You are on page 1of 40

STORIA

LEZIONE 1
Il Giappone è un arcipelago composto da circa 6000 isole. Le 4
principali sono:
-Hokkaido
-Honshū
-Shikoku
-Kyūshū
più un piccolo arcipelago chiamato Okinawa
Il Giappone è compreso tra il 25° e il 46° parallelo e questa sua
ampia estensione gli consente di avere diverse fasce climatiche, si
passa dal clima freddo dell’Hokkaido al clima tropicale delle isole a
Sud.
È inoltre situato nel punto di incontro di diverse placche tettoniche
(Filippine, Atlantico e Eurasia) sul cosiddetto “anello di fuoco”.
Questa posizione è la causa dell’elevata presenza di vulcani, sismi e
fonti termali.
È uno stato prevalentemente montuoso, solo il 10-15% del territorio
è pianeggiante. Per questo motivo la popolazione vive
prevalentemente “concentrata” nelle grandi città.

LEZIONE 2
Posizione geografica: Arcipelago

Clima + morfologia territorio
attività
=
Cultura

Uomo +

Clima piovoso
Coltura a irrigazione, produzione
maggiore
Risicoltura
Coltura a secco, senza uso di
acqua, raccolto meno
ricco
Coesione sociale
Organizzazione sistematica

Cronologia= modo di misurare il tempo
Periodizzazione= modo di pensarlo, individuando caratteristiche
comuni tra diversi anni
Fino al 645 a.c. si usava il metodo ISSEI ICHIGEN
Si contano gli anni a partire dall’ascesa al trono dell’imperatore e si
fa coincidere la fine dell’era con la sua morte.
Dal 645 a.c. al 1868 si utiliza il metodo MENGŌ
Si basa su eventi di una certa importanza, ad esempio nel 650 iniziò
l’Era del Fagiano Bianco perché all’imperatore venne portato in dono
questo animale.
Dal 1868
Sale al trono l’imperatore Mutsuhito e decise di chiamare il suo
periodo di regno Meiji, “governo illuminato”. Il 1868 è quindi l’anno
1 del’era Meiji che si conclude con la morte dell’imperatore.
Un altro sistema cronologico è il sistema Kanshi o Eto che suddivide
il tempo in cicli di 60 anni
Nel 1873 venne introdotto anche il nostro sistema di datazione, il
Calendario Gregoriano che va ad affiancare il metodo Issei Ichigen.
PERIODI

Jōmon

10.000 a.c. - IV / III secolo
a.c.

Yayoi

IV / III sec. a.c. - III / IV sec.
d.c.

Kofun

IV sec. d.c. - VI sec. d.c.

Nara

710 - 784

Heian

794 - 1185

Kamakura

1185 - 1333

Ashikaga / Muromachi

1338 - 1573

Azuchi - Momoyama

1568 - 1598

Tokugawa / Edo

1603 - 1867

Meiji

1868 - 1912

Taishō

1912 - 1925

Shōwa

1926 - 1989

Heisei

1989 -

Le discordanze sono dovute al fatto che storici e studiosi non sono
tutti d’accordo suggli avvenimenti scelti come punti d’inizio delle
diverse ere.
I nomi sono riferiti a toponimi o a famiglie importanti in quell’era o,
ancora, sono nomi scelti per indicare il periodo di regno
dell’imperatore (es. Meiji = illuminato; Heisei = pace)
Prima del 1945 i ibri di storia facevano risalire la fondazione
dell’Impero giapponese al 11 febbraio 660 ad opera di Jimmu,
pronipote di Amaterasu Omikami, la divinità del Sole.
Jimmu sarebbe quindi il primo imperatore e capostipite della
famiglia imperiale, donandole cosí una discendenza divina.
Questo avvenimento era ritenuto una verità storica inconfutabile ma
con la sconfitta del Giappone nella Seconda Guerra Mondiale e la
successiva occupazione americana l’Imperatore è costretto a
rinunciare pubblicamente alla sua natura divina.
Sono difficili gli studi sul periodo preistorico perché i giapponesi non
ammettono l’idea di derivare da popolazioni straniere, poiché è
altamente diffusa la convinzione di essere una popolazione
omogenea.

I primi ritrovamenti risalgono al periodo delle glaciazioni, quando il
Giappone era ancora collegato alla terraferma.
Con il disgelo si è separato dal continente e si sono venuti a creare
nuovi mari.
DISGELO
Creazione mari

nuova fauna marina

Assestamento clima

cambio

vegetazione
Piante a foglie caduche , piante da
frutto

Diverse e più varie fonti di sostentamento
Popolazione Jōmon
Vivevano di caccia e raccolta, erano stanziali grazie alla ricchezza
dell’ambiente in cui vivevano. Vengono chiamati cosí per via del
ritrovamento di vasi lavorati con un motivo “a corda”, detto appunto
Jōmon .
La cina aveva sviluppato una forma di agricoltura già nel 6500 a.c. e
aveva poi esportato le sue conoscenze in Korea dal 2000 a.c. In
Giappone invece aveva resistito la cultura Jōmon, probabilmente
perché soddisfatti della loro situazione.
Dal III sec. a.c. cominciò a comparire nel nord del Kyūshū una nuova
civiltà, stanziale, basata sulla risicoltura e in grado di lavorare il
ferro, che si espanse poi nella parte nord-orientale dell’Honshū.

Nord : Jōmon
Sud : Yayoi
nome di un distretto di
Tōkyō dove, nel 1884 sono
stati ritrovati i primi vasi
del popolo Yayoi, più

ferite) Bianca (nascita) Nera (morte) . vento…). rappresentazioni di elementi naturali (sole. una serie di pratiche di natura religiosa volte ad assicurare alla popolazione il favore delle divinità. popolazioni emigrate dalla Korea (più probabile). Non esitono testi scritti e non si pone le domande tipiche delle religioni sul senso della vita e sulla morte. fisici (alberi.simili alle ceramiche koreane che ai vasi Jōmon Ipotesi sull’origine degli Yayoi: - dei Jōmon che hanno importato delle conoscenze dalla Korea. montagne…) o umani (gli antenati). Si sviluppa in questi anni anche uno Shintō Primitivo. Alla sua base c’è però la dicotomia PURO/IMPURO peccato. né contiene un apparato di regole e valori. indica non una colpa ma uno stato situazioni che alterano lo stato del corpo umano Impurità: Rossa (sangue.

del clan”). una spada e uno specchio di bronzo. ・ BE sono unità occupazionali.LEZIONE 3 Dōgu = figure in argilla con valenza protettiva Dōtaku = campane in bronzo della civiltà Yayoi Torii = costruzioni simili a cancelli in legno. sopra. A capo del clan c’era l’Uji no kami (上 lett. rosse e nere che indicano un luogo sacro. gruppi di persone che forniscono ai clan determinati servizi o lavori. indica un gruppo di individui legati dalla discendenza da un antenato comune definito Ujigami (letteralmente “divinità dell’uji. La coltivazione delle terre importata dalle popolazioni Yayoi permise il guadagno e implicò lo sviluppo di diverse società e le prime suddivisioni in classi. Es. LINGUA Come altre lingue orientali. La carica di capoclan era ereditaria ed era simboleggita da 3 oggetti: un gioiello. il giapponese fa parte delle lingue Altaiche ma con degli influssi dal coreano e dall’Ainu (parlato dai Jōmon) anche se alcune somiglianze si sono perse col tempo. Oribe = Be dei tessitori Fumitobe = Be degli scrivani . ・UJI è il vertice della piramide sociale. superiore ) che gestiva il clan e I rapporti di potere oltre che I riti religiosi per l’antenato.

c. Si parla anche di regni. Il principio base del Buddhismo era alleviare le sofferenze umane. L’Uji Yamato non prende il potere con la forza ma attraverso una fitta rete di alleanze. Originariamente raffiguravano delle piccole case che andavano poste al di sopra del cumulo mentre in seguito si sono dversificate (animali.・YATSUKO base della piramide formata dagli schiavi. Prende il sopravvento il clan Yamato che come Ujigami ha Amaterasu. Sui e Tang. semplici alleati. imparentati con l’Uji Yamato. Gli Uji fornirono anche contingenti armati ai 3 regni di Corea che si stavano combattendo il ruolo dominante nel territorio. come la scarsa presenza di reati perchè a essere puniti non sono solo quelli che li commettono ma anche le loro famiglie.) (parla di una dinastia più antica del primo) sono delle cronache cinesi su 2 dinastie imperiali e presentano dei riferimenti alla vita in Giappone. PERIODO KOFUN Il Kofun è un tipo di sepoltura a cumulo che può presentarsi in diverse forme. Nel 668 la Cina conquista la Corea ed esporta la sua struttura organizzata. che gli permette di dividere I clan in 2 gruppi: -clan OMI. I giapponesi avrebbero addirittura avuto una colonia in Corea chiamata Mimana ma questo fatto non è ancora stato confermato.c. uomini…). Iniziano anche a commerciare con il continente e a combattersi tra loro per il controllo del territorio. SECONDA META DEL PERIODO KOFUN (tra 500 e 700) La Cina impiega il periodo di 2 dinastie. corrispondenti agli Uji. alla cui base sono caratterizzate da una radice comune: l’errata interpretazione della realtà circostante. In Giappone la creazione dello stato è legata all’introduzione del Buddhismo. principalmente quello di scuola cinese o del sud est asiatico. Nei tempi antichi pensavano di aver conquistato la Corea grazie all’imperatrice Jimbū detta appunto “conquistratrice della Corea”. per creare uno stato organizzato. In essi sono stati ritrovati diversi oggetti di ferro probabilmente di importazione e statuine in terracotta (chiamate Haniwa). L’uomo pensa che il mondo . -clan MURAJI. Testimonianze scritte dalla Cina: -Wei Zhi (297 d.) -Hou Han Shu (445 d. che tuttavia non corrispondono agli schiavi occidentali.

erano di origine coreana e sarebbero diventati gli intermediari tra il clan Yamato e la Corea. LEZIONE 4 Suiko viene definita per la prima volta Imperatrice perchè è durante il suo regno (593-628) che viene introdotto il concetto di Imperatore. Organizzò e promosse degli scambi con la Cina e vi mandò artigiani. Kinmei. Era un profondo conoscitore della religione buddhista e avrebbe anche tenuto delle letture per la famiglia Yamato. ora conosciuta come Imperatrice Suiko. Questo fatto provoca lo scoppio di scontri e lotte tra i vari clan. Durante la seconda metà del VI secolo. oltre che la diffusione di tradizioni coreane e cinesi. e ad affiancarle nella reggenza il nipote di lei. studiosi ecc.Clan Mononobe (armaioli) e Nakatomi (sacerdoti Shintō). umentando il proprio prestigio e influenza. Scrisse 2 importanti provvedimenti: ★ 604 “Costituzione (Kenpō) dei 17 articoli” una raccolta di norme di carattere morale con influssi del Buddhismo e del Confucianesimo.c. parte dei clan Muraji. [Confucianesimo (VI d. inizia a diffondersi il Buddhismo che implica una grande opera di traduzione. Quando riuscirà a superare questo ostacolo raggiungerà il Nirvana. che indica il reggente per conto di un sovrano donna o ancora bambino. I Soga accumulano sempre più potere finchè Soga no Umako (capoclan dei Soga) non riesce a deporre il capoclan Yamato e a sostituirlo con Suiko.sia imperituro e che sia davvero la realtà e finchè non comprende che ciò è un errore andrà incontro alla reincarnazione. istruzione e la costruzione di complessi religiosi. una donna del clan Soga. Shōtoku Taishi vine nominato come Seshō. non volevano che il clan Soga acquistasse troppo potere. una statuetta di Buddha e dei testi comunicando l’utilità della suddetta religione per la pratica di governo. Due erano le principali fazioni: -Clan Soga. oltre a essere parte dei clan Omi. particolarmente favoravole all’introduzione del buddhismo perchè. affinchè riportassero in patria conoscenze e idee nuove. Shōtoku Taishi. 587 Vittoria dell’Uji Soga. Fu quindi l’iniziatore del processo di formazione di uno stato centralizzato sul modello di quello cinese. . il sovrano coreano inviò all’Uji no kami del clan Yamato.)] .

Decoro (comportamento che obbedisce a regole esterne) che permette di mantenere l’armonia Quando l’uomo infrange l’armonia. Shi=Figlio) L’Imperatore Giapponese è deto invece TENNŌ (Nō=Sovrano) S. il cielo può punirlo con degli eventi natuali: alluvioni. più padroni. solo una persona può essere incaricata del compito celeste. in Giappone. poichè discende dalla dea Amaterasu. parla di connotazione morale ma l’Imperatore rimane un capoclan (uji di Yamato) e viene deciso in base alla sua discendenza che sarebbe divina. Elimina la figura dell’Uji no kami visto che solo il capoclan Yamato può governare . S.rispetto dei riti . Quindi solo una dinastia può governare: solo I discendenti di Amaterasu. che sceglie qualcuno per governare secondo virtù Mandato Celeste Può quindi essere revocato se non si dimostra all’altezza di condurre il governo L’Imperatore Cinese. terremoti… L’Imperatore è il tramite tra Cielo e Terra Viene scelto su una base di natura morale ed è il Cielo a dargli il mandato di governo.K. L’uomo deve celebrare tutto ciò che accade di naturale.sistema di pensiero basato sull’idea che l’universo sia un tutto armonioso e che prevede che l’uomo viva in armonia con i concetti celesti. cambiando però la conclusione a cui giunge: non è possibile avere più capi. viene definito TENSHI (Ten=Cielo. .K. In Cina invece cambiavano continuamente dinastie perchè potevano essere contestate a ogni infrazione dei dettami celesti. riprende il Confucianesimo nelle premesse morali che deve avere l’imperatore. dandogli un corrispettivo umano: i RITI.

un principe imperiale. si rifanno vivi I nemici dei Soga. vista la loro suddetta discendenza divina.T. Virtù. venivano scelti in base a meriti (moralità) e eccellenze (lavoro svolto) anche se più avanti si ritornerà alla logica ereditaria. Erano identificabili anche visivamente grazie alle loro divise. Conservare il presupposto del loro potere I vari uji vennero privati anche delle loro terre. In realtà continuano l’opera di Shōtoku Taishi nel creare uno stato centralizzato ed eliminare la mentalità Uji. in particolare Nakatomi no Kamatari che si allea con Naka no Ōe. Il sesto rango è detto Tōko. S. Dall’anno successivo danno il via a una serie di riforme dette Riforma Taika (“grande cambiamento”). posto allo stesso livello del Dajōkan poichè erano fondamentali per il clan Yamato. Decoro. Organi di governo più importanti: -Dajōkan. che vennero ripartite in diverse unità amministrative: Province (circa 60) Distretti Rurali Comunità Urbane Per ogni livello vennero creati dei funzionari che amministravano I territori secondo gli ordini dell’imperatore.T.La Burocrazia invece diventa un insieme di individui con moralità ineccepibile e fedeli all’Imperatore. Alla morte di S. . Sincerità e Saggezza) e ognuno è diviso in Senior e Junior. e insieme mettono in atto un colpo di stato per eliminare I Soga dal potere nel 645. GranConsiglio di Stato cariche: -Dajōdaijin= capo del Gran Consiglio. scrisse anche un’opera storica che legittimasse il potere dell’imperatore ma andò perduta durante il 645. Rettitudine. carica onorifica -Sadaijin= Ministro della Sinistra -Udaijin= Ministro della Destra -Jingikan. Ministero degli affari religiosi Shintōisti. ★ 603 “Sistema dei 12 ranghi” I ranghi sono legati alle 5 virtù confuciane (Umanità.

Divenne fondamentale istituire dei regstri di censo e catastali. Gli uomini ricevevano più delle donne. I territori vennero ridistribuiti secondo il metodo KUBUNDEN (ku=bocca. -stabilí una capitale. con cibo. tra le famiglie in vista del territorio. -ogni quadratino diviso in 10 strisce dette Tan. Gli uji no kami divennero quindi burocrati o funzionari. secondo il rito shintoista dell’impurità nera. In teoria sarebbe dovuto avvenire ogni 6 anni ma in realtà fu un fallimento : era impossibile riuscire a rivedere tutti i registri per la ridistribuzione. Le TASSE Venivano pagate per lo più in natura. tessuti. altri scivolarono infondo alla piramide dei ranghi. distribuzione terre per numero di abitanti) ovvero: -prima divisi in quadrati: -ogni quadrato era poi diviso in 36 quadrati. -istituí un codice legislativo. prima non esisteva una capitale fissa poiché veniva spostata alla morte del precedente imperatore. anche se venne abbandonata dopo pochi anni. magari nelle loro vecchie terre. gli adulti in forze più di anziani e bambini e cosí via La ridistribuzione era periodica. -procedette alla stesura di una STORIA . den=risaia. redatto nel 702 e emendato nel 718. chiamato Codice Taihō oppure Ritsuryō. quindi l’imperatore avrebbe scelto liberamente i propri funzionari. visto che potevano cambiare sia i componenti di una famiglia sia il territorio a disposizione. Per I livelli più bassi erano scelti in loco. forza lavoro per opere pubbliche o servizio militare. Istituisce quindi la prima capitale nel 694 a Fujiwara. bun=divisione. L’Imperatore Tenmu (673 -686) cercò di mettere in atto la riforma Taika sui capi uji attraverso diverse opere: -antepose ai titoli Kabane i 12 ranghi.Per province e distretti venivano scelti dal governo centrale ed erano chiamati Kokushi.

questa volta modellata sulla capitale cinese. 784 altro cambio di capitale. nel 710 viene costruita la Tenmu Codice Taihō Storia scritta nuova capitale: Nara.LEZIONE 5 Capitale ma abbandonata Costruita nel 694 (Fujiwara) dopo circa 15 anni. organizzata in .

-Susanoo si macchia invece di diversi crimini (basati sulla dicotomia Puro/Impuro. la spada. esibendosi in una danza erotica di fronte alla caverna. scritto in giapponese ma con caratteri cinesi. dove risiedeva il clan nemico degli Yamato (tentativo di screditare l’Uji di Izumo) .c.. Fece ridere talmente tanto gli altri dei da incuriosire Amaterasu e spingerla a sbirciare fuori. ma senza successo. Susanoo venne invece esiliato sulla Terra. vedendo il suo sorriso riflesso nello specchio. 712 Kojiki: in 3 libri. fino al 697. Rispetta i canoni cinesi. a Izumu. lett.modo simile alle città romane e secondo il Feng Shui. Susanoo (venti e tempeste) e Tsukuyomi (luna). lo specchio e il gioiello. Le altre divinità la pregarono di uscire fuori. 720 Nihon Shoki: in 30 volumi. Si parla più di una cosmogonia del Giappone con le sue origini divine. Izanami ad un certo punto morirà e Izanagi. “cronache del Giappone”. -Amaterasu viene sempre rappresentata in termini POSITIVI: rappresenta la comunità che offre doni agli dei e tesse abiti. Origini del Giappone: in origine vi erano 2 divinità. decide quindi di uscire dalla grotta. letteralmente “vecchie cose scritte”. narra le vicende accadute dalla formazione del Giappone fino al 628 d. tornato dal suo viaggio negli inferi per recuperarla (senza successo) compie dei riti di purificazione da cui nascono: Amaterasu (sole). questi distrusse gli argini delle risaie piantate da Amaterasu e ne ostruì i fossati. facendo precipitare il mondo nell'oscurità. Quindi la dea Ama no Uzume ebbe un'idea: appese uno specchio ad un albero vicino ed organizzò una festa. soprattutto nera e rossa) che offenono la sorella. Amaterasu consegnò al nipote Ninigi I 3 oggetti sacri. scritto in lingua cinese. analizza infati i regni di ogni imperatore. Amaterasu ne fu così imbarazzata da ritirarsi in una caverna. Izanagi (maschile) e Izanami (femminile) che in diversi modi crearono prima l’arcipelago giapponese e poi le altre divinità. In seguito ad una discussione con Susanoo. Amaterasu.

dopo essersi ammalata. anche minore e occidentale. nel 756 si ritira e diventa monaca. con la quale il Giappone diventa parte dei paesi asiatici a tutti gli effetti. Muore poco prima della consacrazione del Buddha nel 750. Distingue poi I sudditi in: Kamin (funzionari) -Ryomin: sudditi liberi Konin (gli altri) -Senmin: sudditi non liberi In Cina era proibito il matrimonio endogamo (tra consanguinei) ma in Giappone rimane perchè dopo la riforma Taika le unioni erano libere. Riceve delle cure spirituali. accoglie solo formalmente la logica meritocratica. -in Giappone era basata più sulle origini familiari. Altra eccezione era la burocrazia: -in Cina era basata su determinate qualità e I funzionari venivano scelti in base al merito grazie a degli esami. i cui officianti erano molto . il Tōdaiji. Nel 766 diventa Hōō . È uno dei pochi che tenta di prendere il potenere puntando alla carica di Imperatore (Koken rifiuta perchè aveva sognato che solo i componenti della famiglia imperiale potevano diventarlo). -Imperatrice Kōken (o Shotoku. Dōkyō simboleggia anche l’ingerenza del culto buddhista. che indicava un imperatore ritiratosi a vita monastica. ordina la fuzione del Buddha di Nara (Dai Butsu = Grande Buddha)e poi del tempio che lo ospita.CODICE LEGISLATIVO TAIHŌ Stabilisce in primo luogo la centralità dell’imperatore eliminando la figura del capo Uji. dal monaco Dōkyō. le donne vivevano solo con I loro figli ed era difficile definire il nucleo familiare. carica solitamente ricoperta da persone della famiglia imperiale. Durante il periodo Nara il Giappone si apre agli influssi del continente. infatti fa realizzare anche lo Shōsōin. un magazzino che contiene numerosi oggetti provenienti da tutta l’asia. durante la loro vita cambiavano spesso nome ). solitamente non ambivano mai alla carica in se ma ad ottenere il potere nell’ombra. Prova interesse per tutta la cultura dell’asia orientale. Questo chiede quindi dei privilegi politici quando lei torna a essere imperatrice e si fa nominare Jodaijin. infatti il Buddhismo ottiene sempre più favore grazie all’opera di diversi sovrani: -Shōmu (fino a 749)dona a ogni provincia del denaro per costruire dei templi.

quelli del 723 e del 743 riguardano il sistema del Kubunden: si crea un estrema povertà e I contadini inziano a lasciare le terre. ma in questo modo veniva tolta forza lavoro. nel 743 e nel 792. 3 importanti provvedimenti: nel 723. -743 diventano definitivamente di proprietà privata. non più imperiale.  inizio delle crepe del sistema statale . Il governo favorí le opere di bonifica delle terre. vengono quindi istituite le Kondei.ricchi. prima erano contadini che dovevano pagare le tasse con il loro servizio. nel 794 a Heian (“pace e tranquillità”). -Imperatore Kanmu. grazie anche al fatto che non dovevano pagare le tasse. riguarda l’esercito. Koken è una delle ultime donne al potere per un discorso prettamente culturale: sia Buddha che Confucio vedono la donna come inferiore rispetto all’uomo. -792. nel 784 decide di cambiare la capitale impedendo alle scuole buddhiste di seguirlo: prima a Nagaora ma viene abbandonata per degli episodi nefasti. -723 chi bonifica un territorio può possederlo per 1 o 3 generazioni. gruppi di figli di notabili locali che avevano le risorse necessarie.

LEZIONE 6 Periodo Heian (794-1185) Caratteristiche: -si nota come il modello centralizzato sia fallimentare. contrariamente a quella cinese. Fujiwara Michinaga si ritrovò più volte cognato o nonno di diversi imperatori. pochi furono I tentativi di combatterla. era rimasta una classe aristocratica con delle gerarchie al suo interno. discendente dei Nakatomi (ric. Colpo di stato). In generale la famiglia imperiale subí questa ingerenza. ad esempio dalla famiglia Fujiwara. L’imperatore divenne quindi solo un SIMBOLO del potere mentre in realtà le redini del governo venivano tenute da altri. -si formano dei sistemi somiglianti alla logica del clan. -chiusura verso gli influssi del continente (l’ultima missione in Cina avviene nel 838. La sua scalata al potere avvenne attraverso un doppio sistema: -cerca di ottenere il monopolio su determinate cariche. Fujiwara Yoshifusa nel 857 ottenne la carica di Dajōdaijin e nel 866 di Seshō (solitamente titoli spettanti alla famiglia imperiale). che quindi non aveva validità effettiva). il Giappone si ripiega sulla propria realtà. il figlio Fujiwara Mototsune ottenne nel 887 la carica di Kanpaku (reggente per un imperatore adulto). come l’Imeratore Shirakawa che nel 1086 creò la carica di “In”. un po’ per combattere il potere dei Kanpaku (non sappiamo se era una carica legalizzata o solo privata. -politica matrimoniale (come i Soga con gli Yamato). . Per la politica matrimoniale un evento è piuttosto significativo: tra IX/X sec. mentre nel 894 viene sospesa un’altra missione a causa di problemi nelle dinastie cinesi). Politica Secondo il codice Taihō la politica doveva essere portata avanti dal Tennō e dalla burocrazia che. ovvero un imperatore ritiratosi che però aveva ancora potere sul nuovo imperatore.

In Cina si appassionò alle speculazioni del monaco Zhiyi sul testo “Sutra del Loto”. uffici amministrativi. 3 organismi: -Mandokoro. Scuola Tendai Saichō inizia la sua riflessione a partire dal suo disgusto per I monaci di Nara. . -meditazione. diverse costruzioni collegate da caminatoi coperti. -Monchujo. interni alla famiglia  Logica familiare UJI Religione Nascono nuove scuole buddhiste: 805 Tendai. Shinden Zukuri= architettura delle residenze aristocratiche. Saichō e Kukai. Godono entrambe di un buon credito all corte imperiale mentre a livello popolare non sono molto conosciute. È convinto che la realtà sia un’ emanazione del Buddha Dainichi (“grande luce”) Mandala= mondo con al centro un solo Buddha e intorno altri Buddha minori. aperti ai lati. Sono anche accompagnate da una fioritura dell’arte (Sanson. Erano degli uffici privati. Ha anche altre intenzioni: creare una scuola che si occupasse di tutti gli aspetti del Buddhismo e ottenere il potere di ordinare monaci anche in Giappone (prima solo I monaci cinesi potevano ordinare I monaci). -recitazione di formule religiose. studioso americano.La famiglia Fujiwara (e anche le altre) era composta da un gran numero di individui e necessitava quindi di un’organizzazione interna. “nel periodo Heian la religione divenne arte”). da qui decide di recarsi in Cina e riportare in patria una scuola religiosa che si occupasse davvero dello spirito delle persone. affari militari. corte d’appello. In generale l’uomo deve recuperare il Buddha che è in ogni persona attraverso diverse pratiche: -leggere/copiare il Sutra del Loto. Fondate da due monaci. -Samuraidokoro. 807 Shingon. Scuola Shingon Kukai si rifà al Buddhismo tantrico/misterico basato sui Mantra.

in modo da rendere la casa in sintonia con la natura. mentre per le donne era visto di malocchio la conoscienza del cinese. generalmente 6. ma non lo conoscevano. che divenne quasi il centro di tutto. stabilire l’incenso migliore. -Fusuma. All’interno della residenza vi erano diversi elementi significativi: -Paraventi. Anche gli abiti inizarono a essere molto più elaborati. delle porte scorrevoli. -Monogatari. periodo dell’anno. poichè l’uomo non poteva vederla. Prima era comune usare per gli scritti ufficiali la forma di scritture cinese. -Kichō. “conchiglia+combinare”. Era possibile che lo conoscessero grazie alla copiatura dei caratteri. narrazione. come il gioco della conchiglia (Kai Awase. quindi utilizzata soprattutto dagli uomini. Iniziano anche a comparire delle illustrazioni nelle pergamene (alcuni sostengono che l’idea del fumetto d’animazione derivi da qui). diari. riferendosi unicamente alla vita dell’aristocrazia e della corte. soprattutto del Sutra del Loto. I rotoli venivano detti Emakimono= rotolo dipinto Concezione estetica e vita Era una società molto raffinata. non a tutta la popolazione.Grande importanza venne data al giardino. poesie brevi. Un esempio sono I giochi dell’epoca delle dame. concentrata su una vita di qualità . bisognava riunire le arti di dipinti o componimenti scriti sulle conchiglie). il Gō. divisori a pannelli pieghevoli. una sorta di tenda fatta di listarelle di bambù di colore arancione. Il Genji Monogatari di Murasaki Shikibu è scritto totalmente in kana. Gli autori erano in prevalenza donne (gli uomini che desideravano scrivere lo facevano fingendosi donne) e furono loro ad elaborare il sistema di scrittura Kana. terminare dei componimenti ecc… Il periodo Heian viene considerati il periodo “classico” del Giappone. Nikki. gusto personale…) Il concetto di raffinatezza divenne quindi legato sia alla capacità di vestirsi che alla conoscienza di cultura e poesie. con anche dei codici da rispettare (estrazione sociale. Viene definito cosí perchè in questo periodo vengono composte le prime opere davvero giapponesi: -Waka. usata quando un uomo doveva fare visita a una donna. Trscrivendo I diversi caratteri in maniera calligrafica diedero poi ad ogni segno un suono.

tuttavia l’aristocrazia era riluttante ad andare nelle province e per questo iniziò a delegare il comando ad altre famiglie.  indebolimento collegamento tra corte e territorio il sistema Kubunden era stato modificato nel periodo Nara (nel 723 e nel 743) e gli si inizia ad affiancare il sistema Shōen (=”territorio di proprietà privata”) Ichien Shōen= proprietà assoluta più il potere di escludere gli emissari imperiali dal proprio territorio. Sembrano due concetti contraddittori ma è possibile condensarli in un unico termine: AWARE= meraviglia ma consapevolezza che sia destinata a sparire. -Mujōkan. circondata poi dall’aristocrazia di corte. Il territorio veniva invece controllato dai funzionari Kokushi. concetto di splendore e bellezza. soprattutto discendenti dai vecchi Uji. evanescienza. LEZIONE 7 Governo giapponese  DIARCHIA  Tennō + Famiglia Fujiwara (kanpaku e sesshō) insieme formavano il nucleo della Corte Imperiale. consapevolezza che le cose mutano e non hanno sostanza. il poterlo ammirare sapendo che sfiorirà .2 concetti/aspetti: -Eiga. La bellezza è tale proprio perchè effimera. Il simbolo per eccellenza dell’aware è il fiore di ciliegio. . ovvero si ha la possibilità di disconoscere il potere imperiale affidando al proprietario anche dei compiti di amministrazione.

al quale bisogna quindi . potevano essere in 2 condizioni: -il proprietario vive nel territorio che possiede e ha quindi un Garante o Honke a corte come intermediario. I Taira si erano stabiliti nella sezione di mare interno. lo Shōkan. -semplici braccianti che non possedevano nessun terreno. Kondei= giovani di famiglie ricche che probabilmente non avrebbero ereditato nè sarebbero entrati in politica perchè troppo lontani dalla capitale. Continuò ad essere indispensabile possedere un esercito. let. Contadini= Shōmin/ Miōshu e potevano essere: -contadini a cui era stata affidata una terra e che probabilmente erano in cerca di protezione. 2 famiglie soprattutto sono da ricordare: I Taira e I Minamoto. Viene creata la scuola Jōdō. da Kūya: l’uomo può solo continuare a rinascere fino a quando non giungerà al paradiso. soprattutto ex clan Uji. indica una fase della storia in declino.Proprietario= Ryō Shu. presieduto dal Buddha Amida. Il potere iniza a disperdersi. La corte e l’Impero divennero quindi delle cose lontane. La famiglia Fujiwara si divise in rami che lottarono tra loro per decidere la supremazia interna. Per questosi iniziarono a formare delle famiglie specializzate nell’arte della guerra  ICHIBON IE NO KO= bambini della casa BOKENIN= uomini della casa. “della terra pura”. Entrambi venivano garantiti attravrso dei compensi o Shiki. -il proprietario vive a corte e ha invece bisogno di un amministratore in loco per I suoi possedimenti. delle percentuali sul reddito o sul profitto della regione. tra Honshū e Shikoku mentre I Minamoto nella zona del Kantō. Mappō= termine buddhista. Alcuni provenienti dai rami della famiglia imperiale (casati cadetti) A partire dall’ Imperatore Shōmu si era deciso di esiliare alcuni rami della famiglia imperiale per evitare delle lotte per l’erede al trono e queste si erano ritirate nelle province. gruppi affiliati alla famiglia. sconosciute al popolo. Cominciarono a venire assunti come milizie private dalle famiglie importatni locali.

Taira e Minamoto. facendo sposare le donne della sua famiglia con la famiglia imperiale. diventando In e lasciando il trono al figlio Nijōō Taira Kiyomori ottenne. Venne anche persa la spada imperiale. Taira Kiyomori continuerà la sua ascesa politica proprio come fecero I Fujiwara. che chiamò quindi a raccolta I nemici dei Taira. dove vince Taira che stermina Yoshitomo e I suoi figli. Heiji no Ran. la carica di Dajodaijin. di soli 3 anni. 1180-1185 Guerra Genpei (composto dai caatteri Gen= altra lettura di Minamoto e Hei=altra lettura di Taira) 1185 battaglia di Dan no Ura (estremità occidentale dell’Honshū. le famiglie militari penetrarono a corte 1156 Disordine dell’era Hōgen (Hōgen no Ran) a causa di 2 imperatori in ritiro che desiderano che il rispettivo candidato diventi imperatore. la casa Taira costruisce una residenza a Rokuhara e ad Heian e riceve il III° rango nobiliare. quasi rinchiudendo Go Shirakawa e Nijōō nel palazzo reale. Il suo massimo esponente fu il monaco Genshin. grazie al suo stostegno. in entrambe le fazioni membri delle famiglie Fujiwara. Nel 1180 decide di porre come Imperatore Antoku. Nel 1181 Taira Kiyomori muore per cause naturali. come a simboleggiare il passaggio del potere militare nelle mani dei Minamoto. Era fondamentalmene un uomo d’armi e non si fece problemi a usarle anche contro I monaci e a sterminare I suoi nemici. Questo provocò l’ira di Shirakawa e di un’altro figlio. Nel 1160 si giunse quindi a uno scontro militare. Mochihito. primi tra tutti I figli di Minamoto Yoshitomo: Yoshitsune e Yokitomo. Essi erano gli In Sutoku e Toba.affidarsi totalmente. Nel 1159 Taira Kiyomori si assenta temporaneamente da Heian e chi aveva supportato Toba ne approfittò per assumere il potere. muore anche l’imperatore bambino Antoku. Dalla parte di Toba in particolare erano schierati Minamoto Yoshitomo e Taira Kiyomori (I Taira desideravano diventare come la famiglia Fujiwara) Vince la fazione di Toba e diventa imperatore Go-Shirakawa Ne 1158 si ritira. Nella prima metà dell’ XI sec. vicino al Kyūshū) vittoria dei Minamoto sui Taira. Nasce la figura del Samurai o Bushi Bakufu= governo di matrice militare istituito dai Minamoto . mentre le donne Taira si suicidano buttandosi in mare. con cui era imparentato. lasciandone in vita solo alcuni.

Il potere passa nella mani dei Minamoto. Vince  Yoritomo si sbarazza del fratello e assegna le cariche importanti ai suoi fedeli  la rete militare è a sua disposizione . LEZIONE 8 Kamakura (Kantō) Minamoto Yoritomo allaccia rapporti personali con altre famiglie guerriere mentre il fratello combatte la guerra. in particolare di Yokitomo.

in origine chiamato “Sei-i Tai Shōgun” ovvero generalissimo sottomettitore di barbari Era la massima carica militare e donava anche potere politico Nuovo sistema politico: Bakufu o Shogunato (“governo della tenda”) Divenne una struttura politica che si affiancava all’impero. era composto da diversi organismi: -Samuraidokoro -Mandokoro (in origine “Kumonjō”). che estende il suo potere anche nella zona del Kansai Gli Hōjō creano quindi 2 figure: I TANDAI. capo del Mandokoro Dopo la morte di Minamoto Yoritomo il titolo sarebbe dovuto passare ai figli ma essi non furono capaci di governare.La famiglia Minamoto è padrona di vaste aree di tipo Shoen Impone quindi una tassa sui territori pubblici (Hyōramai) arricchendosi Opera sempre con il consenso dell’imperatore 1192 ottiene il titolo di Shōgun. Shikken. vennero quindi affiancati da Hōjō Tokimasa. rappresentanti dell Shōgun che hanno il compito di controllare la zona di Heian e il palazzo Rokuhara 1232 redazione del Codice Jōei: stabiliscono e spiegano le competenze delle nuove figure istituzionali e consentono alle donne di ereditare I territori in caso di morte del padre o del marito . incaricato degli affari amministrativi -Monchujō. suocero di Yoritomo Per tutto il periodo gli Shikken della famiglia Hōjō affiancheranno lo Shōgun nel governare Sesshō/ Kanpaku/ In Tennō Shōgun Shikken (Hōjō) 1221 tentativo dell’Imperatore Go Toba di riaffermare il potere dell’Imperatore ma viene sconfitto dalla famiglia Hōjō. il più importante era il Shikken. la corte d’appello I capi dei vari organismi facevano da consiglieri allo Shōgun.

invocazione del Budha Amida. dopodichè il capo mogolo muore e finiranno I tentativi di conquista Per gli Hōjō non è stata una vittoria positiva perchè I monaci se ne . fondata da Nichiren. . proveniente dalla scuola Tendai. dove può essere facilmente compresa e apprezzata Religione  Amidismo. poichè il Giappone era il “Paese degli Dei” Criticò anche lo Zen  viene esiliato dagli Hōjō Scuola Zen Appaggiata dagli Hōjō. diffusasi grazie a 2 scuole -Jōdōshū o “scuola della terra pura”. lo esortava a seguire la sua scuola poichè l’unica vera proclamava inoltre che solo il Buddhismo Giapponese era vero. esponente principale Shinran.Diffusione della cultura Avviene soprattutto nelle province. Giappone deve difendersi dai Mongoli. nasce in questo periodo e viene seguita soprattutto dalla classe dei Samurai È una scuola religiosa laica. un trattato sull’adozione della giusta disciplina per la sicurezza del paese. guidati da Chubilai Khan che aveva già occupato la Cina e la Corea fondnando l’Impero Yuen 1266 invia una missione in Giappone intimando la resa ma non viene accettata  guerra. è indirizzato al centro del potere. dove mongoli avevano inviato la loro flotta dura solo qualche mese perchè una tempesta disperde la loro flotta ci riprovano nel 1281 ma di nuovo la loro flotta viene dispersa per motivi atmosferici.Jōdōshinshū o “vera scola della terra pura” Nenbutsu. praticabile da tutti Shinran contesta la gerarchia religiosa dei monaci che secondo luinon potevano nsegnare nulla in quanto uomini  conduce una vita da laico Scuola Hokkeshū. si basa sui Sutra del Loto Elabora un invocazione più diretta non a Buddha ma al sutra del Loto È intollerante e cinico nei confronti delle altre scuole 1260 completa il Risshō Ankokuron. l’unico modo per ricevere la sua attenzione è invocarlo  Religione semplice. l’uomo deve allontanarsi dalla realtà attraverso la meditazione e innalzarsi sopra di essa Seconda metà XIII sec. poichè non venera nè Buddha nè dei testi sacri Il fine è rivivere l’esperienza dei Buddha. a nord del Kyūshū.

deponendo Godaigo 1337 Godaigo si stabilishe a Yoshino e fonda un’altra corte imperiale. Yoshisada si dirige a Kamakura e sconfigge gli Hojo. Fu una Guerra difensiva.Muromachi (1338-1573). dando inizio alla restaurazione Kenmu Tuttavia incontra subito delle grandi difficoltà: le famiglie militari non avevano intenzione di farsi da parte per dare il potere a Godaigo -Godaigo non eliminò lo Shogun ma nominò tale suo figlio -Ripagò le famiglie militari con dei favori.presero il merito. specchio) Viene poi ritpreso dagli Hojo. originariamente mandati dagli Hojo a recuperarlo ma che li tradirono per eliminarli. mettendo al suo posto un imperatore del ramo principale della famiglia. portando con se I 3 oggetti sacri (gioiello. dicendo che si erano salvati grazie alle loro preghiere e non grazie all’esercito. 1333 Godaigo fugge e trova appoggio in 2 guerrieri: Ashitaka Katauji e Nitta Yoshisada. quindi della “Corte del Nord” 1337-1392 periodo Nanbokucho (corte del Nord e del Sud) probabilmente quella legittima era quella del Sud 1338 Ashikaga diventa Shogun inizio del periodo Ashikaga . nessun nuovo territorio da distribuire ai soldati  Malcontento LEZIONE 9 1318 tentativo di restaurazione imperiale attuato da Godaigo. riportato nella capitale ed esiliato. dal luogo in cui stabilisce la sua residenza . appartenete soprattutto alla famiglia Hojo che nel 1331 manda un contingente militare. Fine periodo Kamakura Godaigo ritorna al potere. appartenente al ramo cadetto della famiglia imperiale 1321 abolisce la carica di In (imperatori in ritiro) e cerca degli alleati tra il clero buddhista Un’ altra carica da ridimensionare era lo Shogun. di solito incaricandoli come governatori provinciali  Confonde o unisce cariche imperiali e amministrative Ashikaga Katauji non accettò che la carica di Shogun fosse andata la figlio dell’imperatore e nel 1336 prese il potere. spada. definita “Corte del Sud” Ashikaga invece nomina imperatore un appartenente al ramo principale della famiglia. Godaigo riesce però a fuggire.

Yoshihiza che venne invece sostenuto dalla famiglia Yamana Tutte le altre famiglie shugo si allearono con uno o con l’altro e il tutto sfociò nel 1467 nella guerra Ōnin che durò 10 anni. 1394 abdica in favore del figlio Yoshimochi (quarto shogun) ma continua a esercitare la sua inluenza ottenendo la carica di Dajōdaijin Yoshimochi interruppe il commercio per altri 10/20 anni. perdendo il potere di corte d’appello le cariche di Shoshi e Kanbei finirono per diventare monopolio di alcune famiglie: shoshi= Yamana. che divenne l’ufficio catastale.tuttavia non ha la stessa forza di Minamoto e finisce per essere solo uno tra I tanti Shugo che presero potere gli Shogun finirono per perdere sempre più potere e interesse per la politica mentre gli Shogu accumulavano potere Gli organi di governo rimasero: -Samuraidokoro. quindi nel 1401 accetta il titolo cinese di “Re del Giappone” . viaggiò per il paese facendosi conoscere e attestando la propria presenza fisica e politica sul territorio. Shiba kantō kanbei= emissario dello shogunato nella regione del Kantō il terzo shogun della famiglia Ashikaga fu Yoshimitsu che: - impose alle famiglie shugo di costruire una residenza nei pressi della sede del bakufu. che non si interessò alle questioni politiche Aveva deciso come shogun ereditario il fratello Yoshimi. sperando che in questo modo si stringessero dei legami più forti. fino al 1420 Il sesto shogun fu Yoshinori. riprese I rapporti ufficiali con la Cina (dinastia Ming). Hakamatsu e Isshiki kanbei=Katakeyama. famoso per come morí. la Cina però richiese la sottomissione formale del Giappone. Kosokawa. assassinato da un proprio vassallo L’ottavo fu Yoshimasa. goku=provincia. territorio) . detto periodo Sengoku (sen=guerra. con a capo lo Shoshi -Mandokoro. con a capo il Kanbei -Manjusho. nel corso degli anni nasce però un figlio a Yoshimasa. supportato anche dalla famiglia Hosokawa. fino al 1477 Le fazioni si equivalevano ma alla fine vinse la parte di Yoshihiza 1467-1568 periodo di continue lotte.

) Periodo Muromachi Aumento produzione agricola e miglioramento delle tecniche Oltre al riso si inizia a coltivare anche Soia e Tè Viene migliorato il sistema di irrigazione e si iniziano a utilizzare I fertilizzanti Inizio produzione di tessuti di Lino. ognuno nelle mani di una delle parti Ashikaga Yoshimitsu fa costruire il Kinkakuji (padiglioned’oro) con le finestre in stile cinese. Za. spesso ottengono il monopolio su un territorio grazie alla protezione dei signori o dei monasteri Zen Si iniziano ad usare le monete. dei signori feudali. potere e potere militare LEZIONE 10 Shogu Dai= rappresentanti degli Shugo a livello locale. che sarebbero dovuti andare ai nobili e alla corte imperiale  la corte diventa povera mentre gli shugo ottengono soldi. considerati di grande valore Accordi tra cinesi e giapponesi: I documenti venivano divisi a metà la validità era data dal combaciare dei diversi pezzi. introducendo il modello cinese delle monete di rame= esportavano il rame I cina e importavano le monete coniate Importano anche porcellane e libri. che nasce da canti e balli di tipo religioso. controllano il territorio fino ad acquisire un gande potere e diventare Kokujin. a cuspide: Karayō Zenshūyō Sviluppo teatro Nō. albero di pino -corridoio che porta all’esterno . feudi (termine del XIX sec. famiglie che hanno il controllo effettivo delle terre mentre le grandi famiglie Shugo combattono tra di loro Le famiglie Shogu dl periodo Muromachi sono quelle di Kokujin non quelle principali che perdevano sempre di più il controllo sulle terre Han= possessi territoriali. liberi di imporre la propria legislazione) Hanzei= gli shugo erano tenuti a ricevere ½ dei profitti delle province.il Giappone venne quindi a suddividersi in territori governati dai Daimyō (Sengoku Daimyō. Canapa e Seta  sviluppo rete commerciale Prime corporazioni. che sorgono per tutelare le diverse attività. è un insieme di vari generi che poi vengono regolamentati: -sfondo fisso.

-teatro astratto. ottenendo fama qualora l’oggetto venisse definito di alto gusto estetico Gli Shogu Daimyo erano molto interessati a questa cerimonia e avevano persino delle collezioni di tazze di grande qualità Wabi-Sabi = estetica basata sull’ accettazione della transitorietà delle cose Pittura Suiboku (Suiboku-ga) monocromatica e ad inchiostro. nasce negli ambienti zen come forma di meditazione I primi soggetti raffigurati erano ritratti di monaci zen famosi ma col tempo cambiarono in soggetti naturali Il ruolo dei monasteri zen si sviluppò a livello socio-culturale: furono . di fondazione di templi. è in legno. non solo la recitazione Ashikaga Yoshimasa fa costruire il Ginkakuji (padiglione d’argento) anche se non ha nulla in argento. spesso si rivela una divinità o un fantasma I racconti sono storie d’amore. già conosciute dalla popolazione È il primo esempio di forma culturale messa a disposizione di tutti. mentre raconta. la cui unica funzione è far procedere il racconto Il narratore. dai 2 monaci che fondarono la scuola Zen: Facevano delle degustazioni Venne introdotto anche il tè verde. molto sobrio  rappersenta il periodo di apperente decadenza dello Shogunato Sotto Yoshimasa diventa importante la cerimonia del tè Il Tè venne introdotto dalla Cina nel periodo Heian. non solo dei nobili Kyōgen= intermezzo comico Importante è l’utilizzo del corpo. utilizzato dai monaci per la meditazione perchè manteneva alta la concentrazione La degustazione divenne quindi un rito con un determinato procedimento e delle regole Tokonoma= nicchia in cui viene esposto un kakejiku (dipinto di calligrafia giapponese) e sotto viene posta una composizione floreale (ikebana) Grande attenzione ai materiali con cui vengono realizzati gli oggetti per la cerimonia  Estetica Nascono I primi artigiani che producono questi oggetti. mitiche. simbolico La vicenda viene raccontata da un personaggio principale accompagnato da una spalla. fa capire che le vicende sono le sue.

o. fra lui e Kyoto  Oda Nobunaga decide I attaccare lui stesso la capitale 1568 entra a Kyoto e impone allo Shōgun di consigliarsi con lui per le questioni politiche in cambio della sua protezione da eventuali attacchi e complotti 1573 Oda Nobunaga lo depone ponendo fine allo Shogunato delgi Ashikaga . interruzione dei rapporti con la Cina. popolazioni che non sapevano scrivere in cinese e non erano stati educati secondo il confucianesimo Arrivavano da sud. della tcnologia Periodo Azuchi-Momoyama (1568-1598) Oda Nobunaga: personaggio più influente del Giappone in questo periodo Imagawa Yoshimoto: punta alla capitale passando sul territorio di Oda Nobunaga. cristianesimo (missionari gesuiti o francescani) Alcuni Daimyo si convertirono per mantenere I contatti con l’occidente e migliorare dal p.I luoghi di sviluppo delle prime forme culturali. 1584 spagnoli introducono vetro. occhiali a vista. velluto.v. sbarcando nell’isola di Tanegashima 1543 portoghesi. sostituita da spagnoli e portoghesi Nanban=(concezione sinocentrica) barbari del sud. I monaci divennero anche dei rappresentanti commerciali e quindi di riferimento per le popolazioni locali 1550 circa. armi da fuoco.

all’epoca diviso in feudi. su cui era stato costruito il primo tempio della scuola Tendai Oda è tristemente famoso per aver trucidato anche I monaci Iniza un’opera di riunificazione del territorio. porto famoso per gli scambi con l continente durante il periodo Nara -gruppi religiosi del monte Hiei. per questo riorganizza un catasto e le terre vengono reditribuite ai suoi fedeli ciò prevedeva che I Daimyo fossero suoi alleati fedeli capisce che la ricchezza si misura anche con la capacità di controllare e incoraggiare I commerci . il generale Toyotomi Hideyoshi ogni territorio era uno stato a se.LEZIONE 11 Periodo Azuchi-Momoyama: 1568 ingresso di Oda Nobunaga a Kyoto. con proprie leggi ecc. gli Asai e gli Asakura -le comunità dei mercanti vicino a Osaka e Sakai. termina nel 1598 I nemici di Oda Nobunaga erano -alcune famiglie Daimyo residenti a Nord-Est del Lago Miwa.  era necessari un’opera di unificazione politoca e amministrativa. Riesce con la parte centrale dell’Honshu e poi tenta con la parte a ovest Invia in quest’area il suo ufficiale.

leandosi cosí ai portoghesi dai quali importa soprattutto armi  primo a usarle su larga scala 1582 Oda Nobunaga viene ucciso con il figlio maggiore da un proprio vassallo. riceve il cognome di Toyotomi e il titolo di Taikō.Kantō. è di origini molto umili ed è un problema in una società in cui la famiglia era importante 1584/85 si costruisce un proprio “pedigree” grazie alla famiglia Fujiwara. famiglia Choshōkabe . detta Azuchi e cerca di unifcare I commerci. famiglia Tokugawa (prima alleati ma. Hōjō. che lo adotta fa anche incetta di cariche: Dajōdaijin. quando Toyotomi sale al potere.Shikoku. suddividendo I territori e affidando ai primi I centri nevralgici del potere ma meno estesi. non gli stessi del periodo Kamakura . figlio del primogenito il titolo passa al nipote ma nella realtà a comandare è Toyotomi Hideyoshi non è un Daimyo. cercano di opporsi ma alla fine si alleano con lui) Calcola di nuovo le terre portando avanti un censimento su scala nazionale: Taikō Kenchi Koku= unità di misura di capacità.Sud del Kyushu. Kanpaku.Vicino ai territori di Oda Nobunaga. quando si ritiravano a vita privata 1590 completa l’opera di riunificazione spingendosi fino al Kantō alcuni Daimyo si oppongono: . e ai . rende anche le fortificazioni abitabili mentre prima I castelli non lo erano lo costruisce lí perchè: -vicina a Kyoto ma non troppo -posizione centrale -controlla 3 mari non va dacordo con il Buddhismo e si lega invece ai Gesuiti. famiglia Shimazu . mentre andava ad ovest ad aiutare Toyotomi dopo la sua morte nasce un conflitto per la successione: diversi Daimyo e fedeli sostengono 2 diversi candidati -il secondogenito di Nobunaga -il nipote di 2 anni.si fa costruire un castello vicino a Miwa. circa 150 kg di riso I territori vengono quindi distribuiti in base a quanti Koku di riso producono Distingue poi tri I Daimyo fedeli e non. ovvero di Kanpaku emerito.

-Churo: tre individui che avrebbero mediato tra gli altri 2 gruppi. I contadini non potevano possedere armi.secondi dei territori marginali ma più estesi. viceversa I soldati  crea una società stabile dove ognuno ha un lavoro tenta la conquista della Cina: -1590/91 primo tentativo. -Gobugyo: uomini più fedeli. iniziando anche le prime persecuzioni conro I cristiani Realizza una rigida suddivisione delle classi: Caccia alle spade. importanti per gli scambi con gli occidentali Era necessario avere dei rapporti consolidati tra Toyotomi e I Daimyo. mentre Toyotomi prende per se I territori più importanti Costruisce il suo castello a Osaka Prende anche alcune parti del Kyushu. creando 3 figure: -Gotairō: 5 famiglie Daimyo non molto fidate che avrebbero agito da reggenti di Hideyoki. ma non va a buon segno -1597 secondo tentativo cerca anche di dividersi la Corea con la Cina. dediti all’amministrazione del paese. ma anche li fallisce 1598 muore Toyotomi Hideyoshi che avrebbe voluto vedere il potere nelle mani del figlio Hideyoki inventa quindi un nuovo sistema. si fa quindi prestare giuramento davanti all’imperatore Innaugura inoltre la politica degli ostaggi: ogni famiglia deve mandare un suo membro ad Osaka come ostaggio Sposta anche alcuni Daimyo. I Gotairō e I Gobugyo erano potenzialmente in conflitto tra loro Scoppiano dei conflitti nel gruppo dei Gotairō  Tokugawa Ieyasu viene attaccato dalla famiglia Wasudi che lo cacciano dal proprio dominio Ishida Mitsunai raccoglie l’esercito e cerca di scontrarsi con Ieyasu Tokugawa La guerra si conclude nel 1600 (Sekiga Hara) Tokugawa non sconfigge ancora Hieyoki. non ha ancora potere politico 1603 accetta titolo di Shōgun . come la famiglia Tokugawa spostata nel territorio degli Hōjō perchè erano a ridosso di zone importanti Anche per I commerci segue la linea di Oda Nobunaga ma con il cristianesimo si mantiene molto duro.

diventando Ōboshō nei vecchi territori di famiglia 1616 muore Tokugawa Ieyasu LEZIONE 12 Bakuhan= sistema governativo dello shogunato. gli artigiani -Shō. I guerrieri.1605 Tokugawa Ieyasu si ritira a favore del nipote. I contadini. I commercianti artigiani e commercianti venivano visti come parassiti della società in quanto non producevano nulla e vivevano a spese degli altri. classe produttiva per eccellenza -Kō. erano quindi un male necessario . ovvero: -Shinobu. di tipo feudale e gerarchico basato sulla suddivisione gerarchica degli individui secondo l’ordine Shinōkōshō. la classe governante -Nō.

valida tuttavia solamente in modo teorico il Cristianesimo e gli occidentali vennero quindi visti come una minaccia poichè tendevano ad alterare questo sistema Il contadino.questa suddivisione era sostenuta dalla dottrina ideologica del Neoconfucianesimo. e finirono per indebitarsi con le case mercantili Anche I bushi solitari si indebitarono con loro: prendevano uno stipendio in riso. infatti. ovvero una vita sobria. al confine con l’usura tutto questo infranse il concetto di armonia neoconfuciana e iniziò a essere difficile distinguere le varie classi la classe Bushi venne presa a modello per la società. doveva essere mite. non avere divisioni interne. secondo la visione Tokugawa. erano ben lungi dalla vita modigerata e si dedicavano spesso alle case di piacere e al gioco d’azzardo I commercianti arrivarono anche a possedere delle immense ricchezze personali. anche per il denaro (riso): avevano bisogno di qualcuno che lo prelevasse dall’han e glielo consegnasse Capitava inoltre che si trovassero a corto di fondi e chiedevano di anticipare le quote dell’anno successivo. delle tecniche e grazie alla diffusioe di testi di agronomia che rifletteva la presenza di famiglie alfabetizzate e con la volontà di aumentare la produzione  miglioramento della situazione di alcune famiglie a discapito di altre questo portò loro la possibilità di dedicarsi all’artigianato e alla coltivazione di altri generi iniziarono anche a prestare denaro. con interessi molto alti. dei macchinari. dovevano vivere in armonia dedicandosi unicamente all’agricultura Fino al 1730/50 si ebbe una forte crescita economica grazie al miglioramento dei fertilizzanti. come un prestito. anche superiori a quelle dei più grandi Daimyō La società finanziaria assunse di fatto sempre più potere e lo shogunato tardò ad accorgersene Situazione finanziaria shogunato 1616 muore Tokugawa Ieyasu lasciando allo shogunato 50000Kame (argento) e 940000 Ryō piú altri oggetti di valore . avevano quindi bisogno che qualcuno lo cambiasse in metalli preziosi e spesso prendevano anche in prestito del denaro I samurai. lontana da artigiani e commercianti tuttavia si formò una stretta dipendenza tra queste classi I Daimyo erano dipendenti nella vita sociale dai commercianti e dagli artigiani.

nel 1657 scoppia un incendio che devasta Edo e servono 160000 Ryō per la ricostruzione il Quinto Shogun Tsunayoshi non bada a spese durante il suo governo.sotto il Terzo Shogun Yemitsu viene completato il santuario per Tokugawa Ieyasu. lavora sotto l’Undicesimo Shogun Ienari (1787-1837) Riforme dell’era Kansei (seconda grande riforma) Riconosce quelle che secondo lui sono le cause del crollo: -causa Morale nomina degli ispettori/spie ma vengoo corrotti o si dedicano essi stessi alla corruzione e alla fine servono degli ispettori per gli ispettori  non ha effetto -causa Ecoomica . richiedendo austerità alla classe dirigente . spendeno molto per la propria immagine e passando alla storia come lo “shogun cane” per via delle sue numerose leggi per I cani. impiegando 568000 Ryō e 100 Kame nel 1637 servono 398000 Ryō per sedare la rivolta dei contadini di Shimabara sotto il Quarto Shogun. tentò anche di stabilire un fondo comune per sostenere I bushi Matsudaira Satanobu (1787-93) (daimyō) discendente di Yoshimune. che venerava in quanto dell’anno del cane si arrivò a una situazione tale che non ci furono I fondi per celebrare la salita al trono del Sesto Shogun le riforme iniziarono con l’Ottavo Shogun Yoshimune (regno 171645) Padre della Riforma Kyōhō (una delle 3 grandi riforme del Periodo Edo) - invoca una riduzione delle spese. pretende il pagamento di una tassa fissa annua -Mercanti. ovvero concede il monopolio a determinate case commerciali in cambio di denaro cancella I debiti dei Samurai con I commercianti il Decimo Shogun Yeharu (1760-86) fu invece dipendente dal proprio ciambellano (= tramite tra shogun e Consiglio) Kitsumu Tanuma.istituisce delle tasse per guadagnare nuovi fondi: -Daimyō. tassazione per mezzo di licenza. riduce periodo di presenza dei Daimyō a Edo in cambio di denaro o ricchezze -Contadini. fece un uso eccessivo della vendita delle licenze e tentò di sviluppare il commercio nella zona del Kyūshū.

tuttavia oppongono una residenza passiva e dimostarno come fosse inapplicabile la logica di Matsudaira Dodicesimo Shogun Ieyoshi Riforme era Tenpo (1841-43) Abolire totalmente la pratica dei monopoli per abbassare I prezzi  spariscono alcune case commerciali e il commercio precipita nel caos. rimasti senza padrone dopo che il loro Daimyō viene . provocando un aumento dei prezzi alcune famiglie Daimyō iniziarono a dare dei suggerimenti allo shogunato che finì per essere in balia del Consiglio degli anziani e dei ciambellani  sfiducia dei Daimyō nello shogunato LEZIONE 13 Storia dei 47 Rōnin.prezzi troppo alti “a causa dei mercanti” arriva ad imporre un abbassamento dei prezzi. gruppo di samurai al servizio di Asano Takuminokami.

rendendoli non assolutizzabili poichè vanno studiati come testi storici Attarverso una riflessione socio economica sulla scala sociale basata sulla produzione si giunge al risultato che anche I Bushi non .Mitsui (ruoli importanti come agenti dello shogunato. fonte di instabilità Samurai poveri Venne a crearsi col tempo un esubero nel numero di samurai Molti sono costretti a vivere del loro piccolo stipendio. lo vendicano uccidendo il cortigiano che lo aveva costretto a suicidarsi. senza ricevere grandi incarichi Molti si dedicano all’artigianato oppure diventano operai. attività agricola) Bushi -Daimyō -poveri samurai Contadini -Ricchi -braccianti Mercanti -gestione terre -alcuni più ricchi dei Daimyō Neoconfucianesimo Idea di un mondo razionale e ordinato basato sul principio dominante “Ri” e la sua connessione con la materia “ki” Adattandolo alla società Giapponese. monopolio rame e metalli preziosi) . Nonostante avessero seguito I preceti del bushidō. ad esempio con matrimoni tra samurai e donne della classe mercantile 2 esempi di casate mercantili che nasconono nel periodo Tokugawa e ancora oggi sono grandi imperi finanziari . vendicando il loro padrone. vengono messi in risalto come elementi da rispettare la Lealtà.Sumitomo (vendita medicinali.costretto a commettere seppuku. la pietà filiale e la lealtà nei confronti del proprio signore Obiu Sorai storicizza I testi su cui si fonda il neoconfucianesimo. soprattutto si dedicano alla creazione di obrelli di carta Alcuni vendono anche il loro onore. Logica dell’Onore vs. Logica dello Stato. vennero a loro volta obbligati a commettere seppuku per aver sfidato l’autorità imperiale. trasporto merci e informazioni.

come il Kojiki e il Genji monogatari Magokoro= vero cuore (del Giappone) Chi si dedica a questi studi è si interessato alla propria cultura ma tende spesso ad assolutizzarla. sopravvalutandola in termini di superiorità Rangaku o Yōgaku= studi occidentali (Ran=olanda. inoltre sfruttarono le loro conoscenze di cinese per leggere le opere occidentali tradotte Anche la scuola iniziò a diventare un luogo di aggregazione vista la decisione di alcune scuole di ammettere tutte le classi sociali Si formano anche suole private o istituite da templi Edo diventa una delle metropoli più grandi del mondo Si sviluppa il teatro Jōruri e insieme l’artigianato per la creazione delle marionette e l’arte di muoverle Si sviluppa anche il teatro Kabuki. il commercio è la naturale evoluzione della produzione agricola Bushi= governo Tuttavia questa visione moderna venne poco accreditata Kokugaku= studi nazionali (koku=paese. molto simile al nostro teatro: una vicenda non narrata ma messa in scena come nel teatro Nō Creazione di sceari più vari.producono nulla e quindi dovrebbero essere sul fondo della piramide sociale. di cronaca realmente accaduti . interessati ai testi nazionali per investigare I principi morali/storici del Giappone (ex. Via dei Kami invece che la cinese Via dei Saggi) Molti ad esempio iniziano a interpretare I testi precedenti al Buddhismo e al Confucianesimo. tuttavia esistono diversi modi di produrre: Contadino= materiali Mercante= servizi. di effetti speciali e sviluppo del movimento Jidaimono= opere storiche Seiwamono= opere ispirate a fatti contemporanei. gaku=studio) Branca di studi che viene a crearsi durante questo periodo. Yō= occidentale) Studi più tecnico/scientifici Sugita Genpaku Viene in possesso di un testo di anatomia e procede ad analizzare il cadavere di una donna Rappresenta anche il coraggio di questo tipo di studiosi dato che era pericoloso e difficile poichè bisognava rivolgersi agli occidentali.

il mondo del consumo. come il monte Fuji Inizia a crearsi una comunità nazionale Diffusione di librerie ambulanti che prestano I libri.Soprattutto si fa riferimento alla pratica del doppio suicidio. testi ironici o illustrati. ispirate al mondo fluttuante. acquistabili da molti Sono arti accessibili a tutti. romanzi di guerra. alla nostra società A volte raffiguravano anche dei luoghi famosi. come modo di pensare. di fantasmi. dei divertimenti e delle case di piacere Erano stampe realizzate su matrici di legno. che comunque vivono in modo molto lontano dai precetti del neoconfucianesimo Molto simile. o romanzi “leggeri” Si forma una cultura popolare perchè raggiunge tutti gli strati della popolazione ma comunque non bassa . Un Bushi e una Geisha) si suicidano Stampe Ukyō He. quindi riproducibili e meno costose. rappresentano anche le “star” dell’epoca come Geishe e attori Non fanno riferimento alla politica ma a personaggi popolarmente conosciuti. quindi alle vicende di una coppia che non potendo stare insieme per diversi motivi (ex.