– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

La dottrina anarchica si riassume in una sola parola

(Sebastian Faure)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

L'anarchismo si divide in due grandi
correnti:

•e

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

• Ciascun uomo è di per sé unico e
irripetibile
• Il contesto sociale non può
sopravanzare l'individuo
• Rifiuta ogni organizzazione

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

L'individuo conserva sempre un valore
centrale ma è inquadrato nel contesto
sociale ammette un tipo di
organizzazione ma molto libertaria non
partito ma al massimo sindacato di
base
(Sindacalismo Rivoluzionario)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

È una dottrina che propugna
l'abolizione dello stato e di ogni
governo che limiti la libertà
dell'individuo
Il nome deriva dal greco
=governo

=senza e

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Vede nella proprietà privata un'arma di
sfruttamento
Dell'uomo sull'uomo

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

L'autorità e il potere sono un male perchè
non permettono la libera crescita
dell'individuo

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Rifiuto dell'autorità della chiesa e
della religione le chiese usano dio
come schermo per esercitare il
potere

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Rifiuto dell'autorità dello stato che è
un'organizzazione burocratica al
servizio di pochi

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Il sistema capitalistico è tenuto in
piedi da un'autorità statale che
attraverso le sue burocrazie
(MAGISTRATURA, POLIZIA,
ESERCITO) tiene le classi
subalterne in condizioni di miseria
ed oppressione

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Bakunin sosteneva la posizione teorica
anarchica secondo la quale è lo stato
che sostiene il sistema capitalistico

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Marx invece sostiene il contrario e cioè
che lo stato è il prodotto del sistema
economico capitalistico è cioè
subordinato al processo economico

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Lo stato per gli anarchici è lo stato
borghese al servizio delle classi dominanti.
Le leggi dello stato sono strumenti di
dominio. C'è il rifiuto della legalità e della
giustizia borghese di classe.

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Secondo Bakunin occorre abbattere lo stato
per rovesciare l'ordine economico
capitalistico. Secondo Marx occorre
abbattere il sistema capitalistico perchè così
si abbatte lo stato che è prodotto del
sistema economico.

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Secondo Bakunin occorre rovesciare il
potere dello stato per cambiare il sistema
economico e lo sfruttamento capitalistico

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

• È per il decentramento estremo dei
poteri dello stato
• È avverso ad ogni forma di
capitalismo
 Ma si oppone ad ogni forma di centralismo
(comunismo)
 E alla dittatura del proletariatotipica del
comunismo

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Non hanno mai dato vita ad un
partito organizzato e centralizzato
ma solo ad un movimento
costituito da tanti gruppi autonomi

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Ogni potere è un inganno è voluto da
alcuni uomini e subito da altri

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Gli anarchici hanno una fiducia
totale nella spontaneità delle masse
contrariamente ai comunisti
autoritari che sostengono che le
masse vanno guidate

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Disordine e organizzazione
l'anarchia non vuol dire
disordine ma ordine dal basso

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“È ricercando l'impossibile che l'uomo ha
sempre realizzato il possibile”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

Gli anarchici si propongono dunque di
insegnare al popolo a fare a meno del governo
così come incomincia a fare a meno di Dio.
“Dichiarazione di accusati anarchici al tribunale di lione 1893”

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Lo stato non è la patria, è l'astrazione, la
finzione mistica, metafisica, politica,
giuridica della patria. Le masse popolari di
ogni paese amano profondamente. La loro
patria, ma è un amore reale, naturale”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La politica è scienza della libertà: il
governo dell'uomo da parte dell'uomo,
sotto qualsivoglia nome si mascheri, è
oppressione”
(Proudhon)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Guardiamoci bene dal credere che la
mancanza di organizzazione sia una
garanzia di libertà. Tutto dimostra che è
al contrario”
(Malatesta 1907)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Dal punto di vista sociale libertà e
solidarietà sono termini identici: la libertà
di ognuno trovando nelle libertà altrui non
più una limitazione ma un ausiliare, l'uomo
più libero è colui che ha il maggior nemero
di relazioni con i suoi simili”
(Proudhon)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“ La morale non ha altra sorgente,
altro stimolante, altra causa, altro
oggetto che la libertà”
( Bakunin 1864-1867)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'uomo non si emancipa dall'aggressione
tirannica che la natura esteriore esercita
su ciascuno, altro che mediante il lavoro
collettivo.”
(Bakunin 1872)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Nessun uomo potrebbe essere libero al di fuori
e senza il concorso di tutta la società umana”
(Bakunin 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'anarchia esigeva innanzitutto
l'accordo degli atti e delle parole”.
(Victor Serge)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Noi non vogliamo essere governati. Ma proprio
per questo non dichiariamo forse di non voler
governare nessuno?”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“I parla dello scopo morale della vita; non
si ha il diritto di uccidersi; il suicidio è
una vigliaccheria”

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'anarchico vuol vivere senza dio né padrone”
(E. Armand)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Il popolo è il corpo, lo stato lo spirito di questa
persona sovrana che mi ha oppresso finora”
(Stirner)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'uomo ha ucciso dio soltanto per diventare a
sua volta il solo dio che regna nei cieli”
(Stirner)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'idea che l'anarchia possa essere
instaurata mediante la forza è altrettanto
fallacequanto l'idea che possa essere
mantenuta con la forza. La violenza non
può conservare l'anarchia, non può farla
nascere”.
(E. Armand)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Le preghiere sono impotenti. Risollevati,
uomo! E in piedi fremente e ribelle,
dichiara una guerra implacabile a quel Dio,
la cui venerazione abbrutente è stata così
a lungo imposta ai tuoi fratelli e a te
stesso”
( Sebastian Faure, “dodici prove dell'inesistenza di dio 1908)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Come, ci diranno, voi ci predicate l'assassinio
politico? Certamente, quando l'assassinio di
un uomo previene quello di un migliaio di altri”.
(Paul Brousse)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Tutto è buono per noi quando non sia la legalità”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Si fa torto a scambiarci per dei criminali, noi
non siamo se non i difensori degli oppressi”
(Ravachol)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Odiare per distruggere, sì: per distruggere
tutto ciò che genera l'odio. Ma bisogna
soprattutto pensare a costruire. A costruire
mediante la solidarietà e l'amore”.
(Louis Lecoin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Perché dunque a quest'altra domanda:
che cos'è la proprietà? Non posso del
pari rispondere: È il furto!”
( Proudhon)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La proprietà non si pone dunque a priori
come diritto dell'uomo e del cittadino,
come lo si è creduto fino ad oggi e
sembra detto dalle dichiarazioni del
1789, 1793 e 179.”
(Proudhon)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Ho scassinato molti alloggi di preti. In
tutti ho trovato una cassaforte e talvolta
più di una... Contenevano anche grosse
somme che degli imbecilli mandavano a
Dio e che I porta-sottane trattenevano.
Le chiese non sono altro che imprese
commerciali.”
(Jacob)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Noi pensiamo che il principio al
quale bisogna cercare di avvicinarsi
per quanto possibile è il seguente:
Da ciascuno secondo le sue forze, a
ciascuno secondo i suoi bisogni”
(James Guillaume)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“ LO STATO GARANTISCE SEMPRE CIÒ CHE TROVA: AGLI UNI LE LORO

RICCHEZZE, AGLI ALTRI LA LORO POVERTÀ; AGLI UNI LA LIBERTÀ
FONDATA SULLA PROPRIETÀ; AGLI ALTRI LA SCHIAVITÙ, CONSEGUENZA
FATALE DELLA LORO MISERIA”

(BAKUNIN 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Dove comincia lo stato, là cessa la libertà
individuale e viceversa.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Lo stato è l'autorità, è la forza, è
l'ostentazione e l'infatuazione
della forza.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“D'all'inizio di questo secolo si grida
decentramento, autonomia, e non si
fa altro che centralizzare, ammazzare
le ultime vestigia di autonomia.”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Non esito a dire che lo stato è il male.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“...Nel delinquente noi non vediamo lo
schiavo ribelle come fa il giudice dei
nostri giorni, bensì un fratello malato
che ha bisogno di cure...Noi non
penseremo a vendicarci, ma a guarire
con tutti i mezzi e a riscattare lo
sventurato.”
(Malatesta 1907)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Lo stato è sempre stato il patrimonio
di una data classe privilegiata: classe
sacerdotale, nobiliare, borghese, infine
della classe burocratica.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“È su questo argomento : l'uomo è
troppo malvagio per sapersi guidare
da solo, che gli autoritari si basano
per giustificare il potere che vogliono
stabilire.”
(Jean Grave 1893)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“...La severità delle punizioni non
diminuisce il numero dei delitti...Per
contro abolite la pena di morte e non vi
sarà neanche un solo assassinio in più.”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“È sempre la società che prepara i
delitti e i malfattori non sono che gli
strumenti fatali che li adempiono.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La pressione della società
sull'individuo è immensa.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Non mi stancherò mai di ripeterlo:
l'uniformità è la morte. La diversità è
la vita.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Senza distinzione tra legislativo ed
esecutivo, il governo non lascia nessuna
garanzia alla libertà.”
(Proudhon 1849)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Lo stato è nato dalla forza militare; si è
sviluppato servendosi della forza
militare; ed è ancora sulla forza militare
che logicamente deve appoggiarsi per
mantenere la sua onnipotenza.”
(Manifesto Anarchico)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Io ritengo fermamente che un uomo può
e deve rifiutarsi di assassinarne altri.”
(Louis lecoin 1917)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Chi dice stato dice necessariamente guerra.”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Il rifiuto dell'obbedienza diventerà
sempre più frequente. E allora delle guerra
e dell'esercito sotto l'aspetto che
presentano attualmente, non resterà altro
che il ricordo. E quei tempi sono vicini!”
(Tolstoi 1897)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Non si tratta di migliorare alcune
istituzioni del passato per adattarle ad
una nuova società, bensì di
sopprimerle. Sicché spppressione
radicale del governo, dell'esercito, della
chiesa, della scuola, della banca, e di
tutto ciò che vi si collega”
(James Guillaume 1876)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Distruggere tutte le istituzioni
dell'ineguaglianza; fondate
l'uguaglianza economica e sociale di
tutti, e su questa base si innalzerà la
libertà, la moralità e la solidarietà
umana di tutte le genti.”
(Bakunin 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Ogni governo ha una duplice tendenza,
un duplice scopo: preservare e
rinforzare lo stato, vale a dire il dominio
sistematico e legalizzato della classe
dirigente sul popolo sfruttato...Il
governo di qualunque natura esso sia,
non può esistere senza una classe
privilegiata, così come questa non può
esistere senza un governo.”
(Bakunin 1870)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Il mondo è spartito in due campi. Qui
la rivoluzione, lì la controrivoluzione.
Non vi è una via di mezzo.”
(Bakunin 1862)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Il suffragio universale è la contro-rivoluzione.”
(Proudhon)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Il suffragio universale è il mezzo più
sicuro di far collaborare le masse alla
costruzione della propria prigione.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Il sistema della rappresentanza
democratica è quello dell'ipocrisia e
della menzogna perpetue.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Le forme cosiddette costituzionali o
rappresentative non sono in alcun
modo un ostacolo al despotismo
statista, militare, politico e finaziario;
al contrario rendono legale il
despotismo.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Ciò che noi affermiamo è che il suffragio
universale considerato di per sé stesso e
agente in una società fondata
sull'ineguaglianza economica e sociale, non
sarà mai altro che un'esca ad uso del
popolo. ”
( Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

„...Nelle camere i voti si comprano mediante
sistemazioni concessioni e furti”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Fin quando non vi sarà uguaglianza
economica e sociale l'uguaglianza
politica sarà una menzogna.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Noi neghiamo di conseguenza che il
suffragio universale sia pur anche uno
strumento di cui il popolo possa servirsi
per conquistare la giustizia o
l'ugualianza economica e sociale.”
(Bakunin 1870)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Il regime politico al quale sono
sottoposte le società umane è sempre
l'espressione del regime economico
esistente in seno alla società.”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“É evidente che la differenza tra le
classi non si mantiene che per
mezzo del diritto di eredità.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Nelle mani dello stato la forza si
chiama 'diritto', nelle mani dell'individuo
si chiama 'delitto‘. “
(Stirner)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“ ...La borghesia si mostra al giorno
d'oggi dura,egoista, cupida, gretta,
stupida, al tempo stesso brutale e
servile.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Al di fuori dell'anarchia non c'è rivoluzione.”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Se la forza non farà ottenere
giustizia al proletariato, che cosa
gliela farà ottenere? “
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La prima opera degli anarchici per la
riuscita della rivoluzione sarà il fare
man bassa sulla ricchezza sociale.”
(Jean Grave)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La rivoluzione non è un semplice
cambiamento di governanti. È la
presa di possesso da parte del
popolo di tutta la ricchezza
sociale.”
(Kropotkin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La rivoluzione sociale non esclude
affatto la rivoluzione politica. Al
contrario. La implica, ma imprimendole
un carattere del tutto nuovo, quello
della reale emancipazion e del popolo
dal giogo dello stato.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Solo mediante lo sciopero
universale l'operaio creerà una
nuova cocietà nella quale egli non
troverà più dei tiranni.”
(Fernand Pelloutier 1888)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'ultimo mezzo rivoluzionario è dunque
lo sciopero generale.”
(F. Pelloutier)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'ipotesi dio è inutile”
(Sé Bastien Faure)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Il vecchio mondo cristiano,
monarchico, feudale, capitalista è in
dissoluzione, è fatto di bambocci.
Non se ne esce che mediante una
rivoluzione integrale nelle idee e nei
cuori...Ma la credete fatta questa
rivoluzione? Una rivoluzione dura
secoli.”
(Proudhon)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Un anarchico è sempre pronto a morire
per i suoi principi”
(Fischer uno degli 8 martiri di Chicago 1886)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Io sarei uomo da sacrificare la mia patria
alla giustizia se fossi costretto a scegliere
tra l'una e l'altra.”
(Proudhon)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Patrioti senza dubbio...Ma patrioti e
inernazionalisti allo stesso tempo.”
(Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Che da una nazione all'altra i
lavoratori si tendano la mano!“
(Proudhon)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“...Nessuna dittatura può avere altro
scopo che quello di perpetuarsi,
nessuna dittatura saprebbe generare
e sviluppare nel popolo che la
sostiene, altra cosa che la schiavitù;
la libertà non può essere creata che
dalla libertà”
(Bakunin 1873)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Che l'avvenire ci scampi dalle
conseguenze disastrose e abbrutenti del
socialismo autoritario, dottrinario o di
stato.”
(Bakunin 1868)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Noi sappiamo dove porta ogni
dittatura, anche la meglio intenzionata:
alla morte della rivoluzione. ”
(Kropotkin 1885)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“I comunisti sono i partigiani del principio e
della pratica dell'autorità, i socialisti
rivoluzionari non hanno fiducia altro che
nella libertà.”
(Bakunin 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'idea dei soviet...È una grande idea.
Ma fin quando un paese è governato
dalla dittatura, di un partito, i consigli
degli operai e dei contadini perdono
evidentemente qualsiasi significato.”
(Kropotkin 1920)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“In realtà in Russia si tratta della
dittatura di un partito o meglio dei capi
di un partito.”
( Malatesta 1919)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Lenin dice «Il comunismo è il potere
ai soviet più l'elettrificazione», ma il
popolo ha constatato che il
comunismo bolscevico è
l'assolutismo dei commissari più le
sparatorie.”
(Gli insorti di Cronstadt 1921)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Chi dice libertà dice federazione
chi dice repubblica dice
federazione chi dice socialismo
dice federazione.”
( Proudhon 1863)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Vi è una mutualità, infatti, quando
in un'industria tutti i lavoratori,
anzichè lavorare per un
imprenditore che li paga e trattiene
i loro prodotti, si presume lavorino
gli uni per gli altri e concorrano in
tal modo ad una produzione in
comune di cui spartiscono il
beneficio”
(Proudhon 1885)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Affinché una nazione si manifesti
nella propria unità, bisogna che la
centralizzazione si effettui dal basso
in alto.”
(Proudhon 1849)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La futura organizzazione sociale
deve essere fatta solamente dal
basso in alto, mediante la libera
associazione o federazione dei
lavoratori, dapprima nelle
associazioni, poi nei comuni. Nelle
regioni, nelle nazioni e finalmente in
una grande federazione
internazionale e universale.”
(Bakunin 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Nessuno dei paesi federati potrà
conservare un esercito
permanente, né alcuna istituzione
che separerebbe il soldato dal
cittadino.”
(Bakunin 1864-67)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Nella società vi sarà certamente meno
lusso, ma incontestabilmente molta più
ricchezza...Vi sarà un lusso al giorno
d'oggi ignoto a tutti il lusso dell'umanità
la felicità del pieno sviluppo e della
piena libertà di ognuno nell'eguaglianza
di tutti.”
(Bakunin 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Libertà assoluta di coscienza e di
propaganda di ognuno con la
facoltà illimitata di innalzare
altrettanti templi quanti piacerà a
ciascuno ai propri dei, quali essi
siano e di pagare e mantenere i
preti della propria religione.”
(Bakunin 1864-67)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Che la cultura universale della
scuola miri allo apprendimento della
libertà non della sottomissione:
essere liberi, ecco la vera via.”
(Stirner 1842)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Io voglio un tetto per ogni famiglia,
del pane per ogni bocca, educazione
per ogni cuore, luce per ogni
intelligenza.”
(Bartolomeo Vanzetti)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Io sono veramente libero solo
quando tutti gli esseri umani, uomini
e donne, sono ugualmente liberi. La
libertà degli altri, lungi dall'essere un
limite o la negazione della mia
libertà, ne è al contrario la
condizione necessaria e la
conferma.”
( Bakunin)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Respingendo in linea generale ogni
intervento di una qualsiasi autorità in
una unione, noi rendiamo l'uomo e la
donna strettamente uniti, molto più
fedeli e leali l'uno verso l'altro.”
(Bakunin 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'uomo e la donna possono
essere equivalenti. Essi non sono
affatto uguali.”
(Proudhon 1846)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Eguagliamento dei diritti della donna,
diritti politici così come socioeconomici, con quelli dell'uomo.”
(Bakunin 1870-73)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Gli anarchici opinano che
l'omosessualità e tutte le anomalie
sessuali riguardano esclusivamente
gli interessati stessi. Come per tutte
le esperienze d'ordine sentimentale,
genetico, erotico, l'essenziale è che
non vi si produca violenza, né dolo,
né frode, né venalità.”
(Armand, Amore libero e libertà sessuale 1935)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“I figli non sono proprietà di nessuno: né
dei loro genitori, né della società. Essi
non appartengono che alla loro libertà
futura. Libertà che in essi non è ancora
reale, ma soltanto virtuale...”
(Bakunin 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Un popolo che avrà saputo
organizzare da se stesso il consumo
delle ricchezze e la loro riproduzione
nell'interesse di tutta la società, non
potrà più essere governato..., Non avrà
bisogno d sbirri, né di giudici, né di
carcerieri.”
(Kropotkin 1908)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Tutti i giudici dovranno essere eletti
dal popolo. Abolizione dei codici
criminali e civili attualmente in vigore in
Europa, perché tutti parimenti ispirati
dal culto di dio, dello stato, della
famiglia religiosamente o politicamente
consacrata, e della proprietà, sono
contrari al diritto umano e perchè il
codice della libertà non può essere
creata se non dalla libertà stessa.”
(Bakunin 1864-67)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Allorché l'uomo di scienza lavorerà e
l'uomo del lavoro penserà, il lavoro
intelligente e libero sarà considerato
come il più bel titolo di gloria
dell'umanità...”
(Bakunin 1864-67)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Nell'interesse del lavoro, come accade
anche in quello della scienza, bisogna
che non vi siano più né operai né
scienziati, ma soltanto degli uomini.”
(Bakunin 1869)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Bisogna risollevare la condizione
dell'operaio, incominciare col
rialzarne il valore mediante
l'educazione.”
(Proudhon 1858)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La sovranità popolare che
disconosca la scienza è ingiuriosa: è
un attacco contro la libertà.”
(Proudhon 1843)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Noi riconosciamo l'autorità assoluta della
scienza, ma noi respingiamo l'infallibilità e
l'universalità dei rappresentanti della
scienza.”
(Bakunin 1871)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La scienza quando non umanizza deprava.”
(Bakunin 1872)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Colui che è un uomo completo
non ha bisogno di essere
un'autorità.”
(Stirner 1842)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“La gelosia è una monopolizzazione
morbosa degli organi sessuali,
tattili, della pelle, del sentimento di
un essere umano a profitto di un
altro. Essa contiene in germe lo
statismo, il patriottismo, il
capitalismo.”
(Armand)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Due individui maggiorenni e di sesso
differente hanno il diritto di unirsi e di
separarsi secondo la propria volontà, i
loro reciproci interessi e i bisogni del loro
cuore, senza che la società abbia il
diritto sia di impedire la loro unione sia
Di mantenerla loro malgrado.”
(Bakunin 1864-67)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“Che ogni uomo ami tutte le donne
nella propria sposa ed ogni donna ami
tutti gli uomini nel proprio sposo. È
così che essi conosceranno il vero
amore e che la fedeltà sarà loro
dolce.”
(Proudhon 1876)

– I corsi di Filosofia di Marcello Ricci

“L'anarchia sola può rendere
cosciente l'uomo poichè lei sola lo
farà libero.”
(Louise Michel)

Sign up to vote on this title
UsefulNot useful