20

trimestrale Arcigay

sì, lo voglio! ≥

notizie da Arcigay Associazione lesbica e gay italiana - primAverA 2010

trimestrale Arcigay Associazione lesbica e gay italiana Primavera 2010

20

raggio e libertà 03 Passione, co di Paolo Patanè ri legge non ci sepa 04 diritti: Finché d’amore 05 diritti: 45 anni l sole pride: Alla luce de 06 napoli di Carmine Urciuoli simi tre anni o: L’Arcigay dei pros 08 XIII congress i di Arcigay o: Tutti i nom 09 XIII congress à e comunità ngresso: Generosit 11 XIII co phalos 11 di Arcigay Om 08 ertà 12 25 anni di lib ay.it/local 14 www.arcig 16 Clubs ona, Bari, Reggio quila, Aosta, Crem 18 italiagaya: L’A Calabria, Palermo contro l’omofobia 20 cultura: Arte e Fabio Pierro Michele Ciavarella 21 che vorrei... di ok e Flickr enza, XXV, Facebo 22 web: traspar 23 contatti

04

20
line! O è on pEGAS ay.it/pegaso rcig .it www.a ne@arcigay redazio

Coordinamento redazione & distribuzione MATTEO RICCI • grafica EF9HI.ORG Cover ARCIGAy TORInO • quarta bari pride 2003 di AMylAMb • Disegni SEREnA SACCHETTI. Hanno collaborato a questo numero: FEDERICO SASSOlI, vAlERIO bRESCIA, GIAnnI DI MARCO, FAbRIzIO SORbARA, pATRIzIA STEFAnI, GIGI bETTIn, ROMAnO bEllEzzA, GIADA COTuGnO, kATIA zAnOTTI, ElEnA TARTAGlIOnE, GAbRIElE pIAzzOnI, FRAnCESCO CAMASTA, DAnIElA TOMASInO, ROCCO RAO, MARCO jOuvEnAl

è

Passione, coraggio e libertà
Editoriale

stato il Congresso dei 25 anni di vita dell’Associazione nazionale, ma anche dei 30 dalla fondazione del primo circolo a palermo: un congresso costruito sul confronto tra due differenti mozioni, capace di sviluppare dinamiche inedite nella storia di Arcigay.

Credo che l’alto numero di delegati e delegate di giovane età o di recente ingresso nell’Associazione abbia rappresentato il segnale più chiaro di un processo di rinnovamento interno ad Arcigay che ha arricchito il Consiglio, ma anche la Segreteria nazionale, di volti nuovi e di maggiore freschezza ed entusiasmo. Ma il XIII Congresso nazionale ci lascia anche una singolare coincidenza: l’aver vissuto un passaggio di consegne tra differenti generazioni politiche ed associative, esattamente nella ricorrenza del primo quarto di secolo e di fronte ad alcuni tra i suoi protagonisti storici più importanti: Franco Grillini, Gianpaolo Silvestri, Giovanni Dall’Orto, vanni piccolo, Gianni Rossi barilli.
© SERENA SACCHETTI /

Molte sono state le decisioni significative: una più solida centralità del Consiglio nazionale, una maggiore distinzione di ruoli interni, e poi sul piano politico il rilancio deciso sull’uguaglianza, la laicità, la libertà e quindi sul matrimonio civile, sulla strategia giudiziaria e sulla nitida autonomia dell’agenda politica di Arcigay da qualunque condizionamento di partito. È onesto ammettere che il dibattito politico è stato sacrificato dall’affollarsi di ragionamenti regolamentari poco utili a coinvolgere l’entusiasmo della gente, ma oggi dipende da noi restituire la passione e lo slancio a chi vive la quotidianità di un’Associazione grande innanzitutto nel coraggio umile e silenzioso di tanti e tante tra uomini e donne. E ci resta infine un esempio: quel limpido equilibrio tra storie e generazioni che il Comitato provinciale Arcigay di Perugia è riuscito a trasformare in una laboriosa capacità di farci amare Arcigay per quello che continua ad essere: un’idea di libertà, di condivisione e di solidarietà.
Paolo Patanè, presidente nazionale Arcigay

probabilmente la tensione del confronto ed il dibattito, anche difficile in alcune fasi, non hanno lasciato emergere questo forte elemento simbolico, ma a mio avviso una successiva rilettura di quei giorni ci restituirà l’immagine di alcuni momenti emotivamente importanti.

visit www.vettorivaganti.i t

Finché legge non ci separi...

4 • diritti

pegaso venti - Arcigay

i

per il matrim Arcigay promuove tutte le iniziative

onio tra persone dello stesso sesso

l 23 marzo 2010 la Corte Costituzionale si sarà espressa sull’ammissibilità nell’ordinamento italiano circa la legittimità dei matrimoni tra persone dello stesso sesso, grazie alle quattro ordinanze di rimessione degli atti alla Consulta che affrontano proprio il tema di coppie dello stesso sesso che non ottengono dal proprio Comune di residenza la possibilità di procedere alla pubblicazione di rito prematrimoniale.

Questo evento solleva con forza il problema del vuoto legislativo italiano in cui le coppie omosessuali si trovano. Già 20 Paesi europei, 6 Stati USA e alcune altre Nazioni e Municipi in tutto il mondo definiscono per legge pari dignità e pari Diritti alle famiglie gay e lesbiche. Anche in Italia, l’Articolo 29 della Costituzione riconosce i diritti della famiglia come società naturale fondata sul matrimonio, senza specificare il genere di appartenenza di chi si sposa. Arcigay lancia quindi una campagna, che durerà nel tempo, indipendentemente dall’esito del giudizio della Consulta, fatta di iniziative di formazione e sensibilizzazione e di azioni stampa per ribadire che il matrimonio civile è uno strumento fondamentale per garantire dignità, inclusione e diritti alle famiglie omosessuali e per raggiungere l’obiettivo della piena uguaglianza giuridica e sociale di ogni cittadino. Inoltre Arcigay aderisce a tutte le iniziative promosse dal Comitato Sì, lo voglio www.affermazionecivile.it che si propone di raccogliere tutte le realtà e le singole persone che in Italia credono in questo obiettivo. E questo numero di Pegaso prende a prestito questo slogan per dare immagine e concretezza a tutti gli amori.

45 anni d’amore

p

no, la coppia gay che la Quattro domande per Orlando e bru geva d’Italia”. stampa ha definito come “la più lon
rovate a descrivere brevemente chi siete, di dove siete originari, cosa fate nella vita e quali sono le vostre passioni. Com’era l’Italia degli anni ’60 nel momento del vostro incontro? Gli anni ’60 li ricordiamo bene, la gente era ricca di valori, ci si voleva bene e ci si accontentava di poco, l’omosessualità era nascosta, era meglio non parlarne, comunque gli anni vissuti in Germania li abbiamo trascorsi senza discriminazioni. In italia invece c’è stata discriminazione e intolleranza, ma con il nostro modo di fare alla fine la gente ci ha accettato e adesso abbiamo tanti amici, tante giovani coppie vengono a trovarci e a chiederci consigli. Perché dopo 45 anni volete sposarvi? Cosa rappresenta per il vostro rapporto il matrimonio? vogliamo sposarci per coronare un sogno, perchè in un certo senso siamo il simbolo dell’amore omosessuale, anche perchè l’anno scorso sono stato molto male e tutte le sere bruno veniva mandato via dagli addetti sanitari in quanto non era mio parente, quindi rimanevo solo e senza assistenza, con il passare degli anni ci stiamo rendendo conto che regolamentare le coppie di fatto è urgente, io in ospedale sono stato solo e privato dell’affetto del mio compagno. Anche sotto l’aspetto fiscale paghiamo molte tasse, sotto l’aspetto pensionistico sinceramente siamo molto proccupati per il nostro futuro, speriamo che le cose cambino al più presto. Il fatto di vedere riconosciuto il matrimonio gay, significherebbe zittire tanto clamore inutile che le coppie di fatto creano nella società. Ma a prescindere da tutto, matrimonio o no, a me e bruno non ci separa nessuno, appunto perché il nostro è un amore vero, con questo vogliamo comunicare alle coppie attuali e future AnDATE AvAnTI. Grazie

Siamo una coppia gay e conviviamo da 45 anni. Io sono originario della provincia di Avellino, bruno della provincia di Teramo, per circa 30 anni abbiamo gestito un negozio di fiori, abbiamo vissuto in Germania per 10 anni li gestivamo un supermarket, nel 1975 siamo tornati in italia. viviamo da 35 anni a pineto (Teramo), dove insieme a bruno abbiamo cresciuto un nipote dal 1981 al 1995, fin quando lui ha fatto famiglia. Attualmente la nostra passione è il teatro, abbiamo fondato un’associazione e ci esibiamo in vari teatri della regione, sono regista e ho in progetto di realizzare un copione che parla della nostra storia. Come vi siete conosciuti e innamorati e in quale anno? Ci siamo conosciuti il 28 gennaio 1965 in Germania, per caso in un locale italiano, un amore a prima vista, da quel giorno noi non ci siamo più separati.

Alla luce del sole

6 • napoli pride

pegaso venti - Arcigay

a

gno 2010 e nazionale di napoli del 26 giu Arcigay Antinoo ci presenta il prid
che pervade ancora tutto il Sud. Sui luoghi di lavoro, all’interno delle famiglie, la discriminazione ha aspetti molteplici e per le fasce deboli assume contorni drammatici, una manifestazione a napoli ha il fine di favorire il reale inserimento nella società delle persone lgbt e di tutte le fasce deboli e meno garantite: tutto il nostro discorso vuole rimettere al

quattordici anni dalla manifestazione “jesce Sole” del 1996 le strade del capoluogo partenopeo saranno nuovamente invase dal popolo rainbow, il pride nazionale 2010, che a continuazione simbolica di quella esperienza si intitolerà “Alla luce del sole”, torna a napoli il 26 giugno, sabato più vicino al giorno dei moti di Stonewall del ‘69.

E così come il pride del ‘96 portò un vento nuovo nella città, «Inizierà un nuovo periodo per la città anche a partire dal Gay pride 2010!», afferma Fabrizio Sorbara, il presidente più giovane del comitato Arcigay più “antico” della nazione, l’Antinoo di napoli, «Il pride a napoli è una manifestazione necessaria per ravvivare una città che ha sicuramente tra le sue emergenze l’omofobia, l’inclusione delle persone lgbt, la lotta al sessismo ed al maschilismo, ed è una candidatura arrivata da un processo che è partito dalla base allargata a tutti i soggetti vittime di emarginazione. non è un caso che le parole che abbiamo voluto affiancare a quelle più consuete del movimento lGbT, sono “occupazione”, “antirazzismo”, “antisessismo”, “antifascismo”». un pride in una città come napoli ha il senso di rafforzare la nostra comunità, dove l’attivismo è indebolito da condizioni sociali al limite, da occupazione precaria o assente, che qui è diffusissima. «le persone sono costrette a vivere in famiglie e quindi a reprimersi o a emigrare abbandonando la lotta», continua Fabrizio, «per questo i nostri temi al Sud stanno insieme alla richiesta di garanzie per il lavoro, alla lotta delle donne, a quella dei migranti, contro la visione sessista e patriarcale

centro di tutto la persona, le persone, la comunità. la città la riteniamo pronta e creiamo che un grande evento come quello che stiamo preparando possa potenziare l’intera associazione ed il movimento perché l’invito alla visibilità per tutti sarà l’invito per un nuovo impegno». Se nel ’96 il movimento ha conosciuto un lungo periodo di divisione, dopo molti anni è sempre a napoli che il movimento si riunisce e ritrova una condizione di unità mai vissuta prima, per un Pride plurale, dunque, dove realtà differenti, dai collettivi, ai gruppi non istituzionali, alle associazioni più o meno grandi si incontrano per segnare - come auspicano gli organizzatori - un nuovo inizio per tutto il Mezzogiorno ed il paese. Il 26 giugno 2010 sarà un’occasione per manifestare la propria rabbia e la fierezza di essere cittadini di serie A come gli altri, ma non dimentichiamo che la scelta di una città che è una delle mète turistiche più belle del mondo, offre anche il contorno di vacanza per chi arriverà alla manifestazione. nella cornice estiva in cui si svoglerà, con il napoli Teatro Festival e le centinaia di iniziative turistiche e museali che partono ogni anno da maggio, favolosi sono i programmi che si susseguono per rendere unico il pride di napoli, con un progetto di navi da crociera che potrebbero arrivare dalle altre città del Mediterraneo al molo beverello, il terrazzo panoramico sul golfo proprio davanti il Municipio, dove stando alle prime voci dovrebbe terminare la parata con una grandissima festa, o a percorsi attraverso le piazze, accanto ai vicoli, tra la gente che mostrerà come sempre l’immensa umanità che è sopita nel corpo della città. una cosa è certa, un pride a napoli non si dimentica. Carmine Urciuoli

8 • XIII congresso

pegaso venti - Arcigay

L’Arcigay dei prossimi tre anni

i

orità Cosa cambia e quali sono le pri perugia dopo il Congresso nazionale di

l Congresso nazionale più partecipato della venticinquennale storia di Arcigay si è concluso. E ha lasciato molte novità e alcune forti priorità che costruiranno il futuro dell’Associazione nei prossimi tre anni. Più di 200 delegati e delegate da 44 città si sono confrontati, hanno dibattuto e si sono talvolta scontrati per produrre una grande mole di documenti e di progetti che rappresentano l’ossatura di un’associazione che non è mai stata così ricca e diversificata nei territori. Innanzi tutto il congresso ha eletto i/le nuov* dirigenti. www.arcigay.it/nuovi-organi-dirigenti-2010

Il siciliano Paolo Patanè ha sostituito Aurelio Mancuso come presidente nazionale, mentre il bresciano Luca Trentini prende il posto di Riccardo Gottardi come segretario nazionale. Alberto Baliello è stato confermato per la terza volta come presidente del Collegio dei Garanti. la prima giornata delle assise è stata l’occasione di celebrare con video e testimonianze la ricorrenza dei 25 anni di Arcigay, fondata come organizzazione nazionale a bologna nel marzo 1985; inoltre sono intervenuti esponenti delle associazioni, della cultura e dei partiti, con cui Arcigay collabora: www.arcigay.it/saluti-congresso2010 la seconda giornata è stata dedicata al dibattito e alla votazione sulle modifiche allo Statuto: www.arcigay. it/statuto. la novità più importante è l’attribuzione di più potere al nuovo consiglio nazionale, organo

legislativo e di dibattito dell’associazione, piccolo parlamento di circa 70 persone, composto da esponenti di tutti i comitati provinciali, da 4 rappresentanti delle associazioni affiliate e da 8 persone che si sono distinte per il loro apporto nella storia di Arcigay. Sono stati inoltre previsti da statuto due nuovi organi di dirigenza: il presidente del consiglio nazionale e il tesoriere. Inoltre attraverso il confronto nelle commissioni congressuali (politica, Organizzazione e Salute), si sono affrontate tutte le proposte di ordine del giorno. In tutte le commissioni si sono registrate un’unità di intenti e una capacità di condivisione e sintesi nel trovare le priorità sui contenuti ritenuti necessari per la comunità lgbt. www.arcigay.it/odg-approvati-congresso2010 Tra i molti temi definiti dagli odg, evidenziamo - per ciò che riguarda la sfera associativa interna - la volontà di costruire nuovi percorsi di formazione, relazione e comunicazione, la strutturazione della messa in rete di buone pratiche tra i comitati e il nuovo utilizzo di criteri di trasparenza e valorizzazione delle competenze; ricordiamo invece come priorità esterne: il ribadire politiche forti sulla salute lgbt in particolare riguardo all’HIV/AIDS, la costruzione di un tavolo di lavoro con l’ISTAT per il Censimento 2011, la costruzione di una rete di giuristi friendly, lo sviluppo di nuove relazioni con la ricerca e l’università, la proposta di una festa nazionale annuale di Arcigay.

Il terzo giorno il Congresso si è concluso con tutte le votazioni finali, prima fra tutte quella sulle mozioni congressuali. È risultata maggioritaria la mozione Essere Futuro, a cui erano legate le candidature di patanè e Trentini: www.arcigay.it/essere-futuro

pagine!) Se si vuole scaricare e leggere il verbale completo (di 115

www.arcigay.it/verbale-congresso-2010

Tra le parole-chiave di un complesso documento che, integrato con tutti gli odg, costituirà il programma di lavoro fino al 2010, sono laicità, al congresso 2010 distanza dai partiti, ma dialogo con le istituzioni, lobbying, cola pagina dedicata pure si può visitare op munità, relazioni con il movimento.

ale-arcigay -congresso-nazion www.arcigay.it/xiii

10 • XIII congresso

pegaso venti - Arcigay

Tutti i nomi di Arcigay
Presidente nazionale Paolo Patanè Segretario Nazionale Luca Trentini

2010 ngresso nazionale il 14 febbraio Organi dirigenti eletti dal XIII Co marzo 2010 o dal Consiglio nazionale il 6-7

Collegio dei Garanti Alberto Baliello (presidente), Fabrizio Calzaretti, Damiano Fiorato Collegio Revisori dei Conti Matteo Cavalieri, bert D’Arragon, Marco jouvenal Consiglio nazionale Paolo Ferigo (presidente) Gianluca Archetti, Fabio Astrobello, valerio barbini, loris baroni, Ivan belloni, Giuseppe bettiol, Angelo bifolchetti, Alberto bignardi, valerio brescia, Michele breveglieri, Daniele brosolo, Francesco Camasta, Marco Canale, valentina Canepa, Giovanni Caponetto, Massimiliano Carvelli, Calogero Cavataio, nicola Cicchitti, Stefano Cò, Matteo Corda, lucio Dattola, Agostino De Caro, Rosario Duca, Massimo Florio, Enrico Fusco, Enrico Garozzo, Riccardo Gottardi, Franco Grillini, Carlo Guarino, Ambra Guarnieri, Alessandro Iberi, Daiana leporatti, Carla liberatore, Dimitri lioi, Sergio lo Giudice, lorenzo lupoli, Aurelio Mancuso, Fabrizio Marrazzo, Marco Michelucci, Salvatore Milana, virginia Milazzo, Davide Montanari, Marco Mori, Rosario Murdica, Amedeo patrizi, Matteo pegoraro, Fabio pellegatta, luca perilli, Stefano pini, Francesco piomboni, Giuseppe polizzi, Davide provenzano, Adriano Romanelli, Flavio Romani, Agata Ruscica, Fabio Saccà, Emanuele Sigismondi, Giampaolo Silvestri, Salvatore Simioli, Fabrizio Sorbara, lorenzo Starnini, Daniele Stoppello, Enrico Stucchi, Elena Tartaglione, Alessandro Tosarelli, Alessandro zan, Danilo zanvit Segreteria nazionale Vincenzo Branà (Cultura, Attività Ricreative), Stefano Bucaioni (Relazioni Internazionali), Maura Chiulli (Scuola, Giovani, politiche di Genere), Marco Coppola (Territori, Formazione), Daniela Tomasino (progetti, lavoro), Emiliano Zaino (Rapporti con il movimento), Rebecca Zini (Salute, benessere, Sport) Tesoriere nazionale Federico Cerminara Altre deleghe Giorgio Dell’Amico (immigrazione), Marco Reglia (memoria storica)

La generosità e la comunità

a

ale l’esperienza del congresso nazion tarie nelle parole di volontari e volon dell’Omphalos, Arcigay perugia

pochi giorni dalla fine del Congresso nazionale abbiamo ancora addosso l’entusiasmo e l’euforia nati dall’aver contribuito alla realizzazione di un evento istituzionale molto importante per la vita dell’associazione. Quando, mesi fa, abbiamo appreso che il nostro comitato avrebbe ospitato il congresso, non sapevamo se intimorirci o se essere onorati della sfida che ci attendeva. non ci è voluto, in realtà, molto tempo per superare i timori iniziali e affrontare la sfida.

Ora che questa esperienza si è conclusa, possiamo dire che ce la siamo cavata, e resta in noi il piacere di aver conosciuto e ritrovato gli amici dei comitati dell’Arcigay. lavorare insieme per preparare un evento così complesso è stato fondamentale per scoprire quanto la volontà di raggiungere un obiettivo comune abbia generato una così forte energia e collaborazione fra i membri del nostro gruppo, o famiglia come amiamo chiamarla: alcuni hanno preso le ferie dal lavoro, altri sono riusciti a mettere a disposizione anche solo una preziosissima ora per dare una mano, altri ancora hanno sopportato orari, regole e scleri. C’è chi si è adattato a spostare sedie, attaccare bandiere e cercare di far capire che il rispetto prima di chiederlo bisogna darlo. Chi si è messo da parte, chi ha cercato di capire e soprattutto chi si è fatto capire mettendosi a disposizione: tan-

te risate, parole e sguardi che non dimenticheremo mai. le energie investite senza risparmio non avrebbero comunque ottenuto lo stesso risultato se non avessimo trovato altrettanta generosità e disponibilità, anche sul piano umano, nelle persone che sono state da subito compagni di una esperienza che rimarrà parte integrante del DNA dell’Omphalos: grazie allo staff nazionale e ai volontari di bologna che sono stati per 4 giorni insieme a noi. È stato faticosissimo, ma anche emozionante l’apprezzamento espresso da alcuni a fine congresso ci ha fatto veramente immensamente piacere. A nome dell’Omphalos sentiamo il bisogno di esprimere un sentito grazie ad Aurelio Mancuso e al Consiglio nazionale per aver creduto da subito alla capacità di un’associazione “a conduzione familiare” di ospitare un congresso che si preannunciava difficile. E ora che si riparte verso nuove sfide, alle quali parteciperemo con la stessa voglia di fare e collaborare, un grazie ad Aurelio e Riccardo Gottardi per il lavoro svolto in questi anni e i nostri migliori auguri a paolo patanè e luca Trentini per il futuro mandato. Noi non amiamo essere molto rumorosi ma ci siamo sempre e per tutte e tutti. Grazie.

Celebriamo questo quarto di secolo con una selezione di immagini storiche per l’associazione. XXV, è anche un video disponibile su www.arcigay.it/video-25-anni-arcigay

© SERENA SACCHETTI / visit www.vettorivaganti.it

14 • www.arcigay.it/local AOSTA Arcigay Articolo 3 via J.C.Mochet, 7 T 329.6862948; aosta@arcigay.it http://arcigayaosta.blogspot.com/ TORINO Arcigay Ottavio Mai Via Fàà di Bruno 2 T 011.19703145 - 349.4089018; info@arcigaytorino.it www.arcigaytorino.it CUNEO Arcigay Figli della Luna Via Amedeo Rossi 12 cuneo@arcigay.it www.arcigaycuneo.it VERBANO CUSIO OSSOLA Arcigay Nuovi Colori Corso Cairoli 39, Verbania Intra (VB); T 329.3377638 info@arcigayverbania.it www.arcigayverbania.it GENOVA Arcigay L’Approdo Corso Torino 46/1; T 347.0011818 010.565971; genova@arcigay.it nuke.arcigaygenova.it MILANO Arcigay CIG Centro di Iniziativa Gay Via Bezzecca 3; T 02.54122225 info@arcigaymilano.org www.arcigaymilano.org ☎ Tel Amico 02.54122227
nasce a Verona lo Sportello Migranti e Rifugiati lGBT

pegaso venti - Arcigay BRESCIA Arcigay Orlando Via Valerio Paitone 42 T 030.47601 info@arcigaybrescia.it www.arcigaybrescia.it ☎ Tel Amico 030.47601 CREMONA Arcigay La Rocca Via Speciano 4; T 347.2783901 338.5015488; cremona@arcigay.it www.arcigaycremona.it MANTOVA Arcigay La Salamandra Piazza Tom Benetollo 1, T 329.3521685 - 0376.2853218 info@arcigaymantova.it www.arcigaymantova.it BERGAMO Arcigay Cives T 320.5777517 info@arcigaybergamo.it www.arcigaybergamo.it PAVIA Arcigay Coming Aut Via Garibaldi 8, T 346.6927476; pavia@arcigay.it www.coming-aut.it TRENTO Arcigay del Trentino 8 luglio largo Nazario Sauro 11, T 348.1447151; info@agtrentino.org; www.agtrentino.org BOLZANO/BOZEN Arcigay Centaurus Via Galileo Galilei 4/a T 0471.976342 info@centaurus.org www.centaurus.org ☎ Tel Amico 0471.976342 Coord. reg. VENETO veneto@arcigay.it PADOVA Arcigay Tralaltro Corso Garibaldi 41, T 049.8762458 - 347.9990827 padova@arcigay.it; www.tralaltro.it ☎ Tel Amico 049.8762458 VERONA Arcigay Pianeta Urano Via Gela 9, T 346.9790553 - 349.3134852 info@arcigayverona.org www.arcigayverona.org TREVISO Arcigay Queerquilia Via Pisa 13/b T 340 3411244 treviso@arcigay.it www.queerquilia.it ROVIGO Arcigay Politropia T 346.0776666 rovigo@arcigay.it http://politropia.splinder.com UDINE Arcigay Nuovi passi Via T. Deciani 89/135, T 340.3144203; udine@arcigay.it www.arcigay.it/udine ☎ Tel Amico 0432.523838 TRIESTE Arcigay Arcobaleno Via Pondares 8, T 040.630606 349.0582092; trieste@arcigay.it www.arcigay.it/trieste Coord. reg. EMILIA-ROMAGNA emiliaromagna@arcigay.it BOLOGNA Arcigay Il Cassero Via Don Minzoni 18, T 051.6494416; cassero@cassero.it www.cassero.it

✿ Progetto Benessere 051.555661 ✒ Centro documentazione 051.557954 ✒ Ufficio cultura 051.5280391

PIACENZA Arcigay L’ATOMO Strada Malchioda 39, T 346.6877021 piacenza@arcigay.it http://piacenzagay.blogspot.com REGGIO EMILIA Arcigay Giòconda Via emilia all’Ospizio 102, T 0522.332372 - 0522.550383 info@arcigayreggioemilia.org www.arcigayreggioemilia.org ☎ Tel Amico 0522.332372
✿ Consultorio psicologico 349.6437659

boga basket, la prima squadra di pallacanestro gay italiana www.arcigay.it/boga-basketsiamo-gay-propositivi

MODENA Arcigay Matthew Shepard Via IV Novembre 40/A, T 348.7669298 info@arcigaymodena.org www.arcigaymodena.org ☎ Tel amico 059.8750811

Arcigay Politropia al carnevale di Venezia

pegaso venti - Arcigay FERRARA Arcigay Circomassimo Via Contrada della rosa 14, T 349.5683371 - 0532.241419 info@circomassimo.org www.circomassimo.org RIMINI Arcigay Alan Mathison Turing Piazza Amendola 3, Riccione (RN) T 393.0402429; rimini@arcigay.it www.arcigay.it/rimini Coord. reg. TOSCANA toscana@arcigay.it ☎ Tel Amico – infoline 199.444.592 PISA Arcigay Pride! Via S. lorenzo 38, T 050.555618; pisa@arcigay.it; www.arcigaypisa.it LIVORNO Arcigay Il faro Via di Salviano, 38 T 320.8171758 livorno@arcigay.it www.arcigaylivorno.it PISTOIA Arcigay La Giraffa Casella Postale 301, Pistoia centro; T 347.6926658; pistoia@arcigay.it GROSSETO Arcigay Leonardo Da Vinci Via Parini 7/e, T 0564.1911305 347.0788972; grosseto@arcigay.it www.grossetogay.it FIRENZE Arcigay Il Giglio Rosa Via di Mezzo 39/r; T 055.0123121 340.8135204; firenze@arcigay.it www.arcigayfirenze.it PERUGIA Arcigay Omphalos Via della Pallotta 42, T 075.5723175 - 335.8254624 perugia@arcigay.it www.omphalospg.it
✿ Consultorio 075.5723175

www.arcigay.it/local • 15 BARI Arcigay Liberi di Essere Liberi di Amare Via Zara 13/15, T 080.2146195 347.5276664; bari@arcigay.it www.arcigaybari.it COSENZA Arcigay EOS Calabria Corso Telesio 29; T 347.7600480; cosenza@arcigay.it www.arcigay.it/cosenza REGGIO CALABRIA Arcigay I due Mari reggiocalabria@arcigay.it Coord. reg. SICILIA sicilia@arcigay.it CATANIA Arcigay Catania T 346.7704294 info@arcigaycatania.it www.arcigaycatania.it MESSINA Arcigay Makwan T 340.3551860 messina@arcigay.it arcigaymessina.altervista.org SIRACUSA Arcigay Siracusa T 333.6065367v siracusa@arcigay.it http://blog.libero.it/arcigaysiracusa RAGUSA Arcigay Ragusa Piazza Regina Margherita Ispica (RG); T 333.9884067 ragusa@arcigay.it PALERMO Arcigay Palermo piazza S. Anna 18, palermo@arcigay.it http://arcigaypalermo.wordpress.com AGRIGENTO Arcigay Ganimede T 349.7822930 agrigento@arcigay.it www.arcigayagrigento.it ☎ Tel Amico 366.5050900 CARBONIA IGLESIAS Arcigay PierPaolo Pasolini T 349.5912379 carbonia-iglesias@arcigay.it LINEE AMICHE GAY & LESBICHE http://www.arcigay.it/linee-amiche

Arcigay non è presente nella tua provincia? Scrivi una mail a segretario@arcigay.it per creare un gruppo promotore per un nuovo comitato.

PESARO URBINO Arcigay Agorà T 389.9725980; pesaro@arcigay.it www.arcigayagora.it ANCONA Arcigay Caleido Via Vittorio Veneto 11, T 071.203045; ancona@arcigay.it ROMA Arcigay Gruppo ORA Via Zabaglia 14, T 06.64501102 - 347.9578585 roma@arcigay.it; www.arcigayroma.it
✿ Gay Help line 800.713.713 www.gayhelpline.it

L’AQUILA Arcigay Massimo Consoli T 339.8794768 laquila@arcigay.it NAPOLI Arcigay Antinoo Vico S. Geronimo alle Monache 19, T 081.5528815 - 338.5467900 info@arcigaynapoli.org www.arcigaynapoli.org ☎ Tel Amico 081.5528815

www.arcigaycatania.it/ il nuovo sito di Arcigay Catania

Arcigay Messina su seguiamo le nuove iniziative di org/ http://arcigaymessina.altervista.

16 • www.arcigay.it/club MILANO TORINO 011 SAUNA CLUB S Via Messina 5/d Tel 011.284263 G 7/7 XXX Via Messina 5/d Tel 011.284263
G
MA-SA

pegaso venti - Arcigay

COMPANY CLUB C B Via Benadir 14 Tel 02.2829481
GL
LU

D C NAUTILUS Via Mondovì 7, Tel 02.27201984 GLT
MA-ME

C

CRUISING CANYON C Via G. Paisiello 4 Tel 02.20404201 G 7/7
C DEPOT Via Valtorta 19 Tel 02.2892920 G 7/7

GENOVA
S C B AQUA Salita S. Viale 15r Tel 010.588489 G
MA

ONE WAY CLUB D C Via F. Cavallotti 204, Sesto San Giovanni (MI) Tel 02.2421341
G 7/7

C OFFICINA Via A. Volta 1/7, limena (PD) Tel 338.8721747 G 7/7 D C THE BLOCK Via A. Volta 1/3, limena (PD) Tel 348.4500418 GL
SA

FLEXO Via Oropa 3 Tel 02.26826709
G
LU-MA

C

ROYAL HAMMAM S Via Plezzo 16 Tel 02.26412189
G 7/7 C X CLUB Via Sammartini 23 Tel 02.67070683 G
LU- MA

TREVISO
S HOBBY ONE Via l. da Vinci 4, Godega S.Urbano (TV) Tel 0438.388256 G
LU

BERGAMO
D C GET UP Via Bianzana 46 Tel 035.344460 G
VE-SA

C ILLUMINED Via Napo Torriani 12 Tel 02.66985060 G 7/7 C B KING Via Derna 19 Tel 346.1472861 G 7/7

PADOVA
S C CHILL OUT Via J. Avanzo 47 Tel 049.603888 G 7/7

THE CITY SAUNA Via Della Clementina 8 Tel 035.240418 G BRESCIA

S
MA

S SPLASH CLUB Via Faustinella 1, Desenzano del Garda (BS) Tel 030.9142299 G 7/7

METRO MILANO S CENTRALE Via Schiaparelli 1 Tel 02.66719089 G 7/7 METRO MILANO CIMIANO Via Oropa 3 Tel 02.28510528
G
LU

D DISCO GOLD Via l. da Vinci 4, Godega S.Urbano (TV) Tel 334.3165316 GL
SA

FLEXO D C MULTICLUB Via Turazza 19 Int.3 Tel 049.8074707
GL
LU-MA

VENEZIA METRO VENEZIA S Via Cappuccina 82/b, Venezia Mestre Tel 041.5384299
G 7/7

S

VARESE
S NEW FLUG Strada Pradisera 58, Gallarate (VA) Tel 0331.245959 G 7/7

METRO PADOVA S Via Turazza 19 Tel 049.8075828 G 7/7
C HOT DOG Via Turazza 19, scala A Tel 338.6665207 G 7/7

C B KO Via Resegone 1 Tel 339.7798450 G 7/7

PORTO DE MAR D C Via delle Macchine 41/43, Marghera (Ve) Tel 346.2113085
G
LU-MA

B bar; D discoteca; C cruising area/dark room; S sauna; R ristorante • G gay; L lesbiche; T trans*; 7/7 aperto 7giorni su 7;

giorno/i di chiusura;

giorno/i di apertura

pegaso venti - Arcigay ANCONA PENSIERO D STUPENDO Via Montignano 3, loc. Castelcolonna, Senigallia (AN) Tel 347.0779266 347.4758758
GLT
VE-SA

www.arcigay.it/club • 17

Arcigay party
Milano JOINTHEGAP. Ogni domenica Borgo del Tempo Perso, via F. Massimo, 36 www.arcigaymilano.org Bologna CASSERO GAY LESBIAN CENTER. Tutti i giorni Via Don Minzoni, 18 www.cassero.it Bolzano/Bozen CENTAURUS. Ogni sabato Via Galilei, 4/a www.centaurus.org Padova TRALALTRO NIGHT. Flexo Club ogni venerdì www.tralaltro.it Perugia SERATE OMPHALOS. Ogni giovedì, venerdì e sabato Via della pallotta, 42 www.omphalospg.it Perugia DANCING QUEER. Ogni venerdì www.dancingqueer.it/ Napoli FREEID. Ogni giovedì, venerdì, sabato e domenica Via San Geronimo 19 www.freeid.biz/

VERONA ROMEO’S D B C CLUB Via Giolfino 12 Tel 045.8403215
G
LU

MOVIDA CLUB C B Via San Felice 6/b Tel 051.232507 G 7/7
C D RED CLUB Via del Tipografo 2, zona Roveri Tel 331.4604114 G
SA

C B HANGAR Via in Selci 69/a Tel 06.48813971 G
MA

NAPOLI
S BLU ANGEL Centro Direzionale Isola A/7 Tel 081.5625298 G 7/7 C DEPOT Via della Veterinaria 72; Tel 081.7809578 G
LU

THE CITY SAUNA Via Giolfino 12 Tel 045.520009
G 7/7

S

RIMINI CLASSIC CLUB D C Via Feleto 15 Tel 335.5854640
GLT
SA

S STEAM Via Ferrarese 22/i Tel 051.363953 G 7/7

SAUNA VELLUTO S SS. Adriatica Sud 184, loc. Marzocca, Senigallia (AN) Tel 347.0779266
G
LU

IL DIAVOLO DENTRO largo Itri 23/24 Tel 347.7285891
G
MA-VE-SA

C

C B K CLUB Via Amato Amati 8 Tel 06.21701268 G
LU

ROMA APOLLION SAUNA S Via Mecenate 59/a Tel 06.4825389 G 7/7
B D C EAGLE Via Placido Zurla 68 Tel 347.3231073 G 7/7

FIRENZE FABRIK Via del lavoro 19, Calenzano (FI) Tel 349.8906645
G
LU

B D C ENIGMA Via Ausa 173 Tel 0541.729401 G 7/7 PARMA C D EXTREME Via Monte Sporno 16/b Tel 349.4082189 G
SA-DO

C

LA TAVERNA DI R EDOARDO II Vicolo Margana 14 Tel 06.69942419
GLT
MA

MACHO LATO C B D Via Abate Minichini 62; Tel 081.7803062 320.1994834 GL 7/7 BARI MILLENNIUM BATH Via Adriatico 13 Tel 080.5342530
G
LU

MEDITERRANEO S Via Pasquale Villari 3 Tel 06.77205934 G 7/7
C B SKYLINE Via Pontremoli 36 Tel 06.7009431 G 7/7 PESCARA

S

HARD BAR 85 C B Via Guelfa 85/r, Tel 055.2645461
G
7/7

BOLOGNA
C B BAR’T Via Polese 47/b Tel 051.243998 G LU S BLACK SAUNA Via del Tipografo 2, zona Roveri Tel 051.6011241 G
MA

PISA COLORS Via Mossotti 10 Tel 050.500248
GLT
LU-MA

EMC - EUROPA S MULTI CLUB Via Aureliana 40 Tel 06.4823650 G 7/7
C B FREQUENCY Via enea 34 Tel 06.7851504 G MA

CATANIA PEGASO’S D C CIRCUS Viale Kennedy 80 Tel 095.7357268
GLT
SA

B

SIESTA CLUB 77 S Via Porta a Mare 26 Tel 050.2200146
G 7/7

FRUTTA D C E VERDURA via di Monte Testaccio 94 Tel 347.8797063
GL
DO

PHOENIX D B C CLUB Via Caravaggio 109 Tel 085.73689
GL
LU-MA

RAINBOW THERMAS S Viale europa, 10 Montesilvano Tel 085.4458730 G 7/7

TERME DI ACHILLE Via Tezzano 13 Tel 095.7463543
G
LU

S

B bar; D discoteca; C cruising area/dark room; S sauna; R ristorante • G gay; L lesbiche; T trans*; 7/7 aperto 7giorni su 7;

giorno/i di chiusura;

giorno/i di apertura

18 • italiagaya

stro territorio... rappresenta Arcigay nel nola dirigenza Cosa
vi Ecco sei risposte da comitati nuo o rinnovati nel

L’AQUILA

Arcigay Massimo Consoli nacque quasi due anni fa come comitato promotore, ma il gruppo di lavoro che lo ha costituito era già presente sul territorio da tempo. Ora è un punto di riferimento per quella popolazione lgbt dell’Abruzzo interno che altrimenti non potrebbe averne se non emigrando fuori regione. I ragazzi e le ragazze di Arcigay si sono anche particolarmente distinti in occasione del terremoto che ha colpito L’Aquila il 6 aprile scorso con piccoli e grandi atti di coscienza civile che hanno permesso non solo di salvare molta gente dal terribile sisma, ma anche veri e propri ponti di solidarietà nei campi di accoglienza per tutti i mesi trascorsi. Arcigay Consoli significa accoglienza, vita, solidarietà e amicizia per tutte e tutti coloro che vi si sono avvicinati. Carla Liberatore presidente Arcigay Consoli

AOSTA

Il comitato regionale Articolo 3 è nato nel 2005, ma la presenza di Arcigay sul territorio risale a vari anni fa. Probabilmente, il problema maggiore, per i valdostani lgbt, è l’isolamento. Le frequenti trasferte torinesi a cui molti si sottopongono assorbono una buona parte della frustrazione dovuta al fatto di vivere in provincia, ma resta la difficoltà di coinvolgere le persone in un percorso fatto anche di visibilità. Ci auguriamo che anche un piccolo presidio come il nostro possa crescere ed essere sempre di più un punto di riferimento per la popolazione locale. Elena Tartaglione presidente Arcigay Articolo 3

pegaso venti - Arcigay CREMONA

italiagaya • 19

Ci troviamo in un territorio in cui è difficile operare, caratterizzato da piccoli centri in cui vivere liberamente la propria sessualità è difficile, ma noi viviamo qui, nel profondo nord, e qui combattiamo la nostra battaglia: nelle scuole, nelle piazze, nelle istituzioni, nel mondo del lavoro. Oltre che essere una questione politica, quella per nostri diritti è un’istanza culturale che va posta in tutto il paese, e sappiamo che la vittoria del movimento lgbt deve passare anche da qua e noi nel nostro piccolo facciamo la nostra parte. Gabriele Piazzoni presidente Arcigay La Rocca
BARI

diventato un porto sicuro per chi fuori sicuro non si sente, è l’ispirazione per chi vuole ripensare al passato e rielaborarlo nel futuro, un luogo in cui fare tutto ciò sempre col sorriso e coll’orgoglio di chi sa di non essere solo, di non essere schiavo ma libero, libero di essere, libero di amare. Francesco Camasta Presidente Arcigay Liberi di essere Liberi di amare
REGGIO CALABRIA

PALERMO

Dopo che, per alcuni anni, Arcigay aveva rischiato di sparire dalla città, un nuovo gruppo di volontari e volontarie, in continuità con le esperienze del passato e valorizzando la memoria storica del movimento cittadino, ha rifondato e rinnovato l’associazione. Una delle priorità del nuovo direttivo è stata la collaborazione con le altre realtà lgbt e associative palermitane, che ha portato alla costituzione del coordinamento Stop Omofobia, nell’anno in cui ricorre il trentennale della fondazione del primo circolo Arcigay d’Italia. Annette Bansa presidente Arcigay Palermo

La Puglia come la si vede fuori dalla Puglia è una visione distorta della realtà. La primavera pugliese è ora in una strana stagione dopo la quale si vuole solo germogliare di nuovo. In questo contesto il circolo barese di Arcigay è

Arcigay a Reggio Calabria rappresenta un faro di novità in un territorio nel quale era completamente assente una coscienza lgbt e dove molti non sapevano cosa significasse la parola Arcigay. Aiutare chi è in difficoltà con la famiglia, chi ha problemi di mts e così via, mettendo a disposizione le proprie capacità e il proprio tempo, è l’obiettivo di noi volontari che stiamo crescendo in numero e attività giorno dopo giorno, poco a poco. Andrea Misiano presidente Arcigay I Due Mari

20 • cultura

pegaso venti - Arcigay

Arte contro l’omofobia osta alle aggressioni omonasce in risp

pubblichiamo un’immagine che essive a non assecondi le spinte più repr fobe in Italia. perché l’indifferenz izione è un atto di li prendere una pos della nostra società, contro le qua l’arte si parli di omofobia. importante che anche attraverso civiltà. perché è

l

’impiccato è il gioco che si faceva da bambini; scandiva passo passo l’inesorabilità della cieca fine dettata dall’aut aut del giusto o sbagliato. Si impicca e si aggredisce. In Iran come a Roma. Si sigilla nella violenza più insensata l’incapacità di relazionarsi all’essenza delle cose.

Hanged è una pietà caravaggesca, nei toni e negli intenti. È il dolore rappreso di fronte alla premonizione di un futuro contrario ai principi stessi a cui si appella gonfiando il petto. Il mondo è cambiato tanto, esteriormente. Ma la nostra vita interiore è rimasta ad uno stato primordiale. Dovunque, ma non a caso in misura maggiore nelle culture dove la responsabilità del singolo, umile strumento, è affidata al dogma. Dilaga un’intolleranza contraria ai principi fondanti dell’umanità. la legge del più forte fa da denominatore comune internazionale per zittire chi osa. E si assottiglia pericolosamente il confine tra il rigetto e l’accettazione. Ma anche si assottiglia la soglia di sopportazione di chi guarda alla barbarie, compassionevole, con disgusto misto a terrore. lontana dal voler essere un atto d’accusa, questa foto è il principio di una riflessione tessuta su un sentimento di profonda vergogna. Difficile che ci possa essere rispetto per l’ambiente o che si possa parlare di futuro del mondo, quando il rispetto lo neghiamo quotidianamente ai nostri pari.
Silvia Colaiacomo
HANGED di Ljudmilla Socci Stampa a pigmenti applicata su supporto, 60x40 cm, 2009

l
Michele Ciavarella, 24 anni, Noicattaro (BA)

L’italia che vorrei...

Arcigay Napoli Fabio Pierro, 22 anni, volontario

L’arcigay che vorrei...

’Italia è la patria dei più grandi artisti e letterati di tutti i tempi, e soffro nel vedere il popolo schiavo di un governo fin troppo corrotto che non fa altro che pensare ai propri bisogni e mai alle persone.

c

L’italia che vorrei...
rede nell’amore. È un’italia che ogni giorno s’accorge del miracolo dell’alba, s’incanta davanti a quel lago di fuoco che l’universo le piange addosso. È un’italia che ha sete di bellezza, la cerca in ogni angolo di storia, per terra e per mare. E sa che tutto il resto è un inganno. Che la più nuda verità non è nel nostro tempo, nelle nostre religioni, o nelle nostre ideologie, ma ce la portiamo dentro, come l’inesprimibile silenzio di un sogno. È nella nostra natura di uomini, nella luce di un istinto che non scegliamo. Mi piace pensare che siamo tutti pezzi di una sola anima, e che ogni incontro, ogni bacio, ogni nostro amore, sia un frammento ricucito di quel largo respiro. un respiro che varca ogni ombra, che supera noi stessi, che possiamo solo abbracciare. l’italia che vorrei è un’italia che vede poesia non in un cerchio di parole ingiallite, ma come un orizzonte da vivere, un prato che si allunga nel vuoto, e lo commuove. un prato su cui tutti possiamo volare.

...ci sono dentro da non molto e già svolgo un compito più grande di quanto potessi immaginare. Grazie a questa associazione ho avuto modo di confrontare le mie idee, sulle quali da tempo meditavo, con quelle di persone diverse, di ogni parte d’Italia ma soprattutto con quelli della mia città.

Il compagno che vorrei...
...è un ragazzo intelligente oltre che divertente, col quale fare lunghe chiacchierate davanti al panorama del vesuvio. una persona che condivida le battaglie che porto avanti e che non abbia mai paura di difendermi, in ogni situazione.

Il pride che vorrei...
nel sud, la condizione omosessuale è vissuta ancora con grande disagio in alcune zone periferiche. I luoghi di ritrovo sembrano sempre dei mercati in cui l’unica merce di scambio è l’immagine corporea. Il lavoro che sta alla base, dunque, di un buon pride, è quello di riuscire a proporre un’immagine della comunità lgbt che sia culturalmente più profonda.

www.arcigay.it/che-vorrei

22 • web

pegaso venti - Arcigay

i è i

FACEBOOK

iscriviti al gruppo Arcigay

l gruppo Arcigay sul più popolare social network vola verso quota 4000 iscritt*. leggi e commenta le notizie e tieniti informato sulle nostre attività e invita amiche ed amici a entrare!

on line la nuova sezione TRASPARENZA del portale Arcigay: i report delle attività degli ultimi tre anni, le schede sui progetti ministeriali e sulla comunicazione, i verbali dei consigli nazionali, i bilanci consuntivi, il numero dei tesserati e naturalmente tutte le uscite di pegaso! per mettere ancora più luce sulla nostra bandiera arcobaleno ed essere un’associazione libera e visibile!

www.arcigay.it/trasparenza

l

e immagini delle pagine centrali e della quarta di questo pegaso20 sono una selezione tratta da quelle utilizzate per XXV, video celebrativo realizzato dall’ufficio stampa Arcigay e dal Centro di Documentazione Arcigay Il Cassero in occasione del quarto di Secolo della maggiore associazione lesbica e gay italiana. Dai pionieristici anni ’80 all’Arcigay dei cinquanta territori di oggi, ecco alcuni volti che hanno lottato per i nostri diritti e portato le nostre bandiere: www. arcigay.it/video-25-anni-arcigay

XXV

Pegaso cerca COPPIE IN-LUSTRI

n occasione del lancio della campagna per il diritto al matrimonio tra persone dello stesso sesso, invitiamo a segnalarci via mail a redazione@arcigay.it o attraverso FlickR le immagini di coppie gay e lesbiche inlustri, cioè che stanno insieme da almeno 5 anni, magari proprio come bruno e Orlando di cui parliamo in questo numero di pegaso!

Diamo spazio al racconto di amori e relazioni che vivono da tempo nella nostra società senza poter essere riconosciute e immortaliamole nella loro quotidianità, nel loro affetto, nella loro passione. pegaso cerca coppie in-lustri per dare dignità a tutti gli amori! www.flickr.com/pegasopics

via Don Minzoni 18, 40121 bologna Tel. +39 051 6493055 Fax. +39 051 5282226 www. arcigay.it info@arcigay.it

presidente nazionale segretario nazionale collegio dei garanti presidente consiglio nazionale tesoriere ufficio stampa area salute area giuridico area esteri area lavoro area scuola area formazione area cultura area sport area rapporti movimento lgbt area politiche di genere rete giovani progetto immigrazione progetto memoria sportello legale immigrazioni e omosessualità scuole arcobaleno memoria lgbt salutegay

presidente@arcigay.it segretario@arcigay.it collegiogaranti@arcigay.it presidente.consiglio@arcigay.it tesoriere@arcigay.it ufficiostampa@arcigay.it salute@arcigay.it lex@arcigay.it international@arcigay.it lavoro@arcigay.it scuola@arcigay.it formazione@arcigay.it cultura@arcigay.it sport@arcigay.it movimento@arcigay.it genere@arcigay.it giovani@arcigay.it migra@arcigay.it memoria@arcigay.it sportellolegale@arcigay.it migrantilgbt.arcigay.it www.scuolearcobaleno.eu www.memorialgbt.it www.salutegay.it

a

pale Associazione rcigay è dal 1985 la princi tte di frequentessera Arcigay ci perme le nazionale. la to il paese e di stare in erse in tut tare tante situazioni div zioni sociali. Tesserandoti e viva e concreta di rela una ret ciazione. a rendere più forte l’Asso stai dando un contributo di entrare in tutti i ti permetterà la tessera con l’ala verde giorno dell’iscrizione; per un anno a partire dal club Arcigay a, la tua sando la quota associativ quando sarà scaduta, ver i dati saranun altro anno. I tuo tessera sarà rinnovata per tezza. nessuno, la massima cura e riserva no conservati con o usati per inviarti coné sarann tranne te, potrà accedervi, dato disposizioni diverse. oni a meno che tu abbia municazi

La tessera Arcigay omosessua-

PReSIDeNTe NAZIONAle Paolo Patanè; SeGReTARIO NAZIONAle luca Trentini; PReSIDeNTe COlleGIO DeI GARANTI Alberto Baliello; PReSIDeNTe CONSIGlIO NAZIONAle Paolo Ferigo; TeSORIeRe Federico Cerminara; SeGReTeRIA NAZIONAle Vincenzo Branà, Stefano Bucaioni, Maura Chiulli, Marco Coppola, Daniela Tomasino, emiliano Zaino, Rebecca Zini. ReSPONSABIle CIRCUITO RICReATIVO Roberto Dartenuc; COMUNICAZIONe e UFFICIO STAMPA Matteo Ricci; SeGReTeRIA ORGANIZZATIVA: Federico Sassoli; AMMINISTRAZIONe: Francesco Canino, Tommaso Mele; ReSPONSABIle IT: Nicola Cesari; COORDINAMeNTO PROGeTTI: Rosario Murdica; SPORTellO leGAle: Avv. Cathy la Torre.

25 anni di libertà