You are on page 1of 2

LA CESSAZIONE DAGLI UFFICI ECCLESIASTICI ( 184 186)

Can. 184
1. Lufficio ecclesiastico si perde con lo scadere del tempo prestabilito, raggiunti i limiti det definiti dal diritto,
per rinuncia, trasferimento, rimozione e anche per privazione.
2. Venuto meno in qualsiasi modo il diritto dellautorit dalla quale fu conferito, lufficio ecclesiastico non si perde,
a meno che non sia disposto altro dal diritto.
3. La perdita dellufficio, che ha sortito effetto, sia resa nota quanto prima a tutti quelli cui compete un qualche
diritto nella provvisione dellufficio.
Can. 185
A colui, che perde lufficio per raggiunti limiti det o per rinuncia accettata, pu essere conferito il titolo di emerito.
Can. 186
Allo scadere del tempo prestabilito o raggiunti i limiti det, la perdita dellufficio ha effetto soltanto dal momento, in
cui intimata per iscritto dalla competente autorit.
Per la retta organizzazione della Chiesa e delle sue attivit, gli uffici esistenti e operanti inessa hanno bisogno di una stabilit
oggettiva ( 163) e, insieme, di una certa stabilit soggettiva, ossia dei titolari, che, da una parte, esclude i loro continui
mutamenti, dannosi ad unazione efficace coerente, e, dallaltra, non consente neppure la loro prolungata permanenza, che
potrebbe essere di grave pregiudizio al bene delle anime, specie in quegli uffici a cui annessa la cura pastorale.
Il problema della cessazione dagli uffici molto delicato e complesso ed esige una opportuna normativa, alla quale il Codice
dedica un intero capitolo, comprendente i 184 196. I primi tre hanno valore introduttivo e contengono le norme di carattere
generale.
La trattazione del nuovo Codice pi ordinata e giuridicamente pi esatta e completa della precedente (183185*).
1.
I vari modi di cessazione
Il capitolo secondo non tratta propriamente della vacanza degli uffici, ma della cessazione da essi, in rispondenza alla loro
provvista, che ha la sua normativa nel primo capitolo. Non si considera pertanto lipotesi della morte del titolare
(Communicationes, a. 1982, p. 153, 181, ad 1). Il Codice vi accenna solo nel 416, in ordine alla vacanza della sede
episcopale, determinata dal decesso del Vescovo diocesano.
1)
I modi effettivi
184, 1 (183, 1*)
A norma del 184, 1, si pu cessare dallufficio qualunque ufficio, ricoperto sia da chierici che
da laici in cinque modi distinti:
1
Per lo scadere del tempo stabilito, qualora lufficio sia stato conferito a tempo determinato ( 153, 2)
2
Per il raggiungimento dei limiti det, definiti dal diritto (comune, particolare, statutario)
3
Per la rinunzia del titolare
4
Per trasferimento
5
Per rimozione
6
Per privazione
Agli ultimi quattro modi sono dedicati i canoni successivi (187196), divisi in quattro articoli.
Trattandosi di membri dIstituti di vita consacrata o di Societ di vita apostolica, occorre tener presenti anche i loro propri
statuti.
2)
Un caso particolare
184, 2 (183, 2*)
Il conferimento di un ufficio ecclesiastico dipende dalla relativa provvista effettuata dalla
competente autorit ( 146 147). Emanato per il provvedimento necessario, non ha pi rilevanza se il Superiore che ha
conferito lufficio, conservi o no la sua potest, e il titolare rimane in carica anche nella seconda ipotesi, tranne che sia disposto
diversamente dal diritto: comune, particolare, statutario. Per diritto comune, con la vacanza della sede episcopale, cessano dal
loro ufficio il Vicario generale ed episcopale, salvo che si tratti di un Vescovo ausiliare, il quale conserva tutte le sue facolt
( 481, 1, e 409). Nel caso poi che il Vescovo diocesano sia sospeso dal suo ufficio, resta sospesa anche la potest del Vicario
generale ed episcopale, tranne che siano insigniti della dignit episcopale ( 481, 2). LAmministratore diocesano cessa dal
suo ufficio con la presa di possesso della diocesi da parte del nuovo Vescovo ( 430, 1).
1.
Il Codice precedente ( 183, 2) disponeva che, col venir meno del dirittodellautorit la quale aveva conferito
lufficio, il titolare cessasse dal medesimo nel caso in cui il conferimento fosse stato effettuato con la clausola ad
beneplacitum nostrum o altra equivalente. La norma non stata riportata nel nuovo Codice. Sembra per che essa sia tuttora
valida, considerando che, a termine del 193, 3, lufficio ecclesiastico pu essere conferito a prudente discrezione
dellautorit competente, e che, per il privilegio, detto formalmente che, venuto meno il diritto dellautorit concedente, esso
si estingue qualora la concessione sia stata fatta con la clausola ad beneplacitum nostrum o con altra equivalente (cfr. 81 e
commento relativo). Altri, tuttavia, dallomissione della seconda parte del 183, 2, del Codice 1917, inferiscono forse non
fondatamente che a nessuna autorit inferiore al Romano Pontefice sia pi consentito conferire un ufficio ecclesiastico ad
beneplacitum nostrum, e sostengono che questa formula conservi il suo valore solo rispetto ai privilegi.
2.
Norme ulteriori
1)
La notifica alle persone interessate
184, 3 (191, 2*)
Il canone fa obbligo di notificare al pi presto la cessazione dallufficio, divenuta effettiva, a tutte le
persone che abbiano qualche diritto nella sua provvista: diritto di presentazione o di elezione. La tempestiva notificazione ha lo

scopo di provvedere sollecitamente alla vacanza dellufficio e di rendere pi certa la decorrenza dei termini prescritti ( 158,
1, e 165). Ma la sua mancanza non ha alcun effetto giuridico.
2)
Il titolo di emerito
185 un titolo che per s ha semplice carattere onorifico. Pu essere concesso a chi lascia lufficio per limiti di et o per
rinunzia debitamente accettata, in riconoscimento dei meriti acquisiti da chi per lunghi anni ha servito fedelmente la Chiesa
con particolare dedizione e attaccamento al dovere, nellufficio affidatogli. Niente proibisce che si dia tale titolo anche ai laici
che siano stati nominati a tempo determinato a un ufficio temporale e lo abbiano disimpegnato lodevolmente per pi anni.
1.
Al Vescovo dimissionario il titolo di emerito spetta ex iure ( 402, 1), conalcuni diritti. Il Vescovo emerito, infatti,
pu essere chiamato al Concilio particolare, che si celebra nel territorio in cui egli risiede, ed ha diritto al voto deliberativo
( 443). Se poi si tratta di un Vescovo emerito che ha retto una diocesi, pu avere la sepoltura nella propria chiesa ( 1242).
3)
Lintimazione scritta
186 Il 186 considera il duplice caso della cessazione dallufficio per scadenza del tempo stabilito (ufficio conferito a
tempo determinato) e per limiti di et fissati dal diritto. Nelluno e nellaltro caso, la cessazione non automatica, ma richiede
una regolare intimazione da parte dellautorit competente, fatta per di pi in iscritto (questo non per s ad validitatem:
occorre per tener presente il 474, circa gli atti di curia destinati ad avere effetto giuridico), e soltanto da quel momento la
cessazione ha effetto giuridico.
La rinunzia per limiti det (75 anni compiuti) prevista iure communi:

Per i Cardinali preposti ai dicasteri e ad altri istituti stabili della Curia Romana e della Citt del Vaticano: 354

Per i Vescovi diocesani: 401, 1

Per i Vescovi coadiutori e ausiliari: 411

Per i parroci: 538, 3


Compiuti i 75 anni, essi sono invitati (rogantur) a presentare le loro dimissioni allautorit competente (il Romano Pontefice
o il Vescovo diocesano), che, vagliate tutte le circostanze di persone e di luoghi, decider se accettarle o differirle. Finch le
dimissioni non saranno accettate formalmente, resteranno titolari dellufficio pleno iure.
Nomine da effettuare a tempo determinato
1.

Vicario episcopale, tranne che si tratti di un Vescovo ausiliare: 477, 1


2.

Vicario giudiziale, vicario giudiziale aggiunto, giudice diocesano: 1422


3.

Vicario foraneo: 554, 2


4.

Parroco, se la Conferenza Episcopale abbia cos deliberato con decreto: 522


5.

Economo diocesano: 494, 2


6.

Membri del Consiglio presbiterale: 501, 1


7.

Membri del Consiglio per gli affari economici: 492, 2


8.

Superiori religiosi: 624


9.

Superiori di Societ di vita apostolica: 734


10.
Commissario di associazione pubblica: 318, 1
3.
Gli effetti giuridici
Con la cessazione dallufficio:
1
Vengono meno tutti i diritti, le facolt e le obbligazioni, derivanti dal medesimo.
2
Lufficio vacante di pieno diritto e, come tale, pu essere conferito a un altro titolare, a norma dei 153 154.