AMISSI DEL PIOVEGO

associazione culturale e ambientalista di voga alla veneta

Casetta dell’Acqua – 137, via San Massimo – 35129 Padova www.amissidelpiovego.it e-mail: info@amissidelpiovego.it
Cod. fiscale 92095920283 – Associazione iscritta nel registro delle associazioni riconosciute presso la Provincia di Padova e il Comune di Padova, operante secondo il principio di sussidiarietà

ai sensi del IV comma dell’art. 118 della Costituzione italiana.

30 anni
1980-2010

Presidente: Maurizio Ulliana – cell. 3487077807 Presidente Onorario: Prof. Elio Franzin - telefono e fax 0498722256

domenica 11 aprile 2010
a remi da Padova a Stra e ritorno

COMUNICATO
Partecipa alla VogaPiovego 2010 edizione 801 - Vieni a vogare con noi! L’associazione “Amissi del Piovego” propone anche quest’anno 2010, per il giorno domenica 11 aprile, la “VogaPiovego”, una remata da Padova a Stra e ritorno, lungo lo storico canale Piovego, che consente da Padova di raggiungere direttamente Venezia. Dopo la fortunata edizione 2009 dedicata all’anniversario degli 800 anni dello scavo del canale Piovego, a grande richiesta, viene riproposta la escursione fluviale da compiersi con qualsiasi imbarcazione, purché a remi. La vogata 2010 è inclusa nel programma delle celebrazioni del trentennale dell’associazione (1980-2010). Sono invitati a partecipare rematori di tutte le discipline d’acqua e in particolare i vogatori delle società di voga alla veneta. Sarà anche possibile seguire il corteo di barche dagli argini a piedi o in bicicletta. La VogaPiovego 2010 è definita edizione 801 in quanto, è il primo anno dopo le celebrazioni per gli 800 anni dallo scavo. Si può ben dire che sono 801 anni che il canale Piovego è navigabile! Pur non essendo una manifestazione strutturata, né tanto meno una competizione, ma un evento fluviale spontaneo, per la VogaPiovego sono state allertate Croce Rossa, Protezione civile e Scout Agesci per una assistenza in acqua e a terra. Le Amministrazioni comunali e le Pro-loco sono state invitate a fornire ulteriore assistenza, in particolare il Comune e la Pro-loco di Noventa Padovana alla conca omonima e Vigonovo alla conca (detta di Stra) di accesso alla Riviera del Brenta. Anche i comuni di Padova e Stra sono stati invitati a intervenire, con una significativa presenza in sede di imbarco e sbarco dei vogatori. All’edizione 2009 avevano partecipato oltre 130 vogatori a bordo di circa 30 imbarcazioni. Inoltre il corteo è stato ammirato dalle rive e seguito lungo gli argini da un migliaio di persone. Partecipa anche Tu quest’anno alla VogaPiovego: potrai dire” Io c’ero!”. Il Programma della VogaPiovego 2010 - edizione 801 Imbarcazioni 9.00 ritrovo dei partecipanti con le imbarcazioni già in acqua alle Porte Contarine, e partenza. Apriranno e condurranno il corteo le barche di voga alla veneta degli Amissi del Piovego. Le imbarcazioni a motore seguiranno il corteo delle imbarcazioni a remi, 9.45 passaggio davanti alla Golena di San Massimo, sede degli Amissi del Piovego, 10.15 passaggio alla punta San Gregorio, 10.30 passaggio in conca a Noventa, festeggiamenti a cura del Comune di Noventa e della Pro-loco, 12.00 attraversamento del Brenta, e passaggio nella conca di Vigonovo-Stra, festeggiamenti a cura del Comune di Vigonovo 13.00 attracco a Stra all’altezza di Villa Pisani, sosta pranzo a sacco nei giardini comunali. 14.00 risalita, controcorrente, verso Padova, 14.30 passaggio conca “Stra” e attraversamento del Brenta, 15.30 passaggio conca di Noventa, 17.00 arrivo in Golena San Massimo. Ristoro e visita guidata gratuita al complesso delle mura difensive veneziane del ‘500: bastione Portello Vecchio, galleria di soccorso, cavana di San Prosdocimo, bastione Castelnuovo.

1

30 anni
1980-2010

domenica 11 aprile 2010 a remi da Padova a Stra e ritorno

In bici o a piedi lungo l’argine 9.00 Partenza dalle Porte Contarine. Mantenere l’argine sinistra Piovego, direzione Noventa. Sosta alla conca di Noventa. Ripresa direzione Stra, sempre sinistra Piovego. Sosta alla conca e quindi ulteriore sosta a Stra insieme ai vogatori. Rientro con lo stesso percorso, fino a Padova, alla Golena San Massimo (in destra idraulica Piovego). Dalle ore 17.00 in poi: ristoro e visite guidate al complesso. In Padovanella La Padovanella, imbarcazione fluviale a motore della compagnia di navigazione fluviale padovana Delta Tour trasporterà passeggeri che vorranno seguire il corteo di barche dall’acqua. Una magnifica occasione per svolgere una gita domenicale di fiume, con gli Amissi del Piovego, ad un prezzo speciale di euro 9,00. Per informazioni e prenotazioni: DeltaTour tel. 0498700232 Consigli utili per partecipare in tranquillità alla VogaPiovego Il Piovego è un canale liberamente navigabile, senza particolari difficoltà. Il percorso di andata Padova-Stra è di circa 12 chilometri (totale 24 km), una distanza non eccessiva, alla portata di tutti, coprendola ad andatura lenta, come è previsto per la VogaPiovego. La partecipazione alla VogaPiovego è libera, gratuita, spontanea, quindi sotto la propria responsabilità di ciascun partecipante. Gli Amissi del Piovego declinano qualsiasi coinvolgimento per danni o responsabilità. Si consiglia di valutare lo sforzo in relazione alla durata e lunghezza del percorso; di prestare attenzione alla segnaletica; nonché di tenere conto dei punti critici lungo il percorso: vedi cartine in calce al presente comunicato. Inoltre: rispettare le indicazioni circa l’andamento in sinistra o destra idraulica. Sinistra o destra idraulica sono in relazione allo scorrimento naturale della corrente fluviale. Le imbarcazioni e i rematori dovranno essere muniti della idonea dotazione di sicurezza per la navigazione fluviale diurna, in particolare giubbini salvavita e cime. Si raccomanda di rispettare le regole della navigazione e quelle generali, di vogare in gruppo, e di indossare e portare abbigliamento idoneo per emergenze quali sbalzi temperature e cadute in acqua. Saper nuotare è importante per partecipare in sicurezza. Si consiglia nel caso di caduta in acqua di mantenere la calma e cercare di raggiungere a nuoto la riva più vicina per effettuare la risalita in barca o ricevere assistenza. Portare con se cibo e bevande sufficienti, per pranzo a sacco, idonei ad una corretta alimentazione proporzionata allo sforzo. Per le necessità fisiologiche utilizzare i normali servizi dei locali pubblici lungo il percorso, preferibilmente durante le soste a Noventa e Stra. Per il varo e l’alaggio di imbarcazioni rivolgersi a info@amissidelpiovego.it oppure cell. 3487077807. Registrazione presenza La partecipazione alla VogaPiovego è libera. Tuttavia è importante registrare la propria presenza come vogatore per avere una idea di quanti saremo e consentire una programmazione di tempi e mezzi di assistenza. La registrazione non sarà impegnativa, ma fornisce una informazione che aiuta azioni preventive. I dati comunicati non saranno utilizzati per scopi diversi da quanto qui previsto. Ogni diritto è esercitatile secondo la normativa vigente (D.Lgs.196/2003 e segg.) rivolgendosi all’associazione. Per registrare la presenza inviare una email a vogapiovego@amissidelpiovego.it con oggetto “Partecipo VogaPiovego 2010” e nel testo: nome e cognome, un recapito telefonico, l’email di riferimento, i nomi di altri partecipanti, il mezzo utilizzato (barca a remi, bici, ecc.) Foto, filmati, immagini, testi ed altro rappresentativo della VogaPiovego, fatti pervenire agli Amissi del Piovego o messi a loro disposizione, o comunque resi pubblici, sono fruibili dagli Amissi del Piovego, a titolo gratuito, per le attività associative, incluse pubblicazioni e promozioni. E ciò a compensazione della gratuita partecipazione alla VogaPiovego, quale contributo per la promozione del Piovego. La partecipazione alla VogaPiovego è sotto propria personale responsabilità, libera, gratuita, spontanea. In caso di maltempo o condizioni idrologiche-idrauliche negative non sarà svolta. Si ringraziano fin d’ora i partecipanti alla VogaPiovego.

Info e registrazioni: www.amissidelpiovego.it e-mail vogapiovego@amissidelpiovego.it - cell. 3487077807
Partecipa anche Tu alla VogaPiovego 2010: potrai dire” Io c’ero!”.

2

30 anni
1980-2010

domenica 11 aprile 2010 a remi da Padova a Stra e ritorno

Attenzione ai punti critici del percorso Il percorso non presenta particolari difficoltà. Tuttavia, come già sopra segnalato, si consiglia di prestare attenzione ai seguenti punti critici (cartografia tratta dal sito di Sistemi Territoriali spa - Regione Veneto): 1) partenza VogaPiovego, dalle banchine alle Porte Contarine, attenzione alle concitate fasi di avvio 2) Golena San Massimo, contro-sostegno San Massimo, tenere sinistra idraulica

1

2

3) impianto raffreddamento inceneritore Acegas-Aps al controsostegno San Gregorio e immissione canale San Gregorio, tenere il centro del canale Piovego 4) conca di Noventa Padovana, tenere OBBLIGATORIAMENTE la sinistra idraulica (pericolo tamburlano). Le cime devono essere lasciate scorrevoli per seguire la rapida variazione del livello d’acqua

4

3

3

30 anni
1980-2010

domenica 11 aprile 2010 a remi da Padova a Stra e ritorno

5) attraversamento del fiume Brenta, tenere la sinistra idraulica. Attenzione all’attraversamento del Brenta (pericolo corrente che spinge a valle del suo percorso) 6) passaggio in conca di navigazione “di Stra”, tenere la sinistra idraulica. Le cime devono essere lasciate scorrevoli per seguire la rapida variazione del livello d’acqua 7) immissione del fiume Tergola, tenere destra idraulica 8) arrivo a Stra, sbarco e re-imbarco sulla banchina davanti a Villa Foscarini-Rossi, in sinistra idraulica del Naviglio del Brenta. Prestare attenzione alle imbarcazioni di turismo fluviale attraccate o in manovra davanti a Villa Pisani

7 6 5

8

Al rientro, in Golena San Massimo Attraccare e sbarcare nei punti indicati: “OK” Non attraccare o sbarcare nei punti vietati o riservati “NO”
(pontili DeltaTour, immissione al controsostegno San Massimo)

OK NO OK NO

In generale Prestare attenzione alle altre imbarcazioni in particolare a motore. Saranno presenti mezzi in acqua delle compagnie di navigazione turistica fluviale. Attenzione alle imbarcazioni provenienti in senso opposto, lasciandole alla propria sinistra. Attenzione nelle curve del percorso fluviale, potrebbero esserci imbarcazioni ferme o che procedono in senso contrario.

4

Related Interests