You are on page 1of 22

Meccanica dei fluidi

Olio minerale di densità 0.76 g/cm3 fluisce dal serbatoio A al serbatoio E nell’impianto mostrato nella
figura. Le perdite di carico sono:
da A a B : 0.6(V 2/2); da B a C: 9.0(V 2/2); da C a D: 0.40(V 2/2); da D ad E: 9.0(V 2/2)
12

12

6

Calcolare:
a) La portata volumetrica nell’impianto.
b) La pressione al punto C in atm.
c) L’energia complessiva del fluido al punto C
C D

A

1m

B
 = 12”
sch 40

 = 6”
sch 40

12 m

E

6

Trasporto di calore
Conduzione-Convezione
Calcolare la temperatura che si realizza sulla superficie laterale esterna di un reattore cilindrico
nell'ipotesi che l'energia dispersa per metro quadro di superficie interna del reattore sia pari a 600
Wm-2. Si assuma che il calore sia disperso solo dalla superficie laterale del cilindro e che il sistema
sia stazionario.
I dati sono:
temperatura del fluido interno al reattore 300°C, diametro interno del reattore 1 m, spessore della
parete laterale del reattore 2 cm; conducibilità del materiale con cui è realizzato la parete laterale del
reattore k=15 Wm-1K-1; coefficiente di trasporto interno h =2104 Wm-2K-1
i

Se il reattore si trova in un ambiente a T=20°C ed il coefficiente di trasporto esterno è h = 500 Wm-2Ke

1

qual'è lo spessore di materiale isolante (k =0.1 Wm-1K-1) necessario per avere la medesima
is

dispersione termica (600 Wm-2)?
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Calcolare la potenza termica trasmessa da un termosifone a lastra piana di altezza H= 50 cm e
larghezza W=100 cm se è attraversato da acqua a 80°C e si trova in una stanza a T=18°C.
Calcolare in condizioni stazionarie lo spessore che deve avere la parete esterna della stanza se la
superficie della parete è di 15 m2, la conducibilità della stessa è k =0.4 Wm-1K-1, la temperatura
p

esterna è T=5°C ed il coefficiente di trasporto esterno è h =19 Wm-2K-1 nella ipotesi che tutto il calore
e

rilasciato dal termosifone venga disperso attraverso la sola parete esterna. Come valore del
coefficiente di trasporto per convezione naturale parete/ambiente interno si utilizzi in prima
approssimazione quello calcolato per termosifone/ambiente interno.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una parete cilindrica lunga 2 metri è composta da tre strati (r = 2 cm, r = 4 cm, r = 5 cm e r = 6 cm). I
0

coefficienti di conducibilità termica sono rispettivamente: k

1

01

2

= 4 Wm-1K-1 ; k

3

12

= 0.5 Wm-1K-1 e

k = 2 Wm-1K-1.
23

Il terzo strato (tra r e r ) è sottoposto ad una differenza di temperatura di 100°C e la superfice esterna
2

3

si trova a T =20 °C.
3

Nell'ipotesi di condizioni stazionarie si chiede:
1) calcolare la potenza termica dissipata dalla parete;
2) calcolare le temperature T e T ;
0

1

3) disegnare il profilo della temperatura utilizzando solo i valori corrispondenti a T , T , T e T ;
0

1

2

3

4) calcolare il coefficiente globale di scambio sia rispetto alla superfice interna che a quella esterna;
5) calcolare le tre resistenze;
6) indicare se c’è una resistenza controllante o meno
-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------La parete piana di un forno è realizzata, partendo dall'interno verso l'esterno, in questo modo:
mattoni refrattari spessore 20 cm; isolante spessore 2 cm e lastra metallica in ferro spessore 3 mm.
Sapendo che:
T interna della parete

= 1000 °C

T aria esterna

= 20 °C

In prima approssimazione si assuma. che la temperatura del fluido in uscita non sia molto diversa da quella in entrata. Poichè è richiesta una certa precisione occorre. Per calcolare la conducibilità termica alla temperatura desiderata è possibile effettuare una semplice interpolazione lineare utilizzando solo i due valori corrispondenti alle T più vicine a quella di interesse. Se il coefficiente di trasporto di calore è h=20 W/m2 calcolare in condizioni stazionarie: . 2) si indichi il procedimento da seguire con le equazioni necessarie. 3) Se l'isolante viene sostituito con un altro materiale che ha una resistenza al trasporto di calore pari a 0. può essere utilizzato in queste condizioni. per rispondere alle domande 1) e 2). La temperatura del fluido in ingresso è 80°C ed il suo calore specifico è 2000 J kg-1K-1. effettuare uno ed uno solo ciclo di iterazione dei calcoli per verificare i valori numerici di tentativo ipotizzati.65 a T=1000°C k isolante 0. L'ambiente esterno è aria a T=30°C e P= 1atm. Ipotizzare che sia la resistenza esterna che quella per conduzione siano trascurabili L'impianto frigorifero che deve mantenere il fluido a 30°C quante frigorie/ora deve produrre. Il tubo è immerso in un liquido ben agitato a T=30°C.h esterno = 4 Wm-2K-1 e che i valori di k (Wm-1K-1) in funzione della T sono: k mattoni 1. 2) Verificare se il materiale isolante. nell’ipotesi che non ci siano perdite verso l’esterno? -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un tubo orizzontale di diametro esterno 5 cm e lungo 20 m è attraversato da un fluido con una portata di 300 kg/h.111 T=100 °C 0. La lastra è realizzata con un materiale di conducibilità termica pari a 5 Wm -1K-1 e si trova immersa in aria a T=20 °C. che ha una temperatura massima di esercizio di 800°C. 1) calcolare la temperatura di uscita del fluido dal tubo nella ipotesi che sia controllante la resistenza esterna (convezione naturale).129 T=400 °C 1. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si vuole raffreddare dell'acqua a T=90°C facendola passare in un tubo di diametro interno 1 cm con velocità v=1 m/s.B.135 T=800 °C 1.00 a T= 200°C 0. inoltre. le grandezze note e quelle incognite nel caso che la resistenza controllante fosse stata quella interna (convezione forzata) e che il moto del fluido sia altamente turbolento -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si consideri una lastra piana di spessore pari a 10 cm e lati 1m con generazione di calore uniforme g=104 W/m3.1 W-1m2K quale sarà la potenza termica dispersa? N.120 T=200 °C 0. Verificare in base al risultato ottenuto se tale approssimazione è accettabile o meno. Quanto deve essere lungo il tubo perchè l'acqua esca a 50°C?.087 T= 20 °C Si chiede: 1) Calcolare la potenza termica per mq dispersa dalla parete.47 a T= 600°C 0.

calcolare la temperatura della parete esterna 2. 3. la parete cilindrica è composta da tre strati tutti di spessore 1 cm e che il diametro interno è 4 cm  i coefficienti di conducibilità termica sono rispettivamente: k01=10 wm-1K-1. Il reattore. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un forno da laboratorio di geometria cilindrica ha una potenza di 1 kW/m. La portata di ingresso è Q = 1000 moliA/h e la conversione di A è del 10%. di: 3) calcolare la temperatura sulla superficie della lastra nel caso che non sia fornito il coefficiente di trasporto di calore e che lo scambio termico avvenga per convezione naturale con lastra verticale. che errore percentuale si commette nel calcolo della temperatura esterna se si considera solo la maggiore delle resistenze.4 Wm-1K-1) .la T massima nel reattore. è rivestito di mattoni refrattari spessore 2 cm (k=0. Trascurando la variazione di temperatura lungo la direzione del flusso e sapendo che la T alla parete interna del reattore è 500°C e che il trasporto di calore nella fase fluida avviene per conduzione con k= 0. Sapendo che: la T della parete interna è 500 °C.02 Wm-1K-1) e lamiera metallica spessore 2 mm (k=25 Wm-1K-1). 4. . quale è la temperatura massima dello strato intermedio.verificare se una delle resistenze è controllante e valutare l'errore che si commetterebbe trascurando le altre resistenze -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si vuole stimare il calore disperso da una persona in un ambiente che si trova aT=20°C. inoltre.8 m e diametro 20 cm e che la sua temperatura superficiale sia 36°C.1) la temperatura alla superficie della lastra 2) la temperatura massima nella lastra Si chiede. k12=0. Trascurando il fenomeno della traspirazione. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In un reattore catalitico di geometria cilindrica (L=20 cm e diametro interno = 2 cm) avviene la reazione esotermica A--> B con ΔH = 500 cal/mole.2 W/mK calcolare: .le perdite di calore verso l'esterno nella ipotesi che l'aria ambiente sia a T=20°C e che il coefficiente di trasporto esterno sia h = 40 watt m-2K-1 e . partendo dall'interno. verificare se una delle resistenze al trasporto di calore per conduzione è controllante o meno. b) velocità relativa aria/persona = 4 m/s Nel primo caso assumere valide le relazioni per lastra piana verticale -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si consideri una lastra piana di spessore pari a 10 cm e lati 1m con generazione di calore uniforme g=104 W/m3. Come riferimento si prende un bambino e si ipotizza che possa essere approssimato ad un cilindro di altezza 0. calcolare la potenza termica dispersa per convezione nei seguenti casi: a) in aria stagnante. materiale isolante spessore 5 cm (k=0. La lastra è realizzata con un materiale di conducibilità termica pari a 5 Wm -1K-1 e si trova immersa in aria a T=20 °C.2 wm-1K-1 e k23=10 wm-1K-1 si chiede:   1. .

5 bar e T=270°C) con portata 3x10 -2 kg/s viene trasportata in una condotta sospesa in aria costituita da un tubo di acciaio inossidabile (ss316) rivestito di isolante. la velocità di riduzione del raggio (m/s). Il tubo ha diametro interno di 12. Le condizioni operative sono: diametro = 1 cm velocità relativa goccia-aria = 2 m/s. nelle stesse condizioni. di: 3) calcolare la temperatura sulla superficie della lastra nel caso che non sia fornito il coefficiente di trasporto di calore e che lo scambio termico avvenga per convezione naturale con lastra verticale. Lo spessore dell'isolante è 6 cm. Fare l’ipotesi che la temperatura all'interno della goccia sia uniforme e che tutto il calore scambiato venga utilizzato per la evaporazione dell'acqua. Calcolare. in condizioni stazionarie. inoltre.2 Wm-1K-1 e k =0.0 cm e spessore di 4 mm.2 W/mK coefficiente di convezione condotta/aria coefficiente di convezione acciaio/vapore he =23 W/m2K ln hi =116 W/m2K ln Temperatura aria esterna = 20 °C Perdite di carico nella condotta trascurabili -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una apparecchiatura di laboratorio è di geometria sferica (diametro interno = 2 cm) ed è realizzata con due strati di spessore 0. Calcolare. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una corrente di vapore d'acqua surriscaldato (P=2. la potenza termica dissipata se la temperatura dell’ambiente esterno è 20 °C e la pressione è 1 atm. nei seguenti casi: 1) resistenza esterna al trasporto di calore per convezione trascurabile 2) trasporto di calore esterno per convezione forzata con aria a 2 m/s.Se il coefficiente di trasporto di calore è h=20 W/m2 calcolare in condizioni stazionarie: 1) la temperatura alla superficie della lastra 2) la temperatura massima nella lastra Si chiede. I coefficienti di conducibilità termica sono rispettivamente: k =8. ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ . Calcolare quale sarebbe la lunghezza aggiuntiva necessaria per far condensare il 10% del vapore ipotizzando ancora valido il coefficiente globale di scambio calcolato in precedenza.5 cm ciascuno. Individuare quali sono le resistenze al trasporto di calore trascurabili e verificare che errore si commetterebbe trascurandole. Dati: conducibilità isolante=0. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Calcolare in condizioni stazionarie la velocità di evaporazione (g/s) di una goccia di acqua a T=20 °C in aria a T=60 °C. Calcolare la lunghezza massima della condotta che garantisca all'estremità un vapore d'acqua ancora surriscaldato.15 Wm-1K-1 01 12 La temperatura della parete interna è a T=600 °C.

Il diametro interno del boiler è di 0. Di quanti elementi deve essere costituito il radiatore sapendo che: il vapore si trova a T = 100°C il coefficiente interno di trasporto di calore è h = 50 Wm -2K-1 e la portata di vapore è 2. in condizioni stazionarie la T massima all’interno del tubo se lo stesso è immerso in olio a T=50°C.5 g/s. Le pareti degli elementi del radiatore sono realizzate in materiale metallico ad elevata conducibilità e sono di piccolo spessore.5m e la altezza è di 1 m La conducibilità termica dell'isolante è k = 10-3 Wcm-1K-1 is Valutare la potenza da fornire al boiler per mantenere l'acqua alla temperatura di ebollizione se la resistenza interna al trasporto di calore è R =5000 W-1cm2K ed il recipiente si trova in un ambiente a i 20°C. A questo scopo si dispone di un’apparecchiatura di laboratorio riportata in figura.03 kcal/hm°C. Le dimensioni del provino.5 Pr 1 / 3 . Come fluido refrigerante si usa aria a T =20°C che investe dall'esterno il radiatore in direzione perpendicolare a quella del lato lungo (L) degli elementi con velocità v = 40 km/h. La parete del boiler è costituita da una lamiera di metallo di spessore 5 mm. Ipotizzare che ogni elemento del radiatore si comporti come una lastra piana in un fluido infinito. di geometria cilindrica. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un recipiente è pieno di acqua in ebollizione alla pressione di 2 atm. Le dimensioni di un elemento del radiatore sono L = 1 m e B = 4 cm. Al di sotto scorre acqua a 20°C.5 Re 0. da uno strato di isolante dallo spessore di 10 cm e da uno strato di rivestimento in metallo dallo spessore di 1 mm. La .Si deve progettare un reattore di laboratorio di forma sferica di diametro 20 cm. Calcolare. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si vuole condensare una portata di vapore utilizzando un radiatore costituito da n elementi piatti montati in parallelo all'interno dei quali scorre il vapore. h= 20 cm. Per le proprietà dell’olio fare riferimento alle tabelle del Kreith per “olio leggero”. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si vuole misurare la conducibilità termica di un materiale. L’ambiente esterno è a 20 °C. b) velocità dell’olio ortogonale all’asse di simmetria del cilindro 20 cm/s. a) Quale deve essere lo spessore dello strato isolante se l’acqua viene mantenuta a temperatura da una resistenza di 50W? Effettuare il calcolo nella ipotesi che la resistenza dell’isolante sia controllante. Il vapore scorre all'interno degli elementi del radiatore nella direzione del lato lungo (L). La lunghezza caratteristica sia per Re che per Nu è il diametro del cilindro. La relazione per il trasporto di calore tra l’aria e il provino è Nu  0. sono R=5 cm. per quelle del cilindro assumere quelle del ferro. b) Verificare per quali valori del coefficiente di trasporto interno ed esterno l’ipotesi fatta è corretta. All’interno del reattore c’è acqua a 90°C. Fare il calcolo in due casi differenti: a) coefficiente di trasporto esterno h=500 W/m2. Il reattore viene isolato termicamente con un materiale che ha conducibilità 0. Al di sopra del provino scorre aria a 100 °C e la sua velocità è 2 m/s. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In un cilindro di materiale solido avviene un processo esotermico (g = 10 5 W/m3). Le dimensioni del cilindro sono: diametro 20 cm e lunghezza 1 m.

In quello inferiore l'acqua è alimentata a 66°C (Q=1 cc/min) e mediante una termocoppia si misura la temperatura di uscita. (punti 10) 2) Il valore calcolato a quale temperatura corrisponde? (punti 1) 3) Nelle stesse condizioni operative di cui al punto 1. I provini dei materiali sono di geometria cilindrica L=15 cm D=2 cm. quale sarebbe la temperatura di uscita dell'acqua se il coefficiente di trasporto di calore base inferiore cilindro/acqua valesse h=100 Wm -2K1 ? (punti 2) 4) Se fosse h=10 Wm-2K-1 la conducibilità sarebbe misurabile sperimentalmente con buona affidabilità? . Le due basi del cilindro sono a contatto con acqua contenuta in due recipienti. In quello superiore l'acqua è mantenuta a T=0 °C.resistenza al trasporto di calore lato acqua è trascurabile. Si chiede: 1) Se la temperatura di uscita è 40°C qual’è la conducibilità del materiale del provino ipotizzando che le resistenze convettive al trasporto di calore siano trascurabili. Se la potenza termica trasmessa in condizioni stazionarie è 2 W e la superficie laterale è perfettamente isolata si chiede: a) la temperatura della faccia superiore del provino b) la conducibilità termica del materiale di cui è costituito il provino c) il valore delle due resistenze al trasporto di calore d) dovendo effettuare un altro esperimento per verificare il valore misurato della conducibilità del materiale k conviene aumentare o diminuire la velocità dell’aria? (ragionare sulle due resistenze) ARIA provino isolante ACQUA -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------L’apparecchiatura in figura viene utilizzata per misurare la conducibilità termica dei materiali. Il calore viene scambiato per conduzione in condizioni stazionarie tra le due basi del provino cilindrico (la superficie laterale del cilindro si può assumere perfettamente isolata termicamente).

Ipotizzare una differenza di w a temperatura di 60°C tra i due fluidi e una T media dell’acciaio (acciaio inossidabile tipo 304) di 50°C.1cm e sono distanziate le une dalle altre di 1. L'olio ha le stesse proprietà del n-ottano (per il cp usare il valore di 0. Si richiede: 1) calcolare dopo quanto tempo la temperatura al centro delle sfere è pari a 30 °C. Il sistema di agitazione è tale da determinare una situazione fluidodinamica per ogni sfera analoga a quella della stessa sfera immersa in un fluido infinito con velocità v = 4 m/s. quello lato aria è pari a h = 8 kcal/h m2 K. spiegandone i motivi. Le due facce della lastra sono in contatto una con acqua e l’altra con aria che scambiano calore con la lastra per convezione forzata. ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ . La lunghezza delle alette è 2. 2) dimensionare l'impianto frigorifero stimando la potenza necessaria per mantenere l'olio a T costante nell’intervallo di tempo tra t=0 e t calcolato al punto 1. Transitorio Delle sferette di piombo (D = 1 cm) inizialmente a T = 80°C vengono messe a raffreddare in un bagno contenente olio a T = 20°C mantenuto a temperatura uniforme e costante mediante un sistema di agitazione meccanica ed un impianto frigorifero.3cm.63 cal/g K). Ripetere il calcolo in caso di applicazione di alette di raffreddamento lato aria.5cm.1 g/g e trascurando le perdite di calore del bagno con l’ambiente esterno. Dire se è meglio mettere le alette lato aria o lato acqua. Il coefficiente di trasporto di calore lato acqua è pari a h = 250 kcal/h m2 K. Le alette hanno base pari a 0.5cm dal centro della base.T=0°C provino isolante L=15 cm TC T=66°C Q= 1 cc/min -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Calcolare la potenza termica trasmessa attraverso una lastra di acciaio quadrata di lato 30 cm e spessore pari a 0. sapendo che il rapporto di massa sfere/olio è 0. Calcolare l’incremento di potenza termica trasmessa ottenuto con le alette.

D= 5 cm) calcolare il tempo necessario affinchè la sfera si raffreddi a T= 50°C.5 m. Tutte le proprietà del frutto utili ai fini dei calcoli si possono assumere coincidenti con quelle dell’acqua in fase liquida alla stessa temperatura. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un cilindro di piombo D= 1 cm H=10 cm si trova aT=150°C e viene immerso in olio a T=20°C. 3) valutare la temperatura a una distanza di 0.Un pizzaiolo dimentica la pala di ferro nel forno. Nel frigorifero un ventilatore determina una velocità dell’aria di 1 m/s. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un cocomero di forma sferica (D= 30 cm) che si trova a T=25°C viene messo in frigorifero alla temperatura di 5 °C. L'asta della pala di diametro 3 cm fuoriesce dalla bocca del forno per una lunghezza di 1. Calcolare dopo quanto tempo la massima temperatura del cocomero è di 10 °C. Ipotizzando condizioni stazionarie si richiede: 1) scrivere il bilancio di energia (utilizzare una metodologia analoga a quella applicata per l'aletta di raffreddamento). b) valutare l’errore che si commette assumendo un profilo di temperatura nel cilindro costante con r ad ogni tempo t. Nella ipotesi che T olio = 20°C costante e che la agitazione determini una velocità relativa olio/sfera v = 0. 4) la potenza termica dissipata dall'asta di ferro. Per l’olio utilizzare i dati del Kreith (olio leggero).5 m/s. Ferme restando le altre condizioni scrivere le equazioni necessarie per risolvere il problema nel caso che la temperatura dell’olio non sia costante ma sia pari a 20°C al tempo t=0 e che il bagno di olio sia perfettamente isolato termicamente (T olio =20°C a t=0) -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Determinare il tempo affinchè un frutto tropicale di forma cilindrica con diametro 6 cm e lunghezza 30 cm che inizialmente si trova a temperatura uniforme pari a 25°C conservato in un frigorifero in cui viene mantenuta una temperatura costante di 5°C si porta in ogni suo punto ad una temperatura inferiore non superiore a 10°C. Ipotizzare un valore di h costante lungo l'asta e pari a quello che corrisponderebbe ad una temperatura della superficie dell'asta pari a 60°C. 2) calcolare il valore di h per convezione naturale nelle ipotesi sopra riportate. Assumere che il cilindro venga mantenuto in posizione verticale nel bagno di olio. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una sfera di acciaio d = 1 cm a T= 200°C viene immersa in un bagno di olio (V= 1 litro. In corrispondenza della bocca del forno la T dell'asta è 200 °C mentre l'aria ambiente è a 20°C.5 m dalla bocca del forno. Ipotizzare che la T dell’olio rimanga costante e che il calore venga scambiato per convezione naturale. Per le proprietà dell’olio usare quelle delle tabelle del Kreith. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Mattoni di materiale refrattario (10 x 20 x 4 cm) escono dal forno ad una temperatura di 200°C e vengono messi a raffreddare distanziati l'uno dall'altro in aria a T =20°C disponendoli con il lato 20x4 . Si chiede: a) utilizzando le carte generalizzate calcolare il tempo necessario affinchè la T massima nel cilindro sia 50 °C. Allo stesso tempo quale sarà la massima differenza di temperatura nel cocomero? Per le proprietà termiche del cocomero assumere quelle dell’acqua.

Ipotizzare che la T dell’olio rimanga costante e che il calore venga scambiato per convezione naturale. A questo scopo si utilizza una vasca piena di olio che viene mantenuto a 20°C. b) valutare l’errore che si commette assumendo un profilo di temperatura nel cilindro costante con r ad ogni tempo t. la temperatura di uscita dal forno e la T ambiente cosa si dovrebbe fare per ridurre il tempo di attesa prima della manipolazione? -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Indicare un criterio quantitativo che consenta di definire le condizioni operative da adottare per ridurre tale tempo ad un valore prossimo a zero. ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ .B.5 cm) che si trovano a T=160°C. =10-4 m2h-1) di spessore 2 mm. 0 k 0 k densità = 2. Per l’olio utilizzare i dati del Kreith (olio leggero).9 g/cm3 e il calore specifico è 460 J/kgK. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Due cilindri di acciaio vengono estratti da un forno alla temperatura di 800°C e lasciati raffreddare in un ambiente a 20°C. Le proprietà dei mattoni sono conducibilità k=k (1+β T) dove k =0. Quale deve essere il tempo di residenza minimo delle sfere nella vasca affinchè la temperatura all'interno delle sfere sia in ogni punto  30°C? (Per le proprietà dell'olio usare quelle delle tabelle del Kreith per olio leggero) Nelle stesse condizioni quanto tempo sarebbe necessario se le sfere venissero ricoperte di uno strato di materiale isolante (k= 2. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si devono raffreddare delle sfere di piombo (D=2.5 cm.5x103 kg/m3 calore specifico =0. La temperatura della superficie esterna varia durante il processo.5*10-3 Wm-1K-1. Assumere che il cilindro venga mantenuto in posizione verticale nel bagno di olio. Si chiede: a) utilizzando le carte generalizzate calcolare il tempo necessario affinchè la T massima nel cilindro sia 50 °C. Le sfere vengono trasportate nella vasca con una velocità di 2 m/s. Tenere in considerazione questo fenomeno nel calcolo della T di film e del numero di Grashof facendo le opportune assunzioni. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un cilindro di piombo D= 1 cm H=10 cm si trova aT=150°C e viene immerso in olio a T=20°C. I due cilindri sono lunghi 5 m.4 W/mK e β =5x10-4 K-1.appoggiato su di un piano grigliato. ed il secondo ha un diametro di 5 cm.2 cal /gm K N. Il coefficiente di conducibilità termica vale 20 W/mK la densità è pari a 7. Fermo restando le dimensioni. Il coefficiente di trasporto di calore esterno vale 50 W/m 2K. Si vuole sapere dopo quanto tempo possono essere manipolati assumendo per la manipolazione che la temperatura della superficie esterna dei mattoni debba essere non superiore a 40°C. Calcolare per ognuno dei due cilindri quanto tempo occorre affinchè la temperatura sia in ogni punto inferiore a 100°C sapendo che: il primo cilindro ha un diametro di 0.

-----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una parete di cemento di 30 cm di spessore è inizialmente a T=40°C improvvisamente una delle facce della parete viene esposta ad un gas caldo a 300 °C. La temperatura della lastra è uniforme e stazionaria ed è pari a 150°C.04 wm-1K-1 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una lastra metallica orizzontale di 1mx1m si trova all'interno di un ambiente a T=30°C.6110-5 Wm-1K-2 1) Calcolare. di diametro 30 cm. . Calcolare: 1) il tempo necessario affinchè la temperatura sulla faccia coibentata raggiunga la temperatura di 248°C 2) la temperatura ad una distanza di 12 cm dalla faccia esterna della parete allo stesso tempo N.28. 2) Calcolare la temperatura sulla superficie esterna del reattore e verificare in base a questo risultato se le ipotesi che lo studente ha formulato per il calcolo della potenza. Si chiede di calcolare la potenza termica dissipata dalla faccia superiore della lastra nei seguenti casi: 1) convezione forzata . le emittenze sono 0. Le superfici si trovano rispettivamente a T =500 (superficie esterna del cilindro interno) e T =300 K 1 2 (superficie interna del cilindro esterno) . Il reattore è riscaldato mediante una resistenza elettrica interna allo stesso. siano o meno corrette senza reiterare comunque il calcolo.B. sapendo che lo spessore del cilindro esterno è 1 cm e la sua conducibilità è k=0.710-2 Wm-1K-1 e b=5. La conducibilità termica della lana di vetro si calcola dalla formula k=a+bT dove a=2. Nell'ipotesi che sia L>>D si chiede: a) valutare la potenza radiativa dispersa per unità di lunghezza in condizioni stazionarie. b) valutare la temperatura T (superficie interna del cilindro esterno) se lo stesso cilindro scambia 2 calore con l'aria esterna al cilindro a T=20°C e con coefficiente di trasporto h = 5 W m -2K-1 . coassiale. l'equazione di bilancio di energia in transitorio. 3) Scrivere. la potenza da fornire alla resistenza elettrica sapendo che il calore disperso dalle superfici superiore ed inferiore del reattore è trascurabile rispetto a quello disperso dalla superfice cilindrica.aria ambiente con velocità pari a 1 m/s e direzione orizzontale. Utilizzare in prima approssimazione i valori delle proprietà del calcestruzzo a T ambiente Irraggiamento Un cilindro di diametro 5 cm è racchiuso in un altro cilindro. di cui al punto 1. senza risolverla. in condizioni stazionarie.Un reattore cilindrico H=20 cm R=5 cm contiene esano che deve essere mantenuto alla temperatura di ebollizione a P=1 atm. L'ambiente esterno (aria a P=1 atm e T=20°C) ha una ventilazione tale da determinare una velocità dell'aria pari a 1 m/s in direzione ortogonale all'asse di simmetria del reattore. Il coefficiente di scambio termico tra la parete ed il gas caldo è h=15 Wm-2K-1. Le pareti del reattore sono costituite da una lamiera di acciaio di 3 mm di spessore da uno strato di lana di vetro di 3 cm di spessore e da un'altra lamiera di acciaio di 3 mm di spessore.6 e 0. l'altra faccia della parete è coibentata.

E' riscaldato dal fondo e le pareti laterali sono perfettamente isolate. La temperatura di fusione del sale è 600K e il coperchio superiore viene mantenuto a 300 K da un fluido refrigerante.5 1 2 Ripetere il calcolo per una lunghezza dei tubi di 8 cm -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un crogiuolo da laboratorio in grafite ha una cavità cilindrica di diametro D = 100mm. il raggio del tubo esterno è 10 cm e quello del tubo interno è 8 cm.7  =0. La cavità cilindrica è riempita con un sale fuso fino a 50mm dal bordo superiore. Se la lunghezza dei due tubi è 20 m.3.aria ambiente ferma. T3 = 300K 100mm T2 = ? 50mm T1 = 600K ------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------ . Quello esterno si trova a 1000 K e quello interno a 600 K. Quando il sale ha raggiunto la T di fusione e assumendo di essere in condizioni stazionarie calcolare: a) la potenza termica che deve asportare il fluido refrigerante per mantenere il coperchio a 300 K b) la temperatura della parete laterale. determinare la potenza termica scambiata per irraggiamento nei seguenti casi: a) superfici nere c) superfici grigie  =0.calcolare solo la potenza irradiata verso l'ambiente sapendo che l'emissività del metallo è 0. 3) irraggiamento .2) convezione naturale . -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Due tubi concentrici scambiano calore per irraggiamento.

in condizioni stazionarie.9 kcal/h m °C 3) Indicare come si potrebbe calcolare la T della parete interna che è stata ipotizzata pari a 400°C. il sole è perpendicolare alla superficie terrestre.5 m ha una emissività = 0.2 kcal/h m °C e da uno strato di mattoni refrattari di spessore 20 cm k=0.Un'automobile viaggia a 60 km/h in assenza di vento. La parete è costituita da uno strato di materiale isolante di 30 cm di spessore k= 0. La cavità interna del forno è a forma di parallelepipedo (1mx1mx10m). . il tetto di lunghezza 1. Si ipotizzi che le pareti siano nere e adiabatiche e che il piombo sia già alla T di fusione.8. Si richiede di valutare. la temperatura del tetto della macchina trascurando lo scambio di calore con l’abitacolo interno. 1) Quale deve essere la temperatura della parete superiore se la potenzialità del forno deve essere di 15000 kg/ora ? 2) Calcolare la perdita di calore da una parete laterale se la temperatura della superficie interna è 400°C e quella esterna è 40°C. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si vuole progettare un forno per la fusione del piombo. e la temperatura dell'aria esterna è 20 °C.

All'interfaccia con il film polimerico vale la relazione di equilibrio P  Kc dove P e c sono rispettivamente la pressione parziale e la concentrazione [moli/volume] di A in fase gas e in fase polimerica. L'agitazione determina una velocità relativa acqua/particelle di zucchero pari a 6∙10 -2 m/s -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si vuole valutare la tenuta di un film polimerico rispetto ad una specie volatile (A) presente in miscela liquida. La miscela liquida è contenuta in una bottiglia di altezza 20 cm riempita per 10 cm dalla miscela. La sezione del reattore è 9 cm 2. La viscosità cinematica del gas è ν=2. nelle stesse condizioni per sciogliere il 90% in peso dello zucchero.5 cm2/s. Dati: Densità zucchero 1600 kg/m3 Solubilità 1800 kg/m3 Diffusività dello zucchero in acqua 5∙10-10 m2/s. La diffusività di A nel film polimerico a 20°C è 10 -3 cm2/s. la miscela si può considerare ideale. Il film polimerico funge da tappo con diametro 2 cm e spessore 0. La diffusività di A nella fase gas presente nello spazio di testa della bottiglia è 0. T=100°C) contenente A in concentrazione pari a y =0.5 e tortuosità 2. la velocità di diffusione di A [moli/s] attraverso il film polimerico ipotizzando che la concentrazione di A all’esterno della bottiglia sia nulla e che la resistenza esterna al trasporto di materia sia trascurabile. Si chiede: 1) Calcolare il tempo di dissoluzione dell’ 1% in peso dello zucchero se nell'acqua vengono versati 100 kg di zucchero. La pressione nella bottiglia è 1 atm e la T=20°C. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si vuole valutare la costante cinetica per unità di volume della reazione catalitica A  B. A questo scopo si dispone di un rettore differenziale che viene riempito con 10 cm 3 di sferette di catalizzatore di diametro 2 mm. Per il calcolo del coefficiente di trasporto di materia assumere valide le relazioni per sfera singola in fluido infinito -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una sfera porosa di quarzo è stata saturata con una miscela di aria e CO al 10% in volume. in condizioni stazionarie. Se la 2 sfera viene messa in aria a T = 0°C e P = 1atm. La velocità della corrente A gassosa è 0. la diffusività libera di A in fase gas è 0. Calcolare. 2) Scrivere le equazioni per calcolare quanto tempo occorre.B. La frazione molare di A nella miscela liquida è 0. K= 104 moli-1cm3atm. La tensione di vapore di A a 20°C è 0.5cm2s-1. Il numero di moli di A che reagiscono nell’unità di tempo è 3x10 -3 moli/s. N. grado di vuoto 0.6x10 -5 m2s-1. Il reattore è alimentato con una corrente gassosa (P=10 atm.2. calcolare dopo quanto tempo la concentrazione di . Fare le ipotesi semplificative opportune viste le condizioni operative.2 mm.1. Assimilare i granelli di zucchero a sfere di raggio 6 mm.02 atm.Materia Un recipiente cilindrico miscelato di diametro 1 m riempito fino ad un’altezza di 2 m con acqua a T=20°C viene utilizzato per sciogliere lo zucchero.2 m/s.

Calcolare dopo quanto tempo sublima tutta la naftalina. Calcolare quanto tempo occorre per disciogliere il 15 % dello zucchero. Dati: Diffusività libera della naftalina in aria @ 20 °C = 0.5106 m/s. 2) Si verifichi che la soluzione zuccherina sia molto diluita e che quindi possa trascurarsi. priva di naftalina. La tortuosità è pari a =2. 2 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una lastra di materiale poroso non volatile dello spessore di 2 cm viene saturata con naftalina (naphthalene) solida ed una delle due facce viene esposta ad una corrente di aria @ 20 °C priva di naftalina. La temperatura e la pressione sono rispettivamente: 20 °C ed 1 atm.2 g/cm3. 3) Si trascuri la variazione del raggio delle particelle di zucchero. a) Si fornisca una soluzione numerica semplificata sulla base delle seguenti approssimazioni: 1) Si assuma che il coefficiente di trasporto nel miscelatore non cambi con la dimensione delle particelle di zucchero. la concentrazione dello zucchero nell’acqua. e che le proprietà fisiche del liquido rimangano pari a quelle dell’acqua. la densità effettiva del materiale poroso è ρb=3g/cm 3 mentre quella apparente è pari a ρa=2g/cm3. La colonna è investita ortogonalmente al suo asse da aria contenente il 10% volumetrico di SO . L = 20 cm) viene alimentata con acqua pura alla portata Q = 10 cm3/s. Calcolare dopo quanto tempo sublima metà di tutta la naftalina.CO al centro si riduce al 10% del valore iniziale. Disegnare. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una colonna a parete bagnata cilindrica (R = 2 cm. Nell’acqua vengono versati 100 kg di zucchero in grani assimilabili a sfere di raggio 6 mm. Dati: Densità dello zucchero:  = 1600 kg/m3 z Solubilità dello zucchero: c = 1800 kg/m3 s Diffusività dello zucchero in acqua: D = 510-10 m2/s z Il numero di Sherwood per il calcolo del coefficiente di trasporto zucchero/acqua è: 150. p Calcolare la concentrazione media di SO nell’acqua in uscita dalla colonna. 2 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------M5 Una lastra di materiale poroso non volatile dello spessore di 2cm viene saturata con naftalina solida ed una delle due facce viene esposta ad una corrente di aria. Il coefficiente di 2 trasporto lato gas è: k = 4.08 cm 2/s Caratteristiche del materiale poroso Densità apparente:  = 2 g/cm3 a Densità del materiale solido:  = 3 g/cm3 b Tortuosità:  =2 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un recipiente cilindrico miscelato del diametro di 1 m viene riempito fino all’altezza di 2 m con acqua @ 20 °C.6510-5 mol/(atm cm2 s). . Il coefficiente di trasporto esterno è pari a 8. per punti. nell’equazione di trasporto. a T=20 °C e P=1atm. il profilo di concentrazione di CO nella sfera al tempo t calcolato al punto 2 precedente ed indicare un metodo per calcolare la quantità di CO diffusa fino a quel tempo. Il diametro della sfera è di 15 cm. la tortuosità è pari 2 a 2 e la sua densità apparente è pari a 1.

5910-5 mol/cm3 e la pressione parziale di SO nel gas è p 2 L 2 SO2 = 0.02 cm/s mentre quello lato gas è k = 810-5 L y mol/(cm2s). Il coefficiente di trasporto lato liquido è k = 0. di altezza 11 cm viene versato un cm 3 di alcool etilico. Se all’interno della parete cilindrica la concentrazione di benzene è nulla qual’è la portata di benzene che diffonde attraverso la parete cilindrica? -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Lungo la superficie esterna di un cilindro verticale di raggio 2 cm e altezza 12 cm scorre una portata di acqua di 10 cm3/s che è in contatto con una corrente gassosa a P= 1 atm e T=20°C contenente Cl2 a 1 atm è . Se invece viene posto anche un tappo di sughero si aggiunge una seconda resistenza. 3) che alla sommità del bicchiere il trasporto di materia dell’alcool etilico verso l’ambiente esterno sia dato da un coefficiente di trasporto di materia pari a 10 -2 cm/s e che nell’ambiente esterno la concentrazione di alcool sia pari a 0. Valutare la velocità di evaporazione dell’alcool etilico in condizioni stazionarie nelle seguenti ipotesi: 1) concentrazione di alcool alla sommità del bicchiere nulla. .7 atm @ 20°C 2 Calcolare: 1) 2) 3) Il flusso d’assorbimento della SO 2 La concentrazione di SO all’interfaccia lato liquido e lato gas. 2) concentrazione di alcool alla sommità del bicchiere pari a 0. Verificare la validità della teoria della penetrazione. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Per conservare il vino in bottiglia si usava ricoprirlo con un leggero strato di olio. =5. Calcolare il flusso di ossigeno a T e P ambiente nella ipotesi che la resistenza al trasporto di materia corrispondente alla diffusione dell’ossigeno nello strato di olio sia controllante. 2 Le due resistenze -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In un bicchiere di sezione quadrata. calcolare la portata di cloro assorbita e la concentrazione media in uscita. La pressione e la temperatura sono rispettivamente 1. Il sistema si trova aT=20°C e P= 1 atm. Scrivere la espressione del coefficiente di trasporto globale tenendo conto delle due resistenze. Se la corrente in uscita venisse mescolata ed inviata su un altro cilindro analogo al precedente nelle medesime condizioni di contatto con la corrente di cloro quale sarebbe la portata di cloro assorbita dal secondo cilindro? -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In una colonna dì assorbimento SO viene assorbita in acqua.35. Ipotizzare che il tappo di sughero sia un solido poroso con grado di vuoto ε e tortuosità τ. La costante di Henry per la SO è: H = 33. in un punto della colonna la 2 concentrazione di SO in acqua è c = 6.12 atm. La costante di Henry del cloro è 520 atm.2 atm e 20 °C. Nell'ipotesi che la resistenza al trasporto di materia esterna sia trascurabile. Le proprietà della parete 0 1 porosa sono: =0.5 volte quella all’interfaccia liquido/gas.b) Si fornisca un’impostazione più generale del problema conservando solo le ipotesi del punto 1) -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Benzene in aria a T =20°C e P=1 atm alla concentrazione di 10 g/m3 diffonde attraverso una parete cilindrica porosa di raggio interno R =1 cm e raggio esterno R =2 cm.

Una miscela gassosa contenente elio (y=0.5% dell’elio in ingresso? (Esprimere il risultato in cm 3/ora).Dati: spessore olio =0. La fase gassosa è CO pura alla pressione 2 2 di 1 atm e 20 °C. (10 punti) .2) a T=20°C e P=1 atm attraversa un tubo di quel materiale di diametro interno 1 mm e spessore 2 mm.1 non sarebbe più possibile trascurare l’accumulo dell’ossigeno. L’alimento. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------La diffusività dell'elio in un materiale solido è 10-7 cm2/s. 1) Calcolare da questo dato sperimentale il coefficiente di trasporto lato liquido.02 atm T= 25 °C e 2 P=1 atm.01 ? Se invece si dovesse calcolare il tempo necessario per raggiungere una frazione molare di ossigeno pari a 0. Sperimentalmente si misura una portata volumetrica di CO assorbita pari a 0. Se la diffusività dell’ossigeno nel materiale di cui è costituito l’involucro è di 10-8 cm2/s qual’è la portata di ossigeno che entra nell’involucro? Trascurando l’accumulo di ossigeno nell’involucro dopo quanto tempo la frazione molare di ossigeno nell’involucro sarà pari a 0.5 cm diffusività ossigeno in olio = 10-6 cm2/s -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un alimento è conservato sotto azoto (P=1 atm. chiuso nell’involucro. T=20°C) in un involucro sigillato di spessore 1 mm. Calcolare in condizioni stazionarie la velocità di assorbimento quando la frazione molare di CO2 in acqua è 2x10-6 nei seguenti casi: a) resistenza al trasporto di materia in fase liquida trascurabile. Le condizioni operative sono: pressione parziale di CO in aria 0.65x103 atm 2 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una colonna a pareti bagnate di diametro d = 1 cm ed altezza L = 20 cm viene alimentata con acqua con una portata Q = 4 cm3/s allo scopo di assorbire CO . viene lasciato in aria a T=20°C e P=1 atm. Per quale portata della corrente in ingresso la portata di elio che diffonde attraverso la parete cilindrica del tubo rappresenterebbe una perdita dello 0. Impostare il problema in questo caso. scrivendo le equazioni necessarie con le relative condizioni al contorno.5 2 cm3/s (@ T = 20 °C ed 1 atm). La costante di Henry della CO è H=1. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Si vuole calcolare la velocità di assorbimento della CO in acqua utilizzando un 2 recipiente cilindrico D=2 cm H=20 cm che viene riempito con 5 cc di acqua distillata. Proporre un criterio per verificare quale resistenza al trasporto di materia è controllante: quella per diffusione o quella convettiva. Calcolare la portata di elio che diffonde attraverso la parete del tubo se il tubo è lungo 1 metro. La superficie dell’involucro è 25 cm2 ed il volume è 10 cm3. b) il sistema di agitazione del volume d'acqua determina un tempo di contatto del liquido con il gas pari a 1 s (assumere valida per l'espressione del flusso lato gas la equazione per controdiffusione equimolare e verificare la validità di questa assunzione).

Dati 1. Calcolare il coefficiente di trasporto lato gas espresso sia in cm/s sia in mol/cm 2 atm s.2) Verificare se il valore del coefficiente di trasporto calcolato dal dato sperimentale è consistente con la teoria della penetrazione.310-5 mol/cm3 ed il flusso di assorbimento di H S è 610-8 2 2 mol/cm2s. (5 punti) La costante di Henry per la CO è: H = 1. la 2 concentrazione di H S nell’acqua è 0. 1. Il diffusore del gas al fondo della colonna produce 2 2 bolle del diametro (uniforme) di 0. La costante di Henry per l’ H S a 25 2 °C è 5. La solubilità in acqua è 1800 kg/m3. La temperatura e la pressione sono rispettivamente 25 °C ed 1 atm. Ipotizzare che rimanga costante durante il processo. In un punto dell’apparecchiatura la composizione del gas è 10% di H S in aria. Diffusività dell’acetone nel film polimerico: D = 410-7 cm2/s @ 23 °C A 2. 2. La temperatura e la pressione sono rispettivamente 25 °C ed 1 atm. Il valore iniziale del raggio è 6 mm.08106 torr (@ 20 °C) 2 La diffusività della CO in acqua è 1. Il coefficiente di trasporto di materia è 6. Ad ogni istante il volume di gas presente nella colonna sotto forma di bolle è il 10% del volume del liquido. La costante di Henry per l’ H S a 25 2 °C è 5.2 mm. Calcolare dopo quanto tempo la concentrazione di SO nell’acqua diventa pari al 90% di quella di equilibrio. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In un’apparecchiatura per l’assorbimento di H S in acqua il tempo di diffusione medio nella fase 2 liquida è 10-2 s.8110-7 2 2 mol/cm2s.45102 atm -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In una colonna contenente un volume di acqua pura pari a 2 litri. Calcolare il coefficiente di trasporto lato gas espresso sia in cm/s sia in mol/cm 2 atm s.9610-5 cm2/s 2 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In un’apparecchiatura per l’assorbimento di H S in acqua. In un punto dell’apparecchiatura la composizione del gas è 20% di H S in aria.45102 atm -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In una provetta cilindrica di diametro 1 cm ed altezza 15 cm viene versato acetone fino ad un’altezza dal fondo di 2 cm ed esposta all’aria alla temperatura di 23 °C. La densità dello zucchero è 1600 kg/m 3.4 cm che salgono con velocità di 25 cm/s. Calcolare il tempo di cui al punto 1 se la provetta viene sigillata con un film polimerico di spessore 0. Proporre una verifica del valore del coefficiente di trasporto di materia ipotizzato. Relazione di equilibrio all’interfaccia vapore di acetone/film: p A = mc A dove m= 100 cm3atm/mol @ 23 °C -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Calcolare il tempo necessario per la dissoluzione di una particella di zucchero in acqua di forma sferica fino ad una riduzione del volume del 30%. la 2 concentrazione di H S nell’acqua è 0. La concentrazione dell’acetone nell’aria sovrastante la provetta è nulla. viene fatto gorgogliare una miscela aria/SO contenente il 20% volumetrico di SO . 2 Dati: .3 10-3 m/s. il tempo di diffusione medio nella fase 2 liquida è 10-2 s. Calcolare dopo quanto tempo il livello dell’acetone si abbassa di 1 mm.210-5 mol/cm3 ed il flusso di assorbimento di H S è 3.

La costante di Henry per la SO è: H = 33.1 cm. Il sistema è stazionario alla temperatura di 20 °C ed alla pressione di 1 atm. La diffusività di A in B è pari a 0. diffusività della SO in acqua = 1.T = 20 °C. 2 Catalizzatori Benzene presente in fase acquosa a T ambiente e in concentrazione pari alla solubilità reagisce secondo la reazione del tipo B --> P.1 cm 2/s. 2 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una miscela stagnante di due gas (A e B) viene posta in contatto con una membrana semipermeabile che permette il passaggio del solo gas A.7 atm. La temperatura del sistema è 10 °C. in un punto della colonna la 2 concentrazione di SO in acqua è c = 6.12 atm. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una bacchetta cilindrica di naftalina (d = 1 cm. a causa dell’agitazione delle bolle.5910-5 mol/cm3 e la pressione parziale di SO nel gas è p 2 L 2 SO2 = 0. Il coefficiente di trasporto lato liquido è k = 0. 2) la concentrazione di benzene sulla superficie del catalizzatore 3) qual'è la resistenza che controlla il processo? Quella della diffusione o quella della cinetica? -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------La reazione di idrogenazione del clorobenzene in fase gas .8310-5 2 cm2/s @ 20 °C Ipotesi: 1) La variazione del diametro delle bolle durante la loro risalita è trascurabile. L= 1 m) viene investita trasversalmente da una corrente d’aria (v = 1 m/s).7 atm @ 20°C 2 Calcolare: Il flusso d’assorbimento della SO 2 La concentrazione di SO all’interfaccia lato liquido e lato gas. 3) il liquido. La reazione avviene sulla superfcie esterna di un catalizzatore attraverso uno strato di acqua che avvolge le particelle di catalizzatore e che ha uno spessore =0.2. 2) la resistenza al trasporto di materia lato gas (all’interno delle bolle) è trascurabile. La frazione molare di A alla distanza 2 cm dalla membrana è 0. 4) si trascuri la variazione di concentrazione di SO nella fase gas durante la risalita delle bolle. può essere considerato completamente miscelato. a) calcolare la quantità di naftalina sublimata dopo 1 h nell’ipotesi che il diametro della bacchetta rimanga costante. La pressione e la temperatura sono rispettivamente 1. A questa temperatura la tensione di vapore della naftalina è pv = 10-1 torr ed il coefficiente di diffusione della naftalina in aria è D NA = 0. b) Esprimere la legge di variazione del raggio della bacchetta in funzione del tempo -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In una colonna dì assorbimento SO viene assorbita in acqua.2 atm e 20 °C. Calcolare il flusso di A attraverso la membrana.025 m2/h. P = 1 atm.02 cm/s mentre quello lato gas è k = 810-5 L y mol/(cm2s). Se la costante cinetica è k=10-6 m/s (cinetica del primo ordine rispetto alla concentrazione di benzene in fase acquosa) e assumendo che le particelle di catalizzatore siano di geometria piana si chiede: 1) la velocità di reazione del benzene . costante di Henry @ 20 °C = 33.5 quella all’interfaccia è 0.

Viene trattata una miscela all'1% in volume di clorobenzene in aria a P=1 atm e T=50°C. b) il numero di moli che reagiscono per una particella di catalizzatore utilizzando i valori delle costanti cinetiche trovate. la velocità di reazione può essere espressa da una cinetica di pseudo primo ordine r =k C [moli/cm2 s] s s CB con: k = 0. Il substrato del catalizzatore è cordierite (per le sue proprietà assumere quelle dell'ossido di silice "silicon oxide.7 cm/s s C = concentrazione di clorobenzene [moli/cm3] CB Si chiede: 1) calcolare il numero di moli di clorobenzene che reagiscono per unità di tempo nella ipotesi che la resistenza al trasporto per convezione in fase gas sia trascurabile. per unità di superfice attiva e per unità di massa di catalizzatore. Le particelle di catalizzatore sono costituite da sferette piene di un metallo nobile di raggio 5 mm rivestite di un materiale poroso resistente all'abrasione di spessore 1 mm (= 0. Le particelle di catalizzatore sono di geometria cilindrica con raggio 1 mm.6x10-6 gmoli/cm3. -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Per valutare la costante cinetica della reazione catalitica A--> B si usa un piccolo reattore di laboratorio di geometria cilindrica raggio R=5 cm e H =5 cm.C H Cl+H --> C H +HCl 6 5 2 6 6 necessita della presenza di un catalizzatore per avvenire a T e P non elevate.01 cm2/s.5. e Superfice attiva specifica a =108 m-1. la concentrazione di clorobenzene in fase gas alla interfaccia con la superficie metallica 3) ricalcolare il numero di moli di clorobenzene che reagiscono per unità di tempo se il coefficiente di trasporto lato gas vale 5x10-4 m/s. Dati: Portata totale in ingresso Q= 5x103 cm3/s. presente in fase gas in eccesso. Concentrazione di A in uscita 9.4. = 3).quartz"). Essendo l'idrogeno. di. v -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Benzene presente in fase acquosa a T ambiente e in concentrazione pari alla solubilità reagisce secondo la reazione del tipo B --> P. nella stessa ipotesi. La reazione avviene sulla superfcie esterna di un catalizzatore . A0 Diffusività effettiva di A D =0. Per una più precisa valutazione della costante cinetica si lavora in condizioni in cui la resistenza esterna al trasporto di materia sia trascurabile. Concentrazione in ingresso del reagente C =1x10-5 gmoli/cm3. Massa di catalizzatore caricato Wc=200 g. altezza 5 mm e grado di vuoto 0. Ipotizzando che la cinetica sia del primo ordine calcolare: a) la costante cinetica per unità di volume. 2) calcolare.

1 cm. Il coefficiente di trasporto di materia lato gas è k = y 3. Nel Ao catalizzatore avviene la reazione A(g)  B(g) del primo ordine. Calcolare le moli di A convertite nella sfera nell’unità di tempo. Se la costante cinetica è k=10-6 m/s (cinetica del primo ordine rispetto alla concentrazione di benzene in fase acquosa) e assumendo che le particelle di catalizzatore siano di geometria piana si chiede: 1) la velocità di reazione del benzene . La temperatura nel reattore è di 100 °C e si conosce la costante cinetica della reazione a 200 °C.2710-5 mol/cm2s Calcolare le moli di A convertite nell’unità di tempo nella sfera di catalizzatore Dati Reazione: r = k C [mol/cm2s].1. k = 310-4 cm/s @ 200 °C s s A s Energia di attivazione della reazione: E = 15 kcal/mol Diffusività libera di A nel gas: D = 0. pressione 1 atm . DATI Temperatura 100 °C.attraverso uno strato di acqua che avvolge le particelle di catalizzatore e che ha uno spessore =0. 2) la concentrazione di benzene sulla superficie del catalizzatore 3) qual'è la resistenza che controlla il processo? Quella della diffusione o quella della cinetica? -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Una sfera di catalizzatore poroso di raggio 1 cm viene sospesa al centro di un reattore cilindrico alimentato da una corrente gassosa ad 1 atm contenente un composto A la cui frazione molare è y = 0.15 cm2/s @ 100 °C A Densità apparente del catalizzatore:  = 2 g/cm3 a Densità del materiale solido che forma la particella di catalizzatore:  = 3 g/cm3 b Tortuosità:  =2 Superficie specifica: a = 40 m2/g g -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In una sfera di catalizzatore poroso di raggio 5 cm avviene la reazione A  B con cinetica del primo ordine.

0168 gm/cm3 Il gas contiene il reagente A alla concentrazione C Ao = 1.6310-5 mol/cm3. Diffusività libera di A nella miscela gassosa D = 0.Densità e porosità del catalizzatore:  = 2.5 g/cm3. s Superficie specifica del catalizzatore: a = 40 m2/g g Densità apparente del catalizzatore:  = 2.25 cm ed altezza h = 0.210-5 mol/(cm2s) y Frazione molare di A nel gas: y = 0. k = 1. Calcolare le moli di A convertite nel reattore s nell’unità di tempo.1 cm2/s. Tortuosità del catalizzatore:  = 2 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Un reattore cilindrico di raggio R = 4 cm viene riempito per un’altezza H = 10 cm con catalizzatore formato da cilindretti di raggio r = 0. Il coefficiente di trasporto tra le particelle di catalizzatore ed il gas è k = 7.5 cm. Dati: La costante cinetica della reazione segue la legge di Arrhenius: k = k° exp(-E/RT) con E = 20 s s kcal/gmol.32 a Superficie specifica: a = 80 m2/g g Diffusività libera di A in B: D AB = 0.8 g/cm3 b Tortuosità  =2 Superficie specifica a = 80 m2/g g .2 g/cm3 a Diffusività libera di A a 20°C: D = 0.19 cm2/s @ 100° C Costante cinetica: k = 310-5 cm/s s Coefficiente di trasporto in fase gas. Supporre che nel reattore la concentrazione di A non diminuisca sensibilmente. A 20 °C è k = 10-5 cm/s.8 -----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------In un reattore catalitico da laboratorio sono presenti 20 cm 3 di un catalizzatore in grani sferici del diametro di 5 mm.45. con una portata gassosa Q = 500 cm 3/s di densità  = 0. A Dati catalizzatore Densità di mucchio:  = 1500 g/litro m Densità apparente delle particelle  = 2.210-6 mol/cm2s. calcolare le moli di A convertite nell’unità di tempo nel reattore. alle condizioni operative.2. Nell’ipotesi che le resistenze in A fase gas siano trascurabili.  = 0.5 g/cm3 a Densità del solido che forma le particelle di catalizzatore  = 3. A Porosità del catalizzatore:  = 0. Nel catalizzatore prende luogo la reazione A(g)P(g) y con una costante cinetica k = 10-7 cm/s.15 cm2/s alle condizioni operative. Il reattore opera alla pressione P = 1 atm ed alla temperatura di 100 °C ed è alimentato. La frazione molare di A nel gas può assumersi uniforme e pari a y = 0. in cui avviene a 100 °C ed 1 atm la reazione A(g)  B(g) del primo ordine.