You are on page 1of 9

Cronaca

Cronaca

Melilli: scoppia
la polemica
fuochi dartificio

Rapina un anziano
incontrato per strada
Preso un avolese

A pagina cinque

Quotidiano della Provincia di Siracusa

A pagina tre

Sicilia

mail: libertasicilia@gmail.com
www.libertasicilia.it
Fondatore Giuseppe Bianca nel 1987
venerd 7 agosto 2015 Anno XXVIIi N. 184 Direzione, Amministrazione e Redazione: via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 FAX 0931 60.006 Pubblicit: Poligrafica S.r.l. via Mosco 51 Tel. 0931 46.21.11 Fax 0931 60.006 1,00

Politica. Dopo il guazzabuglio del mancato aumento della Tasi

Acciuffato dalla Mobile

Fiscalit locale: rigore


e salta il funzionario

Un bancario
scappa con
230 mila euro

S rivissuto il caso del Psg con il copia e incolla


La rimozione del dirigen-

economia

te con delega alla Fiscalit


del Comune di Siracusa,
Rosario Pisana, un atto
che risale a diversi giorni addietro, ma la notizia
trapelata soltanto nelle
ultime ore. A rimuoverlo
stato lamministrazione
comunale, che ha voluto
in questo modo dare un
segnale sulla rigorosit e
trasparenza nella funzionalit dellEnte pubblico
locale.

Le stazioni
appaltanti
e la riforma

Non basta fare le riforme se poi non vengono applicate. Forse non
tutte le stazioni appaltanti della Sicilia sanno che
nel bandire le gare adesso devono tenere conto
della recente riforma dei
criteri di aggiudicazione,
che contrasta i fenomeni
dei ribassi anomali e delle cordate, approvata
dallArs con la legge 14
dello scorso 10 luglio, e
ci secondo lAnce Sicilia vale sin dai bandi
pubblicati dallo scorso
18 luglio, data di entrata
in vigore della legge.
A pagina quattro

A pagina tre

cronaca

Un ladro
in casa
di militare

piromane

Volevo
fare uno
scherzo

E andata male a un pre- Non


sunto topo dappartamento, il quale, non solo ha
avuto la sorpresa.

volevo appiccare
lincendio, ma la mia intenzione era quella di tirare uno scherzo.

A pagina due

A pagina cinque

POLITICA

La nuova
Giunta
a Pachino

Il sindaco di Pachino Ro-

berto Bruno, a dieci giorni


dallazzeramento, oggi ha
ricomposto la giunta, seppur parzialmente. Ad un
anno di distanza.

Ha confessato soltanto nel cuore della notte, ammettendo di avere preso lui lingente quantitativo di soldi
in contanti dal caveau della banca, indicando agli investigatori il luogo dove li aveva custoditi.

A pagina quattro

A pagina due

Il Palazzolo in Eccellenza
LAvola in Promozione
I

l Palazzolo stato
ammesso al campionato di Eccellenza,
mentre lAvola stato
promosso in Promozione. Due liete novit.
A pagina sedici

Cronaca di Siracusa 2
cronaca

Due navi
della Marina
impegnate
nei soccorsi

7 agosto 2015, venerd

Sicilia 7 agosto 2015, venerd

Le

navi della Marina Militare


Mimbelli e Sirio, inserite nel dispositivo Mare Sicuro e in pattugliamento nel Mediterraneo, data
la situazione di grave emergenza,
sono state impegnate ieri nei soccorsi al barcone che si capovolto
al largo delle coste libiche.
Lelicottero del cacciatorpediniere

Mimbelli ha trasportato 3 migranti


soccorsi dalla nave di Medici senza
Frontiere Dignity1 allospedale di
Lampedusa: un uomo con frattura
alle gambe ed una donna, accompagnata dal figlio di un anno, che
aveva necessit di una dialisi.
Anche un elicottero di nave Cavour,
flagship delloperazione Eunavfor-

med, intervenuto nei soccorsi


trasportando altri 3 migranti feriti
sempre allospedale di Lampedusa.
Il cacciatorpediniere Mimbelli, ancora sulla scena dazione come nave
comando delle operazioni di ricerca
di eventuali superstiti, ha soccorso
pochi minuti fa un gommone con
numerosi migranti a bordo.

Ha confessato soltan-

to nel cuore della notte, ammettendo di avere preso lui lingente


quantitativo di soldi
in contanti dal caveau
della banca, indicando agli investigatori
il luogo dove li aveva
custoditi. Protagonista della vicenda un
bancario siracusano,
il quale stato denunciato a piede libero per
il reato di furto aggra-

vato. Si era impossessato della somma di


230 mila e 525 euro in
contanti, e poi aveva
tentato di fare perdere le sue tracce. Sono
stati gli uomini della
squadra mobile della
Questura di Siracusa
a rintracciarlo e a risolvere nello spazio
di poche ore il mistero della scomparsa dei
soldi dalla cassa e dal
caveau di un istituto di

credito sito in viale Teracati a Siracusa.


La vicenda si verificata nel tardo pomeriggio, quando in
banca gli impiegati
erano intenti a chiudere i conti della giornata. Secondo il racconto
fatto dal direttore della filiale e dagli altri
impiegati presenti, il
bancario
infedele
si sarebbe allontanato
prima degli altri. Al

Il dirigente della Mobile, Tito Cicero.

momento della chiusura, il direttore si


accorto del considerevole ammanco e nessuno in quel frangente
riusciva a spiegarsene
il motivo. Nemmeno
si poteva sospettare
del collega che era andato via prima, perch
da sempre considerato
un impiegato modello
e non aveva mai dato
adito a rimostranze o
dubbi sul suo operato.

mento non fosse abitata dagli inquilini,


assenti perch in vacanza. E riuscito a
penetrare dentro labitazione posta al
pianterreno di un palazzo, dopo avere
forzato una persiana. Stava rovistando
tra i cassetti di un mobile del soggiorno e il rumore ha svegliato gli inquilini.
Per sua sfortuna, il proprietario dellabitazione un militare dellArma, il
quale, insospettito dai rumori, si precipitato in soggiorno, ingaggiando una
colluttazione con lintruso, anchegli
sorpreso di trovare in casa qualcuno.
Lindagato non si , comunque, perso
danimo, cosicch per intimidire il militare, ha estratto dalla tasca dei pantaloni una siringa cercando in tal modo di
neutralizzare il proprietario in modo da

veva preso di mira un anziano, seguendolo dopo avere prelevato


soldi dalla banca. Il presunto rapinatore, per, non ha avuto vita
facile, perch dopo poco tempo stato individuato e arrestato dai
poliziotti.
Lepisodio accaduto ad Avola, dove gli agenti del locale commissariato hanno tratto in arresto Salvatore Arcieri di 44 anni, domiciliato

La rimozione del dirigen-

Eppure, mancavano
quegli oltre 230 mila
euro. Pur nellincredulit generale, sono
iniziate le ricerche
del dipendente della
banca ma di lui neanche lombra: telefonino irrangiungibile e a
casa irrintracciabile.
Il direttore della filiale ha deciso di recarsi
presso la Questura per
denunciare laccaduto
e affidando ai poliziot-

Topo dappartamento
sorpreso in casa
dall'inquilino carabiniere

dappartamento, il quale, non solo ha


avuto la sorpresa che nella casa in cui
aveva fatto irruzione nottetempo per
racimolare soldi e oggetti preziosi vi
fossero gli inquilini, ma era addirittura abitata da un sottufficiale dei carabinieri con la sua famiglia, che lo
ha immobilizzato e fatto arrestare dai
suoi colleghi giunti in soccorso. Protagonista della vicenda il siracusano Marco Grassi di 40 anni, vecchia
conoscenza delle forze dellordine,
il quale adesso deve rispondere dei
reati di furto in abitazione e rapina
impropria.
Grassi aveva deciso di scassinare labitazione, pensando che in quel mo-

ad Avola, in atto sottoposto


al regime degli arresti domiciliari. Luomo si reso
responsabile del reato di
rapina con luso della violenza ai danni di un uomo
di 85 anni che aveva appena prelevato la somma
di 3 mila euro presso un
istituto bancario.

Rapina un anziano in strada


Avolese finisce in manette

Tasi e Imu: a rimetterci


il dirigente del Comune

bloccato dopo una colluttazione

E andata male a un presunto topo

Cronaca di Siracusa

politica. paga per il guazzabuglio della pratica incompeta

preso dagli agenti della mobile

Bancario
simpossessa
di 230 mila euro
e scappa

Sicilia 3

garantirsi la fuga. Ma il carabiniere non


si lasciato intimidire e ha reagito, riuscendo lo stesso a bloccare il malintenzionato, che di certo non si aspettava di
finire nelle grinfie di un tutore dellordine; questi, mentre lo teneva immobile, ha esortato la moglie a precipitarsi
al telefono per avvertire il 112, facendo intervenire una pattuglia dei militari
dellArma della stazione principale di
Siracusa, che ha arrestato Grassi per essere sottoposto a processo con il rito per
direttissima.
Nel corso della perquisizione personale, lindagato stato trovato in possesso
di quattro dosi di sostanza stupefacente
del tipo cocaina per un peso complessivo di quasi sei grammi.

ti della squadra mobile


il compito di mettersi
sulle tracce dellimpiegato su cui erano
caduti i sospetti del
furto di denaro. Intercettato intorno alle ore
21, luomo stato condotto presso gli uffici
di viale Scala Greca,
dove ha respinto ogni
addebito, sostenendo
di non essere stato lui
a impossessarsi dei
soldi. Anzi, ha chiesto
lintervento del proprio legale di fiducia.
I riscontri delle indagini e la perseveranza
degli investigatori, ha
permesso soltanto alle
prime ore dellalba
di convincere luomo
a vuotare il sacco. Il
bancario ha, infatti,
confessato
indicando in unabitazione di
sua pertinenza il luogo
dove aveva nascosto le
mazzette del denaro.
Il motivo della sua
azione non stato
chiaro.
Lindagato
proviene da una famiglia agiata, non versa
in difficolt finanziarie
tali da potere giustificare un gesto simile.
Avrebbe solamente riferito agli investigatori
di non trovarsi bene
sul posto di lavoro e
di avere commesso
il furto per una sorta
di ripicca verso i suoi
colleghi.

te con delega alla Fiscalit


del Comune di Siracusa,
Rosario Pisana, un atto
che risale a diversi giorni
addietro, ma la notizia
trapelata soltanto nelle ultime ore.
A rimuoverlo stato lamministrazione comunale,
che ha voluto in questo
modo dare un segnale
sulla rigorosit e trasparenza nella funzionalit
dellEnte pubblico locale. Il dirigente paga per il
guazzabuglio relativo alla
formulazione delle proposte per laumento dellaliquota Tasi e per la questione Imu, che sono andate a
carte quarantotto in sede
di discussione nellaula
del consiglio comunale.
In realt, il dirigente paga
per una serie di indicazioni che gli erano arrivate
negli ultimi tempi e che
non stato semplice risolvere.
La proposta dellamministrazione attiva nel recente consiglio comunale era
quella di arrotondare al 3
per mille la relativa aliquota comunale, 30% in
pi rispetto alla tariffa dello scorso anno, chiedendo
alle famiglie siracusane
due milioni di euro in pi.
Sullargomento interveniva M5S che affermava:
gi iniziato il balletto dello
scarica-barile, ma noi non
staremo a questo gioco e
facciamo delle domande
molto semplici al sindaco
Garozzo: di chi la colpa
del fatto che la proposta di
aumentare la TASI stata presentata in ritardo?
Se colpa della Dirigenza, Direttore Generale o
Dirigente Ufficio Tributi,
allora ci chiediamo e
le chiediamo perch li
paghiamo 100.000 euro

Palazzo Vermexio.

lanno. Se, invece, colpa dellassessore, allora


la parola dimissioni forse
non sarebbe fuori luogo.
La risposta del sindaco
non si fatta attendere,
in quattro e quattrotto ha
defenestrato il dirigente
con la delega alla Fiscalit, adesso affidata ad in-

terim al direttore generale


Vincenzo Migliore. Al
dirigente in questione gli
rimane la sola delega delle Politiche sociali e sul
groppone di aver portato in aula la proposta di
adeguamento delle nuove
tariffe Tasi e Imu priva del
parere obbligatorio della

circoscrizione
Cassibile, quindi impossibile da
trattare. Amministrazione
attiva penalizzata su un
parere non vincolante ma
fondamentale che ha bloccato
l'amministrazione,
salva solo grazie alla proroga e meno male (si fa per
dire) in quanto poche ore

prima dellinizio del Consiglio Comunale, il Governo Renzi aveva concesso a


tutti i comuni siciliani una
proroga al 30 Settembre
per presentare il bilancio.
Adesso il dirigente Rosario Pisana non ha pi la
delega alla Fiscalit locale
ma gli rimane quella delle Politiche sociali senza
alcuna conseguenza sugli
emolumenti. Il problema
si sposta per da un dirigente allaltro, perch la
proposta di aumentare laliquota della Tasi del 30%
permane e dovr essere
riportata allattenzione del
Consiglio comunale molto
probabilmente in occasione della seduta del civico
consesso convocata per il
27 agosto prossimo con
allordine del giorno alcuni atti dindirizzo ma con
la possibilit di discutere
delle due proposte, qualora
fossero gi state calibrate e
riproposte nei corretti termini della discussione.
R.L.

Anche in quel caso il sindaco intervenne in maniera rigorosa

E nel dicembre 2013 esplose


il caso del Psg copiato e incollato
L

a vicenda relativa alla rimozione


di un dirigente comunale perch ha
sbagliato a formulare liter per la
Tasi e per lImu ricorda quella non
meno eclatante, dell altro dirigente
rimosso dallincarico perch si scopr che aveva presentato un piano
sulla sicurezza della citt frutto di un
semplice copia e incolla da un altro
comune italiano.
Era il dicembre 2013 quando esplose il caso, tirato in ballo dallopposizione e poi amplificato sui social
network. Il Comune di Siracusa ha
copiato il Comune di Cremona e
il suo Piano generale di sviluppo

(Pgs), il documento di programmazione che definisce gli obiettivi


strategici dellente e che viene aggiornato di anno in anno. Si parla
di territorio e salute dei cittadini,
servizi pubblici e sociali, cultura e
turismo. Dopo essere stato approvato dalla giunta, il Pgs era arrivato
in consiglio comunale. Ma il consigliere comunale Salvo Sorbello, ha
scoperto il copia e incolla. Avevo
dei dubbi perch in quelle due pagine non si fa mai cenno alle nostre
specificit, come il porto e il centro
storico. Viene invece citato il Piano generale del territorio. Pecca-

to per che Siracusa non abbia mai


adottato questo strumento. A quel
punto Sorbello ha cliccato in Internet
le parole Piano generale di sviluppo ed comparso lo stesso scritto,
ma pubblicato sul sito ufficiale del
Comune di Cremona.
Il sindaco Giancarlo Garozzo si era
infuriato annunciando che sono gi
partite le procedure per i provvedimenti disciplinari e le sanzioni economiche nei confronti del dirigente e
del funzionario protagonisti di questo
caso incredibile, oggettivamente grave. Non faremo sconti.
R.L.

Cronaca di Siracusa 4

Sicilia 7 agosto 2015, venerd

lesortazione da parte del collegio regionale di ance

Le stazioni
appaltanti
applichino
la riforma
Non

basta fare le riforme


se poi non vengono applicate.
Forse non tutte le stazioni appaltanti della Sicilia sanno che
nel bandire le gare adesso devono tenere conto della recente
riforma dei criteri di aggiudicazione, che contrasta i fenomeni dei ribassi anomali e delle
cordate, approvata dallArs
con la legge 14 dello scorso 10
luglio, e ci secondo lAnce Sicilia vale sin dai bandi pubblicati dallo scorso 18 luglio, data
di entrata in vigore della legge,
cio il giorno successivo alla
sua pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale della Regione
siciliana.
Lo dice Santo Cutrone, neo vicepresidente vicario dellAnce
Sicilia, spiegando che gi alcuni Comuni, forse ignorando

le novit, non lo hanno fatto


o lo hanno fatto parzialmente.
Siamo dovuti intervenire segnalando lanomalia per evitare
ricorsi, contenziosi e il successivo annullamento degli incanti, con lallungamento dei tempi di aggiudicazione delle opere
se non addirittura la perdita dei
fondi; e infatti questi Comuni
hanno prontamente pubblicato
gli avvisi di rettifica.
Lobbligo di applicare la riforma aggiunge Cutrone reso
ancora pi imperativo dalla
tempestiva pubblicazione della
circolare esplicativa, firmata lo
scorso 31 luglio dallassessore regionale alle Infrastrutture
Giovanni Pizzo e dal dirigente
generale Giovanni Arnone, nella quale vengono minuziosamente spiegati tutti i passaggi

da seguire nellesclusione delle


offerte anomale e si tende a superare problemi interpretativi di
applicazione delle norme modificate. Quindi lassessorato,
emanando i chiarimenti in un
tempo cos breve, ha manifestato una precisa linea politica e di
indirizzo e nessuno ha pi alibi
per non adottare le nuove regole di trasparenza, legalit e rispetto della sana concorrenza.
La riforma conclude Santo
Cutrone , frutto della collaborazione fra Governo regionale,
Ars e le associazioni datoriali
riunite con i sindacati e gli ordini professionali nella Consulta regionale delle costruzioni,
rappresenta la pi importante
occasione degli ultimi anni per
provare a fare ripartire in Sicilia il settore delledilizia che

non pu pi sopportare ulteriormente una crisi che ha


mietuto migliaia di imprese e
oltre centomila posti di lavoro. Per questa ragione lAnce
Sicilia vuole sostenere la volont delle pubbliche amministrazioni di sviluppare gli
investimenti in infrastrutture,
anche vigilando sulla corretta
rispondenza dei bandi di gara
alle modifiche introdotte dalla
legge regionale 14 del 2015.
Segnaleremo tutte le anomalie
per evitare ricorsi, contenziosi, annullamenti di gare. Infatti, lobiettivo della riforma che
tutti abbiamo voluto esattamente il contrario: fluidificare
le procedure, limitare i contenziosi, ridurre i tempi di aggiudicazione delle opere.
R.L.

Non

volevo appiccare lincendio, ma la mia


intenzione era quella di
tirare uno scherzo ai suoi
colleghi che si trovavano
a poca distanza dal luogo
in cui mi trovava. Ha
respinto ogni addebito
Giovanni Conforto, il
47enne loperaio stagionale della squadra antincendi boschivi, arrestato
perch scoperto dagli uomini del Nucleo operativo provinciale del Corpo forestale di Siracusa,
mentre stava per appiccare un incendio in localit Sichilli nella zona
B della riserva naturale
orientata di Vendicari.
Lindagato,
assistito
dallavvocato Giovanni Di Felice, comparso ieri mattina dinanzi
al Gip del Tribunale di
Siracusa, Andrea Migneco.
Il giudice per le indagini
preliminari ha convalidato larresto delloperatore
forestale, disponendo nei
suoi confronti la meno
afflittiva misura cautelare degli arresti domiciliari. Riqualificato anche il
capo dimputazione dal
reato dincendio boschivo con laggravante di

Non volevo
appiccare
lincendio

In foto, il presunto piromane, Giovanni Conforto.

essere in zona di riserva


a tentato incendio colposo.
In sede dinterrogatorio
di garanzia, luomo ha
protestato la propria innocenza, sostenendo di

sare Roberto Bruno che mi auguro di chiudere nelle prossime


ore, occorre rafforzare e consolidare lattivit amministrativa
e raggiungere gli obiettivi che
ci siamo prefissati in campagna
elettorale e durante questo primo anno di governo della citt.

Tanto stato gi fatto, con grandi


sacrifici, ma siamo consapevoli
che c ancora bisogno di lavorare alacremente. In ci potr contare nel sostegno dei miei gruppi
consiliari e della fattiva collaborazione della nuova giunta comunale.

fare uno scherzo ai suoi


colleghi di lavoro che
si trovavano a due passi
da lui. Ha detto anche di
non avere avuto in mano
alcun accendino e che
sarebbe stato assurdo

Fuochi dartificio a Melilli


senza distanza di sicurezza
Fuochi

Fuochi pirotecnici.

d'artificio in aree abitate senza rispetto della distanza di sicurezza: il Movimento Difesa del Cittadino, sezione di
Melilli, con il supporto della Presidenza
nazionale scrive al Ministero dell'Interno e
chiede di disporre gli accertamenti necessari e di adottare conseguenti provvedimenti,
atti a restituire sicurezza ai cittadini di Melilli. Il caso, scaturito anche dalla preoccupazione diffusa dopo le recenti tragedie che
hanno investito fabbriche di fuochi come a
Modugno, in Puglia, stato sollevato per

intervento di vinciullo

Il sindaco di Pachino Roberto

nario del Nuovo Centrodestra,


da cui si sono staccati i consiglieri di Gente Comune, affinch il quarto assessore possa
essere espressione del gruppo
consiliare originario.
Terminata questa verifica di
maggioranza ha voluto preci-

appartenere a un gruppo
specializzato e di essere
stato quel giorno regolarmente in servizio e non a
riposo, come sostenuto
dallaccusa. Ha riferito,
inoltre, di avere voluto

avere agito alle ore 18


in piena luce e sul ciglio
della strada dove transitano numerosi veicoli a
rischio di essere subito
intercettato. Sul fatto di
essere scappato allarrivo degli operatori, Conforto ha detto di soffrire
di stati dansia e che alla
vista della pattuglia
stato assalito dal panico
e distinto ha pensato di
allontanarsi, non calcolando di avere in questo
modo destato i sospetti
dei suoi colleghi del nucleo operativo forestale
del capoluogo, che si
sono messi al suo inseguimento bloccandolo
poco dopo e nei fatti inguaiandolo.
Sul caso delloperatore
della forestale, presunto
piromane, intervenuto anche il presidente
della Regione, Rosario
Crocetta, il quale aveva
chiesto il licenziamento
dellindagato perch si
sarebbe macchiato di una
grave colpa. Sulla stessa
lunghezza donda anche
le organizzazioni sindacali di categoria, che
avevano chiesto maggiore rigore nei controlli.
R.L.

la denuncia da parte del movimento difesa cittadino

Il sindaco di Pachino Bruno nomina


parte della nuova Giunta comunale

Da sinistra, Scala, il sindaco Bruno, Cal e Nicastro.

Cronaca di Siracusa

Il presunto piromane ieri dinanzi al gip

Dieci giorni dopo lazzeramento, spazio a nuove realt politiche

Bruno, a dieci giorni dallazzeramento, oggi ha ricomposto


la giunta, seppur parzialmente.
Ad un anno di distanza dalla
vittoria delle elezioni amministrative ha dichiarato il
sindaco Bruno ho verificato
lassetto delle forze che compongono la mia maggioranza
aggiustando ci che era necessario. Niente lacerazioni,
niente scontri ma solo un riequilibrio. Del nuovo esecutivo fanno parte nuovamente
Andrea Nicastro, 44 anni, presidente di Io Cambio Pachino,
e Gisella Cal, 41 anni, attrice
e regista teatrale professionista,
una indicazione tecnica. Il terzo
nome quello di Gianni Scala,
51 anni, dirigente del Partito
Democratico. Per il momento
mi riservo di non assegnare le
deleghe ha continuato Bruno
perch aspetto di completare
la giunta. Lobiettivo quello
di ricomporre il quadro origi-

Sicilia 5

7 agosto 2015, venerd

Assemblea Regionale Siciliana ha approvato il subemendamento 5.47.2 con il


quale viene respinta laggressione ai danni
della provincia di Siracusa che, invece, mantiene la sua autonomia nellambito territoriale ottimale. Lo comunica lon. Vincenzo
Vinciullo. E stato sventato in questo modo il
tentativo di assorbire la provincia di Siracusa
nel distretto idrografico di Catania e di scorporare parte del territorio che andava con il
distretto idrografico n. 6
Con lemendamento proposto dal Governo,
infatti, il territorio della provincia di Siracusa
veniva diviso tra la zona 6, Ragusa - Gela, e
la zona 7 , Catania Messina - Enna.
Una proposta scellerata, ha proseguito lOn.

chiedere un intervento urgente per il rispetto


della normativa di sicurezza per i lavoratori e
per gli abitanti dei centri interessati , si legge
nell'esposto del Movimento Difesa del Cittadino. Dalla sede territoriale di Melilli sono
state inviate numerose segnalazioni al Comune di Melilli, alla Questura e Prefettura di
Siracusa, nonch alla Procura della Repubblica di Siracusa, per sensibilizzarle al rispetto di
quanto previsto dalla normativa riguardante
la distanza di sicurezza per lo sparo di fuochi
pirotecnici: durante varie feste religiose.

Distretto
idrografico
Scippo sventato

Vinciullo, contro cui mi sono subito opposto


con intervento in Aula che ha trovato tutti i
deputati presenti della provincia di Siracusa a
difesa del territorio.
Un risultato importante che, facendo squadra,

ha concluso lOn. Vinciullo, siamo riusciti a


far passare in Aula.

cronaca di siracusa 6

Sicilia 7 agosto 2015, venerd

7 agosto 2015, venerd

Novit tecnologiche e nuove esposizioni en plein air al Museo Paolo Orsi grazie al Progetto UE

tecnologia, per un
miglioramento nel
processo di pulizia,
ripresa e restauro

dei reperti destinati


allesposizione.
Il progetto innovativo avr uno svol-

gimento
diversificato, il percorso
allinterno dei quattro settori diventa

interattivo, grazie
allinstallazione di
totem digitali; dagli
schermi sar possibile ripercorrere la
storia e il contesto
che vedono protagonisti i migliaia di
preziosissimi pezzi
esposti. Ma grazie
al Progetto UE alcuni pezzi pregiati verranno anche
portati allesterno,
nel parco storico
di Villa Landolina,
ed esposti en plein
air: una novit che
arricchir il museo
e affasciner i visitatori, grazie al connubio tra natura e
antichit che rende
unico il luogo.

professionisti e imprenditori che hanno un debito col fisco di oltre 500.000 euro a testa

Riscossione Sicilia: 19 auto di lusso confiscate a Siracusa

1.100 auto di lusso, 81 imbarcazioni e anche un


aereo da turismo, tutto per un valore complessivo di 40 milioni di euro. Ventiquattro milioni
solo per le imbarcazioni, prevalentemente da
diporto. Questo il valore dei beni sequestrati da Riscossione Sicilia agli 800 grandi evasori scoperti dopo l'indagine ispettiva portata
avanti dal presidente della societ Antonio Fiumefreddo. Ottocento persone che all'anagrafe
tributaria risultavano nullatenenti e che stato
possibile beccare grazie all'analisi incrociata
dei rapporti finanziari con i tabulati di navigli
e auto di lusso.
Cos venuto fuori l'elenco dei beni dei professionisti e degli imprenditori siciliani che hanno

un debito col fisco di oltre 500.000 euro a testa, e che in alcuni casi si dichiaravano anche
nullatenenti: il record di sequestri di fuoriserie
Riscossione Sicilia lo ha trovato nella provincia di Messina, dove i fermi effettuati sono stati
281, seguiti dai 278 di Palermo e dai 218 di
Catania, dove stato confiscato anche un aereo. Tra questi beni, solo le auto di lusso sono
1.104. Centosedici Porche in tutta l'Isola, di cui
44 a Palermo e 32 a Messina, 46 Jaguar di cui
ben 19 sono state confiscate a Siracusa. La carrellata delle fuoriserie pi diffuse tra i grandi
debitori morosi si chiude con le Ferrari, 33 in
tutto per un valore complessivo di 2 milioni di
euro, di cui un terzo sequestrate a Palermo.

La spiaggia controllata da personale specializzato, con lassistenza di un veterinario

Marina di Priolo,
rimane aperta fino al
31 agosto bau beach

Rimane aperta fino al 31 agosto, Bau


beach a Marina di Priolo. Gli operai
hanno, infatti, ultimato nei tempi previsti
i lavori di montaggio delle strutture del
lido dedicato ai bagnanti a quattro zam-

pe ed ai loro amici a due gambe. Cos, da


questa mattina alle 9, la spiaggia tornata
fruibile per cani e padroni.
La spiaggia controllata da personale specializzato, con lassistenza di un veterinario. I cani che vi accedono devono avere il
microchip, che viene registrato allingresso, in maniera da poter sempre contare su
un elenco aggiornato degli ospiti.
Cani e padroni hanno gratuitamente a disposizione la postazione con ombrellone
e sedie, una ciotola per lacqua fresca ed
un biscotto di benvenuto che viene offerto
agli amici a quattro zampe.

Cronaca di Siracusa

Lappello
del consigliere comunale Tony
Bonafede,
che ha scritto al Prefetto
e al sindaco
di Siracusa

Nuove tecnologie
ed esposizione en plein air
per il Museo Paolo Orsi
Il Museo archeologico
regionale
Paolo Orsi segue
un percorso innovativo, dove in
corso lattuazione
del Progetto finanziato
dallUnione
europea per lavori
di manutenzione
straordinaria e riadattamento del laboratorio di restauro
fotografico per una
gestione innovativa
del patrimonio.
In primis tenuto in
debito conto il settore del restauro, dove
attualmente lavora
il team di Dino Pantano, si arricchisce
di nuove macchine moderne ad alta

Sicilia 7

In foto, tre immagini


dellarea da ripulire.

Porto piccolo: fondali


da dragare in fretta
Ha

preso carta e
penna e ha scritto, tra
gli altri, al prefetto
di Siracusa Armando
Gradone e al sindaco
della citt, Giancarlo
Garozzo. Ha chiesto
che vanga realizzata
la pulizia dei fondali
nel tratto di mare antistante all'ex ponte
Calafatari e prospettiva per un progetto
di
riqualificazione
dell'area denominata
Riva Forte Gallo.
Come gi si evince
dalle foto - spiega il
consigliere comunale Tony Bonafede nella zona ora priva
del ponte dei calafatari, censita NCTU
al F.M. 167 P.lla
4280 del Comune di
Siracusa, difficile la navigazione da
parte anche di imbarcazioni di piccolo
cabotaggio a causa
della mancata pulizia
dei fondali in quello
specchio d'acqua che
oggi si presenta con
una profondit minima. Tecnicamente
si sta costringendo
battelli e pescherecci
a mantenersi troppo
sul pelo dell'acqua e
a fare slalom per non
imbattersi in quella
specie di dune che si
sono formate sul fondo.
Per il consigliere comunale del partito

democratico sarebbe
urgente predisporre un intervento di
pulizia e dragaggio
per evitare futuri problemi a chi si sposta
sul mare da e verso
il porto piccolo, nella
considerazione
che spesso si tratta
di gente che vive di
mare e solo talvolta
di diportisti. Si potr
cos tutelare al meglio l'incolumit dei
soggetti operanti in
mare e al tempo stesso evitare il sorgere
di onerosi contenziosi per danni a mezzi
o persone. Vi poi
l'ulteriore considerazione che, al fine di

incentivare la marineria siracusana per


rilanciare la navigazione e il traffico marittimo in quell'area
per molti anni dimenticata, per migliorare l'intero contesto
del canale tra il porto grande e il porto
piccolo di Siracusa,
andrebbe predisposto un complessivo
progetto di riqualificazione anche per
l'area a terra e degli
ormeggi sul versante
di Riva Forte Gallo.
Un ulteriore intervento che sar urgente
predisporre
riguarda i lavori di
ripristino della ban-

china nei due diversi


segmenti esistenti e
purtroppo soggetti al
dissesto. Con la posa
in opera di diversi
bitt, la banchina , che
risulta danneggiata
dopo i lavori di eliminazione del ponte
dei calafatari, e dunque inservibile ai fini
di garantire sicurezza
e stabilit all'intera
zona di Riva Forte
Gallo potr riprendere la piena funzionalit con punti di
ormeggio da destinare alla pubblica fruizione. Ma per poter
concepire il disegno
complessivo riguardante quell'area, oc-

correr anche,al fine


di evitare smottamenti e cedimenti del terreno, procedere con
intervento di messa
in sicurezza tenendo
conto della massa e
dei materiali presenti
nonch della collocazione topografica
rispetto alle correnti
del canale verso il
porto piccolo.
A suo giudizio, Tutto ci consentirebbe
la navigazione e l'attracco a pescherecci che in inverno a
causa del mal tempo
si vedono costretti
a tutt'oggi a cercare
riparo in posti non
consoni. Se poi davvero si potesse arrivare alla sistemazione dell'area a terra,
in gran parte di pertinenza del Comune di
Siracusa, si potrebbe
dare l'opportunit di
realizzare strutture
precarie destinate al
turismo e all'informazione.
Bonafede ha chiesto al Sindaco di
Siracusa, previo sopralluogo in sito con
tecnici comunali, di
convocare entro il
mese di Settembre
2015, un tavolo tecnico con tutti gli enti
in indirizzo, incontro propedeutico a
valutare la fattibilit
dell'iniziativa.

Regata
quartieri
storici
Tutto
pronto
IX

edizione
della Regata dei
quartieri storici
di Siracusa. Il 16
agosto alle 16 vi
sar il raduno degli equipaggi nel
piazzale antistante la lega navale
di Siracusa dove
sar effettuato il
sorteggio delle
corsie. Alle 17
prevista l'uscita
dal porto Lachio,
tutto dopo la
benedizione degli
equipaggi. <E
un evento dice
Emanuele Schiavone, presidente
dellassociazione
Gozzo di Marika
- che ricorda la
vecchia usanza
della marineria
siracusana che
dopo una battuta di pesca, i
vari mestieri si
sfidavano in una
vera e propria
competizione a
remi utilizzando
i buzzetti siracusani. Quest'anno la cosa che
fortemente
voglio ricordare
-e imporre se
necessario ai siracusani che hanno
imbarcazioni - di
non creare onde
durante la gara e
nemmeno ostacoli durante il
percorso, perch
rischiamo dinterrompere la
competizione. I
ragazzi che partecipano alla regata
sono gli unici
testimoni che a
distanza di tanti
anni utilizzano
ancora i remi, va
loro il massimo
rispetto e tanta
gratitudine perch
ci permettono di
assistere a questo
favoloso evento
che si svolge ogni
anno nel porto di
Siracusa.

Cultura 8

Il Cantiere educativo
Crisci
ranni, sostenuto
dalla Fondazione
di Comunit Val
di Noto, memore
del patto educativo sottoscritto
il 15 settembre
del 2010 da tutte
le agenzie educative della citt
di Modica nel
ricordo di Don
Puglisi,
continua a tessere
spazi di incontro e di crescita
che intercettano
dispersione scolastica e disagio
ma anche potenzialit per coltivare condivisione e accoglienza
della diversit.
Il Cantiere offre
opportunit
di
crescita e di cittadinanza attiva
a quanti vogliono sperimentare
il senso costruttivo del ritrovarsi insieme per
la
costruzione
di una citt attenta a tutti e in
modo particolare ai pi piccoli.
Questanno, in
vista della festa
educativa
attorno allantico
rito Crisci ranni che cade
l11 aprile 2015,
sabato dopo Pa-

Sicilia 7 agosto 2015, venerd

7 agosto 2015, venerd

Si segnala un'iniziativa di riflessione


educativa su racconto
e sentimenti attorno
al tema casa/citt,
collocata nel contesto
di uno dei progetti
sostenuti dalla Fondazione di comunit
Val di Noto,
il cantiere educativo
Crisci ranni
di Modica
In foto, Modica.

Verso Crisci ranni 2015


La Casa nella citt,
la Citt a misura di casa
squa il Cantiere concentra la
sua attenzione e
passione educativa sullAbitare; il tema sar
La casa nella
citt, la citt a
misura di casa

Si pensa al rapporto tra Casa e


Citt ovvero la

Casa che consegna alla citt la


misura dellaffetto, la Citt che

preoccupandosi delle Case


valorizza le
famiglie e le sostiene nello sforzo
educativo,
nei problemi e
nelle loro ferite.
Di una casa non

importa quanto
sia grande o riccamente ammobiliata. Ci che
conta sono le
vite che vi hanno
abitato, perch
nella casa che
trovano spazio le
relazioni profonde. Lobiettivo
ritrovare i significati dimenticati
dellabitare, ripensando, insieme ai ragazzi, la
casa come luogo
della
sicurezza interiore da
portar con s
nel loro andare
nel mondo e il
mondo come
casa
grande
che
abitiamo,
dove abitare significa mettere
radici , avere
legami, appartenere ed essere
coinvolti
interamente. Ritrovando quindi il
valore della cura
(I care) e della
responsabilit i
ragazzi potranno
crescere
come
cittadini attivi,

sia
attraverso
itinerari di educazione civica e
di elaborazione
letteraria.
Lorizzonte rimane
sempre
quello di una
citt a misura
di sguardo, una
citt che ritrovi
la propria anima, invito che il

2 ottobre 1955
Giorgio La Pira,
figlio di questa
terra,
rivolgeva ai sindaci di
tutto il mondo
giunti a Firenze:
Le citt hanno
una vita propria,
hanno un loro
essere misterioso e profondo:
hanno un loro
volto.
Hanno,
per cos dire, una
loro anima ed un
loro destino: non
sono cumuli occasionali di pietra, sono misteriose abitazioni
di uomini e pi
ancora, in certo
modo, misteriose abitazioni di
Dio. []>>
Per la preparazione del rito, si
svolger a Modica presso larea
attrezzata Padre
Basile, sede del
Cantiere educativo Crisci ranni
un seminario
con la dott.ssa
Marcella Fragapane, docente di
Arte, formazione, narratrice di
miti e di fiabe,
Direttrice artistica del Festival
internazionale
del Teatro delle
Ombre di Staggia Senese.

Sicilia 9

Anche i giovanissimi
delle scuole
primarie e
secondarie
della provincia di
Siracusa
hanno saputo dare prova
di un impegno e una
creativit

Progetto In Vitro, si classificano


nel siracusano 14 scuole
Non solo i gio-

vani universitari
riescono a tenere bene il passo
con i diretti concorrenti, come
avvenuto durante le Universiadi del trading,
specialmente se
si considera il
rapporto tra le
rappresentative siciliane ed i
loro posizionamenti, dove ricordiamo non si
trattato di una
prova fatta su

Il premio consiste in uno scaffale costituito da 300 libri che


serviranno a supportare le attivit di promozione della lettura
un conto demo
trading, ma con
denaro vero. Infatti anche i giovanissimi delle
scuole primarie
e secondarie della provincia di
Siracusa hanno
saputo dare prova di un impegno e una creativit, che valsa
lassegnazione

del premio Trecento in bando.


In questo caso
non si ha ovviamente nulla a
che fare con il
trading, ma con
la promozione
della lettura, che
ha permesso a
quattordici scuole della provincia di Siracusa,
tra le quali la

Luigi
Capuana di Avola, di
ottenere
lassegnazione del
premio, che si
sono ben distinte
allinterno della
schiera esigua di
scuole premiate,
rispetto alle partecipanti.
I giovani delle
scuole primarie
e secondarie che

hanno partecipato al progetto


In Vitro, hanno
dovuto elaborare un progetto
finalizzato alla
diffusione della
lettura, e sono
state
valutate
da
unapposita commissione
che ha assegnato
il punteggio dovendo tener presenti numerosi
aspetti, come ad
esempio la capacit di fare

societ

rete con le altre


scuole, ma soprattutto quella
di riuscire a stimolare la lettura
facendo mobilitare i lettori e
di attirare quelli
non appassionati
di libri.
Importante anche il numero di
classi coinvolte,
considerato che
il premio veniva assegnato a
ciascuna scuola,
con una singola proposta per
tutto gli alunni
coinvolti.
Il premio assegnato costituito da uno
scaffale
pieno
di libri che per
lesattezza corrispondono a 300
libri selezionati
in funzione dei
destinatari, a seconda del tipo di
scuola, grado di
istruzione ecc.
Intanto anche sul
fronte della sicurezza delle strutture scolastiche
si sta muovendo
qualcosa, grazie
alla collaborazione che lEnea
ha accordato allo
Stato proprio per
gli istituti scolastici, anche se
si tratta di un
progetto che ancora on stato
ben definito, ma
che
dovrebbe
partire a breve.

il 6 festival etnico Il 20 festival internazionale del jazz e il 1 festival di musica popolare

Al via il Festival della tradizione


musicale canicattinese
in piazza XX Settembre

L Sono gi ai nastri di partenza i Festival

della tradizione musicale canicattinese (in


attesa dellappuntamento di fine mese con
il 33 Raduno Bandistico Internazionale)
inseriti nel XII Festival del Mediterraneo,
il cartellone estivo che da Luglio a Settembre anima le serate a Canicattini Bagni.
Questa mattina, sono stati il Sindaco Paolo Amenta, lAssessore allo Spettacolo,
Marilena Miceli, la Dirigen-te dellUfficio Cultura, Paola Capp, e il Direttore
artistico del Festival Jazz, Rino Cirinn,
a presentare i no-ve giorni di musica che
dal 9 al 17 Agosto richiameranno in Piazza XX Settembre migliaia di visitatori e di

appassionati.
Manifestazioni di grande spessore che da
questanno fanno il tris, aprendo a nuove
sonorit e contamina-zioni musicali, come
stato detto, allargando sempre pi il programma e lofferta della Citt del Liberty e
della Musica per i canicattinesi, i tanti visitatori e quanti amano il linguaggio della Musica.
Con il 6 Festival Etnico (9-11 Agosto), lappuntamento che parla di integrazione multiculturale e multiet-nica, e che in questi anni
ha sempre pi trasformato Piazza XX Settembre in un crocevia di suoni, ritmi e sto-rie
che arrivano dal Mondo, in particolare dai

Paesi del Mediterraneo e dallAfrica; e il 20


Festival Inter-nazionale del Jazz (12-14 Agosto); questanno arriva anche il 1 Festival
della Musica Popolare (15-17 Agosto), con
le storie e le tradizioni della terra di Sicilia.

SPECIALE 10

I filosofi di Hitler, se scienza


morale c, quella la filosofia
Sicilia 7 agosto 2015, venerd

Ma sempre davvero cos?

di Paolo Fai
Se scienza morale c,
quella la filosofia.
Ma sempre davvero cos? La domanda
se la pone la studiosa inglese Yvonne
Sherratt nel denso e
sconvolgente libro I
filosofi di Hitler, Bollati Boringhieri 2014,
pp. 312, euro 24,00.
Se il fine della filosofia
luomo e Immanuel Kant condens il
concetto nella celebre
frase: Agisci in modo
da trattare luomo cos
in te come negli altri
sempre anche come
fine, non mai solo
come mezzo , per
la Sherratt diventa
inevitabile fare luce
sul terribile segreto
che lambiente accademico custodiva:
la storia di come la filosofia fosse coinvolta
nel genocidio degli
ebrei programmato e
attuato da Hitler.
Oggetto dellindagine
del libro allora non
tanto lubriacatura collettiva che il mescitore
di genio, come viene
definito Hitler, procur
al popolo tedesco,
propinandogli in un
calice avvelenato un
intruglio indigeribile
e devastante di idee,
prese di qua e di l
dai filosofi, maggiori
e minori, della Germania, da Kant a Hegel,
da Schopenhauer a
Nietzsche, da Houston
Stewart Chamberlain
a Julius Langbehn, da
von Treitschke a Spengler (e lelenco potrebbe continuare ancora),
quanto il modo in cui,
da pifferaio magico,
pot incantare, sedurre e soggiogare al suo
delirio vasti settori del
mondo della cultura
e dellinsegnamento

universitario.
Per realizzare il suo
obiettivo di degiudeizzare il popolo tedesco
non poteva agire da
solo. Difatti, appena
nominato cancelliere,
il 30 gennaio 1933, pur
convinto di essere lui
leader filosofo, Hitler
trov un suo alter ego
in Alfred Rosenberg,
il cui compito consisteva nel distruggere
la democrazia e costruire un nuovo ideale nazista. Per fare
questo occorreva nazificare le universit. E
ci riusc con laiuto di
altri due filosofi nazisti,
Alfred Bumler e Ernst
Krieck, che cominciarono a cacciare dalle
universit i filosofi
ebrei. Dai pi illustri,
come Edmund Husserl e Karl Jaspers,
che non era ebreo,
ma era sposato con

una ebrea, ai meno


noti, come Theodor
Lessing, assassinato
nel 1933 dai nazisti,
che poi diedero i suoi
libri alle fiamme.
In tal modo, con il
passar del tempo il
grosso dei docenti

universitari [] fu totalmente nazificato,


scrisse lo studioso
ebreo Max Weinreich.
Due nomi spiccano
su tutti: Carl Schmitt,
il giurista di Hitler, e
Martin Heidegger, il
superuomo di Hitler.

Il dato comune un
antisemitismo latente,
che, apparso Hitler,
si fa palese e senza
remore. Cos Schmitt, dopo uniniziale titubanza davanti
allascesa di Hitler al
potere, osservando
come i critici del nazismo fossero perseguitati da boicottaggi,
coercizioni e impedimenti, e viceversa
come crescesse lo
stuolo di accademici
che aderivano al nazismo, non ebbe pi
esitazioni dopo il
pronunciamento di
un intellettuale come
Martin Heidegger, che
il 22 aprile 1933 scrisse a Schmitt per invitarlo a collaborare. E
Schmitt il 1 maggio
1933 si iscrisse al
partito nazionalsocialista, dichiarando ben
presto che lo Stato
monopartitico era lo
Stato del ventesimo
secolo, un passo in
avanti verso lunit
del popolo tedesco,
rivestendo il ruolo di
principale filosofo del
diritto nazista allUniversit di Berlino fino
al 1945 e permettendo che la dittatura

7 agosto 2015, venerd

La domanda se la pone la studiosa


inglese Yvonne Sherratt nel denso
e sconvolgente libro I filosofi di Hitler,
Bollati Boringhieri 2014
hitleriana fosse sancita dallautorit della
legge.
Ma i nazisti avevano
bisogno di un genio
contemporaneo, una
mente illustre che coronasse il loro progetto
con la grandezza intellettuale. E lo trovarono facilmente in un
profeta [] idolatrato
da unintera generazione di studenti per
la sua inesauribile
energia intellettuale,
il quale, il 1 maggio
1933, nel discorso
pronunciato allatto
delliscrizione al partito
nazista, annunci che
il Terzo Reich avrebbe
portato alla costruzione di un nuovo
mondo spirituale per
il popolo tedesco.
La mente illustre era
Martin Heidegger, la
cui collaborazione
con il regime fu motivo
di sgomento in tutto il
mondo, perch lui non
era un uomo qualunque, e nemmeno un
filosofo qualunque:
aveva laura di un
saggio.
Ci furono tuttavia filosofi che ebbero il
coraggio di opporsi a
Hitler. Quella resistenza la pagarono cara,
con la morte o lesilio.
Al suicidio cedette
Walter Benjamin, che
visse da esiliato, prima
in Spagna, poi in Francia. Braccato dalla Gestapo come oppositore
del regime, quando
Parigi fu conquistata
dalle armate tedesche,
Benjamin si rese conto che in Francia non
poteva pi restare.
Bloccato appena ebbe
varcato la frontiera con
la Spagna perch i
documenti non erano
ritenuti validi, costretto a tornare indietro
con lintimazione che

sarebbe stato rimandato in Francia, nella


locanda dove alloggiava pose fine alla
sua angoscia: si diede
lautoliberazione
inghiottendo una dose
di morfina sufficiente
ad ammazzare un
cavallo. Era il 26
settembre 1940.
Theodor Wiesengrund
Adorno scelse lesilio,
prima in Inghilterra,
ad Oxford, da dove,
davanti alla crescente minaccia nazista,
decise di trasferirsi
in America, prima a
New York, poi a Los
Angeles, dove gi si
trovavano altre figure
di spicco, ebree e non,
del mondo culturale
non solo tedesco,
costrette a emigrare
dal terrore nazista: da
Fritz Lang a Max Reinhardt, da Bla Bartk a
Bertolt Brecht, a Marlene Dietrich, da Max

Horkheimer a Thomas
Mann e a tanti altri.
Torner in Germania
nel 1957, dove la sua
nomina a professore
ordinario allUniversit di Francoforte
fu contestata dallex
nazista Hellmut Ritter,
che afferm che a
Francoforte era necessario essere ebrei
e amici di Horkheimer
per fare carriera.
Horkheimer, indignato per lantisemitismo ancora presente
nelluniversit, nel
1958 ottenne il pensionamento.
Anche Hannah Arendt
scelse lesilio. Era la
primavera del 1933,
quando, ventisettenne, fu arrestata con
la madre. Riuscirono
a salvarsi perch la
Arendt fece amicizia col carceriere. Si
rifugiarono in Cecoslovacchia e da qui

in Francia. Ma, prima


dellavvento di Hitler,
Hannah, quando era
matricola di filosofia
allUniversit di Marburgo, nel 1924, era
stata per un anno
lamante clandestina
di Heidegger, lartefice della sua educazione sentimentale.
Pur essendosi le loro
strade molto divaricate, la Arendt non
dimentic tuttavia il
suo Pigmalione, verso il quale continu
a nutrire sentimenti
controversi, di ripulsa (giunse a scrivere
che, con la firma che
Heidegger appose
alla lettera che licenziava il suo maestro
e amico Husserl dalla
cattedra di professore
ordinario, cui subentr lo stesso Heidegger, si permetteva di
ritenere Heidegger
nientaltro che un potenziale assassino)
e di attrazione, come
quando, al suo rientro in Germania, nel
1950, volle incontrare
il filosofo di Hitler.
Per la Arendt il mostruoso assassino
non esisteva pi. Anzi,
contribu a riabilitare
la figura di Heidegger
agli occhi del mondo,
distinguendo tra il sostenitore antisemita di
Hitler e il filosofo che
con Essere e tempo aveva cambiato
il volto della filosofia
moderna.
Anche contro i non
ebrei si accan la ferocia nazista. Kurt Huber era quel che, con
un termine nazista,
si direbbe un filosofo
ed etnologo ariano.
Il suo torto fu di aver
avuto il coraggio di
obbedire alla propria
coscienza e di non
accodarsi ai tantissimi
professori che, anche
per miseri interessi di
bottega, si piegarono
ad esaltare il nazismo.
Nel 1938 gli fu offerta
la direzione del nuovo istituto di musica
etnica allUniversit di
Berlino. Il professore
accett il prestigioso incarico, ma ben

Sicilia 11

SPECIALE

presto scopr che


avrebbe dovuto contribuire alla propaganda nazista. []. Dopo
averne discusso a
lungo con la famiglia,
prese lunica decisione possibile: rifiut di
svilire la sua materia
trasformando canti
popolari autentici in
inni nazionali nazisti,
rifiut di falsificare lo
spirito dei contadini
tedeschi inventando pantomime a fini
politici. Pertanto,
alla fine dellanno il
contratto non gli fu
rinnovato. Ma non gli
fu vietato dinsegnare.
Torn a farlo nellamata Monaco, dove
tra gli studenti cera
quella Sophie Scholl,
il cui nome legato a
quellorganizzazione
clandestina di resistenza detta la Rosa
Bianca.
Huber partecip alle
riunioni del gruppo,
lasciandosi andare
allo sdegno e alle
accuse dirette [al regime] e ribad la necessit di unazione
immediata. Era il
luglio del 1942. Appena un anno dopo tutti
i membri della Rosa
Bianca sarebbero stati giustiziati. Erano
stati distribuiti diecimila volantini con un
testo scritto da Huber
che invitava i tedeschi
alla libert e allonore.
Il 18 febbraio 1943,
alcuni volantini furono
lanciati dalledificio
principale dellUniversit di Monaco. Un custode li not e corse a
informare la Gestapo.
Il 26 febbraio Huber fu
arrestato. Processato, fu condannato ad
esser ghigliottinato.
La condanna fu eseguita il 13 luglio 1943.
Il suo nome pressoch sconosciuto.
Quello di Heidegger,
invece, osannato. Eppure contribu molto,
con le sue idee e coi
suoi scritti, al genocidio degli ebrei, n si
pent mai ufficialmente di aver sostenuto il
pi infame dei regimi
che la storia ricordi.

societ 12

Sicilia 7 agosto 2015, venerd

Europa, Europa,
cercasi Caporale

La sintomatologia che se n ricavata che il tempo medico al contrario di quello sperato


di Salvatore Fontana
Europa, Europa, cercasi Caporale. Ci
che con questo nome
abbiamo sentito, con
la precisa intenzione
ad ammaliare le popolazioni sperando
nel soggetto giusto
e forte. La sintomatologia che se
n ricavata che
il tempo medico al
contrario di quello
sperato.
Quanto scientificamente se ne deduce
che i sostenitori
a pi non posso
unione europea la
storia per costoro
non maestra di vita,
una sintomatologia
evanescente, un
modo di dire. Vogliamo incominciare
dallantichit greca? Sappiamo che
Alessandro Magno
conquist, per semplificare lesposizione, lintero Oriente.
Il tutto girava attorno
alla sua persona
di grande prestigio, amato e voluto
dai popoli. Finito il
collante Alessandro
Magno, emersero
le diversit etniche
e si costituirono
gli stati dei popoli.
Roma conquist tutti
i territori bagnati dal
Mediterraneo, dal
che mare nostrum,
e resistettero finch Roma era caput mundi, non per
fatto oggettivo ma
per lo strapotere del
prestigio imperiale.
Conclusosi il periodo, sempre per semplificare, augustano,
incominciarono le
tendenze separatiste. Perch le etnie
dei popoli sottomessi alla volont di
Roma erano diversi

e spesso contrastanti fra loro.


Con volo pindarico,
come si suole dire,
andiamo allera dei
nostri tempi. Italia
e Germania sono
pervenuti allunit
ancorch le regioni si governavano
separatamente, ma
sia chi stava al Governo, e le vocazioni
popolari erano per
lunit. E sappiamo
quanto costato
allItalia in termini di
sacrifici delle popolazioni, costituitisi a
gruppi, per contrastare la prepotenza
austriaca, la quale,
in tempi successivi,
ha dovuto cedere, a
est s squagliata,
e la Francia, con
falso referendum,
si prese la Savoia
e Nizza, patria di
Garibaldi, dove per

protesta non torn


pi.
La Germania questi
problemi non li ha
avuti. Superato il fenomeno napoleonico la Russia, 1917,
con la rivoluzione si
integr con i territori

confinanti e viciniori.
Fenomeni fugaci
allUnit.
Rivoluzione comunista, per dirla in
breve, tutti gli stati
confinanti a ovest
e a est, vengono
inglobati, repetita

iuvant, e si costitu
lU.R.S.S., per decisione di Lenin, e
dopo Stalin. Stati
e popolazioni eterogenee fra loro.
Sono stati uniti sino
a quando lunivoco
potere oppressivo
ha dominato. Cosa
successo dopo?
Dopo la seconda
guerra, le popolazioni hanno preso
coscienza della loro
diversit etnica, religiosa, e quantaltro e
lU.R.S.S. Incominciava a germogliare
il seme libert e
democrazia esportato dagli U.S.A.,
accettato da Stalin
per potere avere i
necessari mezzi di
guerra per potere
avere ragione sulla
potenza militare tedesca, gi a 20 km
da Mosca (c una
lapide storica commemorativa della
furiosissima battaglia in cui esaltato
anche il valore dei
soldati tedeschi. Noi
labbiamo vista nel
1985. Senza laiuto
americano. Il Kremlino sarebbe stato
sede dei generali

7 agosto 2015, venerd

Ci che con questo nome abbiamo


sentito, con la precisa intenzione
ad ammaliare le popolazioni sperando
nel soggetto giusto e forte
tedeschi).
Dunque per istinto e
vocazione popolare,
limpero U.R.S.S. s
sciolto come neve
al sole, e lo vediamo tuttoggi. Evento
diverso e contrario
successo per gli
Stati Uniti dAmerica, perch dopo la
rivoluzione, hanno
scoperto che hanno la stessa etnia e
interessi convergenti
e unificanti, anche
se costituiti in pi
stati con autonomia
amministrativa, ma
sempre condizionata, volontariamente,
al supremo interesse
nazionale. Questa
nostra affermazione trova conferma
e controprove del
separatismo dellUnione Sovietica,
contro conferma e
coesistenza degli
S.U.A. tanto da essere considerata
unica superpotenza,
definita guardiana
della democrazie e
libert.
Vogliamo spendere
pure una constatazione recente? Zona
Europa meridionale,
in particolare Iugoslavia, voluta e imposta da Tito. Come
prima azione pens
alla purga etnica
degli Italiani e annessione, a guerra
finita, delle italianissime zone di Istria,
Dalmazia, Zara e
Fiumi; fraudolenza
questa sottolineata
da Giorgio Napolitano nel suo discorso
di insediamento alla
prima Presidenza
della Repubblica.
Procedamus. Che
cosa c oggi della
Iugoslavia? Niente,
residuato soltanto
la Serbia, si sono

formati tanti staterelli. Per ragione di


brevit espositiva
non li elenchiamo,
comunque sono sei.
In nostre precedenti
riflessioni, abbiamo
detto che lUnione
Europea in senso
politico costituzionale non ci sar, per

ragioni deducibili da
quanto sopra abbiamo delineato. I magnati della finanza
mondiali lo sanno e
finch serve, fanno
punto di forza la
Germania. Lhanno
beccata due volte,
1914 1918, e 1939
1945. Teniamo

nel conto il nostro


punto di sintesi: non
c due senza tre.
I popoli europei si
stanno svegliando, hanno capito
che non sar pi di
un club economico
finanziario e che
non sar mai una
unione di intenti
socio politici univoci. Lo dimostrano
lantica pi recente
storia. La Germania
non ci sta a parit
di intenti e interessi con gli altri Stati
associati (tacciano
i consumi ed entra
in campo la politica
fraudolenta a danno di chi scopre la
sotterranea azione e intenzione di
prevaricazione della
teutonica Merkel,
e non si risparmia
mezzi e azioni per
demolirlo, e trova
disonesta sponda
anche negli Stati
sottotiro, vedi Italia
2009 2011.
Se questo un
caso che riguarda
lItalia, c da dire,in
particolare, che tutti,
nel mondo politico,
sapevano cosa si
stava tramando, a
livello istituzionale,
contro lItalia, proprio in Italia, campo
di battaglia, nessuno sapeva niente,
come dire lorchestra intona lopera I pagliacci e il
maestro, direttore
dellorchestra, non
saccorge che tutto
va bene, secon-

Sicilia 13

societ

do quanto e come
programmato. Friedman intervistato
da un giornalista
italiano su quanto
accaduto in Italia
se, fosse avvenuto
in Francia, in Inghilterra, negli U.S.A.,
che cosa sarebbe
successo. Risposta
semplice: Il Parlamento, unanimemente, a prescindere dalle fazioni
politiche, avrebbe
aperto una inchiesta e i responsabili
non lavrebbero fatta franca. In Italia
che non c non
si muove foglia. La
tossicosi politica si
appiattisce su tutto,
e le poltrone non
hanno prezzo.
Per concludere queste nostre riflessioni, possiamo dire
che per fatti che
prescindono dalla
volont dei singoli
speculatori, a tutti i
livelli, per condizioni
etniche, religiose
ed etiche, lUnione
Europea non ci sar
mai.
Invece di fare credere che un club di
speculatori, nella
parvenza dellUnione, con regole che
mai possono essere
uguali per tutti, per
diversa mentalit
tecnica operativa,
sarebbe invece pi
pratico una Europa di Stati sovrani,
come nella loro
etnea libera operativa, e avviare una
politica di libera intesa, in una tecnica di
libert e autonomia
politica, di scambi,
fra Stati sovrani.
E che nessuno fra
essi assuma posizione prevaricatrice; causa questa
che naufragata
in tre conflitti devastanti 1870 1914
1939.
Sono i politici tedeschi che si debbono
convincere che non
sono il popolo eletto
e stare in linea di
intenti con gli altri
popoli europei.

cultura 14

Cosa

bellissima
lamore tra uomo e
donna. La Bibbia lo
celebra con toni altissimi quando fa
dire alla sposa Mi
baci egli con i baci
della sua bocca! e
allo sposo Quanto
sei bella, amica mia,
quanto sei bella!
(Cantico dei cantici).
Lamore tra uomo
e donna creato da
Dio, che continuamente unisce uomo
e donna (Mt 19,6).
Eppure questo amore
modesto riflesso di
un amore pi grande
che lamore di Dio,
il quale egli stesso
amore (1 Gv 4,8).
Lamore tra uomo e
donna muta nel tempo, la passione si
addolcisce, lamore
pu modificarsi con
le condizioni fisiche
personali, sociali, e
pu terminare con
la morte. Lamore di
Dio invece pi forte della morte. Proprio questo linsegnamento che Ges
presenta quando lo
avvertono della presenza dei suoi parenti.
Ogni parentela origina dallamore tra
uomo e donna. Cosa
bella la parentela,
proprio perch frutto damore. Eppure
Ges risponde alle
lodi parentelari dicendo: Beati piuttosto coloro che ascoltano la Parola di Dio
[amore] e la mettono
in pratica, e ancora:
Chi mia madre, e
chi sono i miei fratelli? Chiunque avr
fatta la volont di Dio

Sicilia 7 agosto 2015, venerd

7 agosto 2015, venerd

Ges, insegna e rammenta che


la parentela
originata
dallamore
tra uomo
e donna, pur
bellissima,
ben poco
al confronto
della parentela in Dio

Metter su famiglia
[amore] mi fratello,
sorella e madre (Mc
3,31ss).
Ges, cio, insegna
e rammenta che la
parentela originata
dallamore tra uomo
e donna, pur bellissima, ben poco
al confronto della
parentela in Dio.
in questo modo e
in questo senso che
Ges d origine alla
parentela nuova in
Dio, alla famiglia
nuova in Dio.
Questa istituzione di
Ges viene in genere
annullata da espressioni spesso ripetute, anche se vuote di
senso, quali tutti gli
uomini sono figli di
Dio. Ges invece
insegna che a tutti
quelli che ricevono
lui, cio che attua-

no la volont di Dio,
egli stesso d il diritto di diventare figli di
Dio.
Questi infatti sono
quelli che: credono
nella persona (nome)
di Ges, si fidano e
si affidano a lui, alla
sua parola nobile,
alta, che risana moralmente con amore,
ed inoltre non sono
semplicemente nati
dallamore pur bello! tra uomo e donna (carne e sangue),
ma sono nati da Dio
che amore, e fa rinascere per amore
coloro che a lui si affidano (Gv 1,11 ss).
Questa nascita da Dio
quella che Ges
propone proprio a te:
In verit, in verit ti
dico che se uno non
nato dacqua e di Spi-

rito, non pu entrare


nel regno di Dio (Gv
3,5). Questo ingresso
nel reame damore di
Dio viene provveduto a tutti coloro che
per fede fiduciosa si
avvicinano a Cristo
Ges, si fidano di lui,
muoiono con lui nelle acque battesimali
per risorgere subito
in lui, partoriti dallamore di Dio, che
amore.
Di qui scaturisce la
parentela in Dio, il
popolo nuovo che segue letica di Dio per
arrivare a ottenere la
natura divina (2 Pt
1,4).
Forse queste cose
possono apparire al
Lettore pure fantasie. Eppure Ges le
propone ancor oggi
nel suo evangelo,
ed proprio questa
la notizia buona che
egli presenta a ciascuno. F. Fellini affermava che si vive
oggi in unepoca di
iperinformazione, si
ascoltano migliaia di
notizie, nessuna delle
quali per capace
di generare un cambiamento reale nella vita di ciascuno.
Aveva ragione. Lunica notizia buona,
buona perch frutto
della bont amorevole del Dio amore,
quella di cui qui si
sta parlando. Lamore di Dio si serve di
ogni forma damore,
anche dellamore tra

uomo e donna, tra


madre e figlia, tra
suocero e nuora, per
indicare e richiamare
dolcemente un amore estremamente pi
alto che lamore di
Dio, che amore.
per questo motivo che lamore di
Dio dovrebbe essere
la colonna e la base
dellunione amorosa
tra uomo e donna e,
quindi, di ogni altra
unione parentelare.
Essere innamorati
stupendo! Ma chi desidera limitare questo
amore alla vita presente che un giorno
finir? Perch non
dare davvero senso
a quellespressione
tanto usata, Ti amer per sempre? Ma
mentre la si dice si sa
che per sempre ha
un senso ben relativo,
finito e limitato dalla

vita qui e ora, che


avr termine. Ebbene, perch non riconoscere e confessare
che il nostro amore,
la nostra attrazione e
passione sono espressione di un amore pi
alto, pi grande e realissimamente eterno
che lamore di Dio,
il quale amore?
Perch non fare la
dichiarazione damore pi bella: il nostro
amore di fidanzati
letteralmente ancorato allamore di Dio,
che amore!
Non sar forse dunque proprio lamore
di Dio la roccia sulla
quale fondare il nostro amore qui e ora?
ma anche il nostro
amore per sempre
proiettato verso Dio
amore?
Lamore di Dio, mostrato da Cristo Ges,
proposto nella norma
etica di Cristo nelle
scritture del Nuovo
Testamento ispirato da
Dio, accolto da cuori
onesti e umili, questo
amore di Dio pu ancora essere colonna
solidissima e fondamento realissimo per
chi vuole mettere su
famiglia, per chi vuole
inserirsi nella parentela di Cristo, la quale
scaturisce da Dio. E
Dio amore. (Chiesa
di Ges Cristo via
Modica, 3 di fronte
allingresso dellIstituto Insolera - conversazioni
bibliche
settimanali: mercoled
e venerd ore 19.30;
culto al Signore: domenica ore 10.30
- info: 093124639 3404809173 - email:
chiesadicristo@alice.
it).

Sicilia 15

SPORT SIRACUSA

Dopo le numerose, malevoli insinuazioni perpetrate nei confronti del Siracusa

Ripescato lo Scordia
esagerata dose di fair-play

Anche se non il caso di rinfocolare risentimenti, il ritorno ai


buoni rapporti non pu prescindere dal giusto riconoscimento
della legittimit del successo degli azzurri

Quando

troppo
e troppo. E i complimenti di Alfredo Finocchiaro al
ripescato Scordia,
nella sua qualit
di direttore sportivo del Siracusa, ci
sembrano unesagerazione rispetto alle
ripetute insinuazioni messe in campo
dalla societ etnea
sulla legittimit del
successo conseguito
nello scorso campionato dagli azzurri. Anche perch
quelle insinuazioni
velenose e malevole
non arrivarono solo
sullonda della delusione dello Scordia per aver perduto
allultimo minuto
dellultima partita,

un campionato che
riteneva ormai in
tasca, ma ebbero un
prologo a torneo in
corso quando il suo
presidente
adombr, senza girarci
attorno,
presunti
favoritismi che, a
suo modo di vedere,
avrebbero agevolato
la leaderschip del
Siracusa. E lo fece
tante di quelle volte fino a provocare
la debole reazione
della societ azzurra
che minacci persino azioni legali, poi
rimaste solo nelle
intenzioni
anche
per lesistenza della famosa formula
compromissoria che
vieta alle societ
calcistiche di adire

la giustizia ordinaria. Tutto questo i


tifosi siracusani non
lo hanno dimenticato, motivo per cui lo
slancio di Alfredo
Finocchiaro con cui
ha esternato la sua
soddisfazione per il
ripescaggio, non fatto a titolo personale
ma nella sua qualit
di direttore sportivo
della societ ripetutamente
offesa,
ai pi sembrato a
dir poco eccessivo
e anche fuor di luogo. Daltra parte lo
Scordia, ormai entrato, seppur dalla
porta di servizio, fra
i dilettanti, se vuole
effettivamente ristabilire i vecchi rapporti col Siracusa,

In foto, Alfredo Finocchiaro.


ammesso che in siracusano buon copassato ce ne siano noscitore della sua
stati, lo pu fare fa- epopea e delle sue
cendo preventiva- tradizioni, che senmente ammenda di za scendere a liveltutte le accuse for- lo di cortile, sappia
mulate fino a qual- alloccasione trovache giorno fa e che re tempi e modi per
rappresentano per il controbattere illaSiracusa un monito zioni che se lasciate
a non volgere per il in libert finiscono
futuro cristianamen- a lungo andare col
te laltra guancia in ledere il buon nome
casi del genere. Il di un sodalizio lanSiracusa, nella sua ciato alla riconquiattuale,
comples- sta di posizioni di
sa struttura deve maggior prestigio.
prevedere
anche Lappuntamento del
un curatore dim- 7 corrente per la
magine, da affidare presentazione della
possibilmente ad un campagna abbona-

menti e, probabilmente, anche per


lenunciazione del
programma societario di massima,
pu servire anche
ad esaminare questi
aspetti. Un auspicio,
beninteso, di chiarimenti, non di sterili e improduttive
polemiche. Intanto
nellamichevole di
ieri sera ad Adrano,
il Citt di Siracusa si
aggiucato lincontro per 2 a 1 con gol
di Dezai, Catania
e autogol da parte
dellAdrano.
Armando Galea

Calcio, gestione dello Stadio


Calcio, entusiasmo in casa Real Avola
Nicola De Simone oggi la firma per il ripescaggio in Promozione
A

Tutto pronto per la firma. L'amministrazione comunale e l'Asd Citt


di Siracusa firmeranno oggi la convenzione sulla gestione del stadio
Nicola De Simone. L'ufficializzazione dell'accordo, i cui particolari
saranno forniti nel corso di una conferenza stampa, avverr alle 11 nella
sala Archimede di piazza Minerva
5. Protagonisti della firma saranno
l'assessore al Bilancio e Patrimonio,
Gianluca Scrofani, e il direttore generale della societ di calcio, Simona
Marletta. Nel corso dell'incontro con i
giornalisti, il Citt di Siracusa lancer
anche la campagna abbonamenti per
la prossima stagione agonistica.

nche il Real Avola pu sognare.


La squadra del presidente Gabriele
Li Gioi viene ripescata dalla Lega
Nazionale Dilettanti nel campionato
di Promozione. Per lufficialit bisogner attendere il comunicato della
Lega che dovrebbe arrivare intorno
alle 17, ma la notizia ufficiosa ha
tutta laria di essere gi ufficiale.
D'altronde la squadra che la dirigenza rossoblu sta formando ha tutta
laria di essere una corazzata anche
per il campionato di Promozione. Il
bomber Attilio Sirugo, il difensore
Alessio Morale e lattaccante Costa
continueranno a far parte della squadra anche questanno rappresentando lo zoccolo duro.
A questi nelle prossime ore pare si
aggiungeranno il portiere Massimo Fornoni (ex Siracusa e Noto),
il centrocampista Lino Maieli (che
gi ha vestito la maglia rossoblu),
il fantasista Luca Filicetti (ex Noto,
Siracusa e Modica) che gi si allena in gruppo e Charlie Okolie (ex
Modica). Lobiettivo, nemmeno tanto nascosto, quello di vincere il

campionato o perlomeno arrivare in


zona play-off. Il direttore sportivo
Alessandro Di Mauro ha commentato cos la notizia: lentusiasmo
alle stelle, vogliamo fare bene.

Sicilia

SPORT PAGINA 16 7 agosto 2015, venerd

Cutrufo: "Sono
davvero felice
e non posso
che ringraziare tutti per il
loro impegno,
dai nostri dirigenti all'amministrazione
comunale"

Calcio, il Palazzolo torna


a calcare lEccellenza
U

na notizia che
si attendeva da
tempo arrivata,
visto che nella stagione che sta per
prendere il via i
gialloverdi, cos
come speravano,
potranno partecipare al campionato dEccellenza.
Si torna, dunque,
a calcare palcoscenici degni del
blasone e dellorganizzazione della
societ del presidente Graziano
Cutrufo, il quale,
nei prossimi giorni, potr mettere a
segno almeno altri
due colpi di mercato completando
rinforzando ulteriormente la rosa
a disposizione del
tecnico Massimo
Attardo.
A confermare il
ripescaggio della
formazione iblea,
ieri mattina, sono
stati i vertici della Lega, che nelle
prossime ore dovrebbero comunicare ache lelenco
delle formazioni
partecipanti
al

Gioia in casa gialloverde per la notizia arrivata ieri mattina con cui i vertici della Lega
hanno ufficializzato il ripescato in Eccelenza i ragazzi del Presidente Graziano Cutrufo
campionato 20152016. Grande soddisfazione, dopo
aver appreso del
ripescaggio,
per
tutti i dirigenti e
per i componenti dello staff del
Palazzolo, che ieri
pomeriggio sono
stati al comunale
Alessandro Scrofani Salustro in
occasione
della

partitella in famiglia
organizzata
in extremis dal
direttore generale
Gigi Calabrese al
fine di ovviare alla
mancata presentazione dellAcireale.
Sono
davvero
felicissimo ha
detto, emozionato,
il patron Graziano Cutrufo non

In foto, il presidente Graziano Cutrufo.

posso che ringraziare tutti per il


loro impegno, dai
nostri
dirigenti
allamministrazione comunale,
che ha permesso di completare
limpianto dilluminazione
dello
stadio. Inseguivamo lEccellenza
da quando questo
titolo ci era stato
strappato e questa

assolutamente
la categoria che
meritiamo, - ha
aggiunto voglio
inoltre rimarcare
che, trattandosi di
una squadra di una
cittadina che ha
meno di diecimila
abitanti, per noi
confrontarci con
delle realt come
Acireale, Lentini
e Gela equivale a
disputare un campionato di serie
A.
Insieme al team
manager
Stefano Frassetto ho
davvero fatto il

possibile per far


s che la societ
potesse conquistare il massimo dei
punti
nellottica
del ripescaggio
spiega la dirigente
Rosadea Angelico
alla fine proprio
lomologazione
dellimpianto dilluminazione ed il
ripristino dellintero settore giovanile hanno fatto
s che il Palazzolo
fosse uno dei pochi
sodalizi calcistici
siciliani ad avere
le carte in regola e
a chiudere lanno
senza debiti. Elementi, questi, che
alla fine fanno la
differenza e che ci
consentiranno di
tornare nel calcio
che conta.
La
promozione
del Palazzolo nel
campionato dEccellenza verr festeggiata mercoled prossimo, alle
20,30, in occasione
dellamichevole in notturna
che si svolger allo
Scrofani
Salustro col Siracusa.

Calcio
a 5 A2/M,
Andrea
Ortisi lascia l'Augusta e
ringrazia
D

opo quattro
stagioni con la
maglia neroverde dellAugusta, la squadra
della sua citt,
Andrea Ortisi,
molto
probabilmente nella
prossima
stagione agonistica oramai alle
porte, cambier
squadra. Divorzio consensuale tra la societ
e leclettico giocatore augustano.
Nonostante
avesse un altro
anno di contratto con la societ
megarese,
Ortisi non ha
trovato laccordo economico
con la dirigenza.
Notevole
al momento la
differenza tra la
richiesta dellatleta e lofferta
della
societ
del presidente
Andrea
Tringali.
Andrea
Ortisi quindi
sul mercato e la
societ megarese cercher di
piazzarlo al miglior offerente.
Con
rammarico spiega il
giocatore beniamino dei tifosi
neroverdi per il
suo attaccamento alla maglia e
la sua generosit dopo 4 stagioni ricche di
soddisfazioni,
sar costretto ha
lasciare la squadra dove sono
nato e cresciuto
ed a cui sono
molto legato".