You are on page 1of 5

Lingue e dislessia

Dislessia e apprendimento
di una lingua straniera

Che cosa ci dice
questa
vignetta? Quali
caratteristiche
dell’inglese
evidenzia?

Principi e strategie per
una glottodidattica accessibile
Michele Daloiso
Università Ca’ Foscari, Venezia

Difficoltà in lingua straniera

Lingue e dislessia

La dimensione emotiva

Secondo l’ International Book of
Dyslexia

L’origine della dislessia è la stessa in
tutte le lingue (deficit di
automatizzazione e consapevolezza
fonologica)
Le manifestazioni della dislessia
cambiano a seconda della lingua:



Lingue trasparenti: fluenza
Lingue opache: spelling, accuratezza,
fluenza

L’ANSIA LINGUISTICA

Non è un tratto caratteriale, ma
situazionale
E’ un complesso di credenze, immagini
di sé e percezioni legate al processo
di apprendimento linguistico
Emerge di fronte a compiti specifici

1

8. Cos’hanno in comune questi compiti? 1. 7. Nominare rapidamente Fare lo spelling Scrivere sotto dettatura Prendere appunti Individuare un’informazione visiva Contare alla rovescia Cantare e battere il tempo Stare in equilibrio su un piede mentre si conta Difficoltà in lingua straniera Nella vostra esperienza.Difficoltà in lingua straniera Difficoltà in lingua straniera La dimensione cognitiva La dimensione cognitiva ► Attività 1. quali aspetti della competenza comunicativa sono colpiti? •Dislessia isolata ► difficoltà nella norma •Dislessia + disgrafia ► necessità sussidi •Profili complessi ► dispensa •Processamento fonologico •Approccio al testo Lo studente dislessico: • fatica ad automatizzare alcune procedure • Compensa con la concentrazione • Si stanca più facilmente • Fallisce se il compito diventa troppo complesso o “multi-tasking” Il percorso educativo Rilevazione prestazioni atipiche Accessibilità della metodologia •Decodifica scritta •Approccio al testo •Articolazione •Fluenza e “prontezza” Piano Glottodidattico Personalizzato Accessibilità della valutazione 2 . 3. 2. 6. 5. 4.

ecc. prompt. parti del testo) 3 .)  Codificazione cromatica di parti della lingua (suffissi. video. nomi composti. dizionari digitali.Metodologia Obiettivi: lingua SENSORIALITA’ COMPRENSIONE ► globalità  Strategie didattiche multisensoriali: PRODUZIONE/INTERAZIONE: • Efficacia comunicativa • Adeguatezza al contesto • Appropriatezza linguistica ► Attività 4 RIFLESSIONE SULLA LINGUA ► lavoro sui suoni della lingua • non deve contenere “obiettivi semplificati” (non è un piano individualizzato) deve contenere gli obiettivi essenziali della disciplina può prevedere la riduzione o il potenziamento di obiettivi non essenziali  Uso di supporti visivi (immagini.Il Piano Glottodidattico Personalizzato (PGP) Il PGP .Obiettivi Avvertenze ► Il PGP E’ un documento di programmazione che esplicita: • • • • • Gli obiettivi essenziali Le misure compensative e/o dispensative Le scelte metodologiche Le procedure valutative • ► Attività 3 Il PGP . radici.

deal 4 .com/progetto.it/risorse/dislessia  Scambio di risorse e link su www. ma vanno sollecitate 4) Il lavoro (meta)fonologico in lingua materna non è direttamente trasferibile nelle lingue straniere Gli strumenti per l’accessibilità Strumenti per la didattica  Schede operative UTET (“Lingue straniere e dislessia evolutiva”) www.oup.utetuniversita.it  Materiali didattici elaborati per Oxford University Press www.facebook.Il lavoro (meta)fonologico in LS 1) Le difficoltà dell’allievo dislessico nella lettura sono in gran parte dovute a:  Competenze (meta)fonologiche povere  Difficoltà ad automatizzare processi 2) Le componenti fonologica e ortografica di alcune lingue possono amplificare le difficoltà del dislessico Il lavoro (meta)fonologico in LS “Come impostare la didattica?” Principi-chiave:    Sistematicità Ludicità Multi-sensorialità ► E i materiali didattici di oggi rispettano questi principi? Il lavoro (meta)fonologico in LS 3) Le competenze (meta)fonologiche non si recuperano naturalmente.

Daloiso daloiso@unive.it 5 .php/ELLE  Tesi e saggi sul sito DEAL www. or the same way” George Evans Grazie per l’attenzione! M.LE Per riflettere “There is nothing more unequal than the equal treatment of unequal people” Thomas Jefferson http://edizionicf.it/index.Gli strumenti per l’accessibilità Strumenti per l’ (auto)formazione  Monografico GLOBES su Rivista EL. just not on the same day.unive.it/centrodidatticalingue  Corsi di formazione DEAL  a Venezia (Masterclass – luglio e agosto)  presso le scuole  online “Every student can learn.unive.