You are on page 1of 2

Roter Cistiberry Azione meccanica anti-adesiva in studi

Clinici su Cistite Acuta e Ricorrente
ROTER CISTIBERRY è stato approvato come dispositivo medico di classe II, con azione
meccanica anti-adesiva sui batteri – ROTER CISTIBERRY è stato valutato in studi clinici di
trattamento della cistite acuta e di prevenzione della cistite ricorrente

Con la scoperta nel Novecento degli antibatterici (sulfamidici e antibiotici), l’impiego
dell’estratto di Cranberry (Mirtillo rosso americano), usato nei secoli per risolvere gli
episodi di cistite acuta e di cistite ricorrente si è progressivamente ridotto. Man mano,
però, l’aumento delle segnalazioni di effetti indesiderati provocati proprio dalla terapia
antibiotica ha portato a rivalutare l’efficacia del Cranberry (Mirtillo rosso americano).
Si è chiarito innanzitutto che il Cranberry (Mirtillo rosso americano) agisce impedendo
l’adesione dei batteri causa di cistite acuta e di cistite ricorrente (nell’80% dei casi si tratta
di Escherichia coli) alle pareti della vescica, dove si moltiplicano con facilità e da cui è
difficile eliminarli con le urine. Partendo da questa dimostrazione, è stato progettato
ROTER CISTIBERRY un prodotto con una tecnologia brevettata, che utilizza il frutto
intero di Cranberry: buccia, polpa, semi e succo. L’estratto ad alta concentrazione, titolato
e standardizzato, è stato brevettato come CRANBERRY ACTIVE.
CRANBERRY ACTIVE, estratto brevettato del frutto intero di Cranberry (Mirtillo rosso
americano) è l’unico componente delle capsule di ROTER CISTIBERRY, che non
contengono quindi glutine, lattosio, coloranti, conservanti e zuccheri diversi da quelli del
frutto. ROTER CISTIBERRY è stato approvato come dispositivo medico di classe II
(dotato cioè di azione esclusivamente meccanica). A ROTER CISTIBERRY, dispositivo
medico di classe II, è stata riconosciuta la capacità di trattare la cistite acuta e di prevenire
la cistite ricorrente causate da Escherichia coli.

L’attività anti-adesiva (AAA) di ROTER CISTIBERRY nei confronti di Escherichia coli è
stata valutata a confronto con placebo, cioè con un preparato privo di attività: nove ore
dopo la prima assunzione di ROTER CISTIBERRY, l’AAA del prodotto era già significativa
e si manteneva elevata fino a 24-36 ore.
Un secondo studio ha confrontato tre gruppi di donne (18-40 anni) sofferenti di cistite
acuta: il primo gruppo non ha ricevuto alcun trattamento, il secondo ha assunto 500 mg di
CRANBERRY ACTIVE al giorno (pari a 1 capsula di ROTER CISTIBERRY) e il terzo
gruppo 1000 mg di CRANBERRY ACTIVE al giorno (cioè 2 capsule di ROTER
CISTIBERRY). In complesso, l’assunzione di ROTER CISTIBERRY ha alleviato
rapidamente i sintomi, dimezzando in 10 giorni la concentrazione di Escherichia coli nel
59% delle donne trattate.
Per valutare l’efficacia di ROTER CISTIBERRY nella cistite ricorrente, 155 donne sono
state suddivise in due gruppi e trattate per sei mesi con 1 capsula al giorno di ROTER
CISTIBERRY (pari a 500 mg di CISTIBERRY ACTIVE), oppure con placebo. Nel gruppo
trattato con ROTER CISTIBERRY la frequenza della cistite ricorrente si è dimezzata.
In base a questi risultati, è stato stabilito che ROTER CISTIBERRY va assunto alla
dose di 1000 mg (2 caspule al giorno) per 15 giorni in caso di cistite acuta e alla dose di 1
capsula al giorno per 30 giorni in caso di cistite ricorrente.
Fonte: Roter.it