You are on page 1of 1

Preghiera personale 27 gennaio 2015

Chi con Ges non ha paura!!!

1. Mettiti in ginocchio e in preghiera davanti allEucaristia.


2. INVOCA LO SPIRITO SANTO
Spirito Santo, tu sei la forza di Ges che muoveva i suoi passi e i suoi
gesti di amore. Spirito Santo tu sei lo Spirito di Dio Padre che ama tutti
come figli.
Spirito santo tu sei stato la forza dei discepoli chiamati a dire il la
buona notizia del Vangelo a tutti, anche a chi non voleva ascoltare e
aveva il cuore chiuso.
Vieni Spirito Santo in me, fa che anche io non abbia mai paura di
seguire Ges e nella strada che lui ha pensato per me io possa
costruire il mondo nuovo fatto di pace e gioia.

3. DAL VANGELO SECONDO MATTEO


Chiamati a s i suoi dodici discepoli, diede loro potere sugli spiriti
impuri per scacciarli e guarire ogni malattia e ogni infermit. Ges li
invi, ordinando loro: "Strada facendo, predicate, dicendo che il regno
dei cieli vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i
lebbrosi, scacciate i demni. Gratuitamente avete ricevuto,
gratuitamente date. Non procuratevi oro, n argento, n denaro nelle
vostre cinture, n sacca da viaggio, n due tuniche, n sandali, n
bastone, perch chi lavora ha diritto al suo nutrimento. Ecco: io vi
mando come pecore in mezzo a lupi; siate dunque prudenti come i
serpenti e semplici come le colombe. Sarete condotti davanti a
governatori e re per causa mia, per dare testimonianza a loro e ai
pagani. Ma, quando vi consegneranno, non preoccupatevi di come o di
che cosa direte, perch vi sar dato in quell'ora ci che dovrete dire:
infatti non siete voi a parlare, ma lo Spirito del Padre vostro che parla
in voi.

4. LEGGI E RIFLETTI la storia di don Angelo Dalla Torre


Don Angelo Dalla Torre un sacerdote della nostra Diocesi di Treviso, nato a
Ponte di Piave nel 1913 e ordianto nel 1937. Era entrato in Seminario in
prima media perch sentiva forte nel cuore la chiamata di Ges a diventare
suo amico fino in fondo. Allinizio del suo cammino ci fu anche qualche fatica:
da piccolo, infatti, aveva perso il pap e tre fratelli alla fine della prima guerra

mondiale. La sua mamma, per, piena di fede non


prese paura e cos Angelo pot entrare in Seminario
e iniziare la sua avventura di discepolo di Ges. Tante
volte nella sua preghiera chiedeva al Signore di
mostrargli la sua vocazione e di renderlo forte in
quella missione speciale, che solo lui avrebbe potuto
compiere. Mai si sarebbe aspettato, che con il suo s a
Ges detto fin da ragazzo, tante persone avrebbero
trovato libert e vita. Fin da quando era in seminario, Angelo era sempre un
appoggio per tutti, un vero amico per i compagni e poi crescendo quasi un
pap per i pi giovani. Aveva sempre attenzione per i pi deboli e i sofferenti.
Queste doti, cresciute grazie allo Spirito di Ges in lui, lo resero davvero forte
diurante la seconda guerra mondiale. Fu uno dei tanti sacerdoti che dissero
Ges non vuole questo male! e si mise a fare il bene anche rischiando!
Grazie a lui e ad altri, tanti ebrei uomini e donne, ragazzi e ragazze furono
salvati, nascosti nelle nostre parrocchie, vestiti, nutriti e assistiti con amore. La
forza di Ges aiut don Angelo a vincere ogni timidezza e paura anche di
fronte ai cattivi. Finita la guerra ha ricevuto la medaglia dei giusti dIsraele.
Oggi a Gerusalemme nel viale dei giusti un albero porta il suo nome.
Oggi Giornata della Memoria bello ricordare questo nostro amico
sacerdote che fin da ragazzo ha seguito Ges, ha sentito nel cuore la
stessa voce forte e dolce che ha dato gioia e desideri anche al nostro
cuore. Ha detto s a Ges senza paura e la sua vita ha vinto il male ed
diventata un dono preziosissimo per tante persone.
RILEGGI il brano del VANGELO sottolinea e ripeti la frase che pi fa per te
oggi. Scrivila nel tuo quaderno riportando i sentimenti, i desideri che
quella Parola ti muove le cuore.
Partendo dalla storia e dallesempio di don Angelo cosa trovi pi
importante anche per il tuo cammino di ragazzo che segue Ges?
Nella tua amicizia con Ges ti sarai sicuramente accorto che lui capace
di renderci forti. Ci sono stati dei momenti in cui lui ti ha dato forza per
fare il bene (essere amico vero, difendere qualcuno, aiutare)? Descrivili.

5. RIMANI IN PREGHIERA GUARDANDO GES, POI


Scrivi la preghiera del tuo cuore al Signore Ges. La condividerai questa sera.

6. PADRE NOSTRO
Concludi, mettendoti in ginocchio e adorando Ges presente
nellEucaristia, mentre preghi il Padre nostro.