You are on page 1of 48

18/05/2011

ES. Sforzo
Una barra di acciaio AISI 304 a sezione
tonda, di diametro pari a 10 mm, deve
sorreggere una massa di 2 t. Qual è lo
sforzo a cui è soggetta la barra? Cosa
accade se vengono aggiunti 1000 kg? E
se vengono applicate 6 t?

Azioni interne

(definizione di tensione o sforzo)

F s S

F1

s

s
F2

F
S

Unità di misura della tensione: [N/mm2]
1 [N/mm2] = 1 [MPa]

1

18/05/2011

Risoluzione
Ricavo il valore della sezione resistente dal diametro:
A = p*d2/4 = p*(10 mm)2/4 =
= 78.5 mm2
Per poter calcolare lo sforzo (s = F/A) devo prima
calcolare la forza peso a partire dalla massa
F = m*g = 2 t * 9.81 m/s2 =
= 2000 kg * 9.81 m/s2 = 19620 kg*m/s2
= 19620 N

Risoluzione
Quindi lo sforzo è pari a
s = F/A = 19620 N/78.5 mm2 =
= 250 N/mm2 = 250 MPa
Devo confrontare il valore dello sforzo
applicato con la tensione di snervamento e
quella di rottura del materiale

2

18/05/2011

Deformazione
plastica uniforme

Deformazione
plastica
localizzata

ftft

fy

Snervamento
Deformazione
elastica

Definizione di tensione di
snervamento
s

s

Fig. 1

s

Fig. 2

Rsn,max
Rsn,min

Rsn

e
Snervamento discontinuo

Fig. 3

Rsn,0,2

e

0.2%

e

Snervamento continuo

3

18/05/2011

Determinazione del carico
di snervamento
1500
1400
1300

51CrMoV4

1200

sforzo MPa

1100

Rs 0,2 =

1000
Ti 6Al4V
900
800

API 5L X100

700
600
AISI 304

500

S235JR

400

300 MPa

300

Al 5154 H34

200
100
0
0

0.01

0.02

0.03

deformazione

Determinazione del carico
di rottura
1500
X100
inox 18-8
S 235JR
Al 5154 H34
Ti 6Al4V
51CrMoV4

51CrMoV4
1400
1300
1200

Rm =

sforzo MPa

1100

660 MPa

Ti 6Al4V

1000
900
800

API 5L X100
AISI 304

700
600
500

S235JR
400
300
Al 5154 H34
200
100
0
0

0.05

0.1

0.15

0.2

0.25

0.3

0.35

0.4

0.45

0.5

0.55

0.6

deformazione

4

ove le deformazioni sono reversibili: applicando il carico la barra si allungherà.18/05/2011 Risoluzione Lo sforzo applicato è inferiore al carico di snervamento del materiale s<Rs: 250 MPa < 300 MPa Questo significa che la barra opera in campo elastico. rimuovendo il carico la lunghezza della barra non torna nelle condizioni iniziali 5 .81 m/s2) /78.5 mm2 = 375 MPa In questo caso lo sforzo applicato è superiore al carico di snervamento ma inferiore a quello di rottura Rs < s < Rm Questo significa che la barra opera in campo di deformazione plastica uniforme: il materiale ha superato il limite elastico e parte della deformazione che ha subito è irreversibile. ma rimuovendolo tornerà alle condizioni iniziali Risoluzione Se si aggiungono 1000 kg si ha che s = F/A = (m*g)/A = = ((2000+1000)kg*9.

5 mm2 = 750 MPa In questo caso lo sforzo applicato è superiore al carico di rottura (660 MPa) s > Rm Il carico di rottura è il massimo sforzo sopportabile dal materiale: questo significa che applicando 6 t la barra si allungherà sino a rompersi 6 .18/05/2011 Deformazione elastica e deformazione plastica s s Limite elastico reversibile irreversibile e ep ee e Risoluzione Nel caso in cui si applicano 6 t si ha che s = F/A = (m*g)/A = = (6000 kg*9.81 m/s2) /78.

Quanto vale la deformazione? Qual è il valore del peso applicato? Definizione di deformazione F L/2 en  L L et  l l L L/2 l/2 F l l/2 l Le deformazioni sono grandezze adimensionali 7 .18/05/2011 ES.002 m. deformazione e legame elastico s-e Una barra di acciaio AISI 304 a sezione rettangolare 2x6 mm e lunghezza iniziale di 5 m si allunga per effetto di un peso applicato sino a 5.

0004 Per poter calcolare il peso applicato devo conoscere lo sforzo Risoluzione Posso ricavare il valore dello sforzo dalla deformazione utilizzando la legge di Hooke (s = E*e) ma… ATTENZIONE: la legge di Hooke è valida solo in campo elastico! Quindi devo ipotizzare che la barra lavori in campo elastico e verificare questa ipotesi controllando che s < Rs 8 .18/05/2011 Risoluzione Applicando la definizione di deformazione si ottiene che: e = (l-l0)/l0 = (5002 – 5000) mm/ 5000 mm = 0.

33 0.31 0.31 0.015 => s = 450 MPa 1500 1400 1300 51CrMoV4 1200 sforzo MPa 1100 s= 1000 Ti 6Al4V 900 800 API 5L X100 700 600 AISI 304 500 S235JR 400 300 450 MPa Al 5154 H34 200 100 0 0 0. ma è necessario ricorrere al grafico s-e.03 deformazione 9 .01 0.33 Esempio: e = 0.0004 = 78.4 MPa Lo sforzo sulla barra è effettivamente inferiore al carico di snervamento (300 MPa).4 117 210  0.28 0. quindi l’ipotesi che questa operasse in campo elastico è valida IN CASO CONTRARIO non è possibile determinare lo sforzo (quindi il peso applicato) utilizzando la legge di Hooke.02 0.33 0.18/05/2011 Risoluzione s = E*e = 196000 MPa*0. se disponibile X100 steel AISI 18-8 (AISI304) S 235JR Al 5154 H34 Ti 6Al4V 51CrMoV4 E GPa 210 196 210 72.

4 MPa*(2*6) mm2 = = 940.8 N corrispondente ad una massa di m = F/g = 940. se minore.18/05/2011 Risoluzione Noto lo sforzo. Il filo è in AISI 304 di 0. Verificare l’accettabilità della modifica e.8 mm di diametro. Calcolare per questo peso la lunghezza del filo in assenza di carico. Sistema di monitoraggio del campanile Un sistema interno di monitoraggio dell’inclinazione di un campanile è realizzato mediante uno filo appeso alla sommità e teso con un peso di 10 kg.81 m/s2 = 96 kg ES.8 N/9. Calcolate la massima portata per la rottura 10 . in base alla definizione dello sforzo stesso. il massimo peso consentito. Si pone il problema di aumentare il peso a 60 kg. si può ricavare che s = F/A => F = s*A = s*(b*h) = = 78.

81 m/s2 = = 588.8 mm Materiale: AISI 304  È ammissibile un peso di 60 kg?  Se non ammissibile qual è il massimo peso consentito?  Valutare lunghezza del filo senza carico  Calcolo della massima portata per la rottura 10 kg Risoluzione Devo verificare che: s < Rs Peso (massa) -> sollecitazione (sforzo) Peso (massa) -> forza F = m*g = 60 kg * 9.6 kg*m/s2 = 588.6 N 11 .18/05/2011 ES. Sistema di monitoraggio del campanile 70 m Dati iniziali: Peso 10 kg Diametro filo 0.

6 N / 0.2 % = 0.18/05/2011 Risoluzione Ricavo il valore della sezione resistente dal diametro: A = p*d2/4 = p*(0.503 mm2 s = F/A = 588.503 mm2 = = 1170 N/mm2 = 1170 MPa Risoluzione Verifica s = 1170 MPa < Rs Dal grafico osservo che Rs per l’acciaio AISI 304 è pari a circa 300 MPa (tracciando retta parallela al tratto elastico passante per e = 0.002) Un peso di 60 kg non è ammissibile 12 .8 mm)2/4 = = 0.

4 kg Risoluzione Calcolo della lunghezza in assenza di carico: Utilizzo la legge di Hooke per ricavare e s  10 kg*9.33 13 .9 N Pesomax = F/g = 150.9 N / 9.33 0.33 0.81 m/s2/0.503 mm2 = 195 MPa s = E*e => e = s/E = 195 MPa / 196 GPa = 195 / 196000 = 9.31 0.4 117 210  0.28 0.18/05/2011 Risoluzione Calcolo del massimo peso consentito: F = s*A => Fmax = Rs*a = = 300 MPa * 0.81 m/s2 = 15.503 mm2 = 150.95*10-4 X100 steel AISI 18-8 (AISI304) S 235JR Al 5154 H34 Ti 6Al4V 51CrMoV4 E GPa 210 196 210 72.31 0.

8 kg 14 .503 mm2 = 332 N =>Massa = F/g = 332 N /9.95*10-4) = = 69.81 m/s2 = 33.18/05/2011 Risoluzione Dalla definizione di deformazione: e = (l-l0)/l0 => l0*e = l-l0 => l0 = l/(1+e) = 70 m / (1+ 9.93 m Risoluzione Massima portata per la rottura: Devo considerare non più Rs ma Rm Dal grafico individuo Rm = 660 MPa F = s*A = 660 MPa * 0.

(Suggerimento: al momento della rottura. L’altra estremità è appoggiata ad una trave rigida di grande sezione. Dopo la rottura. La verifica è effettuata in campo mediante l’applicazione di pesi crescenti ad una delle estremità della barra. Calcolare la massa necessaria per la rottura della barra. inserita in un foro. Es. Stimare la massima altezza raggiunta nel caso in cui la rottura avvenga nel punto centrale della barra. Barra di ancoraggio In un cantiere. la parte superiore si sfila ed è proiettata verso l’alto. Calcolare la massa in chilogrammi necessaria per raggiungere lo snervamento della barra e il corrispondente allungamento (espresso in millimetri). è richiesto il collaudo di una barra di ancoraggio in 51CrMoV4 di 10 m di lunghezza (L) e diametro () 1 cm. Barra di ancoraggio     L Materiale: 51CrMoV4 lunghezza L = 10 m diametro  = 1 cm ? Massa che determina lo snervamento e allungamento corrispondente ? Massa che determina la rottura ? Altezza raggiunta dalla metà della barra proiettata verso l’alto alla rottura 15 . la velocità delle due parti deve soddisfare i principi della conservazione della quantità di moto e dell’energia).18/05/2011 Es.

5 mm2 Dalla definizione di sforzo.5 mm2 = = 94200 N Risoluzione Noto il valore dello forza.81 m/s2 = 9602 kg Per calcolare l’allungamento è prima necessario determinare il valore della deformazione in corrispondenza dello snervamento. si può ricavare quello della massa: M = F/g = 94200 N / 9. si ricava che s= F/A => F = s*A = 1200 MPa * 78.18/05/2011 Risoluzione È innanzitutto necessario determinare il valore del carico di snervamento del materiale utilizzato (51CrMoV4) Si può ricavare il valore dell’area dal diametro A = p*d2/4 = p * (10 mm)2/4 = 78. 16 .

7*10-3 In base alla definizione di deformazione si può calcolare il valore dell’allungamento e = l/l0 => l = e*l0 = 5. ovvero il carico di rottura Rm 17 .18/05/2011 Risoluzione La deformazione può essere calcolata con la legge di Hooke ed è pari a s = E*e => e = s/E = 1200 MPa/210000 Mpa = = 5.7*10-3*10000 mm = = 57 mm Risoluzione La massa che determina la rottura della barra di ancoraggio è quella in grado di esercitare uno sforzo pari a quello massimo tollerabile dal materiale.

05 0.81 m/s2 = = 12003 kg (circa 12 t) 18 .6 deformazione Risoluzione In modo analogo a quanto visto precedentemente si può calcolare il valore della forza alla rottura s = F/A => F = s*A = 1500 MPa*78.45 0.4 0.1 0.15 0.3 0.18/05/2011 Determinazione del carico di rottura Rm = 1500 X100 inox 18-8 S 235JR Al 5154 H34 Ti 6Al4V 51CrMoV4 51CrMoV4 1400 1500 MPa 1300 1200 sforzo MPa 1100 Ti 6Al4V 1000 900 800 API 5L X100 AISI 304 700 600 500 S235JR 400 300 Al 5154 H34 200 100 0 0 0.2 0.5 0.5 mm2 = = 117750 N Nota la forza.55 0. il valore della massa è dato da F = m*g => m = F/g = 117750 N / 9.25 0.35 0.

18/05/2011 Energia dL = F*dl ma dl = l0*e ed F = s*A quindi L   F  dl   s  A  l0  de  A  l0   s  de e il lavoro per unità di volume è pari a F L  s  de Vol  L dL Lavoro effettuato per allungare la barra da l a l+dl L’area sottesa alla curva rappresenta il lavoro effettuato per rompere la barra Energia elastica e energia per la deformazione plastica s L’energia elastica (per unità di volume) è pari a L  s  de   E  e  de  Vol  1 1 1 s2   E  e 2  s  e   2 2 2 E Energia plastica Energia elastica e L’area sottesa alla curva di trazione rappresenta l’energia per unità di volume necessaria rompere il provino 19 .

20 . si ha che: (mtot/2)*v1 + (mtot/2)*v2 = mtot *v e poiché la barra prima di rompersi è ferma si ottiene che v1 = -v2 Nell’istante della rottura l’energia elastica accumulata nella barra viene ceduta e si trasforma in energia cinetica.18/05/2011 Energia elastica Il reticolo atomico assorbe energia deformandosi e la cede quando torna alla condizione iniziale di equilibrio Risoluzione Per il principio di conservazione della quantità di moto. resta invariata l’energia potenziale. nell’ipotesi che la barra si rompa in corrispondenza della metà.

4 m 21 .81 m/s2 ) = = 69.9 m/s)2 / (2*9.18/05/2011 Risoluzione quindi. per il principio di conservazione dell’energia (e tenendo conto di quanto ricavato per le velocità): 1s2 11  2 11  Eelastica  K1  K 2   Vol   mtot   v1   mtot   v2 2 E 22 22   2 s2  Vol  mtot  v 2 E si ricava che v s rottura 1500 10 6 N / m 2   36.9 m / s  E 7. è possibile scrivere che 11 11  2 1   2 1   mtot   vi   mtot   g  hi   mtot   v f   mtot   g  h f 22 22  2   2  poiché la velocità finale è nulla si ricava h = vi2/2g = = (36.87 10 3 kg / m 3  210000 10 6 N / m 2 pari a circa 133 km/h Risoluzione sempre per il principio di conservazione dell’energia.

18/05/2011 Esercizio  Il collaudo di una barra di ancoraggio in cantiere prevede l’applicazione di un carico di trazione di 70kN. La barra ha sezione tonda liscia di diametro nominale pari a 16mm e lunghezza iniziale 5m. ft = 540N/mm2 ed E = 210000N/mm2. Essa è realizzata con un acciaio laminato a caldo di tipo B450C avente quindi una tensione di snervamento. una tensione di rottura ed un modulo di elasticità longitudinale nominali rispettivamente pari a: fy = 450N/mm2. Qual è la lunghezza della barra se il carico viene rimosso? Perché? Risoluzione 22 . Calcolare la lunghezza della barra sollecitata.

può essere in questo caso ricavata a partire dal diametro nominale. che è calcolabile con il rapporto tra la forza (carico) agente sulla sezione resistente e l’area di questa. Risoluzione  Dal carico e dalla sezione è possibile calcolare la tensione A  p s D2 162  p  201 mm2 4 4 F 70000 N   348 N / mm2 2 A 201 mm 23 . La sezione resistente è la minima sezione in direzione ortogonale alla direzione di applicazione della sollecitazione.18/05/2011 Risoluzione    È necessario innanzitutto verificare che il materiale utilizzato sia compatibile con lo stato di sollecitazione imposto Si deve ricorrere alla definizione dello sforzo.

l0 l0 l  l0  1  e  5000  1  0.00166mm  5008mm Dopo la rimozione del carico la barra torna alla lunghezza iniziale (5000mm). valida in campo elastico: s 348 N / mm2 e   0.00166 E 210000 N / mm2 Risoluzione  Dalla definizione di deformazione è possibile calcolare la lunghezza finale l si ricava che: e  l . poiché è stata sollecitata in condizioni elastiche. È allora possibile ricavare il valore della deformazione dalla legge σ=E.ε. ovvero in campo di deformazione reversibile. 24 .18/05/2011 Risoluzione  La tensione applicata è inferiore a quella di snervamento (450N/mm2) del materiale.

calcolandone se possibile la lunghezza finale sotto carico. Le barre non presentano nervature. della tensione di rottura ft di 540N/mm2. 25 . caratterizzato da un valore di tensione di snervamento fy di 450N/mm2. e da un modulo di rigidità E pari a 210000N/mm2. hanno sezione tonda di diametro pari a 8mm e sono lunghe 2m. opportunamente vincolate all’estremità opposta. alla seconda 2500kg ed alla terza 3000kg. Supponendo che alla prima barra si applichino 2000kg. Si decide di effettuare il collaudo applicando pesi crescenti alla base delle barre.18/05/2011 Risoluzione Esercizio   Si devono collaudare in cantiere tre barre di ancoraggio realizzate con un acciaio laminato a caldo di tipo B450C. descrivere cosa accade alle barre.

81 m / s 2    585.18/05/2011 Risoluzione Risoluzione  Le tre barre.81 m / s 2    390. del tutto identiche.9 N / mm2 fy  s  ft  A A 50.3 mm2 26 . A  p D2 82  p   50.81 m / s 2    487.3 mm2 4 4 s1  P1 m1  g 2000 kg  9.3 mm2 s2  P2 m2  g 2500 kg  9.3 N / mm2 s  fy  A A 50. presentano la medesima sezione resistente.3 mm2 s3  P3 m3  g 3000 kg  9.5 N / mm2 s  ft  A A 50. ma per effetto di differenti carichi applicati sono soggette a stati di sollecitazione differenti.

La barra subisce un allungamento non calcolabile con la legge di Hooke (valida solo in campo elastico).001849 E 210000 N / mm2 l  l0  1  e  2000  1  0.18/05/2011 Risoluzione  Nel primo caso il valore della tensione applicata è inferiore alla tensione di snervamento.001849mm  2003.3 N / mm2 e   0. 27 . La barra opera quindi in campo elastico s 390. si trova dunque in campo plastico.7mm Risoluzione  Nel secondo caso la tensione assume un valore compreso tra la tensione di snervamento e quella di rottura.

manifestando il fenomeno della strizione. Risoluzione  Nel terzo caso la tensione risulta maggiore della tensione di rottura.18/05/2011 Risoluzione  Nel terzo caso la tensione risulta maggiore della tensione di rottura. manifestando il fenomeno della strizione. La barra si allungherà sino a rompersi. 28 . La barra si allungherà sino a rompersi.

85kg/dm3): lunghezza del campione: 600mm massa del campione: 2. I risultati ottenuti sono (densità dell’acciaio = 7.5kg Il laboratorio procede infine all’esecuzione della prova di trazione ed alla stesura del certificato di prova. Ipotizzando che le barre siano di acciaio tipo B450C. Quale ulteriore prova deve eseguire il laboratorio prove materiali per dichiarare la conformità del materiale? 29 . con fy = 450N/mm2 e ft = 540N/mm2 calcolare la forza da applicare alla barra per portarla allo snervamento ed alla rottura.18/05/2011 Risoluzione Esercizio      Si debbano eseguire delle prove di trazione su barre d’armatura pervenute in cantiere. Il laboratorio prove materiali provvede al riconoscimento del produttore ed al rilevo dei dati relativi alla pesatura ed alla lunghezza del campione.

5 kg p  D2 4  6 dm  Diametro nominale pari a 26mm 30 .85 kg dm3  2.18/05/2011 Risoluzione   L’esercizio richiede essenzialmente il calcolo della forza da applicare per portare allo snervamento la barra Per passare dallo sforzo assegnato (fy = 450N/mm2 e ft = 540N/mm2) alla forza da applicare è necessario conoscere il diametro nominale della barra Risoluzione   Definizione di barra equipesante: densità = massa/volume     7.

9 kN  …e alla rottura Frottura  540 N/mm2  530.18/05/2011 Risoluzione  Calcolo ora la forza allo snervamento Fsnervamento  450 N/mm2  530.93 mm2  286. 31 .93 mm2  238.7 kN Risoluzione  Il laboratorio prove esegue inoltre la prova di piegatura a 90° e successivo raddrizzamento. La prova di piegatura a 90° si esegue a temperatura ambiente (circa 20°C) piegando la barra d’armatura a 90°.

32 . hanno spessore di 5 mm. estratti da profilati.18/05/2011 Risoluzione Diametro del mandrino per prove di piegamento a 90° e successivo raddrizzamento senza cricche φ <12 mm 12≤ φ ≤16 mm per 16< φ ≤25 mm per 25< φ ≤50 mm 4φ 5φ 8φ 10 φ TEMA D’ESAME 07 FEBBRAIO 2011  Nel laboratorio della Facoltà di Ingegneria di Bergamo si devono eseguire prove di trazione su provini di due diversi materiali: una lega di alluminio 6061 T4 e un acciaio da costruzione tipo S235JR. I provini. larghezza pari a 40 mm e sono lunghi 500 mm. I risultati delle prove di trazione sono riportati in tabella.

RISOLUZIONE  L’esercizio richiede semplicemente il calcolo delle grandezze caratteristiche utili per tracciare la curva di trazione del materiale. Tracciare sul medesimo grafico entrambe le curve di trazione e indicare le principali differenze riscontrate. Per il calcolo delle grandezze è possibile ricorrere alle ben note formule.18/05/2011 TEMA D’ESAME 07 FEBBRAIO 2011  Calcolare le grandezze utili per tracciare i diagrammi di trazione dei due materiali. ricordando che: 33 . nell’ipotesi che la deformazione alla tensione di rottura sia pari al 12%.

11 25 500 625 % % mm mm Diagrammi di trazione     Per quanto riguarda i diagrammi di trazione: I due materiali hanno moduli di elasticità diversi. nel tratto iniziale.21 22 500 610 % % mm mm S235JR 210000 MPa 47 kN 235 MPa 72 kN 360 MPa 0.2 kN 241 MPa 0. quindi la pendenza della curva di trazione dell’alluminio 6061 T4 sarà.18/05/2011 Tabella E Fsnervamento fy Frottura ft εsnervamento εrottura liniziale lfinale Alluminio 70000 MPa 29 kN 145 MPa 48. minore rispetto all’acciaio S235JR La tensione di snervamento e di rottura dell’acciaio S235JR sono maggiori di quelle dell’alluminio 6061 T4 La deformazione a rottura dell’acciaio S235JR è maggiore di quella dell’alluminio 6061 T4 34 .

vengono tagliate fino ad ottenere spezzoni lunghi 60 cm. I due laboratori concordano di arrestare la prova.5m. di lunghezza pari ad 1. I provini sono collocati all’interno delle ganasce della macchina di trazione e si avvia la prova.18/05/2011 APPELLO DI ESAME 01 SETTEMBRE 2010  Due laboratori prove materiali (A e B) ricevono ciascuno tre spezzoni di barra in acciaio B450C (fy = 450 N/mm2. 35 . Le barre consegnate. ft 540 N/mm2 ed E = 210000 N/mm2) provenienti dallo stesso lotto di produzione aventi diametro nominale rispettivamente pari a 22 mm e 16 mm. lasciando il provino all’interno della macchina con forza applicata pari a 100 kN.

36 . Per calcolare la deformazione e. Motivare opportunamente le risposte indicando le formule utilizzate e tracciando sullo stesso diagramma le curve caratteristiche forza/spostamento per i casi A e B.18/05/2011 APPELLO DI ESAME 01 SETTEMBRE 2010  Si confrontino le condizioni nell’istante di arresto della macchina di trazione delle barre provate nei due laboratori. allungamento e lunghezza finale non possono essere calcolati per la barra da 16 mm. l’allungamento e la lunghezza finale della barra sarebbe necessario avere il diagramma sforzo/deformazione del materiale. compilando opportunamente la tabella riportata. Risoluzione  Ovviamente i valori di deformazione. poiché opera in campo plastico e quindi non è più valida la Legge di Hooke. di conseguenza.

4 210000 37 .13 0.75 600.1 263.75 210000 Laboratorio B 100 201.1 497.1 0.18/05/2011 Risoluzione Risoluzione Forza (kN) Area (mm2) Tensione (N/mm2) Deformazione (%) Allungamento (mm) L finale della barra (mm) Modulo di elasticità (MPa) Laboratorio A 100 380.

con fy = 450N/mm2 e ft = 540N/mm2. con fy = 276N/mm2 e ft = 310N/mm2. Entrambe le barre hanno diametro pari a 24mm e lunghezza iniziale di 80cm. Calcolare il valore del carico cui sono sottoposte le barre e la lunghezza della barra dopo la rimozione dello stesso. la lunghezza misurata risulta essere pari a 80. In un certo istante. durante la prova.15cm.18/05/2011 Curva di trazione Esercizio   Una barra d'acciaio (E = 210000MPa) e una di alluminio (E = 70000MPa) vengono sollecitate a trazione. L'acciaio in questione è del tipo B450C. Motivare opportunamente la risposta tracciando sullo stesso diagramma le caratteristiche sforzo/deformazione dei due materiali e commentare. 38 . mentre l’alluminio è del tipo 6061-T6.

39mm2  59.25 MPa Risoluzione   Essendo i valori di sforzo calcolati per ogni materiale minori delle rispettive tensioni di snervamento.3 kN 39 . eallu minio  L L 0  eacciaio  80.15 .18/05/2011 Risoluzione  L’esercizio richiede semplicemente il calcolo della forza resistente misurata nel momento in cui le due barre sono lunghe 80.875  10-3  70000 MPa  131.75MPa 452.875  10-3  210000 MPa  393. è possibile affermare che le due barre operano in campo elastico.1kN Fall  131.15cm.39mm2  178.25 MPa  452.75MPa sallu minio  1.875  10-3 sacciaio  1.39 mm2 Facc  393.80 cm 80 cm  1. A = 452.

In un certo istante. Il tecnico. 60 e 90kN. È possibile stimare la lunghezza misurata dall’operatore quando la macchina registra una forza pari a 100kN? Perchè? 40 . durante l’esecuzione della prova.18/05/2011 Risoluzione  Le barre operano in campo elastico. Considerando che la misurazione viene effettuata con un calibro sensibile al decimo di millimetro. commentare le misure ottenute. quindi. alla rimozione del carico. entrambe ritornano alla lunghezza iniziale di 80cm. Determinare gli allungamenti misurati dall’operatore negli istanti in cui la macchina di trazione misura una forza pari a 30. posiziona la barra nella macchina per dare inizio alla prova di trazione. prima di collocare la barra all’interno delle ganasce della macchina di trazione. Al termine dell’operazione di tracciatura.  Esercizio    Una barra d’armatura in acciaio tipo B450C (diametro nominale pari a 16mm) viene sottoposta in laboratorio alla prova di trazione. al fine di poter stimare l’allungamento della stessa. traccia su di essa una serie di tacche equidistanziate di 1cm. l’operatore decide di misurare l’allungamento della barra e prende la misura di 11 tacche tracciate inizialmente.

2 N/mm2 s2 s3 2 2 2 2 41 . 60 e 90kN):    4  60000 N p  16 mm   298.6 N/mm s1  4  30000 N p  16 mm2  149.18/05/2011 Risoluzione   L’esercizio richiede in sostanza. il calcolo dell’allungamento istantaneo di una barra d’armatura sottoposta a 3 livelli di sollecitazione diversi. è possibile solamente qualora si operi in campo elastico utilizzando la legge di Hooke Risoluzione  Per verificare l’applicabilità della formula. calcoliamo le sollecitazioni relative alle forze misurate progressivamente dalla macchina di trazione (30. la valutazione della deformazione a partire dalla sollecitazione.4 N/mm  4  90000 N p  16 mm   447.

49 10-3 e3  s3 E  447. quindi: l0  1 cm  10  10 cm Risoluzione  La deformazione misurata nei tre casi. pari a 450N/mm2.6 N mm2 200000 N mm2  2. L’operatore decide di utilizzare come lunghezza iniziale 11 tacche equidistanziate di 1cm.2 N mm2 200000 N mm2  7. considerando il modulo di elasticità dell’acciaio pari a 200GPa.46 10-4 e2  s2 E  298. per l’acciaio B450C.24 10-3 42 .4 N mm2 200000 N mm2  1.18/05/2011 Risoluzione   Le tre forze considerate producono sollecitazioni inferiori alla tensione di snervamento nominale. sarà: e1  s1 E  149.

49  10-1 mm  0.2mm Risoluzione  Visti i risultati approssimati al decimo di millimetro.18/05/2011 Risoluzione  Dalle deformazioni è possibile calcolare agevolmente gli allungamenti. La sensibilità dello strumento non gli consentirà di distinguere la differenza tra le prime due misure. è possibile affermare che l’operatore non avrà difficoltà a stimare gli allungamenti.24  10-1 mm  0.24  10-3  2.46  10-4  7.1mm L3  L 0  e3  100 mm  2.46  10-2 mm  0.49  10-3  1. mediante la formula che deriva dal concetto di deformazione: L1  L 0  e1  100 mm  7. 43 .1mm L2  L 0  e2  100 mm  1.

quale sarà la forza registrata al 50% della tensione di snervamento per le due barre e quale la deformazione istantanea? Descrivere graficamente le 2 situazioni tracciando delle curve indicative sforzo-deformazione e forza-spostamento. Supponendo che i laboratori 1 e 2 abbiano a disposizione una macchina di trazione da 600kN. se non a partire dal grafico di trazione. Il laboratorio 2 esegue le stesse operazioni effettuate nel laboratorio 1 e rileva un peso pari a 1. vengono sottoposte a trazione in due diversi laboratori. molto prossima al valore nominale di snervamento) e di conseguenza non è possibile determinare la deformazione istantanea.2kg. La barra viene successivamente tagliata e la sua lunghezza risulta pari a 60cm. Al laboratorio 1 viene inviata una barra lunga 1.6N/mm2. Esercizio  Due barre d’acciaio tonde (fy = 450N/mm2. E = 210000N/mm2). 44 . saremmo sicuramente in campo plastico (considerando che per la forza di 90kN era stata calcolata una sollecitazione pari a 447.5m per permettere il riconoscimento del marchio del produttore (codice di laminazione). ft = 540N/mm2.79kg. L’operatore provvede alla pesatura della barra e rileva un peso pari a 3.18/05/2011 Risoluzione  Se la forza misurata dalla macchina fosse pari a 100kN.

85 p  D2 V l 4 kg m  dm3 V d 4 m   p l Risoluzione   Laboratorio n.1 Il diametro nominale risulta pari a 32mm. la sezione: p  32 mm2 4  804.67 mm2 45 .18/05/2011 Risoluzione   Per entrambi i laboratori Per risalire al valore del diametro della barra. si fa riferimento al calcolo della barra liscia equipesante: acciaio  7.

67 mm2  181 kN  La deformazione istantanea.1  10-3 Risoluzione     Laboratorio n. nom  2  A  450 2 N/mm2  804.77 mm2 Calcolando la forza di trazione necessaria a raggiungere la metà dello snervamento nominale si ottiene: s  F A  F  tensione snerv. nom  2  A  450 2 N/mm2  254.18/05/2011 Risoluzione  Calcolando la forza di trazione necessaria a raggiungere la metà dello snervamento nominale si ottiene: s  F A  F  tensione snerv.77 mm2  57 kN 46 . quindi. quindi in campo elastico è semplicemente calcolabile sfruttando la legge di Hooke: 450 2 N mm2 210000 N mm2  1.2 Il diametro nominale risulta pari a 18mm La sezione resistente sarà. pari a 254.

quindi in campo elastico è semplicemente calcolabile sfruttando la legge di Hooke 450 2 N mm2 210000 N mm2  1. non cambia per le 2 barre in quanto operano entrambe in campo elastico e la deformazione dipende esclusivamente dalla tensione e dal modulo di elasticità Risoluzione  Laboratori 1 e 2. sono lo stesso materiale!) 47 .1  10-3  Il valore della deformazione istantanea.18/05/2011 Risoluzione  La deformazione istantanea. Curve sforzo-deformazione per entrambe le barre (coincidono. ovviamente.

Curve forza-spostamento (grafici indicativi) 48 .18/05/2011 Risoluzione  Laboratori 1 e 2.