You are on page 1of 12

IL MENESTRELLO RACCONTA...

66

TRA I 10 E I 12 ANNI

La LEGGENDA DEL BUDDHA


di Gabriele Burrini
PROLOGO
Sfondo di montagne con il Potala, il palazzo del Dalai Lama
a Lhasa. Quattro monaci avvolti in lunghi scialli color vinaccia
entrano mormorando una litania a bassa voce: uuuuu-om-manipadme-hum-mmmm. Si siedono a terra.
Primo monaco
Uomini e donne di questa sala,
pace e silenzio vi portiamo.
Questa compagnia scesa dal Potala
vi rappresenta e vi declama
la nobile vita di colui che in Asia
chiamato il Buddha Gotama.
Secondo monaco
Era un principe di nome Siddhartha
ma alle sue ricchezze rinunci.
Nella giungla si ritir in disparte
e per anni da eremita fece vita
finch lIlluminato divent.
Terzo monaco
Nel Nepl, in una regione vicina
alle falde del Tetto del mondo
duemilacinquecento anni or sono
vivevano un re e una regina
a capo di un paese fecondo.
67

IL MENESTRELLO RACCONTA...

Quarto monaco
Ma ecco che la storia si dipana:
gi si avvicina la regina May
che va incontro al re Shuddhodna,
state attenti a quel che dir.
ATTO I
SCENA I
Escono i quattro monaci. Sala del Trono. Entra la regina da
un lato e il re dallaltro. La regina indossa un sari colorato, il re
ha i baffi arricciati allins, porta pantaloni chiari e giacca alla
coreana, un pugnale curvo sul fianco.
Regina
Mio saggio e dolce sposo,
stanotte un bianco elefante
ha turbato i miei sogni
e mi ha tolto il riposo.
Poi avvenuto un fatto strabiliante:
un forte vento mi sollevava
e tanta gente laggi si inchinava.
Re
La grande anima avrai sognato
del bambino che ora aspettiamo.
Guerriero agile e forte,
re invincibile sar per sorte:
i tuoi sogni non sono vani,
lo dicono gli indovini bramani.

68

SIPARIO!

SCENA II
Si abbassano le luci. Parco con tre grossi alberi e profilo di
monti allorizzonte. Entrano di corsa tre ancelle in lunga veste
bianca. A turno si fermano e parlano.
Prima ancella
Correte, correte, o donne,
il miracolo si avverato,
dal cielo sotto un slice
il principino Siddhartha arrivato
e come dentro un clice
la regina se l abbracciato.
Seconda ancella
Con voce forte il bimbo ha parlato:
Da grande diverr un Risvegliato,
lo dico ai quattro punti cardinali
che in questo parco mi son intorno.
Di pelle chiara, come la luce del giorno
sette passi ha fatto in ogni direzione
sulle sue gambe, senza esitazione.
Terza ancella
Poi ho sentito un rumor di terremoto
e dal cielo una pioggia discesa
di mille variopinti fiori di loto.
Nella giungla nessun suono sudiva,
nessun fiume rumoroso fluiva.

69

IL MENESTRELLO RACCONTA...

SCENA III
Si abbassano le luci. Sala del trono. Il re siede in trono a un lato
del proscenio. Compare una guardia con una lancia in mano.
Guardia (batte a terra la lancia)
Asita, il santo veggente
dai lunghi capelli color della luna,
dallHimalya proveniente
vuole leggere nel futuro destino
di Siddhartha il principino.
Re
La visita di Asita il santo
sar per me felicit e vanto.
Sia offerta a mo di saluto
acqua lustrale al benvenuto.
Entra un vecchio dalla pelle scura, in lacere vesti, con lunga
barbetta e lunghi capelli bianchi. Si appoggia a un alto bastone.
Si lava le mani.
Asita
Ho viaggiato per il sentiero del vento,
ho percorso il cammino del sole.
Nel palazzo dei trentatr di,
oltre il firmamento stellato
ho visto lesercito alato
annunciare con suoni e canti:
Presto nascer in terra
il pi eroico dei santi!.
70

SIPARIO!

Allora son volato nel cielo Tushita,


dove dimorano le grandi anime
pronte a scendere in un corpo terreno:
Come faremo ? gli dicevano ,
per noi finisce lincanto.
E la loro voce era rotta dal pianto.
Ma quelleroe rispondeva:
Siate forti, vincete il dolore,
vi lascio il potente Maitreya,
che un d sar il Buddha dellamore.
Ordunque, o re Shuddhodna,
le porte del gineceo aprite
e mostratemi il neonato sovrumano.
Gineceo. La scena in penombra. Tante donne velate circondano
la regina. La culla al centro. Il padre solleva le copertine che
avvolgono il principino: dalla culla promana una luce. Asita lo
osserva a lungo e da vicino, movendo su di lui le mani.
Asita
Gioisci, o re fortunato,
non vi pari a lui per splendore:
sul suo corpo riconosco
i trentadue segni dellUomo superiore.
Due vie gli presenter la sorte:
se nella reggia rester
un re universale diverr,
guerriero coraggioso,
vittorioso imperatore.
Ma se, fuggito dal regno
per la Porta del buon destino,
per il mondo vagher isolato,
71

IL MENESTRELLO RACCONTA...

allora presto un Buddha diverr,


perfettamente risvegliato.
Asita congiunge le mani e si inchina sul ginocchio destro, poi
si curva portando le mani giunte a livello della fronte. Si rialza e,
tenendo le mani giunte a livello del cuore, gira attorno alla culla
tenendo la destra; arrivato al punto di partenza, si copre il volto
con le mani e piange.
Re e ancelle
Perch piangi, o saggio?
Il tuo frmito ci scoraggia.
Forse nel suo destino hai scorto
infausti presagi, una sventura,
un pericolo mortale,
la mano violenta di un criminale?
Asita
No, sovrano, piango di gioia,
perch finalmente ho trovato
latteso, lIlluminato.
Ma al termine oramai la mia vita
e pi non ci sar il vecchio Asita
quando come un leone
il Risvegliato ruggir,
predicando il nobile Dharma,
la dottrina che tutti salva
dalloceano del karma.

72

SIPARIO!

SCENA IV
Parco con tre alberi. Un bambino di sette anni, con i capelli
lunghi e vestito da principino, gioca in un parco, di fronte al
maestro con la barba bianca. presente il re.
Maestro
Hai ormai sette anni, o principe,
e lalfabeto ti dovr insegnare.
Di calligrafia non sai nulla
Ma coshai inciso
su questa corteccia di betulla?
Siddhartha
Ecco, o Krimivarma,
maestro di scrittura.
Maestro (guarda la corteccia)
Strano, questo alfabeto non conosco,
di certo una celeste grafia
che sulla Terra appare
quando un Uomo superiore compare.
Ti avvier alle sessantaquattro arti
del corpo e della mente
e per nove anni le parti
ne seguirai, finch a sedici anni
una fidanzata sceglierai.
Re (prende in disparte il maestro)
Ma sappi, o maestro Krimivarma,
che il principino mai dovr lasciare
gli ambienti regali: il suo karma
73

IL MENESTRELLO RACCONTA...

egli vivr tra le mura della reggia.


Non lo invierai mai lontano.
Io gli nasconder il dolore del mondo
affinch non diventi un anacoreta.
Voglio che sia un grande sovrano:
questa sar per forza la sua meta.
ATTO II
SCENA I
Parco con tre alberi. Il principino ha dodici anni. Nei campi
osserva i contadini lavorare. Si siede sotto un grande albero.
Siddhartha
Oramai dodici anni ho compiuto
e la pace della natura contemplo.
Che sensazione di calma avvolgente!
Questalbero frondoso e possente
che mai la sua ombra gira
a sedermi al suo riparo mi attira,
per raccogliere in silenzio la mente.
Si siede nella posizione del mezzo loto. Parla lalbero.
Albero Jambu
Figlio di re, progenie
dellantico veggente Gotma
tu risplendi come il sole che sorge,
il tuo viso dolce come fiore di loto,
in te sboccia la saggezza sovrumana.
74

SIPARIO!

O gente, non fate rumore,


il giovane Siddhartha
immobile come cima montana
entrato in meditazione.
SCENA II
Sala del trono. Consiglio di nobili attorno al re. Prende la
parola un anziano.
Anziano di corte
Affinch non si compia
la profezia di Asita
che lo prevedeva eremita,
il nostro codice vuole
che il principe si scelga una moglie.
Lui, ricco e spensierato,
diventer un giovane padre.
Solo cos la nostra dinastia
avr un futuro assicurato.
Re
Vai, o anziano, per la capitale:
dalle sue case sceglierai
donne stupende come perle rare,
delicate come gelsomini.
Nella reggia le porterai:
colei cui il principe sorrider
la sua fortunata sposa diverr.
Sala senza trono. Arrivano a corte le giovani.
75

IL MENESTRELLO RACCONTA...

Anziano di corte
Ecco le giovani pi belle della capitale
accorse ben vestite al palazzo reale.
Siddhartha
Leggiadre, ammirevoli, gioiose
meritate ciascuna una pietra preziosa.
Siddhartha dona a ognuna un gioiello. Entra Gop con alcune
ancelle. La ragazza si inchina.
Gop
O principe, il mio saluto a te va,
mi chiamano Gop.
Siddhartha
Splendida fanciulla
dallincantevole sguardo
non ho pi gemme da donare,
ma il mio flgido anello
ti voglio regalare.
O padre Shuddhodna,
il mio volere non ti paia strano:
di questa fanciulla
io chiedo subito la mano.
Re
O bramani, allestite le nozze
con cerimonie fastose.
E voi gente di corte
per Siddhartha e Gop
preparate favolosa dimora
76

SIPARIO!

nei pi alti appartamenti


fra delizie, tanta servit
e mille divertimenti.
Sala vuota. Compare un monaco con scialle color vinaccia.
Monaco
Dieci anni Siddhartha ha trascorso
tra feste, danze, canti, piaceri e incanti,
giochi fra amici e ballerine allegre.
Ma il suo animo pi non si rallegra.
Al re padre ha dato lerede futuro
affinch il trono resti duraturo.
Eppure in cuor suo sogna la libert,
si sente come un elefante incatenato
nei profondi sotterranei
di un vasto palazzo dorato.
SCENA III

Sala del trono. Siddhartha ha ventisei anni, i capelli lunghi,
lunghe collane, un paio di baffetti, la spada dorata al fianco,
camicia alla coreana, stretta in vita. Parla con il padre.
Siddhartha
Padre magnanimo, il migliore dei re,
mia volont quattro viaggi attuare
fuor della reggia e guardare
la gente e le opere della capitale.
Accorrono i nobili alla presenza del re.
77