You are on page 1of 14

Perch penso che Dio non esista

Quando i bianchi vennero in Africa


noi avevamo la terra e loro la Bibbia.
Loro ci insegnarono a pregare a occhi chiusi;
quando li aprimmo
i bianchi avevano la terra e noi la Bibbia.

Questo testo sar molto pi lungo, complesso ed articolato degli altri che avete letto sul blog. Ho intenzione di riassumere, in forma
discorsiva e logica, le motivazioni per cui non possiamo credere per fede al Dio descritto dalla Bibbia (e in generale a qualunque Dio
creatore). Una pretesa eccessiva, penseranno alcuni. Beh, leggete e deciderete cosa pensare. Per quale ragione ho deciso di scrivere
un documento del genere? I motivi principali sono due: il primo che ci sono siti "atei" (come www.utopia.it) che si prefiggono il
mio stesso obiettivo, ovvero la confutazione delle argomentazioni dei credenti, in particolare mostrando una lista di contraddizioni
bibliche. Questa lista generalmente scritta senza un lavoro di controllo, estrapolando versetti dal loro contesto e presentando
quindi come contraddizioni delle cose che non lo sono, sminuendo il lavoro di chi veramente si impegna per "smascherare" la
Bibbia. Ad esempio, 1Re7,26 dice che il bacino del tempio conteneva 2000 bat, mentre in 2Cr4,5 sono 3000. Basta leggere pi
attentamente per notare che 2000 sono i bat effettivamente contenuti, mentre 3000 la capacit complessiva del bacino. L'altro
motivo pi importante. Mi stupisce che, ancora oggi, nel 2009, esistano i cosiddetti "creazionisti", che negano l'evoluzione. Mi
stupisce che esistano persone che considerano vera, parola per parola, la Bibbia. Mi stupisce che ci siano persone che liquidino le
evidenze scientifiche contrarie alla religione, affermando che la fede non si pu spiegare con la logica, che non si pu inquadrare Dio
con la mente umana, che queste cose vanno oltre la nostra comprensione. Stando cos le cose, come fanno loro a comprendere
cosa vuole veramente questo Dio? Molti se ne costruiscono uno personale, considerando i passi biblici che li aggradano e ignorando
quelli che invece non apprezzano. Molti sono anche convinti, in virt della loro fede, una cosa non spiegabile e non provabile
scientificamente, che giusto limitare la ricerca scientifica e la libert delle persone che non credono e che vogliono decidere
liberamente della loro vita, bollando come "problemi etici inaccettabili" quelli che io chiamerei "diritti umani inalienabili". Spero di
aver chiarito sufficientemente questo punto.
Prima di cominciare, necessario che ti liberi di tutti i tuoi preconcetti; la religione una cosa troppo importante, le conseguenze
dell'errore potrebbero essere troppo serie. Sbarazzati di tutte le tue paure e i tuoi pregiudizi, fai in modo che la tua ragione abbia
piena lucidit. Poniti delle domande, dei dubbi e rifletti, anche sull'esistenza di Dio: perch se Dio esiste, apprezzer di pi
l'omaggio della ragione che la paura cieca. Non devi credere n rifiutare nulla solo perch qualcun altro l'ha creduto o rifiutato;
anche mentre leggi questo articolo, sarebbe bene che tu controlli le fonti, ti informi su ci che ti dico e decida con la tua testa se
vero oppure no.
Pensa che forse ci in cui hai creduto fin da bambino potrebbe non essere vero; probabilmente sei stato battezzato da piccolo,
quando ancora non eri consapevole di questa cosa. Sei stato mandato a catechismo, sei vissuto in un ambiente cattolico, dove la
fede considerata ovvia e normale. Ma cosa sarebbe successo se fossi nato un paio di confini pi in l? Potresti essere protestante,
islamico, buddista, eccetera. Nel mondo esistono circa 30.457 religioni1, e nessuna di queste pu provare con certezza di provenire
da Dio; tutte chiedono di credere per fede, e si diffondono principalmente perch le persone accettano la religione della loro
famiglia, senza porsi troppe domande.
A questo punto potreste pensare che indifferente, che a Dio non importa quale religione si professi, tutte portano a lui,
l'importante avere fede. Beh, per cominciare, questa visione smentita dalla stessa Chiesa Cattolica, con il dogma Extra Ecclesiam
Nulla Salus2, "al di fuori della Chiesa non vi salvezza". Ma smentita dalla stessa ragione: per quale motivo Dio dovrebbe
apprezzare una qualunque fede in lui, piuttosto che la mancanza di fede? Cio, ai suoi occhi sarebbe meglio una persona che crede
in Zeus, o un "Dio Giallo", piuttosto che in nessun Dio? Inoltre, alla fine della fiera, questo Dio dovrebbe avere delle determinate
caratteristiche e una determinata "storia", e personalit; non pu avere ispirato contemporaneamente la Bibbia e gli Scritti Induisti,
non pu contemporaneamente considerare la contraccezione sbagliata o no, giusto per fare un esempio. Allora ci si chieder, e
come si fa a sapere cosa vuole e cosa non vuole da noi, Dio?

La Creazione
I Cristiani affermano che le prove dell'esistenza di Dio sono due: la Creazione e la Bibbia. Spesso affermano che "Tutte le cose sono
state create o generate da qualcosa di precedente, e questo vale anche per l'Universo, con il Big Bang. Ma chi ha creato il Big Bang?
L'unica spiegazione Dio". Beh, la domanda sorge spontanea: e chi ha creato Dio? "Nessuno, sempre esistito". Ma allora non
bastava dire che l'universo non l'ha fatto nessuno ed sempre esistito? ovvio che, anche se ogni cosa stata creata, generata da
qualcosa di precedente, andando a ritroso dovremo giungere alla causa prima, al motore non mosso; ma niente ci fa pensare che
questo possa essere Dio, un ente superfluo per la nostra spiegazione, non verificabile e non necessario. Il principio di economia del
Rasoio di Occam3, che dice che "A parit di fattori la spiegazione pi semplice tende ad essere quella esatta". Certo, non sempre la
spiegazione pi semplice quella corretta; ma la complessit e la perfezione di Dio, con i suoi attributi (onnipotenza,
onnipresenza, onniscienza) sono difficilmente spiegabili, molto pi della nascita dell'Universo, che, secondo alcune recenti teorie,
potrebbe essere auto-sufficiente4.
L'obiezione tipica a questo punto che nelluniverso vigono leggi naturali e perfette e le probabilit che possa sorgere
spontaneamente la vita sono infinitesimali (1 su 10164, dicono alcuni). La natura stessa sembra essere perfetta, organi come
l'occhio umano dimostrano l'ingegno di un Progettista. Questa probabilit di 1 su 10164 si riferisce ad un preciso momento, limitato
nel tempo e nello spazio. Luniverso esiste da 13,7 miliardi di anni ed abnorme: questa probabilit quindi si pu benissimo essere
verificata, e anche in altri pianeti. Anzi questa unipotesi anche pi probabile, proprio per il gran numero di pianeti che vediamo;
se non fosse cos, perch Dio avrebbe deciso di sprecare tutto questo spazio e destinare solamente la Terra ad ospitare la vita? E,
come prima, mi chiedo quale sia la probabilit che "esista da sempre" spontaneamente un essere con qualit cos particolari. La
natura non per niente perfetta: esistono i terremoti, i vulcani, gli uragani, le malattie, i virus. La Mantide mangia il maschio dopo
l'accoppiamento5. Gli Icneumonidi si nutrono dei corpi dei bruchi ancora vivi6, idem per gli Sfecidi; il Leone preda la Gazzella, e
tutta la catena alimentare piena di queste situazioni che provocano enormi dolori e sofferenze. Per quale motivo Dio avrebbe
progettato la Natura in questo modo? " tutta colpa del peccato originale commesso dall'uomo, che ha corrotto la Natura".
Beh, mi dovete ancora spiegare qual il nesso logico tra "Adamo ed Eva mangiano un frutto --> La crosta terrestre si modifica
organizzandosi in placche e quindi provocando occasionali terremoti, la pressione dei venti cambia originando sporadici uragani, dal
sottosuolo emergono vulcani, nascono strane creature chiamate virus e batteri, il DNA umano si corrompe e cominciano a nascere
le malattie genetiche, gli animali modificano la loro struttura e genetica e cominciano ad avere bisogno di mangiarsi l'un l'altro".
Davvero, non riesco a capire il collegamento. Senza spiegare che quella che stata fatta una fallacia di ragionamento
comunemente chiamata Petizione di Principio7, ovvero che le premesse si basano sulla conclusione e la conclusione sulle premesse.
Dio ha creato tutto perfetto, colpa del Peccato se esiste l'imperfezione.
In realt, scientificamente parlando, la Natura non buona n cattiva, non perfetta n imperfetta, perch di per s non significa
nulla; la Natura indifferente, non si cura del danno e del dolore che provoca, se questo serve al suo "scopo". Proviamo ad
immaginare che le creature viventi siano state costruite da un divino Ingegnere e tentiamo di scoprire qual era il suo scopo mentre
lo faceva. I ghepardi dimostrano sotto tutti i punti di vista di essere magnificamente costruiti per uccidere le gazzelle. Le zanne, gli
artigli, gli occhi, il naso, i muscoli delle zampe, la colonna vertebrale e il cervello di un ghepardo sono proprio quelli che dovrebbero
essere se lo scopo di Dio nel progettare questo animale fosse stato quello di rendere massimo il numero di gazzelle predate.
Viceversa, se facciamo lo stesso guardando una gazzella, scopriamo prove altrettanto evidenti di un progetto che mira allo scopo
esattamente contrario: far sopravvivere le gazzelle e far morire di fame i ghepardi.
come se i ghepardi fossero stati progettati da un dio e le gazzelle da un dio rivale. Oppure, se un unico Creatore ad aver fatto il
lupo e l'agnello, il ghepardo e la gazzella, a che gioco sta giocando? un sadico che gode nell'assistere a sport sanguinari? O tenta di
evitare che i mammiferi africani crescano troppo di numero? Oppure si d da fare per far aumentare l'indice di ascolto dei
programmi sul comportamento degli animali? Queste sono tutte ipotesi ragionevolissime, che potrebbero anche risultare corrette.
In realt, ovviamente, sono tutte sbagliate.
La vera funzione di utilit della vita, quella che viene massimizzata nel mondo naturale, la sopravvivenza del DNA. Ma il DNA non
vaga liberamente: racchiuso negli organismi viventi e deve sfruttare al massimo le leve del potere che ha a disposizione, per
rendere massima la propria sopravvivenza.8
Molti pensano che la scienza e la fede si possano conciliare; portano autorevoli aforismi come "La scienza senza la religione
zoppa, la religione senza la scienza cieca", senza giustificarli o provarli in alcun modo. Intanto, la Bibbia smentisce vigorosamente
l'evoluzionismo, e considerarla un'opera simbolica e allegorica la svuota di tutto il senso (per coloro che negano l'evoluzionismo,
relegandolo al rango di "mera teoria", ricordo che le teorie riguardano il come l'evoluzione avviene. Che questa avvenga, un fatto).
Perch considerarla un'allegoria la svuoterebbe di tutto il senso? Perch i racconti dell'Antico Testamento si preoccupano di dare
cifre di et, di dimensioni dell'Arca di No, di spiegazioni di avvenimenti, usano frasi come "Dio disse...", riportano censimenti,
numeri anche molto precisi di gruppi di individui. diverso dal solito racconto mitologico, vuole essere considerato reale e veritiero.
Se lo fosse, per, Dio non avrebbe potuto dirci che ha realmente creato il mondo? Inoltre, la scienza sempre stata azzoppata dalla
religione; basta pensare a Galileo, un caso emblematico. Alcuni diranno che si intende altro, ovvero che la scienza pensa al come
accadono le cose, la religione al "perch". Beh, ma di religioni ce ne sono tante, e possono dire tutto il contrario di tutto, senza
fornire alcuna spiegazione, ma chiedendo di credere dogmaticamente a quanto dicono. Questo principio fortemente
antiscientifico e non deve essere accettato in una societ che si vuole definire progredita.
Tornando invece all'ipotesi dei credenti, ovvero che il male e l'imperfezione esistono a causa del peccato, e non era intento di Dio,

impossibile "smentirlo" per le ragioni dette sopra; proprio per questo non pu avere validit scientifica9, e, come dice Euclide, "Ci
che affermato senza prova, pu essere negato senza prova". Nonostante questo, ci prover lo stesso. Ok, esistono persone che
credono seriamente che l'imperfezione esiste a causa del male; del resto, la "storia" in s si regge in piedi, non necessariamente
falsa perch non falsificabile (men che meno per vera). Allora dobbiamo vedere su cosa si basa la pretesa che sia cos,
esaminando il Libro in cui questo viene affermato, la Bibbia.

La Bibbia
Perch noi crediamo che la Bibbia sia veramente ispirata da Dio, devono verificarsi quattro condizioni:
1.
2.
3.
4.

La Bibbia deve affermare di essere ispirata da Dio


Deve essere internamente coerente, senza errori e dire cose vere
Deve essere supportato da prove esterne
Ma tutto questo non basta, perch anche un essere umano potrebbe fare una cosa del genere; la quarta condizione, la pi
importante, deve essere la prova dell'origine divina: un esempio potrebbero essere delle profezie che esulino dalle
capacit umane; e la Bibbia piena di presunte profezie

Cominciamo quindi con l'analisi dei quattro punti. Il primo sbrigativo: s, la Bibbia afferma di essere ispirata da Dio. Ci sono
continuamente versetti che riportano "Dio disse [...]" , ma soprattutto c' un'affermazione esplicita di questo in 2 Timoteo 3:15-17.
"Ogni Scrittura ispirata da Dio e utile a insegnare, a riprendere, a correggere, a educare alla giustizia, perch luomo di Dio sia
completo e ben preparato per ogni opera buona

La Bibbia coerente e veritiera?


Il secondo punto abbastanza critico, perch, in linea teorica, basterebbe una contraddizione per falsare il tutto: se Dio,
onnipotente e onnisciente, ha davvero ispirato la Bibbia, per quale motivo avrebbe dovuto mentire e/o contraddirsi? Eppure, basta
pensare al fatto che esistono ben 8000 confessioni cristiane diverse, che differiscono per dottrine anche importanti come la Trinit,
il Libero Arbitrio, i Sacramenti, come avvenga la Salvezza, il Sabato e altre questioni. Ognuno interpreta la Bibbia a modo suo, perch
possibile leggerci ci che si vuole; Dio non ha saputo essere pi chiaro? E perch non interviene a chiarire i dubbi alle persone che
lo pregano con fede sincera, e che appartengono a fedi diverse? Per entrare le concreto, ecco alcune falsit contenuto nel Testo
Sacro.
Gen. 1:1: In principio Dio cre i cieli e la terra.
Gi nel primo versetto di tutta l'opera abbiamo una falsit scientifica: l'Universo ha 13,7 miliardi di anni; la Terra 4,5 miliardi. La
volta celeste invece una nostra impressione ottica, a differenza di quello che credevano gli scrittori biblici.
Genesi 1 - Le piante sono create il terzo giorno, uccelli e formiche il quinto e sesto. Prima gli uccelli, poi gli animali di terra.
2Pietro 3:8 "Davanti al Signore un giorno come mille anni e mille anni come un giorno solo."
Occorre fare una precisazione iniziale: i Creazionisti sostengono, usando il versetto di 2Pietro, che i giorni della creazione siano
simbolici e non letterali (ovvero non sono giorni di 24 ore). Questo perch, se i giorni fossero davvero di 24 ore, la Terra avrebbe
solo 6000 anni di vita, il che contrario all'evidenza scientifica. Il problema che, anche cos, la nascita di Adamo ed Eva
comunque datata 4004 a.C., facendo un calcolo delle generazioni da Adamo a Ges e le loro et10. Invece, l'uomo, anche solo
parlando dell'homo sapiens sapiens (per chi non crede all'evoluzione) "nato" da ben 130.000 anni11. Tornando a prima, dove sta il
problema con la creazione di piante e uccelli? Eccolo: alcune piante necessitano dellintervento di uccelli e delle formiche per la loro
moltiplicazione. Se le piante furono create nel terzo giorno, e gli uccelli e le formiche furono creati nel quinto e nel sesto giorno, e se
ogni giorno della Genesi corrisponde a mille o pi anni reali (come credono alcuni scienziati creazionisti), allora alcune piante
avrebbero dovuto sopravvivere senza moltiplicarsi per migliaia di anni. Un'altro errore che la testimonianza dei fossili mostra
chiaramente che gli animali di terra si svilupparono prima degli uccelli. Ma il racconto della genesi indica il contrario. Poco dopo, nel
secondo capitolo, leggiamo nuovamente il racconto della Creazione. Per c' qualcosa di strano: un'altra contraddizione, ovvero
l'ordine delle cose create differente. Questa situazione di ripetizione di avvenimenti, anche in modi diversi, molto frequente
nella Bibbia ed dovuta alla presenza di due fonti, dette Jahvista e Elohista (pi altre due minori)
Altre contraddizioni riguardano la storia del Diluvio Universale:

La Bibbia dice che No caric larca intera con due (o sette12) esemplari di ogni specie in un solo giorno. Ci
comporterebbe che No avrebbe dovuto caricare nel vascello, classificare e sistemare 480 specie al secondo.
No port nellarca sua moglie, tre figli e tre nuore. Ogni persona avrebbe dovuto classificare, alloggiare, badare, nutrire,
abbeverare e rimuovere gli escrementi di circa cinque milioni di animali, ogni giorno.
Si dice che No abbia costruito unarca totalmente in legno lunga circa 130 m. In effetti sono state costruite alcune lunghe
imbarcazioni in legno, alcune lunghe persino 90 m, ma esse necessitavano di vasti rinforzi in metallo: unopzione non
disponibile per No. Inoltre, imbarcavano molta acqua, il che richiedeva lutilizzo di pompe per rimuovere lacqua dalla
stiva, manovrate da una numerosa ciurma o meccanicamente, Le pompe a motore non erano disponibili a quellepoca, e
non cerano abbastanza esseri umani sullarca per pompare lacqua manualmente.
Molti animali possono sopravvivere solo in alcune piccole regioni della terra, dove le scorte di cibo e le temperature sono
ideali. Queste specie non avrebbero potuto lasciare il loro habitat e spostarsi attraverso la giungla e il deserto per
raggiungere larca; non sarebbero sopravvissute al viaggio.
Non cera un meccanismo in base a cui gli animali trovati solo in Nord America, in Sud America e in Australia avrebbero

potuto attraversare gli oceani e arrivare allarca.


Non c traccia di un diluvio di proporzioni mondiali negli antichi scritti, templi, piramidi, sculture e quantaltro provenga
dallEgitto, dallIndia o dalla Cina, che esistesse ai tempi di No. Inoltre, se davvero si fosse verificato un diluvio, allora
tutte le prime civilt del mondo sarebbero state completamente distrutte. Lintera popolazione del mondo sarebbe
ammontata a otto persone, nei pressi dellarca. Ci sarebbero voluti millenni per lumanit, per ristabilirsi in Cina come in
qualsiasi altro posto. E ancora, avrebbero sviluppato una cultura molto diversa da quella antidiluviana. Le testimonianze
archeologiche in Egitto mostrerebbero un improvviso cambiamento che va dagli artefatti dellantico Egitto, a nessun segno
di civilt, allantica cultura israelita dopo il periodo del diluvio. Idem per la Cina, eccetera. Le testimonianze archeologiche
mostrano che le varie culture non si sono interrotte, hanno continuato a svilupparsi in tutto il periodo in cui si suppone ci
sia stato il diluvio. Per esempio, il Vecchio Regno egizio copre il periodo dal 2649 a.C. Al 2323 a.C., a cavallo del periodo in
cui i conservatori religiosi credono che sia avvenuto il diluvio.
Ci si potrebbe chiedere come abbiano potuto sopravvivere i pesci. Alcuni pesci necessitano di acque dolci, altri salmastre,
altri salate. Con il Diluvio, la salinit di tutti i laghi del mondo sarebbe cresciuta drasticamente, estinguendo i pesci. Niente
di tutto ci accaduto, tranne che in una zona: nel Mar Nero, allincirca nel 5600 a.C. Molti scienziati credono che sia
questa lorigine del mito del diluvio universale degli antichi babilonesi, che stato adottato dagli antichi scrittori ebrei che
hanno scritto la Bibbia.
Alla fine del Diluvio, Dio fa comparire quello che si suppone sia il primo arcobaleno della storia, come segno dell'Alleanza
con l'uomo. Ci che sappiamo sugli arcobaleni fa ragionevolmente pensare che siano sempre esistiti.
Poco dopo il Diluvio, quando in teoria sulla Terra sarebbero dovute rimanere solo persone che Dio considera rette, Canaan
vede suo nonno, ubriaco, nudo (Genesi 9:20-27). Dunque Canaan viene maledetto e reso schiavo. Insomma, la punizione
di Dio, tutti i bambini, le persone innocenti e gli animali morti, non sono serviti a nulla. L'onniscienza di Dio non gli ha
permesso di prevederlo?

Lev. 11:6: La lepre . . . rumina


Addirittura alcuni sono arrivati ad affermare che la lepre, in virt di un processo digestivo particolare, un ruminante ed la Bibbia
ad avere ragione. In realt proprio la dimostrazione che il Testo non di ispirazione divina: la lepre non un ruminante, ma lo
sembra.13 Quindi gli scrittori della Bibbia hanno pensato bene di scriverlo, sbagliando clamorosamente.
Sempre riguardo l'armonia interna, in Esdra e Neemia si pu notare come il numero di figli di alcuni personaggi non quadra14. Il
racconto della resurrezione di Ges, nei 4 Vangeli, contradditorio all'inverosimile15. Un altro aspetto da non sottovalutare la
discordanza che c' tra il messaggio dell'Antico Testamento e il Nuovo; se fossero entrambi ispirati da Dio, non dovrebbero essere
coerenti, quanto meno nelle linee principali? Beh, forse vi sorprender sapere una cosa: nell'Antico Testamento il Diavolo non esiste.
Ora penserete subito "Ma che cosa sta dicendo? Nella Genesi Adamo ed Eva sono tentati dal serpente, per mangiare la mela". E se
vi dicessi che non neanche una mela? Per lo meno, nulla ce lo fa supporre. Su, leggete il racconto della Genesi; non si parla di
"mela", ma di "frutto". Ok, questo un aspetto secondario. Leggendo avrete notato anche quello principale: ebbene s, a tentare
Eva un semplice serpente. Mai in tutto l'Antico Testamento qualcosa fa presagire che il serpente sia qualcosa di pi, men che
meno il Diavolo, che per gli Ebrei semplicemente non esiste. Ci sono 4 riferimenti a "Satana" in tutto, negli scritti ebrei, ma non il
male assoluto, contrapposto a Dio; concettualmente tutta un'altra cosa16. Perch allora i Cristiani credono che il serpente
tentatore sia il Diavolo? Per un passo dell'Apocalisse, che chiama Satana come l'originale serpente. Tutto qua. A prima vista
potrebbe non sembrare un particolare importante, per chi abituato a pensare alla Bibbia come ad un libro unico; invece l'Antico e
il Nuovo Testamento sono stati scritti in tempi diversi e da persone diverse; anche ammettendo che l'Antico Testamento sia ispirato
da Dio, alla luce di questi fatti si potrebbe pensare che in ogni caso il Nuovo Testamento opera di "impostori" che hanno corrotto
il messaggio originario. I Cristiani hanno addirittura usato Isaia 14:12, che riferito al Re di Babilonia ( la leggenda dell'Angelo
caduto) come racconto della "nascita" del Diavolo17.
La prossima non una contraddizione, quando piuttosto una cosa che risulta strana se si pensa sia di origine divina, mentre ben
pi chiara tenendo conto che la Bibbia invece stata scritta da popoli antichi con scarse conoscenze dei fenomeni naturali: le
catastrofi naturali sembrano essere direttamente volute da Dio. La Bibbia chiarissima, non ci sono dubbi. Alcuni esempi sono:
Egli infatti dice alla neve: Cadi sulla terrae alle piogge dirotte: Siate violente. (Giobbe 37:6)
Al soffio di Dio si forma il ghiaccio e la distesa dell'acqua si congela. Carica di umidit le nuvole e le nubi ne diffondono le folgori. Egli
le fa vagare dappertutto secondo i suoi ordini,perch eseguiscano quanto comanda loro sul mondo intero.
Le manda o per castigo della terra
o in segno di bont. (Giobbe 37:10-13)
Ci sono venti creati per castigo,e nella loro furia rafforzano i loro flagelli;quando verr la fine, scateneranno violenza,e placheranno
lo sdegno del loro creatore. Fuoco, grandine, fame e morte son tutte cose create per il castigo. (Siracide 39:28-29)
Io formo la luce e creo le tenebre,faccio il bene e provoco la sciagura;io, il Signore, compio tutto questo. (Isaia 45:7)
Potete trovare una lista molto pi completa di versetti che indicano chiaramente l'origine divina delle catastrofi naturali nelle
note18. Anche altre questioni, come il considerare le donne inferiori, la pena di morte per questioni futili e tutte le uccisioni
compiute da Dio (32 milioni, contro 10 miseri individui uccisi da Satana) fanno pensare che qualcosa non quadri; questo Dio
"troppo umano", rispecchia troppo la cultura del tempo. Gli omicidi compiuti da Dio sono elencati in questa tabella:

Versetti

Numero uccisi

Totale cumulativo

Dio uccide chiunque sulla Terra con il Diluvio Universale


Genesi 7:23
(tranne No e la sua famiglia)

30,000,000?

30,000,000

Dio manda fuoco e zolfo sulle citt di Sodoma e


Gomorra, uccidendo chiunque

Genesi 19:24

1,000?

30,001,000

La moglie di Lot perch si guarda indietro

Genesi 19:26

30,001,001

Er che era perverso agli occhi del Signore

Genesi 38:7, 1 Cronache 2:3

30,001,002

Onan perch disperdeva il suo seme

Genesi 38:10

30,001,003

Una carestia di 7 anni

Genesi 41:25-54

70,000 ?

30,071,003

7 piaga d'Egitto: Grandine

Esodo 9:25

300,000?

30,371,003

Dio uccide ogni primogenito Egiziano

Esodo 12:29-30

1,000,000?

31,371,003

Dio fa annegare l'esercito Egiziano

Esodo 14:8-26

5000?

31,376,003

10

Dio e Mos aiutano Giosu ad uccidere gli Amalekiti

Esodo 17:13

1000?

31,377,003

11

Gli Israeliti perch danzano nudi attorno al vitello d'oro


Esodo 32:27-28, 35
di Aronne

3000

31,380,003

12

Dio colpisce il popolo a causa del vitello di Aronne

Esodo 32:35

1000

31,381,003

13

I figli di Aronne per aver offerto fuoco profano a Dio

Levitico 10:1-3; Numeri 3:4,


26:61

31,381,005

14

Un blasfemo

Levitico 24:10-23

31,381,006

15

Dio brucia la gente perch si lamenta

Numeri 11:1

100?

31,381,106

16

Dio manda una "gravissima piaga" perch il popolo si


lamenta del cibo.

Numeri 11:33

10,000?

31,391,106

17

Dio uccide dieci esploratori con una piaga

Numeri 14:35-36

10

31,391,116

18

Un uomo che ha tagliato la legna di sabato

Numeri 15:32-36

31,391,117

19

Core, Datan, Abiram e le loro famiglie

Numeri 16:27

12

31,391,129

20

Bruciato per aver offerto incenso

Numeri 16:35

250

31,391,379

21

Per lamentele

Numeri 16:49

14,700

31,406,079

22

Massacro degli Araditi

Numeri 21:1-3

3,000?

31,409,079

23

Per lamentele sulla mancanza di cibo e acqua. Dio


manda serpenti che bruciano per mordere le persone, e Numeri 21:6
molte di loro muoiono

100?

31,409,179

24

Dio lascia i Basaniti nelle mani di Mos, che uccide


chiunque finch "rest un superstite"

Numeri 21:34-35

2,000?

31,411,179

25

Finees impala una coppia inter-razziale che ha rapporti

Numeri 25:6-8

31,411,181

26

Israeliti perch "trescano con le figlie di Moab"

Numeri 25:9

24,000

31,435,181

27

Massacro dei Madianiti (32,000 vergini sono tenute in


vita)

Numeri 31:1-35

200,000

31,635,181

28

Dio uccide tutto l'esercito Israelita

Deuteronomio 2:14-16

500,000

32,135,181

29

Massacro dei Zamzummim, Hurriti e Avviti

Deuteronomio 2:21-22

10,000?

32,145,181

30

Dio irrigidisce il re di Chesbon cos gli Israeliti possono


massacrare il suo popolo (comprese varie citt)

Deuteronomio 2:33-34

3,000?

32,148,181

31

Tutti gli uomini, donne e bambini di 60 citt

Deuteronomio 3:3-6

60,000?

32,208,181

32

Massacro di Gerico

Giosu 6:21

1,000?

32,209,181

33

Acan (pi figli e figlie) per aver preso dell'interdetto

Giosu 7:10-12, 24-26

32,209,186

34

Massacro di Ai

Giosu 8:1-25

12,000

32,221,186

35

Dio stermina gli Amorei

Giosu 10:10-11

5,000?

32,226,186

36

Giosu uccide 5 re e li appende a degli alberi

Giosu 10:24-26

32,226,191

37

Massacro dei 7 regni

Giosu 10:28-42

7,000?

32,233,191

38

I regni rimanenti

Giosu 11:8-12

10,000?

32,243,191

39

Massacro degli Anachiti

Giosu 11:20-21

5,000?

32,248,191

40

Dio fa uccidere i Cananei e i Ferezei

Giudici 1:4

10,000?

32,258,191

41

Il Massacro di Gerusalemme

Giudici 1:8

1000

32,259,191

42

Dieci Massacri, un matrimonio

Giudici 1:9-25

10,000

32,269,191

43

Dio fa uccidere gli Israeliti da Cusan-Risataim

Giudici 3:7-10

1000

32,270,191

44

Ehud manda un messaggio da Dio: una spada nel ventre Giudici 3:15-22

32,270,192

45

Dio fa uccidere 10,000 Moabiti

Giudici 3:28-29

10,000

32,280,192

46

Barace Dio sterminano i Chenei

Giudici 4:14

1,000?

32,281,192

47

Iael uccide con un martello un uomo che dorme

Giudici 4:18-25

32,281,193

48

Dio forza i soldati Madianiti ad uccidersi a vicenda

Giudici 7:22, 8:10

120,000

32,401,193

49

Massacro di una citt e 1000 morti per uno spirito

Giudici 9:23-57

2001

32,403,194

malvagio mandato da Dio


50

Massacro degli Ammoniti e la figlia di Iefte

Giudici 11:32-33

20,001

32,423,195

51

Lo spirito del Signore investe Sansone

Giudici 14:19

30

32,423,225

52

Lo spirito del Signore investe Sansone e uccide 1000


uomini

Giudici 15:14-15

1,000

32,424,225

53

Dio d a Sansone la forza per uccidere i Filistei

Giudici 16:27-30

3,000

32,427,225

54

Il Signore sconfigge i Beniaminiti

Giudici 20:35-37

25,100

32,452,325

55

Il Signore sconfigge altri Beniaminiti

Giudici 20:44-46

25,000

32,477,325

56

Per aver guardato nell'arca del Signore

1 Samuele 6:19

50,070

32,527,395

57

Dio d i Filistei nelle mani di Gionatan

1 Samuele 14:12

20

32,527,415

58

Dio forza i soldati Filistei ad uccidersi l'un l'altro

1 Samuele 14:20

1,000?

32,528,415

59

Dio ordina a Saul di uccidere ogni uomo, donna e


bambino Amalechita

1 Samuele 15:2-3

1,000?

32,529,415

60

Samuele squarta Agag in presenza del Signore

1 Samuele 15:32-33

32,529,416

61

Dio fa uccidere i Filistei

1 Samuele 23:2-5

1,000?

32,530,416

62

"Il Signore colp Nabal."

1 Samuele 25:38

32,530,417

63

Dio fa uccidere i Filistei da Davide (di nuovo)

2 Samuele 5:19, 25

1,000?

32,531,417

64

Uzza per aver tentato di reggere l'arca di Dio e non farla 2 Samuele 6:6-7, 1 Cronache
cadere
13:9-10

32,531,418

65

Davide e il figlio di Bat-Sceba

2 Samuele 12:14-18

32,531,419

66

Dio manda una carestia di 3 anni per qualcosa fatto da


Saul

2 Samuele 21:1

5,000?

32,536,419

67

I sette figli di Saul impiccati in presenza del Signore

2 Samuele 21:6-9

32,536,426

68

Piaghe e punizioni per il censimento di Davide (solo


2 Samuele 24:15, 1 Cronache
uomini; probabilmente 200,000 se si includono donne e
21:14
bambini)

200,000

32,736,426

69

Dio manda un leone contro un profeta che ha creduto


alla bugia di un altro profeta

1 Re 13:1-24

32,736,427

70

Baasa uccide chiunque nella casa di Geroboamo


secondo la parola di Dio

1 Re 15:29

1,000?

32,737,427

71

Zimri uccide chiunque nella casa di Baasa secondo la


parola di Dio

1 Re 16:11-12

1,000?

32,738,427

72

Capi religiosi uccisi in un rituale

1 Re 18:22-40

450

32,738,877

73

Dio fa uccidere i Siri dagli Israeliti

1 Re 20:28-29

100,000

32,838,877

74

Dio fa cadere un muro sui soldati Siri

1 Re 20:30

27,000

32,865,877

75

Dio manda un leone contro un uomo che non ha ucciso


1 Re 20:35-36
un profeta

32,865,878

76

Acazia viene ucciso perch parla al Dio sbagliato

2 Re 1:2-4, 17; 2 Cronache


22:7-9

32,865,879

77

Bruciato da Dio

2 Re 1:9-12

102

32,865,981

78

Dio manda 2 orsi ad uccidere 42 bambini che si


prendono gioco della calvizie di Eliseo

2 Re 2:23-24

42

32,866,023

79

Un miscredente calpestato a morte dalla folla

2 Re 7:17-20

32,866,024

80

Dio manda una carestia di 7 anni

2 Re 8:1

10,000?

32,876,024

81

Izebel

2 Re 9:33-37

32,876,025

82

Ieu uccide "tutti quelli che rimanevano nella casa di


Acab in Samaria ... secondo la parola di Dio"

2 Re 10:16-17

100?

32,876,125

83

Dio manda dei leoni per uccidere "qualche" straniero


che non lo teme

2 Re 17:25-26

20

32,876,145

84

Soldati Assiri mentre dormono

2 Re 19:35; Isaia 37:36

185,000

33,061,145

85

Saul

1 Cronache 10:14

33,061,146

86

Dio fa uccidere gli Israeliti da Giuda

2 Cronache 13:15-17

500,000

33,561,146

87

Geroboamo

2 Cronache 13:20

33,561,147

88

"Il Signore sconfisse gli Etiopi"

2 Cronache 14:9-14

1,000,000

34,561,147

89

Ieoram

2 Cronache 21:14-19

34,561,148

90

Soldati di Giuda per aver abbandonato Dio

2 Cronache 28:6

120,000

34,681,148

91

Dio manda gli Israeliti nelle mani dei Caldei

2 Cronache 36:16-17

1000?

34,682,148

92

Dio e Satana uccidono i bambini e i servi di Giobbe

Giobbe 1:1-19

60?

34,682,208

93

La moglie di Ezechiele

Ezechiele 24:15-18

34,682,209

94

Anania e Saffira

Atti 5:1-10

34,682,211

95

Erode

Atti 12:23

34,682,212

"Ovvio che Dio sembri troppo umano, l'Antico Testamento il racconto di un popolo che cerca di avvicinarsi a Dio, non va
interpretato letteralmente", potrebbero dire alcuni, ignorando totalmente gli erroracci dell'Antico Testamento e continuando
tranquillamente a credere. Per cominciare, questa visione smentita dalla stessa Chiesa Cattolica:
Poich dunque tutto ci che gli autori ispirati o agiografi asseriscono da ritenersi asserito dallo Spirito Santo, bisogna ritenere,
per conseguenza, che i libri della Scrittura insegnano con certezza, fedelmente e senza errore la verit che Dio, per la nostra
salvezza, volle fosse consegnata nelle sacre Scritture.
(Concilio Vaticano II, costituzione Dei Verbum del 18 novembre 1965, n. 11, EB 686, DS 4215)
Inoltre, se fosse cos, cosa significherebbe allora che Dio ha ispirato la Bibbia? Se le persone erano libere di scrivere ci che
volevano, usando anche espressioni come "Dio disse..." ma non le ha realmente dette lui, eppure le ha ispirate, a che gioco sta
giocando? come una casa editrice che finanzia un libro che calunnia la casa editrice stessa? Se avesse ispirato la Bibbia, Dio ci
avrebbe potuto dire come realmente andata la creazione del mondo, cosa ha veramente detto. Ma del resto, molti Cristiani,
coerentemente con il loro credo, la pensano cos; altri, meno coerenti, si sono resi conto della falsit delle Scritture, ma hanno
deciso che non importante e che non sminuisce la loro fede. Insomma, anche se cadono tutte le premesse, la conclusione
sempre la stessa. Questo inaccettabile, non un pensiero logico e impedisce qualunque dialogo costruttivo e sensato.
Comunque, l'Antico Testamento non l'unico ad avere delle contraddizioni; e se molti Cristiani sono pronti a dire che un racconto
simbolico e allegorico, pochi affermerebbero lo stesso del Nuovo Testamento. Il Nuovo Testamento si propone di essere una raccolta
di libri che parlano di Ges Cristo, Figlio di Dio, anche dal punto di vista biografico. Dato che la dottrina cristiana si basa sul concetto
di resurrezione, come dice 1Corinzi 15:17 (e se Cristo non stato risuscitato, vana la vostra fede; voi siete ancora nei vostri peccati)
bisogna stabilire definitivamente se questa una storia vera oppure no. Il Nuovo Testamento coerente nelle sue affermazioni sulla
resurrezione, oppure presenta delle incongruenze? Questo lo valuterete voi. Ovviamente un giudice deve essere imparziale, e deve
valutare obiettivamente tutte le prove. Sappiate che questo non un caso come gli altri, la vostra relazione con Dio in pericolo.
Non dovete lasciarvi influenzare da ipotesi o dicerie, ma chiedere prove certe. Se si trattasse di un caso di omicidio, prima di
condannare limputato vorreste essere assolutamente certi della sua colpevolezza. Se la pubblica accusa convocasse in tribunale dei
testimoni oculari e ognuno di questi testimoni raccontasse una storia diversa, allora la cosa si complicherebbe. Lavvocato della
difesa chiederebbe lassoluzione del suo cliente dimostrando la debolezza delle tesi accusatoria, basate su testimonianze dubbiose e
contraddittorie. Allora, vediamo di esaminare il racconto della resurrezione, mettendo a confronto cosa dicono i Vangeli:

Avvenimento

Matteo

Marco

Luca

Giovanni

Chi portava la croce?

Simone di Cirene (Mt


27:32)

Simone di Cirene (Mc


15:21)

Simone di Cirene (Lc


23:26)

Ges stesso (Gv 19:1617)

Quale giorno del


mese Ges fu
crocifisso?

Ultima Cena la sera del


14 nisan (primo giorno
degli Azzimi, Mt26,17) e
crocifissione e morte di
Ges il giorno seguente
(15 nisan) coincidente
con la Pasqua ebraica,
venerd (vigilia del
sabato, Mc15,42)

Ultima Cena la sera del


14 nisan (primo giorno
degli Azzimi, Mc14,12) e
crocifissione e morte di
Ges il giorno seguente
(15 nisan) coincidente
con la Pasqua ebraica,
venerd (vigilia del
sabato, Mc15,42)

Ultima Cena la sera del


14 nisan (primo giorno
degli Azzimi, Lc22,7) e
crocifissione e morte di
Ges il giorno seguente
(15 nisan) coincidente
con la Pasqua ebraica,
venerd (vigilia del
sabato, Mc15,42)

Crocifissione e morte di
Ges il 14 nisan
(parasceve =
preparazione = vigilia
della Pasqua ebraica,
Gv19,14.31.42), venerd
(Gv19,31)

Uno dei due ladroni


credeva in Ges?

Nessuno dei due ladroni


credeva in Ges (Mt
27:44)

Nessuno dei due ladroni


credeva in Ges (Mc
15:32)

Uno dei due gli crede


(Lc 23:39-43)

Non dice niente al


riguardo

Quali sono state le


Dio mio, Dio mio, perch Dio mio, Dio mio, perch Padre, nelle tue mani
ultime parole
mi hai abbandonato?
mi hai abbandonato?
consegno il mio spirito
pronunciate da Ges
(Mt 27:46)
(Mc 15:34)
(Lc 23:46)
sulla croce?

Tutto compiuto (Gv


19:30)

Quanti giorni e notti


ha passato Ges nel Tre giorni e due notti
sepolcro?

Tre giorni e due notti

Due giorni e due notti

Maria Maddalena, la
Maria madre di
Giacomo, Giovanna e
altre donne (Lc 24:10)

Solo Maria Maddalena


(Gv 20:01)

Quali donne
andarono a visitare
il sepolcro?

Tre giorni e due notti

Maria Maddalena e la
Maria Maddalena e laltra
Maria madre di Giacomo
Maria (Mt 28:1)
e Salome (Mc 16:1)

Cosa stava facendo


langelo nel
sepolcro?

Langelo siede sulla pietra


Langelo siede a destra,
che aveva fatto rotolare
allinterno del sepolcro
via dallingresso del
(Mc 16:5)
sepolcro (Mt 28:2)

Gli angeli stanno


accanto alle donne,
allinterno del sepolcro
(Lc 24:4)

Non ci sono angeli


quando Maria va al
sepolcro la prima volta,
la seconda volta invece
Maria trova due angeli
seduti allinterno (Gv
20:2, 20:12)

Dopo aver visto gli


angeli Maria chi
incontra, prima
Ges o i discepoli?

Ges (Mt 28:8-9)

Ges (Mc 16:9)

Ges (Lc 24:9)

I discepoli (Gv 20:14)

Dopo essere risorto


a chi appare per
primo Ges?

Le due Marie (Mt 28:8-9)

Solo a Maria Maddalena


(Mc 16:9)

Cleopa e un altro uomo


(Lc 24:15)

Solo a Maria Maddalena


(Gv 20:14)

Quante volte Ges


appare dopo essere
risorto?

Due volte (Mt 28:8-9,


28:16)

Tre volte (Mc 16:9, 16:12, Due volte (Lc 24:15,


16:14)
24:36)

Tre volte (Gv 20:14,


20:19, 21:4)

A quanto pare i racconti della resurrezione si contraddicono a vicenda in numerosi punti; la spiegazione tipica portata per spiegare
le incongruenze, che gli autori dei Vangeli avrebbero visto gli avvenimenti da punti di vista diversi; come dei ciechi che devono
descrivere un elefante toccandolo, alcuni parlerebbero della sua proboscide, altri delle zampe, altri delle zanne, e cos via. Certo,
sarebbe una spiegazione se si potessero conciliare le varie versioni dei fatti. Il problema che non c' modo di conciliare, ad
esempio, l'angelo (o gli angeli) del sepolcro per come sono presentati; cos come non si pu dire che Ges fu crocifisso in due giorni
diversi, e che a visitare il sepolcro furono persone diverse. Dov' finita l'ispirazione di Dio, in questo caso? E come possiamo fidarci
della parola di persone che non riescono ad accordarsi fondamentalmente su nulla? Il punto che non possiamo.
La lista delle contraddizioni bibliche inesauribile, ma per ragioni di spazio mi fermer qui. Allora, dove sta la prova dell'ispirazione
della Bibbia, se dice cose sbagliate scientificamente, e presenta i fatti in versioni differenti? Come possiamo fidarci quando parla in
materia di fede? In cosa consiste concretamente "l'ispirazione divina" riguardo la stesura della Bibbia? Per quale motivo Dio avrebbe
dovuto ispirare un libro che contiene errori palesemente umani, portando persone a perdere la fede, mentre invece avrebbe potuto
dirci veramente come ha creato il mondo, e darci qualche informazione scientifica esatta anzich confonderci le idee? Un esempio
classico il "Fermati o Sole" di Giosu 10:12. Ovviamente il Sole non gira attorno alla Terra, ma il contrario; i credenti dicono che si
tratta di un modo di dire anche nostro, dire "il Sole tramonta", "il Sole sorge", anche se con questo non intendiamo dire che si

muove materialmente. Beh, non vi chiedete da dove derivano queste espressioni? Da millenni di credenze sbagliate, date
dall'impressione che il Sole si muova; impressione che, fino a prova contraria, avevano anche gli scrittori della Bibbia. E anche
ammettendo che sia la Terra ad essersi fermata, come possibile questo? Stando alle leggi fisiche, questo avrebbe provocato
disastri, catastrofi e morti.
Ci sono prove archeologiche e storiche che supportino la Bibbia, o che al contrario, la invalidino? Intanto occorre precisare che,
anche qui, basterebbe qualche errore per rovinare tutto, anche se il resto fosse corretto; e in effetti cos.

La Bibbia supportata da prove esterne?


Mitologia a parte, la storia biblica abbastanza accurata e confermata da fonti extra-bibliche, in particolare nell'Antico Testamento.
Ma questo non indice di ispirazione divina, anche un libro di storia sa essere accurato. Sono gli errori che ci fanno pensare che
l'ispirazione non ci sia. Innanzitutto sulla nascita dell'uomo il 4004 a.C., mentre l'homo sapiens sapiens esiste da 130.000 anni, come
detto prima. Poi, sempre come gi detto, il diluvio universale sembra non aver colpito gli Egizi, mentre questi erano attivi al
momento del suo presunto avvenire. I libri apocrifi, considerati validi solo dai cattolici (Giuditta e Tobia) contengono numerosi
errori; proprio per il fatto che nessuno nella Cristianit ritiene questi libri ispirati (tranne la Chiesa Cattolica), comunque, non li
considerer. Nel Nuovo Testamento gli errori si fanno pi presenti:
In quei giorni un decreto di Cesare Augusto ordin che si facesse il censimento di tutta la terra. Questo primo censimento fu fatto
quando era governatore della Siria Quirinio. (Lc2,1-2)
Il governatore della Siria Publio Sulpicio Quirinio esegu un censimento nel 6 d.C., mentre Erode il Grande, co-protagonista del
racconto del natale, era morto gi nel 4 a.C.
Tra parentesi, neanche la Strage degli Innocenti a opera di Erode esistita, storicamente parlando. La storicit di Ges stessa non
comprovata incontrovertibilmente. Lambiente accademico non accetta allunanimit le tesi proposte a favore della sua esistenza, a
causa della scarsit di testimonianze storiche certe:
1) La prova principe citata a favore della storicit di Ges da parte dei cristiani, Il Testimonium Flavianum ( in cui vengono
menzionati anche i FRATELLI CARNALI di Ges, oltretutto), al centro di aspre polemiche fin dal XVI secolo: la maggioranza degli
studiosi la ritiene una falsificazione o una interpolazione postuma19.
2) Le cosiddette testimonianze extrabibliche sono scarsissime e su tutte, nessuna esclusa, gli storici da secoli nutrono forti dubbi di
attribuzione; non esiste una sola fonte, neanche vaga o approssimativa, contemporanea allepoca presunta in cui visse Ges: sono
tutte postume di almeno 80-100 anni. Malgrado i surreali fatti descritti nei Vangeli nessuno storico dellepoca riporta cronache degli
avvenimenti: non uno si prende la briga di annotare eclissi di 3 ore (mentre ne riportano alcune di pochi minuti), miracoli, terremoti,
strage di bambini innocenti, folle in delirio a Gerusalemme. Niente di niente: come se tutto questo non fosse mai esistito.
4) Ben 3 cronachisti autori delle pseudotestimonianze ,a partire da Plinio, parlano esclusivamente di Chrestianoi, termine greco che
indicava sette messianiche eversive ebraiche come quella degli Zeloti, composte da terroristi, assassini, briganti e ladri. Il significato
originario del termine stato depurato dalle connotazioni negative nel corso dei secoli.
5) Svetonio ed altri due cronachisti del quarto secolo parlano di un tale Christo/Chresto vissuto a Roma nel 54 d.C. . Di conseguenza,
o la storia dei Vangeli un falso, oppure il Christo/Chresto di cui parla Svetonio non Ges. Occorre, infatti, ricordare che Christo
significa messia, unto o prescelto e che non era il nome di Ges, bens un semplice attributo.
6) Tacito menziona un personaggio soprannominato Christo/Chresto FONDATORE della setta degli Zeloti Chrestianoi: Il fondatore di
questa setta, il Cristo, aveva avuto il supplizio sotto il regno di Tiberio, per ordine del procuratore Ponzio Pilato. Momentaneamente
repressa, la funesta superstizione si scaten di nuovo non soltanto nella Giudea, culla del male, ma in Roma stessa (Tacito, Annali,
XV, 44)
Ponzio Pilato era prefetto, non procuratore, ai tempi. Il fondatore della setta messianica fu Giuda di Gamala, proclamato Messia
(Cristo) allinizio del primo secolo d.C.; non Ges20.
Messia (Cristo), nell ambito dell ebraismo messianico, un appellativo che indica un condottiero, un re, un alto sacerdote, un
aspirante al trono o un profeta illuminato e ispirato da Dio a guidare il popolo ebraico, non il Figlio di Dio.
Nel solo periodo che va dal 70 a.C. al 136 d.C. in Palestina vi furono ben 62 rivolte, guidate da altrettanti Messia. Alcuni nomi di
messia vissuti nel corso del primo e secondo secolo d.C. di cui si ha testimonianza sono: Simone Bar Jora, Giovanni di Giscala, Giuda
di Gamala e Simon Bar Kokheba.
Le fonti storiche su un uomo che rispondeva al nome di Ges, vissuto in Palestina nel periodo presunto da Dionigi e dagli storici
cristiani sono tuttaltro che certe, anzi! Alcuni storici ipotizzano che il nome teoforico di Ges celi, in realt, quello di un personaggio
legato ai rivoltosi zeloti vissuto fra il 40 e l 80 d.C.; altri negano a priori la storicit di Ges e, infine, un ristretto gruppo, composto
quasi esclusivamente da cristiani, ritiene che egli sia esistito realmente durante il primo secolo con quel nome, come uomo nativo di
Nazaret o Betlemme (uomo; non figlio di Dio).Chiunque affermi il contrario, spacciando per veritiere fonti e testimonianze su cui
pesano significativi sospetti di falsificazione o addirittura gi attestate come inattendibili ( le presunte citazioni nel Talmud, la lettera
di Serapion, il fantomatico riferimento ai cristiani nel Satyricon di Petronio e l epistola di Luciano sono state riconosciute come falsi
storici, per esempio) intellettualmente disonesto: ad oggi, la storicit di Ges non ancora accettata, a livello accademico.
Si pu scegliere di credere per fede, ma non si pu alterare la realt oggettiva. Personalmente, propendo fortemente per la tesi
secondo la quale il Ges descritto miticamente nei Vangeli sia, in realt, un nome teoforico attribuito a un capo zelota di stirpe
regale o sacerdotale vissuto fra il 40 e l 80 d.C. , allo scopo di celare la vera identit di comune mortale e, soprattutto, il suo

diretto coinvolgimento nelle lotte di successione e rivolta, che culminarono con linizio della prima guerra giudaica.

Le profezie della Bibbia si sono avverate?


Passiamo di colpo al quarto punto, nonostante il secondo e il terzo sembrano gi aver dimostrato che la Bibbia non un libro
ispirato da Dio. Le profezie. La Bibbia ne contiene molte, e molti gruppi religioni che credono all'inerranza delle Scritture le usano
come prove dell'Ispirazione Divina di questo Libro. Le cose stanno veramente cos? Beh, per verificarlo, possiamo analizzare le
profezie una ad una. User per questo il testo che usano i Testimoni di Geova, per comodit.
[La Bibbia] piena di profezie che rivelano una particolareggiata conoscenza del futuro, qualcosa che esula dalle possibilit umane
Profezia: Isa. 44:24, 27, 28; 45:1-4: Geova . . . Colui che dice alle acque dellabisso: Prosciugatevi; e far seccare tutti i vostri
fiumi; Colui che dice di Ciro: il mio pastore, e tutto ci di cui mi diletto adempir completamente; perfino nel mio dire di
Gerusalemme: Sar riedificata, e del tempio: Saranno gettate le tue fondamenta. Questo ci che Geova ha detto al suo unto, a
Ciro, di cui ho preso la destra, per soggiogare davanti a lui le nazioni, affinch io sciolga anche i fianchi dei re; per aprire davanti a
lui gli usci a due battenti, cos che nemmeno le porte saranno chiuse: Davanti a te andr io stesso e raddrizzer le scabrosit del
paese. Spezzer le porte di rame, e taglier le sbarre di ferro . . . Per amore del mio servitore Giacobbe e di Israele mio eletto, ti
chiamavo perfino per nome. (Isaia termin il suo scritto verso il 732 a.E.V.).
Adempimento: Quando fu scritta la profezia, Ciro non era nemmeno nato. Gli ebrei non furono portati in esilio a Babilonia se non
nel 617-607 a.E.V., e Gerusalemme e il suo tempio non furono distrutti che nel 607 a.E.V. La profezia si ademp nei particolari a
cominciare dal 539 a.E.V. Ciro devi le acque del fiume Eufrate facendole confluire in un lago artificiale; le porte di Babilonia che
davano sul fiume furono imprudentemente lasciate aperte mentre in citt si faceva baldoria, e Babilonia cadde nelle mani dei medi
e dei persiani al comando di Ciro. Successivamente Ciro liber gli ebrei esiliati e li rimand a Gerusalemme perch vi costruissero il
tempio di Geova. The Encyclopedia Americana (1956), Vol. III, p. 9; Luci del lontano passato, di Jack Finegan (Aldo Martello ed.,
1957, trad. dallinglese di Glauco Cambon), pp. 194, 195; Tutta la Scrittura ispirata da Dio e utile (New York, 1971), pp. 278, 280,
281, 292.
Anche accettando quello che dicono i Testimoni, la Bibbia ci dice in Dn 9,24-27 che ci saranno settanta settimane tra il decreto di
ricostruire Gerusalemme e il punto darrivo della profezia. Le settanta settimane corrispondono a 490 anni che iniziano con il
decreto di Ciro il Grande. Questa la loro interpretazione del passaggio, dato che la Bibbia ha molto da dire sul decreto di Ciro e
poco o niente dice di qualsiasi altro decreto.
Qui per c un problemino: ci sono alcuni anni di troppo Ciro II re di Persia (detto il Grande) nasce nel 590 e muore nel 539.ma
secondo la cronologia biblica, dovrebbe avere avuto il suo floruit attorno al 456 a.C. e c un bel saltino di ottantanni circa
I TdG dicono che lordine di riedificare le mura avviene nel ventesimo anno di Artaserse il re. (Neemia 2:1, 5-8). Peccato che il
ventesimo anno di Artaserse sia il 455 a.C., quando Ciro II era gi morto e sepolto, e il suo decreto avvenuto.
Tra le altre cose, il nome Ciro - anzi Kyros- non era proprio cos raro basta leggere Erodoto per rendersene conto.
Il fatto che la Bibbia, per il termine tradotto con settimane, usa il termine shavuim, che significa settantesimi. Settimane si
dice Shavuot. Cosa sta ad indicare questo settantesimi? Chiss! Potrebbero anche essere settimane, ma chi ci d questa
certezza?
Il punto di inizio non il decreto di ricostruire Gerusalemme, ma la parola sulla ricostruzione di Gerusalemme, ovvero la parola di
Geremia il quale profetizz che dopo 70 anni di esilio il popolo Ebraico sarebbe stao riscattato. (tale profezia si trova in Geremia
25:11-12).
Profezia: Ger. 49:17, 18: Edom deve divenire oggetto di stupore. Chiunque le passer vicino rimarr stupito e fischier a motivo
di tutte le sue piaghe. Proprio come al rovesciamento di Sodoma e Gomorra e delle sue citt vicine, ha detto Geova, nessun uomo vi
dimorer. (Geremia termin di scrivere le sue profezie verso il 580 a.E.V.).
Adempimento: Essi [gli edomiti] furono cacciati dalla Palestina nel II secolo a.C. da Giuda Maccabeo, e nel 109 a.C. Giovanni
Ircano, condottiero maccabeo, estese il regno di Giuda in modo da includere la parte occ. dei paesi edomiti. Nel I secolo a.C.
lespansione romana spazz via gli ultimi resti dellindipendenza edomita . . . Dopo la distruzione di Gerusalemme per opera dei
romani nel 70 d.C., . . . il nome Idumea [Edom] scomparve dalla storia. (The New Funk & Wagnalls Encyclopedia, 1952, Vol. 11, p.
4114) Si noti che ladempimento si estende fino ai nostri giorni. Non si pu assolutamente sostenere che questa profezia sia stata
scritta dopo che gli avvenimenti si erano verificati.
Ha predetto che nessun uomo vi dimorer, senza specificare come n quando dovrebbe avvenire la distruzione. Insomma, si tratta
di una profezia molto generica, che si potrebbe avverare in qualunque momento in cui venga distrutta quella citt. Una profezia, per
essere tale, invece, deve essere specifica, in modo da non essere soggetta a pi interpretazioni.
Profezia: Luca 19:41-44; 21:20, 21: [Ges Cristo] guard la citt [di Gerusalemme] e pianse su di essa, dicendo: . . . Verranno su
di te i giorni nei quali i tuoi nemici edificheranno attorno a te una fortificazione con pali appuntiti e ti circonderanno e ti
affliggeranno da ogni parte, e getteranno a terra te e i tuoi figli dentro di te, e non lasceranno in te pietra sopra pietra, perch non
hai compreso il tempo in cui sei stata ispezionata. Due giorni dopo, Ges raccomand ai discepoli: Quando vedrete Gerusalemme
circondata da eserciti accampati, allora sappiate che la sua desolazione si avvicinata. Quindi quelli che sono nella Giudea fuggano
ai monti, e quelli che sono in mezzo ad essa si ritirino.(La profezia fu pronunciata da Ges Cristo nel 33 E.V. (d.C.) ).
Adempimento: Gerusalemme si ribell a Roma e, nel 66 E.V. (d.C.), lesercito romano al comando di Cestio Gallo attacc la citt.
Tuttavia, come riferisce lo storico ebreo Giuseppe Flavio, il comandante romano allimprovviso richiam i soldati e, rinunciando nel

modo pi assurdo ai suoi piani senza aver subito alcuna sconfitta, sloggi dalla citt.(La guerra giudaica, Libro II, 19, 7, ediz. a cura
di G. Vitucci, Valla-Mondadori ed., 1978, Vol. I, pagina 433)Questo diede ai cristiani la possibilit di fuggire dalla citt, cosa che
fecero, trasferendosi a Pella, al di l del Giordano, secondo quanto afferma Eusebio di Cesarea nella sua Storia ecclesiastica (trad.
dal greco di G. Del Ton, Descle & C.i Editori Pontifici, 1964, pagina 158).Poi, verso la Pasqua del 70 E.V. (d.C.), il generale Tito
assedi la citt; in soli tre giorni fu costruita tuttintorno ad essa una palizzata lunga oltre sette chilometri, e, dopo cinque mesi,
Gerusalemme cadde. Gerusalemme stessa fu sistematicamente distrutta e il Tempio lasciato in rovina. Il lavoro degli archeologi ci
mostra oggi quanto sia stata efficace la distruzione degli edifici dei giudei in tutto il paese. The Bible and Archaeology, di J. A.
Thompson, Grand Rapids, Michigan, 1962, pagina 299.
Che Ges labbia detto nel 33 d.C. sta scritto nel Vangelo di Luca, scritto tra l80 e il 90 d.C., quindi quando la profezia era gi bella
che avverata. Mi sembra inutile aggiungere altro.
La Bibbia fa una sola predizione molto specifica: prevede infatti la distruzione della citt di Tiro, per mano di Nabucodnosor, e dice
che non sar mai pi ricostruita. (Ezechiele 26)
Questa una predizione molto precisa, ma sbagliata: infatti, Tiro non fu distrutta da Nabucodnosor ma da Alessandro Magno, ed
stata ricostruita, infatti ancora oggi esiste ed patrimonio storico dellUnesco dal 1984.
C chi dice che la Bibbia non afferma che devessere Nabucodnosor a distruggere Tiro, perch la frase che parla della distruzione
non ha un soggetto specifico, e si appoggiano a questo. Ma evidente che si stia parlando di Nabucodnosor, come nella frase
precedente. Inoltre, se la profezia fosse corretta e di ispirazione divina, perch non dire che Tiro sarebbe stata distrutta da
Alessandro Magno, togliendo ogni sospetto?
Inoltre, nella Bibbia ci sono dei curiosi casi di "profezie inesistenti". Ovvero, versetti del Nuovo Testamento che, nel riportare
avvenimenti, affermano che questi adempiono le parole dei profeti. Per quanto i biblisti abbiano cercato, non sono stati in grado di
trovare dove i profeti abbiano scritto queste cose. Ad esempio:
E venne ad abitare in una citt detta Nazaret, affinch si adempisse quello che era stato detto dai profeti, che egli sarebbe stato
chiamato Nazareno. (Matteo 2:23)
Nessun profeta dellAntico Testamento nomina mai Nazaret.
Allora si ademp quello che era stato detto dal profeta Geremia: E presero i trenta sicli dargento, il prezzo di colui che era stato
venduto, come era stato valutato dai figli dIsraele, e li diedero per il campo del vasaio, come me laveva ordinato il Signore.
(Matteo 27:9-10)
Geremia non ha mai detto nulla di simile.

La Chiesa Cattolica
Adesso fingiamo di dimenticare tutto: tutte le evidenze che ci mostrano come il "Creato" non sia poi cos indiziario della presenza di
un Creatore, le evidenze che ci mostrano che la Bibbia altro non che un libro scritto da popoli antichi e con una mentalit talvolta
retrograda. Fingiamo che Dio esista e la Bibbia sia la sua Parola. Adesso non ci resta che "scegliere" a quale religione cristiana
aderire. Ne esistono pi di 8000, e la Chiesa Cattolica quella con la maggioranza numerica di fedeli. Per questo motivo, mi limiter
a fare delle considerazioni su questa religione piuttosto che su altre. Per quale motivo dovremmo aderire alla Chiesa Cattolica, a
parte il fatto che, probabilmente, siamo stati battezzati da piccoli e educati in una famiglia e in una societ cattolica? Perch la
Chiesa afferma che il suo fondamento Pietro, il primo papa, in base alla dichiarazione di Ges Cristo, in Matteo 16:14-18:
Ed egli (Ges) disse loro: E voi, chi dite che io sia? Simon Pietro rispondendo disse: tu sei il Cristo, il Figliuolo dellIddio vivente. E
Ges replicando disse: Tu sei beato Simone, figliuolo di Giona, perch non la carne e il sangue ti hanno rivelato questo, ma il Padre
mio che nei cieli. E io altres ti dico: tu sei Pietro e su questa pietra edificher la mia Chiesa
Gli scrittori biblici intendevano dire che Pietro doveva essere capo della Chiesa, e che successivi papi l'avrebbero guidata? Proviamo
a chiarire il punto leggendo altri passi della Bibbia:
Poich nessuno pu porre altro fondamento che quello gi posto, cio Cristo Ges (1 Corinzi 3:11; vedi anche 1 Pietro 2:4-8).
Inoltre, Cristo stesso afferma di essere la pietra, e non Pietro (Marco 12:1-11; vedi anche 21:42-44).
Il capitolo 16 del Vangelo di Matteo viene comunemente usato oggi dai cattolici come prova del primato del papa, insieme a quello
degli agnelli e delle pecorelle che chiude il Vangelo di Giovanni (cap. 21). Ora questa pretesa insostenibile, infatti presuppone
alcune cose sono infondate:
1. che con queste parole Ges intendesse promettere a Pietro una autorit assoluta sulla Chiesa;
2. che questa autorit sia trasmissibile;
3. che questa autorit si sia trasmessa al papa in quanto Vescovo di Roma e successore di Pietro.
Esaminiamo i tre punti:
1. non vero che con queste parole Ges intendesse trasmettere a Pietro tale autorit: infatti dice a Pietro che lo aveva confessato
poco prima come Figlio di Dio (il capitolo va letto tutto per capire anche quelle parole: tu mi hai detto che io sono il Figlio di Dio
sottinteso e non la carne ed il sangue te lo hanno rivelato ma il Padre mio che nei cieli, ed io a te dico: tu sei Pietro (nome
derivato da Pietra) e su questa Pietra (cio su di me che tu hai riconosciuto come Figlio di Dio) io fonder la mia Chiesa.

sulla fede di Pietro che Ges costruisce la sua Chiesa, non sulla sua persona: ed il Beato Agostino (Padre tanto caro agli
occidentali) fa notare che se la avesse fondata su Pietro, la avrebbe fondata su una ben fragile pietra, visto che Pietro lo avrebbe
rinnegato tre volte.
Se anche poi si volesse riferire a Pietro il significato della pietra su cui si fonda la Chiesa questo andrebbe sempre inteso nel senso
che Pietro la Pietra perch ha confessato Cristo. Infatti non pu essere posto alla Chiesa nessun altro fondamento che non sia
Ges Cristo come si legge chiaramente nel Nuovo Testamento.
2. Ma anche se si vuole interpretare questo passo attribuendo a Pietro una preminenza sugli altri Apostoli nel Nuovo Testamento
preminenza, non certo autorit assoluta (al Concilio Apostolico di Gerusalemme fu infatti il capo della Comunit cittadina, Giacomo,
a presiedere, e Paolo resistette a viso aperto alle erronee opinioni di Pietro, come egli stesso dice nella Lettera ai Galati, cap. 2) -,
non possiamo certo pensare che questa autorit sia trasmissibile. Essa non trasmissibile pi di quella di essere testimone del
Cristo risorto, in quanto n nel Nuovo Testamento, n negli scritti dei Padri c nulla che possa lasciar pensare ad una simile
possibilit.
3. Non c poi nessun fondamento per pensare che tale autorit si sia di fatto trasmessa al Vescovo di Roma dove la Chiesa era stata
fondata da Paolo. Inoltre, prima di recarsi a Roma, Pietro aveva presieduto la Comunit di Antiochia (l dove i seguaci di Ges
furono per la prima volta chiamati Cristiani); ed allora, perch il potere di Pietro si sarebbe trasmesso al Vescovo di Roma e non
a quello di Antiochia? Lo stesso papa S.Gregorio Magno identifica tre sedi Pietrine: Roma, Alessandria ed Antiochia, pari
nellessere la cattedra storica dellApostolo e tiene a sottolineare che quella di Roma non ha niente di pi eminente delle altre due.
Il nome di Pietro, tra laltro, non compare nei primi elenchi dei vescovi di Roma del I, II e III secolo d.C. Ireneo, vescovo di Lione dal
178 al 200 d.C., il primo teologo cristiano ad parlare del principio della successione apostolica: elenca con precisione la sequenza
della successione vescovile Romana ma, come primo vescovo, indica Lino e non Pietro. Nella Costituzione Apostolica del 270 d.C.
si afferma che Papa Lino ottenne la sua nomina da Paolo, e non da Pietro.
Nella Lettera ai Romani, Paolo menziona vari esponenti della comunit protocristiana, ma non menziona mai Pietro, presunto
Vescovo di Roma in quel tempo e, di conseguenza, massima autorit religiosa e riferimento di cui tutti i cristiani, compreso Paolo
che invece, curiosamente, non gli rivolge neanche un saluto. I primi a menzionare Roma come Cattedra di San Pietro e a citare il
Primato di Pietro (ricordo che Pietro non era il vero nome dell apostolo, ma un appellativo) furono Cipriano di Cartagine e
Tertulliano, a met del III secolo d.C. Ricordo anche che il Papato produsse per secoli, come unico documento ufficiale la
Donazione di Costantino, un falso storico , per legittimare il potere temporale, giuridico e spirituale della Chiesa.
Anche volendo ignorare il fatto che la Chiesa non abbia alcun fondamento valido, proviamo ad esaminare le sue dottrine; beh, i fatti
sono che la Chiesa Cattolica non si regge in piedi neanche confrontandola con la Bibbia. Questa stata alterata e ignorata; la Chiesa
ha aggiunto al suo credo tradizioni di uomini, andando contro il messaggio biblico. Alcuni esempi concreti possono essere i
seguenti:

La venerazione di santi e morti e di angeli, intorno allanno 375, mentre il culto deve essere reso solo a Dio.

La dottrina del Purgatorio fu istituita da Gregorio Magno verso lanno 593.

Ladorazione della croce, delle immagini e delle reliquie fu adottata ufficialmente nel 788. Ci fu per ordine
dellimperatrice Irene di Costantinopoli, che prima fece cavare gli occhi al proprio figlio Costantino IV, e poi convoc un
concilio della Chiesa per richiesta di Adriano I, vescovo di Roma in quel tempo. Nella Bibbia tale pratica chiamata
idolatria ed severamente condannata. (Esodo: 20:4-6; Deuteronomio 27:15; Salmo 115; Geremia 10:1-5. Leggi: Matteo
4:8-9; 20:25-26 e Giovanni 18:36).

Il digiuno in giorno di venerd e durante la Quaresima venne imposto ufficialmente nellanno 998. Sembra da papi
interessati nel commercio del pesce. Per mangiare carne occorre la spensa. Alcune autorit affermano che ci inizi verso
lanno 700. Si tratta di cosa contraria al chiaro insegnamento delle Scritture (Leggi: Matteo 15-10; 1 Corinzi 10:25; 1
Timoteo 4:3).

La Messa come sacrificio fu sviluppata gradualmente e la frequenza ad essa resa obbligatoria nellundicesimo secolo. Il
Vangelo insegna che il sacrificio di Cristo fu offerto una sola volta per tutte, e non devessere ripetuto, ma solo
commemorato nella Santa Cena (Ebrei 7-27; 9:26-28; 10:10-14).

Il celibato dei preti fu decretato da Papa Gregorio VII nellanno 1079. Il Vangelo invece insegna che i ministri di Dio
possono avere moglie e figli, San Pietro era ammogliato, Paolo prescrisse che i vescovi devono avere famiglia. (1 Timoteo
3:2, 5, 12; Matteo 8:14-15)

Le Indulgenze (con le quali si rimetteva la punizione per i peccati) vennero concesse per la prima volta nellanno 850 da
Papa Leone IV a coloro che salivano la Scala Santa sulle loro ginocchia. Le vendita di esse inizi nellanno 1190 e
continu fino allepoca della Riforma 850 e 1190. San Pietro rifiut danaro da Simon Mago che credeva di poter acquistare

Il Culto di Maria, madre di Ges, e luso dellespressione Madre di Dio a lei applicato, ebbe origine nel Concilio di Efeso
del 431.
Il Papato di origine pagana. Il titolo di Papa, ossia di vescovo universale, venne per la prima volta dato dallempio
imperatore Foca al vescovo di Roma nellanno 610. Ci egli fece per far dispetto al vescovo Ciriaco di Costantinopoli che lo
aveva scomunicato per aver egli fatto assassinare il suo predecessore, limperatore Maurizio.Lallora vescovo di Roma,
Gregorio I, ricus il titolo, e fu il suo successore, Bonifazio III il primo ad avvalersi del titolo di Papa. Ges non lasci nessun
capo fra gli apostoli, essendo sempre il capo fra gli apostoli, e capo immortale della Chiesa (Luca 22:24-26; Efesini 1:22-23;
Colossei 1:18; 1 Corinzi 3:11).

il dono di Dio con loro (Atti 8:20). La religione cristiana secondo linsegnamento del Vangelo contro un simile traffico.

Il dogma della Transustanziazione fu decretato da Papa Innocenzo III nellanno 1215. Con questa dottrina il prete pretende
di creare Ges Cristo ogni giorno e poi mangiarLo in presenza del popolo durante la Messa. Il Vangelo condanna simili
concezioni. Nella Santa Cena c, biblicamente, solo la presenza spirituale di Cristo (Luca 19-20; Giovanni 6:63; 1 Corinzi
11:26).

La Bibbia fu proibita al popolo e messa allindice dei libri proibiti, dal Concilio di Tolosa nellanno 1229. Ges dice che la
Scrittura deve essere letta da tutti. (Giovanni 5:39; 2 Timoteo 3:15-17).

Il battesimo per aspersione fu reso legale dal Concilio di Ravenna nellanno 1311.Il battesimo secondo il Nuovo
Testamento per immersione in acqua, da amministrarsi ai soli credenti (Matteo 3:6, 7, 16; 28:18-20; Marco 16:16; Atti
8:36-39 ed altri passi)

I Sette Sacramenti vennero per la prima volta cos elencati da Pietro Lombardo nellanno 1160 dopo Cristo ma la dottrina
dei Sette Sacramenti divenne ufficiale con Concilio di Firenze, nellanno 1439. Il Vangelo dice che Cristo istitu due soli
sacramenti, il Battesimo e la Santa Cena (Matteo 28:19-20; 26:26-28)

Il Concilio di Trento dichiar che la Tradizione deve essere ritenuta di eguale autorit che la Bibbia, nellanno 1545. Per
tradizione sintendono insegnamenti umani. I Farisei credevano lo stesso e Ges li rimprover acerbamente, poich con la
tradizione degli uomini si annulla la "Parola di Dio" (Marco 7:7-13; Colossei 2:8; Apocalisse 22:18)

Nellanno 1870 dopo Cristo, Papa Pio IX stabil il dogma della Infallibilit Papale.

Su quest'ultimo punto bene dire anche qualcosa di pi:


1- La Bibbia non parla di Infallibilit papale
2- La Bibbia dice di contenere tutte le verit di fede necessarie, e chiunque ne aggiunga altre un falso e sar maledetto
(Proverbi 30:5-6, 1 corinzi 4:6, Deut. 4:2, Apoc. 22:18,19, Galati 1:8-9)
3- La Chiesa Cattolica ha come Dogma l'Infallibilit papale quando parla ex-cathedra, contraddicendo i punti 1 e 2
4- Papa Pio XII il 1 novembre 1950, tramite l'Infallibilit papale, rende dogma l'Assunzione di Maria, di cui non si parla
nella Bibbia, portando ad unulteriore contraddizione.
Conclusioni
Con questo abbiamo finito l'analisi della Bibbia, della "Creazione" e delle credenze della Chiesa Cattolica, toccando i punti principali
per i quali penso sia possibile dire con certezza che un Dio non esiste, almeno per come ci viene presentato dalla Bibbia.
Probabilmente molti, dopo aver letto questo articolo, rimarranno delle loro idee, convinti come sono che tutto ci che stato loro
insegnato fin da piccolo giusto. Penseranno che, tutto sommato, se anche la Bibbia non scritta come ci si aspetterebbe, questo
non intacca la possibile esistenza di Dio. Se la Natura imperfetta, pur sempre colpa del Diavolo. Se volete credere a queste cose,
pur non avendo alcun supporto scientifico, fate pure. Pensate solamente a questo: la vostra una fede, che non pu essere
dimostrata in alcun modo, e va vissuta personalmente. Allora, per quale motivo (ovviamente non parlo per tutti, sia chiaro) pensate
sia giusto che lo Stato abbia leggi che preservano la morale cristiana, e che, andando contro il principio di laicit, impediscano ad
ogni persona di vivere la sua vita come desidera?
Se invece questo articolo vi ha indotti a pensare, vi ha incuriosito, e avete deciso di informarvi di pi, leggere, ragionare, e siete
arrivati alla conclusione che la religione altro non che il desiderio dell'uomo di sfuggire alla morte, e l'inconscia tendenza che
abbiamo a ricercare spiegazioni soprannaturali per eventi "inspiegabili", ma che poco ha a che vedere con la realt, beh... allora la
mia fatica servita a qualcosa.
Alex

Note e riferimenti:
Blog: http://riflessionisullafede.wordpress.com/
1 http://cronologia.leonardo.it/mondo09.htm
2 Extra Ecclesiam Nulla Salus
http://it.wikipedia.org/wiki/Extra_Ecclesiam_nulla_salus#La_condanna_dell.27indifferentismo_nel_Sillabo
3 Il Rasoio di Occam http://it.wikipedia.org/wiki/Rasoio_di_Occam
4 Davies P. La mente di Dio - Il senso della nostra vita nell'universo, Mondadori 1993 [pp.65-76]
http://www.onuspi.it/articoli/articolo0007.asp
5 http://it.wikipedia.org/wiki/Mantide#Riproduzione
6 http://it.wikipedia.org/wiki/Ichneumonidae
7 Petizione di Principio http://www.linux.it/~della/fallacies/petizione-di-principio.html
8 Dawkins R. La natura: un universo di indifferenza, Le Scienze n329, gennaio 1996 http://www.onuspi.it/articoli/articolo0005.asp
9 Falsificabilit alla base della Scienza http://it.wikipedia.org/wiki/Falsificabilit
10 http://it.wikipedia.org/wiki/Cronologia_biblica
11 http://anthropology.si.edu/humanorigins/ha/sap.htm
12 Genesi 7:2
13 La lepre . . . presenta un fenomeno digestivo chiamato ciecotrofismo, che permette una pi completa utilizzazione degli
alimenti di origine vegetale. Il cibo viene ingerito rapidamente durante la pastura, in modo analogo a quanto fanno i Ruminanti, e si
accumula in grande quantit nel lungo intestino dellanimale. Successivamente questultimo emette delle feci rivestite da una
sostanza mucosa e di aspetto tipico; esse vengono formate nellintestino cieco, ove al cibo parzialmente digerito sono aggiunte
notevoli quantit di vitamina B12. La lepre inghiotte queste palline senza masticarle durante il riposo . . . e le sottopone ad un nuovo
e pi completo processo di digestione. (Nel Mondo degli Animali, Milano, 1980, vol. III, p. 1651) A questo proposito unaltra opera
(E. P. Walker, Mammals of the World, 1964, vol. II, p. 647) osserva: Questo processo simile alla ruminazione di altri mammiferi.
14 Esdra 2:8 Neemia 7:13; Esdra 2:12 Neemia 7:17; Esdra 2:15 Neemia 7:20; Esdra 2:19 Neemia 7:22; Esdra 2:28 Neemia
7:32.
15 http://riflessionisullafede.wordpress.com/2009/08/11/contraddizioni-nei-vangeli-riguardo-la-resurrezione-di-gesu/
16 http://it.wikipedia.org/wiki/Diavolo#Ebraismo
17 http://riflessionisullafede.wordpress.com/2009/09/25/il-diavolo-nellantico-e-nel-nuovo-testamento/
18 Gb38:22-23; 37:6,15; 38:33-35,37; 36:32; 37:2-4; 38:25-29; 36:27-31; 37:10-13; Sal107:33-36; 135:6-7; 147:16-18; 148:8;
Ger14:22; Am3:6; Is45:7; 44:27; 50:2-3; 51:15; Ger10:13; 5:24; 51:16; Naum1:2-6; Ab3:9-12; Am9:5-6; Ger31:35; Sir39:28-29;
43:3,13,15-17,19-21,27; qui su laparola.net
19 http://www.giovannidesio.it/esistenza%20di%20gesu/giuseppe_flavio.htm
20 http://it.wikipedia.org/wiki/Giuda_il_Galileo http://it.wikipedia.org/wiki/Zeloti http://www.storiacristianesimo.it/gamala.htm