You are on page 1of 7

INTEGRALI IMPROPRI

Prerequisiti:

Calcolo degli integrali indefiniti


Integrale definito di una funzione continua
Teorema e formula fondamentale del calcolo integrale
Applicazioni del calcolo integrale

Obiettivi :

Saper riconoscere un integrale improprio


Saper distinguere integrali impropri di primo tipo, di secondo tipo e misti
Saper determinare il carattere di un integrale improprio

TEORIA in sintesi
Sia y = f ( x ) una funzione continua nellintervallo [a, b] , sappiamo che sotto tali condizioni esiste
lintegrale definito fra a e b della funzione f ( x ) e graficamente tale integrale rappresenta larea

della parte di piano (TRAPEZOIDE) delimitata dal grafico della funzione, dallasse delle ascisse e
dalle rette di equazione x = a e x = b .

Nel caso in cui la funzione assegnata non sia continua nellintervallo di integrazione, oppure
almeno uno degli estremi di integrazione non sia finito si parla di INTEGRALE IMPROPRIO.
In sostanza lintegrale improprio rappresenta lestensione del concetto di integrale definito per
funzioni che presentino un numero finito di punti discontinuit nellintervallo di integrazione,
oppure per funzioni il cui intervallo di integrazione risulti illimitato.
Gli integrali impropri si classificano in:
1. Integrali impropri di I tipo o specie se almeno uno degli estremi di integrazione non
finito.
2. Integrali impropri di II tipo o specie se nellintervallo di integrazione si ha almeno un
punto di discontinuit.
3. Integrali impropri che sono contemporaneamente di I e II tipo.

INTEGRALI IMPROPRI DI PRIMO TIPO

Sono integrali che hanno uno o entrambi gli estremi di integrazione non finiti e si presentano sotto
la forma:
+

f (x )dx

f (x )dx

f (x )dx

Per calcolare il valore di tali integrali si integra la funzione in un intervallo finito e poi si passa al
limite facendo tendere allinfinito uno o entrambi gli estremi di integrazione:
+

f (x )dx = lim f ( x )dx


t +

f ( x )dx = lim

f ( x )dx

f ( x )dx = lim

f (x )dx

t +
s s

In base al risultato che assume il limite si distinguono i seguenti casi:

1)

Se il valore del limite finito si dice che la funzione integrabile in senso improprio o
generalizzato nellintervallo dato e lintegrale improprio convergente . (Carattere
convergente)
Interpretazione geometrica Area del trapezoide FINITA

2)

Se il valore del limite infinito si dice che la funzione non integrabile in senso improprio
o generalizzato nellintervallo dato e lintegrale improprio divergente . (Carattere
divergente)

Interpretazione geometrica Area del trapezoide INFINITA

3)

Se il valore del limite non esiste si dice che la funzione non integrabile in senso improprio
o generalizzato nellintervallo dato e lintegrale improprio indeterminato. (Carattere
indeterminato)

Interpretazione geometrica Nulla si pu affermare sullaarea del trapezoide

Esempio 1

Si debba calcolare il seguente integrale improprio

dx
x

dx
dx
t
= lim
= lim [log x ]1 = lim [log t log1] = lim (log t ) = +
t +
t +
x t + 1 x t +

Poich il limite ottenuto non finito, lintegrale improprio diverge.

Esempio 2

Calcolare il seguente integrale improprio

dx
x2

dx
dx
1
1
1 1
= lim 2 = lim = lim + =
+1 = 0 +1 = 1
2
t + x
t + x
t + t
1
+

1
1

Poich il limite esiste ed finito, lintegrale improprio converge.

Esempio 3

Calcolare il seguente integrale improprio

cos xdx

cos xdx = lim cos xdx = lim [senx]

= lim [sen sens ] = 0 sen( ) = sen( )


s

Poich per s , sens oscilla costantemente tra 1 e + 1 ,


tale limite non esiste e quindi lintegrale improprio indeterminato.

INTEGRALI IMPROPRI DI SECONDO TIPO

Sono integrali che presentano almeno un punto di discontinuit nellintervallo di integrazione e,


proprio in relazione al loro intervallo di integrazione, si presentano, in genere, nelle seguenti forme:
b

f (x )dx

con f ( x ) definita in [a; b[

a
b

f (x )dx

con f ( x ) definita in ]a, b]

a
b

f (x )dx

con f ( x ) definita in ]a, b[

a
b

f (x )dx

con f ( x ) definita in [a, c[ ]c, b]

Per calcolare il valore di tali integrali si integra la funzione in un intervallo di completa continuit e
poi si passa al limite facendo tendere a zero uno o entrambi i parametri utilizzati nei nuovi estremi
di integrazione:
b

f (x )dx

f (x )dx = lim+
0

f (x )dx = lim
f (x )dx
0
+

a +

f ( x )dx

f (x )dx
a

f ( x )dx

f ( x )dx = lim+

f (x )dx

0
0 + a +

f (x )dx
a

f (x )dx + f (x )dx = lim


f (x )dx + lim
f (x )dx
0
0
+

c +

In base al risultato che assume il limite si distinguono i seguenti casi:

1) Se il valore del limite finito si dice che la funzione integrabile in senso improprio o
generalizzato nellintervallo dato e lintegrale improprio ha carattere convergente .

Interpretazione geometrica Area del trapezoide FINITA

2) Se il valore del limite infinito si dice che la funzione non integrabile in senso improprio o
generalizzato nellintervallo dato e lintegrale improprio ha carattere divergente .

Interpretazione geometrica Area del trapezoide INFINITA

3) Se il valore del limite non esiste si dice che la funzione non integrabile in senso improprio o
generalizzato nellintervallo dato e lintegrale improprio ha carattere indeterminato.

Interpretazione geometrica Nulla si pu affermare sullaarea del trapezoide

Esempio 1

Calcolare il seguente integrale improprio:

1 + 3x

x 2 1 dx
1

poich f ( x ) ha un punto di discontinuit per x = 1 lintegrale improprio di


secondo tipo e, mediante il metodo dintegrazione di funzioni razionali fratte,
si riduce a:
2

1 + 3x
1 + 3x
2
dx = lim+ [log x + 1 + 2 log x 1 ]1+ =
2
1 x 2 1dx = lim
+
0
0
1+ x 1
log 3 lim+ [log 2 + + 2 log ] = log 3 log 2 2 ( ) = +
0

Poich il limite ottenuto non finito, lintegrale improprio diverge.


2

Esempio 2

Calcolare il seguente integrale improprio :

1
4x

dx

poich f ( x ) ha un punto di discontinuit per x = 2 lintegrale improprio di


secondo tipo e, riconducendolo ad una integrazione immediata, diventa:
2

1
4 x2

dx = lim+
0

dx = lim+ arcsen
0
20
4 x2
1

lim+ arcsen
arcsen0 = arcsen1 0 =
0
2
2

Poich il limite esiste finito, lintegrale improprio converge.


1

Esempio 2

Calcolare il seguente integrale improprio :

1
dx
x2

poich f ( x ) nellintervallo dintegrazione ha un punto di discontinuit per x = 0


lintegrale improprio di secondo tipo e diventa:
1

1
1
1
dx = 2 dx + 2 dx = lim+
2
0
x
2 x
0 x

1
1
1
1
dx + lim+ 2 dx = lim+
+ lim+
=
2
0
0 x 2
0 x 0 +
x
x
0 +

1
1
1 1 1
1

1
lim+
+
+ lim+ +
= + 1 + + = +

0 0
2 0 1 0 + 0
2
0
Poich il limite esiste finito, lintegrale improprio converge.

ESERCIZI: Quesiti a risposta multipla:

ESERCIZI: Determina il carattere dei seguenti integrali impropri:


+

1.

dx
x5

2.

2 x
e dx

3.

log xdx

dx

3 x +1

4.

dx
5.
2
0 cos x

9.

dx
x

6.

xe

x2

dx

7.

8.

11.

senxdx
0

dx

(x 1)2
1

1
10.
dx
2
1 + x

1
dx
x

12.

1
3

x2

dx