You are on page 1of 2

15 Luglio 2015 - iLibri – Alessandra Allegretti recensisce

“In bilico. Storie di animali terrestri”
In bilico. Storie di
animali terrestri è un
perfetto spaccato della
precarietà delle ultime
generazioni, raccontato
da dodici giovani autori
italiani. I trentenni e i
quarantenni
hanno
imparato a camminare sul
filo della loro esistenza e
fanno i conti con
l’equilibrio tutti i giorni:
nel
lavoro,
nella
consapevolezza
del
futuro, nel rapporto con
la morte e l’incerto.
Leggere
questo
libro aiuta a ritrovarsi
nelle loro difficoltà e a
voler bene al proprio
senso di precarietà, che
sia
dovuto
a
una
situazione reale o a uno stato d’animo.
La prefazione di Angela Leucci insiste sulla particolarità del moderno funambolismo, perché ora il
rischio di cadere nel baratro, tra le pagine e nella vita, ha invaso la quotidianità. Ogni autore ha
messo in evidenza il buco più profondo sul quale si affaccia sempre e questa profondità a volte non
è poi così metaforica, come nel trascinante racconto di Belisario Laveneziana. Anche la natura
sembra sovvertire le sue regole, addentrandosi in un territorio pericoloso in Prede di Paolo
Merenda. L’incertezza è una sensazione cromatica per Valentina Luberto e riguarda tutti, anche
una “brava donnina” di una certa età, Olga La Lagna, nel racconto Altro Sud di Gianluca Conte.
“Ma se Olga è pazza lo sono anch’io. Se lei vive alla giornata, lo faccio anch’io, seppur per motivi
ben diversi: lei per le sue angosce esistenziali, io perché non ho mai un euro in tasca. Entrambi
precari in questo mondo.”
In questo clima catastrofico quale potrebbe essere allora la via di salvezza? Forse il folle e
tremulo equilibrio dei personaggi, perché una soluzione dall’esterno potrebbe non arrivare mai.
http://www.i-libri.com/libri/bilico-storie-di-animali-terrestri/