILE
E DIVERTENTE!

RINFRESCA LA

TUA CASA

MATERIALI
NATURALI CHE LA
PROTEGGONO
DAL CALORE

20
PICCOLI

INTERVENTI
CHE FANNO
MIRACOLI

PERIODICIT BIMESTRALE

9 772284 342008

50008

Benvenuti

IN PARADISO
LUOGHI MAGICI PER GODERSI LA BELLA STAGIONE

Taking care
of light

www.marset.com

facebook/marsetbarcelona
twitter/@marsetbcn
pinterest/marsetbarcelona
instagram/@marsetbcn

14
12

10

Sommario
o
72

6 TENDENZE

10 CREATIVI
Fritz Hansen
Victor Papanek
14 A CASA DI
Per chi sa godersi la casa
20 MAESTRI
Mies van der Rohe
24 EVASIONI
Godersi la bella vita
28 PROGETTI
Paradiso caraibico

Sana, sostenibile, divertente.


Nutrirsi bene non mai stato
cos facile ed ecofriendly. Tutto
grazie a un buon design.

62

Case

20
122

LA CUCINA
ECOLOGICA

136

72 IN CERCA DELLA LUCE


Valentn de Madariaga ha creato una casa ricca di grandi
aperture che catturano la luce del Mediterraneo.
92 SEGNI DEL TEMPO
Volumi bianchi, terrazze e patii abbracciano vecchio
e nuovo in questo progetto di Pedro Domingos Arquitectos.
108 GIUNGLA DI CRISTALLO
Una casa di Fernanda Marques Arquitetos con ambienti
trasparenti per godere di una natura esuberante.
122 PASSO DI MARE
Il progetto di Mathieu Luyens, Julie van De Keere e Maria
Carreo dialoga con un abbacinante paesaggio marittimo.
132 SPIRITO CAMPESTRE
Le texture naturali sono protagoniste in questa casa di Isay
Weinfield e Obra Prima immersa nella campagna.
VIVERE CASA

&

DESIGN

145

Pubblicazione periodica bimestrale


Pubblicazione periodica bimestrale
Direttore editoriale Soledad Lorenzo
Redazione e amministrazione
RBA ITALIA SRL
Via Roberto Lepetit, 8/10
20124 - Milano
Direttore responsabile Giorgio Rivieccio
Graca Fernanda Ambrosio, Joan Manel Jubany
Coordinamento editoriale Anna Franchini
Traduzione e adattamento STUDIO FESTOS
Fotograa Cordonpress, Enrique Menossi, Eugeni Pons, Esto, FG+SG,
Gaelle Le Boulicaut, Gtresonline, Juan Rodrguez, Latinstock, LinneaPress,
Living4media, LivingAgency, Manuel Gomes da Costa, Photofoyer, Roland
Halbe, Rue des Archives, Taverne, Vega, VEGAP, Verne, View, Zumapress.

Editore RBA ITALIA SRL


Via Roberto Lepetit, 8/10
20124 - Milano
Tel. 0200696352
Direttore generale Stefano Bisatti

24

58

Pubblicit

Publistampa S.r.l.
Corso Vercelli, 25
20144 - Milano
Tel. 02.5737171 e 02 5469893
Fax 02 54107522
Stampatore
NIIAG S.P.A. - Beprinters
Via Zanica, 92
24126 - Bergamo
Distribuzione
PRESS-di distribuzione STAMPA & multimedia
Via Mondadori, 1
20090 - Segrate (Milano)
Registrazione presso il Tribunale di Milano n 101 del 21/3/2014
ISSN: 2284-3426
2014 Rba Italia srl
Servizio arretrati
Avete perso un numero di Vivere Casa & Design?
Ecco come richiederlo. Chiamate il numero 045.8884400
Altrimenti inviate una mail a collez@mondadori.it.
Oppure un fax al numero 045.8884378.
O scrivete a Press-di Servizio Collezionisti
Casella postale 1879, 20101 Milano

145

32 INTERVISTA Renzo Piano


38 RISTRUTTURAZIONI 20 piccole modifiche
44 LOW TECH Materiali che rinfrescano
48 CASA SANA Benessere sotto le luci
52 DOSSIER 50 trucchi per una distribuzione perfetta
58 ARMONIA Una casa rivitalizzante
62 SPECIALE La cucina ecologica
145 GUIDA AL DESIGN Talento accessibile
154 NEW CONTRACT
158 BIEN VIVRE
160 SCHEDE TECNICHE
162 INDIRIZZI

132

154

TENDENZE

LA VITA FELICE

Ottimismo, vibrazioni positive, gioia di vivere... sono alcune


delle sensazioni trasmesse da questi mobili e lampade,
che sono stati creati con testa e cuore, due organi vitali per
quanto concerne il design.

MONOVOLUME
Konstantin Grcic ha vinto un Compasso dOro con
la sedia Myto, disegnata per Plank, una seduta
monovolume in cui ha sviluppato forme e tecnologie
innovative, come ha fatto per gli sgabelli Miura,
con cui stato capace di dare un sorprendente giro
di vite formale a questa tipologia.

VIVERE CASA

&

DESIGN

GRANDI ORECCHIE
La poltrona Tabano frutto della
collaborazione di Patricia Urquiola con
B&B Italia. Il suo aspetto fortemente
connotato non passa inosservato.
Urquiola sembra rendere omaggio
ai grandi maestri e allo
stesso tempo dare un
tocco di ironia al suo
lavoro. Anche se, in
realt, queste grandi
orecchie sono pi di un
elemento estetico: sono un
compromesso con la comodit.

CERAMICA
ILLUSTRATA
La collezione Pattern
Diary opera di
Rene Rossouw, in
collaborazione con
Bosa Ceramiche
Italy, un progetto
diretto dai designer
Jaime Hayn e Matteo
Zorzenoni. Rossow ha creato
diversi motivi in blu e rosso per
questo set di piatti e brocche.

SENZA NOSTALGIA
Nonostante levocativo nome della collezione che Eugeni Quitllet ha disegnato per Vondom, Africa, le sue
linee non fanno concessioni allarredamento coloniale,
ma hanno unapparenza contemporanea e sono create
con materiali resistenti e funzionali per esterni.

LA LEGGE DEL LEGNO


La panca Groove, in legno massello di abete canadese, esprime
semplicit, equilibrio e simmetria. Presenta una trave orizzontale,
sostenuta da due basi di appoggio inclinate e articolate.
Piero Lissoni, che lha disegnata per Porro, ha fatto di questa
essenza proveniente dallAmerica del Nord, dalla grana
particolare e privo di imperfezioni il centro del suo progetto.

IL DIVANO, RE DEL
SALONE, UN PEZZO
CHE DA SOLO DONA
CARATTERE A TUTTA
LA STANZA

UN TENERO ABBRACCIO
Se c un mobile che non pu nascondere la sua personalit, questo il divano.
Pu essere accogliente, rilassante, serio, monacale... o tenero, come il sistema modulare di divani
(Love Me) Tender che Patricia Urquiola ha creato per Moroso. foderato in jersey, la struttura
in alluminio e presenta gambe sottili in legno e, a richiesta, tavolini dappoggio.
VIVERE CASA

&

DESIGN

6
7

TENDENZE

ANIMALI SOLIDALI
Questi colorati animali sono stati disegnati da Consuelo Castiglioni,
fondatrice del marchio di moda Marni. Il progetto possiede un lato
solidale poich ha richiesto la collaborazione di un gruppo di donne
colombiane che hanno realizzato anche 180 sedie messe in vendita
per sostenere la loro educazione e quella dei loro gli.

MODULARIT ALLESTERNO
La linea da esterni Lawrence, formata da sedute modulari, poltrone, pouf
e tavolino, fa parte del catalogo Unopi. La struttura in fusione di alluminio color
grate, rivestita di bra sintetica WaProLace intrecciata a mano.
I cuscini, sfoderabili, sono in tessuto al 100% acrilico Tempotest color bianco
sporco o grigio cenere mlange.

NEL MONDO DEL


DESIGN NON ESISTONO
COMPARTIMENTI
STAGNI. LE IDEE
CIRCOLANO LIBERE
E SI CONTAGIANO

SPIRITO SPORTIVO
Questa una seduta in cui lasciarsi cadere per immergersi in una beata comodit. La poltrona DS-110
stata realizzata dalla stretta collaborazione fra
lazienda svizzera DeSede e il designer Alfredo Hberli,
che ha reinterpretato le forme e la perfetta ergonomia
di unautomobile sportiva classica.

TENDENZE

GEOMETRIA
La linea retta connota questo versatile divano
di Ethnicrat, il modello ET201, sostenuto da una solida
struttura in legno. Il legno il materiale pi usato da
Ethincrat, unazienda che ha molto a cuore le questioni
ambientali ed attenta ai criteri di sostenibilit lungo
lintera catena di produzione e distribuzione.

OMAGGIO ALLA TRADIZIONE


Il designer Giorgio Bonaguro, che ha lo studio a Milano,
ha intrapreso una ricerca personale sul vetro. I vasi Tapia
vogliono essere un omaggio allopera di maestri come il
nordico Tapio Wirkkala e al lavoro dei mastri vetrai italiani.

IN EQUILIBRIO
Roche Bobois ha aggiunto
alla collezione Les Contemporains la sedia
Svel, disegnata
da Cedric Ragot,
che rende onore al nome
della collezione.
fabbricata in resina di
poliestere con nitura
lucida, mat o brillante,
e ha gambe in legno
di rovere massello.
Leggerezza e solidit
in equilibrio.

OGGETTO IBRIDO
Con la radiosveglia Hybrid, prodotta da Lexon, il designer
Mathieu Lehanneur fonde la magia dei mezzi di comunicazione con un apparecchio arcaico. Sostiene che Lintelligenza digitale combinata qui con la
materia prima, quello che potremmo chiamare Smart & Craft.

MURO CONTENITORE
Privo di maniglie e con porte girevoli, larmadio Conca di Lema si integra
in qualsiasi ambiente grazie alle sue linee semplici e lapparenza discreta.
Le ante in laminato possono essere rinite in qualsiasi colore del catalogo
dellazienda. Nellimmagine, color Avio in melamina di larice Moka.
VIVERE CASA

&

DESIGN

CREATIVI

Azzardo tecnico.
Arne Jacobsen ha
sfruttato le possibilit
della tecnica di
laminazione del legno
per produrre una sedia
impilabile, leggera e
durevole, il cui design
sempre allavanguardia.

SESSANTANNI
DI UNICONA

La Serie 7, creata da Arne Jacobsen per Fritz Hansen, incarna


come pochi altri oggetti lelegante semplicit del design nordico.
Nel 2015 celebra il suo 60 compleanno con due edizioni speciali.

viluppata a partire da un altro


classico del design contemporaneo
creato da Arne Jacobsen, la sedia
Ant, la Serie 7, lanciata nel 1955, di gran
lunga il modello pi venduto di Fritz
Hansen, e probabilmente della storia del
mobile. Il suo autore ha sfruttato sino in
fondo le possibilit della tecnica di laminazione del legno perfezionata negli anni
Venti e Trenta da Sren C. Hansen, nipote
del fondatore della compagnia, Fritz Han-

10

VIVERE CASA

&

DESIGN

sen. Per celebrare i sessantanni di pieno


vigore di questa icona del design nordico,
lazienda ha lanciato due edizioni speciali
che saranno disponibili esclusivamente durante il 2015: una sedia blu scuro
con gambe laccate e unaltra rosa pallido con gambe bagnate in oro. Entram-

be le versioni sono ispirate alla palette di


colori originale creata da Arne Jacobsen
nel 1968. Vi sono oggetti per cui il tempo
sembra non passare mai. n

Ed anche il nostro modo di mettere alla prova Dekton.


Sottoponendolo a uno sforzo senza limiti,
sdandone performance, tecnologia e design allinnito.
Create tutto quello che volete, con DEKTON si pu.

10
G

AR

ANNI

Un torneo del Grande Slam si vince con migliaia di battute,


forza e carattere no alla ne, no alla prova decisiva.

ANZ

IA

COLORE AURA NATURAL Collection

DEKTON IS UNLIMITED.

WWW.DEKTON.COM

COSENTINO VENEZIA Sede Centrale: Amministrativa e Deposito Via Trentino Alto Adige 69 | 30030
Cazzago di Pianiga | VE | 30030 | T. +39 041 510 30 96 | F. +39 041 41 39 25 | italia@cosentino.com
COSENTINO MILANO SRL Via Papa Giovanni XXIII, 57 | 20090 | Rodano | Milano | Italia
T +39 02 9532 8404 | F. +39 02 9532 1346 | milano@cosentino.com
www.cosentino.com / www.dekton.com

CREATIVI

PIONIERE DELL
ECODESIGN
Victor Papanek (1923-1998)
passato alla storia grazie
al libro Design for the Real World
(1971), caposaldo in materia di
ecodesign e sostenibilit.
La sua eredit stata di recente
rivendicata in un simposio a Vienna.

el libro Design for the Real World. Human Ecology


and Social Change, Papanek, designer, antropologo, scrittore e professore, critic i suoi colleghi
designer, accusandoli di realizzare lavori di cattiva qualit, di essere troppo preoccupati da questioni stilistiche,
di sprecare le risorse naturali e di dimenticare le proprie
responsabilit sociali. Dopo essere stato pubblicato, il libro
venne messe in ridicolo e disprezzato dai designer, mentre
Papanek fu oggetto di duri attacchi e venne escluso dalle
conferenze sul design. Nel 1985 il suo libro era stato tradotto in pi di venti lingue ed era lopera sul design pi

letta al mondo. Il suo lavoro inaugur una linea di pensiero ecologico fra i designer e si trasform in un punto di
riferimento in materia di ecodesign e sostenibilit. Nella
seconda edizione (1984), Papanek affront problemi che
ancora affrontiamo, come le disastrose conseguenze
delleccesso di imballaggi e la crescente obsolescenza
tecnologica, e sottoline il ruolo di responsabilit che
i designer potrebbero ricoprire. Dal suo punto di vista,

tutti abbiamo a che fare con i problemi ecologici e tutti


possiamo contribuire a migliorare lambiente in base al
ruolo che ricopriamo nella societ. n

Lunica cosa
importante del
design come
si relaziona
con le persone
Visionario. Papanek fu un
pensatore visionario e affront
questioni su design e ambiente di
cui ancora oggi ci preoccupiamo.
Non a caso, lo scorso maggio
lUniversit di Arti Applicate
di Vienna (MAK) gli ha dedicato
un simposio in cui ha trattato
le origini del design sociale
e il contributo di Victor Papanek
in questo ambito creativo.

Ci sono 1000 raggioni per scegliere questa serie.


E 1648 diverse combinazioni.

La differenza ha nome, Gaggenau.


I moduli VarioCooling della Serie 400 possono essere combinati in
uninfinit di varianti per ottenere unelegante parete di refrigerazione personalizzata e sempre diversa. Centri di raffreddamento e
congelazione, combinazioni frigo-congelatore e vino-cantina:
I VarioCooling Serie 400 possono essere progettati senza cedere
ad alcun compromesso. Inoltre, grazie agli interni in acciaio inox,
alla nuova illuminazione LED ed alle eccezionali dotazioni interne,
ogni modulo risulta ancora pi ampio e funzionale, proprio come
esige ogni professionista. Gaggenau pu quindi soddisfare anche
le esigenze pi complesse.
Per maggiori informazione e lelenco dei nostri collaboratori, visiti
il sito web di Gaggenau: www.gaggenau.it. Siamo anche a sua
disposizione nel nostro Showroom presso la Design Elementi in Via
Lazzaretto 3, Milano.

A CASA DI

PER CHI SA

GODERSI
LA CASA

Questa casa, costruita nel decennio 1920,


diventata labitazione della graphic designer
Maaike Kosher, di suo marito e dei loro due figli.
Il bianco e la luce naturale illuminano la vita
di questa giovane famiglia olandese.
TESTO: NGELS MANZANO FOTO: JELTJE JANMAAT/HOUSE OF PICTURES/BASSET IMAGES

14

VIVERE CASA

&

DESIGN

A CASA DI

1
2

ella citt costiera di Haarlem, Paesi


Bassi, a soli 20 chilometri da Amsterdam, non sono molte le giornate di
sole, perci architettura e design di questa
regione cercano di esaltarle, come in questa
casa progettata per la graphic designer Maaike Kosher, suo marito, il dirigente Jeffrey
Nicolai, e i due figli, Beau e Luca, di quattro
e due anni. Ci che prima di tutto colpisce

quando si entra in questa abitazione di 220


metri quadri sviluppata su tre piani sono il
biancore e la luminosit che emana. Ma-

aike, che ha qui il suo studio di grafica, spiega il motivo per cui ha scelto il bianco come
protagonista della gamma colore: Amo il
bianco e la luce, sono entrambi molto importanti per me. Nel mio lavoro come graphic
designer devo spesso litigare con uninfinit
di colori e con tempi troppo stretti. Lavorare
da casa in uno spazio bianco mi dona tranquillit e ispirazione. La professione della
1. Studio di design. Ubicato allultimo piano,
stato arredato con le sedie Plastic Chair, degli
Eames, prodotte da Vitra. 2. Salotto. Linee sobrie ed eleganti giocano un ruolo da protagonista
fra i mobili del salotto. Lampada Tolomeo, di De
Lucchi e Fassina per Artemide. 3 e 4. Gioco da
ragazzi. Per uninfanzia felice. 5. Camino. Poltrona Lounge, degli Eames, prodotta da Vitra.

A CASA DI

2
2

1
1

NOTE DI COLORE BILANCIANO


IL REGNO ASSOLUTO DEL BIANCO

1 e 2. La stanza del glio. Il verde del baule riciclato e


dellarmadio antico danno un tocco di vitalit alla stanza di
uno dei bambini. 3. Cucina e sala da pranzo. Il punto di
ritrovo di tutta la famiglia. 4 e 5. Oggetti molto personali.
Ognuno di essi contribuisce a dare personalit alla casa.

padrona di casa traspare da ogni angolo: dalle stampe


grafiche di alcuni accessori tessili alle iniziali che decorano le stanze di Beau e Luca, passando per le serigrafie
che abbelliscono le pareti e attirano lo sguardo. Ogni
dettaglio e ogni pezzo di arredamento rispecchiano il
sapiente gusto estetico di Maaike, che ha scelto personalmente tutti gli oggetti presenti in questa bella casa
e ha diretto la progettazione degli interni. I pezzi vintage

convivono in armonia con il design attuale, come in una


rivendicazione della diversit e della libert di scelta.

A CASA DI

4
2

Invito al gioco. La stanza di Luca, che ha soltanto due anni, stata


progettata per offrire al bambino la serenit di cui ha bisogno per
riposare e integra elementi ludici che contribuiscono ad accendere
la sua immaginazione attraverso il gioco: una scatola di cartone, lampade a forma di fungo e peluche che chiedono solo qualche coccola.

1
1

IL TERRITORIO DEI BAMBINI


RICREA UN MONDO LUDICO

La poltrona Lounge, degli Eames, sembra concepita


per offrire riposo accanto al camino di marmo depoca
di una delle zone giorno, mentre il baule e larmadio
antico della stanza di Beau, dipinti in un acceso verde
erba, si inseriscono alla perfezione in uno scenario tinto
di bianco. Nulla sembra essere fuori luogo: lampade,
tappeti, tavoli e sedie si integrano e dialogano fra loro,
nonostante appartengano a stili ed epoche differenti.

I materiali naturali, come il legno di alcuni tavolini, il


feltro che riveste sedie, divani e poltrone o i tappeti in
lana di pecora che ricoprono i pavimenti, aiutano a riscaldare lambiente nonostante il bianco neve che regna
su superfici, infissi e sul pavimento di legno che ricopre
tutte le stanze della casa: i 220 metri quadri si suddividono fra piano terra, primo piano e mansarda. Al piano
VIVERE CASA

&

DESIGN

17

A CASA DI

I GENITORI HANNO IL PROPRIO


REGNO AL PIANO MANSARDATO

inferiore si estende uno spazio diafano che accoglie le


aree comuni: cucina, sala da pranzo, un piccolo bagno,
la zona del camino e un grande salotto. Al primo piano,
le due camere dei bambini, che si aprono su una piccola
terrazza, un bagno condiviso e uno studio professionale
da fotografo. Al piano mansardato si trova il regno della
coppia, con una suite in cui camera da letto e bagno
condividono uno spazio diafano e lo studio di grafica
di Maaike, un continuo omaggio al colore bianco. Que-

sta suddivisione razionale permette a ogni membro


della famiglia di poter disporre di un proprio spazio, il
che contribuisce alla pace familiare e permette a Maaike di isolarsi nel suo studio senza essere interrotta
n disturbata da nessuno. Lavorare a casa afferma la

designer aiuta a conciliare vita familiare e lavorativa,


ma per farlo fondamentale disporre di un luogo adatto
e privato, in cui ci si possa isolare totalmente dalla vita
domestica mentre si sta lavorando. Questa una famiglia che sa veramente godersi la propria casa. n

1. Bagno dei piccoli. Il lavabo, di Duravit, appoggiato su un bancone riciclato in legno. 2, 3 e 5. Bagno
dei grandi. Il lavabo in marmo. La vasca si trova sotto la finestra per sfruttare al meglio la luce naturale.
4. Camera da letto. Il letto e la testiera imbottita donano
calore alla camera, organizzata come una suite.

3
4

18

VIVERE CASA

&

DESIGN

MAESTRI

ILGRANDE

Mies

Fra tutti coloro che vengono considerati i padri dellarchitettura moderna, Mies van der Rohe sicuramente
nte
are
era il pi cosciente del suo ruolo di innovatore. Attraverso il suo instancabile lavoro si sforzato di elaborare
nouna disciplina che esprimesse le virt del presente con lobiettivo di creare solide basi per il futuro. Una monolio.
grafia recente ed esaustiva ripercorre la traiettoria esemplare del maestro secondo il quale meno meglio.
TESTO: RAFAEL HERNNDEZ RITRATTO: PER CORTESE CONCESSIONE DI KNOLL

MAESTRI

FOTO CORTESIA DI PHAIDON

Larchitettura
la volont
di unepoca
tradotta
in spazio

Lo spirito dei tempi.

SCALA ARCHIVE

spirito dei tempi, poich obiettiva e non


viene influenzata dallindividualismo n
dalle fantasie personali.
Negli anni giovanili Mies van der Rohe
avrebbe denito il suo modo di intendere larchitettura; dimostr un vivo interesse per i
materiali, per origini e limiti tecnici che pi
avanti avrebbe esplorato. Lo stesso architet-

to ricordava come, in uno dei suoi viaggi nei


Paesi Bassi, mentre visitava la Borsa di Amsterdam, cap di dover acquisire come principio fondamentale dellarchitettura la nozione
di chiarezza nella costruzione. Facile a dirsi,
ma molto complesso da mettere in pratica con

SCALA ARCHIVE

VIEW PICTURE
S

ies van der Rohe sarebbe molto critico se per qualche istante potesse
vedere la deriva personalista che
ha preso gran parte dellarchitettura pi
rappresentativa del nostro tempo. Infatti
riteneva che, prima di tutto, larchitettura
appartenesse
a unepoca e non a un indiviappa
duo; oggi, quelli che veng
vengono
socialmente
g
proclamati gli astri dellarchitettura
hanno
dellarr
e sociale che
eclissato il senso globale
gloo
rappresenlopera architettonica
architettt
tava ai suoi occhi.
occc Van der Rohe
considerava larchitettura il
guardiano pi fedele dello

Mies riteneva che


larchitettura appartenesse
pi allepoca che allindividuo.
In alto, il complesso
Westmount Square
a Qubec (1967). A sinistra,
bozzetto della sedia
Tugendhat e poltrona Brno
(Knoll). In basso, prospetto
di casa Farnsworth a Plano,
Stati Uniti (1951).

MAESTRI

assoluta fedelt, soprattutto nella parte strutturale di una costruzione. Nei suoi progetti la
struttura non era un elemento da nascondere,
ma anzi da mostrare; pensava che al disopra di
qualsiasi necessit funzionale di un edicio si
trovasse sempre la stabilit, e non contemplava
lidea di un progetto in cui la parte strutturale
venisse nascosta: al contrario, pretendeva nei
suoi progetti di smascherare e sottolineare
lo erano, e di ridurre questi ultimi alla minima
espressione. Mies van der Rohe progettava

collocando gli elementi divisori intelligentemente: riusciva a separare gli spazi senza
bisogno di collegare le pareti perimetrali tra

FOTOS CORTESA DE PHAIDON

gli elementi portanti rispetto a quelli che non

Chiarezza innanzitutto.

SCALA ARCHIVE

Sopra, palazzo Seagram


a Manhattan, progettato
in collaborazione con Philip
Johnson (1958). A sinistra,
appartamenti Lake Shore
Drive a Chicago (1951)
e copertina del libro Mies,
di Phaidon. Sotto, casa
Farnsworth e la poltrona
S533 (1927), prodotta
attualmente da Thonet.

impossible andare avanti guardando


indietro; chi vive nel passato non pu avanzare.

MAESTRI

LO SGUARDO PI
PROFONDO E COMPLETO
Lultima e sicuramente pi approfondita
monografia dellarchitetto stata
pubblicata recentemente dalla casa
editrice Phaidon. Miess il risultato
di pi di dieci anni di intensa ricerca
da parte del suo autore, lo scrittore
Detlef Mertins, che risponde
a un bisogno sorto dalla passione
per il lavoro dellarchitetto tedesco.
Con un testo molto leggibile, una
struttura cronologica e unampia
illustrazione (pi di 700 disegni originali),
unopera di estrema chiarezza, come
probabilmente avrebbe riconosciuto
lo stesso Mies van der Rohe.

loro o al softto, n erano necessarie porte per


comprendere e utilizzare questi spazi. In questo modo rendeva protagonista il contenitore e
non il contenuto. In tutti i progetti illustrati in
questo articolo possiamo identicare sia gli elementi la cui funzione strutturale, sia quelli in
cui non lo ; ovviamente tutti quanti sono stati
progettati con un senso funzionale, estetico o
compositivo che apportasse chiarezza allinsieme. Mies van der Rohe sicuramente non si

perch nata dai principi classici dellordine


strutturale, della relazione spaziale e dalla proporzione; radicale poich sfruttava al massimo
le forze motrici dellepoca: scienza, tecnologia,
industrializzazione ed economia. n

Icone della modernit.


Sotto, casa Farnsworth.
Sopra, la Neue
NationalGalerie a Berlino,
inaugurata poco dopo la
morte dellarchitetto (1968).
Nellimmagine in alto,
il padiglione tedesco per
lEsposizione Universale
di Barcellona del 1929,
uno degli edifici che cre
meno code grazie
alla sua struttura aperta.

FOTO CORTESIA DI PHAIDON

sarebbe minimamente sorpreso a sentir denire la sua architettura come conservatrice


e, allo stesso tempo, radicale. Conservatrice

LA BELLA VITA

BICICLETTA DI DOT
S OBJECT

HOTEL HABITA MXICO. FOTO UNDINE PRHL

godersi

Finalmente estate. Queste sono le mete che proponiamo per rompere con la monotonia,
in spettacolari ambienti naturali o in oasi urbane. Luoghi concepiti per offrire piaceri autentici,
come la vista di un tramonto, un bagno in mare o unavventura emozionante.
TESTO: CAROLINA MAN

ANANTARA HOTELS

TERRAZZA DELHOTEL VONDOM

EVASIONI

EVASIONI

ESSENZA MEDITERRANEA
Lo scenario offerto dallhotel Ekies All Senses Resort, situato di fronte a una baia privata
dalle acque cristalline, nella localit di Vourvourou, sulla penisola di Sithonia (Grecia), non
pu essere pi adatto per evadere e trovare
la calma necessaria per ricaricare le pile. Il
design ispirato alla tradizione mediterranea: superci bianche, legni recuperati, mobili
che combinano grandi nomi del design, come
Verner Panton o Eero Saarinen, con pezzi artigianali, e tocchi di colore nei tessuti per rompere con il biancore predominante. Un arredo
privo di stridori. Il mare sempre a portata di
sguardo, come una promessa di freschezza
e avventura. Una spa con trattamenti naturali, perch qui la natura la star del luogo.
Lhotel Eikes offre il lusso dellessenziale, il pi
esclusivo per coloro che sanno apprezzarlo.

Invito alla calma. Gli spazi aperti e in contatto


con il paesaggio, il tocco morbido
dei materiali naturali, ispirano una vita rilassata.
Nella zona lettura, larredo assume
una certa aria pop e sovrappone note di colore
al bianco predominante.

UN AMBIENTE FEDELE
ALLA SEMPLICIT
DELLA TRADIZIONE
MEDITERRANEA,
ARRICCHITO CON
I CLASSICI DELLA
STORIA DEL DESIGN

PRIVACY IN THAILANDIA
Koh Samui unisola della provincia di Surat Thani, situata sulla costa est dellistmo
di Kra in Thailandia, vicino alla citt di Surat
Thani. Su samuivillasandhomes.com si pu
scegliere e prenotare una delle cento lussuose residenze che vi si trovano.
Si tratta di bellissime abitazioni con la privacy che alle volte manca in hotel o resort,
caratterizzate da unarchitettura e da un
design contemporanei capaci di soddisfare
diverse sensibilit. Tutte queste ville, di differenti dimensioni, sono vicine al mare e hanno piscina e servit. Lusso, in questo caso,
scritto a lettere cubitali.

Abitare in paradiso. Tutte le ville di Koh


Samui hanno in comune il protagonismo dei
materiali naturali e un gusto squisito nella
selezione dei mobili. In basso, unedizione
limitata del Surfboard Grooming Kit, con tutto
il necessario per incerare le tavole da surf.

YL RESIDENCE N 17 MARKET BY LUXURY VILLAS AND HOMES

OGNUNA DELLE
CENTO VILLE DI
SAMUI OFFRE
ARCHITETTURA E
INTERNI ESCLUSIVI,
DAL DESIGN ATTUALE

26

VIVERE CASA

&

DESIGN

EVASIONI

UNISOLA
DENTRO UNISOLA
LAmmos Hotel un miniresort affacciato su
una spiaggia di sabbia ne, lontano dal trambusto della citt, ma a soli cinque chilometri
dal magnico porto di Hania, sullisola di Creta.
Gli interni contemporanei sono stati progettati
dallarchitetto greco Elisa Manola e dallalbergatore Nikos Tsepetis. Nikos un appassionato
di design che viaggia spesso in cerca di novit e pezzi vintage per larredo del suo hotel.
Lultimo acquisto unimpressionante collezione di sedie per la sala da pranzo, rmate da
Prouv, Tapiovaara, Ercol, fratelli Campana,
Franois Azambourg, Adam Goodrum, Nendo e Tom Dixon. Questa collezione eclettica
un riesso dello spirito che impronta il design
dellhotel. Ma il fascino dellAmmos Hotel non
si esaurisce nel design: lattenzione personale
verso il cliente un altro dei suoi pregi.

XXXXXXXX
XXXXXXXX
XXXX

Allegro repertorio.
I piatti in ceramica sono
dellartista greco
Konstantinos Kakanias.
Mosaici di Bisazza.
Le diverse sedie della
sala da pranzo sono
rmate da grandi nomi
del design. Poltrona
verde Shadowy, di Tord
Boontje per Moroso.
Sandali di Igor.

DESIGN HOTELS

IL PROPRIETARIO DI AMMOS UN
APPASSIONATO DI DESIGN CHE VIAGGIA
IN CERCA DI NOVIT E PEZZI VINTAGE

PROGETTI

PARADISO CARAIBICO
Immersa nellambiente naturale dellisola di Saint Barthlemy,
questa casa di Johannes Zingerle vanta un design spogliato tanto
dellarchitettura quanto dellarredo, con spazi che si stemperano
nella vegetazione, il cielo e le acque turchesi delloceano.
Lidea cedere il ruolo da protagonista a un paesaggio abbagliante
che il vero artece del lusso di questo progetto.
TESTO: CAROLINA MAN. FOTO: GAELLE LE BOULICAUT.

isola francese di Saint Barthlemy,

bagnata dalle acque turchesi e cristalline dei Caraibi, circondata


dalla barriera corallina e con una media
di 300 giorni di sole allanno, il luogo
scelto da alcuni dei pi ricchi e famosi
del pianeta per trascorrere le vacanze, fra
questi i Rothschild, i Clinton e George
Clooney. Fra le 400 ville private che si
inerpicano sul terreno vulcanico, quella

di cui ci occupiamo appartiene a Poupette


Giraud, proprietaria dellesclusivo brand
di moda Poupette, che si trova solo in localit esclusive come Saint-Tropez, Miami
e Saint Barthlemy. Poupette una delle
poche proprietarie che possano affermare di aver conosciuto lisola quando
ancora era un paradiso vergine, e perci

ha voluto che nella sua casa larchitettura


rendesse omaggio alla bellezza dellam-

PROGETTI

Bianco caldo.
La sala da pranzo e il
tavolo sono stati disegnati
dallarchitetto e dalla
proprietaria e realizzati con
legno riciclato proveniente
da un ponte balinese.
Il divano e i pouf del salone
sono di Gervasoni.
Sul terrazzo, poltrone
ispirate al design
scandinavo prodotte a Bali.
La vista dalla piscina
spettacolare.

LARCHITETTURA PENSATA PER


PROTEGGERE LA CASA DAGLI URAGANI

PROGETTI

Celebrare il trascorrere
del tempo.
Larchitetto e la sua cliente
hanno scelto legno e pietra
poich sono materiali vivi
che sanno invecchiare bene.
Nel bagno di cortesia (a
destra), la presenza di uno
specchio di stile veneziano
introduce una nota
rafnata nellambiente.

biente lasciandole il ruolo da protagonista.


Per costruire la sua residenza si afdata
allarchitetto Johannes Zingerle, che spiega
che costruire a Saint Barthlemy comporta delle difcolt poich la normativa per
quanto riguarda le misure di sicurezza da
adottare a causa degli uragani ricorrenti
e per la protezione dellambiente molto
rigida. Gli edici devono essere costruiti
in cemento, lunico materiale che venga
prodotto su questisola, e bisogna evitare tetti che non siano piatti. Larchitetto,

come la sua cliente, ritiene che lestetica del


cemento sia fredda e che non si adatti allidea di calore che entrambi pensano debba
trasmettere una casa per le vacanze. Per
risolvere questo problema, si sono serviti
del legno in alcuni casi riciclato da costru-

IL CEMENTO IMPOSTO DAI


REGOLAMENTI EDILIZI STATO TINTO DI
BIANCO PER DONARE LUMINOSIT
30

VIVERE CASA

&

DESIGN

PROGETTI

Padiglioni collegati.
La casa si sviluppa su un solo
livello. Il volume principale
occupato dalla zona giorno,
mentre le camere da letto
sono situate nei padiglioni
annessi, collegati dal portico.
Nel bagno, lavandino doppio
realizzato in Corian ed
equipaggiato con rubinetteria
del marchio Vola.

NESSUNA CONCESSIONE STILISTICA ALLA


TRADIZIONE ECCETTO PER LESTREMA SEMPLICIT
DI MATERIALI E MOBILI
zioni precedenti e della pietra naturale,
anche se importata dallIndonesia e da Bali.
Zingerle ha tinto di bianco le superci in
cemento per camuffarlo e conferirgli luminosit. Larchitettura adotta forme semplici
e sviluppa tutta larea giorno in un unico
volume e su un solo piano comunicante
con due padiglioni, uno su ogni lato, che
accolgono tre camere da letto. Un porticato
sostenuto da colonne definisce il volume centrale, diluendo i limiti fra interno
ed esterno consentendo la vista sulla
piscina, sullesuberante vegetazione,
sullorizzonte e sulloceano. Nessuna con-

cessione stilistica alla tradizione, eccetto per


i materiali e le linee estremamente semplici dei mobili. Lessenzialit regna in questa
residenza estiva che cerca di non aggredire
lambiente e di sottolineare che godere della
natura lautentico lusso di vivere qui. n
VIVERE CASA

&

DESIGN

31

INTERVISTA

Renzo Piano

FOTO: GERARD BRUNEAU/BLACKARCHIVES/CONTACTO

UN GENOVESE
NEL MONDO

Ha ricevuto il Premio Pritzker prima di Norman


Foster e di Richard Rogers, amici e della stessa
generazione. Renzo Piano (Genova, 1937) non
ha saputo resistere a nessuna tipologia architettonica. Con uno studio bicefalo, fra Genova e
Parigi, e con progetti a Chicago, Londra, Parigi,
Atlanta e Sydney, la sua opera una delle pi
ampie del panorama attuale.
DI ANATXU ZABALBEASCOA

INTERVISTA

U BUON EDIfiCIO
UN
un fertilizzante
Per la Citt: la
migliora sempre

delle rivolte studentesche, ma, fino ad allora, avevo lavorato


fondamentalmente a edifici temporanei. Devo essere onesto.
Quando abbiamo realizzato questo edificio che sembra una
macchina, con tubi e colori, Richard (Rogers) aveva fatto poco
pi della casa dei propri genitori a Wimbledon e io non avevo
costruito nessun edificio che fosse durato pi di sei mesi. In
quel momento la mia ossessione era alleggerire larchitettura,
toglierle peso e conferirle essibilit. Non mi preoccupavano
molto aspetti come la sostenibilit. Che avessi 33 anni quando
ho firmato il Pompidou non significa per che fossi insensibile. Semplicemente significa che le preoccupazioni erano altre.

VIVERE CASA

&

DESIGN

MUSEO WHITNEY, NEW YORK.

alla progettazione nella nuova Berlino con


la discussa Potsdamer Platz fino allaeroporto di Osaka, costruito sul mare, passando per lo storico Pompidou (realizzato con
Richard Rogers), la sede di Herms a Tokyo
o il grattacielo del The New York Times a
Manhattan, lambito di azione di Renzo Piano universale.
Che cosa ha imparato dopo quasi quarantanni dalla costruzione del Centre Pompidou?
Si impara facendo, si impara qualcosa di nuovo con ogni
progetto. Quando costruimmo il Pompidou sapevamo molto

33

INTERVISTA

Dopotutto, sono genovese. E Genova una citt mediterranea e


sostenibile. Il motto della mia citt che l tutto si riutilizza.
Essere genovese lha resa un architetto pi sostenibile? Si pu
nascere in un posto adatto o inadatto allessere sostenibili?
La sostenibilit oggi , innegabilmente e soprattutto, una drammatica urgenza. Ma, come quasi tutto, anche una questione di
educazione. Una questione culturale, volendo. Le culture orientali
riutilizzano per tradizione quasi tutta la materia. La trasformano.
Ma anche la cultura mediterranea. E in generale quasi tutte le culture agricole. Tradizionalmente tutto il mondo riciclava. Dalla rivoluzione industriale in poi ogni generazione ha iniziato a riciclare
meno di quella precedente. Fino a oggi,
quando ci tocca ricordare quanto necessario riciclare. Detto questo, io credo di
aver avuto dei vantaggi nel comprendere
questa necessit. La mia famiglia non era
ricca. Mio padre era un costruttore, ma
non un grande costruttore, aveva una piccola azienda. E mia madre, casalinga, era
quel tipo di persona che va a spegnere le
luci in tutte le stanze. Anche io lo faccio.
Anche mia moglie, che molto pi giovane di me ed a sua volta genovese, lo fa.
Lo faceva gi prima di conoscermi. Alla
fine la sostenibilit dovrebbe essere una questione di abitudini, di
buone abitudini.
Le manca un marchio architettonico. La sua opera un compendio eclettico di tipologie e forme. Ha scelto di non lasciare segni?
Io non desidero che i miei edifici mi ritraggano. Voglio che il mio
lavoro risponda alle necessit dellarchitettura, che sono quelle delle persone. In realt, ci che i miei edifici riportano sono le mie
preoccupazioni. E questo criterio ha finito per evolvere. Sia perch
sono arrivato allarchitettura dopo aver accompagnato mio padre
nei sopralluoghi, sia perch la mia preoccupazione era di solito

pragmatica, verso la soluzione di problemi, ho sempre amato la


leggerezza, e a questo sono ispirati molti dei miei edifici. Penso che
quando ci si sente bene si abbia questa sensazione di leggerezza.
Perci mi premeva riuscire a ottenerla anche nellarchitettura.
Questo oggi le interessa meno? Che cosa cambiato?
Richard Rogers ed io abbiamo pensato al Centre Pompidou come
a una macchina, affinch la gente non si sentisse intimidita dallarte. Volevamo portare le persone al museo, e che il museo non le
intimidisse come se fosse un mausoleo. Perci abbiamo circondato
di tubi, di progresso e di modernit un luogo adibito a biblioteca,
mediateca e centro darte. Poi, anni dopo, ho costruito un centro
culturale in Nuova Caledonia che ha laspetto
di un bosco, o di un cesto. Lintenzione era la
stessa: avvicinare la gente. Ma luogo e tempo
erano diversi. Larchitettura deve avvicinarsi
alle necessit delle persone.
Molte delle sue opere sono musei.
Un architetto come un pescatore. Getta lamo e non si sa mai che cosa finir per pescare. Professionalmente. la mia fama partita
dai musei. Dopo aver vinto il concorso per il
Pompidou mi hanno invitato a partecipare ad
altri concorsi.
Ne ha fatti di ogni tipo: per collezioni private come la Menil Collection in Texas o la Beyeler Foundation
di Basilea, per figure isolate come il Klee Zentrum di Berna o
la Fondazione Emilio e Annabianca Vedova di Venezia. Negli
ultimi anni, poi, ha ampliato centri emblematici come il Museo di Atlanta, costruito da Richard Meier, o lArt Institute di
Chicago, e il primo maggio 2015 ha aperto la nuova sede del
mitico Whitney Museum di New York, la cui sede storica stata
progettata da Marcel Breuer.

H sempre
Ho
avuto bisogno
di mettere le cose
in dubbio.
La ribellione
il modo pi
semplice per
trovare se stessi

FOTO: MICHEL DENANC

FOTO: RPBW

Sono convinto che un buon edificio sia come un fertilizzante


per la citt: la migliora. E un museo parte da questa premessa

34

VIVERE CASA

&

DESIGN

INTERVISTA

FOTO: MICHEL DENANC

FOTO: JOHN GOLLINGS

FOTO: MICHEL DENANC

Architettura globale.
Nella pagina accanto, il primo lavoro di Piano
dal grande impatto internazionale: il Centre
Georges Pompidou, di Parigi, progettato
con Richard Rogers. A sinistra, in questa
pagina, centro culturale Jean Marie Tjibau,
Nuova Caledonia. A destra, interno della
sede del quotidiano The New York Times, a
Manhattan. In basso, una delle sale del Los
Angeles County Museum of Art (LACMA).

VIVERE CASA

&

DESIGN

35

FOTO: NIC LEHOUX

che io, sempre tanto preoccupato dagli aspetti pragmatici, ho tetto che ha avuto bisogno di fare e costruire per imparare. E ho
appreso nel tempo: larte migliora le persone.
imparato tardi che lobiettivo dellarchitettura larte.
Quando e come larte migliora le persone?
Larte migliore sfugge dalle certezze. Rende dubbiosi. E questo permette sempre di imparare.
Che tipo di arte le interessa?
Non mi interessano unepoca o un artista particolari. Lo stesso mi
accade con larchitettura. Non credo negli stili. Credo in qualcosa
di pi fondamentale: nella differenza fra bene e male. Lo stesso
accade con le persone, prima di molte altre differenziazioni credo
che le persone vadano divise fra onesti e disonesti. Questo semplifica le cose. Anche se, ovviamente, un
artista o un architetto dar il meglio di s
in alcuni progetti piuttosto che in altri.
Ha avuto legami di amicizia con molti architetti. E ha scelto i suoi grandi
maestri fra fabbri e ingegneri: da Jean
Prouv a Peter Rice.
Ebbene, erano persone lucide, con
unenorme capacit creativa e un eccezionale senso pratico. Io, come figlio di
costruttore, mi preoccupavo a mia volta di questo tipo di questioni. Solo che
Prouv e Rice avevano un genio indiscutibile nel risolverle con la massima
brillantezza. Sicuramente dobbiamo molto a entrambi.
stato anche molto amico di Aldo Rossi. E senza dubbio eravate
assai diversi nel modo di intendere larchitettura.
Aldo credeva nelle idee. Mi ripeteva che non dovevo preoccuparmi della costruzione, che era qualcosa di banale.
Ma lei sempre stato ossessionato proprio da questo, come costruire con pi leggerezza, non vero? Il lavoro che ha realizzato
sulle unit abitative demergenza mobili per lUnesco fu un incarico che le arriv troppo presto?
Furono lavori pi antropologici che architettonici. Sono un archi-

Larte?
S. Un cammino verso arte e bellezza. Solo che dopo aver vissuto
la mia giovent negli anni Settanta, la bellezza mi sembrava qualcosa di formale, elitario. Quando da bambino andavo in cantiere
con mio padre mi sembrava che larchitettura fosse costruzione.
Nientaltro che costruzione. Poi, durante gli studi, ho pensato che
larchitettura fosse politica, unarte sociale. Di nuovo, senza dubitarne. Oggi dubito di tutto, ma a volte larte ad avermi fatto dubitare. Perci credo che la parte artistica sia fondamentale: larte
migliora lessere umano. A una certa et ci
si pu permettere di dubitare. Ma oggi credo
che larte possa migliorare la vita delle persone. Un luogo pensato per la gente la rende migliore. Questo costringe gli architetti
a sdoppiarsi: dobbiamo essere costruttori,
sociologi e artisti.
Qual il modo migliore per vivere?
Sempre con la persona giusta e la coscienza
pulita.
Lei un grande appassionato di vela. anche un marinaio senza porto fisso?
Ho vissuto in molte citt. Abbiamo moltissimi studi. Questo dona distanza e leggerezza.
Ma non significa che rinneghi le mie radici. Sono genovese. Ho
imparato molto sul modo di vivere e di costruire dai contadini del
Mediterrano. Per, a un certo punto della mia vita ho capito che
non potevo tornare a casa n nella mia citt se avessi voluto crescere.

S nel tempo
Solo
ho capito che larte
migliora le persone.
La grande arte
sfugge dalle
certezze, ti porta
al dubbio. E questo
ti fa crescere

36

VIVERE CASA

&

DESIGN

Quando successo?
Dopo aver vissuto a Parigi, quando abbiamo costruito il Pompidou.
Tornai in Italia per volont della mia ex moglie. Ovviamente
finita male. Avevo bisogno di vivere mettendo in dubbio le cose. Si
tratta di domandare per poi proporre. Credo che la ribellione sia il
modo pi semplice per trovare se stessi. n

FOTO: CARLOS FREIRE/PHOTOS12/CONTACTO

FOTO: FREGOSO & BASALTO

FOTO: MICHEL DENANC

FOTO: RPBW

INTERVISTA

Spirito mediterraneo.
Lo studio genovese di Piano uno
spazio pieno di luce, costruito vicino
al mare, alla periferia della citt (qui
sopra e a sinistra). In alto, immagine
e bozzetto della Maison Herms di
Tokyo. Nella pagina precedente, la
nuova ala dellArt Institute di Chicago, per cui Piano ha progettato
anche una nuova passerella di accesso sul Millennium Park.

VIVERE CASA

&

DESIGN

37

RISTRUTTURAZIONI

PICCOLE

MODIFICHE
CHE FANNO MIRACOLI PER LO SPAZIO
Pensi che cambiare volto alla tua casa comporter costi esorbitanti, macerie e lavori interminabili? Nulla di pi lontano dalla realt.
Le proposte di queste pagine dimostrano che
il mondo delle ristrutturazioni pieno di idee
semplici e accessibili per rinnovare la tua casa
quando e come desideri.
DI DANIELE AMATO

VELUX HOME FOR LIFE. FOTO: ADAM MRK

01

PI LUCE NATURALE, PI CONFORT, MINORE SPESA ENERGETICA

38

Progettare correttamente le aperture di una casa ha riper-

e per accrescere le possibilit di sfruttamento degli spazi a

cussioni positive su molti aspetti: la qualit estetica dellam-

doppia altezza. Con classicazione energetica A++ e A+++,

biente interno, la relazione con lambiente esterno, lefcienza

la nuova generazione di nestre per tetti Velux garantisce il

energetica dellalloggio e il benessere degli abitanti grazie ai

18% in pi di supercie vetrata, riduce del 20% le dispersioni

vantaggi della luce naturale. Aprire una nestra sul tetto una

energetiche in inverno e offre la possibilit dellazionamento a

soluzione magnica per illuminare spazi chiusi o sottoutilizzati

distanza con energia elettrica o solare.

VIVERE CASA

&

DESIGN

RISTRUTTURAZIONI

UN TOCCO MAGICO SU PARETI E SOFFITTI


Le superci in rilievo sono davvero di tendenza, come dimostra il
successo dei pannelli decorativi e della carta dipinta con motivi 3D.
Lultima novit in realt un classico reinventato: le modanature.
Le nuove proposte sono ben lungi dai complicati lavori in gesso:
si tratta di pezzi di polistirolo o poliuretano come quelli creati
da Orac Decor (in basso), leggeri e facili da mettere in posa,
e con i quali si possono ottenere effetti sorprendenti e molto

LIVING4MEDIA/ GTRESONLINE

in linea con larchitettura dinterni attuale.

PAVIMENTI DALLO SPESSORE MINIMO


I pavimenti continui a base di malta e altri materiali come
calce, clinker e polimeri acrilici sono la soluzione perfetta
per un rapido cambio del pavimento, poich la loro grande
aderenza e lo spessore ridotto attorno ai tre millimetri
permettono una facile applicazione su piastrelle, terrazzo
alla veneziana, legno, cemento, eccetera. Inoltre si prestano
a utilizzi molto diversi, dal momento che non servono solo
per rivestire pavimenti e pareti, ma anche docce, saune, valuzione per dare continuit estetica allo spazio. Le niture
possono variare tra liscio, ultrane, ruvido, rigato o lucido,

con trattamenti protettivi come olio, vernice o cera a seconda della funzione.

Versatile e attuale.
Con le finiture Orac Decor
possibile ricreare battiscopa, greche e cornici in
chiave contemporanea.

Unicare gli ambienti.


I pavimenti in microcemento
permettono di imitare la texture delle pareti e dare continuit estetica allo spazio.

LIVING4MEDIA/ GTRESONLINE

02

sche, softti, piani di lavoro, lavabo e mobili: sono una so-

RISTRUTTURAZIONI

3
03 UNA DOCCIA
SU MISURA
Non pi obbligatorio incassare un piatto doccia
standard in bagno. Terran, di Roca, realizzato in
Stonex, un materiale testurizzato e antiscivolo
che si pu tagliare su misura. Inoltre, grazie al suo
design extrapiatto elimina le barriere e facilita
laccesso alla doccia.

04 LACQUA NON FA PAURA

RAL CANDALES

I pavimenti in vinile Quick-Step Livyn sono la soluzione giusta alla tendenza moderna di impiegare
pavimenti sintetici con laspetto del legno naturale. Sono impermeabili al 100%, resistenti allusura
e sottili (4 mm), e sono quindi lideale per rinnovare
il pavimento di bagno e cucina senza fare lavori.

06 PORTE CHE SPARISCONO

SUELO CONTINUO DE BEALMORTEX

Senza viti n colle e pronti in un giorno. Con i


pavimenti ottanti si conferisce al pavimento
laspetto naturale del legno grazie a formati facili
da posare, con listelli che si assemblano con un
clic da posare su una lamina plastica che uniforma il pavimento e lo isola acusticamente.

R. CANDALES, J. RODRGUEZ Y M. GARRIGA

05 PAVIMENTI FLOTTANTI

EUGENI PONS

Negli spazi ridotti o dove essenziale sfruttare


al massimo i metri a disposizione cucine, bagni,
ripostigli le porte scorrevoli sono la soluzione
ideale. Aziende come Maydisa o Scrigno offrono
sistemi di controtelai a scomparsa per mostrare o
nascondere la porta a seconda del momento.

07

PAVIMENTI SOPRAELEVATI, LA
SOLUZIONE DA UFFICIO ARRIVA IN CASA

I sistemi di posa a secco di rivestimenti, sia da interno sia


da esterno, vengono apprezzati ogni giorno di pi, perch
rispondono meglio alle esigenze di velocit nella posa
in opera e di sostenibilit non usano malta o colle per
il ssaggio al suolo. Per questo motivo non assurdo
pensare a un pavimento sopraelevato, in genere usato
negli ufci, anche per la casa: si posa facilmente, pu
essere montato e smontato uninnit di volte e pu
nascondere e allo stesso tempo semplicare laccesso
allinstallazione di pannelli radianti per il riscadamento
o di impianti domotici. Laustriaca Ars Ratio offre un
sistema di pavimento che permette di creare elementi
con il materiale scelto dai clienti per la supercie
visibile, e poich non aderente alla soletta non risente
di movimenti e tensioni di questultima.
40

VIVERE CASA

&

DESIGN

08

MIGLIORARE IL CONFORT
E LISOLAMENTO IN POCO TEMPO
Migliorare lefcienza energetica di una casa vecchia non deve necessariamente
essere complicato. Isover, di Saint-Gobain, ha creato Calibel, un pannello isolante
in lana minerale ad alte prestazioni termiche e acustiche incollato a una lastra
di gesso rivestito. Si tratta di un sistema di contropareti che si applica direttamente
senza materiali edili e facilmente sulla parete interna della casa.
Le dimensioni del pannello, inoltre, sono adattate allaltezza interna degli

LIVING4MEDIA/ GTRESONLINE

appartamenti, quindi non necessario tagliare il prodotto.

09 UN SOLO SPAZIO,
VARIE FUNZIONI

INIZIARE CON IL PIEDE GIUSTO


Dietro ogni ristrutturazione riuscita c una buona pianicazione: determinare la
portata dellintervento, scegliere i materiali, calcolare il preventivo e, se necessario,
coinvolgere un buon professionista. Internet pu aiutare, con siti web che raccolgono
tutti questi passaggi, come Habitissimo (www.habitissimo.it) e Lavorincasa
(www.lavorincasa.it): si possono trovare esempi di architettura dinterni, calcolare
con appositi strumenti il costo approssimativo di un lavoro ex novo
o di una ristrutturazione, richiedere e confrontare diversi preventivi prima di decidere.

LABC degli spazi piccoli o


multifunzionali suggerisce di
arredarli con elementi che si possano
trasformare rapidamente
pieghevoli, a scomparsa per
disporre di varie funzioni in un solo
ambiente. quel che hanno fatto
gli inglesi di AR Design Studio, che
hanno ingrandito un appartamento
londinese (in alto) dotandolo di un
mobile contenitore che percorre
tutto il soggiorno e comprende
armadiature, scaffali e un tavolo
pieghevole per mangiare o lavorare.
Sebbene sia una soluzione che d
i risultati migliori con il progetto
su misura, i produttori stanno
migliorando sempre di pi le prestazioni
offerte dagli arredi standard.
VIVERE CASA

&

DESIGN

41

RISTRUTTURAZIONI

11

VECCHIO E NUOVO
CONVIVONO IN ARMONIA
Recuperare la pittura originale di pareti
e softti per dare risalto alla patina antica,
sostituire pareti divisorie con pannelli mobili
per creare una distribuzione dinamica
dello spazio, rifare i serramenti esterni
rispettando il design di quelli esistenti,
ma usando tutta la tecnologia dei serramenti
moderni. La ristrutturazione di questo

vecchio appartamento da parte

di Studiomontaana (a sinistra) ha
ricercato un dialogo uido tra il linguaggio
architettonico storico e la nuova
interpretazione dello spazio. Il design
EUGENI PONS

contemporaneo aggiunge il proprio tocco


allatmosfera vintage, come il pouf Extrasoft,
di Living Divani, rivestito in cuoio invecchiato,
o la lampada Tripod Stand, di Tom Dixon.

12 IL DO IT YOURSELF

13 UN GIARDINO SUBITO

14 A CONTATTO

Solitamente si associano i prodotti di


bricolage a soluzioni economiche e dallo
scarso valore estetico. Tuttavia, proposte
come Ready Made Curtain, di Kvadrat,
concepita dai Bouroullec un kit con tutto
loccorrente per installare una tenda su
misura dimostrano che il buon design non
disdegna i cambiamenti pi semplici.

Igniagreen, di Loop Business Innovation e


Sacopa, un sistema che permette di creare un giardino facilmente e senza lavori su
qualsiasi supercie. I moduli, in plastica
riciclata al 100%, dispongono di controllo
elettronico che monitora la qualit del substrato e regola lirrigazione di ogni pianta.
Il sistema include anche una app.

Le coperture per i terrazzi o le vetrate per


i balconi permettono di guadagnare metri
utili e allo stesso tempo di aprire la casa
al paesaggio e alla luce naturale durante
tutto lanno. Solarlux offre soluzioni in
alluminio, in legno o in una combinazione
dei due, con proli snelli che permettono
di realizzare grandi aperture.

15 DECORARE CON

16 CHE NON AVANZI

17 IL CAMBIO INFALLIBILE:

LasserLivian un sistema di pannelli


decorativi in vetro temperato, sorretti
da potenti magneti, che permette di creare
ambienti o suddividere lo spazio senza
lavori impegnativi. I pannelli sono facili
da installare e regolabili per semplicare
lo smontaggio e laccesso agli impianti
elettrici e idraulici.

Dalla necessit di spazio nasce la virt.


La ristrutturazione loccasione perfetta
per trarre il massimo protto da spazi
inutilizzati come corridoi, sottoscala
o nicchie nelle pareti. Con pochi mobili
o elementi in legno o in cartongesso
possiamo creare soppalchi, armadi,
angoli da lavoro.

Molto spesso basta cambiare il colore delle


pareti con una mano di pittura per dare
nuova vita alla casa. Il bianco e i colori
pastello o tutta la gamma dei toni terra
apportano luminosit e contribuiscono
a far sembrare pi grande uno spazio.
Le vernici ecologiche, inoltre, aiuteranno
a renderlo anche pi salubre.

PU ESSERE CHIC

PANNELLI IN VETRO

42

VIVERE CASA

&

DESIGN

E SENZA LAVORI

NEANCHE UN METRO

CON LA NATURA

COLORI E LUCE

RISTRUTTURAZIONI

18 MOLTO DI PI DI UNA SCALA


Come risolvere la comunicazione tra due piani senza che la scala
inghiotta spazio e allo stesso tempo risulti utile? La risposta Objet
lev (a sinistra), un progetto di Studio Mieke Meijer per una casa
di Wassenaar, nei Paesi Bassi. Composto da elementi sospesi
e appoggiati a terra a diverse altezze, Objet lev in grado di collegare
i due piani occupando pochissimi metri e offrendo, inoltre, spazio per
mensole e una scrivania.

19 PARETI CHE RACCONTANO STORIE


Le nuove collezioni di carte dipinte e adesivi in vinile permettono di
conferire unaria fresca e divertente alle pareti soprattutto nelle
camere dei bambini in un attimo e con poca spesa.
Nel caso dei vinili, i disegni sono anche
reversibili, poich sono facili da
attaccare e staccare. Quelli delle
foto sono di Ferm Living.

20

UNA LAVAGNA PER DIVERTIRSI


O UN BLOC NOTES KING SIZE
Unaltra idea originale per dare un volto nuovo
allo spazio modicando laspetto delle pareti
trasformare una di esse in unenorme
lavagna perch i bambini scatenino la loro
fantasia in grande formato o per disporre di

LIVING4MEDIA/ GTRESONLINE

un gigantesco bloc notes sul quale annotare


impegni, appuntamenti, lista della spesa.
Se non volete dare alla parete il classico
colore nero, potete scegliere una pittura
lavagna colorata. Vi sono anche pitture
magnetiche sulle quali potete attaccare
le vostre calamite preferite.
VIVERE CASA

&

DESIGN

43

LOWTECH

MATERIALI
CHE RINFRESCANO

Per rinfrescare la nostra casa nei mesi caldi, gli impianti di climatizzazione non
sono la sola opzione possibile. Alcuni materiali hanno la capacit di creare un
ambiente fresco in modo pi naturale e soprattutto molto pi economico.
DI DANIELE AMATO. FOTO: UNDINE PRHL

44

VIVERE CASA

&

DESIGN

ADRI GOULA

Architettura utile. Portici,


pergolati e rientranze della
facciata riducono lincidenza del sole allinterno
dellabitazione. Casa di b720
Fermn Vzquez Arquitectos e Pilar Lbano.

JUAN RODRGUEZ

LA CONDUTTIVIT E LINERZIA TERMICA SONO DUE FENOMENI LEGATI


ALLA SENSAZIONE DI FRESCHEZZA DI UN MATERIALE

on necessario essere esperti sulle propriet


termiche dei materiali per sapere quali proteggono meglio dal calore. Chiunque si
sia mai sottratto alla canicola estiva in un qualche
edificio in pietra, in una grotta o in una casa in
argilla con patio ha sperimentato immediatamente
la frescura dei loro interni. Al contrario di quanto

maggiore densit, come pietra naturale, mattoni


a crudo, cemento e termoargilla, sono quelli che
presentano la migliore inerzia termica. Quanto pi
spesso un muro costruito con questi materiali,

WELCOME BEYOND

si potrebbe pensare, gli edici che pesano di pi


sono quelli che proteggono meglio dal calore in
estate e dal freddo in inverno. quel fenomeno
conosciuto come inerzia termica: la capacit di
un materiale di accumulare calore in poche ore
per poi liberarlo lentamente. Perci i materiali con

VIVERE CASA

&

DESIGN

45

LOWTECH

FERRN FREIXA

Il segreto
lo spessore.
Quanto pi spesso
un muro di pietra
o cemento, maggiore
la sua capacit
di trattenere il calore.
Nellimmagine a sinistra,
abitazione progettata
da Josep Fuses
e Joan M. Viader.

Regolatore
ambientale.
Largilla, sia in mattone
sia come rivestimento,
un ottimo regolatore
dellumidit ambientale.
Qui accanto, casa Brick
Kiln, di Spasm Design.

PIETRA NATURALE, CEMENTO E ARGILLA SONO IN GRADO


DI TRATTENERE PI CALORE GRAZIE A UNA MAGGIORE DENSIT
maggiore sar il divario fra laccumulo di calore e
il suo rilascio. Per rinfrescare un ambiente si pu
anche sfruttare il fenomeno della conduttivit termica, ovvero la capacit di conduzione del calore
e della temperatura superficiale di un materiale.
Quanto pi alta la conduttivit di un materiale, pi rapidamente assorbir o liberer calore
nellambiente e pi rapidamente assorbir calore
dal nostro organismo entrando in contatto con
esso, tanto pi fresco ci sembrer al tatto. Cos i

JUAN RODRGUEZ

materiali pi efficaci sono i metalli basta pensare


alla sensazione di freddo prodotta da una superficie metallica che non stata riscaldata dal sole,
ma la loro alta sensibilit alla conduttivit elettrica
e ai ponti termici rende sconsigliabile rivestire un
edificio interamente in metallo. Di nuovo, i materiali lapidei costituiscono la miglior scelta in particolare i graniti, anche perch presentano unelevata conduttivit termica, seguiti dalle ceramiche,
anche se queste, per via del loro sottile spessore,
possono cambiare rapidamente la temperatura superficiale a contatto con il sole o unaltra fonte di
calore. Le ricerche riguardo alle propriet termiche
dei materiali, sempre con lobiettivo di raggiungere
una miglior efficienza energetica degli edifici, hanno ottenuto risultati sorprendenti, come nel caso
della capacit della paglia di regolare la temperatu46

VIVERE CASA

&

DESIGN

ra negli interni. stato dimostrato da un progetto di


studiosi giapponesi dellUniversit di Waseda, che
nel 2011 hanno costruito una casa con pannelli di
acrilico riempiti di paglia, la quale, riscaldandosi
con il sole, si seccava liberando vapore freddo. An-

PERE PERIS

Bianco refrattario. Una


strategia semplice ed efcace per riettere il calore
dipingere la stanza di un colore chiaro. Nelle immagini,
progetti di Pedro Domingos
e Pascal Cheikh-Djavadi.

cora, la sola presenza di pannelli solari su un tetto


permette di ridurre la temperatura interna no a
5C grazie alleffetto di scudi riettenti, secondo
uno studio dellUniversit di San Diego (California). Dal mondo delle nanotecnologie invece

EUGENI PONS

giunto Thermofresh, un prodotto da utilizzare in


tessuti e capi di abbigliamento destinati a entrare
in contatto diretto con il corpo umano. Sviluppato dallazienda italiana Pelma, Thermofresh un
materiale di poliuretano composto da microcapsule solide che, raggiunta una certa temperatura, si
fondono accumulando il calore umano, ma mantenendo sempre fresco il materiale di supporto.
Una propriet di cui si potrebbe approfittare per
realizzare fodere per materassi, cuscini, sedili. n

LE OPZIONI MIGLIORI PER SCACCIARE IL CALORE


PIETRA NATURALE
I graniti sono i pi freschi, seguiti
da marmi, arenarie, argille e pietre
vulcaniche, anche se queste, per via del
loro colore scuro, assorbono pi calore
rispetto alle pietre dalle tonalit chiare.
CERAMICHE
Sono dal 25 al 50% meno conduttrici
delle pietre e la loro struttura

delicata fa s che la loro temperatura


superciale cambi rapidamente.
CALCESTRUZZO E CEMENTO
Sono materiali termicamente
paragonabili al gres, ma con una
maggiore inerzia termica.
STANZE CHE SUDANO
Imitando il meccanismo del sudore
possiamo rinfrescare una stanza

sfregando il pavimento o le pareti con


un panno umido, sempre che lumidit
ambientale non sia elevata.
DESIGN BIOCLIMATICO
Un orientamento corretto, la
ventilazione incrociata delle stanze
e la protezione dal sole attraverso
pergole, patii e porticati abbassa
la temperatura in casa.
VIVERE CASA

&

DESIGN

47

CASA SANA

LED di qualit.
Per Arik Levy, creatore
della lampada Wireow
per Vibia (nella foto), i LED
hanno iniziato solo
recentemente a offrire la
qualit di illuminazione
richiesta dai designer.

Benessere

Parlare di luce tossica pu sembrare eccessivo, ma via via


che le conoscenze nel campo dellilluminazione articiale
aumentano, si scopre sempre di pi limportanza di
progettare fonti di luce in modo biocompatibile e preventivo
afnch la luce contribuisca al nostro benessere.
DI RAFAEL HERNNDEZ

FERM LIVING

SOTTO LE LUCI

CASA SANA

INGMAR KURTH

gni volta che nascono nuove tecnologie compaiono estimatori e detrattori, ugualmente convinti; i primi
le sostengono, magari senza conoscere in
assoluto la veridicit delle loro teorie, e i
secondi le criticano con argomenti altrettanto controversi. Accadde gi con Galileo
e la sua teoria eliocentrica (il Sole come astro
attorno al quale ruotano gli altri pianeti).
avvenuto anche con la tecnologia LED, che
ha fatto unirruzione decisa nel mondo della luce e si afferma sempre di pi. Chiunque abbia condotto un minimo di ricerche
in materia avr visto che esistono centinaia
di articoli e studi scientifici su questo tema.
Tutto ci che sappiamo per certo che possiamo e dobbiamo continuare a studiare e a
prendere le necessarie precauzioni, ma sar
soltanto il tempo a svelarci la convenienza
o meno di questo tipo di illuminazione rispetto a tutti gli altri.
Senza andare troppo lontano, fino agli
anni Sessanta cerano ancora esperti in ma-

teria che sostenevano lidoneit dellassenza di finestre nelle aule scolastiche e nelle
fabbriche. Secondo loro, la luce artificiale
sostituiva quella naturale e le finestre erano
solo una distrazione per studenti e lavoratori. Non potevano sbagliarsi di pi, ma
questo lo sappiamo oggi. Negli anni Ottan-

Negli anni
Ottanta si inizi
a parlare
del concetto di
confort visivo
ta si inizi a parlare del concetto di confort
visivo e della necessit di utilizzare diversi
tipi di illuminazione a seconda dellattivit
che si svolge; con il passare degli anni siamo
arrivati ad avere un catalogo interminabile
di fonti di illuminazione in cui si tengono
presenti il tipo di lampada, la fonte di luce, la

temperatura di colore, lo spettro elettromagnetico, il voltaggio, il consumo energetico e


molto altro. Ciononostante, c ancora molta
strada da fare, specialmente nel campo della
tossicit della luce, perch, come vedremo
pi avanti, ogni fonte di luce ha i suoi pro e i
suoi contro o, per meglio dire, luci e ombre.
Prima di approfondire i vari tipi di fonti di
illuminazione necessario sottolineare che
la luce artificiale non altro che una soluzione demergenza alla quale ricorrere quando
lapporto di luce naturale non sufficiente.
La luce del sole non costante nel corso della
giornata, n delle stagioni: la quantit e la
qualit della luce variano se sono le dieci del
mattino o le otto di sera, se luglio o febbraio. Questi cambiamenti aiutano a regolare
i ritmi circadiani dellorganismo. Mentre la
luce artificiale spazia abitualmente tra i 300
e i 500 lux, in una giornata luminosa il sole
apporta allincirca 100.000 lux. La parte
energetica della luce quella che stimola le
zone del cervello sensibili alla luce stessa,

Effetti e sensazioni.
A sinistra, lampada da terra
LT04 Colour, di Daniel Rybakken e Andreas Engesvik
per e15. A destra, Kangaroo
Light, design Kawamura-Ganjavian, distribuita
da Studio Banana Things.

VIVERE CASA

&

DESIGN

49

CASA SANA

luci e ombre delle


fonti di illuminazione
Lampade a incandescenza alogena
ad alto voltaggio (230 V). Il loro
spettro cromatico il pi simile a quello
del sole. Non emettono campi elettrici
n elettromagnetici. meglio sceglierle
con il bulbo in un vetro in grado di
schermare lemissione di raggi UV.
Lampade a incandescenza
alogena a basso voltaggio (12 V o
24 V). A livello luminoso migliorano
le prestazioni di quelle ad alto
voltaggio, consumano il 25% in meno
e durano tre volte di pi, ma generano
campi elettrici e magnetici poich
comprendono trasformatori. Il vetro di
quarzo non protegge dagli UV.
Fluorescenti a basso consumo.
Contengono starter elettronici che
generano campi elettromagnetici e
onde ad alta frequenza, brillano e
affaticano la vista. Contengono gas
altamente tossici se liberati. meglio
scegliere quelle a spettro completo.

lipofisi e lipotalamo (che regolano tutto il di usare luce calda e tenue nelle camere
sistema ormonale umano) o la ghiandola da letto e luce neutra e potente in sala da
pineale, che stimola la produzione di me- pranzo. Le diverse lampade raggiungono
latonina. evidente che non c paragone. questa temperatura di colore attraverso
Il termine fototossicit si identifica con modifiche dello spettro cromatico; tuttadiversi fattori, ma sempre mettendoli a via, dobbiamo sapere qual il loro Indice
di Resa Cromatica (IRC o, in
raffronto con la luce emessa
inglese, CRI), poich questo
dal sole. Uno degli aspetti pi Sincronizzazione.
riconoscibili la temperatura Unilluminazione
a determinare in che misura
di colore: la soluzione ideale interna che si adatta
lo spettro della fonte luminoai cicli della luce
sa simile a quello del sole.
sarebbe usare luci calde, neunaturale esterna aiuta
tre o fredde a seconda dellora il nostro organismo a
pi salutare scegliere luci
e dellattivit che si svolge. In rinforzare i cicli biologici il cui spettro si componga
unabitazione dobbiamo ri- di attivit e riposo.
in gran parte di lunghezze
ettere sul posizionamento e
donda della luce naturale e
sul tipo di fonti di illuminazione per riusci- di unintensit simile.
re a sincronizzare lilluminazione interna
Le lampade con uno spettro visibile pi
con quella esterna, aiutando cos il nostro vicino a quello del sole sono quelle a inorganismo a rinforzare i cicli biologici di candescenza, sia convenzionali sia alogene
attivit e riposo; per esempio, si consiglia ad alto o basso voltaggio; il problema di
50

VIVERE CASA

&

DESIGN

ALBERT FONT

RAL CANDALES

LED. La loro intensit luminosa


molto elevata, quindi non bisogna
guardare direttamente il diodo perch
ci potrebbe causare danni oculari.
Poich si tratta di una tecnologia ancora
in via di sviluppo, si consiglia di scegliere
produttori noti. Sono preferibili quelle
con IRC superiore al 90%.

CASA SANA

queste ultime che emettono raggi ultravioletti in quantit non trascurabili. Per questo
dobbiamo assicurarci che lottica sia buona e
mantenere una distanza di sicurezza di un
metro se dobbiamo rimanere sotto queste
luci per molto tempo.
Lilluminazione a LED ha il suo tallone
dAchille nellIRC, poich raggiunge le diverse temperature di colore a partire da una
base della gamma dei blu molto potente. Vi
sono segni che indicano che questa lunghezza donda particolarmente dannosa per la
retina, e ci sarebbe aggravato dallalta luminosit che un LED in grado di emettere da
un punto molto piccolo. La qualit dei componenti che avvolgono la fonte di luce , in
questo tipo di lampade, molto importante.
Le lampade a LED sono relativamente giovani e ancora non si stabilito quali siano i loro
limiti. Hella, tra gli sviluppatori originali di
questa tecnologia in Europa, riuscita a crea-

re lampade con un IRC del 98%. Le lampade


a uorescenza, cos come quelle a incandescenza alogene a basso voltaggio e quelle a
LED, hanno trasformatori che generano
notevoli campi elettrici o elettromagnetici,
particolarmente sconsigliati nella camera da

I LED sono
relativamente
recenti e non
si sono ancora
deniti i loro limiti
letto poich sono in grado di inibire il funzionamento della ghiandola pineale durante
le ore di sonno. quindi opportuno non installare questo tipo di illuminazione in camera da letto. Le lampade a basso consumo
non sono altro che lampade a uorescenza

Le giuste proporzioni.
A sinistra, downlight Easy
Kap per lampade alogene,
di Flos. A destra, in alto,
applique da parete Keep,
di Kasch Kasch, e lampada
Yupik, di Form Us With Love
per FontanaArte.

in miniatura; secondo molti studi uno spazio


in cui si usano lampade a uorescenza viene
percepito come peggio illuminato rispetto a
quando si usa qualsiasi altra lampada con lo
stesso usso luminoso; a preoccupare anche lelevato bagliore di questo tipo di luce,
che alla lunga affatica la vista.
In conclusione, non esiste un tipo di illuminazione artificiale che non presenti
problemi; del resto, gi allinizio dicevamo
che nulla meglio della luce naturale. In
definitiva, una luce artificiale deve creare
buone condizioni visive ed evitare incidenti grazie a unadeguata intensit luminosa,
contribuire al benessere fisico e psichico mediante la scelta corretta della temperatura di
colore e lutilizzo di lampade senza bagliore
eccessivo nelle zone di studio, non emettere
raggi ultravioletti e non generare campi elettromagnetici n di alta frequenza nelle aree
destinate al riposo. n

DOSSIER

ORGANIZZIAMO LO SPAZIO PERCH LUOMO VIVA MEGLIO.


SE SI IGNORA LUOMO, LARCHITETTURA DIVENTA INUTILE
_LVARO SIZA

50

TRUCCHI PER UNA


DISTRIBUZIONE

perfetta
Come sfruttare una zona di passaggio?
Aprire la cucina sul soggiorno? Dove mettere
il tavolo da pranzo? Progettare la distribuzione
di una casa non altro che rispondere con
intelligenza ed economia di mezzi alle necessit
funzionali e vitali di ognuno, che sia una persona
sola o una famiglia numerosa. Le soluzioni
migliori sono quelle che fanno s che la casa
sembri pi grande e si adatti facilmente
ai cambiamenti nella nostra vita.
Non cercate oltre, sono tutte in queste pagine.
DI RAFAEL HERNANDEZ FOTO: EUGENI PONS

SEDUTI
ACCANTO
AL CAMINO
Al momento di scegliere
lubicazione di un caminetto
dobbiamo ricordare che
il calore sar irradiato
in tutte le direzioni possibili.
Per questo la collocazione
ideale sar sempre centrale
o incassata nelle pareti
interne, in modo da sfruttare
meglio il calore emesso in
modo diretto e indirettamente
(soprattutto se invece di
focolari aperti scegliamo
camini chiusi tipo cassette).

01

MARK SEELEN

02

versazione faccia a faccia nel soggiorno; per questo


NON SI DOVREBBE ORGANIZZARE QUESTO SPAZIO
IN FUNZIONE DEL TELEVISORE, MA DELLE PERSONE. Anche in sala da pranzo meglio collocare IL

10
RIFLESSIONI
ATTORNO
A UN TAVOLO

a distribuzione degli interni si pu considerare vicina alla perfezione solo quando


in grado di adattarsi alle mutevoli necessit dellutente nel corso degli anni. Per
questo, progettare uno spazio essibile ci permetter di affrontare con successo qualsiasi cambio
duso. Per esempio, se si dispone di una camera
da letto vicina al soggiorno, in futuro questa potr
diventare una sala giochi o una biblioteca. Oppure si potrebbe impostare la camera dei bambini
come un grande spazio aperto fino alladolescenza,
quando si potranno creare zone indipendenti con
una diversa disposizione dei mobili.
Prendere determinate decisioni nel momento in
cui si studia la distribuzione di una casa in generale
e di ogni stanza in particolare pu aumentare o
diminuire sensibilmente il confort degli abitanti.
Per fare un esempio, molto gradevole fare con54

VIVERE CASA

&

DESIGN

La percezione di una stanza


direttamente collegata agli
elementi che la deniscono
e a quelli che la occupano.
Di conseguenza, difcile
scegliere un mobile, e
soprattutto un tavolo, senza
tenere conto delle dimensioni
dello spazio supplementare
di cui avr bisogno questa
stanza per poter essere
vissuta comodamente.
Anche le porte, per via del
loro sistema di apertura, sono
un elemento che inuisce
sulla disponibilit di spazio.
Nella foto in alto, progetto
dello studio londinese
Stiff+Trevillion.

e il televisore in quella con meno luce: la luminosit sar


pi apprezzata una volta seduti a tavola che per
guardare la televisione. Per sfruttare lilluminazione naturale, disponete sempre I MOBILI A FAVORE
DELLA FONTE DI LUCE, per diminuire le zone dombra. In CUCINA conviene separare le FUNZIONI DI

TAVOLO NELLA ZONA PI ILLUMINATA

DISPENSA, MANIPOLAZIONE DEGLI ALIMENTI E


PULIZIA per lavorare in modo ordinato e ridurre
al minimo il rischio di contaminazione incrociata.
Nelle zone studio e biblioteca possiamo giocare con
la POSIZIONE DELLE POLTRONE o luso di MOBILI
FISSI per creare spazi in cui sentirsi raccolti e protetti; dimostrato, infatti, che questo aumenta la
concentrazione. Infine vogliamo sottolineare la necessit di unANTICAMERA per accogliere gli ospiti.

BUONE RELAZIONI
Una distribuzione si crea a partire dalle relazioni
tra gli spazi definiti in un interno. Talvolta se ne
limita la ricchezza per via di stereotipi acquisiti;
per esempio, si soliti delimitare le stanze tramite pareti divisorie, ma farlo con PAVIMENTI,
CAMBI DI LIVELLO allinterno, il posizionamento
strategico di TAPPETI o ampliando le ZONE DI
PASSAGGIO per AUMENTARE LA FUNZIONALIT

DOSSIER

SPAZIO, LUCE, ORDINE. SONO COSE DI CUI GLI UOMINI HANNO BISOGNO, COME
HANNO BISOGNO DI PANE O DI UN POSTO PER DORMIRE
_LE CORBUSIER

Vivere in alto
Le doppie altezze sono state una soluzione
molto utilizzata nellarchitettura dinterni
dellinizio del XX secolo. La tendenza del
mercato a sfruttare ogni metro edicabile di
un lotto ha fatto s che questa distribuzione
fosse quasi aneddotica nelle soluzioni attuali.
La doppia altezza permette, per esempio, di
creare al livello superiore una camera da letto
che in futuro possa essere trasformata in un
altro locale di uso meno privato e che non
richieda unaltezza standard, come uno studio
o una stanza dei giochi.

cambia e migliora il concetto di spazio indipendente vincolato a ununica funzione. In cucina,


che sempre di pi si apre sul resto delle stanze,
talvolta collocare semplicemente il PIANO DI LAVORO in modo che chi lo usa stia DI FRONTE ALLE
AREE CON LE QUALI SI RAPPORTA incrementa
sensibilmente la qualit spaziale; senza andare
troppo in l, il tavolo pu essere lelemento di
collegamento ideale tra cucina e soggiorno. Infine, presteremo unattenzione particolare agli ACCESSI ALLE STANZE; li faremo pi ampi e passanti nelle zone di socialit e pi privati e contenuti
in quelle pi intime della casa.

18

che si adattano alle necessit, come unISOLA DA


o
mobili dappoggio che eventualmente si possano
trasformare in una poltrona o in un tavolino da
soggiorno; lutilizzo di lampade a stelo e orientabili permette di sfumare la luce e variarne gli usi. Per
finire, fare ricorso a MOBILI SEPARATORI INVECE
CHE A PARETI DIVISORIE o a determinati MOBILI
BASSI ci consentir di ampliare lambiente, in senso letterale e concettuale.
CUCINA CONVERTIBILE IN TAVOLO DA PRANZO

APERTO,
CHIUSO
O PASSANTE?
In genere di un ambiente
interno si parla solo come di
aperto o chiuso: una porta
o una parete ci separano da
quel che c dallaltra parte.
Tuttavia vi sono dozzine di
alternative come quella che
vediamo nella foto, dove
stata installata una vetrata
trasparente che permette
la comunicazione visiva
impedendo per il passaggio
del suono. Altre possibilit
sono gli elementi traslucidi,
divisori di tessuto, di metallo,
eccetera.

MOBILI E MOLTO DI PI
Larredamento pu aumentare i pregi di uno spazio o accentuarne i difetti a seconda del design
e della sua corretta disposizione. Una decisione
priva di rischi usare un ARREDO OMOGENEO che
aiuti a legare gli spazi, e ogni tanto inserire un
ELEMENTO DAL DESIGN ESUBERANTE che risalti
sul resto; fare il contrario creerebbe confusione
sul ruolo di ogni mobile. Se desideriamo che larredamento aiuti lo spazio a sembrare pi ampio
sceglieremo mobili con FINITURE E MATERIALI
SIMILI A QUELLI DELLAMBIENTE CIRCOSTAN-

se al contrario vogliamo arginare uno spazio


troppo grande utilizzeremo mobili con FINITURE
CONTRASTANTI con lo spazio che li contiene. Una
scelta azzeccata incrementare luso di elementi
TE;

26

UNA FAMIGLIA DI PROGETTI


Ogni mobile ha il carattere che il suo creatore gli imprime. Per questo, spesso uno
spazio risulta pi coerente e ordinato quando si utilizza un insieme di varianti dello
stesso design.

39

LARCHITETTURA
LARTE DI
ORGANIZZARE
LO SPAZIO
INTERNO
_PHILIP JOHNSON

56

VIVERE CASA

&

DESIGN

27

PAVIMENTI E DIMENSIONI
La posa del pavimento permette di suggerire continuit
o frammentazione in una stanza. Quando a 45 ci fa capire
che continua al di l dei divisori che delimitano lo spazio.
Al contrario, un cambiamento di tono, una posa interrotta
da un prolo in acciaio inossidabile
o volumi disposti in modo corretto possono trasmettere
un codice di differenziazione molto evidente.

LA CASA ELASTICA
Quando parliamo di FLESSIBILIT ci riferiamo a
stanze dotate di strumenti che rendano possibile
variarne puntualmente il modo duso; allestremo
opposto si trovano ambienti pensati per un uso
specifico. Per ottenere una maggior essibilit si
disporranno STANZE CON SUPERFICI NON MOLTO
DIVERSE che permettano di SCAMBIARNE LUSO a
seconda della necessit. Unaltra strategia azzeccata
scegliere FINITURE NEUTRE affinch si possano
adattare a qualsiasi situazione. Se si dispongono i
MOBILI LUNGO LE PARETI della stanza in modo da
liberare al massimo lo spazio centrale di una stanza,
si creer un luogo nel quale proporre quotidianamente nuove attivit. possibile migliorare ancora
la essibilit di una distribuzione creando DOPPI
PERCORSI se disponiamo mobili e porte in modo
intelligente; funziona particolarmente bene quan-

do la cucina la stanza che fa da perno alle altre.


Nelle camere dei bambini conviene MINIMIZZARE
LO SPAZIO DEL RIPOSO per AUMENTARE E UNIFICARE QUELLO DELLO STUDIO E DEL GIOCO. Tuttavia,
vi sono ambienti la cui funzione ben definita e
che difficilmente si trasformeranno; un LAVABO DI
CORTESIA connota molto lo spazio, ma averne uno
conferisce qualit a qualsiasi schema distributivo.
Nei paesi nordici comune SEPARARE GLI SPAZI
DESTINATI ALLIGIENE PERSONALE DA QUELLI DEL
WC, ragion per cui ha senso collegare maggiormente la zona dedicata alligiene con le camere da letto; assai pratico potersi fare una doccia a pochi
centimetri dal guardaroba. In modo pi sottile,
come faceva Frank Lloyd Wright, ABBASSANDO
UN POCO I SOFFITTI possibile separare le zone in
cui si svolgono attivit sedentarie da tutto il resto.

PROGETTO DI FREAKS FREEARCHITECTS. FOTO: DAVID FOESSEL

DOSSIER

PARETI CHE
APPAIONO E
SCOMPAIONO
Le pareti mobili si sono
evolute negli ultimi anni
no a diventare una scelta
veramente valida per
trasformare i rapporti
spaziali in qualsiasi casa.
Sono progettate con molta
pi attenzione allestetica e ai
meccanismi, pi semplici,
e si integrano molto meglio
grazie a guide sottili e
incassate a softti e
pavimenti. Con luso
di questi elementi possiamo
unire o separare le stanze
in modo efciente e creativo.

50

Ogni funzione in una casa ha le sue


misure ideali. Nel corso degli anni,
la pratica architettonica ha portato
alla creazione di alcuni standard di
dimensioni ampiamente accettati;
non si tratta delle misure minime di
ciascuno spazio, ma delle misure di
confort, quelle che rendono possibile
utilizzarlo in modo facile e comodo.
Ecco alcuni esempi.

// 40

// 45

ALTEZZA UTILE
MINIMA 1,5 M

SPAZIO UTILE
IN CUCINA 120 CM

// 41

// 46

LARGHEZZA DELLE
PORTE 80 CM

PERIMETRO ISOLA
CUCINA 90 CM

// 42

// 47

DISTANZA DALLA
TV 200 CM

LARGHEZZA PER
IL COPERTO 60 CM

// 43

// 48

SPAZIO PER
I SANITARI 70 CM

SUPERFICIE CAMERA
LETTO 10 M2

// 44

// 49

LUNGH. BLOCCO
CUCINA 360 CM

DIAMETRO DEL
SOGGIORNO 3 M2

ZEST ARCHITECTURE. FOTO: LLUIS CASALS

QUANTO MISURA
IL CONFORT?

BIENESTAR
ARMONIA

UNA CASA

rivitalizzante

Pigrizia mattutina? Stanchezza a met pomeriggio?


Il nostro corpo come una pila che ha bisogno di ricaricarsi
ogni giorno per funzionare con vitalit. La casa pu essere
il miglior caricabatterie se creiamo un ambiente salutare,
con uneccellente qualit dellaria e materiali piacevoli per
i sensi. In questo modo, lenergia assicurata.
DI ELISABET SILVESTRE FOTO: J. JANMAAT Y T. KAITALO/ HOUSE OF PICTURES, PERE PERIS ED EUGENI PONS

ARMONIA

Caldo abbraccio. I materiali naturali


trattati con sostanze e coperture non
tossiche sono pi gradevoli e attraenti
e contribuiscono a creare un clima
salutare allinterno della casa.

La luce del sole attiva la


produzione di cortisolo,
un ormone che mette
in movimento lenergia
interna dellorganismo

MUUTO

i sono ambienti che rubano lenergia, ci


fanno sentire pi stanchi o provocano un
senso di pesantezza e mal di testa. Altri,
invece, ci danno vitalit e la forza necessaria per
andare avanti nella giornata. la qualit dellaria
allinterno della casa a giocare un ruolo importante
nel livello di energia, attraverso agenti invisibili
come gli ioni sospesi nellaria, la temperatura, lumidit o lelettricit ambientale.
La luce del sole il primo energizzante naturale. I suoi raggi attivano il cortisolo, un ormone il
cui ritmo circadiano inizia con il sorgere del sole e
mette in movimento lenergia interna dellorganismo. Quando facciamo la doccia, basta dedicare
tre minuti a un massaggio circolare sulladdome

ARMONIA

Una scarsa ventilazione


unita a un eccessivo
riscaldamento darebbe
la sensazione di essere
pi stanchi
con un guanto di crine in senso orario e concludere
con un getto dacqua fredda per attivare il sistema
circolatorio, rinforzare il sistema immunitario e
aumentare il tono energetico.
Durante il giorno, la carica elettrica naturale
dellaria determina la vitalit dellorganismo. Laria
contiene uninfinit di sostanze nocive che danneggiano e stressano i sistemi biologici. Per questo bisogna evitare i deodoranti chimici per ambienti, i
detergenti e i prodotti per la pulizia con componenti
tossici e i fumi nocivi, tutte sostanze che debilitano
lorganismo. Se oltre ad avere una cattiva ventilazione si tiene il riscaldamento troppo alto, il risultato
sar una sensazione di maggiore stanchezza. dimostrato che una temperatura pi fresca (che non
superi i 22 0C) garantisce un maggior confort termico, rinvigorisce il corpo e aumenta lenergia.
Toccare terra con i piedi permette di scaricare la
tensione accumulata durante la giornata e leccesso di
elettricit statica. Camminare scalzi in casa, o con calzini di tessuto naturale, contribuisce a sperimentare
leffetto rigenerante del contatto con il suolo. Di sera
bisogna usare luci tenui e calde, cos che il cervello

ARMONIA

Abitudini sane. Lalimentazione parte


fondamentale di uno stile di vita
allinsegna dellenergia. Conservare
e preparare correttamente gli alimenti
ci aiuta a sfruttare meglio le vitamine
e i minerali di cui abbiamo bisogno
per rivitalizzare il nostro organismo.

passi pi facilmente alla fase di riposo. Cenare due


ore prima di coricarsi aiuta ad alzarsi con pi vitalit. Dormire in un ambiente temperato rinvigorisce
le difese. E non bisogna dimenticare lalimentazione. Minerali come calcio, sodio o potassio agiscono come elettroliti che, dissolvendosi in acqua, si
separano in ioni positivi e negativi. Se al nostro
organismo manca questo scambio di ioni, i sistemi
nervoso e muscolare non funzionano e ci sentiamo stanchi. La chiave sta nel mangiare verdure e
frutta fresche; il loro apporto di minerali ci aiuter
a ricaricare le batterie. Per finire, si raccomanda
di evitare il pi possibile lo stress, che toglie equilibrio al sistema nervoso e abbassa le difese. Una vita
rilassata sempre sinonimo di energia. n

i 6 trucchi per fare il pieno di vitalit


FIBRE NATURALI

IONI NEGATIVI

ACQUA CORRENTE

DISCONNETTERSI

Scegli bre naturali di cotone per la biancheria da letto,


le tende, i rivestimenti e labbigliamento che rimane
a contatto con la pelle.

Senza elettricit: con lattrito queste bre non generano


elettricit statica, che oltre a dare una sensazione
sgradevole sottrae energia allorganismo.

Un ambiente secco e molto caldo favorisce


la comparsa di ioni positivi nellaria, che rubano
energia, debilitano e provocano stanchezza.

Confort termico: copriti e abbassa di un paio di gradi


il riscaldamento, in modo da non seccare laria e favorire
i rivitalizzanti ioni negativi.

Una doccia, soprattutto a ne giornata, un rimedio


magico per eliminare la stanchezza e far risalire
il tono vitale in pochi minuti.

Scaricati: metti le mani sotto il getto dellacqua corrente


e bagnati i polsi. In questo modo eliminerai leccesso
di elettricit e lo stress.

Essere sempre esposti ai campi elettromagnetici


derivanti dalla tecnologia dannoso per le difese
dellorganismo.

Usa auricolari per parlare al cellulare e spegnilo o mettilo


in modalit aereo quando non lo usi. Scollega la rete wi-
la sera quando vai a dormire.

Bere acqua fondamentale per mantenere il tono


vitale. Quando si avverte la sensazione di sete,
lorganismo sta gi soffrendo di stress idrico.

Alcalinizzati: aggiungendo allacqua un ingrediente


alcalinizzante (come limone o t verde), oltre a idratare
le cellule farai uniniezione di energia.

Gli studi rivelano che la disconnessione


con la terra ci rende pi vulnerabili allo stress,
agli agenti contaminanti e alle malattie.

Togli le scarpe, o indossa solo calzini di cotone:


camminare a contatto con il pavimento mantiene
lequilibrio elettrico dellorganismo.

IDRATAZIONE

TOCCARE TERRA

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

Protagonista pi che mai,


in casa lo spazio della
dell cucina anche lepicentro di uno
stile di vita pi salutare e so
sostenibile.
Materiali, tecniche e design sono quindi
complici e alleati di un modo di vivere
viv la gastroprima, trae i migliori
nomia che rispetta la materia prim
insegnamenti dai grandi chef del momento
e mette in pratica regole ddi buonsenso
risorse. Perch a
come il non sprecare risors
volte la felicit ha laroma e il sapore
di un buon stufato fatto in casa.
DI DANIELE AMATO FOTO: JONAS INGERSTEDT/
HOUSE OF PICTURES, SCHOLTEN & BAIJINGS

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

AVERE CURA DELLAMBIENTE


FIN DAL PRINCIPIO

IN BUONA COMPAGNIA /// Sosteneva quel


gran losofo del XX secolo che risponde al nome di
Groucho Marx che il miglior banchetto del mondo
si pu apprezzare davvero solo se c qualcuno con
cui condividerlo. Per questo sono nate le nuove
cucine: spazi aperti sulla sala da pranzo, che ne
condividono gli stessi codici estetici e funzionali
polivalenza, leggerezza, eleganza nei materiali e
nelle niture in linea con un concetto dello spazio
domestico essibile che favorisce le relazioni
familiari e sociali. La cucina diventata persino uno
status symbol: secondo fonti Siemens,
in Germania il numero di cucine di alta gamma
raddoppiato negli ultimi dieci anni.

64

VIVERE CASA

&

DESIGN

Sin dalla fase di sviluppo, i produttori prestano


attenzione al risparmio di materiale,
alla riduzione della spesa energetica
nei processi di fabbricazione e allo
smaltimento ecologico dei prodotti.
Lutilizzo di elementi di minor spessore
conferisce ai nuovi modelli eleganza e
leggerezza, riducendo al contempo la
quantit di materiale. La scelta di materie
prime rinnovabili un altro requisito: bulthaup
impiega solo legno massello e laminati
originari dellEuropa e del Nordamerica, non
ritenuti dannosi a livello ecologico; i fornitori
di Delta Cocinas possono vantare le
prestigiose ecoetichette PEFC e FSC;
e Bof usa, tra gli altri, PaperStone,
un materiale riciclato ricavato dai gusci
di anacardo pressati.

BLOOMINGVILLE

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

DA OBBLIGO NOIOSO
A SPETTACOLO QUOTIDIANO
Leliminazione delle barriere siche dalla cucina rappresenta
la manifestazione di un nuovo modo di intendere lo spazio
domestico, un riesso della nuova cultura gastronomica,
attenta al ritorno alle essenze, ma senza disdegnare la
spettacolarit. Latto di cucinare si liberato del carattere di
obbligo e lavoro per trasformarsi in un lusso quotidiano.
Unattivit piacevole che si riette nel pullulare
di programmi televisivi, blog e novit editoriali,
ma anche in un ritorno alla qualit degli ingredienti: chi
produce gli alimenti e come li produce importante.

VIVERE CASA

&

DESIGN

65

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

SPUME, SOUS-VIDE
E ALTRE DELICATESSEN
Dalle cucine professionali ci arrivano tecniche che
sanno trarre il meglio dagli alimenti. Una di queste
la cottura lenta sottovuoto (sous-vide), unopzione
presente, per esempio, nei nuovi forni combinati
a vapore della serie 400, di Gaggenau. Con questo
metodo, gli alimenti cuociono a bassa temperatura
in un involucro chiuso ermeticamente, il che
permette di conservarne gli aromi naturali, la
consistenza e i nutrienti. Unaltra inuenza delle
grandi cucine la disposizione degli elementi
secondo una sequenza logica di stoccaggio,
preparazione, cottura ed eliminazione dei residui
che garantisce una corretta manipolazione
degli alimenti e ne evita la contaminazione.

QUELLE VECCHIE PENTOLE /// Quello che mangiamo


importante quanto gli strumenti con i quali cuciniamo.
I materiali tradizionali (coccio, vetro, ghisa, acciaio inossidabile)
sono ancora la scelta pi sicura. Anche i nuovi materiali sono
afdabili, purch siano di buona qualit. Il teon inalterabile
a meno di 260 0C, ma lacido che si usa per ssarlo alle pentole
(acido peruoroctanico, o PFOA) potrebbe invece trasferirsi
sugli alimenti. Esistono pentole antiaderenti con rivestimento
in polvere di diamante che non contengono alluminio n PFOA.
Quanto al silicone, meglio scegliere il silicone platinico e
assicurarsi che le tinte usate per colorarlo
non contengano sostanze tossiche.

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

DESIGN CHE STRIZZA


LOCCHIO ALLE EMOZIONI
Il nuovo paesaggio della cucina si evolve
per adattarsi a unattivit che sempre pi
spesso si svolge in compagnia. Cucinare non
signica pi guardare il muro: interagire con
la gente attorno a elementi liberi e mobili.
La cucina Float, design di MUT Design,
incarna questo nuovo concetto n dalle
sue forme radicali, con pezzi leggeri
concepiti come isole portatili. Anche
la collezione Urban, di SieMatic, esprime
la essibilit e la mobilit proprie degli
ambienti urbani. Questa idea di cucina come
scenario personale si esplicita n nei minimi
dettagli, come gli interni dei cassetti
e degli stipetti congurabili a volont.

BUONA BASE /// Le superci


dei piani di lavoro devono essere
dure, resistenti agli urti e ai graf,
impermeabili e dalle ottime
propriet igieniche. Silestone, di
Cosentino, composto per il 94%
da quarzo naturale, comprende
nella composizione un sistema
di protezione batteriostatica
grazie al rilascio controllato
di ioni dargento che impedisce
la diffusione di un grande numero
di batteri. Questa caratteristica
permette di garantire al
consumatore un alto grado
di sicurezza nella manipolazione
degli alimenti sulla supercie
del materiale.

RECIPIENTI PER LA
SEPARAZIONE DEI
RIFIUTI VARIERA, DI
IKEA. CUCINA TOP 25,
DI DELTA, CON LEGNO
CERTIFICATO E CATENA DI
CUSTODIA FSC. MODELLO
ORGANICA, DI MOBALCO,
CON FINITURA ALLOLIO DI
TUNG, 100% NATURALE.

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

ELETTRODOMESTICI
NELLERA DI INTERNET

JELTJE JANMAAT/
HOUSE OF PICTURES

Una delle tendenze pi importanti della


cucina attuale, che si riette in eventi
come le ultime ere LivingKitchen di
Colonia o CES di Las Vegas: la connettivit
wi- di elettrodomestici come forno,
frigorifero e lavastoviglie. quel che
offre, per esempio, la nuova serie di
elettrodomestici da incasso iQ700, di
Siemens. Il controllo mediante applicazioni
speciche via smartphone o tablet esclude
per la prima volta la nostra presenza sica
in cucina. Secondo Gerhard Nssler, chief
designer di Siemens, la connettivit degli
elettrodomestici da cucina deve offrire
la semplicit duso e il carattere intuitivo
tipici di un dispositivo mobile, anche
se la tecnologia che vi sta dietro sempre
pi complessa; ci che in inglese
si chiama simplexity, combinazione
di semplicit e complessit.

68

VIVERE CASA

&

DESIGN

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

STOVIGLIE IMPECCABILI SENZA


SPRECARE UNA GOCCIA
Le moderne lavastoviglie sono in grado
di lavare con un consumo per ciclo
inferiore ai 10 litri, meno di quanto
necessario per riempire il lavello.
Anche lefcacia dei detergenti che si
utilizzano elimina la necessit di sciacquare
prima le stoviglie (un falso mito molto
diffuso). Secondo Mele, saltando questo
passaggio si ha un risparmio dacqua di oltre
40.000 litri durante i 20 anni di vita utile
per i quali sono testati tutti i loro modelli.
Il controllo automatico della durezza
dellacqua e laggiunta di un terzo vassoio
per le posate sono altri elementi che
migliorano lefcienza di questi apparecchi.

RUBINETTI SENZA CO2 /// La novit pi


rilevante nel campo della rubinetteria sono i
modelli in grado di erogare acqua calda istantanea
Quooker, Grohe Red o acqua ltrata e, a scelta,
gassata Grohe Blue. Le ripercussioni ecologiche
di questi prodotti sono evidenti: nel primo caso
si risparmia lenergia consumata per riscaldare
lacqua sul fornello o nel microonde; nel
secondo, si compensano le emissioni di CO2
derivate dalla produzione di acqua minerale:
secondo i dati di Grohe, solo in Germania
questa industria consuma 2.800 megawatt
di energia allanno, con emissioni di CO2 pari
a quelle di 620.000 veicoli diesel.

VIVERE CASA

&

DESIGN

69

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

IMPECCABILI /// I forni pirolitici


hanno rappresentato un grande
progresso in uno degli aspetti pi
seccanti della cucina: la pulizia.
Il loro unico inconveniente che
utilizzano alte temperature
(no a 500 0C) per scomporre la
materia organica e trasformarla in
cenere, quindi consumano molta
energia. Come alternativa, Gaggenau
ha sviluppato un sistema totalmente
automatico con connessione diretta
al carico e scarico dacqua, che
pulisce linterno del forno con acqua
e una cartuccia di detergente a una
temperatura molto pi bassa.

ASPIRARE I FUMI
ALLA FONTE
Aprire la cucina sul soggiorno implica
eliminare con efcacia odori, fumi e
rumori. Gli estrattori di supercie offrono il
vantaggio di aspirare i vapori direttamente
accanto alla pentola, alla padella o alla
griglia. Questo evita la diffusione di odori
e particelle di grasso nello spazio, che
niscono per depositarsi su mobili e
tessuti. Secondo lazienda Bora, questo
dispositivo si basa su un principio sico
basilare: mentre i vapori di cottura salgono
alla velocit di un metro al secondo, i loro
estrattori li aspirano verso il basso a una
velocit di quattro metri al secondo.

70

VIVERE CASA

&

DESIGN

SPECIALE CUCINA ECOLOGICA

I DIECI COMANDAMENTI
PER RISPARMIARE IN CUCINA
Mangiare bene senza prosciugare il portafoglio
anche una questione di buone abitudini.
Ecco dieci idee semplici per riuscirci.

NON FARE LA SPESA QUANDO HAI FAME.

Lappetito spinge a comprare pi alimenti del


necessario, e con un maggior contenuto calorico.

FAI UNA LISTA. Annotare ci che serve e, al

supermercato, andare a cercarlo direttamente


senza distrarsi con altri prodotti.

OCCHIO AL 2X1. Queste offerte sono buone solo

se il prodotto si pu conservare o congelare per


un tempo sufciente senza deteriorarsi.

PRODOTTI DI STAGIONE. Hanno un miglior


rapporto qualit/prezzo e di solito sono
alimenti di provenienza locale.

5
PERE PERIS

VERDURE CONFEZIONATE. Le verdure tagliate


e confezionate consumano plastica, e non sono
mai fresche come il prodotto intero.

PREMIO FEDELT. Una relazione duratura


tra cliente e venditore signica acquisti
di miglior qualit.

ENERGIA CHE RENDE. Cucinare pi cibo


per poi congelarlo e consumarlo pi avanti
aiuta a risparmiare energia.

MANGIARE MENO CARNE. Le proteine animali


dovrebbero essere complemento occasionale
di cereali, verdure e legumi, pi economici.

COMPRATE SUL POSTO. Acquistare prodotti

direttamente dallagricoltore o dallallevatore


garantisce la freschezza degli alimenti.

10

PI TEMPO AI FORNELLI. ci che abbiamo


sostenuto in queste pagine: la nuova cucina
pi veloce, sana e divertente. Mettiti allopera!
FONTE: BLOG EL COMIDISTA

VIVERE CASA

&

DESIGN

71

IN
CERCA
DELLA
LUCE

Valentn de Madariaga ha creato questa casa composta da vari moduli collegati tra
loro e ricchi di grandi aperture. Il risultato una costruzione coerente e luminosa che
ricrea in chiave contemporanea larchetipo dellarchitettura mediterranea.
STYLING: ALLAN STUART FOTO: EUGENI PONS TESTO: ANA BASUALDO

72

VIVERE CASA & DESIGN

VIVERE CASA & DESIGN

73

LA SUCCESSIONE
DEI VOLUMI
RICORDA
LE FORME
ELEMENTARE
DELLE CASE RURALI

Unimmagine riconoscibile.
Questa casa rappresenta alla perfezione larchitettura di Valentn de Madariaga, che ha fatto delle linee essenziali, del gioco di volumi, dei patii e delle grandi aperture in vetro affacciate
sul panorama il suo segno distintivo.

Salone esterno.
Le grandi aperture rendono
indeniti i conni del salone
e valorizzano la vista
esterna. I pouf a righe sono
stati confezionati su misura.
Tavolini del produttore
belga Heerenhuis.
Le ceramiche arrivano
dal Marocco.

76

VIVERE CASA & DESIGN

VIVERE CASA & DESIGN

77

DALLESTERNO,
LEDIFICIO
ACQUISISCE
UNA BELLEZZA
SCULTOREA,
QUASI ASTRATTA

OSSERVANDO LA CASA DAI CONFINI del giardino e


del campo da golf, di fronte a questa facciata composta da volumi bianchi collegati e allo stesso tempo separati, di fronte a
questa linea tratteggiata che alterna piani bianchi e aperture
in vetro, sembrerebbe, a momenti, di trovarsi di fronte a un
complesso di abitazioni, come quei piccoli raggruppamenti
di case bianche tipiche del sud del Mediterraneo che combinano una serie indissolubile di elementi simili (a livello
estetico e sociale), separati ognuno nella propria intimit, ma
solidali, uniti, legati a quelli vicini.
Ed proprio cos, in realt, poich i proprietari hanno chiesto allarchitetto Valentn de Madariaga unabitazione con
sette camere da letto quelle dei gli in un modulo indipendente, ognuna con la propria stanza da bagno, un grande
salone, la sala da pranzo, la cucina-ufcio, la lavanderia, la
cantina, una palestra, ampie terrazze, patii, due piscine (una
per gli adulti e una per i bambini) e un giardino che declina
no al campo da golf.
Per esaudire la richiesta, larchitetto ha progettato unabitazione organizzata intorno a un asse centrale, parallelo alla
strada, formato da una galleria per mostre di arte contemporanea di oltre sessanta metri di lunghezza che attraversa
la casa e serve da elemento di collegamento fra i diversi
moduli. Perpendicolarmente a questo asse centrale ne partono altri, secondari, che mettono in comunicazione le aree
comuni e quelle private, la strada, la casa e il giardino. Come
per lasse formato dalla relazione fra il modulo che contiene
la palestra (visibile in apertura dellarticolo), la piscina per
nuotare e la pool house. Un terzo asse perpendicolare alla
galleria collega lingresso pedonale a patio di accesso, corridoio, vestibolo, portico e giardino. Ai lati di questo asse si
trovano il salone principale e la sala da pranzo. A destra sono
state collocate zona di servizio, cucina, garage e palestra.

VIVERE CASA & DESIGN

79

Calde tonalit terra.


Vicino al camino, la Lounge Chair, design Charles e Ray Eames
per Vitra. Negli angoli, lampade da tavolo Tripode M3, di Santa
& Cole. I quadri sono dellartista statunitense Robert Longo.

80

VIVERE CASA & DESIGN

VIVERE CASA & DESIGN

81

Forme archetipiche.
La facciata che d sulla strada cieca e scultorea, con forme
geometriche ed elementari. Il tavolo del portico, in rovere con
ripiano di marmo, di Heerenhuis. Sedie Plastic Chair, design
Ray e Charles Eames, prodotte da Vitra.

Inondata di luce naturale.


Una galleria di sessanta metri di lunghezza collega i differenti
moduli che compongono la casa. La panca del vestibolo, foderata in pelle, di Pierre Jeanneret. Fotograa di Juan Vilalta.
Vicino alla piscina, lettini di Teklassic.

Profondit di campo.
In primo piano, un tavolo in
legno con ripiano in pietra.
Il tavolo e le sedie della
sala da pranzo, in fondo,
sono di Heerenhuis. Nella
pagina accanto, la cucina,
con ripiano in marmo
Macael, cappa modello Isla
di Pando e piano cottura a
induzione prodotto da Neff.

COLORI
E TEXTURE
NATURALI
SFUMANO
IL BIANCORE
DEGLI INTERNI

VIVERE CASA & DESIGN

85

BLU E BIANCO
RISALTANO
LELEGANZA
ESSENZIALE DI
QUESTA CASA

86

VIVERE CASA & DESIGN

Doccia allaria aperta.


Accanto ai grandi
spazi aperti, il progetto
architettonico crea anche
piccoli angoli privati come
questo spazio doccia.
La panca, in legno di teak,
di Teklassic. Prodotti
per il bagno LOccitane.

VIVERE CASA & DESIGN

87

Camera da letto
padronale.
Di fronte al letto, sedie
Chandigarh. Progettate da
Pierre Jeanneret allinizio
degli anni Cinquanta,
fanno parte del progetto
architettonico di Le
Corbusier per la citt
omonima in India.
I quadri alle pareti sono di
Sherri Levine. Sul tavolino,
lampade TMD, di Miguel
Mil per Santa & Cole.

VIVERE CASA & DESIGN

89

A sinistra invece troviamo le camere e i patii


dove in estate si pu fare la doccia allaperto.
Questa mappa dei collegamenti, delle aperture
di uno spazio sullaltro, contrasta con la facciata
chiusa, cieca, che non lascia vedere dalla strada
assolutamente nulla di ci che accade allinterno. Al punto che, da fuori, ledicio acquisisce,
a volte, una bellezza scultorea, quasi astratta,
attraverso questa linea irregolare di cubi alti,
ascetici, enigmatici. Entrando, possiamo vedere
come la casa si apre in spazi consecutivi verso
il giardino e il campo da golf. Stiamo parlando
della facciata opposta rispetto a quella che d
sulla strada; al posto di nascondersi verso lesterno invita invece a godere dellaria aperta.
Grandi terrazze coperte agiscono come zone di
transizione verso il green.
La piscina per nuotare, afancata da una doppia
la di tronchi sottili di palme con pennacchi
sulla cima, che hanno pi dellarchitettonico
che del rifugio dal sole, forma un percorso simbolico e formale, una corrispondenza di linee,
un elemento di unione fra le gure dellesterno
che, riesse nei vetri della grande apertura a
doppia altezza a unestremit delledicio, penetrano verso linterno. E, per maggior gloria
del legame formale creato fra i riessi, vediamo

LE FORME SI
COMBINANO
E SI FONDONO
CREANDO
IMMAGINI
SUGGESTIVE
rispecchiarsi nellacqua della piscina limmagine dellingresso di vetro. Un gioco di corrispondenza di linee fra interno ed esterno, fra solido
e liquido, costruito con la materia e la sua immagine riessa. Sono tutte forme che si combinano e si fondono. Vedere le palme svettare
al di sopra dei cubi bianchi che compongono la
facciata cieca come un indizio organico di ci
che si trova allinterno di questi volumi chiusi
allo sguardo pubblico. La casa offre, allinterno, diversi gradi di intimit, punti di comunicazione e di transizione fra gli spazi privati e le
aree di incontro di tutta la famiglia, i saloni, le
terrazze e il giardino. Cos come allesterno le
palme disegnano (enfatizzano, sottolineano,
ascendono), negli interni altri elementi (un tappeto qui, una collezione di quadri l) colorano e
illuminano il biancore imperante. n

1 INGRESSO

5 PORTICO

PADRONALE

2 SALOTTO

6 PALESTRA

9 BAGNO PADRONALE

3 SALA DA PRANZO

7 PISCINA

10 CAMERA

4 CUCINA

8 CAMERA

11 BAGNO
7

5
10
10

11

11

10

10

2
7

PIANO TERRA

6
4

Loremas casasa.
Bagno padronale.
La evendae
maximinus.
Oluptat
rende
nis molupta
Sfruttando
il tetto aatur
doppio
spiovente,
stato
aperto
un
que
saportare
dic totatiorro
nos mo bere,
lucernario
per
la lucemolessime
naturale nelnonsequi
bagno collegato
quiduntemVasca
facia da
num
esendit
ut magnim
si dessi
alla suiteutprincipale.
bagno
modello
Element,
di volupta nempere
excerae simusam cum quatu.
Roca. Rubinetteria
Atrioicitatus
di Grohe.

VIVERE CASA & DESIGN

91

SEGNI
DEL TEMPO

Lo studio Pedro Domingos Arquitectos ha utilizzato i


resti di unantica casa di campagna per creare unabitazione moderna in cui contemporaneo e antico si uniscono in una comunione di volumi bianchi, terrazze, patii e
corridoi trasparenti intorno a uno spazio vuoto centrale.
STYLING: SUSANA OCAA FOTO: PERE PERIS TESTO: ANA BASUALDO

LE IMMENSE QUERCE
SI APPROPRIANO DELLO
SPAZIO, RADDOPPIANO
LALTEZZA DELLA
FACCIATA E CREANO
UNA ZONA DOMBRA
SE NON CE LO AVESSERO DETTO mentre ci
stavamo avvicinando a questa casa, nellAlgarve
portoghese, non ci saremmo resi conto, attraversando il giardino, che ledificio la somma di una
costruzione originale e di una nuova. Una ricostruzione che ha affiancato componenti di epoche
diverse attraverso una serie di cellule secondo
uno schema rettangolare. Il suo autore, larchitetto
Pedro Domingo, spiega che lidea iniziale del progetto era quella di sottolineare e limitare lo spazio
centrale dellappezzamento, delimitando il vuoto
situato fra la costruzione originale in rovina e una
specie di recinto disegnato dagli alberi pi alti. La
vecchia casa era composta da tre locali collegati dove si trovavano le camere, con le rispettive
stanze da bagno. Lala nord di questo complesso si
appoggia sul terreno ed articolata secondo la sua
conformazione grazie a due patii di dimensioni
simili: uno il prolungamento verso nord della
cucina e laltro diviene il prolungamento verso

Elementi mobili.
Le porte scorrevoli color
ruggine sottolineano, nei
punti di accesso ai volumi, il movimento di linee
rette che si frammentano
e tornano a unirsi.
Allombra del patio.
Uno dei patii della casa,
chiuso su tre lati, comunica direttamente con la
sala da pranzo. Da esso
si pu accedere alla zona
del giardino.

94

VIVERE CASA

&

DESIGN

Volumi connessi.
Ledificio la somma di una costruzione originale e di una nuova.
Nella sua ricostruzione sono stati afancati componenti di epoche diverse attraverso una serie
di cellule secondo uno schema
rettangolare, punteggiato da
enormi querce.

LE SCALE ESTERNE
COLLEGANO I PATII
CON LE TERRAZZE,
PUNTI PANORAMICI
SULLAMBIENTE
CIRCOSTANTE

Le verdi praterie.
Una piscina dalle forme pure emerge da una
distesa erbosa immacolata che si sviluppa
in diagonale rispetto alla facciata principale della casa. Linterno della vasca stato
dipinto di bianco, e questo riette il blu del
cielo sulla supercie dellacqua. La piattaforma in cemento che la circonda si prolunga in una terrazza-solarium.

STIMOLANTE IL MODO
IN CUI GLI ELEMENTI
VARIOPINTI TRASMETTANO
OTTIMISMO E BUONUMORE

sud del salone. Lingresso della casa costituito


da una zona di passaggio fra le due ali dellabitazione. Una piscina dalle forme essenziali emerge
dal terreno, si sviluppa in diagonale rispetto alla
facciata. Questa diagonale con la sua inclinazione esemplifica perfettamente lo schema allorigine del progetto: una serie di cellule rettangolari
collegate tra loro. A quelle corrispondenti con la
costruzione originale (gi sviluppata secondo la
conformazione del terreno) si sommano quelle di
nuova realizzazione, con i loro patii e i corridoi
di vetro. Le porte scorrevoli color ruggine, poste
nei punti di accesso ai due volumi, sottolineano
il movimento delle linee rette che si interrompono e tornano a unirsi, stabilendo il collegamento
invisibile fra la parte originale e quella nuova.
Le scale esterne mettono in comunicazione i patii
con le terrazze alte e aperte verso la magnificenza dellambiente e la luce del sole. Non bisogna
dimenticare le immense querce che si sono impa-

Colore e calore.
Sgabello in legno e tavolino con ripiano nero, design Charles e Ray Eames
per Vitra. Sul fondo, pouf
Fjord, di Patricia Urquiola
per Moroso.
Piccoli dettagli.
Lelemento decorativo
a forma di uccello la
Eames House Bird, un
proget to degli Eames
per Vitra. A fianco, vasi
di vetro acquistati in un
mercatino.

98

VIVERE CASA

&

DESIGN

Dentro e fuori.
Tutti i mobili della cucina sono in
legno, design Kvik. Elettrodomestici di Siemens. Sedia celeste,
modello Hall Wood, di Jasper Morrison per Vitra.

Tela naturale.
Poltrona e ottomana Grand Repos, di
Antonio Citterio per Vitra. Tappeto, modello Flowers, di Patricia Urquiola per
Gan Rugs. Buffet di Area Lisbon. Lampada, modello 24 Karat Blaut, di Ingo
Maurer. Orologio Diamond Clok, di George Nelson per Vitra.

LA SALA DA PRANZO
EMANA UNARIA ALLEGRA,
ATTRAVERSATA DALLA
LUCE DEL PATIO E DEGLI
AROMI VEGETALI CHE
FILTRANO DALLE FINESTRE

Tra le cime degli alberi.


Le panche e il tavolo della terrazza sono stati costruiti artigianalmente con legno di rovere da un
falegname locale. Poltrone Slow,
di Ronan e Erwan Bouroullec, e cuscini, entrambi di Vitra.

IL PATIO BIANCO INTERNO


DI UNA SEMPLICIT
TANTO INTENSA E
RILASSANTE QUANTO UN
CHIOSTRO MONASTICO
dronite dello spazio e raddoppiano laltezza della
facciata, creando una zona dombra. Anche gli
interni e i patii vanno a costruire una struttura
decorativa. In un patio troviamo mobili in legno
di rovere fatti da un falegname del luogo. Cuscini
colorati che risaltano contro lo stucco bianco delle
pareti. Nella sala da pranzo, un tavolo in rovere,
un altro dei pezzi creati da un artigiano locale.
Brocche, candelabro, lampade da terra e a soffitto,
sedie e altri elementi creano una sala da pranzo
dallaria allegra, attraversata dalla luce del patio e
dai profumi delle erbe aromatiche. Risulta stimolante il modo in cui gli elementi colorati (una sedia
color zafferano o celeste, un tappeto, cuscini...)
trasmettono il buonumore mediterraneo senza
per questo macchiare la purezza del bianco.
Ma ora si sta facendo buio, e si ha voglia di contemplare la facciata e i frammenti dellinterno dal
giardino, nelloscurit e nel silenzio che a poco a
poco avvolgono la casa. Vediamo labitazione che

Semplicit
Il tavolo in legno del patio, collegato alla cucina,
stato realizzato da un
falegname locale. I bicchieri, la ciotola in legno
e quella di ceramica sono
stati acquistati da Ikea.
Isola multifunzionale.
Lisola della cucina accoglie il lavandino e il piano
di cottura, di Siemens.
Rubinetteria di Grohe.
Orologio da parete Spindle Clock, di George Nelson per Vitra.

104

VIVERE CASA

&

DESIGN

Patio mediterraneo.
Il patio, dipinto di bianco, collegato alla cucina e viene utilizzato come sala da pranzo estiva.
Sedie Panton, di Verner Panton
per Vitra. In un angolo, una lampada acquistata in Marocco.

cade nelloscurit, come se una foto a colori virasse pian piano verso il bianco e nero. In questo momento chiamato ora violetta (il crepuscolo),
in cui resta solo un po di luce e sembra di vivere
in due mondi contemporaneamente, si imprime
unimmagine della casa che viene conservata nella memoria. Da un lato, la grande quercia. Dietro,
una striscia bianca perfettamente omogenea e allo
stesso tempo composta, interrotta, divisa in due
parti: una aperta (patio) e una interna (salone con
il camino), una allaria aperta, una al coperto. E
poi c la porta scorrevole rettangolare che divide
in due lapertura in vetro, che, a sua volta, divide
questa parte della facciata. Dobbiamo confessare la nostra predilezione per questo patio di una
semplicit tanto intensa da sembrare un chiostro
romanico. Mentre cala la sera, il rosso ruggine
delle porte scorrevoli si spegne e si accendono le
luci allinterno, compresa quella del focolare. n
Angolo della camera da letto.
Larmadio antico, lo sgabello e gli oggetti decorativi sono stati acquistati in un mercatino di Lisbona.
Sedia Plastic, degli Eames, e poster di Wooden
Dolls, di Alexander Girard, prodotti da Vitra.

106

VIVERE CASA

&

DESIGN

2
4

PIANO TERRA

1 INGRESSO

5
5

2 CUCINA
3 PATIO
4 SALOTTO
5 CAMERA
6 BAGNO
7 TERRAZZA
8 PISCINA

7
8

Bagno padronale.
Sgabello Butterfly, design Sori Yanagi per Vitra.
Lavabo Area Lisbon. Rubinetteria di Vola. La brocca di vetro di Rosenthal. Il pavimento, come il resto della casa, in cemento bianco.

Camera da letto padronale.


Letto di Ikea. Tavolino in rovere
realizzato su misura da un falegname locale. Su di esso, lampada Gatto, di A. e Pier G. Castiglioni per Flos. Sgabello della
collezione Cork Family, di Jasper
Morrison per Vitra. Tappeto di
Woodnotes.

Attraversata dal paesaggio.


Lenorme salotto contenuto in un
volume ricco di vetrate a doppia altezza, affacciato sulla piscina che
si sviluppa parallelamente a esso,
con il bordo in parquet. Le poltrone
sono della collezione Mistral, di
Rodolfo Dordoni per Roda.

GIUNGLA DI CRISTALLO

Progettata dallo studio brasiliano Fernanda Marques Arquitetos, questa casa a So


Paulo ospita ambienti trasparenti e luminosi che abbattono ogni accenno di conne fra
interno ed esterno e favoriscono il pieno godimento della natura rigogliosa.
FOTO: FERNANDO GUERRA TESTO: ANA BASUALDO

Riessi smeraldo.
Il rivestimento in piastrelle verdi della vasca della piscina tinge lo specchio dacqua di un colore verde bosco. In certi orari,
lacqua si trasforma in uno specchio che riette lesuberante e
sontuosa vegetazione del giardino che avvolge la casa.

La singolare scala
A CHIOCCIOLA CHE
SPICCA NEL SALOTTO
UNA PRESENZA
ARCHITETTONICA,
SCULTOREA E ANCHE
SIMBOLICA

Esercizio di progettazione eccezionale.


Al centro del salone risalta la presenza di una singolare scala a
chiocciola. La scala ha un esterno bianco e avvolgente e un interno che come il cuore in legno della casa, il legame profondo
con la foresta che ricopre gran parte di questo Paese.

Tramonto vicino alla piscina.


Di sera, lo specchio dacqua della piscina riette linterno della
casa. I lettini in legno massello della collezione Grass, dei brasiliani Mveis Butzke, sono stati allineati vicino alla zona della
piscina che collegata alla sala da pranzo della casa.

Linvolucro
DI VETRO FA S CHE
PALME E FICUS
GIGANTESCHI POSSANO
ABITARE I SUOI INTERNI
E SI INTEGRINO CON
LARREDO

OSSERVANDO QUESTA CASA IN VETRO inondata di


verde, mi venuto in mente il titolo di un bellissimo libro
del naturalista Gerald Durrell, The drunk jungle. Si tratta
del racconto di un viaggio nellAmerica del Sud leggendo
il quale, come spesso capita, sembra riprodursi la magia che
sperimentarono i conquistadores spagnoli di fronte alla natura travolgente del Nuovo Mondo. Una natura ebbra di
esuberanza, con innumerevoli variet di specie animali e
vegetali. il mondo a cui appartiene questa casa, disegnata
da Fernanda Marques Arquitetos e situata in un quartiere
residenziale della citt di So Paulo, in Brasile. A queste latitudini, la distinzione europea fra esterno e interno diventa poco signicativa e anche poco funzionale, poich la
vita stessa della natura risulta quasi impossibile da limitare
o addomesticare: ricordiamo, a proposito, lo splendido lm
del regista tedesco Werner Herzog, Fitzcarraldo, in cui il progetto di costruire un teatro dopera allinterno della foresta
si trasforma in una splendida e irrealizzabile illusione. un
esempio estremo, ma descrive bene limpeto della natura,
straripante e piena di vita. E non solo: si tratta anche di una
specie di trama, di ordito, che ha molto a che vedere con la
magia (architettonica e decorativa) di questa casa. Perch vi
qui qualcosa di simile a unesuberanza esterna cui corrisponde unausterit interna. Tutto abbondante e inserito in una
trama. Nella Casa Limantos nome di questo progetto,
attraverso unapparenza in cui si unisce il contemporaneo a

Massimo confort.
Nel salotto stato creato questo angolo, adatto alla lettura
o alle chiacchiere fra amici, con poltrone girevoli, modello 277
Auckland, di Jean-Marie Massaud per Cassina.
114

VIVERE CASA

&

DESIGN

Doppie altezze
E PARETI IN VETRO
DISEGNANO SPAZI
PASSANTI E SENZA
SOLUZIONE DI
CONTINUIT CON LE
TERRAZZE

Gioco di linee geometriche.


Lesterno, in parquet, offre mobili per rilassarsi, conversare e
trascorrere lunghe ore allaria aperta. Linterno della casa caratterizzato dalluso di linee pulite e semplici che trasmettono
leggerezza, eleganza e semplicit.

Immagine stilizzata.
Nel giardino, una la di alte palme Washingtonia cresce parallelamente alla facciata di vetro, sottolineando la verticalit
dellarchitettura, che dialoga con la natura del luogo e la integra
nella costruzione come se non potesse prescinderne.

Le stanze
SONO COLLEGATE
IN MODO APERTO E
FLUIDO, EMULANDO LA
SENSAZIONE DI LIBERT
LEGATA AL PAESAGGIO
CIRCOSTANTE

Note di colore.
Al secondo piano stata creata una zona che permette di
combinare diverse attivit. La poltrona sospesa la Bubble Chair, di Eero Saarinen per Adelta. La scala attraversa
lo spazio senza ostacolare lingresso della luce.

Larredamento,
un certo tocco rtro, ci che domina la sensazione di libert, legata, senza dubbio, al paesaggio circostante. La struttura stata progettata su
tre livelli, con spazi a doppia altezza e aperture
da terra al softto. Il sistema di porte scorrevoli
a scomparsa permette alla luce di inondare totalmente gli interni. Interni? Il termine risulta
inadatto per descrivere questa sensazione di vivere in mezzo alla natura che donano lassenza
di limiti fra le stanze e il variegato giardino che
circonda la casa. Grazie allinvolucro di vetro,
palme e cus giganteschi sembrano abitare gli
interni. La vegetazione fa parte del design, come
in una riproposizione moderna della simbiosi
che si produce fra il fogliame e la pietra in quei
templi abbandonati in mezzo alla foresta. Scelto
in morbide tonalit beige e ocra e con niture
in legno, larredo aumenta la sensazione di calore e confort, di allegria e dinamismo. In mezzo

120

VIVERE CASA

&

DESIGN

IN CUI PREDOMINANO
TONALIT BEIGE E
OCRA CON FINITURE IN
LEGNO, AUMENTA LA
SENSAZIONE DI CALORE,
ALLEGRIA E DINAMISMO
allaltissimo salone risalta la presenza di una singolare scala a chiocciola. una presenza architettonica, scultorea e anche simbolica. La stessa
scala ha una parte esterna (bianca e avvolgente)
e una interna, che come il cuore di legno della
casa, il legame profondo con la foresta. Il design
della scala a chiocciola riassume la modernit
dellarchitettura e allo stesso tempo lintimit, la
convivenza con la natura. La scala a chiocciola
allo stesso tempo Europa e America, pensiero
formale ed esperienza di libert. n

In alto e in basso.
Nella suite principale il dislivello lunico elemento di separazione fra bagno e camera. Dietro la testata del letto,
disegnata da Fernanda Marques, la vasca da bagno. Le
docce sono contenute in scatole di vetro.

PASSO DI MARE

Partendo dallunione di due appartamenti, Mathieu Luyens, Julie


van De Keere e Mara Carreo hanno progettato una casa con
ampi spazi e immense aperture sullesterno, in cui texture e
materiali si alleano per creare unimmagine armonica di grande
purezza, complice la vista mozzaato sul Mediterraneo.
STYLING: SOL VAN DORSSEN FOTO: FERRAN FREIXA TESTO: ANA BASUALDO

Dialogo coerente.
La combinazione di acciaio corten, pareti bianche e gres porcellanato diventa la tela ideale
per far risaltare la luce, il mare
e gli elementi darredo. Poltrone Canasta, di Patricia Urquiola
per B&B Italia.

LABBRACCIO DEL PAESAGGIO INVITA A


VIVERE PIENAMENTE GLI SPAZI DI QUESTA
CASA ALLEGRA, LUMINOSA, DAI PERCORSI
SEMPLICI E DALLATMOSFERA AMICHEVOLE

ANCHE SE AL PRESENTE OFFRE UNIMMAGINE di


estrema purezza (biancore, trasparenza, luminosit), la casa
di cui ci occupiamo il frutto di un processo di restauro complesso. Gli architetti Mathieu Luyens e Julie van De Keere,
dello studio belga Juma Architects, e Mara Carreo, di Minimum Arquitectura, hanno unito le forze per concepire e
realizzare questo progetto partendo da due appartamenti a
due piani, con unarticolazione degli spazi che avesse la funzione di abitazione permanente per due persone, ma capace
di ospitare una famiglia numerosa. La casa stata progettata
per una decina di persone (inizialmente, sei adulti e quattro
bambini), ma in modo che due di questi potessero abitarvi
in assoluta comodit e intimit. Si possono chiudere, poi,
due delle tre camere matrimoniali del primo piano e utilizzare solo la camera padronale, con bagno, terrazzo e scale
indipendenti. La principale preoccupazione degli architetti
stata creare un complesso uniforme e coerente a partire da
due strutture differenti. Partendo dallunione di due case
abbiamo cercato di restituire un progetto uniforme, capace

Piscina e relax.

Cuore caldo.

Sulla struttura in legno,


lettini Aloha, di Desjoyaux.
Il resto dei mobili da esterni di Dedon.

Un camino aperto e vetrato su due lati, progetto degli architetti, d la propria


impronta al salone.

126

VIVERE CASA

&

DESIGN

LACQUA NON SOLO UN MOTIVO DI


FONDO, MA ANCHE UN FILO TEMATICO
PRESENTE NELLARCHITETTURA, IN
UNA PERFETTA SIMBIOSI VISIVA

Riessi di acqua e luce.


Al piano inferiore, un portico
accoglie uno specchio dacqua
confinante con la scala che
unisce i due piani della casa.
Sulla passerella, in acciaio
corten, un plaid di Teixidors.

di creare una sola entit spiega Mathieu Luyens. Le due


scale esterne sono state demolite e sostituite da una interna,
liberando un grande spazio allaria aperta con unenorme
distesa sul panorama. I baldacchini in acciaio e le verande
in legno si sovrappongono a entrambe le case, unendole.
Oltre allo sforzo di unire due parti precedentemente separate, il progetto ha ampliato gli spazi: una grande apertura
collega salotto e cucina (dotata di una capiente dispensa),
con un camino centrale in vetro su due lati. Rivolta a sud, la
casa soleggiata per tutto il corso della giornata e la terrazza (elemento fondamentale) composta da zone differenti,
a diversi livelli, destinati a servire da area per i pasti, per
incontri fra amici e per i bagni in piscina I parapetti in
metallo, molto leggeri, creano unillusione ottica, che invita
a tuffarsi in mare.
Limpiego dei materiali e la loro combinazione risulta,
poi, la strategia pi adeguata per ottenere unimmagine
armonica del complesso. Mara Carreo spiega: Abbiamo cercato di farlo innanzitutto attraverso luso di tre

Toni neutri.

Scaffali bianchi.

Divano Luis, di Antonio Citterio per B&B Italia. Sgabello bianco Hi-Pad, di Jasper
Morrison per Cappellini.

Sono stati realizzati in cemento per riporre libri e altri


oggetti decorativi. Bottiglie
di vetro di Alessi.

128

VIVERE CASA

&

DESIGN

Sala da pranzo.
Tavolo Tense, realizzato in
resina, design P&M Cazzaniga per MDF Italia. Lampada a
sospensione Sonora, di Vico
Magistretti per Oluce. Brocca
bianca di Stelton.

IL COLORE BIANCO
RICOPRE PARETI
E PAVIMENTO E FA
RISALTARE LA LUCE,
IL BLU DEL MARE
E LE TONALIT
DELICATE DEI MOBILI

soluzioni per le finiture: acciaio corten, con la sua texture


ossidata, pareti bianche e microcemento. Per esempio, nella camera da letto padronale e nel bagno annesso stato
utilizzato questo ultimo materiale senza giunzioni, creando una sensazione di continuit. Il pavimento in gres porcellanato (dalle tonalit neutre e chiare) fa s che risaltino i
colori del mare, la luce, lambiente circostante e i materiali
dei mobili. I portici in acciaio fanno risaltare la facciata,
con la sua composizione di elementi che si raddoppiano.
Insistendo sulla ricerca di una continuit visiva, il rivestimento delle due piscine costituito dalla stessa pavimentazione che troviamo nel resto della casa. Le piastrelle bianco
sporco, con lacqua, si trasformano in un turchese che trova
la sua propria e particolare continuit con mare e cielo.
Nel salone sono state ampliate il pi possibile le finestre
per contemplare e avvertire il mare, lorizzonte, i blu

PIANO INFERIORE
1

1 CUCINA
2 SALA PRANZO
3 SALOTTO

4 TERRAZZA
3

5 PISCINA

1 BAGNO
PIANO SUPERIORE

2 CAMERA
3 BAGNO
PADRONALE

Mare incorniciato.

Acciaio corten.

I lettini presenti sulle terrazze sono il modello Leaf,


disegnati da Frank Lighthart
e realizzati da Dedon.

La tonalit ocra della terrazza in acciaio corten crea


un netto contrasto con il
biancore delle pareti.

130

VIVERE CASA

&

DESIGN

4 CAMERA
PADRONALE

3
2

2
4

LE TONALIT OCRA, GRIGIO E MARRONI


DEGLI INTERNI SI COMBINANO
A MATERIALI TRADIZIONALI PER DARE
COERENZA VISIVA ALLO SPAZIO

Camera padronale.
Allinterno, la sedia CH24,
design Hans J. Wegner per
Carl Hansen & Sn. Sul letto,
lenzuola di lino verde, plaid e
cuscini di diversi colori.

Le niture naturali del legno ip lapacho


e del pordo della Patagonia avvolgono i caldi
arredi di questa casa di Isay Weineld e Obra
Prima, con reminiscenze da casa di campagna.
STYLING: SOLANGE VAN DORSSEN FOTO: ENRIQUE MENOSSI TESTO: ANA BASUALDO

Pranzo allaria aperta.


Nel giardino si creano diversi spazi abitativi con
ambienti accoglienti che permettono di godere
della vita allaria aperta. Tavolo in legno e sedie
Bertoia, di Harry Bertoia per Knoll.

Un salotto vicino allacqua.


Il bordo della piscina stato realizzato
in legno ip lapacho. Divani in legno
con rivestimenti di colore bianco.
Il tavolino un pezzo antico.

Un rifugio accogliente.
Il legno di ip lapacho riveste le porte e le pareti del
salotto, creando un ambiente caldo e accogliente. I divani
sono di Vicky Mulet; tavolini in legno e acciaio. Le poltrone
vintage sono state foderate in lino da Paola Ro.

Finestra sulla natura.


Intorno al tavolo della sala da pranzo sono disposte
sedie vintage. I pavimenti sono in pordo proveniente
dalla Patagonia. Il mobile in legno stato progettato
dallo studio Obra Prima.

Al caldo del camino.


Il camino, che stato fabbricato su misura,
il protagonista del salotto. La lampada da
terra in rattan e la panca in pelle di montone.
Il tappeto realizzato in juta.

randi pannelli di vetro mettono e (avvolto da un profumo delizioso che fa venire


in comunicazione il salone con lacquolina) ha il ruolo di maestro delle cerimonie
il giardino, composto da diverse della giornata. Bisogna immaginare questa scena
zone che arricchiscono il panora- intorno al barbecue e, poich le belle grigliate
ma del bel paesaggio dove si trova durano solitamente ore, allargare poi il campo
la casa (il quartiere residenziale Las Piedras Fasa- visivo verso la piscina e il giardino. Entrando in
no, a Punta del Este, Uruguay), progettata da Isay casa, le immagini cambiano, ma la sensazione di
Weineld. Il design del paesaggio che, come armonia si accentua (o si interiorizza) grazie anlinterno, rmato dallo studio Obra Prima, con che al pavimento in pordo della Patagonia che si
la collaborazione di Carolina Proto, Juliana Bassa- prolunga verso lesterno. Rivestimenti in legno di
ni e Fernanda Schuch ha creato diversi ambienti ip lapacho nascondono porte e nestre. Il rigore
in cui si pu sfruttare il giardino in diverse ore lineare contemporaneo che denisce larchitettudel giorno. Una pergola in legno di ip lapacho ra della casa si lascia sedurre dal calore morbido
accanto alla piscina offre ombra a coloro che di mobili in legno, lampade da terra di rattan o
preferiscono non prendere il sole mentre sono in vimini, fodere di panche e divani dalle tonalit
acqua. Con mobili di legno, canestri di rattan e delicate, accessori di origine contadina acquistati
tende in tela leggera stato composto uno scena- da antiquari locali, camino in acciaio corten, taprio esterno particolarmente confortevole per la peto di juta, tende di lino... Sul pavimento delle
vita quotidiana allaria aperta della famiglia dei camere torna il caldo lapacho. I letti hanno rivestiproprietari e dei suoi amici. Sul lato opposto si menti in pelle e, ai loro piedi, riposano tappeti di
trova la zona barbecue, che offre a sua volta mo- lana bianca. Le nestre da pavimento a softto o
menti indimenticabili intorno a un grande tavolo aperte orizzontalmente lasciano vedere giardidi legno con sedie antiche. Una nota distintiva no e piscina, che si dirama nel verde come un lago.
costituita da un vecchio mobile da lavoro, che Il verde continua a espandersi su terreni pianegserve da appoggio per chi prepara la carne, una gianti, nelle macchie di alberi e sulle colline tanto
gura fondamentale nelle grandi riunioni fami- dolci da sembrare dipinte. Non lontano, le ampie
liari o fra amici, a queste latitudini: lincaricato spiagge e il mare. Ma ci che occupa pi spazio, in
alla griglia sempre lo stesso, nel corso degli anni, questa parte del pianeta, il cielo. n

1
8

1 INGRESSO

6 PISCINA

2 SALOTTO

7 CAMERA

3 SALA DA PRANZO

8 BAGNO

4 CUCINA

9 DPENDANCE

4
2

5 TERRAZZA

PER GLI OSPITI

5
9

142

VIVERE CASA

&

DESIGN

E per tetto, un cielo di stelle.


Il giardino stato progettato dallo studio Obra Prima.
Lettini e sdraio in legno con materassini bianchi. Cuscini
di Teixidors. Lanterne in ferro e vetro.

GUIDA
AL DESIGN

COLLEZIONE FIVE. DESIGN CLAESSON KOIVISTO RUNE PER MATSUSO T.

TALENTO
ACCESSIBILE

Il valore degli oggetti non risiede solo nel


prezzo, ma anche nella loro bellezza
e nella loro capacit di emozionarci
e di accompagnarci per molti anni.
A CURA DI: JOS SNCHEZ

01

DESIGN LOW COST

STOOL 60

WOODY

ALVAR AALTO,
MIKE MEIR

LIEVORE ALTHERR MOLINA

Quando ho letto il Manifesto


del 1935 di Alvar Aalto mi ha
colpito il fatto che il suo pensiero visionario e il suo umanesimo moderno siano tanto
contemporanei, spiega Mike
Meir, art director, designer,
architetto, fotografo ed editore. Le sue versioni dello sgabello 60 di Artek nella palette
di colori tradizionali di Aalto
aggiungono freschezza e attualit a un grande classico.

Essenziale ed espressiva. La collezione Woody, di Andreu


World, combina le tradizionali tecniche di lavorazione del
legno con un linguaggio contemporaneo. Il progetto di
Lievore Altherr Molina ha un carattere iconico e rigorosamente geometrico. Comprende sedie, sgabelli e poltrone
con struttura in legno massiccio di rovere proveniente da
boschi riforestati e con certicazione di catena di custodia
del Forest Stewardship Council (FSC).

HEXAFORM
CATHERINE AITKEN
La creativa londinese Catherine Aitken disegna mobili straordinariamente semplici con una selezione limitata di materiali e allo
stesso tempo ricerca nuovi schemi di utilizzo. Il piano di questo tavolino formato da tasselli di legno di frassino. La base minimalista, anchessa esagonale, in tondino dacciaio. Unendo vari pezzi si
possono creare composizioni accattivanti.

COSSE SOFA
PHILIPPE NIGRO
Molti, dalla rivista Wallpaper che lha eletto Designer dellAnno 2014 allacclamato regista
cinematografico Spike Jonze, ammirano
lopera di Philippe Nigro e deniscono i suoi
progetti intelligenti e versatili. In questo
nuovo sof, di Ligne Roset, la comodit
il fattore essenziale e ci che determina
pi di ogni altra cosa le sue curve sinuose. La seduta, con telaio interno in acciaio,
delicatamente sospesa su unelegante
e semplice struttura in faggio indeformabile
e dal prolo accogliente.

02

DESIGN LOW COST

BIND CHAIR
Lartigianato esprime autenticit, una
caratteristica che Jessy van Drume, fondatrice dello studio belga Klaer, esalta
nel design di questa sedia. Bind Chair
costruita in due soli materiali (compensato di abete e cuoio), e utilizzando tecniche
di costruzione semplici e tradizionali. La
bravura della designer belga ha conferito a questa sedia un linguaggio estetico
singolare e decisamente contempora-

neo. La sua bellezza sta nella semplicit:


lassemblaggio del sedile alla struttura, il
ssaggio dello schienale mediante strisce
di cuoio rosa pallido e la seduta intrecciata nello stesso materiale, ispirata alla
manifattura dei mobili in vimini, una tecnica semplice ed economica con qualit
strutturali ed estetiche notevoli, secondo
la designer. Un approccio innovativo che
conferisce un valore aggiunto al pezzo

coinvolgendo lutilizzatore nella sua costruzione. Il cuoio viene precedentemente


inumidito afnch raggiunga la massima
estensione, e ci, una volta asciutto, rafforza la trama della seduta e il ssaggio
dello schienale. Il calore dei toni naturali,
la semplicit delle linee e la sensazione di
confort evocano la tradizione del design
scandinavo in questa sedia, attualmente
in fase di prototipo.

Strisce di cuoio.
Le tecniche artigianali di lavorazione
del vimini applicate
al cuoio rendono
pi saldi il fissaggio
dello schienale alla
struttura e la trama
della seduta.

Jessy van Durme (Studio Klr)


Aperto ad Anversa (Belgio) nel 2013, lo Studio Klaer la sede della designer dinterni e di arredamento Jessy van Durme.
Il suo lavoro punta sulla semplicit, sulluso artigianale dei materiali naturali e sul linguaggio estetico e visivo caratteristico del
design scandinavo. Insieme a Piet Albert Goethals co-autrice di Scandinavian Designers at Work (Luster, 2014), che illustra
progetti di scenograe per esposizioni, mobili, lampade, accessori e spazi interni caldi e accoglienti per abitazioni private e negozi.

03

DESIGN LOW COST

LIGHT CONTAINER
RECIPIO

MARTN AZA

ANTONIO CITTERIO

Light Container esattamente ci che suggerisce il nome: una


massa di luce allinterno di una cesta metallica che sembra sospesa. Martn Aza immagina la luce come un elemento dotato
di peso e volume per creare una lampada poetica e singolare.
La serie di soli 5000 pezzi rmati, individuali o in composizioni
con gruppi di due o tre diffusori.

Inizialmente concepita da Antonio Citterio come una serie di tavolini da


notte, la collezione Recipio, di Maxalto, si arricchisce, tra laltro, di una
consolle, una scrivania e un tavolo da pranzo in due misure. Il l rouge
comune a tutti gli elementi un piano la cui forma ricorda un vassoio.
disponibile in legno di rovere chiaro, grigio o nero con struttura a cavalletto nello stesso materiale.

ELKA
OSCAR PIPSON

WIREFLOW
ARIK LEVY

Ispirandosi alla geometria


delle corna ramificate dei
Cervidi (la famiglia di cervi,
alci e renne), Oscar Pipson
sfrutta la tecnologia per
creare questo sgabello in
faggio. Le curve organiche,
delicate e ad assi multipli,
sono realizzate con un tornio
CNC (a controllo numerico
computerizzato).

La nuova collezione Wireow, di Vibia, uninterpretazione contemporanea delle lampade classiche formate da aste e punti luce. Le congurazioni geometriche, in due e in tre dimensioni, ideate da Arik Levy, creano
un sottile effetto scultoreo mediante cavi sottili rigidi neri e terminali
LED a tre watt. tra le lampade ad aver ricevuto il maggior numero di
riconoscimenti internazionali nel 2014.

COLLEZIONE OAK
TEAM ETHNICRAFT
Il legno massiccio il nucleo centrale di tutte le collezioni di Ethnicraft, un materiale
rinnovabile che parla di natura e trasmette
emozione. I suoi disegni, razionali e semplici,
rendono protagoniste esclusive le qualit
del legno: colore, grana, texture... Pezzi semplici e senza tempo come quelli di questa
collezione in legno di rovere.

04

DESIGN LOW COST

Alessandro
Zambelli
Per Alessandro Zambelli, il design non un
mero esercizio di stile,
ma consiste nel dotare gli oggetti di unanima propria. Dopo aver
lavorato da Agape,
nel 2003 apre un suo
studio a Mantova e
collabora con Caimi
Brevetti, Diamantini &
Domeniconi, Disaronno, .exnovo, Rudi Rabitti, Seletti, Skitsch
e Swarovski, solo per
citare alcuni nomi.
membro cofondatore di PadiglioneItalia,
collettivo di creativi e
designer che promuove diverse mostre internazionali su aspetti
specifici del design
italiano.

Manualit hi-tech.
La lampada Afillia, di .exnovo,
associa lartigianalit del legno
di pino del Tirolo del Sud e la
tecnologia della stampa 3D.

Trina di nylon.
Il motivo geometrico
d al diffusore il
delicato aspetto
del tessuto di pizzo
e la luce proietta
ombre effimere
e sottili.

LAMPADA AFILLIA
Svestirsi del superuo e correre il rischio di rimanere a contatto con lessenziale, ecco ci che persegue Alessandro Zambelli con il design di questa lampada progettata per litaliana
.exnovo. Persino il suo nome (allia in botanica designa la categoria generale delle piante senza foglie) rimanda allassenza di
tutto ci che superuo.
La collezione composta da tre modelli da sospensione e altri
tre da tavolo. La base dappoggio, di forma conica come il supporto dei modelli da sospensione, in legno di pino dellAlto
Adige lavorato artigianalmente secondo le tradizioni locali. Il
diffusore in poliammide (fibra di nylon) sinterizzato attra-

verso la stampa 3D professionale. La trama di questa maglia


a trafori geometrici estremamente resistente e allo stesso tempo offre la sensazione di un delicato tessuto di pizzo.
Quando accesa d una luce compatta e brillante che proietta
ombre cangianti, efmere e mutevoli nello spazio circostante.
Zambelli denisce questo lavoro manualit hi-tech: Lessenza
delle cose la materia, viaggiare alla scoperta della sostanza
della bellezza tra fare artigianale e pensare industriale. In questo modo, le mani diventano macchine ad altissima precisione
che ripercorrono i gesti delle tecniche artigianali traducendoli
negli inniti linguaggi espressivi del terzo millennio.

05

DESIGN LOW COST

BELHARRA
JEAN LOUIS IRATZOKI
Belharra il nome dato allunica onda gigante di tutta Europa,
che si forma in determinate condizioni climatiche sulla costa
basca. Il nome di questa scrivania disegnata da Jean Louis
Iratzoki si riferisce allondulazione del piano, che crea spazi
dove riporre oggetti. di Treku ed disponibile in due versioni
(con e senza vassoio inferiore), quattro dimensioni e niture
accattivanti come legno di rovere laminato.

LAMPADA ACORN
ATLE TVEIT
Acorn (ghianda in inglese) si ispira alla forma del frutto caratteristico di vari tipi di quercia. Il sostegno proprio in legno di rovere
naturale, mentre il paralume in alluminio dipinto con vernice ad
acqua bianca o grigia. La lampada fa parte delle collezioni della
norvegese Northern Lighting.

GRADO0

WOODUM TOTE SHOU

RON GILAD

TAKUMI SHIMAMURA

Lopera del designer israeliano Ron Gilad fondata sulla geometria base, talvolta trattata in
modo ironico come in questa serie di tavolini di
servizio, con piani rigidi vezzosamente girati verso
lalto o verso il basso. Un effetto intrigante, suggestivo e schietto per elementi di uso quotidiano. La struttura in metallo saldato con verniciatura a polvere
epossidica e le superci in vetro temperato trasparente
dello spessore di cinque millimetri.

Il creativo giapponese Takumi Shimamura ha disegnato questa serie di borse tote


(grandi e di forma rettangolare) interamente
realizzate in sottile lamina di legno di zelkova,
zebrano, ebano o ciliegio americano. Un trattamento con speciali resine le rende resistenti,
impermeabili e durevoli.

BUBBLE
TEAM MOVE
Qualit artigianale, produzione industriale e cuore verde sono tre
tratti caratteristici del marchio italiano Move. La notevole personalit
di questo letto riette e si adatta al confort che offre. Rivestito in ecopelle trapuntata, Bubble invita al riposo. C anche una variante con
cassettoni sotto la base.

06

DESIGN LOW COST

Claesson
Koivisto
Rune
Architetti dello Sfera
Building di Kyoto, della residenza dellambasciatore svedese a
Berlino, dello studio
della designer Ingegerd
Rman e dei negozi di
Gucci, Louis Vuitton,
Sony e Asplund a Stoccolma, Claesson Koivisto Rune creano serie
di mobili per Arflex,
Asplund, Bof, Cappellini, David Design, Living
Divani e Sfera. Tra i loro
lavori pi recenti ci sono
linterno dellhotel Nobis di Stoccolma e gli
studi cinematografici
Stille.

Pentagono.
Questa collezione, di
Matsuso T, tutta basata sul numero cinque,
che ha uno spiccato
carattere simbolico nella
filosofia orientale.

COLLEZIONE FIVE
Fuchu Furniture unazienda di Hiroshima erede di una lunga
tradizione di mobili in legno massiccio di alta qualit. Queste
tecniche artigianali e la loro interpretazione in chiave contemporanea sono la base della nuova marca Matsuso T, lanciata
al Salone di Stoccolma nel 2014 con due splendide collezioni.
La serie Nadia (premio Good Design 2014), disegnata da Jin
Kuramoto, si basa sulla falegnameria navale nipponica e sulle
tecniche di costruzione dei kumiki, i rompicapo giapponesi in
legno. Il team svedese Claesson Koivisto Rune ha preso come
leitmotiv il numero cinque e il suo simbolismo nella losoa
orientale. Viviamo in un mondo fatto di cinque elementi che

sperimentiamo attraverso i nostri cinque sensi. Il cinque un


po bizzarro. Cinque non troppo. Cinque bello, dichiara
Claesson Mrten.
Il pentagono non una figura consueta nel design di mobili,
e per questo si combina con il cerchio, grazie agli angoli ammorbiditi di tavolo e sgabelli. Il lavoro di ebanisteria rasenta la
perfezione, con dettagli delicati come le tacche sulla supercie
in corrispondenza della posizione delle gambe. Il vibrante rosso
vermiglio della stessa tonalit usata nei templi e nei santuari
giapponesi, mentre la sedia con appendiabiti si ispira ai tradizionali attaccapanni per kimono.

07

DESIGN LOW COST

CONCORDE

3LEGS

EMMANUEL GALLINA

DVID TARCALI

Il design del tavolo Concorde, di


Poliform, pone lenfasi sul carattere naturale del legno. Con le
sue forme leggere interpretate
con stile essenziale, questopera
di Emmanuel Gallina ha niture in
legno di noce o di rovere Spessart
con piano in tinta oppure in marmo
di Carrara o Calacatta.

Membro dello Studio-Nomad di Budapest, Dvid Tarcali ha creato questa


serie di tavolini basati su forme geometriche semplici. Si realizzano piegando
una lastra di acciaio spessa tre millimetri, creando gure
astratte e semplici in
dimensioni e colori
diversi (su richiesta).

G1 SUNGLASSES
STUDIO NOTION
Ian Walton e Marcel Twohig, membri dello
studio notion di Dublino, interpretano un
accessorio molto in voga: gli occhiali con
montatura in legno. A differenza di altri
progetti simili, generalmente composti da
pezzi piatti, il rilievo delle montature G1
denota un impeccabile e accurato lavoro
artigianale e, per usare le loro parole, un
tentativo di reintrodurre la scultura associata alla forma degli occhiali rimanendo
fedeli al legno. Le stanghette e la parte
frontale, tutte realizzate in compensato di
legno di teak o di frassino dipinto di nero,
sono unite da un pezzo in alluminio con cerniera di bronzo.

3-PRING
TALK PROJECT
Fatelo da voi. Le stampanti 3D permettono di
creare oggetti unici e impeccabili; il loro prezzo
ormai accessibile, ma i modelli da casa possono produrre solo pezzi piccoli. Lidea di Talk
Project consiste nel realizzare componenti per
personalizzare oggetti (di Muji in questo caso)
o usarli per crearne di nuovi: da una lampada
ottenuta a partire da una scatola di plastica a
una custodia per il lettore CD.

08

OVERSIZE
LIEVORE ALTHERR MOLINA
Il sof Oversize, di Temas V, unisce il massimo confort e un linguaggio sereno e architettonico. Disponibile in due versioni, Casual
(nella foto) e Chic (con cucitura filettata),
questo progetto di Lievore Altherr Molina
pu contare su una struttura in legno massiccio e imbottitura di schiuma HR (di alta
resilienza), che garantisce una lunga durata
e un aspetto sempre impeccabile, poich recupera subito la forma. Modulare o disponibile come pezzo unico, anche sfoderabile.

DESIGN LOW COST

Benjamin
Hubert
Il team londinese
Benjamin Huber t
composto da designer
industriali, ricercatori
e ingegneri. Lavora in
diversi ambiti (arredamento, illuminazione,
beni di largo consumo
e impianti) in collaborazione con marchi
leader in Europa, Asia,
Australia, Brasile e
Stati Uniti. Parallelamente, lo studio porta
avanti progetti di ricerca e sviluppo nel campo della costruzione e
dei materiali. stato
insignito di numerosi premi e nel 2014
questo tavolo stato
candidato ai Designs
of the Year del Design
Museum.

Leggero.

RIPPLE 2.0

Ripple 2.0 un tavolo leggero


(nove chili) grazie alla struttura
in compensato di faggio
ondulato, resistente
al peso e agli urti.

Il creativo britannico Benjamin Hubert ha disegnato il tavolo pi


leggero del mondo in collaborazione con lazienda canadese
Corelam. Lungo 2,5 metri e largo uno, pesa soltanto nove chilogrammi. In confronto a un tavolo di compensato delle stesse
dimensioni, il volume di legno necessario per la costruzione si
riduce circa dell80%. Rispetto a un tavolo di legno massiccio,
Ripple molto pi sostenibile: no al 400%.
Sorprendente quanto il peso la sua resistenza. La chiave sta
nella struttura ondulata di compensato aeronautico (aircraft
plywood), cos chiamato perch fino agli anni Trenta venne
utilizzato per la costruzione di aerei in legno. Per questo ta-

volo brevettato servono solamente tre strati di legno dabete


dello spessore di 0,8 millimetri che acquisiscono una grande resistenza grazie alla laminatura a pressione, processo di
produzione innovativo per il compensato ondulato. Nella nuova versione, il sostegno ricurvo che unisce le gambe al piano
orizzontale ancora pi resistente e pu sostenere senza
problemi il peso di una persona. Allo stesso tempo garantisce
unottima resistenza agli urti e allumidit. Il legno proviene
esclusivamente da boschi di Vancouver con certicazione del
Forest Stewardship Council (FSC) e non contiene formaldeide
n composti organici volatili.

09

NEW CONTRACT

WORK IN PROGRESS

Pi confortevole e rispettoso dellambiente, il nuovo spazio di lavoro flessibile:


i suoi interni si adattano ogni giorno ai movimenti dei suoi fruitori che comunicano, si
riuniscono e si concentrano a partire da postazioni essibili e mutevoli. Il paesaggio si
riempie sempre di pi di mobili che nascono dal riuso intelligente di materiali di scarto,
con un autentico animo ecologico. Lufficio un nuovo giardino in piena fioritura.
DI GIULIA PIETROCARLO

154

VIVERE CASA

&

DESIGN

NEW CONTRACT

Lavorare un gioco
BUSINESS PLAYGROUND // Sulla scia del concetto lavoro duro, gioco duro, il gruppo alberghiero

Pullman ha chiesto al designer francese Mathieu Lehanneur di creare per lhotel Pullman St
Pancrass di Londra una sala riunioni per clienti che ricercassero un ambiente creativo adatto
al lavoro e al relax. Il risultato Business Playground, dove lutente pu trovare, fra gli altri
elementi, un tavolo rotondo sfaccettato, un altro rettangolare con bordi in pelle come fosse un
tavolo da poker e un baldacchino con immagini di alberi proiettate sulla sua supercie.

Una maniera di sedersi


UNCINO // Con la collezione di sedute Uncino, i fratelli Bouroullec continuano

la loro collaborazione con lazienda Mattiazzi e con lidea di scolpire la materia


con metodi tradizionali e con le moderne tecniche di controllo numerico
(CNC). Questa famiglia composta da sedie da ufcio con due
tipi di schienale, una base girevole e una ssa. Lincastro
fra le superci in legno e la struttura metallica ricurva
tanto sottile che entrambi gli elementi sembrano
prolungamenti di ununica forma organica,
restituendo unimmagine leggera.

NEW CONTRACT

La sedia ubbidiente
KINESIT // La prima sedia di Arper

conforme al 100% alla normativa


sullergonomia nel lavoro una creazione
di Livore Altherr Molina. Leggera e
dalle linee semplici, dispone di seduta
e schienale regolabili per adattarsi alla
sionomia di ogni fruitore, grazie a un
meccanismo che si nasconde sotto il
sedile. Lo schienale incorpora un appoggio
lombare invisibile e anche regolabile
per una maggiore essibilit e confort.
La possibilit di scegliere una delle tre
misure per lo schienale, con ruote o base
ssa e con o senza braccioli, le dona una
grande capacit di adattamento a qualsiasi
ambiente di lavoro. Inoltre pu essere
personalizzata con tutta la collezione
di niture tessili dellazienda.

Riciclami unaltra volta


LJ 1 //

Il sedile in feltro della poltrona LJ 1, design

di Laurens van Wieringen per il marchio olandese


De Vorm, fabbricato con bottiglie di PET riciclate,
combinando la manifattura artigianale con le
tecniche di stampa in 3D. Il feltro a sua volta
riciclabile, ha propriet fonoassorbenti e offre grande
confort. La base in acciaio rinito con vernice
in polvere bianca o nera (per ordinazioni superiori
a 50 sedie il colore pu essere personalizzato),
il sedile disponibile in grigio chiaro o scuro.

156

VIVERE CASA

&

DESIGN

NEW CONTRACT

Il segreto nei piccoli


dettagli
NOMESS COPENHAGEN // Se

lordine e la bella disposizione degli


elementi di un ufcio sono condizioni
indispensabili per un lavoro
produttivo, allora questi oggetti sono
un toccasana. Raccoglitori, porta
oggetti, organizer da ufcio, fermagli
per fogli... Nessun oggetto della
scrivania rimarr orfano del proprio
spazio grazie a questa collezione di
elementi acrilici dellazienda Nomess
Copenhagen, fondata nel 2007 da
Suzanne Potts. Oltre a semplicare
lorganizzazione, trasparenza e
semplicit delle linee fanno s che
la scrivania non abbia un aspetto
troppo carico.

Lavorando per il pianeta


BUZZISPACE // I designer determinano come saranno gli

scarti del futuro. Questa forte dichiarazione del direttore


creativo di BuzziSpace, Sas Adrianenssens, cela la
losoa sostenibile di questa azienda belga, fondata sul
concetto Cradle-to-cradle. Perci tutti i suoi prodotti, e
soprattutto gli elementi separatori per lufcio essibile
come quelli nelle immagini BuzziVille, BuzziWings e
BuzziHub, design di Alain Gillese dello studio Couvreur.
Devos sono rivestiti con feltro al 100% derivante da
bottiglie di plastica riciclate, un materiale che pu essere
riciclato no a cinque volte senza perdere la sua utilit.

VIVERE CASA

&

DESIGN

157

02

BIEN VIVRE

01

GODERSI
IL TEMPO

In estate, il vero lusso il trascorrere ozioso delle ore


senza uno scopo apparente. Di sicuro il contributo
di queste meraviglie lo render ancora pi piacevole.

a quando lestate questo intervallo di


ozio e piacere passeggero, di ombrelloni
a righe sulla spiaggia e tortuose spiagge
fiancheggiate da oleandri in fiore? Senza dubbio,
la prima condizione di questo piacere stata la
conquista sociale delle ferie pagate, ed stato
appunto a partire da allora che, in Europa, certi
modelli culturali estivi hanno attratto il pubblico e formato il suo gusto. Perch lestate , senza
dubbio, un fatto culturale, e forse la versione
mediterranea quella che rende meglio onore
a questo periodo dellanno associato allassenza
di preoccupazioni, alle feste, agli incontri casuali ed effimeri. successo prima che le agenzie
di viaggi nordamericane consigliassero Nizza,
Saint-Tropez, Cannes, Montecarlo, Capri, Sorrento e altri luoghi incastonati in quella fascia
azzurra e ocra che corrisponde a Francia e Italia,
ma appartiene, in particolare, a uno dei territori
pi belli della geografia dellestate. Le estati di
un lusso che non aveva bisogno di clamori o
arroganza perch era nato negli hotel rosa con
terrazze e palme, sulle spiagge come tappeti ai
piedi delle scalinate, sui campi da tennis dove
si sentono solo i colpi e il canto degli uccelli, nei picnic con la
tovaglia di lino, nel cielo
di madreperla e nel mare
blu. Una sfera mediterranea di fichi dolci come il
miele che si ripresenta oggi nei

04

03
05
06

06

07

10

08
09
1. Porcellana preziosa. Anelli in ottone placcato in oro e argento con pietre di porcellana. Helena Rohner. 2. Chapeau. Modello di Louis
Vuitton. 3. Esclusivo. Collier Pipe, in acciaio inossidabile e oro 18 carati e tela di vari colori. Maranz. 4. Prolo dantan. Costume da bagno
Arnaque, di Eres. 5. Efmero tesoro. Eau de parfum Bullion, di Byredo. 6. Shopping. Borsa 3Jours, di Fendi. 7. Doppia azione. Olio secco
bifasico per il corpo Oil & Tonic, di Biotherm. 8. Ai loro piedi. Zeppe, modello Hamptin, di Steve Madden. 9. Cocktail esplosivo. Martini
Royale Rosato, prosecco e Martini bianco. 10. Immersione! Orologio Seiko SRP453K1 automatico subacqueo 100esimo anniversario Seiko.
158

VIVERE CASA

&

DESIGN

BIEN VIVRE

12

11

color crema e rosa di una borsa, nel giallo limone


e nel verde muschio delle scarpette da spiaggia,
in tutta la categoria di abiti (in senso proprio e figurato) dellestate. un vero lusso e tipicamente
mediterraneo trovare corrispondenze fra natura, arte e moda. Le tonalit delicate e le forme
semplici permettono di concentrare vista e tatto
sulle texture: ocra e rosa occhieggiano tra le asperit di una scogliera, le pennellate di un quadro
a olio, il rilievo di un ricamo in una camicia tono
su tono... Il tramonto appare e scompare molto
lentamente, nei suoi toni morbidi, mentre il mare
diventa scuro come vino rosso. Nello stesso momento in cui, a Portofino, dei pescatori trovano
una Venere di marmo nella rete, sulla terrazza
di un hotel a Capri due giovani donne parlano,
rilassate (con musica jazz in sottofondo): Mi sono
innamorata in spiaggia. Anche io!.

13

14

15

18

Ana Basualdo

16

17

11. Impronta leggera. Espadrillas con suola di juta cucita a mano e tela di cotone, modello Onix. Castaer. 12. Felino su ruote. Jaguar XJR,
550 CV, 280 km/h di velocit massima. 13. Molto pi che acqua. Bottiglia Naturally Playful in edizione limitata, design Kenzo per Evian.
14. Eleganza senza tempo. Borsa di Loewe. 15. Una fragranza per sempre. Eternity, di Calvin Klein. 16. Firmate. Scarpe da barca Tods
Envelope, realizzate in pelle e gomma. Design dello studio Nendo. 17. Un brindisi. Champagne Cuve Dom Prignon, di Mot & Chandon.
18. Esplosione di colori. Collezione Adidas Originals x Farm, disegnata dallo studio brasiliano The Farm Company.
VIVERE CASA

&

DESIGN

159

SCHEDE TECNICHE

CINQUE CASE IN DETTAGLIO


I prezzi sono indicativi, possono esserci differenze fra i diversi punti vendita.

In cerca della luce [Pagg. 72-91]


ESTERNI. Lettini e tavolino prodotti da
Teklassic.
SALONE ESTERNO. Divani bianchi
confezionati su misura. Tavolini di Heerenhuis.
SALONE. Divano confezionato su
misura. Poltrona modello Armchair
& Ottoman design Charles e Ray Eames per Vitra. Tavolino di Heerenhuis.
Lampade Trpode M3, di Santa & Cole.
Il tavolo lungo stato realizzato su design dellarredatrice. Quadri nella zona
del camino di Roberto Longo. Tappeti di
Lola Coronel.

SCHEDA TECNICA

ARCHITETTO, Valentn de Madariaga;


ARREDO, Carmen Bruj; INGEGNERIA STRUTTURALE, Jos Rubio Tll-

ez; COSTRUTTORE, Construcciones


Quirs; CARPENTERIA, Reynaers.

ZONA PRANZO ALLAPERTO. Tavolo


di Heerenhuis. Sedie Plastic Chair DSW,
design Charles e Ray Eames per Vitra.
Brocca di Ikea.
INGRESSO. Panca foderata in pelle,
design Pierre Jeanneret. Fotograa di
Juan Villalta.
ZONA PRANZO. Tavolo e sedie di
Heerenhuis. Lampada di vimini di Lola
Coronel. Vassoi esagonali di Hay.
CUCINA. Mobili della linea Edra realizzati da Cocinas Castro. Cappa Pando.
Piastra a induzione e forno Neff. Lavabo e rubinetteria Flatiron, di Franke.

Tagliere di Ikea. Borse di lino di Stelton.


Tagliere, brocca di vetro, ciotola di vetro, di Ikea.
DOCCIA ALLAPERTO. Doccia della
serie Term 300 di Grohe. Panca di legno di Teklassic. Prodotti per il bagno
LOccitane.
CAMERA DA LETTO. Comodini e
testiera realizzati su design dellarredatrice. Sedie, design Pierre Jeanneret.
Lampade TMD design Miguel Mil per
Santa& Cole. Quadri di Sherri Levine.
BAGNO. Vasca Element di Roca. Rubinetteria Atrio di Grohe.

Segni del tempo [Pagg. 92-107]


SCHEDA TECNICA

ARCHITETTI, Pedro Domingos.

Rua da Alfndega, 108, 3E (Lisbona-Portogallo). Tel. +351 218


871 984. www.pdarq.com; MOBILI,
SpaceInvaders. Av. 5 de Outubro,
38 A (Faro, Portogallo). Tel. +351
289 803 790. www.spaceinvadersdesign.com

ESTERNI. Mobili in legno di rovere


fabbricati da un falegname locale.
PISCINA. Lettini Aloha di Desjoyaux.
SALONE. Divano di Ikea. Poltrona

e poggiapiedi Grand Repos, design


Antonio Citterio per Vitra; pouf Fjord,
design Patricia Urquiola per Moroso;
sgabello Stool e gabbia per uccelli Eames House Bird, design Charles e Ray
Eames per Vitra; tavolini da appoggio
Metal Side Tables, design Ronan e
Erwan Bouroullec per Vitra; tavolino LTR, design Charles e Ray Eames
per Vitra; cuscini vari di Vitra; tappeto
Flower, design Patricia Urquiola per
Gan Rugs.
CUCINA. Mobili, design Kvik. Rubinetteria Grohe. Elettrodomestici Siemens. Sedia Hal Wood, design Jasper
Morrison per Vitra; orologio a parete
Spindle Clock, design George Nelson
per Vitra; brocche di Holmegaard, Rosenthal e Artecnica.
SALA DA PRANZO. Tavolo in rovere
realizzato su misura da un falegname
locale. Sedie Plastic Side Chair DSW,
design Charles e Ray Eames per Vitra;
buffet di Area Lisbon; lampada a sof-

tto PH 41/2-4 Glass Pendell, design


Poul Henningsen per Louis Poulsen;
lampada da tavolo 24 Karat Blau T, di
Ingo Maurer; orologio Diamond Clock,
design George Nelson per Vitra; brocca di Qubus; candelabro, design Jaime
Hayn per Bosa.
TERRAZZA. Sedie Panton, design
Verner Panton prodotte da Vitra. Tavolo in rovere realizzato da un falegname
locale.
CAMERA DA LETTO. Letto di Ikea.
Comodino in rovere realizzato da un
falegname locale. Armadio antico acquistato in un mercatino dellantiquariato a Lisbona. Sedia Plastic Armchair
DAR, design Charles e Ray Eames per
Vitra; sgabello Cork Family, design Jasper Morrison per Vitra; lampada da
tavolo Gatto, design Achille Castiglioni
per Flos; tappeto, di Woodnotes.
BAGNO. Lavabo di Area Lisboa.
Rubinetteria Grohe. Panca Butterfly,
design Sori Yanagi per Vitra.

SCHEDE TECNICHE

Passo di mare [Pagg. 122-131]


ESTERNI. Sedie Canasta, design Patricia Urquiola per B&B Italia. Sgabelli
Aloha di Desjoyaux.
SALONE. Divani Luis, design Antonio
Citterio per B&B Italia. Illuminazione di
Viabizzuno. Lounge Chair & Ottomandi
Charles e Ray Eames per Vitra. Panca
Hi-Pad, design Jasper Morrison per
Cappellini. Tavolino Occasional Table,
design Charles e Ray Eames per Vitra.
Camino progettato da Mathieu Luyens.

Giungla di cristallo [Pagg. 108-121]


SCHEDA TECNICA

ARCHITETTI, Fernanda Marques

Arquitetos Associados. Rua


Ramos Batista, 198 (So PauloBrasile). Tel. +55 11 3849 3000.
www.fernandamarques.com.br

ESTERNI. Poltrone Mistral, design


Rodolfo Dordoni per Roda. Lettini
Grass, design Movis Butzke.

Spirito campestre
[Pagg. 132-143]
ESTERNI. Nella zona barbecue, grande
tavolo di legno antico e sedie nere, design Harry Bertoia.
SALONE. Divani bianchi di Vicky Mulet.
Poltrone foderate in lino di Paola Ro.
ZONA PRANZO. Mobile realizzato su
misura in legno di ip lapacho, design
dello studio Obra Prima. Bottiglie in vetro, di Lo de Mauricio.
CAMERA DA LETTO. Letto con testiera in cuoio e scrittoio in legno di ip lapacho, tutto realizzato su misura su progetto dello Studio Obra Prima. Tappeti
di lana realizzati a mano in Argentina.

SCHEDA TECNICA
ARCHITETTO, Isay Weinfield; INTERNI E PAESAGGIO, Studio Obra

Prima. Carolina Proto, Fernanda


Schuch e Juliana Bassani.

SALOTTO. I divani sono stati realizzati su progetto dei proprietari. Poltrone


girevoli, modello 227 Auckland, design Jean-Marie Massaud, prodotte da
Cassina. Tavolino progettato da Design Somma. Lampada da terra modello
Fat Spot; sul fondo, lampade a softto,
modello Pressed Glass; tutto realizzato da Tom Dixon. Lampada da terra
in vendita da GruppoInventa. Tappeto
di Botteh.
SALONE SUPERIORE. Divano prodotto da Cassa Matriz. Sedia, modello
Bubble, design Eero Saarinen per Adelta. Tappeto di Botteh.
BAGNO. Mobili progettati dallarchitetta Fernanda Marques.

ZONA PRANZO. Tavolo Tense, design P&M Cazzaniga per MDF Italia.
Sedie Canasta, design Patricia Urquiola per B&B Italia. Armadi, design
Piero Lissoni per Porro. Lampada,
design Vico Magistretti per Oluce.
Vassoi di Stelton.
ZONA NOTTE. Sedia CH24, design
Hans J Wegner per Carl Hansen
& Sn. Sdraio Leaf, design Frank
Lighthart per Dedon.

SCHEDA TECNICA
ARCHITETTI, Mathieu Luyens e

Julie van De Keeren, di Juma


Architects. Biezekapelstraat, 1c
(Gand-Belgio).Tel. +32 479 835
411. Mara Carreo, di Minimum
Arquitectura. P Juan Carlos
I, 39. (Ibiza-Baleari). Tel. 971 194 186; COSTRUTTORE, Construcciones
Cala. Av. Espaa, 61 BIS, 1-1. (Ibiza-Baleari). Tel. +34 971 302 191. www.
calasl.es; INSTALLAZIONI, CLIMATIZZAZIONE, IMPIANTO IDRAULICO E
PISCINA, Taim. Ctra. Aeroport (Sant Josep de Ses Salines-Ibiza-Baleari). Tel. +34 971 396 994. taim@telefonica.net; VERNICI, Diego Lacoba.
decor@pinturas-laca.com; CARPENTERIA IN ALLUMINIO, Puertas y Cerrajera Ibiza. Tel. +34 971 190 649. pycibiza@hotmail.com; CARPENTERIA
IN LEGNO, Carpintera San Antonio. Ctra de Ibiza a San Antonio, km 11,5
(Sant Antony de Portmany-Ibiza-Baleari). Tel. +34 971 342 673. www.
carpinteriasanantonio.com

INDIRIZZI

GUIDA ALLE AZIENDE E AI PROFESSIONISTI


Gli indirizzi di aziende e persone che compaiono in questo numero.
&TRADITION

Tel. +457 235 995


www.andtradition.com
ABIMIS
www.abimis.com
ADELTA
www.adelta.de
ADIDAS
www.adidas.it
AGAPE
www.agapedesign.it
ALESSI
Tel. 067 073 799.
www.alessi.com
ALFREDO HBERLI
Seefeldtrasse 301 (Zurich).
Tel. 041 443 803 230.
www.alfredo-haeberli.com
AMMOS HOTEL
www.ammoshotel.com
ANDREU WORLD
Tel. +34 961 805 700.
www.andreuworld.com
ANTONIO LUPI
www.antoniolupi.it
APPLE
www.apple.com
AR DESIGN STUDIO
www.ardesignstudio.co.uk
ARCLINEA
Tel. +39 (0) 444 394 111.
www.arclinea.com
ARPER
www.arper.com
ARRITAL CUCINE
Tel. 0434 567411.
www.arritalcucine.com
ARTEK
Tel. +34 934 586 909.
www.artek.fi
ARTEMIDE
Tel. 800-834093.
www.artemide.com
B720 - FERMN VZQUEZ
Tel. +34 933 637 979.
www.b720.com
B&B ITALIA
Tel. 031 795 111.
www.bebitalia.com
BANANA THINGS
www.studiobanana.com
BAULINE
www.bauline.it
BIOTHERM
www.biotherm.it
BISAZZA
Tel. 0444 707511.
www.bisazza.com
BLOOMINGUILLE
www.bloominguille.com
BOFFI
Tel. 0362 5341.
www.boffi.com
BORA
www.bora.com
BSB SHOWROOM
www.alfombrasbsb.com
BULTHAUP
www.bulthaup.com
BUZZI SPACE
www.buzzispace.com
BYREDO
www.byredo.com
CALVIN KLEIN
www.calvinklein.com
CAPPELLINI
www.cappellini.it
CARAVANE PARIS
www.caravane.fr
CARL HANSEN & SON
www.carlhansen.dk
CASSINA
www.cassina.it

CATHERINE AITKEN
www.catherineaitken.com

IGOR SHOES
www.igor.es

NORTHERN LIGHTING
www.northernlighting.no

SIEMENS
www.siemens-ed.com

CLAESSON KOIVISTO
RUNE
Tel. 046 864 458 63.
www.claesson-koivisto-rune.se
CLASSICON
Tel. + 49 897 84481 330.
www.classicon.com

IKEA
www.ikea.com

OLUCE
www.oluce.com

INGO MAURER
www.ingo-maurer.com

OKI SATO - NENDO


Tel. 008 103 666 137 50.
www.nendo.jp

SILESTONE
Tel. +34 950 444 175.
www.silestone.com

COCO-MAT
www.coco-mat.com

JACOPO MASCHERONI
www.jma.it

CORIAN
www.corian.com

JAGUAR
www.jaguar.it

DVID TARCALI
www.studio-nomad.com

KNOLL
www.knoll.com

DEDON
Tel. +34 (0) 4131 224 470.
www.dedon.de

KASCH KASCH
www.kaschkasch.com

DELTA MOBLE
www.deltamobleandorra.com
DESIGN SOMMA
www.designsomma.com.br
DESJO YAUX
www.desjojaux.it
DOM PERPIGNON
www.domperpignon.com
DOMO COCINAS
Tel. +34 943 464 301.
www.domococinas.com
E15
Tel. +34 961 910 021.
www.e15.com
ERES
www.eres.fr
ETHNICRAFT
Tel. +34 966 457 288.
www.ethnicraft.com
EVIAN
www.evian.com
EXNOVO
www.exnovo.com
FENDI
www.fendi.com
FERM LIVING
www.fermliving.com
FLOS
Tel. 0302438.1.
www.flos.com
FONTANAARTE
Tel. 02 45121.
www.fontanaarte.it
FOSCARINI
Tel. 041 595 3811.
www.foscarini.com
FREAKS FREE ARCHITECTS
www.freaksfreearchitects.com
FRITZ HANSEN
Tel. 02 49 526 135.
www.fritzhansen.com
FUCHU FURNITURE
www.fuchu.or.jp
GAGGENAU
Tel. 800 091 240.
www.gaggenau.com
GAN RUGS
www.gan-rugs.com
GERVASONI SPA
Tel. 0432 656 611.
www.gervasoni1882.com

JACOB DELAFON
www.jacobdelafon.com

SNAIDERO
www.snaidero.es

OSCAR PIPSON
www.oscarpipson.com

SPACE INVADERS
www.space-invaders.com

PANDO
Tel. +34 937 579 411.
www.pando.es

SPASM DESIGN
www.spasmindia.com

PAOLA LENTI
www.paolalenti.com

KENZO
www.kenzo.com

PASCAL HOSSEIN
CHEIKH-DJAVADI
Tel. 003 315 339 1600.

KVADRAT
www.kvadrat.dk

PEDRO DOMINGOS
www.pdarq.com

LOCCITANE
www.loccitane.com
LEMA
Tel. 031 630 990.
www.lemamobili.com
LEXON
www.lexon.net
LIEVORE ALTHERR MOLINA
Tel. +34 933 103 292.
www.lievorealtherrmolina.com
LIGNE ROSET
www.ligne-roset.it
LIVING DIVANI
www.livingdivani.it.
LOEWE
www.loewe.maygap.com
LOUIS VUITTON
www.louisvuitton.com
MARTN AZA Y
EDUARD PUERTAS
www.martinazua.com
MARTINI
www.martini.com
MATHIEU LEHANNEUR
www.mathieulehanneur.fr
MATTIAZZI
www.mattiazzi.eu
MAXALTO
www.bebitalia.com
MDF ITALIA
Tel. 02 8180 4100.
www.mdfitalia.it
MIELE
www.miele.it
MIRAS EDITIONS
FLOAT
www.miraseditions.com
MOBALCO
www.mobalco.com

PHAIDON
www.phaidon.com

MOBLES CIURANS
www.moblesciurans.com

RSHULT
www.roshult.se

MOROSO
www.moroso.it
MOVE
Tel. 0438 1710500.
www.move.it

SAINT GOBAIN
www.saint-gobain.com

MOVIS BUTZKE
www.moveisbutzke.com.br
MUEBLES CASTAER
www.mcastanyer.es

GIORGIO BONAGURO
www.bonagurogiorgio.com

MUUTO
www.muuto.com

GROHE
Tel. 800-289025.
www.grohe.com

NAOTO
FUKASAWA
www.plusminuszero.jp

HEERENHUIS
www.heerenhuis.be
HELENA ROHNER
www.helenarohner.com

NEFF
www.neff.it

HOTEL EKIES ALL SENSES


RESORT
www.ekies.gr

NORMANN
COPENHAGEN
www.normann-copenhagen.com

NELSON RESENDE
www.nelsonresendearquitecto.com

SLAMP
www.slamp.it

ORAC DECOR
www.oracdecor.com

PITSOU KEDEM
www.pitsou.com
POLIFORM
Tel. 031 699 444.
www.poliform.it
PORRO
Tel. 031 783 266.
www.porro.com
QUICK-STEP
www.quick-step.com
RENE
ROSSOUW
www.reneerossouwstudio.com
RENZO PIANO
Tel. 010 61711.
www.rpbw.r.ui-pro.com
RIMADESIO
www.indefil.com
ROCA
Tel. +34 933 661 200.
www.roca.com
ROCHE BOBOIS
Tel. +34 932 404 056.
www.roche-bobois.com
RODA
Tel. 033 274 86.
www.rodaonline.com
RON GILAD
www.rongilad.com
RONAN & ERWAN
BOUROULLEC
Tel. ++33 14 200 403 3.
www.bouroullec.com
ROSENTHAL
www.rosenthal.de

SANCAL
www.sancal.com
SANTA & COLE
Tel. +34 938 462 437.
www.santacole.com
SANTOS
Tel. 981 566 448.
www.santos.es
SCAVOLINI
www.scavolini.com
SCHIFFINI
Tel. 018 717 461.
www.schiffini.com
SCHOLTEN & BAIJINGS
www.scholtenbaijings.com
SEIKO
www.seiko.it
SIEMATIC
www.siematic.com

STELTON
www.stelton.com
STEVE MADEN
www.stevemaden.com
STUDIO KAIROS
Tel. 041 4196939.
studiokairos.net
SWAROVSKI
www.swarovski.com
TALK PROJECT
www.projecttalk.org
TAKUMI SHIMAMURA
www.quz.jp
TECHNAL
www.technal.com
TEIXIDORS
www.teixidors.com
TEKLASSIC
Tel. +34 913 193 446.
www.teklassic.com
TEMAS V
www.temasv.com
THE STUDIO NOTION
www.thestudionotion.com
THONET
www.aidegroup.com.
TODS
www.tods.com
TOM DIXON
www.tomdixon.net
TREKU
Tel. +34 943 130 840.
www.treku.es
TRES GRIFERA
Tel. +34 936 834 027.
www.tresgriferia.com
TRIB
www.tribu.com
UNOPI
www.unopiu.it
VALCUCINE
Tel. 0434 517911.
www.valcucine.it
VARENNA
Tel. +34 937 743 502.
www.poliform.it
VELUX
www.velux.it
VI-SPRING
www.vispring.com
VIBIA
www.vibia.com
VITRA
www.vitra.com
VOLA
www.vola.com
VONDOM
www.vondom.com
WSTBERG
www.wastberg.com
ZAHA HADID
www.zaha-hadid.com
ZARA HOME
www.zarahome.com
ZINNOBERGUEN
www.zinnobergruen.de

DISEGNA DECKING e DISEGNA WALLING. un nuovo concetto nella progettazione di esterni.


Tabolato tecnolgico e sistema di facciata ventilata di alta qualit fabbricati in Spagna.
Per informazioni: 0034 667696210

www.disegna.es

ernestomeda.com

design Giuseppe Bavuso

icon

photo Gionata Xerra - image consultant ravaiolisilenzistudio